Issuu on Google+

EDITORIALE DEL DIRETTORE

!"#$"%&

!"#$%&'()*#& &+%,%&,%-.%/0) -&$,&/+"#/1&% !"#$%#&"'(!))'#*+&'"),%)!#!# ,+-*.*'/'#0'+!#1#%!22'#/)*2!# 3*"'4*-!"'5# 0*# 6'(2*'%'# ,%7 08!#0'++!%),)'"*#!#,%,2*/)*#9!22'# /)!//'# /&!//'"!:# ;!))'# <,))':# =# &,")*"!# 9,# >$!/)'# %$+!"'5# 2,# "!7 9,.*'%!#9*#345#0'%#(",%9!#'%'"!5# 8,#*2#&*,0!"!#9*#,--",00*,"!#?!"(*'# 3,--*,#!#@,$"'#A'"%!2B:#?,",%%'# 2'"'#2!#&"*+!#9$!#<*"+!#C9*#2$//'D# 08!# '(%*# /!))*+,%,# 6*# )!"",%%'# 0'+&,(%*,# ,%,2*..,%9'# *2# 0,+7 &*'%,)'# 9*# /!"*!# =# !# 9*# AE# 0'+!# /'2'#2'"'#/,%%'#<,"!:#4F!/&!"*!%.,# !#2,#(",%9!#0'%'/0!%.,#9*#>$!/),# 9*/0*&2*%,#<,%%'#9*#3,--*,#!#A'"7 %!2B#)",#*#9$!#6'2)*#&*G#*+&'"),%)*# !# ",&&"!/!%),)*6*# 9!22,# %'/)",# "!7 (*'%!#*%#,+-*)'#%,.*'%,2!:#?!"(*'# 3,--*,5#02,//!#EHIE5#8,#0'%>$*/),7 )'#2!#0'&!")*%!#9*#)$)),#J),2*,#9'&'# /!))!# ,%%*# <,%),/)*0*# &,//,)*# ,22,# ($*9,#9!22F=/)*:#K%#0,++*%'#/)"!7 &*)'/'# 9,22,# /!"*!# AL# ,22,# /!"*!# =# 0$2+*%,)'# 0'%# 2,# 6*))'"*,# 9!22,# A'&&,#J),2*,#!#,6!"#/<*'",)'#2F,%%'# /0'"/'# 2'# /0$9!))':# ;,# '2)"!# 6!%)F,%%*#+,/)*0,#*2#<$)/,2#0'+!#/!# <'//!# *2# /$'# &,%!# >$')*9*,%'# !# ,# 0'%)'"%'#9*#)$))'#>$!/)'#/*#1#0'%7 )",99*/)*%)'#,%08!#0'+!#&"!&,",7 )'"!#9!*#&'")*!"*#9*#0,20*'5#6,%),%7 9'# ,%08!# $%F!/&!"*!%.,# *%# 4*-*,# %!2#=2#J))*8,9:#@,$"'#A'"%!2B#*%7 6!0!#8,#,6$)'#*2#&"!(*'#9*#0'%>$*7 /),"!#$%#)*)'2'#0'%)*%!%),2!#0'%#2,# +,(2*,# ,..$"",# $%*6!"/*),"*,5# %!2# EHHM#,#N,"+,5#-,))!%9'#2,#?&,(%,# !#<*"+,%9'#,%08!#*2#),-!22*%'#9!*# +,"0,)'"*:#;,#(*'0,)'"!#/*#1#)'2)'# &,"!008*!#/'99*/<,.*'%*#0'+!#$%,# A'&&,# J),2*,# %,.*'%,2!# 0'%# 2FJ)0,# OEHHPQ#!#$%,#9*#/!"*!#A#%,.*'%,2!# 0'%#2,#R,-!))'#OLMMMQ:#J%#&,%08*%,# !",#/!9$)'#$%#0!")'#?!"(*'#3,--*,:# S!++!%'#,#9*"2'5#,9!//'#/*#"*)"'7 6,%'#/$22!#&,(*%!#9*#3*"'4*-!"':#

3!45/678/95347:; <3(2;43/=;65!5<7

Acqua&Sapone avanti 4-1, poi l’orgoglio orange vale un pareggio da applausi. Tiago Polido: «Vogliamo lo scudetto»

2

Walter Citro

A PAG. 3

Mammarella, a lungo insuperabile per Lima e soci

STAR WARP

!"#$"%'(

=7:/>7!67/63!;88; >7?=5:3/:7:/>3!43 Il Savigliano si impone 4-3 in trasferta. Canavese trascina lo Sporting Rosta nel dilagante successo sul Top Five di Cirillo A PAG. 7

A*"##"/ -."BB)#%/

Nel big match di C2, i cuneesi di Yoram Anrico battono l’Asa di Pippo Cedro per 5-3 (a pag. 11)

Serie B / Sabato il primo scontro tra le piemontesi

Astense esame derby Al Palasanquirico arrivano I Bassotti, raggiunti in rimonta dal Pisa

Spavaldo il Bra di Granata, non bene il Castellamonte senza Monni

Lotta a concilio con tutta la sua truppa

Tripletta all’esordio per il figliol prodigo Canavese

')**&%$+&,$&%'

?;38/(5?3957?5/3 >7(>3/!@8/23!43 La squadra di Mimmo Ingrascì si gioca giovedì sera la qualificazione con l’Asa. Avanti l’Esseti ma scoppia il caso Merra A PAG. 12-13


NEWS

02

numero  1  -  8/10/2013

COPPA / Giocatore squalificato, ma Cinzano soprassiede

Il curioso caso Merra Luigi  Trafficante

ittoria con “giallo” nel se-­ condo turno di Coppa Ita-­ lia di Serie C. Il Cinzano perde malamente contro l’Es-­ seti (8-­3, ndr) ma nella distin-­ ta dei gialloblù qualcosa non torna. La squalifica di Danie-­ le Merra, rimediata lo scorso anno, resta (quasi) inosserva-­ ta e il giocatore finisce così abile e arruolato nella lista dei convocati. La sconfitta del Cinzano viene omologata tra lo stupore di qualcuno e l’in-­ differenza di altri. Sergio Varetto, presidente-­ giocatore dei collinari, riassu-­ me così quanto accaduto: «Con poco tempo a disposi-­ zione per presentare o meno il ricorso è stata fatta con il Direttivo una votazione a maggioranza e ha vinto il no. Personalmente – continua il Presidente Varetto – avrei fat-­ to ricorso, ma è stata presa questa decisione e ci teniamo la sconfitta». Il conciliabolo tra le due società pare sia continuato anche lontano dal palazzetto, diverse telefonate

V

sono intercorse soprattutto sponda Esseti, per far tornare la situazione alla “normalità”. C’è chi parla di minacce – e in questo senso la smentita secca arriva dallo stesso Varetto – chi invece preferisce trasfor-­ mare il termine in diplomazia. Come Luca Cappa, allenatore-­ giocatore del Cinzano che pro-­ va a gettare acqua sul fuoco: «Non c’è stato nessun proble-­ ma con l’Esseti, anzi. Col Presi-­ dente Falco ho un ottimo rap-­ porto e non ci abbiamo messo molto a sistemare le cose. Era-­ vamo divisi sul presentare o meno il ricorso, non l’abbiamo fatto perché la nostra annata non si basa certo sulla Coppa Italia. Al contrario, continua il mister, spettava forse allo Sparta Novara presentare ri-­ corso, visto che Merra ha gio-­ cato anche nella prima gara contro i novaresi». In mezzo a tante, tantissime voci, spesso infondate o non del tutto vere, un’unica cosa è assolutamente sicura. Daniele Merra non gio-­ cherà gli ottavi di finale della Coppa Italia. Vedere per cre-­ dere...

Azerbaigian e Slovenia prime avversarie dell’Italia ai prossimi Europei

DAL COMUNICATO UFFICIALE

Abbaglio  o  referto errato?  Immediato il  ricorso  del  Fenalc isveglio con sgradita sorpresa per il Fenalc di Lupo: sul comunicato ufficiale n. 20 del 3 Ottobre 2013 pubblicato dalla Lega Na-­ zionale Dilettanti, infatti, il risultato della gara di Coppa Italia di Serie C con il Sermig, termi-­ nata sul campo 3-­5, è stato invertito in un 5-­3 quantomeno sospetto. Si tratta di un banalissi-­ mo errore di battitura o l’arbitro dell’incontro, il Signor Carapelli di Torino, ha trasmesso in maniera errata il referto di gara? Il Fenalc di Negro (in foto) e compagni, ha immediatamen-­ te inoltrato ricorso. Per sapere come andrà a fi-­ nire bisognerà aspettare il prossimo comunica-­ to del comitato regionale con, ci auguriamo, le correzioni del caso.

R

DANIELE /La pietra involontaria dello scandalo

MATRICOLE  CHE  SCOTTANO

Juventus  Femminile  in DIFlCOLTºANCHEILCALCIO ACINQUERISCHIALAlNE Come è ben noto la crisi economica non sta di certo ri-­ sparmiando il calcio a cinque della nostra regione. Una sessione di mercato ridotta ai minimi termini con un al-­ trettanto numero di squadre iscritte nel massimo cam-­ pionato di Piemonte e Valle d’Aosta, sono la testimo-­ nianza tangibile del grande momento di difficoltà che stiamo attraversando. Così come prendere parte ad un campionato di Federazione non significa aver la certezza di terminare la stagione. La Femminile Juventus, compa-­ gine che milita nel campionato di serie D, potrebbe esse-­ re la vittima di un ingranaggio che non per colpa della compagine guidata da Beppe Vassallo, la porterebbe a non ultimare la stagione appena iniziata. L’ingranaggio

prende le sembianze della matricola, una parola che nel mondo del futsal viene abusata soprattutto ad inizio e fi-­ ne stagione. Viene enunciata quando bisogna attivarsi per l’iscrizione ad un campionato Federale, in quanto ci si “appoggia” ad un’Associazione Sportiva Dilettantisti-­ ca che ha tutti i requisiti per iscriversi ad un campionato di calcio a cinque. Questo è l’iter che la squadra di Beppe Vassallo ha compiuto per essere pronta ai nastri di par-­ tenza della serie D, ma il cordone ombelicale che la lega con la società di via Aristide Faccioli 72, potrebbe essere fatale. Infatti nel quartier generale del capoluogo pie-­ montese, qualcuno sta storcendo il naso soprattutto guardando il bilancio societario, che facendo da contor-­ no ad un avvio non esaltante della squadra che milita nel campionato nazionale di serie B Femminile (due sconfit-­ te nelle prime due giornate), fanno emergere possibili scenari non proprio rosei. Un eventuale crack economico della società del presidente Molino potrebbe portare una serie di conseguenze negative anche per quanto concer-­ ne la Femminile Juventus di calcio a cinque che salute-­ rebbe anzitempo il campionato di serie C2: non per de-­ meriti suoi ma per quelli di altri. L’augurio è quello di non essere spettatori inermi di questo declino.

SOCIETA’ EDITRICE: Amets srls via Moretta 6 - 10138 Torino PER INFO e PUBBLICITA’: 320.89.69.186 MAIL: redazione@tiroliberoweb.it REGISTRAZIONE: Tribunale di Torino DIRETTORE RESPONSABILE : Walter Citro

numero 27 del Registro Giornali e Periodici

CAPOREDATTORE: Sandro Dall’Agnol

del 17 settembre 2013

IN REDAZIONE: Diego Molino, Luigi Trafficante

CENTRO STAMPA: Sarnub srl, via Abate Bertone 14

RESPONSABILE MARKETING: Fabrizio Tosatto

Cavaglià (BI)


SERIE A CAMPIONATO

ASTI

ACQUA&SAPONE

4 4      3    LIMA      6    RAMON      7    Cavinato 10    VAMPETA 11    Fortino 12    CASALONE 15    MARQUINHO 18    Caria 19    Fazio 22    Casassa 24    Novak 26    Wilhelm

   1  MAMMARELLA    2  CHAGUINHA    5  Egea    8  CUZZOLINO    9  Calderolli 11  ZANCHETTA 12  Scordella 13  Caetano 16  MURILO 17  Montefalcone 18  COCO SCHMITT

03

Avvio in salita (1-4), ma Vampeta completa la rimonta

BATTICUORE ASTI Walter  Citro                       Asti

Gli errori in fase difensiva dell’Asti: piatto troppo goloso per gli avversari

chi volesse, per curiosità, avvicinarsi al calcio a cin-­ que, consigliamo di rive-­ dere per più volte il film di una partita spettacolare ed emozionante che Asti e Acqua&Sapone sono riuscite a trasmettere. Beati coloro che erano presenti sugli spalti di un PalaSanquirico caloroso come sempre. Alla fine la di-­ visione della posta in palio accontenta entrambe le com-­ pagini: i padroni di casa per aver recuperato dal triplice svantaggio (1-­4), mentre gli abruzzesi per aver dimostrato la propria forza e solidità su un parquet difficile come quello astigiano. La prima uscita assoluta del nuovo Asti firmato Tiago Po-­ lido, è un evento soprattutto per vedere la metamorfosi di gioco dopo sette anni di con-­ vivenza con Sergio Tabbia. Per l’ex allenatore della Mar-­ ca c’è ancora da lavorare, in quanto gli schemi dalla lava-­ gnetta faticano a concretizzar-­ si sul parquet: si verticalizza

L’INTERVISTA

LUPARENSE MARTINA

All. POLIDO

ALL. BELLARTE

Reti: 1’52’’ Calderolli (AC), 8’04’’ Cavinato (AS), 13’51’’ Chaguinha (AC), 3’24’’ e 4’24’’ s.t. Murilo F. (AC), 5’52’’ st Fortino (AS), 9’23’’ st Lima (AS), 16’25’’ st Vampeta (AS) Arbitro / Muccardo di Roma1, Delpiano di Cagliari e Scali di Pinerolo. Marinaro Ammoniti/ Cuzzolino (AC), Wilhelm, Cavinato, Lima (AS)

IL  MEGLIO La prestazione da applausi di Casalone, classe ‘90, che non ha deluso le attese

IL  PEGGIO

Tiago  Polido: «Qui  per  lo SCUDETTO» n po’ emozionato per la prima uscita uffi-­ ciale con il suo Asti, Tiago Polido vede con estrema soddisfazione la prestazione dei suoi ra-­ gazzi: «Abbiamo tirato in porta 44 volte contro le 19 dell’Acqua&Sapone. La squadra non ha fatto ma-­ le, anzi forse meritava qualcosa di più. Le quat-­ tro reti degli abruzzesi so-­ no frutto dei nostri tre er-­ rori. L’aspetto mentale è stato sicuramente quello giusto, dobbiamo miglio-­ rare sotto il profilo tattico. La strada è ancora molto lunga, siamo solo alla pri-­ ma di campionato». Un pareggio non sposta di un centimetro l’obiettivo fi-­ nale. «Sono venuto ad Asti per portare lo scudet-­ to». Non c’è solo la prima squadra nel mirino dell’allenatore di Coim-­ bra: «Punterò anche sul settore giovanile per mi-­ gliorare e plasmare già l’ottimo lavoro fin qui svolto».

U

A  

4

1  

PUTANO HONORIO MERLIM CANAL BELLOMO Bano Penzo Marinho Pizzo Taborda Tosta Tornatore

LOPOPOLO BOCAO MANFROL PAULINHO LUFT Lisi Arellano Caio Micoli

anziché andare per vie oriz-­ zontali e viceversa. Per Lima e compagni c’è comunque di positivo la convinzione nei propri mezzi, con un aspetto mentale mai intaccato dagli eventi negativi. Vedi gli errori commessi in difesa da Ramon che regala a Calderolli la pri-­ ma gioia della stagione, con Chaguinha (tra i migliori) abi-­ le ad ingigantire un errato po-­ sizionamento su punizione degli orange, e l’ultimo sigillo di Murilo che sfrutta a dovere una ripartenza dopo un’erra-­ ta applicazione da calcio d’angolo dei piemontesi. L’Asti ha il dono di costruire e distruggere in un battito di ciglio, con la reazione dei ra-­ gazzi di Polido da incornicia-­ re. Cavinato, Lima (splendida punizione), Fortino e Vampe-­ ta (abile a sfruttare un errore in fase difensiva degli abruz-­ zesi) sono abili a firmare il ta-­ bellino dei marcatori. L’in-­ chiostro per ulteriori firme si esaurisce qui, complice una serata strepitosa di Mamma-­ rella e la sfortuna che nel fina-­ le poteva completare una ri-­ monta già pazzesca.

GARANZIA/ Tra i migliori in campo il baby Casalone

KAOS

REAL RIETI

LAZIO

3

3  

4

1  

LAION ANDRE’ F. TULI JEFFE KAKA’ Failla Zannoni Coco Urio Pedotti Petriglieri Juninho

L’opinione di Sergio Tabbia

Una  stagione da  scintille on assoluta certezza sarà un campionato molto equilibrato e con un tasso tecnico davvero elevato. Sono presenti solo dieci squadre ma quasi tut-­ te possono dire la propria. L’Asti sarà la squadra da battere insieme alla Lupa-­ rense, oltre che ai campioni d’Italia della Marca, ma at-­ tenzione al Pescara che do-­ po una campagna acquisti di spessore può ambire alle primissime posizioni. Non è una sorpresa che il Real Rieti abbia vinto il derby contro la Lazio, perché ha un roster che fa dell’espe-­ rienza il biglietto da visita: attenzione che però l’età anagrafica avanzata po-­ trebbe essere un tallone d’Achille con il passare delle giornate. Occhio an-­ che all’Acqua&Sapone, so-­ prattutto dopo averla vista al PalaSanquirico, ha di-­ mostrato di aver assunto una dimensione superiore alla passata stagione.

C

PESCARA

BARIGELLI MAURICIO MORGADO GLASSON NICOLODI Leggiero Romano Foglia Dambrosio Bruno Jonas Cellini

numero  1  -  8/10/2013

MIRARELLI FORTE ALVARO DAVI’ ROGERIO Grana Esposito Silveira Crema Fragassi Di  Filippo Dal  Cin

PATRIZI IPPOLITI RUBEN PAULINHO BACARO Salas Raul Hector Dimas Schininà Mentasti Molitierno

CLASSIFICA Asti-Acqua&Sapone Luparense-Martina Napoli-Marca Pescara-Kaos Rieti-Lazio PT LUPARENSE 3 RIETI 3 ASTI 1 ACQUA&SAPONE 1 NAPOLI 1 MARCA 1 PESCARA 1 KAOS 1 MARTINA 0 LAZIO 0

4-4 4-1 16 ottobre 3-3 4-1 G 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

V 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0

N 0 0 1 1 1 1 1 1 0 0

P 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1

F 4 4 4 4 0 0 3 3 1 1

S 1 1 4 4 0 0 3 3 4 4

PROSSIMO TURNO (12/10)

ALL. COLINI

ALL. BASILE

ALL. PATRIARCA

ALL. CAPURSO

ALL. RICCI

ALL.D’ORTO

Reti: 6’01’’ Marinho (L), 11’30’’ Honorio (L), 11’53’’ Paulinho (M), 10’14’’ s.t. Canal (L), 15’38’’ st Merlim (L)

Reti: 3’16’’ Morgado (P), 9’43’’ André Ferreira (K), 16’46’’ Kakà (K), 8’56’’ st e 15’53’’ s.t. Nicolodi (P), 18’27’’ st rig. Urio (K)

Reti: 1’28’’ Forte (R), 9’ Davì (R), 14’30’’ Silveira (R), 9’58’’ s.t. Crema (R), 14’40’’ st Bacaro (L)

Arbitri / Parente di Como e Ragalà di Bologna. Bizzotto di Castelfranco (Crono)

Arbitri / Scarpelli di Padova e Albertini di Ascoli. Gaetani di Pescara (Crono)

Arbitri / De Varti di Foggia e Di Gregorio di Enna. Nero di Latina (Crono)

Ammoniti/ Taborda (L)

Ammoniti/ Jeffe, Urio (K), Romano (P)

Ammoniti/ Ippoliti, Bacaro, Hector (L)

LA  GARA L’Alter Ego Luparense conferma l’ottimo stato di forma sbarazzandosi della Solito Martina, neopromossa ma ben più battagliera di quel che non racconti il risultato definitivo. Putano firma gli straordinari salvando in un paio di circostanze il possibile 2-2 dei tarantini, prima che Basile si giocasse la carta del portiere di movimento, ma con scarsi risultati.

LA  GARA Mezza sorpresa in Abruzzo, la corazzata di Patriarca si fa bloccare dal Kaos, sospinto dalle giocate dello scatenato Kakà. Solo un favoloso Douglas Nicolodi ha salvato i suoi dalla sconfitta, con una doppietta scintillante che però non è valsa la vittoria per il rigore trasformato da Urio per fallo in area di Romano su Coco a un minuto e mezzo dal termine.

LA  GARA Il derby laziale del PalaMalfatti sorride ai sabini, capaci di sconfiggere la Lazio per la prima volta nella loro storia. Capitolini pessimi e mai in parita, dopo un quarto d’ora il 3-0 è già sintomo di quel che sarà il risultato finale. Patrizi para un rigore a Nando Grana, ma non può nulla sul poker di Crema. Di Bacaro il gol della bandiera per la squadra di D’Orto.

Acqua&Sapone-Rieti Kaos-Luparense Martina-Napoli Marca-Asti Lazio-Pescara

MARCATORI 2 RETI: Murilo Ferreira (Acqua&Sapone), Nicolodi (Pescara) 1 RETE: Calderolli, Chaguinha (Acqua&Sapone), Cavinato, Fortino, Lima, Vampeta (Asti), Forte, Davì, Silveira, Crema (Real Rieti), Bacaro (Lazio), Marinho, Honorio, Canal, Merlim (Luparense), Paulinho (Solito Martina), Morgado (Pescara), André Ferreira, Kakà, Urio (Kaos Futsal)


04

numero  1  -  8/10/2013


SERIE B-A2

05

CAMPIONATO

I BASSOTTI

CUS PISA

5 5 1        VIRI 2        Summo 3        COSTANZA 4        CUCINOTTA 5        Marchiori 6        Perella 7        BUGGE’ 8        PERINO 9        Mendico 10    Pierro 11    SALZOTTO 12    Di  Ciommo

All. EBOLI

1        IACOPONI 2        Vairo 3        Bertoldi 4        Roggio 5        COFRANCESCO 6        Capozza 8        VASARELLI 9        BORSACCHI 10    UMALINI 11    Barsotti 13    Della  Casa

ALL. LAMI

Reti: 2’11” Perino, 5’32” Borsacchi, 15’48” Salzotto; 9’10” e 9’32” Salzotto, st 11’12” Cucinotta, 14’58” Roggio, 16’52”, 19’01” Umalini, 19’30’’ Borsacchi Arbitro / Pellegatta di Grosseto e Surace di Busto Arsizio. Basile di Torino (Crono) Ammoniti/ Umalini, Borsacchi

IL  MEGLIO La rinascita di Salzotto, giocatore al quale la categoria calza davvero a pennello

IL  PEGGIO Il finale di gara dei Bassotti: l’inesperienza pagata a caro, carissimo prezzo

Avanti 5-1, i piemontesi incredibilmente rimontati

Bassotti giù dalla torre Francesco  Ricciardelli                       Carmagnola  (TO)

arsi raggiungere nei minuti finali non è mai piacevole, ma lasciarsi sfuggire la vit-­ toria a trenta secondi dalla fine dopo aver condotto la gara per lunghi tratti dell’incontro, lascia ancor di più l’amaro in bocca. Un pareggio dunque il risultato finale che non accontenta Luca Eboli (all’esordio assoluto su una panchina di serie B), ram-­ maricato nonostante la buona prova dei suoi ragazzi. In effetti, già nella prima frazione di gioco si ha subito l’impressione che saranno I Bassotti ad avere spes-­ so l’iniziativa, con trame di gio-­ co lineari e schemi collaudati, frutto di un’intesa perfetta ma-­ turata negli anni. Previsione ri-­ spettata visto che il primo tem-­ po si chiude con i padroni di ca-­ sa in vantaggio per 2-­1 grazie al-­ le reti dei due pivot Perino (in-­ cursione centrale) e Salzotto (in scivolata), intervallate dal pa-­ reggio pisano di Borsacchi. An-­ che nella ripresa i piemontesi sembrano intenzionati a chiude-­ re l’incontro tant’è vero che l’in-­ gresso di “Cobra” Salzotto (cen-­

F

tellinato da mister Eboli) mette alle corde il CUS Pisa con due reti in meno di un minuto da bomber di altra categoria. I to-­ scani a questo punto decidono di ricorrere al portiere di movi-­ mento ma ciò permette a Cuci-­ notta di allungare nel punteggio (5-­1) con un pallonetto dalla propria area. Tutto finito? Ne-­ anche per sogno perché il finale sembra esser degno di un thril-­ ler hollywoodiano, con i padro-­ ni di casa che continuano ad at-­ taccare come loro solito ma con le gambe che non rispondono più come prima. Il CUS Pisa, più lucido mentalmente e cini-­ co, si fa di nuovo sotto e a tre minuti dalla fine si riporta a me-­ no due. I Bassotti a questo pun-­ to capiscono il rischio che stan-­ no correndo ma sembrano iner-­ mi. Umalini ha il sentore della grande rimonta e trascina la sua squadra sul 5-­4 a 59 secondi dal-­ la sirena, fino ad arrivare alla scena finale del film interpretata da Borsacchi che regala un pa-­ reggio a trenta secondi dall’epi-­ logo. Si abbassa il sipario, con umori completamente opposti: l’avventura dei Bassotti in serie B è appena iniziata.

INFILZATO / Per Viri uno spiacevole finale di match

PRATO

LIB.ASTENSE

CLD

PESAROFANO

2

7  

5

2  

2

2  

2

2  

ALL. BASTA

ALL. GIOANA

ALL. BIAGINI

ALL. MONNI

Reti: Bussetti (B), Bianco (BO), Granata (B), Granata (B), Granata (B), Bignante, Granata (B), Granata (B), Giustacchini (BO)

Reti: Lahreche (C), rig. Nozzoli (P), Ribeiro (C), t.l. Nozzoli (P), Mecca (P), Di Lauro (P), Nozzoli (C)

Arbitri / Borgo di Schio e Fanton di Vicenza. Cellini di Imperia (Crono)

Arbitri / Micheli di Frosinone e Ribaudo di Frosinone. Stoppa di Grosseto (Crono) Ammoniti/ Luz, Scalco, Gavani, Ginanni

LA  GARA Esordio positivo per il Bra di Marco Gioana. Blue Orange praticamente mai in partita, nonostante l’illusorio pareggio di Bianco nel primo tempo. Troppo superiori i giallorossi, trascinati dallo straordinario capitan Daniele Granata, autore di una pregevole cinquina. Di Bussetti e Bignante le altre marcature per il Bra, ora atteso dal Pistoia.

LA  GARA Senza mister Monni e Monti, in non perfette condizioni fisiche, il Castellamonte cede al Pistoia. Partita vera, che i toscani hanno saputo recuperare dopo l´iniziale svantaggio firmato Lahreche e al momentaneo 1-2 a firma Ribeiro. Nel secondo tempo il quintetto di Biagini esce fuori prima con Mecca e poi con Di Lauro. Nel finale ancora Nozzoli, tripletta, la chiude.

TROPIANO DIAS PENNISI MASCHIO FISCANTE Cannella Cussotto Calvo De  Simone Modica Migliaia Costa

Nardi Villani Distefano Calamai Leone Baldassarri Apruzzese Vincentini Bugiani Wellington Calanna Campagna

ALL. COCCIA

ALL. LOTTA

MASTROGIACOMO GIULIANO PIZZO GOMES OANEA Monsurrò Siviero Silvestri Corda Zanella Borsello Lentini

ALL. GOMES

Corvatta Ganzetti Ugolini Ditommaso Tonidandel Sabatinelli Vitale Sgolastra Baldelli Melo Tres Bacciaglia

ALL. OSIMANI

Reti: 11’ 05’’ Baldassarri (P), 14’ 22’’ Leone (P), 18’ 29’’ Dias (A); 1’ 35’’ st Fiscante (A)

Reti: 7’ Melo (P), 17’ Sgolastra (P), 19’ Oanea (C); 9’ st Zanella (C)

Arbitro / Carradori e Loria di Roma 1

Arbitro / Maggione di Palermo e Castellino di Treviso. Adilardi di Collegno (Crono)

Colaci di Prato (Crono) Ammoniti/ Leone, Baldassarri, Modica

LA  GARA Grande rammarico per l’Astense. Contro il Prato finisce in parità, ma quante occasioni per la squadra di Lotta che ai punti avrebbe meritato una vittoria netta. Nonostante il doppio svantaggio, i piemontesi riacciuffano la parità e sfiorano il successo, negato solo dalla gran serata di Nardi, estremo difensore toscano artefice di parate incredibili nella ripresa.

G 1 1 1 1 1 1 1 0 1 1 1

V 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0

N 0 0 0 1 1 1 1 0 0 0 0

P 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 1

F 7 6 5 5 5 2 2 0 3 2 2

S 2 3 2 5 5 2 2 0 6 5 7

5 RETI: Granata (Bra) 3 RETI: Nozzoli (Pistoia), Pellegrino (Poggibonse-

CASTELLAMONTE

CASTIGLIONI RIBEIRO KAROUANI LUZ LAHRECHE Cardamone Crestetti Amela Cantone Monti Scalco Petri

PT BRA 3 POGGIBONSESE 3 PISTOIA 3 I BASSOTTI 1 PISA 1 PRATO 1 LIB. ASTENSE 1 ISOLOTTO FI 0 ATLANTE GR 0 CASTELLAMONTE 0 BLUE ORANGE 0

2-7 6-3 5-2 5-5 2-2

MARCATORI

PISTOIA

Gavani Sanesi Migliacci Roselli Mecca Di  Lauro Ginanni Salvalaggio Chiappelli Nozzoli Cipriani Gocaj

Blue Orange-Bra Poggibonsese-Atlante Gr Pistoia-Castellamonte I Bassotti-Pisa Prato-Lib. Astense Riposa: Isolotto Fi

Bra-Pistoia Atlante Gr-Prato Pisa-Blue Orange Isolotto Fi-Poggibonsese Lib. Astense-I Bassotti Riposa: Castellamonte

BRA

RUGGIRELLO LICCIARDI BUSSETTI CADDEO GRANATA Guercio Bignante Golè Bussi Cugnolio Rosso

CLASSIFICA  B

PROSSIMO TURNO (12/10)

BLUE ORANGE

Basta Ausenda Melini Torre Giustacchini Trama Padovani Rao Bianco Serva  E. Maglio Rositano

numero  1  -  8/10/2013

Ammoniti/ Oanea, Tres, Mastrogiacomo, Pizzo

LA  GARA Lino Gomes può essere ben felice dell’esordio assoluto del CLD Carmagnola in A2. Un pareggio strameritato, oltretutto in gran rimonta dopo lo choc inziale. Oanea a suonare la carica e l’italo-brasiliano Zanella, neo acquisto, a consegnare il primo punticino stagionale. Ottime notizie anche dagli spalti, palazzetto di Caramagna gremito e bollente.

se), Salzotto (I Bassotti) 2 RETI: Mangione (Poggibonsese), Borsacchi, Umalini (Cus Pisa), Raddi (Atlante Gr) 1 RETE: Bussetti, Bignante (Bra), Bianco, Giustacchini (Blue Orange), Lahreche, Ribeiro (Castellamonte), Mecca, Di Lauro (Pistoia), Baldassarri, Leone (Prato), Dias, Fiscante (Libertas Astense), Ammannati (Poggibonsese), Perino, Cucinotta (I Bassotti), Roggio (Cus Pisa), Berti (Atlante Gr)

CLASSIFICA  A2 Forlì-Aosta CLD Carmagnola-PesaroFano Sestu-Comelt Toniolo Kiwi-Reggiana Lecco-Cagliari New Team-Tridentina Riposa: Fassina SESTU REGGIANA NEW TEAM FORLÌ CAGLIARI CLD PESAROFANO FASSINA AOSTA LECCO TRIDENTINA COMELT MI KIWI

PT 3 3 3 3 3 1 1 0 0 0 0 0 0

G 1 1 1 1 1 1 1 0 1 1 1 1 1

V 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0

N 0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0

3-2 2-2 5-1 2-6 1-2 6-4 P 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 1

F 5 6 6 3 2 2 2 0 2 1 4 1 2

S 1 2 4 2 1 2 2 0 3 2 6 5 6

PROSSIMO TURNO (12/10) Aosta-Lecco Cagliari-Sestu Comelt Toniolo-CLD Carmagnola Tridentina-Kiwi Fassina-New Team Reggiana-Forlì Riposa: PesaroFano

MARCATORI 2 RETI: Dudù, Cividini, Guerra (Reggiana), Teixeira, Cujek (New Team), Salles (Forlì), Nurchi, Santana (Sestu), Ortega (Tridentina) 1 RETE: Dilhermando (Lecco), Sitran (Kiwi), Fusari, Piscitelli (Tridentina), Mura (Sestu), Oanea, Zanella (CLD Carmagnola), Sgolastra, Melo (Pesarofano), Greggi (Forlì), Reolon (Kiwi), Lima, Iurmanò (Aosta), Serginho, Alan (Cagliari), ecc...


06

numero  1  -  8/10/2013


SERIE C1

07

CAMPIONATO

DB CASELLE SAVIGLIANO

3 4 1          Curcelli 2          Baccino 3          Radosta 4          Bordina 5          Liberti 6          De  Nardi 7          Vicari 8          Ongari 9          Marcone 11    Bertone 12    Barale 00    Nobile

All. CURRO’

1          Valiani 2          Barra 3          Tavella 4          Sassetti 5          Cussa 6          Ternavasio  G. 7          Pettavino 8          Gavatorta 10      Ternavasio  E. 11      Draga 12      Berteina 13      Cossotti

ALL. LEO

Reti: 3‘ Draga (S), 11’, 19’, 8’ st Bordina (DB), 26’, 7’ st Cossotti (S), 29’ Ternavasio G. (S) Arbitri / Bonapace di Torino Musso di Casale Ammoniti / Ongari (DB), Bertone (DB), Cossotti (S)

IL  MEGLIO La vivacità di Bordina: scheggia impazzita nella difesa avversaria, tripletta d’autore

IL  PEGGIO I blackout del Savigliano che rischiano di compromettere lo sforzo profuso

Don Bosco Caselle battuto malgrado un super Bordina

Il Savigliano si Draga Diego  Molino                       La  Cassa  (TO)

i forza. Con determinazio-­ ne. Il Savigliano vince, con-­ vince a tratti, resiste al ri-­ torno degli avversari e ritorna a casa con tre punti in tasca. Il merito dei cuneesi è stato quello di andare oltre le proprie distra-­ zioni, specie in fase difensiva, creando gioco e rispondendo colpo su colpo ai padroni di ca-­ sa. Il Don Bosco è un osso duro, una squadra di carattere che ha provato ad agguantare il pareg-­ gio fino in fondo. Ai torinesi non è bastato un Bordina ispira-­ to, autore di una tripletta perso-­ nale. E’ facile pensare che nes-­ suno, nel corso della stagione, avrà vita facile contro la squa-­ dra di Currò. Gli ospiti partono col piede sull’acceleratore: Ongari com-­ mette fallo da giallo, sulla puni-­ zione Draga non perdona. Cu-­ neesi più lucidi nella manovra, più reattivi in mediana. Ma il Don Bosco non ci sta e la sua re-­ azione è merito di Bordina, che in quasi dieci minuti ribalta il ri-­ sultato: prima con una gran bot-­ ta dal limite, poi con un tocco

D

FENALC SPRING TEAM HAPPY TIME SPARTA NO

5

3  

SAVASTA NEGRO ONGARI ZEPPOLA LA ROSA Prudente  P. Mazzuccato Zuccarello Guido Prudente  D. Binzaru Persteniuc

SICLARI ALBIERO PIGNOCCO VISCONTI BIANCO Bartalesi Liuni De  Masi Buscemi Mola Bruno Antal

3

2  

FICARRA GALUPPINI VACCHI SCORZA SURACE Giordano Villarboito Rossetto Mete Nassi Franzon Merlo

CHIO’ A. CHIO’ G. SUNO MAINARDI VIVARELLI Sestito Fothy Frittoli Bono Palazzolo Chiarito Trovò

facile a porta vuota. La persona-­ lità è tutto e quella del Saviglia-­ no non si fa schiacciare dallo svantaggio. Prima Cossotti col-­ pisce di sinistro, poi Gianluca Ternavasio taglia in due la dife-­ sa e riporta avanti i cuneesi. Nella ripresa poche le emozioni, ancora un gol per parte ma ai ragazzi di Currò non riesce la ri-­ monta. E’ proprio il tecnico dei torinesi a recriminare sul risultato: «Il pareggio sarebbe stato più giu-­ sto, mi sono comunque piaciuti l’impegno e la reazione della squadra – dice –. Purtroppo per questa partita mi mancavano anche tre titolari: Desiderio, Giacobbe e Maida. Spero di re-­ cuperarli presto». E’ contento Marco Leo, che dopo aver appe-­ so le scarpette al chiodo ha ini-­ ziato l’avventura sulla panchina dei cuneesi: «Ho avuto una buona risposta da parte dei gio-­ vani, non era una partita facile. Sono soddisfatto anche per la nostra condizione fisica, signifi-­ ca che fin qua abbiamo lavorato bene. Abbiamo però subìto tre gol per disattenzioni in fase di-­ fensiva, su questo dobbiamo migliorare».

SP.ROSTA

TOP FIVE

8

1  

numero  1  -  8/10/2013

L’opinione di Mauro Cornelj

Dal  2009  mai così  povera l massimo campionato re-­ gionale è tra i meno quo-­ tati degli ultimi dieci anni se guardiamo l’aspetto tec-­ nico e tattico. Non lo dice soltanto il numero esiguo delle squadre ai nastri di partenza (solo nove), ma an-­ che la dimensione e le po-­ tenzialità delle stesse com-­ pagini. Escludendo lo Spor-­ ting Rosta, di gran lunga fa-­ vorito alla vittoria e il Fenalc (appena sotto a Polimeni e compagni), non si vede nes-­ suna società in grado di am-­ bire in maniera concreta al palcoscenico nazionale della B. L’ultimo anno in cui si vi-­ de una serie C1 così povera sotto il profilo delle squadre partecipanti fu il 2009, in cui trionfò a sorpresa il Bra di Bongiovanni. A differenza di quest’anno, erano però presenti compagini molto più competitive come Fal-­ chera, Grugliasco Taurus o Pinerolo, tanto per citarne alcune. In ogni caso, buona C1 a tutti.

I

COSSOTTI / Doppietta che fa bene al suo Savigliano

CLASSIFICA D.B. Caselle-F. Savigliano Fenalc-Spring Team G3 Happy Time-Sparta Novara Sport. Rosta-Top FIve Riposa: Gem Tarantasca

CARDILLO BIANCHI CANAVESE FUNARI LEBESSI MILANI POLIMENI   QUINTEROS MORAMARCO DURANTE Iacopelli Lostaunau Mocerino Vaccaro Orlandi Leone Forcella Bevilacqua Strozzi Panaro Di  Matteo Di  Donato Zimmari Susanna

PT SP. ROSTA 3 FENALC 3 SAVIGLIANO 3 HAPPY TIME 3 GEM CHIMICA 0 D.B. CASELLE 0 SPARTA NO 0 SPRING TEAM 0 TOP FIVE 0

G 1 1 1 1 0 1 1 1 1

V 1 1 1 1 0 0 0 0 0

N 0 0 0 0 0 0 0 0 0

3-4 5-3 3-2 8-1

P 0 0 0 0 0 1 1 1 1

F 8 5 4 3 0 3 2 3 1

S 1 3 3 2 0 4 3 5 8

PROSSIMO TURNO (12/10)

ALL. LUPO

ALL. VISCONTI

Reti: 13’ Zeppola (F), 24’ Ongari (F), 31’ Albiero (S); 1’ st Ongari (F), 4’ st Bartalesi (S), 9’ Negro st (F), 17’ st Mola (S), 24’ st P. Prudente (F) Arbitri / Zitti di Asti Di Girolamo di Collegno Ammoniti/ Albiero, Visconti (S)

LA  GARA Discreto esordio in categoria per lo Spring Team, sconfitto sì, ma capace di giocarsela alla pari con il quotatissimo Fenalc di Lupo. Subito titolare il neoacquisto Eugenio Pignocco (ex Top Five e Crd Torino) tra gli ospiti, ma contro Zeppola, Ongari e compagnia c’è stato ben poco da fare, se non combattere con onore fino allo scadere.

ALL. QUIRINO

ALL. MUNNO

Reti: Vacchi (H), Chiò G. (S), Merlo (H), Scorza (H), Frittoli (S) Arbitri / Piana di Biella Cipriano di Casale Ammoniti / Surace (H) Espulsi / Bono (S)

LA  GARA Un tempo per parte ma alla fine la vittoria è dei padroni di casa, abili nel portarsi sul doppio vantaggio e controllare abbastanza agevolmente la gara, nonostante il gol di Frittoli avesse dato una flebile speranza di rimonta ai novaresi. Ottima la prestazione di Vacchi tra i padroni di casa e di Giovanni Chiò, autore di un grandissimo gol, per gli ospiti.

ALL. FAILLA

ALL. CIRILLO

IL PRES / Mirisola, numero uno dello Sporting Rosta

Reti: 17’ aut. Bevilacqua (S), 1’ st, 3’ st, 5’ st Canavese (S), 2’ st, 32’ st Di Matteo (S), 7’ st Polimeni (S), 13’ st Milani (T), 28’ st Forcella (S)

F. Savigliano-G3 Happy Time Gem Tarantasca-Fenalc Sparta Novara-Sport. Rosta Spring Team-D.B. Caselle Riposa: Top FIve

Arbitri / Mancin di Bra Camaran di Chivasso

MARCATORI

Ammoniti/ Mocerino (S)

3 RETI: Bordina (DB Caselle), Canavese (Rosta), 2 RETI: Cossotti (Savigliano), G. Ongari (Fenalc),

LA  GARA Primo tempo per rompere il ghiaccio ed entrare in pieno nel clima campionato, 10 minuti con il turbo innestato per chiudere la partita lanciando un chiaro segnale al resto dei contendenti e gli ultimi 20 minuti a gestire la situazione. Questo il riassunto del dominio rostese al cospetto di un Top FIve ordinato, ma triturato nella seconda metà di gara.

Di Matteo (Rosta)

1 RETE: Zeppola (Fenalc), Negro (Fenalc), P. Pru-

dente (Fenalc), Vacchi, Merlo, Scorza (G3 Happy Time), Polimeni (Rosta), Forcella (Rosta), Chiò G., Frittoli (Sparta No), Draga (Savigliano), G. Ternavasio (Savigliano), Albiero (Spring Team), Bartalesi (Spring Team), Mola (Spring Team), Milani (Top Five) BRUTTO SABATO / Per Di Donato e il suo Top Five


MATTIDALEAGUEARE

08

numero  1-  8/10/2013

Vernissage esclusivo per presentare i campionati di calcio a 5, 7 e 8 pronti al via

SIAMO TUTTI MATTI CONDOTTIERO / Tore Todisco, gran cerimoniere della serata, annuncia le novità della stagione in partenza

Sandro  Dall’Agnol h sì, sono proprio tutti matti, anzi, siamo. Venerdì sera di gala al centro Top5 di via San Domenico Savio a Settimo, occasione per presen-­ tare i campionati di calcio a 5, 7 e 8 (la novità stagionale) or-­ mai prossimi alla partenza. Or-­ ganizzatori, cinque ragazzacci “mattidaleagueare” che cinque anni fa o poco più decisero di mettersi in gioco: «Cercavamo qualcosa di originale, tipo “pazzi per il calcio”, ma non ci convinceva. Poi ho avuto l’ispirazione british. E insom-­ ma, alla nostra età, fare certe cose...eh eh...siamo propri fuo-­ ri di testa». Così si presenta Salvatore Todisco, presidente dell’associazione (nonché re-­ sponsabile settore calcio regio-­ nale dell’ASI), nel raccontare l’inizio di un’avventura che or-­ mai dura da cinque anni. Fede-­ li compagni di viaggio, Dario Zerillo (vicepresidente), Mat-­ teo Galeone (segretario), An-­ drea Ciucci e Paolo Rinaldi (consiglieri). Insieme, hanno portato il numero di squadre

E

ACCOPPIATA / Matteo insieme a TiroLibero

CONTRATTI / Qualcuno al telefonino, qualcuno alle firme, Dario sembra un vero operatore di calciomercato

iscritte dalle sei iniziali alla trentina attuale. Insomma, chi sa lavorare, ottiene sempre ri-­ sultati e riconoscimenti. Ospite speciale e graditissimo dell’evento, l’ex arbitro inter-­ nazionale Sante Zaza, attuale presidente regionale dell’ASI (Associazioni Sportive e Sociali Italiane), il quale ha annuncia-­ to che le finali regionali si di-­ sputeranno proprio al Top5 di Settimo, finali che daranno l’accesso alla fase nazionale

(tutto spesato dall’Associazio-­ ne). Parte integrante e attiva dei campionati, ovviamente, gli arbitri: una quindicina a ruotare tra i campi, tutti ex di-­ rettori di federazione. E come di consueto spetterà a loro for-­ nire indicazioni sui migliori giocatori in campo. Ormai ci siamo, la tavola è bella che im-­ bandita e non ci rimane che gustare una stagione di calcio e divertimento. E uno sfizioso buffet che non si rifiuta mai...

SANTE ZAZA / Più Sean Connery o Gene Hackman?

ALLA CLOONEY / Andrea, sguardo stile Ocean’s Eleven

SHAKA / Ma Paolo pensa di essere un surfista hawaiano o forse Ronaldinho? E poi non era juventino...

TRIS D’ASSI / Salvatore e Matteo inframezzati dal presidente regionale dell’ASI, l’ex arbitro Sante Zaza

IL BUFFET / Ma insomma, mica poteva mancare!


09

numero  1  -  8/10/2013 AFFILIATO

V° Edizione Torneo Invernale CALCIO A 5

20 partite garantite formula all inclusive

*OJ[JPUPSOFPNFUËPUUPCSF DIJVTVSBJTDSJ[JPOF7FOFSEÖ0UUPCSF

12 ore -­ 22/09/2013

1200  €  COSTO  TORNEO $PNQSFTPBGåMJB[JPOFFUFTTFSF#

9EFUUBHMJ XXXNBUUJEBMFBHVFBSFJUPSF

.BHHJPSB[JPOFEJèEFMMBRVPUBEJTDSJ[JPOFTFMBTRVBESBTDFHMJFEJ HJPDBSFQBSUFEFMMFQBSUJUFHBSBOUJUFBMDPQFSUP *MQBHBNFOUPTBSËTVEEJWJTPJOèQFSMJTDSJ[JPOF èDPNFDBV[JPOF SFTUJUVJUJBåOFUPSOFP èFOUSPMBQSJNBQBSUJUB èFOUSPHFOOBJP

PREMI ¡HJSPOB"QSFNJPEFMWBMPSFEJè FGBTJSFHJPOBMJHSBUJT ¡HJSPOB"QSFNJPEFMWBMPSFEJè ¡HJSPOB"QSFNJPEFMWBMPSFEJè

%PQPMFWBDBO[FTFJJODSJTJEJBTUJOFO[BEBDBMDJP DJQFOTJBNPOPJBUF %0.&/*$"4&55&.13&03& BTFUUJNPUPSJOFTFQSFTTPJ DBNQJEFM501EJ7*"%0.&/*$04"7*0 PSHBOJ[[FSFNPMB

*7FEJ[JPOFEFMPSF DPTUPè

"åOFTFSBUBDJTBSËMBQSFNJB[JPOFFWJWFSSËPGGFSUPVOQJDDPMPSJOGSFTDP FUFNQPQFSNFUUFOEP BODIFVOUVGGPJOQJTDJOB 4FNQSFBåOFTFSBUBQSFTFOUFSFNPJUPSOFJBFQSFOEFOEPMF JTDSJ[JPOJ"DDPSSFUFOVNFSPTJSJOGSFTDPFQJTDJOBBTTJDVSBUJ

¡HJSPOB#QSFNJPEFMWBMPSFEJè 1SFNJPBTDFMUBGSBCVPOJWJBHHJP UFDOPMPHJDJ BCCJHMJBNFOUPTQPSUJWPP QBSUFDJQB[JPOFBMQSPTTJNPFTUJWPHSBUJTQJáBCCJHMJBNFOUPTQPSUJWP   1SFNJPJOCVPOJBDRVJTUPQFSBCCJHMJBNFOUPTQPSUJWP

1BMMPOFFHIJBDDJPTQSBZBEPHOJTRVBESBJTDSJUUB "MMFQSJNFTRVBESFJTDSJUUF NBHMJFUUBDFMFCSBUJWBJOPNBHHJP 1SFNJPGBJSQMBZNFOTJMFFDFOBHSBUVJUBBMMBTRVBESBWJODJUSJDF

X dettagli: XXXNBUUJEBMFBHVFBSFJUDBMDJP

X  INFO:

Porta una squadra 4DPOUFSFNPEJè MJTDSJ[JPOFEFMMBUVBTRVBESB

GRUA SPORT

S P O N S O R

SEGUICI SU FACEBOOK

info@mattidaleagueare.it www.mattidaleagueare.it 3395009278

$TP1SJODJQFPEEPOF 5PSJOP XXXHSVBTQPSUJU

Rist. Pizz. DIECIMILATRENTASEI 7JB"TUFHJBOPTFUUJNPUPSJOFTF XXXEJFDJNJMBUSFOUBTFJJU

"Solo  tre  persone  sono  riuscite   a  zittire  il  Maracanã:   Frank  Sinatra,  il  Papa  e  io" [Alcides  Ghiggia]

AFFILIATO

calcio a 8

calcio a 7

I° Edizione Torneo invernale

II° Edizione Torneo invernale

DIJVTVSBEFMMFJTDSJ[JPOJ7FOFSEÖ0UUPCSF

14  partite  garantite 1500  €  all  inclusive ]BGåMJB[JPOFFUFTTFSF#]èJTDSJ[JPOFèFOUSPQSJNBHJPSOBUBèBQBSUJUB]

-FQBSUJUFTJEJTQVUFSBOOPUVUUFOFMDBNQPEFM

SETTIMO CALCIO

7JB1SJNP-FWJ]4FUUJNP5PSJOFTF] XXXTFUUJNPDBMDJPJU

DIJVTVSBEFMMFJTDSJ[JPOJ7FOFSEÖ0UUPCSF

14  partite  garantite   1500  €  all  inclusive ]BGåMJB[JPOFFUFTTFSF#]èJTDSJ[JPOFèFOUSPQSJNBHJPSOBUBèBQBSUJUB]

-FQBSUJUFTJEJTQVUFSBOOPUVUUFOFMDBNQPEFM

TOP 5

Premi

1500  €  

-BTRVBESBWJODFOUFQPUSËTDFHMJFSFGSBVOWJBHHJPJOSJWJFSB JTDSJ[JPOFBMQSPTTJNPUPSOFPJOWFSOBMF CVPOJQFS BCCJHMJBNFOUPTQPSUJWP CVPOJQFSQSFNJUFDOPMPHJDJ

600  €   ¡DMBTTJåDBUPCVPOJQFSBCCJHMJBNFOUPTQPSUJWP 300  €   ¡DMBTTJåDBUPCVPOJQFSBCCJHMJBNFOUPTQPSUJWP QSFNJP TPMPJODBTPEJTRVBESFJTDSJUUF

7JB%PNFOJDP4BWJP]4FUUJNP5PSJOFTF] XXXUPQDJORVFJU

Premi

1500  €  

-BTRVBESBWJODFOUFQPUSËTDFHMJFSFGSBVOWJBHHJPJOSJWJFSB JTDSJ[JPOFBMQSPTTJNPUPSOFPJOWFSOBMF CVPOJQFS BCCJHMJBNFOUPTQPSUJWP CVPOJQFSQSFNJUFDOPMPHJDJ

600  €   ¡DMBTTJåDBUPCVPOJQFSBCCJHMJBNFOUPTQPSUJWP 300  €   ¡DMBTTJåDBUPCVPOJQFSBCCJHMJBNFOUPTQPSUJWP QSFNJP TPMPJODBTPEJTRVBESFJTDSJUUF

1"--0/&&413":()*"$$*01&35655&-&426"%3& 13&.*0'"*31-":1&3426"%3&$0/$&/"(3"56*5" 1035"6/"426"%3" 1&370*6/"1"35*5"0."((*0

X dettagli: X  INFO:

XXXNBUUJEBMFBHVFBSFJUDBMDJP

SEGUICI SU FACEBOOK info@mattidaleagueare.it www.mattidaleagueare.it 3395009278

SPONSOR

X dettagli:

XXXNBUUJEBMFBHVFBSFJUDBMDJP

GRUA SPORT

Rist. Pizz. DIECIMILATRENTASEI

7JB"TUFHJBOPTFUUJNPUPSJOFTF $TP1SJODJQFPEEPOF XXXEJFDJNJMBUSFOUBTFJJU 5PSJOP XXXHSVBTQPSUJU


SERIE C2

10

CAMPIONATO - GIRONE A

numero  1  -  8/10/2013

EPOREDIA

L’ANALISI

Borgonuovo che  impresa Balla  Cinzano a sorpresa più grande in questa prima gior-­ nata arriva sicuramen-­ te da Settimo, dove il Bor-­ gonuovo di Savi Carlone mette a segno un gran col-­ po andando a sconfiggere i favoriti assoluti dell’L84. La squadra di Parvopasso è parsa ancora una squa-­ dra in fase di costruzione. Le qualità e i mezzi neces-­ sari per arrivare fino in fondo non mancano ma non bisogna lasciare punti per strada perché l’Esseti, altra grande favorita del girone, travolge con un pesante 1-­9 l’Eporedia. Non basta lo 0-­2 iniziale al neopromosso Olympic per avere la meglio sul Deportivo, travolto nella ripresa dalla reazione vee-­ mente dei ragazzi di Mica-­ lizzi. Stessa sorte per la Femminile Juventus, altra neopromossa in C2. I bianconeri creano tanto ma vengono puniti da Lu-­ ca Cappa, allenatore-­gio-­ catore del Cinzano, autore di un poker.

L

CLASSIFICA Cinzano C5-Femm. Juventus Deportivo-Olympic Eporedia-Esseti C5 Fiano Plus-Pratiglione Borgonuovo-L 84

ESSETI C5 DEPORTIVO CINZANO C5 PRATIGLIONE BORGONUOVO FEMM. JUVE FIANO PLUS L 84 OLYMPIC EPOREDIA

PT 3 3 3 3 3 0 0 0 0 0

G 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

V 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0

6-5 5-3 1-9 4-5 4-3 N 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

P 0 0 0 0 0 1 1 1 1 1

F 9 5 6 5 4 5 4 3 3 1

S 1 3 5 4 3 6 5 4 5 9

ESSETI

1 9 1          Vota 2        Trombin 3        Cremona 4        MORANO 5        FONDACARO 6        Maglione 7        COBETTO 8        Tornello 9        Feltrami 10    Balagna 11    BARALIS 12    LANFREDI

All. MAGLIONE

1        PANTALEO 2        ANTONACCI 3        Boccardo 4        Iovino 5        Orlandin 6        ZOCCALI 7        Poma 8        TEDESCO 9        Gualtieri 10    Pizzi 11    MERRA 12    Alfano

ALL. ORLANDIN

Reti: 3’ Zoccali (ES), 19’ Baralis (EP), 23’ Antonacci (ES), 30’ Iovino (ES), 4’ st Antonacci (ES), 21’ st Gualtieri (ES), 22’ st Merra t.l. (ES), 24’ st Merra (ES), 25’ st Antonacci (ES), 28’ st Merra (ES). Arbitro / Giarratano di Collegno Ammoniti/ Antonacci (ES), Cobetto (EP)

IL  MEGLIO Sempre Antonacci, concreto sotto porta, ma oltre gli effetti speciali c’è di più

IL  PEGGIO Le scarpe rosa di Tornello, nota di colore per tralasciare sulla difesa eporediese

Nona sinfonia per un Esseti in stato di grazia assoluta

Ludwig van Orlandin Edoardo  Abrate                       Ivrea(TO)

’Esseti suona la nona sinfo-­ nia e proprio come il capo-­ lavoro di Ludwig van Bee-­ thoven la prestazione dei gial-­ loblù è una prova corale maiu-­ scola. Nessuna stecca e solo ap-­ plausi per la formazione alle-­ nata da Marco Orlandin, che conferma l’ottimo stato di salu-­ te mostrato in coppa, espu-­ gnando il parquet dell’Epore-­ dia. Inizia con il piede giusto l’avventura in campionato per capitan Zoccali e compagni. Trovare il momento perfetto è il segreto dei settimesi, che sciorinano un pressing alto mi-­ cidiale e sapientemente mixato con uno spettacolare tremendi-­ smo nel cogliere l’attimo (s) fuggente, l’istante migliore per passare il pallone o quello esat-­ to per alzare il ritmo e colpire l’avversario. Il triumvirato Io-­ vino-­Antonacci-­Zoccali è da lo-­ de in pagella, anche se tutto il resto della truppa, a partire dal numero uno di maglia e di fat-­ to Pantaleo, è una nota lieta per i torinesi. I padroni di casa in-­ cassano i nove schiaffi subiti e

L

CINZANO FEMMJUVE DEPORTIVO OLYMPIC

6  

5  

VANNICOLA DONATIELLO VARETTO S. VASSALLO CAMPACI MARCHETTO ROSANO MINNECI BRIGNOLO CURSIO Varetto  D. Rizzi Martella  D. DI  Felice Cappa Testù Rossotto D’Azzeo Libero Agresta Pomponio Grimaldi

5

3  

DI FAZIO ZUCCOLOTTO CARDONE CIRILLO MARCELLO FREZZA D’ANGELLA CICCONE PILONE DEL PONTE Russo Demuro Amas Cavaliere Lamorte Ciampella Schillaci Delli  Calici Pierro Colosimo Micalizzi Romeo Oliva Velardo

si leccano le ferite. La falsa partenza in casa oran-­ ge fa male, ma le attenuanti ge-­ neriche non mancano se si con-­ siderano le pesanti assenze di Fracasso e di Romano. Gli aran-­ cioni di Maglione hanno paga-­ to a caro prezzo una inaspettata difficoltà di fraseggio, che non ha mai permesso a Fondacaro e soci di avere quella profondità di gioco sufficiente a respirare e a tenere la situazione sotto con-­ trollo nella metà campo degli ospiti. Tutto il resto è la cronaca di una partita colorata subito di gialloblù dalla sassata con cui Zoccali apre al 3’ le ostilità. L’Eporedia rialza la testa con Baralis al 19’, ma una punizio-­ ne-­bomba di Antonacci e un tap-­in di Iovino in contropiede mettono le cose in chiaro in fa-­ vore dell’Esseti già nel primo tempo. La seconda frazione è un assolo dei gialloblù con i ca-­ navesani che schiumano rab-­ bia, creano occasioni, senza pe-­ rò riuscire a pungere. Gualtieri, Antonacci e Merra (a più ripre-­ se), au contraire, non falliscono sotto porta, mandando a referto un 9-­1 finale fin troppo severo per quanto visto in campo.

SERATACCIA / Per mister Maglione pessimo esordio

FIANOPLUS PRATIGLIONE BORGONUOVO

4 TRAINA PERINO RUSSO SAGGIA GATTO Hotea Carmignola Anisio Togliatti Musa Cignola Filippa

5   DEL GRIPPO A. CORTINA SPINA CLINGO MILANO Bosio

L 84

4

3  

LEONARDO GUALCO COLOSIMO BARBARO SIMONETTA Messina Rivellino Liccione Sartore Gadaleta Miglietta

GIOANETTI FISCANTE BORELLI FUOCO ELADLANI De  Meo Fratepietro Massara De  Meo Iorio Denaro Casagrande Falcomatà

PROSSIMO TURNO (14/10) Esseti C5-Borgonuovo Femm. Juventus-Deportivo L 84-Fiano Plus Olympic-Eporedia Pratiglione-Cinzano C5

MARCATORI 4 RETI: Cappa (Cinzano) 3 RETI: Marcello (Deportivo) 2 RETI: Marchetto, Curzio (Juventus Femminile),

Clingo (Pratiglione), Saggia (Fiano Plus), Barbaro, Simonetta (Borgonuovo) 1 RETE: Agresta (Juventus Femminile), Varetto S., Brignolo (Cinzano), Romeo, Cavaliere, Del Ponte (Olympic), Amas, Pilone (Deportivo), Spina, Milano, Bosio (Pratiglione), Musa, Russo (Fiano Plus), Eladlani, De Meo, Borelli (L84)

ALL. CAPPA

ALL. VASSALLO

Reti: 9’ Marchetto (J), 13’ Cappa (C), 22’ Agresta (J), 27’ Curzio (J), 28’ Cappa (C) 29’ Cappa (C) 31’ Marchetto (J) 17’ st Cappa (C), 22’ st Curzio (J), 23’ st Varetto S. (C) 32’ st t.l. Brignolo (C) Arbitro / Mattioda di Ivrea Espulso / Varetto D. (C)

LA  GARA Il Cinzano sorprende la Juventus Femminile e guadagna i primi, pesantissimi, 3 punti della stagione. Vince il gruppo, trascinato da un super Luca Cappa, autore di un poker. Gli ospiti, di contro, non concretizzano al meglio la mole di gioco costruita e per Vassallo e compagni arriva una sconfitta inaspettata, anche se solo su tiro libero proprio allo scadere.

ALL. MICALIZZI

ALL. COLOSIMO

Reti: 17’ Romeo (O), 24’ Cavaliere (O), 29’ Marcello (D), 3’ st Marcello (D), 9’ st Marcello (D), 14’ st Pilone (D), 18’ st Amas (D) 22’ Del Ponte (O) Arbitro / Cantone di Biella Ammoniti/ Delli Calici (O), Colosimo (O), Zuccolotto (O), Demuro (O), Pierro (D)

LA  GARA Partita dai due volti quella dell’Olympic. Un primo tempo giocato su ottimi livelli. Romeo e Cavaliere aprono, Marcello, quasi al fischio della sirena accorcia. Nel secondo tempo si scatena la squadra di Micalizzi che in poco tempo archivia la pratica: quattro gol in un quarto d’ora scarso. Del Ponte accorcia ma è ormai troppo tardi.

ALL. CORSIATTO ALL. DEL GRIPPO

ALL. CARLONE

Reti: Clingo (P), Clingo (P), Spina (P), Milano (P), Bosio (P), Musa (F), Russo (F), Saggia (F), Saggia (F)

Reti: Eladlani (L), Barbaro (B), Simonetta (B), De Meo (L) Barbaro (B) , Simonetta (B) Borelli (L)

Arbitro / Meledandri di Torino

Arbitro / Alfani di Torino

Ammoniti/ Musa (F) Spina, Del Grippo

Ammoniti/ Gioanetti (L), Gualco (B)

LA  GARA Grande impresa del Pratiglione che espugna il campo del Fiano Plus con una formazione ampiamente rimaneggiata (appena 6 i convocati). Prestazione da incorniciare di Bosio che, oltre al gol, trascina i compagni a una fantastica vittoria su un terreno inzuppato d’acqua che ha reso davvero complicate anche le giocate apparentemente più semplici.

ALL. PARVOPASSO

LA  GARA L’impresa la mette a segno il Borgonuovo al termine di una partita tiratissima e contro una grande squadra come quella di Parvopasso, incapace però di non concretizzare le tantissime azioni create. I neroverdi sbattono letteralmente su pali e traverse consegnando a Simonetta e Barbaro, autori di una doppietta, una grandissima vittoria.


SERIE C2

11

CAMPIONATO - GIRONE B

ASA EVENTI TIME WARP

3 5 1        Di  Donato 2        Specchia 3        Talarico 4        Rinarelli 5        FIUME 6        Grassi 7        Parisi 8        Chetti 9        TALLARICO 10    CIRILLO 11    ARMOCIDA 12    PANORMITA

1        Ruggiero 2        Sabena 3        CAVAGLIATO 5        Dominici 6        SEMINARA 7        DI MURO 8        La  Corte 9        SICHERA 10    Delija 11    Drago 12    FABBRI 14 Biscardi

Pippo Cedro sconfitto dopo tre anni di imbattibilità

Sballo Time Warp Walter  Citro                       Grugliasco  (TO)

Il terreno di gioco, un sintetico molto umido, scivoloso e denso di insidie

uoi avere tutto il talento del mondo, ma se non hai cuore non ho bisogno che tu scenda in campo al mio fianco». Questa frase campeg-­ gia sul sito del Time Warp sul-­ la presentazione della Prima squadra, ed è in sintesi il Dna di una compagine capace di fa-­ re risultato pieno in un campo difficile come quello di Gru-­ gliasco. L’Asa esce a testa alta, recriminando soprattutto per quei otto minuti finali e fatali che hanno segnato una gara sempre in equilibrio. Pippo Cedro dopo tre anni assapora l’amarezza della sconfitta, ma è conscio che il cammino per la promozione al massimo cam-­ pionato regionale è ancora molto lungo: di fatto è appena iniziato. Il Time Warp ha dato comunque un messaggio forte alle dirette concorrenti con una gara molto lucida soprattutto nei momenti di difficoltà attra-­ versati. I padroni di casa sono sempre pericolosi quando han-­ no gambe, fiato e intelligenza tattica. Sono letali nei calci da

EMMEFFE SANTA RITA

SCARNAFIGI

PASTA

1

7  

All. CEDRO

ALL. DUGHERA

Reti: 20’ e 5’ st Chetti (A), 31’ e 21’ st Delija (T), 15’ st e 23’ st Sichera (T), 22’ st Tallarico (A), 25’ st Seminara (T) Arbitro / Vivarelli di Collegno Ammoniti/ Grassi (A), Seminara (T)

IL  MEGLIO La lucidità del Time Warp abile a colpire nel momento decisivo della partita

IL  PEGGIO

4

3  

TOTA CASTRONUOVO ARIAFINA RODANO GASBARRONI D’AGATE DIBISCEGLIA CALGARO DAL RE CECILI De  Leto Calderaro Di  Filippo Mastellaro Bononi Sarteur Bellinello Proietti Loforte Nuzzolese Bucciarelli

P

ROSSO LAGRASTA VASSAROTTO NIGERO DEMATTEIS ALESSI TAGLIARINO VOLPE VAGLIENTI FORNABAIO Varino Stante Coucourde Fogo Pautasso Neirotti Pocaterra Pesce Monge Bon Fabbiani Martino

fermo (vedi il sigillo di Chetti che sblocca il risultato) e nelle ripartenze (vedi la doppietta personale del numero otto di Cedro). Sanno anche reagire allo svantaggio con Tallarico ma hanno il grande difetto di non allungare nel punteggio e soprattutto di perdere la bus-­ sola nel finale di gioco. I ragaz-­ zi di Dughera sono invece co-­ me una mantide che studia gli avversari, li lascia sfogare e quando li vede in difficoltà col-­ pisce senza pietà. Nell’ultimo quarto di partita i cuneesi com-­ piono un piccolo capolavoro: dal 2-­2 firmato dall’ex Emmef-­ fe Sichera chiudono la gara sul 5-­3, andando ad ingigantire le amnesie e gli errori della com-­ pagine di Cedro. A Cavaller-­ maggiore si sogna ad occhi aperti soprattutto dopo una campagna acquisti a cinque stelle, e l’affermazione sull’Asa alimenta le velleità di vertice di una società che ha tanta vo-­ glia di emergere nel panorama del futsal Regionale. Il presi-­ dente Yoram Anrico, a fine ga-­ ra, dispensa sorrisi a chiunque, d’altronde ne ha tutti i motivi per farlo.

numero  1  -  8/10/2013

L’ANALISI

Sportiamo  e Pasta  facile Colpo  Zaglio e sorprese rimangono ai box e i pronostici passano dalla carta al parquet: questa in sintesi l’analisi della prima gior-­ nata. Pasta e Sportiamo viaggiano a forza sette. So-­ no loro le due possibili out-­ sider in grado di dar fasti-­ dio a Time Warp e Asa. Le compagini di Banzato e Gotta hanno lanciato se-­ gnali importanti contro lo Scarnafigi e il Sermig, con-­ fermando di fatto le buone prestazioni in Coppa Italia anche se non sempre ac-­ compagnate da risultati positivi (vedi il Pasta). Buona la prima invece per Max Zaglio che con il suo nuovo Emmeffe, riesce a portare a casa l’intera posta in palio ai danni del Santa Rita, squadra che, secondo l’ex allenatore dell’under 21 del Crd, è da prendere come punto di riferimento per raggiungere una sal-­ vezza tranquilla. Infine fat-­ tore campo rispettato an-­ che per il Villasport che re-­ gola il Real Boys.

L

ASCOLTA IL WALTER / Mister Dughera dà indicazioni

SERMIG SPORTIAMO VILLASPORT REAL BOYS

0

7  

DONOFRIO CARTOSCELLA ZOHAIR CAMPOLONGO TIETIE BUSSETTI MENSAH FURFARI REDOGLIA PRIMAVERA Rakini Colella Tito Bellanti  M. Raghibi Bellanti  S. Ingrassia Morini Lofino Palmiero Amos Morelli  C.

6

4  

CALAMUSA DELLA ROVERE FUMAROLA PROVENZANO BARBERO L. Soro Famulari Capodanno Ricci Nese

RIGON CROCE P. RIZZO CLERICO PATISSO Mangione Fantino Ciaccio Lavozza Carlini

CLASSIFICA Asa Eventi-Time Warp Emmeffe-Santa Rita Scarnafigi-Pasta Sermig-Sportiamo Villasport-Real Boys Riposa: Real Mirafiori SPORTIAMO PASTA TIME WARP VILLASPORT EMMEFFE R. MIRAFIORI SANTA RITA ASA EVENTI REAL BOYS SCARNAFIGI SERMIG

PT 3 3 3 3 3 0 0 0 0 0 0

G 1 1 1 1 1 0 1 1 1 1 1

3-5 4-3 1-7 0-7 6-4 V 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0

N 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

P 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 1

F 7 7 5 6 4 0 3 3 4 1 0

S 0 1 3 4 3 0 4 5 6 7 7

PROSSIMO TURNO (14/10)

ALL. ZAGLIO

ALL. MAURELLA

ALL. VICENTINI

ALL. BANZATO

ALL. BAGNATI

ALL. GOTTA

Reti: 7’ Gasbarroni (E), 22’ Ariafina (E), 24’ Cecili (S), 26’ Ariafina (E), 10’ st Sarteur (S), 17’ Nuzzolese (E), 27’ Calgaro (S)

Reti: Dematteis C. (S), Nigero (P), Nigero (P), Martino (P), Volpe (P), Neirotti (P), Alessi (P), Stante (P)

Reti: 21’ Bellanti S., 29’ Bellanti S., 13’ st Morelli C., 17’ st Palmiero, 22’ st Furfari, 23’ st Morelli C., 28’ st Bussetti

Arbitro / Pecorini di Biella

Arbitro / Di Fonzo di Bra

Arbitro / Sferrazza di Torino

LA  GARA Buona la prima per la squadra di Zaglio, che mostra sprazzi di bel gioco e momenti di confusione in fase difensiva. L’avvio è sprint, con Ariafina che firma una doppietta personale prima dell’intervallo. Nella seconda frazione di gara gli ospiti provano a rialzare la testa, ma Calgaro nei minuti finali consegna i primi tre punti all’Emmeffe.

LA  GARA La prima uscita in campionato non crea alcun tipo di problema al Pasta, che chiude la pratica prima dell’intervallo: cinque gol arrivano nella prima mezzora di gioco. Fra i più brillanti degli ospiti c’è Nigero, che realizza una doppietta personale. Lo Scarnafigi di Vicentini non si rende quasi mai pericoloso, il gol della bandiera è di Dematteis.

LA  GARA Alla fine la vittoria assume i contorni di una goleada, ma fino all’intervallo i padroni di casa rimangono in partita. Per lo Sportiamo è Bellanti a spianare la strada verso il successo esterno: sua la doppietta decisiva nella prima mezzora. La ripresa si trasforma in una pura formalità, in cui anche Morelli si toglie la soddisfazione di segnare due gol.

ALL. LUISON

ALL.CROCE F.

Reti: Nese (V), Nese (V), Della Rovere (V), Fumarola (V), Capodanno (V), Provenzano (V), 20’ Clerico (R), 23’ Lavozza (R), 8’ st Clerico (R), 22’ st Ciaccio (R) Arbitro / Piu di Torino

LA  GARA Una vittoria di cuore, carattere e personalità: è quella ottenuta dal Villasport allenato dal tecnico Luison. A farne le spese è stato il Real Boys di Croce: per i valsusini, appena saliti dalla serie D, è comunque un esordio convincente. Clerico si toglie la soddisfazione della doppietta personale, Ciaccio si riscatta dell’autogol in coppa.

Santa Rita-Sermig Pasta-Villasport Real Boys-Asa Eventi Sportiamo-Scarnafigi Time Warp-Real Mirafiori Riposa: Emmeffe

MARCATORI 2 RETI: Nese (Villasport), Clerico (Real Boys), Bellanti S. (Sportiamo), Morelli C. (Sportiamo), Nigero (Pasta), Ariafina (Emmeffe), Chetti (Asa), Delija (Time Warp), Sichera (Time Warp) 1 RETE: Della Rovere (Villasport), Provenzano (Villasport), Fumarola (Villasport), Capodanno (Villasport), Ciaccio (Real Boys), Lavozza (Real Boys), Palmiero (Sportiamo), Furfari (Sportiamo), Bussetti (Sportiamo), Dematteis C. (Scarnafigi), Martino (Pasta), Volpe (Pasta) e altri cinque


COPPA ITALIA SERIE C

12

numero  1  -  8/10/2013

EMMEFFE

SERMIG

3 6    1        TOTA    2        Ariafina    3        BELLINELLO    4        Bononi    5       DAL RE    6        De  Leto    7        Di  Filippo    8        Dibisceglia    9        GASBARRONI 10      Loforte 11    NUZZOLESE 12    Binetti

   1        DONOFRIO    4        TITO    5        Mensah    6        RAGHIBI    8        TIETIE    9        Redoglia 10        LOFINO 11        ZOHAIR 14        Ingrassia

ALL. BAGNATI

All. ZAGLIO

Reti: 5’ Nuzzolese (E), 12’ Raghibi (S), 28’ Tietie (S); 4’ st Tietie (S), 11’ st Gasbarroni (E), 12’ st Bononi (E), 19’ st Raghibi (S), 21’ st Tietie (S), 32’ st Tietie (S) Arbitro / Melelandri di Torino Ammoniti/ Nuzzolese, Di Filippo (E), Tietie, Zohair (S)

IL  MEGLIO I cento, mille polmoni del Sermig, squadra adattissima anche alla Maratona...

IL  PEGGIO Le continue ed eccessive proteste (da ambo le parti) sul finale del primo tempo

Agonismo e fame, ingredienti vincenti per Bagnati

Gironi A-B-C-D-F

RISULTATI E MARCATORI

Ancora il solito Sermig Alessandro  Turello                     La  Cassa(TO)

i lacassesi giunti a fine gara, è il linguaggio non verba-­ le di mister Zaglio, a far intuire come si sia sviluppata, e far loro asserire «Il solito Sermig». È un po’ dispiaciuto il neo-­coach dell’Emmeffe, dinanzi ad un passivo di 3 re-­ ti, ed un prossimo impegno ben più proibitivo col Fenalc, sebbene sia conscio del fatto che l’inesperienza della pro-­ pria rosa sia stata determi-­ nante. Non è tanto più matu-­ ro il gruppo di Bagnati, peral-­ tro alquanto rinnovato, ma affamato di palloni, come di-­ mostra l’agonismo con cui si battono i gialli, mentre i gra-­ nata di casa steccano un po’ troppo nei passaggi finali. È una gara ricca di gol, ma non esaltante dal lato dello spettacolo. La giovane età dei quintetti porta a continui ca-­ povolgimenti di fronte, ma è da fermo che si sblocca il ri-­ sultato: barriera aperta e Nuzzolese trafigge Donofrio. Il pari arriva al min.11: tiro ciabattato da fuori, Nuzzole-­

A

se perde grip e, rapace, Ra-­ ghibi fredda Tota. L’Emmeffe si fa prendere dalla fretta mentre il Sermig accelera. Su qualche contrasto un po’ de-­ ciso il signor Melelandri pec-­ ca di britishness, gl’animi si scaldano ed il raddoppio, fir-­ mato Tietie, non rinfresca l’ambiente. L’Emmeffe ri-­ sponde con Nuzzolese, che insiste guadagnando un rigo-­ re, ma lo tira poco angolato, con un grazie da Donofrio (che si ripete nel recupero su un tiro libero). La ripresa è meno parlata e più giocata. Allunga Tietie, e l’Emmeffe pare bloccato, co-­ me Gasbarroni in area, pur mettendo il cucchiaio del 2-­3 sottomisura. La carta buona per Zaglio sarebbe Bononi, che entra e pareggia, ma guai fisici pregressi, lo portano presto a risedersi. Il Sermig, rifiatato, riparte e con Raghibi e Tietie torna avanti di 2 lun-­ ghezze, e i 3 minuti di recu-­ pero valgono ai torinesi il de-­ finitivo sigillo di Tietie: 3-­6. Dunque elogio del mai domo Sermig, ed Emmeffe riman-­ dato all’esame campionato.

Eporedia, L84  e  Juve QUALIlCATE a sul serio l’Eporedia di Gianluca Maglione, maramaldo in quel di Rivara contro l’Old Prati-­ glione. Primo posto nel gi-­ rone assicurato e qualifica-­ zione in tasca, al pari di L84 e Femminile Juventus. Entrambe a quota 4, non ancora certe del primato, ma nel peggiore dei casi passerebbero il turno fra le migliori sei seconde. A Ti-­ me Warp e Fenalc basterà invece un pareggio per ac-­ cedere agli ottavi.

F

Pratiglione  -  Eporedia   2-5 Reti:  2  Cortina,  Lombardo;  3   Baralis,  Fondacaro,  Fracasso. Time  Warp  -  Santa  Rita   8-4 Reti:  3  Di  Muro,  2  Seminara,   Dominici,  Drago,  Delija;  Monasterolo,  Rodano,  Calgaro,   D’Agata.

SICHERA / Stella del firmamento Time Warp

L84  -  Deportivo     7-3 Reti:   3   Eladlani,   2   Fiscante,   Fuoco,  Borelli;  2  Pierro,  Cardone.

Ottimo recupero per il Borgonuovo

BORGONUOVO FEMMJUVE

4 4   Simonetta più bella

   1    LEONARDO    2    COLOSIMO    3    La  Rosa    4    Ferrero    5    Liccione    6    Barbaro    7    SARTORE    8    RIVELLINO    9    Gadaleta 10  SIMONETTA 11  Sgavetti 12  Miglietta

   0    DONATIELLO    2    Vassallo    3    Rizzi    4    DI FELICE    5    Marchetto    6    Testu    7    CURSIO    8    Grimaldi    9    Agresta 10    MINNECI 11    POMPONIO 00    Cometto

ALL. CARLONE

ALL.VASSALLO

Reti: 8’ Colosimo (B), 10’ Pomponio (F), 11’ Minneci (F), 20’ Simonetta (B); 2’ st aut. Sartore (B), 5’ st Minneci (F), 13’ st Simonetta (B), 19’ st Simonetta (B). Arbitro / Russo di Torino Espulsi/ Pomponio (F)

IL  MEGLIO La determinazione del Borgonuovo nel dimostrare di potersela giocare con tutti

IL  PEGGIO I troppi errori di impostazione che devono assolutamente essere cancellati

della Femminile

Alessandro  Pambianchi

Settimo  (TO)

ntensità, grinta e determina-­ zione permettono ai ragazzi di Savi Carlone di colmare il gap tecnico e sorprendere addetti ai lavori e avversari. I padroni di casa partono con la quinta marcia inserita con l’imprevedibilità di Sartore e gli anticipi e le ripartenze di Colosimo. La troppa foga e un po’ di inesperienza sono la causa di qualche errore che dà il via ai fulminei contropiedi in superiorità numerica della Femminile Juventus che por-­ tano fino all’1-­2. Il pallino del gioco rimane al Borgonuovo che non demorde e si rituffa in avanti ma Minneci-­Rizzi e il portierone Donatiello sono una sicurezza per Padalino, alter-­ego in panchina di Vas-­ sallo, ma il bomber Simonetta si accende con la cannonata del 2-­2 e non si spegnerà più. Alla ripresa delle ostilità è sempre il Borgonuovo a far la partita ma i gol sono solo per gli ospiti, prima la sfortunata deviazione di Sartore e poi il 2-­4 firmato Minneci, l’ex Bas-­

I

sotti è giocatore completo, a tutto campo, il suo cognome si sentirà spesso quest’anno in categoria. Simonetta suona la carica e ridà fiducia ai compa-­ gni con un gran gol dopo aver saltato due avversari. L’espul-­ sione di Pomponio per impre-­ cazione dà il via all’assalto ca-­ salingo che porta sempre il nome del numero 10 di casa. All’ultima azione i compli-­ menti potevano essere ridi-­ mensionati dal risultato ma il tiro libero di Minneci trova le mani di Capitan Leonardo, vera sicurezza. Per provare a salvarsi, sorprendendo tutti. SODDISFATTO/ Mister Savi Carlone può sorridere per il pareggio strappato alla prima di Coppa

GIRONE  A

GIRONE  B

GIRONE  C

GIRONE  D

GIRONE  F

EPOREDIA .......... 6 PRATIGLIONE..... 0 DB CASELLE. ...... 0

FENALC ............ 3 SERMIG ............ 3 EMMEFFE. ........ 0

TIME WARP......... 3 SAVIGLIANO ...... 1 SANTA RITA. ....... 1

FEMM JUVE ........ 4 BORGONUOVO .. 1 HAPPY TIME. ...... 0

L84 ..................... 4 TOP FIVE............. 1 DEPORTIVO........ 0

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

DB Caselle - Pratiglione

Fenalc- Emmeffe

Savigliano - Time Warp

G3 Happy Time - Borgonuovo

Deportivo - Top Five

10 ottobre h. 21.30

10 ottobre h. 21.30

10 ottobre h. 21.30

10 ottobre h. 20

10 ottobre h. 21


COPPA ITALIA SERIE C Gironi E-G-H-I-L

SPORTIAMO REAL BOYS

5 1      1      Grassi    2      Bellanti    3      Campolongo    4      Primavera    5      Sampaio    6      Bussetti    7      Morelli    8      Palmiero    9      Amos 10      Furfari 11      Morini 12      Cartoscella

All. GOTTA

   1      Rigon    2      Pascal    3      Carlini    4      Rizzo    5      Croce  P.    6      Crisarà    7      Clerico    8      Patisso    9      Ciaccio 10      Lavozza 11      Mangione

ALL. F.CROCE

RETI: 7’ aut. Carlini (R), 26’ Furfari (S), 27’ Sampaio (S); 4’ st Morini (S), 8’ st Amos (S), 19’ st Patisso (R) Arbitro / Vivarelli di Collegno

IL  MEGLIO Qualche sprazzo di bel gioco che inizia a intravedersi nei meccanismi di Gotta

IL  PEGGIO L’autolesionismo del Real Boys, materializzato sotto forma di due autoreti in avvio

R.MIRAFIORI

PASTA

   1      ASTONE    2      Piazzola    4      Mauris    5      Zullo    6      Celeste    7      MUNAO’    8      Soares    9      MORELLO 10    INGRASCI’ F. 11    CARBONE 12    Morellato

 1        Pesce  2        Alessi  3        Ossola  4        VOLPE  5        Fornabaio  6        Esposito  8        Calafiore  9        MANZI 10    AMBROSINO 11    DI SALVATORE 12    LAGRASTA

13

Gotta senza difficoltà, ma anche senza soddisfazione

Formalità Sportiamo Diego Molino Grugliasco  (TO)

roppa la differenza di valori messi in campo, troppi i “regali” della squadra guidata da Fabio Croce. Basti pensare che in meno di mezzora gli ospiti concedono due autogol allo Sportiamo, spianando la strada al poke-­ rissimo rossoblù. I padroni di casa par-­ tono imballati, un po’ troppo nervosi, ma con il passare dei minuti comincia-­ no a giocare con la testa e chiudono la pratica già nel primo tempo. In avvio il più intraprendente dei rosso-­ blù è Furfari, una scheggia che s’infila nell’area avversaria scombinando i pia-­ ni del Real Boys. Non a caso è proprio lui, al 7’, a battere il calcio d’angolo che innesca l’autogol di Carlini. Nonostante il vantaggio lo Sportiamo è poco con-­ centrato, sbaglia tanti passaggi e perde troppi palloni nella fase di costruzione. Una situazione di cui non riesce ad ap-­ profittare il Real Boys, che anzi rende ancora la vita facile agli avversari: il tiro rasoterra di Palmiero colpisce il palo, sulla respinta Ciaccio insacca, ma anco-­ ra nella propria porta. E’ l’episodio che ha l’effetto di liberare la mente dei ros-­ soblù, che iniziano a macinare gioco, a far circolare il pallone e a chiudere la prima frazione di gara sul 3-­0. La ripre-­ sa diventa quasi una formalità: i padro-­

T

ni di casa dilagano, mentre il Real Boys ha il merito di provarci e di trovare an-­ che il gol della bandiera. A fine partita il tecnico Gotta è sconten-­ to, nonostante la vittoria dei suoi: «La squadra è stata troppo nervosa, forse perché arriva da un paio d’anni di delu-­ sioni e brutti risultati, conditi da alcune retrocessioni – dice –;; lavoro con questo gruppo da poco più di un mese, dob-­

biamo migliorare tanto». Lavori in cor-­ so anche per Fabio Croce: «Purtroppo abbiamo cominciato la preparazione in ritardo, sul piano atletico siamo indie-­ tro rispetto agli avversari. La squadra è nuova per metà, tanti arrivano anche dal calcio a undici. La sconfitta ci può stare, anche se il risultato è troppo pe-­ sante. Dove possiamo migliorare? Dob-­ biamo avere più cattiveria agonistica».

numero  1  -  8/10/2013

RISULTATI E MARCATORI

Un  Antonacci da  tombola Olympic  c’è sseti sul velluto agli ottavi di finale grazie soprattutto al suo giovane fenomeno Antonacci. Il classe 1992, già po-­ sitivo all’esordio, sfodera una cinquina da capogiro in quel di Cavagnolo, annichilendo la resi-­ tenza del manager-­goleador Lu-­ ca Cappa. Il Villasport rialza la testa, ma sarà verosimilmente il Gem a qualificarsi nel girone G, mentre nel gruppo I tutto è an-­ cora apertissimo. I big match di giovedì saranno, però Sporting Rosta-­Sportiamo e Asa-­Real Mi-­ rafiori, con quella possibilità malcelata di un doppio pareggi-­ no che qualifichi tutte.

E

Scarnafigi  -  Villasport   3-6 Reti:   Tagliarino,   Vassarotto,   De   Matteis;   2   Capodanno,   Careri,  Baglio,  Fumarola,  Lorenzo  Barbero. Cinzano  -  Esseti     3-8 Reti:  2  Varetto,  Cappa;  5  Antonacci,  2  Merra,  Iovino.

PIER / Al mitico Gotta si affida lo Sportiamo per risalire la china e ritornare al più presto in C1

Olympic  -  Fiano  Plus   4-3 Reti:  2  Del  Ponte,  Colosimo,   Cavaliere;  2  Perino,  Russo.

Ospiti avanti 2-0, poi solo Carbone

5 2   Il Real solo a metà

All. INGRASCI’ D. All. BANZATO Reti:/ 10’ Fornabaio (P), 14’ Di Salvatore (P), 21’ Mauris (R), 23’ Celeste (R); 8’ st, 13’ st e 14’ st Carbone (R) Arbitro / Alfani di Torino Ammoniti/ Fornabaio (P), Carbone (R)

IL  MEGLIO Le ripartenze del Real Mirafiori, letale in campo aperto con Morello e Carbone

IL  PEGGIO Le due sconfitte del Pasta, non del tutto meritate , però, sul piano del gioco

Pasta fuori gioco

Riccardo Ortic

Torino

vanti con prudenza. Il Real Mirafiori espone questo cartello, dopo aver conquistato i primi tre punti di Coppa ai danni del Pasta. La compagine dello squalificato Ban-­ zato saluta la competizione con due sconfitte sul campo ma non sul piano del gioco. Per avere qualche speran-­ za di superare il turno, Ambrosino e compagni avevano l’obbligo della vittoria. La sconfitta contro l’Asa non permetteva troppi calcoli, tanto che l’avvio degli ospiti è da applausi. Più squadra e idee sempre chiare caratte-­ rizzano il primo quarto di gara firma-­ to dai ragazzi di Regis che avanti per 2-­0 hanno solo il demerito di non ap-­ profittare di un Real Mirafiori non sempre lucido. I padroni di casa sten-­ tano a rimettersi in carreggiata tanto da raggiungere il quinto fallo di squadra già alla metà della prima fra-­ zione. Ingrascì capisce il momento delicato e rivoluziona il quintetto di partenza. Così basta solo l’entusia-­ smo a mettere in difficoltà il Pasta: prima Mauris concretizza al meglio il rimorchio di Soares e subito dopo Celeste firma un pareggio fino a qualche minuto prima insperato. A campi invertiti il Real è abile a sfrut-­

A

tare la scia favorevole e complice un Pasta disordinato a livello tattico, le ripartenze per Morello e compagni sono un piatto troppo ghiotto da non gustare. Così l’ex Eurosporting veste i panni dell’assist man per far vivere una serata di gloria a Gabriele Carbo-­ ne, autore di una tripletta. Il Pasta cerca di reagire ma la sfortuna (vedi i legni colpiti) e l’imprecisione nei me-­ tri finali, non fanno altro che aumen-­ tare il rammarico a fine gara.

Parla  INGRASCI’ «Abbiamo ancora tanta strada da fare. I ragazzi devono avere la pazienza di seguirmi e allora ci toglieremo qualche soddisfazione»

GIRONE  E

DUE SU DUE / Purtroppo sconfitto di nuovo il Pasta di Banzato. Arrivederci Coppa Italia

GIRONE  G

GIRONE  H

GIRONE  I

GIRONE  L

SP. ROSTA ........... 3 SPORTIAMO ....... 3 REAL BOYS. ........ 0

GEM CHIMICA . 3 VILLASPORT .... 3 SCARNAFIGI. ... 0

ESSETI................. 6 SPARTA NO......... 0 CINZANO. ........... 0

OLYMPIC............. 3 FIANO PLUS ....... 3 SPRING TEAM. ... 0

R.MIRAFIORI ...... 3 ASA EVENTI........ 3 PASTA. ................ 0

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

PROSSIMO TURNO

Sporting Rosta - Sportiamo

Gem Chimica - Scarnafigi

Sparta Novara - Cinzano

Spring Team - Olympic

Asa Eventi - Real Mirafiori

10 ottobre h. 21

10 ottobre h. 21

10 ottobre h. 20

10 ottobre h. 21.30

10 ottobre h. 21


SPORTIAMO

14

numero  1  -  8/10/2013

Alla scoperta della squadra femminile iscritta alla prossima serie C

FUGGETTA, PUNTA o TACCO? Sandro  Dall’Agnol rmai ci siamo, il conto alla rovescia è ufficialmente scattato. Con la chiusura definitiva delle iscrizioni al na-­ scituro campionato di serie C femminile, si è compiuto il pri-­ mo passo verso una nuova frontiera del futsal in rosa. Al grande appuntamento non po-­ teva di certo mancare lo Spor-­ tiamo, società abituata a com-­ petere sotto qualsiasi forma e dimensione. Ed ecco, dunque, una compagnia di ragazze ta-­ lentuose e determinate a scri-­ vere la storia del campionato, guidate da un allenatore gio-­ vane, intraprendente e con le idee chiare: Alessandro Fug-­ getta. «Fare esperienza è il no-­ stro obiettivo principale, poi-­ ché tutte le ragazze provengo-­ no da campionati amatoriali (il grosso del gruppo era nello Sporting Rivoli, ndr) e dunque non sappiamo di preciso cosa aspettarci. E poi desidero so-­ prattutto che la squadra prati-­ chi un bel gioco, propositivo e dinamico. Ciò che mi preme maggiormente, però, è riuscire a inculcare nelle teste che tutte quante hanno un potenziale e farò il possibile per sfruttarlo al meglio». Insomma, un po’ allenatore e un po’ (tanto) psicologo, vero mister? «Non lo nascondo, l’aspetto mentale è quello più difficile da allenare, in partico-­ lar modo con le ragazze. Tal-­ volta la loro unità, la loro com-­ pattezza di gruppo, può ri-­ schiare di essere controprodu-­ cente quando costruiscono barriere e alzano muri spesso difficilmente valicabili. Però ci sono anche molti lati positivi,

O

ad esempio è decisamente più facile insegnare, perché tutte quante tendono ad assorbire di più e meglio le informazioni ri-­ cevute rispetto agli uomini. E per l’incredibile spirito compe-­ titivo che nutrono nei confronti dell’universo maschile, impe-­ gno e partecipazioni risultano sempre massimali». Un duro ma piacevolissimo la-­

voro attende, dunque, Ales-­ sandro Fuggetta e il suo colla-­ boratore Fabio Astone, prepa-­ ratore dei portieri. Esperienza assolutamente propedeutica a quel che sarà la carriera in pan-­ china del coach, esperienza che lui stesso non esita a definire “palestra” in vista di un possi-­ bile futuro a livello maschile. «Non lo nego, prima o poi mi

piacerebbe allenare un gruppo di ragazzi anche se so che cam-­ bierebbe tutto a livello di con-­ cetti tecnici e tattici da perse-­ guire. Ma insomma, il mio pre-­ sente è questa squadra e sono ben felice di allenarla». Tutto bello eh, ma com’è il Fuggetta allenatore? Eh no, mister, stavolta non tocca a te rispondere: «Un gran bel rom-­ piscatole!». Parole e musica della neocapitano Marina Ca-­ lenda: «Scherzi a parte, è sicu-­ ramente un tecnico severo per-­ ché pretende sempre da tutte noi il massimo dell’impegno, però ammetto che ha costanza e pazienza davvero ammirevo-­ li e fuori dal comune. La fa-­ scia? Mah, non sono mica tan-­ to contenta, la fascia da capita-­ no porta figli...». Per referenze, chiedere a Silvia e Francesca. Ma questa è un’altra storia.

LA ROSA      Elisa      Raffaella      Katiuscia      Marta      Ilenia      Dalila      Chiara      Enrica      Grazia  Valentina Debora Fulvia Costanza Daniela Marina

COMPLETA PROFICO IURATO BELLUCCO MAYA  ALONSO GARITI SCANNELLA COLITTA BORSI CELIA DE  SANTIS ROFAEIL FURIONE DELFORNO BISCEGLIA CALENDA

All. Alessandro FUGGETTA

COACH / L’inflessibile e preparatissimo Fuggetta LA CURIOSITA’

Francesca  e Silvia:  attesa dolce-­amara   a una vita attendevano di poter partecipare a un campionato federale: ma per Silvia Ambrosio e Fran-­ cesca Sanna, rispettivamente ex capitano e vice della squa-­ dra, ci saranno ancora parec-­ chie settimane da vivere lon-­ tano dai campi. Eh sì, perché, ironia della sorta, entrambe hanno scoperto negli ultimi mesi di essere in dolce attesa. La gioia più grande per ogni donna, mista a quel senso di rabbia e frustrazione per l’impossibilità nel finalmente coronare un sogno e vivere al meglio la propria passione. Ma solo per ora, almeno que-­ sto è l’augurio. Silvia e Fran-­ cesca, il parquet vi aspetta.

D

NEOCAPITANO / Rilassata ma concentratissima, Marina Calenda è pronta a guidare le compagne d’avventura

TECINCA E DIVERTIMENTO / Istruttori qualificati e tanta voglia di imparare calcio a 5, gli ingredienti dei corsi indoor dello Sportiamo


UNDER 21 - FEMMINILE CAMPIONATO

BRA

SPORTIAMO

8 2 1        Sanero 2        Filippa 3        Mellano 4        Contiero 5        Guercio 6        Favale 7        Biraghi 8        Gerbino 9        Nasso 10    Cugnolio 11    Siciliano

All. BERTELLO

1          Pellegrino 2          Pavone 4          Conterno 5          Campolongo 6          Gaido 8          Collino 9          Pilò 10    Sampaio

ALL. LARINESE

Reti: 4‘ Campolongo (S), 5’ Guercio (B), 7’ Nasso (B), 16’ Collino (S), 17’ Guercio (B), 19’, 20’ Biraghi (B); 10’ st Guercio (B), 15’ st Cugnolio (B), 16’ st Favale (B) Arbitri / Adilardi di Collegno, Alessio di Bra Espulsi/ 14’ st Pavone (S)

IL  MEGLIO La reazione del Bra dopo dieci minuti grigi di fronte allo sprint iniziale opsite

IL  PEGGIO La ripresa timida e affannata dello Sportiamo, ma le basi su cui lavorare ci sono

15

Il Bra prima soffre e poi allunga sui ragazzi di Larinese

Top player GUERCIO Lillo  Lusso                       Bra  (CN) omincia con il piede giu-­ stol’avventura del Bra targa-­ to Marco Bertello. Domenica mattina, al palazzetto Brasport, i giallorossi padroni di casa (in divi-­ sa biancazzurra) hanno superato i torinesi dello Sportiamo con un perentorio e rotondo 8-­2. Risultato pesante per la compagine di Lari-­ nese, che sul parquet ha dimostra-­ to di assumere già una propria di-­ mensione. Per dieci minuti della prima frazione di gioco, i ragazzi di Larinese hanno avuto un otti-­ mo impatto alla gara, raggiungen-­ do l’azimut con il vantaggio fir-­ mato Campolongo: disattenzione della difesa cuneese e gol dello 0-­1 al quarto minuto. Palla al centro e Bra che non ci sta, allora il gioielli-­ no classe 1994 Guercio (in prestito dall’Asti e a disposizione, anche, della prima squadra in serie B) mette tutti d’accordo con l’1-­1 al 5°. Due minuti più tardi mettono la freccia i ragazzi di Marco “Berz” Bertello (coadiuvato dal di-­ rigente accompagnatore, Edoardo Testa): tiro dal limite dell’area di Nasso e nulla da fare per Pellegri-­ no: sorpasso effettuato, 2-­1. All’ot-­

C

tavo è ancora lo Sportiamo, in di-­ visa rossoblù, a trovare il pareg-­ gio: nulla da fare per Sanero che deve arrendersi a Collino. Gara di nuovo in parità ma ancora Guer-­ cio rompe gli equilibri timbrando il 3-­2 per i cuneesi al decimo mi-­ nuto con un’azione personale sul-­ la fascia, tutta in velocità. Finale del primo tempo fatale per gli ospiti in quanto il Bra chiude vir-­ tualmente la gara. Protagonista as-­ soluto è Marco Biraghi (classe 1996) che mette a segno, tra il di-­ ciannovesimo ed il ventesimo, due importanti marcature per il provvisorio 5-­2 in chiusura di pri-­ ma frazione (tocco da calcio d’an-­ golo e tap-­in da pochi passi). A campi invertiti è, quasi, un mono-­ logo dei braidesi: al decimo è an-­ cora Guercio a castigare lo Spor-­ tiamo su assist di Gerbino. Torine-­ si che giocano la carta del portiere di movimento ma si ritrovano in inferiorità numerica per il fallo di Pavone su Guercio lanciato a rete. La settima rete porta la firma di Cugnolio, che al quindicesimo sal-­ ta l’avversario e insacca, 7-­2. La compagine di Pino Larinese è or-­ mai alle corde, e Favale al minuto sedici fissa il punteggio sul defini-­ tivo 8-­2.

BLUEORANGE

AOSTA

CASTELLAMONTE

ASTI

CLD

TIGULLIO

0

8  

3

14  

7

11  

BASTA A. FERRANDINI STASSI MAGLIO CORRADI Buselli Paternoster Rovere Rossi Ruggero

ALL. BASTA F.

GOZZI LUCIANA TRAGLIA TURELLO GULLONE Iurmanò  F. Sinopoli Birocchi Iurmanò  L. Picciavani

ALL. ROSA

AIROLA CASASSA CARDAMONE FAZIO CASTRO MORELLATO CANTONE DIVENANZIO KAROUANI DE OLIVEIRA Costa Caria Tumbarello Parauda Gallo  Lassere Nargi Cibrario Sorce Scalise Catalano Medaglia Poppa Vitellaro

ALL. LUZ

ALL. PATANE’

ALMEIDA SILVESTRI MONSURRO’ SIVIERO LENTINI Borsello Vansetti Oanea Iapicca Cerato

ALL. GOMES

POZZO DI PACE QUEIROLO CANESSA GNECCO Aiello Olcese Guggiari Mazzuccato Mehillaj

ALL. BASSETTI

Reti: Iurmanò L., Turello, Luciana, Birochi, Luciana, Gullone, Picciavani, Iurmanò L.

Reti: 7 De Oliveira (A), 2 Fazio (A), 2 Caria (A), Vitellaro (A), Divenanzio (A), Parauda (A), Catalano (A), Karouani (C), Cardamone (C), Cibrario (C)

Arbitri / Marangi di Varese

Arbitri / Ballario di Torino

Reti: 19’’ Silvestri (C), 48’’ Canessa (T), 7’ Silvestri (C), 8’ Canessa (T), 12’ Di Pace (T), 14’ Lentini (C), 1’ st Queirolo (T), 3’ st, 4’ st Di Pace (T), 5’ st Guggiari (T), 7’ st Canessa (T), 9’ st Iapicca (C), 11’ st Lentini (C), 12’ st Mehillaj (T), 13’ st Pozzo (T), 15’ st Lentini (C), 15’ st Mehillaj (T), 30’ st Lentini (C)

Lucia di Aosta

Arbitri / Boni di Torino e Zanfini di Nichelino

Novaro Mascarello di Imperia

LA  GARA Questo è uno di quei casi in cui il risultato finale rispecchia quanto si è visto sul campo da gioco: è troppo superiore l’Aosta, che lontano da casa e contro la squadra ligure esprime già una buona circolazione di palla, scambi veloci e si gode un Luciana particolarmente vivace, che realizza una bella doppietta personale all’esordio in campionato

LA  GARA Una vittoria pesante e brillante segnata da un De Oliveira in forma strepitosa: sono suoi sette dei quattordici gol fatti dagli astigiani. Gli orange sono un rullo compressore: macinano gioco, creano occasioni e ne realizzano altrettante; belle anche le doppiette di Fazio e Caria. Castellamonte volenteroso, ma sono troppe le distrazioni in difesa.

LA  GARA Diciotto le reti finali, addirittura due segnate in meno di un minuto di gioco: il rischio di annoiarsi è stato molto basso. Primo tempo all’insegna dell’equilibrio (3-3), ma è nella ripresa che il Tigullio spicca il volo, realizza una cinquina e prende il volo. Il Carmagnola non è mai domo, Lentini prova a trascinare i suoi con un poker personale, ma non basta.

numero  1  -  8/10/2013

FUTSAL IN ROSA

Mojito  ancora a  quota  zero, 2-­5  a  Firenze l PalaIsolotto di Firenze si è svolta la seconda giornata del campionato di calcio a 5 di Seria A Fem-­ minile, giocata sul filo del ra-­ soio. Il risultato finale di 5 a 2 per i padroni di casa non ri-­ specchia a pieno l’andamen-­ to della partita, ma gli episo-­ di spesso assumono un ruolo fondamentale. Fino al trente-­ simo del primo tempo la partita è stata combattuta al-­ la pari, non solo per il risul-­ tato di 2 a 2 (per il Mojito reti di Ferri e Lo Surdo), ma an-­ che per l’equilibrio tattico tra le due squadre. L’ago della bilancia si è spostato a favore dei “viola” con il gol realiz-­ zato su tiro libero. Mister Nestasio decide così di gio-­ care con il portiere di movi-­ mento, tentando il tutto per tutto, ma l’estremo tentativo permette alle fiorentine di chiudere il match con altre due reti. Nonostante le due sconfitte patite in queste pri-­ me giornate, la squadra tori-­ nese potrà comunque to-­ gliersi soddisfazioni e punta-­ re in alto sarà l’obiettivo.

A

MVP / Andrea Guercio, il migliore (foto Andrea Lusso)

ASTENSE I BASSOTTI

2

0  

FAZIO BANZATO PINNA LICCO COSTA Cobuccio Calvo Gatti Cotza Vincoletto Romana

ALL. FRENNA

MONACO MACRI’ PIERRO ESPOSITO MENDICO Miccichè Bassis Carnino Barbasso Bardella Sanfilippo Di  Ciommo

ALL.COSTANZO

Reti: 17’ Banzato, 26’ Pinna

CLASSIFICA Blue Orange-Aosta Bra-Sportiamo Castellamonte-Asti CLD Carmagnola-Tigullio Lib. Astense-I Bassotti Riposa: G3 Happy Time PT ASTI 3 AOSTA 3 BRA 3 TIGULLIO 3 LIB. ASTENSE 3 HAPPY TIME 0 I BASSOTTI 0 CLD 0 SPORTIAMO 0 BLUE ORANGE 0 CASTELLAMONTE 0

G 1 1 1 1 1 0 1 1 1 1 1

V 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0

0-8 8-2 3-14 7-11 2-0 N 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

P 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 1

F S 14 3 8 0 8 2 11 7 2 0 0 0 0 2 7 11 2 8 0 8 3 14

PROSSIMO TURNO (13/10) Aosta-CLD Carmagnola Asti-Lib. Astense I Bassotti-Bra Sportiamo-G3 Happy Time Tigullio-Castellamonte Riposa: Blue Orange

Arbitri / Marinaro di Pinerolo Cipriano di Casale Monferrato

LA  GARA Con la prima gara di campionato davanti al pubblico di casa arriva anche la prima vittoria, ma all’insegna dell’equilibrio. La squadra guidata da Frenna è abile a colpire nei momenti giusti e a contenere la reazione degli avversari, che non riescono a trovare la via della rete. Per il successo valgono i gol di Banzato e Pinna, che fissano il 2-0 prima del’intervallo.

MARCATORI 7 RETI: De Oliveira (Asti) 4 RETI: Lentini (CLD Carmagnola) 3 RETI: Guercio (Bra), Canessa, Di Pace (Tigullio) 2 RETI: Biraghi (Bra), Iurmanò L., Luciana (Aosta), Fazio, Caria (Asti), Mehillaj (Tigullio), Silvestri (CLD Carmagnola) 1 RETE: Nasso, Cugnolio, Favale (Bra), Campolongo, Collino (Sportiamo), Turello, Gullone, Picciavani, Birochi (Aosta), Vitellaro, Divenanzio, Parauda, Catalano (Asti), Karouani, Cardamone, Cibrario (Castellamonte), e altri sei


16

numero  1  -  8/10/2013


N° 1 TiroLibero - 08/10/13