Page 1

Settimanale

Data Pagina

(SMS

Foglio

22-06-2014 70/74 1/4

CI HA FATTO CONOSCERE L'ASIA

L'altro Tiziano Terzani A CASA DEL GIORNALISTA SCOMPARSO DIECI ANNI FA, A COLLOQUIO CON LA MOGLIE ANGELA: «UN GURU POST MORTEM MAI ESISTITO NELLA REALTÀ» di Manuel Gandin foto di Simone Donati/TerraProject

dal centro, lontano dai rumori di una Fi¬ renze sempre piena di turisti che vanno e vengono come piccoli eserciti di formiche, nel verde della collina, c'è una casa con un piccolo giardino nascosto dalla strada. Lì,

Longanesi

Codice abbonamento:

040588

Fuori

abita ima dolce signora di origini tedesche, di nome Angela Staude, figlia di un pittore che della Toscana s'innamorò. Sembrereb¬ be il classico quadretto banale denso di luoghi co¬ muni, con gli stranieri che amano la Toscana e ven¬ gono a stabilirvisi. Ma la signora Angela Staude ha una storia che vale più dei luoghi comuni. Quando si sposò, infatti, divenne la signora Terzani. Sì, pro¬ prio quel Terzani lì, Tiziano Terzani, il grande gior¬ nalista ammirato per ireportage su L'Espresso, La Re¬ pubblica e II Corriere della Sera soprattutto dal 4


Settimanale

Data Pagina

(SMS

Foglio

22-06-2014 70/74 2/4

/

Codice abbonamento:

71

040588

LA CASA DI FIRENZE A sinistra: Angela Terzani Stand', moglie di Tiziano, nella casa sulla collina di Firenze, circondata da ricordi dei loro soggiorni asiatici. In alto: la caricatura che il figlio Folco fece al papà quando venne espulso dalla Cina. Sopra: in una foto scattata dalla moglie, Terzani è circondato e guardato con sorpresa dai cinesi. Fino agli anni Novanta, infatti, era raro per un abitante della Cina vedere nel proprio Paese un cittadino europeo.

Longanesi


Settimanale

Data Pagina

(SMS

Foglio

22-06-2014 70/74 3/4

«UN CONSERVATORE CHE AMAVA LA FAMIGLIA E NON ERA PER IL DIVORZIO. Al FIGU REGALÒ BELLE AVVENTURE ANCHE SE NON FU MOLTO PRESENTE»

lativamente tardi a fare il giornalista, a 33 anni, «e che quindi ha concentrato tutto in pochi anni», sottolinea la si¬ gnora Angela. Uno che ha vissuto un ca¬ parbio amore verso l'Asia: Cina, Viet¬ nam, Cambogia, India, Pakistan, luo¬ ghi non solo visti e raccontati, ma vissu¬ ti mentre lì la Storia cambiava il suo corso. «Ha amato la Cina in modo tota¬ le, ma non come potrebbe credere qual¬ cuno. Non gli interessava chiudere gli occhi sulla verità di ciò che era il comu¬ nismo. Al contrario, ha raccontato le co¬ se in modo tale da ricevere in cambio l'espulsione dal Paese. Ma amava la cul¬ tura antica di quel popolo che viveva

Sopra: Tiziano Terzani e sua moglie Angela nella casa di Orsigna (Pistoia). A sinistra: uno scatto del giornalista a Saigon nel giorno in cui finì la guerra in Vietnam.

in modo molto civile la quotidianità. C'è il senso della storia che nasce da un passato lontanissimo ma che resta ad¬ dosso a un popolo». È stato difficile seguirlo in queste peregrinazioni? «Non lo è stato affat¬ to», risponde la signora Angela. «Tizia¬ no era un fiorentino, molto razionale, dunque, ma senza la paura di andare a vedere dove sta il "mistero" delle cose e delle persone. La sua è stata una vita in¬ tensa, certo, ma conquistata con rigore morale, senza compromessi. Quanto a me, in fondo mi piaceva scoprire il mondo». Angela segue Tiziano: vanno a vivere a Singapore nel 1972, con 4

73

Longanesi

040588

UN AMORE CAPARBIO. Chi è stato, allora, Tiziano Terzani? Uno che ha iniziato re¬

FRA TOSCANA E VIETNAM

Codice abbonamento:

4 mondo asiatico, e scomparso il 28 luglio di dieci anni fa. Di Terzani è ora in libreria Un'idea di destino (Longanesi, pp. 488, euro 19,90). Angela Terzani Staude ha scritto la pre¬ fazione al volume e, nella sala piena di oggetti e ricordi del passato vissuto con ilmarito inAsia, vuole dare un'immagi¬ ne del giornalista ben diversa da quella oggi in voga: «Non è certo lui che ha in¬ ventato questa figura da guru, come lo dipingono da quando non c'è più», spie¬ ga con voce dolce ma ferma. «Quella è una figura di comodo, non appartiene a Tiziano. Lui una spe¬ cie di "santone"? Per carità. Dirò di più: quell'immagine, derivata dai suoi vesti¬ ti bianchi e larghi, non ha niente a che vedere con la realtà. Si vestiva così an¬ che perché, con la malattia, non poteva più portare neanche la cintura».


Settimanale

Data Pagina

(SMS

Foglio

22-06-2014 70/74 4/4

«LA CINA CHE AMAVA LO ESPULSE PER LE SUE CORRISPONDENZE MA PER LUI QUEL POPOLO AVEVA UN MODO DIVIVERE CIVILE NELLA

QUOTIDIANITÀ»

4 due figli ancora molto piccoli, Folco di due anni e Saskia di uno. Lui parte per il Vietnam, per descri¬ vere la guerra. Tre anni dopo sono a Hong Kong e nel 1980 a Pechino. Verrà espulso dalla Cina per i suoi reportage nel 1984. Andrà a Tokyo, allora. Scrive Angela nella prefazione al libro: «Se l'India lo aveva aiutato a ritrovare la se¬ renità, la Cina era il Paese in cui aveva più amato vivere». Poi, la malattia, un cancro che gli la¬ sciava, secondo imedici, pochi mesi di vita. Visse ancora anni, invece, cercan¬ do di capire sé stesso, di trovare la spi¬ ritualità più profonda di sé e del mon¬ do. Ma non divenne quel "santone" che una certa iconografia continua a cele¬ brare: «Non era di certo un hippie ma un conservatore, non era favorevole al divorzio. Sa cosa diceva? "L'uomo deve essere libero e non necessariamente fe¬ lice; la donna deve essere felice ma non

necessariamente libera". Credeva nella famiglia, che sentiva come una respon¬ sabilità. Era perennemente in bilico tra

74

Longanesi

DIARI, TACCUINI, LIBRI E FILMATI In una stanza di casa Terzani sono raccolti diari, appunti e taccuini del giornalista e scrittore. Molto materiale deve ancora essere visionato dalla moglie e dai due figli, prima di essere donato alla Fondazione Cini.

Codice abbonamento:

Ora, idiari privati, itaccuini degli appunti, le tante carte che ancora devo¬ no essere vagliate dalla moglie e dai due figli, verranno donate alla Fonda¬ zione Cini, per dare ulteriori testimo¬ nianze di quel giornalista che di sé eb¬ be a dire: «Vedo, ma nessuno mi cre¬ de», frase terribile per un giornalista. Anche se, seduto a gambe incrociate, vestito di bianco, nelle ultime foto sor¬ ride bonario, con gli occhi che cercano di scoprire ancora qualcosa da poter de¬ scrivere e raccontare al mondo.

040588

vecchio e nuovo».

2014 06 22 L’altro Tiziano Terzani  

Intervista di Manuel Candin ad Angela Terzani Staude.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you