Page 1


Som m ario Editorial e Te m po di Bl ogTim e di Titty Ce rq ue tti (Tittyna)

BLO GTIME PERIO DICO O CCASIO NALE

ANNO I - NUMERO 1 - LUGLIO 2008 Dire ttore Irre s pons abil e Titty Ce rq ue tti tittyna@ gm ail .com H anno Col l aborato: Jacopo Spadoni (Spad) Paol a Borracci (Vipe ra76) Barbara Sgarz i (Bl im unda) Danie l a Farne s e (Dania) France s ca Fe rrara M itì Vigl ie ro (Pl acida Signora) M anil a Be ne de tto (Pros e rpina) Sil via Se dini (Ph oe be ) Lis a Fe rz e tti (As ia) Sil via Cal ve tta (Niobe ) Andre a Be ggi

Luglio 20 0 8 N° 1

pag. 4

Que l l o ch e l e donne ... M i s tringe un po' s uls e no ovve ro ilde cal ogo de l l a m aggiorata di Barbara Sgarz i (Bl im unda)

W e bTim e Tipol ogia de lcom m e ntatore di bl og di Ch iara (Stre gatta)

pag. 16

pag. 14

Gl am ourTim e Gl i s tival i de l l a fe l icità di Giovanna H ugue s (Vis conte s s a)

pag. 18

Pl acide Storie Rivol uz ioni e caffè di M itì Vigl ie ro (Pl acida Signora)

Love Tim e L'am ore è e te rno, finch è dura di Lis a Fe rz e tti (As ia)

pag. 22

pag. 28

Danie l e De voti (Profum o) Se gni Particol ari Ch atte rl y El is e l l e Ch iara (Stre gatta)

Saggi La Praga di K afk a di M anil a Be ne de tto (Pros e rpina)

pag. 29

ArtTim e Non ave re paura, guardam i... Ch atte rl y

pag. 32

H obbs Luca (Bruce Le e ) Barbara De l fino (Rae l ) Giovanna H ugue s (Vis s ) Re m o Bas s ini Robe rto Tos s ani Gius e ppe Iannoz z i M auro Biani

Re daz ione : re daz ione bl ogtim e @ gm ail .com Tutto il m ate rial e pubbl icato è di proprie tà de gl i autori ch e h anno conce s s o l a riproduz ione gratuita s u q ue s to num e ro de l l a rivis ta Scarica l a tua copia di Bl ogTim e w w w .tittyna.ne t/bl ogtim e /

Se xTim e Com e vuoi farl o? di Sil via Cal ve tta (Niobe )

pag. 39

Book Tim e Vuol e com prare ilm io l ibro? di Re m o Bas s ini

pag. 40

Cl os ingTim e di Dania & Profum o

pag. 45


Som m ario

Luglio 20 0 8 N° 1

Rubrich e La Pos ta di Bl ogTim e - Dil l o a Ph oe be pag. 5

di Sil via Se dini (Ph oe be )

pag. 12

di Jacopo Spadoni (Spad)

Al fabe to Spad Vipe re ide

pag. 13

di Paol a Borracci (Vipe ra76)

pag. 20

di France s ca Fe rrara

Spiral i Le z ioni di Bl og

pag. 24

di Andre a Be ggi

Giovanni M aria Fabbri

pag. 27

di Robe rto Tos s ani

O ros coTim e

pag. 46

di s e gni PARTICO LARI

Inte rvis te pag. 30

pag. 6

Is abe l l a Santacroce , tra M ito e M is te ro di Gius e ppe Iannoz z i

Dania Farne s e , l a dottore s s a più s til os a de lw e b di Titty Ce rq ue tti (Tittyna)

Giovanna Pal m ie ri - I viaggi di Nina di Titty Ce rq ue tti (Tittyna)

pag. 10

pag. 41

Re ce ns ioni Carl otta De M e l as - Una l ingua s ulcuore di El is e l l e

Lina De ttori - La fam igl ia im m aginaria di Barbara De l fino (Rae l )

pag. 43 pag. 42

Re m o Bas s ini - La donna ch e parl ava con i m orti di Titty Ce rq ue tti (Tittyna)

M anil a Be ne de tto - Ne s s uno m i h a m ai batte z z ata pag. 6 pag. 44

Libro de lm e s e

di Titty Ce rq ue tti (Tittyna)

Paol o Virz ì - Tutta l a vita davanti di Luca (Bruce Le e )

SCRIVI O INVIA ILTUO MATERIALE A


Una nuova avventura editoriale, ch e nasce sul w eb per raccogliere parte di q uello ch e vale la pena di ferm are su carta di Titty Ce rq ue tti

Q

ue l l o ch e ave te davanti agl i occh i, tra l e m ani o s ul l o s ch e rm o, è ilcom pim e nto di un proge tto nato un anno e m e z z o fa e ch e ve de l al uce dopo tanti te ntativi e m om e nti di s tas i. Se non fos s e pe r l a te s tardaggine ch e m uove

s pe s s o, s e non s e m pre , ch i am a l a s crittura e l a com unicaz ione , probabil m e nte s are bbe m orto s e nz a e s s e re m ai nato. Inve ce e ccol o q ui, dopo un l ungo l avoro e tanta vogl ia di arrivare in fondo. Quando l a prim a cope rtina è s tata approvata, q uando h o vis to i pe z z i im paginati, q uando h o ch ius o ilprim o s om m ario, al l ora h o capito ch e ilm om e nto e ra arrivato. La dive rs ità di Bl ogTim e ris pe tto ad al tri proge tti anal ogh i ve rte s u due as pe tti fondam e ntal i: innanz itutto è una ve ra e propria rivis ta, ne l l a s truttura, ne l l ’im paginaz ione , ne i conte nuti. Potre bbe tranq uil l am e nte e s s e re s tam pata e dis tribuita in e dicol a. In s e condo l uogo è com pos ta inte ram e nte da m ate rial e re al iz z ato da bl ogge r. Non è una raccol ta di racconti, e ne anch e un puz z l e di pos t. Bl ogTim e è una rivis ta ch e vuol e, e te nte rà di farl o ogni giorno, raccogl ie re tutto ciò ch e di giornal is ticam e nte val ido ilm ondo de i bl og q uotidianam e nte propone . Si occupe rà di ce rcare e s e l e z ionare q ue l l o ch e trove rà in re te , invite rà i bl ogge r a s pe dire al l a re daz ione i propri articol i, offrirà s paz io e rubrich e a ch i avrà q ual ità e de s ide rio di occupars i de gl i argom e nti ch e l a rivis ta inte nde trattare . Bl ogTim e è ape rto a tutti anz i, s i as pe tta l a col l aboraz ione di tutti. Si occupe rà di cul tura e di pe rs onaggi, di l e tte ratura e cine m a, di m us ica e di pittura. Si occupe rà di pol itica e di s ol idarie tà, di inte rne t e di nuove te cnol ogie , affidandos i al l a com pe te nz a di te cnici, s crittrici/ori, giornal is te /i, s ociol ogh e /i e q uanti vorranno offrire l a l oro col l aboraz ione pe r un proge tto ch e nas ce dall avoro vol ontario di ch i fa pe r ilpiace re di fare . In pe rfe tto s til e bl og s arà pronto a cre s ce re , a m odificars i, a s e guire l e indicaz ioni e d i s ugge rim e nti di ch i am e rà l e gge rl o e farl o. Bl ogTim e s arà di tutti e di ne s s uno, non avrà l ine e pol itich e o com m e rcial i pre s tabil ite né vincol i di s orta. Si propone com e s paz io pe r ogni voce e , cos ì com e capita ne i nos tri bl og, offrirà s paz io al l e re pl ich e , ai com m e nti, al l a vogl ia di aggiunge re q ual cos a in più agl i s critti de gl i autori, con pagine appos itam e nte de dicate .

Bl ogTim e nas ce , in q ue s ta prim a fas e , com e pe riodico m e ns il e m a ilde s ide rio è ch e , con l a vos tra col l aboraz ione e appre z z am e nto, pos s a dive ntare s e ttim anal e , pe r dare m odo ad un num e ro s e m pre m aggiore di voci di parte cipare , e pe r dare s paz io ol tre ch e agl i approfondim e nti anch e al l ’attual ità. Il m odo m igl iore pe r farl o s arà q ue l l o di inviare i vos tri pos t o articol i al l a re daz ione , s caricare ilpdf de l l a rivis ta, pubbl iciz z arl a s ui vos tri bl og, com m e ntare gl i articol i ch e l e gge re te , s e gnal are pos t e bl ogge r inte re s s anti, tras m e tte rci l e vos tre im pre s s ioni, ch e s iano di critica o di appre z z am e nto. Saranno val utate ne l l a s te s s a m anie ra e d anz i, m i auguro ch e l a critica pos itiva aiuti q ue s to proge tto a cre s ce re ins ie m e a tutti noi. Auguro buon viaggio a Bl ogTim e , e invito tutti voi a s os te ne rci attivam e nte .


Dil l o a Ph oe be

Cara Ph oe be , conos co via forum da un paio di anni una ragaz z a s im patica, carina, inte l l ige nte (gius to un pò acida a vol te ....). Le i vive in Um bria. Vol e vo un cons igl io da parte tua: s e io andas s i dal l e s ue parti (ovve ro s ul l ago Tras im e no, s e ricordo corre ttam e nte ), com e pos s o convince rl a de lm io s e m pite rno am ore e s oprattutto a darm e l a????Sono ce rto ch e tu s aprai darm i ilcons igl io gius to. De votam e nte tuo, Gas pare .

Cara Sil via, ti l e ggo s pe s s o e s o ch e s e i pal e s e m e nte w om e n-orie nte d. No, non l e s bica, non m i pe rm e tte re i m ai! M a com unq ue s e m pre dal l a parte de l l e donne e pronta a s pal are l e tam e s ui m as ch i, vis ti com e m os tri cattivi. Non m e tto in dubbio l e tue ragioni, m agari ce ne h ai fin troppe . M a anch e voi donne … pe ns i fors e ch e l e donne non abbiano col pe ? Ch e gl i uom ini non abbiano s e ntim e nti? Ve diam o s e rie s co a farti cam biare ide a. Sono s e m pre s tato un uom o abbas tanz a l ibe ro, in tutti s e ns i pos s ibil i ch e può ave re q ue s ta parol a, pe r m e rito anch e de l m io as pe tto fis ico dis cre to. O ra, val icati i 35, m i s ono re s o conto di ave r s bagl iato tutto. Di ave r fatto m al e a donne ch e m i vol e vano be ne , di ave r cal pe s tato i s e ntim e nti di tutte l e pe rs one ch e ave vo intorno, com pre s i i m ie i. E di am are una m ia e x. Sono tornato in ginocch io da l e i, s batte ndol e in faccia ilm io am ore e ch ie de ndol e s cus a. Non s ol o ho capito di ave r s bagl iato, m a anch e ch e è l a donna de l l a m ia vita. Pe r l ei ne gl i ul tim i 4 m e s i s to face ndo cos e ch e non avre i m ai cre duto pos s ibil i. E l e i?Prim a m i rifiuta, poi m i offre l a s ua am iciz ia e q uindi de cide di us arm i com e uom o ogge tto, s ol o pe r il s e s s o. Ma ti pare un com portam e nto corre tto?

di Silvia Se dini Caro m as ch io anonim o vittim a incons ape vol e de l l a l e gge de l contrappas s o di dante s ca m e m oria, parto s ubito portando al l a tua conos ce nz a ch e , anch e fos s i l e s bica, s are bbe ro fatti m ie i. H ai ragione , l e donne non s ono s e nz a col pe . Non s ol o s pe s s o h anno im parato ad e s s e re cattive più de i m as ch i, m a s pe s s o al l e vano e coccol ano m as ch i tre m e ndi. Quindi, m i trovo cos tre tta m io m al grado in pre da ad un raz iocinio ch e non m i s i confà, ad addos s are al s e s s o di cui faccio parte una vagonata di re s pons abil ità Tuttavia, e s s e re uom ini l ibe ri non vuol dire cal pe s tare l a ge nte . Que s to, in te rm ini s tre ttam e nte da De M auro Paravia, è e s s e re e gois ti. Non cre do ch e tu ti s ia im provvis am e nte innam orato di una donna de lpas s ato, e ne m m e no ch e d’un tratto ti s i s iano ape rti gl i occh i. Cre do inve ce ch e tu vogl ia s e ntirti ancora com ’e ri e ch e te l a s tia face ndo s otto l e tte ral m e nte al pe ns ie ro ch e gl i s tiano arrivando. Se m pl ice m e nte ti s e nti s ol o. E annas pi. Com e tutti. Be nve nuto ne lm ondo re al e . Ah , in m e rito al l a tua e x, potre i ave re ils uo num e ro di te l e fono?E’una grande . E no, non s ono l e s bica, piantate l a!

ph oe be .s plinde r.com


Bl ogTim e Ill ibro de lm e s e

Manil a Be ne de tto

Il prim o rom anzo de lla giovane scrittrice puglie se ci conse gna un de butto ricco di prom e sse di Titty Ce rq ue tti

U

l ’az ione ve ra e propria, ch e potre bbe indurre a rs ul a Dufour è un’as s as s ina. E’ il Al o un gial l o, s i affiancano l e cons ide raz ioni s uo l avoro, ils uo s vago, ils uo rite ne rl pe rs onal i de lpe rs onaggio principal e (di ch i s i dive rtim e nto e l a s ua croce . Di tratta l o s coprire te l e gge ndo) tipich e de l l a più, potre m m o dire ch e l a m orte , l e tte ratura noir, m a anch e de l rom anz o ne l propria o al trui, è ilnodo ce ntral e di ogni s ua s e ns o più am pio de lte rm ine . “Sì, gl i uom ini s ono q ual cos a ch e de vo az ione , pe ns ie ro e rifl e s s ione . “In fondo, uccide re è m ol to più s e m pl ice ch e conq uis tare , ch e non m i de ve e s s e re dato cos ì m e nte . No, non s ape vo ch e farm e ne di un pe ns are di m orire .” Dice l a s te s s a Urs ul a di facil padre ch e fos s e s ol o m io e ch e m i vive s s e fronte al l a m is s ione pros s im a. accant o. I l padre ch e m i e ra s tato cons e gnato Lavora pe r conto di una s ocie tà e , m e tafis ico q uas i. Era un’e ntità pe r inte rnaz ional e, l a “Safe & Cl e an”, ch e s i e ra parz ial l o, un e s e m pio, un dio pe rs onal e. occupa di uccide re l a ge nte s u com m is s ione , m e . Un m ode l e dove va e s s e re dis tante . non im porta ch i né pe rch é. Contano s ol o i Ch e pe r re s tare tal s ol di, e Urs ul a Dufour è l a più brava, ne ls uo Una pre s e nz a ch e c’e ra q uando pote va e s s e rci. o di cam po. A l ei l e m is s ioni più difficil i, l ei l a Non c’e ra q uando dove va e s s e rci e fors e s ol cune vol te , m e ne s ono dis piaciuta. M a pe rs onal ità in grado di fronte ggiare i s upe riori q ue s to al tanto da s us citare am ori ce l ati e ins offe re nz e i dis piace ri di ce rte m ancanz e non s ono cos ì forti da re s tarti de ntro." pal e s i. “Se i l avori e rano troppo l ungh i q ual cos a s i com pl icava s e m pre . Da q uando e ntrava in contatto con l a vittim a als uo as s as s inio non dove vano pas s are più di 15 giorni. Di s ol ito ci m e tte va s e m pre di m e no.” Que s ta è una s toria. Una de l l e s torie di “Ne s s uno m i h a m ai batte z z ata”. Non è l ’unica, pe rò, giacch è in q ue s to rom anz o il te m a de l doppio s i s doppia, e s i s doppia ancora, in un gioco s piaz z ante di figure e di nom i cos ì re pe ntini ne l l ’apparire e s com parire da l as ciare in atte s a fino al l a fine , fino al l ’ul tim a riga, q uando ilce rch io s i ch iude … fors e . Non è una s crittura s e m pl ice , q ue l l a di M anil a Be ne de tto, s corre vol e ce rto m a rice rcata, ricca, ch e induce a fe rm ars i s ui pe ns ie ri im pre s s i s ul l a carta e ch e non l as ciano indiffe re nti, com e q uando l e ggi q ual cos a ch e h ai pe ns ato anch e tu, s e nz a m ai ave re l e parol e gius te pe r dirl o.


Ill ibro de lm e s e

Manil a Be ne de tto

La voce narrante , ne l l e parti raccontante con ildis tacco de l l a te rz a pe rs ona, s i m antie ne l ontana da ogni form a di giudiz io. Se gue Urs ul a ne l l e s ue az ioni m a non l e condanna, non l e approva, non util iz z a al cun m e tro. Si l im ita a te s tim oniare i fatti l as ciando s pe s s o, com e capita anch e ne l l a vita re al e , ch e vittim e e carne fici s i s cam bino i ruol i, pe rch é, com e dice l a s te s s a Urs ul a: “Que s ta cos a de l l e vittim e e de i carne fici m i h a s e m pre affas cinato: ch i è ch i? Un giorno cre de vo di e s s e re una carne fice . Di ave r fatto de lm al e , di ave r uccis o una cos a be l l a. M a q uando m i accors i ch e il m orto non è m ai m orto s e non puoi portare a cas a l a s ua te s ta, m a ti de vi acconte ntare s ol o di q ual ch e goccia de ls uo s angue , capii ch e l a ve ra vittim a e ro io.” La s toria è l ine are , ilpe rcors o inte riore m ol to m e no, pe rs o die tro s e ntim e nti dol oros i ch e s e gnano e portano a raccontare l a propria vita a s catti, a fl as h im provvis i, com e incubi ch e s i affacciano ne ls onno inatte s i, s e gnal ati s ol o dal l a dive rs a m odal ità de lte s to. Struttura piace vol e , ch e non pe rm e tte m ai al l e ttore di dis trars i o pe rde re ilfil o, di dove r tornare indie tro pe r com pre nde re m e gl io o pe r ricordare un e ve nto. I fatti s corrono accanto al l a cos cie nz a di Urs ul a Dufour, in un al tal e na di paura e com pas s ione , di rabbia e am ore , pe rch é al l a fine ciò ch e val e pe r tutti è: “La vita è pronta in ogni is tante a s ottrarci tutto q ue l l o ch e abbiam o”. M anil a Be ne de tto, al s uo prim o rom anz o, confe rm a in pie no l e as pe ttative , iltal e nto, e l e q ual ità ch e l e s ono riconos ciute da più parti, e gius tam e nte . “Ne s s uno m i h a m ai batte z z ata” a pre s cinde re dal l a s trada ch e pre nde rà, è un ottim o e s ordio. Poch i al tri s crittori al l a s ua s te s s a e tà s ono s tati in grado di fare al tre ttanto.

w w w .m anil abe ne de tto.ne t

NESSUNO

M I H A M AI BATTEZ Z ATA

Pre z z o: 10.00 € ISBN 9 78-88-89 9 39 -33-8 Ge ne re Col l ana SH ADO W

AUTO RE M ANILA BENEDETTO Anno 6/2008 Pagine 156 Ril e gatura Bros s ura Ediz ione Enrico Fol ci Editore


Dania Farne s e

Inte rvista se m ise ria a ch i h a fatto de lpre cariato e de llo ch arm e uno stile di vita. Esse re disoccupate è facile , ildifficile è farlo con stile .

di Titty Ce rq ue tti

È

l a pre caria più fam os a d’Ital ia. Di l e i s i è de tto tutto e d il contrario di tutto, dalw e b ai giornal i, al l e rivis te patinate , m a una cos a h a s e m pre contraddis tinto ch iunq ue abbia parl ato di l e i o con l e i: ilris pe tto. Danie l a Farne s e è una

donna ch e s a q ue l l o ch e vuol e , anch e s e non è ancora rius cita a trovare ilm odo di otte ne rl o. Abbiam o provato ad e s torce rl e q ual ch e rive l az ione , q ual ch e s e gre to, abbiam o te ntato di farl e dom ande s tupide pe r otte ne re ris pos te inte l l ige nti m a l e i non c’è cas cata. Ne anch e q uando, al l a fine , abbiam o contato s ul l a s tanch e z z a pe r s ve l are ilm is te ro de l l a s ua e tà. Dania è un os s o duro, nonos tante l a m orbide z z a de ls uo s pl e ndido corpo, nonos tante l a dol ce z z a de ls uo caratte re , nonos tante i m odi am abil i e d al l a fine h a s ciol to i cani, e s iam o dovuti fuggire .

Una m e nte bril l ante de ntro un corpo fantas tico. Dov’è l ’e rrore ? Le s pe s e condom inial i s ono caris s im e Il ary Bl as i s pos a Totti e conduce Le Ie ne , El is abe tta Gre goraci s pos a Briatore e l avora a Buona Dom e nica. C’è una re l az ione tra iltuo com pagno e l a tua dis occupaz ione ? Da q uando ci s iam o conos ciuti e s iam o andati a vive re ins ie m e , anch e l ui h a pe rs o ils uo l avoro. Se m bra ch e s i tratti di una form a m ol to e vol uta di s figa. Quando un uom o dice ad una donna ch e è s e duta s ul l a s ua fortuna, convie ne ve ram e nte al z ars i? Non s ol o convie ne al z ars i, m a anch e cam m inare m ol to e fare l e s cal e . La fortuna va al l e nata!


Dania Farne s e Am ore , de naro, s ucce s s o ne l l avoro. Cos a è più im portante pe r te , cons ide rando ch e in tutti e tre i cas i de vi l avorare di fantas ia? Se nz a dubbio, l e s carpe . Se i s tata s pe s s o accus ata di us are al cune tue parti anatom ich e pe r ave re più acce s s i. Non ti s e i s e ntita offe s a, cons ide rando ch e m ol te al tre util iz z ano l e s te s s e parti pe r ave re più bonifici? M i s are i offe s a m ol to di più s e ilm os trare l e m ie parti anatom ich e ave s s e fatto cal are gl i acce s s i. Babbo Natal e, l ’am ore ve ro, ill avoro a te m po inde te rm inato. A ch e e tà h ai s m e s s o di cre de re in q ue s te favol e? Al l ’am ore e al pos to fis s o non h o m ai cre duto. In Babbo Natal e , inve ce , s ì. Gl i ave vo anch e m andato un curricul um pe r fargl i da Pr.

Un altro scatto dalcalendario pre cario di Dania (foto a de stra) e l'om aggio flore ale di uno de i tanti am m iratori de lla dottore ssa (foto sotto)

Se i m ol to am ata e appre z z ata dal l e donne . Que s to confe rm a ilfatto ch e l ’inte l l ige nz a m e tte a dis agio gl i uom ini? Gl i uom ini s i s e ntono m inacciati da q ue l l o ch e non conos cono: l ’inte l l ige nz a bril l ante de l l e donne , ilcicl o m e s trual e , i pre l im inari s e s s ual i, l a tavol e tta de lw ate r abbas s ata, e cc. Se i dive ntata ils im bol o de ll avoro pre cario, l ’e m bl e m a de l l ’inutil ità de gl i s tudi, l a bandie ra de l l ’inte grità m oral e , de l l e donne ch e non s i ve ndono pe r otte ne re q ual cos a. Sono s oddis faz ioni? Scus a, e ro dis tratta. Stavo ins aponando l a corda. H ai re citato in dive rs i cortom e traggi, m os trando un’avve ne nz a e d una capacità re citativa pari s e non m igl iori di una M onica Be l l ucci. Com e ti s pie gh i, al l ora, l a dive rs ità de i pe rcors i profe s s ional i? Io h o pe rs o te m po a s tudiare e l aure arm i (… ) Dania, dicci l a ve rità… q uanti anni h ai? Non h o capito l a dom anda. w w w .dottore s s adania.itw h ate l se?


Giovanna Pal m ie ri

Di lei pe rce pis ci s olo l’occh io, ora atte nto e curios o, ora dolce e com pre ns ivo, ora fie ro e indagatore . È l’occh io de lla vide ocam e ra, pe rch è Nina non appare m ai di Titty Ce rq ue tti Giovanna è un’autrice te l e vis iva atipica. Innanz itutto è m ol to giovane e q ue s to, ne lvide opanoram a ital iano, è già m ol to incons ue to. Inol tre fa tutto da s é, dal l ’ide az ione ai te m i propos ti, dal l o s vol gim e nto al l a re al iz z az ione , dal l e ripre s e ai te s ti. Gl i e s pe rti de l s e ttore l a ch iam e re bbe ro “fil m ak e r”. Giovanna Pal m ie ri, e q ue s ta è l a cos a più s trana in as s ol uto, fa tutto da s ol a, m a non appare m ai. In un’e poca ch e h a, com e cifra s til is tica, l a s ovrae s pos iz ione m e diatica da parte di ch iunq ue rie s ca ad affe rrare una te l e cam e ra l e i, ch e l a te l e cam e ra l a us a, re s ta s e m pre dal l ’al tro l ato. Si s e nte l a s ua voce , agis ce e s i m uove ins ie m e ai s uoi pe rs onaggi, condivide con l oro cas e e s trade e l ocal i m a m ai, ne anch e una vol ta, ce de al l a vanità di s civol are davanti al l ’obie ttivo. Di l e i pe rce pis ci s ol ol ’occh io, ora atte nto e curios o, ora dol ce e com pre ns ivo, ora fie ro e indagatore . È l ’occh io de l l a vide ocam e ra, è q ue l l o ch e de cide cos a guardare in ogni m om e nto de l l a tras m is s ione . “I viaggi di Nina” è s tato uno de i program m i più innovativi e inte re s s anti de l l e s cors e s tagioni. Un m odo di fare te l e vis ione final m e nte dive rs o, più atte nto al l a re al tà vis s uta, al l ’odore de l l a s trada, e vitando l e tavol e rotonde de i s upe r-e s pe rti ch e parl ano, ilpiù de l l e vol te , di cos e ch e conos cono s ol o attrave rs o gl i s tudi e l e rivis te di s e ttore . O pe ggio ancora, pe r s e ntito dire . Ave vo in m e nte d’inte rvis tarl a pe r conto di PiùBLOG m a poi, vis to ch e purtroppo Nina un bl og non ce l ’h a, h o te nuto pe r m e q ue s ta ch iacch ie rata inform al e , fatta poco te m po dopo ave r s cope rto ch e l a “m ia” Nina e ra anch e “q ue l l a” Nina. Mi h a fatto piace re s coprirl o dopo e s s e re dive ntate am ich e ch e e ra l e i, q ue l l a Nina. H a dato val ore alm io giudiz io s uls uo l avoro. Que s ta è l a nos tra bre ve inte rvis ta e pe r ch i non h a avuto m odo di ve de re ilprogram m a, l e puntate de l l a prim a e l a s e conda s e rie s ono facil m e nte s caricabil i in P2P digitando “I viaggi di Nina”, andati in onda s u l a7.

Giovanna Pal m ie ri e Nina: com e arriva al l a te l e vis ione l a prim a, com e nas ce l a s e conda. La prim a ci arriva ne lm odo più banal e ma faticos o pos s ibil e : giornal is ta profe s s ionis ta, s ono l a cam pione s s a ital iana in carica di "s tage s non re tribuiti". Pe r q ue s to m otivo, al l a fine , de vo ave r fatto te ne re z z a a Cl audio Cane pari, uno de i s oci di Magnol ia. Mi h a adottato, ins e gnato, s opportato e ade s s o... e ccom i q ui. Da q uas i 5 anni faccio l ’autore /fil m m ak e r con l ui. Nina è s e m pl ice m e nte il s oprannom e con cui m i ch iam ano al cune pe rs one ch e am o. A parte te ch e m i ch iam i Jo. Iltuo l avoro e inte rne t. In ch e m is ura l o util izzi e q uanto ritie ni pos s a e s s e rti, in futuro, ancora più util e. Inte rne t è l a m ia prim a, pre z ios is s im a fonte , anch e s e non s ono e s attam e nte q ue l l o ch e s i de finis ce un h ack e r. Anz i, a dirti l a ve rità, s ono anch e abbas tanz a goffa. Com unq ue i m ie i "Viaggi" s ono partiti dai s iti inte rne t de l l a com unità l e s bica e s e nz a di l oro s are i ancora l ì, tris te e tapina, albancone de i l ocal i l e s bo, a be re l itri di m oh jito. Tuttavia m i h ai de tto, una vol ta, di ave re poco te m po da tras corre re s u inte rne t, e ch e ci fai poco al tro, a parte s caricare l a pos ta. Ma l a prim a puntata de “ I viaggi di Nina”parte proprio da una rice rca fatta s u Googl e , e dal l a vis ita di s iti e forum de dicati al l ’argom e nto de l l a tras m is s ione , com e h ai appe na confe s s ato. Lo us i davve ro cos ì poco, o m i pre ndi in giro? Sono una ragaz z a s ince ra io! Ci faccio poco q uando s ono già in “viaggio” e h o avuto da inte rne t q ue l l o ch e vol e vo e cioè, com e ti h o de tto, i prim i, pre z ios i contatti. Poi abbandono il m io “uom o” com e una m al afe m m e na e parto s e nz a di l ui. Con l ’opz ione ritorno pe rò, è ch iaro.


Giovanna Pal m ie ri Re s tando s ul te m a inte rne t, ci s ono i bl og ch e s ono dive ntati be n pre s to, ol tre ad un m odo rapido e am pio di condivide re i propri pe ns ie ri e d i propri inte re s s i, anch e un m e z z o pe r m e tte re in ve trina ilproprio tal e nto in vari cam pi, dal l ’as pirante s crittore al fotografo, al pittore , l o s cul tore e via dice ndo. Pe ns i ch e potre bbe e s s e re util e, com e s trum e nto, anch e pe r ch i vol esse s e guire il tuo pe rcors o profe s s ional e? E com e ? Cre do ch e ch i h a tal e nto faccia be ne ad e s prim e rl o in ogni m odo e con ogni m e z z o. Ce rto, da q ui a dire ch e un bl og può val e re q uanto un col l oq uio e pe rch é no, anch e q uanto un m al e de ttis s im o s tage be h , s cus am i, m a è un po’ una l e gge nda. Al m e no pe r q uanto riguarda ilm io s e ttore . Se tu apris s i un bl og potre s ti, condivide ndo l e tue e s pe rie nz e e d iltuo tal e nto, e s s e re di aiuto a tanti ragaz z i e ragaz z e ch e vorre bbe fare il tuo s te s s o l avoro. Io non ti ch ie do s e pe ns i di aprirl o, ma piuttos to, q uando l o farai? Quando q ual cuno più “pratico” di m e m i aiute rà a farl o. Ti candidi? E com unq ue proprio oggi, tra una e m aile l ’al tra, h o vis to ch e e s is te già un bl og ch iam ato "I Viaggi Di Nina", nato l o s cors o m e s e di s e tte m bre . Giuro ch e q ue l l a Nina non s ono io. La prim a s e rie de “ I viaggi di Nina”, program m a ch e h o am ato m ol to e fortunatam e nte prim a di conos ce rti, h a avuto com e protagonis te l e donne , e com e argom e nto l e donne

I te m i trattati da "I viaggi di Nina" sono stati l'unive rso lesbico e le e scort. Non m ale in q uanto a coraggio, pe r una giovane autrice tv.

Que sta in basso è l'unica im m agine conosciuta di Nina, pe r cui sarà ve ram e nte difficile riconosce rla e salutarla pe r strada

ch e am ano donne . Pos s o ch ie de rti q ual i s e ns az ioni e d e m oz ioni, ol tre agl i ins e gnam e nti, h ai tratto da q ue s ta e s pe rie nz a? M i porte rò die tro, prim a di tutto, de l l e am ich e m e ravigl ios e . Tante e m oz ioni m a anch e tanti m om e nti difficil i s upe rati ins ie m e . Le pe rs one ch e h ai vis to in onda s ono tutte pe rs one di cui m i s ono un po’ ”innam orata”, al trim e nti non avre i m ai potuto condivide re tanto te m po con l oro. Una cos a ch e h o im parato (anch e s e fors e è s tata più una confe rm a): tra due am ich e donne , anch e tra q ue l l e ch e s i cons ide rano e te ros e s s ual i, è m ol to più facil e ch e tra due uom ini “s civol are ” ve rs o un rapporto d’am ore . Gran parte de l l e ragaz z e ch e ho incontrato h a avuto l a prim a e s pe rie nz a l e s bica con l a m igl iore am ica de l l ice o ch e oggi, m agari, è s pos ata con figl i. E poi, graz ie a l oro, m i s ono fe l ice m e nte ricre duta s u al cune ide e ch e ave vo: i pre giudiz i s ono s e m pre s tupidi e q uando una rie s ce a l ibe rars e ne dive nta una pe rs ona più ricca. Di cos a ti occupe rai ne l l e pros s im e e diz ioni? Donne ch e h anno un bl og potre bbe e s s e re un ottim o s punto di l avoro. Sto “annus ando” un po’ di s ituaz ioni. C'è s tato un ritorno tra l e l e s bich e , bre ve m a inte ns o, e l a s e rie de dicata al l e e s cort. Pe r q uanto riguarda l e donne ch e h anno un bl og: potre bbe e s s e re un’ide a m a, ripe to, prim a de vo fare pratica io!

h ttp://w w w .l a7.it/tv/


Jacopo Spadoni

Non c'è lim ite alnum e ro di boiate ch e un uom o è capace di dire a una donna di cui è innam orato (Le gge di M urph y) di Jacopo Spadoni (Spad) - Spad, s m e tti di guardarl a! - Non l a s tavo guardando. - M a cos a dici?Com e m inim o ora s ai pure di ch e col ore h a l e m utandine . - M i s cappa, non l o faccio appos ta. - Con m e a fianco? - E al l ora? - E al l ora, Spad, io s ono m igl iore , vogl io s pe rare . - Ce rto. M a l e i è s e xy. - Più s e xy di m e ? - Noi uom ini non abbiam o il s e ns o de l l a com paraz ione . - Cioè? - Pe r noi non e s is te ch e una s ia "più s e xy" di una s e xy. - Siam o tutte ugual i? - No, s ie te "s e xy" e "s e xy". In m odo diffe re nte . M a s e xy e ntram be . - M a io l o s ono di più! - Fors e , non l o s o, m a non conta com unq ue . Conta s ol o ch e anch e l e i s ia s e xy. - Non m i s pie go pe rch é al l ora s tai con m e e non con l e i. - Pe rch é tu s e i be l l a. -El e i no? - Le i anch e . M a tu di più. - Ave vi de tto ch e voi uom ini non ave te il s e ns o de l l a com paraz ione . - La re gol a val e s ol o pe r l 'e s s e re s e xy. - Praticam e nte s iam o tutte ugual i, tranne ch e pe r l a faccia. - Que l l e s e xy, s ì. In fondo noi uom ini s iam o i ve ri rom antici. - Scus a?? - H ai capito be ne . Quando guardiam o un be l cul o, non diciam o "pe rò l a m ia ragaz z a ce l 'h a più be l l o". Diciam o s ol o "ch e be lcul o". M a è guardandovi ne gl i occh i ch e pe ns iam o

"m a l a m ia ragaz z a è m e gl io!". Noi uom ini non vi val utiam o pe r un be lcul o, voi donne s ì. Noi c'innam oriam o pe r ilvos tro s guardo. Voi donne no. - Ce rto ch e no, ch i l i ve de i vos tri occh i? Sono s e m pre puntati più in bas s o! - Non è ve ro, io ti guardo s pe s s o ilvis o. M i piaci pe rch é h ai de i be l l is s im i occh i. - Già, m a vis to ch e s iam o tutte ugual i dal col l o in giù, cos a s ucce de s e incontri una con gl i occh i più be l l i de i m ie i? - Non s ucce de rà. - Com e fai a dirl o, Spad? - Pe rch é io ti s ono fe de l e , Am ore . De l l e al tre guardo s ol o ilcul o.


Paol a Borracci

Anch e gli stude nti non sono più q ue lli di una volta, m ica solo le m e zze stagioni di Paola Borracci (Vipe ra76) w w w .il m ors ode l l avipe ra.bl ogs pot.com Non s o s e ride re o piange re . O ggi, a s cuol a, s i profil ava una giornatina tranq uil l a. Non vol avano be s te m m ie né s e die . Ilte s tos te rone dicias s e tte nne s e m brava dorm is s e . M i s are i goduta gl i e ffe tti e rotoinibitori de l l a m ia m is e da s uora l aica. Pe rfe tto. Ero pronta ad appagare l 'ans ia di conos ce nz a di q uindici giovani virgul ti. Una l e z ione norm al e in una cl as s e norm al e. - Ragaz z i, oggi vi h o portato l e fotocopie de l l 'Il iade . - Ps orè, ti pos s o fare una dom anda? - Dim m i. - E' una cos a de l icata, s ol o tu m i puoi capire ch e s e i anch e un poco pis s icol oga.. - Coraggio, dim m i tutto. - Ps orè, ch e ne h ai pre s i tanti, q ualè l al ungh e z z a gius ta de lcos o de i m as ch i? E non h anno ne anch e l e tto ilbl og.

w w w .m aurobiani.s pl inde r.com


Stre gatta

W e bTim e

Q ue ste particolari cate gorie di ute nti am ano com m e ntare gli articoli ch e le ggono, in m anie ra costruttiva e utile . Ch iunq ue di voi abbia un blog ne avrà incontrato alm e no uno di Stre gatta c’è una cos a ch e h o im parato dal l a m ia bre ve e s pe rie nz a di bl ogge r è ch e l a ge nte h a m ol to più te m po l ibe ro di q ue l l o ch e dich iara. Que s to te m po l ibe ro s e m bra s ia de dicato ad attività ch e norm al m e nte non ve ngono cons ide rate com e pas s ate m pi, m a in fondo ognuno h a i s uoi h obby. Que s te particol ari cate gorie di ute nti, prote tte dal l ’anonim ato e dal m e z z o inte rne t, am ano com m e ntare gl i articol i ch e l e ggono, in m anie ra cos truttiva e util e . Sono ce rta ch e ch iunq ue di voi abbia un bl og ne avrà incontrato al m e no uno:

Ecco una situaz ione l im ite , m a non dim e nticate ch e l a te cnol ogia vi corre in aiuto, con l a possibil ità di postare dire ttam e nte dal ce l l ul are , con m inore ingom bro e l a q uasi ce rte z z a di non e sse re scope rti (soprattutto se sie te donne e sape te finge re un orgasm o).

Il m ae s tro el e m e ntare : q ue s ta figura è una de l l e più diffus e . E’ q ue l com m e ntatore ch e vi corre gge ortografia e anal is i l ogica di ogni s ingol o pos t. Arm ato di s canne r vi s e gnal a acce nti, apos trofi, virgol e, punti e ine s atte z z e s intattich e . Con ins pe rata de diz ione puntual m e nte ricom pare ad ogni vos tro e rrore , anch e s ol o di

w w w .s tre gatta.ne t battitura. Cons ide rando ch e il m io te m po m e dio di s crittura-ril e ttura di un pos t s i aggira intorno ai 5 m inuti ne tti, caus a dis pos iz ione di s ol e e d unich e 24 ore giornal ie re è una de l l e cate gorie ch e m i adora di più. Arm ati di occh ial i da l e ttura e pe nnare l l i ros s i anal iz z ano al di l à de l l o s ch e rm o, com e piccol i pre datori de l l al ingua ital iana.

Lo s tudio l e gal e : Que s ti com m e ntatori di s ol ito s i rite ngono offe s i da q ual cos a ch e voi ave te s critto e ch e l i riguarda (dire ttam e nte o indire ttam e nte poco im porta). Tutti gl i apparte ne nti a q ue s ta cate goria e s igono pre s e ntarvi una pe rs ona, il l oro avvocato. H o s pe rim e ntato ch e e s prim e re un’e s pe rie nz a ne gativa ve rs o un e s e rciz io com m e rcial e o una pe rs ona s e m bra ch e s ia proibito. Que l l e cos e tte l ì, l a l ibe rtà di e s pre s s ione , inform az ione e de nuncia, s ì. Funz ionano s ol o in un s e ns o: i com pl im e nti. M ai rice vuta una m inaccia l e gal e pe r ave r parl ato be ne di q ual cuno. Quas i m ate m atico inve ce il contrario.


Stre gatta

W e bTim e Il profe s s ionis ta: L’ute nte di q ue s ta cate goria è fondam e ntal m e nte più bravo, più be l l o e più buono di voi. Voi s crive te una cos a? Lui l a s a m e gl io, ci l avora da più te m po, l a fa m e gl io di voi. Scattate una foto al vos tro gatto? La l uce e ra s bagl iata, e ra m e gl io in s e ppiato, l ’inq uadratura non e ra al l ine ata. Giocate a pal l acane s tro? Ilprofe s s ionis ta gioca ne l l ’NBA e M ich ae lJordan s i pros tra ai s uoi pie di ogni vol ta ch e l o ve de . Parl ate di farfal l e ? Eh no, pe rch è non s ono ins e tti, s ono l e pidotte ri ignorante ! Ins om m a l ’argom e nto trattato è poco ril e vante , è una battagl ia pe rs a. Googl e s aprà s e m pre tutto m e gl io di voi.

L’ins urre z ional is ta: E’ col ui ch e h a in m e nte s ol o una cos a: l a pol itica. Ve de in ogni vos tro pos t un com pl otto o un te ntativo di propaganda. Voi parl ate de l l a be l l a giornata di Sabato? Lui parl a di Prodi, Fas s ino e Rute l l i. Com m e ntate l ’ul tim o fil m ch e ave te vis to? Parte con Be rl us coni, Fini e Pre s tigiacom o. Parl ate di el e z ioni? E l ui “Lo s ape vo io ch e e ri uno s porco com unis ta/fas cis ta!”. Se nz a s pe ranz a…

Il m al e ducato: Col ui ch e vi ins ul ta cos ì, gratuitam e nte , pe r s port. Quattro parol e ogni cinq ue s ono una parol accia. Santi e ge nitori ve ngono m anipol ati a piacim e nto in com m e nti di ins ul ti di varia natura. Se poi s ie te una donna com e m inim o l avorate s ul l a Col om bo e ave te un m arito cornuto. L’anticons um is ta/e col ogis ta: Attivis ta di Gre e nPe ace , cons um a s ol o al im e nti biol ogici, s ocio fondatore de l l a PETA, dal l a cos cie nz a e col ogica im m acol ata. Natal e, San Val e ntino, Pas q ua, H al l ow e e n s ono diabol ich e fe s te cons um is tich e . Se parl ate de i cioccol atini ch e vi h a re gal ato il vos tro fidanz ato s are te accus ati di al im e ntare i fondi de l l e grandi az ie nde ch e s pe cul ano s ui pae s i pove ri. Se raccontate de i re gal i s cartati a Natal e , faranno appe l l o al l a vos tra cos cie nz a e col ogica e d agl i al be ri s acrificati in nom e de l l a vos tra carta da re gal o con l e gh irl ande . Se dite ch e s orpre s a ave te trovato ne l l ’uovo di Pas q ua parl e ranno di M al ou, un bam bino cine s e di s e tte anni, ch e h a cucito tutta l a notte il vos tro pupaz z e tto portach iavi. H al l ow e e n? Ch e s ie te m atti a fe s te ggiare H al l ow e e n!?! Ve nduti agl i s tatuninte ns i…

Il tacch ino: O vve ro il rim orch iatore da bl og. Gl i approcci s ono i più vari, ma fondam e ntal m e nte l ’obie ttivo è s e m pre il m e de s im o: abbordarvi. Ils ogge tto in q ue s tione è is critto a tutti i s iti de diti agl i incontri am oros i, com pre s o il forum di El iana M onti e l a fanl is t di M arco Pre dol in. H a ins tal l ato s uls uo pc ogni tipo di s oftw are di m e s s aggis tica is tantane a e pos s ie de 5 m ail dive rs e con fas ce d’e ta s e l e z ionabil i ad h oc. Probabil m e nte più diffus o ne i bl og di fe m m ine a natura, non e s ul a com unq ue dal l ’infe s tare anch e bl og m as ch il i. Ve di m ai ch e il bl ogge r in q ue s tione abbia una s ore l l a m ode l l a…


Bl im unda

M i s tringe un po’s uls e no ovve ro ilde cal ogo ol tre l a te rz a La m ate rnità oltre alnascituro porta anch e due taglie in più di se no. Una fortuna?Non è se m pre così... di Blim unda (Barbara Sgarzi)

L a

te rz a

ch e

abbondante

m i h a fune s tato

dal l ’adol e s ce nz a, l a

gravidanz a

con è

dive ntata una q uarta, anch ’e s s a gratificata da q ue l l ’”abbondante ” ch e fa tanto porz ione da trattoria di provincia. Una col l e ga ie ri m i h a fatto pre s e nte ch e ci vogl iono due

anni (!) affinch é tutti gl i

orm oni

de l l a

abbandonino

il tuo

gravidanz a corpo

e

cons e ntano q uindi al s e no di s ce nde re

(pre ce duto dal tipico

rum ore di s l avina, pre s um o). Ch e

s ia ve ro o no, il m io

probl e m a è ora. Pe rch é è arrivata

Alcuni de i com m e nti all'articolo

una tie pida prim ave ra e l e ve trine

s ulblog:

traboccano di de l iz ios i ve s titini, top s col l ati, te s s uti im pal pabil i. E

Dania

im portabil i pe r ch i s upe ra l a

La re gola s otto la te rz a m is ura,

s e conda. Pe r cui, re duce da una

inve ce , è una s ola: im bottire .

paio d’ore di te ntato s h opping,

Sarina

s til o q ue s to de cal ogo a us o e

davve ro s im paticis s im a ..m a

te ttone .

s e pos s o darti un cons iglio

Le gge te , prim a di us cire a rifarvi

fre gate ne e os a le s collature ..

ilguardaroba e s tivo.

os a os a … e ve drai!!

cons um o

de l l e


1 Que lde l iz ios o top ch e s ul m anich ino s civol a com e s os pe s o da una bre z z a paradis iaca s e nz a incontrare re s is te nz a al cuna, s u di voi farà il te m utis s im o e ffe tto di una “ m ortade l l a ne l te trapack ”; 2 I cos idde tti col ori prim ave ril i (tutti i pas te l l o e s e gnatam e nte gl icine , gial l ino, al bicocca, cre m a ros a e cce te ra) al l argano im pie tos am e nte ch e ne m m e no l o s ch e rm o al pl as m a. Già ch e ci s iam o, l e s pal l ine s ottil i s ono da e vitare com e l a pe s te ; 3 I de l iz ios i abitini l e gge ri, oh , cos ì fe m m inil i ch e , s e m pre s ul m anich ino, paiono ave re una s col l atura ragione vol e con anch e un vago e ffe tto riduce nte , s u di voi ris ul te ranno una s pe cie di pus h up s para cape z z ol o s ul m ode l l o Bagagl ino; 4 Le s tam pe fantas ia di q ual unq ue tipo, a parte fors e ilne ro s u ne ro, vi danno un’al l ure da fl orida pas tore l l a s viz z e ra; 5 Se davanti ai vos tri dubbi l a com m e s s a ce rca di convince rvi con una de l l e s e gue nti fras i: “Ve s te be ne ”, “Scivol a e non s e gna”, “Non è

troppo ade re nte / s col l ato/ s ciancrato”, e vitate pure di provarl o. L’im m agine ch e vi re s tituirà l ’im pie tos o s pe cch io de l cam e rino il l um inato al ne on avrà s ul l a vos tra autos tim a l o s te s s o e ffe tto dirom pe nte de l l ’incontro con un e x ins ie m e a una più be l l a, al ta, m agra, giovane di voi;

Bl im unda

6 Al l a l arga da q ual s ias i griffe ch e non pe rm e tta di s paiare tail l e urs e bik ini. Le probabil ità ch e l a s te s s a tagl ia vi s tia be ne s ia s otto ch e s opra s ono m ol to più ch e re m ote ; 7 I re ggis e ni ch e “ riducono una tagl ia” s ono com e l a m adrina de l l e favol e: non e s is tono e s e l o ave te com prato ve ne s ie te già re s e conto;

9 Cre m e , ge l , e ffe tto te ns ore , ras s odanti, ungue nti m iracol os i e be ndaggi da Tutank am on e cce te ra non funz ionano, 8 Am m az z arvi di pe ttoral i anch e s e pe r acq uis tarl i s pe rando in una ave te ipote cato l a cas a. La riduz ione de lm ate rial e di doccia fre dda s e rve s ol o a cui vi h anno fornito l ì re nde re ancora più davanti è inutil e . Cre de te traum atico il vos tro ancora ch e bas ti rie m pire ris ve gl io. Gl i im pacch i di due bottigl ie di s abbia s al e l as ciate l i al l ’orata; pe r “otte ne re e fficaci m anubri ch e in poch i 10 Non im porta l a cifra ch e m inuti al giorno ave te pagato pe r una ridurranno ilvos tro s e no cam icia/t-s h irt/m agl ia; l a re nde ndol o più tonico”, vos tra am ica con una com e ave te l e tto s ul s e conda s arà s e m pre m ol to vos tro s e ttim anal e più ch ic di voi, anch e s e s i pre fe rito?Sie te pate tich e . ve s te l ow cos t.


Vis conte s s a - CH E

DICI SONO TROPPO AGGRESSIVE QUESTE SCARPE?

L'acq uisto di un paio di stivali può dive ntare una ve ra e propria avve ntura anch e pe r una donna ricca di "savoir vivre " di Giovanna H ugue s (Visconte ssa)

L

i te ne vo d'occh io orm ai da m e s i. Al m e no un paio di vol te al l a s e ttim ana pas s avo di fronte

al l a ve trina

fos s e ro s e m pre

e

control l avo

ch e

l ì. Poi un giorno s ono

Ilprim o libro di Giovanna H ugue s , "Diario di una m agnifica m as s aia q uarante nne " è e dito da Scrittom is to, cas a e ditrice nata

e ntrata e l i h o provati anch e s e ilm io num e ro e ra finito

s ul w e b e m olto atte nta ai blogge rs .

e m i s are i dovuta acconte ntare di q ue l l o s opra. "Con

Giovanna, inoltre , s crive ogni s e ttim ana

una s uol e tta" h o pe ns ato "pos s o cal z arl i be nis s im o". E

s ulFire nz e

Le gam be m i s i s ono fatte m ol l i, due gros s e l acrim e h anno s ol cato l e m ie guance , un url o di dol ore m i s i è un paio di s tival i troppo grandi. s t roz z at o in gol a e s ol o un at t im o prim a di s tram az z are Ve ne rdì, m e ntre m i tras cinavo s tancam e nte pe r i s al di o h o ripre s o ilcontrol l o di m e s te s s a e con un de lce ntro, s ono tornata a s birciare l a ve trina e l oro, in als uol ottim is m o davve ro fuori dal l a norm a h o pe ns ato ch e in tutto il l oro s pl e ndore , e rano ancora l ì, anch e s e f ondo q ue l l o e ra un ne goz io pie no di s tival i be l l is s im i e q ue s ta vol ta ilcarte l l ino ai l oro pie di annunciava l o ch e un paio anch e pe r m e , cos ti q ue lch e cos ti, l o avre i s conto de l50% . t rov at o. H o avuto com e un s us s ul to, un m ancam e nto, una e l acrim e , m i s ono s is te m ata i cape l l i e s carica e l e ttrica l ungo l a s ch ie na, un brivido ch e m i h a H o as ciugato l e us s aro s ono e ntrata ne lne goz io. pe rvas a a m o' di orgas m o cons um is tico raggiunto con con pas s o da ge ne ral De nt ro, de cine di donne s carm igl iate corre vano s cal ze un q ual ch e ogge tto fe tis h di cul to. e e s tival i in m ano;pe r pote rs i s e de re o anch e Sabato al l 'ora di pranz o q uindi (inde rogabil i im pe gni con s catol s ol o pe r guardars i al l o s pe cch io bis ognava m e tte rs i in pe r il s abato m attina m i h anno im pe dito un più a; cl ie nti im paz z ite de vas tavano gl i s caffal i m e ntre un te m pe s tivo inte rve nto) m i s ono re cata con ilcuore in fil capanne l l o di m ariti atte rriti s tava rintanato in un angol o gol a ve rs o ilm io ne goz io pre fe rito di s tival i. in f ondo al ne goz io. Es s e ndo l 'ora di pranz o pe ns avo di e ntrare ne l ne goz io e trovare una ge ntil e e d os s e q uios a La cas s a batte va s contrini s e nz a s os ta m e ntre due com m e s s a ch e m i avre bbe ch ie s to in cos a pote va com m e s s i s tre m ati, un uom o e una donna, s udavano a te m pe ratura fos s e m ol to e s s e rm i util e . M i im m aginavo indicare trionfante l o copios am e nte nonos tante l bas s a. s tival e in ve trina e q uindi accom odarm i s ul l a s office a prim a cos a ch e pol troncina m e ntre l e i, in ginocch io davanti a m e , s i Quando e ntri in un ne goz io de lge ne re l 'angol o de l ne goz io dove s i pre m urava di e s trarm i l o s tival e ch e indos s avo pe r de vi fare è individuare l accal cano l e cal oros e de l l o s h opping. Non è difficil e : da farm i cal z are q ue l l o ch e ave vo s ce l to. una parte , di s ol ito in pie di, ci s ono donne norm al m e nte Inve ce … Inve ce q uando s ono arrivata a circa cinq uanta m e tri ve s tite ch e atte ndono e ducatam e nte ilproprio turno (ch e non arrive rà m ai) e dal l 'al tra, inve ce , ci s ono donne dalne goz io, m i s ono accorta ch e q ue l l a re s s a ch e l 'ul tim a m oda ch e form ano de i ve ri e propri intrave de vo in l ontananz a s i s tava accal cando proprio ve s tite al gruppi di s ol idarie tà fe m m inil e ne i q ual i cias cun ne lne goz io de i m ie i s tival i. e al l a M i è m ancato ilfiato, m i s ono fe rm ata al l 'im provvis o com pone nte s i prodiga pe r pas s are uno s tival e un cons igl io affinch é l a s ua pre s e nz a e con un groppo al l a gol a e url ando "noooo!" s ono cors a vicina o darl q uindi l a s ua pe ricol os it à, s ia l a più bre v e pos s ibil e. di fronte al l a ve trina dove , com e im m aginavo, e ra rim as to de i m ie i s tival i, s ol o ilcarte l l ino con ilpre z z o. Andati, ve nduti, finiti. w w w .vis conte s s a.com poi non s are bbe s tata l a prim a vol ta ch e acq uis tavo


Vis conte s s a

In fondo a de s tra, infatti, c'e ra un

- Ch e dici s ono troppo aggre s s ive q ue s ta

- Signora - gl i h a ris pos to l ui ge l ido

gruppe tto di as s atanate

s carpe ?

– q ue l l i non s ono nos tri, de vono

de l l o s tival e

ch e s i s cam biavano cal z ature e cal z ini,

-

si

be nis s im o,e

s fil avano

s tival i a

vice nda

e

Sono

aggre s s ive s e condo te

contrattavano addirittura i pre z z i de i

s tanno m e gl io?

m e de s im i com e

-

m as s aie

al m e rcato

Que s ti

s on

ma ch e

ti

s tanno

s tival i mi

s ta provando un al tro paio! - O ooh ! Pe ccato! E non ave te

davve ro

m as s icci,

ma

s e condo m e ti s tavano m e gl io q ue l l i ch e

al l e pre s e con ilradicch io tardivo.

e s s e re di q ual ch e cl ie nte ch e ne

l i… .ah q ue l l i ch e ora M i s ono dire tta ve l oce m e nte ne l h ai provato prim a, q ue l e i… s e nti s cus a, gl ie l i fare s ti m ucch io e h o s ubito ras s icurato indos s a l i s tival i ch e … ..accide nti! m a un'ince rta s ul l o s tival e ch e s tava riprovare q ue gl q ue l l o ch e h ai s ul l a s inis tra ti s ta indos s ando. "E' be l l is s im o" l e h o de tto

nie nte di s im il e ?– Poi m e ntre l ui s tava pe r m e tte rl e l e m ani

al col l o

l 'inopportuna

pe r

cl ie nte

s offocare de ntro

al

gam bul e di uno s tival e , una s ignora cicciote l l a con un cappottino bl u,

be nis s im o, s ai m ica s e c'è anch e in ne ro?

una s ciarpe tta ros s a e l 'om bre l l o in

s inis tra m a non è col pa de ltuo pie de , l o

- Si, c'è in ne ro m a tu ch e num e ro porti?

m ano, s i avvicinava alcom m e s s o

guardavo prim a m e ntre

Pe rch é il39 è finito e infatti q ue s to m i s ta

re cl am ando ils uo turno.

q ue l l a s ignora l aggiù e face va ildife tto

un po' piccol o è un 38… pe rò h ai vis to q ue l l i

L'ave vo

anch e a l e i… s e condo m e portandol i l a

ch e h a q ue l l a ragaz z a l aggiù! Sono m ol to

pe rch é e ra una di q ue l l e cl ie nti ch e

pe l l e s i am m orbidis ce e … . ti s piace s e l o

s im il i a q ue s ti m a s e condo m e s ono più

as pe ttavano

provo anch e io m e ntre tu provi gl i al tri?"

be l l i s ol o ch e il39 di q ue l l i m i s ta un po'

proprio turno, donne

e cos ì m i s ono s e duta e h o com inciato

grande e … ..s ai m ica q uanto cos tano q ue l l i?

al l o s h opping s e l vaggio, incapaci di

a provare gl i s tival i ch e giace vano già

- No, non l o s o m a as pe tta ch e guardo in

affrontare

als uol o cos icch é q uando ilcom m e s s o

ve trina tanto non ci vuolnie nte … e dov'è il

pre cauz ioni e

s tre m ato è tornato con al tre

com m e s s o?

s pe s s o

s catol e di s carpe , h o potuto s pacciarm i

- Eccol o! Se nti io vorre i provare un 39 di

as pe ttative di acq uis to. Com e s e l e

pe r una ch e e ra già l ì da m ol to te m po e

q ue l l i ch e indos s a q ue l l a s ignora l à m a io l i

donne

a cui l ui ave va già portato al tri s tival i.

vorre i ne ri, ci s ono?E poi s e m i porti un 38

davve ro bis ogno di com prare

-… .ti dis piace s e provo anch e gl i al tri?

di q ue l l il aggiù pe rch é l e i m i h a de tto ch e il

paio di s tival i!

-..al tri, q ual i al tri? – m i fa ilcom m e s s o

39

Io com unq ue , dopo circa un'ora,

m e ntre m i guarda com e s e fos s e l a

ve ngono q ue gl i s tival i ch e indos s a q ue l l a

s ono us cita con due paia di s tival i

prim a vol ta ch e m i ve de .

con ilcappotto ve rde ? Lo s tival e q ue l l o a

alpre z z o di uno: s ono rius cita a

- ce rto con tutta l a confus ione ch e c'è… ti

de s tra?E… .

farm i fare un ul te riore s conto pe r

"anch e

se

ti fa un dife tto q ui s ul l a l o provava

ve nti

cal z a poco e

poi… s cus a m a q uanto

ato ad un ce rto punto il ricordi? Vol e vo provare q ue l l i con il -Bas ta! - h a url a tacco più al to ch e s ono in ve trina s ul l a com m e s s o dopo ch e una s ignora s pagnol gl i h a ch ie s t o in ingl e s e s e l o s t iv al e ne ro de s tra. ch e s tava provando avre bbe potuto E con q ue s to m i s ono pe rfe ttam e nte

notata

appe na

e ntrata

ordinatam e nte

il

dis abituate

i s al di con l e dovute pe r q ue s to troppo

de l us e ch e

ne l l e

e rano

l oro

l ì ave s s e ro un

una m inus col a s cucitura di un paio de i due . Non s i ve de va q uas i m a h o m inacciato ilcom m e s s o, s e non mi

ave s s e

fatto

l o s conto, di

inte grata ne lgruppo e h o fatto anch e io

m e tte rl o anch e con un pantal one m arrone .

togl ie rm i gl i s tival i e portarl o fuori a

l a m ia parte cos ì m e ntre ce rcavo di

E m e ntre l 'url o rie ch e ggiava ancora ne l l e

ve rificare ilfal l o.

provare gl i s tival i ch e ave va indos s o l a

nos tre ore cch ie di s col are tte col te in fal l o

Lui inorridito dal l a pros pe ttiva, h a

tra m ia vicina, un'al tra m i dice va ch e q ue l l i durante una ch ias s os a ricre az ione , un'al a alcom m e s s o ch e cal z avo m i s tavano be nis s im o e s i s ignora s i avvicinava garrul i intonavano pe rfe ttam e nte con i col ori e ch ie de va di provare un paio di s tival v e rdi ch e giace v ano abbandonat i al s uol o. con cui e ro ve s tita.

battuto rapidam e nte l o s contrino e m i h a s al utato con un s inis tro "Addio". Io s ono us cita s oddis fatta e inde nne de lne goz io.


Bl ogTim e Rubrich e Le donne conse rvano se m pre l ’ide a di un uom o pe r tutta l a vita. Al m e no l 'ide a... di France sca Fe rrara

C

om unicare s ignifica tras fe rire e tras m e tte re un q ual cos a ch e abbia un conte nuto attrave rs o un fl us s o ve rbal e fatto di parol e ch e e s prim ono pe ns ie ri, opinioni, inte nz ioni, ide e e s e ntim e nti. L’uom o è un e s s e re com unicativo. Il ve rbo, dopo il re s piro, è ilpe rno principal e attorno a cui ruota l a s ua e s is te nz a: in fam igl ia, com e a s cuol a, in s ocie tà, s ul pos to di l avoro m a q uando s i tratta di inte ragire con un e s s e re di s e s s o oppos to l a com unicaz ione , già com pl e s s a di pe r s é, acq uis ta s fum ature di varia difficol tà ne l l ’affannos a rice rca di trovare un canal e di acce s s o al l a più particol are e varie gata capacità e d inte s a com unicativa de l l a donna ve rs o l a q ual e parte il doppio binario: com unicaz ione ve rbal e e com unicaz ione fis ica, ovve ro il corpo pe rch é anch e q ue s to s i e s prim e attrave rs o un s uo l inguaggio. Non m ancano a tal propos ito s upporti da cons ul tare q uando l e cos e s i fanno difficil i: rivis te , s e s s uol ogi, ps icol ogi e confide nti più e s pe rti (e m agari più s aggi) s e m pre dis ponibil i a dare al l ’occorre nz a, a pagam e nto e non, q ual ch e s ugge rim e nto s ul da fars i. Non è un cas o ch e l a particol arità di q ue s ta com unicaz ione tra due inte rl ocutori pe r q uanto com pl e m e ntari, oppos ti, s ia s tata l ’ide a s ul l a q ual e cre are l a s ce ne ggiatura pe r ilpiù fam os o s e rialtv am e ricano Se x& Th e City, oggi anch e fil m , prim o ne l l a cl as s ifica de gl i incas s i. La s e rie , grande m ae s tra e guida s ul l a varie tà de i rapporti tra uom o e donna, in q ual s ias i acce z ione , h a conq uis tato tutte l e donne , dal l e giovanis s im e al l e più m ature d’e tà. In e ffe tti, s i tratta di ge ne raz ioni e ge ne raz ioni m a tutte alfe m m inil e ? Dinanz i a q ue s to s ucce s s o tutto ros a, boa di s truz z o e pe rl e , pail l e tte s e griffe , com e s i s ono re gol ati gl i uom ini?Qual e fe e dback pe r l oro?Se ils ogno di Carrie Brads h aw (protagonis ta e voce narrante ) ne lfil m giunge rà all ie to e pil ogo, com e va ne l l a vita re al e dove l a s te s ura de l l a s ce ne ggiatura è de cis am e nte più com pl e s s a?L’uom o e l a donna ne lXXI° s e col o com e s i re l az ionano?

w w w .capricciol e tte rario.it M e z z os angue tra l a Cam pania e l a Sicil ia s i occupa di giornal is m o e com unicaz ione a Napol i, s ua città natia dove vive e l avora. Appas s ionata di Inte rne t, s i s doppia ne l l a Bl ogos fe ra, con i s uoi due bl og: uno pe rs onal e (france s cafe rrara.ne t) dove am a pre nde rs i anch e in giro e CapriccioLe tte rario.it, dove l a burl a l as cia s paz io al l ’attual ità e al l a s e rie tà de l l a notiz ia.


France s ca Fe rrara Qual i i punti di contatto e q ual i i punti di dis tacco? Inte re s s i e pas s ioni com uni s icuram e nte cos tituis cono una buona bas e d’approccio m a bas te ranno a s oddis fare gl i appe titi de l l ’anim a e de l l a carne ? Non e s is te una ris pos ta as s ol uta pe rch é ogni cas o è dive rs o. E l e te orie e l e opinioni in m e rito al l a m onogam ia e pol igam ia (fe de l tà e infe de l tà) s ono vas te e varie anch e in bas e al l e cul ture de i popol i e a q ue l l e pe rs onal i. Le m odal ità di acce s s o al l a com unicaz ione dire tta con l ’inte rl ocutore de l l ’al tro s e s s o, pe r q uanto pos s ano e s s e re s im il i agl i al tri, in q uanto e s s e ri unici, h anno s e m pre una s facce ttatura s ingol are ch e l i dis tingue da q ual s ias i al tro dial ogo. Qual cos a ch e fa l a diffe re nz a l a s i può ris contrare ne l l ’approccio al l e cos e , ne l l a ris pe ttiva e pe rs onal e m odal ità di vive rl e. Ol tre ad e s s e re una fras e fatta e un l uogo com une , è ve ro ch e gl i uom ini di un te m po non ci s ono più;o m e gl io, in una m odal ità più raz iocinante : gl i uom ini rom antici, coraggios i, gal anti, ris pe ttos i, prote ttivi ch e gl i s ce ne ggiatori am ano dis e gnare com e ve s titi cuciti s u m is ura - pe r i l oro attori, q uando m ai s ono e s is titi?E s e e s is tono s ono be n poch i ris pe tto al l a m as s a ch e fa capo al l al is ta “roz z i e gre z z i”. Dal l a notte de i te m pi, s ono cam biati i pe rs onaggi m a l a s toria, s pe s s o e vol e ntie ri, s i ripe te . La cas is tica di donne ch e s i innam orano s e m pre de l l ’uom o s bagl iato è m ol to l unga (s ucce de di tanto in tanto anch e agl i uom ini). C’è ch i parl a di k arm a e ch i di e q uil ibri ps icol ogici e m e ntal i. Cos ì, s iccom e il ge ne re “principe az z urro” ol tre ad e s s e re una caratte ris tica al q uanto da favol a e fiaba può e s s e re un cas o raro ne l l a vita re al e , al l o s te s s o m odo, uom ini di s tam po rom antico pos s ono e s s e re e cce z ioni, ch e vi s ia re gol a o m e no, de l l e ve re m os ch e bianch e . Bis ogne re bbe dom andars i cos a h a portato l a s ocie tà de lXXI° s e col o ad e s s e re cos ì aggre s s iva, m ate rial e,

opportunis ta e dis am orata ne i s e ntim e nti: ne l l ’am iciz ia e ne l l ’am ore . Fatti di cronaca ci raccontano di infanticidi, de l itti pas s ional i, ince s ti, orge , viol e nz e carnal i e ps icol ogich e di ogni tipo e ge ne re , s atanis m i, ve re e proprie torture . Se s s o e Sangue fanno notiz ia e attorno a l oro q uas i m ai m anca l a voce Sol di. Raro ilcas o in cui l e buone az ioni m ante ngono banco s ul l e cope rtine de i giornal i: az ioni di ge nte com une , az ioni ch e parl ino di un fiore re gal ato al l a propria donna, o anch e , pe rch é no, alproprio uom o in un giorno q ual unq ue o di adoz ioni, nonos tante s i abbiano già de i figl i propri, oppure di az ioni tal m e nte forti e pe ne tranti vol te al ris anam e nto de i m al i s ocial i in una m anie ra pe rm ane nte . Sicuram e nte s i tratta di argom e nti, atti e s ituaz ioni m ol to ide al is tich e e ch e ras e ntano l ’utopico s contrandos i con una più ch e m ai atroce , fe roce e cruda re al tà ch e racconta be n al tri capitol i e paragrafi l ontani da dol ce z z a, ge ntil e z z a, al truis m o, ge ne ros ità, condivis ione , e tica e m oral e. Cos a s ognano l e ragaz z e e l e donne oggi? Cos a s ognavano ie ri? Cos a è cam biato?Qual e , in una s cal a m e dia di val ori h a l a priorità s u tutto? L’am ore ? La Fam igl ia? Il Se s s o? I Sol di?La Sal ute ?La Carrie ra?Le più pratich e e raz ional i difficil m e nte porranno i s e ntim e nti alprim o pos to (e q ue s to non pe rch é prive di cuore m a m agari pe rch é dis incantate ) a diffe re nz a de l l e più rom antich e m a cre do ch e s i pos s a l ibe ram e nte affe rm are ch e tra ie ri e d oggi, a parte ce rti us i e cos tum i (oggi più l ibe ri ch e ne l pas s ato) l e donne , indipe nde nte m e nte da com e poi l a vita l e conduca a com portars i (tradim e nti a parte ), cons e rvino s e m pre l ’ide a di un uom o pe r tutta l a vita ch e l e appagh i com e ne s s uno m ai abbia fatto prim a. Uom ini, uom inicch i e q uaq uaraq uà, e s trove rs i, introve rs i, s facciati, tim idi, com unicativi, om bros i s ono s ol o al cuni de l l e varie nom e ncl ature ch e

ne l te m po e ne l l a s toria s ociops icol ogica s i s ono s til ate . Se m pre più rari s ono gl i uom ini i q ual i l e donne cons ide rano con una m arcia in più: s pe cial i. M a ‘s pe cial i’ in cos a? Sicuram e nte ne l l ’ave re q ue l ‘q uid’ ch e al tri, ai propri occh i non h anno. Un m inim o com un de nom inatore l o si può ris contrare ne l l a rice rca de l l a s intonia m e ntal e , ps ich ica e fis icos e s s ual e ch e ogni donna (cacciatrice o pre da, dom inatrice o s ch iava) ce rca ne l l ’inte rl ocutore ch e gl i inte re s s a. C’è ch i l a trova s u tutti e tre i fronti. C’è ch i ris contra una com patibil ità s ol o in parte m a al l a fin fine a cre are l ’unione , ol tre l o s pontane o e s tuz z icante fe e l ing, è l a vol ontà de l l e parti inte s a ne l ris pe tto re ciproco de l l e proprie pos iz ioni in un fl us s o continuo di s cam bi ve rbal i: un dial ogo ch e non h a paura de l l e dive rs ità o de l l e diffe re nz e m a ch e è vol to al l a conos ce nz a profonda e d intim a e alconfronto l ’un con l ’al tro. I s ogni non è de tto ch e s iano condannati a rim ane re de ntro ilbuio cas s e tto intris i di naftal ina. Non è de tto ch e s i re al iz z ino tutti m a prim a o poi q ual cuno ce l a fa. Ce l a può fare . In parte bis ogna vol e rl o, dal l ’al tra bis ogna e s s e re fortunati , un po’ com e q uando l e cos e capitano pe rch é s i s tava alm om e nto gius to ne l l uogo gius to con l a pe rs ona gius ta. E s e una parte di de s tino ce l a facciam o noi con ilnos tro m odo di agire e di approcciars i al l e cos e o al l e pe rs one , l ’al tra rim ane figl ia de lcas o, de lfato e de l l e coincide nz e . O vviam e nte , non tutti o tutte l a pe ns e ranno’ fifty-fifty’ m a ciò ch e conta è ilris ul tato final e.E cos ì, s e l a Carrie m ondial e è rius cita a s pos are ils uo M r. Big, tra tira e m ol l a, al ti e bas s i, dopo die ci anni di fre q ue ntaz ione , non è de tto ch e prim a o poi, q ue s to non pos s a accade re , anch e pe r q ual cuna, ne l l a vita di tutti i giorni, q ue l l a non da fiction m a ch e con l a fiction, de l l e vol te , può condivide re tanto (più di q uanto s i pos s a im m aginare ).


Pl acida Signora Q uante storie e q uante le gge nde sono passate pe r i bar e i caffè italiani. Un piccolo cam pionario di e ve nti d'altri te m pi di M itì Viglie ro (Placida Signora) I m oti de lRis orgim e nto e bbe ro s pe s s o com e “ce ntro ope rativo” de i l ocal i pubbl ici al l ’appare nz a innocui e pacifici com e i caffè. A M il ano il Caffè de l l e Col onne a San Babil a, “s ul l ’angol o di via Bagutta col Baguttino”, dal18 al23 m arz o 1848 fu l a ve ra col onna de l l a re s is te nz a m e ntre ne l Caffè Biffi ne l l a notte de l10 m arz o con una s al vie tta candida, una te ndina ve rde e un pe z z o di panno ros s o ve nne cre ata una bandie ra ch e Scipione Baraggia, giovane cam e rie re l ì im pie gato, m is e a s ve ntol are s ulportone ce ntral e de lDuom o il20 m arz o m attina, q uando ancora l a città e ra in m ano ai “tode s ch ”. La barricata ch e s orge va s ul l ’angol o de l l a Cors ia de i Giardini (via M anz oni) con l a Contrada di San Giovanni al l a Cas a Rotta (attual e piaz z a de l l a Scal a) fu al l e s tita s oprattutto con l e s e ggiol e, l e panch e , i banconi e i tavol ini de l Caffè M artini, fre q ue ntato abitual m e nte da Tito Spe ri, M az z ini, Cairol i e Garibal di; ne lCaffè Cova (ch e al l ora e ra al l ’angol o fra via Ve rdi e via

w w w .pl acidas ignora.com M anz oni), i capi de l l a rivol ta proge ttarono, durante l a q uarta giornata, l ’as s al to al Pal az z o de lGe nio in via Tre M onas te ri (ora via M onte di Pie tà). M e ntre e rano riuniti a organiz z are , una pal l ottol a aus triaca col pì un grande s pe cch io de l l ocal e, ch e ve nne cons e rvato ge l os am e nte pe r m ol ti anni e d e s pos to al pubbl ico ornato di nas tro tricol ore e l a targh e tta “21 m arz o 1848”. O rre ndo ilfatto avve nuto il22 m arz o al l o s com pars o Caffè Gnocch i, dirim pe tto l a fe rrovia M il ano-Tre vigl io, s taz ione di Porta Tos a (Porta Vittoria). Due ce nto s ol dati croati, dopo ave r s paccato l a porta ad acce ttate , vi irruppe ro url ando, cantando e gh ignando, be vve ro tutte l e bottigl ie , l e garono il proprie tario Le opol do Parm a e viol e ntarono in branco l a m ogl ie di l ui, Luis a Gnocch i, incinta di s e tte m e s i. Poi l inciarono ilm arito, face ndol o a pe z z i; infine de pre darono ilcaffè, dis trugge ndo e ince ndiando tutto ciò ch e non pote vano portar via.


Pl acida Signora A Torino, ilM arch e s e Carl o Em anue l e Birago di Vis ch e incaricò l ’Antone l l i di proge ttare ne l1832, ne l l a s ua ce l e bre cas a triangol are de tta “l a fe tta di pol e nta”, un l ocal e ch e os pitas s e il Caffè de lProgre s s o. Il l uogo (al l ’incrocio tra cors o San M auriz io e via Ve rdi) e ra al l ora poco battuto e ilCaffè, proprio pe r vol e re de l Birago, dive nne ritrovo pre dil e tto de i più fe rve nti carbonari de l l ’e poca graz ie al l a s ua s truttura: ave va due piani al l a l uce de ls ol e e due s otte rrane i (ricavati dal l e profondis s im e fondam e nta de l pal az z otto) dai q ual i partivano due infe rnotti, gal l e rie s otte rrane e

Biografia

util is s im e in cas o di re tate pol iz ie s ch e e re l ativa fuga de i cos piratori. Una conduce va ai M uraz z i di via Po, l ’al tra – pare – arrivava s ino in piaz z a Cas te l l o, ne i fondi di Pal az z o M adam a. Infine l ’8 fe bbraio de l 1848, in una s al e tta appartata de lCaffè Naz ional e gre m ita di giovani ans ios i, un com m os s o e anz iano Robe rto D’Az e gl io (frate l l o di M as s im o) l e s s e il procl am a con cui Carl o Al be rto annunciava alpopol o l a conce s s ione de l l a Cos tituz ione . © M itì Vigl ie ro

inte nz ioni di ris ul tare un fe roce e s atirico at t o di accus a ne i confronti de l l a s cuol a Nata a Torino un po' di anni fa; dal19 80 iana, m a ch e è im m e diatam e nte vive a Ge nova. Laure ata in Le tte re ital dive ntato un be s t s e l l e r de l l a narrativa Mode rne con una te s i s u Vittorio G. e Ros s i, h a ins e gnato pe r die ci anni ne i um oris tica, dando vita a un'inte rm inabil a di im itaz ioni. l ice i pre parando s oprattutto i "m aturandi"; s e q ue l Da al l ora è dive ntata un'autrice di q ue l l e ne l fratte m po s crive va s u rivis te l anti"; non pe r nul l a è s tata s pe cial iz z ate q ual i Re s ine , Cronoram a e cos idde tte "bril l 'unica s crit t rice donna ad e s s e re s tata Ottonove ce nto cos e m ol te s e rie e s agge vol te al Fe s tival riguardanti l a s toria de l l a l e tte ratura pre m iata due e de l l 'Um oris m o di ital iana, s ua grande pas s ione . Poi, ne l Inte rnaz ional Bordigh e ra. 19 9 1, h a pubbl icato Lo Stupidario de l l a Maturità; un l ibro ch e ave va tutte l e Dopo ave r dato de finitivam e nte addio

al l 'ins e gnam e nto, l as ciando com e te s tam e nto s piritual e Maturità, poe s ie in pros a, te s to s acro pe r gl i s tude nti in cui s ono racch ius e tutte l e s ue l e z ioni ai m aturandi, h a iniz iato s e riam e nte l a carrie ra di s crittora s fornando un l ibro al l 'anno e occupandos i anch e com e giornal is ta (Il Giornal e , Re pubbl ica, Libe ro, Cos m opol itan, Anna, Ticino 7, e cc.) de l l a m ate ria ch e l a affas cina di più: l a varia um anità e l a s ua s toria. (tratto da h ttp://m iti.vigl ie ro.com )


Bl ogTim e Rubrich e

Se l o ave sse conosciuto Q ue ntin Tarantino, in "Pul p Fiction" l a b attuta sare b b e stata: "Sal ve , sono M iste r Be ggi. R isol vo prob l e m i." di Andre a Be ggi

S

in dagl i al bori de lW W W (W orl d W ide W e b), ci s i è accorti ch e l a facil ità di pubbl icaz ione ed e s pre s s ione de l l e proprie ide e avre bbe cam biato pe r s e m pre il m odo di fruire e fornire inform az ioni. Uno de i prim i fe nom e ni di e ditoria di m as s a s i fa ris al ire alte m po de l l e h om e page s , l e pagine pe rs onal i. M il ioni di pe rs one s i s ono dive rtite a pubbl icare pagine inte rne t con i propri s critti, l e foto de i propri cari e i prim i e l e nch i di l ink . M al grado il fe nom e no fos s e abbas tanz a diffus o, e ra com unq ue circos critto al l a ce rch ia de i più te cnici: e rano ne ce s s arie noz ioni non banal i di H TM L, il l inguaggio us ato pe r s crive re l e pagine inte rne t. M al grado l e prim e com m unity offris s e ro s trum e nti più o m e no autom atiz z ati, i ris ul tati non e rano e cl atanti, pe r col oro ch e non fos s e ro "te cnicam e nte e vol uti". Ne gl i ul tim i anni, con l 'arrivo de i bl og, l a s ituaz ione è de cis am e nte cam biata. Al l o s tato attual e de l l a te cnol ogia, ch iunq ue s ia in grado di util iz z are un com pute r pe r com piti s e m pl ici com e s crive re una l e tte ra, è as s ol utam e nte in grado di aprire e ge s tire un bl og.

E' tutto m e rito de l l e piattaform e . Die tro q ue s to te rm ine as e ttico si nas conde ils e gre to ch e h a contribuito ad abbas s are ul te riorm e nte l o s cal ino di acce s s o al l a pubbl icaz ione de i propri conte nuti in re te . Le piattaform e s ono s trum e nti s oftw are ch e pe rm e ttono a ch iunq ue di

dive ntare un bl ogge r s e nz a dove rs i pre occupare di as trus e q ue s tioni te cnich e . Non è un cas o ch e ne gl i ul tim i anni s i s iano avvicinati ad inte rne t anch e l e pe rs one con una cul tura um anis ta, ch e prim a rifuggivano l e inutil i (pe r l oro) com pl icaz ioni de l l a re te .


Andre a Be ggi Se m pl ificando il conce tto, un bl og è un s ito inte rne t con una s piccata caratte riz z az ione cronol ogica. I conte nuti s ono ordinati s e condo l a data di pubbl icaz ione , con gl i articol i più re ce nti ch e appaiono al l 'iniz io. Que s to tipo di organiz z az ione è cos ì forte ch e traval ica anch e l 'ordinam e nto pe r argom e nto trattato. Ci s ono poi tutta una s e rie di "acce s s ori" ch e caratte riz z ano un bl og: com m e nti de i l e ttori, col l e gam e nti ad al tri bl og, fe e d (e ve dre m o cos a s ono), organiz z az ione pe r cate goria, facil ità di m odifica de l l 'as pe tto ("te m pl ate "). M al grado tutto, pe r com inciare s e rve s e m pre una piccol a s pintare l l a; e s attam e nte com e è più s e m pl ice rom pe re ilgh iaccio ad una fe s ta s e s i vie ne pre s e ntati da un am ico, al l o s te s s o m odo una guida s e m pl ice , concis a m a com pl e ta re nde più age vol e il "grande pas s o". Que l l a ch e vi propongo di intrapre nde re ins ie m e a m e è una pas s e ggiata ril as s ata ch e vi guidi al l a cre az ione de l vos tro bl og ed al l a s ua pe rs onal iz z az ione . M i piace re bbe s crive re una s e rie di articol i in un l inguaggio s e m pl ice e dire tto, pe r ch iarire i vos tri dubbi e introdurre una s e rie di conce tti util i pe r bl oggare . Vi accom pagne rò ne l l a s ce l ta de l l a piattaform a più conge nial e, ve dre m o com e pubbl icare i prim i articol i ("pos t", in ge rgo), e com e pe rs onal iz z are l 'as pe tto ("te m pl ate ").

w w w .andre abe ggi.ne t

Una parte cons is te nte riguarde rà uno de gl i as pe tti pe cul iari de i bl og: l 'inte raz ione con i l e ttori e con gl i al tri bl og. Im pare re m o a s e gnal are ilnos tro l avoro ne gl i "aggre gatori", s iti particol ari cos tituiti da raccol te di pos t, s pe s s o divis i pe r argom e nto. Ve dre m o com e re nde re dis ponibil e il vos tro conte nuto tram ite i fam ige rati "fe e d" (q ue s to è intraducibil e ), ch e m ol ti ancora oggi rifuggono pe rch é non ne h anno capito l a funz ione , ma s ono uno s trum e nto im portantis s im o pe r l a circol az ione de l l e inform az ioni. Ce rch e re m o di capire q ual i s ono l e te cnich e pe r far s ì ch e i bl og ve ngano indiciz z ati alm e gl io dai principal i m otori di rice rca, e d

im pare re m o a ce rcare inform az ioni ne gl i al tri bl og. Un al tro as pe tto da conos ce re è l a "ne tiq ue tte ": un ins ie m e di norm e di com portam e nto e di re l az ione ch e è opportuno s e guire . Può accade re ch e i ne ofiti as s um ano com portam e nti rite nuti innocui, m a vis ti com e fum o ne gl i occh i da ch i h a m aggiore e s pe rie nz a e d è pre s e nte in re te da più te m po. A q ue s to propos ito ce rch e re m o di capire com e ge s tire i com m e ntatori "s com odi". Ce rch e rò di s ve l arvi tutti i trucch i ch e i bl ogge rs più e s pe rti us ano pe r appas s ionare il l e ttore , ge ne rare traffico, s tim ol are i com m e nti e fide l iz z are i propri l e ttori.


Andre a Be ggi

In tutto q ue s to, l 'unica cos a di cui non parl e re m o s ono i conte nuti: è m ia inte nz ione fornirvi gl i s trum e nti pe r e s prim e rvi al m e gl io, pe r il re s to ilgros s o de ll avoro l o dovre te fare voi. La parte te cnica è re l ativam e nte facil e, il difficil e è col tivare ilvos tro bl og giorno dopo giorno, farl o cre s ce re con voi, de dicargl i te m po ed atte nz ioni. Pe rch è l a de diz ione cos tante è in m ol ti cas i ciò ch e fa l a diffe re nz a tra l e m igl iaia di pagine abbandonate dopo poch i giorni, ed un bl og fre q ue ntato, con conte nuti inte re s s anti e com m e ntatori bril l anti.

Vi accom pagne rò ne l l a s ce l ta de l l a piattaform a più conge nial e , ve dre m o com e pubbl icare i prim i articol i ("pos t", in ge rgo) e com e pe rs onal iz z are l 'as pe tto ("te m pl ate ").

In de finitiva: un viaggio da fare as s ie m e , ch e s ono s icuro m i piace rà pare cch io, proprio pe rch é una de l l e cos e ch e pre fe ris co fare s ulm io bl og è condivide re ciò ch e conos co con i m ie i l e ttori. Vivrò q ue s ta rubrica com e un appuntam e nto fis s o con un pos t da de dicarvi tutti i m e s i, e s pe ro vi piace rà com e piace a me.

Andre a Be ggi vive

in q ue l di

Ge nova e d è noto, curios am e nte , pe r l a s ua infinità ge ne ros ità. Si occupa di inform atica a te m po pie no, cura un bl og, il s uo, e ge s tis ce al tri

al m e no una de cina di

s iti,

ve gl iando

com e

un

ange l o cus tode s ul l a m ol titudine di te cnol e s e ch e abitano inte rne t. Pe r al tre inform az ioni vis itate il s uo s ito m a ricordate vi: prim a di fargl i

una

dom anda,

(l e gge te ilfottuto m anual e ).

RTFM


G.M.F.

Le avve nture di Giovanni M aria Fabbri, un uom o com e tanti, ovve ro unico di Robe rto Tossani

I s as s i vanno m atti pe r l e s as s e Ed. Z ande gù In ve ndita s u IBS

Una vol ta, tra i fil ari, Giovanni M aria Fabbri ci ve niva in m acch ina con l e puttane . Poi i contadini s i e rano ribe l l ati e l e autorità ave vano fatto s gom be rare l e ne gre dal l a provincial e vicina. In m e z z o ai vigne ti da bam bino ci corre va con i com pagni di s cuol a. Un pom e riggio, prim a di andare a dottrina, e ra andato a s batte re l a fronte contro ils ol ito fil o di fe rro (ch iam ato da q ue l l e parti, appunto, s ve iabaùch i). Giovanni M aria Fabbri abbas s ò il fine s trino de l l ’auto e s i acce s e una s igare tta. Pe ns ò al fine s e ttim ana di q ual ch e anno prim a q uando e ra andato da un s uo am ico a ve nde m m iare . Lavoro di m e rda, s porco e faticos o, portando i s e cch i di uva s u e giù pe r l a col l ina pie na di viti. Al l a fine , com unq ue , ne e ra val sa l a pe na: l a dom e nica s e ra, dopo ce na, s i e ra trom bato l a s ore l l a de l l ’am ico. Buttando fuori l a s igare tta dal fine s trino, Giovanni M aria Fabbri ce rcò di ricordarne il nom e . Pe ns ò ch e s tava davve ro inve cch iando s e iniz iava a dim e nticare com e s i ch iam avano l e donne con cui e ra s tato a l e tto. M is e in m oto l ’auto. Giul ia?Giul ia. Si al l acciò l e cinture di s icure z z a. No, Giul ia e ra q ue l l a de lBar alCe ntro. Indos s ò gl i occh ial i da s ol e. Cinz ia?Cinz ia. Abbas s ò ilfre no a m ano e fe ce m anovra. Fors e s ì, pe rò non l o convince va troppo ch e s i ch iam as s e Cinz ia q ue l l a ragaz z a pie na di te tte ch e s orride va com e s e s te s s e pe r piange re . Giovanni M aria Fabbri s i avviò l e ntam e nte ve rs o l a provincial e . Con l a coda de l l ’occh io intravide un grappol o dim e nticato dal l ’ul tim a ve nde m m ia. O rm ai ave va già m e s s o l a s e conda: troppa fatica fe rm ars i, tornare indie tro, s ce nde re a raccogl ie rl o.

h ttp://w w w .ibs .it/code /9 78 8889 831021/tos s anirobe rto/s as s i-vannom atti.h tm l

robe rtotos s ani.s pl inde r.com

O pe ra di Al e s s andro De nci Niccol ai (H obbs )

h ttp://citars iaddos s o.bl ogs pot.com


Lis a Fe rze tti

Una storia, volutam e nte "caricata" e un pò fe m m inista, sulte m po e l'am ore ch e vanno insie m e , passano e non li fe rm a ne ssuno, ne m m e no se gli ch ie di un passaggio. di Lisa Fe rze tti (Asia) A 9 0 gg Lui: Te s oro ti porto in un pos to s pe cial e

s tas e ra, h o pre notato, h o pe ns ato a tutto io, tu de vi s ol o ch iude re gl i occh i e fidarti, è una s orpre s a e tu adori l e s orpre s e . Am ore m i s ono pe rm e s s o di farti anch e un piccol o re gal ino, l 'h o vis to in ve trina e non h o s aputo re s is te re , non ve do l 'ora di ve de rte l o addos s o, tu s e i uno s pe ttacol o de l l a natura, guardati q uanto s e i be l l a e q uanto s e i inte l l ige nte , s e i m ol to affas cinante , s ia q uando parl i di q ual s ias i cos a, s ia q uando s e i in s il e nz io e m i guardi con q ue gl i occh i. E poi m i attiri da far paura, ti m uovi be ne tu. Io non h o bis ogno di al tro ch e di te , m i rie m pi di gioia.

A 365 gg Se m pre Lui: Non andiam o a ce na fuori,

Dopo 2 anni

Lui ( e ch i s e nnò?): Te s oruccio cos a ci s ta pe r ce na s tas e ra?H o una fam e ...

Dopo 3 anni

Ancora Lui: M a ancora non è pronto? M am m a m ia s to Bl og ch e pal l e , pe ns a anch e un pò a m e ... l 'unico ch e q ui m i fa l a fe s ta è iltuo cane puz z ol e nte

pe rò dai cucino io s tas e ra, tu s e i s tanca, non ti de vi pre occupare di nie nte , s e m m ai, s e ti va, dopo l avi i piatti. O ggi Dopo 5 anni a ce na?Sbrigh e te ... Dove s e i? s ono andato in pal e s tra e h o pe ns ato a Lui: Aoh e l q uanto s ono fortunato, ci s tavano tante be l l e ragaz z e ad al l e nars i, m a io pe ns avo fra m e e m e , non e s is te una donna più be l l a de l l a m ia. Pe r col pa di q ue s to pe ns ie ro in te s ta, s ul l a s trada de l ritorno, m i s ono dim e nticato di com prare ill atte , dai... dom ani m attina ti offro una be l l a col az ione albar! Conte nta? il corpoe il cuore dil is a.s pl inde r.com


Manil a Be ne de tto

In l ontananza ve do una città: sono io, e ppure se i tu di M anila Be ne de tto (Prince ss Prose rpina)

L

’atte ggiam e nto

di

K afk a ve rs o Praga fu s e m pre

am biguo.

La

am ò e l a odiò, parl ò di

l e i con te ne re z z a e anch e con s fe rz ante ironia, l a vide com e l a s ua cas a e l a s ua prigione , com e un rifugio e com e

com e

una m adre

s uoce ra.

una ins idia, e

com e

una

Un’am bival e nz a

ch e

ris pe cch ia l ’um ano de s ide rio di l ibe rare s e s te s s i da cos a ci attira

al l ’al tra de l l a città. Uno s paz io am biguo, ins ie m e re al e e irre al e, s cavato dal l ’im m aginaz ione , dis torto dal l e e m oz ioni, ridis e gnato con intim e ge ografie de lcuore . Da q ui s orge il m ondo de l Proce s s o, dove l a Le gge pe ne tra in ogni parte de l l a città e e m e rge inas pe ttatam e nte in attici m is te rios i. Ed anch e l a s tanz a de ltribunal e dove s i s vol gono gl i inte rrogatori è un l uogo in cui s i w w w .ppros e rpina.ne t m e s col ano pubbl ico e privato.

di più. E K afk a, l a s ua Praga l a us ò s pe s s o ne l l e s ue ope re , pe r

Bibl iografia

e s orciz z arl a, confonde ndo i rifugi “Pe l l e Sporca” (Be s a, 2005) “Rac-corti” (Giul io Pe rrone q ue l l i m e tafis ici ch e inve ce gl i e ditore , 2008) offriva l a s crittura. “Lo s trano pe rcors o” (Eum e s w il , 2007) Scrive K afk a in una l e tte ra a “Eroticam e nte ” (Val te r Cas ini O s k ar Pol l ak il20 dice m bre 19 02. e ditore , 2007) “San Ge nnoir” (K airos e d., 2006) “Sch e gge Carnal i” (La Te l a Ne ra, 2005) (Rom anz i, “Ilproce s s o”, pag 351, a cura di E. Pocar, O s car “Pace e Libe rtà” (La Com une , 2005) M ondadori) “Tua, con tutto il corpo” l e , 2005) La s tanz a ch e s e m bra prim a una (Lie tocol “La notte de i bl ogge r” (Einaudi, s tanz a q ual unq ue , s i s ve l a un ve ro e proprio 2004) Al tre città dividono l o s paz io e s s e re ibro “Dal l ’al tra parte e con tanto di l oggione . Un te s to ne ll inte riore e q ue l l o e s te riore . tribunal de lcance l l o” di Sim one Cris ticch i uogo q uotidiano dive nta il Se parano cas e , s trade , vie , Un l (M ondadori, 2007)

fis ici ch e l a città gl i offriva con

piaz z e e cos ì via. M a Praga com bina s paz io pubbl ico e privato cre ando invis ibil i col l e gam e nti pe r m e z z o di innum e re vol i corridoi ch e corrono l ungo l e cas e da una parte

l uogo de l proce s s o. Una tras figuraz ione ch e s i ve rifich e rà in tutti i l uogh i vis itati da K .: l a cas a de l l ’avvocato, l e s tanz e ne l l a cas a de l l a s ignora Grubach , l e s tanz e “opprim e nti” de gl i uffici de ltribunal e.

Conos ciuta in re te com e Prince s s Pros e rpina dals uo bl og è s tato tratto ilpiccol o l ibro “Confe s s ioni di una fol l e ” (Jum pe r, 2004).


cos tre tto a s opportare ne l l a giornata di pioggia as pe ttando il cl ie nte ital iano.

(“Rom anz i”, “Ilproce s s o”, pag 351, a cura di E. Pocar, O s car M ondadori) Anch e l e cas e a Praga s e m brano dive rs e . Gl i appartam e nti raram e nte s ono divis i da corridoi. Piuttos to una cam e ra conduce dire ttam e nte ad un’al tra, com e ne l l a cas a di Sam s a ne La m e tam orfos i. Gre gor Sam s a, ’uom o ch e si tras form a in (“Rom anz i”, “Ilproce s s o”, pag 351, a l s caraf aggio, è s e gre gat o dal l a s ua cura di E. Pocar, O s car M ondadori ) ia e dal l a s ua cas a, l a s ua Ildram m a de l l ’inte rrogatorio ch e s i fam igl l a s ta pe r com pie re vie ne s tanz a è circondata a de s tra dal l a s ore l l a, a s inis tra dal pre annunciato dal l a s tanz a de l l o as pe tta il rappre s e ntaz ione ‘grafica’ de l l a s oggiorno dove Procurat ore , dav ant i dal corridoio. s trada, ch e inte ns ifica l a te ns ione e m m a può e m otiva s ia ne l l e ttore s ia ne l l o Davve ro, ils uo unico dil o pe r l a s te s s o K ., pe rs o ne l l a rice rca de l anch e s e rvire com e s im bol parados s al e pe rs onal ità di Praga: tribunal e. ui e l a s ua s ocie tà, s ono Ed ancora, s e m pre ne lProce s s o, di e ntram bi, l ibridi l ogicam e nt e im pos s ibil i, l e gati particol are inte re s s e è l a vis ita di K . udono a alDuom o, in occas ione de l l a ve nuta da e s is te nz e ch e s i e s cl e. de l cl ie nte ital iano. L’arch ite ttura vice nda. Un h abitatm e ntal a cas a è ill uogo dove s i gotica de lDuom o di San Vito, con i Ed ancora, l ge il dram m a de l l a condanna s uoi arch i ram panti, con l e l ingue di s vol pe r Ge org Be nde m ann. In q ue s to fiam m a de i s uoi fras tagl iati pinnacol i, uno de i l uogh i cas o abbiam o ancor m aggiore a l ocaz ione s toricam e nte più de ns i di m e m orie corris ponde nz a tra l l a cas a pragh e s e di K afk a e l a s torich e e s piritual i di Praga, fa da de l pe rfe tta cornice al l ’oppre s s ione di cas a de lgiovane Ge org. q ue l l ’atte s a s e nz a fine ch e K . è

Manil a Be ne de tto


Manil a Be ne de tto

O pe ra di Al e s s andro De nci Niccol ai (H obbs )

K afk a s crive ilracconto ne l l a notte tra il22 e d il23 s e tte m bre 19 12, ne l pe riodo, cioè, in cui abita in “Via M ik ul as k a, al 36, ne l l ’ul tim o e dificio ve rs o l a M ol dava, al l ’al te z z a de l Ponte Ce ch uv in cos truz ione … Dal l a s ua s tanz a K afk a può ve de re ilfium e .”, q uindi “La condanna è s tre ttam e nte l e gata a q ue l l e cas e de lce ntro cos ì de ns e di s toria e di s tratificaz ioni, ch e è tanta parte de l l ’e ne rgia narrativa di K afk a: porte , fine s tre , bal l atoi, s offitte , s cal e , s tanz e , ripos tigl i s vol gono una funz ione de te rm inante ne l l a s ua s truttura.” (Praga, viaggio l e tte rario ne l l a città di K afk a, di M arino Fre s ch i, p. 241, )Al l ’iniz io de La condanna, cos ì K afk a s crive .“Giorgio Be nde m ann, un giovane com m e rciante , s e de va ne l l a s ua s tanz a alprim o piano, in una di q ue l l e cas e bas s e e fragil i, ch e , s e gue ndo il fium e , s i al l ine avano in una l unga s e rie , dis tingue ndos i q uas i s ol o pe r l ’al te z z a e ilcol ore ” (“Racconti”, “La condanna”, pag 141, a cura di E. Pocar, O s car M ondadori)M a pe rch é tanta os s e s s ione ne l l a de s criz ione de l l e cas e pragh e s i?La ris pos ta, fors e , pos s iam o trovarl a ne La l e tte ra al padre , q uando K afk a ricorda un e pis odio de l l ’infanz ia, in cui, in s e guito ad una rich ie s ta ins is te nte e piagnucol ante , il padre l o ave va s battuto s ulbal l atoio l as ciandol o l ì fuori pe r q ual ch e m inuto. Que l l ’e pis odio ha ce rtam e nte s e gnato l ’autore , tanto da fargl i ricordare più vol te ne i s uoi s critti l a s truttura de l l e cas e pragh e s i ch e incarnano l o s te s s o dol ore ins ce nato ne l l a s ua infanz ia e fre s ch is s im o ne l l a m e m oria di Franz . Ris ul ta particol are il bre vis s im o racconto Lo s te m m a cittadino, probabil m e nte is pirato dal l o s te m m a de l l a città di Praga, ovve ro un pugno s tre tto intorno al l ’e l s a di

una s pada. Ilracconto, attrave rs o una l e ttura de lm ito de l l a torre di Babe l e , s e rve ad inte rpre tare l a s ituaz ione di Praga, e de l l e s ue cas e , fre giate di s te m m i, e m bl e m i, s im bol i, tutte m e m orie incance l l abil i de l pas s ato, ch e s e gnano gl i abitanti, l i catal ogano, l i sel e z ionano. La cos truz ione de l l a Torre , porta a confl itti ch e vanno via via inas pre ndos i con ilpas s are de l l e ge ne raz ioni, e l a s ol uz ione , s e condo l ’autore , è proprio ne l l o s te m m a cittadino: un pugno de s tinato a s pianare l ’inte ra città con i s uoi confl itti. K afk a, ne l raccontare l a città boe m a, è pre cis o e ins ie m e s focato. Pe rs one , ogge tti, am bie nti s ono pre s e ntati con m odul i di e s tre m o re al is m o, con m inuta atte nz ione . M a è una re al tà pie na di ris vol ti, im pl icaz ioni s im bol ich e . Com e ne i s ogni: dim e ns ione re al is tica e dim e ns ione s im bol ica coe s is tono paral l el e . La m inuz ios a ins is te nz a re al is tica l a e s as pe ra, l a fis s a in e m bl e m a. Acq uis ta un’aura s tre gata e inq uie tante . In un fram m e nto tardo tratto dai diari e gl i de s crive Praga com e un’im m agine vis ta in l ontananz a, m a e vocata con cal ore ins ol ito ris pe tto al l e fre dde atm os fe re a cui l a città ave va s e m pre fatto da s fondo.

In l ontananz a ve do una città: è q ue l l a ch e inte ndi tu? No, m ai - e ppure s e m pre .


Ch atte rl y

Am o l 'oscurità e ilm iste ro, dipingo l e e m ozioni più profonde ch e popol ano e nigm aticam e nte ilm io m ondo di Titty Ce rq ue tti

C

h atte rl y non am a m ol to e s pors i, m e no ancora parl are di s è. Pe r l e i parl ano l e im m agini. Que l l e ch e rie s ce a catturare con il s uo obie ttivo pe r poi tras form arl e in s ogni, incubi, s e ns az ioni, pre m oniz ioni e ch e s ono orm ai più di 200. Dopo l a re al iz z az ione de l prim o vide ocatal ogo, ch e h a otte nuto un ottim o s ucce s s o graz ie anch e al l a m us ica de gl i ASP ora s ta l avorando al l a s e conda raccol ta pe rs onal e , m a non s ol o. Si s ta occupando de l s e condo dvd e al bum de i Rave ns Court, l a band aus tral iana con cui h a già col l aborato l o s cors o anno pe r l 'al bum Sk e l e ton in th e Cl os e t. In ogni cas o l e parol e s ono un m e zzo ins ufficie nte q uando s i tratta di l e i. Non abbiate paura q uindi, di guardare ne gl i occh i l a s ua re al tà, il s uo m ondo. Su De viantart ci s ono ope re ch e m e ritano s icuram e nte una vis ita, ope re ch e non vi l as ce ranno ce rto indiffe re nti. Con ilringraz iam e nto dovuto a ch i è capace di e m oz ionare con l a propria arte .

ch atte rl y.s pl inde r.com


Gius e ppe Iannozzi

De dich e rò la m ia vita alla lette ratura, e anch e la m ia m orte di Giuse ppe Iannozzi

S

ei l a m ia bam bina, q ue l l a de funta pe r far dive rtire i pre s e nti. Se i l a bam bina de funta con l a faccia m as s acrata dai tagl i. Se i l a bam bina di fine s e q ue nz a. Io h o bis ogno di più am ore , io h o bis ogno di e s s e re am ata di più, m ol to di più. Que s te l e parol e de lprim o pos t di Is abe l l a Santacroce , s ulbl og ape rto ne l nove m bre 2005. Da al l ora di s trada ne h a fatta, dal l e m inacce di m orte ai com pl im e nti di Baricco. L'h a inte rvis tata pe r noi il giornal is ta Gius e ppe Iannoz z i.

1. Non ti ch ie de rò ch i è Is abe l l a Santacroce . O ram ai l o s anno tutti ch e s e i l ’autrice di rom anz i cul to, “ Fl uo”, “ De s troy”, “ Lum inal ”, “ Love rs ”, “ Re vol ve r”, “ Dark De m onia” e “ Z oo”. Ti ch ie do inve ce com e , e q uanto, è cam biata Is abe l l a ris pe tto agl i e s ordi. Ti ch ie do d’il l us trare l a tua m aturaz ione artis tica, e anch e q ue l l a pe rs onal e s e vuoi. Non è ve ro ch e tutti s anno, è ve ro pe rò ch e tanti inve ntano. M i è capitato di l e gge re buffe s torie l l e in inte rne t ch e di m e parl ano dice ndo idioz ie , ol tre a ciò m i è capitato di pos tare un m e s s aggio in q ue s to s paz io dal l ’ins ol ito nom e , ovve ro Naz ione Indiana, e q ual cuno h a gridato a Is abe l l a di togl ie rs i dai cogl ioni. M i capita anch e di rice ve re m ailin cui m i s i augura dol ce m e nte di m orire , oppure m i capita di e s s e r s im paticam e nte m inacciata di m orte . Inol tre dal l ’us cita di V. M . 18

tanti s ono s tati gl i ins ul ti a m e rivol ti, tante l e puniz ioni a m e s tupidam e nte infl itte , una l is ta l ungh is s im a di puniz ioni ridicol e . Non h a s e ns o s pie gare q uanto è cam biata Is abe l l a ris pe tto agl i e s ordi, è inve ce pe r m e im portante s pie gare cos a non è cam biato di Is abe l l a ris pe tto agl i e s ordi. Non è m ia inte nz ione dive nire com oda, finge re , dive nire codarda, opportunis ta, furba, ipocrita. La l e tte ratura, è pe r m e una ve rtical e ve rs o l a l uce , una s cal ata ve rs o l a be l l e z z a, un’e s al tante fatica ch e m i ve drà giunge re in cim a, toccare con l e m ani q ue l l a l uce . Ch e s i affatich ino gl i s tol ti gridandom i idioz ie , inve ntandos i m e nz ogne , io non l i s e nto. C’è q ual cos a di e s tre m am e nte grande ne l l ’e s is te nz a, e io vivo pe r giunge re a q ue l l ’e s tre m am e nte grande . De dich e rò l a m ia vita al l a l e tte ratura, e anch e l a m ia m orte .


Is abe l l a Santacroce 2. “ V. M . 18”è ils e condo rom anz o ch e e s ce pe r Faz i e ditore dopo “ Z oo”. Una fatica di be n cinq ue ce nto pagine q uas i, e ppure non pe s a l a l e ttura: l a s toria s corre l is cia, el e gante anch e q uando il l us tra ne i de ttagl i ne q uiz ie d’ogni s orta. Innanz itutto: pe rch é il tuo rom anz o porta l ’e s pl icito titol o, “ V. M . 18”?A ch i o a ch e cos a ti s e i is pirata pe r s crive re q ue s ta s toria, ch e è s adica, l ibe rtina, anch e viol e nte m e nte anarcoide , ma s e m pre in un l inguaggio raffinato, cos ì tanto da ras e ntare il de cade ntis m o dannunz iano? Io s e m pre e s ol o al l a vita m i is piro, è l e i a parl arm i. Un corpo e norm e ch e m i s ie de di fianco, continuam e nte . Parl o di vita, non di re al tà. La re al tà m i dis gus ta, m i dis gus ta q ue l s uo rum ore ince s s ante ch e produce pol ve re copre ndo l a vita. Scrive ndo è m io de s ide rio az z ittire q ue l rum ore . H o de tto ch e q uando s crivo m i ritrovo com e Turne r l e gata al l ’al be ro m ae s tro di una nave ch e s ta attrave rs ando l ’occh io di un cicl one durante una te m pe s ta, provando il s e ntim e nto de l s ubl im e , os s ia ciò ch e s i prova di fronte al l ’infinitam e nte grande , com e ad e s e m pio ad uno s pe ttacol o s traordinario de l l a natura. Non mi inte re s s a l a q uie te , io rice rco ilm are m oto. Non m i inte re s s a l a fal s ità, io rice rco l a ve rità. Non m i inte re s s a l a pus il l anim ità, io rice rco

l ’ardim e nto. Non mi inte re s s ano gl i um ani pre giudiz i, io rice rco l ’um ana grandios ità. H o intitol ato V. M . 18 ilm io l ibro pe rch é narra ciò ch e s ol itam e nte vie ne cons ide rato vie tato ai m inori, q uindi l e q uattordice nni protagonis te dive ntano m inore nni vie tate ai m inori: cre do ne l l ’im portanz a di s figurare i codici m oral i abbe l l e ndol i di nas trini col orati.

3. Non bado q uas i m ai al l e de dich e ch e s ono s tam pate s ui rom anz i: q ue s ta vol ta s ì, “ A Dio O nnipote nte , m io m arito”. Ch i è Dio pe r te , e q uanto c’è di Dio in “ V. M . 18”? E ancora: pos s ibil e ch e “ V.M . 18” e s prim a un’ide a, una re l igios ità anarch ica? Pe r q ue s ta m ia ide a re l igios a de l l a l e tte ratura, pe rch é com e una s uora dive nta m ogl ie de l l ’Al tis s im o, anch e io l o s ono dive nuta. Graz ie anch e a s udde tta m ia ris pos ta, un’inte rvis ta da m e ril as ciata a un q uotidiano naz ional e non è s tata pubbl icata, graz ie anch e a s unnom inata m ia ris pos ta nuovi ins ul ti. M a è q ue s to q ue l l o ch e io s e nto, e non è m ia inte nz ione dire ciò ch e non s e nto s ol o pe r tim ore d’e s s e re de ris a o condannata. Ne l l a m ia vita Dio è s e m pre pre s e nte . Sono s tata pe r anni in com pagnia di s uore , una di l oro m i h a ins e gnato a s crive re . H o tras cors o con l oro cinq ue anni de l l a m ia vita, q uando dodice nne h o dovuto l as ciarl e ho iniz iato a com batte re . Erano pe r m e un l uttuos o fum e tto di s travaganz e , un s urre al e ch e m i al l ontanava dal l a m inaccios a m e diocrità e fal s ità de l re al e . Pas s are l ’e s tate in conve nto, tras corre re inte ri pom e riggi ne l l a ch ie s e tta davanti a Ge s ù Cris to in croce , ai ce ri acce s i, alprofum o di ince ns o ch e c’e ra ne l l ’aria, al l a m adonne incoronate , è s tato pe r m e im portante , e d è s tato pe r m e im portante conos ce re s uor M aria, l e de vo tutto. Io s ono nata vive ndo al buio, graz ie a l e i h o vis to l al uce .


Is abe l l a Santacroce 4. De s de m ona. Le i è il tuo nuovo pe rs onaggio. Una bad girl . Un ange l o di s e ns ual ità, di l ibidine , di l ibe rtinaggio, di forti appe titi s e s s ual i, cos ì forti da non dis de gnare d’accoppiars i anch e con de gl i anim al i. Il fal l o è l a s ua re l igione , l a s ol a cos a pe r cui val ga l a pe na di vive re , pe rch é vive re è gode re pe r De s de m ona. E’ fare tutto q ue l l o ch e gl i al tri, ch e i borgh e s i non fanno pe rch é tim oros i di Dio, o più s e m pl ice m e nte de l l a m oral ità ch e gl i è s tata incul cata dal l a s ocie tà. De s de m ona è una fanciul l a in l otta contro l a s ocie tà, contro il pe rbe nis m o di facciata. Quanto c’è di De s de m ona in Is abe l l a? E in m anie ra più brutal e: l a giovanis s im a De s de m ona è l ’al te r e go di Is abe l l a l a s crittrice ? Ciò ch e vogl io è portare ill e ttore al coraggio, e il fal l o non è affatto l a re l igione di De s de m ona, l e i de s ide ra raggiunge re ils uo capovol to unive rs o, un unive rs o intris o di be l l e zza e e rois m o. L’e rois m o è l a re l igione di De s de m ona. Pe r l e i Ge s ù Cris to è l ’e m bl e m a de l l ’e rois m o, Dio grande z z a al l a q ual e is pirars i. De s de m ona è in l otta contro l a pus il l anim ità, contro l e vive -m orti, De s de m ona è un url o fortis s im o. E poi non c’è nul l a di più riprove vol e di uno s crittore ch e s i s e nte ne lgius to s pie gando ilpe rch é di un s uo rom anz o, io in q ue s to m om e nto s ono riprove vol e . Logicam e nte io s ono De s de m ona, anch e dice ndo q ue s to s ono riprove vol e.

5. Cas s andra e Anim one ins ie m e a De s de m ona form ano una Trinità, ch e non e s ita di fronte a nul l a pur di otte ne re il Piace re : ch e cos a è ilM anife s to De l l e Spie tate Ninfe tte ? Ed e s is tono ne l l a re al tà di tutti i giorni “ ninfe ” cos ì tanto pe rve rtite , o è inve ce più gius to pe ns are ch e l e ragaz z ine di oggi s ono innoce nti proprio com e vogl iono apparire di fronte al l a s ocie tà, ge nitori incl us i? In l oro non è pre s e nte una rice rca de l piace re , prim a parl avo d’e rois m o. Loro q ue s to pe rs e guono. e roe è pe r m e col ui ch e rice rca l a ve rità, l oro l o fanno s figurando i codici m oral i, capovol ge ndol i. V. M . 18 è una s orta di trage dia s e ne cana, dove e s is te un ribal tam e nto de i punti di vis ta e dove ciò ch e s ol itam e nte vie ne cons ide rato il l e gittim o divie ne l e gittim o. In V.M . l ibe ro gl i is tinti um ani più fe roci dal l a cam icia di forz a s ocial e , q ue l l o ch e è s tato dal l ’uom o s acrificato in nom e de l l a m oral e ritorna al l ’e nne s im a pote nz a. La natura crude l e de l l ’uom o è il l um inata da una l uce fortis s im a, pe r q ue s to il l ibro può e s s e re cons ide rato os ce no. O s ce no in q uanto m os tra il fuori dal l a s ce na, pe r il s uo s ve l are , de nudare , s coprire , portare als ol e . Non è im portante s ape re s e e s is tono ninfe cos ì pe rve rs e , al m e no non pe r m e .

6. “ V. M . !8” dis pone un q ual ch e m anife s to s ocial e, re l igios o, pol itico? Dà de l l e indicaz ioni di vita, cos ì com e fare bbe una bibbia? C’è ch i h a parl ato di nuova bibbia, non de vo e s s e re io a dire s e il l ibro dona indicaz ioni di vita. Io m os tro, ch i guarda pe ns a. 7. La m as turbaz ione . H a un ruol o non poco im portante l ’auto-e rotis m o ne l tuo rom anz o. Ch e è de dicato a Dio O nnipote nte , tuo m arito. L’onanis m o è condannato dal l a Ch ie s a e dal l a Bibbia: m i s a ch e tuo m arito in q ue s to m om e nto, fors e a s e guito de l l a de dica, s ia l e gge rm e nte adirato… Tu, ch e dici? Non te m i ch e l a Ch ie s a, o q ual ch e al tra is tituz ione , pos s a s cagl iars i contro “ V. M . 18”? De te s to iltim or di Dio, io non te m o nul l a pe rch é conos co il te rrore . Se conos ci ilte rrore de vi de cide re se uccide rti o com batte re . Io h o s ce l to di com batte re . H o un rapporto con Dio m ol to inte ns o, l ui è l ’unico ad e s s e rci s e m pre , a darm i forz a, e s e ve ram e nte cre di in Dio non puoi te m e rl o. Se l o te m e s s i non cre de re i in Lui, e Lui non cre de re bbe in m e . Se ave s s i tim ore di Lui, al l ora m i punire bbe . C’è ch i s i avvicina ad una inte rpre taz ione re l igios a de l l ’e s is te nz a s ol o pe r s pave nto, e in q ue l cas o l a vita in Dio divie ne s ol o una cre az ione de l l a paura. Io ve do ch i s i ge nufl e tte davanti al l ’Al tis s im o pe r tim or di finire al l ’infe rno. Que s to m i dis gus ta, e s ono ce rta ch e anch e Dio provi dis gus to. q ue s ti m ie i pe ns ie ri s aranno cre duti fol l i, as s urdi, pe rch é bis ogna e s s e re tutti ugual i davanti al nul l a, tutti annich il iti de ntro il nul l a.


Is abe l l a Santacroce

8. A l ive l l o e m oz ional e , ch e cos a h ai provato m e ntre s crive vi “ V. M . 18”? Provo q uando s crivo il s e ntim e nto de ls ubl im e , de l l ’e s s e re di fronte a uno s pe ttacol o s traordinario de l l a natura. Con V. M . 18 m i s ono ritrovata di fronte a un m are m oto, e ro appoggiata s u q ue lm are m oto. Cos ì com e h o già s pie gato, l e gata al l ’al be ro m ae s tro di una nave ch e attrave rs a una furios a te m pe s ta. Ero l as s ù e l a guardavo, l a s fidavo, dive nivo com e l e i. M i è s ucce s s o di ave re paura, q ue s to m e ntre s crive vo l e pagine 415, 416, 417, 418, 419 , 420. h o te rm inato di s crive re l a pagina 420 al l e cinq ue de lm attino, al l e die ci e ro ancora s ve gl ia. Non s ono rius cita a dorm ire . Il l ibro è s tato s critto in undici m e s i. Iniz iavo a s crive re al l e undici di s e ra, s m e tte vo ve rs o l e s e i de lm attino. 9 . Le w is Carrol le D.A. Sade , due autori ch e potre bbe ro trarre in inganno: ilprim o m ol to candido al l ’appare nz a, il s e condo m ol to trucul e nto, s ono poi in fondo tutto il Be l l o e il Brutto ch e è ne l l ’anim o di De s de m ona. M i s pie go m e gl io: Carrol l am ava l e bam bine , q ue l l e ch e più tardi Nabok ov avre bbe indicato com e ‘l ol ite ’ (M orton Coh e n, ne l s uo Le w is Carrol l , a Biograph y, 19 9 5, s crive : “ Non pos s iam o s ape re fino a ch e punto l a pre fe re nz a di Ch arl e s pe r i bam bini ne i dis e gni e ne l l e fotografie nas conda un de s ide rio s e s s ual e . Lui s te s s o s os te nne ch e tal e pre fe re nz a ave va m otivi puram e nte e s te tici. M a dato il s uo attaccam e nto e m otivo ai bam bini e il s uo appre z z am e nto e s te tico pe r l e

l oro form e , l ’affe rm az ione ch e il s uo inte re s s e fos s e s tre ttam e nte e s te tico è inge nua. Probabil m e nte s e ntiva più di q uanto vol e s s e am m e tte re , anch e a s é s te s s o. Ce rtam e nte , ce rcò s e m pre di ave re un al tro adul to pre s e nte q uando s ogge tti pre pube s ce nti pos avano pe r l ui.”); Sade inve ce è q uas i innoce nte pe r il s uo te m po, tant’è ch e Sim one de Be auvoir h a ravvis ato ne l l o s crittore l e prim e tracce d’una fil os ofia radical e pe r una l ibe rtà in una radice e s is te nz ial is ta, e Guil l aum e Apol l inaire indicò addirittura il Divin M arch e s e com e “ l o s pirito più l ibe ro ch e s ia m ai e s is tito”. In fe bbraio, corre va l ’anno 179 1 d.C., in una l e tte ra al l a m ogl ie , il Divin M arch e s e cos ì s crive va: “ Sì, s ono un l ibe rtino, l o riconos co: h o conce pito tutto ciò ch e s i può conce pire in q ue s to am bito, m a non h o ce rtam e nte fatto tutto ciò ch e h o conce pito e non l o farò ce rtam e nte m ai. Sono un l ibe rtino, m a non s ono un crim inal e né un as s as s ino.”E’ un dis cors o ch e io h o iniz iato… continual o tu s e h a un s e ns o, uno ch e s ia attine nte con iltuo ul tim o rom anz o ch e è, a m io avvis o, l a s um m a di tutte q ue l l e l ibe rtà ch e h ai inne s cato e fatto e s pl ode re ne i tuoi pre ce de nti l avori. Sia Carrol lch e Sade s ono pe r m e e s s e nz ial m e nte due dis truttori. Carrol ldis trugge l a re al tà, Sade il s e ntim e nto. Io in V.M . 18 dis truggo ils e ntim e nto e l a re al tà, e dis truggo anch e l a paura: pe r cre are bis ogna prim a dis trugge re .

10. Qual e com portam e nto non te rre s ti m ai in vita tua, pur ave ndo avuto il coraggio di pe ns arl o? E De s de m ona, c’è q ual cos a ch e non fare bbe m ai? M otiva l a ris pos ta, pe r corte s ia. Non m i inol tre re i m ai ne l l a codardia, pre fe ris co uccide rm i ch e inol trarm i ne l l a codardia. Pre fe ris co rice ve re q ue s ti de l iz ios i ins ul ti, q ue s te de l iz ios e m inacce di m orte , q ue s te de l iz ios e de ris ioni, q ue s ta de l iz ios a s ol itudine . Pe rciò anch e De s de m ona m ai s ’inol tre re bbe ne l l a codardia. Da q uando s ono dive ntata s crittrice tanto h o s cope rto de l l ’um ana raz z a s crive nte , ho s aputo cos e raccapriccianti. H o s aputo di s crittori m as ch i ul tratre nte nni e ul traq uarante nni e in ce rti cas i pure s pos ati e con figl i ch e tranq uil l am e nte s i fottono l e l oro l e ttrici e anch e l e ttori m inore nni. H o conos ciuto un ragaz z ino ch e è s tato s odom iz z ato da dive rs i m ie i col l e gh i m as ch i “e te ro”. Ed è davve ro buffo ch e proprio q ue s te be l l e pe rs oncine rie s cano poi a condannarm i, a puntare il l oro indice . Ch e fantas tici m oral is ti! 11. Is abe l l a, s u dive rs i giornal i sei appars a in pos e piuttos to dis cinte e provocatorie . Un gran be lve de re , pe r Dio, non dico di “ no”, non io. M a face ndo l a parte de l cattivo-bas tardo, ora ti ch ie do: iltuo be lcorpo ch e cos a c’e ntra con i rom anz i ch e s crivi? Com e puoi ch ie de rm i cos a c’e ntra? Ne l l ’inte rvis ta ch e h o pubbl icato s ul m io bl og io s crivo q ue s to: Cre do s ia arrivato il m om e nto di ritornare al l e grandi e m agnifich e fatich e de l l ’artis ta, a q ue s te s cal ate ve rs o l a be l l e z z a. Pe r q ue s to m otivo h o bis ogno di s e ntire ilm io corpo pos s e nte , pe rch é poi l a s ua pote nz a arrive rà al l a s crittura. Vado q uas i ogni giorno in pal e s tra, e pe r V.M . 18 m i s ono al l e nata m ol tis s im o. Le gge ndo q ue s ta m ia ris pos ta cre do s arà s e m pl ice capire ilrapporto ch e h o con il corpo ch e pos s ie do. Io e s ibis co l a m ia carne , e l a m ia carne è ovunq ue ne i m ie i l ibri. Ilm io corpo è un al fabe to di carne . Il m io corpo è ilprim o l ibro ch e h o s critto. Io pubbl ico il m io corpo, corpo ch e m i pe rm e tte di e s is te re e di s crive re .


Is abe l l a Santacroce 12. Qualè l a tua ide a di l e tte ratura?A ch i oggi guardi con inte re s s e ne lpanoram a l e tte rario conte m porane o inte rnaz ional e ? Pe r corte s ia, m otiva l a ris pos ta. H o già de tto ch e h o un’ide a re l igios a de l l a l e tte ratura. potre i rie m pire pagine con q ue s ta fras e . La l e tte ratura pe r m e odora d’ince ns o, l a l e tte ratura pe r m e è un croce fis s o e norm e , io davanti ge nufl e s s a. non guardo con inte re s s e ne s s uno ne l panoram a conte m porane o inte rnaz ional e. Ne m m e no m e s te s s a. 13. Proge tti pe r il futuro, a l ive l l o artis tico: puoi acce nnare q ual cos a? Scrive re , s fondare nuove porte . continuare l a m ia s cal ata ve rs o l a be l l e z z a, fis s are q ue l l a l uce ch e s o e s is te re , s pe rando di raggiunge rl a. 14. Conia uno s pot, s ì, proprio uno s pot pubbl icitario pe r “ V. M . 18” , ch e s pinga i l e ttori al l a curios ità ve rs o iltuo l ibro e q uindi (fors e ) al l ’acq uis to con s oddis faz ione . No, non vogl io s pinge re ne s s uno. De te s to ch i s pinge , e ch i ce rca di incurios ire . L’e rotis m o infatti non m i piace , pre fe ris co l a pornografia. L’e rotis m o è ch iude re gl i occh i. La pornografia s pal ancarl i. 15. Ch e ne pe ns i de l s ottos critto? O vviam e nte puoi avval e rti de l l a facol tà di non ris ponde re , m a non di q ue l l a di ince ne rirm i con l o s guardo, cos ì s u due pie di. M i avval go de l l a facol tà di non ris ponde re pe rch é non ti conos co. E poi pe rch é dovre i ince ne rirti? Graz ie , Is abe l l a: s e i s tata m ol to dis ponibil e e ge ntil e.

Biografia De l l a vita di Is abe l l a Santacroce s i conos ce piuttos to poco. È nata e vive a Riccione . Ils uo e s ordio l e tte rario avvie ne a m e tà anni Novanta con l a pubbl icaz ione di Fl uo, prim o l ibro de l l a "Tril ogia de l l o s pave nto" (gl i al tri due titol i s ono De s troy e Lum inal ). De s troy in particol ar m odo s us cita un ce rto inte re s s e in Ital ia, de s critto da Al e s s andro Baricco com e "un l ibro da l e gge re ,s e Enrico Briz z i h a de ltal e nto, l ì ce n'è ildoppio[1]". Ilnom e de l l a Santacroce ve nne accos tato algruppo de i Giovani Cannibal i, m ovim e nto l e tte rario s vil uppatos i al l a fine de gl i anni Novanta (di cui è rappre s e ntativo ilvol um e Giove ntù Cannibal e pubbl icato da Einaudi), form ato da giovani s crittori e s ordie nti. Al cuni di e s s i, com e Tiz iano Scarpa, Al do Nove , Niccol ò Am m aniti, Enrico Briz z i, Tom m as o Labranca, Tom m as o O ttonie ri, Luca Ragagnin e al tri, ins ie m e al l a s te s s a Santacroce , danno vita ne l19 9 7 a un m ovim e nto fil os ofico-l e tte rario, il Ne vrorom anticis m o, ch e inte nde dare e s pre s s ione al l 'inq uie tudine de l l 'e s is te nz a. Con l a fine de l l a Tril ogia de l l o s pave nto, Is abe l l a Santacroce continua a l avorare s ull inguaggio rim ane ndo fe de l e ai propri te m i e ne l2001 pubbl ica pe r M ondadori Love rs . Ilte m a de ll ibro è l 'am ore ne l l e s ue varie form e : l 'am ore de l l a fam igl ia, l 'am ore tra uom o e donna, l 'am ore om os e s s ual e e l ’am ore non corris pos to, ch e porte re bbe ine s orabil m e nte al l a m orte . Il l inguaggio adottato ne ll ibro ce rca di avvicinars i ilpiù pos s ibil e a una s crittura fatta di s uoni, de finita dal l 'autrice una s crittura pe r il puro s e ntire . Ne l 2002 e s ce , pe r l a cas a e ditrice Cadm o, "Is abe l l a Santacroce " s critto da Ste fania Lucam ante , te s to in cui s i anal iz z ano i cam biam e nti e l e innovaz ioni de l l o s til e de l l a s crittrice . Ne l19 9 9 h a iniz io una s ua col l aboraz ione con l a cantautrice Gianna Nannini, ch e h a portato al l 'al bum Aria de l2002, e il cartone anim ato M om o al l a conq uis ta de l te m po, dove l a s crittrice h a col l aborato ai te s ti. H a col l aborato anch e al l a s crittura de i te s ti de l l 'al bum "Graz ie ", s e m pre di Gianna Nannini, us cito ne l2006. Ne l ge nnaio de l 2004 vie ne pubbl icato Re vol ve r, rom anz o inte ns o e viol e nto, in cui l a s crittrice narra l a s toria di un'am ore non corris pos to fra l a protagonis ta Ange l ica e un ragaz z ino di tre dici anni. In q ue s to l ibro, e ne ls ucce s s ivo Z oo pubbl icato ne l fe bbraio de l2006, l a Santacroce ce rca di m e tte re in l uce l e z one d'om bra de l l 'e s is te nz a, raccontando ciò ch e s ol itam e nte s i pre fe ris ce nas conde re . In Z oo, l a fam igl ia vie ne de s critta com e "un carne val e orribil e ", de gno d'e s s e re dis trutto. Il2007 è l 'anno di "V.M .18", rom anz o ch e parl a de gl i s fre nati l ibe rtinaggi com piuti da 3 ragaz z ine q uattordice nni al l 'inte rno di un col l e gio, l ibro ch e s e gna un'ul te riore s vol ta ne l l o s til e narrativo de l l a Santacroce , de finito dal l a critica "s e tte ce nte s co".


Sil via Cal ve tta La nostra blogge r-psicologa ci parla di se sso e il se sso prim a di tutto è intim ità e confide nza. Giustificazioni non si dovre bbe se ntire l’e sige nza di darle . di Silvia Calve tta (Niobe ) a m e ravigl ia ch e

a

l ive l l o

fis ico

s convol ge , a l ive l l o m e ntal e travol ge

e

s pinge

a

rice rcarl o continuam e nte , in al cuni anch e

os s e s s ivam e nte

com pul s ivam e nte .

e

Quando

si

parl a di s e s s o non s i rie s ce m ai a parl are SO LO di s e s s o, m a ci s i m e tte

in

m e zzo

s e m pre

q ual cos ’al tro. Al l a fine infatti e s ce di tutto. Ciò ch e noto è ch e pe r m ol ti m as ch i ilrapporto vaginal e è dive ntato q uas i un optional , e se gl i s i ch ie de cos a am ano di più de l sesso l e ris pos te s e m pre

ve rs o

rapporto

s i orie ntano

l a fe l l atio, o

anal e.

Il

il

pe rch é

pre dil igano q ue s te pratich e e non il rapporto s e s s ual e vaginal e non h a nul l a a ch e fare con l e s e ns az ioni fis ich e m a con q ue l l e ps ich ich e . La l ibe rtà

s e s s ual e

fe m m inil e

portato l a donna a fare

ha

sesso

m ol to più l ibe ram e nte e ils e s s o tradiz ional e e occas ional e , pe r un uom o, non è più una cos a rara. Il rapporto

oral e , s e condo

s e s s uol ogi

al cuni

rappre s e nte re bbe

l ’avve rars i di una paura arcaica, q ue l l a de l l a cas traz ione , (i de nti pe rce piti com e

arm a

ch e

può

fe rire ) e l ’e ccitaz ione ve rre bbe dal contras to tra paura e

piace re .

fil ope rduto.s pl inde r.com

Inol tre am ano ch e l a com pagna l i

s e s s o anal e pe r re s tare

guardi e

ch e h anno fatto s e s s o anal e e si

gl ie l o

am ano ve de rl a m e ntre

fa.

Il rapporto

vice ve rs a,

anal e,

rappre s e nte re bbe

il

ve rgini,

ve rgognano di dirl o, ch e s e s s o anal e com e

se

fanno

fos s e

un

pie no pos s e s s o de l l a pe rs ona, e l a

“dono” ch e fanno al l ’uom o, q uas i

s ua dom inaz ione , com e a dire “ s e i

l a prova de l l a grande

di m ia proprie tà e con te faccio ciò

ch e provano pe r l ui. Io cre do ch e

ch e vogl io”. Da parte fe m m inil e ne

il s e s s o in q ue s ti cas i pe rda di

h o s e ntite

donne

inte ns ità, di am ore , di vogl ia. Il

oral e,

s e s s o prim a di tutto è intim ità e

dicono ch e è pe rch é “ilgioco l o

confide nz a. Gius tificaz ioni non s i

conducono l oro, h anno in l oro

dovre bbe

pote re l ’uom o, pos s ono de cide re

darl e . Si dovre bbe dare as col to

com e , s e e q uando farl o gode re ”,

al l e proprie vogl ie non dare una

m e ntre ch i pratica ils e s s o anal e,

priorità al l e pratich e . Il s e s s o,

s pe s s o non l o am a e dice di farl o

anch e

pe rch é a LUI piace , pe rch é cos ì gl i

dovre bbe e s s e re l ’incontro di due

da tutta s e s te s s a. Pe ns o ch e il

pe rs one ch e s i ce rcano, s i trovano

s e s s o, tutto, dovre bbe e s s e re fatto

e s e nz a tanti giri di parol e fanno

SO LO pe r piace re . Que l piace re

ciò di cui h anno vogl ia. Sol o cos ì il

fis ico, pul s ional e , ch e gratifica l a

sesso

coppia, ce rto, m a

l a

m e ravigl ios a e s pe rie nz a ch e è e

pe rs ona. Pe rch é s e non s i am a

ch e s pe s s o pe rde di inte ns ità e

una pratica, s e s i prova im baraz z o,

im portanz a pe r tutte

o s i h anno de i tabù, è difficil e far

m e ntal i e cul tural i ch e l o s offocano.

ch e

al tre ttante . Le

am ano

il rapporto

gode re l ’al tra pe rs ona. Ilrapporto anal e ad e s e m pio, è q ual cos a di m ol to intim o, ch e non s i da s ubito, e non pe r una re gol a m oral e, ma pe rch é vuoi l a de l icate z z a de l l a parte , vuoi l a s e ns az ione

ch e

l as cia s e condo m e è q ual cos a ch e va condivis o q uando ve ram e nte s i vuol e , e s e nz a tanti gioch e tti. Ci donne

ch e

h anno fatto e

fanno

s e ntire

attraz ione

l ’e s ige nz a

di

q ue l l o “s e nz a” s e ntim e nto

può

dive ntare

q ue l l a

l e cate ne


Re m o Bas s ini

La storia ve cch ia e nuova de ll'e ditoria a pagam e nto. Voglia di m e tte rsi in ve trina a q ualunq ue costo, oppure ilcoraggio di affrontare ilm e rcato se nza pie garsi ai com prom e ssi? di Re m o Bassini M e tte vo pe r l a prim a vol ta pie de als al one de ll ibro, a Torino. Pe r un m otivo o pe r l ’al tro, ne gl i anni pre ce de nti ave vo s e m pre rim andato. Era ve ne rdì s e ra. Ave vo appuntam e nto in uno s tand e l ì andai, e l i m i fe rm ai tutta s e ra. C’e ra un dis cre to via vai. E c’e ra una donna di m e z z a e tà ch e m i incurios ì. Fe rm ava l a ge nte con un l ibro in m ano. Dom andai (a q ue l l i de l l o s tand). M i dis s e ro ch e s tava ve nde ndo i s uoi l ibri. "Scritti da l e i m e de s im a?" dom andai. "Scritti da l e i m e de s im a", confe rm arono. M ’im pre s s ionò l ’ins is te nz a di q ue l l a donna: face va de l l e pre s e ntaz ioni vol anti. Poch i s e condi, pe rch é l ’inte rl ocutore dice va "No graz ie " e s e ne andava, q ual ch e m inuto inve ce con gl i inde cis i ch e , al l a fine , ce de vano e com pravano ill ibro. Vidi ch e non e ra l a s ol a. Pe ns ai: potre i farl o anch e io, ce rto, m a con un l ibro di un’al tra o di un al tro. Scus i, h o s critto "Il q uade rno de l l e voci rubate ", m i cre da, è davve ro un be l l ibro… con ch e faccia? (Già m i ve rgogno q uando de vo parl are de i m ie i l ibri al l e pre s e ntaz ioni). Ave vo vis to l a s te s s a s ce na, anni prim a, ne l l a m ia città. Un ve cch io ins e gnante , a te atro, tra un atto e l ’al tro di non ricordo q ual e s pe ttacol o di Pirande l l o. Andava dal l e s ignore im pe l l icciate e m os trava ill ibro ch e ave va s critto e fatto s tam pare , l ui, a s pe s e s ue . Qual cuno fe ce de l l ’ironia, a m e fe ce pe na. Sbagl iavo. Le im pre s s ioni, s pe s s o, fre gano. Dom e nica un am ico critico, parl andom i di

re m obas s ini.w ordpre s s .com q ue l l ibro (un l ibro d’arte , di cui e s is tono ancora copie inve ndute ) m i h a de tto d’e s s e re un e s tim atore di q ue l ve cch io, ora m ol to ve cch io, ins e gnante . E m i h a s pie gato, ilm io am ico critico, ch e pre fe rì farl o s tam pare e poi ce rcare di ve nde rl o porta a porta anz ich é abbas s ars i a ch ie de re s pons oriz z az ioni ad as s e s s ori o e nti. Può andare a te s ta al ta, non h a m ai ch ie s to nul l a a ne s s uno, m i h a de tto ilm io am ico critico di q ue lve cch io ins e gnante . Sbagl iava ch i l o pre nde va in giro, s bagl iavo io a provare pe na.


Bl ogTim e Re ce ns ioni

Ilsogno di carta de lla blogge r giram ondo di Elise lle

el is e l l e .s pl inde r.com

Sul l o s fondo di una M il ano viz iata e s e s s ual m e nte attiva s i m uove M ore na, una ragaz z a di ve ntitrè anni ch e s tudia al l ’Unive rs ità e conduce una vita fatta di fe s te private , tras gre s s ive e d e s cl us ive , l ontana dal l a fam igl ia, da un padre dis tratto e da una m adre in continua s fida con s e s te s s a. O gni vol ta ch e M ore na ch iude gl i occh i, i ricordi l a torm e ntano: un am ore pas s ato, te ne ro e pul ito, di cui s e nte l a l ace rante m ancanz a. È ilrom anz o di Carl otta De M e l as , una ragaz z a ch e "vorre bbe vive re s crive ndo" e ch e fa ils uo e s ordio con Una l ingua s ulcuore . Una M il ano e s ibiz ionis ta, tutta appare nz a e poca, poch is s im a s os tanz a, un ne tto contras to tra l uci e om bre , una al te rnanz a tra pas s ato e pre s e nte accom pagnano ill e ttore ne i m om e nti di l uce e buio de l l a protagonis ta, pe rm e tte ndogl i di capire e com pre nde re pas s o dopo pas s o l a s ua s pinta al l 'autodis truz ione . Un prim o rom anz o com e inno d'am ore de l l 'autrice pe r l al e tte ratura e l a s crittura fe m m inil e.

Inte rvista con l'autrice Ch i è Carl otta De M e l as ? E' difficil e de finirm i, potre i dire ch e h o 26 anni e i cape l l i l ungh i, ch e s ono una l aure nda in s ociol ogia e adoro viaggiare ne i pae s i de ls ud e s t as iatico, anch e s e , in re al tà, viagge re i ovunq ue . Viaggiare e s crive re , due attività ch e pos s ono concil iars i? Scrivo m ol to durante i viaggi. Scrive re è l a m ia pas s ione più grande e aute ntica, ogni vol ta ch e pre ndo in m ano una pe nna pe r ricam are s u un fogl io bianco o apro una pagina W ord ne lm io pc, in re al tà m i pre ndo una vacanz a dal l a vita di tutti i giorni. E' l a pos s ibil ità di s coprire nuovi m ondi e raccontarl i in m odi s e m pre dive rs i. Com e è nato iltuo prim o l ibro? "Una l ingua s ulcuore " iniz ial m e nte non è nato com e rom anz o. L'h o s critto pe r e s ige nz a pe rs onal e , pe r m e tte re l e brigl ie a un s e ntim e nto ch e m i face va s tare m al e , pe r l ibe rarm i, l e ccarm i l e fe rite . H o incontrato M ore na (l a protagonis ta de lrom anz o) rifl essa

Titol o: Una l ingua s ulcuore Autore : Carl otta De M e l as Anno: 2008 Editore : Giral di Pre z z o: 12 e uro Siti w e b h ttp://s m agl iature inch ios tro. s pl inde r.com / h ttp://w w w .m ys pace .com /ca rl ottade m e l as

ne lfine s trino di un tre no ch e da M il ano m i riportava a Sanre m o e h o de cis o ch e avre i potuto unire l e nos tre s torie , l a m ia e l a s ua. Da q ue lm om e nto l e parol e h anno s m e s s o di apparte ne rm i. E ade s s o? Cos a fa una s crittrice appe na e s ce ils uo l ibro? Ad oggi s to l avorando s u al tri due te s ti, diffe re nti l 'uno dal l 'al tro,s critti pe r ils e m pl ice gus to di s crive rl i, s e nz a l 'e s ige nz a di l ibe ram i daldol ore . Sono s torie ch e h anno l a capacità di e ntus ias m arm i pe r l a l oro tram a. Uno di q ue s ti è in m ano a un e ditor...e s pe ro. Cos a può as pe ttars i un'e s ordie nte , oggi, dalm e rcato de l l 'e ditoria? Ill ibro è us cito pe r una piccol a cas a e ditrice ,di cons e gue nz a non h o potuto contare s ul l al oro prom oz ione , m a gl i am ici de lbl og cos ì com e q ue l l i de lgruppo di Anobi a cui parte cipo,m i h anno aiutato a far circol are l e m ie parol e. M ol ti di l oro l o h anno l e tto re s titue ndom i e m oz ioni re al i, nonos tante tutti q ue s to accade ne lm ondo di Inte rne t.


Bl ogTim e Re ce ns ioni

Intrigh i, m iste ri e m agia, storie d'am ore e di provincia di Titty Ce rq ue tti È una s toria d'am ore , l 'ul tim o rom anz o di Re m o Bas s ini. Una torm e ntata, incom piuta, s trugge nte e rabbios a s toria d'am ore . Potre bbe bas tare q ue s to, fors e , pe r dire tutto de l l l 'ul tim o rom anz o di Re m o Bas s ini. M a s are bbe poco, fors e addirirttura nie nte , ad e s s e re s ince ri. Pe rch è “La donna ch e parl ava con i m orti” è anch e una s toria di dol ore , ch e attrave rs a s e nz a pie tà q uas i tutti i pe rs onaggi. È una s toria di m is te ri, di s e gre ti, di m orti e di s com pars e . È una s toria di indagini al l 'ital iana, tra l e pie gh e de l l a provincia s il e nz ios a e l a città, con i s uoi gioch i di pote re . È l a s toria di grandi donne com e Anna Antich i, l a protagonis ta. M a è anch e l a s toria di Ce cil ia, di Viviana, di Antone l l a. Pe rs onaggi vivi, com pl e ti, donne ch e potre bbe ro us cire da q ual unq ue portone , l ungo l a via di cas a. È anch e l a s toria di grandi uom ini, l addove grande non s ta pe r pe rfe tto. Com e Fabriz io, is pe ttore di pol iz ia e d am ore ins e guito e s fiorato da Anna. Di Le one Antich i, ilpadre di Anna. È anch e l a s toria di Attil io Ge s tacci, m are s cial l o de i carabinie ri, e di Antonio, de l inq ue nte pe ntito. È curios o, a vol te im pre s s ionante , ilm odo con cui Re m o Bas s ini rie s ce a far attrave rs are q ue s ta vice nda a pe rs onaggi ch e , pe r tutto ilrom anz o, non s ono al tro ch e m orti. M orti più pre s e nti, ne l l a vita de i protagonis ti, di tanti al tri pre s unti vivi. C'è tanto, in q ue s to rom anz o, m a m ai troppo. C'è l a crude l tà antica de l l a provincia bigotta, c'è l a s upe rficial ità e l 'incapacità di al cuni giudici, pol iz iotti, giornal is ti. C'è l a col pa, l 'e s piaz ione , il dol ore ch e s ch iaccia gl i uom ini fino al l a fol l ia, al l a dis truz ione . Al l a dis pe raz ione . C'è l 'am ore irris ol to di Anna, c'è il rim ors o di Fabriz io, l 'am iciz ia di Viviana e il tradim e nto. C'è una s toria ch e , non appe na com inciata, de vi as s ol utam e nte s e guire fino al l a fine , pe rch è non ti m ol l a più. Ci s ono l e pagine ch e vol ano via una die tro l 'al tra m e ntre accom pagni Anna ne ls uo pe rcors o al tal e nante , tra s catti d'ira e profonda

dis pe raz ione , tra s pe ranz e q uas i s e m pre dis atte s e e m om e nti d'inte ns a fe l icità. C'è il pre s e nte , m a anch e un pas s ato ancora più pre s e nte . “La donna ch e parl ava con i m orti” è una s toria ch e ch ie de s ol o di e s s e re l e tta, non prom e tte e non pre te nde . Il l us tra, m os tra, coinvol ge , e m oz iona e com m uove . Ti fa pe ns are m a non t'im pone s trade o s ol uz ioni da s e guire . È una s toria ch e non ch ie de paz ie nz a pe rch è ci s e i s ubito de ntro. È una s toria di pe rs one ch e re s tano tal i, anch e tra l e pagine di un l ibro e ch e m ai, ne m m e no pe r un attim o, puoi s cam biare pe r “pe rs onaggi”. Pe rch è vivono l a s te s s a vita ch e viviam o noi, gl i s te s s i l uogh i, gl i s te s s i s ogni, gl i s te s s i pos s ibil i dol ori nas cos ti die tro un angol o de l l a vita. Ed al l a fine , proprio com e l e pe rs one ch e incontri ne l l a vita, ognuno di l oro ti l as cia de ntro q ual cos a. Una fras e , una traccia, un'e s pe rie nz a com une , un s e ntim e nto profondo, uno s guardo dive rs o s ulpiccol o m ondo di ognuno di noi. E poi ci s ono Ge nova, l a Liguria e ilm are . C'è s ol o un probl e m a, q uando s i tratta di Re m o Bas s ini. Ed è ch e vorre s ti, non appe na finita una s toria, ch e fos s e già pronto a raccontarte ne un'al tra. Bibl iografia Ilq uade rno de l l e voci rubate – La s e s ia – 2002 Dicono di Cl el ia – M urs ia – 2006 Lo s com m e ttitore – Fe rnande l– 2006 La donna ch e parl ava con i m orti Ne w ton & Com pton - 2007

Bl og: h ttp://w w w .re m obas s ini.it h ttp://w w w .appunti.w ordpre s s .it


Bl ogTim e Re ce ns ioni

Non h o nie nte da dire , q uindi scrivo di Barbara De lfino (Rae l) La Fam igl ia Im m aginaria è un l ibro m orbido. Ricorda, non pe r l a s crittura, m a pe r l 'am bie ntaz ione ch e e voca, i l ibri m e gl io rius citi di Sve va Cas ati M odigl iani ch e , com e noto, s crive rom anz i d'am ore e l 'unico accos tam e nto all ibro di Lina De ttori è l o s vil uppo de l l 'al be ro ge ne al ogico, caratte ris tica di SVC. Si e ntra ne l cl an de La Fam igl ia Im m aginaria, s i pranz a, s i ce na, s i fa l a s pe s a, ci s i riunis ce pe r l e fe s te con q ue s ta Fam igl ia. Racconta un s e col o di vita di vari pare nti ne l ce ntro-s ud de l l a Sarde gna, accom unati da uno s pirito e s tre m am e nte individual is ta ch e s i s fas cia ne l l a col l e ttività fam igl iare ne i m om e nti di trage dia: l a m orte de i com pone nti più anz iani, il carce re pe r l a pe cora ne ra, il s odal iz io di frate l l i ve rs o s ore l l e ripudiate ne l l al oro s ce l ta d'am ore . Non è una fam igl ia di bas s a e s traz ione , non ne l l e ul tim e ge ne raz ioni q uantom e no: avvocati, m e dici. Un s e ns o di s im patia va ve rs o l 'unico ch e rifiuta l a tradiz ione di l aure ars i in "contine nte " e rim ane ne l l 'is ol aa gode re de l l a pre carie tà di uno s cave z z acol l o ch e s i barcam e na tra tavol i da gioco e col az ioni ne l l a tarda m attinata ne i bar de l ce ntro s torico de l l a città. L'io narrante non pare l 'autrice de l l ibro: s e m bre re bbe piuttos to l a figl ia o ilfigl io ch e curios a in s catol e dove s i us a radunare i docum e nti dai più ve cch i ai più re ce nti di una fam igl ia. Sal tano fuori fotografie in s e ppia coltim bro de lfotografo in al toril ie vo, l e tte re dalfronte , atti di proprie tà s critti con l a pe nna d'oca. Un ottim o l ibro, m acch iato s ol o da piccol i pe ccati: un ricordare troppo s pe s s o all e ttore l a s toria de i pe rs onaggi ch e più s i m e m oriz z ano e un inte rl acciam e nto di vari

fam igl iari m e no ide ntificabil i l e gge rm e nte dis ordinato ch e dis trae dal l a l e ttura pe r pote r far m e nte l ocal e e ricordare ch i diam ine s ia q ue lcugino. Un ottim o e s ordio ne lm ondo de i codici ibs n, da l e gge re pe r ave r vogl ia di e s s e re invitati a tras corre il Natal e a cas a de l l a Fam igl ia Im m aginaria.

LA FAM IGLIA IM M AGINARIA Lina De ttori

h ttp://braiandinaz are th .s pl inde r.com

Acq uis tabil e pre s s o: h ttp://w w w .inte rne tbook s h op.it/s e r/s e rds p. as p?s h op=1& c=IXB3LK 4NK JRBH oppure dire ttam e nte al l 'Editore : EDIZ IO NI IRIS S.R.L. - Cas e l l a Pos tal e 63 08025 O l ie na (Nuoro)

w w w .rae l -is -re al .org/rae l /


Bl ogTim e Re ce ns ioni

L'ultim o film di Virzì, con Sabrina Ferilli e Massim o Gh ini di Luca (Bruce Le e )

L

Val e rio M as tandre a, ch e contrappone ad un'ide ol ogia a M arta (Is abe l l a utopis tica una m ancanz a di s e ns o Ragone s e ), una pratico e d'e fficacia ne l l a re al e ne ol aure ata in fil os ofia tute l a de i l avoratori, ris ul tando pe rciò am biguo, gof f o e con ilm as s im o de i voti, ch e be n ude nte . Inte re s s ante anch e pre s to s arà cos tre tta a l avorare in inconcl il pe rs onaggio di Sonia (M icae l a un cal l ce nte r, attual m e nte l 'unica Ram az z otti), coinq uil ina di M arta pros pe ttiva di l avoro pe r m ol ti ch e l e procura il l avoro, m adre giovani. Qui ve rrà a contatto con dis atte nta e pre occupata s ol o a al tre ragaz z e ch e com e l e i, s i col m are l a s ua s ol itudine e l a rice rca di trovano in una s ituaz ione l avorativa de s ide rio d'affe tto, al q ual cuno ch e " s ia buono con l e i", pre caria e ch e ve ngono m e s s e in dis pos ta a tutto pur di guadagnare com pe tiz ione tra l oro pe r il s ol di facil m e nte , com pre s o ve nde re raggiungim e nto de gl i obie ttivi dal l a ilproprio corpo pe r ne ce s s ità. l oro re s pons abil e Danie l a (Sabrina Non c' è un giudiz io s e ve ro di Virz ì Fe ril l i). Se iniz ial m e nte l e cos e s u ne s s uno, s i l im ita a dipinge re cuni pe rs onaggi, com e il s e m brano girare a favore pe r al v e ndit ore L ucio 2 (El io Ge rm ano), M arta, ch e è particol arm e nte os s e s s ionato daldove r e s s e re un m otivata e portata pe r q ue s to vince nte , s e m pre alprim o pos to e l avoro, be n pre s to s i re nde rà conto anch e i dirige nti di s ucce s s o, de i di una re al tà m ol to dive rs a, dove q ual i vie ne m os trato ill ato os curo, l 'invidia e il s ucce s s o pe rs onal e fatto di s ol itudine affe ttiva e fam il iare , dim os trano di condurre ve ngono m e s s i al prim o pos to e de l l e e s is te nz e aride , be nch é m ol to non c' è s paz io pe r i pe rde nti. agiat e , t ra cas e di l us s o, v e s t iti E' un fil m girato con inte l l ige nz a e as tica. In m e z z o brio da Paol o Virz ì, non m ancano firm ati e ch irurgia pl a q ue s t o m ondo di pe rs onaggi l e s ituaz ioni dive rte nti all im ite de l e ne s s uno è grotte s co (tal vol ta un po' troppo am bigui, ne l q ual ice , M arta è l 'unica caricate ) cos ì com e l e rifl e s s ioni ve ram e nte fe l ch e rie s ca a com pre nde re q ual e s ia am are , ci s ono tanti pe rs onaggi di a gius ta via da s e guire e a s al vars i contorno ch e m os trano l in t e m po, prim a ch e s ia t roppo t ardi, un'is tantane a ve ros im il e de l l a un final e l ibe ratorio e re al tà. Dive rte nte ilpe rs onaggio de l con e . Il s indacal is ta Giorgio Conforti ottim is tico, be nch é poco cre dibil t e m a de l l a s ol it udine è s e m pre inte rpre tato da un convince nte pre s e nte ne lfil m , a com inciare da a vice nda ruota attorno

q ue l l a de l l e pe rs one contattate dal cal l ce nte r, ge ne ral m e nte cas al ingh e o s ignore anz iane , s ul l e q ual i l e intrapre nde nti ope ratrici ce rcano di far l e va in ogni m odo, anch e con m e z z i s ubdol i, pur di s tabil ire una fal s a e m patia. Da una parte il l avoro pre cario de i dipe nde nti de lcal lce nte r, cos tre tti a s ubire l e ve s s az ioni e angh e rie im pos te da q ue s to tipo di l avoro, dal l 'al tro gl i ignari pote nz ial i cl ie nti, te m pe s tati in ogni m odo da offe rte e propos te varie . Vie ne q uindi s m as ch e rata l a re al tà ch e s ta die tro l 'ottim is m o di facciata, i s orris i, l 'autom otivaz ione , il raggiungim e nto de gl i obie ttivi e de l s ucce s s o l avorativo ad ogni cos to, ch e m ol te az ie nde util iz z ano com e m ode l l o com portam e ntal e da appl icare a tutti i dipe nde nti. Buona l a col onna s onora, anch e s e non particol arm e nte coinvol ge nte , il fil m è godibil e, l as cia un po' d'am aro in bocca e s offre di q ual ch e im pe rfe z ione (s oprattutto ne l final e ) m a ne l com pl esso si tratta di una pe l l icol a inte re s s ante , ch e s fiora dive rs i argom e nti s e nz a approfondirl i troppo, con un tocco di l e gge re z z a e fre s ch e z z a ch e arricch is ce ilpanoram a de lcine m a ital iano. Sicuram e nte m e rita una vis ione , pe r rifl e tte re s u una re al tà ch e ci circonda e ch e non pos s iam o più finge re di non ve de re .

bruce lee 73.iobloggo.com


Dania& Profum o

Quote ros a Be rl us coni, ancora ris e rvato circa l a com pos iz ione de l s uo futuro gove rno, confe rm a l a pre s e nz a in e s e cutivo di q uattro donne . Saranno divis e in due coppie (bionda-m ora, bionda-m ora) e bal l e ranno, al l ’iniz io di ogni s e duta parl am e ntare , ai l ati de lGabibbo.

Nordis ti M e ntre ilgarante , in s e guito al l e acce s e pol e m ich e , bl occa l a pubbl icaz ione onl ine de i re dditi de gl i ital iani de l2005, in Finl andia è pos s ibil e cons ul tare il re ddito de lvicino di cas a inviando una s e m pl ice rich ie s ta via s m s . Alcos to di q uas i 2 e uro, l ’age nz ia de l l e e ntrate offre ai cittadini l a pos s ibil ità di ve rificare l o s tatus di tutti i contribue nti. Il s e rviz io ve rrà s os pe s o non appe na i finl ande s i avranno im parato a util iz z are l a m aggior parte de ll oro cre dito te l e fonico pe r s caricare s uone rie di Tiz iano Fe rro o s fondi con cani ch e ruttano.

PRO -FUMO's-CO RNER

La M ara Ve rità Pari opportunità s ignifica una q uarta di re ggis e no pe r tutte ?


Se gni Particol ari

di se gni PARTICO LARI

Lo s ape vi ch e anch e i bl og h anno un s e gno z odiacal e ?Control l al a data di nas cita de ltuo bl og e s e gui, m e s e pe r m e s e , ciò ch e il futuro ris e rve rà al l a tua “cre atura virtual e ”! ARIETE (21/03-20/04) In q ue s to m e s e i tuoi acce s s i s ono tal m e nte cal ati ch e Sh inys tatnon ti m anda ne m m e no più l a m ailcon ilre s oconto s e ttim anal e de l l e vis ite ! Ti convie ne togl ie re ilcontatore dalbl og s e non vuoi ch e anch e gl i unici 4 bl ogge r ch e ancora ti vis itano s i ve rgognino e s m e ttano di farl o!!

BLO G DEL SEGNO : Andre aBe ggi

TO RO

(21/04-21/05) E’giunto ilm om e nto di s crive re iltuo prim o pos t da s ol o: bas ta fare CO PIA e INCO LLA dai bl og de gl i al tri, i tas ti CTRL+ C e CTRL+ Vnon ris pondono più ai com andi!!

BLO G DEL SEGNO : Eioch e m ipe ns avo

GEM ELLI(22/05-21/06) Iltuo bl og non è indiciz z ato s u ne s s un m otore di rice rca e non è riconos ciuto da ne s s un aggre gatore : non cre di s ia ilcas o di farti s pie gare da q ual cuno l a diffe re nz a tra il“pos tare ” s u W ord e s u W ordpre s s ?!

BLO G DEL SEGNO : M ante bl og

CANCRO

(22/06-23/07) Final m e nte q ual cuno ti h a l ink ato. Sotto ricatto, m a ti h a l ink ato!

BLO G DEL SEGNO : Bam bol e s ce nte

LEO NE (24/07-23/08) E’ ilm om e nto di cam biare aria: ilcol ore de ltuo te m pl ate fa s ch ifo! Que lgial l ino s l avato fa troppo pe ndant con ilcol ore ch e h a l a tua faccia q uando fai m attina davanti alpc pe r s crive re un pos t! BLO G DEL SEGNO : Se l vaggia Lucare l l i

VERGINE (24/08-23/09 ) A forz a di “bruciare ” i s e m afori ros s i pe r corre re a cas a e s brigarti a ris ponde re ai com m e nti de l l ’ul tim a m e z z ’ora ti h anno tol to q uas i tutti i punti de l l a pate nte !Non s e rve ch e ti s capicol l i, tanto l e tue ris pos te non l e l e gge ne s s uno!

BLO G DEL SEGNO : Pape ro Gial l o


Se gni Particol ari

s particol ari.s pl inde r.com

BILANCIA (24/09 -23/10) H ai ce rcato dis pe ratam e nte q ual cuno ch e ti convince s s e a non ch iude re ilBl og: ne s s uno h a avuto ilcoraggio di farl o m a cre dim i, non l ’h anno fatto pe r iltuo be ne !

BLO G DEL SEGNO : M ae s trini pe r cas o

SCO RPIO NE

(24/10-22/11) Da q uando h ai ape rto ilbl og s e i travol to da m e s s aggi privati. Pe ccato, s e fos s e ro s tati com m e nti s are s ti s tato un bl ogge r com e tutti gl i al tri!

BLO G DEL SEGNO : M acch iane ra

SAGITTARIO (23/11-21/12) Sm e ttil a di parl are s e m pre di te ne i tuoi pos t, ildiario onl ine non e s is te più già da un pe z z o… non te n’e ri accorto?!

BLO G DEL SEGNO : Scial l i e ve ntagl i

CAPRICO RNO

(22/12-20/01) H ai m ai pe ns ato di puntare s ul l ’as pe tto fis ico pe r farti l e gge re da q ual cuno?M e tti una foto s e xy com e avatar e ve drai ch e non dovrai più badare a ciò ch e s crivi!!

BLO G DEL SEGNO : Tre ntam arl boro

ACQUARIO

(21/01-19 /02) Que s to m e s e iltuo bl og com pare tra i prim i ne l l e cl as s ifich e de i “TO P BLO GGER”.Non ti agitare , s tavo s ch e rz ando!!

BLO G DEL SEGNO : Dave bl og

PESCI(20/02-20/03) H ai re s o iltuo bl og privato m a ti s e i s cordato di invitare i tuoi l e ttori. O ram ai è troppo tardi, ill ink de ltuo bl og l ’h anno già cance l l ato tutti!

BLO G DEL SEGNO : Sore l l e d'Ital ia


Profile for Titty Cerquetti

BlogTime  

Il magazine dei bloggers

BlogTime  

Il magazine dei bloggers

Profile for tittyna
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded