Page 1

La rivista del Gruppo Tobler con tobler dossier

N. 1, aprile 2006

Benvenuta Friosol! Il Gruppo Tobler prende piede nel settore della climatizzazione e del freddo

I moderni riscaldamenti a legna sono puliti! Colloquio sull’energia del legno e sulle polveri fini

Il disponente nel taschino IKOSmobile, progetto IT di successo presso Sixmadun


Editoriale

Atto di coerenza. Da gennaio 2006, lo spe-

Sommario 3

News Novità e aggiornamenti riguardanti Tobler

4

Ingresso della Friosol nel Gruppo Tobler Per un’impiantistica integrata

7

IKOSmobile, progetto IT di successo Il disponente nel taschino

9

Viaggio di anniversario Inghilterra, arriviamo!

10

Colloquio sul riscaldamento a legna L’energia che si rinnova!

13

Complesso edilizio a Niederbipp Elevata potenza termica in uno spazio minimo

14

Allevamento di suini da ingrasso nel Giura Un po’ di lusso nella stalla dei maiali

cialista del freddo e della climatizzazione Friosol fa parte del Gruppo Tobler. Nell’articolo principale potete scoprire perché Tobler assume una posizione di specialista interdisciplinare d’impiantistica e auspica una maggiore collaborazione tra tutti gli specialisti dei settori riscaldamento, sanitari, ventilazione, climatizzazione e freddo. L’inversione termica verificatasi in pieno inverno ha imposto come prioritaria la questione delle polveri fini nell’agenda

tobler dossier

politica e ha rilanciato la discussione sull’energia del legno. Il secondo articolo principale di questa edizione illustra chiaramente come un moderno riscaldamento a

16

Celsius Plus Nuova generazione di scaldabagni istantanei

17

Bruciatori a gasolio e a gas Tobler Sixmadun Assenza di fuliggine, basso costo e montaggio semplice

24

Tutela dell’ambiente firmata Tobler La natura riscalda l’acqua potabile

26

Strawa Nuovo misuratore di portata per collettori di riscaldamenti a pavimento

27

Pompe EMB di classe energetica A Efficienza che si ripaga

29

Grundfos Pompe di circolazione con massima efficienza energetica

30

Termostati Oventrop per radiatori Combinazione ideale di funzionalità e moderno design

32

Danfoss CF2 Nuova regolazione senza fili per riscaldamenti a superficie

34

Armadio tecnico di distribuzione Tobler La soluzione compatta e completa

legna utilizzato correttamente vanti una combustione pulita e sia pertanto estraneo al problema delle polveri fini. Fanno da cornice numerosi altri argomenti di attualità. E nel dossier trovate ancora una volta tutta una serie di nuovi e interessanti prodotti. Vi auguro un’interessante lettura!

Ivan Widmer Direttore Marketing Services Gruppo Tobler

Impressum «domotecnica.ch» è una pubblicazione della Tobler Domotecnica SA. Riproduzione solo con il consenso dell’editore. Layout/Testi: TBS Identity, Zurigo Stampa: Meier Print Sciaffusa Traduzione: Assofide SA, Locarno Tiratura complessiva: 17 000 copie


News Un nuovo «Leckerli» per voi

Tobler marché anche a Basilea! Il 26 gennaio, Tobler ha aperto al numero 22 della Venedigstrasse di Basilea un nuovo Tobler marché. All’evento hanno partecipato 200 invitati.

L’inaugurazione del Tobler marché di Basilea si è svolta il 26 gennaio in una cornice suggestiva. I responsabili Tobler hanno accolto i circa 200 invitati proponendo loro un’ampia scelta di

Nuovi collaboratori Logistica e Acquisti Negli ultimi anni, il Gruppo Tobler è cresciuto notevolmente. Attraverso l’integrazione di nuove ditte, il nostro assortimento si è arricchito di numerosi prodotti. Questa espansione ha richiesto il massimo impegno da parte del settore logistico della nostra azienda. Per poter garantire anche in futuro uno svolgimento ottimale sotto il profilo logistico, il Supply Chain Management è stato potenziato. Il 1° gennaio, René Gürtler ha assunto la direzione degli Acquisti. Egli ha completato il suo percorso formativo fino a diventare agente tecnico-commerciale, ha ottenuto il diploma federale di acquisitore e vanta un’esperienza professionale nel ramo acquisti in diversi settori.

Tobler alla BEA Dal 28 aprile al 7 maggio, Tobler sarà presente alla 55a edizione della BEA, l’esposizione per l’artigianato, l’agricoltura e l’industria a Berna. Al nostro stand di 60 metri quadrati, presenteremo ai visitatori le appassionanti novità nei settori produzione di calore e ventilazione controllata delle abitazioni. Illustreremo i sistemi di riscaldamento che soddisfano al meglio le esigenze specifiche, siano essi una caldaia a legna, una caldaia a gasolio a condensazione, una pompa di calore o un impianto a energia solare. Forniremo inoltre informazioni sulla ventilazione controllata delle abitazioni e sui benefici di un riscaldamento a bilancio neutro di CO2 per l’utente e l’ambiente. Vi aspettiamo numerosi al nostro stand H025 nel padiglione 210!

deliziosi stuzzichini e un ricco programma di intrattenimento. Il nuovo Tobler marché di Basilea offre all’installatore di impianti di riscaldamento e sanitari tutto l’occorrente per svolgere i lavori quotidiani. La nostra vasta offerta comprende prodotti di altissima qualità dell’assortimento riscaldamenti e sanitari, a esclusiva disposizione degli specialisti nel settore delle installazioni che dispongono di un numero di cliente Tobler. Il nuovo Tobler marché propone anche utensili per gli artigiani. Potete passare di persona e prelevare gli articoli direttamente dagli scaffali dell’ampia e ben organizzata superficie a libero servizio. Il nostro personale di vendita è sempre pronto a fornivi una consulenza competente. E se preferite ordinare telefonicamente, sarà nostra premura preparare la merce per il ritiro. Siamo molto lieti di potervi già comunicare l’apertura di un altro marché: verso la fine di aprile, Tobler aprirà i battenti a Losanna. Il permesso di costruzione è stato rilasciato e i lavori di progettazione procedono a pieno ritmo.

Il 1° dicembre, Thomas Prüser ha iniziato la sua attività in veste di nuovo Inventory Manager e direttore della Logistica di approvvigionamento. Nello svolgimento dei suoi compiti egli può avvalersi dell’esperienza acquisita a livello internazionale nel settore Supply Chain e del suo studio in economia aziendale, indirizzo logistica, presso l’Università di Amburgo. All’inizio di novembre, Christian Gotter ha ripreso la direzione della Logistica Svizzera presso la Tobler Domotecnica SA. In questa funzione, lo specialista in spedizioni sarà responsabile delle questioni logistiche del Gruppo Tobler. I suoi compiti principali consistono nell’ottimizzare la soluzione dei trasporti e nell’ammodernare l’infrastruttura logistica. Accanto a Walter Mantsch, agirà da interfaccia logistica con la nostra casa madre Wolseley in Inghilterra. Christian Gotter ha acquisito esperienze nella logistica e nei trasporti tra l’altro presso la Planzer Transport AG.

3


Ingresso della Friosol nel Gruppo Tobler

Per un’impiantistica integrata Il 16 gennaio 2006, la Tobler Domotecnica SA ha rilevato il 100 % della Friosol SA con sede a Egerkingen. Il Gruppo Tobler pone così un nuovo accento sul settore della tecnica del freddo e della climatizzazione. Domotecnica.ch si è incontrata con Fritz Siegenthaler, direttore della Friosol, e Heinz Wiedmer, CEO del Gruppo Tobler, per un colloquio.

domotecnica.ch: Signor Siegenthaler, pochi sono i clienti Tobler che conoscono il nome Friosol. Può fornirci una breve descrizione della sua azienda?

4

nostra società commerciale rifornisce il settore del freddo e della climatizzazione. Grazie alla fitta rete di distribuzione e a una consulenza efficiente, oggi siamo chiaramente il numero 1 nel commercio di refrigeranti. E, contemFritz Siegenthaler: Sono disposto a poraneamente, godiamo di una posizioscommettere che la maggior parte dei ne forte anche nel commercio di comclienti Tobler ci conosce già! Pur essenponenti. Ci consideriamo un fornitore di sistemi che offre ai progettisti e agli installatori «Siamo vieppiù confrontati con sosoluzioni complete per il luzioni complete di sistema che settore del freddo e della richiedono la collaborazione fra i climatizzazione. Sotto quediversi settori specifici dell’imsto profilo, riteniamo di piantistica.» avere un legame strategico con il Gruppo Tobler. Anche do attivi nel campo del freddo e della per questo ci aspettiamo molto dalla climatizzazione, i nostri legami con il nostra nuova collocazione strategica. settore dei riscaldamenti sono ben radiHeinz Wiedmer: Siamo effettivamencati. Ogni pompa di calore utilizza infatte uniti da una visione comune: quella ti un refrigerante quale fluido di lavoro. di un’impiantistica integrata in cui agire Anche i nostri scambiatori di calore, i come fornitore unico di sistemi per nostri compressori o le nostre elettrosoddisfare le esigenze nei settori riscalvalvole dovrebbero essere noti agli damento, sanitari, ventilazione, climainstallatori di impianti di riscaldamentizzazione e freddo. to. Ma veniamo alla breve descrizione: dalla sede principale a Egerkingen, la

domotecnica.ch: Intendete dunque realizzare l’integrazione in un settore oggi chiaramente segmentato? Fritz Siegenthaler: Il termine integrazione è forse eccessivo. I singoli segmenti tecnici non sono certo destinati a scomparire. Io parlerei piuttosto di una migliore armonizzazione reciproca. E questa non è un’utopia, ma una realtà del mercato: siamo vieppiù confrontati con soluzioni complete di sistema che richiedono la collaborazione fra i diversi settori specifici dell’impiantistica. Prendiamo ad esempio l’attivazione termica degli elementi costruttivi: il riscaldamento e il raffrescamento vengono già oggi integrati in un sistema completo. O pensiamo al recupero del calore, che coinvolge tutti i settori dell’impiantistica, in particolare la ventilazione (aria viziata) e i sanitari (acqua calda). O ancora l’ultima generazione di pompe di calore in grado di gestire, con i modelli reversibili, tanto le funzioni di riscaldamento, quanto quelle di raffrescamento. Tutto ciò costituisce una nuova sfida non solo per il commercio,


5

Heinz Wiedmer, CEO del Gruppo Tobler, e Fritz Siegenthaler, direttore di Friosol (a destra)


Ingresso della Friosol nel Gruppo Tobler ma anche per i progettisti e gli installatori. Heinz Wiedmer: L’attuale situazione sul fronte dell’energia contribuisce ad accelerare queste tendenze. L’aumento dei prezzi dell’energia esige soluzioni efficienti nel settore dell’impiantistica. Lo standard Minergie, ad esempio, richiede obbligatoriamente una buona armonizzazione tra tutti i segmenti del-

6

impiantistici interdisciplinari, i nostri clienti hanno così un unico interlocutore. Inoltre, con Sixmadun, le tre imprese commerciali del Gruppo Tobler dispongono di un’organizzazione di servizio estremamente efficiente.

domotecnica.ch: I clienti Friosol come hanno accolto l’unione con il Gruppo Tobler? Fritz Siegenthaler: In modo molto positivo direi. Tobler vanta un’eccellente immagine nel ramo dell’impiantistica. I nostri clienti hanno riconosciuto che in questa nuova costellazione il futuro di Friosol è garantito a lungo termine. Anche se abbiamo menzionato spesso il termine integrazione, Friosol continuerà ad essere un’azienda autonoma con competenze ben definite. Noi interpretiamo l’integrazione non tanto come smantellamento di unità aziendali sensate, quanto piuttosto come relazione reciproca tra competenze parziali, in cui vengono sfruttate al meglio tutte le sinergie risultanti.

Heinz Wiedmer: Senza dimenticare che sotto il manto del gruppo Wolseley abbiamo un elevato potere d’acquisto sul mercato europeo. Anche Wolseley, infatti, è attiva in tutti i settori dell’impiantistica, «Lo standard Minergie richiede una con particolare accento buona armonizzazione tra tutti i sui comparti riscaldamensegmenti dell'impiantistica. In futuro to, sanitari, ventilazione, non dovrà più esserci alcuna fobia climatizzazione e freddo. del contatto.» A diretto beneficio dei nostri clienti. l’impiantistica. In futuro non dovrà più domotecnica.ch: A proposito di esserci alcuna «fobia del contatto». Noi Heinz Wiedmer: Questa relazione benefici: oltre a buoni prodotti a prezzi abbiamo individuato tempestivamente reciproca è più che mai essenziale. Il convenienti, quali altri vantaggi comqueste tendenze, perché ovviamente commercio, ma anche l’intero settore e porta l’unione con il Gruppo Tobler? riguardano anche il commercio, ed è non da ultimo i committenti devono proprio ad esse che intendiamo adeguaFritz Siegenthaler: I clienti Tobler cambiare mentalità. Troppo spesso gli re il nostro assortimento. potranno acquistare direttamente i investimenti razionali vengono rididomotecnica.ch: Sembrerebbe quasi nostri refrigeranti nella maggior parte mensionati a scapito dell’efficienza che il Gruppo Tobler voglia lanciarsi dei Tobler marché. La nostra già di per energetica. Accade quindi che sull’arco nel campo dell’engineering. sé fitta rete di distribuzione verrà così di molti anni i risparmi iniziali vengano notevolmente ampliata. Daremo la più volte sperperati sotto forma di speHeinz Wiedmer: Assolutamente no! priorità ai marché che si trovano nelle se energetiche. L’efficienza energetica è Non solo l’installatore, ma anche il prostata per lungo tempo gettista di impianti tecnici continueran«Noi interpretiamo l’integrazione non considerata un lusso econo ad essere il nostro partner irrinuncome smantellamento di unità azien- logico, un cosiddetto ciabile e non saremo certo noi a scaval«nice to have». Oggi, con i dali sensate, ma come armonizzazio- prezzi dell’energia al rialcarli. Il progettista ci considererà non ne tra competenze parziali.» tanto concorrenti, quanto suoi prestazo, diventa vieppiù evitori di servizi. Noi proponiamo soluziodente che una pessima aree finora scarsamente approvvigionani di prodotti complete, con cui il proefficienza energetica è sinonimo di te. Questo processo dovrebbe conclugettista può fare la differenza presso i spreco di denaro. I diversi attori della dersi entro la fine del 2006. Tutti i punti clienti. E per questi prodotti gli offriascena impiantistica devono rendersi vendita si occuperanno inoltre della mo anche basi tecniche che semplificaconto che tutti questi cambiamenti non ripresa e dello smaltimento dei fluidi no il suo lavoro. rappresentano una minaccia per il futurefrigeranti usati, un servizio unico nel ro, bensì sono fonte di interessanti Fritz Siegenthaler: Per svolgere tale suo genere e molto apprezzato dai opportunità commerciali. Ma possiamo compito abbiamo creato un’eccellente clienti. cogliere queste opportunità solo se il premessa: la Tobler Domotecnica SA commercio, i progettisti e gli installatoHeinz Wiedmer: Nello stesso periodo fornisce l’occorrente per le installaziori perseguono lo stesso obiettivo, dialointrodurremo nei marché anche i mateni di riscaldamenti, sanitari e isolamengano tra loro e coordinano le proprie riali di consumo e gli utensili per l’inti e si distingue anche nel settore dei attività. Noi del Gruppo Tobler siamo i stallatore di impianti di climatizzazione generatori di calore. La Tobler Sistema primi a scendere in campo! e l’installatore frigorista. Faremo così SA vanta la necessaria competenza per domotecnica.ch: Signori, vi ringraun ulteriore passo avanti verso il cosidtutte le questioni legate al riscaldamenziamo per questo colloquio. detto «one-stop shopping», perché tutto e al raffrescamento a superficie, alla to sommato sono molti gli installatori ventilazione dinamica e ad altre speciadi riscaldamenti e sanitari attivi anche lità impiantistiche. Friosol, dal canto nel settore della climatizzazione e del suo, offre soluzioni nel settore del fredfreddo. Le componenti di grandi dimendo e della climatizzazione. A seconda sioni dell’assortimento Friosol contidell’incarico specifico, ognuna di quenueranno ad essere fornite direttamenste aziende può agire in prima persona te da Egerkingen. La consegna immee avvalersi del know-how delle altre. Ed diata sarà garantita dalla nostra perfetè proprio qui che ritorniamo al concetta logistica. to di integrazione: in caso di progetti


Il palmare del tecnico di servizio sincronizza i dati di intervento con i dati di pianificazione dei disponenti.

7

IKOSmobile, progetto IT di successo

Il disponente nel taschino IKOSmobile: dietro questa sigla misteriosa si cela un progetto informatico che semplifica in modo decisivo la pianificazione degli interventi e la compilazione dei rapporti dei tecnici Sixmadun.

C

on e-channel, l’area Internet riservata ai clienti e dotata di eshop, il settore IT della Tobler aveva realizzato già diversi anni fa un’opera pionieristica che è rimasta unica nel suo genere. Ora, Tobler IT fa di nuovo notizia con un’altra prestazione di spicco. La Sixmadun, azienda integrata nel gruppo Tobler, può essere considerata una delle organizzazioni di servizio leader del mercato, non da ultimo grazie all’efficienza della logistica e del servizio vendita interno. Con l’intro-

duzione del progetto IT IKOSmobile, le sue prestazioni hanno fatto un ulteriore balzo in avanti. Gli autori di questa soluzione d’avanguardia sono stati Thomas Mohler per la Sixmadun e Thomas Schläfli della Tobler IT. Basta con le montagne di carta Chi ha già seguito da vicino la procedura sa quanto penosa sia la compilazione manuale dei rapporti e dispersiva la ripetuta registrazione manuale e informatica delle stesse circostanze. E cono-

sce anche l’incubo dell’avviso di guasto dimenticato: il cliente chiama per la terza volta, il tecnico di servizio si trova in un locale caldaia in cui il cellulare non prende e il disponente non sa quando il tecnico ha previsto il suo intervento di picchetto. Forse se n’è semplicemente dimenticato. Questa situazione, molto vicina alla realtà quotidiana del servizio vendita interno, è stata lo spunto per il progetto IKOSmobile.


IKOSmobile, progetto IT di successo IKOSmobile: un esempio di applicazione quotidiana Il disponente registra un ordine di riparazione urgente nel sistema informatico. Siccome vede anche i lavori giornalieri di tutti i tecnici di servizio può affidare la riparazione alla persona giusta.

8

Comunicazione senza limiti A grandi linee, il progetto prevede la messa a disposizione dei tecnici di servizio di un computer tascabile in grado di comunicare e di ricevere e inviare dati tramite GPRS come un comune cellulare. Il palmare è uno strumento di pianificazione, con cui il tecnico di servizio può organizzare autonomamente le revisioni annuali che gli sono state assegnate. Ed è anche uno strumento di comunicazione che, a intervalli regolari, inserisce i dati operativi nel sistema informatico del servizio vendita interno. In tal modo, il disponente ha sempre un quadro aggiornato delle attività svolte o previste dal tecnico di servizio e può fornire risposte esatte alle domande dei clienti. In caso di guasto, il tecnico riceve dal servizio interno un avviso prioritario che va ad aggiungersi in cima all’elenco dei lavori giornalieri. Il tecnico, oltre a vedere la notifica di guasto e l’indirizzo del cliente, può anche consultare tutti i dati dell’impianto memorizzati nel sistema. Compilazione dei rapporti Particolarmente elegante è la soluzione utilizzata per la registrazione dei pezzi di ricambio. Il palmare dispone infatti di un lettore di codici a barre, con cui il tecnico di servizio riporta nel sistema tutti i pezzi di ricambio utilizzati. Anche le altre voci dei rapporti possono essere selezionate a partire da elenchi predefiniti. La compilazione dei rapporti risulta così molto rapida, completa e

L’ordine viene trasmesso tramite collegamento GPRS al palmare del tecnico di servizio.

Thomas Schläfli, direttore di Tobler IT e Thomas Mohler, direttore di Sixmadun, esaminano il risultato del loro lavoro.

trasparente. Ancora prima di recarsi sul prossimo luogo di intervento, il tecnico trasmette il rapporto alla centrale e riceve l’aggiornamento degli incarichi da svolgere. Finite le brutte figure Grazie a IKOSmobile, i disponenti possono verificare se il tecnico di servizio ha già fissato un appuntamento con il cliente. Le risposte a eventuali domande da parte degli utenti finali o degli

installatori diventano così molto più precise. E questo è fondamentale: un guasto al riscaldamento è infatti una questione che richiede un intervento rapido, una buona comunicazione e una precisa pianificazione. IKOSmobile soddisfa tutte queste esigenze. Il sistema è stato introdotto nell’autunno 2005 su tutto il territorio e già oggi è possibile affermare che ha avuto grande successo.


Il tecnico vede il nuovo ordine alla successiva sincronizzazione (che esegue più volte al giorno).

A lavoro ultimato, il tecnico compila il rapporto (compresa la distinta dei materiali) che verrà inviato al sistema centrale del servizio vendita interno alla successiva sincronizzazione.

Sul palmare può visualizzate tutti i dati essenziali dell’impianto in questione.

Viaggio di anniversario

Inghilterra, arriviamo! Nel 2007, la Tobler raggiungerà il traguardo dei primi 50 anni dalla fondazione. Per festeggiare in modo appropriato l’evento, i fedeli clienti della Tobler, circa 1800, sono invitati a partecipare a un fantastico viaggio.

Q

uesto è possibile perché tutti perseguono lo stesso obiettivo: la direzione del Gruppo Tobler, la casa madre Wolseley con sede nel luogo di destinazione e numerosi fornitori che, con il loro generoso sostegno, contribuiscono a realizzare il fantastico viaggio. Cogliamo l’occasione per ringraziare in questa sede i nostri sponsor della prima ora, ai quali se ne aggiungeranno altri nel corso dell’anno! Fino ad oggi il nostro viaggio di anniversario è sostenuto dai seguenti partner

Soluzioni su misura

9


Colloquio sul riscaldamento a legna

L’energia che si rinnova! L’energia del legno sta vivendo un vero e proprio boom. Di fronte all’incremento delle vendite soprattutto nel settore dei pellet – ma anche sullo sfondo dell’attuale dibattito sulle polveri fini – il responsabile dell’informazione di Energia legno Svizzera, Andreas Keel, ha incontrato Markus Stern della Tobler per un colloquio.

Andreas Keel di Energia legno Svizzera (a destra) si intrattiene con Markus Stern, product manager produzione di calore

10

E

ra una fredda giornata invernale caratterizzata da inversione termica e già nei corridoi, appena giunti alla sede di Energia legno Svizzera, si è accesa un’animata discussione. Immediatamente si è capito che si stava lavorando alacremente, ma su equilibri sottili fra il boom nel settore dell’energia del legno, l’elevato prezzo del petrolio e la controversia sulle polveri fini. E chi credeva di ritrovarsi in un’atmosfera di abbattimento per via degli elevati valori delle polveri fini di quei giorni, è stato smentito. Il direttore Christoph Rutschmann, sul punto di recarsi a un’altra conferenza, non ha dubbi: la discussione sulle polveri fini deve essere portata avanti attivamente dai rappresentanti del legno; a medio termine, il settore non ne risentirà, anzi ne trarrà beneficio. Più avanti ritorneremo sulle plausibili ragioni che egli ha addotto. L’energia ragionevole per riscaldare Da sempre la legna è stata utilizzata per riscaldare. E ora la più antica delle fonti di calore sta vivendo un boom ina-

spettato sull’onda del dibattito concernente il riscaldamento del clima e il Protocollo di Kyoto. La ragione, dal punto di vista della politica energetica, è semplice: chi fa uso della legna nel quadro di uno sfruttamento equilibrato dei boschi riscalda con un bilancio neutro di CO2. Cosa significa? Durante la combustione, la legna libera esattamente la stessa quantità di CO2 che le piante assorbono durante la crescita. Poiché le piante «consumano» i gas a effetto serra trasformandoli in ossigeno. Si tratta di un potenziale ecologico consistente: nei boschi svizzeri ricrescono annualmente da 9 a 10 milioni di metri cubi di legna. Ne vengono invece utilizzati appena 4,5 milioni. Questa è una carta vincente rispetto ai vettori di energia fossili che durante la combustione liberano in maniera irreversibile CO2 nell’atmosfera. Inoltre, intensificando lo sfruttamento dei boschi per la produzione di energia, essi risultano più sani. La legna ad uso energetico è vincente anche sotto il profilo dell’economia interna. Il valore aggiunto ricade quasi esclusivamente sull’economia

svizzera, anche e soprattutto a beneficio delle regioni periferiche, economicamente più deboli. E in merito alle polveri fini? Negli ultimi anni attorno alla legna ad uso energetico si è creata un’immagine positiva. Tuttavia, l’uso della legna per il riscaldamento sembra gravato da uno svantaggio. Infatti, la sua combustione libera polveri fini nell’atmosfera. Il bilancio ecologico positivo di questo vettore energetico ne risente? Secondo Andreas Keel di Energia legno Svizzera, occorre dare una risposta differenziata: «L’Ufficio federale dell’ambiente, stando agli ultimi dati pubblicati, assegna l’8 % delle emissioni complessive agli impianti di combustione a legna. Anche se questo valore è un tantino esagerato, dobbiamo considerare seriamente la questione. Bisogna però separare il grano dalla pula. La maggior parte delle emissioni di polveri fini è generata dai riscaldamenti a legna vecchi e obsoleti. Le tradizionali stufe da cucina, per esempio quelle con la bacinella scaldacqua integrata, causano emissioni nettamente superiori rispetto a un prodotto moderno. Vi possono essere variazioni fino al 1000 %! Energia legno Svizzera raccomanda esclusivamente prodotti con il marchio di qualità. I criteri per l’ottenimento di questo marchio sono nettamente più severi rispetto ai valori limite attuali previsti dall’OIAt. Possiamo pertanto affermare chiaramente che un moderno impianto di combustione a legna utilizzato correttamente non rientra tra le cause dell’attuale problema. Markus Stern conferma: «Tutti i prodotti dell’assortimento Tobler dispongono del marchio di qualità. Attualmente l’OIAt non prevede valori limite per le polveri fini emesse dai piccoli impianti di combustione. L’UFAM


11

I nuovi impianti con il marchio di qualità offrono una combustione pulita, anche per quanto riguarda le polveri fini. Nella foto: caldaia a pellet P2 della Fröling con un valore totale di polvere misurato di 24 mg/m3. (Rilevamento eseguito dall'Ökozentrum Langenbruck in occasione di una campagna di misurazione sul campo)

ha però annunciato che vi sarà un cambiamento. Il marchio di qualità fissa il valore limite per caldaie a pellet e a ceppi di legna a 60 mg/m3. Rispetto ai livelli europei si tratta già di un valore severo. In Germania, lo standard volontario DIN Plus corrisponde a 75 mg/m3, in Austria la pertinente ordinanza esige 88 mg/m3. Quindi, chi compra oggi un prodotto con il marchio di qualità dispone di una caldaia a legna pulita per quanto concerne le polveri fini e non deve temere le prescrizioni a venire». Quando arriverà il filtro antipolvere per le caldaie a legna? Risponde Andreas Keel: «Per i grandi impianti vi sono già soluzioni valide. Nel settore dei piccoli impianti di combustione esistono soltanto dei prototipi. Ma la ricerca procede assiduamente. E noi ne sia-

mo lieti. Non appena il mercato offrirà un prodotto collaudato saremo i primi a raccomandarne l’impiego. Ma ribadisco che sostituire i vecchi impianti a legna con prodotti moderni rappresenta già una soluzione pulita, anche senza filtro.» L’inarrestabile boom dei pellet Con i pellet - piccoli cilindri pressati ottenuti a partire da trucioli di legno non trattato – l’energia del legno ha compiuto un enorme balzo in avanti in fatto di comfort per il riscaldamento. Infatti, il fabbisogno di spazio per il deposito diminuisce, in quanto i pellet presentano un valore energetico molto elevato rispetto sia ai trucioli sia alla legna in ceppi. Inoltre, i pellet possono essere forniti con autocisterne e convo-

gliati automaticamente dal locale di deposito alla caldaia tramite un sistema di aspirazione o un trasportatore a coclea. In quanto product manager, Markus Stern conosce evidentemente a fondo questo mercato. «Con Fröling disponiamo di una ditta fornitrice che nel settore dei pellet è stata tra i pionieri ed ha perciò alle spalle una vasta esperienza.» Questo boom inarrestabile ha però anche un rovescio della medaglia. È vero che oggi l’approvvigionamento in pellet è garantito sull’intero territorio svizzero, ma a cavallo tra l’anno scorso e quest’anno, erano sorte delle difficoltà di fornitura che hanno suscitato qualche timore. Andreas Keel di Energia legno Svizzera, precisa: «Sì, in quel periodo soprattutto il fornitore più


Colloquio sul riscaldamento a legna importante, AEK, ha incontrato problemi ad acquistare residui di legno in quantità sufficiente. Si è trattato piuttosto di una concomitanza fortuita di diversi fattori, che hanno causato difficoltà di fornitura a breve termine. Lo considero un fenomeno temporaneo. I nostri boschi sono estremamente sottosfruttati. La pianificazione di nuove grandi segherie è in corso. E presto i fornitori saranno in grado di adeguarsi alla maggiore domanda.» Conclusione confortante L’energia del legno è e rimarrà dunque un’opzione importante. Secondo Markus Stern, è altresì chiaro che non

sarebbe opportuno al momento attuale servirsi di un vettore energetico per screditare gli altri. «Oggi nel settore dell’energia ogni vettore presenta lacune specifiche, compensate da aspetti vantaggiosi. Ciò che conta è la visione d’insieme. È importante soprattutto che l’impianto di riscaldamento sia sempre al passo con l’evoluzione tecnologica. Il potenziale di risanamento, e quindi anche il potenziale di risparmio, sono tuttora elevati. Questo perché dopo ogni risanamento – di impianti a gasolio, a gas, a legna o a pompa di calore – diminuiscono sensibilmente sia le perdite di energia, sia le emissioni di sostanze inquinanti.»

12

L’attuale dibattito sulle polveri fini contribuirà, per quanto riguarda gli impianti di combustione a legna, a separare il grano dalla pula. A media scadenza l’energia del legno ne beneficerà.

Cosa sono le polveri fini? Le polveri fini – sostanze inquinanti conosciute anche come PM10 – sono composte da particelle minuscole il cui diametro è inferiore a 10 millesimi di millimetro; sospese nell’aria, sono inspirate dall’uomo e penetrano in profondità nei polmoni e da lì possono raggiungere i vasi sanguigni e gli organi. Generano affezioni polmonari (attacchi di asma e persino cancro ai polmoni) e possono causare disturbi circolatori. Le polveri fini provengono per il 44 % da processi di combustione (veicoli diesel e a benzina, caldaie da riscaldamento, impianti di combustione industriali, combustione all’aperto di rifiuti forestali, ecc.) Il

56 % è stato liberato nell’atmosfera per sollevamento (p.e. nei cantieri) e per attrito (abrasione di pneumatici, strade e freni, processi industriali, ecc.). Quando le condizioni meteorologiche sono normali le polveri fini sono disperse nell’atmosfera o dilavate dalla pioggia. In caso di cosiddetta inversione termica, allorché esse rimangono intrappolare sotto uno strato d’aria fredda, la loro concentrazione può raggiungere livelli nocivi per la salute. In Svizzera il valore limite giornaliero è fissato a 50 microgrammi/m3, mentre la media annua non deve superare i 20 microgrammi/m3.

Quando arriverà il filtro antipolvere per le piccole caldaie a legna?

Per gli impianti di combustione a legna con potenza inferiore a 70 kW i filtri antipolvere non esistono ancora. Sono disponibili solo per i grandi impianti, ma le rispettive tecnologie non si prestano purtroppo all’impiego in scala ridotta. Sul fronte dei filtri si sta comunque profilando un cambiamento. Il Laboratorio federale di prova dei materiali e di ricerca (EMPA) è infatti riuscito a sviluppare un separatore di particelle adatto per piccoli riscaldamenti a legna. Le polveri fini, caricate elettrostaticamente, aderiscono alle pareti della condotta dei fumi da cui verranno rimosse dallo spazzacamino in occasione della pulitura periodica. Molto promettenti i risultati dei test di laboratorio, secondo cui il sistema, integrabile anche in un secondo tempo, ha un rendimento di circa il 70 %. Il diritto esclusivo di sfruttamento è stato acquisito dalla ditta Rüegg Cheminée AG. I primi prototipi sono già stati messi a punto e verranno installati a titolo di prova in impianti selezionati. Il lancio sul mercato di questi filtri non è ancora stabilito, ma si prevede che possa avvenire nel corso del 2006. Tobler Domotecnica SA segue con attenzione tutti gli sviluppi ed è in stretto contatto con il titolare Peter Rüegg. A tempo debito vi forniremo tutti i dettagli in questa sede.


Complesso edilizio a Niederbipp

Elevata potenza termica in uno spazio minimo Nel complesso edilizio Panorama-Widenacher di Niederbipp, il committente installa una pompa di calore aria-acqua Sixmadun in ognuna delle 14 case unifamiliari. Argomenti principali: il funzionamento economico e la superficie di appoggio minima. 13

N

iederbipp si trova a ridosso delle alture del Giura. La località è caratterizzata da numerose vecchie case con lunghi tetti spioventi che ricordano lo stile rurale delle case contadine bernesi. Ma a Niederbipp si edifica molto anche secondo i canoni della moderna architettura. Nei pressi della stazione ferroviaria, ad esempio, è in fase di costruzione il complesso residenziale Panorama-Widenacher che comprende 14 case unifamiliari in tre diverse varianti. Quattro delle tre case più piccole sono già ultimate e ben presto il quartiere prenderà vita con l’arrivo dei primi inquilini. Le quattro case di medie dimensioni si trovano in costruzione grezza, mentre le sei case più grandi sono in fase di progettazione.

Una cosa accomuna tutti gli edifici: una pompa di calore modello SMLIK-XP-8S della Sixmadun, installata in cantina accanto al locale hobby. L’ingombro è davvero minimo: queste pompe di calore aria-acqua estremamente compatte richiedono una superficie di appoggio di soli 0,8 m2 e possono essere collocate anche negli angoli. Tutte le componenti di sistema, compresi il vaso di espansione, il regolatore e un piccolo accumulatore tampone, sono integrati nell’apparecchio. A seconda della temperatura esterna, la pompa di calore eroga una potenza compresa tra 6 e 9 kW, quanto basta per riscaldare una casa unifamiliare. Per la produzione di acqua calda è previsto uno scaldacqua elettrico. Si è rinunciato ad abbinarlo alla pompa di calore per motivi di costo, come spiega Roland Riesch, installatore della ditta Bucher Heizungen di Soletta. «Installare queste pompe di calore è molto semplice, perché tutti i raccordi sono già presenti.»

della pompa di calore è l’economicità in fase di esercizio: rispetto a un riscaldamento a gasolio, non vi sono né controlli ufficiali dell’impianto di combustione, né spese per lo spazzacamino. Inoltre, le moderne pompe di calore sono molto più affidabili. Un ulteriore vantaggio è il funzionamento silenzioso. A detta di Hofstetter, oggi nelle nuove costruzioni si usa installare delle pompe di calore, perché chi intende riscaldare una casa unifamiliare con un sistema termico convenzionale a gasolio o gas deve soddisfare disposizioni cantonali molto più severe per quanto riguarda l’isolamento e l’involucro dell’edificio o installare un impianto a energia solare. Tutto considerato, una pompa di calore rappresenta un’alternativa spesso più conveniente.

Pompe di calore in rapida ascesa «Negli ultimi tempi, le vendite di pompe di calore sono aumentate notevolmente» afferma Roger Hofstetter del sevizio esterno Tobler. Uno dei grandi vantaggi L’installatore Roland Riesch (a sinistra) e Roger Hofstetter, collaboratore Tobler


14

Allevamento di suini da ingrasso nel Giura

Un po’ di lusso nella stalla dei maiali Nel villaggio giurassiano di Peney Vuiteboeuf sorge un allevamento suinicolo in cui una centrale termica compatta TG 51 della Tobler/Sixmadun assicura un piacevole apporto di calore a 1640 maiali.

P

eney Vuiteboeuf è un piccolo villaggio del Giura vodese. In questo Comune di appena 450 abitanti, la famiglia Karlen gestisce da circa quattro decenni un allevamento di suini da ingrasso. Alcuni anni fa, i fratelli Georges e André Karlen vollero ampliare la stalla esistente, diventata ormai troppo piccola. Tenuto conto delle disposizioni sull’allevamento di animali e delle emissioni di cattivi odori, che sarebbero risultate eccessive per la popolazione, i Karlen decisero di costruire la nuova stalla a una certa distanza dalle zone abitate.

Pasti equilibrati Nell’allevamento da ingrasso costruito nel 2002 trovano posto 1640 maiali, suddivisi in box di 50 capi ciascuno. La permanenza media dei maiali a Peney è di 120 giorni. In questo periodo il loro peso passa da 25 kg a 105 kg circa. Una zona esterna adiacente ai box garantisce aria fresca e un po’ di movimento. Siccome nella regione si produce parecchio Gruyère, il siero di latte, sottoprodotto della caseificazione, è inserito nel menu quotidiano dei suini, arricchito di pizze eccedenti del vicino stabilimento Hilcona, nonché di frutta e

verdura della Prodag, anch’essa insediata nella regione. Il tutto viene ridotto a pastone in un enorme contenitore, mischiato con acqua, farina di cereali e sali minerali. Nel contenitore è inserito uno scambiatore di calore della Tobler, che riscalda il pastone alla giusta temperatura; anche i maiali apprezzano infatti un pasto caldo. Pancia calda e zampe calde Affinché gli animali non abbiano soltanto la pancia, ma anche le zampe calde, Laurent Schwab, installatore del posto, ha inserito 7 chilometri di tubi


Sotto in alto: caldaia Sixmadun TG 51 con cuffia insonorizzante Sotto al centro: Didier Fardel della Tobler/Sixmadun insieme all’allevatore di suini Georges Karlen e all’installatore Laurent Schwab (da sinistra a destra)

15

per il riscaldamento a una profondità di 12 centimetri nel pavimento in calcestruzzo della stalla. «L’intero complesso è riscaldato con una caldaia in ghisa Sixmadun TG 51 dotata di cuffia insonorizzante», spiega Didier Fardel, responsabile del gruppo di servizio Tobler/Sixmadun. La cuffia insonorizzante, puntualizza Fardel, è un piccolo lusso che consente non solo di ridurre i rumori, ma anche di proteggere la caldaia dalla polvere. Era stata valutata anche l’opzione di un impianto a biogas, come quello esistente nella vecchia stalla. Siccome però il biogas non viene prodotto in quantità costanti, lo si sarebbe dovuto arricchire con gas naturale. Questa soluzione è stata quindi abbandonata, anche perché la nuova stalla non dispone di un allacciamento del gas.


Produzione di acqua calda Grande libertà, massimo comfort: nuova generazione di scaldabagni Celsius Plus Controllo da ogni punto della casa con telecomando dalla forma ergonomica

Non c’è posto per uno scaldacqua? In questi casi gli scaldabagni istantanei a gas sono la soluzione ideale. La nuova serie Celsius Plus stabilisce nuovi standard in termini di comfort d’uso e d’installazione.

16

Il nuovo Celsius Plus completa in modo ottimale la nostra comprovata serie Jetatherm, sotto svariati punti di vista. Lo scaldabagno istantaneo a gas con ventilatore di estrazione dei fumi soddisfa le crescenti esigenze di comfort: le portate del gas e dell’acqua sono regolate in modo intelligente. E il telecomando dalla forma ergonomica permette di regolare lo scaldacqua Celsius Plus da ogni punto della casa.

Condotta dei gas combusti a scelta via parete esterna, tetto o camino

Pratico nella pratica Il design intelligente e la tecnologia d’avanguardia consentono di soddisfare l’ampio ventaglio di esigenze della clientela. Sono possibili tutte le varianti di installazione: l’evacuazione dei gas combusti può avvenire via parete esterna (osservare le prescrizioni locali), via tetto o attraverso un camino. E il tecnico di servizio apprezza la grande facilità di accesso a tutte le componenti dell’apparecchio, resa possibile dal comando estraibile. I vantaggi del nuovo Celsius Plus per l’installatore – Installazione a tiraggio naturale o a tiraggio forzato – Sostituzione semplice (dimensioni identiche a quelle del modello precedente AMO) – Visualizzazione digitale dei codici di errore – Accesso semplice alle componenti – Comando estraibile

I vantaggi del nuovo Celsius Plus nell’uso quotidiano – Massimo comfort con temperatura costante dell’acqua erogata anche in caso di prelievo da più utenze – Regolazione automatica della portata – Impiego semplice – Impostazione flessibile della temperatura sull’apparecchio o tramite telecomando (impermeabile) – Diversi programmi di temperatura – Pratico display a cristalli liquidi Dati tecnici Potenza termica nominale kW

7–23,8

Carico termico nominale kW

9–27

Portata massima acqua calda a 60 °C* l/min 6,9 Portata massima acqua calda l/min

14

Temperatura acqua erogata °C

40–60

Pressione max. ammessa acqua calda bar 12 Pressione dinamica minima bar

0,3

Portata di accensione (acqua) l/min

3,1

Tensione V

230

Dimensioni (A x L x P) mm

700x388x220

Peso kg

22

SSIGA n.

annunciato

Gas naturale

Gas liquido

Diametro tubo dei fumi LAS mm

80/110

* temperatura di ingresso 10 °C


tobler dossier

Bruciatori a gasolio e a gas Assenza di fuliggine, basso costo e montaggio semplice: bruciatori a gasolio e a gas Tobler Sixmadun Il nostro assortimento di bruciatori a gasolio e a gas garantisce un riscaldamento efficiente. Grazie al montaggio semplice e allo sfruttamento ottimale dell’energia, l’ampia scelta di modelli è ideale sia per risanamenti parziali, sia per l’integrazione in caldaie di ultima generazione. Quando tutto va per il meglio Tobler non offre soltanto un assortimento di bruciatori completo e di prim’ordine: con Sixmadun, il servizio di assistenza del Gruppo Tobler, dispone anche di un’organizzazione di servizio ineccepibile presente in modo capillare su tutto il territorio svizzero.

Sostituzione del bruciatore o risanamento? Un bruciatore ha una durata di esercizio prevedibile inferiore a quella di una caldaia. Pertanto, negli impianti più vecchi si pone spesso la questione se sostituire solo il bruciatore o tutto l’impianto (caldaia, bruciatore, canna fumaria). Non esiste una formula standard in proposito. Tenuto conto dei perfezionamenti tecnici nel settore della produzione di calore e del costante aumento dei prezzi dell’energia, nel dubbio è utile raccomandare ai vostri clienti un risanamento di tutto l’impianto. In tal modo si ottiene in ogni caso una migliore igiene dell’aria e un’efficienza energetica ottimale.

Gli oltre 140 tecnici di servizio Sixmadun conoscono perfettamente tutto il nostro assortimento di generatori di calore, hanno grande familiarità con tutti i nostri bruciatori e, in caso di guasto, sono in grado di intervenire rapidamente sul posto, anche di domenica o di notte, perché Sixmadun è operativa 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, ed è raggiungibile al numero di emergenza 0842 840 840.

17


Pulito e flessibile: bruciatore a gasolio Bluestar Un bruciatore perfettamente dimensionato consente di risparmiare parecchia energia anche negli oggetti più piccoli. Il bruciatore monostadio Sixmadun Bluestar è perciò una scelta molto apprezzata in caso di risanamenti parziali e in combinazione con diverse Unit Sixmadun. 18

Minore consumo di energia I bruciatori a gasolio Bluestar della Sixmadun, grazie a un nuovo dispositivo di miscelazione e a un ricircolo nettamente migliorato, vantano una combustione a basse emissioni. Questo consente un notevole risparmio di energia, perché già uno strato di fuliggine di 1 mm impedisce di sfruttare circa 40 °C di calore. Funzionamento silenzioso Il sistema di miscelazione di nuova concezione e il silenziatore di aspirazione garantiscono una combustione particolarmente silenziosa. Il ricircolo dei gas combusti nella zona di combustione crea un centro fiamma freddo che riduce sensibilmente i valori degli ossidi di azoto e la formazione di fuliggine.

Compatibili con vecchie e nuove caldaie in ghisa e in acciaio I nuovi bruciatori a gasolio Bluestar sono compatibili con la maggior parte delle marche convenzionali di caldaie. In caso di vecchie caldaie, ciò garantisce un risanamento semplice del bruciatore e consente di mantenere quest’ultimo in caso di successiva sostituzione della caldaia. Maggiore sicurezza di funzionamento, minori emissioni Il controllo fiamma automatico e il boccaglio ceramico resistente alle alte temperature assicurano un funzionamento non soggetto a guasti sull’arco di molti anni. Grazie a un migliorato preriscaldamento del gasolio, la viscosità del vettore energetico resta uniforme e consente una notevole riduzione delle emissioni.

Dati tecnici Bruc. a gasolio Bluestar BS 1.0-17 BS 1.0-21 BS 1.0-28 BS 2.0-34 BS 2.0-45 BS 2.0-55 Gamma di potenza kW

18–21.5

21.5–26

27–33

36–45

42–51

51.5–59

Stadi

1

1

1

1

1

1

UFAFP n.

102004

102004

102004

102004

102004

102004

AICAA n.

12941

12941

12941

12941

12941

12941

230

230

230

230

230

Tensione di allacciamento V 230


tobler dossier NOVITÀ

!

Efficienza che passa inosservata: bruciatore a gasolio GB 3000 Finora, i bruciatori a fiamma blu erano considerati efficienti, ma rumorosi. Il bruciatore GB 3000 segna una svolta, grazie a un sistema di iniezione mirata dell’aria secondaria che previene le rumorose vibrazioni di risonanza nella fiamma.

Doppiamente convincente Il nuovo bruciatore a gasolio GB 3000 doveva soddisfare due requisiti: essere silenzioso e rispettare i severissimi valori limite dell’ordinanza svizzera contro l’inquinamento atmosferico. Entrambi gli obiettivi sono stati raggiunti. Funzionamento silenzioso Diversamente dai convenzionali e sfacciatamente rumorosi bruciatori a fiamma blu, il GB 3000 è un tipo molto discreto. Il segreto: dei minuscoli tubi, perfettamente dimensionati alla fascia di potenza, che formano il cosiddetto sistema di iniezione dell’aria secondaria, annullando le vibrazioni di risonanza che solitamente si formano durante il processo di combustione.

Ottimizzazione in loco Quanto alto è il tasso di ricircolo? Lo specialista può eseguire questo controllo all’avviamento del bruciatore e procedere a una regolazione ottimale in termini di ecocompatibilità. Inoltre: il bruciatore GB 3000 non vanta solo un funzionamento economico, ma convince anche per il libero accesso alle componenti principali e per le spese di manutenzione molto contenute. Combustione rispettosa dell’ambiente Miscelazione, vaporizzazione, combustione: grazie all’elevata pressione del ventilatore, l’aria e il gasolio si mischiano in modo ottimale. Poi, i gas di combustione caldi vengono aspirati per effetto dell’aria iniettata. Le minuscole goccioline di gasolio evaporano e bruciano in forma gassosa senza residui.

Dati tecnici Bruc. a gasolio GB 3000 GB 3025

GB 3035

Gamma di potenza kW

15–25

20–35

30–50

Stadi

1

1

1

AICAA n.

annunciato annunciato annunciato

Tensione di allacciamento V 230

230

GB 3050

230

19


Riuscito a tutto tondo: bruciatore a gasolio serie R

20

Il bruciatore a due stadi della serie R è riconoscibile dalla forma tonda, che ne caratterizza l’elevata potenza in uno spazio minimo, la miscelazione ottimale aria-gasolio e l’eccellente comportamento in fase di avviamento. Inoltre, la costruzione ordinata rende la manutenzione particolarmente semplice. Manutenzione conveniente Sotto la cuffia tonda del bruciatore regna un ordine perfetto. Tutte le componenti sono disposte in modo razionale e facilmente accessibile. Dunque, i costi di manutenzione diminuiscono. Sfruttamento ottimale del vettore energetico Nella versione a uno stadio, la pressione e il volume dell’aria regolabili separatamente consentono di adattare al meglio i valori di combustione ai diversi focolari. Nell’esecuzione a due stadi, l’aria per la combustione può essere impostata separatamente e in modo continuo per entrambi gli stadi sull’attuatore della serranda. Questo garantisce uno sfruttamento ottimale dell’energia.

Dati tecnici Bruc. a gasolio serie R R20.4

R30.1

Gamma di potenza kW

60–100

71–126

R30.3 91–180

Stadi

2

2

2

UFAFP n.

103014

103015

103015

AICAA n.

14128

14129

14129

230

230

Tensione di allacciamento V 230

Automatismo di risparmio La serranda dell’aria è comandata da un attuatore che previene il raffreddamento della camera di combustione durante i periodi di arresto del bruciatore. Flangia scorrevole La profondità del tubo bruciatore si adatta a qualsiasi camera di combustione. I bruciatori della serie R possono essere così installati praticamente in tutte le caldaie. Dispositivo di miscelazione Il tubo bruciatore è fabbricato con la massima precisione. Risultato: una miscela ottimale di aria e gasolio. Attenuazione dei rumori I rumori di aspirazione dell’aria sono notevolmente ridotti.


tobler dossier Avanti a tutta forza: bruciatore a gasolio serie M Il bruciatore a due stadi della serie M è un vero e proprio addetto ai lavori pesanti con una potenza fino a 850 kW. L’elevata pressione di ventilazione garantisce un avviamento stabile e sicuro. La bassa rumorosità è invece dovuta alla conduzione ottimizzata dell’aria e al rivestimento insonorizzante nel canale di aspirazione.

Funzionamento silenzioso Le favorevoli condizioni di circolazione dell’aria riducono i rumori a un minimo. Il canale di aspirazione dell’aria è rivestito di materiale insonorizzante altamente efficace.

Automatismo di risparmio La serranda dell’aria, comandata da un attuatore, previene il raffreddamento della camera di combustione durante i periodi di arresto del bruciatore.

Quadro di comando funzionale Tutte le componenti elettriche si trovano sotto la cuffia, ben protette e facilmente accessibili per un impiego semplice e una rapida manutenzione.

Installazione rapida La serie M è fornita pronta per l’allacciamento. Tutti i comandi si trovano sul bruciatore. Il dispendioso cablaggio con il quadro elettrico ad armadio non è necessario, i costi di montaggio si riducono.

Esatta regolazione dell’aria Grazie all’attuatore continuo della serranda, l’aria per la combustione può essere regolata in modo semplice e senza problemi.

Manutenzione semplice Grazie alle aste di scorrimento, bastano pochi gesti per portare il corpo del bruciatore nella posizione di servizio. Il dispositivo di miscelazione e l’ugello sono liberamente accessibili.

Dati tecnici Bruc. a gasolio serie M M10.1

M10.2

M2.2

M3.1

M3.2

Gamma di potenza kW

107–230

121–302

171–534

300–750

500–850

Stadi

2

2

2

2

2

UFAFP n.

103012

103012

103012

*

*

AICAA n.

14131

14131

14131

annunciato annunciato

230

400

400

Tensione di allacciamento V 230 * richiesto collaudo singolo

400

21


Migliore tutela dell’ambiente: bruciatore a gas serie RG

22

Il bruciatore a gas della serie RG, disponibile per funzionamento a uno o due stadi e a modulazione, fa parte della nuova generazione LowNO x con valori minimi di emissione. Questo grazie a un dispositivo di miscelazione di nuova concezione con apporto graduato di combustibile. E proprio come il suo gemello a gasolio, anche il bruciatore RG vanta una manutenzione estremamente semplice. Funzionamento a due stadi modulati o continuo Il funzionamento del bruciatore è sempre orientato al fabbisogno di calore. Risultato: efficienza nettamente superiore, risparmio energetico e riduzione delle emissioni di avviamento. Installazione rapida La serie RG è fornita come unità completa con valvole di alta qualità, curve di allacciamento, raccordi a vite e valvole a sfera per gas. Anche la condotta del gas si presenta come unità compatta premontata. L’installazione rapida ed economica è garantita. Dispositivo di miscelazione con speciale ugello a corona L’apporto graduato del combustibile garantisce emissioni minime di NOx e un funzionamento sicuro.

Unità compatta gas-aria La combustione è costante su tutto il campo di intervento impostato, sia nel funzionamento a due stadi, sia modulato. Automatismo di risparmio La serranda dell’aria, comandata da un attuatore, previene il raffreddamento della camera di combustione durante i periodi di arresto del bruciatore. Posizione di servizio Bastano pochi gesti per agganciare la piastra di base nella posizione di servizio. Tutte le componenti sono liberamente accessibili. La manutenzione può dunque svolgersi rapidamente e senza problemi, con una notevole riduzione delle spese.

Dati tecnici Bruc. a gasolio serie RG RG1 Na

RG1 Nc

RG20 Na

RG20 Nb

RG30 Na

RG30 Nb

Gamma di potenza kW

15–28

28–40

35–72

50–110

65–100

100–240

Stadi

1

1

1, 2, mod.

2, mod.

2, mod.

2, mod.

UFAFP n.

103002

103002

103003

103003

103003

103003

SSIGA n.

02-130-4

02-130-4

02-129-4

02-129-4

02-129-4

02-129-4

230

230

230

230

230

Tensione di allacciamento V 230


tobler dossier Prestazioni di punta ineccepibili: bruciatore a gas serie MG Il bruciatore della serie MG vanta emissioni ben al di sotto dei valori limite OIAt. Nel contempo genera calore con prestazioni di massimo livello: grazie alla geometria allungata e il ventilatore a flusso stabile, 2000 kW sono per il bruciatore MG un valore del tutto normale. Inoltre, il funzionamento affidabile è una diretta conseguenza del suo concetto costruttivo evoluto. Installazione rapida Le valvole di alta qualità della condotta del gas sono premontate come unità compatte, sigillate e in seguito collaudate assieme al bruciatore e alla fiamma. Tutti i collegamenti elettrici sono a innesto, per una maggiore sicurezza e una messa in servizio più rapida. Dispositivo di miscelazione NOx-Down La combustione del gas è praticamente priva di CO e le emissioni di NOx sono ampiamente al di sotto dei valori limite OIAt. Questo consente uno sfruttamento termico ottimale del vettore energetico. Regolazione combinata gas-aria Regolazione modulata o continua della potenza tramite la miscela gas-aria. La combustione rimane costante su tutto il campo di intervento.

Smorzamento acustico La conduzione ottimizzata dell’aria rende i bruciatori silenziosi e stabili. Il canale di aspirazione dell’aria è rivestito di materiale insonorizzante altamente efficace. Automatismo di risparmio La serranda dell’aria, comandata da un attuatore, previene il raffreddamento della camera di combustione durante i periodi di arresto del bruciatore. Posizione di servizio Grazie alla flangia orientabile, il corpo bruciatore può essere spostato semplicemente verso destra o sinistra nella posizione di servizio. Tutte le componenti sono liberamente accessibili, per una manutenzione rapida ed economica.

Dati tecnici Bruc. a gasolio serie MG MG10/1

MG10/2

MG20/1

MG20/2

MG3.1

MG3.2

MG3.3

Gamma di potenza kW

95–420

125–530

225–860

225–1350

420–1190

450–1550

700–2000

Stadi

2, mod.

2, mod.

2,cont./mod. 2,cont./mod. 2, mod.

2, mod.

2, mod.

UFAFP n.

103020

103020

SSIGA n.

03-042-4

annunciato annunciato annunciato *

*

*

230

400

400

Tensione di allacciamento V 230 * richiesto collaudo singolo

230

– 230

400

23


Produzione di acqua calda La natura riscalda l’acqua potabile: tutela dell’ambiente firmata Tobler L’ampio e vantaggioso assortimento Styleboiler presenta un’attrazione in più: gli scaldacqua a pompa di calore con un consumo di energia estremamente basso. 24

Produzione di acqua calda al servizio dell’ambiente? Con una combinazione scaldacqua e pompa di calore questo obiettivo diventa di facile realizzazione. Infatti, una pompa di calore sottrae energia all’ambiente e sfrutta l’aria come sorgente fredda per riscaldare l’acqua. Il risultato: una riduzione di circa due terzi della spesa elettrica rispetto a uno scaldacqua elettrico convenzionale. Chi punta sulle pompe di calore è al passo con i tempi. Le energie primarie fossili inquinano sempre più l’ambiente e cominciano a scarseggiare. Le fonti di energia alternative e rinnovabili, come quelle sfruttate dalle pompe di calore, vanno incentivate. In questo senso, anche gli scaldacqua puramente elettrici vengono messi alle strette. Nel Cantone di Basilea Campagna sono infatti già vietati.

1/3 di elettricità

2 1

3 4

2/3 di calore ambiente prelevato dall’aria (fino a +8 °C)

3/3 di energia per la produzione di acqua calda

In una pompa di calore, il fluido di lavoro freddo viene riscaldato dall’aria ambiente (1). Il compressore, azionato con energia elettrica, comprime il fluido che diventa caldo ed evapora (2). L’energia viene ceduta all’acqua potabile (3). La pressione viene ridotta (4), il fluido si raffredda, ridiventa liquido ed è di nuovo in grado di assorbire calore ambiente.


tobler dossier Montaggio in pochi minuti. Qualità per molti anni Gli scaldacqua a pompa di calore Styleboiler sono forniti pronti per l’allacciamento. La perfetta protezione anticorrosione e le componenti di elevato livello qualitativo rendono questi apparecchi ideali per il funzionamento continuo. Sarebbe bello se la tutela dell’ambiente fosse sempre così semplice! Per la massima flessibilità dell’utente finale, Tobler offre gli specialisti del risparmio in tre diverse versioni (tutti apparecchi a basamento con capienza 300 litri).

Styleboiler WPE 300 senza scambiatore termico supplementare Risparmiare energia senza rinunciare al comfort: se la temperatura dell’aria ambiente è troppo bassa per produrre sufficiente acqua calda, interviene il registro riscaldante integrato.

Styleboiler WPEW 300 e WPEWW 300 con uno o due scambiatori termici Questi apparecchi trovano impiego laddove sono utilizzate fonti di calore supplementari, ad esempio scaldabagni a gas, impianti solari e/o stufe-caminetto.

25


Collettori per riscaldamento Strawa: nuovo misuratore di portata per collettori di riscaldamenti a pavimento Tobler ha di recente introdotto l’assortimento di collettori in acciaio inossidabile per riscaldamenti a pavimento e corpi riscaldanti della Strawa. Questi collettori sono inossidabili, leggeri, efficienti ed eleganti nel design. Ora, Strawa lancia sul mercato un nuovo misuratore di portata che convince per i suoi numerosi vantaggi.

26

Tipo 63 VA: i dati tecnici Max. 6 bar Max. +80 °C Altezza ingombro 80 mm Mandata: misuratore di portata 0.5 – 5 l/min integrato Ritorno: vitoni per valvole termostatiche integrati Interasse 50 mm Valvola a sfera, valvola di sfiato e di scarico 1 1/2" su ogni barra Lato primario: valvole a sfera 3/4" FF x 1" FM, a tenuta piana (opzionale) Lato secondario: 3/4" FM con cono, per raccordi filettati a compressione

Collettori per impianti a pavimento Strawa e-class 63 VA I collettori Strawa per impianti a pavimento consentono un allacciamento molto efficiente della superficie riscaldante. Le possibilità vanno dal bilanciamento idraulico tramite misuratori di portata alla regolazione automatica della temperatura ambiente tramite valvole termostatiche con attuatori elettrici. Il bilanciamento idraulico è realizzato con impostazioni predefinite riproducibili. Grazie a un fissaggio desolidarizzante si previene la trasmissione di rumori agli elementi strutturali. I collettori per impianti a pavimento possono essere facilmente alloggiati in cassette sotto intonaco o a vista.

Nuovo misuratore di portata: i vantaggi – Valore kvs superiore (1,12 m3/h) – Ermeticità migliorata grazie a un doppio anello toroidale – Anello antisvitamento ottimizzato che impedisce un eccessivo serraggio dell’elemento regolante – Calotta di sicurezza, utilizzata per le operazioni di regolazione – Migliorato comportamento di flusso che semplifica la regolazione e la lettura precisa della portata


tobler dossier

Pompe EMB per fluidi caldi e freddi Pompe EMB di classe energetica A: efficienza che si ripaga Con l’introduzione di ECO-Star della EMB, Tobler dispone unitamente alla serie Stratos di un assortimento completo di pompe di circolazione a basso consumo che soddisfano i requisiti della classe di efficienza energetica A. La tecnologia ECM a magnete permanente può ora essere utilizzata ovunque, dalla casa unifamiliare all’impianto industriale. La pompa EMB Stratos persino con fluidi da –10 °C a +110 °C. Le moderne pompe per riscaldamento consumano poca elettricità Casa unifamiliare media / 4 persone / anno Consumo kWh/a

Costo CHF

Risparmio percento

Pompa standard non regolata 3 stadi, pos. intermedia

Pompa elettronica Pompa ECM sincrona ECO-Star Base = CHF 0.23/kWh

ECO-Star: la nuova piccola pompa con classe di efficienza energetica A La tecnologia di ultima generazione delle pompe garantisce un consumo minimo di energia anche nelle case unifamiliari e bifamiliari. La nuova ECO-Star ha perciò ottenuto – come la sorella maggiore EMB Stratos – l’etichetta della classe energetica A, che attesta il bassissimo consumo di elettricità. Anche le prestazioni idrauliche sono state ottimizzate. L’elettronica di nuova concezione offre una

regolazione automatica in base alla differenza di pressione, con prevalenza variabile da 0.5 a 5 m. Grazie allo speciale rotore a magnete permanente, la pompa ha una coppia allo spunto tre volte superiore rispetto a tutte le altre piccole pompe per riscaldamento. La dotazione standard comprende anche il funzionamento automatico a regime ridotto (Autopilota) e l’impostazione del setpoint con il pulsante rosso.

27


EMB Stratos: adatta per fluidi da –10 °C a +110 °C

Per riscaldamento e condizionamento La serie completa di pompe EMB Stratos riduce fino all’80 % il consumo di energia rispetto alle pompe per riscaldamento convenzionali. Come le altre pompe a rotore bagnato, anche EMB Stratos è esente da manutenzione ed estremamente silenziosa e questo con un campo di temperatura dei fluidi che va da –10 °C a +110 °C. L’installazione risulta inoltre semplice e rapida: Il modulo di regolazione e di comando, applicato sul lato frontale della pompa, ha un montaggio flessibile e tutte le componenti sono accessibili dal lato anteriore. Moduli a innesto supplementari consentono il collegamento a sistemi di automazione dell’edificio e fungono da interfaccia con il bus LON®. 28

EMB STRATOS da –10 °C a +110 °C Portata max. (m3/h)

Prevalenza max. (mca)

Diametro nom. (pollici/mm)

Pressione d’esercizio max. (bar, altro su richiesta) 10

25/1–6

7

6

R1

25/1–8

7

8

R1

10

30/1–6

8

6

R 1 1/ 4

10

30/1–8

8

8

R 1 1/ 4

10

30/1–12

10

12

R 1 1/ 4

10

32/1–12

13

12

32

10

40/1–4

10

4

40

10

40/1–8

15

8

40

10

40/1–12

20

12

40

10

50/1–8

14

8

50

10

50/1–9

24

9

50

10

50/1–12

30

12

50

10

65/1–9

28

9

65

10

65/1–12

40

12

65

10

80/1–12

60

12

80

6

100/1–12

60

12

100

6

Prevalenza max. (mca)

Diametro nom. (pollici/mm)

Pressione d’esercizio max. (bar)

EMB ECO-STAR da +15 °C a +110 °C Portata max. (m3/h) 25/1–3

2,25

3

R1

10

25/1–5

2,5

5

R1

10

30/1–3

2,25

3

R 1 1/ 4

10

30/1–5

2,5

5

R 1 1/ 4

10


tobler dossier

Pompe per riscaldamento Grundfos: pompe di circolazione con la massima efficienza energetica Grundfos presenta la nuova generazione di pompe a basso consumo di energia. Con ALPHA Pro e MAGNA sono state lanciate sul mercato due linee di prodotti che convincono per la loro alta efficienza energetica. Nuovo Energy Label: più informazioni per facilitare la scelta L’introduzione di classi energetiche, già in uso per frigoriferi e congelatori, fornisce ora al cliente la massima trasparenza anche nelle pompe di circolazione. Questa nuova tabella di facile consultazione fornisce informazioni immediate sul consumo annuo di energia di un prodotto. I chilowattora consumati dalla pompa sono indicati su una scala che va dalla lettera A alla lettera G, dove A indica il consumo più basso e G quello più alto. La lettera D corrisponde a un consumo di energia medio rispetto alle pompe disponibili sul mercato. L’Energy Label è un sistema semplice che aiuta il consumatore a operare una scelta mirata.

N O V IT À

!

ALPHA Pro: la pompa di circolazione per eccellenza In una normale casa unifamiliare, ALPHA Pro richiede meno di 6 watt per il funzionamento e consuma in media 117 kWh all’anno. ALPHA Pro si colloca quindi al vertice della classe energetica A. I vantaggi di ALPHA Pro in breve: – Classe energetica A – Migliore efficienza energetica nella sua categoria – Tecnologia rivoluzionaria – Installazione semplice – Ideale per tutti i sistemi di riscaldamento di case unifamiliari e bifamiliari

N O V IT À

!

La nuova MAGNA: convincente e di elevate prestazioni La serie MAGNA viene ampliata verso il basso con nove modelli fino alla dimensione 25–60. Come tutta la comprovata serie MAGNA, anche la nuova MAGNA dispone della rivoluzionaria funzione autoadattativa. La pompa riconosce automaticamente lo stato operativo del sistema di riscaldamento in cui è inserita e adatta il suo funzionamento di conseguenza, garantendo una prevalenza ottimale con un consumo minimo di energia.

29


Termostati per radiatori Oventrop: combinazione ideale di funzionalità e moderno design

30

Con l’integrazione della Niklaus Energie- und Gebäudetechnik AG, Tobler ha ampliato il proprio assortimento di valvole per corpi riscaldanti con i prodotti Oventrop. La grande varietà di modelli e dimensioni delle valvole e dei termostati Oventrop consentono all’installatore e al progettista di soddisfare qualsiasi esigenza tecnica ed estetica. Grazie alla preregolazione rendono possibile il bilanciamento idraulico dell’acqua di riscaldamento per un’erogazione economica del calore dei singoli corpi riscaldanti. I termostati Oventrop con sensore a liquido (raccordo filettato M 30x1,5) possono essere montati su tutti i corpi riscaldanti con gruppo valvola integrato e su valvole con attacco corrispondente. L’assortimento comprende anche termostati con raccordo a compressione per attacco valvola Danfoss (valvole TKM). Il campo di regolazione è bloccabile e limitabile. I termostati dispongono di un riferimento per ipovedenti; l’impostazione selezionata può essere contrassegnata mediante il disco memo. I vantaggi: – nessun adattatore richiesto – fissaggio sicuro del termostato – misura d’ingombro limitata – eccellente design – fornibili con copricalotta – coordinati ai corpi valvola ad es. della Heimeier


Il sensore dei termostati Uni XH, Uni LH, Uni SH e Uni CH è costituito da una capsula metallica riempita di liquido, in cui è immerso un tubo ondulato con slittone interno. Un cambiamento di temperatura comporta una variazione di volume del liquido e, di conseguenza, la variazione in lunghezza del tubo ondulato. In questo modo, lo slittone apre o chiude la valvola.

Disco di riferimento (memo) Sensore a liquido

tobler dossier

Funzione e struttura

Innesto di sicurezza

Riferimento numerico Premistoppa Vitone Attacco filettato

31

«Serie E» Le valvole termostatiche e i detentori Oventrop dell’esclusiva «Serie E» sono stati concepiti come veri e propri elementi di arredo. Il moderno design abbina una forma eccellente a una straordinaria funzionalità.

«Unibox E plus» Set da incasso con valvola termostatica per regolare la temperatura dei singoli ambienti e con limitatore della temperatura di ritorno per riscaldamenti a superficie. Adatto per collegare direttamente riscaldamenti a pavimento a riscaldamenti a radiatori esistenti.

Gruppo di regolazione «Regufloor H» Gruppo di regolazione a valore fisso per collegamento ai collettori «Multidis SF» in acciaio inossidabile per riscaldamenti a superficie che alimentano un circuito radiatori supplementare. Il gruppo mantiene costante la temperatura di mandata del vettore termico miscelando l’acqua di ritorno del collettore inferiore con l’ausilio di un termoregolatore con sonda a contatto e una valvola a 3 vie (regolazione a valore fisso).


Regolazione della temperatura ambiente 32

CF2 di Danfoss: nuova regolazione senza fili per il massimo comfort dei riscaldamenti a superficie nei giorni caldi e freddi Danfoss presenta il sistema senza fili CF2, il primo regolatore a moduli adatto per il riscaldamento e il raffrescamento a superficie. Il regolatore primario comunica con i termostati ambiente e con il telecomando programmabile per mezzo di onde radio. Il cablaggio elettrico diventa pertanto superfluo.

Caldamente raccomandato Con il nuovo sistema di regolazione senza fili CF2 per riscaldamenti a pavimento, Danfoss porta avanti la tradizione di offrire prodotti e soluzioni per un clima interno gradevole e accogliente. Le componenti comunicano tra loro attraverso un sistema radio bidirezionale, affidabile e sicuro, che rende superfluo il cablaggio. Se la superficie riscaldante è utilizzata per il raffrescamento in combinazione con una sorgente fredda (p.e. pompa di calore), basta una semplice commutazione e gli ambienti vengono gestiti di conseguenza. Nel comando opzionale On/Off o PWM (modulazione di du-

rata degli impulsi) si possono integrare anche corpi riscaldanti. La funzione standby del sistema offre inoltre un notevole comfort supplementare: in caso di assenze prolungate, la temperatura ambiente può essere ridotta fino a 8 °C e, prima del rientro, riportata al livello normale p. e. tramite un segnale telefonico (switch butler). Il riscaldamento continuo, molto dispendioso in termini energetici, o il raffreddamento completo appartengono dunque al passato.


tobler dossier CF-RS CF-RD CF-RP Regolatore principale CF-MC

Controllo grazie alla comunicazione bidirezionale Il sistema base comprende un regolatore principale (CF-MC) e una delle quattro varianti di termostato ambiente per ogni locale. Un amplificatore di segnale (CF-RU), un’antenna esterna (CF-EA) e un telecomando (CF-RC) sono disponibili come accessori. Il sistema si avvale di una comunicazione bidirezionale sulla frequenza operativa di 868 MHz. I dati vengono trasmessi via radio non solo dai termostati al regolatore primario, bensì nelle due direzioni. Questo consente di controllare il corretto funzionamento di tutti gli elementi.

Amplificatore di segnale CF-RU

Maggiore portata grazie agli amplificatori di segnale Il sistema CF2 può essere installato anche laddove finora i sistemi senza fili raggiungevano i loro limiti, come ad esempio in ambienti molto estesi o costruzioni in calcestruzzo armato. Basta infatti inserire da due a tre amplificatori di segnale (CF-RU) intermedi per garantire il contatto radio tra tutte le componenti. In caso di montaggio in un armadio di distribuzione in metallo, si raccomanda inoltre di utilizzare un’antenna esterna (CF-EA).

CF-RF

Piedi caldi anche con un caminetto o una stufa-caminetto I termostati ambiente del sistema CF2 offrono un elegante design e sono disponibili in quattro versioni che soddisfano praticamente tutte le esigenze: come termostato ambiente standard con manopola-pulsante (CF-RS), termostato ambiente (CF-RD) con visualizzazione digitale della temperatura nominale/effettiva o come modello per edificio pubblico con protezione da accessi non autorizzati (CF-RP). Quale altra novità Danfoss presenta il termostato ambiente (CF-RF), anch’esso collegato alle altre componenti senza l’ausilio di cavi, che regola la temperatura superficiale del pavimento in base a un valore minimo/massimo preimpostato. Un sensore a infrarossi, alloggiato nella parte inferiore del termostato, rileva e adatta la temperatura del pavimento. Questa soluzione è ideale nei locali in cui si riscalda anche con un caminetto o una stufacaminetto e si desidera comunque mantenere il pavimento gradevolmente caldo. Installazione e modo d’uso semplici L’installazione è semplice grazie non solo al controllo radio, ma anche al fissaggio a muro o in cassetta di distribuzione su binario DIN del regolatore primario dotato di uscite protette contro i cortocircuiti. Inoltre, il nuovo sistema CF2 opera con la più recente tecnologia senza fili ed emette un breve segnale radio della durata inferiore al mezzo secondo ogni 5–10 minuti. Per il resto del tempo non vi sono segnali radio. A titolo di esempio, per raggiungere l’equivalente di emissioni radio di un minuto di conversazione con un cellulare si dovrebbe soggiornare ininterrottamente per circa 2800 anni in una casa dotata del sistema CF2.

33


Cassette di distribuzione Armadio tecnico di distribuzione Tobler: la soluzione compatta e completa Con l’armadio tecnico di distribuzione, Tobler propone una soluzione di sistema per l’installazione centralizzata del quadro elettrico, del collettore idrosanitario e del collettore per riscaldamento. Su richiesta è possibile integrare anche un collettore di ventilazione (sistema Pluggit). La soluzione non è solo di poco ingombro, ma anche economica.

34 Esempio: distributore centrale del piano per riscaldamento a pavimento (con 6 circuiti regolati e contatore di calore integrato), distribuzione idrosanitaria (acqua calda e fredda) e distribuzione elettrica con quadro interruttori.

Per l’integrazione del distributore del piano per la ventilazione controllata (sistema Pluggit) offriamo un armadio tecnico di maggiore profondità.

L’armadio tecnico di distribuzione Tobler è in lamiera d’acciaio zincata di 1,5 mm di spessore, dispone di aperture laterali e di un riferimento metrico. È fornito in varie misure e con diversi accessori. La dotazione comprende tutti i profili di fissaggio necessari. L’armadio tecnico è provvisto di piedini regolabili in altezza e di aste telescopiche per il fissaggio a soffitto. Altezza 210 cm, larghezza interna 75, 100 o 125 cm, profondità 17,5 o 25 cm (la versione più profonda è ideale anche per l’integrazione di un distributore di ventilazione Pluggit). Con l’armadio tecnico di distribuzione forniamo su richiesta anche ante in legno MDF spessore 19 mm, con cerniere, asta di chiusura, maniglia rotante incassata e cilindro a chiave o chiusura magnetica (opzionale). Altri accessori sono un pannello posteriore insonorizzante, un set di isolamento acustico per piedini e aste telescopiche, un kit con mascherina da collocare sopra l’armadio fino al soffitto e un coperchio protettivo per cantiere.


Stampe separate dei prospetti: per convincere i vostri clienti Le principali novità presentate nella parte tecnica sono disponibili anche sotto forma di stampe separate. Queste documentazioni vi saranno di grande aiuto nelle attività di informazione alla clientela, soprattutto nel caso di argomenti di interesse per l’utente finale. Con la cartolina allegata potete ordinare gratuitamente i prospetti.

Intelligenti e facili da usare – gli scaldabagni istantanei a gas della Junkers

Gli scaldabagni istantanei a gas della Junkers si adattano a qualsiasi situazione e il nuovo Celsius Plus offre un comfort ancora maggiore, un impiego semplice e una tecnologia d’avanguardia.

Prospetto: assortimento di scaldabagni istantanei a gas, 4 pagine.

Scaldacqua a pompa di calore Styleboiler – la soluzione ecologica di lunga durata

Gli scaldacqua a pompa di calore Styleboiler sono forniti pronti per l’allacciamento. Le componenti di alta qualità assicurano una lunga durata di esercizio.

Prospetto: pompe di calore Styleboiler, 4 pagine.

Sfruttano l’energia con grande efficienza: bruciatori a gasolio e a gas Tobler/Sixmadun

L’assortimento Tobler/Sixmadun di bruciatori a gasolio e a gas garantisce un riscaldamento efficiente, un montaggio semplice, una tecnologia di punta e uno sfruttamento ottimale dell’energia.

Prospetto riassuntivo: bruciatori a gasolio e a gas Tobler/Sixmadun, 8 pagine.

Strawa – i collettori in acciaio inossidabile per riscaldamenti a pavimento e corpi riscaldanti

I collettori Strawa in acciaio sono inossidabili, leggeri ed efficienti. Il nuovo misuratore di portata per collettori di riscaldamenti a pavimento offre inoltre una maggiore ermeticità e sicurezza antisvitamento.

Prospetto: collettori di distribuzione Strawa per riscaldamenti a pavimento, 2 pagine.


Tobler Domotecnica SA 8902 Urdorf Steinackerstrasse 10 Telefon 044 735 50 00 Telefax 044 735 50 10 Regionalcenter 3053 Münchenbuchsee Moosrainweg 15 Telefon 031 868 56 00 Telefax 031 868 56 10 Regionalcenter 5036 Oberentfelden Industriestrasse 23 Telefon 062 737 60 60 Telefax 062 737 60 61 Regionalcenter 7320 Sargans Langgrabenweg Telefon 081 720 41 41 Telefax 081 720 41 68 Regionalcenter 8404 Winterthur Harzach-Strasse 1 Telefon 052 235 88 70 Telefax 052 235 88 89 Centre Régional 1023 Crissier Ch. de la Gottrause Téléphone 021 637 30 30 Téléfax 021 637 30 31

Highlight Tobler: raccogliere punti viaggio diventa facile! Per dare una reale possibilità anche alle piccole imprese di partecipare al viaggio di anniversario in Inghilterra, la Tobler ha inserito nell’elenco delle Highlight alcuni dei prodotti più venduti. Raggiungere il totale diventa più facile, perché per ogni 1500.– franchi di «fatturato Highlight» ricevete un punto viaggio!

I seguenti prodotti fanno parte delle Highlight Tobler

Centro regionale 6814 Lamone Ostarietta - via Serta 8 Telefono 091 935 42 42 Telefax 091 935 42 43 Tobler marché: Bachenbülach, Basilea, Berna, Biberist, Brügg, Carouge, Coira, Crissier, Dübendorf, Givisiez, Jona, Kriens, Lamone, Littau, Losanna, Lyss, Martigny, Oberentfelden, Oensingen, Pratteln, San Gallo, Sargans, Thun, Urdorf, Visp, Winterthur, Zugo, Zurigo

Tobler Sistema SA 3053 Münchenbuchsee Moosrainweg 15 Telefon 031 868 56 60 Telefax 031 868 56 50

Generatori di calore Caldaie a gasolio Sixmadun, caldaie a gas Junkers, cisterne per gasolio Generatori di calore a bilancio neutro di CO2 Pompe di calore Sixmadun XP; caldaie a legna Fröling; sistemi solari

Distribuzione di calore Sistema pressfitting VSH, valvola per corpi riscaldanti RA 3000, tubi compositi multistrato, pompe (EMB e Grundfos), separatori di aria/impurità Spirotech, vasi di espansione Pneumatex, valvole a sfera, valvole TKM

Tobler Sistema SA 8902 Urdorf Steinackerstrasse 10 Telefon 044 735 53 80 Telefax 044 735 53 90

Il servizio riscaldamento del Gruppo Tobler con 20 centri di assistenza e 140 ubicazioni di servizio. Sixmadun SA 4450 Sissach Bahnhofstrasse 25 Telefon 061 975 57 11 Telefax 061 971 54 88 Hotline di servizio: 0842 840 840

www.domotecnica.ch www.sixmadun.ch

Sistemi speciali Tubazioni a distanza Ecoflex, ventilazione controllata delle abitazioni Pluggit, tutti gli utensili di Rems, Rothenberger e DeWalt

Sistemi per sanitari Scarichi e cassette di risciacquamento Valsir, JRG, Sanipex, assortimento pressfitting VSH, scaldacqua Styleboiler

Riscaldamenti a pavimento/ Radiatori scaldasalviette Riscaldamento a pavimento R25, cassette di distribuzione, collettori per riscaldamento a pavimento, tutti i radiatori scaldasalviette di Radiatec, Arbonia e Bagnotherm


Cartolina di ordinazione Richiediamo le seguenti informazioni Inf. tecniche

Scaldabagni Celsius Plus Bruciatori a gasolio e a gas Tobler Sixmadun Pompe di calore Styleboiler Collettori Strawa Pompe EMB Pompe di circolazione Grundfos Termostati Oventrop per radiatori Danfoss CF2 Armadio tecnico di distribuzione Tobler Radiatori scaldasalviette Bagnotherm A: listino prezzi allegato

List. prezzi Consulenza

B B B B B B B B A A

B: vedi ultimo listino prezzi Tobler

Cognome

Nome

Ditta Via/n°

NPA/Località

Telefono

Telefax

Data/Firma

Cartolina di ordinazione Ordiniamo le seguenti stampe separate dei prospetti (offerta gratuita per clienti Tobler con numero di cliente) Scaldabagni Celsius Plus

copie

Bruciatori a gasolio/gas Tobler Sixmadun

copie

Pompe di calore Styleboiler

copie

Misuratore di portata Strawa

copie

Armadio tecnico di distribuzione

copie

Ordiniamo la seguente informazione per clienti finali Vogliate inviarci il Manuale sull’energia della Tobler

Cognome

Nome

Ditta Via/n°

NPA/Località

Telefono

Telefax

Numero cliente Indirizzo e-mail Data/Firma


Tobler Haustechnik AG Steinackerstrasse 10 8902 Urdorf

Tobler Haustechnik AG

Steinackerstrasse 10

8902 Urdorf

haustechnik_06_1_it  

Il disponente nel taschino La rivista del Gruppo Tobler con tobler dossier N. 1, aprile 2006 IKOSmobile, progetto IT di successo presso Sixm...