Rivista "Tradizione Famiglia Proprietà", luglio 1997

Page 1

Anno 3, n. 8 - Luglio 1997 - Sped. in Abb. Post. art. 2, Comma 20/C, Legge 662/96 filiale di Roma

La rivoluzione omosessuale All'uscita di una " Messa gay" celebrata nella cattedrale del Sacro Cuore di Rochester (New York), il vescovo, Mons. Matthew Clark, si congeda degli omosessuali con un abbraccio: un passo decisivo della rivoluzione culturale.

S

atte ndevano quindici sacerdoti e suore per dare loro il be nvenuto. Alcuni degli ospiti indossavano vestiti di pelle e catene, la" divisa" dei s ado- masochisti, me ntre a ltri si scambiavano baci ed e ffusioni.

ul nume ro di febbraio 1997 , la ri vista dei militanti omosessuali americani The Empi)' Closet pubblicizzava, insie me ad a nnunc i sulle peggiori perversio ni sessuali, una " Messa per o mosessuali e lesbic he catto lic i" . La cerimonia, svo ltasi nella cattedrale del Sacro Cuore di Roc hesfer, New York, è stata presieduta dal vescovo, mons. Matthew Clark.

Ne lla o melia, punteggiata da scroscia nti applausi, mons . C lark affermava : "Mi sia consentito di dirvi in tutta onestà che ci sentiamo più deboli, nella misura in cui non possiamo usufruire dei meravigliosi doni che lddio vi dà per il bene della comunità. Noi tutti abbiamo tanto da imparare dalle nostre sorelle e dai nostri.fratelli gay. Mi consentite di chiedervi cli perdonarci per tutto il teinpo in cui abbiamo mancato di onorarvi_? ··

"Doni meravigliosi di Dio" Alla funzione si sono presentati più di 1200 omosessuali, grazie anche alla inte nsa propaganda dei media. A l suono di musica jazz, le ·· coppie'· omosessuali. mano ne lla mano. saliva no il sagrato dove li

Al mome nto de lla comunione.

·-

-

-

.

-- --- ---

-

-

- --

-

-

-

tutti indistintamente - cattolici e non cattolici, credenti ed atei , pederasti e lesbiche - si sono accostati ali' altare per ricevere le sacre specie. C i sono state coppie che si sono accos tate a ll ' altare mano ne lla mano, han no preso la santa particola e se la sono portata vicendevolmente alla bocca. A quanti gli chiedevano perché non avesse alme no messo a disposizione dei confesso ri, il vescovo ha risposto che non se la sentiva di creare "un 'ulteriore forma cli discriminazione.,. Dopo la messa, mons . C lark si è congedato da ognuno dei partecipanti con un grande abbraccio . G li omosessuali se ne sono andati trionfanti. tanto c he uno si è rivolto al suo partner esclamando: "Ora 11011 dobbiamo più nascondere

---

.

- -


la nostra omosessualità. La Chiesa ci ha dato la sua benedizione!"

Rivoluzione culturale Questa " messa gay" segna un passo decisivo nella_battaglia degli omosess ua li tesa a far accettare il loro "stile di vita" . La diocesi di R oches te r è forse a l I ' a vanguardia di questa tende nza, ma no n è affatto un caso isolato. La vicenda si inserisce in un processo rivo luzionario ormai palese.

"Teologia gay" Come era accaduto per la rivoluzione socialista/comunista, anche questa rivoluzione omosessua le sta trovando una giustificazione " teologica". Negli anni '60 e '70 c'era la cosiddetta " teologia de lla liberazione" · Adesso si sviluppano la " teologia gay" e la "teologia lesbi-

teologia femminista, teologia indigenista, teologia gay/lesbica, teologia nera, e così via.

La reazione della TFP

Fa cend os i inte rpr e te dell a montante protesta della base cattolica per questi scandali a ripeti zione, ulc timo in o rdine di tempo quello di una " messa" per gli omosessuali, la TFP americana pubblicava " Un urge nte a ppe llo a lle cambierà nostre autorità ecclesiastiche"

~================

Dal secolo scorso, il mondo va subendo l'aggressione di una catena di rivoluzioni di matrice socialista e comunista. Al grido di " Proletari di tutto il mondo unitevi! " , i rivoluzionari si sono lanciati all' assalto de l siste ma borghese/capita lista con I' intenzione di distruggerlo e instaurare al suo posto la cosiddetta" cliuatura del proletariato" .

"La Chiesa solo quando tutti i gay, tutte le lesbiche, tutti i transessuali ed i bisessuali saranno usciti allo scoperto"

Adesso s ia m o a ll e prese con una nuova rivoluzione, d i carattere piuttosto c ulturale e morale, di cui la cosiddetta " liberazione omosessuale" è appena un aspetto. Entram be le ri vo lu zioni , que ll a comunista e que lla o mosessua le, hanno essenzia lmente lo stesso scopo fina le: la di stru zione de lla c iviltà cristiana. A diffe re nza d e l co munis mo , pe rò, la ri voluzione o mosess uale evita per quanto possibile di mostra rsi a ntic lericale. An zi, il grido in favo re de lla liberazio ne gay vie ne spesso proprio dalle sacrestie, ed è poi riec heggialo da un ventaglio di sedicenti associazioni catto liche. Jn un convegno di " pastorale omosessuale" tenutosi a Pittsburgh, il vescovo a us ili are di De troit , mons. Thomas Gumbleton, ha agoiornato il cele bre grido di Marx e E ngels. Tra fragoro si applausi , mon s . G umbl e ton così inc itava : " Omosessuali, venite fuori! "

L'" unitevi" di Marx ed il " venite fuori" di mons. G umbleton hanno radici dottrinali comuni . Entrambi sono essenzia lmente sovvertitori e puntano a distruggere due colonne de lla c iviltà cristiana: la proprietà pri vata e la famiglia, e con esse tutto l'ordine socio-politico e morale.

sotto forma di un manifesto su The Wanderer.

Dopo aver notato come questa perversione sia fa vorita dalle mistificanti interpre tazioni d i certi apologeti nel seno stesso de ll a Chiesa, secondo cui ad esempio Sodoma e Gomona sarebbero state distrutte perché mons. Gumbleton poco ospitali con i forestieri, oppure insinuando una blasfema re lazione omosessua le tra Nostro S ignore e S. Giovanni, la TFP a mericana passa a denunca" . Sentia mo P. Robert Nugent e c iare i tentativi di giustificare il viSr. Jeannine Gra mick, i fo ndatori zio contro natura in base a teorie de lla New Ways Ministry: pseudoscie ntifiche. " Negli anni '60, i teologi classici, europei ed americani, si so110 Quindi , " i11 d~fesa del buon confrontati con ww nuova teologia nome della nostra amata Chiesa e sorta in America latina. Questa teo- del retto o rdin e morale stabilito dal logia della liberazione, co111e era suo Divino Fondatore", la TFP si allora chia111ata, ha dato origine a ri volge "ai successori degli Apostomolti gmppi di p ressione, associali affinché co111ba1ta110 questo sca11:ioni militanti, ecc. I suoi 111entori partivano de/l'esperien za di pover- dalo e le piaghe che ne derivano " . "Questa qffensiva 0111osessuale altà, oppressione e marginalizzazione del Ter:o M ondo. (. .. ) Allo stesso I 'interno della Chiesa", continua il modo, noi natura/111ente speriamo manifesto, "va vista nel triste e torche i gay e le lesbiche, che for111a110 bido contesto della sua ·autodemoun altro gruppo sociale oppresso, lizione', denunciata da Paolo VI " . possano iniziare l 'elaborazione di una teologia e una spiritua lità dalla Dopo aver analizzato le fondaloro particolare esperienza". menta dottrinali di questa offensiva, il messaggio conc lude: "Di fronte a Al classico proletariato di Marx, questo pericolo, la Società americana ne. lla rivoluzione c ulturale si aoo giunge una confusa accozzaglia cli per la d{fesa della Tradizione, Fami" nuovi proletari", catego1ie di perglia e Proprietà, composta da cattolici sone che, in un modo o nell' altro, si praticanti dediti alla difesa dei princìsentono "oppresse": le donne, oli pi morali della civiltà cristiana, si senindios, gli omosessuali, i neri , e;c. te spinta a rivolgere pubblicamente un Dalla "esperienza di oppressione" di appello alle nostre autorità ecclesiaqueste categorie, utilizzando strustiche affinché ricorrano ad wgenti e menti dottJina li non molto diversi da drastiche misure per arrestare l'avanquelli della teologia della liberaziozata dell'agenda omosessuale all'inne, le s inistre religiose sta nno svi1u ppanclo ap po s ite " teolog ie " : terno della Chiesa" .

2 - TRADIZ IONE FAMIGLIA PROPRIETÀ/ LUGLIO 1997


Spagna

TFP-Covadonga compie 25 anni

Gli stendardi di TFP-Covadonga sventolano a Puerta de Sol, nel centro storico di Madrid, durante una campagna contro la " rivoluzione culturale" promosa dal Partito Socialista Operario Spagnolo (PSOE).

T

FP-Covadon g a. La Cruzada del Siglo XX :

questo il significati vo tito lo de l libretto pubblicato da lla TFP spagnola pe r celebrare 25 a nni di atti vità. " La Crocia ta del secolo XX", spiega il li bretto, "non è una crociata di anni, ma di anim.e, in cui il campo di ballaglia è l 'uomo stesso. È una crociata in difesa dell 'imm en sa fam ig lia spirituale de lla C ristianità, oggi scon volta dalla peggio re c risi della sua storia". Questa croc iata ha un' origine: Plinio Correa de Oli veira, che ne l 1966 invia in Spagna due suoi collaboratori per colti vare e raccogliere i fru tti prodotti da i suoi viaggi negli anni ' 50. Si costituisce un gruppo informale di universitari cattolici che cominc iano a diffondere le opere di questo grande pensatore contro-rivoluzionari o. Nel I 97 I, questi giovani fo ndano la Sociedad Cultura/ Co vadonga, con una cerimoni a ne lla Cattedrale di Santiago di Compostella, dove per la pri ma volta nel continente europeo s vento lano g li stendard i della TFP.

Le grandi campagne pubbliche si

succedono a ritmo incalzante: denunc ia de ll · infi ltrazione progressista negli ambie nti catto lic i ( 1974); c roc iata contro il divo rzio ( I 978198 1); contro la " neo- 1ivoluzione" promossa dal Prutito Socialfata Operaio Spagnolo ( I 98 1- 1995); contro la strage degli innocenti ( 1983); in di fesa della libertà di insegnamento ( 1984); in di fesa de ll a pro prie tà pri va ta ( 1987); de nunc ia de lla Pe restroj ka gorbacioviana ( I 990); in sostegno al l'indipendenza della Lituru1ia ( 1990); g1ido d' allrum e sui peiicoli del Trattato di Maastricht ( 199 1); diffusione del libro Nobiltà ed élites tradiziona li ana loghe ( 1993- 1995); de nunc ia de lla minaccia islamica ( I 994 ), e tante altre ancora. Ne l 1983 nasce la Sociedad Espaiio/a de Defensa de la Tradici6n. Familia y Propiedad. la rgamente nota come T FP-Covadonga. Nel 199 1, T FP-Covadonga d à vita ad un' iniz iati va d i ampio respiro. SOS Fam ilia, fi na lizzata alla dife s a d e i va l or i f a mili a ri . parti cola rme nte minacc iati da ll a crescente immoralità nei mezzi di com unicazione. In pochi ann i. SOS Familia è ani vata a contare decine di

migliaia di aderenti, e vanta al suo atti vo notevoli vittorie. Nel 1995, T F P-Covado nga avvia l'iniz ia ti va " Venite Mado nna di Fatima, no n ta rdate!", per diffo ndere capillarmente il messaggio e la devozione a ll a Madre di Dio apparsa in Po rtogallo nel 19 17. Nel corso degli anni si sono susseguite queste ed altre iniziati ve, che hanno trasformato TFP-Covadonga in un importante punto di ii ferimento naziona le. Adesso la T FP spagnola ha sedi a Madrid, Barcellona, Siviglia , Granada, Saragozza, Toledo, Va le nc ia, Santander e Malaga. Inoltre, le sue "carovane" percorrono costa nteme nte iI territorio nazionale, fino ai luoghi più sperduti. Da menzionare anche il dinamico settore giova ni Ie di T F P-Covad o nga, con a mpia diffusione nelle scuole ed università. Per celebrare le sue nozze d'ru·gento, TFP-Covadonga ha promosso un c iclo di incontri pubblic i in diverse c ittà , a partire da un convegno nazionale a l Gran Hotel Velazq uez. a Mad ri d , a l q ua le hann o partecipato centina ia di perso ne.

TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRI ETÀ / LUGLIO 1997 - 3


Germania

Cuba

Cubanos Desterrados al vertice di Costa Rica San José di Costa Rica. Di doppiopesismo la storia ne registra tanti, ma forse nessuno più clamoroso di quello degli alfieri del politica/ly corree! riguardo Fide) Castro.

Matrigna te levisione Francoforte. Cresce il numero dei pedagoghi che puntano il dito contro la televisione. Ed i risultati delle ricerche scientifiche danno loro ragione. Per esempio, un recente studio condotto su 1300 bambini che avevano visto un film di terrore ha evidenz i a t o i seg u e nti danni psico-somatici: il 47, 1% ha avuto oravi disturbi nel sonno: il 42,9% è b piombato in una profonda agitazione: il 36,6% ha sofferto di tachicardia: il 26.8% è fuggito dalla camera da letto: il 2 1.59a ha av uto crisi cli pianto nervoso.

Il politically corree! vuole che ci dich iariamo tutti incondi zionalmente democratici. Allo stesso tempo, però, c i impone di festeggiare il vecchio dittatore dei Caraibi. Vuole che ci dichiariamo inorriditi per la pena di morte negli Stati Uniti. Ma allo stesso tempo ci fa dimenticare i 48 mila fu cilati nelle prigioni cubane. Vuole che ci dichiariamo commoss i pe r le ri stre ttezze nell e fave las brasili ane. Ma allo stesso tempo ci impone una totale indifferenza sull'allucinante miseria abbattutasi sul!' isola castri sta.

Per quanto tempo ancora le Americhe dovranno tolerare la più lunga e sanguinaria dittatura del continente?

appositi raccoglitori per le offerte, riceveva le adesioni .

Questa schizofrenia politica si è manifestata durame il vertice dei presidenti del l' America Centrale, tenutosi a Costa Rica nel maggio scorso, ed al quale ha partecipato anche il presidente Bill Clinton. Approfittando de l!' occasione, le sinis tre hanno lanc iato un 'offens iva pubblic itaria chiedendo la revoca de ll' e mba rgo economico contro Cuba, nonché la piena normalizzazione de lle relazione diplomatiche USA-Cuba.

Sin dalr inizio la " maratona., ha ha riscosso un grande successo. Per due giorni sono arrivate le telefonate, quasi senza sosta, e le offerte sono piovute. La " maratona" si è conclusa poco prima della mezzanotte con l' arri vo al centro dei Cubanos Desterrados di un· anziana signora a cui Fidel Castro aveva fucilato il figlio. Ridotta alla miseria, la signora ha consegnato tutto ciò che portava con sé: 3 dollari ...

Per fronteggiare questa offensiva, Cubanos Desterrados (Cubani in esilio), organizzazione vicina alle TFP che raduna cubani anticomuni sti, decideva di intervenire pubbli cando un manifesto sui giornali di Costa Rica e di Miami .

Nel corso della " maratona" , la coalizione Unidad Cubana, che raduna decine di organizzazioni anticomuniste, decideva di appoggiare pubblicamente l' iniziativa. Lo stesso faceva Radio La Cubanfsima e Radio CMQ.

L' iniziativa è cominciata con una " maratona radiofonica" a Radio Mambf, la più importante emittente di Miami. Pe r 4 8 ore il manifesto dei Cubanos Desterrados è stato letto e commentato ad intervall i regolari . Gli ascoltatori erano poi pregati di manifestare il Joro sostegno ali' iniziativa e di dare un contributo per le spese. Un centro. dotato di 1O linee telefoniche ed

Il manifesto è stato pubblicato a tutta pagina nel La Naci6n, di San José di Costa Rica, nonché sul Diario Las Americas di Miami. È stato inoltre distribuito personalmente da rappresentanti dei Cubanos Desterrados a tutti i presidenti al vertice di San José. L' iniziativa ha avuto anche una straordinar ia ripercussione sulla stampa americana e su quella colombiana.

Può quindi sorprendere che addi rittura il 9 1,7% degli educatori tedeschi affermino che la TV ha un e ffetto negativo sui bambini ? La TV, una ·•vacca sacra'' cie l mondo moderno fin o a poco te mpo fa, adesso si trova sul banco degli imputati . I suoi effetti deleteri non possono essere più ignorati. Per contribuire ad un sereno dibattito sul tema, la Deutsche Verei-

11ig1111g fi"ir eine Christliche K11 /111r (DYC K), associazione ispirata dalla TFP, ha recentemente pubblicato il libro TV: 1111a "sc11ola ", ma, che cosa vi si impara ? Citando di versi studi sc ientifici, il libro analizza l'influenza della televisione sull'educazione dei bambini . Il piccolo schermo. afferma la DVC K, si sta sostituendo alla scuola, de formando profondame nte il processo educati vo dei bambi ni. con pessime conseguenze poi sulla loro psicologia. Gli studiosi segnalano pa'lticolarmente il pericolo della " realtà virtua le" : con la TV, i bambini perdono gradualmente la capacità di distinguere fra realtà e fantasia, il che danneggia gravemente la loro capacità di giudizio. Insomma, la TV è di ventata una vera " scuola di imbecillità", che in pratica produce "analfabeti funzionali" . Lo studio della TFP è stato effetuato nel quadro della campagna: Kinder in Ge.fahr (Bambini in pericolo).

FAMIGLIA PROPRIETÀ/ LUGLIO 1997 4 , .,-RADIZIONE I --

-

- - --

-

-

-

-

-

-

--•

r

-

-•

-•

-

-

-


Cile e Argentina

Le TFP celebrano i 30 anni

I

l 28 aprile scorso, festa di S. Luig i Maria Grig nion da Montfort, la TFP cilena ha celebrato i 30 anni di attività con una so le nne messa nella chiesa delle Suore della Provvidenza, a Santiago. Centinaia d i soci e simpatizzanti della TFP hanno presenziato al Santo Sac rificio, che è stato cele brato in ri to romano antico. Mo lti i fede li rimasti in piedi. Nella sua omelia, il g iovane sacerdote si è rife rito al ·' ministe ro profetico" della TFP, affermando che essa è " il sale della terra··, un ·'ese mpio per lutti i cristiani"'. suscitata da llo Spirito Santo per scongiu rare il male nei nostri g iorni. Qualche g iorno dopo, ne lla sede centra le della TFP cile na, si è te nuto il convegno " Caos oppure socict~1 organica" . li di retto re della TFP, sig. Juan Antonio Montes, ai più d i 200 partecipanti ha parlato del le radic i dottrinali dell a " ri vo luzio ne culturale" che colpisce il paese, in mezzo all' appare nte normalità. La relativa prospe rità economica de l Cile, ha affermato, non ci deve far perdere di vista le profonde trasfo rmazio ni in campo morale e cultu rale promosse in mo lti cas i dag li stessi personaggi che, fino a poco te mpo fa, erano a ll 'avang uardia della ri voluzio ne marxista . Recente me nte, la TFP cilena ha ottenuto una bri llante vittoria. Accettando l' appello cie li ' associazione El Porvenir de Chile, un' iniziativa della quale fanno parte soci della TFP, la Corte S upre ma del Cile ha definitivamente confe rmato il bando contro il fi lm b lasfemo " L' ultima tentazione d i Cristo" . Q uesta coraggiosa decisione della magistratura cilena ha sollevato l' ira delle s inistre, a nche di quelle italiane. Anc he L 'Unità ( I 9-06-97) ha commentato la notizia, pre nde ndosela con il "gruppo conservatore- bigotto TI futuro del Cile" .

Santiago, chiesa delle Suore della Provvidenza: solenne messa di commemorazione per i 30 anni della TFP cilena. Sotto: campagna pubblica della TFP argentina nel centro di Buenos Aires.

Il 3 aprile scorso anche un'altra TFP, quella argentina, ha celebrato il suo trentennale di attivi tà. Ricordando il fa usto anniversario , un manifesto pubblico ha reso " omaggio con e mozione ed imperitura gratitudine alla nobile ispirazione dottrin a le, a l pe rm a n e nte appogg io morale, all 'esempio di fedeltà cattolica che abb iamo sempre ricevuto

dal maestro e guida del pensiero contro-ri voluzionario conte mporaneo, il prof. Plinio CoITèa de O liveira, fondatore della TFP brasiliana e ispiratore delle altre TFP". Anche la TFP argentina è adesso impegnata in una campagna nazionale contro il fi lm blasfemo " L' ultima te ntazione di Cristo" .

TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ /LUGLIO 1997 . 5


Lima. In America latina il problema delle "sette" si va facendo sempre più grave. Paesi essenzialmente cattolici fino a poco tempo fa, adesso devono fare i conti con una popolazione protestante in aumento.

Palermo. Il 19 aprile a Palermo il salone nobile di Palazzo Isnello ha fatto da adeguata cornice alla presentazione del libro del prof. Roberto de Mattei Il Crociato del XX secolo: Plinio Correa de Oliveira. Oltre all'autore, sono intervenuti il prof. Tommaso Romano, dell ' Università degli Studi di Palermo, e il sig. Julio Loredo, dell ' ufficio italiano delle TFP. La funzione di moderatore è stata svolta dal dott. Fabio Scannapieco Capece.

Le cause di un tale fenomeno sono faci lme nte identificabili. Nella misura in cui ampi settori eccles iast ici, sedotti dall a '"teologia della li berazione", si davano ali' azione sociale d i sinistra, trascurando la cura delle anime, lasciavano dietro di loro un grande vuoto. La stragrande maggioranza del popolo chiaramente non ne voleva sapere. Questo vuoto - descritto dal prof. P linio Correa de Oli veira come " un grande orfanotrofio spirituale'' - viene adesso riempito in parie dalle sette protestanti , particolarmente q ue lle "evangelic he", c he fa nno un discorso spiritualistico a livello relig ioso e conservatore a livello politico. Cioè, l'esatto opposto di quanto prevede la teologia della liberazione . Cattolic i, a postolic i, romani, i me mbri delle TFP non possono rimane re inerii cli fronte a questa sfi da. Come "contributo cli giovani cattolici ali' urgente compito cli ne utra1i zza re l' avanza t a de ll e se tte protestanti nel nostrn paese··, l' associazione peruviana Tradici6n Familia Propiedad ha pubblicato uno studio che confuta g li errori protestanti in campo mariano. Intitolato li Culto alla Santissima Vergine. La sua legittimità ed eccelle11-:,a. Co11fi1tazione degli errori a11ti111aria11i, il libro si avvale dell ' imprimatur dell' Archidiocesi di Lima.

Portogallo. Il Centro Cultural R econquista (TFP portoghese) è in piena campagna contro l' avanzata dell'aborto nel paese lusitano. In JO giorni esatti ha totalmente esaurito la prima edizione - 15 mila esemplari - del libro Aborto: 50 domande e 50 risposte in difesa della vita, diffusa specialmente nelle grandi città. Dopo aver partecipato a diverse marce anti-abortiste a Lisbona, assieme ad altre associazioni "per la vita", adesso la TFP si appresta a diffonderne la seconda edizione in "carovane" estive che gireranno tutto il paese.

6 - TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ / LUGLIO 1997

Con linguaggio semplice. passa in rassegna i pri ncipali punti di attrito con i seguaci di Lutero: culto alle immagini ; c ulto alla Madonna, agli angeli ed ai santi: la sacra verg inità de lla Madre di Dio: l'Immacolata Concezione: la materni tà spirituale d i Maria su tutti gl i uomini , ecc. Nella seconda parte il libro contie ne un trattatel lo s ul Santo Rosario.


Brasile

Convegni giovanili San Paolo. Un recente sondaggio di opinione, condo tto in 4 1 paesi su 25.000 adolescenti tra i I 5 ed i 18 anni, ha confermato scientificamente ciò che da tempo era evidente: gli ideali de l socialis mo sono morti. L' estin z ione dell'impulso rivoluz ionario, secondo il sondaggio, ha lasciato un grande vuoto. Priva di ideali, la gioventù si sente largamente smarrita. La magg ioranza si rinchiude in un edonis mo sfrenato. A lc uni si aprono a nuove "espe ri e nze" cli tipo m ag ico-pentecostalis ta. Una crescente minoranza, però, cominc ia ad aprirsi a un discorso di tipo contro-ri voluz io nario. purc hé esso venga presentato con garbo e c hiarezza. "Chissà se ne lla Tradiz io ne poss iamo trova re la soluzio ne?"

San Paolo del Brasile: cena conviviale nel quadro di un raduno giovanile. Sotto: una pièce teatrale ambientata nel tardo Medioevo: la gioventù moderna ha sete di ideali.

sembrano domandarsi questi ragazzi e ragazze. Prova di q uesta nuova realtà è il grande s uccesso de i conveg ni giovanili realizzati ogni due mesi dalla TFP brasi liana. L' ultimo convegno, svoltosi a San Paolo, ha radunato c irca 400 giovani , prove nie nti da 13 Stati de lla federazio ne . Alle confere nze do ttrina li, che trattavano i grandi temi del pe nsiero cattolico e contro-rivolu zionario, si alte rnava no anche mo menti di svago con la recita cli piccole pièce tea-

trali .

Tradizione Famiglia Proprietà

(•

Periodico trimestrale d' informazione sulle associazioni per la di fesa della Tradizione, Famiglia e Proprietà - TFP

dalla pag ina 6)

(a cura della Fondazione per una Civiltà Cristiana)

nonché un metodo per pregarl o efficacemente. Il tutto è illustrato da bellissimi dipinti appositamente realizzati da un artista della TFP. [I li bro, presentato ne lla storica città di C uzco durante un sole nne incontro presieduto da l Vescovo

Ausiliare, è stato poi oggetto di convegni in diverse c ittà . In poco tempo, la prima edizione di 10.000 esemplari si è totalme nte esaurita; adesso i giovani volo ntari della TFP peruviana sono già impeg nati a diffondere i 15.000 esemplari della seconda edizione .

Dir. Resp. Alberto Carosa Anno III, n. 8 - Luglio 1997 Redazione e amministrazione: Via Ruggero Fauro, 84 - 00197 Roma Tel.: 06/8072024 C.C.P. n. 33805003 Aut. Trib. Roma n. 9095 del 22-02-95 Spedizione in abbonamento postale art. 2, Comma 20/C, Legge 662/96 filiale di Roma Abbonamento annuo: L. 5.000 Stampa: Grafica AELLE Via Valsugana 15 - 20139 Milano

TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ / LUGLIO 1997 _ ?


OCocausto e

no6iCtà di Plinio Correa de Oliveira

O

locausto. La parola merita di essere sottolineata, poiché l'olocausto aveva, nella vita del nobile, un ' importanza centrale. In un certo senso, esso si faceva sentire perfino nella vita sociale, sotto forma di un'ascesi che la segnava profondamente. Infatti, le buone maniere, l'etichetta e il protocollo prendevano forma secondo modelli che esigevano da parte del nobile una continua repressione di ciò che v'è di volgare, di grossolano e perfino di prepotente in così tanti impulsi umani. La vita sociale era, sotto certi aspetti, un sacrificio continuo che andava diventando sempre più esigente man mano che la civiltà progrediva e si raffinava. L'olocausto del nobile raggiunge un'apice quando egli si immola nella guerra giusta per il bene comune, sia religioso che temporale. Il bonum della guerra giusta, la nobiltà lo faceva risplendere, insieme al pulchrum, nella

forza espressiva del cerimoniale bellico, nel brillare degli armamenti, nell'addobbamento dei cavalli, etc. La guerra, per il nobile, era un olocausto per la esaltazione della Chiesa, per la libera diffusione della Fede, per il legittimo bene comune temporale. Era un olocausto al quale egli era ordinato, analogamente al modo in cui chierici e religiosi erano ordinati agli olocausti morali inerenti ai rispettivi stati. Il bonum e il pulchrum di questo olocausto, i cavalieri - che del resto non sempre erano nobili - Io percepivano fin nel fondo dell'anima, e in questo stato d'animo partivano per la guerra. La bellezza di cui circondavano la loro attività militare era ben lungi dal rappresentare, per loro, un semplice mezzo di sedurre e persuadere alla guerra gli uomini validi della plebe. Nonostante ciò, produceva concretamente quest'effetto sulle popolazioni.