Issuu on Google+

Anno I - Nr. 0

lunedi 25 gennaio 2010

Newsletter di informazione quotidiana di economia, attualità del sistema fiere

Sarà un’Expo memorabile, perché capace di offrire a chi parteciperà un’esperienza diretta e immediata del grande tema dell’alimentazione...

Nutrire il Paese, Energia per la Vita: la grande sfida che coinvolgerà il nostro sistema-Paese nell’ambito di EXPO 2015, in programma a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre.... Comincia da qui il percorso che ci porterà al 1 maggio 2015, quando, insieme, apriremo le porte dell’Esposizione Universale che Milano e l’Italia si sono aggiudicate. “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”: questa è la sfida che ci aspetta, l’obiettivo che con il nostro lavoro vogliamo raggiungere oggi, nel 2015, e anche oltre. L’Expo è una sfida che coinvolge il nostro sistemaPaese. Non si limita ad un territorio, sebbene rilevante come quello milanese e lombardo. E’ una sfida che avviene in presenza di un grande cambiamento a livello mondiale che, in questi ultimi anni, ha prodotto dinamiche di sempre maggiore complessità. Operare nella progettazione e

gestione di Expo 2015 richiede dunque flessibilità e capacità di interpretare tale cambiamento trasformandolo in un processo operativo nella realizzazione di questo evento. L’Expo è stata definita la grande metafora di cosa potrà essere la Milano del 2015. Questo non è tuttavia il nostro traguardo. Se Expo 2015 sarà solo un’occasione espositiva, allora avrà perso metà del suo potenziale valore. Ecco perché dobbiamo avere una visione di lungo periodo: per l’Expo, ma in particolare “oltre l’Expo”. Si tratta dunque di costruire intorno al tema dell’Expo, “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, un modello capace di parlare al mondo intero: solo così Milano potrà diventare un

www.tradefair-mediabusiness.com

centro di cooperazione, punto di riferimento internazionale. Quella del 2015 sarà un’Expo memorabile, perché capace di offrire a chi parteciperà un’esperienza diretta e immediata del grande tema dell’alimentazione: un’Expo che saprà incarnare nei suoi stessi spazi il tema espositivo. Realizzeremo a Milano un grande spazio dove i visitatori potranno vivere sulla loro pelle un’esperienza diretta e indimenticabile, toccando con mano le soluzioni con cui i Paesi del mondo, le comunità di contadini, le aziende si prodigano per risolvere i grandi squilibri dell’alimentazione. Expo è un’occasione unica: a noi e al nostro talento è affidato il compito di mettere a frutto questa straordinaria opportunità

in questo numero: VERONA FIERE Vinitaly 2010 accelera il business

Focus Ristorazione In Italia manca una vera e propria cultura

FIERA DI TRIESTE Olio Capitale: Salone degli Oli Extravergini


Rimini Fiera, Intesa San Paolo e CariRomagna per lo sviluppo delle PMI... Fiera di Milano: approvato dal CDA il resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2009. Operativa da novembre la fusione delle società di mostra

Rimini Fiera, Intesa Sanpaolo e Cariromagna, che è la banca del Gruppo nel territorio romagnolo, hanno siglato oggi un accordo di collaborazione che ha lo scopo di favorire l’accesso al credito da parte delle aziende che p a r t e c i p a n o a manifestazioni fieristiche ed eventi congressuali nelle strutture del centro espositivo romagnolo. R i m i n i F i e r a e Cariromagna-Intesa Sanpaolo intendono così fornire il loro sostegno a quelle piccole e medie imprese che nell’attuale congiuntura economica tendono a reagire a momentanee tensioni di liquidità con la riduzione delle spese per investimenti, rinunciando ad iniziative altrimenti importanti – nel medio e lungo termine - per garantire la competitività. L’accordo si inserisce in quest’ottica prevedendo soluzioni particolarmente innovative e convenienti per sostenere tutte le tipologie di spesa collegate alla promozione fieristica e all’aggiornamento c o n g r e s s u a l e . I finanziamenti prevedono un importo massimo di

250.000 euro, con rimborso rateale fino a 12 mesi, a condizioni agevolate. Inoltre grazie a questo accordo Cariromagna-Intesa Sanpaolo e Rimini Fiera condivideranno soluzioni di f i n a n z i a m e n t o personalizzabili per le aziende che partecipano a fiere del centro espositivo romagnolo. I finanziamenti possono essere richiesti presso gli sportelli di Cariromagna ed in tutte le 6.100 filiali di Intesa Sanpaolo e delle 21 banche che fanno parte della Banca dei Territori del G r u p p o . "Abbiamo predisposto questo strumento - afferma Carlo Costa, direttore amministrazione, finanza e controllo di Rimini Fiera – per garantire alle imprese un aiuto alle spese sostenute per la promozione commerciale. Le fiere rappresentanto un p a l c o s c e n i c o fondamentale e nel presentare innovazioni tecnologiche e di prodotto si gettano le basi per il fatturato futuro.” “E’ nei momenti di crisi che una banca deve continuare ad essere al fianco delle imprese, in particolare

quelle di dimensioni piccole o medie, che vogliono crescere e promuovere la propria immagine in Italia e all’estero – ha sottolineato Franco Dall’Armellina, direttore generale di Cariromagna - Grazie a questo accordo le aziende possono affrontare con serenità le spese per partecipare a fiere ed eventi che rappresentano interessanti opportunità di business in grado di dare risultati nel medio e lungo termine. Vogliamo in tal modo rendere ancora più concreto, insieme a Rimini Fiera, il nostro sostegno a q u e s t o s e t t o r e dell’economia del Paese”. “I frutti dell’accordo con Rimini Fiera – ha sottolineato Carlo Berselli, direttore Marketing Imprese di Intesa Sanpaolo – verranno raccolti dalle imprese che in occasione delle manifestazioni fieristiche sapranno cogliere opportunità di sviluppo e di crescita. I finanziamenti sono a disposizione di tutte le imprese del Paese, grazie alla presenza del Gruppo Intesa Sanpaolo su tutto il territorio nazionale.”

sales@standitalia.it

Dichiara l'amministratore delegato di Fiera Milano SpA Enrico Pazzali: "Il terzo trimestre è tradizionalmente un periodo debole per Fiera Milano, poiché sconta la sospensione dell'attività espositiva in luglio e agosto. Quest'anno registra anche l'impatto della crisi, che, come a suo tempo comunicato al mercato, sarebbe stato più sensibile per noi nel secondo semestre 2009, a causa del ritardo fisiologico con cui il business espositivo registra le inversioni del ciclo. Questa attesa trova ora conferma in un rendiconto peraltro difficilmente confrontabile con il 2008 data l'eccezionalità della situazione. L'aver previsto per tempo tale evoluzione ci ha però c o n s e n t i t o d i m i t i g a re l'impatto della crisi con opportune contromisure. Lo abbiamo fatto con iniziative di sostegno delle nostre mostre, onerose ma grazie alla quali abbiamo contenuto il calo degli spazi espositivi e del numero degli espositori. Lo abbiamo fatto anche completando l'annunciata riorganizzazione del Gruppo,

divenuta operativa il 1° novembre e che concentra in Rassegne l'intera attività di organizzazione mostre di Fiera M i l a n o , i n p re c e d e n z a sviluppata attraverso le tre controllate Fiera Milano International, ExpoCTS e Fiera Milano Tech. Si tratta di un intervento strutturale di grande rilievo dal quale ci attendiamo importanti ricadute in termini di risparmi, ottimizzazione delle risorse, sviluppo del business fieristico ed efficacia della governance. E' inoltre il primo significativo passo su un cammino di aggiustamento di medio termine che ripenserà la nostra organizzazione di Gruppo in un'ottica più efficiente con una centralizzazione delle funzioni di staff nella capogruppo."

COMUNICAZIONE I contenuti della presente pubblicazione, sono puramente indicativi, e sono stati utilizzati per la presentazione della presente iniziativa. Le news e i testi pubblicitari, inseriti a titolo gratuito, sono state scelte casualmente, in base all’attualità (fonte principale i siti web dei singoli quartieri fieristici o enti collegati). Si prega inviare comunicati stampa e foto al seguente di indirizzo e-mail: info@giulianobicchierai.eu

Telefono 02-98282640 Fax 02-98282664

allestimenti f ieristici STAND ITALIA MILANO srl Via Basento 3 20098 Sesto Ulteriano - SAN GIULIANO MILANESE MI


Salone internazionale del vino e dei distillati Another love story in Verona

VINITALY 2010, MOLTIPLICATORE DI BUSINESS A pieni giri il team che presidia il Salone internazionale del vino e dei distillati per dare sempre più occasioni di business alle aziende e opportunità di marketing, promozione e contatto diretto con buyer provenienti da tutto il mondo. Etichette di riconoscimento per i vini vincitori di medaglia al Concorso Enologico Internazionale, così da valorizzare commercialmente l’ambito riconoscimento. Verona – Business, promozione, informazione, sono queste le parole d’ordine del 44° Vinitaly, in programma dall’8 al 12 aprile 2010 (www.vinitaly.com ). Da sempre piattaforma di incontro tra offerta e domanda, il più grande salone internazionale dei vini potenzia i servizi alle imprese per supportarle nell’attuale momento di crisi congiunturale e prepararle a cogliere le opportunità che si apriranno con la ripresa economica. «La manifestazione è stata presentata e promossa in tutte le tappe del Vinitaly World Tour – dice Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere – perché bisogna continuare a ragionare nell’ottica di un’espansione dei consumi a livello mondiale, dando ai nostri clienti quella prospettiva di medio-lungo periodo che è fondamentale per non perdere terreno rispetto ai competitor internazionali. Come fiera siamo consapevoli del nostro ruolo e per

questo stiamo lavorando alla preparazione di un’edizione di Vinitaly molto attesa dagli operatori». Nonostante la necessità delle imprese di operare economie di scala, infatti, è confermato in linea con il 2009 il numero di partecipanti a Vinitaly 2010, mentre nuove aziende chiedono di prendere parte all’evento. Nella scorsa edizione gli espositori sono stati oltre 4.200, distribuiti su una superficie che, grazie al piano di ampliamenti degli ultimi anni, ha superato i 92.000 metri quadrati netti. Oltre 151.000 gli operatori professionali presenti, dei quali più di 45.000 provenienti da 112 Nazioni, che hanno potuto entrare in contatto con le cantine espositrici sia presso gli stand, che nei workshop di degustazione organizzati grazie alla rete di delegati che Veronafiere ha in 60 Nazioni o direttamente attraverso incontri diretti (1.100 nella scorsa edizione) programmati tramite il

Buyers Club. La prima novità del 2010 interessa il 18° Concorso Enologico Internazionale. Le iscrizioni si aprono a gennaio e da quest’anno, oltre ai Premi Speciali Vinitaly Nazione e Gran Vinitaly, viene istituito il Premio Speciale Vinitaly Regione. I produttori, inoltre, potranno stampare e applicare alle partite dei vini vincitori di Medaglia etichette o bollini riportanti la distinzione “Concorso Enologico Internazionale 2010”, così da valorizzare sul piano commerciale l’importante riconoscimento alla qualità raggiunta. Iscrizioni aperte sempre da gennaio anche per la 15^ International Packaging Competition. In contemporanea a Vinitaly si confermano gli appuntamenti con Sol, Agrifood Club ed Enolitech. Sol è l’evento dove scambiare esperienze professionali, incontrare i leader del mercato e i buyer nazionali ed esteri. La 16^

edizione del Salone Internazionale dell’olio extravergine di qualità potenzia la sua vocazione commerciale, sviluppando ulteriormente il Buyers Club per divenire un importante momento b2b. Sempre più richiesta la partecipazione ad Agrifood Club, vetrina dell’eccellenza made in Italy, che presenta una selezione di aziende dell’agroalimentare italiano, privilegiando la qualità degli espositori per soddisfare gli operatori e i visitatori più esigenti. Insostituibile opportunità di mercato per le aziende espositrici è infine Enolitech, giunto alla 13^ edizione. Strumento di promozione internazionale dedicato ai mezzi tecnici per filiera del vino e dell’olio, la cantina e il frantoio, la manifestazione è un momento di confronto e dialogo con tutti gli operatori che vogliono aggiornarsi ed acquistare strumenti e tecnologie all’avanguardia.

è sicuramente il primo magazine mensile interamente pensato e dedicato al sistema fieristico, con un’analisi a 360°....prossimamente:

www.tradefair-mediabusiness.com


LAVORI IN le fiere cheCORSO verranno quartiere fiera

ente organizzatore

COSMIT SpA Milano

manifestazione trade fair

periodo fiera

49° SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE 18° EUROCUCINA 3° SALONE INTERNAZIONALE DEL BAGNO 23° SALONE DEL COMPLEMENTO D’ARREDO 13° SALONE SATELLITE

14-19 aprile 2010

SALONE INTERNAZIONALE DELL’ESTETICA, DELLA BELLEZZA E DELLA COSMESI

16-19 aprile 2010

SoGeCos SpA Milano SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO E’ LA PIU’ GRANDE MANIFESTAZIONE D’ITALIA DEDICATA ALL’EDITORIA, ALLA LETTURA E ALLA CULTURA

13-17 maggio 2010

MOSTRA CONVEGNO DEI SERVIZI AI CITTADINI E ALLE IMPRESE

17-24 maggio 2010

5° SALONE DEL FITNESS, DEL BENESSERE & SPORT ON STAGE

13-16 maggio 2010

MOSTRA CONVEGNO SU ENERGIE RINNOVABILI E GENERAZIONE DISTRIBUITA MOSTRA CONVEGNO SU EFFICIENZA ENERGETICA E ARCHITETTURA SOSTENIBILE

5-7 maggio 2010

FOOD PROCESSING & PACKAGING EXHIBITION

27-30 ottobre 2010

L’inserimento degli Enti Fiera e delle manifestazioni in questo spazio è del tutto casuale e solo indicativa per la presentazione dell’iniziativa. Successivamente sarà una scelta della redazione. Gli inserimenti-segnalazione saranno all’interno di questo spazio saranno del tutto gratuiti e saranno effettuati tramite una rotazione periodica degli inserimenti.


FOOD & BEVERAGE G u s t o , creatività originalità è cortesia per conquistare il mercato fieristico della ristorazione Fiera Milano Food System è sicuramente la più importante società che opera sul mercato della ristorazione fieristica in Italia. Fa parte del gruppo Fiera Milano, il principale network fieristico europeo e gestisce la ristorazione nei quartieri fieristici milanesi. Alla consolidata competenzaq nel campo della ristorazione e delle sue problematiche, unisce un approccio fortemente orientato alla flessibilità, indispensabile per creare e gestire servizi di ristorazione che devono rispondere ai bisogni di tipologie di clienti assai eterogenee in un contesto discontinuo e mai ripetitivo, tipico dei mercati fieristici. Per questo motivo integra al suo interno professionisti che provengono dalle più importanti realtà nel campo della ristorazione commerciale e dal multiforme mondo della gestione di strutture fieristiche. Opera nella realizzazione e nella gestione delle diverse formule di ristorazione che propone alla propria clientela facendo di qualità, gusto e creatività, originalità e cortesia i capisaldi del proprio modello di servizio. Grazie a queste specifiche competenze ha progettato e realizzato con successo la rete di ristorazione del nuovo polo fieristico di RhoPero, nato nel 2005. Un sistema integrato di 84 unità fisse di ristorazione, a cui devono essere aggiunte diverse unità mobili a tema di dimensioni variabili e le strutture di servizio delle operazioni di banqueting e catering agli stand. Con la propria rete di unità fisse e mobili è arrivata ad erogare 3,5 milioni di consumazioni all’anno. Ciò senza contare le 3.000 operazioni di catering e banqueting realizzate nel medesimo periodo. Per la gestione operativa dei propri punti di ristoro si avvale di alcuni dei più autorevoli operatori italiani della ristorazione commerciale (Autogrill, Onama, GSI,Camst, Pellegrini) e di artigiani rinomati e di qualità presenti nella realtà milanese e lombarda.

In FieraMilano vengono realizzate circa 70 manifestazioni all’anno che abbracciano i settori più diversi, dalla moda al mobile, dalla moto all’informatica, con un movimento di persone complessivo attorno ai 4 milioni di individui. Un universo di clienti assai eterogeneo che è rappresentato da tutti coloro che gravitano intorno alla fiera, i visitatori, gli operatori commerciali, gli espositori, gli organizzatori fieristici, gli allestitori. Tutti soggetti con esigenze di ristorazione differenti. Inoltre, a incrementare ulteriormente la complessività dei servizi erogati, contribuisce anche il fatto che circa il 30% dei clienti è straniero. Vengono soddisfatte le esigenze di ristoro a colazione, pranzo e snack pomeridiano dei vari target di persone che visitano o operano in fiera tenendo conto dei loro bisogni, delle loro abitudini alimentari e dei loro percorsi di visita in fiera. In questo panorama complesso e estremamente variegato vi sono caratteristiche comuni a tutte le diverse categorie di clienti. La più importante è la necessità di una sosta, un momento di “pausa e di riposo” dalla visita agli stand o dal lavoro fieristico. Si cercano luoghi piacevoli, con un servizio rapido e cortese e con prodotti di qualità, freschi e di gusto. Ci sono poi clienti che non hanno problemi di tempo ma esigenze di rappresentanza e si orientano verso ristoranti di alto livello con servizio al tavolo. Infine aumenta il numero dei clienti, che prediligono le cucine etniche. Nelle operazioni di banqueting per espositori, enti organizzatori e clienti speciali sono fondamentali il rispetto del livello qualitativo prescelto e la personalizzazione dell’evento. Il Polo fieristico di Rho-Pero offre una ricca varietà di momenti di pausa con un’offerta di

Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi è come fermasse l’orologio per risparmiare il tempo...

Henry Ford

ben 84 tra bar, self-service e ristoranti. Alle numerose tipologie di clienti che frequentano la fiera e alla molteplicità delle loro esigenze di ristoro, svago e incontro ha dedicato un’offerta necessariamente orientata verso formule a servizio rapido, ma anche con ristoranti di alto livello. Il cuore del polo fieristico, il luogo ove tutti inevitabilmente transitano, è l’Asse Centrale. Proprio qui troviamo posizionati numerosi bar gestiti da realtà milanesi e lombarde che si caratterizzano per la realizzazione di un prodotto artigianale di elevata qualità e per una particolare cura del servizio. Sul medesimo asse troviamo 8 self-service dove, accanto alle classiche proposte della cucina mediterranea, troviamo offerte etniche (asian corner, sushi corner) e menu’ regionali. Sempre qui troviamo i due prestigiosi ristoranti con servizio al tavolo La Banque, noto brand del jet set milanese e Sadler che offre, a sua volta, due diverse opportunità di ristorazione di raffinata qualità. Il ristorante con menu’ alla carta pensato per i business lunch o pranzi di gala e Chic’n Quick per consentire a tutti in tempi ristretti di gustare le prelibatezze del grande cuoco Claudio Sadler. Spostandoci poi nel vivo degli spazi espositivi in ciascuno dei 12 padiglioni monoplanari, sono ben accessibili due bar in area espositiva e una formula di ristorazione veloce (pasta e pizza e secondi piatti) al primo piano dell’edificio di testa. Al terzo piano dello stesso edificio è presente un’area attrezzata per eventi speciali (Vip Club). Anche gli 8 padiglioni biplanari sono ottimamente serviti da bar, oltre a 4 ristoranti a libero servizio nella galleria che collega i vari padiglioni. L’offerta di ristorazione è poi completata da “Cafè della Stampa” destinato ai giornalisti ed alle segreterie degli enti organizzatori e dalla “Club House” destinata alla realizzazione di eventi speciali e pranzi.


Un articolato progetto editoriale dedicato al sistema fiere...

Una newsletter quotidiana in pdf, inviata per posta elettronica in formato PDF (richiede l’installazione gratuita di Adobe Reader) che anticipa eventi, strategie e...

Il magazine mensile di approfondimento sul mondo delle fiere. I Quartieri, gli organizzatori. Tecniche di allestimento, Qualità di servizi ed altro ancora...

a cura di Giuliano Bicchierai Trade Fair Media Business è sicuramente un progetto ambizioso. Una scommessa in un momento non facile per la nostra economia. Ma rappresenta per noi, un motivo trainante, che suscita un grande interesse, verso un settore, quello fieristico, che è senza dubbio “volano” per una ripresa economica del nostro Paese. Il progetto, non è nuovo per noi. Nel senso che l’idea di svilupparlo, risale a molti anni fa. Sicuramente agli inizi degli anni 1991. Poi è stato accantonato ed oggi ripreso con forza e determinazione, perché riteniamo questo progetto molto importante, anche nell’era di internet, dove la comunicazione è sempre più legata all’informazione sul web.

2010

Crediamo che non esista un progetto come quello che stiamo mettendo in cantiere. Non abbiamo una ricetta editoriale di sicuro successo. Ci proviamo, perché crediamo in questa idea. Quindi le nostre previsioni più ottimistiche sono legate dalla fiducia del nostro target di lettori, in area “Business to business” a cui ci rivolgiamo con questo progetto. Sarà Trade Fair Today ad aprire questo percorso di sperimentazione. Una newsletter quotidiana che da gennaio 2010 farà da “apripista” ai progetti editoriali di Trade Fair Media Business.

Lo speciale che focalizza la sua attenzione sulle manifestazioni fieristiche e i contenuti....


Cosmoprof Worldwide e IperKyolu Exhibitions annunciano l’accordo di partnership strategica per consolidare lo sviluppo di Beauty Eurasia Istanbul

Il Gruppo BolognaFiere e SoGeCos S.p.A., società organizzatrice di Cosmoprof Worldwide Bologna, hanno firmato un accordo di partnership strategica con la società turca Ipekyolu, organizzatrice dell'evento trade BeautyEurasia di I s t a n b u l . La manifestazione, dedicata al settore della cosmesi e della bellezza, nell'edizione del 2009 ha coinvolto più di 340

espositori provenienti da 40 paesi e oltre 17.000 visitatori del settore e ha dimostrato di essere un ideale punto di accesso al business non solo per il mercato turco ma anche per le aree limitrofe come i Balcani, il Medio Oriente, Nord Africa e l'Asia entrale. A fronte della chiusura dell'accordo di partnership, a SoGeCos S.p.A. è stato affidato l'incarico di seguire il

marketing e le vendite internazionali dell'evento di concerto con la società Fairsystem International Exhibition Services S.p.A., anch'essa del gruppo BolognaFiere. SoGeCos S.p.A. garantirà assistenza professionale alle società interessate allo sviluppo di opportunità di business nella regione Eurasia e faciliterà le modalità di partecipazione alla manifestazione.

A Fiera Milano Rho prende forma la torre orizzontale. Pronto a luglio 2010 l’edificio che ospiterà le strutture direzionali del gruppo Fiera Milano – Con la posa del solaio di copertura, termina oggi la prima fase dei lavori di costruzione della Torre Orizzontale a Fieramilano Rho, l’edificio che ospiterà in un’unica sede integrata le strutture direzionali delle società consociate di Fiera Milano, attualmente dislocate in sedi diverse. Progettata dagli architetti Alfonso Femìa e Gianluca Peluffo dello studio 5+1AA con Jean Baptiste Pietri con la consulenza specialistica di AI Engineering e Iquadro, la nuova opera di alto profilo architettonico voluta da Fondazione Fiera Milano sarà pronta a luglio 2010, nel pieno rispetto dei 18 mesi previsti per la consegna.Lo hanno comunicato oggi Sviluppo Sistema Fiera, Italiana Costruzioni e 5+1 AA nel corso della conferenza stampa per la presentazione dello stato di avanzamento dei lavori del cantiere.Il completamento di tutte le opere strutturali della Torre Orizzontale corrisponde al 30% di avanzamento generale dell’intera opera, raggiunto in poco più di sei mesi dall’inizio dei lavori condotti da Italiana Costruzioni. L’edificio che ospiterà le strutture direzionali sorge su un’area situata in prossimità della Porta Est di Fieramilano Rho e occupa una superficie lorda di

pavimento di circa 21.000 metri quadrati. Il progetto prevede l’edificazione di due corpi di fabbrica di 13 piani, raccolti in un unico complesso edilizio prevalentemente orizzontale alto 48,10 metri, largo 132,65 e profondo 16 su un basamento posto a 1,20 mt dal livello del suolo. Il costo complessivo delle opere, in totale autofinanziamento, è di circa 32.000.000 di euro.La Torre Orizzontale sarà certificata in classe energetica A, grazie ai requisiti passivi della costruzione, ad un alto grado di efficienza distributiva ed energetica e ad un basso fattore di impatto ambientale. Sul fronte della sostenibilità, le soluzioni adottate saranno finalizzate a ridurre i consumi d’acqua ed energia, impiegando al massimo le fonti rinnovabili, ma anche a migliorare le condizioni di benessere degli occupanti dal punto di vista termico, acustico, visivo e di completa fruizione degli spazi. Gli spazi esterni verranno trattati prevalentemente a verde, mentre un sistema d’illuminazione a grappolo differenzierà i percorsi pedonali da quelli automobilistici. E’ prevista inoltre una elisuperficie circolare in copertura dell’edificio, del diametro di 25 metri, per l’atterraggio degli

PROMOBUS Ovunque

Veicoli per il marketing

elicotteri di grandi dimensioni (tipo AW 139 con peso massimo al decollo di 6.400 kg); le sistemazioni a terra prevedono parcheggi per 180 auto, quattro bus, 100 taxi e 700 moto. Con la Torre Orizzontale per le nuove strutture direzionali, Fondazione Fiera Milano prosegue il suo impegno nella dotazione di servizi utili al miglior funzionamento di Fieramilano Rho e propedeutici alla sua integrazione con il territorio circostante, dialogando con gli edifici pubblici e le preesistenze del quartiere fieristico. La Torre Orizzontale si inserisce in quello che si può considerare il “ di Fieramilano Rho: il quartiere espositivo di Massimiliano Fuksas, i parcheggi multipiano di Mario Bellini, le torri albergo di Dominique Perrault, e il sistema del verde pubblico di Andreas Kipar.Ferruccio Ferranti, consigliere delegato di Sviluppo Sistema Fiera, la società di engineering e contracting per la valorizzazione del territorio che sta seguendo l’intervento per conto di Fondazione Fiera Milano, ha d i c h i a r a t o : “Fin dalla pubblicazione del bando avevamo a cuore che le strutture direzionali, pur mantenendo la loro autonomia estetica e formale, si

relazionassero con il contesto territoriale, per integrare le grandi opere che abbiamo già realizzato e che stiamo ultimando a Fieramilano Rho. Già a questo punto dei lavori è innegabile che la soluzione scelta rappresenti il miglior modo per razionalizzare la location delle consociate di Fiera Milano in un’unica struttura di alto livello architettonico, rispondente in tutto alle richieste funzionali ed economiche della committenza”. o, quella della fiera di Massimiliano Fuksas e delle nuove verticalità dell’albergo di Dominique Perrault”. Ha dichiarato Alfonso Femia, direttore lavori e progettista di 5+1AA – “La nostra proposta è quella di realizzare una torre orizzontale stratificata attraverso tre spazi: il basamento, l’interpiano del quinto piano con una doppia altezza e il grande tetto giardino all’ultimo piano. L’edificio sarà caratterizzato da un cromatismo oro che va dal vetro al fibrocemento e sarà in grado, con ogni tipologia di luce e in ogni situazione, di essere fortemente cangiante nelle diverse ore del giorno e nei diversi giorni dell’anno”.


I numeri dell’ultima edizione chiariscono bene la portata di q u e s t o appuntamento. Fiera Trieste ha impegnato ben 4.600 mq di aree espositive e nella prossima edizione si prevede un ulteriore incremento degli spazi. Gli espositori sono c r e s c i u t i d e l 41 % mentre oltre un migliaio sono stati gli incontri con i buyers provenienti da Austria, Finlandia, Germania,

N o r ve g i a , O l a n d a , Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Svizzera, Ungheria e Usa. All’appuntamento di Olio Capitale è abbinato anche il “Concorso Olio Capitale”, organizzato con la collaborazione di Teatro Naturale, che nella passata edizione ha fatto registrare la cifra record di ben 262 etichette presenti contro le 113 del 2008.

gastronomica e soprattutto avere la possibilità di assaggiare, con l’aiuto di esperti assaggiatori, il meglio della produzione italiana.

Olio Capitale c o n t r i b u i s c e attivamente ad accrescere la cultura dell’olio. Sono sempre di più, infatti, i ristoratori che arrivano a Trieste per conoscere le novità del mercato e q u i n d i p o t e r I dati rendono bene la p r e s e n t a r e p o r t a t a d i u n un’adeguata carta a p p u n t a m e n t o , degli oli ai propri clienti trasformatosi in breve sempre più esigenti ed tempo in evento. Ad esperti. Proprio per i Olio Capitale, infatti, r i s t o r a t o r i s o n o grazie a numerosi o r g a n i z z a t i d e i Convegni ed incontri meeting con grandi vengono esposte e c h e f d e l l a c u c i n a s t u d i a t e l e n u ove i t a l i a n a e d s t r a t e g i e d i internazionale che commercializzazione, i a t t r a v e r s o l a punti di crisi e di forza preparazione di alcuni d e l m e r c a t o e piatti spiegano gli presentate nuove o p p o r t u n i tecniche di produzione abbinamenti tra cibi grazie alla presenza di ed oli extra vergini a esperti. seconda dell’intensità. L’appuntamento con Olio Capitale è imperdibile anche per le migliaia di visitatori che, grazie a corsi di degustazione, possono accrescere la propria cultura

Non è un caso che Olio Capitale sia stata accreditata dalla stampa internazionale specializzata quale m o m e n t o d i riferimento per questo settore.

Ristorante Baita Santa Lucia da Fritz Bezzecca (Trento)

Coordinamento Editoriale direttore responsabile:

Giuliano Bicchierai progetto grafico e impaginazione:

Studio GB Direzione-Redazione e Amministrazione:

TradeFairMediaBusiness Editoriale Telefono 0577-1912246 Fax 0577-1959940 e-mail: info@giulianobicchierai.eu Testata giornalistica registrata presso il R.S. del Tribunale di Siena Iscrizione presso ROC Registro Operatori della Comunicazione

è un progetto editoriale:

Lunedi chiuso

Claudio Pregl

L’evento, in soli quattro anni, è diventato punto di riferimento internazionale per il settore, dove i visitatori hanno la possibilità di degustare il meglio del panorama olivicolo nazionale ed estero. Per i produttori e per tutte le realtà imprenditoriali che operano a vario titolo in questo settore, la posizione geografica d i Tr i e s t e f a d e l capoluogo del Friuli Venezia Giulia un centro strategico per affacciarsi sulle piazze commerciali del centro-est Europa e i nuovi mercati che si a p r o n o a l l a conoscenza dell’olio extravergine di oliva.

Telefono/fax 0464-591290 Cell. 335-6349501


TradeFair