Page 1

IL MAGAZINE CHE PORTA L’ITALIA NEL MONDO. E IL MONDO IN ITALIA

Starring JOE BASTIANICH ANDREA BOCELLI

Virtual reality Le nuove frontiere dell’immaginazione

Pechino Nel cuore della Cina

World Heritage I patrimoni dell’umanità Unesco

Gustav Thöni La storia della Valanga Azzurra

YOUR PERSONAL COPY


Benvenuti a bordo CRAMER BALL

Alitalia’s CEO

Mentre ci prepariamo a mettere via gli abiti invernali e iniziamo a pensare all’arrivo della bella stagione, Alitalia si appresta a lanciare, a partire dal prossimo 26 marzo, la nuova programmazione estiva. E spero apprezzerete le nuove offerte. Dal nostro hub di Roma voleremo verso la dinamica Los Angeles, l’elettrizzante Chicago e la splendida Toronto. Tre fantastiche ed emozionanti destinazioni che si aggiungeranno alle rotte già operative sul nord America: New York, Miami e Boston. Il 1° maggio inaugureremo il nuovo collegamento da Roma verso la capitale ucraina di Kiev e raggiungeremo Mosca dalle città siciliane di Catania e Palermo. Per molti di voi che amano trascorrere le vacanze estive nei paesi del Mediterraneo, la nostra Compagnia ha previsto un’ampia scelta di collegamenti dall’Italia verso le principali destinazioni greche e spagnole, isole incluse, e due note località della Croazia. Da non-italiano, resto sempre incantato di fronte alla bellezza della mia nuova, bellissima patria di adozione. So bene che questa sensazione è condivisa da molti di voi e per questo abbiamo deciso di rafforzare i collegamenti domestici, in particolare quelli da e per la Sicilia e la Sardegna. Ma oltre a nuove destinazioni, nei mesi passati abbiamo anche lavorato molto allo scopo di rendere più confortevoli le cabine degli aerei di lungo raggio e, dunque, ancora più piacevole il vostro viaggio. L’intera flotta di A330 è stata interamente rinnovata, con l’introduzione del Wi-Fi, della live TV e di un nuovo e migliore sistema di intrattenimento di bordo. Anche la ristrutturazione interna dei primi tre Boeing 777 è ormai completa. La nostra offerta di collegamenti per l’estate è ricca di proposte. A voi ● la scelta. Non resta che mettervi comodi e godervi un piacevole viaggio.

Get ready to pack away your winter clothes and start thinking about the days getting longer as Alitalia’s new programme of flights for the summer starts to take to the skies from 26 March. I hope that you will like what we have on offer. From our home base in Rome we’ll fly to lively Los Angeles, cool Chicago and terrific Toronto, three fantastic and vibrant cities to join our existing North American routes to New York, Miami and Boston. And we’ll start flying from 1 May to the Ukrainian capital Kiev and begin new Sicilian flights from both Palermo and Catania to Moscow. But for many, the summer months means the Mediterranean region and we have scores of new flights from throughout Italy to the ever popular islands and mainlands of both Greece and Spain, as well as new hotspots in Croatia. As a non-Italian I’m constantly amazed at what my relatively new and beautiful “home” country can provide. And many of you, quite rightly, seem to have the same feelings towards this wonderful nation. So, we’re adding many more domestic flights all around Italy, especially to and from Sicily and Sardinia. As well as the destinations themselves, we’ve worked hard throughout the winter months to start to upgrade the cabin interiors of our long-haul fleet of aircraft. All of our wide-body Airbus A330 aircraft are fully kitted out with Wi-Fi, live TV and better in-flight entertainment and three of our Boeing 777-200 aircraft have been refurbished in time for summer. So there’s much more choice from Alitalia for you to look forward to this summer. In the meantime, sit back and enjoy your flight with us today. ●

ULISSE _ febbraio 2017 _

5


metaenergia.it

Editoriale ANDREA BRAMBILLA

direttore di Ulisse

TRA SOGNO E REALTÀ Il futuro della realtà virtuale è oramai senza frontiere; la tecnologia software attuale e anche futura ci porta sempre di più a vivere in modo diverso la nostra vita, o perlomeno quello che ci circonda. Oggi possiamo provare la sensazione di volare, fare windsurf, trasformarci in un astronauta, guardare un evento sportivo da diverse prospettive e giocare con un livello di realismo incredibile. Le prossime frontiere di questo mondo, della tecnologia 2.0 della realtà virtuale, si chiama “merged reality”, che tradotto significa realtà fusa, ovvero la possibilità di interagire con un soggetto o un oggetto che si avvicina a noi, virtualmente, e che poi potrebbe diventare reale. Pensiamo quindi ad un futuro dove potremo acquistare abiti, mobili, auto e tanto altro provandoli in modo virtuale per poi ordinarli on-line e riceverli a casa nostra, magari consegnati da un drone. Oppure visitare da casa, senza muoverci dal nostro divano, uno dei più bei siti Unesco che troverete su questo numero. Probabilmente il nostro futuro, o quello delle prossime generazioni, potrebbe dividersi sempre di più tra realtà, poca, e vita virtuale, più comoda e facile da vivere. Questo renderebbe vera la teoria del filosofo transumanista Nick Bostrom che a inizio secolo avanzò l’ipotesi che il nostro universo sia una simulazione programmata al computer. Lo è già o lo sarà con la realtà virtuale? ● BETWEEN DREAM AND REALITY By now the virtual reality future is borderless; current as well as future software technology is increasingly leading us to live our lives, or at least what surrounds us, in a different way. Nowadays we can feel the sensation of flying, windsurfing, being an astronaut, watching a sporting event from different perspectives, and playing with an incredible level of realism. The next frontier of this world, of the 2.0 technology of virtual reality, is called “merged reality”, or rather the possibility of interacting with an object or an individual which is virtually approaching us and which could eventually become real. We are, therefore, projected into a future where we will be able to buy clothes, furniture, cars and much else, trying them on virtually and then ordering them online and having them delivered at home, with any luck via drone. We could also visit from our homes, sitting on the sofa, one of the world’s most beautiful Unesco sites, which you will find described in this issue. Our future, or that of next generations, could be increasingly divided into reality, little, and virtual life, more convenient and easy to live. This would make the transhumanist philosopher Nick Bostrom’s theory true. Early this century he hypothesized that our universe is a computerprogrammed simulation. Is it already, or will it be through virtual reality? ●

GUADAGNARE MIGLIA CON METAENERGIA È COME VOLARE.

GUADAGNA MIGLIA CON LA BOLLETTA ENERGETICA DI CASA. Per ogni nuovo contratto Dual Luce+Gas guadagni 4.000 miglia in un anno. Scegliendo un contratto Singolo Luce oppure Gas ne guadagni 1.800. ATTIVARE L’OFFERTA È FACILISSIMO, SCOPRI COME SU METAENERGIA.IT

6

_ ULISSE _ febbraio 2017


Contents February 2017 Takeoff 12 — 13

Venezia in maschera Venice in mask for carnival

14 — 15 16

The Most Inspiring Cities La cosa giusta Parmigiani Fleurier Toric Chronomètre

Wow Wo 19

La classifica delle statue più alte del mondo The ranking of the highest statues in the world

20

Un osservatorio sul mondo Overlooking the world

Le meraviglie del mondo 46 — 55

22

Bari. Panchine che parlano Bari. The talking benches

24

Si scaldano i motori della storica kermesse The historical even is gearing up to kick off

26

Agrigento. Mandorli, presagio di primavera Agrigento. Almond trees are already in bloom

27

Estro ed esperienza: a tu per tu con il Re del Cioccolato Creativity and experience: face to face with the king of chocolate

28 — 29

Le 5 cose da non perdere per niente al mondo The five things you must never lose at any price

30

Arte. I Romanov e la Rivoluzione d’Ottobre del 1917 Art. Romanov and the 1917 October Revolution

Colorare la velocità 66 — 69

32

Joe Bastianich

34 — 35

Fashion Point

36 — 41 42 — 45 Nuovi mondi si aprono di fronte a noi grazie a tecnologie sempre di più al limite della fantascienza. © Colin Anderson/ Blend Images/Getty New worlds are opening in front of us thanks to new technology which boarders ever more on science fiction.

_ ULISSE _ febbraio 2017

Notizie dal mondo News from the world

VIRTUAL REALITY

8

Eccellenze italiane Italian Excellence

GreatBeauty 48 — 55

Unesco. Le meraviglie del mondo UNESCO. The wonders of the world

56 — 59

Virtual Reality


Rivista mensile di bordo Anno XXXIX n. 387 Febbraio 2017 EDITORE ALITALIA Società Aerea Italiana S.p.A. Via Alberto Nassetti 00054 Fiumicino (RM) Reg. Trib. Civitavecchia n. 3/16 del12/4/2016 già Reg. Trib. Roma n. 16917/77 del 3/8/77 REALIZZAZIONE EDITORIALE SPORT NETWORK SRL Via Messina 38, 20154 Milano DIRETTORE EDITORIALE Alessio Vinci

61 — 63

Just one

64 — 65

La storia degli Oscar: record e tutte le curiosità The history of Oscars: the records and stats

66 — 69

Aldo Drudi. Colorare la velocità Aldo Drudi. Adding color to speed

70 — 73

Catia e Mauro Uliassi. L’arte in cucina Catia and Mauro Uliassi. Art in the kitchen

74 — 78

Milla Jovovich. Eroina immortale Milla Jovovich. Immortal Heroin

80 — 83

Il principe di Stefano Ricci The prince of Stefano Ricci

DIRETTORE RESPONSABILE Andrea Brambilla direzione.ulisse@sportnetwork.it

84 — 91

ART DIRECTOR Massimo Zingardi

92 — 93

Misteriosa Cina Mysterious China

Un’esperienza di gusto A taste experience

REDAZIONE ROMA Piazza Indipendenza 11/B, 00185 Roma REDAZIONE MILANO Via Messina 38, 20154 Milano REDAZIONE BOLOGNA Via del Lavoro 7, 40068 San Lazzaro di Savena (BO) redazione.ulisse@sportnetwork.it Segreteria di Redazione centrale 06/4992321 segreteria.ulisse@sportnetwork.it REDAZIONE AZ Rosita Di Bernardo redazioneulisse@alitalia.it EDITING EDIPRESS SRL - www.edi-press.com PROGETTO GRAFICO Akimudi TRADUZIONI Raffaella Ficara (Edipress) HANNO COLLABORATO: Bianca Ascenti, Joe Bastianich, Andrea Bocelli, Antonio Capitani (Oroscopo), Marta Centra (Edipress), Marzia Ciccola (Beauty), Stefano Cocci (Edipress), Monica Codegoni Bessi, Francesca Colello (Edipress), Silvia Doria (Edipress), Stefania Esuperanzi (Edipress), Daniela Fagnola (Orologi), Federico Garbin, Cristina Griner (Turismo), Leonardo Iannacci, Giulia Lenzi, Luigi Massari (Motori), Renata Molho (Coordinamento Moda), Silvia Nani, Valeria Oneto (Stylist), Francesca Pini (Arte), Silvia Pino (Edipress), Gianni Rusconi (Hi-Tech), Giangiacomo Schiavi, Flavio Vanetti, Ilaria Vescovo (Illustrazioni) FOTOGRAFIE DPS, Getty Images, Hemis, IrisLab Lapresse, Contrasto, Olycom CONCESSIONARIA ESCLUSIVA PER LA PUBBLICITÀ SPORT NETWORK SRL Via Messina 38, 20154 Milano Tel. 02/34962420 PREPRESS E STAMPA POLIGRAFICI IL BORGO S.R.L. Via del Litografo, 6 40138 Bologna Tel. +39 051 6034001 Fax +39 051 603401

Happyend 95 — 99

I 7 migliori carnevali del mondo The seven best carnivals in the world

100 — 101

Moda Uomo: Urban soul

102 — 103

Moda Donna: Passion Plissè

104

Time Life. Lo stile al polso Time Life. Style your wrist

106

Hi-Tech. La tecnologia fatta su misura Hi-Tech. Technology made to measure

107

Engines. Novità dal mondo dei motori News from the world of engines

108

Bellissima. The perfect foundation

110

Uomo in Vogue. Maschili per vocazione Man in Vogue. Male vocation

112

Pack for Him

114

Pack for Her

117 — 119

Address: Nizza, Bologna

120 — 121

Praga, cuore d’Europa Prague, the heart of Europe

122 — 123

Oroscopo Horoscope

124 — 129

When we were kings

162

ANDREA BOCELLI – Con te partirò Time to say goodbye

10

_ ULISSE _ febbraio 2017


Takeoff

pronti al decollo

Venezia in maschera “La stagion del Carnoval tutto il mondo fa cambiar. Chi sta bene e chi sta male Carneval fa rallegrar”. Prende il via l’11 febbraio la festa più colorata della Laguna, i cui sfarzi tutto il mondo ci invidia e che Carlo Goldoni descrisse così in una poesia del 1751. Fino a martedì grasso, che quest’anno cade il 28 febbraio, Venezia sarà teatro di sfilate, feste in maschera, iniziative nei teatri, nei locali e fra le strade. A cominciare dalla spettacolare inaugurazione, durante la quale il Rio di Cannaregio si trasformerà in un palcoscenico d’acqua con performance, suoni e colori. Dalla Festa delle Marie al celebre Volo dell’Angelo, passando per il ballo del Doge, uno degli eventi più glamour ed esclusivi al mondo, dove i sontuosi costumi, le performance e il lusso faranno vivere ai fortunati partecipanti una notte magica sospesa nel tempo.

Venice in mask for carnival “The Carnival season changes the world. It cheers people up whether they are happy or not,” the renowned Italian playwright Carlo Goldoni wrote of the Venice carnival in his 1751 poem. The lagoon’s most colorful celebration, whose splendor is the envy of the world, kicks off on February 11. Until Mardi Gras - this year set to fall on February 28th – Venice will be the stage for parades, masquerades, and theater initiatives performed in various hangouts, or on the streets. The opening is due to get off to a spectacular start, with the Rio di Cannaregio transformed into a water stage with artists’ performances, sounds and colors. Events include the Festa delle Maria, the famous Angel’s Flight and the Doge’s ball. The latter is one of the most glamorous and exclusive events in the world, where sumptuous costumes, art performances and luxury ensure that lucky participants experience a magical night suspended in time. Alitalia collega Roma e Venezia con 41 frequenze settimanali. Visita alitalia.com per le informazioni sui voli e per l’acquisto dei biglietti.

12

_ ULISSE _ febbraio 2017

Alitalia connects Rome to Venice with 41 weekly flights. Visit alitalia.com for flight information and to purchase tickets.

ULISSE _ febbraio 2017 _

13


Takeoff

pronti al decollo

The mostINSPIRING CITIES

Quattro italiane tra le città più stimolanti del 2016 Si fa presto a consigliare una meta di viaggio basandosi sulle proprie esperienze soggettive. Travelbird, nota compagnia di viaggi low cost, ha cercato invece di stilare una classifica più oggettiva, con tanto di punteggio, delle città più stimolanti del 2016 tenendo conto di otto diversi criteri connessi con la creatività, il romanticismo, la cultura e l’innovazione. Tra i fattori influenti, la presenza di compagnie teatrali e scuole d’arte, musei e gallerie, e poi ancora dell’industria musicale e cinematografica, ma anche il numero di start up per misurare l’innovazione. Per attribuire un punteggio relativo al “romanticismo”, Travelbird si è affidato alle ricerche effettuate su Google correlate a esperienze romantiche da vivere in ogni città. Il risultato? Una Miami a pieni voti (punteggio 100) e, prima tra le europee, Bruges (Belgio), in seconda posizione. La prima italiana? Firenze, in decima posizione con 58.9 punti. E non mancano Venezia (25esima), Roma e Milano, 56esima e 57esima.

5

4 6

9

2

8 7 10

3

1

The 2016 most inspiring city ranking includes four Italian cities It’s easy to suggest a travel destination based on your own experience. Travelbird, a renowned travel agency, tried to draw up a more objective list, complete with scores, of the most inspiring cities in 2016. They did this by taking into account eight different criteria associated with creativity, romanticism, culture and innovation. Influential factors include the number of performing art companies and art schools, museums and galleries, and the presence of the music and cinema industry, while the number of startups was also taken into consideration to assess the degree of innovation. To establish the score relevant to “romanticism”, Travelbird relied on Google searches correlated with romantic experiences in each city. The result? Miami got the maximum score (100) and Bruges (Belgium) – the first among the European cities – ranked second. The first Italian city? Florence came in at tenth place with 58.9 points. Venice made an appearance in 25th place and Rome and Milan came respectively in 56th and 57th place.

14

_ ULISSE _ febbraio 2017

top performers

INSPIRATIONAL RANKING

1 MIAMI

100.00

USA

2 BRUGES

BELGIUM

3 SAN FRANCISCO

71.53

4 BRISTOL

70.34

USA

71.95

UK

5 REYKJAVIK

68.83

ICELAND

6 SANTIAGO DE COMPOSTELA 68.08 SPAIN

7 SALZBURG

63.37

9

63.05

10 FLORENCE

AUSTRIA

8 ZURICH SWITZERLAND

HEIDELBERG 59.85 GERMANY 58.90

ITALY

ULISSE _ febbraio 2017 _

15


Takeoff LA COSA GIUSTA “Che sia il migliore o il peggiore dei tempi, è il solo tempo che abbiamo„

“Whether it’s the best of times or the worst of times, it’s the only time we’ve got„

(ART BUCHWALD)

Parmigiani Fleurier Toric Chronomètre ESCLUSIVO. È stato il primo orologio da polso disegnato nel 1996 da Michel Parmigiani – maître horloger, esperto di restauro nonché fondatore di Parmigiani Fleurier. E oggi è il primo a essere reinterpretato dal nuovo direttore creativo, l’architetto francese Thierry Conquet – che si accinge a rivisitare l’intero catalogo della Maison, a cominciare proprio dalle collezioni più iconiche, e qui ne coglie appieno i valori fondanti.

16

_ ULISSE _ febbraio 2017

DETTAGLI. La cassa in oro rosso (oppure bianco) è stata completamente rivisitata nelle proporzioni (misura 40 mm di diametro e nemmeno 10 di spessore) e ora risulta più sottile ed ergonomica. Splendido il quadrante grainé, realizzato con un mix di sale e polvere d’argento, poi spazzolato a mano, con un effetto finale di estrema eleganza. E di estrema qualità, infine, il movimento meccanico a carica automatica, ovviamente di manifattura.

EXCLUSIVE. The first wristwatch designed in 1996 by Michel Parmigiani – maitre horloger, restoration expert, and founder of Parmigiani Fleurier, is the first to be reinterpreted by new Creative Director, Thierry Conquet. A French architect, Conquet is in the process of redesigning the Maison’s entire catalogue, beginning with the most iconic collections, where he perfectly captures the company’s core values.

DETAILS. The red (or white) gold case has been completely redesigned in its proportions (40 mm in diameter and nearly 10mm thick), and is now thinner and ergonomic. The gorgeous grainé dial is made from a mixture of silver salt and dust, which is then brushed by hand to extremely sophisticated effect. Finally, the top-quality automatic winding movement is clearly built in-house.


wow

Quando il mondo è ancora capace di sorprenderci World's Surprises

I Paesi asiatici dominano la classiica delle statue più alte del mondo. Il primato spetta alla Cina da ben 15 anni, con un Buddha gigantesco

1

Buddha Zhōngyuán

Lushan, Cina

128 metri (153 totali)

ZGPDSZZ

Nell’immaginario collettivo, la Statua della Libertà di New York è la più famosa, ma con soli 46 metri (93 totali con basamento) si colloca al ventisettesimo posto tra le statue più alte del mondo. Dal 2002, anno in cui si sono conclusi i lavori, la statua più alta è l’imponente Buddha Zhōngyuán. Interamente in bronzo, sovrasta il tempio del Buddha Primaverile a Zhaocun, in Cina, vicino una sorgente termale dalle famose proprietà terapeutiche. Compreso l’edificio sul quale è costruita arriva a 153 metri. Al secondo posto vi è ancora un Buddha, il Laykyun Setkyar, inaugurato nel 2008 in un villaggio della Myanmar. La statua è alta 116 metri, 12 in meno della precedente, ma vanta un’altezza complessiva pari a 129,5 metri. Una curiosità: tra le prime 10 statue, sette sono legate al buddhismo. Le tre di diversa ispirazione si trovano subito dopo il podio. Al quarto posto si colloca la statua degli imperatori Yan e Huang, terminata nel 2007 in Cina e alta 106 metri; al sesto la discussa statua bronzea di Pietro il Grande, a Mosca, che raffigura Pietro I di Russia come fosse Cristoforo Colombo, alta 94 metri. Chiude la classifica, al decimo posto, La Madre Patria Chiama, allegoria della Madre Russia, in cui si trova, alta 85 metri compresa la lunga spada di 33. (S.D.) ASIAN COUNTRIES DOMINATE THE RANKING OF THE HIGHEST STATUES IN THE WORLD. CHINA HAS HELD THE RECORD FOR 15 YEARS WITH A GIANT BUDDHA

In the collective imagination, the Statue of Liberty in New York is the most famous, but at only 46 meters tall (93 in total with the base) it ranks 27th in the list of the highest statues in the world. Since 2002, when works finished, the highest statue is the majestic Buddha Zhōngyuán. Entirely made from bronze, it dominates the Spring Buddha temple in Zhaocun, China, close to a thermal spring with famous therapeutic properties. Including the building on which it is built, the statue reaches 153 meters high. In second place is another Buddha, the Laykyun Sekkya, which was inaugurated in 2008 in a village in Burma. At 116 meters high, it is 12 meter less than the Buddha Zhōngyuán, although its total height reaches 129.5 meters. An oddity: seven out of the top ten statues are related to Buddhism. The three differently inspired statues are ranked just after the top three. Fourth place is held by the statue of Emperors Yan and Huang, completed in 2007 in China (106 meters); sixth place goes to the controversial bronze statue of Peter the Great, in Moscow, depicting Peter I of Russia as if he were Cristoforo Colombo (94 meters). Rounding off the list, in tenth place we find The Motherland Calls, an allegory of Mother Russia, where it is located. It stands at 85 meters high, including the 33-meter long sword.

2

Laykyun Setkyar Monywa, Myanmar 116 metri (129,5 totali)

3

Ushiku Daibutsu Ushiku, Giappone 110 metri (120 metri totali)

4

Statua degli imperatori Zhengzhou, Cina 106 metri

5

Sendai Kannon Sendai, Giappone 100 metri

6

Statua di Pietro il Grande Mosca, Russia 94 metri

7

Grande Buddha della Thailandia Ang Thong, Thailandia 92 metri

8

Buddha di Ling Shan Wuxi, Cina 88 metri

9

Dai-Kannon di Hokkaidō Ashibetsu, Giappone 88 metri

10

La Madre Patria Chiama Volgograd, Russia 85 metri

ULISSE _ febbraio 2017 _

19


WOW “Non abbiamo ancora capito gli errori della modernità. L’arte aiuta a riflettere sul mondo„

Milano

“We haven’t yet understood the mistakes of modernity. Art helps us to ponder on our world„ MIUCCIA PRADA

OSSERVATORIO A Milano, 800 metri quadrati dedicati alla fotografia contemporanea. In Milan, an eight-hundred-squaremeter space dedicated to photography.

Fondazione Prada Fondazione Prada apre a Milano un nuovo spazio espositivo dedicato a fotografia e linguaggi visivi. In galleria Vittorio Emanuele ottocento metri quadri su due livelli, al quinto e sesto piano, accolgono Osservatorio, che si trova proprio a livello della cupola di ferro e vetro che sovrasta l’Ottagono, e che si può ammirare dalle grandi pareti vetrate. Immagini fotografiche da un lato e il panorama della cupola dall’altro rendono questo luogo ancora più suggestivo e certamente una méta che entrerà nelle abitudini e nei cuori dei milanesi. Fino al 12 marzo, la mostra Give Me Yesterday, con la curatela di Francesco Zanot, riunisce più di 50 opere di 14 autori italiani e internazionali che esplorano l’uso della fotografia come diario personale, in un arco di tempo che va dall’inizio degli anni Duemila a oggi. E nonostante il tema sia stato già profondamente trattato in passato da artisti come Nan Goldin, Larry Clark, Richard Billingham e Wolfgang Tillmans, i giovani autori di Give Me Yesterday oggi hanno un elemento in più con cui confrontarsi: i social e la circolazione ininterrotta di immagini prodotte e condivise. Così sostituiscono l’immediatezza e la spontaneità dello stile documentario con il controllo estremo dello sguardo di chi osserva ed è osservato. Un nuovo diario visuale tra immagini spontanee e allestite, che prende spunto da uno stile più ripetitivo tipico del web e lo applica alla componente performativa. (M.C.) www.fondazioneprada.org

20

_ ULISSE _ febbraio 2017

KENTA COBAYASHI, SMOKING (KENT), #SMUDGE, 2016 KENTA COBAYASHI COURTESY G/P GALLERY

Un Osservatorio sul mondo

OVERLOOKING THE WORLD The Prada Foundation in Milan is opening a new exhibition area dedicated to photography and visual languages. The Vittorio Emanuele gallery - an eighthundred-square-meter area divided in two levels on the 5th and 6th floors - hosts the Osservatorio, which lies on the same level as the iron and glass dome dominating the Octagon, seen from the Osservatorio’s large windows. Photographic images on one side and a dome view on the other render the location even more evocative, and there is no doubt that it will conquer Milanese hearts and become one of their go-to destinations. On display until March 12, the exhibition Give Me Yesterday, curated by Francesco Zanot, gathers more than 50 works by 14 Italian and

Da Milano Linate Alitalia offre 543 frequenze settimanali verso 21 destinazioni, di cui 12 nazionali e 9 internazionali. Da Milano Malpensa sono disponibili complessivamente 19 collegamenti settimanali per: Abu Dhabi (7), New York JFK (7), Tokyo (5). Per conoscere le offerte e per l’acquisto dei biglietti visita alitalia.com

international artists who explore the use of photography like a personal diary, in a time span ranging from the beginning of the twenty-first century to date. Although the issue has already been deeply explored in the past by artists the likes of Nan Goldin, Larry Clark, Richard Billingham and Wolfgang Tillmans, today the young artists of Give Me Yesterday have an extra element to take into account: social networks and the constant circulation of instant and shared photos. In this way they replace the immediacy and spontaneity of the documentary style with extreme control over the gaze of those who observe and are observed. This new visual diary includes spontaneous or staged images with a more repetitive style typical of the web, and a performative component. (M.C.)

From Milan Linate Alitalia offers 543 weekly flights to 21 destinations (12 national and 9 international). From Milan Malpensa a total of 19 weekly flights are available, to: Abu Dhabi (7), New York JFK (7), Tokyo (5). To find out the offers and to purchase tickets visit alitalia.com

ULISSE _ febbraio 2017 _

21


WOW

Bari Il meglio della letteratura tra il molo San Nicola e piazza Diaz

Panchine che parlano

ALESSIO FASANO

Si chiamano proprio Talking Bench e con i loro colori animano l’elegante lungomare del capoluogo pugliese. Sono le panchine realizzate dagli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Bari, che hanno trasformato in immagini alcune citazioni tratte da opere di autori baresi come Gianrico Carofiglio, Nicola Lagioia, Antonella Lattanzi, per citare i più noti, ma che hanno anche tratto ispirazione da temi di attualità, dai linguaggi giovanili e dai social network. Le frasi prescelte, estrapolate dai principali romanzi degli ultimi anni ambientati a Bari e ispirate a valori di libertà e di amore per la città, sono state selezionate dai detenuti della locale Casa Circondariale nell’ambito di un laboratorio di lettura tenuto dall’associazione PopHub, che ha coordinato l’intero progetto, patrocinato dall’Amministrazione comunale. Le panchine, inaugurate poco prima di Natale, sono al momento dieci, nel tratto compreso tra il molo San Nicola e piazza Diaz, ma la calorosa accoglienza loro riservata dai baresi fa ben sperare che presto a “parlare” ci sia l’intero lungomare.

Alitalia collega Bari con Roma Fiumicino (34 frequenze settimanali) e Milano Linate (37 frequenze settimanali). Dallo scalo pugliese è attivo anche un servizio trisettimanale per Tirana (lunedì, mercoledì e domenica). Per scoprire tutte le offerte visita alitalia.com

22

_ ULISSE _ febbraio 2017

THE TALKING BENCHES Called the “Talking Benches”, their colors enliven the chic waterfront of the Apulian capital. Students from the Academy of Fine Arts in Bari made the benches by transforming quotations into images from the works of Bari writers the likes of Gianrico Carofiglio, Nicola Lagioia, Antonella Lattanzi, to name the most popular. The students also took inspiration from current affairs, youth slang, and social networks. The selected sentences – taken from the most important novels of recent years set in Bari and inspired by the values of freedom and love for the city – were picked by inmates of the local district prison as part of a reading workshop held by the PopHub Association, which coordinated the entire project, sponsored by the local administration. There are currently ten benches, inaugurated just before Christmas and located between Saint Nicholas quay and Diaz Square. But thanks to a warm welcome from the people of Bari, it is hoped that the whole waterfront could soon be “talking”.

Alitalia connects Bari with Rome Fiumicino (34 weekly flights) and Milan Linate (37 weekly flights). From the Apulian airport a tri-weekly service is available to Tirana (Mondays, Wednesdays and Sundays). To discover all the offers visit alitalia.com.


WOW

Geneva International Motor Show

Si scaldano i motori della storica kermesse Dai primi di marzo e per 11 giorni Ginevra ospiterà al Palexpo il Geneva International Motor Show, uno fra i cinque principali Saloni dell’automobile del mondo, insieme con quelli di Francoforte, Parigi, Detroit e Tokyo. Nei padiglioni ginevrini, oltre ad aggirarsi fra l’attuale produzione e fra i nuovi modelli in arrivo nelle concessionarie, sarà possibile farsi un’idea sullo stato dell’arte in tema di vetture elettriche, di veicoli a guida autonoma, di auto WARM UP THE ENGINES OF THE HISTORIC EVENT connesse e dotate di sistemi di infotainment evoluti. Da In early March, and for 11 days the Palexpo in Geneva mesi il Salone di Ginevra ha registrato il tutto esaurito is set to host the Geneva International Motor Show, one per quanto riguarda gli spazi espositivi, prenotati con amof the five major motor shows in the world, along with those held in Frankfurt, Paris, Detroit and Tokyo. In pio anticipo da costruttori di tutto il mondo, da giganti the stands in Geneva, as well as meandering between dell’industria come da aziende con produzioni di nicchia. current production and new models coming soon in Nessuno vuole mancare (circa 200 gli espositori provedealerships, visitors can get an idea nienti da una trentina di Paesi, of the new offers in terms of electric nel 2016), soprattutto percars, self-guide vehicles, and smart INFO ché la Svizzera non ha grandi cars equipped with cutting-edge Palexpo, Route Francois-Peyrot 30, 1218 Le Grand-Saconnex fabbriche d’auto sul proprio infotainment systems. The Geneva Come arrivare: in auto seguendo le indicazioni territorio e dunque tutte le Motor Show has been sold out for per Palexpo, Aeroporto di Ginevra. Case godono del medesimo months as far as the exhibition areas In aereo: il Salone si raggiunge a piedi dall’aeroporto. are concerned, booked-up well in status. Naturalmente l’alto nuIn treno: il Salone dista tre minuti a piedi dalla stazione advance by constructors from all mero di Costruttori presenti Ginevra Aeroporto. In bus/tram: linee 5, 28 e Y. over the world, from giants of the va a beneficio dei visitatori: i Apertura: 9-19 marzo 2017. Orari: 10.00-20.00 da lunedì sector to companies producing niche 690.831 dell’anno scorso, ad a venerdì. 9.00-19.00 sabato e domenica products. No one wants to miss it Biglietti: adulti, 16 Franchi Svizzeri (circa 15 euro); esempio, hanno potuto vede(around 200 exhibitors from thirty da 6 a 16 anni, 9 CHF. Prezzi scontati del 50% per i biglietti re un centinaio di modelli in countries came in 2016), mainly venduti a partire dalle ore 16.00 e da utilizzare in giornata. anteprima mondiale. Per la because Switzerland has no major Biglietti acquistabili on line sul sito gims.swiss. sua collocazione a inizio d’ancar factories, and therefore all brands no, in campo neutro e in una Palexpo, Route Francois-Peyrot 30, 1218 Le Grand-Saconnex enjoy the same status. Naturally, the How to get there: by car following signs for Palexpo, large number of manufacturers is of zona centrale dell’Europa, il Geneva Airport. By plane: the Motor Show is within walking benefit to visitors: last year, 690,831 Salone di Ginevra è dunque distance from the airport. By train: the Motor Show is a visitors had the chance to admire a un’occasione unica per sognathree-minute walk from Geneva Airport station. hundred or so models in a worldwide re davanti a tante affascinanti Bus/Tram: lines 5, 28 and Y preview. Held in early 2017 on GT, vedere da vicino l’auto Opening: 9-19 March 2017. Hours: 10:00 to 20:00 from neutral ground and in a central part che magari compreremo fra Monday to Friday. 9:00 to 19:00 Saturday and Sunday of Europe, the Geneva Motor Show poche settimane o immaginare Tickets: adults, 16 Swiss francs (about 15 Euros); Children: is a unique opportunity to dream in con maggiore consapevolezza 6 to 16 years, 9 CHF. Prices discounted by 50% for tickets front of so many captivating GTs, to quella che acquisteranno investarting from 16.00, to be used within the day. see up close the car that we may be Tickets can be purchased online on the website gims.swiss. buying in a few weeks, or to imagine ce i nostri bambini. (L.M.) #GimsSwiss

with greater awareness the one our children will buy one day.

gims.swiss

Sono 17 le frequenze settimanali che Alitalia mette a disposizione tra Roma Fiumicino e Ginevra. Da fine marzo la compagnia potenzierà l’offerta con l’introduzione di due nuove frequenze settimanali. I collegamenti sono operati con Embraer E75 da 88 posti. Per scoprire tutte le offerte e per l’acquisto dei biglietti visita alitalia.com 24

_ ULISSE _ febbraio 2017

Alitalia offers 17 weekly flights connecting Rome Fiumicino and Geneva. By the end of March our company is set to strengthen the offer with the introduction of two new weekly flights. Connections are operated on an 88-seater Embraer E75. To find out all the offers and to purchase tickets visit alitalia.com


WOW

Agrigento Nella Sicilia sud occidentale un luogo magico fiorisce già a febbraio

Mandorli, presagio di primavera In Sicilia i mandorli fioriscono prima rispetto al resto d’Europa, tra gennaio e febbraio. Un fenomeno precoce quanto spettacolare che ricorda nella maniera più pittoresca l’avvicendarsi della primavera. È, questa, la stagione ideale per assistere alla trasformazione del paesaggio in perfetta armonia con le bellezze archeologiche di una parte della Sicilia forse troppo lontana dai consueti circuiti turistici, eppure tanto affascinante e ricca di suggestione. Si estende qui, per circa 1.300 ettari, il Parco della Valle dei Templi, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. I resti dell’antica città di Akragas, con i dieci templi eccezionalmente conservati, sono immersi tra ulivi e mandorli secolari, luogo perfetto per la celebrazione del Mandorlo in fiore con l’antica festa, giunta alla 72esima edizione, che quest’anno di svolgerà dal 4 al 12 marzo. Un evento dal respiro sempre più internazionale, certamente tra gli appuntamenti più importanti dell’anno, una festa di musica, folklore, degustazioni e show cooking. Il tour può proseguire con un’immersione in una città in cui le culture mediterranee confluiscono in un equilibrio dal fascino unico. Basta un salto nella Agrigento di oggi per riconoscere gli echi della dominazione araba nei suoi cortili, altane e scale, in perfetta fusione con il medioevo e il barocco in un tripudio di architetture eterogenee. Per poi avventurarsi in una passeggiata in via Atenea, il salotto della città, per ammirare le tante boutique artigianali e i locali in cui assaporare la migliore cucina siciliana, trionfo di prelibatezze di mare e di campagna. (S.P.)

IN A MAGICAL LOCATION IN THE SOUTH WEST OF SICILY THE ALMOND TREES ARE ALREADY IN BLOOM IN FEBRUARY, HERALDING SPRING In Sicily the almond trees bloom earlier than in the rest of Europe, between January and February, in an early and spectacular phenomenon that recalls the arrival of spring in the most picturesque way. It is the ideal season to witness the transformation of the landscape in perfect harmony with the archaeological beauties of a part of Sicily that is perhaps too far away from the usual tourist routes, yet fascinating and extremely evocative. Here, stretching over around 1,300 hectares, lies the Valley of the Temples, a World Heritage Site. The remains of the ancient city of Akragas, with its ten exceptionally preserved temples, are immersed in centuries-old olive and almond trees, making it the ideal place to celebrate the Mandorlo in Fiore (Almond Blossom), an ancient celebration in its 72nd edition, which this year takes place between March 4-12. The event has an increasingly international flair and is undoubtedly one of the most important events of the year, made up of music, folklore, tasting and cooking shows. The tour continues in a city where Mediterranean cultures strike a unique balance. A quick visit to Agrigento and you’ll soon perceive the Arab domination in the city’s courtyards, roof terraces and staircases, which blend perfectly with the Middle Ages and Baroque style in a blaze of heterogeneous architectures. Walk through via Atenea, the city’s heart, to admire the many handicraft boutiques and eateries where you can enjoy the best Sicilian cuisine, offering plenty of seafood and meat delicacies.

CREATIVITY AND EXPERIENCE: FACE TO FACE WITH THE KING OF CHOCOLATE «Amazing, creative, unpredictable». That’s how Ernst Knam is defined, the pastry chef and maître chocolatier with a prestigious “Tre Torte” Gambero Rosso award, the maximum recognition for a pastry chef. Knam needs no introduction: famous for being a face on Real Time, he is a beloved and feared judge on Bake Off as well as the star of the TV program which earned him the title of King of Chocolate, and finally, the mentor of Che Diavolo di Pasticceria. His career started in Germany and, after years of experience around Europe, he landed in Milan, working for Gualtiero Marchesi. «I was looking for the opportunity to work in a three-starred kitchen and Marchesi seemed the obvious choice». He is practical and pragmatic, yet with a singular creative flair. The windows of his shop in Via Anfossi 10, in Milan, inspire the imagination and palate, without failing to catch the eye. Not only will you find the famous Tris, a three-chocolate mousse, that is his masterpiece and the “Queen of the pastries”, but also creations with precise geometric shapes and architectures like the Extremes, extreme in their taste and shape, which combine a classic ingredient with a peculiar flavor: gorgonzola, Parmesan cheese, anchovies. Knam calls them “a dare” but grants that «the result can be surprising». The King of Chocolate couldn’t not be one of the stars of the Salon du Chocolat, the indulgent Milanese event (February 9-12) where at his 60-square-meter stand he is set to delight the audience with cooking shows and meets. Yes, because a chef has to play an educational role. Pastry isn’t a game: «you need to study and to be precise and careful, you need lots of practice and humility. Everything done with respect and good manners».

L’APPUNTAMENTO «Promuovere beni materiali e immateriali riconosciuti patrimonio UNESCO, dall’opera dei Pupi alla dieta mediterranea». È questo l’obiettivo dell’Ente Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi, organizzatore del Mandorlo in Fiore 2017, che si svolge dal 4 al 12 marzo. Eventi teatrali, mercatini e decine di appuntamenti all’insegna della tradizione per portare al centro la gastronomia e la cultura siciliana, continuando a sancire – come accade ormai da 72 anni – la concordia tra i popoli, con eventi e appuntamenti dedicati al folklore e all’incontro delle culture più diverse. THE EVENT «Promoting tangible and intangible cultural UNESCO heritage, from the Puppet theater to the Mediterranean diet». This is the goal of the Ente Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi (the institution responsible for the Valley of the Temples) and organizer of the Mandorlo in Fiore 2017, which is set to take place March 4 to 12. Theater plays, street markets and dozens of events focusing on the island’s tradition, put Sicilian cuisine and culture under the spotlight. Mandorlo in Fiore aims to highlight – as it has done for 72 years – social harmony, with events dedicated to folklore and the gathering together of different cultures.

Da Catania Alitalia offre complessivamente 122 frequenze settimanali verso 5 destinazioni nazionali: Roma Fiumicino (56), Milano Linate (47), Napoli (9), Bologna (7), Lampedusa (3). Per scoprire le offerte e per l’acquisto dei biglietti visita alitalia.com

26

_ ULISSE _ febbraio 2017

From Catania Alitalia offers 122 weekly flights to five domestic destinations: Rome Fiumicino (56), Milan Linate (47), Naples (9), Bologna (7) and Lampedusa (3). To find out the offers and to purchase tickets visit alitalia.com

KNAM EXTREME Sorprendente nel gusto e nella forma: una torta che combina un ingrediente classico a un sapore particolare: dal gorgonzola al Parmigiano. Surprising in taste and shape: a cake that combines a classic ingredient with a distinct flavor, from gorgonzola to parmesan.

Lo stile “Ernst Knam”

Estro ed esperienza: a tu per tu con il Re del Cioccolato «Sorprendente, creativo, imprevedibile». Così si definisce lo chef Ernst Knam, pasticcere e maître chocolatier insignito dalle prestigiose Tre Torte del Gambero Rosso, il massimo riconoscimento del settore. Knam non ha bisogno di presentazioni: noto ai più come volto di Real Time, è l’amato e temuto giudice di Bake Off, ma anche il protagonista del programma che gli è valso l’appellativo di Re del Cioccolato e, per finire, il mentore di Che Diavolo di Pasticceria. Una carriera che inizia in Germania e, dopo anni di esperienza in giro per l’Europa, approda a Milano, al servizio di Gualtiero Marchesi. «Ero alla ricerca dell’opportunità di lavorare in una cucina con la terza stella e Marchesi mi è sembrata la scelta più ovvia». Nella sua pasticceria di via Anfossi 10, a Milano, le vetrine solleticano la fantasia e il palato, senza mancare di catturare lo sguardo. Non solo la famosa Tris, mousse ai tre cioccolati, cavallo di battaglia e «Regina della pasticceria», ma anche forme e architetture al limite della precisione geometrica, come le creazioni Extreme, estreme nel gusto e nella forma, che combinano un ingrediente classico a un sapore peculiare: gorgonzola, Parmigiano Reggiano, colatura di alici. Knam li definisce “azzardi” ma, assicura, «il risultato può essere sorprendente». E il Re del Cioccolato non poteva non essere uno dei protagonisti del Salon du Chocolat, la golosa kermesse milanese (9-12 febbraio), con uno stand di 60 mq in cui delizierà il pubblico con showcooking e incontri. Sì, perché il ruolo dello Chef deve essere educativo. La pasticceria non è un gioco: «Ci vuole studio, precisione e attenzione. Tanta pratica e umiltà. Il tutto con educazione e rispetto». (Silvia Pino)

www.eknam.com ULISSE _ febbraio 2017 _

27


WOW

February 2017 Le cinque cose da non perdere per niente al mondo 3 Torna l’Orso di Berlino 67esima edizione della Berlinale con l’atteso T2: Trainspotting 2 Si tratta di uno degli eventi culturali più importanti della Germania e uno dei maggiori festival cinematografici europei. Dal 9 al 19 febbraio Berlino si ferma per la 67esima edizione della Berlinale, la manifestazione che assegna il prestigioso Orso d’oro, l’anno scorso andato a Fuocoammare di Gianfranco Rosi. Sarà possibile dare un primo sguardo all’ultimo Wolverine di Hugh Jackman, Logan che continua il franchise dedicato agli X-Men e diretto da James Mangold. Ci sarà anche l’attesissimo T2: Trainspotting 2, il sequel del film cult di Danny Boyle (regista anche di The Beach e Slumdog Millionaire) Trainspotting con Ewan McGregor.

1 A Parigi arriva Retromobile

THE BERLIN BEAR IS BACK One of the most important cultural events in Germany and one of the major European cinema festivals, Berlin is hosting the 67th edition of the Berlinale on February 9-19. The event awards the prestigious Golden Bear, which last year went to Fuocoammare, by Gianfranco Rosi. In this year’s line up, we’ll catch a first glimpse of Hugh Jackman’s latest Wolverine, as Logan – directed by James Mangold – continues the franchise dedicated to X-Men. The event also includes the much-anticipated T2: Trainspotting 2, the sequel to Danny Boyle’s cult movie Trainspotting, starring Ewan McGregor. Danny Boyle also directed The Beach and Slumdog Millionaire.

Per tutti i collezionisti l’evento da non perdere con oltre 500 veicoli in esposizione Porte de Versailles ospita la 42esima edizione di Retromobile, il salone internazionale del’automobile d’epoca. Dall’8 al 12 febbraio tutti gli appassionati, i collezionisti o semplici curiosi potranno ammirare 500 auto d’epoca, altrettanti espositori, 120 club, e 45 artisti nella rassegna Automobile Art Gallery. Tra i marchi saranno presenti Bentley, Bugatti, BMW, Mercedes, Porsche, Ferrari, Citroën, Peugeot, Renault, Lancia, Alfa Roméo, Skoda… e altri ancora. RETROMOBILE LANDS IN PARIS Porte de Versailles is set to host the 42nd edition of Retromobile, the International vintage car show. On February 8-12 aficionados, collectors or the plain curious will have the opportunity to admire 500 vintage cars and as many exhibitors, 120 clubs and 45 artists featuring in the Automobile Art Gallery exhibition. Included in the list of the brands taking part in the event: Bentley, Bugatti, BMW, Mercedes, Porsche, Ferrari, Citroen, Peugeot, Renault, Lancia, Alfa Romeo, Skoda... and more.

www.retromobile.com

2

A Londra il Festival delle orchidee

www.berlinale.de

4

Hadaka matsuri Festival Uno dei festival più eccentrici del Giappone Il 18 febbraio a Okayama in Giappone, si celebra uno dei riti più particolari e antichi della cultura nipponica: 9.000 uomini, sfidando le basse temperature, vestiti solo di un pezzo di stoffa, si contendono dei bastoncini sacri (4 cm di diametro per 20 di lunghezza), lanciati tra la folla da sacerdoti. Chi riesce ad appropriarsene si garantisce un anno di fortuna e prosperità. ONE OF JAPAN’S MOST ECCENTRIC FESTIVALS One of the most peculiar and ancient rituals of Japanese culture, which boasts more than a hundred years of history, is celebrated on February 18 in Okayama. In it 9,000 men, defying the low temperatures and wearing only a piece of cloth to cover their private parts, compete for sacred sticks (4 cm in diameter and 20 cm long), which are launched into the crowd by religious ministers. Whoever manages to get one, is guaranteed a year of luck and prosperity.

Un mese dedicato ai fiori nella capitale inglese Una celebrazione a tema India al Kew Gardens di Londra. Infatti, dal 4 febbraio al 5 marzo 2017, si svolge il Festival delle orchidee, dedicato ai colori e alla cultura ispirati da questo fiore. Le celebrazioni saranno rivolte al genere arrivato dall’India, Vanda, a cui appartengono circa 80 specie, con esposizioni, lezioni di giardinaggio, proiezioni di film e visite guidate con degli esperti botanici. L’ingresso al festival è incluso nel prezzo del biglietto d’entrata al Kew Gardens. IN LONDON, THE FESTIVAL OF ORCHIDS This Indian-themed celebration at London’s Kew Gardens runs from February 4 to March 5 2017 and is dedicated to the colors and cultures inspired by orchids. The celebrations are dedicated to “Vanda” orchids, which come from India and include around 80 species. The festival includes exhibits, gardening lessons, film screenings and guided tours with botanical experts, while festival admission is included in the entrance ticket to the Kew Gardens.

www.kew.org

28

_ ULISSE _ febbraio 2017

Nuits Caraïbes

5

Concerti di musica classica ai Caraibi Dal 4 al 18 febbraio in Martinica, a Marie-Galante e in Guadalupa, artisti di fama internazionale si esibiscono in una kermesse di musica classica, gospel e jazz. L’obiettivo è favorire l’atmosfera di vicinanza tra gli artisti e il pubblico promuovendo la fusione tra gli stili musicali. CLASSICAL MUSIC CONCERTS IN THE CARIBBEAN From February 4 to 18 in Martinique, Marie-Galante and Guadeloupe, world-class artists are set to perform in a festival featuring 10 concerts of classical, gospel and jazz music. The goal of the festival is to promote the idea of closeness between artists and the audience in a context of extraordinary scenic and natural beauty. www.nuits-caraibes.com ULISSE _ febbraio 2017 _

29


WOW➝ Arte

LAURITS TUXEN, THE WEDDING OF TSAR NICHOLAS II AND EMPRESS ALEXANDRA FYODOROVNA, OIL ON CANVAS, 1895 © STATE HERMITAGE MUSEUM, ST PETERSBURG

a cura di Francesca Pini

Cieli italiani Dresda, Albertinum Dal 10/02 al 28/05 Lo scrittore Heinrich von Kleist esaltava la purezza del blu dei nostri cieli, e la mostra si concentra sui paesaggi italiani che affascinarono Hackert, Lorrain, Turner e Boecklin. The writer Heinrich von Kleist exalted the purity of our blue skies, and the exhibition is focused on Italian landscapes, which so fascinated Hackert, Lorrain, Turner and Bocklin.

Lawrence Alma Tadema Vienna, Belvedere Dal 24/02 al 18/06 Nelle sue tele ha fatto rivivere le atmosfere dell’antico Egitto, di Pompei e il mondo della classicità romana e greca, quando appunto, nell’800, si ammiravano le scoperte archeologiche. In his paintings, he recreated the atmosphere of ancient Egypt, Pompeii and the world of Roman and Greek classicism, at a time in the nineteenth century when people admired the archaeological discoveries.

I Romanov e la Rivoluzione d’Ottobre del 1917 All’Hermitage Museum di Amsterdam una mostra celebra l’anniversario di uno dei più grandi eventi storici del XX secolo. Dal 4 febbraio fino al 17 settembre Quella data ha cambiato il corso della storia del XX secolo, aprendo la strada ai bolscevichi, a Lenin, e consegnando la Russia e poi altri Paesi al comunismo. I trecento anni della dinastia regnante dei Romanov (ultimo lo zar Nicola II e sua moglie Alexandra) furono spazzati via in poco tempo e annegati nel sangue. Forse il presagio di quella sventura fu preannunciato durante l’incoronazione (1896) quando il collare dell’Ordine imperiale di Sant’Andrea cadde dalle spalle di Nicola sul pavimento della cattedrale Uspensky di Mosca. Un clima d’insurrezione cominciò a farsi largo nel 1905, ma lo zar di tutte le Russie non seppe cogliere il segno dei tempi, fino al necessario cambiamento (che invece ribolliva nella società). Il centenario della Rivoluzione d’Ottobre verrà celebrato da molti musei, ma qui ad Amsterdam vedremo uno “spaccato” molto importante sulla famiglia imperiale, con filmati, abiti da cerimonia, gioielli della corona, documenti d’archivio, e persino l’auto usata da Lenin per chiamare tutti alla rivoluzione. Reperti provenienti dall’Hermitage e dal Museo dell’Artigliera di San Pietroburgo. www.iamsterdam.com

Vermeer e i maestri della pittura di genere Parigi, Louvre Dal 22/02 al 22/05 Tra i maestri del Secolo d’Oro olandese, Vermeer è quello che meglio ha unito metafisica e realismo nelle sue composizioni di grandezza intimistica. Among the masters of the Dutch Golden Century, it was Vermeer who best combined metaphysics and realism in his intimate works.

30

_ ULISSE _ febbraio 2017

ROMANOV AND THE 1917 OCTOBER REVOLUTION That date changed the course of history of the twentieth century, leading the way for the Bolsheviks and Lenin, and handing Russia, and later other countries, to communism. Three hundred years of the ruling dynasty of the Romanovs (the last was Tsar Nicholas II and his wife Alexandra) were wiped out in an instant and drowned in blood. Perhaps the omen to that tragedy had come during the coronation (1896), when the collar of the Imperial Order of Saint Andrew slipped from Nicholas’ shoulders and fell to the floor of the Uspensky Cathedral in Moscow. A climate of insurrection started to gain ground in 1905, but the Tsar of All Russia failed to spot the signs of the era and to introduce the necessary change (the people, on the other hand, were seething). Many museums are set to celebrate the centenary of the October Revolution, but in Amsterdam an extremely important “slice” of the imperial family’s life will be displayed through videos, formal dress, crown jewels, archival documents and even the car used by Lenin to call people to the revolution. The relics come from the Hermitage and the Artillery Museum in St. Petersburg.


NewYork

ITALIA Joe Bastianich MILANO, la mia casa

Cosa ordinare dove

LUOGHI DI GRAZIA INFINITA.

Vit t

Fa bio

or Pis a

ni

Fil z

i

Insieme ai ristoratori Luca Guelfi e Simona Miele, nonché all’incantevole Belén Rodriguez ho aperto questo locale nel giugno del 2014 facendo rivivere la sua atmosfera datata 1938. Venite per un saluto (spesso quando sono a Milano mi trovate infatti qui) per un calice di vino ma anche per sperimentare una nuova atmosfera in stile newyorchese nel cuore di Milano.

Via

Via

Sebbene spesso sia sfavorito rispetto al triangolo turistico Roma, Firenze e Venezia, Milano per me è una città ricca di avvenimenti, possibilità e innovazione. È la mia casa europea quando non sono a NY e negli ultimi sei anni ne ho seguito l’evoluzione sulla scena del cibo, lo sviluppo di zone che diventano sempre più di moda come Isola e Porta Nuova per il lato residenziale, ad esempio. Milano è una città che riesce a stare al passo con il futuro senza però perdere di vista il suo significato storico; una meta che vale il viaggio. I comfort di casa (letteralmente, nel mio caso) possono sicuramente essere trovati al Me Melia di Piazza della Repubblica. Un hotel a due passi dalla stazione centrale che inizialmente ho scelto per comodità ma che è rapidamente diventato il mio rifugio preferito in città. Il punto forte è la grande ospitalità che ti fa passare da cliente a parte della famiglia non appena varcata la soglia. Assolutamente consigliato. Aperto fin dalla fine del 1800, Cantine Isola in Via Paolo Sarpi 30 è una piccola enoteca wine bar nel cuore del quartiere cinese, tutt’oggi uno dei posti preferiti per un aperitivo conviviale e informale. Non ci sono posti a sedere ed è molto frequentato da chi vive in zona, persone che spesso portano addirittura le sedie da casa… Ciò che manca in comfort viene ampiamente sopperito dalla qualità della proposta: una selezione di poche etichette che variano spesso, tutte assolutamente da provare. Non potete non iniziare da qui la vostra serata.

RICCI

MILAN, MY HOME Although it often takes a back seat as a tourist destination to the preferred trio of Rome, Florence and Venice, for me, Milan is a place rich with possibility, amusement and innovation. As my European home away from home for the last six years, I’ve watched the food scene flourish, the evolution of areas like Isola and Porta Nuova emerge as innovative residential neighborhoods, and the completion of Milan’s first skyscraper and green residential towers. Steeped in historical significance yet always keeping in step with the future, Milan is worthy of a stop on your next Italian itinerary. Here are my current favorite places to check out on your next visit. The comforts of home (literally, in my case) can be found in the Me Melia Hotel located in Piazza Della Repubblica, just a stone’s throw from Milan’s central train station. What was initially chosen for convenience quickly became my preferred refuge in the city and provides some of the best hospitality I have experienced here. The competent and friendly staff make the transition from guest to family absolutely seamless. Operating since the late 1800’s, Cantine Isola (Via Paolo Sarpi, 30) is tiny wine bar and retail shop in the heart of Milan’s quartieri cinese is still one of the best places to enjoy a relaxing and completely unpretentious aperitivo. There are no seats inside, and it is mostly locals you’ll find spilling out into the pedestrian street many of whom bring their own chairs from home. What it lacks in sophistication, it makes up for in quality, providing a small but thoughtful selection of wines by the glass each night. Make it your first stop on a long night out.

32

_ ULISSE _ febbraio 2017

Repubblica

M Repubblica Via l

eT un

Piazza della Repubblica

isia

RICCI Piazza della Repubblica, 27 Tel. 02 6671 1538 www.riccimilano.com The acclaimed international restaurateurs Luca Guelfi and Simona Miele, along with the enchanting Belén Rodriguez and of course, yours truly, opened Ricci Milano in June of 2014, reviving this historic dining institution that originates back to 1938. Come by and say hello, stay for a glass of wine, and experience the vibrancy of the New York dining scene right in central Milan.

Scopri i nostri resort in Toscana e Sardegna.

italianhospitalitycollection.com


Daniela Gregis

WOW

Art in fashion Abito e foulard in seta stampata, borsa di paglia ed espadrillas in corda. www.danielagregis.it

FashionPoint

Dress and printed scarf in silk, straw bag and rope espadrilles.

2

a cura di Renata Molho

5

Kaleidoscopic world: alleanze ottimistiche tra colori, materiali e forme. E la fantasia va al potere

Jacob & Co. More and more Diamanti, rubini e zaffiri per il Brilliant Arlequino Flying Tourbillon ispirato al costume del personaggio di Goldoni.

Kaleidoscopic world: optimistic alliances between colors, materials and shapes. Where imagination holds the power

www.jacobandco.com

Diamonds, rubies and sapphires for the Brilliant Arlequino Flying Tourbillon inspired by the costume of Goldoni’s character.

Bulgari Precious flowers Collana in oro giallo con tormalina, topazio, rubelliti, tanzanite, citrino, ametista, acquamarina, smeraldi e pavé di diamanti. www.bulgari.com

4

Yellow gold necklace with tourmaline, topaz, rubellite, tanzanite, citrine, amethyst, aquamarine, emeralds and diamond pavé.

1

Anglepoise + Paul Smith Mondrian echo Una versione multicolor dell’iconica lampada da scrivania in alluminio.

3

www.anglepoise.com

A multicolor version of the iconic table lamp in aluminum.

Patricia Urquiola per Moroso Tropicalia Forme geometriche e sfaccettate per la sedia di fili in polimero termoplastico intrecciati. www.moroso.it

Geometric and faceted line for the woven chair with thermoplastic polymer.

34

_ ULISSE _ febbraio 2017

6

Dolce & Gabbana Frou-frou Sandalo in raso e paillettes con tacco frangia e chiusura gioiello. www.dolcegabbana.com

Sandal in satin and sequins with fringe heel and jewel clasp.

7

Moschino Neo Punk Borsa “Biker Embroidery” in nappa multicolor con ricami e applicazioni. www.moschino.com

“Biker Embroidery” bag in multicolor napa leather with embroidery and applications. ULISSE _ febbraio 2017 _

35


WOW ➝ Eccellenze Italiane

Berwich

EVENTO E MODA

L’arte del pantalone Potrebbe essere un filosofo dell’antica Grecia Massimo Gianfrate, con quel suo parlare calmo, la ricerca metodica dei termini migliori a spiegare l’idea – ma senza scomodare Platone – che ha portato l’azienda di famiglia a creare un marchio di pantaloni, Berwich, che oggi sono tra i più richiesti dal mercato. Cominciando dall’associazione al viaggio da cui prende il nome il brand: «È il nome di un esploratore scozzese. Tutto nasce intorno a un tavolo, a un certo punto ci siamo chiesti: “Chi siamo? Dove vogliamo andare?”, e abbiamo delineato la nostra identità, che si rispecchia in un uomo che forte delle sue radici lascia la sua terra per andare a esplorare e vivere esperienze nuove. Che guarda oltre». Un pantalone dedicato a coloro che «partono-viaggiano-scoprono, i verbi che riassumono la nostra filosofia e che descrivono una persona attenta a ciò che la circonda, curiosa. Una filosofia legata alla ricerca continua, in antitesi con l’immobilismo». L’azienda Icoman ha una lunga storia, nasce negli anni ’70 e si è specializzata fin da subito nella confezione di pantaloni conto-terzi per i maggiori brand internazionali, con una produzione che si è sempre ispirata al sartoriale «peculiarità che manteniamo in Berwich. Il legame con il passato è un punto di forza, sinonimo di qualità e di capacità di fare i pantaloni come un tempo». Il marchio nasce nel 2007 e nel 2014 arriva anche la collezione femminile, Madame Berwich. Ma cos’hanno questi pantaloni più degli altri? «Il contenuto sta in una dettagliata e continua analisi della vestibilità. I tessuti di grande qualità, spesso in esclusiva, sono un coadiuvante al comfort, alla bellezza e alla singolarità del pantalone». Tessuti made in Italy, per lo più biellesi, che delineano un prodotto riconoscibile dalla silhouette, dai volumi, dalle cuciture e dalle tasche. «Sempre all’insegna della massima sobrietà: l’unico vezzo è un piccolo bottone a 5 buchi che disegnano una W». E da un paio d’anni anche la donna, «una “donna-oltre”, dal concetto di bellezza minimale ma che pretende un’offerta ampia. La capsule appena nata Futura si rifà all’hakama umanori giapponese, la tradizionale gonna-pantalone indossata dai samurai».

36

_ ULISSE _ febbraio 2017

THE ART OF TROUSERS Massimo Gianfrate could be a Greek philosopher, given his calm way of speaking and the methodical search for the best terms to express an idea (without resorting to Plato) which led his family company to create the trouser brand, Berwich, today one of the most sought after on the market. It started with the association of a journey, which gave the brand its name: «It’s the name of a Scottish explorer. The brainchild came during a meeting, when we asked ourselves: “Who are we? Where do we want to go?” And we defined our own identity, which is reflected in a man with strong roots who leaves his country to explore the world and live new experiences, a man who looks beyond his frontiers». Trousers that are dedicated to those who «leave-travel-discover, the verbs that sum our philosophy up, and which in our opinion describe a curious person who pays attention to what surrounds him/her. It is a philosophy connected to continuous research, as opposed to immobility». The Icoman company was created in the 1970s it soon specialized in the manufacturing of trousers on behalf of major international brands, always with a tailored-inspired production, «a characteristic that we have maintained at Berwich. The link with the past is our strong point, it’s synonymous with quality and the ability to manufacture trousers like they used to do». The brand was created in 2007, while the women’s collection, “Madame Berwich” came along in 2014. What do these trousers have more of than others? «A detailed and continuous analysis of the fit. The high quality fabrics, often of exclusive usage, complement the comfort, beauty and uniqueness of the trousers themselves». The Made in Italy fabrics, mostly from Biella, outline a product recognizable mostly by its silhouette, its volume, by some seams and its pockets. «We always aim for maximum sobriety: the only quirk we allow ourselves is a small button with five holes forming a W». A couple of years ago production started on the women’s line, explains Gianfrate. «We dedicated our trousers to a woman “beyond convention”, who expects a wide offer to choose from. The new-born “Futura” capsule takes inspiration from Japanese hakama umanori, the traditional culottes worn by the samurais».

Preziosi tessuti per accessori moda. A destra uno dei padiglioni di Lineapelle durante le passate edizioni. Precious fabric leather for fashion accessories. On the right a Lineapelle pavillion in a past edition.

Lineapelle 2017

A Milano un settore in crescita

IN MILAN A GROWING SECTOR Following the London preview at the end of January, Lineapelle lands in New York on February 1-2 for another preliminary event in the run up to the main event in Milan on February 21-23. “Lineapelle New York” takes place at the Metropolitan Pavilion February 1-2, and in a continuation of the positive results of the two 2016 editions is set to play host to around 100 exhibitors, pitching itself as a special opportunity to understand trends in the US market. The US market is crucial in the world of fashion, luxury and leather accessories. In the first nine months of 2016 Italian leather imports increased by 12% compared to the same period in 2015 (the seventh consecutive year of growth). Preparations are in place for the Italian event. On February 21-23 2017, the Fieramilano Rho pavilions are set to open for “Lineapelle Milan”. In continual growth, the event has a fresh identity and is more recognizable than ever. Its previous style has undergone a contemporary redesign and it is developing its own unique and dynamic edge – all evident in the redesign of the event logo. With a series of new organizational features, and the focus on exhibitors, who will benefit from an “upgraded” experience at the fair, Lineapelle reaffirms its leading international role, enhancing the variety of its offer. This is fundamental to anyone in the fashion and luxury sector and indeed any premium segments, which in this complex period of economic crisis are experiencing a particularly dynamic phase.

Dopo la preview di Londra di fine gennaio, Lineapelle sbarca a New York l’1 e 2 febbraio per un altro appuntamento preparatorio del grande evento milanese dal 21 al 23 febbraio. Infatti, Lineapelle New York, in calendario l’1 e il 2 febbraio presso il Metropolitan Pavilion conferma i dati positivi delle due edizioni 2016, ospitando circa 100 espositori e configurandosi come un’esclusiva occasione per capire come si sta evolvendo un mercato determinante per moda, lusso e accessori in pelle come quello statunitense, che, nei primi nove mesi 2016, ha importato il +12% (in valore) di pelle italiana rispetto al corrispettivo periodo del 2015 (settimo anno consecutivo di crescita). Il tutto in preparazione dell’evento italiano. Dal 21 al 23 febbraio 2017 per Lineapelle Milano si aprono i padiglioni di Fieramilano Rho. Una manifestazione che continua la sua crescita, rinnovata nell’identità e riconoscibilità, evolvendo in modo contemporaneo lo stile precedente, sviluppandone il tratto di unicità e dinamicità. Espresso nel rinnovamento del logo della kermesse. Con tutta una serie di novità organizzative e con l’attenzione per gli espositori che avranno uno stimolante upgrading della loro esperienza in fiera, Lineapelle si conferma come uno degli appuntamenti più importanti a livello internazionale grazie a una proposta ampia per tutte le componenti del segmento industriale in un momento di complessa fase congiunturale. www.lineapelle-fair.it

ULISSE _ febbraio 2017 _

37


WOW ➝ Eccellenze Italiane

NUMERI DA LEADER In oltre 230 anni di storia Fincantieri ha costruito più di 7.000 navi, ha quasi 19.000 dipendenti, di cui oltre 7.800 in Italia, 20 stabilimenti in 4 continenti. Sotto, l’allungamento della MSC Armonia a Palermo. In its over 230 year history Fincantieri has built more than 7,000 ships, and employs almost 19,000 staff, including more than 7,800 in Italy, and 20 plants in four continents. Below, the lengthening of the MSC Armonia in Palermo.

Fincantieri

Navi da crociera, la leadership italiana

CRUISE SHIPS, ITALIAN LEADERSHIP The cruise ship industry is undergoing a process of profound change. Since 1990 more than 227 vessels of over 10,000 gross tonnage have been built, covering almost the total cruise capacity. The sector is going through a particularly favorable phase: nine ships were ordered in 2013, against 16 in 2014; in 2015 trade agreements were finalized for 19 vessels, corresponding to around 66,700 lower berths. Meanwhile, orders for 18 ships were finalised between January and September 2016. Against this backdrop Fincantieri – an Italian company – is assuming a lead position, having built 75 of the aforementioned 227 ships. Corresponding to 33%, this makes them the leading manufacturer in the world. Not only that, the company is a leader in the design and construction of cruise ships, and a point of reference across all areas of high-tech shipbuilding, from offshore military naval vessels, to highly complex special ships and ferries, to mega-yachts, and through to repairs, ship conversions, the production of systems and components, and the provision of after-sales services. Fincantieri has laid the foundation for entry into a market of massive potential, such as the Chinese cruise industry. It is continuing a strategy launched in late 2008 aimed at penetrating large international markets like the United States, and the Middle East, where in the United Arab Emirates it founded the Etihad Ship Building joint venture. Fincantieri has focused on the development of next generation “cruise” platforms, supporting innovation entirely with its own resources at a cost of over 200 million euro in the past three years, to create an important investment for the future.

38

_ ULISSE _ febbraio 2017

Il settore delle navi da crociera sta attraversando un profondo processo di cambiamento. Dal 1990 ad oggi sono state costruite 227 imbarcazioni di stazza lorda superiore a 10.000 tonnellate, coprendo così la quasi totalità della capacità crocieristica. Il comparto sta attraversando una fase particolarmente favorevole: dalle nove navi ordinate nel 2013 si è passati alle 16 del 2014; nel 2015 sono stati finalizzati accordi commerciali per 19 navi corrispondenti a circa 66.700 letti bassi. Tra gennaio e settembre del 2016, sono stati perfezionati ordini per 18 navi. In tale ambito una posizione predominante sta assumendo l’italiana Fincantieri che, delle 227 navi citate, ne ha costruite 75, corrispondente al 33%, diventando il principale costruttore al mondo. Non solo, la società è leader nella progettazione e costruzione di navi da crociera e operatore di riferimento in tutti i settori della navalmeccanica ad alta tecnologia, dalle navi militari all’offshore, dalle navi speciali e traghetti ad elevata complessità ai mega-yacht, nonché nelle riparazioni, trasformazioni navali, produzione di sistemi e componenti e nell’offerta di servizi post vendita. Fincantieri ha gettato le basi per l’ingresso in un mercato dall’enorme potenziale come quello crocieristico cinese, continuando una strategia avviata a fine 2008 di penetrazione dei mercati internazionali di grandi dimensioni, come Stati Uniti e nell’area del Medio Oriente costituendo negli Emirati Arabi la jv Etihad Ship Building. Fincantieri ha puntato sullo sviluppo di piattaforme “cruise” di nuova generazione sostenendo l’innovazione interamente con risorse proprie, con una spesa di oltre 200 milioni di euro negli ultimi tre anni, realizzando un importante investimento per il futuro.


WOW ➝ Eccellenze Italiane ISPIRAZIONE CALIFORNIA La collezione P/E guarda alla West Coast, mentre per i dieci anni si esibisce l’etoile Alessio Carbone. The Spring/Summer collection has one eye on the West Coast, while étoile Alessio Carbone performs for the brand’s tenth anniversary.

DIECI ANNI DI PANTALONI Conciso e chiaro a cominciare dal nome, il marchio torinese ha rivoluzionato uno dei capi più classici, ma irrinunciabili, dell’uomo trasformandolo in oggetto del desiderio TESTO

Marzia Ciccola È un decennio che la famiglia Fassino di Pianezza, provincia di Torino, veste le gambe degli uomini. Da quelle famose di Obama, Marchionne o Felipe di Spagna, a quelle degli uomini comuni, ormai addicted ai loro PT Pantaloni Torino. Una realtà che, a onor del vero, è da cinquant’anni nel campo tessile: i nonni di Edoardo Fassino, oggi AD del brand, vendevano tessuti, ma è stato il padre, nel ’68, a trasformare l’attività, puntando alla produzione diretta di pantaloni prima e di giacche e capispalla in seguito. È solo nel 2007, dopo l’arrivo di Edoardo in azienda, che viene lanciato un marchio alto di gamma, innovativo e di alta qualità, dalle rifiniture fashion e dal taglio sartoriale, PT01. Negli anni sono seguite la linea denim cinque tasche PT05, la linea donna e la collezione bermuda. Senza tralasciare l’espansione all’estero, che a oggi rappresenta il 65% del fattura40

_ ULISSE _ febbraio 2017

to, e la quotazione in Borsa nel 2015. «Tutto parte dalle radici. – racconta Fassino – Forti, solide come quelle della mia famiglia, che generazione dopo generazione ha trasformato la passione per il proprio lavoro in quello che oggi è PT Pantaloni Torino. Affrontiamo ogni giorno la sfida per migliorarci sempre di più in termini di stile, materiali e lavorazioni – questo ci ha consentito di crescere, raggiungendo dei volumi di fatturato importanti e un’espansione internazionale in Europa, Giappone e, in ultimo, negli Stati Uniti, dove abbiamo inaugurato negli ultimi mesi la nuova sede di New York, al 171 di Madison Avenue. Il mercato ci sta già dando importanti riscontri e questa è, senza dubbio una delle più grandi soddisfazioni, seconda solo alla quotazione in borsa del 2015 e a quella, quotidiana, di vedere i nostri pantaloni indossati in tutto il mondo». Un successo che comincia con l’intuizione di voler trasformare il classico, talvolta banale, pantalone da uomo «capo obbligato ma poco fantasioso» in un vero e proprio oggetto del desiderio. Come? «Lavorando sui dettagli, proponendo sempre diversi fit (copriamo ogni esigenza da questo punto di vista), innovando nella ricerca stilistica e di materiali pur rimanendo fedeli a noi stessi nello spirito. Ogni collezione ha un’ispirazione precisa che viene declinata in

stampe, fodere, colori e piccoli dettagli che caratterizzano il pantalone senza snaturarlo. Questo ci ha permesso di evolvere senza perdere l’identità». L’appuntamento di Pitti Uomo a Gennaio è stata l’occasione migliore, poi, per festeggiare i primi dieci anni, con una performance del primo ballerino dell’Opera di Parigi Alessio Carbone, sotto le volte della Loggia del Mercato Nuovo, nel centro di Firenze. Un connubio singolare, certamente, ma presto spiegato: «Ciò che ci accomuna alla danza è innanzitutto la dedizione. È una disciplina che richiede impegno costante, devozione e attenzione a ogni singolo dettaglio. Caratteristiche che ci hanno accompagnato da sempre nel modo di concepire, sviluppare e, stagione dopo stagione, rinnovarci». Senza giri di parole. ●

TEN YEARS OF TROUSERS The Fassino family from Pianezza, in the province of Turin, has been dressing men’s legs for ten years, from the renowned – Obama, Marchionne or Felipe of Spain – to the ordinary men who love PT Pantaloni Torino. In truth the company has been in the textile industry for fifty years. The grandparents of Edoardo Fassino – today the brand CEO – used to sell fabrics, but it was his father in 1986, who changed the face of the company, focusing on the production of trousers first, and on jackets and coats later. Only in 2007, following Edoardo’s arrival in the company, was the high-end, innovative and top-quality brand with fashionable finishings and a tailor cut launched: the PT01. Over the years a PT05 five-pocket denim line followed, as well as a women’s line and the Bermuda shorts collection. That’s without overlooking the expansion abroad, which today represents 65% of sales, and led to the company’s stock exchange listing in 2015. «Everything started from the roots,» – says Fassino – «they’re strong, solid, like those of my family, which generation after generation has turned the passion for its work into what PT Pantaloni Torino is today. Every day we face the challenge of continuing to improve, in terms of style, materials and processing. This has allowed us to grow, achieving important volumes sales and international expansion in Europe, Japan and most recently the United States, where we recently opened the new New York branch in 171 Madison Avenue. The market is showing an excellent response and this is, without doubt, one of our greatest satisfactions, second only to the stock exchange listing in 2015 and the daily satisfaction of seeing the whole world wearing our trousers». Success began with a brainchild: to transform the classic, sometimes trivial men’s trousers – “a staple but unimaginative garment” into a true object of desire. How? «By focusing on details, always proposing different fits (from this point of view we’re able to satisfy any need), innovating in terms of style, and using materials that remain true to our essence. Every collection expresses a precise theme, which is interpreted in patterns, covers, colors and the small details that characterize the trousers without changing their style. This allowed us to evolve without losing our identity». The Pitti Uomo event in January was the best occasion to celebrate our first ten years, with a performance by the first dancer of the Paris Opera, Alessio Carbone, under the arches of the Loggia del Mercato Nuovo, in the center of Florence. A particular combination, of course, which is soon explained: «First and foremost what we have in common with dance is dedication. Dance is a discipline that requires constant commitment, devotion and attention to each small detail. These are the features that have always accompanied us in our way of conceiving, developing and, season after ● season, reinventing ourselves». With no-frills. ULISSE _ febbraio 2017 _

41


WOW➝ News Transit Oriented Come trasformare la propria passione in creatività Si chiama Peter Dovak il giovane designer del Kentucky, o come preferisce definirsi un lifelong transit nerd, che unendo le sue due più grandi passioni, viaggi e graphic design, ha creato una serie di progetti che hanno come protagoniste ben 220 mappe di metropolitane di tutto il mondo, accuratamente riportate e aggiornate grazie anche ai feedback di fan appassionati viaggiatori. Negli ultimi tre anni i suoi lavori sono stati ripresi da blog e agenzie di viaggi. HOW TO TURN YOUR PASSION INTO CREATIVITY His name is Peter Dovak, although the young designer from Kentucky prefers to call himself a “lifelong transit nerd”. Dovak has combined his greatest passions – travelling and graphic design – to create a series of projects based on a whopping 220 subway maps from all over the world, which are accurately described and updated thanks in part to feedback from keen travelers. In the last three years his works have been picked up by blogs and travel agencies.

SIGNATURE VIGNALE COLLECTION L’impronta raffinata e glam della griffe è anche nella linea di oggettistica ispirata all’artigianalità italiana. The brand’s trademark glamour and elegance can also be found in the range of items inspired by Italian craftsmanship.

Al numero 73 di Rue du Faubourg, Saint-Honoré, VIII Arrondissement, poco lontano dalla famosa Opéra di Parigi, è stato inaugurato il Grande Museo del Profumo. Città della moda per eccellenza, Parigi è famosa anche per i profumi, luogo ideale quindi per un museo che racconti le proprie origini, dall’antico Egitto sino ai giorni nostri. Il museo, che si estende su di una superficie di 1.400 metri quadri suddivisa su 3 differenti piani, racconta la storia del profumo dall’antichità sino ad oggi, passando per il Medioevo e il periodo napoleonico, grazie a una collezione unica, costituita da più di 70 fragranze diverse, da scoprire durante la visita. THE PERFUME MUSEUM IN PARIS The Great Museum of Perfume has opened at 73 Rue du Faubourg Saint-Honoré, in the VIII Arrondissement, not far from the famous Opéra in Paris. The fashion city par excellence, Paris is also famous for perfume, and is the ideal location for a museum displaying its origins, from ancient Egypt to the present day. The museum stretches over a 1,400-square-meter space and is divided into three different floors which guide visitors through the history of perfume from ancient times to the present day, passing through the Middle Ages and the Napoleonic period, thanks to an unparalleled collection that includes over 70 different fragrances.

Vicino a City Life è il primo punto vendita targato il Viaggiator Goloso Con questo primo punto vendita milanese, il Viaggiator Goloso, marca privata Top di Gamma di Unes, ha voluto realizzare un luogo dove il consumatore possa acquistare prodotti dalle materie prime eccellenti a un prezzo equo. A disposizione della clientela, oltre a reparti gastronomia, macelleria, frutta e verdura e un angolo sushi e sashimi, anche un’area degustazioni. A TRULY GOURMET SUPERMARKET OPENS IN MILAN With its first sale point in Milan, “Il Viaggiator Goloso”, a top private brand by Unes Gamma and U2, sought to create a place where consumers have the chance to buy products made from excellent ingredients at a reasonable price. Besides the gourmet, meat, and fruit and vegetable sections, customers also have a sushi and sashimi aisle, and tasting area at their disposal.

_ ULISSE _ febbraio 2017

I vantaggi del Customer Service di fascia alta e i servizi che offre Ford con Vignale

La capitale francese apre le porte a fragranze millenarie

A Milano apre un supermercato per veri gourmet

42

Shopping Experience

Museo del profumo a Parigi

THE ADVANTAGES OF HIGH-END CUSTOMER SERVICE AND THE SERVICES FORD OFFERS WITH ITS VIGNALE RANGE What is the key factor that makes the purchase of a high-end car different from that of a more widespread model? Research by Ford has revealed that a third of customers believe it mainly to be the level of services that accompany the car. This is why when the Detroit giant labeled their most stylish cars Vignale, they committed to making the shopping experience as pleasurable as possible, in any given moment.This is the reason that Ford Vignale cars enjoy a network of dealerships selected from among those able to offer the highest levels of accommodation and hospitality. It is how the FordStore Vignale came into being, with around thirty stores in Italy, and 360 throughout Europe. Here, in maximum comfort buyers can peruse the models in the sophisticated Ford Vignale range taking in the features, the detailing, and the finishes. In order to illustrate each aspect as fully as possible, FordStore Vignale combines modern digital tools with the presence of Vignale Relationship Managers, highly specialized personal advisors who follow individual customers step by step. In fact they deal with a variety of other aspects related to the selection and management of the car, beginning with the organization of a test drive, through to delivery or even basic washing. The level of customer focus is no less when a Vignale Relationship Manager isn’t directly involved. In fact Ford’s “Vignale OneCall” service consists of a phone line and e-mail that is active 24 hours a day for constant assistance. In addition, the App Vignale Service provides information and data on the car journey, as well as access to online content in the Vignale Magazine. Finally, as a way of rendering Ford Vignale yet more personal, a Signature Collection is available, made up of a line of objects created by Ford Vignale designers. This added touch of sophistication is a demonstration of Ford Vignale’s natural fit in the high-end car sector, and of its urbane style.

Qual è l’aspetto chiave che rende diverso l’acquisto di un’automobile di fascia alta da quello di un modello di grande diffusione? Una ricerca condotta dalla Ford ha rivelato che per un terzo dei clienti è principalmente il livello dei servizi che accompagnano la vettura. Per questa ragione, quando il colosso di Detroit ha deciso di firmare con la griffe Vignale le proprie auto più raffinate, si è impegnata nel renderne anche il più possibile piacevole l’esperienza di acquisto. La Casa americana non ha trascurato alcun dettaglio per far sentire il cliente trattato con la massima attenzione. Fin dal primo contatto. Sono nati così i FordStore Vignale, strutture dotate di aree dedicate, con ambienti eleganti, confortevoli ed equipaggiati con le più recenti tecnologie digitali. Lì si possono osservare in tutto relax i modelli che fanno parte della raffinata gamma Ford Vignale, esaminarne le dotazioni, scoprirne i dettagli, ammirarne le finiture. Per illustrare ogni aspetto nella maniera più completa i FordStore Vignale coniugano l’impiego dei moderni strumenti digitali con la presenza dei Vignale Relationship Manager, specialisti che seguono passo passo uno specifico cliente occupandosi di svariati aspetti collegati alla scelta e alla gestione dell’auto, dall’organizzazione di una prova su strada alla consegna. La Ford, inoltre, mette a disposizione il servizio Vignale OneCall, una linea telefonica ed una e-mail sempre attive per un’assistenza costante. A questo si aggiunge la App Vignale Service che fornisce informazioni e dati sul viaggio, e dà accesso ai contenuti on line della rivista Vignale Magazine. Infine per rendere ancor più personale la propria Ford Vignale è disponibile la Signature Vignale Collection, una linea di oggettistica creata dai designer della Ford Vignale e ispirata all’artigianalità e ai materiali di alta qualità che caratterizzano le vetture della griffe. Il tocco di raffinatezza in più che dimostra come il mondo Ford Vignale viva naturalmente di automobili di classe, ma anche di quanto le circonda.

ULISSE _ febbraio 2017 _

43


WOW➝ News Poligrafici Il Borgo vince l’Oscar della stampa All’azienda che stampa Ulisse assegnato il prestigioso riconoscimento “La Vedovella” L’azienda Poligrafici Il Borgo del Gruppo Amodei è stata premiata lo scorso novembre con l’Oscar della Stampa nell’ambito del premio La Vedovella come Industria Grafica dell’Anno. Un riconoscimento all’eccellenza nella gestione di impresa, basata su un chiaro posizionamento nel mercato, un altissimo livello di efficienza e una costante crescita interna. Il Direttore Generale Vincenzo Geslao ha ritirato il premio e ha evidenziato come «in un mercato fortemente competitivo dal punto di vista del prezzo, le aziende che fanno la differenza sono quelle che si impegnano ad offrire ai propri clienti un servizio di eccellenza caratterizzato da alta qualità e tempestività». Poligrafici Il Borgo dispone di 11 rotative cold set e recentemente ha ampliato l’offerta aggiungendo al mondo heat set anche la copertura ad ogni tipo di foliazione attuata con macchine da 16 a 80 pagine. Inoltre è stata potenziata la struttura di prestampa con l’inserimento di un nuovo CTP. Tra i prodotti di Poligrafici Il Borgo c’è anche Ulisse. POLIGRAFICI IL BORGO WINS PRESS OSCAR Poligrafici Il Borgo – part of the Amodei Group – won an “Oscar of Print” at La Vedovella awards, for Graphics Industry of the Year. It is a recognition of excellence in business management, based on a clear positioning in the market, a high level of efficiency and constant internal growth. General Director, Vincenzo Geslao, accepted the awarded and highlighted how, «in an extremely competitive market in terms of price, the companies that make the difference are those who endeavor to offer their customers an excellent service characterized by high quality and timeliness». Poligrafici il Borgo is equipped with 11 rotary cold set printing machines and has recently extended its offer, adding to its heat set also the covering for any kind of foliation carried out by machines from 16 to 80 pages. Furthermore, they enhanced the prepress structure with a new CTP. Poligrafici Il Borgo’s products also include Ulisse.

Per Forbes l’Italia è sul podio della top ten

THE 10 BEST LUXURY HOTELS According to the American magazine the Four Seasons in Florence is top of the list of the ten most luxurious hotels in the world. The hotel has been defined as an “unparalleled urban resort” thanks to its Michelin-starred restaurant. Scrolling down the top 10 list we find the Ritz in Paris in third place: a true icon of luxury, which was recently renovated. In eighth place, the Grand Hotel du Cap Ferrat A Four Seasons Resort was one of the Kennedys’ favorite destination, while in ninth place the Badrutt’s Palace, St. Moritz is famous for its fleet of Rolls Royces, on hand for guests. Bringing up the rear, so to speak, is the Post Hotel on the shores of Lake Louise in Canada.

44

_ ULISSE _ febbraio 2017

Fino al primo maggio, presso la Biblioteca Archimede di Settimo Torinese, l’esposizione che ripercorre gli oltre 140 anni di Pirelli Un percorso che attraverso foto e illustrazioni racconta gli oltre 140 anni di Pirelli. Fino al 1° maggio, la Biblioteca Archimede di Settimo Torinese ospita Pirelli in cento immagini. La bellezza, l’innovazione, la produzione che percorre i molti aspetti del suo mondo fino alla presentazione delle immagini scattate all’interno del Polo industriale Pirelli di Settimo Torinese dal fotografo Peter Lindbergh, autore del Calendario Pirelli 2017, destinate alla realizzazione di un nuovo progetto. L’esposizione – curata dalla Fondazione Pirelli, dal cui Archivio Storico sono tratti i materiali esposti – è promossa e organizzata dal Comune di Settimo Torinese con il contributo di Pirelli e della Fondazione ECM (Esperienze di Cultura Metropolitana) e ha ricevuto il patrocinio della Regione Piemonte, oltre che della Città Metropolitana di Torino. A HISTORY-MAKING BRAND Thanks to photographs and illustrations the exhibition route guides us through 140 years of Pirelli’s history. Running until May 1 2017, the Archimede Library in Settimo Torinese is set to host Pirelli in cento immagini la bellezza, l’innovazione, la produzione, an exhibition that examines the many aspects of the Pirelli world: from the employees of its factories, to the technology; from the relationship with art to the most innovative forms of communication, and from the racing world to the famous Calendar. The exhibition displays the first of the set of photos by photographer Peter Lindberg, author of the 2017 Pirelli Calendar. Lindberg took these photos inside the Pirelli Industrial Center in Settimo Torinese. The exhibition is curated by the Pirelli Foundation – the pieces on display are taken from the Foundation’s archive – and promoted and organized by the Municipality of Settimo Torinese with the contribution of Pirelli and the ECM Foundation, under the patronage of the Piedmont Region and the Metropolitan City of Turin.

Virgola, creatività nata su Instagram

I 10 migliori hotel di lusso Per la rivista americana in cima alla classifica dei dieci più lussuosi hotel del mondo c’è il Four Seasons di Firenze che viene definito un “resort urbano senza paragoni” grazie anche al suo ristorante stellato. Scorrendo la top 10 scopriamo al terzo posto il Ritz di Parigi: vera icona del lusso, da poco ristrutturato. In ottava posizione il Grand Hotel du Cap Ferrat A Four Seasons Resort: una delle mete preferite dai Kennedy; mentre al nono il Badrutt’s Palace, St. Moritz: celebre per le Rolls Royce a disposizione degli ospiti. Fanalino di coda, si fa per dire, il Post Hotel, sulle rive del lago Louise in Canada.

Un marchio che ha fatto la storia

Vintage Escada Il brand alla mostra “Foulard delle Montagne” Per la mostra sono stati scelti 2 foulard vintage a tema montano disegnati dalla fondatrice del brand, Margaretha Ley. L’esposizione, al Museo Nazionale della Montagna di Torino fino al 28 maggio, è incentrata su una selezione di 70 pezzi provenienti dalla raccolta di foulard del Museomontagna che conta oltre 180 esemplari. ESCADA VINTAGE Two vintage mountainthemed scarves were chosen for the exhibition, designed by brand founder, Margaretha Ley. The exhibition, on display at the National Mountain Museum in Turin until May 28, focuses on a selection of 70 pieces from the scarves collection of the Museomontagna, which counts over 180 pieces.

Personaggio disegnato a mano da un’artista siciliana trapiantata a Firenze 30 anni, siciliana, residente a Firenze, laureata in Storia dell’arte medievale nel 2010. Virginia Azzurra Di Giorgio è “diventata” Virgola, un personaggio nato su Instagram, unica italiana ad aver vinto, per i primi due anni dell’edizione, tre Igers Awards, tra i Top Influencer italiani per numeri ed engagement. La pagina Instagram di Virgola conta oltre 100mila followers, la pagina Facebook oltre 30mila. Il personaggio disegnato a mano è già entrato nella quotidianità di numerosi marchi come Universal, Netflix, Disaronno, Fernet Branca e tanti altri ancora. VIRGOLA, CREATIVITY BORN ON INSTAGRAM A 30-year-old Sicilian who lives in Florence and graduated in Medieval Art history in 2010, Virginia Azzurra Di Giorgio has “become” Virgola. The character was born on Instagram, but in a short time has been requested by various companies for different kinds of collaborations. Di Giorgio is the only Italian woman to have won three Igers Awards in the first two years of the awards, and she is among the Top Italian Influencers. Virgola’s Instagram account counts over 100 thousand followers, and her Facebook page, more than 30,000. The handdrawn character is already part of the daily activities of countless brands, the likes of Universal, Netflix, Disaronno, Fernet Branca, and many others.

Dialogo tra arte, storia e contemporaneo A Roma, la mostra personale dell’artista Giuseppe Penone: Matrice Continua fino al 16 luglio la personale di Giuseppe Penone nella straordinaria cornice monumentale del piano terra del Palazzo della Civiltà Italiana a Roma, in quell’area che Fendi ha deciso di destinare a mostre e installazioni. Con Matrice la Maison prosegue nella valorizzazione e sostegno delle più alte espressioni della cultura contemporanea, intrecciando innovazione e tradizione, savoir-faire e creatività. Giuseppe Penone è una figura fondamentale nella storia dell’arte contemporanea. Le sue sculture combinano un’attenta ricerca sui materiali quali legno, cera, pelle, marmo e bronzo, con una fascinazione per le forze trasformative della natura. A DIALOGUE BETWEEN ART, HISTORY AND THE CONTEMPORARY Giuseppe Perone’s solo exhibit is on display until July 16 in the extraordinary and monumental setting of the Palazzo della Civiltà Italiana in Rome, in the area that Fendi devotes to exhibitions and installations. With Matrice, the brand continues its project of enhancement and support of the highest expressions of contemporary culture, combining innovation and tradition. Perone is a representative figure in the history of contemporary art. His sculptures combine careful research into materials like wood, wax, leather and bronze with a fascination for the transformational forces of nature.

ULISSE _ febbraio 2017 _

45


AGF

GreatBeauty GreatBeauty

DELTA OKAVANGO In Botswana, è il secondo più grande delta interno del mondo. Le sue acque sono insolitamente pure per l’assenza di attività agricole o industriali lungo il corso del fiume. Located in Botswana, it is the second largest delta in the world. Its waters are unusually pure due to the absence of agricultural or industrial activities along the river.

UNESCO: LE MERAVIGLIE DEL MONDO TESTO Giangiacomo Schiavi

Patrimonio dell’Umanità una definizione nata negli anni del Dopoguerra per merito delle Nazioni Unite che valorizza la potenza della bellezza che si nasconde dietro un centro storico, un monumento, una chiesa o una foresta, simboli di valori sempre più da proteggere

46

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

47


AGF

GreatBeauty

MATERA

Nota per gli storici “Sassi” che identificano due grandi quartieri, insieme alla “Civita” e al “Piano”, costituiscono il centro storico della città di Matera. Sono stati riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco il 9 dicembre 1993. It is renowned for its historical “Sassi”, which characterise two big districts. Along with the “Civita” and the “Piano,” they form the historical centre of Matera and they were inscribed in the list of UNESCO World Heritage on December 9, 1993.

48

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

49


GETTY 2

GreatBeauty

Q

ualcuno ha scritto che Patrimonio e Umanità sono una parola sola e che questa parola sola è composta da sei lettere: Unesco. Ma l’ultima trincea del rispetto che fronteggia gli orrori della guerra e i disastri dell’iconoclastia è una voce che si perde tra le voci: troppo spesso si ignorano gli appelli, si finge di non sentire, si preferisce ignorare l’allarme che viene dall’Organizzazione mondiale che tutela i luoghi e le opere più belle della nostra civiltà. Tutto oggi è a rischio e sotto minaccia, scrivono le ambasciate nei rapporti internazionali, l’incanto del paesaggio, le meraviglie della natura, le ardite creazioni dell’ingegno. Follie umane e catastrofi stanno distruggendo un bene collettivo di cui siamo storici usufruttuari, un bene catalogato con lungimiranza negli anni del Dopoguerra per merito delle Nazioni Unite e diventato il simbolo di quella che Carlo Cattaneo chiamava la “fisica della ricchezza”, perché unisce natura, bellezza e capitale. Non si scrive per caso Unesco, Patrimonio dell’umanità. Dietro la potenza della bellezza c’è il valore reale di un centro storico, di un palazzo, di una chiesa, di un monumento, di una foresta, di un parco naturale, di un lago o di un fiume, di un ponte, di un paese, di una città. «Un valore da proteggere», dice Valentina Lo Monaco, rappresentante permanente dell’Italia all’Unesco, che nell’ultima assemblea ha parlato di priorità assoluta delle azioni di salvaguardia di un patrimonio materiale e immateriale minacciato dall’estremismo, dal traffico illecito, dalle calamità e dall’inquinamento. «Niente Venezia, fine degli amanti, niente risuonare di campane, niente marmi a Firenze, nella Laguna risuone50

_ ULISSE _ febbraio 2017

AGF

MACHU PICCHU Eletto nel 2007 come una delle Sette meraviglie del mondo moderno. È il terzo sito archeologico più grande del pianeta dopo gli scavi di Pompei e Ostia Antica. Proclaimed one of the Seven Wonders of the modern world in 2007, it is the third largest archaeological site in the world after the excavations of Pompeii and Ancient Ostia.

rebbe un grido…», ha detto Caterine Wanga, ambassador di Expo chiamata nel cuore dell’esposizione mondiale con Philippe Stark a parlare di bellezza universale, di quel che sarebbe il mondo, per esempio, senza l’Italia, le sue opere d’arte, il museo dei suoi paesaggi e cosa sarebbe l’umanità senza quei 1052 siti, schedati, vivisezionati, classificati meritevoli di un bollino internazionale che fa da gigantesco bodyguard alle meraviglie del mondo.Voi dite un nome: Versailles, Notre Dame, Grand Place, Delta dell’Okavango, Brasilia, Parco nazionale di Rapa Nui, Chiesa di Sant’Anna a Vilnius, Medina di Fez, Puebla, città Maya, Machu Picchu, Universita di Coimbra, Stonehenge, Westminster, Torre di Londra, Centro storico di Praga, San Pietroburgo, Sagrada Familia, Cammino di Santiago, Yellowstone, Piramidi, Vulcani delle Hawaii, Abbazia di san Gallo, Pamukkale, Sana’a, Grande Muraglia, Schönbrunn e spendori del rococò, Statua della Libertà… E poi fate un cerchio. Il centro è l’Italia, con 51 siti dichiarati Patrimonio dell’umanità, più della Francia, della Spagna e dell’intera Cina, «un primato da valorizzare che ci rende orgogliosi», sostiene Fulco Pratesi, ambientalista, fondatore del WWF, che alla segnalazione dei beni da proteggere ha dedicato una vita e che all’Unesco farebbe un monumento, perché nel suo catalogo c’è la nostra memoria, la nostra storia. Dal primo sito del 1979, la Val Camonica, all’ultimo, la Palermo araba normanna con le cattedrali di Cefalù e Monreale, l’Italia è un luogo di identità da proteggere, come i centri storici di Roma, Firenze, Venezia, Napoli, la costiera amalfitana, le Dolomiti, Pompei, i Nuraghi di Barumini, i Sassi di Matera, l’Orto Botanico di Padova. Unesco, oggi come il 16 novembre del 1945, quando venne istituita da una costola dell’Onu, è un sapiente dosaggio di cultura e luoghi dell’anima, una difesa della pace

SAN PIETROBURGO Soprannominata la “Venezia del Nord” per gli oltre 400 ponti che la caratterizzano. Nicknamed the “Venice of the North” for the over 400 bridges that characterize it.

YELLOWSTONE È il più antico parco nazionale del mondo (1872) e uno dei più grandi ecosistemi intatti della zona temperata rimasto sulla Terra. It is the oldest national park in the world (1872) and one of the largest untouched ecosystems in the temperate zone on Earth.

ULISSE _ febbraio 2017 _

51


GreatBeauty

VALLE DEI TEMPLI Dopo il Partenone, il Tempio della Concordia, ad Agrigento, è il più impressionante tempio greco dorico giunto ai giorni nostri. After the Parthenon, the Temple of Concord (located in Agrigento, Sicily), is the most impressive Greek Doric temple still standing to date.

del Comitato per il patrimonio, che si riunisce una volta all’anno. Non senza polemiche. Come nel caso della Basilica della Natività di Betlemme, il luogo dove nacque Gesù, dichiarato Patrimonio dell’Umanità sotto il controllo delle autorità palestinesi, contro il parere israeliano e degli Stati Uniti, decisione che ha scatenato proteste diplomatiche e politiche. Ma è sempre più difficile tutelare le pietre della memoria dai fanatismi e dai conflitti. Khaled Al Asaad, l’archeologo che con l’Unesco difendeva le bellezze di Palmira, è stato assassinato per questo. Per difendere il potere della bellezza, che è la nostra civiltà. ● GETTY 2

che da Parigi, nella sede di piazza de Fontenoy realizzata tra gli altri dall’architetto Pier Luigi Nervi, con supervisioni di Le Corbusier, Gropius e Rogers, stabilisce ogni due anni le linee di intervento nei diversi settori di competenza: arti, lettere, scienze, educazione e diffusione delle idee. Al direttore generale che coordina il segretariato al quale fanno capo 200 Paesi spetta la raccolta delle segnalazioni meritevoli di essere inserite nel prezioso elenco dei patrimoni dell’umanità attraverso un’istruttoria lunga e difficile, a più strati: processo di nomina, tentative list, nomination e infine il voto degli organi consultivi e

UNESCO. THE WONDERS OF THE WORLD World Heritage – a definition created in the postwar years thanks to United Nations – enhances the powerful beauty hiding behind a historic center, a monument, a church or a forest, symbols of values that need to be preserved Someone wrote that Heritage and Humanity were part of a single word, and that this word is made up of six letters: UNESCO. But the last bastion of respect against the horrors of war and the disasters of iconoclasm is a voice lost among other voices: people ignore the calls, pretend not to hear, or prefer to ignore the frightening alarms that come from the world Organization 52

_ ULISSE _ febbraio 2017

that safeguards the places and works of art of our civilization. In their international reports the various embassies write that today everything is at risk and under threat: the charm of our landscapes, the wonders of nature, the daring creations of man’s intellect. Man’s insanity and disasters are destroying a collective heritage of which we are the historic users, a heritage that was cataloged with

foresight during the postwar years thanks to the United Nations, and that became the symbol of what Carlo Cattaneo called the “physics of wealth”, because it combines nature, beauty and assets. It’s no coincidence that we write UNESCO, “World Heritage”. Behind the power of beauty lies the true value of a historic center, a palace, church, monument, forest, natural park, lake, river, bridge, town or city. «A value we must preserve», says permanent Italian UNESCO representative Valentina Lo Monaco, who in the last meeting spoke of the absolute priority of safeguarding measures to protect a tangible or intangible heritage threatened by extremism,

MOSTAR (BOSNIA ERZEGOVINA) Lo Stari Most (“Il Vecchio Ponte”) fu commissionato da Solimano il Magnifico nel 1557. Distrutto nel corso della guerra in Bosnia, il 9 novembre 1993, la ricostruzione terminò il 22 luglio 2004. The Stari Most (The Old Bridge) was commissioned by Suleiman the Magnificent in 1557. Destroyed during the war in Bosnia, on November 9, 1993, the reconstruction ended on July 22, 2004. ULISSE _ febbraio 2017 _

53


AGF 2

GreatBeauty

4

10 metri, è la misura del Moai più alto anche se ne esiste uno incompleto trovato in una cava di circa 21 metri. 10 meters: the height of the highest Moai, even though an incomplete Moai was found in a cave, measuring 21 m high.

1.441 le stanze del castello di Schönbrunn, 190 sono aperte ai turisti che lo visitano ogni anno (circa 1,5 milioni). is the number of the rooms in the Schönbrunn castle. 190 of them are open to the public (around 1.5 million tourists each year).

54

_ ULISSE _ febbraio 2017

STATUA DELLA LIBERTÀ RAPA NUI Designato Patrimonio dell’Unesco il 22 marzo 1996, il parco è stato istituito dal governo cileno nel 1935 per proteggere e valorizzare i Moai, le tipiche statue dell’Isola di Pasqua. Inscribed in the World Heritage list on March 22, 1996, the park was established by the Chilean government in 1935 to protect and enhance the Moais, statues typical of Easter Island.

Nel 1924 la statua divenne monumento nazionale. Sul piedistallo vi è inciso un sonetto intitolato The New Colossus, scritto dalla poetessa statunitense Emma Lazarus. In 1924 the statue became a national monument. A sonnet was engraved on the pedestal entitled The New Colossus, written by American poet Emma Lazarus.

GETTY

i milioni di visitatori del Parco Nazionale di Yellowstone, il più antico del mondo, nel 2016 secondo il National Geographic Italia. million visitors went to Yellowstone Park, the oldest in the world, in 2016 according to National Geographic Italy.

FEZ La più antica delle quattro città imperiali del Marocco, celebre per la medina, la parte vecchia della città. The oldest of the four imperial cities in Morocco, it is famous for its medina, the old part of the city.

illicit trafficking, natural disaster, and pollution. «No more Venice, an end to lovers, no more bells ringing, no more marble in Florence, only a cry would echo in the Lagoon…», said Expo ambassador Caterine Wanga, who was called on alongside Philippe Stark at the world exhibition to talk about universal beauty and what the world would look like, for example, without Italy, without its works of art and the “museum” of its landscapes; what humanity would be like without those 1052 sites, all cataloged, analyzed and classified as worthy of an international stamp that acts as a mammoth bodyguard to the wonders of the world. Say a name: Versailles, Notre Dame, the Grand Place, the Okavango Delta, Brasilia, the Rapa Nui National Park, St. Anne’s Church in Vilnius, the Fez Medina, Puebla, a Mayan city, Machu Picchu, the University of Coimbra, Stonehenge, Westminster, the Tower of London, Prague’s old Town, St. Petersburg, the Sagrada Familia, the Camino de Santiago, Yellowstone, the Pyramids, the Hawaii Volcanoes, the Abbey of St. Gall, Pamukkale, Sana’a, the Great Wall, Schonbrunn and the Rococo wonders, the statue of Liberty... And then draw a circle.

Italy lies in the center, with 51 World Heritage sites, more than France, Spain and the whole of China. «It is a primacy that we must enhance and that makes us proud», maintains Fulco Pratesi, environmentalist and WWF founder, who has devoted his life to highlighting heritage in need of preservation, and who would award UNESCO a Nobel prize if he could, because the UNESCO catalog holds our memories and our history. From the first site listed in 1979 – the Val Comonica – to the last, the Arab-Norman Palermo with its Cathedrals of Cefalù and Monreale, Italy has an identity that needs preserving, much like the old towns of Rome, Florence, Venice, Naples, the Amalfi coast, the Dolomites, Pompeii, the Nuraghi in Barumini, the Sassi of Matera, and the Botanical Garden in Padua. Today UNESCO, as in November 16 1945 when it was established from a section of the United Nations, is a shrewd combination of culture and places of the heart, a defender of peace, which from its Paris headquarters – located in Place de Fontenoy and designed, among others, by architect Pier Luigi Nervi with supervision from Le Corbusier, Gropius and Rogers

– establishes intervention strategies every two years in the different areas of expertise: the arts, humanities, sciences, education and dissemination of ideas. The general director, who coordinates the Secretariat under which 200 countries fall, collects those reports worthy of being listed in the precious World Heritage list through a long and complex inquiry, composed of various stages: the nomination process, the tentative lists, the nomination and finally the vote of the advisory bodies and the heritage committee, which meets once a year, not without controversy. One example is the case of the Basilica of the Nativity in Bethlehem. The birthplace of Jesus Christ, it was declared a World Heritage site under the control of the Palestinian authorities, against the opinion of the Israeli and US governments, a decision that triggered a series of diplomatic and political protests. But it has become increasingly difficult to protect our memories from fanaticism and conflict. Khaled Al Asaad, the archeologist who alongside UNESCO defended the beauties of Palmira, was killed for this reason: to defend the power of beauty, ● which is our civilization. ULISSE _ febbraio 2017 _

55


GreatBeauty

TESTO Gianni Rusconi

VIRTUAL REALITY Dal Ces di Las Vegas le novità che annunciano l’evoluzione dei visori e l’arrivo delle tecnologie che permettono di viaggiare, divertirsi e giocare in una dimensione parallela 56

_ ULISSE _ febbraio 2017

UN MONDO IMMAGINARIO Giochi e non solo: le applicazioni della realtà virtuale spaziano dall’entertainment al mondo business. Chi vincerà la sfida fra i grandi giganti hi-tech? Games and more: virtual reality applications range from entertainment to the business world. Of the great hi-tech giants, who will win the challenge?

Muoversi dentro un film o guardare un evento sportivo da numerose prospettive; giocare con un tasso di realismo mai sperimentato prima con elementi del mondo reale mescolati a quelli dei videogiochi; salire a bordo di un robot volante che rende più sicura un’attività lavorativa molto pericolosa. L’esperienza digitale vuole raggiungere nuovi orizzonti e la realtà virtuale è fra le icone di questa corsa nel futuro, uno dei capisaldi della società del domani che mastica bit e immagini, anche se molti la bollano come moda passeggera (un po’ come il 3D per le Tv) e destinata a precoce fallimento a causa dei costi eccessivi dei dispositivi. Chi, al Consumer Electronic Show edizione 2017, si aspettava grandi e corposi annunci forse sarà rimasto un pochino deluso, spiazzato dal vedere in vetrina soluzioni e prototipi che guardano ancora troppo in là nel tempo. Nel 2017, dicono i bene informati, non dobbiamo aspettarci alcuna rivoluzione nel campo della realtà virtuale: assisteremo però al varo dei visori di seconda generazione, a cominciare dai successori di Oculus Rift e Htc Vive, e parecchie novità potrebbero arrivare dal fronte del software e dei contenuti (giochi ovviamente in testa). I botti alla kermesse di Las Vegas, in ogni caso, non sono mancati, e neppure le stravaganze hi-tech come l’esoscheletro di Tom Sicard, un macchinario che abbinato a un visore si trasforma in un’estensione del corpo, regalando la sensazione di volare, fare windsurf, trasformarsi in un astronauta o in un supereroe. Il visore della cinese Lenovo, molto simile nelle fattezze al PlayStation VR di Sony e soprattutto uno dei primi apparecchi destinati a operare con la piattaforma Windows Holographic di Microsoft, è un segno del nuovo che avanza. Stiamo parlando di un prototipo, ma le premesse sono buone, sia sotto l’aspetto tecnico (il monitoraggio del dispositivo è possibile senza alcuna telecamera esterna) che in ottica utente: il visore in questione dovrebbe vedere il mercato, probabilmente nel 2018, con un prezzo di listino non superiore ai 400 dollari e di conseguenza aiutare a rendere “mainstream” e alla portata di tutti i portafogli le applicazioni consumer della realtà virtuale. Una realtà virtuale priva di fili e senza il bisogno di accompagnarsi a uno smartphone è un’altra delle tendenze che caratterizzerà il ULISSE _ febbraio 2017 _

57


GreatBeauty GADGET E PROTOTIPI IN VETRINA A LAS VEGAS

➊ Gli Oculus Rift potranno trasmettere la sensazione di freddo o di calore ➋ Dalla giapponese Cerevo gli zoccoli del futuro che riconoscono le superfici ➌ Asus VR Fone, lo smartphone per la realtà aumentata e virtuale di Google ➍ Da Lenovo il visore “low cost” per la mixed reality

5

➊ The Oculus Rift will be able to convey cold or warmth. ➋ The clogs of the future able to identify kinds of surfaces, by Japanese brand Cerevo. ➌ VR Asus Fone, the smartphone for augmented and virtual reality by Google. ➍ The "low cost" viewer for mixed reality by Lenovo.

6

2017. Punta su questi vantaggi, per esempio, il Pico Neo CV, visore che vedrà il mercato fra qualche mese e che fa, per l’appunto, della connettività wireless il suo punto di forza, scommettendo sulla necessaria evoluzione di una tecnologia per il momento molto condizionata dalla presenza di cavi. Senza fili sarà anche il nuovo Vive di Htc, il cui primo obiettivo è quello di abbassare la barriera di ingresso per i propri apparecchi, ritenuti fra i migliori in assoluto sul mercato: gli 800 dollari che servono per acquistare il visore della società taiwanese diventano però un ostacolo insormontabile se si aggiungono i 220 dollari dell’estensione che permette all’apparecchio di connettersi senza cavi al personal computer. Anche Intel, con il suo Project Alloy, visore prototipo farcito di videocamere e sensori che sarà disponibile per gli sviluppatori entro la fine dell’anno, sta lavorando a uno scatto in avanti dell’esperienza di visione, libera da avi e accessori esterni. A Las Vegas il gigante californiano dei microchip ha dimostrato come il contesto del paesaggio o di un video (magari ripreso in diretta da un drone) rappresentato attraverso il visore possa adeguarsi ai movimenti dell’utente con una definizione delle immagini elevatissima. Ma non solo. La realtà virtuale 2.0 è anche il poter interagire con un soggetto che si avvicina a noi, nella scena virtuale, per proporci un gadget che una volta ordinato in formato digitale ci arriverà direttamente a casa. Si parla non a caso di “merged reality”, di “realtà fusa”, di un’esperienza che aggiunge elementi che ci circondano abitualmente nella simulazione che scorre dentro il visore e che trae beneficio da un sistema di tracciamento della posizione completamente wireless e in grado di fornire una riproduzione coerente dell’ambiente esterno. ●

1

2

3

4

58

_ ULISSE _ febbraio 2017

7

➎ Scarpe e guanti per muoversi negli ambienti virtuali: costeranno fra i 1.000 e i 1.500 dollari ➏ Windows Holographic, la piattaforma di Microsoft piloterà i visori di Asus, Lenovo e Acer ➐ La nuova generazione di Htc Vive funzionerà senza cavi in modalità wireless ➎ Shoes and gloves to move around in virtual environments: they cost between $1,000 to 1,500. ➏ Windows Holographic, Microsoft’s platform will drive Asus, Lenovo and Acer viewers. ➐ The new generation of HTC Vive will work without cables in wireless mode.

VIRTUAL REALITY From the CES in Las Vegas, the innovations that herald the evolution of viewing devices (“viewers”), and the arrival of technology that allows us to travel and play in a parallel dimension Getting inside a movie or watching a sporting event from many different angles; we can now play with a level of realism never experienced before, mixing elements of the real world with those of video games; you can board a flying robot which renders work safe that was previously considered very dangerous. The digital experience wants to expand into new horizons and virtual reality is iconic in this race to the future. It is one of the building blocks of tomorrow’s society, absorbing bytes and images, despite many branding it a passing phase, (a bit like 3D for TV), destined to early failure due to the excessive cost of the devices. Anyone who went to the Consumer Electronic Show 2017 expecting big, full-bodied announcements may have been left a little disappointed, thrown

by the solutions and prototypes in shop windows that looked a little too much to the future. In 2017, say those in the know, we should not expect a virtual reality revolution: we will see, however, the launch of the second generation of viewers beginning with the successors of Oculus Rift and HTC Vive, and several initiatives that could come from the frontline of software content (with games – naturally – in the lead). But big news wasn’t missing from the Las Vegas event, nor hi-tech extravaganzas such as the Tom Sicard exoskeleton, a machine which when worn with a viewer turns into an extension of the body, giving the sensation of flying, windsurfing, or allowing the wearer to “become” an astronaut or superhero. The viewer from Chinese brand Lenovo is very similar in terms of features to the Sony PlayStation VR,

and above all is one of the first devices designed to operate with the Microsoft Windows Holographic platform: a sign of things to come. This is currently at the prototype stage but the signs are good, both from the technical aspect (device monitoring is possible without any external camera) and from the User perspective: the viewer should probably hit the market in 2018 with a price tag not exceeding $400, which should consequently help to make virtual reality consumer applications “mainstream” and affordable to all level of consumers. A wireless virtual reality without the need for an accompanying smartphone is another of the trends that will characterize 2017. For example, the Pico Neo CV viewer – set to hit the market in a few months – makes wireless connectivity its strength, betting on the necessary evolution of current cable led technology. Also wireless will be the new HTC Vive – whose first goal is to lower the entry barrier for its products – which are considered to be among the finest on the market. The viewer from the Taiwanese company is priced at $800. However, the cost becomes prohibitive if you need to add $220 for the extension that connects the device wirelessly to a personal computer. Even Intel, with its Project Alloy, a prototype viewer packed with cameras and sensors which will be available to developers later this year, is working on a “step forward” in the viewing experience, free from AVI files and external accessories. In Las Vegas, the Californian giant of microchip production showed how a landscape or video scene seen through the viewer can adapt to the user’s movements and provide a high-definition image. But that’s not all. Virtual reality 2.0 is also able to interact in the virtual world with a subject who approaches us to offer a gadget, which once ordered in its digital version will be delivered directly to our house. It’s no coincidence that we talk about “merged reality” of an experience that adds elements from our normal surroundings into the simulation seen through the viewer, and which benefits from a completely wireless tracking system that provides a consistent reproduction of the external ● environment. ULISSE _ febbraio 2017 _

59


GreatBeauty

«JUST ONE» Certe cose nella vita non hanno prezzo: come “perdersi” nella libreria più antica d’Italia, estrarre a mani nude una gemma preziosa, oppure provare il brivido di percorrere il tunnel più lungo del mondo. Altre, invece, il costo ce l’hanno, e anche alto. Ma come resistere alla tentazione di assaggiare la pizza con oro e tartufo o di partecipare a una cena extralusso (con diamante incluso) a Singapore?

Siamo ovunque voi andiate... o quasi

JUST ONE Certain things in life are priceless, like “losing yourself” in Italy’s oldest library, extracting barehanded a precious gem, or feeling the thrill of passing through the longest tunnel in the world. On the contrary, other things can cost, a lot. But, how could we possibly resist the temptation of tasting a pizza with gold and truffle, or taking part in an uber luxurious dinner (with diamond included) in Singapore? Testo Bianca Ascenti

Il tunnel dei record Il San Gottardo, orgoglio alpino Quello del Gottardo nelle Alpi è il tunnel ferroviario più lungo e più profondo al mondo. Si estende per 57,1 km e nel punto massimo ha sopra di sé 2.300 metri di montagna. Costato 12 miliardi di euro, è stato inaugurato il 1° giugno 2016.

CMS Offices: Aberdeen, Algiers, Amsterdam, Antwerp, Barcelona, Beijing, Belgrade, Berlin, Bogotá, Bratislava, Bristol, Brussels, Bucharest, Budapest, Casablanca, Cologne, Dubai, Duesseldorf, Edinburgh, Frankfurt, Geneva, Glasgow, Hamburg, Hong Kong, Istanbul, Kyiv, Leipzig, Lima, Lisbon, Ljubljana, London, Luxembourg, Lyon, Madrid, Medellín, Mexico City, Milan, Montenegro, Moscow, Munich, Muscat, Paris, Podgorica, Prague, Rio de Janeiro, Rome, Santiago de Chile, Sarajevo, Seville, Shanghai, Sofia, Strasbourg, Stuttgart, Tirana, Tehran, Utrecht, Vienna, Warsaw, Zagreb and Zurich. CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni | Roma e Milano Studio Legale e Tributario

THE GOTTHARD ALPINE PRIDE The Gotthard in the Alps is the longest and deepest railway base tunnel in the world. It stretches along 57.1 km and at its deepest point lies under 2.300 meters of mountain. It cost 12 billion euro and was inaugurated on June 1, 2016.

Your World First cms.law

ULISSE _ febbraio 2017 _

61


GreatBeauty

Chi cerca trova. E porta a casa L’unica miniera di diamanti aperta al pubblico Avete voglia di provare un’emozione nuova e contemporaneamente tentare la fortuna? Armatevi di pala e pazienza e raggiungete il Crater of Diamonds in Arkansas (USA), che sorge sui resti di un cratere vulcanico ricco di pietre preziose, dove tutto quello che riuscirete a trovare lo portate a casa. Qui si trovano solo diamanti bianchi, marroni e gialli e dopo un acquazzone riconoscerli è più facile. Se non volete affittarli, potete portare da casa gli attrezzi per scavare purché non si tratti di rilevatori elettronici. E se trovate qualcosa, lo staff perizierà gratuitamente la gemma. Niente diamante? Consolatevi con le agate, le ametiste, i quarzi e tutte le altre pietre e i minerali di cui la miniera abbonda.

Duecentoquarant’anni di arte e cultura La libreria più antica d’Italia nel cuore di Milano Uno scrigno, intimo e traboccante di libri e opere d’arte: è la Libreria Bocca – gestita dalla famiglia Lodetti – che sorge nella Galleria Vittorio Emanuele di Milano. Fondata nel 1775 a Torino dai fratelli Bocca, apre sedi a Parigi, Firenze, Roma e Milano, l’unica ancora attiva. Quella meneghina – costruita tra il 1867 e il 1877 su progetto di Giuseppe Mengoni – è il punto di riferimento per chi cerca volumi d’arte, anche rari e preziosi. Cofondatrice e presidente dell’Associazione Culturale delle Librerie Storiche e Antiquarie d’Italia, attiva nell’organizzazione di eventi culturali e artistici, la libreria è sotto il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali e delle Attività Culturali in qualità di Locale Storico d’Italia, mentre il Fondo per l’Ambiente Italiano l’ha eletta “luogo del cuore” nel 2007. TWO HUNDRED AND FORTY YEARS OF ART AND CULTURE The Bocca Library is a treasure chest, at once intimate and brimming with books and works of art. Managed by the Lodetti family and located in Milan’s Galleria Vittorio Emanuele, it was founded in 1775 in Turin by the Bocca brothers who opened sister branches in Paris, Florence, Rome and Milan. The latter – built between 1867 and 1877 and designed by Giuseppe Mengoni – is the only one still open, and it is a reference point for anyone in search of art books, including rare and precious ones. Co-founder and president of the Cultural Association of Historical and Antiquarian Libraries of Italy and active in the organization of cultural and artistic events, the library is under the patronage of the Ministry of Cultural Heritage and Culture Activities as the Historic Space of Italy, while the Italian Environment Fund elected it “place of the heart” in 2007. www.libreriabocca.com

O pizza, o cinema A Malta una versione deluxe con oro 24 kt A Malta, non perdete la pizzeria Margo’s, ma scorrete con attenzione il menu: accanto a quelle tradizionali c’è la pizza dei primati con mozzarella di bufala, tartufo bianco e foglie d’oro 24 kt (niente pomodoro). Non invitate gli amici, il prezzo parte da 1.800 euro (ed è solo su prenotazione). PIZZA, OR CINEMA If you find yourself in Malta then be sure to try out the famous Margo’s pizzeria. However, read the menu carefully: alongside the traditional variety is a record-breaking pizza with buffalo mozzarella, white truffle and 24kt gold leaves (no tomato). Don’t invite friends –the price starts at 1800 euro (by reservation only). www.margosmalta.com

62

_ ULISSE _ febbraio 2017

WHO SEEKS FINDS. AND BRINGS IT HOME Do you want to experience something new and simultaneously try out your luck? Grab a shovel, be patient and head to the Crater of Diamonds in Arkansas (USA), which lies on the remains of a volcanic crater full of gems, and where you can bring home anything you find. A tip? You can only find white, brown and yellow diamonds here, and it’s easier to recognize them after a rain shower. If you don’t want to rent digging tools you can bring your own from home, except for electronic detectors. If you happen to find something, the staff will estimate the gem for free. No diamonds? Console yourself with agates, amethysts, quarts and all the other gems and minerals that abound in the mine. www.crater2015.aristotle.net

Chi vuol esser milionario? Cena con gioiello. Ma solo per “eletti” Quella organizzata da World of Diamonds e il club CÉ LA VI di Singapore è la cena per due più romantica e costosa al mondo: tour in elicottero che si conclude sulla terrazza del Marina Bay Sands Hotel, decorata con 10mila rose. Poi cena di 18 portate (i bastoncini/posate con diamanti incastonati avranno le iniziali della coppia) e a mezzanotte un valletto consegnerà l’anello con un diamante blu di 2.08 carati e un valore stimato di circa 2 milioni di dollari. Esattamente come il conto che vi verrà presentato all’uscita. Sempre che gli organizzatori vi scelgano tra migliaia di candidati... WHO WANTS TO BE A MILLIONAIRE? The world’s most romantic and expensive dinner for two - organized by the World of Diamonds and the CÉ LA VI club in Singapore - begins with a helicopter tour and ends on the terrace of the Marina Bay Sands Hotel, which is decorated with 10 thousand roses. There guests will enjoy an 18-course dinner on the terrace (the chopsticks/cutlery with diamonds will bear the couple’s initials) and at midnight a valet will deliver a ring that features a 2.08-carat blue diamond estimated at around 2 million dollars - exactly like the bill you’ll be presented with upon exiting. Provided that the organizers select you from among thousands of candidates that is… www.worldofdiamonds.tv/en

ULISSE _ febbraio 2017 _

63


GreatBeauty “Il dramma è la vita con le parti noiose tagliate„ “Drama is life with the dull bits cut out„ ALFRED HITCHCOCK

La storia degli Oscar: record e tutte le curiosità Walt Disney è il primatista con 22 premi più quattro alla carriera e le 59 candidature

1 Walt Disney Disegnatore, imprenditore, cineasta, produttore

Con 22 Oscar vinti per i suoi lavori, quattro alla carriera, un totale di 59 nomination l’inventore di Topolino è il primatista assoluto. Un altro record di Walt Disney è di aver ricevuto il maggior numero di Oscar in uno stesso anno: nel 1954 vinse ben quattro premi. With 22 Oscars for his work, 4 honorary Oscars, and a total of 59 nominations, Walt Disney also holds the record for the highest number of Oscars won in the same year: in 1954 he succeeded in winning a whopping 4 Oscars.

64

_ ULISSE _ febbraio 2017

È il premio cinematografico più importante del mondo e il prossimo 26 febbraio consumerà il proprio rito civile come accade ormai dal 1929, quando il Dolby Theatre di Los Angeles ospiterà la cerimonia di premiazione, condotta per la prima volta da Jimmy Kimmel, che ha percepito un cachet di 15mila dollari per presentare uno degli appuntamenti clou della stagione televisiva. I premi sono conferiti dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, organizzazione professionale onoraria costituita da professionisti del mondo del cinema. Per le nomination è previsto che gli iscritti votino in base alla professionalità (gli attori votano per gli attori, direttori della fotografia per la migliore fotografia e così via, tutti votano per il miglior film), mentre per l’assegnazione definitiva del premio tutti gli oltre 6mila membri dell’Academy esprimono un voto su ogni categoria. Con 59 candidature e 26 premi, l’uomo che ha disegnato i nostri sogni, le favole e le fiabe è il recordman degli Oscar: Walt Disney. Papà di personaggi amatissimi (Topolino su tutti), ha creato una megapotenza nel mondo del cinema e dell’entertainment. Con l’inseparabile fratello Roy fondò la Disney Brothers, la futura Walt Disney Company. (Stefano Cocci) THE HISTORY OF OSCARS: THE RECORDS AND STATS Running since 1929, the next edition of the world’s most important film award is set to take place on February 26 at the Dolby Theatre in Los Angeles, with first-time Oscar host Jimmy Kimmel presenting the show for a $15,000 fee. Awards are bestowed by the Academy of Motion Picture Arts and Sciences, a professional honorary organization made up of film professionals. For the nominations members vote according to the different professions (actors vote for actors, directors of photography vote for the best photography and so on), while every member votes for the best film. Meanwhile, the final awards are decided by the over six thousand members of the Academy, who vote in each category. The man who holds the record for nominations (59) and victories at the world’s most prestigious film awards is a legend of cinema. He drew our dreams and fairy tales and is the father of our best-loved characters. Walt Disney created a powerhouse in the world of cinema and entertainment, yet he is also a controversial figure. Alongside his inseparable brother Roy, he founded Disney Brothers, the future Walt Disney Company.

2

3

4

Titanic 1999 Ha vinto più Oscar (11, come Ben Hur e Il Signore degli Anelli-Il ritorno del re) ma con più nomination (14, parimerito con La La Land). Received 11 Oscars in joint place with Ben Hur and LOTR The Return of the King, but it got 14 nominations.

Katherine Hepburn 1933-1981 Attrice che ha vinto più Oscar, quattro, il primo per La gloria del mattino (1933), l’ultimo per Sul lago dorato (1981). The actress who won the highest number of Oscars (4), the first in 1933 for Morning Glory, the last one in 1981 for On Golden Pond.

Jack Nicholson 1975-1997 Con tre Oscar, è l’attore recordman per la categoria, parimerito con Daniel Day-Lewis ma con ben 12 nomination. With three Oscars to his name, he is a record holder, in joint place with Day-Lewis as well as the highest number of nominations (12).

5

6

7

Bette Davis 1939-1943 Due premi, ma la Davis detiene il record per le nomination consecutive, 5 (1939, 1940, 1941, 1942, 1943) insieme a Greer Garson. She won two Oscars, but Davis holds the record for consecutive nominations, 5 (1939-1943) along with Greer Garson.

Tom Hanks 1994-1995 Il record per gli Oscar consecutivi appartiene a lui insieme a Rainer, Tracy, Hepburn e Robards, tutti con due premi. The record for consecutive wins belongs to Tom Hanks, along with Rainer, Tracy, Hepburn and Robards, all with two awards.

8

9

10

Billy Wilder 1946-1988 Il regista della “commedia perfetta” (A qualcuno piace caldo) è anche quello con più Oscar, ben 7, seguito da Coppola (6). The director of the “perfect comedy” (Some Like It Hot) is also the director with the most Oscars (7), followed by Coppola (6).

Lina Wertmuller 1977 Gloria anche per l’Italia. La prima donna ad essere candidata all’Oscar per la Miglior Regia è lei per Pasqualino Settebellezze. Italy’s pride. She is the first woman to be nominated for an Oscar for Best Director for Pasqualino Settebellezze (Seven Beauties).

Meryl Streep 1979-2012 Oltre ai tre premi vinti, lMeryl Streep detiene il record delle candidature tra le attrici, che sono ben 20. As well as three Oscar wins, Streep holds the record for nominations among the actresses with a whopping 20.

Chaplin-Stallone-Wells-Benigni Vari anni Gli unici ad avere le nomination per attore protagonista e per la sceneggiatura nello stesso anno e per lo stesso film. They received a nomination for Best Actor and Best Original Screenplay in the same year and for the same film.

ULISSE _ febbraio 2017 _

65


IN VOLO

GreatBeauty

La carlinga del PA 200 Tornado “Special Color” del 311 Gruppo Volo, realizzato Aldo Drudi in occasione del 60esimo anniversario del Reparto. Nella pagina accanto, Aldo Drudi. The superb nacelle of the PA 200 Tornado “Special Color” of the 311 Flight Group, made in 2016 for the 60th anniversary of the Department. On the left, Aldo Drudi.

TESTO Federico Garbin FOTO DPS «Vedi, il mio lavoro è disegnare la velocità, colorarla. Sono partito dai caschi, dalle moto, e sono arrivato fino alle barche e agli aerei». Aldo Drudi non è solo il designer di caschi più amato dai piloti del Motomondiale ma è un professionista completo, proiettato nel trasformare in forme e colori tutto ciò che è legato al movimento. Nel suo studio c’è una grande finestra che si apre sul mare, l’Adriatico: sulla destra le Marche, il promontorio di Gabicce, di fronte le spiagge di Cattolica. A pochi chilometri la famosa “Panoramica”, una delle strade più amate dai motociclisti. Proprio su queste curve è nata la sua passione per le due ruote coltivata, ancora oggi, attraverso la collaborazione con i piloti: la firma di Drudi è un vanto anche per i migliori. Parla guardando fuori mentre io, furtivamente, sbircio la sua scrivania; qui matite e fogli parlano della sua storia e del suo lavoro: c’è un bozzetto composto da linee tese, la carena di una barca, mentre sotto intravedo la grafica di un casco e lo studio preliminare di una moto. «Tutto è iniziato con Graziano Rossi (papà di Valentino ndr.)», racconta, «mi aveva chiesto di personalizzare il suo casco... Da lì sono entrato nel Circus del Motomondiale e sono sempre stato in quell’ambiente, ormai sono passati più di trent’anni». Caschi, abbigliamento tecnico per motociclisti e la proficua collaborazione con i migliori brand del settore. Continua Drudi: «Lino Dainese (patron dell’omonima azienda, ndr) mi chiese di trasferirmi in Veneto, vicino alla fabbrica, ma i miei posti sono questi. Qui si vive a 2.000 km/h da maggio ad ottobre. Viaggio e ho viaggiato tantissimo ma se fossi nato in un altro luogo non so se avrei potuto avere le stesse occasioni».

Aldo Drudi

COLORARE LA VELOCITÀ

Reso celebre dalle grafiche dei caschi di Valentino Rossi, il designer Aldo Drudi racconta la sua storia e i suoi progetti 66

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

67


GreatBeauty

Il suo lavoro è molto cambiato negli anni ma è lo stesso Drudi a raccontare che la sua ispirazione ancora oggi viene colta con una matita in mano: «Sai, non puoi fare tutto con il computer, se ti affidi alla memoria dell’elaboratore, smetti di usare la tua. In un lavoro creativo è necessario rompere l’attimo, seguire e fermare l’ispirazione nel momento in cui essa arriva. Per fare questo servono le sensazioni e i ricordi... non ti basta andare su internet e cercare un’immagine, quello che sei e che fai è la somma delle esperienze che hai vissuto e dei luoghi che hai visto». Nei suoi discorsi torna spesso la parola fortuna: «Sì, sono stato molto fortunato e sai perché? Perché ho avuto tempo, ho potuto seguire la mia inclinazione e la mia passione senza che nessuno mi corresse dietro; poi mi sono sempre rimesso in gioco: quando pensi di essere arrivato al culmine devi alzare la posta, è lì che ti misuri sul serio». E lui, in cima, ci è arrivato davvero. Si perché quella di Aldo Drudi è una storia che ha la bellezza di una favola. Al grande pubblico il suo nome è legato alle grafiche dei caschi di Valentino Rossi ma il suo lavoro non si è mai fermato e la sua ricerca – perdonatemi – è arrivata molto, molto in alto... fino al cielo. Il cielo, avete capito bene: è infatti opera sua la splendida carlinga del PA 200 Tornado “Special Color” del 311 Gruppo Volo, realizzato nel 2016 in occasione del 60esimo anniversario del Reparto. «Anche questa è velocità, no?». Prima di lasciarci gli chiedo quali sono i suoi progetti futuri: «Mi sono avvicinato al 3D grazie all’aiuto di Paolo Picchi. Con lui ho realizzato la Burasca, una moto su base Honda, e la mia prima barca, Anvera, un COB (CrossOverBoat) dei Cantieri LG con la quale sono in lizza per il Compasso d’Oro. Continuerò a fare quello che ho sempre fatto, con immutata passione, ma ora che ho “scoperto” il volume voglio esplorarlo in tutte le sue forme, moto, barche... chissà». ● 68

_ ULISSE _ febbraio 2017

UNA STORIA MOLTO SPECIALE Tutto è iniziato con il papà di Valentino Rossi, Graziano. Caschi, abbigliamento tecnico per motociclisti e la collaborazione con i migliori brand del settore. Everything started with Valentino Rossi. Helmets, technical motorcycling clothing and a fruitful collaboration with the industry’s best brands.

Aldo Drudi

ADDING COLOR TO SPEED Famous for designing Valentino Rossi’s helmets, designer Aldo Drudi talks about his life and the emotion of his speed-based work «You see, my job consists of designing speed, coloring it. I began with helmets and motorbikes and ended up as far as boats and aircrafts». Aldo Drudi isn’t just the best-loved helmet designer of the MotoGP World Championship riders, he’s an all round professional who transforms anything related to movement into shapes and colors. In his studio there is a large window

overlooking the Adriatic Sea: on the right, Marche, the promontory of Gabicce, facing the beaches of Cattolica. A few kilometers away the famous “Panoramica”, is one of the best-loved roads of bikers. His passion for motorbikes was born on these bends, a passion that he cultivates to this day, thanks to a collaboration with the riders: even the best riders are proud to boast Drudi’s signature. He talks to me looking out of the window, while I furtively peek into his desk; here pencils and sheets speak of his history and his work. There is a sketch made up of taut lines, the hull of a boat, while under it I glimpse a helmet design and a preliminary project of a motorcycle. «Everything started with Graziano Rossi (Valentino’s father Ed)», he explains. «He asked me to customize his helmet... From there I joined the World Championship “circus” and I’ve been in that field ever since – that was over 30 years ago... ».

Helmets, technical motorcycling clothing and a fruitful collaboration with the industry’s best brands. «Lino Dainese (owner of the company bearing his name, Ed) asked me to move to Veneto, close to his factory, but this is where I belong. We live at full speed here from May to October. I travel, and have travelled a lot, but if I was born in another place I don’t think I could have had the same opportunities…». His work has changed a lot over the years but Drudi himself claims that even now inspiration comes with a pencil in his hand: «You know, you can’t do everything with your computer, if you rely on the computer memory, you stop using your own. Creative work implies breaking the moment, in following and focusing on the inspiration the very moment that it comes to mind. To do that you need feelings and memories, it’s not enough to surf the internet for an image, what you are and do is the result of your experiences and the places that you’ve seen». The word “luck” pops up often in his speech: «Yes, I’ve been very lucky. Do you know why? Because I had time. I was able to follow my inclination and my passion without anyone putting pressure on me; I’ve always tried to put myself on the line: when you think you’ve reached the highest peak, you need to up the ante, that’s how you really challenge yourself». And Drudi has truly reached the top. Yes, because Aldo Drudi’s story has all the beauty of a fairy tale. For the public, his name is linked to the design of Valentino Rossi’s helmets, but his work has never stopped, and his search – forgive me – has gone far, far higher than that, as far as the sky. Yes, the sky, you got it right: he designed the graphics for the superb nacelle of the PA 200 Tornado “Special Color” of the 311 Flight Group, made in 2016 for the 60th anniversary of the Department. «That’s speed, too, isn’t it?». Before leaving I ask him what his future plans are: «I approached the world of 3D with the help of Paolo Picchi. I designed the Burasca with him, a Honda-based motorcycle, and my first boat, Anvera, a COB (CrossOverBoat) by the LG Shipyards, with whom I’m running for the Golden Compass. I’ll continue doing what I’ve always done, with the same passion, but now that I’ve discovered 3D I want to explore it in all its forms, be it motorcycles, ● boats… who knows». ULISSE _ febbraio 2017 _

69


GreatBeauty A CIASCUNO IL SUO STRUMENTO Catia e Mauro Uliassi nel ristorante a Senigallia sulla Banchina di Levante, con una stupenda veranda sul mare. Catia and Mauro Uliassi in the restaurant in Senigallia, featuring a beautiful terrace overlooking the sea.

TESTO Silvia Nani FOTO IrisLab Lui cucina, lei dipinge. Lui combina con sapiente alchimia gli ingredienti, lei dosa i colori e li sperimenta in soggetti (a volte più che arditi) sulla tela. Trait d’union, un ristorante, con un filo sottile a legare i fornelli alla sala: i quadri appesi e quelli dipinti sui menu. Lui è lo chef, lei è la responsabile della sala e dell’organizzazione, e anche pittrice. Nome del luogo e cognome di entrambi: Uliassi. Catia e Mauro Uliassi, fratelli e soci dell’omonimo ristorante stellato che si protende sulla spiaggia di Senigallia, sono legati da sempre: «Viviamo praticamente in simbiosi, tutto tra di noi viene condiviso pur mantenendo ciascuno il proprio ruolo e l’identità», esordisce Mauro brandendo il pennello della sorella come se fosse un utensile della sua cucina. Essere creativi è il loro tratto comune, sebbene Catia la vena pittorica l’abbia scoperta per caso: «Sono sempre stata appassionata di arte contemporanea, da Mimmo Rotella a Jackson Pollock, ma non mi ero mai cimentata. Poi è successo, una decina di anni fa, che un marchio di jeans ci abbia chiesto di ospitare un evento a tema pop art. Così chiesi di ricevere qualche tela jeans per poter creare nella nostra sala una scenografia». Detto fatto, quei tessuti pensati per vestire i tavoli diventano invece la base per creare: «Ho iniziato a dipingerli, mischiando i colori. E alla fine l’idea: perché non appenderli come quadri? Fu un successo. Inaspettato». Dalle pareti ai menu: «Mi è sembrato bello che Catia esprimesse la sua passione personalizzandoli», dice Mauro, indicandoli, «In genere si chiede un apporto creativo esterno, questi invece sono solo nostri». Le tecniche si affinano, la consapevolezza cresce, ed ecco la prima personale: «Due anni dopo, quasi in sordina, alla galleria Portfolio a Senigallia. Fu un evento incredibile e quasi tutte le tele furono vendute», racconta Catia, che da allora per tutti

L' ARTE IN CUCINA

Catia e Mauro Uliassi Se un piatto può essere un’opera d’arte perché non interpretarlo in un quadro? Ecco espressa la creatività di fratello e sorella

70

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

71


IN CUCINA CON LE STELLE

GreatBeauty

INTERPRETAZIONI I quadri di Catia e le creazioni di Mauro. I piatti di design utilizzati nel ristorante da Uliassi sono di Infinito by Ciesse. Catia’s portraits and Mauro’s creations, the design dishes used in the Uliassi restaurant are from Infinito by Ciesse.

72

_ ULISSE _ febbraio 2017

Il ristorante di Uliassi ha due stelle Michelin. Lo chef in cucina con i colori arancioni voluti dalla sorella Catia, a sinistra, e in sala, sotto. The Uliassi restaurant has two Michelin stars. The chef in his kitchen, on the left, and in the hall, below.

i suoi progetti artistici collabora con la Fondazione Paladini (una onlus per le persone affette da patologie neuromuscolari). A seguire, una mostra all’anno e la prima occasione, vera, di unire arte e cibo: «Con mio marito Mauro Paolini (secondo chef di Uliassi) alla Nock Art Foundation Gallery di Hong Kong: io dipingevo e lui cucinava ispirandosi alle mie tele. Tre serate, esauritissime». Un anno fa esatto stessa performance a Le Cirque a New York, ospiti da Sirio Maccioni, e analogo successo. «Qui succede tassativamente il contrario», precisa Mauro, «Il piatto viene prima, la creatività in cucina è respirare il territorio che ci circonda. Certo, l’estetica è importante perché si gusta con tutti e cinque i sensi, e anche la vista deve emozionare. Solo in questo un piatto è paragonabile all’arte». Il colore, ingrediente fondamentale? «Per me totalmente», conferma Catia, «Più all’inizio quando dipingevo in stile astratto. L’anno scorso sono diventata figurativa: volti di ogni genere. E quindi è il soggetto a predominare». L’ispirazione, da Uliassi, rimane il menu “vero”, ovvero i piatti. E per la carta 2017 i giochi si fanno ora: «Febbraio è dedicato da sempre al nostro “lab”, un’esplorazione durante la quale mettiamo a punto la parte più sperimentale del menu. Stavolta parteciperà anche il team di sala: Catia potrà entrare nel vivo dei piatti, vederli “crescere”. E alimentare la sua creatività», spiega Mauro, mentre lei annuisce. «In questi mesi di chiusura dipingo tutto il giorno sperimentando “ingredienti” e tecniche nuove», dice. Impossibile carpire a entrambi qualcosa del futuro menu, reale e di carta. Si sa solo che, come sempre, quello dipinto sarà in vendita (benefica). E il colore? «Sì, mi piace», confessa finalmente Mauro, «L’ho voluto per i banconi della cucina: arancione. Rilassante. Ma qui, per favore, non parliamo di arte…». ●

close: «We’re practically joined at the hip», begins Mauro. Creativity is their common trait, although Catia discovered her pictorial vein by chance: «I’ve always loved contemporary art, from Mimmo Rotella to Jackson Pollock, but I’d never tried it myself. Then, ten years ago, we happened to be asked by a jeans brand to host a pop art themed event. So I asked for some denim canvas to give our hall a special design». When all was said and done those canvases, which were supposed to dress our tables, became the base for paintings: «I started painting on the canvases, mixing the various colors, and then I had an idea: why don’t we hang them as if they were proper paintings? It was an unexpected success». «I thought it was great that Catia could express her passion by personalizing the menus», says Mauro, pointing at them. «For the menu design we usually ask for creative external support, but we did these by ourselves». As she refined her technique, her awareness increased, leading to her first solo exhibition: «It was two years later, almost unnoticed, at the Portfolio gallery in Senigallia. It

ART IN THE KITCHEN Catia e Mauro Uliassi If a dish can be a work of art, why don’t we convey it in a painting? Hence the expression of the sibling’s creativity He cooks, she paints. He combines the ingredients with skilful alchemy, while she blends the colors and tests them on subjects – often more than a little bizarre – on canvas. The restaurant is the link, with the portraits on the walls and those painted on the menus the common thread running between kitchen and hall. He is the chef, she runs the floor and takes care of organization, as well as being a painter. The name of the restaurant is also their surname: Uliassi. Catia and Mauro Uliassi are siblings and partners in the Michelin-starred restaurant bearing their name, set on the beach of Senigallia. They have always been

Per raggiungere Ancona i viaggiatori hanno a disposizione 20 frequenze settimanali da Roma Fiumicino. Per conoscere le offerte e per l’acquisto dei biglietti visita alitalia.com

was an incredible event», says Catia, who since then has collaborated on all of her projects with the Paladini Foundation (a charity for people affected by neuromuscular disease). From there she’s put on an exhibition every year, as well as the first true occasion to combine art and food: «It was alongside my husband Mauro Paolini (second chef at Uliassi) at the Nock Art Foundation Gallery in Hong Kong: I painted and he cooked, taking inspiration from my portraits. The three evening events all sold out». Exactly one year ago, the event was replicated at Le Cirque in New York to similar success, hosted by Sirio Maccioni. Says Mauro, «the dish comes first, the creativity in the cuisine comes from the territory that surrounds us. Obviously, aesthetics are important because we eat with all of our five senses, and the look of something needs to evoke emotion. Only in this way is a dish comparable to art». Is color a key ingredient? «I definitely think so», confirms Catia, «more so at the beginning when I painted in an abstract style. Last year I turned to figurative art: faces of all kinds. So now, the subject is the key element».The inspiration at Uliassi remains the “real” menu, or rather, the dishes. Now is the time to decide the 2017 menu: «February is always dedicated to our “lab”, a research phase where we develop the most experimental part of our menu. This time the floor staff will be taking part in the process too: Catia will be able to participate in the evolution of the dishes. She’ll see them “grow,” and will be able to fuel her creativity», explains Mauro, while she nods. «In these months when we’re closed I paint all day long, experimenting with new “ingredients” and techniques», says Catia. It is impossible to glean any hints on the next paper and real menu. We only know that, as usual, the painted ones will be up for sale (for charity). What about the color? «Yes, I like it», Mauro finally confesses. «Orange: I wanted it for the kitchen counters. It’s relaxing. But please, let’s ● not talk about art here…».

To reach Ancona travelers have 20 weekly flights from Rome Fiumicino at their disposal. To find out the offers and to purchase tickets visit alitalia.com

ULISSE _ febbraio 2017 _

73


THOMAS LAVELLE/CONTOUR BY GETTY IMAGES

GreatBeauty

Milla Jovovich

EROINA IMMORTALE La meravigliosa modella e attrice nata a Kiev in Ucraina chiude la saga di Resident evil che le ha regalato notorietà e anche… la famiglia

TESTO Stefano Cocci

CHI È Nata il 17 dicembre 1975 a Kiev, in Ucraina, Milla Jovovich si è trasferita con la famiglia a Sacramento, California, all’età di cinque anni. Milla Jovovich, born in Kiev on December 17, 1975, moved with her family to Sacramento, California, at the age of 5.

74

_ ULISSE _ febbraio 2017

È una predestinata Milla Jovovich, nata in Ucraina nel 1975, a Kiev esattamente, e che, trasferitasi giovanissima in California, ha conquistato il mondo della moda e del cinema. Del resto, quando a scattare la tua prima foto c’è un certo Richard Avedon, uno che ha cambiato le regole esistenti nel mondo delle riviste di moda degli anni Cinquanta, vuol dire che il tuo destino è chiaro. Diventerà modella bambina dallo sguardo magnetico, poi eroina in diverse salse per il grande schermo. Donna di personalità cresciuta in un ambiente fortemente competitivo, al cinema non era destinata a galleggiare in ruoli secondari. Milla Jovovich ha salvato l’universo, la Francia e le sorti dell’umanità tutta. Il grande successo è arrivato con Il Quinto Elemento per la regia di quello che sarà suo marito negli anni Novanta, Luc Besson. È stato il ruolo di protagonista in Giovanna D’Arco a darle davvero una dimensione d’attrice. Nei panni della Pulzella d'Orléans in un film abbondantemente attaccato dalla critica per il suo approccio

ULISSE _ febbraio 2017 _

75


È fisicamente stancante, ma dal punto di vista emotivo è incredibile. La maternità mi ha dato la forza di mille persone, e reso molto più sicura

UGO RICHARD/CONTOUR BY GETTY IMAGES

GreatBeauty

Milla Jovovich

IMMORTAL HEROIN

It is physically tiring, but from an emotional point of view it’s incredible. Motherhood has given me the strength of a thousand people, and made me a much more confident woman

The gorgeous model and actress born in Ukraine wraps the Resident Evil saga that gave her fame and… a family

MILLA JOVOVICH

action a un tema tanto delicato quanto quello della santa nonché patrona di Francia, la Jovovich non ha sfigurato grazie alla sua enorme presenza scenica, sporca, disperata e guerriera, ma sempre disposta a lottare. Recita per Wim Wenders in Million dollar hotel, ma poi l’amore per l’azione prende il sopravvento. Così, nel 2002 inizia il binomio per lei più “ricco”, quello con il franchise del videogame Resident Evil. Un copione che accettò perché era il gioco preferito del fratello e che alla fine le porterà ulteriore fama, soldi e… la famiglia. Proprio sul set di Resident Evil conosce il (futuro) marito Paul William Scott Anderson, da cui ha avuto le due figlie Ever Gabo e Dashiel Edan. Questa è una saga che si conclude definitivamente quest’anno con Resident Evil: The Final Chapter, il settimo della serie, il quarto diretto proprio da Paul W.S. Anderson, il “signor Jovovich”. Un rapporto costruito proprio sul non sentirsi mai in soggezione rispetto all’essere comprimario. «Un uomo deve essere soprattutto sicuro di sé. Sono una donna con una forte personalità, sempre impegnatissima: per questo i miei ex mi percepivano come una minaccia. In Paul ho trovato una persona in grado di supportare le mie scelte di carriera senza sentirsi sminuito. L’ho sposato per questo…». Del resto, la vita tra famiglia e set non deve essere un granché pesante, visto l’alto tasso di divertimento dei film che il duo sta realizzando negli ultimi anni – compresa una versione ultramoderna de I Tre Moschettieri. «Quando torno a casa a fine riprese devo uscire con le mie amiche per almeno due giorni, altrimenti scoppio. Adesso, per 76

_ ULISSE _ febbraio 2017

esempio, dopo quattro mesi sul set dei Moschettieri, sento proprio il bisogno di prendermi un po’ di tempo per Milla». Anche se il rammarico più grande alla fine delle riprese per Resident Evil: The Final Chapter è stato «non poter far venire i miei bambini sul set nei giorni in cui dovevo sottopormi a estenuanti sedute di trucco per trasformarmi in una ultra novantenne. Per loro sarebbe stato difficile vedermi in quel modo». Con Resident evil: The Final Chapter la franchigia che ha raccolto quasi un miliardo di dollari in tutto il mondo è al passo d’addio. Il film è uscito a fine gennaio, in Italia arriva il 16 febbraio ma la Jovovich è rimasta sorpresa dal suo successo: «Non avrei mai pensato che saremmo arrivati a 7 film. Non mi sarei nemmeno aspettata di realizzare il secondo, ma credo che il segreto del successo sia che ogni titolo ha la propria identità». Un personaggio, quello di Alice, che la Jovovich ha accompagnato in questi 15 anni: «All’inizio era innocente, non sapeva chi fosse e quale fosse il suo posto quando l’incubo è iniziato. Credo che tutta la saga sia girata intorno proprio a risolvere questo quesito: chi sia Alice e quale fosse il suo ruolo nella Umbrella Corporation. Sono convinta che il pubblico si divertirà tantissimo». ●

PREDESTINATA Figlia di un pediatra serbo e di un’attrice ucraina, Milla esordisce come modella all’età di 11 anni, posando sulle copertine di alcune riviste, fotografata da Richard Avedon. Daughter of a Serbian pediatrician and a Ukrainian actress, Milla began her career as a model at the age of 11, posing for magazine covers, photographed by Richard Avedon.

It was a predestined Milla Jovovich – born in Kiev, Ukraine in 1975 – who moved to California at an early age and took the world of fashion and cinema by storm. What’s more when it’s Richard Avedon – the man who changed the rules of fashion magazines – who takes your first photo, your destiny is clear. She became the child model with a magnetic gaze, and later the heroin of various films on the big screen. A woman with personality who grew up in a highly competitive sector, Jovovich was never destined to tread water in supporting roles. Milla Jovovich has saved the universe, France and the faith of all humanity. The big success arrived with The Fifth Element, directed by the man who later became her husband in the 1990’s, Luc Besson. But it was her title role in Joan of Arc that really gave her an actress dimension. In the role of the Maiden of Orléans, in a movie roundly attacked by the critics for its “action” approach to an issue as delicate as that of the saint and patron of France, Jovovich came out unscathed thanks to her significant stage presence: dirty, desperate and warlike, but always ready to fight. Wim Wenders directed her in Million Dollar Hotel, before her passion for action movies took over. In 2002 her most lucrative pairing kicked off with the franchise of the Resident Evil videogame. Jovovich accepted the script because it was her brother’s favorite videogame, and in the end it brought her more fame,

ULISSE _ febbraio 2017 _

77


GreatBeauty IL FILM IN ARRIVO NELLE SALE Resident evil: The Final Chapter arriva nelle sale italiane il 16 febbraio. Oltre alla Jovovich, nel cast ci sono Ali Larter e Iain Glen. Resident evil: The Final Chapter hits screens in Italy on February 16. Ali Larter and Iain Glen star alongside Jovovich.

money and… a family. She met her husband (to be) – Paul William Scott Anderson, on the set of Resident Evil, and the couple have two daughters, Ever Gabo and Dashiel Edan. The saga ended definitively this year with Resident Evil: The Final Chapter, the seventh of the series, and the fourth directed by Paul W.S. Anderson, “Mr. Jovovich”. «Above all a man has to be self-confident. I’m a woman with a strong personality, and I’m always really busy: that’s why my previous partners saw me as a threat. Paul supports my career choices without feeling belittled. That’s why I married him…». After all their life, between family and sets, can’t be that tough, given how much fun the movies are that the couple has been

78

_ ULISSE _ febbraio 2017

shooting in recent years – including an ultramodern version of The Three Musketeers. «When I finish shooting a movie and come back home, I need to go out with my girlfriends for at least two days, otherwise I go crazy. Now, for example, after four months on set of the Musketeers I really feel the need to take some time out for myself». That said her biggest regret when shooting wrapped on Resident Evil: The Final Chapter was «not being able to let my kids come on set on days when I had to undergo exhausting make up sessions to turn me into a 90 year old. It would have been difficult for them to see me that way». With Resident Evil: The Final Chapter, the franchise that clocked up nearly a billion dollars worldwide

is one step from bidding farewell. The film was released in late January and comes out in Italy on February 16, but Jovovich remains surprised by its success: «I would never have thought we could shoot seven films. I would never have even expected to make the second, but I think the secret of its success is the fact that each film has its own identity». Jovovich has accompanied “Alice”, the character, for the last 15 years. «She started out innocent. She didn’t know who she was or what her role was when the nightmare first started. I think the whole saga hinges around resolving this question: who is Alice and what is her role in the Umbrella Corporation. I’m sure the public is ● going to have great fun with it».


GreatBeauty

Il Principe di Stefano Ricci

una sfilata vecchia maniera, dove gli uomini sono uomini, non ragazzini. È un contributo all’atmosfera della Sala Bianca, nel cui spirito ci riconosciamo. Non è una medaglia, ma un momento importante. Penso che quanto fatto fin qui sia un patrimonio che i miei figli continueranno a portare avanti». Siete un’azienda familiare? «Direi molto familiare. I nostri consigli di amministrazione si tengono a cena tra me, mia moglie e i miei due figli. Siamo una famiglia di persone normali, in un mondo di fenomeni».

TESTO Renata Molho

Il brand fiorentino è un unicum nel panorama fashion. E per celebrare i quarantacinque anni di attività è stato invitato a sfilare nella Sala Bianca di Palazzo Pitti, il luogo simbolo della moda italiana 80

_ ULISSE _ febbraio 2017

Un pianeta a parte, fuori dalle traiettorie più popolari, dalle logiche comuni del fashion system. Stefano Ricci è una specie di esempio blasonato di adesione a se stessi e alla propria endemica cultura, che non si lascia incantare dal suono delle sirene per avere facili consensi stagionali. La sua è un’azienda esemplare di grandissimo successo, da lui fondata nel 1972. Due anni dopo, era presente a Pitti Uomo con una collezione di cravatte. Accolta con entusiasmo, da allora la produzione è cresciuta aggiungendo elementi, fino a raggiungere le dimensioni attuali, che comprendono e soddisfano l’intero universo maschile, profumo incluso. Risultano consequenziali perfino gli elementi per la casa, perché si intuisce subito, varcando la soglia di questo mondo caratterizzato dalla radica californiana, che il segreto sta nella sua natura progettuale. Tutto è coerente e contestualizzato e riflette la personalità e il sentire di chi lo ha creato. Incontriamo Stefano Ricci in un’occasione speciale. È stato infatti invitato a festeggiare il 45° anniversario della sua azienda, con una sfilata che si è tenuta l’11 gennaio nella Sala Bianca di Palazzo Pitti, luogo simbolico per la moda italiana dove tutto ebbe origine nel ’52, restando il palcoscenico principale fino ai primi anni ’80, quando la moda si spostò a Milano. A metà tra un gentiluomo di campagna e un nobile d’altri tempi, barba inconfondibile, Ricci è elegantissimo nella sua giacca in maglia di cashmere double, camicia a quadrettini e gemelli in avorio intagliato: «Li ho da più di trent’anni, me li ha regalati uno stregone in Africa, io li ho fatti montare e da allora non posso più uscire senza». Piacevolissimo conversatore, aperto, grande senso dell’umorismo. Gli chiediamo di parlarci del suo consolidato rapporto con Pitti. «Firenze è la mia città e le devo tantissimo – ci dice – alcuni grandi brand, alla schiera dei quali io non appartengo – aggiunge modestamente – sono nati e cresciuti qui. Non è casuale. Credo che ci siano condizioni particolari: l’armonia delle linee, delle proporzioni che incontri anche semplicemente camminando. Le

Siete dei veri rivoluzionari... «Ne vado molto orgoglioso».

45 ANNI DELL’AZIENDA Anniversario festeggiato nella Sala Bianca di Palazzo Pitti l’11 gennaio scorso. Stefano Ricci celebrated the 45th anniversary of his company with a runway show on January 11 at Palazzo Pitti.

facciate, i sottotetti, i soffitti a cassettoni che si vedono dalle finestre… Firenze aiuta a un’educazione mentale che si esprime nell’estetica». Fino a diventare un po’ radicali? «Radicali ma non intolleranti. Certo, siamo impegnati a esprimere giudizi spesso e volentieri. Esigenti, sì. E trovo che sia un complimento per Firenze, il fatto che un tedesco (Eike Schmidt direttore delle Gallerie degli Uffizi ndr.) con una cultura estremamente internazionale, abbia trovato qui il tempio della religione che lui professa: la cultura ai massimi livelli». RICCI & FRIENDS A sinistra, un ritratto di Stefano Ricci. Sopra Andrea Bocelli con i figli Amos e Matteo, alla sfilata di Stefano Ricci a Pitti Uomo. On the left, Stefano Ricci’s portrait. Above, Andrea Bocelli alongside his sons Amos and Matteo at Stefano Ricci’s runway show at Pitti Uomo.

Ci parli del vostro progetto: è vero che per la realizzazione dell’evento avete studiato filologicamente come si svolgevano le prime sfilate nel ’52 e negli anni successivi, con una precisione da storici? «Sì, perché per me è stato molto significativo – dopo 45 anni senza mai uno sciopero e non un giorno di cassa integrazione in azienda – poter presentare proprio in quel salone una collezione che è frutto di lavoro sartoriale, con

Cos’è il made in Italy? «È un termine che io ho sostituito con fatto in Italia. Sappiamo che l’espressione dà adito a molti malintesi. Nella ricerca dei profitti assoluti, qualcuno ha cercato di mettere nel made in Italy produzioni che dell’Italia non avevano sentito nemmeno il profumo. I problemi sono due: quello del made in Italy inquinato, e quello delle contraffazioni. Non si è ancora trovata la soluzione. Per noi la questione dei falsi è davvero rilevante». Voi ovviamente producete tutto in Italia. «Non solo, ma quanto più possibile a Firenze». Mi ha colpito molto che la sua azienda abbia aperto il primo negozio in Cina nel ‘93. Come è nata l’intuizione? «È il frutto della mia pazzia. Ero stato lì l’anno prima e avevo visto questo popolo che si muoveva con grande vivacità. Erano tanti, mi avevano colpito soprattutto i giovani. Mi dissi, “questi vanno lontano”. Fui tra i pionieri. Oggi in Cina abbiamo 12 negozi. Non piccole boutique, ma negozi importanti». Qual è la caratteristica principale del suo lavoro? «Coordinare le energie di una squadra, per portare avanti i progetti delle varie collezioni. Mio figlio Filippo è direttore creativo, Niccolò è amministratore delegato già da diversi anni. Il segreto è riuscire a mantenere l’entusiasmo e riuscire a trasmetterlo. La squadra è importante, da soli si può arrivare fino a un certo limite. Una regola: niente atteggiamenti da fenomeni! Noi siamo persone normali, in un mondo molto, molto strano: i miei figli hanno i loro figli, io sono un nonno felice». E quali sono le caratteristiche del suo lavoro dal punto di vista strettamente stilistico? «La sartorialità. Il nostro cliente, lo fidelizzi solo con la qualità. Non con cose troppo originali. Ma il mio impegno ULISSE _ febbraio 2017 _

81


GreatBeauty

LA GRANDE SERA Un vero Italian High Fashion Show con temi colore che raccontano la filosofia di bellezza del designerimprenditore che rende omaggio alla sua Firenze. A true Italian High Fashion Show with no nostalgia, with colour themes that recount the philosophy of beauty that the designer-entrepreneur uses to pay homage to his city of Florence.

The Prince of Stefano Ricci

important, alone you can only reach a certain point. One rule: no egos! We are normal people, in a very, very strange world: my children have their own children, I am a happy grandfather».

The Florentine brand is unparalleled in the world of fashion. To celebrate its 45th anniversary it has been invited to walk the runway at the White Hall of Palazzo Pitti – a symbol of Italian fashion

LA SFILATA FIORENTINA Ha raccontato la giornata di un uomo moderno e cosmopolita che ad ogni ora vuole intimamente distinguersi con un guardaroba che ha al centro l’unicità. The fashion show recounted the day of a modern and cosmopolitan man who wants to thoroughly stand out around the clock with a wardrobe that has at its core a uniqueness and excellence.

principale è quello di creare i miei tessuti. Lavoro da sempre di ordito e trama, e sperimento, sperimento… assecondando questa nostra passione, abbiamo acquisito l’antico Setificio Fiorentino: una tessitura con i telai a mano in cui, tutt’ora, un operaio è in grado di realizzare al massimo 60 cm al giorno. Una magia, vera. Perfino le maestranze sembrano del Settecento. Lì è stata fatta la casula di Papa Francesco». Quanto le interessano le stagioni, il calendario della moda? Quali sono gli elementi fissi nelle collezioni? «Gli elementi variabili sono i colori e il peso dei tessuti. Però avendo cinquanta e più negozi nel mondo, consideriamo sempre un’estate possibile. Oggi, sotto un bel soprabito di cachemire o di vicugna, ci sta bene un bell’abito dal tessuto che non supera i 240250 grammi (per metro, ndr). Quindi l’abito, estate o inverno, resta sempre lo stesso». Com’è l’uomo elegante? «Può esserlo anche con un paio di jeans e una camicia portati in un certo modo. L’abito veramente non fa il monaco! Per essere elegante un uomo deve essere strutturato ia fuori che nella testa». ●

82

_ ULISSE _ febbraio 2017

It is a world apart, far from the most well trodden paths, and outside the box of the fashion system. A kind of “noble” example of consistency, both to himself and the origins of his culture, Stefano Ricci doesn’t fall for the allure of easy seasonal success. Stefano Ricci’s company – which he founded in 1972 – is a paragon of huge success. Two years later he was at Pitti Uomo with a collection of enthusiastically received ties and from there production grew, with elements added until the company reached the size it is today, catering to the entire male universe – fragrances included. As a natural progression, there are now even items for the home, because as soon as you set foot in this world rooted in Californian style, you realize that the secret is all in the design. Everything is consistent and contextualized, reflecting the personality and spirit of the company founder. We meet Stefano Ricci on a special occasion. He celebrated the 45th anniversary of his company with a runway show on January 11 in the Sala Bianca of Palazzo Pitti, a symbolic location for Italian fashion. That’s where it all began in 1952, remaining the main stage until the early 1980s when fashion decamped to Milan. Half country gentleman, half nobleman of the past, Ricci’s beard is unmistakable, and he looks uber-elegant in a double-cashmere jacket, checkered shirt and ivory-carved cufflinks: «I’ve had them for more than thirty years, a witch doctor in Africa gave them to me, I had them made to fit, and since then I can’t go out without them». He’s good to talk to, open, and has a great sense of humor. We ask him to talk about his solid relationship with Pitti. Florence is my city and I owe it a lot – he says. «Some big brands, the ranks of which I don’t belong to», he modestly adds, «were born and raised there. It’s no coincidence. I think there are certain conditions there: a harmony in design and proportions, which you see even just strolling around. The facades, attics, coffered ceilings that you see from the windows... Florence aids in a kind of mental education which is expressed in the aesthetics». To the point that it’s a bit radical? «Radical but not intolerant. Of course, we often have to pass judgment. Demanding, yes. And I find it a compliment to Florence the fact that a German (Eike Schmidt, director of the Uffizi Gallery Ed.) with a hugely international outlook, has found the religious temple at which he worships, here: culture at the highest level». Tell us about your project: is it true that for the event you studied the first fashion shows of 1952 and beyond with the precision of historians?

«Yes, because for me it’s really significant – after 45 years without a single company strike or anyone in the company ever being made redundant – to present a collection in that salon that is truly the result of tailoring, with an oldfashioned runway, where men are men, not boys. It’s a contribution to the atmosphere of the Sala Bianca, the spirit of which we recognize ourselves. It’s not a medal, but it is an important moment. I think what has been done so far is a heritage that my children will continue to take forward». Are you a family business? «Very. Our board meetings are held at dinner with me, my wife and my two children. We’re a family of normal people, in a world of prodigies».

What are the characteristics of your work from a purely stylistic point of view? «Tailoring. You can only win the client’s trust with quality. Not with things that are overly original. But my main commitment is creating my own fabrics. I’ve always worked warp and weft, and experiment, experiment... As a way of indulging our passion we bought the ancient Fiorentino Silk Factory: a weaving mill with hand looms where workers are still only able to produce a maximum of 60cm per day. True magic. Even the workers look like they’re from the eighteenth century. It’s where Pope Francis’ chasuble was made». How interested are you in the seasons, the calendar of fashion? What are the fixed elements in the collections? «The variable elements are the color and weight of the fabrics. But having more than fifty stores in the world, we always consider summer a possibility. Today, under a beautiful cashmere or vicuna overcoat, a suit made from fabric weighing no more than 240-250 grams (per meter, Ed), looks great. So summer or winter, the suit is the same».

You are true revolutionaries... «I’m very proud of that». What is made in Italy? «It’s a term that I’ve substituted with “done in Italy”. We know that the expression gives rise to various misunderstandings. In the pursuit of profit people have tried to pass off production as “Made in Italy”, when it’s never even seen Italy. There are two problems: the pollution of the Made in Italy brand, and counterfeiting. No solution has been found yet. For us the issue of fake is really relevant». You obviously produce everything in Italy. «Not only that, but as much as possible in Florence». I was really impressed that your company opened its first store in China in 1993. Where did the intuition for that come from? «Pure folly on my part. I’d been there the year before and found the people to be really dynamic. There were lots, but it was the young people who especially hit me. I said to myself, “these will go far”. I was among the pioneers. Today we have 12 stores in China. Not small boutiques, major stores». What’s the main feature of your work? «Coordinating the energy of a team so as to move forward with projects for the various collections. My son Filippo is creative director. Nicholas has been the managing director for several years now. The secret is being able to keep the enthusiasm going and to transmit it. The team is

What constitutes a stylish man? «It can even be a pair of jeans and a shirt worn in a certain way. The suit really doesn’t make the man! To be stylish a man needs to be structured both outside and here (points animatedly at his head, Ed). And if you then wear clothes made in a certain way, what we have is the height of elegance». The global market: how to satisfy such a culturally diverse customer base? «Maintaining and strengthening our own identity – Italian, Tuscan, Florentine: that’s what the world cares about. Consider that my sales percentages are 96% abroad. All over the world, from Vancouver to Mumbai, Australia to Siberia, China to Russia... The world is small these days». ●

ULISSE _ febbraio 2017 _

83


GreatBeauty

Misteriosa Cina

Da Pechino alle radici della storia cinese. Tra monasteri buddisti, città imperiali, antiche mura ed eserciti di terracotta. Tutti siti Unesco Testo di Cristina Griner 84

_ ULISSE _ febbraio 2017

VISTA SPETTACOLARE A Mùtianyù, a circa 80 chilometri da Pechino, si trova uno dei tratti più antichi e meglio conservati della Grande Muraglia. In Mutianyu, around 80 kilometers from Beijing, lies one of the oldest and better preserved sections of the Great Wall. ULISSE _ febbraio 2017 _

85


GreatBeauty

NEL NOME DI BUDDHA Costruite sotto la Dinastia Wei nel VI secolo, con oltre centomila immagini e statue del Buddha, le Grotte di Longmen rappresentano l’apice dell’arte rupestre cinese. The Longmen Grottoes – built during the Wei Dynasty in the sixth century – represent, with their over one thousand images and statues depicting Buddha, the height of Chinese rock art.

21,196

HEMIS 2

sono le migliaia di chilometri, secondo le più recenti stime del Governo cinese, che compogono la lunghezza complessiva della Grande Muraglia. kilometers, according to the most recent estimates by the Chinese Government, make up the total length of the Great Wall.

P

86

_ ULISSE _ febbraio 2017

MONASTERO SOSPESO Letteralmente aggrappato alla falesia, il Monastero di Xuankong, nei pressi della città di Datong, ha più di 1.400 anni. Literally clinging to the cliff, the Monastery of Xuankong near the city of Datong is over 1,400 years old.

LANTERNE ROSSE La residenza della famiglia Qiao, nella città imperiale di Ping Yao, ha fatto da set alla famosa pellicola del regista cinese Zhāng Yìmóu. The residence of the Qiao family in the imperial city of Ping Yao, was the set of the famous film by Chinese director Zhang Yimou.

GETTY IMAGES

echino, complessa sintesi di tradizione e modernità, è anche il miglior punto di partenza per andare alla scoperta dei luoghi che costituirono il nucleo originario della Cina, in un bell’itinerario circolare che tocca alcune delle più straordinarie testimonianze degli albori dell’Impero. Partendo da Pechino ci dirigiamo verso Datong, capitale per un breve periodo nel V secolo. Qui si trovano il Monastero di Huayan, con un tempio buddhista tra i più grandi di tutta la Cina, e l’imponente Muro dei Nove Draghi, lungo 45 metri e alto 8, originariamente parte della porta d’accesso a un palazzo imperiale della dinastia Ming. In bus o in taxi, dal centro cittadino si raggiungono facilmente le Grotte di Yungang, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2001. Scavate nella falesia all’epoca della dinastia Wei, tra il 460 e il 494, conservano oltre 50mila statue buddhiste, di cui alcune di dimensioni colossali, e affreschi dipinti con colori accesi che raffigurano storie fantastiche. Di grande suggestione anche la visita al Monastero di Xuankong, meglio conosciuto come il Tempio Sospeso. Aggrappato alla parete verticale del Canyon Jinlong, il monastero, i cui padiglioni collegati da ponti e passerelle in legno contengono statue del Buddha e di altre divinità, ha più di 1.400 anni ed è stato costruito adattandolo alle cavità e alle sporgenze naturali della roccia. Di grande importanza è la cosiddetta Sala delle Tre Religioni,

17 dove Buddha, Lao Tzu e Confucio siedono l’uno accanto all’altro. Per raggiungere Ping Yao, poco meno di 400 chilometri a Sud, conviene noleggiare un’auto, facendo tappa a Taiyuan, capoluogo dello Shanxi. Esempio straordinariamente ben conservato di città della Cina imperiale, racchiusa da una splendida cinta muraria su cui è possibile fare lunghe e piacevoli passeggiate a piedi o in bici, Ping Yao era un fiorente centro mercantile durante le dinastie Ming (1368-1644) e Qing (1644-1911). Non a caso qui si trova, e si può visitare, la residenza della Famiglia Qiao, sontuosa casa a corte composta da oltre 300 stanze e set, nel 1991, del famoso film Lanterne rosse, diretto da Zhang Yìmóu. La tappa successiva, raggiungibile in aereo da Pechino, è Xi’an, città che diede l’avvio a un periodo di grande splendore per la Cina, capolinea orientale delle carovane che

percorrevano la Via della Seta. Molte le cose da vedere, a cominciare dal Museo di Storia dello Shaanxi, uno dei più belli di tutta la Cina. Notevoli anche la Pagoda della Piccola Oca e La Pagoda della Grande Oca, che raggiunge i 64 metri di altezza, entrambe destinate a ospitare testi buddhisti. E ancora il quartiere musulmano, con la Grande Moschea. Di origini molto antiche, è circondata da giardini ed è tuttora un attivo luogo di culto. La sera i vicoli del quartiere si animano di ambulanti, con carrettini e bancarelle dove fermarsi a mangiare. La maggiore attrattiva di Xi’an resta però l’Esercito di Terracotta. Rinvenuto in modo del tutto casuale nel 1974 e considerato una delle più importanti scoperte archeologiche del XX secolo, è costituito da un contingente di oltre 7.000 soldati in terracotta a grandezza naturale con i loro cavalli, che vigila per l’eternità su una necropoli imperiale

metri è alta la più grande statua del Buddha scolpita nelle pareti rocciose delle Grotte di Longmen, invece solo 2 cm la più piccola. 17 meters is the height of the highest buddha statue carved in the rocky walls of the longmen grottoes, the smallest is 2 cm high.

7.000

soldati in terracotta a grandezza naturale vigilano sulla tomba di Qin Shi Huang, l’imperatore che unificò la Cina oltre duemila anni fa. 7,000 life-sized terracotta soldiers guard the grave of Qin Shi Huang, the emperor who united China over two thousand years ago.

ULISSE _ febbraio 2017 _

87


GreatBeauty

SPLENDORE IMPERIALE

HEMIS

Al tramonto è bello passeggiare lungo l’antica Cinta Muraria di Xi’an, alta una dozzina di metri e costellata di torri. At sunset, it’s nice to stroll along the ancient Xi’an Walls, which are a dozen meters high and filled with towers.

vecchia di oltre duemila anni. Perfettamente conservato e di grande impatto visivo, si può ammirare in tre enormi hangar. Gli archeologi ritengono che i guerrieri scoperti finora facciano parte di un esercito di dimensioni ancora più vaste e sepolto attorno al Mausoleo di Qin Shi Huang, il primo imperatore. Da Xi’an si raggiunge quindi Luoyang e, da qui, in bus o in taxi, le Grotte di Longmen, conosciute anche come Grotte della Porta del Drago, fatte costruire lungo le sponde del Fiume Yi dalla dinastia Wei alla fine del VI secolo, dopo avervi trasferito la capitale. Con più di centomila immagini e statue del Buddha e dei suoi discepoli scolpite nelle pareti rocciose, rappresentano l’apice dell’arte rupestre buddhista cinese. Da Luoyang si può anche visitare il famoso Tempio Shaolin, culla natale del Kung Fu. I pesanti interventi di restauro e la presenza massiccia di turisti hanno tolto al luogo gran parte del suo fascino ascetico. Notevole resta però la Foresta delle Pagode, un cimitero con 246 pagode, ciascuna delle quali conserva le ceneri di un monaco illustre, e una piccola collezione di stele. Dalla vicina Zhengzhou, moderna metropoli con più di sei milioni di abitanti, un breve volo interno riporta infine a Pechino, da cui è assolutamente vietato ripartire senza aver visto almeno un tratto della Grande Muraglia. Se ne possono visitare diversi tronchi, ma al più noto e affollato Badaling è da preferire Mùtianyù, un’ottantina di chilometri a nordest della capitale, ben conservato e davvero impressionante. Qui l’imponente struttura si arrampica e scende lungo il crinale dei monti con un effetto scenico grandioso, soprattutto la mattina presto, quando la nebbia si alza nascondendo la vallata e creando un suggestivo scenario da “terra di mezzo”. ● 88

_ ULISSE _ febbraio 2017

Mysterious China From Beijing to the roots of Chinese history, the country is a mix of Buddhist monasteries, imperial cities, ancient walls and terracotta armies. All Unesco site Beijing, a complex synthesis of tradition and modernity, is also the best starting point to discover the places that formed the original core of China, in a beautiful circular tour that touches some of the most extraordinary examples of the early days of the Empire. Starting from the West Beijing Railway Station you reach Datong, which, for a short period in the fifth century was the capital of China. Here lie the Huayan Monastery, housing one of the largest Buddhist temples in China, and the majestic Wall of the Nine Dragons – 45 meters long and 8 meters high – which was originally part of the gateway to an imperial palace belonging to the Ming dynasty. By bus or taxi from the city center you can easily reach the Yungang Grottoes, a World Heritage Site since 2001. The Grottoes – carved in the cliffs during the Wei dynasty between 460 and 494 AD – guard over 50 thousand Buddhist statues, some of them gigantic, as well as brightly colored frescoes depicting imaginary stories. Another evocative visit is to the Xuankong Monastery, better known as the Suspended Temple. Clinging to the vertical wall of the Jinlong Canyon, the monastery – whose pavilions connected by wooden bridges and boardwalks hold statues of Buddha and other gods – is over 1400 years old and was adapted to the cavities and the natural protrusions of the rock. Of great importance is the so-called Hall of the Three Religions, where Buddha, Lao Tzu and Confucius sit side by side. To reach Ping Yao, a little under 400 kilometers to the south, rent a car and stop by Taiyuan, the capital of Shanxi. It is a remarkably well-preserved example of the Imperial City, surrounded by beautiful walls where you can enjoy a bike ride or take long walks. Ping Yao was a thriving trading center during the Ming (1368-1644) and Qing

QUARTIERE MUSULMANO Qui si trova la Grande Moschea dove la sera è consigliato fermarsi a mangiare. Here you find the Great Mosque, in the evening you can stop by for something to eat. ULISSE _ febbraio 2017 _

89


GreatBeauty

InfoPoint Cina Andata e ritorno da Pechino per scoprire piccoli gioielli nell’immenso “Paese di Mezzo” DORMIRE

A round trip from Beijing to discover little gems of the immense “Middle Earth”

Yunzhong Inn

Un boutique hotel a gestione familiare, in una tradizionale casa a corte del centro. Oltre alle 18 camere, ciascuna arredata in uno stile differente, eleganti ambienti comuni come la tea house, il wine bar e il cigar bar. Indirizzo: No.1 Courtyard Chun Yang Palace, Gulou West Street, Datong, tel. +86 352 7690777 www.yunzhonginn.com A family-run, boutique hotel, in a traditional courtyard house in the center of town. Besides the 18 rooms, each decorated in a different style, the hotel features stylish public rooms such as a tea house, wine bar and cigar bar.

MANGIARE Fenglin Ge

MICHEL RENAUDEAU/HEMIS

Nella sala elegantemente arredata di un palazzo del 1500, si mangia tra statue e fontane in piatti di finissima porcellana. Cucina a vista, servizio impeccabile e cibo di altissima qualità. Oltre agli immancabili ravioli, la specialità sono gli spaghetti di zucchina. Indirizzo: Xiasipo Street, Datong, tel. +86 352 205 9699 In the elegantly furnished dining room in a building from the 1500s, guests dine amidst statues and fountains, from fine porcelain dishes. Open-plan kitchen, impeccable service and high quality food. In addition to the inevitable ravioli, the specialty is spaghetti with courgettes. Cyclist Restaurant

(1644-1911) dynasties and it is no coincidence that the residence of the Qiao Family is here. Open to the public, this sumptuous courtyard house has over 300 rooms and in 1991 was the set of the famous film “Raise the Red Lantern”, directed by Zhang Yimou. It takes three hours to get to Xi’an. The city paved the way for an era of great splendor in China – and was the eastern end of the line (final destination) of the caravans travelling along the Silk Road. There is plenty to see here, starting from the History Museum of Shaanxi, which is one of the most beautiful in China. Also noteworthy are the Small Wild Goose Pagoda and the Giant Wild Goose Pagoda, (which stands at 64 meters high), both designed to guard Buddhist texts, and the Muslim quarter, with its Great Mosque. Of ancient origins, it is surrounded by gardens and still open for worship. In the evening the streets of the district are filled with street vendors with their carts and stalls where you can stop by for something to eat. The main Xi’an attraction remains the Terracotta Army. Discovered by chance in 1974 and considered one of the most important archaeological discoveries of the twentieth century, it consists of an army of over 7,000 life-sized terracotta soldiers and their horses, which guards for eternity an over two-thousand year old imperial necropolis. Perfectly preserved and of great visual impact, it can be admired in three huge hangars. Archeologists believe that the soldiers discovered to date are part of an even larger army still buried around the Mausoleum of Qin Shi Huang, the first Emperor. From Xi’an, in a few hours you reach Luoyang and from here, by bus or taxi, you get to the Longmen Grottoes, also known as the Caves of the Dragon Gate. The Wei Dynasty built them along the banks of the River Yi in the late sixth century, after having transferred the capital 90

_ ULISSE _ febbraio 2017

GUERRIERI PER L’ETERNITÀ L’Esercito di Terracotta, rinvenuto a Xi’an nel 1974, è considerato una delle più importanti scoperte archeologiche del XX secolo. The Terracotta Army, discovered in Xi’an in 1974, is considered one of the most important archeological discoveries of the twentieth century.

city. With over one hundred thousand images and statues depicting Buddha and his disciples carved into the rocky walls, they represent the height of Buddhist Chinese rock art. Being in Luoyan you could also pay a visit to the renowned Shaolin Temple, the birthplace of Kung fu. The huge restoration and the massive presence of tourists have deprived this place of much of its ascetic charm. However, the Pagoda Forest still remains a remarkable site, a cemetery featuring 246 pagodas, each one housing the ashes of an important monk and a small collection of stelae. From nearby Zhengzhou – a modern metropolis with over 6 million inhabitants – a short flight takes you back to Beijing, which you can’t leave without visiting at least a section of the Great Wall. Various sections are open to public, but Mùtianyù – around eighty km northeast of the capital, is well preserved and particularly impressive – as well as preferable to the more famous but over-crowded Badaling. In Mùtianyù, the imposing structure climbs and descends along the ridge of the mountains creating a spectacular scenic effect, especially early in the morning, when the fog hides the valley, creating an impressive middle-earth landscape. ●

Forse non sarà il primo in classifica tra i ristoranti di Xi’an, ma se volete prendervi una pausa dalla cucina cinese è il posto giusto. Locale accogliente e originale, lontano dai soliti cliché, e piatti di ispirazione mediterranea con influenze locali. Indirizzo: 25 Huangcheng East Road, Xincheng District, Xi’an, tel. +86 29 8744 6504 It might not be first in Xi’an’s restaurant list, but if you want to take a break from Chinese cuisine, this is the right place. The restaurant is cozy and original, far from the usual clichés, and the dishes have a Mediterranean flair with local influences.

Datong Xi’an

Pechino Ping Yao Luoyang

Jing’s Residence

ART & SHOPPING

➊ Per i souvenir si va al mercato dell’antiquariato di Xi’an, vicino alla Piccola Pagoda dell’Oca Selvatica, anche se pochissimi degli oggetti in vendita sono veramente d’epoca. ➋ Al 17 di Huoju Road, nella periferia est di Xi’an, si possono comprare vivaci dipinti di ispirazione rurale e oggetti d’artigianato come ritagli di carta e marionette per le ombre cinesi. ➌ Affollato fino a tardi la sera, il coloratissimo suk di Beiyuan Men, nel quartiere islamico di Xi’an, è la mecca del cibo da strada, in un susseguirsi di banchetti zeppi di succulente specialità locali. ➊ To find a souvenir go to the antiques market in Xi’an, close to the Small Wild Goose Pagoda, not forgetting, however, that very few of the items for sale are truly antiques. ➋ At 17 Huoju Road, on the eastern outskirts of Xi’an, you can buy brightly colored paintings depicting rural scenes and handicrafts such as paper clippings and puppets for the Chinese shadow play. ➌ Crowded until late at night, the colorful souk in Beiyuan Men, in the Muslim Quarter of Xi’an, is the mecca of street food, in a succession of stands full of tasty local specialties.

Alitalia vola quattro volte a settimana tra Roma Fiumicino e Pechino. Da Roma il servizio è attivo il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì (partenza 13:05 – arrivo 6:25) e da Pechino il martedì, giovedì, venerdì e sabato (partenza 9:25 – arrivo 14:00). Si viaggia a bordo di Airbus A330 da 256 posti in confortevoli cabine suddivise in tre classi di viaggio (Business, Premium Economy ed Economy). Grazie al recente potenziamento dell’accordo di codeshare tra Alitalia e China Southern Airlines, da Pechino i viaggiatori possono volare verso 5 importanti destinazioni domestiche: Canton, Xian, Chengdu, Chongqing, Shenyang. L’offerta di questi nuovi voli si aggiunge al collegamento diretto tra Roma e Wuhan e ai voli in prosecuzione da Wuhan per Pechino, Shanghai, Canton, Shenyang, Qingdao, Chengdu e Wenzhou. Per scoprire tutte le offerte visita alitalia.com

Grande atmosfera e servizi eccellenti in questo hotel-museo sapientemente restaurato e curato nei minimi dettagli. Design contemporaneo, ma attento alla tradizione nelle 19 camere affacciate sull’antica corte. Ottimo il ristorante. Indirizzo: 16 East Avenue, Pingyao, tel. +86 354 5841000 www.jingsresidence.com The atmosphere is evocative and the service is excellent in this museum-hotel, which has been skillfully restored with careful attention to each detail. The design in the 19 rooms overlooking the ancient courtyard, is contemporary yet with a traditional flair. The restaurant is excellent.

AL MUSEO La prima banca

Nella via occidentale di Pingyao si trova ancora la sede della Rishengchang, considerata la prima banca del mondo. Oggi è un museo. In the western street of Pingyao the headquarters of the Rishengchang can still be found. It is considered the first bank in the world, and has now become an interesting museum. L’età del bronzo

Al Museo di Luoyang si possono vedere belle collezioni di bronzi antichi, statuine Tang e utensili dell’Età della Pietra. Indirizzo: Nietai Rd, Luolong Qu, Luoyang In the Luoyang Museum you can see beautiful collections of ancient bronzes, Tang statuettes and stone-age tools.

Alitalia flies between Rome Fiumicino and Beijing four times a week. From Rome, the service is available on Mondays, Wednesdays, Thursdays and Fridays (departure 13:05 – arrival 6:25 ) and from Beijing on Tuesdays, Thursdays, Fridays and Saturdays (departure 9:25 – arrival 14:00). The flight is operated on a 256-seater Airbus, in comfortable cabins divided into three traveling classes ( Business, Premium Economy and Economy). Thanks to the recent enhancement of the codeshare agreement between Alitalia and China Southern Airlines, travelers can fly from Beijing to five major domestic destinations: Guangzhou, Xian, Chengdu, Chongqing, Shenyang. The offer of these new flights is in addition to the direct connection between Rome and Wuhan, and to the onward flights from Wuhan to Beijing, Shanghai, Guangzhou, Shenyang, Qingdao, Chengdu and Wenzhou. To find out all the offers visit alitalia.com ULISSE _ febbraio 2017 _

91


GreatBeauty

Friuli Venezia Giulia

PRODOTTI DOP

I sapori mediterranei si mescolano con quelli balcanici e mitteleuropei in un viaggio nel turismo slow

M.VERIN

In Friuli Venezia Giulia territorio e cucina sono stretti da un legame indissolubile. La straordinaria biodiversità di questa terra, che nasce da un’eccezionale varietà geomorfologica e naturalistica, si esprime anche negli elementi culturali, dalle lingue alle tradizioni alla gastronomia. Qui, prodotti e sapori della tradizione mediterranea si mescolano con quelli balcanici e della Mitteleuropa, senza dimenticare la cucina popolare dai piatti semplici e genuini. Prodotti come il Prosciutto di San Daniele o il formaggio Montasio, i dolci tipici come la gubana, i nove Presìdi Slow Food, i vini d’eccellenza e i distillati, sapranno raccontarvi il territorio come nessun’altro. Per scoprire la miglior cucina regionale scegli il club di prodotto “Taste Experience” che riunisce ristoranti, trattorie, osterie con cucina e agriturismo del Friuli Venezia Giulia rispettosi dei valori di qualità, genuinità, professionalità, cordialità e unicità dei prodotti. In queste strutture PromoTurismoFVG ti garantisce, oltre di trovare determinati requisiti e standard obbligatori, anche piatti e prodotti tipici della regione, proposti e interpretati a seconda dell’inclinazione dello chef, della collocazione geografica del locale e del suo posizionamento nel mondo della ristorazione. Con il club “Taste Experience” hai la certezza di scegliere sempre il posto giusto per vivere il tuo viaggio nel gusto. Tutte le informazioni su www.turismofvg.it ●

92

_ ULISSE _ febbraio 2017

GNOCCHI La coltivazione della patata è largamente diffusa in regione grazie a un terreno dal Ph acido. A sinistra, veduta del Collio friulano. Potato cultivation is widespread in the region thanks to the acidic ph of the soil. On the left, a view of the Friuli Collio.

L. TESSARO

UN’ESPERIENZA DI GUSTO

Il prosciutto San Daniele e il formaggio Montasio, un patrimonio italiano tutto da scoprire e assaporare. San Daniele ham and Montasio cheese, an Italian heritage to discover and savor.

A TASTE EXPERIENCE. MEDITERRANEAN FLAVORS BLEND WITH THOSE FROM THE BALKANS AND CENTRAL EUROPE IN A JOURNEY THAT CARRIES THE HALLMARK OF SLOW TOURISM In Friuli Venezia Giulia the territory and cooking are joined by an unbreakable bond. The extraordinary biodiversity of this land, which is born from an exceptional geomorphological and naturalistic variety, is also expressed in its cultural elements, from the languages to the traditions to the gastronomy. Here the products and traditional Mediterranean flavours are blended with those from the Balkans and Central Europe, not forgetting the popular cuisine of simple and genuine dishes. These include produces such as San Daniele ham or Montasio cheese, typical desserts such as gubana, so-called Slow Food, excellent wines and spirits, but also culinary dishes and rituals that will tell you about the territory like no other. To discover the best regional cuisine choose the product club “Taste Experience” which brings together the restaurants, trattorias, culinary taverns and farm holidays of Friuli Venezia Giulia that are respectful of the products’ values of quality, genuineness, professionalism, warmth and uniqueness. As well as meeting certain mandatory requirements and standards, in these establishments PromoTurismoFVG offers you typical dishes and products of the region, offered and interpreted according to the chef’s inclination, the geographical location of the establishment and its position in the restaurant world. With the “Taste Experience” club you can always be sure that you are choosing the right place to experience your journey through taste. All information can be ● found on www.turismofvg.it.

ULISSE _ febbraio 2017 _

93


Happyend

Consigli per rendere più dolce la vita Tips for a sweeter life

I 7 migliori carnevali. La vida es un carnaval Così cantava Celia Cruz invitando tutti a vivere appieno la vita e la sua bellezza, con gioia, musica e rispetto. E perché non farlo nei carnevali, o eventi carnevaleschi, in giro per il mondo che si ispirano al bello, al divertimento, all’eccesso che libera gli animi e alla voglia di stare insieme senza paura o esorcizzandola? The seven best carnivals in the world. La vida es un carnaval These are the words that Celia Cruz sang, inviting people to fully enjoy life and its beauty, with joy, music and respect. And why not to do that at carnivals or carnival events around the world, which are inspired by beauty and fun, by the excess that frees our souls, and the desire to be together, without fear

Per Ulisse ha scelto Marco Maccapani, Direttore Artistico del Carnevale di Venezia 2016-18 Curriculum brillante, una personale sensibilità verso Venezia e quindicinale esperienza nell’organizzazione del Life Ball di Vienna. Queste le carte vincenti di Marco Maccapani, scelto dal Sindaco della città come Direttore Artistico, con il compito di ideare e coordinare il programma del Carnevale, definendo il tema, gli aspetti progettuali e il filo conduttore dell’evento. A successful career, a particular affection for Venice and fifteen years experience in the “Life Ball in Vienna” organization: these are Marco Maccapani’s winning cards. The Mayor of the city chose him as Artistic Director, in charge of designing and coordinating the Carnival program, defining the theme, design aspects and central thread of the event.

ULISSE _ febbraio 2017 _

95


Happyend 1

Vanità e voglia di apparire Venezia, Italia È questo il tema di quello che il suo Direttore definisce «il più antico del mondo», nato «come momento necessario per dar sfogo e svago ai cittadini e liberarsi dalle tensioni». Ancora oggi il Carnevale di Venezia, come la stessa città, «è un ponte tra l’Est e l’Ovest… è una grossa occasione che ospiterà numerose delegazioni da tutto mondo». Marco Maccapani porterà anche la “sua” moda nelle celebrazioni, o le poltrone a forma di faccia dell’amico Fabio Novembre e tutto ciò che serve per raggiungere i diversi target che affolleranno l’incantevole Venezia. Giovedì grasso: 23 febbraio. The director of the carnival dubs this theme “the oldest in the world,” created “as a necessary moment for people to let down their hair and let off steam”. Even today, the Carnival of Venice, like the city itself, “is a bridge between east and west… It’s a huge occasion, set to host numerous delegations from all over the world.” Marco Maccapani will also be bringing “his” fashion to the celebrations, or his friend Fabio Novembre’s face-shaped chairs, as well as everything else needed to achieve the various targets set to fill the enchanting Venice. Shrove Tuesday: February 23.

Gli eccessi che fanno bene Il Life Ball di Vienna, Austria È il più grande evento charity d’Europa a favore della lotta contro l’AIDS, quest’anno festeggerà il suo 25° anniversario e il 15° organizzato e prodotto da Marco Maccapani. L’edizione 2017 si terrà il prossimo 10 giugno e punta ad accogliere in piazza 40 mila persone in maschera, mentre solo 5 mila circa potranno partecipare alla festa, seguendo le indicazioni circa il costume da realizzare. In collaborazione con il Comune e l’Opera di Vienna e altri importanti partner. Tema principale «i contrasti, contro paura e razzismo». The largest charity event in Europe in the fight against AIDS is gearing up to celebrate its 25th anniversary this year, as well as the 15th edition organized and produced by Marco Maccapani. The 2017 edition is set to take place on June 10, with 40 thousand people in costume expected to take to the square where it is held. Meanwhile, only 5,000 will have the chance to take part in the party, wearing costumes that meet a specific dress code. In collaboration with the Municipality, the Vienna Opera and other important partners, the main theme of the event is “contrasts, against fear and racism”.

2 3

Ritmo, colori e saudaji Rio de Janeiro, Brasile Rio de Janeiro e il Brasile, come altri paesi latino-americani, sono sinonimo di carnevale, di quel carnevale vissuto in strada per diversi giorni, ballando e divertendosi in compagnia. Per una persona che ha viaggiato tanto, non poteva mancare di segnalarci quella che viene definita la festa più grande del mondo e per la quale sono attesi oltre un milione di visitatori. Il Carnevale di Rio del 2017 è l’occasione per prender parte a sfilate e balli, mescolandosi ai festanti brasiliani scesi in strada con i loro coloratissimi costumi carioca. Dal 24 febbraio al 1° marzo. Rio de Janeiro and Brazil, like other Latin American countries, are synonymous with carnivals - the type that go on for days on the streets, and are full of dancing and group fun. For someone who has travelled extensively, Maccapani couldn’t but flag up the biggest party in the world, to which over a million visitors are expected. The 2017 Rio Carnival is the occasion to take part in parades and dances, and to mingle with the partying Brazilians who flock to the streets in colorful carioca costumes. From February 24 to March 1. 96

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

97


Happyend

5

Incontro di culture al ritmo di calypso Notting Hill, Londra, Gran Bretagna Un carnevale per le famiglie nell’ecclettica Londra è quello che anima le strade di West London dal 27 al 28 agosto con il più grande festival di strada d’Europa: il Carnevale di Notting Hill. Solitamente, ha inizio il sabato con una gara di percussioni. La domenica dà spazio ai bambini con una sfilata più breve. Il lunedì, culmina con la parata principale e la festa continua nei numerosi “after party”.

4

Lunghi festeggiamenti caraibici

Elsewhere in Maccapani’s list is the family-oriented Notting Hill Carnival in eclectic London, which lights up the streets of West London on August 27-28 and is considered the largest street festival in Europe. It usually opens on Saturday with a drum contest and on Sunday gives space to children with a shorter parade. The climax is on Monday with the main parade, while the party continues at countless “after parties”.

7

Barbados Cento chilometri di spiagge, l’acqua cristallina del mar delle Antille e la barriera corallina che circonda gran parte dell’isola di Barbados, sono lo splendido scenario in cui si svolge un colorato e frizzante carnevale. È il Crop Over Festival, un caleidoscopio di colori che contagia l’isola al ritmo del calypso, tra giugno e agosto e nato nel 1780 per celebrare la fine del raccolto della canna da zucchero e l’inizio della produzione del pregiato rum locale. Evento culminante il Grand Kadooment Day. One-hundred-kilometers of beach, the crystal clear waters of the Antilles sea and the barrier reef that surrounds most of the island of Barbados: this is the stunning landscape that plays host to a colorful and lively carnival. Called the “Crop Over Festival”, a kaleidoscope of colors takes over the island to the rhythm of calypso between June and August. It was established in 1780 to celebrate the end of the sugar cane harvest and the beginning of the fine local rum production. The climax of the festival is Grand Kadooment Day.

98

_ ULISSE _ febbraio 2017

Carri e maschere La libertà di vivere senza maschere Sydney, Australia Tra l’elenco di Marco Maccapani c’è anche il “Sydney Gay and Lesbian Mardi Gras Parade”, un grande carnevale da vivere senza censure. Nato nel 1978, come singola notte di protesta, il Mardi Gras, che si terrà il prossimo 4 marzo, rappresenta ancora un’occasione imperdibile per fare festa, per sfilare su carri allegorici con maschere e abiti colorati e per proclamare la fiera appartenenza al popolo arcobaleno. Also on the list is the “Sydney Gay and Lesbian Mardi Gras Parade” a huge carnival to experience uncensored. Created in 1978, as a one-night protest, the Mardi Gras is set to take place on March 4, and represents another unmissable opportunity to party, dress up in bright costume on parade floats, and to proclaim pride at belonging to the rainbow population.

6

Viareggio, Italia Last but not least, il Direttore del Carnevale di Venezia non poteva non ricordare lo storico Carnevale di Viareggio, da più di cento anni uno dei più importanti d’Italia e d’Europa. Attrazione principale sono i carri, i più grandi e movimentati del mondo, che sfilano sul viale del mare della città. Le sue origini risalgono al 1873, quando alcuni borghesi, vessati dalle tasse, scesero in piazza mascherati, per non farsi riconoscere. Col tempo le maschere sono state sostituite da carri trionfali. A Viareggio dal 5 al 28 febbraio. Last but not least, the Director of the Venice Carnival couldn’t but mention the historical Viareggio Carnival, which for over one hundred years has been one of the leading Carnivals in Italy and Europe. The main attractions are the floats, some of the largest and liveliest in the world, which parade along the city’s promenade. Its origins date back to 1873 when members of the middle class, oppressed by taxes, took to the streets wearing masks so as not to be recognized. Over the years, the masks have been replaced by carnival floats. In Viareggio on February 5 – 28.

ULISSE _ febbraio 2017 _

99


Happyend ➝ Moda Uomo

hanno collaborato Valeria Oneto e Monica Codegoni Bessi

Urban Scout

4

a cura di Renata Molho

Valentino Military Blouson e pantalone a vita alta in cotone gabardine. Clutch panther e derby in pelle con borchie.

Pronti a qualsiasi evenienza, che sia in città o in campagna, la praticità detta lo stile per affrontare l’avventura quotidiana

6

Salvatore Ferragamo

www.valentino.com

Blouson jacket and high-waisted trousers in gabardine cotton. Panther clutch and leather derby with studs.

Ready for any eventuality, whether in the city or countryside, practicality sets the style rules when it comes to facing our daily adventures

Think big Zaino in pelle, dettagli con borchie metalliche. www.ferragamo.com

Leather backpack, details with metal studs.

5

2

Prada

Giorgio Armani

Technical and light Impermeabile in nylon piuma.

Colonial style Maglia con collo a scialle in lana e seta, impermeabile in cavalry di viscosa-cotone, pantalone in lino e cappello panama in paglia.

www.prada.com

Raincoat in feather nylon.

www.armani.com

1

Shawl collar sweater in wool and silk, raincoat in viscose-cotton cavalry, linen trousers and straw panama hat.

Versace

7

Wild in the wind Parka in tessuto tecnico e cotone, legging in misto lana stretch e sandali in pelle con fibbie in tessuto motivo greca. www.versace.com

Parka in technical fabric and cotton, legging in mixed stretch wool and leather sandals with buckles in fabric with Greek pattern.

Nike VaporMax for Comme des Garçons 3

Dries Van Noten Esploratore urbano Scarponcino in pelle con suola carrarmato. www.driesvannoten.be

Fashion Runner Sneaker realizzate con tessuto nell’iconico materiale Flyknit. www.nike.com

Sneakers in the iconic Flyknit fabric.

Leather boots with lug sole.

100

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

101


Happyend ➝ Moda Donna

hanno collaborato Valeria Oneto e Monica Codegoni Bessi

Passion Plissè

4

a cura di Renata Molho

Jil Sander Yellow mood Abito plissè in vintage crêpe di seta con ampie maniche arrotondate.

Che sia interpretata con spirito romantico o pop, minimal o esuberante, la plissettatura impreziosisce e caratterizza ogni elemento del guardaroba. Dall’abito all’accessorio

www.jilsander.com

5

Pleated dress in vintage silk crepe with wide rounded sleeves.

Jeremy Scott Pop Art souvenir Top nero in vernice con zip su gonna a ruota plissè con stampa “face 80’s”.

Whether interpreted with a romantic, pop, minimal or exuberant flair, pleating embellishes and characterizes every item in your wardrobe. From dresses to accessories

www.jeremyscott.com

Black top in patent leather with zipper on flared pleated skirt with “face80’s” pattern.

2

Vionnet New romantic Abito monospalla con bustino in chiffon e cintura con nodo e dettaglio in metallo. www.vionnet.com

One-shoulder dress with chiffon bodice and belt with knot and metal detail.

6

1

Issey Miyake

REDValentino Wavy charme Effetti di onde e di sole sulla gonna plissettata in seta. Top in maglia. www.redvalentino.com

Wavy and sunny effect on the pleated skirt in silk. Knitted top.

102

_ ULISSE _ febbraio 2017

3

Marni Red & Pockets Abito plissettato e cintura in pelle con maxi tasche.

Origami Borsa a tracolla in “Backed Stretch”. www.isseymiyake.com

Shoulder bag in “Baked Stretch”.

www.marni.com

Pleated dress and leather belt with big pockets.

ULISSE _ febbraio 2017 _

103


Happyend Più che semplici orologi, straordinarie macchine del tempo. Costruite da geniali progettisti indipendenti, sembrano provenire dal futuro. Per creare stupore

TimeLife Lo stile al polso

a cura di Daniela Fagnola

More than just ordinary timepieces, these are extraordinary time machines. Built by ingenious independent designers, they seem to come straight from the future, to astonish

MB&F Horological Machine N° 8 Can-Am Mostra in verticale le ore saltanti bidirezionali e i minuti a scorrimento, grazie a due prismi ottici che riflettono e ingrandiscono le cifre. Il movimento automatico ha il rotore ad “alabarda spaziale”, la cassa in oro rosa e vetro zaffiro (49 x 51,5 mm) è ispirata alle auto da corsa della Canadian-America Challange Cup. www.mbandf.com Vertically displays the bi-directional jumping hours and the trailing minutes, thanks to dual optical prisms that reflect and magnify the numerals. The automatic movement features a “battle-ax” rotor, while the case in pink gold and sapphire crystal (49 x 51.5 mm) takes inspiration from the racing cars of the Canadian-American Challenge Cup.

URWERK MCT

UR-105 “Raging Gold”

Sequential Two S210

Una struttura orbitale riporta l’indicazione delle ore su quattro satelliti che ruotano su se stessi, e la lettura dei minuti lineare tramite indici. Nella cassa in oro rosa (39,5 x 53 mm) ospita un movimento automatico controllato da una doppia turbina. www.urwerk.com An orbital structure displays the hours on four rotating satellites, and the reading of the linear minutes through indexes. The pink gold case (39.5 x 53mm) houses an automatic movement regulated by a double turbine.

L’esclusivo movimento automatico visualizza le ore con numeri arabi sovradimensionati, che si compongono in sequenza su quattro moduli, ciascuno formato da cinque prismi – mentre i minuti sono centrali, come di consueto. La cassa (46 mm) è in titanio. www.mctwatches.com The exclusive automatic movement displays the hours with oversized Arabic numerals, which are made up of four modules in sequence, each formed by five prisms, while the minutes are central, as usual. The case (46mm) is made from titanium.

104

_ ULISSE _ febbraio 2017


Happyend Dal Consumer Electronics Show di Las Vegas le novità in salsa coreana di Lg e Samsung per la casa intelligente, connessa e senza fili. Dalla cinese Honor arriva sul mercato un device in grado di attivare in modo del tutto autonomo alcune funzionalità del telefonino

HiTech

La tecnologia fatta su misura

a cura di Gianni Rusconi

Lo speaker Bluetooth che fluttua in aria

Lo smartphone con l’intelligenza artificiale dentro

LG PJ9

Honor Magic Il pregio di questo smartphone Android è quello di poter intuire in totale autonomia quando accendere la torcia, fornire indicazioni e suggerimenti, mostrare i messaggi ed attivare tutta una serie di funzioni. Il tutto grazie a un assistente virtuale e a diversi sensori. Anche esteticamente si fa valere grazie al corpo unibody in alluminio rivestito da due vetri curvi che ne segnano il design arrotondato senza cornici ai lati. Per il momento è in vendita solo in Cina. www.hihonor.com The value of this Android smartphone is in being able to guess in total autonomy when to switch on the torch, to provide directions and suggestions, to display text messages and to activate a number of functions, all down to a virtual assistant and various sensors. It is aesthetically attractive thanks to a unibody aluminum body coated by two curves of glass that define the rounded design without frames on either sides. Currently only on sale in China.

Un altoparlante portatile che lievita di pochi centimetri sopra la propria base e lì rimane sollevato, grazie al campo magnetico, fino a che la batteria non si esaurisce. Quando ha bisogno di ricaricarsi rientra lentamente nella Lievitation Station, che fa anche da subwoofer. L’idea della casa coreana non è nuova in senso assoluto ma sicuramente interessante per gli amanti della musica: è in grado di riprodurre audio a 360 gradi di qualsiasi genere, anche podcast, e lo fa con un effetto scenico unico. www.lg.com A portable loudspeaker that levitates a few centimeters above its base and remains raised, thanks to the magnetic field, until the battery runs out. When it needs to recharge, it slowly falls into the Lievitation Station, which doubles as a subwoofer. The thinking from the Korean house isn’t totally new but it is undoubtedly of interest to music lovers: it is able to play any kind of audio file at 360 degrees, even podcasts, and does so with a unique scenic effect.

L’aspirapolvere robot si comanda con la voce Samsung Powerbot VR7000 Fa tutto da solo, grazie a funzioni di navigazione combinate con una batteria di sensori. Programmabile e controllabile da remoto grazie a un app mobile e comandi vocali che sfruttano la compatibilità del dispositivo con il sistema Amazon Echo, ha fra i suoi plus le tecnologie per mappare la casa, memorizzarla e muoversi senza problemi fra sedie e tappeti e di riconoscere la superficie da pulire per modificare in automatico i parametri di aspirazione. www.samsung.com It does everything on its own, thanks to navigation functions combined with a series of sensors. It can be controlled and programmed remotely via a mobile app and voice commands that use device compatibility with the Amazon Echo system. Features include technology for mapping the house, memorizing it and moving ably between chairs and carpets, as well as recognizing the kind of surfaces to clean and automatically modifying the aspiration parameters.

_ ULISSE _ febbraio 2017

Novità dal mondo dei motori In modalità esclusivamente elettrica le auto ibride a cura di Luigi Massari plug-in assicurano una percorrenza decisamente maggiore delle ibride “classiche”, grazie a batterie più potenti e alla possibilità di ricaricarle connettendole alla rete. Una tecnologia costosa, ma che consente un deciso passo avanti Exclusively electric, hybrid plug-in cars guarantee a decisively higher mileage compared to “classic” hybrid cars, thanks to the more powerful batteries and the opportunity to charge them at a network of charging points. Although the technology is quite expensive, in terms of eco-friendliness, it represents a definite step forward

From the Consumer Electronics Show in Las Vegas, the latest Korean products from Lg and Samsung for the smart, connected and wireless home. Chinese brand Honor launches a smart device able to independently activate some functions of your smartphone

106

Engines Toyota

Prius Plug-in Hybrid Attesa in Europa nella prima metà dell’anno, la berlina giapponese ricaricabile alla spina è giunta alla seconda generazione: le vendite della prima erano iniziate nel 2012. Dotata di batterie agli ioni di litio, permette di viaggiare a corrente per circa 50 km fino alla velocità massima di 135 km/h. Le batterie si ricaricano in meno di 2 ore e mezzo da una spina a 230 Volt. Il motore a benzina è un 1.8 litri e il sistema sviluppa complessivamente 136 cv. www.toyota.it Expected in Europe by the first half of the year, the plug-in rechargeable Japanese sedan is now in its second generation: sales of the first generation started in 2012. Equipped with a lithium-ion battery, it allows you to drive on electric mode for about 50km at a maximum speed of 135 km/ h. The batteries are recharged in less than 2 hours through a 230-volt plug. The car features a 1.8-liter gasoline engine and the system produces 136 hp.

BMW 530e iPerformance Il debutto della variante con motorizzazione ibrida plug-in della nuova generazione di Serie 5 è annunciato per marzo, degno tassello della gamma di questa elegante berlina Business lunga quasi 5 metri e dotata di avanzati sistemi di assistenza alla guida e di interconnessione. Il motore a benzina è un 4 cilindri di 2.0 litri e insieme a quello elettrico sviluppa un totale di 252 cv. Il cambio automatico ha 8 marce, l’autonomia elettrica è di circa 50 km. www.bmw.it The variant model with a plug-in hybrid engine of the new generation Series 5 is set to launch in March. It’s a worthy part of the range of the elegant business sedan, which is almost 5 meters long and equipped with advanced driveassistance and interconnection systems. The car features a 4-cylinder engine, which together with the electric engine produces a total of 252hp, as well as an 8-speed automatic transmission and an around 50-km electric range.

Porsche Panamera 4E-Hybrid Presentata nell’estate del 2016 la seconda serie della lussuosa berlina sportiva di Stoccarda è proposta anche nella versione ibrida plug-in con carrozzeria standard (5,05 metri) o Executive, più lunga di 15 cm. Dotata di cambio automatico a 8 marce e trazione integrale associa un V6 biturbo di 2.9 litri a un gruppo elettrico per un totale di 462 cv. In elettrico tocca i 140 km/h (278 km/h a tutta potenza) e copre dai 21 ai 51 km. www.porsche.com Presented in summer 2016, the second series of the luxury Stuttgart sports sedan offers a hybrid plug-in version with the standard car body (5.05 meters) or the Executive, 15 cm longer. Equipped with an 8-speed automatic transmission and all-wheel drive, the car combines a 2.9-liter V6 twin-turbo engine with an electric engine for 462 hp. In electric mode, it clocks up 140 km / h (278 km / h at full power) and covers from 21 to 51 km. ULISSE _ febbraio 2017 _

107


Happyend

Bellissima a cura di Marzia Ciccola

THE PERFECT FOUNDATION Il colorito perfetto non è un sogno irraggiungibile. Texture ultra leggere ma coprenti eliminano ogni imperfezione e fanno risplendere il viso Flawless isn’t an impossible dream anymore. Textures ultra light but opaque smooth every imperfection for a perfect make up and luminous skin tone

Dior Diorskin Forever Perfect Cushion Dalla texture fluida, corregge con un velo leggero, mat e luminoso. Cuscinetto in spugna, formula ultra fluida e astuccio ermetico preservano la qualità dei pigmenti. In 6 tonalità. www.dior.com

With a fluid texture, it corrects with a light veil, mat and bright. Cushion, ultra-fluid formula and airtight case preserve the pigments quality. In 6 shades.

Lancôme Teint Idole Ultra Wear Copertura zero difetti per tutto il giorno e un colorito luminoso, vellutato senza effetto maschera. 18 tonalità per soddisfare ogni carnagione. www.lancome.it

Cover zero blemish throughout the day and a radiant and velvety skin tone, no mask effect. 18 shades to suit every skin.

Shiseido Syncro Skin Glow Luminizing Fluid Foundation Il fondotinta diventa intelligente e si sincronizza con la pelle, rivelandone la luce naturale. Effetto “nude”. www.shiseido.com

Foundation becomes clever and syncs with the skin, revealing its natural light. For a “nude” effect.

108

_ ULISSE _ febbraio 2017

Giorgio Armani Power Fabric Lunga durata, alta coprenza ma formula sensoriale ultra-leggera, per un effetto seconda pelle. Con spf 25, protegge anche dai raggi UV. www.armanibeauty.it

Longlasting formula, high opacity, but an ultra-light sensoriality, for a second skin sensation. The SPF 25 also protects against UV rays.


Happyend Calvin Klein

Uomo in Vogue

Eternity Intense Inno all’amore di coppia, inebriante e sexy, For Men attrae con un tocco speziato, sentori di legno e l’intensità dell’Iris. www.calvinklein.com

A couple in love hymn, exciting and sexy, For Men attracts with a spicy touch, hints of wood and the Iris intensity.

a cura di Marzia Ciccola

MASCHILI PER VOCAZIONE Sono le passioni che ispirano le nuove fragranze: per le auto, per gli orologi, per il gioco, per il cognac o il tabacco. O per l’amore eterno Passions inspire new fragrances: for cars, watches, gaming, for cognac or tobacco. But also for the everlasting love

Gucci Guilty Absolute Cognac e tabacco, rituali maschili, e cuoio, codice estetico del brand, ispirano una fragranza che rompe gli schemi e ha il volto e lo stile dell’attore statunitense Jared Leto. www.gucci.com

Cognac and tobacco, male rituals, and leather, the aesthetic code of the brand, inspire a fragrance that breaks the rules and bears the face and style of Jared Leto.

Azzaro Acqua di Parma Colonia Club Balsamo Dopobarba dalla consistenza gel, si assorbe rapidamente, nutre l’epidermide, svolge un’azione calmante e lenitiva. www.acquadiparma.com

After Shave Balm in a fast absorbing gel texture, nourishes the skin and has a calming and soothing action. 110

_ ULISSE _ febbraio 2017

Wanted Il flacone richiama i pistoni di un motore e i meccanismi dell’orologeria, classiche passioni maschili. Per un virile seduttore. wanted.azzaro.com

The bottle recalls an engine pistons and the watch mechanisms, the classic men’s passions. For a virile seducer.


hanno collaborato Valeria Oneto e Monica Codegoni Bessi

Happyend

Manuel Ritz In pendant

Pack for Him Che cosa regalare a Lui

a cura di Renata Molho

Tessuto operato per l’abito maschile con la cravatta coordinata. www.manuelritz.com Textured fabric for the men’s suit with matching tie.

Camicissima

Ghurka

All day long

Vintage traveller

Camicia in cotone microfantasia. www.camicissima.com Cotton shirt with micro pattern.

Weekender bag in pelle con bande decorative a contrasto. www.ghurka.com Weekender bag in leather with contrasting decorative bands.

Massimo Alba Secret garden Pochette da taschino con stampa fotografica. www.massimoalba.com Pocket square with photographic pattern.

Fratelli Rossetti Gentleman Derby con doppia fibbia in pelle intrecciata tinta in capo. www.fratellirossetti.com Derby shoe with double buckle in woven dyed leather.

112

_ ULISSE _ febbraio 2017


hanno collaborato Valeria Oneto e Monica Codegoni Bessi

Happyend

Pack for Her Che cosa regalare a Lei

a cura di Renata Molho

Emporio Armani Dream chic Completo pijama in seta con passamaneria a contrasto. www.armani.com Pyjama suit in silk with contrasting trimmings.

Shirtaporter Altogether Abito giacca e pantalone dal taglio maschile a righe con stampa tropicale. www.shirtaporter.com Men’s cut for the striped suit jacket and trousers with tropical pattern.

Balenciaga Pink thinking Montatura in metallo dalla forma stondata per gli occhiali da sole. www.balenciaga.com Sunglasses with rounded metal frame.

Gum Useful and stylish Rose stampate per la pochette portatutto in PVC. www.gumgiannichiarini.it Rose pattern for the comfort clutch in PVC.

CON SKYTEAM LA GRANDE CINA DIVENTA PIÙ PICCOLA. Con oltre 4.190 voli giornalieri, SkyTeam è leader nella regione della Grande Cina. Attraverso i nostri 56 aeroporti, inclusi i 5 principali hub internazionali di Shanghai, Pechino, Canton, Xiamen e Taipei, potrete raggiungere più di 169 città in Cina. Con SkyTeam la vostra destinazione è ancora più vicina. Per ulteriori informazioni, visitate skyteam.com

Blumarine Pretty steps Sabot in raffia intrecciata con decoro di frange. www.blumarine.com Sabot in woven raffia with fringe decoration.

114

_ ULISSE _ febbraio 2017


Happyend ➝ Address ➝ NIZZA

Happyend ➝ Explore

a cura di Cristina Griner

Abu Dhabi Riti e sapori — Rituals and flavours L’ARTE DI PREPARARE E SERVIRE IL CAFFÈ ARABO Il caffè arabo non è una semplice bevanda ma un vero e proprio rito che caratterizza la vita culturale e sociale delle popolazioni arabe. Racchiude simbolicamente i valori di convivialità e ospitalità dei Paesi mediorientali e per questo ha ottenuto dall’UNESCO il riconoscimento di Patrimonio Immateriale dell’Umanità. L’ingrediente principale è ovviamente il caffè ma la preparazione è soggetta a numerose varianti, a partire dalla tostatura dei chicchi o al tipo di cottura, fino alla scelta delle spezie per arricchirne il sapore. Per un inebriante viaggio nel gusto e nell’aroma del caffè arabo da non dimenticare l’utilizzo di una caffettiera speciale, dalla, simile a una brocca. visitabudhabi.ae

GAUDENTI E CHARMANT Maison Auer Dolci tradizioni

Volare dall’altra parte del mondo

Alitalia ed Etihad Airways mettono a disposizione 35 collegamenti settimanali tra l’Italia e Abu Dhabi. Da qui i viaggiatori possono approfittare di comode connessioni verso 40 destinazioni servite in partnership da Alitalia ed Etihad Airways per raggiungere i Paesi del Medio Oriente, Africa, Asia e Australia.

Fly to the other side of the world Alitalia and Etihad Airways provide 35 weekly connections between Italy and Abu Dhabi. From Abu Dhabi passengers can take advantage of convenient connecting flights to 40 destinations operated by Alitalia and Etihad Airways to reach countries in the Middle East, Africa, Asia and Australia.

MILANO MALPENSA — ABU DHABI

AZ 856

MILAN MALPENSA - ABU DHABI

ABU DHABI — MILANO MALPENSA

AZ 857

Giornaliero - Daily

Giornaliero - Daily

Partenza / Departure 21:15 Arrivo / Arrival 06:30*

Partenza / Departure 08:55 Arrivo / Arrival 12:55

ROMA FIUMICINO — ABU DHABI

AZ 852

ROME FIUMICINO - ABU DHABI

ABU DHABI - MILAN MALPENSA

I migliori canditi, marmellate e gelatine della città. La confiserie-chocolaterie gestita dalla famiglia Auer da cinque generazioni è un vero gioiello del gusto. Vale la sosta anche solo per ammirarne gli arredi d’epoca. Indirizzo: 7 rue Saint François de Paule, tel. +33 493857798 www.maison-auer.com Offering the best candies, jams and jellies in the city, this confiserie-chocolaterie has been run by the Auer family for five generations and is a real foodie gem. Well worth stopping by, even if only to admire the antique furnishings.

Bouillabaisse e tortellini, ma anche arte, fotografia, musica, libri e caffè d’antan. Da scoprire a Nizza e a Bologna, città solari e accoglienti, entrambe maestre del buon vivere Bouillabaisse and tortellini, but also art, photography, music, books and old-style coffee bars, all to be discovered in the sunny and welcoming cities of Nice and Bologna, blueprints for good living

Musée de la Photographie Vernissage

Inaugura il 17 febbraio con una mostra dedicata a Helmut Newton la nuova sede. Con una galleria in cui verranno proposte, a rotazione, le 1.700 immagini patrimonio del Museo. Indirizzo: Place Pierre Gautier 1, tel. +33 497134220 museephotographie.nice.fr An exhibition dedicated to Helmut Newton opens February 17 in inauguration of the new location. The gallery will display on a rotation basis the 1,700 images of the museum’s heritage.

ABU DHABI — ROMA FIUMICINO

AZ 853

Giornaliero - Daily

Le Bistrot des Viviers

ABU DHABI - ROME FIUMICINO Giornaliero - Daily

Partenza / Departure 10:40 Arrivo / Arrival 19:30

I buoni frutti

Partenza / Departure 02:25 Arrivo / Arrival 06:20

Collegato al blasonato Rolancy’s, bistrot tipicamente francese dove si va per gustare ottimo pesce e frutti di mare. Sempre freschissimi e cucinati con maestria. Indirizzo: 22 rue Alphonse Karr, tel. +33 493160048 www.les-viviers-nice.fr Connected to the famed Rolancy’s, you can sample excellent fish and seafood in this typical French bistro. Always fresh and skillfully cooked at different prices.

Voli Alitalia in Codeshare con Etihad Airways — Alitalia lights in Codeshare with Etihad Airways

MILANO MALPENSA — ABU DHABI

EY 88

MILAN MALPENSA - ABU DHABI

ABU DHABI — MILANO MALPENSA

EY 81

Giornaliero - Daily

Arabic coffee isn’t just a drink, but a true ritual that characterizes the cultural and social life of the Arab population. It symbolically embodies the values of conviviality of Middle Eastern countries, which is why UNESCO has now recognized it as a World Intangible Heritage. While the main ingredient is obviously the coffee, the preparation is subject to countless variants, starting from the roasting of the coffee beans and the type of cooking, to the choice of spices added to enrich the flavor of the coffee. For an inebriating journey through the taste and aroma of Arabic coffee, you can’t overlook the use of a special coffee machine – the dalla, high and curvaceous like a pitcher.

116

_ ULISSE _ febbraio 2017

Giornaliero - Daily

Partenza / Departure 10:05 Arrivo / Arrival 19:20

THE ART OF MAKING AND SERVING ARABIC COFFEE

Partenza / Departure 02:50 Arrivo / Arrival 07:00

ROMA FIUMICINO — ABU DHABI

EY 84

ROME FIUMICINO - ABU DHABI

ABU DHABI — ROMA FIUMICINO

EY 83

Giornaliero - Daily

Partenza / Departure 09:10 Arrivo / Arrival 13:00

ABU DHABI — VENEZIA

VENEZIA — ABU DHABI VENICE - ABU DHABI Giornaliero - Daily

Partenza / Departure 10:55 Arrivo / Arrival 19:55 ˚Giorno successivo — Following day

ABU DHABI - ROME FIUMICINO Giornaliero - Daily

Partenza / Departure 22:00 Arrivo / Arrival 06:55*

EY80

ABU DHABI - MILAN MALPENSA

EY79

ABU DHABI - VENICE Giornaliero - Daily

Partenza / Departure 02:30 Arrivo / Arrival 06:40 Voli Etihad Airways in Codeshare con Alitalia Etihad Airways lights in Codeshare with Alitalia

Hotel Les Cigales Piccolo è bello Diciannove camere curate nei dettagli e una bella terrazza panoramica per questo tre stelle charmant, in posizione strategica tra la città e il mare. Indirizzo: 16 Rue Dalpozzo, tel. +33 497 031070 www.hotel-lescigales.com This charming three-star hotel features nineteen rooms designed with careful attention to every detail, and a beautiful roof terrace. It is strategically located between the city and the sea.

Le Séjour Café L’arte di vivere Piatti ispirati dai prodotti freschi del mercato tra scaffali di libri, piante e quadri. Un locale raffinato e accogliente per mangiare, bere e rilassarsi, come nel salotto di casa. Indirizzo: 11 rue Grimaldi, tel. +33 493273784 www.lesejourcafe.fr Dishes inspired by fresh market produce amidst bookshelves, plants and paintings. A sophisticated and cozy restaurant where you can eat, drink and relax, as if you were in your living room.

Alitalia offre 2 voli giornalieri tra Roma Fiumicino e Nizza che diventeranno 3 a partire da fine marzo con il nuovo orario estivo. Visita alitalia.com per le informazioni sui voli e per l’acquisto dei biglietti

Alitalia offers two daily flights between Rome Fiumicino and Nice which will become three by the end of March with the new summer schedule. Visit alitalia.com for flight information and to purchase tickets

ULISSE _ febbraio 2017 _

117


Happyend ➝ Address ➝ BOLOGNA a cura di Leonardo Iannacci

Museo d’Arte Moderna Le grandi opere di Burgert Dal 26 gennaio al 17 aprile, la prima personale in Italia di Jonas Burgert. Negli ampi spazi della Sala delle Ciminiere una quarantina di dipinti, creati dall’artista nell’ultimo decennio. Indirizzo: via Don Minzoni 14, tel. +39 051 6496611 www.mambo-bologna.org/en

Running from January 26 to April 17, Jonas Burgert’s first solo exhibition in Italy is on display in the spacious Sala delle Ciminiere, featuring around forty paintings created by the artist in the last decade.

Disco d’Oro

Ristorante Diana

Il vinile, che passione

I veri tortellini, le vere tagliatelle

In questo “antro” della musica si possono trovare ristampe in vinile ( 180 gr ) dei titoli più rappresentativi della storia degli ultimi 40 anni. Indirizzo: via Galliera 23, tel. +39 051 239145 www.discodoro.it In this “cave” of music you can find vinyl reeditions (180 gr) of some of the most symbolic songs in the history of the last 40 years.

In pieno centro, tra specchi e lampadari retrò, potete gustare i piatti tradizionali bolognesi: dai tortellini al classico carrello dei bolliti. Indirizzo: via dell’Indipendenza 24, tel. +39 051 231302 www.ristorante-diana.it

Bang in the centre of town, between mirrors and retro chandeliers, you can sample Bolognese fare: from tortellini to the classic boiled meat.

Caffè Zanarini Pasticceria e delizie per sognare Storia e atmosfere d’antan nel caffè che fa da cuore pulsante della vita della città, un tempo angolo degli intellettuali, da Moravia a Pasolini. Indirizzo: Piazza Galvani 1 Tel. +39 051 2750041 History and the atmosphere of bygone times abound in this coffee bar, which is the beating heart of city life and a former beacon for intellectuals, from Moravia to Pasolini. A true treasure chest of delicacies and delights.

Libreria Feltrinelli La cultura va in scena Sotto le Due Torri la più esclusiva e fornita libreria nel cui cortile interno sono organizzati incontri d’autore e anche piccoli concerti con i più grandi artisti. Indirizzo: Piazza Ravegnana 1, tel. 199.151.173 www.lafeltrinelli.it At this most exclusive and well-stocked bookshop under the Two Towers, meetings are organized in the courtyards with authors, as well as small concerts with famous artists.

I Portici Hotel Design e stile L’architettura degli ambienti, i colori, le luci, gli aromi, il design, l’arte, i menù del raffinato ristorante sono gli elementi de I Portici Hotel. Indirizzo: via dell’Indipendenza 69, tel. +39 051 42185 www.iporticihotel.com

The architecture of the spaces, the colors, the lights, the design, the menu of this urbane restaurant: these are the features of the I Portici Hotel.

Da Bologna Alitalia offre complessivamente 28 frequenze settimanali. Per chi è diretto a Roma sono disponibili 3 frequenze giornaliere e per Catania è attivo un servizio giornaliero. Per tutte le informazioni sui voli visita alitalia.com

From Bologna Alitalia offers 28 weekly flights: passengers heading to Rome have 3 daily flights at their disposal, and Alitalia offers a daily flight to Catania. Find all the flight information on alitalia.com

ULISSE _ febbraio 2017 _

119


Happyend

PRAGA cuore d’Europa

TESTO

Giulia Lenzi

KOZÍ

MO LD AV A

KLÁROV

KÁ IŻS PAŘ

HÁ OU DL

VECCHIO CIMITERO EBRAICO DI JOSEFOV

LETENSKÁ

CHIESA DI SANTA MARIA DI TÝN

KŘIŻ OVN ICK Á

MICHALSKÁ

KARMELITSKÁ

PONTE CARLO

OROLOGIO ASTRONOMICO LILIOVÁ

BŘETISLAVOV A

Between Gothic and Baroque

Tra Gotico e Barocco ŘÁSNOVKA

CASTELLO E CATTEDRALE DI SAN VITO

12

BEYOND THE BRIDGE

OLTRE IL PONTE

CASA DELLA MADONNA NERA

Scendendo verso sud si entra in Nove Mesto, la Città Nuova, il cuore commerciale che ospita Piazza Carlo – la più grande della capitale – e Piazza Venceslao: un piano inclinato di 750 metri più simile a un boulevard che a una piazza. Quest’ultima, ricca di negozi e ristoranti stellati, insieme alle vie 28. října e Na Príkopé (dove, al numero 12, brillano le vetrine della leggendaria cristalleria Moser) forma la cosiddetta “Croce d’Oro”. Nove Mesto è anche il punto d’incontro di culture e stili architettonici diversi: qui si trovano il Museo Mucha, vero e proprio tempio del Liberty, e la Casa Danzante, un edificio ultramoderno ispirato a Ginger e Fred. Mentre è solo sul lato occidentale della Moldava, al di là del Ponte Carlo, che si può cogliere la vera essenza della Praga barocca, perdendosi fra le strette e pittoresche vie del quartiere Mala Strana. La pausa gourmand è U Mecenáše, storica taverna “dal mecenate”, una delle poche a conservare l’aspetto di un tempo e meta ideale per gustare ottimi gulasch (Malostranské nám. 261/10).

Heading southwards you enter Nove Mesto in the New Town, the shopping district housing Charles Square – the largest square in the capital – and Wenceslas Square: a 750-meter sloping area more like a boulevard than a square. Wenceslas Square, filled with shops and Michelin-starred restaurants, together with the streets 28. října and Na Príkopé ( where at #12 you can see the sparkling shop windows of the legendary Moser glassware) form the so-called “Golden Cross”. Nove Mesto is also the meeting point of different cultures and architectural styles: here you’ll find the Mucha Museum, a true Liberty temple, and the Dancing House, an ultramodern building inspired by Ginger and Fred. On the west side of the Vltava River, beyond Charles Bridge, you uncover the true essence of Baroque Prague, losing yourself in the narrow and evocative streets of the Mala Strana district. For a gourmet break, stop by U Mecenáše, the “patron” historical tavern, and one of the few to still maintain its original features. It’s the ideal destination to sample an excellent gulasch (Malostranské nám. 261/10).

ore

18 ore

CULLA DEGLI ALCHIMISTI Alla ricerca della pietra filosofale

MILLE VOLTI Una città senza tempo “Città d’oro”, “Dalle cento torri”, “Corona del mondo” o “Sogno di pietra”: spesso è così che Praga viene descritta per la sua straordinaria capacità di custodire nel tempo ore un’atmosfera magica e misteriosa. Crocevia di imperatori, santi, artisti e alchimisti, nel corso della sua storia ha vissuto di tutto: i fasti dell’impero boemo, dominazioni asburgiche, ma anche carri armati sovietici e rivoluzioni. Oggi Praga è una città vivace e cosmopolita, che vale la pena visitare anche se solo per poche ore. A partire da Stare Mesto, la Città Vecchia, con la Porta delle Polveri e l’incantevole Staroměstské náměstí, la piazza principale dominata dalle guglie gotiche della Chiesa di Santa Maria di Týn e dal celebre Orologio Astronomico montato sul Municipio. Bastano pochi minuti a piedi per raggiungere il quartiere ebraico di Josefov, così come il Ponte Carlo, da cui si gode di una vista mozzafiato. Senza abbandonare il centro storico – dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO – è d’obbligo una sosta in uno dei tanti birrifici del centro, come U Supa in Celetná 563/22. Birra, in ceco pivo, deriva del verbo pít che significa “bere”, e questo la dice lunga sul culto dei boemi per questa bevanda.

120

_ ULISSE _ febbraio 2017

A THOUSAND FACES A timeless city

“The golden City”, “the one-hundred-tower city”, “the Crown of the world” or the “Stone Dream”: Prague is often described like this because of its extraordinary ability over the years to preserve a magical and mysterious atmosphere. A melting pot of emperors, saints, artists and alchemists, in the course of its history, the city has experienced it all: the splendor of the Bohemian Empire, the Habsburg dominations, but also revolutions and Soviet tanks. Today Prague is a lively and cosmopolitan city, which is well worth a visit even if for just a few hours. Starting from Stare Mesto, the Old City, with its Powder Gate and the enchanting Staroměstské náměstí, the main square is dominated by the Gothic spires of the Church of Our Lady before Týn, and by the famous Astronomical Clock mounted on the town hall. A few-minutes walk gets you to the Jewish district of Josefov, as well as the Charles Bridge, where you can enjoy a breathtaking view. Without leaving the old town – a UNESCO World Heritage Site – don’t miss a stop by one of the many breweries in the center, such as U Supa in Celetná 563/22. In Czech the word beer – pivo – comes from the verb pit, meaning “to drink”, which says a lot about the Bohemian cult surrounding the drink.

Dalla Chiesa di San Nicola il cammino prosegue verso la piazza di Hradčany e poi al Castello, una città nella città che sembra immersa in un mondo di fiaba. Fondato nel IX secolo e ampio oltre 45 ettari, è stato la sede dei sovrani boemi e poi dei presidenti della repubblica. Nel complesso che lo racchiude svetta la spigliata mole della Cattedrale di San Vito, ma si cela anche il suggestivo Vicolo d’Oro. La leggenda vuole che nel vicolo abitassero alchimisti alla ricerca della pietra filosofale con cui trasformare il ferro in oro per Rodolfo II d’Asburgo; sicuro è che per alcuni mesi vi abitò Franz Kafka. Chi parte in primavera non può mancare la collina di Petřín, con l’osservatorio e il labirinto degli specchi da raggiungere a piedi o con la funicolare.

Per raggiungere Praga Alitalia offre 4 frequenze settimanali (mar, gio, sab, dom) da Roma Fiumicino. A partire dal 26 marzo, con il nuovo orario estivo, la compagnia incrementerà i servizi mettendo a disposizione un collegamento giornaliero. Per conoscere le offerte e per l’acquisto dei biglietti visita alitalia.com

THE ALCHEMISTS’ CRADLE

In search of the Philosopher’s Stone

From the Church of St. Nicholas the tour continues towards Hradčany square and then on to the Castle, a city within a city that seems immersed in a fairy tale world. Founded in the ninth century and stretching along 45 hectares, it has been the seat of the Bohemian kings as well as various presidents of the Republic. In the complex enclosing it, stands the stylish St Vitus Cathedral. The complex also hides the evocative Golden Lane. The legend has it that the alchemists – in search of the philosopher’s stone to turn iron into gold for the Habsburg Emperor Rudolph II – lived in that lane; we do know that Franz Kafka lived there for a few months. If you visit the city in springtime don’t miss the Petřín hill, featuring the observatory and mirror maze to reach on foot or through the cable railway.

To get to Prague Alitalia offers 4 weekly flights (Tue, Thu, Sat, Sun) from Rome Fiumicino. From March 26, with the new summer schedule, the company is set to increase its offer by providing a daily service. To discover the offers and to purchase tickets visit alitalia.com

ULISSE _ febbraio 2017 _

121


Happyend

Oroscopo Horoscope

Ariete 21 marzo — 20 aprile Marte chez vous alimenta aggressività e impulsività. Controllatevi, non saltate alle conclusioni né alla giugulare di chi vi stressa: Venere vi lancia gli assist per sistemare le cose quando tutto (o quasi) dovesse sembrarvi perduto. Ergo: il successo è a portata di mano. Anche quello amorososessoso.

Toro 21 aprile — 20 maggio Le stelle vi pressano. E a volte rischiate di essere così catastrofici che, al vostro confronto, l’Armageddon sembrerà la sagra del totano. Pazientate: i talenti li avete e la primavera promette nuovi slanci al lavoro, alle finanze, all’amor. E pure all’eros. Per ora, però, giramentelli di zebedei incombono.

Gemelli 21 maggio — 21 giugno La triade Venere-Giove-Urano vi porta i meritati riconoscimenti nel lavoro. Con guadagni di puntiimmagine, di soldi, di innovazioni. Amori nuovi si stagliano, quelli vecchi si tagliano se hanno esaurito il proprio scopo. Oltre che i vostri zebedei. Eros scoppiettanttino. Anche procreativo, volendo.

Cancro 22 giugno — 22 luglio Gli obblighi sono tanti. E stressano. Occorre pianificare e pazientare. Cose non semplici, visto che proverete spesso il desiderio di vivisezionare capi, colleghi e gente che non vi darà le risposte che vorreste. L’amor un po’ conforta, ma i nuovi incontri, di hot e di duraturo, potrebbero avere ben poco…

Leone 23 luglio — 23 agosto È in atto un consolidamento delle posizioni fin qui acquisite, ma anche un’espansione generale delle vostre possibilità lavorative, private, economiche. Approfittatene. Sarete pure energici come rinoceronti. E a volte delicati com’essi. Un filo di bon ton sarebbe auspicabile. Eros già primaverile, brioso…

Vergine 24 agosto — 22 settembre Nonostante i vostri talenti e la vostra tempra di organizzatori svizzeri, il lavoro (o la ricerca dello stesso) produce un po’ poco. Pure perché vi tocca avere a che fare con persone dal cervello grosso come un’ecodose. Ussignùr, non sclerate, non mordete l’ulna di chi vi stressa. Amore un po’ sciapo.

122

_ ULISSE _ febbraio 2017

di Antonio Capitani

febbraio 2017 february Aries 21 March — 20 April Mars feeds your contentiousness and impulsivity. Control yourself, don’t jump to conclusions or at the jugular of those stressing you out: Venus gives you the opportunity to sort things out when everything (or almost everything) seems to be lost. Ergo; success is close at hand, even with regards the erotic.

Taurus

Bilancia 23 settembre — 22 ottobre Fortuna e stabilità toccano il lavoro. Marte tende però i rapporti. Non calate le braghe, ma evitate anche di suscitar negli altri la voglia di gettarvi nella caldaia condominiale, per via della vostra vis polemica. L’amor risente del vostro ph caratteriale acidulo. L’eros pure. Urge addolcirvi. Subito.

Scorpione 23 ottobre — 22 novembre O siete superimpegnati o siete inattivi. In entrambi i casi lo stress vi afferra la pancia. Con colitiche conseguenze. Gestitevi da soli. Anche perché confidare nell’aiuto altrui sarebbe lo stesso che confidare in Medea come maestra d’asilo. L’amor appassiona come una televendita di pancere. Migliorerà.

Libra 23 September — 22 October Luck and stability help you at work. But Mars makes your relationship tense. Don’t give in, but try to avoid making others want to throw you in the communal boiler, because of your hostile attitude. Love is affected by your vitriolic temper. Lust too. You need to sweeten up, immediately.

Scorpio 23 October — 22 November Whether you are uber busy or inactive, stress affects your stomach, with the resulting effects. Manage it alone, also because relying on the support of others would be like relying on Medea the “sorceress” as a kindergarten teacher. Love is as passionate as teleshopping. It will improve.

21 April — 20 May The stars are putting pressure on you. And sometimes you risk being so catastrophic that Armageddon seems like a village fete compared to you. Be patient: you have talent and spring promises you new impetus at work, in finances and in love. As well as in lust. For now, though, you have a chip on your shoulder.

Gemini

Sagittario 23 novembre — 21 dicembre Padronanza di voi stessi, serenità di fondo e un bel po’ di fortuna vi fanno brillare nel lavoro. Che può arrivare da un momento all’altro se non lo avete o proiettarvi verso veri trionfi se già c’è. L’economia intanto migliora. E Marte promette interludi erotici appassionanti per voi e per i vostri partner.

Sagittarius 23 November — 21 December Self control, a base serenity and a good dose of luck will make you shine at work. It could come at any moment if you’re not working, or bring you to true triumph if you do have a job. Your finances improve and Mars promises passionate erotic interludes for you and your partners.

21 May — 21 June The Venus-Jupiter- Uranus triad brings you well-deserved recognition at work. Your image will gain ground as well as your finances, and innovations in your life. New loves are looming while old ones can be cut off if they have achieved their purpose, or become annoying. Eroticism is peppy, even procreative, if you like.

Cancer 22 June — 22 July Your duties are countless, and they’re stressing you out. You need to plan things and be patient. That’s not easy, since you’ll often feel like losing it at your bosses, colleagues or those who aren’t giving you the answers you’d like. Love comforts a little, but your new acquaintances could be far from hot and long-lasting…

Leo 23 July — 23 August You’re consolidating the positions you have reached so far, as well as expanding your work, private and economic opportunities. Take the chance. You’ll be as energetic as a rhino, and sometimes as sensitive. A touch of bon ton would be useful. Lust is already in spring mode: peppy…

Virgo 24 August — 22 September Despite your talents and your great organizational attitude, work (or the search for it) is hardly productive. This is also because you have to deal with people with bird-sized brains. Oh dear, don’t lose it or bite the head off whoever’s stressing you out. Love is a bit flavorless.

Capricorno 22 dicembre — 20 gennaio Qualche complicazione aleggia. In famiglia, per esempio, che esige che vi facciate un sedere esagonale, per la fatica. E pure nel lavoro (che però premia e si rinnova) occorre sbattimento. Le finanze risentono forse di cartelle, multe e uscite varie, in amor sembra essere tutto (s)morto. Migliorerà, tranqui.

Acquario

Capricorn 22 December — 20 January Some complications are lingering, like in the family, which requires you to bend over backwards. The same goes for work, where you’ll need to graft hard, (but that rewards and revives you). Finances may suffer from fines, collection notices and various expense. Everything looks lifeless in love. It will improve, don’t worry.

Aquarius 21 January — 19 February

21 gennaio — 19 febbraio Vi forniscono energie quasi inesauribili, le stelle. Al punto di farvi sbrigare con successo miliardi di impegni senza che abbiate minimamente il fiato grosso. O quasi. I contatti giusti vi aprono pure nuovi mondi (lavorativi, culturali, d’ogni genere) da esplorare e dei quali diventare subito padroni, con ilare faccia di glutei. Il saldo bancario vi rassicura giorno dopo giorno, ingaggi e proposte arrivano, l’amor si bea del vostro slancio quasi adolescenziale, potente ed entusiasta. E una cicogna vi guarda ammiccando, desiderosa di venire a trovarvi (età permettendo). Che bel mese vivacino…

The stars give you an almost inexhaustible energy. So much so that you’ll accomplish billions of things without running out of breath. Almost. The right connections open up new worlds of all kinds to you - business, cultural - to explore and rule straight away with that cheeky smile of yours. Your finances are reassuring day after day, new employment and offers arrive, and love benefits from your almost adolescent exuberance, which is powerful and enthusiastic. The stork is winking at you, eager to come visit (age permitting). What a great, lively month…

Pesci 20 febbraio — 20 marzo L’autostima deve essere una costante, non una variante, del vostro comportamento. Specie in questo periodo di Saturno in orbita pestifera e suppostifera che vorrebbe immalinconirvi. Lavoro e soldi vi rassicurano, nonostante le fatiche, i ritardi, i fallocefali intorno a voi. E l’amor ha un sublime sapor.

Pisces 20 February — 20 March Self-esteem must be constant, not a variant of your behavior. Especially in this period when Saturn’s orbit is bothersome and irritating and could make you sad. Work and finances are reassuring, despite hardships, delays and the idiots around you. Love has a sublime flavor.

ULISSE _ febbraio 2017 _

123


IRIDATO

Happyend

Thöni in azione durante i Mondiali di Saint-Moritz. Era lo slalom speciale del 10 febbraio 1974. Lo sciatore italiano vincerà la medaglia d’oro. Thöni in action during the World Championship in St. Moritz. It was the slalom on February 10, 1974. The Italian skier won the golden medalthe Meatpacking district. to Hudson Yard.

When we were kings

Quando c’era la Valanga Azzurra: Thöni, Gros e gli altri eroi dell’epoca d’oro dello sci azzurro alla vigilia dei prossimi Mondiali di St. Moritz di Flavio Vanetti ondiale di sci, St. Moritz. Come non pensare al 5 febbraio 1974 e alla fantastica rimonta di Gustav Thöni in slalom? Era ottavo dopo la prima manche, ma la seconda fu un capolavoro di fronte al quale si inchinarono tutti gli altri, incluso Piero Gros, leader a metà gara. Sì, l’immagine è quella. Ma si spera che il ricordo non rimanga confinato nella memoria di 43 anni fa. Bisogna attualizzarlo. Febbraio 2017 è infatti il mese di un nuovo appuntamento iridato in Engadina, il quinto nella storia, incluse le due edizioni (1934 e 1948) che coincisero con i Giochi olimpici. Gli eroi di oggi sono altri, da Dominik Paris a quella Sofia Goggia esplosa nella stagione a suon di podi, al gruppo degli altri velocisti e degli slalomisti, alla squadra femminile in senso lato, diventata più compatta e competitiva. Si spera che la buona neve scorra sotto gli sci di tutti e che ci sia il tanto atteso ponte con il passato e con un anno indimenticabile per l’Italia. Di quel 1974 e di quanto regalò, infatti, vogliamo parlare. Primo, secondo, terzo, quarto, quinto. 7 gennaio 1974, Berchtesgaden, proprio sotto il Nido dell’Aquila di Adolf Hitler. La località in cui aveva visto la luce la Coppa del Mondo – era il 5 gennaio 1967 e andò in scena uno slalom – portò particolarmente bene agli azzurri: quel giorno, infatti, si colloca l’inizio del ciclo della cosiddetta Valanga Azzurra, lo squadrone che cambiò lo sci e che lasciò un’impronta tuttora forte ed emotivamente coinvolgente. Il 7 gennaio 1974, nello slalom gigante ospitato dalle Alpi della Baviera, Pierino Gros s’impose davanti a Gustav Thöni, Erwin Stricker, Helmuth Schmalzl e Tino Pietrogiovanna. «Si era già vinto prima, d’accordo. Ma quella fu la massima espressione di un dominio che andava a radicarsi» spiega Mario Cotelli, il d.t. di quei giorni e memoria ambulante di un ciclo indimenticabile, di recente codificato in bel libro che ha il pregio di raccontare perfino i retroscena inediti del nostro squadrone. «Tutto cominciò lì, anche se la Valanga era stata annunciata nelle settimane precedenti e proseguì in quelle successive, coinvolgendo il gruppo dei velocisti e trascinando pure le donne: nel magico periodo tra il 5 e il 13 gennaio 1974, infatti, Claudia Giordani, la ragazza attorno alla quale stavamo ricostruendo il nucleo femminile, vinse a Les Gets, primo e unico successo di un’italiana tra le porte larghe fino al 1993 e all’era di Deborah Compagnoni». Quel giorno, nel canalone arcigno di Berchtesgaden, su un percorso corto e angolato, non ci furono riprese televisive: le mastodontiche telecamere di allora non potevano essere trasportate da una sgangherata seggiovia. Anche i giornalisti avevano in gran parte disertato, per cui quasi mancò la presa diretta con l’evento storico e con i sussulti di una giornata pazza e favolosa. «Gros, Thöni e Schmalzl» riprende Cotelli «avevano confermato i primi tre posti di metà gara. Ma nella pausa tra le

IL CAMPIONE

GETTY

1972, Gustav Thöni ritratto nella sua casa di Trafoi, insieme ai suoi trofei. 1972, Gustav Thöni in his house in Trafoi alongside his trophies.

124

_ ULISSE _ febbraio 2017

STAFF/AFP/GETTY IMAGES

M

ULISSE _ febbraio 2017 _

125


OLYCOM

Happyend

VALANGA AZZURRA

CENTRAL PRESS/HULTON ARCHIVE/GETTY IMAGES

Stagione 1974-1975, in piedi da sinistra Rolando Thöni, Radici, Pegorari, Plank, Stricker, Gustav Thöni, Pietrogiovanna. Accosciati Schmalz, Gros, Besson, Bieler. Sotto, Gros a Innsbruck ‘76 nella gara che lo incoronerà campione olimpico di slalom speciale.

Season 1974-75, standing from left, Rolando Thöni, Radici, Pegorari, Plank, Stricker, Gustav Thöni, Pietrogiovanna. Squatted: Schmalz, Gros, Besson, Bieler. Below: Gros at Innsbruck ‘76 in the race that saw him crowned Olympic slalom champion. 126

_ ULISSE _ febbraio 2017

due manche avevo sentito Stricker che scommetteva con gli austriaci sul suo podio. Difatti...: “sta facendo i numeri”, gracchiavano gli allenatori per radio. Nonostante lo start nel secondo gruppo e la pista segnata, Erwin arrivò terzo. I fotografi furono richiamati: avevano già spedito le immagini dei vincitori. E non finì lì. Ancora via radio: “Il colonnello sta mollando i freni”. Il colonnello era Tino Pietrogiovanna, che portava i baffetti come il suo superiore nella Polizia. Scese con il 43 e diede tutto perché se fosse arrivato quarto si sarebbe qualificato per il Mondiale (quello, appunto, di St. Moritz, ndr). Non ce la fece, però il quinto posto fu comunque un’impresa. Tino era scarso di vista, eppure agli inizi sciava senza occhiali. Le buche non le vedeva, ma le ‘avvertiva’: aveva sviluppato una sensibilità che gli fu utile a Berchtesgaden; una pista diventata un campo di patate gli deve essere sembrata liscia». Il soprannome Valanga Azzurra nacque però la domenica dopo, in Francia. «Massimo Di Marco, de La Gazzetta dello Sport, era assente in Germania. Venne a Morzine e mi chiese di raccontare il pokerissimo. Gli dissi che i cinque erano stati come palle di neve che, rotolando, diventano valanga. Titolò così». Era sdoganato un periodo storico ben preciso, formato da vari atleti: «Gustav e Piero erano i più forti, ma gli altri provavano a raggiungerli: lo spirito competitivo è stato decisivo». Non fu facile gestire le due api regine. «Thöni aveva più continuità di Pierino; però se Gros si fosse applicato maggiormente, sarebbe stato bravo quanto lui. Gustav ha avuto dalla sua episodi, come la rimonta di St.Moritz o il parallelo vinto contro Stenmark, che nell’immaginario sono diventati pari a certi gol di Maradona. Ma a volte era problematico. Ai Giochi di Innsbruck 1976, battuto da Gros, non voleva ritirare l’argento olimpico. E una volta il podio lo saltò per davvero. Accadde a Garmisch, nel giorno dell’1-2-3 Gros, Thöni, Radici. Gustav, sconfitto, diceva di essere ormai vecchio. Lo mandai al diavolo e lui sparì: è l’unica foto della Coppa del mondo nella quale manca il secondo classificato». Per un inizio, esiste anche una fine. Che cosa frenò per sempre la nostra Valanga scioltasi di fatto verso il 1979? «La disgrazia di Leo David, campione annunciato, fu un motivo: avrebbe raccolto l’eredità di Thöni e Gros. Il secondo fu l’intromissione della Federazione, presieduta da Arrigo Gattai: diede retta ai senatori e bloccò, oltre al ricambio che volevo impostare, la rivalità interna, il segreto di quello squadrone». Nel dirlo, la voce di Cotelli ancora oggi tradisce malinconia. ●


Happyend

When we were kings The era of the Blue Avalange: Thöni, Gros and the other heroes of the golden era of Italian skiing, right before the world championship in St. Moritz t. Moritz, the skiing world cup. How can you not think of February 5 1974 and of Gustav Thöni’s fantastic comeback in the slalom? He was eighth after the first run, but the second was a show of genius to which all others bowed, including Piero Gros, who led in the first half. Yes, that’s the image. The hope is that it doesn’t remain confined to the memory of 43 years ago. We need to make it real again. February 2017 is in fact the month of a new world championship event in Engadin, the fifth in history, including the two editions in 1934 and 1948, which coincided with the Olympic Games. Today’s heroes are different, from Dominik Paris to Sofia Goggia who exploded onto the scene in a winning streak, to the group of other sprinters and slalom racers, to the women’s team in the broadest sense, which became more compact and competitive. We hope that every skier gets to slide over some “good snow”, and that we can welcome the long-awaited bridge with the past and another unforgettable year for Italy. What we want to talk about in fact, is 1974, and what that year brought to us. First, second, third, fourth, fifth. January 7, 1974, Berchtesgaden, just below Adolf Hitler’s Eagle’s Nest – where in January 5 1966 the Ski World Cup had come to life with a slalom – proved a particularly lucky location for the Italian team: that day, in fact, marked the beginning of the cycle of the so-called “Blue Avalanche”, the great team that changed the world of skiing and left a mark that is still emotionally engaging. In the giant slalom in the Alps of Bavaria on January 7 1974, Pierino Gros won ahead of Gustav Thöni, Erwin Stricker, Helmuth Schmalzl and Tino Pietrogiovanni. «We had already won before, but that victory was the ultimate expression of a domination that was taking root» – explains Mario Coltelli, technical manager at the time and a walking memory of an unforgettable period, recently described in a book that detailed the behind the scenes story of the great Italian team. Everything began there, even if the “avalanche” had begun in previous weeks and continued in those to follow, involving a group of sprinters, as well as women. In the magic period between the 5th and the 13th of January 1974, in fact, Claudia Giordani – around whom the women’s team was being rebuilt – won in Les Gets, the first and only success for an Italian racer in the giant slalom until 1993, the era of Deborah Compagnoni.” That day, in the grim canyon of Berchtesgaden, on a short, angled course, there was no television coverage: the mammoth cameras of the time couldn’t be carried by a rickety chair lift. For the large part even journalists were absent, meaning we almost missed out on the live broadcast of the historic event and the gasps of emotion of that crazy, fabulous day. «Gros, Thöni and Schmalzl – continues Cotelli – had confirmed their first three places from the first half. But during the break between the two runs, I heard Stricker betting with the Austrians on his victory. In fact…: “He’s showing off”, squawked the coaches via radio. Despite the start in the second group and the marked course, Erwin came in third place. The photographers were called back: they had already off sent images

MARIO COTELLI EPOPEA ITALIANA

MITI CONTRO Gustav Thöni contro Ingemar Stenmark nella finale dello slalom parallelo nel Campionato del Mondo in Val Gardena del 1975. Gustav Thöni against Ingemar Stenmark in the final of the parallel slalom during the World Championship in Val Gardena in 1975.

128

_ ULISSE _ febbraio 2017

OLYCOM (2)

S

of the winners. And it didn’t end there. Still, via radio: “The colonel’s taken his foot off the brakes”. The Colonel was Tino Pietrogiovanna, who wore a moustache like his boss in the Police. He raced wearing number 43 and gave it his best because if he had come in fourth place he would have qualified for the World championship (of St. Moritz, Ed.) He didn’t, but fifth place was still a great result. Tino had problems with his vision, though in the beginning used to race without glasses. He didn’t see holes, he “felt” them: he had developed a sensitivity that turned to be useful in Berchtesgaden; a track as humpy as a potato field must have seemed smooth to him». The Blue Avalanche nickname, however, came to life the following Sunday in France. «Massimo Di Marco, from the Gazzetta dello Sport, wasn’t in Germany. He came to Morzine and asked me to tell him about that great “five of a kind”. I told him that those five had been like snowballs which, rolling, became an avalanche. That was his headline». They endorsed a precise historical period that included various athletes: «Gustav and Piero were the best, but the others were trying to catch up with them: the competitive spirit was decisive». Managing the two “queen bees” wasn’t easy. «Thöni was more consistent than Pierino, though Gros would have been equal had he applied himself more. Gustave had his moments, like the comeback in St. Moritz or the parallel that he won against Stenmark, which in the collective imagination have become as spectacular as some of Maradona’s goals. But at times he was problematic. Beaten by Gros at the Innsbruck Games in 1976, he didn’t want to accept the Olympic silver medal. On one occasion he even deserted the podium. It was in Garmish, when Gros, Thöni and Radici ranked first, second and third. Beaten, Gustav proclaimed that he was old. I told him to go to hell and he disappeared: it’s the only picture of the World Cup where second place is missing». Where there is a beginning there is also an end. What stopped our “avalanche” forever, around 1979? «Leo David’s accident was one of the reasons. The proclaimed champion, he would have picked up the legacy of Thöni and Gross. Another reason was interference from the Federation, headed by Arrigo Gattai: he listened to the senators and stopped – besides the turnover that I wanted to introduce – the internal rivalries, the secret of that great ● team». As he says it, Cotelli’s voice betrays a hint of melancholy.

L’epopea della Nazionale di sci 19691978 di Mario Cotelli è il libro che rende omaggio allo squadroneicona dell’Italia delle nevi. E Cotelli è stato il paziente tessitore di una tela vincente. Allenatore della squadra B maschile a 25 anni, allenatore della prima squadra a 26, responsabile del settore maschile e vicedirettore tecnico a 27, direttore tecnico dello sci italiano a 29 anni. E una guida autorevole per i vari Gustav Thöni e Piero Gros, senza scordare tutti gli altri, ai più grandi trionfi. Infatti, la Valanga Azzurra ha conquistato 5 Coppe del Mondo assolute, sei Coppe del Mondo di specialità, totalizzando 52 vittorie e 162 podi nel «circus», 5 Coppe Europa assolute, 13 medaglie iridate. Un risultato mai più ripetuto. Una storia che Cotelli racconta per la prima volta in questo libro, svelando i segreti di un fenomeno che non fu soltanto sportivo. Released last December, L’epopea della Nazionale di sci 1969-1978 (Feats Of The 1969-1978 National Ski team) by Mario Cotelli pays rightful homage to the iconic Italian snow team. It was Cotelli who patiently put the building blocks in place for a winning scenario. At 25, he was the coach of the men’s B team; at 26 coach of the main team; at 27 manager of the men’s sector and deputy technical director, and at 29 the technical director of Italian skiing. Cotelli led Gustav Thöni and Piero Gros – without forgetting the others – to the greatest triumphs. In fact in almost ten years the Blue Avalanche conquered five overall World Cups and six discipline World Cups, clocking up 52 victories and 162 podiums in the “circus” races, five overall European Cups and 13 world championship medals. An unparalleled result and the product of remarkable work with extraordinary athletes, this is the story that Cotelli tells for the first time in the book, unveiling the secrets of a phenomenon that wasn’t just sporting.

ULISSE _ febbraio 2017 _

129


News BusinessConnect è la speciale iniziativa Alitalia che premia i voli aziendali ● A Città del Messico è già primavera ● In Cina con SkyTeam per festeggiare il nuovo anno lunare ● I nuovi progetti di airberlin, compagnia di Etihad Airways Partners BusinessConnect is the special Alitalia initiative that rewards your business flights ● It’s already springtime in Mexico City ● In China with SkyTeam to celebrate the new lunar year ● New projects from airberlin, an Etihad Airways Partners’s airline

GIFT CARD: QUANDO IL VIAGGIO DIVENTA UN REGALO Gift card: when a flight becomes a gift

GLS, un mondo sostenibile GLS corriere espresso, leader di settore, è consapevole della propria responsabilità nei confronti dell’ambiente. L'iniziativa ThinkGreen è volta a potenziare le attività svolte da GLS a favore della tutela ambientale, definendo come obiettivi: riduzione delle emissioni prodotte, moderato utilizzo delle risorse e ottimizzazione dello smaltimento. Con i suoi servizi di qualità, è in grado di trovare soluzioni adattabili alle esigenze di ogni tipo di clientela. GLS è presente in 41 Paesi Europei, con 688 Sedi, 39 Centri di smistamento e 19.000 mezzi per le consegne. In Italia è capillarmente diffuso su tutto il territorio nazionale, con 145 Sedi e 10 Centri di smistamento.

Il viaggio è un’esperienza che contiene in sé mille esperienze. Amplia gli orizzonti, apre a nuove conoscenze e consapevolezze, permette di inseguire i nostri interessi e passioni. Per questo la Gift Card Alitalia è un regalo speciale per chi lo fa e per chi lo riceve. La card è disponibile in 3 tagli del valore di 50, 100 e 200 Euro che possono essere utilizzate per più viaggi fino a esaurimento del credito. Visita il sito alitalia.com per l’acquisto della Gift Card. Buon viaggio! A journey is an experience containing a thousand experiences. It widens our horizons, brings us new knowledge and awareness and allows us to follow our interests and passions. That’s why the Alitalia Gift Card is a special gift both for those who give it and for those who receive it. Available in three amounts – 50, 100 and 200 euro – Gift Cards can be used for different flights until the credit runs out. To purchase a Gift Card visit alitalia.com. Have a nice journey!

Certi delle ottime performance del Gruppo, oltre 220.000 clienti, ogni giorno, affidano le loro spedizioni a GLS. We deliver! ULISSE _ febbraio 2017 _

131


Alitaliaworld

BUSINESSCONNECT:

PIÙ VALORE AI VIAGGI DELLA VOSTRA AZIENDA BusinessConnect è una speciale iniziativa di Alitalia che, in collaborazione con il Programma MilleMiglia, consente alle piccole e medie imprese di risparmiare sui viaggi di lavoro e ottenere speciali vantaggi. Le aziende che aderiscono a BusinessConnect hanno infatti la possibilità di guadagnare miglia ogni volta che i dipendenti viaggiano per lavoro con la nostra Compagnia o con i nostri principali partner aerei(1). La convenienza raddoppia se i dipendenti sono anche Soci del Programma MilleMiglia perché BusinessConnect consente di accumulare miglia anche sul conto personale del viaggiatore. Iscriversi a BusinessConnect è semplice e completamente gratuito, basta essere in possesso di Partita IVA e registrarsi su alitalia.com, nella sezione dedicata. Alitalia mette a vostra disposizione anche un servizio di assistenza telefonica, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 20, per informazioni o supporto(2).

TANTI MODI PER PREMIARVI BusinessConnect vi riserva speciali vantaggi, a voi solo l’imbarazzo della scelta. Potrete infatti utilizzare le miglia per: ■ richiedere biglietti premio ■ ottenere sconti sull’acquisto del prossimo biglietto utilizzando il servizio Cash&Miles ■ richiedere uno degli 800 premi disponibili sul catalogo online MilleMiglia Gallery ■ scegliere tra i nostri servizi: extra comfort seat, upgrade della classe di viaggio, extra bagaglio, accesso alle lounge Casa Alitalia… e tanto altro ancora!

10 MIGLIA PER OGNI EURO SPESO Fino al 31 marzo, potete approfittare della speciale promozione che permette di guadagnare 10 miglia per ogni euro speso in biglietti aerei(3), ben 3 miglia in più rispetto all’offerta base (7 miglia per ogni euro speso). (1) (2) (3)

Biglietti Alitalia con codice prenotazione AZ Numero a tariffazione nazionale Tasse non incluse nel conteggio del valore dei biglietti aerei. Per ottenere le Miglia è necessario che i biglietti siano stati utilizzati

BusinessConnect is a special Alitalia initiative, which in collaboration with the MilleMiglia Program lets small and medium companies save money on their business travels and obtain special benefits. Companies subscribing to BusinessConnect have the chance to earn miles any time an employee travels for business with Alitalia or its main partners(1). The benefit is doubled if the employee is also a member of the MilleMiglia Program, because BusinessConnect lets you to earn miles even in a personal MilleMiglia account. Subscribing to BusinessConnect is easy and free of cost. It’s enough to have a VAT registration number and to register on alitalia.com, in the dedicated section. Alitalia also offers a telephone customer support(2) and information service from Monday to Friday, 9.00 to 20.00.

MANY WAYS TO REWARD YOU BusinessConnect offers special benefits, all you need do is choose. You can use miles to: ■ request free tickets ■ get discounts on the purchase of your next ticket using the Cash & Miles Service ■ request one of the 800 prizes available in the online MilleMiglia Gallery catalogue ■ choose from our services: extra comfort seat, class upgrade, extra baggage, access to the Casa Alitalia lounge... and much more!

10 MILES FOR EVERY EURO SPENT Take advantage of the special promotion until March 31 that lets you earn 10 miles for every euro spent on airline tickets(3) – a whole three miles more than the basic offer (7 miles for every euro spent). (1) (2) (3)

132

_ ULISSE _ febbraio 2017

VOLI AZ AZ FLIGHTS

BUSINESSCONNECT: MORE VALUE TO THE FLIGHTS OF YOUR COMPANY

Alitalia tickets with booking code AZ Number in national pricing Taxes not included in the total count of the value of tickets. To get the Miles you need to use the tickets

PRIMAVERA A CITTÀ DEL MESSICO La capitale messicana è pronta a dare il benvenuto alla bella stagione con uno dei più importanti festival che quest’anno, dal 31 marzo al 16 aprile, animerà la vita culturale della città Quando si sorvola Città del Messico, la prima cosa che salta all’occhio sono le sue gigantesche dimensioni. Più che di una metropoli si tratta di una megalopoli composta da 300 quartieri, detti colonias, che custodiscono un immenso patrimonio storico e culturale, offrendo scorci moderni ed echi del passato, mercati colorati e magnifiche residenze, in una eterogeneità propria di una delle città più popolose del pianeta. L’osservatorio più famoso della capitale è la Torre Latinoamericana, un grattacielo di 183 metri costruito negli anni ‘60 da dove si può ammirare a 360° la bellezza del centro storico e i dintorni. Proprio nel centro storico anche quest’anno, dal 31 marzo al 16 aprile, si svolgerà il tradizionale Festival del Centro Histórico, dal 1985 un appuntamento imperdibile per chi ama la danza, la musica, le arti visive e teatrali impreziosito dalla presenza di artisti provenienti da tutto il mondo.

SPRINGTIME IN MEXICO CITY The Mexican capital is ready to welcome the good weather with one of the most important festivals of the year, which will light up the cultural life of the city from March 31 to April 16

Flying over Mexico City the first thing that strikes you are its huge dimensions. More than a metropolis, it is a megalopolis, composed of 300 districts, called colonias, that guard a huge historical and cultural heritage and offer modern viewpoints and echoes of the past, colorful markets and magnificent residences, in a heterogeneous style typical of one of the most populous cities in the world. The capital’s most famous viewpoint is the Latin American Tower, a 183-meter skyscraper built in the 1960’s from where you can enjoy a 360° view of the beauty of the old town and its surroundings. It’s in the historical center that once again this year, from March 31 to April 16, the traditional Festival of the Centro Històrico is set to take place. Since 1985 it has been an unmissable event for lovers of dance, music, visual arts and theater shows, featuring artists from all over the world.

Alitalia offre un servizio trisettimanale (martedì, giovedì, domenica) tra Roma Fiumicino e Città del Messico: dallo scalo romano la partenza è prevista alle 10:30 e l’arrivo 17:35. Dalla capitale messicana il volo decolla alle 23:45 e raggiunge Roma alle 18:30. I voli sono operati con Boeing 777 configurati in tre classi di viaggio (Business, Premium Economy e Economy) per un totale di 293 posti. Scopri tutte le opportunità di viaggio su alitalia.com Alitalia offers a three-time-a-week service (Tuesdays, Thursdays, Sundays) connecting Rome Fiumicino and Mexico City: from Fiumicino airport the departure is scheduled at 10:30 am with arrival at 5:35 pm. From the Mexican capital city, the flight takes off at 23.45 and lands in Rome at 18.30. The flights are operated on Boeing 777 configured in three classes (Business, Premium Economy and Economy) with a total of 293 seats. Find out all the travel opportunities on alitalia.com

ULISSE _ febbraio 2017 _

133


Informazioni Utili

News SkyTeam

Documenti di Viaggio Travel Documents

SkyTeam news

COMUNICAZIONE DATI PERSONALI PRIMA DELLA PARTENZA PER GLI USA

BUON ANNO LUNARE CINESE

In base alle disposizioni del programma Secure Flight, promosso dalla Transportation Security Administration (Ente per la Sicurezza dei Trasporti), i viaggiatori in partenza da/per gli Stati Uniti oppure in viaggio per una destinazione dove è previsto il sorvolo dello spazio aereo americano, dovranno comunicare al momento della prenotazione o emissione del biglietto – e comunque entro e non oltre le 72 ore prima della partenza – i seguenti dati personali: nome e cognome (come riportati sul passaporto), data di nascita, sesso. Per ulteriori informazioni, visitare il sito tsa.gov/secureflight

SkyTeam vi offre le migliori opportunità per viaggiare verso la Grande Cina e festeggiare l’arrivo del nuovo anno

Disclosure of personal information for entrance to the USA In accordance with the Secure Flight program, developed by the TSA (Transportation Security Administration), passengers travelling to/from in the USA, or flying in US airspace to reach other countries, must provide – when they book/purchase their ticket, or at least and not later than 72 hours prior to their departure – the following information: full name (exactly as it appears in their passport), date of birth, gender. For further detail, visit the website tsa.gov/secureflight

SkyTeam offers the best opportunities to travel toward China and celebrate the new year

ESTA - AUTORIZZAZIONE ANTICIPATA AL VIAGGIO PER GLI USA SkyTeam festeggia il nuovo anno lunare e l’arrivo dell’anno del Gallo di Fuoco. Quattro partner SkyTeam – China Airlines, China Eastern, China Southern e Xiamen Air – insieme a Korean Air e Vietnam Airlines, parteciperanno ai festeggiamenti che si svolgeranno nella Grande Cina e in tutta l’Asia. Il 2017 è l’anno giusto per visitare il mondo con SkyTeam Se il vostro proposito per il nuovo anno è quello di viaggiare alla scoperta del mondo, con le 20 compagnie aeree di SkyTeam avrete a disposizione ben 1.062 destinazioni in 177 paesi. Inoltre, per chi acquisterà un biglietto Round the World entro la fine del mese di marzo 2017, potrà beneficiare di un significativo sconto del 15%. Quest’anno concedetevi il piacere di scoprire luoghi nuovi.

considerata un’oasi di tranquillità, mentre quella di Hong Kong si distingue in particolare per un esclusivo noodle bar e per uno spazio dedicato a chi pratica lo yoga.

countries. Also, this year we’re offering a generous 15% discount off a SkyTeam Round the World ticket – just book before the end of March 2017. Enjoy exploring!

SkyTeam China Corporate Connection SkyTeam ha recentemente lanciato un nuovo prodotto, il China Corporate Connection, rivolto alle aziende che operano nella dinamica regione della Grande Cina. Aderendo a questo programma, si possono ottenere significativi risparmi sui viaggi di lavoro nella regione della grande Cina sulle tratte servite dalle 15 compagnie aeree SkyTeam.

Discover Greater China in your own time If you are flying to Greater China on a Round the World or inter-continental ticket, what about SkyTeam’s Go Greater China Pass? Choose three to 16 stops across 150+ cities served by our four regional members – all on one flexible, economic ticket

Se state programmando un viaggio nella Grande Cina, scoprire tutte le offerte di SkyTeam su skyteam.com. Auguriamo a tutti voi un anno del Gallo di Fuoco felice e pieno di successi.

Alla scoperta della Grande Cina Se state programmando un viaggio nella Grande Cina con il biglietto Round the World o con un biglietto intercontinentale, il Pass Go Greater China potrebbe essere la scelta migliore. Infatti vi permette di scegliere le soste, da un minimo di tre a un massimo di 16, tra oltre 150 città raggiunte dai quattro partner cinesi di SkyTeam, utilizzando un solo biglietto flessibile ed economico.

At SkyTeam, we’re celebrating the Lunar New Year and the arrival of the Red Fire Rooster. With four local members – China Airlines, China Eastern, China Southern and Xiamen Air – plus Korean Air and Vietnam Airlines too, our network is at the heart of the celebrations throughout Greater China and Asia.

Rilassatevi nelle Lounge SkyTeam Per permettervi di allontanarvi dalla confusione dei terminal, SkyTeam ha in programma l’apertura di nuove Lounge. L’ultima inaugurata – a Pechino – è

2017 is a great year to see the world with SkyTeam If your resolution is to see the world, SkyTeam’s 20 airline members offer you 1,062 destinations throughout 177

134

_ ULISSE _ febbraio 2017

Relax and unwind in a SkyTeam Lounge To help you escape the hectic airport terminal, we’re opening more SkyTeam Lounges. The newly-opened SkyTeam lounge in Beijing is an oasis of tranquillity and the Hong Kong lounge features a noodle bar for fresh food onthe-go and even a yoga studio.

HAPPY LUNAR NEW YEAR! Business Sense with SkyTeam China Corporate Connection SkyTeam launched its China Corporate Connection product late last year. One simple agreement including travel on all 15 SkyTeam members serving the region, it offers companies in the dynamic Greater China market significant savings on corporate travel. Learn more about what’s on offer in Greater China at skyteam.com. And enjoy a healthy and prosperous Year of the Red Fire Rooster.

I viaggiatori diretti negli Stati Uniti possono usufruire del programma “Viaggio Senza Visto” (Visa Waiver Program), in presenza dei seguenti requisiti: - essere cittadino di uno dei paesi partecipanti al programma Viaggio Senza Visto - viaggiare per turismo o per affari - soggiornare negli Stati Uniti per un periodo non superiore ai 90 giorni - disporre di un biglietto di andata e ritorno - essere in possesso del passaporto elettronico con microchip inserito frontalmente nella copertina. La mancanza di una delle condizioni sopra elencate, comporta l’obbligo di richiedere il visto. Per accedere al programma Viaggio Senza Visto è necessario chiedere un’autorizzazione elettronica al viaggio denominata E.S.T.A. (Electronic System for Travel Authorization) rilasciata online dall’autorità statunitense. Per ulteriori informazioni consultare il sito esta.cbp.dhs.gov/esta

Useful Information

ETA - AUTORIZZAZIONE ANTICIPATA PER IL VIAGGIO IN CANADA Le autorità canadesi richiedono a tutti i viaggiatori diretti o in transito verso il Canada per via aerea, il conseguimento di un’autorizzazione di viaggio elettronica denominata ETA – Electronic Travel Authorization. Sono esenti da questa procedura i cittadini USA e i viaggiatori in possesso di regolare visto. Per ulteriori informazioni visitare il sito Canada.ca/eTA

ETA - AUTHORIZATION IN ADVANCE FOR TRAVEL TO CANADA The Canadian authorities require all air travellers heading for, or in transit to Canada, to possess Electronic Travel Authorization, known as ETA. This is not a requirement for US citizens and travellers in possession of a valid visa. For more information visit the site Canada.ca/eTA

ESTA - Advance authorization to travel to the USA Passengers headed to the United States can take advantage of the Visa Waiver Program, if they meet the following requirements: - Being a citizen of one of the countries included in the Visa Waiver Program - Travelling for tourism or business - Staying in the United States for a period not exceeding 90 days - Having a round trip ticket - Being in possession of electronic passport with microchip inserted in front cover. If you cannot meet at least one of the conditions listed above, you are obliged to apply for a visa. To enter the Visa Waiver Program you must ask for an electronic authorization to travel (E.S.T.A. - Electronic System for Travel Authorization), released online by the US authorities. For further information, visit esta.cbp.dhs.gov/esta

DOGANA USA DICHIARAZIONE DOGANALE Tutti i passeggeri in arrivo negli Usa, indipendentemente dalla propria nazionalità, devono compilare il modulo di Dichiarazione Doganale. È sufficiente compilare una sola dichiarazione per nucleo familiare.

CUSTOMS DECLARATION All passengers travelling to the USA, irrespective of their nationality, are required to complete the Customs Declaration. Only one form is required per family. ULISSE _ febbraio 2017 _

135


airberlin guarda al futuro La seconda compagnia aerea tedesca rafforza la propria rete di collegamenti e la collaborazione con gli Etihad Airways Partners

GERMANY‘S SECOND AIRLINE ENHANCES ITS NETWORK OF CONNECTIONS AND THE COLLABORATION WITH ETIHAD AIRWAYS PARTNERS La storia di airberlin inizia nel 1979. Nel 2014 la compagnia entra a far parte di Etihad Airways Partners – insieme ad Etihad Airways, Alitalia, NIKI, Air Serbia, Air Seychelles, Jet Airways ed Etihad Regional – a soli tre anni di distanza dall’acquisizione da parte di Etihad Airways di una partecipazione nella società pari al 29,21%. Lo scorso settembre airberlin ha intrapreso una profonda ristrutturazione del suo business che si basa su due principali hub: Berlino e Düsseldorf. Ulteriore tassello nel piano di rinnovamento di airberlin anche la recente acquisizione da parte di Etihad Aviation Group della compagnia aerea sussidiaria di airberlin – NIKI – che entrerà a far parte di una joint venture con Etihad Aviation Group nel settore leisure. Questo nuovo gruppo, al momento in attesa di ricevere le relative autorizzazioni da parte delle autorità competenti, collegherà i mercati strategici del turismo europeo a partire da aprile 2017. Prosegue nel frattempo la collaborazione di airberlin con le compagnie EAP per offrire ai viaggiatore una grande rete di collegamenti e un’ampia scelta di destinazioni: insieme con Alitalia, airberlin mette a disposizione il maggior numero di collegamenti tra l‘Italia e la Germania e con Etihad Airways raggiunge numerose destinazioni nel sud-est asiatico via Abu Dhabi. Il 2017 promette di essere un anno particolarmente stimolante nella storia quasi quarantennale di airberlin, e presto condivideremo con voi maggiori dettagli.

airberlin history traces back to 1979. In 2011 Etihad Airways acquired an equity stake in the company and today this stands at 29.21 per cent. airberlin joined Etihad Airways Partners – along with Etihad Airways, Alitalia, NIKI, Air Serbia, Air Seychelles, Jet Airways and Etihad Regional – when it was formed in 2014. airberlin announced a far-reaching restructuring of its business in September 2016 to create a dedicated, focused network carrier operating from its two major hubs in Berlin and Düsseldorf. As part of the restructuring of airberlin, Etihad Aviation Group recently announced the acquisition of airberlin’s subsidiary airline NIKI. NIKI will be contributed to a new European leisure airline group being created in a joint venture between Etihad Aviation Group and the TUI Group to connect key European tourist markets from April 2017, subject to all approvals. airberlin works closely with fellow EAP member airlines to offer a great network and great choices. Together with Alitalia, airberlin offers the most flights between Italy and Germany and a wide range of destinations in South East Asia with one stop via Abu Dhabi and Etihad Airways. 2017 promises to be the most exciting yet in airberlin’s 38 year history and soon more details will be provided.

La Flotta delle compagnie Etihad Airways Partners / Etihad Airways Partners Fleet

122

121

117

137

21

10

6

Il Network degli Etihad Airways Partners / Etihad Airways Partners Network

349 Destinazioni Destinations

136

_ ULISSE _ febbraio 2017

68 Paesi Countries

6 Continenti Continents

7 Partner Partners

534 Totale Flotta Combined Fleet

ULISSE _ febbraio 2017 _

137


Where we go XxxxXxxxxxxx

ISLANDA REYKJAVIK

EUROPA E MEDITERRANEO SAN PIETROBURGO

EUROPE AND THE MEDITERRANEAN INVERNESS

WESTERLAND

SOUTHAMPTON

DRESDA

KIEV LILLA KARLSRUHE

ROSTOV

OSTRAVA KOÅ ICE BRATISLAVA

SALISBURGO

STAVROPOL GRAZ DESTINAZIONI SERVITE DA ALITALIA Destinations served by Alitalia

BORDEAUX

DESTINAZIONI SERVITE DAI PARTNER ETIHAD AIRWAYS Destinations served by Etihad Airways Partners DESTINAZIONI SERVITE DA ALTRI PARTNER Destinations served by other Partners

LIONE

LUBIANA ZAGABRIA POLA

BANJA LUKA

PORTO

VARNA SARAJEVO

VOLI DA ROMA Flights from Rome

TEODO

VOLI DA MILANO Flights from Milan VOLI DA ALTRI AEROPORTI Flights from other airports

OHRID

16 160

138

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

139


XxxxXxxxxxxx SEATTLE

Where we go

QUÉBEC

SPOKANE

BOISE

MONDO

ROCHESTER SYRACUSE

WORLD

FORT MYERS

REYKJAVĺK

ANCHORAGE

TJUMEN

CELJABINSK

PARIGI MINNEAPOLIS DETROIT

ATLANTA

XIAN WUHAN CHENG DO CHONGQING GUANGZHOU

MONTERREY KAUAI ISLAND HONOLULU KONA

KHAULULI

GUADALAJARA

L’AVANA CANCÚN

WENZHOU

SAINT THOMAS ISLAND SAINT MAARTEN

BELEM

DESTINAZIONI SERVITE DA ALITALIA Destinations served by Alitalia

MANILA

FORTALEZA JOÃO PESSOA

DESTINAZIONI SERVITE DA ETIHAD AIRWAYS PARTNERS Destinations served by Etihad Airways Partners DESTINAZIONI SERVITE DAI PARTNER DELLA JOINT VENTURE TRANSATLANTICA Destinations served by Transatlantic Joint Venture Partners Air France, Delta, KLM

ANTANANARIVO CAMPOGRANDE ASUNCIÓN

MAROOCHYDORE BRISBANE GOLD COAST BALLINA COFFS HARBOUR

DESTINAZIONI SERVITE DA ALTRI PARTNER Destinations served by other Partners VOLI DA ROMA Flights from Rome

ADELAIDE

AUCKLAND

VOLI DA MILANO Flights from Milan HOBART

VOLI DA ALTRI AEROPORTI Flights from other airports

140

_ ULISSE _ febbraio 2017

1:115 000 000 1 cm= 1150 km

Con l’orario invernale, i collegamenti Roma-Los Angeles, Roma-Chicago e Roma-Toronto sono serviti da Alitalia in partnership con Air France e Delta Air Lines. I servizi diretti Alitalia torneranno operativi con l’orario estivo 2017.

During the winter season, Rome-Los Angeles, Rome-Chicago and Rome-Toronto connections are served by Alitalia in partnership with Air France and Delta Air Lines. Direct services on Alitalia will recommence with the summer season 2017.

ULISSE _ febbraio 2017 _

141


Where we go XxxxXxxxxxxx

Volare con noi e i nostri Partner Flying with Us and Our Partners

ITALIA

ITALY Con Alitalia potrai raggiungere tante nuove mete per i tuoi viaggi in Italia, in Europa e nel mondo.

With Alitalia, you can travel to many new destinations in Italy, Europe and worldwide.

Shanghai, Seoul, Tokyo sono solo alcune delle destinazioni che puoi raggiungere direttamente dagli Hub di Roma e Milano.

Shanghai, Seoul and Tokyo are just some of the destinations that you can reach directly from both our hubs in Rome and Milan.

Il nostro network continua ad ampliarsi, per portare l’Italia nel mondo e tutto il mondo in Italia.

Our network continues to expand, bringing Italy to the world and the world to Italy.

ETIHAD AIRWA AIRWAYS WAYS PA P PARTNERS RTNERS ETIHAD AIRWA AIRWAYS WAYS PA P PARTNERS RTNERS

Volando con i partner di Etihad Airways potrete raggiungere più di 340 destinazioni in Europa, Nord e Sud America, in Medio Oriente, Africa e in Asia. Troverete sempre la soluzione di viaggio più conveniente grazie a un network globale e ad orari e connessioni pensati per soddisfare tutte le esigenze, sia di lavoro che di tempo libero. With Etihad Airways Partners you can fly to more than 340 destinations across Europe, North and South America, the Middle East, Africa and the Asia-Pacific region. Its global network, schedule and connections are designed to meet your needs and find the most convenient solution for any business or leisure trip.

LL’ALLEANZA L’ ’ALLEANZA SKYTEAM THE SKYTEAM ALLIANCE

Una grande alleanza fatta fa f tta di qualità, efficienza e una rete di collegamenti unica al mondo, sia nel trasporto passeggeri che in quello cargo. Skyteam offre oltre 17.300 voli al giorno verso 1.062 destinazioni in 177 Paesi. efficiency A great alliance that provides quality, y efficien cy and a unique worldwide network, ffor both passengers and ca cargo. rgo. SkyTeam offers SkyT yTeam o ffers more ff more than 17,300 daily flights to 1,062 destinations in 177 countries.

DESTINAZIONI SERVITE DA ALITALIA Destinations served by Alitalia VOLI DA ROMA Flights from Rome VOLI DA MILANO Flights from Milan VOLI DA ALTRI AEROPORTI Flights from other airports

GLI ALTR ALTRI L I PA P PARTNER RTNER THE OTHER PARTNERS

La rete Alitalia si arricchisce continuamente di nuovi collegamenti frutto di speciali accordi di code share stipulati con altri vettori. Thanks to special code-sharing agreements with other carriers, Alitalia’s ’ ne twork is growing with new routes network constantly being added.

1:5 750 000 1 cm= 57,5 km

142

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

143


XxxxXxxxxxxx

144

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

145


IlXxxxXxxxxxxx Programma MilleMiglia The MilleMiglia Program MILLEMIGLIA, LA FEDELTÀ TI PORTA LONTANO MilleMiglia, where loyalty takes you far Il Programma MilleMiglia è dal 1992 il programma fedeltà della compagnia aerea preferita dagli italiani che riserva ai propri Soci un mondo di privilegi dedicati da utilizzare per i tuoi viaggi e nella vita di tutti i giorni. The MilleMiglia Program, since 1992, is the loyalty program from the airline preferred by Italians, which reserves to its Members a world to enjoy for travels and everyday life.

ISCRIVITI

ACCUMULA MIGLIA

PREMIATI COME VUOI

Sign up

Earn miles

Choose your own reward

Iscriviti subito gratuitamente su alitalia.com: se ti attivi entro 3 mesi, per te uno speciale Welcome Bonus di 2.000 miglia.

Accumula miglia con Alitalia o con i suoi Partner Aerei per volare verso 180 paesi nel mondo. E, grazie a oltre 50 Partner Commerciali, puoi guadagnare miglia anche con i tuoi acquisti di tutti i giorni.

Con le miglia puoi richiedere biglietti premio o upgrade di classe, per volare verso più di 1.000 destinazioni nel mondo. Oppure scegli uno dei 600 premi disponibili su millemigliagallery.com

Subscribe now for free at alitalia.com: if you are active within 3 months, you will receive a special Welcome Bonus of 2,000 miles.

Earn miles with Alitalia or with any of the Airline Partners flying to over 180 countries worldwide. In addition, thanks to over 50 Business Partners, you can even earn miles with your every day purchases.

With your miles you can request award tickets or class upgrades, flying to more than 1,000 destinations worldwide. Or you can choose from more than 600 awards available on millemigliagallery.com

PARTI SUBITO CON I BIGLIETTI PREMIO Con Miles Revolution puoi richiedere subito i biglietti premio e scegliere di volare con Alitalia o con i Partner SkyTeam, gli Etihad Airways Partners e tutti gli altri Partner Aerei verso oltre 1.000 destinazioni nel mondo. Tra le ultime novità introdotte, ti ricordiamo che puoi coprire con le miglia il costo di tasse e supplementi dei tuoi biglietti premio. Accomodati in Economy, Premium Economy o Business Class e parti per un volo di medio o lungo raggio, solo andata o andata e ritorno. I tuoi sogni sono pronti al decollo, e tu?

MilleMiglia

Ulisse

I NUMERI DEL PROGRAMMA

5.000.000

30

Freccia Alata

THE PROGRAM NUMBERS

1.000

60

160.000

600

Soci dei Club Esclusivi

Lounge

Exclusive Club Members

Lounges

di Soci nel mondo

Partner Aerei

Destinazioni nel mondo

Partner Commerciali

5 million Members worldwide

Airline Partners

Destinations worldwide

Commercial Partners

146

_ ULISSE __ febbraio febbraio2017 2017

Freccia Alata Plus

Scopri di piu su alitalia.com More info on alitalia.com

ULISSE ULISSE __ febbraio 2017 _

147


IlXxxxXxxxxxxx Programma MilleMiglia - I Partner The MilleMiglia Program - Partners Highlights

AMERICAN EXPRESS PER TE!

I PARTNER AEREI

AIRLINE PARTNERS

American Express è uno dei Partner principali del Programma MilleMiglia dal 1999. Iscriviti al Programma MilleMiglia e scegli la Carta Alitalia American Express più adatta a te, tra le versioni Platino, Oro e Verde. Diventando Titolare puoi avere fino a 30.000 miglia di bonus e ulteriori 5.000 miglia di Benvenuto se ti iscrivi al Club MilleMiglia entro il 17 Marzo 2017. Con le Carte Alitalia American Express ogni acquisto che fai si trasforma in miglia per raggiungere più velocemente la destinazione dei tuoi sogni. E acquistando i biglietti Alitalia accumuli miglia qualificanti per entrare nei Club Esclusivi e scoprire i vantaggi riservati per te. Richiedila subito su alitalia.com o direttamente sul link dedicato bit.ly/2jGFE0o

ALTRI PARTNER AEREI OTHER AIRLINE PARTNERS

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per maggiori informazioni consulta i Fogli Informativi della Carta su americanexpress.it/termini e condizioni. L' approvazione della Carta resta a discrezione di American Express.

American Express has been one of the MilleMiglia Program’s key Partners since 1999. Register with the MilleMiglia Program and choose the Alitalia American Express card that best suits you from among the various versions: Platino, Oro or Verde. By becoming a cardholder, you will receive up to 30,000 bonus miles, in addition to the Welcome Bonus of 5,000 miles if you register by 17 February 2017.

COMMERCIAL PARTNERS

I PARTNER COMMERCIALI

Each time you use your Alitalia American Express card to make a purchase, you will earn miles that will help you reach your dream destination more quickly. And buying Alitalia tickets will earn you qualifying miles that will open the doors to our Exclusive Clubs and the benefits we have reserved for you.

ALBERGHI HOTELS

Apply right away at alitalia.com or at bit.ly/2jGB9mp This is an advertising message for promotional purposes. Further information is available in the Information Sheets for the cards at americanexpress.it/terms and conditions. Applications are subject to approval by American Express.

TRENO TRAIN

AUTONOLEGGI CAR RENTAL

CULTURA E TEMPO LIBERO CULTURE AND FREE TIME

CARTE DI CREDITO COBRANDED LUSSO

EDITORIA

BANCHE, CARTE DI CREDITO E ASSICURAZIONI

COBRANDED CREDIT CARDS

PUBLISHING

BANKS, CREDIT CARDS, INSURANCES

LUXURY

PETROLIFERE, UTENZE E GRANDE DISTRIBUZIONE OIL, LARGE DISTRIBUTION

SERVIZI E STRUTTURE SERVICE AND FACILITIES

Carta Alitalia Verde

148

_ ULISSE __febbraio febbraio2017 2017

Carta Alitalia Oro

SHOPPING SHOPPING

TAXI

Carta Alitalia Platino

ULISSE febbraio 2017 2017 _ ULISSE __ febbraio

149


Fitness on air

Rilassati con i nostri esercizi di bordo Relax with our on-board exercises

JET LAG RIDURRE L’EFFETTO Per ridurre gli effetti del cambio del fuso orario legati al viaggio aereo, si consiglia di mantenere le lancette biologiche sull’orario di casa se la permanenza nel luogo di destinazione non supera i due giorni. Se invece la permanenza è prolungata, è bene attenersi a regole di vita salutari per adeguarsi il prima possibile all’orario locale, tenendo conto che in genere il recupero dal jet lag è generalmente più rapido se si viaggia verso ovest

REDUCING THE EFFECT To help fight jet lag, it’s a good idea to keep your ‘body clock’ set to home time for trips shorter than two days. When your trip is longer, it is advisable to adjust to the local time as soon as possible. Typically you will recover more quickly from jet lag when travelling westwards.

150

_ ULISSE _ febbraio 2017

POCHE REGOLE PER MANTENERSI IN FORMA A FEW RULES TO KEEP IN SHAPE Microclima a bordo Per assicurarti il massimo del benessere, sui nostri voli impieghiamo le migliori tecnologie per ridurre il rumore in cabina, migliorare costantemente la qualità dell’aria e mantenere la pressurizzazione della cabina a un livello sempre ottimale. Perché la tua salute e la tua sicurezza sono le cose che abbiamo più a cuore. Variazione di altitudine Per superare gli eventuali piccoli disagi legati alla variazione di altitudine, soprattutto in fase di decollo e atterraggio, consigliamo di effettuare sbadigli profondi, bere acqua e masticare un chewing-gum o una caramella. Per prevenire problemi di salute Per i viaggiatori con problemi di salute o per le donne in gravidanza è consigliabile consultare un medico prima di partire. Per prevenire rischi di trombosi venosa profonda (DVT) suggeriamo di seguire queste semplici regole: 1. Bere acqua frequentemente 2. Non bere alcolici prima e durante il volo 3. Indossare scarpe comode, che non stringano le caviglie 4. Evitare di rimanere seduti a bordo con le gambe accavallate 5. Alzarsi spesso e sgranchirsi le gambe in corridoio 6. Effettuare gli esercizi consigliati nella pagina seguente I fattori che possono facilitare l’insorgere della DVT sono: ereditarietà, trattamenti ormonali prolungati senza adeguato controllo medico, alterazioni marcate e persistenti dei fattori di coagulazione in assenza di un’idonea terapia, recenti interventi chirurgici (specialmente se attinenti al circolo artero-venoso). Coloro che praticano attività subacquee, prima di intraprendere un viaggio dovrebbero far trascorrere 24 ore dall’ultima immersione per minimizzare eventuali rischi derivanti da malattie di decompressione.

Microclimate on-board To ensure that you arrive on top form, we use state-of-the-art technologies to reduce cabin noise and keep the cabin pressure and air quality at an optimum level. Your wellbeing and safety matter to us. Variation of altitude To prevent any discomfort due to changes in the altitude (mainly during takeoff and landing), we suggest that you breathe in and out deeply, drink some water and chew gum or eat sweets. Preventing health problems For travellers with health problems or for pregnant women, it is recommended that you consult a doctor before the departure date. To avoid any possibility of what is known as “Deep Venous Thrombosis” (DVT), we suggest these tips: 1. Drink frequently during the journey 2. Avoid alcohol before and during the flight 3. Wear comfortable shoes which are not too tight around the ankles 4. Avoid sitting with your legs crossed for long periods 5. Stand up frequently and stretch your legs in the aisle 6. Try to do the exercises on the following page Some of the factors that might contribute to DVT are: hereditary, prolonged hormonal treatment which hasn’t been medically supervised, persistent or sudden alteration of blood coagulation rate (when left untreated), recent surgical operations (especially those involving veins and arteries). Those who practice diving should wait 24 hours after their last dive before embarking on a trip. This will minimize the risks associated with decompression illness.

RILASSAMENTO PREPARATORIO Preparatory relaxation

RILASSAMENTO POLPACCI Calf relaxation

CIRCONDUZIONE DELLE CAVIGLIE Ankle spins

RILASSAMENTO QUADRICIPITI Quadriceps relaxation

L’assunzione di un bicchiere d’acqua naturale più volte durante la permanenza a bordo vi aiuterà a prevenire probabili disagi di altitudine ed eventuai rischi della sindrome DVT.

Con le piante dei piedi ben appoggiate al suolo (ci si può eventualmente aiutare facendo pressione sulle ginocchia con le mani) sollevare insieme.

Sollevare alternativamente i piedi e compiere una rotazione delle caviglie dall’interno verso l’esterno.

Sollevare alternativamente le gambe flesse e portare le ginocchia verso il busto. Per perfezionare il movimento evitare di curvare il busto.

Drinking a glass of still water throughout the flight will help prevent discomfort caused by altitude and any risk of DVT syndrome.

Keeping your feet firmly on the floor (it helps to press down on your knees with your hands), first raise your toes a few inches, then your heels.

Raise one foot a few inches and wiggle it with a circular movement in a clockwise direction, keeping your ankle steady.

Bend your legs and lift then alternately, bringing your knees towards your chest. For the best results, avoid bending the torso.

al minuto X10 Movimenti Movements per minute

al minuto X10 Movimenti Movements per minute

al minuto X10 Movimenti Movements per minute

RILASSAMENTO DELLE SPALLE Shoulders relaxation

MOBILITÀ BRACCIA Arm mobility

EQUILIBRIO Balance

SPALLE E GAMBE Shoulders and legs

Con la schiena allungata e perpendicolare alla seduta, compiere delle rotazioni delle spalle in avanti e indietro, tenendo ferma la posizione del collo e delle braccia.

Con i gomiti vicini al busto, sollevare contemporaneamente gli avambracci fino a portare le mani all’altezza delle spalle. Evitare di insaccare il collo, tenere le spalle basse.

Nelle fasi di crociera in cui è consentito, e compatibilmente con le disposizioni della Compagnia, assumere posizione eretta e sollevare i talloni dal suolo rimanendo in equilibrio.

Partendo da posizione eretta, appoggiarsi con il braccio allo schienale di fronte a voi e sollevare con la mano opposta la gamba corrispondente, avvicinando il piede al gluteo.

Sit up straight and stretch your spine. Then make a rolling movement with your shoulders, keeping your neck and arms as steady as possible.

Keeping your elbows close to your sides, raise both forearms and touch your shoulders with your hands.

Whenever possible during the flight, stand up and slowly raise both heels off the floor so that you’re on tiptoes, then lower them again.

Stand up and rest your arm on the seat in front of you. With your free hand, raise the corresponding leg and bring your foot to your buttocks.

al minuto X10 Movimenti Movements per minute

al minuto X20 Movimenti Movements per minute

Movimenti al minuto X10 Movements per minute

X5

Movimenti al minuto Movements per minute

ULISSE _ febbraio 2017 _

151


Dispositivi elettronici portatili

Intrattenimento di BordoBordo On Board Entertainment

Portable electronic devices

Al fine di evitare interferenze con la strumentazione e gli impianti di bordo, vi invitiamo ad attenervi alle seguenti disposizioni circa l'uso dei dispositivi elettronici portatili. I passeggeri che viaggiano a bordo di aeromobili dotati di sistema di Connettività possono consultare il dépliant informativo posto nella tasca della poltrona.

To avoid interference with the aircraft instruments and equipment, please observe the following instructions on the use of portable electronic devices. Passengers travelling on an aircraft with in-flight Connectivity should refer to the brochure placed in the seat pocket.

PRIMA DEL DECOLLO A PORTE APERTE Before departure with open doors Telefoni cellulari e palmari in modalità Telefonica

PC Tablet e lettori e-book in modalità Telefonica, computer

Lettori di CD, DVD, MP3, MP4

Mobile phones and handheld computers in Telephone mode

Tablets and e-Book readers in Telephone mode, notebook and laptop

CD, DVD, MP3, MP4 readers

Macchine fotografiche, videocamere

Giochi elettronici portatili e giocattoli elettronici

Cameras, camcorder

Portable electronic games and electronic toys

DURANTE LE FASI DI RULLAGGIO, DECOLLO, ATTERRAGGIO E IN VOLO During taxi, take-off, landing and cruise Telefoni cellulari e palmari in modalità Aereo (Offline) (1) (3)

PC tablet e lettori e-Book in modalità Aereo (Offline) (1) (3)

Lettori di CD, DVD, MP3 e MP4

Mobile phones and handheld computers in Airplane mode (Offline) (1) (3)

Tablets and e-Book readers in Airplane mode (Offline) (1) (3)

Macchine fotografiche e videocamere Cameras and camcorders

Giochi elettronici portatili non in collegamento wireless e giocattoli elettronici non radiocomandati

CD, DVD, MP3 and MP4 readers

100 90 80 28

Programmi Tv Tv programs

I grandi successi del cinema, musica e giochi in viaggio con te

Film Movies

Blockbuster films, chart topping music and games for your journey

CD musicali Music CDs

Giochi interattivi * Interactive games

Computer portatili non collegati a stampanti, masterizzatori di CD/DVD o dispositivi wireless (2) Laptop/notebook computers not connected to printers, CD/DVD or wireless devices (2)

Portable electronic games not connected in wireless mode and non-remote-controlled electronic toys

In fase di crociera, i dispositivi audio e audio-video devono essere utilizati con l'ausilio di auricolare. During cruise, audio and video players should be used with headphone (1) Su aeromobili dotati di connettività i dispositivi possono essere utilizzati in modalità Telefonica quando il segnale "NO MOBILE" è spento. On aircraft fitted with Connectivity, devices can be used in Telephone mode provided "NO MOBILE" overhead sign has been switched off. (2) Durante il rullaggio, decollo e atterraggio i dispositivi devono essere spenti e riposti negli appositi spazi riservati. During taxi, take-off and landing the devices must be switched off and stowed in approved stowage areas. (3) Al termine della fase di atterraggio, i dispositivi potranno essere utilizzati in modalità Telefonica dopo l'annuncio del Personale di Volo. After landing, devices can be used in Telephone mode as communicated by the Cabin Crew via the dedicated announcement.

USO SEMPRE PROIBITO Always prohibited Sigarette, sigari e pipe elettroniche

Trasmettitori a due vie (es. walkie-talkie)

Electronic cigarettes, cigar and pipes

Two-way trasmitters (e.g. walkie-talkie)

PREVENZIONE INCENDIO BATTERIE AL LITIO In caso di caduta accidentale di un dispositivio con batteria (es. cellulare, tablet) all'interno delle parti meccaniche delle poltrone regolabili elettronicamente, si raccomanda di informare immediatamente un assistente di volo evitando di muovere elettricamente o meccanicamente le poltrone stesse. Tali dispositivi, se danneggiati, possono rappresentare una possibile causa di incendio. 152

_ ULISSE _ febbraio 2017

Radio AM/FM, TV

Dispositivi "wireless"

AM/FM Radio, TV

Wireless devices

Lithium battery fire prevention If a portable electronic device with battery (eg. mobile phone, tablet), inadvertently slipped or is dropped between the mechanical parts of an electrically adjustable seat, do not move the seat (electrically or mechanically) and immediatly inform a Cabin Crew Member. Such devices can become a potential fire hazard if they are crushed or damaged. ULISSE _ febbraio 2017 _ 153 * Disponibili a breve su tutti i voli | Shortly available on all flights


Intrattenimento di Bordo - On Board Entertainment

Ultime uscite Latest releases

LA RAGAZZA DEL TRENO Un thriller mozzafiato tratto dall’omonimo romanzo di Paula Hawkins, caso editoriale del 2015. Nel cast Emily Blunt, Justin Theroux e Luke Evans In testa al box office sin dall’uscita nelle nostre sale, La ragazza del treno, film ispirato al best-seller firmato Paula Hawkins e che vede protagonista Emily Blunt, balzata agli onori di cronaca per la sua strabiliante interpretazione nel film di Denis Villeneuve Sicario (2015), è un thriller mozzafiato con al centro Rachel, giovane donna dedita all’alcool, che trascorre le sue vuote giornate in solitudine e in preda agli affanni della sua cupa vita. Rachel inizia a osservare Megan, una donna che sembra felice assieme al suo compagno, ma un giorno scopre una verità agghiacciante. Diretto da Tate Taylor che porta in scena la sua musa Blunt, il film si presenta a metà tra noir e poliziesco, caratterizzato da un ricorso costante al voice over e che, pur prendendone le distanze, rimanda alle pagine del romanzo.

On top of the box office since its release in our cinemas, The Girl on the Train is based on the bestseller written by Paula Hawkins and stars Emily Blunt, who hit the headlines for her astonishing performance in the film directed by Denis Villeneuve Sicario (2015). This breathtaking thriller develops around Rachel, a young alcoholic woman who spends her empty days in solitude and anxiety due to her sad life. Rachel starts observing Megan, a woman who looks happy with her partner, but one day she discovers a terrible truth. Directed by Tate Taylor, who brings on stage his muse Emily Blunt, the film is halfway between noir and crime. It is characterised by the constant use of the voice-over narration and refers to the pages of the novel, though with some differences.

■ JACK REACHER  PUNTO DI NON RITORNO Jack Racher: never go back diEdward Zwick – 118 min USA 2016 – ENG, ITA, GER, KOR WITH CHI. SUBS Tom Cruise riporta in scena, questa volta sotto la direzione di Edward Zwick, Jack Reacher l’eroe protagonista di ben 17 romanzi scritti da Lee Child. Come solo lui sa e può fare, Tom Cruise veste i panni di un superpersonaggio a metà tra action e humor. Non solo Ethan Hunt, quindi. Ma se nel primo inseguimenti, scazzottate e azione al limite dell’incredibile rivestono un ruolo di prim’ordine, in questo sequel il super-eroe dovrà fare i conti con il gentil sesso. Mission Impossible? Directed by Edward Zwick, Tom Cruise is back on stage in the role of Jack Reacher, the hero of 17 novels written by Lee Child. As only he knows and can do, Tom Cruise plays a superhero halfway between action and humour. Therefore, not only Ethan Hunt. But if in the first film chases, fights and incredible action play a leading role, in this sequel the superhero has to deal with women. Will it be a “Mission Impossible”?

■ THE ACCOUNTANT

■ LA RAGAZZA DEL TRENO di Tate Taylor – 112 min – USA 2016 – ENG, ITA, BRA, KOR

154

_ ULISSE _ febbraio 2017

di Gavin O’Connor 128 min –USA 2016 – ENG, ITA, BRA, JPN WITH CHI SUBS

■ HELL OR HIGH WATER di David Mackenzie 102 min – USA 2016 ENG, ITA, JPN, FRA

■ KEEPING UP WITH THE JONESES di Greg Mottola 105 min – USA 2016 ENG, ITA, FRE, SPA

ULISSE _ febbraio 2017 _

155


Intrattenimento di Bordo - On Board Entertainment

PARENTAL CONTROL

Cinema Italiano

■ Vietato ai minori - Restricted ■ Supervisione - Parental Guidance ■ Film per tutti - General

Italian cinema

■ QUALCOSA DI NUOVO

di Cristina Comencini – 93 MIN ITA 2016 - ITA WITH ENG SUBS

■ QUEL BRAVO RAGAZZO di Enrico Lando – 83 min ITA 2016 – ITA

Bambini Kids

■ LA VERITÀ STA IN CIELO di Roberto Faenza – 94 min ITA 2016 - ITA WITH ENG SUBS Tratto dalla tragica vicenda realmente avvenuta, La verità sta in cielo è un giallo diretto da Roberto Faenza (sua anche la sceneggiatura) che riporta alla luce, seminando al proprio interno probabili conclusioni e ipotesi, il triste caso della cittadina vaticana Emanuela Orlandi, scomparsa misteriosamente il 22 giugno 1983. Il caso Orlandi diviene un eclatante caso di Stato, con rimandi all’alta politica e alle sfere della Curia, passando per i vertici della Banda della Magliana (Enrico De Pedis su tutti), senza tralasciare la Banca di Calvi e i suoi illeciti. Faenza, mescola verità al giornalismo d’inchiesta, con infarinature crime e thriller che ben si addicono all’inquietante mistero.

■ CICOGNE IN MISSIONE

Storks di Mike Thurmeier, Galen T. Chu – 114 minuti – USA 2016 – ITA, ENG, ITA, BRA, GER WITH CHI. SUBS Film d’animazione, mix tra azione e commedia, Cicogne in missione è un lavoro che tratta il complicato tema della nascita. Pur mirando alla leggerezza, la trama si sviluppa attraverso la comicità e i canoni stilistici propri della grafica animata per affrontare un tema di rilevante spessore, e la produzione non perde occasione per sferrare un attacco contro quella generazione definita 2.0, tanto da immaginare un futuro non molto lontano governato da Cornerstore.com. Come ogni film d’animazione che si rispetti, dietro la simpatia e la leggerezza, posano solide basi e messaggi di spessore. An animated movie, a mix of action and comedy, Storks addresses the complex subject of birth. While aiming at lightness, the plot develops around comedy and the stylistic canons of the animated graphics to deal with an important topic, and the production launches an attack against that 2.0 generation and imagines a not-toodistant future governed by Cornerstore.com. Like any animated movie worthy of its name, behind the lightness, there are solid bases and messages of great depth.

■ RIO Di Carlos Saldanha – 99 min USA 2011 – ENG, ITA, BRA, JPN

■ AL POSTO TUO

di Max Croci – 90 min ITA 2016 – ITA

156

_ ULISSE _ febbraio 2017

Based on a true, tragic story, La verità sta in cielo is a thriller directed by Roberto Faenza (he also wrote the screenplay). The film brings to light, with likely conclusions and assumptions, the sad case of Emanuela Orlandi, a citizen of the Vatican city who mysteriously disappeared on June 22, 1983. The Orlandi case became a resounding public issue, with references to the high political and Vatican spheres, through the leaders of the Magliana Gang (above all Enrico De Pedis), without neglecting the Calvi’s bank and its crimes. Faenza mixes truth and investigative journalism, with crime and thriller that well suit this disquieting mystery.

■ ICE AGE: COLLISION COURSE L’Era Glaciale – In Rotta di Collisione di Mike Thurmeier, Galen T. Chu – 67 minuti – USA 2004 ENG, ITA, BRA, GER WITH CHI. SUBS

È a bordo da fine dicembre il gioco interattivo più popolare del mondo! Play on board with the ultimate collection of the most popular game! *Disponibile su alcuni aeromobili * Available on selected flights

ULISSE _ febbraio 2017 _

157


Programmi TV

Musica

Tv Programs

Music 4 CANALI LIVE - SPORT24, CNN, BBC, EURONEWS Non perdere i tuoi appuntamenti con lo sport e l’informazione: eventi sportivi, attualità, economia e meteo in diretta dal mondo. Resta collegato: WiFi, telefono cellulare, sms, posta elettronica e social sono raggiungibili dal tuo device*. (*) Servizio disponibile gradualmente su tutta la flotta

4 LIVE CHANNELS - SPORT24, CNN, BBC, EURONEWS Watch the very best live sporting action, economic and political matters, weather and news from around the world on Sport24, CNN, BBC and Euronews! Stay connected during your flight: phone calls, texts, e-mails and your favorite social are now at your fingertips*. (*) Service gradually available on all flights

Intrattenimento di Bordo - On Board Entertainment

GAMES OF THRONES

This TV adaptation of the saga written by George R. R. Martin is one of the most popular series in the world. Fantasy mixes with thriller, and the Palaces and the different noble families competing for the Throne are real nests of political intrigues, mysteries and plots, theatres of a war fought between legions of soldiers, dragons, love affairs, magical creatures and blood ties. On its sixth season, the series still achieves great success.

Il Trono di Spade HBO Serie 3-4-5-6 60 mins – ITA, ENG Adattamento televisivo della saga letteraria creata da George R.R. Martin, è una delle serie televisive più seguite al mondo. Genere fantasy-thriller in cui diversi casati si contendono il Trono sede di intrecci politici e misteri. Una guerra che si combatte tra soldati, draghi e creature fantastiche, dove non mancano intrighi amorosi e legami di sangue. Giunta alla sesta stagione la serie continua a mietere successi.

BARBRA STREISAND ENCORE

ALICE ONTHE ROOF HIGHER

LEONARD COHEN YOU WANT IT DARKER

SANTANA SANTANA IV

Dopo il successo dell’album Partners del 2014, la grande voce americana torna con un altro indimenticabile album. With thirty-three albums making the US chart top 10 and a career that spans six decades, Streisand is back with a new album.

La voce unica di questa giovane artista, ha già ottenuto un enorme successo in Belgio, ed è ora pronta a conquistare tutte le classifiche. This young artist’s unique vocals has already proved a huge hit in Belgium, and now she’s set to conquer charts further afield with her first studio album.

Il quattordicesimo album di Leonard Cohen, uscito meno di un mese prima della sua morte. Ancora una volta magico, intenso e profondo. Released less than a month before Cohen’s passing, this is a masterpiece of a final album from the revered pop poet.

Carlos Santana, Gregg Rolie, Michael Carabello, Michael Shrieve e Neal Schon si ritrovano. L’album deve il suo fascino proprio alla voglia ritrovata di suonare insieme. The legendary early ‘70s lineup of Carlos Santana, G. Rolie, N. Schon, M. Carabello and M. Shrieve reunite for their longdelayed follow-up to their classic, Santana III.

FRANCESCO DE GREGORI Baloise session 2015 Uno degli artisti più importanti della scena musicale italiana, propone dal vivo diverse sonorità musicali, dal rock alla musica popolare.

Francesco De Gregori is an Italian singersongwriter, popularly known as Il Principe dei cantautori (The Prince of the singer-songwriters’), referring to the elegance of his lyrics.

TOP TABLES, TOP CITIES Roma - Parigi NGC 30 min – ITA, ENG Le città che vantano di essere capitali del cibo, ricche di tesori culinari, ristoranti all’avanguardia e patria di alcuni degli chef più famosi del mondo. Cities boast to be foodie capitals of the world, brimming with culinary treasures, cuttingedge eateries and some of the world’s most respected chefs. 158

_ ULISSE _ febbraio 2017

ULISSE _ febbraio 2017 _

159


Intrattenimento di Bordo - On Board Entertainment

PARENTAL CONTROL

Tutta la programmazione

*Disponibile su aeromobili A330 * Available on airbus A330

■ Vietato ai minori - Restricted ■ Supervisione - Parental Guidance ■ Film per tutti - General

All programming

Azione - Thriller Commedia

Film italiani

Film dal mondo

Drammatico

Classici

Bambini

Programmi TV

Action - Thriller

Italian Movies

World Movies

Drama

Classics

Kids

Tv Programs

■ HELL OR HIGH WATER di David Mackenzie 102 min - USA 2016

■ LOVE ACTUALLY L’amore davvero di Richard Curtis – 135 min UK 2003 - ING, ITA, FRA, GER

■ STORKS Cicogne in missione di Nicholas Stoller, Doug Sweetland 87 min – USA 2016

Comedy

new

new

■ THE GIRL ON THE TRAIN LA RAGAZZA DEL TRENO di Tate Taylor – 112 min USA 2016 - ENG, ITA, BRA, KOR

■ BRIDGET JONES’S BABY di Sharon Maguire 125 min - UK 2016

■ 2. JACK REACHER: new NEVER GO BACK di Edward Zwick 118 min - USA 2016

ENG, ITA, SPA, GER WITH CHI SUBS new

■ IN GUERRA PER AMORE di Pif – 99 min ITA 2016 – ITA

new

new ■ QUEL BRAVO ■ KEEPING UP WITH RAGAZZO JONESES di Enrico Lando – 83 min Le spie della porta accanto ITA 2016 – ITA new ENG, ITA, GER, KOR WITH CHI. SUBS di Greg Mottola – 105 min USA 2016 – ENG, ITA, FRE, SPA ■ NON SI RUBA A CASA ■ THE LEGEND OF TARZAN DEI LADRI di David Yates - 110 min ■ WAR DOGS di Carlo Vanzina – 93 min USA 2016 - ENG, ITA, KOR, SPA di Todd Phillips ITA 2016– ITA 114 min - USA 2016 new ■ SUICIDE SQUAD ENG, ITA, GER, JPN WITH CHI SUBS ■ I BABYSITTER di David Ayer di Giovanni Bognetti 123 min - USA 2016 ■ ABSOLUTELY 90 min – ITA 2016 ENG, ITA, BRA, KOR WITH CHI SUBS FABULOUS: THE MOVIE ITA WITH ENG SUBS new di Mandie Fletcher ■ 5. X-MEN: DAYS OF 91 min - UK 2016 ■ QUALCOSA DI NUOVO FUTURE PAST ENG, ITA, JPN, FRA dI Cristina Comencini X-Men: giorni di un 93 min - ITA 2016 future passato ■ WE’RE THE MILLERS ITA WITH ENG SUBS di Bryan Singer - 131 min Come ti spaccio USA 2014 - ENG, ITA, FRE, SPA la famiglia ■ AL POSTO TUO new di Rawson Marshall di Max Croci – 90 min ■ LUCY Thurber – 110 min ITA 2016 – ITA new di Luc Besson - 89 min USA 2013 - ENG, ITA, BRA, SPA ■ UN GIORNO PERFETTO USA 2014 – ENG, ITA, BRA, SPA ■ SAVING MR BANKS di Ferzan Ozpetek ■ NOW YOU SEE ME di John Lee Hancock – 105 min - ITA 2008 I maghi del crimine 125 min - USA 2013 – ENG, ITA WITH ENG SUBS di Louis Leterrier – 115 min ITA, JPN, KOR USA 2013 - ENG, ITA, BRA, JPN ■ PIUMA ■ DATE NIGHT di Roan Johnson – 98 min ■ THIS MEANS WAR Notte folle a Manhattan ITA 2016 – ITA Una spia non basta di Shawn Levy – 88 min di McG – 98 min USA 2010 – ENG, ITA, KOR, SPA ■ L’ESTATE ADDOSSO USA 2012 – ENG, ITA, BRA, FRE di Gabriele Muccino ■ VALENTINE’S DAY 103 min - ITA 2016 ■ SHERLOCK HOLMES – Appuntamento con l’amore ENG WITH ITA. SUBS A GAME OF SHADOWS di Garry Marshall – 125 Sherlock Holmes – min - USA 2010 – ENG, ITA, ■ PERFETTI Gioco di ombre SCONOSCIUTI KOR, FRE di Guy Ritchie – 129 min di Paolo Genovese – 97 min USA 2011 - ENG, ITA, BRA, FRE ■ THE HANGOVER ITA 2016 – ITA WITH ENG SUBS Una notte da leoni ■ RUSH HOUR 3 di Todd Phillips ■ INDIVISIBILI di Brett Ratner – 91 min 100 min - USA 2009 di Edoardo De Angelis – USA 2007- ENG, ITA, FRE, GER ENG, ITA, FRE, JPN 100 min - ITA 2016 – ITA WITH ENG. SUBS

new

new

■ LA VERITÀ STA IN CIELO di Roberto Faenza – 94 min ITA 2016 - ITA WITH ENG SUBS

■ AQUĺ NO HA PASADO NADA di Alejandro Fernández Almendras 94 min - CHILE 2016

■ LORO CHI? Di Fabio Bonifacci, Francesco Miccichè 95 min - ITA 2015

SPA WITH ENG SUBS

ITA WITH ENG SUBS

■ SE DIO VUOLE di Edoardo Maria Falcone 97 min - ITA 2015 - ITA ■ TUTTE LO VOGLIONO di Alessio Maria Federici 100 min – ITA 2015 – ITA ■ STAI LONTANA DA ME di Alessio Maria Federici 100 min – ITA 2013 – ITA ■ ASPIRANTE VEDOVO Di Massimo Venier 84 min - ITA 2013 – ITA ■ NESSUNO MI PUÒ GIUDICARE di Massimiliano Bruno ITA 2011 – 95 min – ITA

new ■ MAQUINARIA PANAMERICANA Di Joaquin del Paso 90 min - MEX 2016 SPA WITH ENG SUBS

■ SHIN GODZILLA new di Jazz Boon -109 min JAPAN 2016 - JPN WITH ENG SUBS new ■ LINE WALKER di Akira Nagai 103 min - CHINA 2016 CAN WITH ENG SUBS

_ ULISSE _ febbraio 2017

■ THE BIRTH OF A NATION Nascita di una nazione di Nate Parker – 119 min USA – ENG, ITA, JPN, SPA

■ BATMAN BEGINS di Cristopher Nolan 140 min - USA 2005 ENG, ITA, SPA, JPN

■ NOTTING HILL di Roger Michell 123 min – USA 1999

■ THE ACCOUNTANT di Gavin O’Connor 128 min - USA 2016

ENG, ITA, FRE, SPA

■ THERE IS SOMETHING ABOUT MERY Tutti pazzi per Mary di Bobby Farrelly, Peter Farrelly – 119 min - USA 1998 – ENG, ITA, BRA, FRE

ENG, ITA, BRA, JPN WITH ENG SUBS

■ FOCUS Focus – Niente è come sembra di Glenn Ficarra, John Requa – 105 min USA 2015 - ENG, ITA, BRA, JPN

new ■ OPERATION CHROMITE di John H. 111 min - KOR 2016

■ THE PRESTIGE di Christopher Nolan 130 min – USA 2006

KOR WITH ENG SUBS

ENG, ITA, BRA, FRE

■ SOMETHING’S GOTTA GIVE Tutto può succedere di Nancy Meyers - 128 min USA 2003 - ENG, ITA, FRE, JPN

■ HEPTA – THE LAST LECTURE di Hadi El Bagoury 112 min - EGYPT 112

■ NO RESERVATIONS Sapori e dissapori di Scott Hicks – 104 min USA 2007 - ENG, ITA, GER, KOR

■ THE TRANSPORTER* di Louis Leterrier, Corey Yuen – 92 min – USA 2002 ENG, ITA, JPN, KOR

ARA WITH ENG SUBS

■ MYSTIC RIVER di Clint Eastwood 138 min -– USA 2003

■ BRIDGET JONES: EDGE OF REASON Che pasticcio Bridget Jones! di Beeban Kidron 108 min – USA 2004

new

new ■ EL OLIVO di Icíar Bollaín – 100 min SPA 2016 - SPA WITH ENG SUBS

■ REZA A LENDA new di Homero Olivetto 87 min - BRA 2016 BRA WITH ENG SUB

■ THE SEA OF SEIRO: DETECTIVE di Seiji Izumi - 107 min JPN 2016 - JAP WITH ENG SUBS ■ COLD WAR 2 di Lok Man Leung, Kim-Ching Luk 110 min - CHI 2016 MAN WITH ENG SUBS

160

ENG, ITA, JPN, FRE

ENG, ITA, FRE, GER

■ THE BRIDGES OF MADISON COUNTY* I ponti di Madison County di Clint Eastwood – 135 min – USA 1995 – ENG, ITA

PER VOI A vostra disposizione tanti film in lingua originale. Questo mese una selezione dalla cinematografia messicana, giapponese, araba, francese, spagnola e non solo.

ENG, ITA, FRE, JPN

new

ENG, ITA, KOR, GER WITH CHI. SUBS

■ ICE AGE: COLLISON COURSE L’era glaciale – In rotta di collisione di Mike Thurmeier, Galen T. Chu Genre 94 min - USA 2016 ENG, ITA, BRAZ, GER WITH CHI. SUBS

■ ICE AGE: CONTINENTAL DRIFT L’era glaciale 4 Continenti alla deriva di Steve Martino, Mike Thurmeier – 94 min USA 2012 - ENG, ITA, KOR, JPN ■ RIO di Carlos Saldanha 99 min - USA 2011 ENG, ITA, BRA, JPN

■ TOY STORY 3 Toy story 3. La grande fuga di Lee Unkrich – 103 min USA 2010 – ENG, ITA, BRA, FRE ■ MICKEY’S TWICE UPON A CHRISTMAS di Carole Holliday USA 2004 – 67 min

■ THE DARJEELING LIMITED* Il treno per il Darjeeling di Wes Anderson 91 min – USA 2007

ENG, ITA

ENG, ITA, SPA, FRE

■ ALADDIN di R. Clements, J. Musker 90 min – USA 1992 – ENG,

FOR YOU Plenty more original language films. This month’s selection features Mexican, Japanese, Arabic, French, and Spanish cinema.

■ FREAKY FRIDAY Quel pazzo venerdì di Mark Waters – 97 min USA 2003 – ENG, ITA, BRA, KOR

ITA, FRE, JPN

new

● GAME OF THRONES Il Trono di Spade Serie TV – Thriller HBO

Kids ● ANGRY BIRDS TOONS Serie animata Cake Entertainment

ITA - ENG

● ELEMENTARY SEASON 2 Serie TV – Thriller CBS

ENG (NO VERBAL)

● LA DOTTORESSA PELUCHE/DOC MC STUFFINS Serie animata Disney

ITA - ENG

ITA – ENG – SPA – BRA

● THE AMAZING WORLD OF GUMBALL Serie animata Turner ITA-ENG

● DOG WITH A BLOG/ UN BLOG DA CANI Serie TV – Ragazzi Disney ITA – ENG – SPA – BRA

● JESSIE SEASON 3 Serie TV – Ragazzi Disney ITA - ENG

Adults ● FARGO SEASON 2 Serie TV - Comedy Terry Steiner ITA - ENG - SPA - BRA

● 30 ROCK SEASON 4 Serie TV - Comedy Universal ITA - ENG

● BROOKLYN NINENINE SEASON 2 SerieTV – Comedy Universal

● MAD MEN SEASON 7 Serie TV – Thriller EIM ITA - ENG

● NCIS - UNITÀ ANTICRIMINE SEASON 7 SerieTV– Thriller CBS ITA - ENG

● ESPLORAZIONI SPAZIALI ASI – AGENZIA SPAZIALE ITALIANA Documentary ITA

● THE BOAT SHOW The Boat Show – Boating for Passion! Sport

new

ITA - ENG

● CAKE BOSS Il boss delle torte Discovery Documentary ITA - ENG new ● TOP TABLES, TOP CITIES NGC - Documentary ITA - ENG

new

● CUBA’S SECRET REEF NGC - Documentary ITA - ENG

ITA - ENG

ULISSE _ febbraio 2017 _

161


Con te

PARTIRÒ Andrea Bocelli Anche “San Valentino” non è esente da mercificazioni che rischiano di appannarne i valori portanti. Ugualmente il 14 febbraio è una consuetudine bella ed utile, una festa dei sentimenti, un’occasione per celebrare l’amore e per ringraziare le persone care. Avendo impostato l’intera esistenza omaggiando l’amore, attraverso il canto, in un certo senso il mio obiettivo è vivere San Valentino quale idealmente patrono d’ogni giorno dell’anno (ed è anche l’augurio che faccio, di cuore, a chi sta leggendo)... Dolce rito che dona ottimismo e che potenzialmente guida ogni coppia, in qualunque stagione della vita si trovi, a considerare e riflettere sull’importanza e la bellezza dello stare assieme. Sommessamente, posso porgervi la mia personale testimonianza, e riportare qui di seguito, non senza rossore, una poesiola inedita che appunto “San Valentino” è titolata: versi che, privi di velleità letterarie ma nutriti da sincerità e allegria, giusto l’anno trascorso ho dedicato alla mia dolce metà. Poco io so, del Santo protettore di chi s’ama; tengo però per certo, ch’egli lassù nel Ciel, caro al Signore, preghi per noi, dal dì che m’hai aperto

che passi, dedicandomi la vita! Sei da tre lustri qui, sempre al mio fianco, e m’ami ancora e non ti sei pentita! ed io, di questo amor tuo, non mi stanco!

tutto il tuo cuore e m’hai fatto felice, d’una felicità che non tramonta; perché m’hai dato, bella incantatrice, quel che favella umana non racconta.

Allora, in questo giorno un po’ speciale, A te, che m’accompagni nel cammino, giungano, in questo modo un po’ inusuale, gli auguri miei di: Buon San Valentino.

Tu m’hai amato d’un amore fatto di due parole appena sussurrate, d’un amore che pare il tuo ritratto, l’essenza stessa delle tue giornate,

EVEN “VALENTINE’S DAY” isn’t immune to a commercialization that risks tarnishing its core values. Equally, I think that February 14th is a beautiful and useful tradition, a celebration of feelings, an occasion to celebrate love and to thank the people we care for: an extra great opportunity for us to express our love and our gratitude. Having – through my singing – focused my whole life on paying homage to love, in a certain sense my goal is to consider St. Valentine the ideal patron saint of every day of the year (and this is also what I wish for the readers with all my heart)…Valentine is also the sweet ritual that gives optimism and potentially leads every couple, in any period of their lives, to ponder on the importance and the beauty of being together. I could offer you my personal testimony and write below, not without blushing, an unpublished short poem entitled “St Valentine”: a few verses that, with no literary ambition but nurtured by sincerity and joy, I dedicated last year to my beloved wife. Little do I know of the Patron Saint of those one loves; but I’m sure, that he is up there in Heaven, dear to the Lord, praying for us, from the day that you opened all your heart to me and made me happy, of a happiness that never ends; because you have given me, beautiful enchantress, what human speech does not tell. You have loved me with the love of two words barely whispered, of a love that seems your portrait, the essence of your days,

ANDREA BOCELLI FOUNDATION www.andreabocellifoundation.org

162

_ ULISSE _ febbraio 2017

that you spend, dedicating your life to me! You’ve been here for 15 years, always by my side, and you still love me and don’t regret it! and I, of your love, am not tired! So, on this special kind of day, to you, who accompanies me on the path, my best wishes reach you in this slightly unusual way: Happy Valentine’s Day.


JAGUAR F-PACE CON TRAZIONE INTEGRALE AWD JAGUAR

PERFORMANCE. SEMPRE E OVUNQUE.

Stai per salire a bordo di un nuovo concetto di performance. Alla sportività abbiamo aggiunto le prestazioni in ogni condizione: ghiaccio, neve, fango o pioggia. E alla sicurezza abbiamo aggiunto versatilità e praticità, perché anche questo è performance: bagagliaio top in class e Activity Key. In più, con Jaguar Care, hai 3 anni di manutenzione ordinaria, garanzia e assistenza stradale a chilometraggio illimitato in tutta Europa inclusi. E da oggi, Jaguar F- Pace AWD 2.0 D 180 CV Pure con cambio manuale può essere tua con Leasing Future a € 500* al mese. jaguar.it

Consumi Ciclo Combinato 5,2 l/100 km. Emissioni CO2 134 g/km. Scopri le soluzioni d’acquisto personalizzate di JAGUAR FINANCIAL SERVICES. Jaguar consiglia Castrol Edge Professional. F-PACE 2.0 D 180 CV AWD Manuale Pure 17MY. Valore di fornitura: € 48.450,00; Anticipo: € 11.121,38; Durata: 36 mesi o 90.000 km di percorrenza. Canoni mensili: 35 da € 499,96. Valore di riscatto: € 23.256,00. Spese apertura pratica: € 427 e bolli € 16 inclusi nell’anticipo. Spese incasso: € 4,27/canone; spese invio estratto conto: € 3,66/anno. TAN fisso: 3,25%; TAEG: 4,01%. Tutti gli importi sono comprensivi di IVA. Salvo approvazione JAGUAR FINANCIAL SERVICES. Iniziativa valida per persone giuridiche, privati con o senza Partita IVA, fino al 28/02/2017. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. **Fogli informativi presso le Concessionarie Jaguar. *

test simo  

testing u

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you