Page 1

Anno I • Numero 21 •Venerdì 4 Novembre 2011

TortoheliePress

il settimanale gratuito di Tortolì

Si riparte dagli Scogli Rossi

foto: Federica Melis

ss re eP eli oh rt To

Le Rocce Rosse rappresentano un simbolo della città, una vera e propria cattedrale di porfido che ha fatto da scenografia d’eccezione a centinaia di eventi e manifestazioni, diventando soggetto privilegiato dell’immagine turistica di Tortolì. Negli scorsi mesi l’amministrazione comunale ha promosso un concorso di idee per la riqualificazione dell’area e in particolare dello slargo antistante. (pagina 3)

Editoriale Riflettori puntati sull’Assessore “scarica barile”

ss re eP eli oh rt To

s s s s ss h ss h oh res toh res toh res toh res toh re to re to r r r rt r eP or eP or To elieP To elieP To elieP To elieP To eli eli T eli T ss h ss h ss h ss h ss h oh oh re rto re rto re rto re rto re rto r rt rt To To eP To eP To eP To eP To eP To eP eli s eli s eli eli eli s eli oh res toh res toh oh oh res toh r r r rt rt rt To lieP To lieP To To To lieP To he he he s s s s s s es es to es to es es to es r r r Pr T Pr To iePr To iePr Pr To iePr lie l l l lie lie e e e e e s s s s s ss he oh res toh res toh res toh res toh res t re to r r r r rt r eP Tor To eP To eP To eP To eP To eP To

ss re eP eli oh rt To

La nostra rubrica satirica“Fuori dai denti” crea sempre molte polemiche, come deve essere, specie quando fra le righe racconta le tante verità nascoste che si celano dietro le posizioni di facciata di molti politici e amministratori che amano molto di più la politica dell’apparire anziché quella del fare. Nell’ultimo numero ci siamo occupati di Pro-loco, senza entrare nel merito di una polemica che appare sterile, se pensiamo a cosa dovrebbe essere la Pro-loco ed invece non è. Non ci potevano interessare le diatribe costruite ad arte da chi attualmente governa il comune che, dopo un anno, si accorge dei debiti maturati dalle precedenti gestioni e grida allo scandalo, puntando il dito su altri, senza accorgersi che il dito lo deve puntare su se stesso. L’ho sentito io con le mie orecchie pronunciare le seguenti frasi … ora ci prendiamo il giocattolino (riferito alla Pro-loco),… con quello si che possiamo fare bene politica, oppure…. a te do mille euro, a te 500, a te tremila, io ti do… io, …..ti do. Una sorta di distribuzione di pani e di pesci, scusate l’irriverente riferimento. La politica dell’IO, quella delle prebende, dei proclami davanti ad una birretta, del favore, delle raccomandazioni. (pagina 3)

Politica

Stazione Intermodale manca poco al via

Niente ruspe camion e operai. Calma piatta nella vecchia stazione di Santa Chiara a Monte Attu dove a Settembre, a distanza di tre anni dalla pubblicazione del bando, sarebbero dovuti iniziare i lavori della stazione intermodale di Tortolì. (pagina 3)

Comune Vs Provincia. Continua lo scontro...

Sport

Cultura

La Castor mette la freccia

Continua la diatriba tra Comune e Provincia in relazione alle aree dell’ex Cartiera. I toni della polemica sono diventati incandescenti in seguito alla richiesta di modifica dell’ Accordo di Programma stipulato tra la Regione Sardegna e l’Amministrazione comunale di Tortolì. (pagina 5)

AFFITTO TUTTO L’ANNO

€ 380 Trivano Tortolì, 70 mq non arredato, veranda 30 mq ,cantina e posto auto. WWW.IMMOBILIALBATROS.COM

Cronaca

Seconda Carta si racconta

Una donna dal carattere forte e dal cuore grande. Ribelle come i suoi riccioli, la tortoliese Seconda Carta oltre che alla famiglia, alla politica e all’insegnamento si dedica da sempre alla scrittura, in particolare alla poesia.(pagina 7)

E’ una settimana importante questa per la Castor, che con la vittoria di domenica scorsa, si presenta in ottime condizioni per affrontare il big match della prossima giornata di campionato, che la vedrà opposta alla prima della classe, il San Vito. (pagina 6)


TI ASPETTIAMO ALLA

UPIM DI TORTOLÌ Offerta valida dal 04-11 al 20-11

% 0 -2 SU TUTTA LA

COLLEZIONE AUTUNNO/INVERNO UOMO - DONNA - BAMBINO Escluso reparto casa

La qualità a prezzi mai visti


Si riparte dagli Scogli Rossi foto: Federica Melis

TortoheliePress

Venerdì 4 Novembre 2011 • tortoheliepress@gmail.com

CRONACA Le Rocce Rosse rappresentano un simbolo della città, una vera e propria cattedrale di porfido che ha fatto da scenografia d’eccezione a centinaia di eventi e manifestazioni, diventando soggetto privilegiato dell’immagine turistica di Tortolì. Negli scorsi mesi l’amministrazione comunale ha promosso un concorso di idee per la riqualificazione dell’area e in particolare dello slargo antistante. “L’iniziativa aveva un obbiettivo molto chiaro – ha detto l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Stochino - l’elaborazione di proposte progettuali relative a studi di riqualificazione paesaggistico ambientale ed architettonica per mettere a confronto esperienze e opportunità della più importante area naturale arbataxina. I “disegni ideali” dovevano suggerire e tracciare il futuro della piazza, puntare alla sua valorizzazione senza rinunciare all’identità dei caratteri ambientali e costruttivi locali, utilizzando allo stesso tempo, le risorse e le condizioni di benessere per la collettività, la tecnologia, l’idoneità e l’efficacia delle soluzioni tecniche adottate”. Tra le 72 proposte pervenute è stato selezionato dalla commissione di esperti il progetto vincitore e stilata una graduatoria dei primi tre progetti: Il progetto 1° CLASSIFICATO - Capogruppo

3

Ing. Luca Peralta di “Riqualifica l’area coniugando gli aspetti paesaggistici, naturali, architettonici e funzionali richiesti da bando con l’utilizzo di materiali naturali simili a quelli esistenti nel sito, cura e risolve l’aspetto connettivo, separa l’area dal resto dell’abitato con un filtro verde e risagoma la volumetria degli edifici d’ingresso”. La commissione ha reso note le motivazioni per il secondo e terzo classificato. Gli elaborati dei tre studi potranno essere ammirati nei locali al piano terra della Stazione Marittima di Arbatax , l’esposizione sarà l’occasione in cui i cittadini potranno esprimere il proprio parere sulle proposte progettuali ed immaginare quale sarà il Piazzale Rocce Rosse del futuro.

dalla prima

Quando si parla di cosa pubblica

1° CLASSIFICATO - CAPOGRUPPO Ing. Luca Peralta Riqualifica l’area coniugando gi aspetti paesaggistici, naturali, architettonici e funzionali richiesti da bando con l’utilizzo di materiali naturali simili a quelli esistenti nel sito, cura e risolve l’aspetto connettivo, separa l’area dal resto dell’abitato con un filtro verde e risagoma la volumetria degli edifici d’ingresso. 2° CLASSIFICATO - CAPOGRUPPO arch. Federico Bargone Integra gli aspetti artistici – architettonici (scorci inediti con punti di visuali prescelti), proponendo un approccio innovativo per pubblici spettacoli. La riserva viene avanzata nella fattibilità tecnico funzionale. 3° CLASSIFICATO - CAPOGRUPPO arch. Teresa Maria Patanè Propone una soluzione innovativa per gli accessi al mare. Carente negli aspetti funzionali e di allestimento finalizzati ai pubblici spettacoli.

Stochino: Stazione Intermodale manca poco al via foto: Federica Melis

Niente ruspe camion e operai. Calma piatta nella vecchia stazione di Santa Chiara a Monte Attu dove a Settembre, a distanza di tre anni dalla pubblicazione del bando, sarebbero dovuti iniziare i lavori della stazione intermodale di Tortolì. E se all’apparenza niente sembra essersi mosso - In realtà è tutto pronto, - afferma l’assessore ai La-

vori pubblici del Comune di Tortolì Paolo Stochino - i lavori sono stati consegnati e, per quanto ci riguarda, potrebbero iniziare anche domani mattina. Soltanto che oltre ad aver dovuto aspettare la conclusione dei viaggi della linea del Trenino Verde - continua l’assessore - dobbiamo aspettare che le ferrovie puliscano l’area del cantiere

Editoriale

dall’accumulo di binari e altri materiali che abbiamo trovato durante il sopralluogo -. Ad Agosto era stato lo stesso assessore a garantire l’inizio dei lavori per il mese di Settembre. Adesso, dopo due mesi, non sembra ancora esserci una data vera e propria ma Stochino assicura che tutto procede e manca poco al via. Un progetto importante, quello della Stazione Intermodale, che contribuirebbe a far sì che la città diventi uno snodo commerciale dinamico e all’avanguardia, capace di smistare il traffico di passeggeri ogliastrino su ferro e su ruote. Il progetto è stato studiato in modo tale da conservare le caratteristiche originarie della vecchia stazione con la trasformazione di alcuni edifici in esposizioni permanenti, all’interno delle quali i vecchi attrezzi e oggetti utilizzati in passato possano essere ammirati da turisti e pendolari. (Luca Schirru)

l’approccio non può certo essere questo, sono finiti quei tempi, si è vero ti consentono di raccogliere quella manciata di voti che utili ad entrare in Consiglio Comunale, ma la gente ci casca una volta sola, poi prevale il disgusto, l’indignazione. La politica è un’altra cosa. Eppure questa gente, oltre ad attuare strategicamente questa lurida metodologia per acquisire consenso, pensa anche di poter fare la morale agli altri. Pensa che chi, come noi, fa da megafono a ciò che accade in città debba ossequiare il padrone di turno, l’elargitore del momento, che utilizza il bisogno per rafforzare la propria immagine, mettendosi la morale sotto le scarpe. Inutile chiamare le ragazze ed i ragazzi che scrivono su Tortohelie ad una ad una, loro sono liberi, raccontano quello che vedono e sentono, vivono la città, sono fatti indubbiamente di altra pasta, ne esistono ancora di giovani così. Sono un bell’esempio di una nuova generazione che cresce, che rifiuta la politica del favore per far prevalere quella del diritto, che si assume le proprie responsabilità. E chi ci governa dovrebbe fare lo stesso, assumersi le proprie responsabilità e non pensare di conquistare consensi attuando la strategia dello scarica barile. R.S.


TortoheliePress CRONACA

4

Mediazione familiare Secondo l’Istat le separazioni e i divorzi negli ultimi anni hanno visto un incremento rispettivamente del 2,1 e dello 0,2%. Dopo una separazione o un divorzio è frequente che i figli mostrino cambiamenti nel quadro comportamentale (svogliatezza, aggressività, difficoltà a rapportarsi con gli altri, ecc.) ed emozionale (tristezza, rabbia, paura, vergogna, ecc.). Di solito, i maschi hanno più difficoltà nel breve termine ad adattarsi alla nuova situazione rispetto alle femmine. Far fronte a tali difficoltà e problematiche e svolgere un’azione di supporto nei confronti delle famiglie è uno degli obiettivi del servizio di Mediazione familiare realizzato dal Centro Antes, Società Cooperativa Sociale e Centro di Psicologia Clinica; si tratta di un programma psicoterapeutico che ha l’obiettivo di favorire la separazione consensuale, analizzando il presente della coppia e il suo benessere senza sondarne gli eventi passati. Giungere ad accordi condivisi; permettendo alla coppia di poter decidere in maniera armonica e consensuale, senza dovere logorare un rapporto che merita di esistere in virtù di una genitorialità che esiste e che continuerà ad esistere, è uno degli intenti a cui mira il servizio offrendo un valido supporto alle famiglie in difficoltà.

Venerdì 4 Novembre 2011 • tortoheliepress@gmail.com

RSA: Residenza sanitaria anziani

foto: Claudia Pilia La residenza per anziani tortoliese festeggia i suoi primi 4 anni, ma nonostante sia passato quasi un lustro la situazione stenta a migliorare. Tutte le problematiche che avevano accompagnato l’inaugurazione della struttura sanitaria di Viale Europa infatti sono ancora lì, a ricordarci quanto lavoro ci sia ancora da fare nel settore sanitario sardo e a sottolineare l’urgenza di modifiche importanti sul modello sardo di RSA che non riesce ancora a raggiungere tutti gli obiettivi prefissati: una sanità più efficiente per le fasce più deboli e aperta a tutti. I servizi e la professionalità non mancano, ma si tratta di un lusso che solo pochi eletti si possono permettere. All’interno del centro lo scenario è quasi idilliaco, ci si dimentica quasi di essere all’interno di un ospedale: un grande salone con divani in pelle, lampade e addobbi colorati accoglie gli anziani durante la giornata. Le camere da letto sono luminose e rassicuranti. Ci sono perfino una piccola palestra con

Quale futuro per l’aeroporto di Tortolì? La telenovela dell’aeroporto sta ormai assumendo caratteri grotteschi e il recente accordo sulla continuità territoriale che esclude il nostro scalo alimenta la sindrome da accerchiamento di cui ormai soffriamo tutti. In questi casi è opportuno sgomberare il campo da posizioni precostituite e fare un’analisi seria con gli elementi oggettivi in nostro possesso, partendo dal fatto che l’Enac ha evidenziato l’eccessivo numero di scali in Italia con 10 di questi in forte passivo con l’intenzione, neanche tanto nascosta, di chiuderli. Il sogno di un volo di linea da Tortolì, sia per Milano che per Roma, sconterebbe l’ovvietà di avere orari rigidi che solo episodicamente soddisferebbero le esigenze di un ipotetico passeggero. Se poi pensiamo che la platea di utenti potenziali coprirebbe a malapena l’Ogliastra, uno di Tertenia o Perdasdefogu troverebbe comunque più comodo il volo da Cagliari se non altro per la varietà di scelta oraria, si può ben capire che pensare di trovare qui i numeri per coprire almeno in parte i costi è pura utopia. Infatti un romano o un milanese che abitano in centro, per raggiungere il loro aeroporto impiegano,

140.000 €

Via Cairoli - Tortolì (OG) Telefono 0782 620077 immobilialbatros@gmail.com www.immobilialbatros.com

attrezzature all’avanguardia, una cappella e, per i più attenti alla cura della persona, la possibilità di prenotare un taglio di capelli o una seduta dall’estetista. Servizi degni di un hotel a 4 stelle che costano caro: per poter usufruire dell’assistenza della struttura infatti, gli utenti devono sborsare circa 1800 euro al mese. Un costo decisamente troppo elevato per la maggior parte degli anziani ogliastrini che, a causa della crisi economica, lottano quotidianamente per arrivare a fine mese. Prezzi proibitivi che, secondo la direttrice della residenza per anziani Roberta Mascia, penalizzano fortemente la struttura: “All’inizio dell’attività, per oltre sei mesi il centro è rimasto completamente vuoto. Poi siamo arrivati a tre, quattro ospiti. Nell’ultimo anno, se si escludono i picchi estivi, abbiamo avuto in media 26 ospiti. Sempre troppo pochi vista la presenza di 40 posti letto.” In circostanze del genere lo spreco di risorse è inevitabile. All’interno della struttura il numero di operatori sociali, infermieri e assistenti è decisamente troppo elevato rispetto alle reali esigenze. “La delibera regionale 25\6 del 13 giugno 2006 – dichiara Roberta Mascia- prevede un numero di assistenti fisso e obbligatorio. Nel nostro caso i collaboratori sono 45”. Nonostante le circostanze non siano tra le più favorevoli, sono ancora tante le iniziative che la cooperativa vuole intraprendere: entro il mese di novembre verranno attivati almeno sei posti di “Casa protetta”, servizio che garantirà un’assistenza continuativa a soggetti non autosufficienti e affetti da gravi deficit psico-fisici stimolando e favorendo opportunità relazionali.. (C. P.)

BIVANO al “BORGO BIANCO”

150.000 APPARTAMENTO IN CENTRO

a seconda del mezzo di trasporto e del traffico, da mezzora e a un’ora e mezza, e se andiamo a Parigi e Londra la cosa è esattamente paragonabile. La domanda che dobbiamo farci è la seguente: a noi serve un servizio scadente vicino a casa o uno efficiente ad una distanza di poco più di un’ora? Perché i tempi sui quali dobbiamo ragionare sono questi. Con il completamento della nuova 125 e quello della nuova 554 senza il tappo dei semafori, avremmo le stesse opportunità di un cittadino del continente. Si da così una risposta al solito Enac che col suo presidente Vito Riggio ha detto “Alla fame di infrastrutture del Sud bisogna rispondere con l’intermodalità», cioè collegando meglio un ridotto numero di aeroporti con strade e ferrovie veloci”. Questo non vuol dire che bisogna rinunciare al nostro aeroporto, tutt’altro, ma che forse sarebbe opportuno disegnargli un futuro diverso. Con il potenziamento dell’offerta di posti letto e un sistema turistico efficiente che li metta in rete il nostro aeroporto potrebbe tranquillamente riconvertirsi nei voli low cost, come del resto ha fatto un importante gruppo locale che lo ha utilizzato per i clienti dei suoi villaggi per anni anni.

165.000 €

TRIVANO CON GIARDINO

Tortolì centro, proponiamo in Tortolì centro, proponiamo un Tortolì località S. Michele, vendita un trivano di mq 70 trivano al piano terra di mq 60 proponiamo in vendita un articolato nel seguente modo: con veranda, giardino e posto bivano di mq 55 circa, posto zona giorno con angolo auto scoperto. La casa ha un al piano primo del complesso cottura, soggiorno e zona ingresso indipendente nella zona residenziale "Il Borgo Bianco". pranzo, veranda coperta che giorno dove troviamo la zona L'appartamento è si affaccia sul giardino. Nella pranzo con il ripostiglio; composto da: zona giorno zona notte trovano spazio la zona notte è separata da un con angolo cottura, camera due camere da letto e un disimpegno, due camere da matrimoniale, un bagno e due bagno. Dalla cantina si letto e il bagno. Piano seminterrato verande panoramiche accede direttamente con cantina di mq 60 con coperte. Posto auto. accesso diretto dalla zona giorno. all'appartamento. Posto auto.

Parcheggi per disabili foto: Ilaria Orrù

Segnaliamo una cattiva abitudine dura a morire: l’occupazione dei parcheggi dei disabili da automobilisti forse stressati, forse frettolosi, ma comunque liberi da impedimenti fisici. Questa disattenzione può creare seri disagi e sconforto nei legittimi “proprietari” dei parcheggi, i disabili per l’appunto; questi notano un forte disinteresse generale nei confronti di quello che sarebbe solo un piccolo accorgimento, spesso sottovalutato. Sono molti i tortoliesi che commettono questa leggerezza; spesso anche i più attenti ci cascano, sfiniti dalla ricerca di un parcheggio, e tranquillizzati dal pensiero “tanto ci metto solo cinque minuti”. Niente di più sbagliato: i parcheggi per i disabili non vanno mai occupati illegittimamente, anche perché, oltre a creare disagio ad altri cittadini, si rischia di andare incontro a sanzioni severe. L’articolo 158 del codice della strada, prevede multe a partire da 78 euro, la detrazione di due punti della patente e l’eventuale rimozione dell’automobile del trasgressore. Queste norme vengono applicate? Capita che si chiuda un occhio, con grande sollievo dell’autista frettoloso e, dall’altra parte, un senso di impotenza da parte dei legittimi fruitori del parcheggio, consapevoli che questo tipo di trasgressione viene spesso considerato poco più di una marachella. Vengono occupati impunemente anche i parcheggi che dovrebbero essere ad uso esclusivo degli autobus e dei taxi. In particolare, c’è chi si lamenta dell’occupazione pressoché perenne di due parcheggi centralissimi, uno dedicato al taxi e uno ai disabili, che si trovano fra il viale Monsignor Virgilio e via Tirso. Per la cronaca, se si effettua una ricerca su Google maps, è possibile vedere virtualmente le foto di questi parcheggi. Se si da uno sguardo dalla prospettiva di via Tirso, si possono ammirare un furgoncino e una macchina placidamente parcheggiati dove non dovrebbero e, soprattutto, potrebbero. The big brother is watching you. (Ilaria Orrù)

95.000 €

BIVANO TORTOLÌ

160.000

ATTICO al “BORGO BIANCO”

Tortolì località zinnias, proponiamo Tortolì località San Michele, in vendita grazioso bivano proponiamo in vendita un con ingresso indipendente. attico di mq 55 circa. L'appartamento si presenta L'appartamento è accogliente e molto luminoso, composto da: zona giorno è composto da: zona con angolo cottura e zona pranzo con pranzo, soggiorno e veranda angolo cottura, una camera panoramica. Nella zona notte da letto, studio e un bagno. troviamo una camera da letto, Posto auto due bagni di cui uno con balcone. Posto auto


Comune Vs Provincia. É scontro sulle aree dell’ex Cartiera

Continua la diatriba tra Comune e Provincia in relazione alle aree dell’ex Cartiera. Pare che al Presidente della Provincia, Bruno Pilia, proprio non vada giù il fatto che sia l’Amministrazione comunale tortoliese ad avere la titolarità dei 35 ettari. I toni della polemica sono diventati incandescenti in seguito alla richiesta di modifica dell’ Accordo di Programma stipulato tra la Regione Sardegna e l’Amministrazione comunale di Tortolì. Un passaggio fondamentale - sostiene il Sindaco Lerede – finalizzato al superamento del Master Plan (lsottoscritto nel 2009 che prevedeva il solo sviluppo della nautica con Azimut). La modifica del precedente accordo è necessaria per poter prevedere l’utilizzo delle aree e poterle dare in concessione o in affitto all’Intermare e per cambiarne destinazione d’uso e poter quindi insediare altre realtà oltre la nautica. Le parole del primo cittadino di Tortolì sono chiarissime: “noi pretendiamo che i 35 ettari delle aree della cartiera i quali si trovano nel territorio di Tortolì siano di proprietà dell’Amministrazione comunale. Ciò non significa che nella gestione e programmazione industriale non partecipi anche la Provincia. Difatti l’Amministrazione comunale, una volta acquista la proprietà, ha l’intenzione di costituire una

commissione paritetica formata dal Comune, Provincia, Sindacato e Consorzio Industriale affinché ci sia un discorso ragionato e più condiviso possibile su quelle che saranno le intraprese industriali su quel territorio. Come Sindaco ho il dovere di difendere la proprietà del Comune di Tortolì. Quei terreni pregiati di area industriale a bocca di porto sono nel nostro comune e non capiamo per quel motivo ci sia un ente terzo a dover gestire le aree che ricadono nel nostro territorio. E’ questo che contestiamo: vorremmo che finisse il tempo in cui a Tortolì e ai tortoliesi viene mangiata la pasta asciutta in testa”.

FUORI DAI DENTI DENTI DAI Bagni pubblici

L’articolo pubblicato sul numero 19 di Tortohelie Bagni pubblici: si salvi chi può! ha suscitato non poco interesse e anche qualche polemica. Difatti è stato fatto presente alla nostra redazione che l’incuria e l’abbandono di quei bagni non è da attribuire al Comune di Tortolì, poiché questi sono di proprietà demaniale. In realtà, il controllo e la pulizia di quei bagni è responsabilità di chi gestisce la struttura adibita a bar-locale notturno situata nel piazzale antistante i bagni. E’ chiaro che i privati che fino ad ora hanno avuto in gestione il locale e pertanto questi bagni non se ne sono mai occupati. Pensando solo ai propri guadagni e non a prestare un servizio doveroso alla comunità.

L’informagiovani Presto anche a Tortolì aprirà l’Informagiovani. Venerdì scorso infatti, la Giunta comunale ha approvato l’avvio del centro. Nel centro Informagiovani sarà possibile ottenere gratuitamente accoglienza e informazioni su vari argomenti di interesse per i giovani. Vi si possono trovare informazioni e documentazioni su istruzione, formazione, lavoro, volontariato, cultura, tempo libero, sport e tanto altro, oltre che consultare guide e manuali, riviste specializzate e banche dati. L’Informagiovani di Tortolì offrirà un servizio unico col già avviato Eurodesk, il servizio di informazione sull’attività europea, lavoro e scambi culturali, che verrà incorporato e ne rappresenterà un ramo. “L’Informagiovani – spiega l’assessore alle Politiche Giovanili Rita La Tosa - darà un sevizio molto variegato, che può andare dal semplice aiuto per la compilazione di un curriculum vitae, al reperire qualsiasi tipo di informazione. Ci sarò personale specializzato che darà alle persone tutte le informazioni che verranno richieste.” L’assessore conta per il prossimo anno di attivare all’interno del centro, una serie di “consulenze specifiche su temi specifici”. “Ad esempio, - afferma - quando partirà il bando per l’imprenditoria femminile, si terranno degli incontri tematici sull’argomento. Una sorta di vari piccoli seminari, attivati in concomitanza con bandi particolari, e tenuti da esperti del settore”. Purtroppo, per carenze economiche, all’Informagiovani lavorerà solamente una persona, e il centro sarà aperto tre volte alla settimana per 3 ore al giorno. L’ufficio si troverà all’ex mercato civico. A breve si farà la gara per l’assegnazione del servizio, che già nei primi giorni di dicembre dovrebbe riuscire ad essere operativo. Il vincitore dell’appalto dovrà fornire non solo la persona che lavorerà e accoglierà i ragazzi, ma anche tutto il materiale necessario affinché il servizio funzioni, come le banche dati sempre aggiornate. Chissà quanto i giovani tortoliesi vorranno usufruire e sapranno sfruttare questa nuova opportunità. (Laura Meloni)

TortoheliePress

Venerdì 4 Novembre 2011 • tortoheliepress@gmail.com

POLITICA

5

CON NOI L’ENERGIA È IN MOVIMENTO

IL FUTURO È ELETTRICO, IL FUTURO È ADESSO

Presso la nostra sede la ricarica del tuo veicolo elettrico è gratis! Continua la campagna MUOVITI CON IL SOLE, sino al 31-12-2011 a chi si affiderà a noi per la realizzazione del proprio impianto fotovoltaico, riceverà in omaggio un preziosissimo SCOOTER ELETTRICO che potrà ricaricare GRATUITAMENTE grazie al “SOLE”.

POSSIBILITÀ di “Test Drive” CON TUTTI I NOSTRI VEICOLI ELETTRICI


TortoheliePress SPORT

6

Tortohelie Press è un settimanale gratuito. Registrazione Aut. Tribunale di Cagliari n°13/ 11 del 19/05/2011. Direttore Raimondo Schiavone Responsabile pubbliche relazioni e pubblicita Patrizia Salis In Redazione Federica Melis Grafico Francesca Zicca Collaboratori Ilaria Orrù, Federica Pilia Riccardo Melis, Patrizia Salis, Michela Girardi Claudio Mascia, Thomas Melis, Claudia Pilia, Laura Meloni, Andrea De Murtas Sede Legale Viale Bonaria 98 09125 Cagliari Sede Amministrativa Via Barracelli snc 08048 Tortolì Editore Primaidea Srl

Venerdì 4 Novembre 2011 • tortoheliepress@gmail.com

La Castor mette la freccia

foto: Riccardo Melis E’ una settimana importante questa per la Castor, che con la vittoria di domenica scorsa, si presenta in ottime condizioni per affrontare il big match della prossima giornata di campionato, che la vedrà opposta alla prima della classe, il San Vito. Ma procediamo con ordine. Domenica scorsa la Castor ha vinto per l’ennesima volta in trasferta. Un filotto esterno di quattro vittorie su altrettante partite, statistica che avvalora la forza dei tortoliesi al di fuori delle mura amiche. Ancora una volta è Fabio Lai a finire nel tabellino dei marcatori, ma questa volta, a differenza dell’ultimo incontro casalingo con il Villagrande, è un goal pesantissimo, tanto da valere i tre punti. L’occasione che hanno i granata è delle più propizie, con una vittoria nell’incontro casalingo con

il San Vito, sorpasserebbero proprio i rivali, e, Gemini Pirri permettendo, volerebbero al primo posto in classifica. La Castor, a giudicare dal cammino e dalle prestazioni fino ad ora fornite, ha tutte le carte in regola per disputare una gara all’altezza delle aspettative, e con la grinta e la determinazione che fa storicamente parte del suo dna, potrebbe far sua la partitissima. Gli uomini chiave potrebbero essere tanti, ma i più in forma del momento sono: Paolo Nieddu, la cui regia a centrocampo sarà fondamentale per dare le geometrie giuste alla squadra, e i suoi inserimenti potrebbero fare del male agli avversari; Mirko Marongiu, il fantasista granata è l’uomo giusto per far saltare i cardini della difesa ospite, con la sua imprevedibilità e la capacità di creare delle ripartenze letali, sarà senza dubbio tra i protagonisti più attesi; Marco Ladu, un po’ in calo nelle ultime apparizioni, ma è pur sempre un bomber di razza, che ha suon di goal ha portato la squadra al vertice. Ultimo, ma non in ordine d’importanza, il pubblico. L’affluenza negli ultimi incontri è sempre stata in costante crescita ma questa domenica c’è bisogno di un calore ancora più entusiasmante, e siamo sicuri che i tifosi non mancheranno di sostenere la squadra in questo scontro d’alta classifica, si attende un pubblico delle grandi occasioni per la sfida che potrebbe regalare una vetta, tanto insperata, quanto meritata. La Castor c’è, ed è in un ottimo stato di grazia. I tifosi domenica si attendono una grande partita, e i giocatori cercheranno una vittoria che porterebbe al sorpasso, la freccia è inserita.. (Riccardo Melis)

Pallavolo. L’Airone fa tris

Non c’e’ due senza tre, questo poteva esser l’auspicio prima della partita di sabato e questo è stato. Tre a zero secco alle padrone di casa dell’Alfieri, altri tre punti portati a casa che valgono oro. “Buona la prova generale della squadra, che inizia pian piano ad amalgamarsi e a fare il gioco richiesto. Un gruppo di giovani che fino ora hanno dimostrato spirito di sacrificio e interpretato benissimo la mentalita’ di lavoro. Buona prestazione della giovane Giovanna Ciuffreda, ma anche delle altre new entry, che quando richiesto,

sono pronte a dare il loro supporto. Ancora indietro con la preparazione, nonostante il valido contributo tecnico dato fino ora le ultime due arrivate, il libero Carolina Sergi e l’opposto Francesca Stagno, sottolinea Mirela Sesti, dobbiamo pero’ ricordarci che ogni partita è una storia a sé, ogni vittoria o sconfitta è frutto del lavoro fatto durante la settimana”. Grande affluenza di pubblico negli ultimi incontri, non è mancato il supporto dei Pirati, segno che la pallavolo tortoliese è nel cuore della gente. La squadra è unita e questo consentirà nel corso della stagione di giocare da squadra con la giusta rabbia agonistica e determinazione, con il giusto rispetto per gli avversari senza paure, sempre e con il massimo del divertimento, forse anche è proprio questo il segreto della squadra di Tortoli ed è questo il motivo per il quale l’Airone è stato campione regionale di serie C nelle le ultime due stagioni. Il prossimo appuntamento con l’Airone Volley è fissato per il 5 novembre alle 17.30 al palazzetto di via Santa Chiara, per la gara che vedrà ospiti le Cagliaritane del Kolbe.

Arbatax: sfida salvezza contro il Nuragus Siamo arrivati a metà del girone di andata e l’Arbatax è reduce dalle prime sette gare in cui non è ancora riuscita a trovare la vittoria. Solamente 3 i punti in classifica, frutto di altrettanti pareggi. Anche nel match di domenica scorsa la compagine arbataxina ha ricevuto i complimenti della squadra avversaria, il Sadali, ma alla fine è rientrata a casa a mani vuote. Occorre una svolta e il calendario offre un’occasione ghiotta per centrare la prima vittoria stagionale. Domenica infatti sarà di scena sul campo di Fra Locci l’attesissimo match contro il Nuragus, una vera e propria sfida salvezza in cui gli uomini di Mister Cantelmi non possono fallire. L’attacco sterile arbataxino potrà finalmente contare sul totale recupero di Salvatore Scorcu e sull’estro di Riccardo Mura che ha pienamente smaltito la botta alla caviglia di due settimane fa. Sicuramente assente sarà il Mister Tino Cantelmi che verrà sostituito in panchina dal collaboratore ed attuale Diretto Sportivo dell’ Arbatax Enrico Cuccu. Il Mister si è voluto soffermare sulla partita di domenica prossima: “E’ una partita che vale molto per capire fin dove possiamo lottare. Non esiste risultato diverso dalla vittoria. Domenica dobbiamo assolutamente fare risultato, sia per la classifica che per il morale della squadra che merita un risultato soddisfacente per il lavoro che svolge in settimana. Siamo un gruppo nuovo che ha voluto un po’ di tempo per macinare gioco, ma ora è arrivato il momento della verità.” Appuntamento per domenica 6 novembre, ore 15, presso il Campo Comunale di Fra Locci. (Claudio Mascia)

Trasfera a Su Planu per il Girasole Il Girasole sarà impegnato sul campo del neopromosso Su Planu nella gara valida per l’ottava giornata di andata del Girone A di Prima Categoria, in programma domenica 6 ottobre alle ore 15. I ragazzi giallo – verdi son reduci dal pareggio beffa subito domenica scorsa contro il fanalino di coda del Triei per mano del fantasista sardo – partenopeo Mario Di Santo. Un pareggio che ha lasciato l’amaro in bocca ai ragazzi di Mister Murino che per lunghi tratti hanno mostrato una notevole superiorità sul rettangolo di gioco. Sicuramente si è fatta sentire l’assenza del bomber Stefano Mameli e del giovane Tegas, due giocatori indispensabili per l’attuale organico del Girasole. Se poi si aggiunge l’assenza di un giocatore del calibro di Tore Mereu, l’incisività in attacco perde una grossa percentuale. Nonostante tutto, continua il momento magico di Muggianu, a segno anche nella gara di domenica scorsa. Come già citato nelle precedenti volte, il Girasole paga a caro prezzo l’incapacità a chiudere la gara e allo stesso tempo la dea bendata non sembra voler bene alla matricola giallo – verde. La classifica inizia a mostrare i primi verdetti in materia di lotta play – off, e al Girasole servirebbe un filotto di vittorie per agganciare i piani nobili. Per domenica prossima sul campo del Su Planu rosa al completo, ad eccezion fatta di Tore Mereu, il quale tornerà disponibile per la prossima gara casalinga. (C.M.)

MARCELLO PILI PAVIMENTI RIVESTIMENTI - SCALE MOSAICO-GRES-CERAMICA- COTTO-MARMO-PIETRE Via Fleming, 18 Tortolì - Tel. 320 2359603 - E-mail: marcello-83@live.it

TURISMAR S.r.l. Tortolì / Arbatax (OG) • Tel. 0782.667405 - Fax. 0782.664359 e-mail: info@marinadiarbatax.it - http://www.marinadiarbatax.it VIENI A SCOPRIRE LE OFFERTE PRESSO LA NOSTRA SEDE O VISITA IL SITO INTERNET !


“La vita altrove” di Nino Nonnis

Il primo richiamo che viene in mente leggendo “La vita altrove” di Nino Nonnis, edito da Arkadia, va a “Cent’anni di solitudine”. Macondo qui si chiama Banzu ed è luogo di memoria, di trasformazioni, di oggetti simbolici e trattenimenti di nostalgìa non nostalgica. Uomini e animali, parenti e amicizie, nuovi mondi, aperture e chiusure. Il tono è intimo e lirico, descrittivo e introspettivo, e lo stile lo accompagna come in movenze di ballo, ora poetico e ora ironico, divagante e profondo. All’interno si sviluppano più storie, dalla stessa matrice

Scrittori nostrani. Intervista a Seconda Carta

Una donna dal carattere forte e dal cuore grande. Ribelle come i suoi riccioli, la tortoliese Seconda Carta oltre che alla famiglia, alla politica e all’insegnamento si dedica da sempre alla scrittura, in particolare alla poesia. Ha pubblicato recentemente la sua prima silloge poetica intitolandola “Sono canto di libertà”. Conosciamola meglio. Nel suo libro si definisce l’ultima poetessa. Perche’?

Certamen poetico al Caffè Letterario Il Caffè Letterario ( Rosa dei Venti, Arbatax) continua a far parlare di sé. Questa volta a proposito di una gara poetica che sta già attirando l’attenzione degli appassionati del genere. Infatti il 6 novembre, a partire dalle ore 17, poeti o aspiranti tali potranno sfidarsi in un duello all’ultimo verso. L’evento sarà articolato in due parti. In un primo momento le amiche del Caffè Letterario presteranno la propria voce per interpretare le poesie inviate dai poeti cosiddetti “virtuali”, cioè tutte quelle persone che hanno inviato tramite internet i propri versi alla comunità letteraria arbataxina. Alla lettura seguiranno la votazione e la conseguente proclamazione del vincitore “virtuale”. Una piccola pausa permetterà a tutti i presenti di gustare le specialità di Lollo e di prendere in prestito i libri messi a disposizione dal Caffè Letterario. In un secondo momento a farla da padrone saranno invece le agguerrite poetesse nostrane, che si metteranno in gioco leggendo i propri versi e sottoponendosi al giudizio anonimo di tutti coloro che parteciperanno all’evento. La serata si concluderà con la proclamazione della vincitrice. L’organizzatrice dell’evento Margherita Musella ricorda che “la gara non è ufficiale e si svolgerà come di consueto in un clima familiare e con modalità informali. Ciò che conta è lo scambio, l’ascolto, l’incontro, la partecipazione attiva di tutti coloro che amano la scrittura e la lettura”. Vi terremo informati sull’esito di questo divertente certamen poetico. (M.G.)

dei luoghi, nello sviluppo che le varie sorti trovano. Storie d’amore e di rinuncia ad esso, di emicizia e di odio, vissuti visceralmente, come sentimenti primordiali. Il destino è un labirinto che somiglia al caso e come tale lo si accetta. La storia è forte, intensa, complessa, come sono complesse le spiegazioni della vita. Che spesso ci costringe a vivere altrove, lasciando luoghi e consevando da un lato sentimenti. Il libro lo si legge nel suo sviluppo articolato senza mai cadute di interesse, i personaggi sono tanti, ma ognuno è come disegnato nei suoi tratti minimi, una caratteristica, una particolarità che lo distingue e lo impone. In questo l’autore dimostra una capacità di immediatezza comunicativa, pochi cenni gli bastano per connottare un personaggio e muovere il nostro interesse umano, non solo letterario verso di lui. Il tema della memoria è importante, concettualmente e come sviluppo graduale della storia. La memoria che è inseguimento di come la nostra storia si snoda, come la riportiamo e come la distorciamo, segnalando bisogni e carenze, punti d’importanza e censure, cristallizzazioni e rimozioni. Un libro da consigliare a chiunque, perché è un luogo di atmosfere e di felice scrittura, che può avvincere e convincere, chi non legge e non ha mai letto, e chi pretende da un libro e da come una storia vine scavata in profondità. Un libro che si può anche rileggere, come è capitato a me, per trovare nuove emozioni e provare il gusto del riandare a scavare nei nostri ricordi. Mi rendo conto che di primo impatto la scelta possa apparire pretenziosa. In realtà ho scelto questo epiteto un po’ per stuzzicare la curiosità dei lettori, un po’ per fare riferimento al mio arrivare dopo una lunga serie di donne-poetesse eccezionali che per me sono state fonte di ispirazione. Mi riferisco ad esempio a Paola Alcioni, Marianna Bussalai e Alda Merini. Quali sono le tematiche-cardine di questa raccolta? Le poesie che ho qui raccolto sono una cinquantina. Hanno un comune denominatore ( sono cioè destinate a chi ha posto la libertà al centro della propria vita) ma le tematiche specifiche sono tra le più variegate: si passa dalle poesie di denuncia sociale a quelle dal sapore storico, dai versi dedicati all’amore e agli affetti alle parole destinate alla nostra terra sarda e all’ambiente. Dedicherebbe una poesia ai nostri lettori? Certamente. Dedico “Spiegherò le mie vele” a tutti coloro che sentono costantemente l’esigenza di ripartire, di rinnovarsi e migliorare. Spiegherò le mie vele/ Costeggerò/ Luoghi sconosciuti/ Dove

troverò/ Ciò che/ Da tempo cercavo./Il mio pensiero/ Governerò/ Nelle maree ostili/ E turbolente/ E paura non avrò./Spiegherò le mie vele/ Sono figlia di marinaio/Non mi spaventerò/ I flutti e le procelle/ Sconfiggerò/ E la baia/ Raggiungerò./ Ma poi un’altra volta.../ Spiegherò le mie vele... Cos’e’ per lei la poesia? A tredici anni leggevo Lorca e Neruda: avevo già capito che la poesia sarebbe stata compagna della mia vita. E poi la poesia per me è libertà! È un sentimento tradotto in versi, che arriva direttamente dall’anima e spinge per venire fuori, per essere espresso a parole. È un fiume che scorre inesorabile verso il mare e che mi ha aiutata a rimanere a galla in molti momenti duri della mia vita. Progetti per il futuro? Il mio prossimo lavoro sarà una raccolta di poesie e racconti brevi dedicati a grandi e piccini e scritti in lingua sarda. Ad una parte scanzonata e leggera seguirà una parte autobiografica, più profonda. Ad aiutarmi in questo progetto è già all’opera un meraviglioso gruppo di giovani artisti sardi. (Michela Girardi)

TortoheliePress

Venerdì 4 Novembre 2011 • tortoheliepress@gmail.com

CULTURA

7

I NOSTRI CONTATTI Telefono: 070 5435166 Cellulare: 329 5399174 Fax: 0782 576408 tortoheliepress@gmail.com redazione@tortohelie.it

TortoheliePress Il Giornale di Tortolì lo trovi

online dal Giovedì!

WWW.TORTOHELIE.IT

www.immobilialbatros.com Cerchiamo case in affitto PER TUTTO L’ANNO Vieni a scoprire le nostre offerte presso la nostra agenzia o sul nostro sito internet Via Cairoli - Tortolì (OG) Telefono 0782 620077 immobilialbatros@gmail.com


Tortohelie 21  

Il giornale di Tortolì

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you