Page 1

Anno I • Numero 5 •Venerdì 15 Luglio 2011

TortoheliePress

il settimanale gratuito di Tortolì

Orrì: abusi legalizzati

DITTA

Loi Raffaele • MATERIALI EDILI • via Roma, snc - Loceri Tel/Fax 0782 77002 ditta.loi@tiscali.it

Cronaca

Ambiente. Bellavista: Cau risponde foto: Sardinia Photo Event

ss re eP eli oh rt To

I militari della Guardia di Finanza e il Procuratore Domenico Fiordalisi sono impegnati nelle operazioni di sequestro delle abitazioni abusive di Orrì, le reazione a caldo da parte degli residenti e degli uomini delle forze dell’ordine non si fanno attendere. (pagina 4)

Editoriale

Politica

Il mito dell’occasione perduta

ss re eP eli oh rt To

s s s s ss h ss h oh res toh res toh res toh res toh re to re to r r r rt r eP or eP or To elieP To elieP To elieP To elieP To eli eli T eli T ss h ss h ss h ss h ss h oh oh re rto re rto re rto re rto re rto r rt rt To To eP To eP To eP To eP To eP To eP eli s eli s eli eli eli s eli oh res toh res toh oh oh res toh r r r rt rt rt To lieP To lieP To To To lieP To he he he s s s s s s es es to es to es es to es r r r Pr T Pr To iePr To iePr Pr To iePr lie l l l lie lie e e e e e s s s s s ss he oh res toh res toh res toh res toh res t re to r r r r rt r eP Tor To eP To eP To eP To eP To eP To

ss re eP eli oh rt To

A Tortolì si cresce con l’idea dell’occasione perduta: dell’occasione di sviluppo perduta. Tortolì vittima dell’invidia, di una politica campanilista perennemente ostile. Tortolì e la sua leadership incompiuta. I tortoliesi, da sempre, discutono di questi fatti ma non riescono ad individuare una ragione univoca che spieghi il perennemente rimandato decollo della città. E infatti, analizzando le potenzialità del centro, risulta difficile dare una spiegazione logica alla sua inespressa affermazione. Tortolì gode di un imponente dinamica di espansione demografica. E’ situata in una posizione strategica della costa est dell’Isola. Possiede le famigerate e inutilizzate infrastrutture di collegamento con il Continente. Eppure la sua leadership è sempre traballante, spesso non riconosciuta o apertamente osteggiata. Il salto di qualità, da lungo tempo atteso, non sembra materializzarsi mai. E se la colpa fosse dei tortoliesi? Sì perché, la città è ricca di potenzialità e di talenti, ma soffre della grave carenza di un fattore fondamentale: l’etica del lavoro. Quante volte osservando i fatti della realtà socioeconomica quotidiana di Tortolì ci si imbatte in lassismo, pressapochismo e vera e propria improvvisazione? Quante volte gli accordi tra soggetti economici vengono modificati unilateralmente e violati? (pagina 2)

L’Assessore all’Ambiente Pietro Paolo Cau difende animosamente l’operato del comune, sulla vicenda della discarica di Bellavista. (pagina 2)

Abusivi del mare Barche in rada che per evitare di pagare i costi di approdo scaricano liquami in mare. Nessuno fa nulla. (pagina 2)

Eventi

foto: Federica Melis

Batteria: nuova porta d’Ogliastra Stanno per cominciare i lavori di riqualificazione della zona di Batteria. L’assessore Stochino illustra le strategia progettuali (pagina 6)

Sanità. 118? Mai..!

Sfuma la nascita del Pronto soccorso di Tortolì, la Casa della Salute, sarà in grado di far fronte alle esigenze dei pazienti tortoliesi? (pagina 3)

foto: Michela Girardi

Miss Universo

Sabato 9 luglio la Città di Tortolì ha ospitato in Piazza Rinascita un’importante tappa del prestigioso concorso di bellezza Miss Universe Italy. In gara 14 ragazze da ogni parte della Sardegna. (pagina 10)

Sport

Murgia: parlano i fatti Pino Murgia allenatore del Tortolì calcio interviene sulla questione tifosi, riflette sul passato e il futuro della squadra e sull’importanza del calcio come strumento di crescita e valorizzazione delle nuove generazioni. (pagina 8)

Via Cairoli, 1 - Tortolì (OG)

Tel. 0782.620077 - Fax 0782.620077 www.immobilialbatros.com

Mereu ancora al Girasole

La carriera di Salvatore Mereu, classe 1979, la passione per il calcio in maglia gialloverde. (pagina 8)


TortoheliePress CRONACA

2 dalla prima

Editoriale

Venerdì 15 Luglio 2011 • tortoheliepress@gmail.com

Cau: l’ambiente è la nostra priorità

foto: Federica Melis Non si da pace l’Assessore Pietro Paolo Cau, non vuole passare per quello che non tiene all’ambiente, il suo assessorato è efficiente. La denuncia fatta alcune settimane fa dal nostro giornale sulla discarica abusi-

va di Bellavista non vuole sia ricada tra le responsabilità del comune . Nel suo nuovo locale, la Bisteccheria sulle Ramblas di Via Mons. Virgilio, difende animosamente il suo assessorato. Il calore è quello di chi ha certezza del suo ottimo operato e lo difende. La discarica si trova, infatti, all’interno di un terreno privato e questo rende l’intervento da parte del Comune ancora più complesso. “Il comune si sta muovendo, afferma Cau, per bonificare e recintare l’area”. Tortolì è un paese turistico e noi stiamo lavorando, senza risorse, per renderlo accogliente per i visitatori e e più vivibile per i tortoliesi. La società che gestisce la raccolta dei rifiuti “Asa Ecologica”, dopo un periodo di sbandamento ha potenziato personale e mezzi, grazie alle nostre sollecitazioni, adeguando il servizio alle esigenze del paese. L’assessore ha ribadito il suo impegno e la sua partecipazione alle problematiche ambientali e ha invitato i cittadini tortoliesi a segnalare carenze e disservizi, in un rapporto di reciproca collaborazione con l’Amministrazione.

Il sole come risorsa

foto: Federica Melis Ad osservare bene la rada davanti alla Capannina e a Porto Fralis, l’idea del mare cristallino della costa ogliastrina vacilla un pò. Le barche in rada rilasciano liquami e sversano le acque di sentina nell’indifferenza, o quanto meno senza una palese reazione, da parte della Guardia Costiera e Forestale. Il danno ambientale è sotto gli occhi di tutti, i turisti, sopratutto stranieri, si rifiutano di pagare l’ormeggio e utilizzano i servizi cittadini del tutto gratuitamente, vivono per lo più in barca e approdano a terra solo per gettar via i rifiuti o per pranzare. Il mare costituisce un inestimabile risorsa per l’economia di Tortolì ....è un vero peccato che venga lasciato alla mercé di persone con pochi scrupoli.

Asse industriale. Sensi (b)unici

Una città che ambisce alla lea-

dership di un territorio dovrebbe garantire produzioni e servizi esemplari alle comunità che intende guidare: ciò che Tortolì offre non dovrebbe essere solo buono, o ben fatto, dovrebbe essere il meglio che si può ottenere in Ogliastra. La gioventù tortoliese dovrebbe essere educata a pretendere da se stessa la massima espressione del proprio talento, senza abbandonarsi al disfattismo o a piagnistei autoassolutori. Tutto ciò, non sempre accade. E, anzi, spesso si è costretti ad ammettere che ciò che la città offre non si avvicina nemmeno lontanamente ai livelli della prestigiosa posizione che aspira a ricoprire, e che città meno dotate riescono a garantire con facilità. Per raggiungere i suoi obiettivi il sistema socioeconomico tortoliese deve necessariamente modernizzarsi, moralizzarsi e soprattutto responsabilizzarsi. Tortolì ha il sacrosanto diritto di ambire a guidare la politica e la società ogliastrina: deve solo assumersi le responsabilità che merita e che le spettano e, una volta per tutte, decidere cosa vuole fare da grande. (Thomas Melis)

Abusivi del mare

Il sole è una delle risorse più importanti della nostra regione. Viviamo in una delle zone più calde della penisola, allora perché non sfruttare al massimo questa inestimabile risorsa? Il fotovoltaico, l’energia rinnovabile e i benefici che si possono trarre dalla nuova fonte energetica sono argomento di grande attualità. E’ andata a buon fine l’installazione degli impianti fotovoltaici negli istituti scolastici e nel palazzo comunale. Adesso le scuole materne ed elementari di Viale Europa (porto Frailis), le scuole elementari di Via Pirastu, e Via Fleming e il comune godono dell’energia elettrica propria prodotta dai pannelli solari. Il bando per il montaggio dei pannelli fotovoltaici è partito dal comune ed è stato vinto dalla Macroplan/ C.I.E.M/ Tatti Impianti, tre aziende private unitesi proprio per questo progetto. Andrea Carta si occupa dell’installazione ed è il proprietario della C.I.E.M, Alessandro Sodde si occupa della progettazione ed è il proprietario della Macroplan; ci spiegano che l’installazione è stata fat-

ta in project- financing, ossia attraverso un progetto grazie al quale si è ricevuto un 20% di contributo regionale e il resto a carico delle loro aziende. Il comune e le scuole guadagnano ovviamente sull’energia elettrica (max di 20 kw, sono quasi del tutto autosufficienti) e sulla manutenzione, della quale si occuperanno esclusivamente i privati che a loro volta guadagnano sugli incentivi statali. Lo stato concede degli incentivi sulla produzione dell’energia “pulita” questi incentivi vanno ai privati. C’è da precisare che pur montando i pannelli fotovoltaici bisogna comunque mantenere l’allaccio all’Enel perché, in un qualsiasi caso di malfunzionamento dei pannelli, bisogna essere tutelati.”Speriamo che anche le famiglie riescano ad entrare nella mentalità del fotovoltaico” afferma Andrea Carta “si ha una spesa iniziale, ma dopo avere pagato i pannelli solari si può solo trarre un grande guadagno”. (Federica Pilia)

Dopo avere avuto una risposta all'articolo del semaforo posto in Via Mons Virgilio definito da noi “inutile”, adesso aspettiamo una replica o per lo meno una spiegazione sull'(in)utilità della nuova parallela della stessa Via Mons Virgilio. La strada dovrebbe smaltire il traffico verso Arbatax. Se la si imbocca da Arbatax verso Tortolì tutto bene. Se disgraziatamente ci s’immette da Tortolì verso Arbatax, o viene percorsa in contro senso (come già è successo più volte nei giorni passati, nonostante ci siano ben due divieti d'accesso) non si raggiunge sicuramente Arbatax ma si compie un bel giro panoramico della nostra zona industriale. Va bene per i tortoliesi che conoscono la strada e la zona, riescono comunque ad arrivare ad Arbatax, nonostante il giro sia molto più lungo, ma per i turisti? Cosa succederà al turista che imboccherà la strada convinto di andare verso il porto e invece sbucherà nel bel mezzo della zona industriale in cui mancano del tutto indicazioni stradali? (F.P.)

Is Murdegus e San Michele al Buio

Appuntamento al buio nei rioni tortoliesi di Is Murdegus e San Michele. Due quartieri nati e sviluppatisi soprattutto negli ultimi dieci anni. Le zone sono ancora sprovviste dell’illuminazione pubblica e questo, nonostante gli abitanti abbiano pagato regolarmente, quasi 7 anni fa, gli oneri di urbanizzazione. Da allora, non un solo lampione è stato sistemato. E così accade che chi torna a casa quando è già buio, rischia di inciampare per strada o di incorrere in qualche spiacevole incontro. Durante l’inverno è praticamente impossibile tornare alla luce del sole! Non è questo l’unico problema del rione di Is Murdegus. La strada è ritenuta troppo stretta dagli abitanti. Se due auto s’incrociano c’è sempre il rischio di una collisione. I cittadini hanno inoltre raccolto le firme per chiedere al Comune, che il Pollicino passi anche nel nuovo rione, cosa che invece continua a non succedere.(F.P.)


Pronto Soccorso addio. Arriva la Casa della Salute

Nell’intervista rilasciata di recente al nostro giornale, Attilio Murru, nuovo direttore amministrativo della Asl, ha affermato che, col completamento dei lavori nel Poliambulatorio di Tortolì, potrebbe diventare realtà l’apertura di una Casa della Salute. Di fatto si allontana sempre più la nascita di un Pronto soccorso nel centro ogliastrino. Le Case della Salute sono infatti, delle strutture dove trovano spazio i servizi territoriali che erogano prestazioni sanitarie, ivi compresi gli ambulatori di Medicina Generale e Specialistica ambulatoriale, e sociali per una

determinata e programmata porzione di popolazione. L’istituzione della Casa della Salute ha tra i suoi vari obiettivi quello di garantire la continuità assistenziale e terapeutica per 24 ore, sette giorni su sette, oltre che assicurare un punto unico di accesso dei cittadini alla rete dei servizi. Un limite di questa struttura è rappresentato dal fatto che possono accedervi liberamente solo gli assistiti in carico ai medici di famiglia che hanno aderito all’iniziativa. L’apertura del tanto atteso Pronto Soccorso richiederebbe non soltanto un numero di professionalità, tra medici e infermieri, molto elevato, ma avrebbe anche bisogno di un laboratorio analisi e un centro per effettuare le radiografie. Praticamente, impossibile quindi ottenere il beneplacito della Regione. Ecco quindi in progetto la Casa della Salute, da istituirsi nell’attuale Poliambulatorio, aperta 24 ore al giorno e che funzioni come centro di primo soccorso grazie al lavoro di medici specialisti, di base, e del personale infermieristico. Sarà fondamentale conoscere la disponibilità dei medici di Medicina Generale, che, avendo ognuno il proprio studio professionale collocato altrove, con difficoltà potrebbero decidere di spostarsi nel nuovo centro sanitario per coprire le 24 ore. Chissà se anche questo progetto, che potrebbe dare ai tortoliesi un punto di riferimento impor-

Solidarietà Giunge notizia che i comuni di Lanusei e Ilbono stiano preparando un ricorso contro il provvedimento di sequestro, daparte del Giudice Fiordalisi, di oltre 100 case di loro concittadini nel litorale di Orrì. Il clamore è stato coperto dai botti provocati dalle numerose bottiglie di champagne stappate a Tortolì in segno di solidarietà. A Fiordalisi.

Civiltà Aria nuova in città. Quei tratteggi rossi che individuano, finalmente, delle corsie preferenziali per i ciclisti ci avvicinano alle comunità più civili. Parcheggiarci sopra impedendone l'uso ci riporta al punto di partenza. tante, sfumerà come già successe alla Clinica Tommasini bis, quando, acquisito il terreno e partiti gli scavi per la sua realizzazione, la nuova struttura sanitaria lasciò il posto all’Istituto Alberghiero. (Laura Meloni)

PN AUTO DI G. NIEDDU SRL Via Baccasara sn - 08048 TORTOLI' (OG)

TortoheliePress

Venerdì 15 Luglio 2011 • tortoheliepress@gmail.com

CRONACA

3

Tel. 0782 622708 - Fax: 0782 622987 - www.pnauto.it


TortoheliePress CRONACA

4

Orrì. Culpa in vigilando Quella che sembra si avvii a conclusione dopo trent’anni è una vera e propria telenovela, che ancora non sappiamo se avrà il suo epilogo in farsa o in tragedia. È comunque nostro dovere cercare di capire dove si annidino le responsabilità per una vicenda che, comunque vada, segnerà profondamente il futuro di Tortolì. Fermo restando il fatto che le costruzioni sono comunque tutte, più o meno, abusive, e che la necessità non sia stata la molla principale che ha spinto verso il mattone, salta agli occhi l’inesistenza nel tempo di un sia pur minimo sistema di controlli. Chi aveva il dovere di attivarlo? Le forze dell’ordine e la magistratura in primo luogo, ma soprattutto la politica, che invece ha sistematicamente nascosto la testa sotto la sabbia, vuoi per insipienza, o peggio per interesse più o meno manifesto. Come minimo, quindi, alla classe dirigente degli ultimi decenni va attribuita la “culpa in vigilando”. Ma se pensiamo che lo scoglio della “situazione” di Orrì è quello su cui è naufragato ogni tentativo di programmazione urbanistica della nostra cittadina la responsabilità non è più circoscritta, ma va estesa a tutto il territorio.

Venerdì 15 Luglio 2011 • tortoheliepress@gmail.com

Orrì: abusi legalizzati Nel blitz della prima giornata sono state infatti messe ai sigilli solo quattro case, ma nei giorni successivi il numero degli uomini della Guardia di Finanza è aumentato tanto che si è passati al sequestro di quindici case al giorno. Pare che questa volta si faccia sul serio, la Guardia di Finanza continuerà con l’identificazione dei proprietari e il sequestro, fino a quando non sigillerà anche l’ultima casa abusiva. (Federica Melis)

foto: Sardinia Photo Event L’ordinanza di sequestro preventivo d’urgenza emanata dal Procuratore della Repubblica Domenico Fiordalisi contesta ai proprietari delle case di Orrì il reato di lottizzazione abusiva. La guardia di finanza dovrà quindi porre i sigilli piombati a centinaia di abitazioni del mappale 19. Nella lista nera dei proprietariabusivi si leggono nomi di politici, avvocati, e medici locali le cui abitazioni si trovano in aeree sottoposte a vincolo paesaggistico a meno di trecento metri dal mare. Solo chi ha la residenza storica non sarà colpito dal provvedimento. Gli uomini della Guarda di

Finanza di Arbatax con a capo il luogotenente Rocco Montagna spiegano - “l’operazione è partita e prevede il sequestro di 105 villette abusive nella zona dal Golfetto a Foxilioni, lato mare e montagna”. Alcuni di noi, commentano “sono stati richiamati dalla ferie per seguire l’operazione, e fino a quando non avremo terminato non andremo via, ma dobbiamo trovare altre soluzioni perché in questo modo si va per le lunghe, tante persone non si fanno trovare in casa o non rispondono al citofono, ritardando così le operazioni”.

Abusivi: chi custodisce le nostre case?

foto: Sardinia Photo Event Orrì, si respira aria di angoscia e timore tra la popolazione dei cosiddetti “abusivi”. Da quando lo scorso venerdì è scattata l’operazione di sequestro preventivo d’urgenza da parte della guardia di finanza di Tortolì, ogni suono di campanello per queste presone è un sussulto. Non vogliono esporsi, non vogliono parlare ma alcuni di loro si sfogano “se non ci saremo noi qui sarà una grande problema: questi terreni andranno in mano ai vandali, qui siamo noi a controllare la zona rendendola vivibile e sicura, senza di noi diventerà meta di ladri e incendiari. Che fine faranno le nostre case? Chi le custodirà?” urla a gran voce una donna

ai finanzieri che si apprestano a mettere i sigilli al suo cancello. E’ giusto fare i dovuti controlli ma non capiamo il sequestro d’urgenza, è esagerato – ribatte un signore di mezza età - “Vogliamo ricordare che in questo periodo noi creiamo anche economia per Tortolì affittando le case al mare, mentre ora i turisti alloggiati sono stati buttati fuori. Si sta creando disagio, perché si è partiti proprio da questa zona? E perché in questo periodo?.” Anche Diana Barrui, Presidente del comitato che raggruppa i proprietari di case abusive della costa di Orrì, dice la sua: “Se si parla di reato di lottizzazione abusiva, pertanto ci si riferisce anche alle strade, devono essere chiuse anche quelle? Quindi tutta la costa dev’essere messa ai sigilli. Ricordiamoci che molte altre zone di Tortolì sono abusive, e se la legge è uguale per tutti allora questa operazione deve essere valida per tutti. Noi” - ribatte l’avvocato - “abbiamo pagato regolarmente le tasse e diversi condoni per metterci in regola, siamo in attesa di risposte del 1994 addirittura alcuni di noi dal 1985. Abbiamo acquistato le nostre case in buona fede da un notaio, le certificazioni le ha rilasciate il Comune! Non rimarremo qui ad aspettare che ci portino via le nostre case, abbiamo intenzione di fare i dovuti ricorsi. Si sta creando un problema di ordine sociale che nessuno ha preso in considerazione”. Un fulmine a ciel sereno questo per gli abitanti di Orrì che mai avrebbero pensato di dover abbandonare le loro case e per di più nel bel mezzo della stagione estiva. Il loro incubo si sta avverando, mentre molti altri compaesani pensano che finalmente, giustizia si stia compiendo. (F.M.)

foto: Federica Melis

Orrì: c’è chi dice No

Cosa pensa la gente di Tortolì della vicenda di Orrì e degli sfratti ordinati dal procuratore della Repubblica Domenico Fiordalisi? La legge prevede che entro i 300 metri dal mare non si possa né costruire né sanare alcunché. Nonostante la chiarezza delle norme, l’argomento continua ad essere spinoso. I commenti più duri si trovano sul web. Trincerati dietro falsi nomi, identità pro e contro abbattimenti esprimono opinioni piuttosto radicali, e facilmente si sfocia negli insulti veri e propri. C’è chi dice che le case vanno abbattute e peggio per chi le ha costruite e c’è invece chi difende gli abusivi a spada tratta. Insomma, un bel guazzabuglio, ma poca sostanza. Parlando con persone in carne ed ossa, le opinioni diventano più moderate e costruttive. Chi è d’accordo con l’abbattimento ha anche idee alternative per Orrì. Molti sottolineano la mancanza di servizi che ci consentano di sfruttare al meglio le bellezze della nostra terra. “Credo che quell’area possa essere sfruttata meglio, senza necessariamente cementificare”, dice un’intervistata. “A chi ha terreni a Orrì e li vuole sfruttare – dice un’altra – si potrebbe concedere di acquistare dei bungalow di uguale misura e colore, in modo da non deturpare il paesaggio”. Regolarizzare le costruzioni e far pagare le tasse apparirebbe a molte persone come un messaggio sbagliato, del tipo “se paghi, sei a posto”. Chi non è d’accordo con gli abbattimenti, riconosce il bisogno di accessi al mare più numerosi e funzionali. Vi è anche la proposta di far retrocedere i cancelli che si affacciano sulla spiaggia, in modo da lasciare più spazio alla sabbia e alla vegetazione. Un problema sollevato da molti è quello delle fognature: case o non case, molti pensano che sarebbe il caso di farle.(Ilaria Orrù)


Turismo. Un mercato in espansione

In questi giorni per le vie di Tortolì circola un interrogativo fondamentale: come andrà la stagione turistica appena cominciata? Il caos traghetti ha, infatti, moltiplicato le incognite che la crisi economica internazionale aveva posto riguardo l’esito dell’importante mercato cittadino. Un elemento positivo è stato introdotto, in questo scenario, dall’arrivo dei nuovi turisti russi, che soggiorneranno per tutta la stagione all’Arbatax Park Resort, aprendo nuove possibilità all’economia cittadina. A Tortolì, tuttavia, si continua a temere una riduzione dei flussi turistici in entrata. Ma cosa può dirci l’analisi dei dati delle ultime stagioni turistiche a questo proposito? Il mercato turistico cittadino ha registrato un incessante crescita nell’ultimo quadriennio. Se fino alla stagione 2006 gli incrementi nei flussi turistici avevano avuto dimensioni contenute, la stagione 2007 ha conosciuto, in linea con i dati regionali, un vero e proprio boom, portando la quota degli arrivi oltre la soglia dei 60.000 e quella delle presenze oltre le 385.000 .

L’incremento raggiunto nel 2007 è stato superiore al 31%, per gli arrivi, e al 22% per quanto riguarda le presenze. Tale dinamica positiva si è confermata nel 2008, anno di esplosione della crisi internazionale, nel 2009, e anche nel 2010. Del resto il potenziale ricettivo ufficiale del mercato tortoliese, con circa 6.500 letti disponibili, permetterebbe, lavorando a pieno ritmo, di raggiungere l’imponente quota di 195.000 presenze, una cifra superiore di circa il 43% all’utilizzo netto registrato nel mese di agosto del 2009 (135.567). Ai posti letto ufficiali bisogna, inoltre, aggiungere quelli delle seconde case, che nel Censimento del 2001 risultavano oltre 1350, e in questi 10 anni sono senza dubbio aumentate. Per quanto concerne questo segmento, la stagione 2011 sembrerebbe registrare una flessione dovuta al caro traghetti e alla relativa diminuzione del target interessato. Insomma, il mercato turistico tortoliese presenta una dinamica di periodo espansiva e possiede le potenzialità infrastrutturali per sostenere l’incremento delle attività. E’ dotato, inoltre, di una fondamentale risorsa funzionale al superamento delle problematiche legate alla condizione del trasporto marittimo: l’aeroporto. Tuttavia le condizioni attuali non permettono di fare previsioni particolarmente positive. Infatti, nonostante l’ok ai voli, da parte dell’Enac, sia finalmente arrivato, ancora non è chiaro quali saranno le rotte e se verrà garantita la continuità territoriale. Inoltre, l’attività dell’aeroporto inizierà con due mesi di ri-

tardo rispetto alle passate stagioni. Tali elementi risultano particolarmente importanti se si considera che la gestione dell’aeroporto ha registrato bilanci positivi solo quando la quota di passeggeri trasportati ha superato le 45.000 unità. Una cifra improbabile da raggiungere con questi presupposti. A quanto pare, dopo tanto girarci intorno, la soluzione dei problemi legati al successo del mercato turistico tortoliese risulta sempre la stessa: un potenziamento dell’aeroporto e un intelligente politica di selezione delle rotte e definizione delle tariffe. (Thomas Melis)

I NUMERI • 46.356 • 314.769 • 77.585 • 427.989 • 15 • 927 • 26 • 5.531 • 1.350

arrivi 2006 presenze 2006 arrivi 2010 presenze 2010 strutture alberghiere posti letto alberghieri strutture extralberghiere posti letto extralberghieri seconde case (ISTAT 2001)

DIFFERENZA 06/10

+67% arrivi

+36% presenze

TortoheliePress

Venerdì 15 Luglio 2011 • tortoheliepress@gmail.com

ECONOMIA

5


TortoheliePress POLITICA

6

Venerdì 15 Luglio 2011 • tortoheliepress@gmail.com

Batteria: nuova porta dell’Ogliastra?

foto: Federica Melis Il promontorio che si estende sopra Arbatax chiamato Batteria per anni abbandonato a sè stesso, diventerà entro la fine dell’ anno un itinerario integrato naturalistico e culturale. Questa zona, nel periodo a cavallo tra i due conflitti mondiali, era un punto strategico militare, nel quale sopravvivono ancora gli scheletri delle batterie antiaeree e navali che servivano per la difesa del porto. Con un finanziamento di un milione di euro deliberato dalla Giunta regionale nel 2006, il progetto prevede il recupero del complesso militare da destinare ad un museo della memoria, un percorso nella roccia con partenza dal piazzale scogli rossi, un punto di ristoro

costruito su una struttura amovibile in legno e un punto informazioni turistico. Nella parte più alta si potrà ammirare il panorama della città a 360 gradi. L’idea di riqualificare la zona della Batteria parte già dal 2005, un’ area da sempre guardata con interesse anche da parte dei privati, soprattutto da chi ha saputo cogliere le potenzialità di questo posto. Tra i vari progetti si era pensato anche di costruire un ascensore verticale o una funivia che collegasse il piazzale scogli rossi con la batteria. Un idea poi abbandonata perché portava una serie di problematiche al territorio. “L’obiettivo della nostra amministrazione spiega” - l’Assessore ai Lavori Pubblici Paolo Stochino “è quello di realizzare un “percorso vita”. Non vogliamo speculare su questa zona è importantissimo per noi non realizzare altri volumi né apportare interventi invasivi, ma valorizzare la zona in modo che diventi un parco in cui famiglie, bambini e anziani possano passeggiare in tranquillità e sicurezza nell’unico polmone verde di Arbatax. Storia, cultura e sport: la Batteria deve diventare la porta dell’Ogliastra”. Entro il 20 luglio è possibile partecipare al concorso idee per la riqualificazione della zona scogli rossi e Batteria, pertanto chiunque abbia voglia di confrontarsi e proporre progetti per valorizzare queste aree ha l’importante possibilità di farlo e magari vincere. (F.M.)

Una Casa solidale

Il numero dei tortoliesi bisognosi di un qualsiasi tipo di assistenza non è affatto basso. Il comune riesce a sopperire alle esigenze delle fasce più deboli? Abbiamo chiesto all’assessore Severina Mascia, che si occupa di servizi sociali, volontariato e cultura. L’assessore è particolarmente fiera del progetto Casa Solidale. “E’ una mensa gratuita nata grazie alla collaborazione tra assessorato e associazioni di volontariato – dice Mascia – e si rivolge a coloro che non possono permettersi un pasto caldo, ma anche a chi vuole sconfiggere la solitudine. Ad usufruirne sono le persone del posto ma anche stranieri”. Si è concluso inoltre un progetto sulle povertà estreme, che prevedeva dei contributi alle famiglie più povere. Un problema sentito è quello delle barriere architettoniche, che impediscono ai disabili di muoversi liberamente. Per ora, il lavoro svolto in questo senso si limita all’aver reso agibile il cimitero e gli accessi al mare delle spiagge più frequentate. C’è sicuramente ancora molto da fare. L’abbattimento delle barriere passa non solo dall’assessorato ai servizi sociali, ma anche da quello dei lavori pubblici. I progetti non mancano: “Vorremmo rendere vivibile corso Umberto – spiega l’assessore ai lavori pubblici Paolo Stochino – realizzando dei marciapiedi più grandi e percorribili.” Questo, dice l’assessore, sarebbe possibile togliendo solo qualche parcheggio nei punti più stretti. “Inoltre vorremmo realizzare un percorso pedonale e ciclabile che colleghi tutte le scuole di Tortolì, in modo che i bambini possano seguire percorsi sicuri” conclude Stochino. Il progetto è piuttosto avanti, ma i tempi di realizzazione sono incerti. Non ci resta che aspettare. (Ilaria Orrù)


TortoheliePress SPORT

8

Equitazione a Tortolì L’estate è esplosa e gli sport come il calcio o la pallavolo sono andati in vacanza. Nonostante si parli sempre delle medesime attività sportive, esistono tante realtà di cui si parla poco ma che hanno una nicchia di convinti sostenitori. L’equitazione è una di queste; molte persone hanno la passione per i cavalli e le escursioni. Tortolì ha tre maneggi: c’è quello di S’abba e sa murta sulla ss 150, il Pastrengo a Basaura e il Monte Terli nella strada di Orrì. Queste strutture offrono corsi aperti a tutti, anche ai bambini purché abbiano otto anni compiuti. Si fanno anche tante escursioni all’aria aperta e in luoghi bellissimi che, visitati sul dorso di un cavallo acquistano ancora più fascino. A partecipare a questo tipo di attività è la gente del posto, ma anche tanti turisti. D’estate la presenza di questi ultimi è piuttosto alta e i maneggi offrono un’alternativa alla vacanza sedentaria tutta villaggiombrelloni-spiagge. (Ilaria Orrù)

Venerdì 15 Luglio 2011 • tortoheliepress@gmail.com

Murgia: parlino i fatti

Pino Murgia allenatore del Tortolì calcio interviene sulla questione tifosi, riflette sul passato e il futuro della squadra e sull’importanza del calcio come strumento di crescita e valorizzazione delle nuove generazioni. Signor Murgia, ha letto la lettera dei tifosi del Tortolì? Sinceramente, non ho il tempo di leggere queste cose, io sono una persona abituata

a lavorare sul campo, come ho sempre fatto, preferisco far parlare i fatti. Come sono andati per lei, tutti questi anni nel Tortolì? Guardi, rientrai nel tortolì calcio, grazie all’ex presidente Mimmo Pisu, e subito vincemmo il campionato regionale con la juniores, arrivando primi con 17 punti di vantaggio sulla seconda. L’anno successivo sempre con la juniores, arrivammo secondi, e l’anno dopo ancora, vincemmo nuovamente il campionato. Per quanto riguarda invece, la prima squadra, siamo riusciti ad ottenere il record di punti del Tortolì nel campionato d’eccellenza, ben 57, per non parlare della finale di Coppa Italia regionale, conquistata per la prima volta nella storia di questa società, nonostante sia stata una difficile annata. La sua gestione ha portato l’esordio di tanti giovani locali? Esattamente. Mi preme sottolineare la crescita e la valorizzazione di tanti ragazzi del posto, che se saranno seguiti con diligenza e applicazione, porteranno tante belle soddisfazioni alla città. (Riccardo Melis)

Tortolì. La dura Tortolì, mercato contestazione in attesa Con l’arrivo del caldo estivo, salgono le temperature dell’aria, e in alcuni casi, come quello del Tortolì calcio, diventano addirittura roventi. Stiamo parlando, per chi ancora non ne fosse a conoscenza, di una lettera dei tifosi del Tortolì, che ormai circola nella nostra città da alcuni giorni. I veri tifosi del Tortolì calcio 1953, così è firmata la dura contestazione, decidono con un intervento a fiume, di esporre il loro disappunto e malessere, verso una società che, come espone la lettera, è ritenuta colpevole di, avere rovinato la storia della squadra tortoliese. Nel rapporto sono citati innumerevoli e dettagliati episodi, che narrano per l’appunto, le vicende che hanno colpito la squadra in questi ultimi anni, riferimenti che, veritieri o meno, hanno dei toni notevolmente decisi e certamente indirizzati. Parole sicuramente molto forti, in alcune parti, forse eccessivamente critiche, dettate forse da un malumore che non nasce sicuramente negli ultimi tempi, ma che evidentemente ora, è giunto a un livello di sopportazione molto basso. (R.M.)

Siamo a metà luglio e come ogni estate calcistica che si rispetti, dovrebbe impazzare il calciomercato. In realtà la situazione di incertezza in cui si trova in questo momento il Tortolì Calcio, fa in modo che il calciomercato sia solo un miraggio. L’argomento principale, infatti, resta il ripescaggio della principale squadra del paese nel Campionato di Eccellenza. Sicuramente, in caso di ripescaggio, sarebbero diversi i nomi di giocatori “prestigiosi” che andrebbero ad indossare quella maglia rossoblù che fa sempre gola a tanta gente. Dall’altra sponda del Fodeddu, i cugini granata della Castor pare si stiano già muovendo per assicurarsi i pezzi migliori del mercato. Come già affermato dal Mister Marco Sasso, per il momento si sta cercando di trovare l’accordo con quei giocatori rimasti svincolati in seguito alla mancata iscrizione dell’Arbatax. Per il momento pare ad un passo la firma dei fratelli Fabio e Sergio Piras. Il primo, esterno alto classe 1979, rientrerebbe alla base dopo sette anni trascorsi con le maglie di Baunese, Arbatax, Lanusei ed ancora Arbatax. Il secondo, esterno basso classe 1983, rivestirebbe i colori granata dopo le due ultime stagioni trascorse all’Arbatax. Il Direttore Sportivo Massimiliano Piu pare si stia muovendo alla ricerca di un forte centrocampista e di un forte attaccante capaci di far fare il salto di qualità alla squadra. Proprio nel reparto offensivo si vocifera l’ennesimo ritorno di Mario Di Santo che tanto bene ha fatto durante la sua carriera sotto la guida di Marco Sasso. Quello di cui siamo certi è che si prepara un calciomercato incandescente per l’ultima decade del mese di luglio. (Claudio Mascia)

Mereu ancora al Girasole

Salvatore Mereu, per tutti noto come Tore, classe 1979 ha una lunga carriera calcistica degna di nota. Nato a Cagliari e cresciuto a Orroli sin da piccolissimo ha viaggiato per giocare nelle squadre del cagliaritano. Ha esordito a 16 anni nell’azzurra 88 dove è rimasto una sola stagione per poi approdare direttamente in serie D, nell’atletico calcio, in cui trascorre sei stagioni consecutive, fino ai 23 anni. “E’ stata un esperienza indimenticabile” sostiene Mereu “ Ogni mattina mi svegliavo per andare a scuola ma aspettavo il pomeriggio per andare all’allenamento. Quando giochi in squadre di quella portata ti senti un giocatore a tutti gli effetti” La strada di Tore è proseguita verso il Quartu 2000, allora in eccellenza, in cui è rimasto per le tre stagioni seguenti fino ai 26 anni. Dopo di che il suo cammino arriva in Ogliastra: destinazione Barisardo, in cui rimane per ben 5 campionati consecutivi, tutti giocati in promozione. Nella stagione 2010/2011 giunge al Girasole come calciatore, ma a metà campionato la società gli affida il compito di allenare la squadra, rimasta senza allenatore. Nonostante sia la sua prima esperienza da Mister, Non ci pensa su due volte ed accetta subito la nuova sfida propostagli, così si rimbocca le maniche e inizia una nuova avventura da allenatore-giocatore. “Esperienza buona da giocatore ma ottima da allenatore” Afferma Tore “Malgrado i problemi che ci sono stati durante la stagione, siamo riusciti a tenere su un gruppo saldo e valido, che aveva tanta voglia di vincere. Pur non avendo vinto il campionato credo che ognuno di noi abbia dato il massimo, per questo ringrazio tutti.” Anche quest’anno troveremo Mereu in divisa gialloverde ma solo come giocatore. “Ho ancora tanta voglia di giocare” aggiunge “credo che Mariano Murino sia la scelta migliore che la società potesse fare, è una grande persona a cui posso fare solo un grande in bocca al lupo.” (F.P.)


Vino Bianco Frizzante Ladas cl. 75 Cantina Gallura Tempio Pausania

€ 2,75 Vino Isola dei Nuraghi Bianco cl.75 Meloni Vini Selargius

€ 1,85 Vermentino Aragosta cl. 75 Cantina Santa Maria La Palma

€ 2,95 Vino Cannonau di Sardegna Rosso DOC 12,5° cl. 75 Antichi Poderi di Jerzu

€ 2,75

...Vieni a trovarci, troverai questi e molti altri vini in offerta!


TortoheliePress EVENTI

10

ESTATE TORTOLIESE VENERDÌ 15 LUGLIO BASAURA BEACH Salsa con il Maestro Hansel Melgares

Venerdì 15 Luglio 2011 • tortoheliepress@gmail.com

Arbatax-Mandas. Il treno delle meraviglie

Stella Maris: la festa più attesa Il trenino verde è una delle maggiori attrazioni della nostra terra. Noi abbiamo la fortuna di averlo proprio qui! Il 1 Aprile 1893 venne inaugurata la linea Arbatax-Mandas, da molti definita una delle più belle tra tutti i percorsi del treno. Trenino “verde” non perché, come tutti i bambini credono, sia verde, ma perché viaggia attraverso vere e proprie oasi naturalistiche incontaminate. Un tempo queste ferrovie erano utilizzate solo per il trasporto delle merci, adesso un po’ perché sono molto antiche, un po’ per il percorso tortuoso, sono tra le mete turistiche più ambite. Ogni visitatore può scegliere tra due diversi tipi di offerta: treni a noleggio e treni a calendario. I treni a noleggio possono essere noleggiati durante tutto l’anno, da chiunque voglia con qualsiasi meta. Quelli a calendario invece, sono quelli che viaggiano in determinati

periodi e secondo determinati programmi. Le vecchie e caratteristiche locomotive a vapore arrancano sulle pendici dei monti ogliastrini solo durante l’inverno, perché c’è il rischio che il calore sprigionato possa provocare incendi. Il treno che parte da Arbatax percorre una tratta particolare che dura 5 ore con capolinea a Mandas, anche se chi viaggia spesso con il trenino ci consiglia di fare un tragitto di massimo 2 ore, ossia arrivare nella zona di Niala e Gairo, che da molti è considerata la più bella, perché un tragitto di 5 ore è particolarmente stancante( si fanno delle brevissime soste di dieci minuti a Lanusei, Arzana e Gairo). Infatti, solitamente chi sceglie come capolinea Mandas passa lì la nottata e torna il giorno dopo, il biglietto si può conservare ed è valido nei successivi due giorni dall’acquisto. I prezzi sono vari, per la tratta più

Miss Universe Italy: Marta Olla vince la tappa tortoliese

STELLA MARIS VENERDÌ 15 SAGRA DELLE COZZE con musica e cabaret Sabato 16 SAGRA DEL PESCE ed esibizione gruppo musicale Domenica 17 ore 18,00 Tradizionale Processione Via Terra e Via Mare con gruppi folk e banda musicale Serata Musicale con esibizione dei gruppi folk Spettacolo Pirotecnico 21 LUGLIO GIOVEDI’ NOTTE BIANCA Negozi aperti in tutto il centro, con animazione di gruppi musicali e artisti di strada - Ore 22,00

Memorial Gianni Loddo Gianni Loddo, cittadino tortoliese molto conosciuto e stimato, è mancato prematuramente lo scorso autunno. Cancelliere, cacciatore, appassionato campione di tiro a volo, verrà ricordato dagli amici della compagnia di caccia grossa “Monni” di Tortolì Sabato 16 Luglio (ore 15) e Domenica 17 Luglio (ore 9,30) nel campo di tiro a volo di SAN VITO. Al termine della gara e della manifestazione la compagnia capeggiata da Antonello Monni sarà lieta di offrire il pranzo ai partecipanti. Gli organizzatori sperano che presto il Comune di Tortolì “riesca ad individuare un’area adatta alle gare di tiro a piattello” consentendo così di organizzare negli anni a venire la manifestazione direttamente a Tortolì, la città in cui Gianni nacque, lavorò e visse con la moglie Rita e il figlio Giuseppe. Una bellissima iniziativa in onore di un uomo speciale.

lunga, andata e ritorno, si spendono 27 euro. Per la tratta Arbatax-Tortolì che è la più corta si spendono 10 euro. Il trenino verde conta oltre 60mila turisti nel corso dell’anno in tutte e 4 le linee che coprono l’intera Sardegna. Solo la nostra linea conta più di 35 mila visitatori. Una grande cifra per il nostro umile trenino! (F.P.)

foto: Michela Girardi Sabato 9 Luglio la Città di Tortolì ha ospitato in Piazza Rinascita un’importante tappa del prestigioso concorso di bellezza Miss

Universe Italy. In gara quattordici giovani ragazze provenienti da varie zone della Sardegna e facenti riferimento all’agenzia di moda Venus Dea gestita da Maurizio Ciaccio ( che con la sua professionalità ha già in passato messo in evidenza bellezze isolane del calibro di Caterina Murino, Giorgia Palmas e Melissa Satta). La giuria ha decretato a fine serata la vittoria di Marta Olla, splendida diciottenne di Quartu S.Elena. Bellezza acqua e sapone, sguardo timido e allo stesso tempo grintoso, sogna “una carriera nella moda senza comunque perdere di vista l’obiettivo di studiare giurisprudenza una volta terminato il liceo”. Seconda classificata la tortoliese Valentina Puddu. Oltre che dall’innegabile bellezza delle ragazze in gara il pubblico è rimasto conquistato dai momenti di intrattenimento che hanno scandito la serata. In primo luogo dall’esibizione di Mattia Ambu ( Magic Rock School) e della sua East Sardinia Crew. Come sempre con le loro danze acrobatiche hanno tenuto tutti con il fiato sospeso. In secondo luogo dalla sfilata di moda targata Mary Emme. La stilista M.Antonietta Murgia ( in compagnia della figlia Serena, indossatrice) ha presentato una collezione molto particolare “ispirata ad una donna legata ai valori della sua terra, che si destreggia tra tradizione e innovazione”. Molto gradita anche l’esibizione di Francesca Lai, la cantante ufficiale del concorso. A premiazione avvenuta, le ragazze si sono ritirate stanche ed emozionate nei camerini. A Pula una nuova tappa del concorso le aspetta. Un’altra valigia da fare, un’altra passerella da calcare, verso la finale regionale di Cagliari. In bocca al lupo a tutte. (Michela Girardi)

Ogni anno in questo periodo Arbatax viene avvolta da un’atmosfera magica, fatta di suggestione, di colori, di odori, di musica. Migliaia di persone si affollano tra la torre di San Miguel e il porto: residenti, parrocchiani, turisti, curiosi provenienti dai paesi limitrofi. Sono i festeggiamenti in onore della Madonna di Stella Maris a creare questo gaudente clima ogni estate. Il Comitato Stella Maris ( presieduto da Luisa Balzano) ha stilato per quest’anno una programmazione intensa che si concentrerà in tre giornate: da Venerdì 15 a Domenica 17 Luglio. Come da tradizione i festeggiamenti avranno inizio il venerdì con la messa officiata nella pittoresca chiesa di Stella Maris. A seguire la sagra delle cozze, allietata dai cabarettisti del gruppo Fuori Onda ( direttamente dal laboratorio-comici dell’amatissimo gruppo LAPOLA). Tra giostre e bancarelle di ogni natura, il sabato darà nuovamente spazio ai riti religiosi, seguiti dalla sagra del pesce fritto. In tarda serata il gruppo spagnolo Desaparecidos si esibirà per la felicità dei più giovani. Il gran finale è previsto per Domenica: la processione in mare e lo spettacolo pirotecnico sono infatti da sempre il marchio di fabbrica della festa. La statua della Madonna verrà portata in processione prima per le viuzze di Arbatax e poi, dopo la Santa Messa delle 19 ( al porto) verrà ospitata su un’imbarcazione che farà fare alla Vergine i tradizionali “tre giri” del porto. La cerimonia terminerà con il lancio in mare di una corona di fiori, in onore e memoria dei morti in mare. Ad accompagnare questi momenti davvero suggestivi i gruppi folk di Samugheo, di Assemini e di Lotzorai e gli Sbandieratori Musici della città di Sassari. La serata sarà suggellata dagli attesissimi e tanto amati fuochi d’artificio. Siete tutti invitati! (M.G.)

Biblioteca in spiaggia Un nuovo e bellissimo servizio sarà attivo dai prossimi giorni lungo il litorale di Orrì. Accanto al bar le mimose (terza spiaggia) c’è una piccola struttura che con il passare degli anni è stata utilizzata per vari servizi. Passato da bar a edicola, quest’anno vi è stata un’idea più originale. Le ragazze che attualmente stanno praticando il servizio civile in biblioteca hanno ben pensato di trasferirsi al mare offrendo a grandi e piccini la possibilità di andare in spiaggia e se si ha voglia prendere in prestito un libro da leggere. La funzione è identica a quella della biblioteca, bisogna avere una tessera adibita al prestito e poi riportare il libro entro una certa data. Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 14. Sarà inoltre possibile chiedere dei libri specifici, e nel caso in cui manchino in allestimento, farli portare il giorno dopo in spiaggia. Dulcis in fundo, si terrà per i più piccoli l’animazione alla lettura, ossia una lettura animata e divertente per intrattenere i bambini “É un servizio che vogliamo offrire alle famiglie e ai bambini” ci spiega Rita Cocco, una delle ragazze del servizio civile, “è un’iniziativa originale e divertente, stiamo unendo l’utile al dilettevole. Speriamo di riuscire ad attirare l’attenzione delle persone e a suscitare la loro curiosità, augurandoci la buona riuscita del progetto così da poterlo realizzare anche gli anni che verranno”. (F.P.)


Il Centro giovani apre le porte

1

2

3

4

5

11

7

12

14

Giovedì 14 luglio è stato inaugurato il Centro di aggregazione giovanile Su Troccu. Finalmente i ragazzi avranno un posto tutto per loro, dove passare il tempo libero. Tante le attività in programma organizzate dal Vicesindaco e Assessore alle Politiche Giovanili Rita La Tosa.Dal teatro, alla fotografia, alla musica, ma i ragazzi potranno anche svolgere attività di studio e professionali. I gestori saranno Giacomo Nulchis e Jury Piroddi che insieme hanno costituito Alba Levante un Ats (Associazione Temporanea di Scopo) grazie alla quale porteranno avanti le tante attività del centro. I ragazzi potranno scegliere tra le innumerevoli iniziative, sono state infatti allestite una sala computer, una per lo sviluppo di fotografie, un grande salone per rappresentazioni teatrali e proiezione di film, e infine una sala attrezzata con strumenti musicali. Il centro nasce esclusivamente dalle esigenze dei ragazzi- spiega La Tosa- “l’obbiettivo è rivolto a quella fascia di età che va dalla pre all’adolescenza che solitamente rimane scoperta, dove i ragazzi non hanno un posto dove andare e si incontrano per strada. Il centro giovani vuole essere il loro punto di ritrovo”. Grazie al centro giovanile Su Troccu l’Amministrazione comunale potrà creare nuove occasioni di aggregazione e di crescita per i ragazzi. (F.M.)

6

9

10

13

15

17

16

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

29

28

30

32 35

8

31

33

34

36

38

37 39

ORIZZONTALI 1. Organismo pastorale italiano 7. Prova a quiz 11. Base per altezza 12. Dà il segnale di partenza 14. Profonda 15. Composto organico volatile 16. Calcio 17. Targa di Ravenna 18. L’onomastico cade il 24 dicembre 19. Società in breve 20. Denota poco senno 21. Si ricordano con i pesci 22. Regni 23. C’è quella acquifera 24. Antico strumento musicale 25. Provincia delle Marche 26. Parte di rappresentazione teatrale 27. Buona al sugo 29. Rete Televisiva Italiana 30. La corona del Carducci 31. Nel pieno del lavoro 32. Nichel 33. Assomiglia molto ad un’altra persona 34. Tribunale regionale 35. Segue kyrie nelle preghiere 37. Alberi resinosi 38. Prova scritta d’italiano 39. Acume, perspicacia VERTICALI 1. Il ... capitale d’Egitto 2. Strumento di offesa o di difesa 3. Domenico autore di ‘Ninfa plebea’ 4. Pari in pira 5. Non bevono liquori 6. Gambo 7. Numero dispari 8. Vocale per telegrammi 9. Subito dopo il primo 10. Provincia dell’Impero Romano 13. Altari per sacrifici 15. Eccesso di liquidi nei tessuti 18. Piccolo parassita di uomini, piante e animali 19. La spoglia mortale dell’uomo 20. Pareti divisorie in micologia 21. Il termine della gravidanza 22. Animale come il coccodrillo 23. Festeggiamento organizzato 24. Libretto d’assegni 25. Quella di mais è gialla 27. Monete filippine 28. Presunzione, superbia 30. Segnale d’aiuto 31. Stanze catastali 33. Segue così 34. Movimento involontario patologico 36. Nel seme 37. Targa di Palermo

L’oroscopo della Settimana

NUMERI UTILI Provincia dell’Ogliastra - Sede Tortolì: Via Mameli 22 Tel. 0782. 600900 - Fax 0782. 600920

Ariete. Martedì e mercoledì saranno giornate estremamente dinamiche, sia fisicamente che sotto il profilo mentale.Il week-end sarà scoppiettante e mondano. Dal punto di vista della salute, riguardate lo stomaco: sarà il vostro tallone d’achille…a ‘ndi cojare!

Bilancia. La Luna in Sagittario e Mercurio in Leone aprono una settimana entusiasta. Sarete più loquaci e affabili che mai e ne guadagneranno la socialità in generale e le pubbliche relazioni. Non c’è nessun problema di vitalità. Il week-end è da trascorrere in località insolite. Le Cale vi aspettano.

Toro. Le giornate saranno più intense, con qualche problemino relazionale. Mercurio disarmonico non aiuta a chiarire le proprie ragioni e le posizioni lunari sono dolci e tolleranti solo giovedì e venerdì. Nel week-end siate avventurosi, andate all’avventura: accampatevi a Cea.

Scorpione. E’ una settimana adatta per percorrere lunghe distanze e per cimentarvi in nuovi progetti, per via di posizioni lunari decisamente lanciate verso le alte sfere. Sabato e domenica, non saprete se andare o restare. Trovate un compromesso: salvatevi!

Gemelli. I primi tre giorni sono da sopportare stoicamente, dato che la Luna in opposizione tenderà a creare più discordia che armonia, soprattutto nei rapporti di coppia. Week-end leggero, magari in viaggio per qualche destinazione sconosciuta e avvincente: Girasole dovrebbe bastare! Cancro. Si stanno alternando giornate vagamente adrenaliniche: la Luna percorrerà infatti i settori dell’oroscopo che sollecitano autonomia ed efficienza. Un Marte sfuggente vi fornirà tenacia in maniera discontinua, ma Venere e Giove vi soccorreranno egregiamente. Si consiglia un fine settimana all’insegna del relax. Nuotatina ai “Milanesi”.

Sagittario. Lunedì, martedì e mercoledì andrete alla grande, con una bella Luna nel segno, che riporta ogni cosa alla giusta misura, restituendovi l’attitudine impavida Il week-end è da dedicare assolutamente alle gite fuori porta, o ad attività da svolgere all’aria aperta. Fate tutto, tranne star fermi: faisì una cursa! Capricorno. Siete particolarmente concentrati su voi stessi, in questi giorni. Avete probabilmente voglia di fare il punto della situazione, di ritrovare slanci e motivazione, perché lo stato d’assedio di alcuni pianeti lenti può aver rallentato reattività e riflessi. Riprendetevi.

Aeroporto Tortolì/Arbatax Tel. 0782. 624300 - Fax 0782. 624901 www.aeroportotortoliarbatax.it

Leone. Martedì e mercoledì sono le giornate migliori della settimana, che richiederà pragmatismo e applicazione.Il week-end, con la Luna opposta, invita a non irrigidirsi in atteggiamenti troppo compatti e autoritari. Siate più rilassati, vi godrete di più la vita: Mojotos a Portu Frailis!

Acquario. Va meglio, innanzitutto, per via di una Luna dinamicissima e avventurosa che vi farà rispolverare il gusto per tutto ciò che è lontano e straordinario.Il fine settimana sarà splendido per lo stato d’animo, che tornerà riconciliato e sereno. Seratona in vista!

Carabinieri di Tortolì - Via Cedrino 18 Tel. e Fax 0782. 623022

Vergine. Va detto che i primi tre giorni non saranno forse il massimo per le questioni familiari: i punti di vista potrebbero sembrare troppo distanti. Siate pragmatici, ma divertenti e ottimamente disposti nei confronti degli affetti, la vita e il buon umore vi sorrideranno nel fine settimana! Fatevi vedere!

Pesci. I nativi della seconda decade avranno voglia di affidarsi a tempistiche e scansioni più regolari, grazie a una mente che in queste giornate ha voglia di gradualità e di costanza. Il fine settimana sarà con un “mood” più filosofico e meditativo: silenziosi ma presenti a voi stessi. Insomma, presi bene!

Centro Servizi per il Lavoro - Via Mons. Virgilio 74/A Tel. 0782. 623225 - Fax 0782. 621121 PRO LOCO “Ogliastra Turismo” - Via Garibaldi 36 Tel e Fax 0782. 622824

TortoheliePress

Venerdì 15 Luglio 2011 • tortoheliepress@gmail.com

RELAX

11

Vigili Urbani Via Mons Carchero 1 - Tel. 0782. 624358 Porto di Arbatax Via Lungomare 1 Tel e Fax 0782. 667093 - www.marinadiarbatax.it Guardia Medica Tel. 0782. 667072 Vigili del Fuoco Tel. 0782. 626023

Polizia di Tortolì - Via G. Deledda n.33 Tel. 0782. 600000

FARMACIA Serafini - Via Mons. Virgilio 144 Tel. 0782. 623030 FARMACIA Arbatax - Via Lungomare 20 Tel. 0782. 6667780 Biblioteca Comunale Via Vittorio Emanuele 23 - Tel. 0782. 624392

Tortohelie Press è un settimanale gratuito. Registrazione Aut. Tribunale di Cagliari n°13/ 11 del 19/05/2011. Direttore Raimondo Schiavone Responsabile pubbliche relazioni e pubblicita Patrizia Salis In Redazione Federica Melis Grafico Francesca Zicca Collaboratori Ilaria Orrù, Federica Pilia Riccardo Melis, Patrizia Salis, Michela Girardi Claudio Mascia, Thomas Melis, Laura Meloni Sede Legale Viale Bonaria 98 09125 Cagliari Sede Amministrativa Via Barracelli snc 08048 Tortolì Editore Primaidea Srl


Tortohelie N. 5  

Tortohelie è il nuovo settimanale della città di Tortolì. Cronaca, politica, cultura economia e spettacolo, finalmente un giornale nella cit...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you