Page 1

ANNO 1 - NUMERO 0 - DEL 3 FEBBRAIO 2007

Editoriale

È

tradizione che il direttore di un periodico, piccolo o grande che sia, presenti al pubblico dei lettori il programma editoriale a nome dell’intera redazione. La nostra rivista possiede la singolarità di essere espressione di una associazione di volontariato, nata per dare sostegno ai malati oncologici e alle loro famiglie, e sono gli stessi volontari, insieme agli assistiti e ai loro familiari, ad essere i protagonisti nella redazione di queste pagine raccontando se stessi, le loro ansie, le loro paure, ma anche convinti di dare un apporto positivo al miglioramento della vita sanitaria della nostra provincia. Molti dei soci collaboratori all’interno della redazione sono operatori nel campo della medicina generale e della specialistica, sia pubblica che privata, che hanno messo a disposizione la loro sensibilità umana e la loro competenza professionale; altri sono esperti nel campo legale e amministrativo; collaborano anche psicologi e sociologi. Tutti agiscono sinergicamente per dare a questa esperienza editoriale la possibilità di essere un valido aiuto a chi si trova ad affrontare momenti drammatici e ad effettuare quell’opera di prevenzione che non è mai sufficiente. Saranno loro, con il bagaglio di conoscenze e impegno civile, i redattori di Ogliastra Sanità, periodico che intende proporsi ai cittadini dell’Ogliastra come strumento di informazione e libero scambio di idee ed esperienze, ma pure come momento di riflessione collettiva. L’impostazione editoriale sarà pertanto funzionale a questo obiettivo con le sue rubriche fisse, gli approfondimenti, le interviste, il racconto delle attività messe in atto in altre realtà regionali. In questo numero di esordio i lettori troveranno, tra l’altro,: l’intervista al

Un’altra iniziativa di Mano Tesa Ogliastra per poter usufruire meglio dei servizi offerti dalla sanità pubblica

La presenza di Mano Tesa in Ogliastra Prende avvio, con questo primo numero di “Ogliastra Sanità”, periodico rivolto ai cittadini dell’Ogliastra, un’altra iniziativa dell’associazione Mano Tesa Ogliastra. Esce con il supplemento “Guida Sanitaria” che è un manuale di notizie, indicazioni e indirizzi, utile a tutti per poter usufruire, nel modo migliore, dei servizi offerti dalla sanità pubblica e privata del nostro territorio. Anche questo periodico, che ho la soddisfazione e l’onore di presentare alle persone ed alle famiglie della nostra nuova Provincia, vuole avere uno scopo squisitamente pratico, pure quando, tra i temi dei quali si occuperà, inserirà argomenti sanitari: descrizione di patologie frequenti nelle nostre comunità con indicazioni dei modi per affrontarle con l’aiuto dei sanitari; suggerimenti di comportamento per evitare, per quanto possibile, di ammalarsi. In ogni caso il nostro sforzo sarà teso affinchè la scelta degli argomenti, i consigli e le indicazioni sui rischi da evitare, siano sempre apprezzati per la competenza e professionalità dei contributi, possibilmente mai disgiunti dalla chiarezza e dalla semplicità. Questo sarà sempre e con insistenza richiesto a tutti i collaboratori del nostro giornale. Vorremmo, insomma, fare in modo che nessun lettore si senta allontanato o respinto dalla pretenziosità dei ragionamenti specialistici, dalla difficoltà delle definizioni o dalle parole usate per descrivere situazioni o per consigliare comportamenti quotidiani di prevenzione. Chiediamo a tutti i nostri collaboratori, sia quelli che contribuiscono con continuità e generosità, ma anche e soprattutto a quelli che ci invieranno utili e graditi contributi, di essere chiari nell’esposizione, di sentirsi vicini al linguaggio di

Un agile strumento per guidare il cittadino nella scelta e nell’utilizzo dei servizi sanitari nel territorio

tutti i giorni, a quello che viene usato abitualmente nelle nostre case e nelle nostre famiglie. Ed ancora sarebbe auspicabile che, nel descrivere situazioni locali o nel riportare esperienze o eventuali disfunzioni, che peraltro sono utili da conoscere, nel campo dei servizi sociali e sanitari, ci si comporti con equilibrio e rispetto, anche quando si parla di cose che non vanno bene e che devono essere migliorate. Con questo spirito e con questi metodi, “Ogliastra Sanità” vuole inserirsi anche nelle realtà comunali come strumento di comunicazione e di annuncio delle iniziative organizzate dagli Enti Locali, dal Volontariato, da altri operatori nel campo assistenziale e sanitario e come strumento di raccolta di pareri, suggerimenti e critiche costruttive, senza sconfinare nella censura personale o tanto meno politica.

L’Associazione di volontariato Mano Tesa Ogliastra vuole continuare a rispondere, anche con questo periodico, alla finalità che il suo nome indica. Essere uno strumento per aiutare, sia quando cerca di farlo rivolgendosi alle singole persone o impegnandosi per venire incontro ad una famiglia, sia quando usa i suoi strumenti, in questo caso il periodico, per rivolgersi con finalità sociali a tutta la popolazione. Vuole essere cioè disponibile, informata, indipendente nelle notizie che diffonde, notizie che non possono essere legate alle vicende quotidiane, in quanto, il numero di uscite del periodico nell’anno sarà limitato; la cronaca, con i suoi fatti di ogni giorno, resta appannaggio degli efficaci mezzi di comunicazione quali quotidiani, radio e televisione. Il nostro periodico dedicherà una parte del suo spazio a coloro che rivolgeranno domande o offriranno contributi. Questi e quelle avranno ospitalità se saranno capaci di interessare un numero sufficiente di lettori; ad altre domande si darà risposta in modi diversi e più personali. Contando sulla generosità dei collaboratori, che meritano il ringraziamento dell’Associazione e mio personale, partiamo per un viaggio che vuole mettere in comunicazione non solo i soci di Mano Tesa, ma anche tutti i cittadini del territorio. Lo facciamo con pochi mezzi, ma con la disponibilità e la speranza di chi sa di poter contare su collaboratori generosi e lettori comprensivi e pazienti. Se questo viaggio sarà lungo e utile dipenderà dall’interesse che sapremo provocare e dall’aiuto che riusciremo a dare. L’impegno ci sarà tutto. Aspettiamo con speranza la risposta dei lettori. Giorgio Pisu Presidente di Mano Tesa Ogliastra


ANNO 1 - NUMERO 0 - DEL 3 FEBBRAIO 2007

Segue Editoriale

direttore Generale della ASL Graziella Pintus, pagine di prevenzione oncologica, proposte di atteggiamenti utili nelle relazioni interpersonali con il paziente affetto da tumore, notizie sull’AVIS e tanti altri argomenti. Per la redazione uno spazio molto importante sarà la pagina riservata alle domande e alle opinioni dei nostri lettori; si tratta di uno spazio fondamentale in una rivista, come la nostra, che, essendo diretta espressione di “Mano Tesa Ogliastra”, si alimenta dello scambio di informazioni, esperienze vissute, denuncia di storture e proposte per migliorare la condizione dei malati più gravi e dei loro familiari. Per tagliare il traguardo di un obiettivo tanto ambizioso, abbiamo bisogno del sostegno convinto da parte delle donne e degli uomini di buona volontà che vivono e operano in Ogliastra. Nino Melis Direttore Responsabile

Ogliastra Sanità Periodico di Mano Tesa Ogliastra ANNO I - NUMERO 0 - DEL 3 FEBBRAIO 2007 Autorizzazione Tribunale di Lanusei N. 3706 del 3 Ottobre 2006 Spedizione in Abbonamento Postale 45% art. 2 comma 20/b legge 662/96 Filiale di Lanusei Editore Associazione di Volontariato Mano Tesa Ogliastra Direttore Responsabile Nino Melis Comitato di Redazione Salvatore Brau, Paola Contu Marilena Lara, Tonino Loi Severina Mascia, Laura Meloni Natalino Meloni, Giorgio Pisu Gianfranco Pittau, Cettina Pulvirenti Giuseppe Schiavone Redazione Via Tirso, 32 Tortolì Tel. 348 518 84 07 - 347 807 94 49 Stampa Grafiche Pilia - Tortolì Per Aiutare Mano Tesa Ogliastra Versamento su cc N. 65016183 Banco Di Sardegna - Barisardo ABI 1015 - CAB 86480

OGLIASTRA SANITÀ

2

“Mano Tesa Ogliastra”, fondata da un gruppo di cittadini sensibili ai problemi di volontariato

La vita dell’associazione L’associazione di volontariato “Mano Tesa Ogliastra” costituita da qualche anno in Ogliastra, ha sede principale a Tortolì e sedi periferiche nei comuni di Lanusei, Jerzu, Bari Sardo, Seui. Il convegno di presentazione si è svolto a Tortolì nel Marzo 2005 ed ha visto la partecipazione di molti cittadini, autorità civili e religiose, tra le quali Mons. Antioco Piseddu, e la presenza straordinaria del prof. Giulio Fontò, psicoterapeuta e formatore personale Hospice. Essa opera ed ha soci volontari, rappresentanti e referenti, in tutti i comuni ogliastrini. “Mano Tesa Ogliastra”, fondata da un gruppo di cittadini sensibili ai problemi di volontariato e presieduta dal Dr. Giorgio Pisu, ha la finalità prioritaria di offrire, come è detto nell’art. 3 dello Statuto, “aiuto e sostegno morale, psicologico, giuridico e sociale ai malati oncologici affetti da patologie tumorali o per infermità croniche invalidanti ed alle loro famiglie, residenti o domiciliati anche temporaneamente nel territorio ogliastrino”. Nel nostro territorio si va verificando, anche a causa del relativo isolamento, così come oggi avviene in molte parti dell’Italia e del Mondo, la caduta o l’attenuazione delle tradizionali solidarietà comunitarie, di tipo parentale, amicale o di vicinato, mentre, parallelamente, si accentuano le difficoltà degli Enti Locali a sopperirvi. In una simile realtà si inserisce l’attività di Mano Tesa Ogliastra, che non vuole sostituirsi all’ente pubblico nelle proprie attività istituzionali, ma vuole essere presente per quel cittadino, che in quel particolare momento, in un particolare territorio, trovandosi in difficoltà, ha bisogno di una mano tesa

Il convegno di presentazione svoltosi a Tortolì nel Marzo 2005 ha visto la partecipazione di molti cittadini

ad alleviargli i disagi. Questa opera di volontariato è già iniziata con l’effettuazione di prelievi domiciliari, con accompagnamento di malati, con risposte concrete a richieste di accoglienza o con consigli ed indicazioni opportune e comincia a dare i suoi frutti. L’Associazione si adopera per alleviare i problemi e le difficoltà creati dalla malattia tumorale ed offrire un servizio ai cittadini che ne facciano richiesta ed esprimano bisogni relativi alle situazioni del caso. Sono state promosse iniziative di prevenzione in molti paesi della nuova Provincia Ogliastra, organizzando incontri e conferenze, tenuti da oncologi, psicologi e specialisti, rivolti alla sensibilizzazione dei cittadini del territorio, alla prevenzione ed alla conoscenza della malattia e delle sue conseguenze. Sia i cittadini, sia gli amministratori locali, hanno partecipato mostrando vivo interesse. Molto qualificante l’incontro di formazione tenutosi nell’Aprile del 2005 nel quale grande risalto ha avuto la relazione di Mons. Charles G. Vella, psicoterapeuta, esperto in bioetica, responsabile Relazioni Sociali HRS San Raffaele di Milano. Sono state anche promosse iniziative volte a valutare l’entità numerica dei potenziali interessati e sono state studiati

tempi e modi per conoscere ed affrontare i bisogni, partendo dalle attese e prendendo in considerazione le disponibilità e le potenzialità dell’Associazione e del territorio, che soffre sia del relativo tradizionale isolamento sia di altri problemi strutturali e storici e che si sente più forte se si fa gruppo nei momenti di bisogno e necessità. Sono state promosse forme di assistenza, a mezzo dei soci, da effettuare nei presidi di ricovero o a domicilio degli ammalati, così come sono stati ritenuti importanti le collaborazioni con strutture extra territoriali di cura e di accoglienza alberghiera e con altre associazioni di volontariato. Nei mesi di marzo e di aprile del 2006 un gruppo di soci ha contattato tutti i medici di famiglia della ASL n. 4 ed ha consegnato loro una locandina, strutturata sul metodo delle problematiche dirette, ritenuta utile per divulgare l’offerta in sedi opportune quali gli studi medici. Sono stati inseriti nel programma, ed in parte già iniziati, interventi nelle scuole rivolti alla diffusione della cultura della solidarietà, alla prevenzione ed alla conoscenza delle problematiche legate a situazioni correlate alle malattie oncologiche. Attualmente l’Associazione è impegnata, tra l’altro, su un progetto di produzione di materiale informativo, che sarà offerto a tutte le famiglie ogliastrine, e che ha lo scopo di promuovere la cultura della prevenzione, fornire informazioni necessarie ed indispensabili per affrontare con minore disagio gli ostacoli che si frappongono tra la persona umana e la realtà della vita quotidiana Giuseppe Schiavone

Ogliastra Sanità - ANNO 1 - NUMERO 0 - DEL 3 FEBBRAIO 2007  

Periodico a cura di Mano Tesa Ogliastra

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you