Issuu on Google+

26/11/2013 Anno 1 - Numero 8 SETTIMANALE GRATUITO EDITORIALE DEL DIRETTORE

SERIE A2

Quanti dubbi tante ipotesi: la nostra C1 opo aver stilato i calendari della serie C1, mi sono chiesto la valenza che riveste questa categoria in ambito regionale e successivamente in quello nazionale. Beh, non vi è dubbio che parlare di ridimensionamento sia un eufemismo. Di certo bisogna trovare una formula che già da settembre del 2014 possa vedere ai nastri partenza quanto meno un numero di squadre in doppia cifra. Ufficialmente il Comitato Regionale non l’ha ancora trovata, anche perché sicuramente alla fine qualcuno storcerà il naso. Nella vita quotidiana, come in quella lavorativa e in tanti altri settori, è normale che di fronte ad un annuncio ci sia una reazione positiva o meno. Il risultato che dovrebbe uscire da questa formula è quella di ridurre ai minimi termini il partito degli scontenti. Non è facile, soprattutto quando la decisione si riflette indirettamente sulla serie B. Un filo invisibile, ma molto resistente, lega infatti le due categorie. Facciamo due calcoli insieme per capirne il motivo: in quello nazionale figurano ben quattro squadre piemontesi, mentre in quello regionale soltanto nove. E’ normale? Sicuramente no, perché anziché crescere nel numero di squadre in C1, bacino diretto per la serie B, sta avvenendo l’esatto contrario: aumenta il livello del fiume ma diminuisce la fonte. A fronte di questa fotografia diventa fondamentale “congelare” le promozioni dirette sul palcoscenico nazionale. Ufficiosamente la soluzione è quella di azzerarle in C1 in modo tale che solo una compagine possa festeggiare l’approdo in serie B tramite playoff e di fare in modo che nessuna squadra scenda di categoria. Come anticipato prima, qualcuno non sarà contento, vedi chi è al comando, ma per ovviare a tutto ciò si potrebbe anche fissare un distacco minimo di punti (dieci?) per il quale chi si domina il campionato salga direttamente in serie B. Benvenuti nel mondo delle ipotesi. La certezza arriverà….prima i poi. Walter Citro

CLD avanti tutta: Forlì battuto 3-2

Oanea e Mastrogiacomo i protagonisti del secondo successo consecutivo: ora la gara di Lecco per agganciare le zone alte

D

A PAG. 5

DueDestini Nome simile, sorte diversa

Lino Gomes, il suo rientro è coinciso con due vittorie

SERIE C2

La prima volta del Real Boys di Croce

Primo trionfo in categoria per Lavozza e compagni: il Santa Rita rimane al palo. Nel girone A, successi per le prime quattro A PAG. 8-9

Gabriel Lima trascina Asti al titolo di campione d’inverno con tre reti, Rodrigo De Lima rompe il crociato e la stagione dell’aostano è già finita

GIOVANILI / Borgonuovo ko con Juniores e Giovanissimi

Aosta sestina vincente Carrozzino e Pajusco trascinatori nella doppia trasferta settimese E l’Under 21, battuti di misura I Bassotti, attende il big match di Asti

La Juniores aostana alle prese con l’huddle

Fabio Croce, tecnico del Real Boys Sant’Ambrogio

SERIE D

Pro Casalborgone ingrana la sesta

Il Grosso di Spiga va subito sul due a zero ma la reazione della capolista è veemente: Formica e compagni salgono a 18 punti A PAG. 11


NEWS

02

numero 8 - 26/11/2013

MERCATO / Lorenzin rincalzo Fenalc, L 84 prende Di Donato

Napoli, crisi reale? Romeo Agresti

anta Napoli. Nel calcio a cinque però non si può dire la stessa cosa, in quanto la compagine campana, oltre ad attraversare in serie A una crisi di risultati, vede sfoltirsi anche la rosa di giocatori. Ivan Oranges si è visto stringere la mano prima da Clayton Pedaleira e successivamente da Josè Carlos. Non due pedine qualsiasi, ma giocatori di livello per la Dhs Napoli. Nel comunicato ufficiale della società campana si motiva per scelta tecnica l’addio di Josè Carlos all’ombra del Vesuvio. Caso strano, il pivot campano in questo inizio di stagione era stato già decisivo contro i campioni d’Italia in carica della Marca, battuti per 5-3. Sembrerebbe esserci qualcosa di più di una semplice scelta tecnica: problemi di carattere economico? Una cosa è certa, che la serie A ha bisogno di piazze importanti come lo è Napoli. Rientrando nei nostri confini regionali, il Fenalc continua a rinforzare il proprio organico. La compagine di serie C1 di Alessandro Savasta ha nel mirino anche Gioele Lorenzin, pivot che Matteo Lupo aveva già avuto il piacere di allenare quando vestiva la maglia dell’Alba. Lui e Chiacchio potranno essere utili rincalzi per il girone di ritorno. I movimenti in entrata del Fenalc, sembrano

C

comunque non fermarsi qui: nei progetti di Savasta ci sono ancora un paio di colpi a effetto a tinte verdeoro. Sul fronte delle partenze continua invece il corteggiamento del Gem Tarantasca a Gianluca Ongari, sul quale però, resta anche l’ombra dello Sporting Rosta. In serie C2, dopo un inizio balbettante sotto il profilo dei risultati, la L84 di Lorenzo Bonaria fa la voce grossa sul mercato. Dopo Saverio Procopio, la società di Volpiano mette a disposizione di Eugenio Parvopasso anche Franco Di Donato, laterale offensivo mancino in forza da inizio stagione al Top Five (serie C1). Nel suo passato l’esperienza più importante è stata quella vissuta con l’Emmeffe del presidente Franco Manassero e Mauro Cornelj in panchina. I volpianesi, però, non sembrano volersi fermare ed è in rampa di lancio il classico colpo da novanta che faccia fare ulteriore salto di qualità alla truppa: alcune voci danno Younes Lahreche, classe 1981, con un trascorso nella nazionale marocchina ed esperienze molto importanti in serie B, in uscita da Castellamonte. Rumour non confermato, ma l’amicizia con Eladlani potrebbe aiutare. Nemmeno si può escludere che lo stesso Ongari possa finire nei pensieri di Parvopasso. Pochi giorni e ne sapremo di più: l’assoluta certezza, però, è che anche in questa sessione di mercato la L84 non starà a guardare.

FUTSAL IN ROSA

Mojito non si ferma omento magico per Paolo Nestasio e le sue ragazze: dopo un avvio di campionato titubante, Losurdo e compagne sembrano aver ormai imboccato la giusta via verso un campionato di medio-alta classifica. Il terzo successo consecutivo arriva nella trasferta emiliana contro la Decima Sport Camp: vittoria netta e perentoria, un 5-1 indirizzato già a metà primo tempo dalla doppietta di Bisogno in meno di centoventi secondi. Terza rete piemontese con la Filipoiu e prima frazione che la dice già lunga su quel che sarà il risultato finale. Le emiliane reagiscono con Paggiarino nella ripresa, ma sono poi Ranieri e Lettieri a chiudere definitivamente la questione. Un successo che non fa guadagnare posizioni alle torinesi, ma che le proietta ormai a ridosso del gruppone d’alta classifica. Domenica prossima a Carmagnola arrivano le forti ragazze del Perugia, terze in graduatoria con sei punti di margine sulle nostre ragazze. Ma Paolo Nestasio promette battaglia, ora che il Mojito pare aver finalmente ingranato, perché fermarsi?

M

YOUNES LAHRECHE / Il pivot marocchino in partenza?

FLASH NEWS

Gabriel Lima è il nuovo testimonial della AGLA, azienda produttrice del Bola, pallone di serie A

COLPI DI CLASSE

GRAVE INFORTUNIO

Rodrigo De Lima shock:

sciato possibilità di replica, malgrado la società aostana sia riuscita a definitivamente e tempestivamente a tesserare il brasiliano Murilo Rodrigues (in foto), subito autore di una doppietta all’esordio. Il verdeoro proviene dal FIB-Bauru, squadra della prima divisione del campionato paulista ed è davvero un colpo ad effetto. Ora, però, Aosta deve riprendersi in fretta, perché anche senza De Lima, è il momento di reagire.

Settimana tragica, sportivamente parlando, per Rodrigo De Lima, colonna dell’Aosta (capocannoniere della squadra con 10 reti) nonché allenatore delle giovanili nella società valligiana. L’infortunio occorso la scorsa settimana contro il Cagliari si è rivelato ben più grave di quelle che erano le speranze del presidente Fea: gli esami parlano infatti di rottura del legamento crociato del ginocchio, operazione in vista e stagione, di fatto, praticamente terminata. Una vera mazzata per la compagine di Rodrigo Rosa, che ben si stava comportando in A2: in questo senso va anche analizzata la pesantissima sconfitta patita in terra veneta contro i trevigiani del Gruppo Fassina. Un 9-3 che non ha la-

SOCIETA’ EDITRICE: Amets srls via Moretta 6 - 10138 Torino PER INFO e PUBBLICITA’: 320.89.69.186 MAIL: redazione@tiroliberoweb.it REGISTRAZIONE: Tribunale di Torino DIRETTORE RESPONSABILE : Walter Citro

numero 27 del Registro Giornali e Periodici

CAPOREDATTORE: Sandro Dall’Agnol

del 17 settembre 2013

IN REDAZIONE: Diego Molino, Luigi Trafficante

CENTRO STAMPA: Sarnub srl, via Abate Bertone 14

RESPONSABILE MARKETING: Fabrizio Tosatto

Cavaglià (BI)


SERIE A

03

CAMPIONATO

ASTI

Tripletta di Lima, Polido è già campione d’inverno

MARTINA

5 1 La notte di Gabriel

3 LIMA 4 Garbin 5 CELENTANO 6 Ramon 7 Cavinato 10 VAMPETA 11 FORTINO 20 KIKO 21 De Oliveira 22 Casassa 24 Novak 27 Wilhelm

All. POLIDO

5 Arellano 6 Scatigna 7 Rossi 10 MANFROI 11 LUFT 12 LOPOPOLO 13 Dao 14 BOCAO 15 Fininho 17 Caio 20 PAULINHO 22 Micoli

ALL. BASILE

Reti: 8’09’’, 5’25’’ st e 10’05’’ st Lima (A), 12’58’’ Manfroi (M), 19’26’’ Wilhelm (A), 16’47’’ st Fortino (A). Arbitri / Messana di Trapani, Di Gregorio di Enna e Adilardi di Collegno. Allotta di Torino (Crono) Ammoniti/ Wilhelm (A), Fininho,Arellano (M)

IL MEGLIO Troppo facile individuarlo: Gabriel Lima, un nome una garanzia

IL PEGGIO Da migliorare la fase di pressione alta: si spendono ancora troppi falli

ACQUA&SAPONE

LAZIO

x 2

x 2

MAMMARELLA MOLITIERNO BACARO CHAGUINHA PAULINHO CUZZOLINO IPPOLITI BORRUTO PARREL MURILO F. Salas Egea Schininà Calderolli Raul Zanchetta Hector Coco Schmitt Dimas Baiocchi Ruben Montefalcone Patrizi Scordella

Walter Citro Asti

hissà se Gabriel Lima ha qualche conoscenza femminile dal nome di battesimo Martina. Di certo, se si parlasse di calcio a cinque, gli verrebbe da sorridere soprattutto per una prestazione da ricordare, tripletta inclusa. Il capitano della Nazionale stende la compagine pugliese e fa volare l’Asti sempre più in alto in classifica. Oddio, che poi, in questa fase, non è vissuta con interesse maniacale soprattutto vista l’esperienza della passata stagione. Vincere comunque fa bene e rende più facile il cammino verso l’obiettivo stagionale, ovvero quel tricolore che ad Asti è l’oggetto del desiderio, mentre nella nostra regione manca dal 1999. L’ostacolo Martina si è rivelato tale soltanto nella prima frazione, quando la compagine di Basile ha tenuto lungamente testa ai blasonati galletti. Dopo la deviazione fortunata di Lima, che rappresenta l’incipit della serata memorabile del numero tre, il Martina è abile a controllare gli orange senza mai perdere il bandolo della matassa. Merito di Manfroi che su calcio di punizione sfrutta a dovere un paio di blocchi dei propri compagni, per andare a rimorchio e battere

C

LUPARENSE PESCARA

un incolpevole Kiko. Da qui in poi i pugliesi vivono il loro periodo migliore e cercano di firmare il sorpasso. L’Asti raggiunge il quinto fallo quando il cronometro è ancora ben distante dall’intervallo. Un paio di situazioni fanno mettere le mani nei capelli a Basile, che chiama invano il sesto fallo, e l’amarezza si acuisce quando a pochi secondi dalla sirena Wilhelm firma il 2-1 con un bel de-

stro. Al cambio di campo i piemontesi sono decisi a chiudere la pratica dei tre punti fin da subito e l’obiettivo viene raggiunto già a metà della seconda frazione. Ancora protagonista, manco a dirlo, è sempre Gabriel Lima che fa alzare tutto il PalaSanquirico per la più che meritata valanga di applausi. Tutto il resto passa in secondo piano, compreso l’ennesimo sigillo di Fortino.

VAI COL TUNNEL / Vampeta supera di slancio l’azzardato tackle di Manfroi (foto Constantin Pletosu, asti-garage.it)

NAPOLI

KAOS

RIETI

MARCA

3

2

1

4

1

5

PUTANO CAPUTO HONORIO MERLIM CANAL Felice Penzo Pizzo Dalcin Taborda Waltinho Tornatore

BARIGELLI MAURICIO BRUNO JONAS EKA Leggiero Romano Duarte Foglia Nicolodi Chiavaroli Gatto

GARCIA P. BERTONI CAMPANO BICO FORNARI Galletto Pipolo Botta Milucci Jose Carlos Arillo Simeone

LAION ANDRE F. TULI PEDOTTI KAKA’ Failla Zannoni Coco Pereira Petriglieri Vinicius Juninho

MIARELLI FORTE ALVARO SILVEIRA ROGERIO Davì De Nichile Vaccaro Fragassi Scappa Crema Dal Cin

ZARAMELLO ERCOLESSI LEITAO NORA BERTONI Follador Sergio Dan Chimanguinho Fabian Bello Morassi

numero 8 - 26/11/2013

L’opinione di Sergio Tabbia

Lazio&Pescara una sta fuori anca una sola giornata per definire le magnifiche otto e senza dubbio ci saranno delle sorprese. Già perché compagini come Lazio e Pescara nessuno poteva immaginarselo che a questo punto della stagione fossero in questa posizione di classifica. Ma soprattutto il dato certo è che una delle due probabilmente dovrà stare fuori dalla final eight. A questo punto sarà decisivo il calendario. Il Pescara ospita un Napoli che sulla carta ha ancora chance di entrare nelle prime otto, ma la realtà dice che la squadra campana è in grande crisi di risultati. La Lazio invece attende una Luparense già qualificata ma che è sempre un avversario di grande blasone. In questi ultimi quaranta minuti conteranno le motivazioni, l’aspetto mentale, gli episodi e anche un po’ la fortuna. La parola adesso passa al parquet. Nel frattempo concedetemi un plauso alla Marca per la grande risalita che è riuscita a compiere.

M

CLASSIFICA OTTAVA GIORNATA Acqua&Sapone-Lazio Asti-Martina Luparense-Pescara Napoli-Kaos Rieti-Marca PT ASTI 18 MARCA 14 ACQUA&SAPONE13 LUPARENSE 13 KAOS 10 MARTINA 9 RIETI 9 PESCARA 8 LAZIO 7 NAPOLI 7

2-2 5-1 3-2 1-4 1-5 G 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8

V 5 4 3 3 2 3 3 2 1 2

N 3 2 4 4 4 0 0 2 4 1

P 0 2 1 1 2 5 5 4 3 5

F S 39 20 31 25 35 27 25 20 28 21 22 28 21 31 25 30 22 31 18 33

PROSSIMO TURNO (30/11)

ALL. BELLARTE

ALL. D’ORTO

Reti: 12’20’’ Coco S. (A), 14’00’’ Calderolli (A), 18’26’’ Dimas (L), 20’00’’ st Dimas (L) Arbitri / Loddo di Reggio Calabria, Ragalà di Bologna. Galasso di Avellino. (Crono) Ammoniti / Hector (L), Cuzzolino (A), Montefalcone (A), Borruto (A), Dimas (L), Ruben (L), Murilo Ferreira (A), Coco Schmitt (A)

LA GARA Clamoroso epilogo in quel di Montesilvano, dove proprio sulla sirena Dimas regala un punto d’oro a D’Orto, sfruttando i blocchi e una rimessa laterale di Bacaro. Brutto risveglio per l’Acqua&Sapone che aveva controllato agevolmente il match grazie ll’iniziale uno-due firmato da Coco Schmitt e Calderolli. Ma DImas e la Lazio non ne hanno voluto sapere di mollare.

ALL. COLINI

ALL. PATRIARCA

ALL. ORANGES

ALL. CAPURSO

ALL. RICCI

ALL. FERNANDEZ

Reti: 3’33’’ e 11’15’’ rig Merlim (L), 16’30’’ Nicolodi (P), 0’10’’ st Romano (P), 16’19’’ st Canal (L)

Reti: 4’ aut. Campano (N), 5’ Coco (K), 11’ 44’’ Fornari (N), 12’ st Coco (K), 18’ st aut. Garcia Pereira (N)

Reti: 7’42’’ Sergio (M), 10’05’’ Ercolessi (M), 16’36’’ Silveira (R), 17’ Fabian (M), 13’28’’ st Bertoni (M), 14’ 58’’ Ercolessi (M)

Arbitri / Muccardo di Roma 1, Giannantonio di Campobasso. Carbone di Mestre (Crono)

Arbitri / Merenda di RC, Scarpelli di Padova. Sorrentino di Salerno (Crono)

Arbitri / Mameli di Cagliari, Galante di Ancona, Colombi di Tivoli (Crono)

Ammoniti / Leggiero (P), Romano (P), Waltinho (L), Mauricio (P), Honorio (L), Eka (P), Putano (L)

Ammoniti / André Ferreira (K), Pereira (K), Galletto (N), Botta (N)

Ammoniti / Chimanguinho (M), Forte (R), Sergio (M), Crema (R), De Nichile (R)

LA GARA Sono una punizione e un rigore di Merlim a far credere alla Luparense di aver sbrigato già la pratica abruzzese. Ma non è così, perché Nicolodi e Romano pareggiano i conti, e addirittura Eka avrebbe la chance di regalare il vantaggio al Pescara, ma Putano gli neutralizza il tiro di rigore. Quindi è Canal a punire oltremodo Patriarca con un destro in diagonale.

LA GARA Vittoria pesantsissima in chiave Final EIght per la squadra di Capurso, che sbanca Napoli con pieno merito. Subito avanti di due reti, Fornari potrebbe accorciare dal dischetto, ma il tecnico emiliano fa tempestivamente entrare Juninho che ripaga la fiducia neutralizzando il rigore. Nella ripresa, poi, il Kaos allunga definitivamente le mani sul match.

LA GARA Quarto successo consecutivo per i trevigiani, sicuramente la compagine più in forma del momento. Sergio ed Ercolessi allungano subito il passo, Silveira accorcia, ma subito Fabian riporta a +2 la Marca. Nella ripresa non c’è spazio per rimonta alcuna, così sono Bertoni e, nuovamente, Ercolessi a stabilire i corretti rapporti di forze.

Kaos-Asti Martina-Rieti Marca-Acqua&Sapone Pescara-Napoli Lazio-Luparense

MARCATORI 9 RETI: Murilo Ferreira (Acqua&Sapone), Canal (Luparense) 8 RETI: Cuzzolino (Acqua&Sapone), Hector (Lazio), Kakà (Kaos Futsal) 7 RETI: Cavinato, Fortino (Asti), Paulinho (LC Solito Martina), Bertoni (Marca) 6 RETI: Davì (Real Rieti), Vampeta, Lima (Asti), Leitao (Marca Futsal), Jonas (Pescara), Calderolli (Acqua&Sapone)


04

numero 8 - 26/11/2013


SERIE A2

05

CAMPIONATO

CLD

FORLI’

3 2 1 MASTROGIACOMO 4 GIULIANO 5 Monsurrò 7 PIZZO 8 Siviero 9 ZANELLA 10 Oanea 11 Silvestri 13 Gil 14 GOMES 21 Borsello 30 Lentini

1 Liistro 2 Nakamura 3 SALLES 4 Migliori 5 Deuner 7 CANGINI 8 Casetti 9 Ruffilli 10 VIGNOLI 11 LUCAS 12 MORETTI

All. GOMES

ALL. MATTEUCCI

Reti: 1’04” aut. Cangini Greggi (F), 12’30” Nakamura (F), 10’23” st Mastrogiacomo (C), 12’55” st Oanea (C), 17’40” st Lucas (F) Arbitri / Pani di Oristano, Brasi di Seregno. Morabito di Vercelli (Crono) Ammonito / Salles (F)

IL MEGLIO Mastrogiacomo e Oanea: questo il binomio vincente dei gialloneri

IL PEGGIO L’incapacità del Forlì di sfruttare pienamente il bonus dei falli raggiunto dal Cld

numero 8 - 26/11/2013

Primo trionfo casalingo per la neopromossa di Gomes

Happy birthday CLD Riccardo Ortic Caramagna (CN)

desso il Cld ci ha preso proprio gusto con i tre punti. Contro il Forlì arriva il secondo successo consecutivo e il primo tra le mura amiche. Un regalo speciale per Lady Lamberti, festeggiata prima dell’inizio della gara, per un compleanno semplicemente da incorniciare. Il Forlì si è dimostrata squadra ben organizzata e capace di non perdere la bussola soprattutto dopo un inizio di gara shock con l’autorete di Cangini. Fino a quel momento il Cld aveva sviluppato un futsal totale, sia in fase di non possesso che di possesso palla. I ragazzi di Matteucci faticano a creare qualche grattacapo a Mastrogiacomo ma l’ingresso della bestia nera Nakamura segna un po’ la svolta in quanto è lui a dettare il cambio di marcia ai suoi. Non è un caso che il pareggio arrivi proprio dal numero due, perfetto ad arrivare a rimorchio e zittire il Palasport di Caramagna. I gialloneri accusano il colpo. Un po’

A

sfilacciati e meno corti del solito permettono agli avversari di gestire e di creare pericoli dalle parti di Mastrogiacomo. Al cambio di campo i romagnoli sfruttano l’ottima scia della fine del primo tempo con una fase difensiva che mette la museruola a Gomes e compagni. Tutto vero, fino a quando Mastrogiacomo, veste i panni del Messia per battere dalla distanza il collega Moretti. Esplode il Palasport, e scrollatosi di dosso la tensione dei primi minuti, Oanea allunga ancora nel punteggio per chiudere virtualmente la gara: 3-1. La realtà però è un’altra soprattutto quando il Forlì non abbassa la testa, anzi mette alla corde i piemontesi sorpresi da una reazione degna di questo nome. Prima Mastrogiacomo si esalta sul tiro libero di Salles ma poco dopo Lucas rimette tutto in discussione: 3-2. Ultimi centoventi secondi in apnea con il suono della sirena che non arriva mai, fino a quando Dario Lamberti alza le mani al cielo per un successo che conferma il trend positivo del Cld.

CLASSIFICA OTTAVA GIORNATA CLD-Forlì Toniolo Mi-Tridentina Sestu-Lecco Fassina-Aosta New Team-Reggiana PesaroFano-Cagliari Riposa: Kiwi PT G V NEW TEAM 21 7 7 PESAROFANO 16 7 5 SESTU 15 7 5 CAGLIARI 15 8 5 AOSTA 15 8 5 FORLÌ 12 8 4 CLD 11 7 3 FASSINA 10 7 3 REGGIANA 10 8 3 TONIOLO MI 7 8 2 LECCO 6 7 2 TRIDENTINA 1 7 0 KIWI 1 7 0

3-2 7-5 4-2 9-3 5-2 2-1 N 0 1 0 0 0 0 2 1 1 1 0 1 1

P 0 1 2 3 3 4 2 3 4 5 5 6 6

F S 35 20 24 14 27 19 38 24 41 31 28 25 18 14 33 23 24 29 25 45 21 29 17 29 14 43

PROSSIMO TURNO (30/11) Aosta-PesaroFano Cagliari-Toniolo Mi Tridentina-Sestu Kiwi-New Team Lecco-CLD Reggiana-Fassina Riposa: Forlì

MARCATORI 13 RETI: Dudù (Fassina) 11 RETI: Cujec (New Team), Dudù (Reggiana), Lucas (Forlì)

10 RETI: De Lima (Aosta), Serginho (Cagliari) 9 RETI: Teixeira (New Team), Vacca (Fassina), Pe-

verini (Toniolo), Antonietti (Lecco) 7 RETI: Santana (Sestu), Fusari (Tridentina), Turello (Aosta) BRUNO MASTROGIACOMO / Prodezza dalla sua porta


MATTIDALEAGUEARE

06

CAMPIONATO CALCIO A 5

numero 8 - 26/11/2013

Tripletta e Los Guachos sconfitti

CAFFETTERIA83 LOS GUACHOS

5 2 1 4 7 8 17 46

BURBACI NULLO RENNA BONSANTO CLEMENTE Giannetti

93 COSENZA 7 Incani 8 Presutto 9 De NICOLO’ 11 ALTOBELLO 17 BELTINO 92 MARTINELLI

RETI: 9’, 13’ st, 15’ st Bonsanto (C), 12’ De Nicolò (L), 27’, 20’ st Giannetti (C), 29’ Martinelli (L), 8’ st Clemente (C).

MIGLIORI GIOCATORI BONSANTO (in foto) DE NICOLO’

MIGLIOR PORTIERE BURBACI

Cafè Bonsanto Alessandro Pambianchi Torino

erzo premio come miglior giocatore per Capitan Bonsanto che si proietta tra i piani altri di questa particolare classifica, ma sopratutto, spalleggiato da Giannetti e Renna lancia la sua Caffetteria 83 al quarto successo consecutivo. Nella prima frazione regna l’equilibrio, i ‘neroverdi’ si muovono più velocemente ma non riescono a pungere i gli avversari, complice anche qualche leziosità di troppo. I ‘blancos’ provano a sfruttare la maggior prestanza fisica, che però si traduce in qualche fallo di troppo, non castigato dagli avversari (pt 23’ tiro libero di Renna parato da Cosenza). Il vero problema degli ‘ospiti’ è che la sfera rimane troppo nei piedi di ogni singolo componente, la manovra risulta essere quindi, lenta e prevedibile. Le quattro reti del primo tempo sono firmate dai prota-

T

BERTOLLA 5 A1 RISULTATI

PT NEW TEAM 15 CAFFETTERIA83 12 CALCIO5.COM 6 FLORA 3 LOS GUACHOS 3 FC ZION 0

G 5 5 4 4 4 4

5-2 6-3 5-4 9-10 V 5 4 2 1 1 0

N 0 0 0 0 0 0

P 0 1 2 3 3 4

F S 42 28 34 23 24 25 23 21 23 33 22 38

PT FUTSAL MANIA 10 POTEMKIN 7 SHAKHTAR FIVE 6 FIGHT CLUB 6 KAOS 3 SEMPRELUCIDI 4 AMIGOS 0

G 4 3 3 3 3 4 4

5-6 2-6 16-2

V 1 2 2 2 1 1 0

N 1 1 0 0 0 0 0

P 0 0 1 1 2 3 4

F S 38 16 16 10 24 13 22 15 11 12 13 41 10 27

interna. L’avanzata dei ‘blancos’ viene bloccata da un quarto d’ora magico del por-

SETTIMO 5 A2 RISULTATI

Kaos-Fight Club Amigos-Potemkin Futsal Mania-Semprelucidi Fight Club-Potemkin

CAFFETTERIA83 / Nell’ultimo match disuptato, è arrivata la prima sconfitta per 10-9 contro la New Team

tiere Burbaci e dall’uno-due dello scaltro Bonsanto, che approfitta di due grossolani errori avversari per annientare morale, gioco e assedio ‘ospite’. L’ultima gioia del match se la prende Giannetti che trova una meritata doppietta, il 46 ‘neroverde’ da fuori area, anche se colpevolmente lasciato passare, uno splendido goal secondo solo alla punizione di Martinelli che si scaglia sotto la traversa, scheggiandola e decretando il provvisorio 2-2. Il risultato finale è eccessivamente punitivo per i Los Guachos, come i 9 punti che li separano dalla capolista Caffetteria, che a tratti però, a dimostrato di saper davvero giocare a futsal.

LOS GUACHOS / Prossimo appuntamento contro Calcio5.com, sfida fondamentale in chiave qualificazione

SETTIMO 5 A1 RISULTATI

Caffetteria83-Los Guachos New Team-FC Zion Calcio5.com-Flora Caffetteria83-New Team

gonisti assoluti del match: Bonsanto-Giannetti per i ‘padroni di casa’ e De NicolòMartinelli per gli ‘ospiti’. All’inizio della ripresa, il pallone circola solamente tra i piedi dei Los Guachos, gli avversari non riescono più a esprimere il loro gioco e cadono prede del nervosismo provocato da qualche tensione

G 4 4 4 4 4 4

V 4 3 2 1 1 0

N 0 0 1 1 0 0

5-5 1-6 0-14

P 0 1 1 2 3 4

F S 42 8 32 17 34 20 20 21 22 27 1 58

Borussia Settimo-Vaicheeverde Rocco&roll-Tempocasa Intoccabili-Ciaccati Maroso 77Re-Intoccabili Ciaccati Maroso-Vaicheeverde PT BORUSSIA S. 7 TEMPOCASA 6 CIACCATI M. 6 INTOCCABILI 6 ROCCO&ROLL 3 VAICHEEVERDE 1 77RE 0

SETTIMO 7 A2 RISULTATI

RISULTATI

Dream Team-Daniele Parrucchiere Merendes-Caffetteria paradise Bfdg-Club Borgo Merendes-Bfdg PT CAFF.PARADISE 12 CLUB BORGO 9 DANIELE PAR. 7 DREAM TEAM 4 MERENDES 3 BFDG 0

SETTIMO 7 A1

G 4 3 3 3 3 2 2

V 2 2 2 2 1 0 0

3-3 2-5 4-2

N 1 0 0 0 0 1 0

P 1 1 1 1 2 1 2

F S 17 7 22 11 14 11 11 9 9 11 8 9 2 25

Senza Senso-Modernauto M7-Last Minute Stuzzicone-7Storms

GLI ALTRI 2 M7 STUZZICONE SENZA SENSO LAST MINUTE MODERNAUTO 7STORMS

PT 9 7 6 6 4 3 0

PROSSIME GARE

PROSSIME GARE

PROSSIME GARE

PROSSIME GARE

PROSSIME GARE

Flora-Fc Zion Los Guachos-Calcio5.com

Futsal Mania-Amigos Shakhtar Five-Kaos

Daniele Parrucchiere-CaffetteriaParadise Club Borgo-Dream Team

Tempocasa-Borussia Settimo

Last Minute-Gli Altri 2 7Storms-Senza Senso Stuzzicone-M7

G 3 3 3 4 3 4 4

11-3 1-1 8-2

V 3 2 2 2 1 1 0

N 0 1 0 0 1 0 0

P 0 0 1 2 1 3 4

F S 19 8 14 3 15 7 22 20 13 8 11 32 11 27


SERIE C1

07

CAMPIONATO

SPRING TEAM HAPPY TIME

1 1 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12

SICLARI VISCONTI Gaudeano Pignocco Liuni Bruno ALBIERO MUSSINO De Masi Bianco BUSCEMI Antal

All. VISCONTI

1 FICARRA 2 GALUPPINI 3 PARNISARI 5 Rossetto 6 VACCHI 8 Mete 10 Nassi 12 Casale 13 SURACE 14 Merlo

ALL. QUIRINO

Reti: 14’ Galuppini (H), 26 Albiero (S)

Arbitri / Cipriano di Casale Reggio di Torino Espulso / 13’ st Merlo (H)

IL MEGLIO A parte piccoli screzi dettati dalla tensione, partita “maschia”, ma mai scorretta

IL PEGGIO Le tribune del Palazzetto Barera, urge esposto contro l’architetto...

DB CASELLE SP. ROSTA

3

10

CURCELLI RADOSTA MAIDA GIACOBBE ONGARI Baccino Copa De Nardi Seminara Bertone Barale Nobile

ZIMMARI LOVERRE DI MATTEO CANAVESE LEBESSI Cardillo Bardini Iacopelli Orlandi Patti Polimeni Moramarco

ALL. COMISSO

ALL. FAILLA

Reti: 3’ Canavese (S), 14’, 27’ st Patti (S), 15’, 30’ st Copa (D), 16’ Moramarco (S), 26’, 28’ Bardini (S), 31’ Orlandi (S), 12’ st Di Matteo (S), 14’ st Polimeni (S), 19’ st Seminara (D), 20’ st Loverre (S) Arbitri / Bonapace di Torino Musso di Casale Ammoniti / Iacopelli (S)

LA GARA Non molto da commentare per quella che doveva essere ed è stata una partita dal pronostico decisamente scontato. Occasione buona per concedere minuti pesanti alle seconde linee rostesi, dopo che il solito Canavese aveva immediatamente aperto le danze. Successo da doppia cifra, dunque, per il Rosta e Caselle già proiettato verso gare più alla portata.

Partita intensa e vibrante, Visconti e Quirino alla pari

Noi uomini duri Fabrizio Tosatto Valdellatorre (TO)

ntensa, avvincente e conclusa con un pareggio, probabilmente soluzione inevitabile. Questa è stata Spring Team-Happy Time, contraddistinta dall’ordinata occupazione della propria metà campo dei ragazzi di Visconti, alla quale ha fatto da contraltare il costante, ma non molto verticale, possesso palla di quelli di Quirino. Poche sono quindi le occasioni nella prima frazione di gioco: con i padroni di casa che giocano in contropiede prima con Pignocco che, sul lancio morbido, incrocia il tiro colpendo il palo e con Mussino che trova di fronte a sè l’estremo difensore che devia sopra la traversa. Al 14’ sono gli ospiti a passare in vantaggio dopo aver macinato gioco su gioco: tiro da fuori, deviazione involontaria della difesa che recapita sui piedi di Galuppini un pallone solo da spingere, con Siclari spiazzato e a terra. Sotto di un gol i padroni di casa non mollano e continuano a fare il loro gioco cercando di

I

SAVIGLIANO TOP FIVE

6

6

BORGOGNONE BIANCHI TAVELLA PANARO PETTAVINO FUNARI LEO VACCARO DRAGA DURANTE Garello Lianti Gerbaudo Leone Cossotti Castronuovo Cussa Andreoli Vagliani Quinteros Barra Susanna Sassetti Miccoli

ALL. CIRILLO

ALL. LEO

trovare il varco giusto per poter pareggiare il tabellino. E al 23’, dopo un’imbucata in banda, Albiero si trova tra i piedi la palla dell’1 a 1 e non sbaglia, puntata ad incrociare senza scampo per Ficarra. Senza un attimo di respiro, nel primo come nel secondo tempo. Nessuna della due compagini vuole perdere, ma questo non porta Spring Team ed Happy Time a nascondersi affatto. I padroni di casa non concretizzano la superiorità numerica seguente all’espulsione di Merlo e anzi, al rientro del quinto uomo, l’Happy Time ha subito una bella occasione con Vacchi, che non riesce però a superare l’attento Siclari. L’estremo difensore, davvero in grande giornata, sventa altre due chance per gli ospiti: una di Mete e una dell’amico Surace che sulla ribattuta spara fuori a porta vuota. Al cardiopalma, i minuti finali, Galuppini salva sulla linea, Siclari è ancora fenomeno su Rossetto, Bianco coglie il palo all’ultimo respiro. Intensa e avvincente, da uomini veri, come giustamente sintetizzato da mister Quirino.

GEM

SPARTA NO

5

4

ZAMBURLIN BAROLO GERLOTTO TRANCHERO PIAZZA Rinero Ferrara Foggetti Maher Insinna Dotto Oliva

CHIO’ A. SUNO VIVARELLI FRITTOLI BARATTI Fothi Sestito Chiarito Mainardi Chiò G. Palazzolo Bono

ALL. BAILO

ALL. MUNNO

Reti: Durante (T), Draga (S), Panaro (T); Panaro (T), Cossotti (S), Funari (T), Miccoli (T), Cossotti (S), Cossotti (S), Draga (S), Garello (S), Lianti (T)

Reti: 3’ Piazza (G), 6’ Gerlotto (G), 11’ Dotto (G), 15’ Insinna (G), 25’ Gerlotto (G), 2’ st Mainardi (S), 11’ st Baratti (S), 18’ st Chiò G. (S), 24’ st Vivarelli (S)

Arbitri / Di Fonzo di Bra

Arbitri / Zanfino di Nichelino e Reggio di Torino

Delli Calici di Bra Espulso / Draga (S)

LA GARA Rammarico in casa Cirillo per un risultato che poteva essere pieno con una migliore gestione del risultato. Invece bravi i ragazzi di Leo a rispondere colpo su colpo con uno strepitoso Cossotti e la prodezza di Garello che regala il rimontone da 2-5 a 6-5. Ma con il portiere di movimento, Lianti pesca il guizzo vincente che ristabilisce la definitiva parità.

Ammoniti / Tranchero (G), Piazza (G), Palazzolo (S), Vivarelli (S)

LA GARA Un primo tempo straripante, una ripresa da mani nei capelli. Il Gem coglie la vittoria, ma soffre eccessivamente. La squadra di Bailo va all’intervallo in vantaggio 5-0, mostrando un bel possesso palla. «Nel secondo tempo pensavamo di aver già vinto - dice il tecnico cuneese -, in due anni è la prima volta che succede e sono molto arrabbiato per questo».

numero 8 - 26/11/2013

L’opinione di Mauro Cornelj

Così, società poco tutelate questo punto della stagione, in cui siamo oramai nel pieno dell’attività, mi meraviglio come non si conosca ancora il criterio che regoli le promozioni e retrocessioni in serie C1. Sento vociferare qualcosa, supposizioni o qualcosa di simile ma di ufficiale non c’è ancora nulla. E’ normale tutto questo? Mi sembra strano che le società che partecipano in questa categoria non alzino il dito o quanto meno si chiedano il motivo di questa latitanza di comunicati. Mi metto nei panni dei presidenti che si sforzano a livello economico ad allestire una squadra, ad iscriverla in questo campionato, per poi non sapere nemmeno che tipo di interpretazione dare alla posizione di classifica della propria squadra. E’ vero che una serie C1 così povera di squadre non fa di certo piacere, ma credo che quelle poche presenti abbiano il diritto di essere tutelate.

A

SICLARI / Classe ‘88, numero 1 dello Spring Team

QUESTIONE REGOLAMENTO

Ultime voci: playoff come nella serie A? a serie C1, per la prima volta, potrebbe scrivere una pagina storica. Il Comitato Regionale Piemonte–Valle d’Aosta, sta vagliando infatti la possibilità di dividere la stagione in due tronconi: regular season e playoff. La serie C1 come la serie A. Infatti, la grande novità è che non vi sarebbe la classica promozione diretta di chi si aggiudica il campionato, ma bensì le magnifiche quattro accederebbero direttamente ai playoff per giocarsi un posto sul palcoscenico nazionale. Solo quest’anno il Piemonte avrà una squadra promossa in serie B anziché due: la seconda sarebbe stata la vincente dei playoff regionali e poi di quelli nazionali. Impresa che è riuscita per ben due anni all’Eurosporting (adesso Sportiamo). Sul fronte retrocessioni ci potrebbe essere un armistizio: nessuna compagine verrebbe condannata. Ipotesi, col fine di evitare ancora un’altra stagione con appena 9 squadre, visto e considerato che difficilmente (almeno ce lo auguriamo) qualcuna scenderà dalla serie B.

L

CLASSIFICA SETTIMA GIORNATA D.B. Caselle-Sport. Rosta F. Savigliano-Top FIve Gem Tarantasca-Sparta Novara Spring Team-G3 Happy Time Riposa: Fenalc PT SP. ROSTA 16 GEM 16 TOP FIVE 9 SPRING TEAM 9 HAPPY TIME 8 FENALC 7 SPARTA NO 6 SAVIGLIANO 5 D.B. CASELLE 1

G 6 6 6 7 6 6 6 6 7

V 5 5 2 2 2 2 2 1 0

3-10 6-6 5-4 1-1 N 1 1 3 3 2 1 0 2 1

P 0 0 1 2 2 3 4 3 6

F S 39 16 36 22 25 24 21 19 15 15 20 22 18 20 23 31 11 39

PROSSIMO TURNO (30/11) Fenalc-F. Savigliano G3 Happy Time-Gem Tarantasca Sparta Novara-Top FIve Sport. Rosta-Spring Team Riposa: D.B. Caselle

MARCATORI 13 RETI: Insinna (Gem Tarantasca) 9 RETI: Draga (Savigliano) 8 RETI: Albiero (Spring Team), Piazza (Taranta-

sca) 7 RETI: Prudente P. (Fenalc), Canavese (Rosta), Baratti (Sparta No) 6 RETI: Panaro (Top Five) 5 RETI: Polimeni (Rosta), Cossotti (Savigliano), Durante (Top Five)


SERIE C2 - Gir. A

08

CAMPIONATO

numero 8 - 26/11/2013

DEPORTIVO

L’ANALISI

L’Eporedia è irresistibile Esseti a fatica ronostici rispettati nell’ottava giornata di campionato Non sbagliano un colpo le cosiddette big del girone. Torna alla vittoria la Femminile Juventus con un successo in rimonta dopo il parziale di 3-1 del primo tempo. La capolista Esseti fatica più del dovuto ma ottiene una vittoria preziosissima. La banda di Orlandin, costretta sempre a inseguire l’ottimo Olympic, trova i tre punti all’ultimo minuto mantenendo l’imbattibilità nel girone. Dopo la bella vittoria di una settimana fa contro il Deportivo, il Pratiglione crolla incredibilmente sotto i colpi di un’Eporedia in formissima (19 gol fatti nelle ultime due giornate, 9 quelli subiti). Gli ospiti, in formazione rimaneggiata (pesantissima le assenze dell’estremo difensore Del Grippo e di Lombardo), tengono botta solo nel primo tempo, salvo crollare letteralmente nei secondi trenta minuti. Il Borgonuovo mantiene il secondo posto della classifica battendo senza eccessivi affanni il Cinzano di Luca Cappa, sempre più in crisi di risultati e da solo in fondo alla classifica con appena 4 punti.

P

CLASSIFICA OTTAVA GIORNATA Deportivo-L 84 Eporedia-Pratiglione Fiano Plus-Femm. Juventus Olympic-Esseti C5 Borgonuovo-Cinzano C5 PT ESSETI C5 24 BORGONUOVO 16 L 84 15 FEMM. JUVE 15 FIANO PLUS 10 PRATIGLIONE 10 OLYMPIC 9 DEPORTIVO 7 EPOREDIA 7 CINZANO C5 4

G 8 8 8 8 8 8 8 8 8 8

V 8 5 5 5 3 3 3 2 2 1

N 0 1 0 0 1 1 0 1 1 1

4-7 10-3 3-5 4-5 6-4 P 0 2 3 3 4 4 5 5 5 6

F S 42 21 35 32 46 26 40 32 34 37 35 48 35 35 40 46 36 48 29 47

4 7 1 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

Di Fazio Germanà Schillaci LAMORTE MARCELLO Russo Amas D’ANGELLA Pilone Zisa MAZZUCCO MICALIZZI

1 FRATEPIETRO 2 FISCANTE 3 FUOCO 4 De Felice 5 Denaro 6 IORIO 7 De Meo 8 PRUDENTE 9 Bonaria 10 Eladlani 11 Falcomatà 12 Ferrario

L84 palle d’acciaio Sandro Dall’Agnol

C

EPOREDIA PRATIGLIONE FIANOPLUS FEMMJUVE

10

3

3

5

LANFREDI FRACASSO MORANO BALAGNA BARALIS Trombin Maglione Tornello Beltrami Fondacaro

BO CORTINA SPINA LE PERA MILANO Clingo Musto Bosio

TRAINA ANISIO RUSSO TOGLIATTI PERINO Rocchia Racca Gatto Musa Cignola Di Pietro

ARDITI POMPONIO MARCHETTO MINNECI VASSALLO Buonomo Grimaldi Testù D’Azzeo Cursio Cometto Agresta

ALL. MAGLIONE

ALL. DEL GRIPPO M

ALL. CORSIATTO

Reti: 4 Fracasso (E), 3 Baralis (E), Trombin (E), Maglione (E), Beltrami (E), 2 Le Pera (P), Clingo (P) Arbitro / Pecorini di Biella Ammoniti / Spina (P), Le Pera (P)

MARCATORI 17 RETI: Baralis (Eporedia) 15 RETI: Agresta (Femm. Juventus) 13 RETI: Russo (Fiano Plus), Eladlani (L84) 10 RETI: Varetto S. (Cinzano), Marcello, Micalizzi (Deportivo), Iovino (Esseti), Minneci (Femm. Juventus) 9 RETI: Romeo (Olympic) e altri 5

Volpianesi di carattere contro un ottimo, stoico Depor

San Mauro (TO) i volevano orgoglio, cuore e attributi, evitando altri francesismi, per espugnare San Mauro e superare il Deportivo Nixsa. Questo Deportivo, mai domo, caparbio e duro a morire fino all’ultima goccia di sudore. La L84, troppo spesso additata di essere bella, ma in fin dei conti poco cattiva agonisticamente, per una sera inveALL. PARVOPASSO ce lo è stata sino in fondo. All. MICALIZZI Reti: 7’ Fiscante (L), 10’ Prudente (L), 14’ Trascinata dalla carica di FraAmas (D), 17’ Eladlani (L), 27’ Falcomatà (L), tepietro, dalla solidità degli 4’ st Pilone (D), 17’ st Micalizzi (D), 26’ st De eccellenti Fuoco e Fiscante e, Felice (L), 27’ st Pilone (D), 28’ st Eladlani dulcis in fundo, dal solito Ela(L), 29’ st Eladlani (L) dlani pur debilitato dall’influenza. Indubbiamente un Arbitro / Mattioda di Ivrea bel passo in avanti dal punto Ammoniti / Amas (D) di vista caratteriale per la squadra di Eugenio Parvopasso. Atteggiamento evidentissimo sin dai primi minuti: IL MEGLIO squadra attenta e ben comAgonismo e carattere, in questo senso patta nell’occupazione della eccellenti entrambe le formazioni propria metà campo, pronta a colpire non appena si aprono spazi nella difesa sanmaureIL PEGGIO se. Il miracolo difensivo di L’inserimento del portiere di movimento Marcello sul Pocho Iorio rinsul 4-5: tempistica sbagliata e Adil ringrazia

PROSSIMO TURNO (2/12) Cinzano C5-Fiano Plus Esseti C5-Deportivo Femm. Juventus-Olympic L 84-Eporedia Pratiglione-Borgonuovo

L 84

LA GARA Diciannove gol fatti nelle ultime due uscite e ancora un’altra vittoria per l’Eporedia. Partita in bilico solo nel primo tempo con il vantaggio di 3-2 dei padroni casa. Nella ripresa è solo Eporedia, che dilaga fino al 10-2. Unico rammarico del Pratiglione in una serata da dimenticare l’errore dal dischetto di Cortina sul risultato di 5-2 che poteva quantomeno dare un po’ di speranza in più.

ALL. VASSALLO

FRATEPIETRO / Al solito, tra i migliori in campo

OLYMPIC

ESSETI

4

5

ZUCCOLOTTO ALFANO HOUSNAOUI ORLANDIN E. COLOSIMO PIZZI CIRILLO MERRA DEL PONTE GUALTIERI Frezza Boccardo Romeo Lo Guasto Delli Calici Pantaleo Piazza Tedesco Cavaliere Zoccali D’Italia Antonacci Gagliano

ALL. COLOSIMO

ALL. ORLANDIN M

Reti: 2 Anisio (FP), Cignola (FP), 2 Minneci (FJ), 2 Agresta (FJ, Cursio (FJ)

Reti: 2 Cavaliere (O), Romeo (O), Colosimo (O), 2 Pizzi (E), 2 Gualtieri (E), Tedesco (E)

Arbitro / Giarratano di Collegno

Arbitro / Siviero di Collegno

Ammoniti / Agresta (FJ), Grimaldi (FJ)

Ammoniti / Colosimo (O), Gualtieri (E)

LA GARA Remuntada per la Femminile Juventus contro il Fiano Plus. Padroni di casa più cinici nella prima mezz’ora chiuso sul 3-1 graize alla doppietta di Anisio e al gol di Cignola. Nel secondo tempo cala il gelo sui padroni di casa perché in campo ci son solo gli ospiti che ribaltano la situazione portandosi sul definitivo 3-5. Ancora una volta grande prova di Agresta, autore di due reti.

LA GARA Non basta essere attenti e ordinati per avere la meglio sulla capolista Esseti. L’Olympic si rammarica per il risultato ma la prestazione è sicuramente incoraggiante al cospetto dell’ammazza campionato che ottiene tre punti all’ultimo respiro. Vittoria dedicata a Beppe Iovino colpito in settimana dalla morte del padre. A lui e alla sua famiglia vanno le più sentite condoglianze.

via solo di qualche secondo il vantaggio ospite, siglato dal diagonale di Fiscante, bravissimo anche nell’assistere Prudente tre minuti dopo. Proprio il numero 8 di Parvopasso è poi sfortunato protagonista della rete di Amas: nel contrasto, il ginocchio già malconcio fa di nuovo crac, gara finita e ci si rivede, forse, per il girone di ritorno. Fuoco e compagni non si fanno intimorire, Fiscante è di nuovo protagonista con l’assist per Eladlani e propiziando il tapin di Falcomatà. Ma il Depor ha un cuore immenso e cambia strepitosamente marcia nella ripresa: prima Pilone e poi Micalizzi, schieratosi da portiere di movimento, confezionano due autentiche prodezze balistiche. La L84 va un po’ in confusione, perde scioltezza e palleggio ma ritrova Eladlani che fugge e porge un cioccolatino che De Felice accompagna in rete. Pilone mantiene accesa la fiammella della speranza, ma è di nuovo Adil a spegnere ogni velleità del Deportivo con due reti a porta ormai sguarnita.

BORGONUOVO CINZANO

6

4

MIGLIETTA MARTELLA C. SGAVETTO VARETTO S. COLOSIMO BRIGNOLO SIMONETTA MARTELLA D. MESSINA PASQUA Leonardo Cappa Gasperini Rossotto Barbaro Varetto D. Gadaleta Vannicola La Rosa Rivellino Sartore

ALL. CARLONE

ALL. CAPPA

Reti: 3 Simonetta (B), 2 Barbaro (B), Gadaleta (B), 2 Varetto S. (C), Pasqua (C), Martella D. (C) Arbitro / Chidichimo di Torino Ammoniti / Leonardo (B), Barbaro (B), Sgavetti (B)

LA GARA Ancora una prestazione confortante per il Borgonuovo che ottiene un bel successo sul Cinzano e mantiene a distanza la coppia composta da L84 e Femminile Juventus. Bel primo tempo dei settimesi chiuso sul 3-0. Nella ripresa vengono fuori gli ospiti nel tentativo di riaprire la gara concedendo però le ripartenze agli avversari e allo scatenato Simonetta, autore di un tris.


SERIE C2 - Gir. B CAMPIONATO

SANTA RITA REAL BOYS

3 4 1 Castronuovo 2 Asigliano 3 Sarteur 5 RODANO 6 Audisio 7 D’Agate 8 Duchy 9 ELLENA 10 CALGARO 11 TORELLI 12 CALDERANO 13 Mastellaro

1 RIGON 2 Crosetto 3 RUSSO 4 Pascal 5 CROCE P. 6 CARLINI 7 CLERICO 8 Patisso 9 Ciaccio 10 Lavozza 11 Fantino 12 Mangione

All. MAURELLA

ALL. CROCE F.

09

Match teso e durissimo, la prima gioia è per Fabio Croce

WILD REAL BOYS Diego Berrone Torino

I falli inutili e le altrettanto inutili proteste da ambo le parti, per più di 60 minuti

rutta, sporca, cattiva e non poteva essere altrimenti. La gara del brivido, la gara tra chi ancora non aveva vinto vede il trionfo in extremis del Real Boys e un Santa Rita che getta ancora un successo alle ortiche e che recrimina, anche a ragione, su alcune decisioni arbitrali. Sì, perché il fallo che ha provocato il tiro libero, ed il conseguente pareggio di Lavozza, al 32’ della ripresa, lascia qualche dubbio, così come il fallo subito da Calgaro, poco dopo il definitivo sorpasso ospite ancora a firma Lavozza, giudicato a torto fuori area dal signor Meledandri. Detto questo, i ragazzi di Maurella hanno perso a più riprese la trebisonda, sprecando energie preziose in futili proteste. Calma che, comunque, non regnava neanche in casa Real Boys. Inevitabile, quindi, che ne sia scaturita una gara nervosa, con poco gioco fluido e tanti falli. Una gara che gli ospiti portano a casa più grazie al sangue freddo che non al gioco, come ammette candidamente il dirigente Pelle: «Dal punto di vista del gioco un passo indietro, ma abbiamo vinto e siamo al terzo risultato utile di fila. Una boccata d’ossigeno». Ossigeno che al Real Boys manca in avvio, pronti via

EMMEFFE TIME WARP

SCARNAFIGI

Reti: 1’ 45’’ Ellena (S), 3’ 35’’ Torelli (S), 14’ 29’’ P. Croce (R), 9’ 15’’ st Lavozza (R), 24’ 13’’ st Sarteur (S), 31’ 17’’ st t.l. e 32’ 52’’ st Lavozza (R) Arbitro / Meledandri di Torino Ammoniti / Audisio (S), Rodano (S), Torelli (S), P. Croce (R), Carlini (R) Espulso / Audisio (S)

IL MEGLIO Il capitano del Santa Rita Rodano, in diverse occasioni sbroglia matasse intricate

IL PEGGIO

B

ed un determinato Santa Rita va avanti con Ellena e raddoppia con Torelli. Gli ospiti faticano ad entrare in partita, incocciano il palo con Clerico, che se non svenisse ogni due istanti per spinte inesistenti sarebbe un ottimo elemento, sfiorano il tracollo in un paio di occasioni e accorciano con Paolo Croce al 10’. Tanti falli e primo tiro libero ad appannaggio ospite a fine primo tempo, ma Calderaro dice no a Clerico.

IN ATTESA / Ancora non arriva la prima vittoria (ma nemmeno i primi punti) per il Santa Rita di Maurella

ASA

SERMIG

4

6

BUCCIARELLI FABBRI ARIAFINA SEMINARA DAL RE DELIJA DE LETO SICHERA NUZZOLESE CARAMANNO Rizzi Cavagliato Bononi Biscardi Dibisceglia Dominici Gasbarroni Sabena Molinelli Ruggiero Bellinello Tota

ROSSO GHIETTI PAUTASSO VAGLIENTI TAGLIARINO Coucorde Varino Gili Monge Fabiani

ALL. ZAGLIO

ALL. VICENTINI

0

4

ALL. DUGHERA

Reti: 22’ rig. Sichera (T), 2’ st, 4’ st Seminara (T), 18’ st Delija (T) Arbitro / Lo Prete di Asti Ammonito / Cavagliato (T) Espulso / Dal Re (E)

LA GARA Vittoria netta per il Time Warp, ma nel primo tempo la squadra di Dughera fatica non poco contro l’Emmeffe. La gara svolta al 22’ del primo tempo, quando Dal Re commette fallo da rigore e Sichera trasforma. Nella ripresa gli ospiti prendono le misure agli avversari e prendono il largo grazie alla doppietta di Seminara e al poker realizzato da Delija.

Nella ripresa si gioca ancor di meno, il Real trova il pari con la punizione di Lavozza, poi arriva il rosso, doppio giallo, per Audisio, ma i valsusini non sfruttano la superiorità numerica. Al 24’ il gol di Sarteur illude un Santa Rita allergico ai 3 punti che subisce l’1-2 di Lavozza e vede la salvezza come un miraggio. Così coach Maurella: «Altri due pali e tanta sfortuna, i ragazzi non sono tranquilli».

R.MIRAFIORI

SPORTIAMO

PASTA

2

2

12

4

PANORMITA CIRILLO PARISI CHETTI ARMOCIDA Rinarelli Trombin Di Donato

DONOFRIO ZOAHIR MENSAH TITO REDOGLIA Kadmiri Lofino Raghibi Rakhimi Minniti Mazza Tietie

MORELLATO ZULLO CELESTE MORELLO MUNAO’ Corciulo Rizzo Meina

ALL. CEDRO

ALL. BAGNATI

ALL. INGRASCI’ D.

Reti: 1’ Tagliarino (S), 7’ , 12’, 17’, 1’ st Parisi (A), 7’ st Cirillo (A), 10’ st Armocida, 28’ st Tagliarino (S), 30’ st, 32’ st tl Monge (S) Arbitro / Zaccaria di Torino Ammoniti / Panormita (A), Armocida (A)

LA GARA «Vincevamo 6-1, poi abbiamo mollato, abbiamo perso la concentrazione e quasi ci mettevamo in difficoltà da soli»: nonostante la vittoria, Pippo Cedro non è soddisfatto della prestazione della sua squadra. Troppa difficoltà nel fare gioco e a togliere le castagne dal fuoco ci pensa Parisi con quattro reti in poco più di mezzora. Lo Scarnafigi parte bene, ma poi si perde.

Reti: 10’ Zoahir (S), 17’ Morello (R), 10’ st Redoglia (S), 29’ st Morello (R) Arbitro / Scarafia di Casale

CARTOSCELLA VITTORIO MORELLI G. CALAFIORE FURFARI MANZI MORINI NIGERO PALMIERO STANTE Colella Lagrasta Campolongo Neirotti Bellanti S. Ossola Bussetti Fornabaio Bellanti M. Esposito Morelli C. Bon Amos Di Salvatore

ALL. GOTTA

ALL. BANZATO

Reti: 4’ Morini (S), 5’ Stante (P), 9’, 10’ 15’ 16’ Furfari (S), 11’, 13’ Di Salvatore (P), 20’ Palmiero (S), 22’, 24’ Bellanti S. (S), 29’ tl Nigero (P), 31’ Bussetti (S), 32’, 12’ st Morelli C. (S), 26’ st Campolongo (S)

Espulso / Zoahir (S) Arbitro / Basile di Torino

LA GARA Il Sermig assapora la gioia della vittoria fino a un minuto dalla fine, quando Morello firma la doppietta personale e agguanta il pareggio. Tanti errori sotto porta: i padroni di casa centrano una traversa con Raghibi e falliscono una rete con Mensah. Il Real Mirafiori, molto rimaneggiato, spreca tante occasioni da gol e trova davanti a sè un super Donofrio.

LA GARA Partita quasi irreale, come altro definire una gara che ha visto quattordici reti nella sola prima mezzora di gioco? Equilibrio fino al 3-3, poi la seconda metà di tempo è un dominio dello Sportiamo che vola fino al +5. Match virtualmente chiuso e tabellino ingigantito a dismisura fino al conclusivo 12-4 firmato dal giovane Yari Campolongo.

numero 8 - 26/11/2013

L’ANALISI

Dughera e Cedro avanti Gotta esagera on due vittorie esterne Time Warp e Asa proseguono la loro corsa in vetta alla classifica. Per entrambe, però, è stato un successo sofferto nonostante il risultato. La squadra di Dughera fatica a imporsi specie nella prima frazione di gara, quando solo un errore difensivo degli avversari consente alla capolista di sbloccare il risultato. Prestazione poco convincente anche per il gruppo di Pippo Cedro: troppe le disattenzioni e i cali di concentrazione, che nel finale di gara potevano costare caro. Vincere partite così, senza brillare, è però un segnale di forza lanciato a tutti gli inseguitori. Lo Sportiamo esagera e ne fa addirittura dodici contro il Pasta. Il bottino conferma la squadra di Gotta come terzo miglior attacco del girone, oltre a farle raggiungere la terza posizione in coabitazione con il Villasport, che ha rispettato il turno di riposo. Ancora senza vittorie - e senza punti - il Santa Rita, sconfitto in casa dal Real Boys. Il match clou della prossima giornata di campionato è quello fra Asa e Villasport.

C

CLASSIFICA OTTAVA GIORNATA Emmeffe-Time Warp Santa Rita-Real Boys Scarnafigi-Asa Eventi Sermig-Real Mirafiori Sportiamo-Pasta Riposa: Villasport PT TIME WARP 19 ASA EVENTI 19 VILLASPORT 15 SPORTIAMO 15 R. MIRAFIORI 9 EMMEFFE 9 SERMIG 9 PASTA 6 REAL BOYS 5 SCARNAFIGI 3 SANTA RITA 0

0-4 3-4 4-6 2-2 12-4 G 7 8 7 8 7 7 7 7 7 7 8

V 6 6 4 4 2 2 2 1 1 1 0

N 1 1 3 3 3 3 3 3 2 0 0

P 0 1 0 1 2 2 2 3 4 6 8

F S 45 12 45 25 30 21 37 16 24 24 20 26 19 29 26 39 17 29 20 36 29 55

PROSSIMO TURNO (2/12) Asa Eventi-Villasport Pasta-Santa Rita Real Boys-Emmeffe Real Mirafiori-Scarnafigi Time Warp-Sermig Riposa: Sportiamo

MARCATORI 16 RETI: Sichera (Time Warp) 15 RETI: Delija (Time Warp) 12 RETI: Parisi (Asa) 11 RETI: Calgaro (Santa Rita) 10 RETI: Furfari (Sportiamo) 9 RETI: Morello (Real Mirafiori) 8 RETI: Chetti (Asa) 6 RETI: Nigero (Pasta), Lavozza (Real Boys), Ellena (Santa Rita), Seminara (Time Warp) e altri 3


COPPA ITALIA SERIE C11

10

numero 8 - 26/11/2013

SPORTIAMO SP. ROSTA

1 6 1 Colella 2 Campolongo 3 Bellanti S. 4 MORELLI G. 5 Bellanti M. 6 BUSSETTI 7 Morini 8 PALMIERO 9 MORELLI C. 10 FURFARI 11 Sampaio 12 Cartoscella

1 Cardillo 2 Bardini 3 Mocerino 4 Orlandi 5 Patti 6 LOVERRE 7 Di Matteo 8 CANAVESE 9 LEBESSI 10 Polimeni 11 MORAMARCO 12 ZIMMARI

All. GOTTA

ALL. FAILLA

Reti: 5’, 19’ st, 30’ st Canavese (SR), 18’, 16’ st Di Matteo (SR), 5’ st Lebessi (SR), 25’ st Morelli G. (SP)

Arbitro / Piu di Torino

IL MEGLIO Il ritmo rostese, impressionante per continuità e interpretazione dei singoli

IL PEGGIO Provocazioni, vecchie e nuove ruggini, panchine vibranti: del tutto evitabile

Tris del numero 8, Sporting Rosta vede la Final Four

Sistema Canavese Sandro Dall’Agnol Grugliasco (TO)

na categoria di differenza sulla carta, un mondo intero, nella realtà dei fatti. E non perché lo Sportiamo di Pier Gotta sia poca cosa, tutt’altro, ma perché lo Sporting Rosta di Failla è davvero il top di ciò che il calcio a 5 piemontese possa proporre attualmente a livello regionale. Possesso palla mai banale e raramente fine a se stesso, intensità e doti tecniche da serie B: l’obiettivo inevitabile per una compagine che continua a dimostrare di avere tutte le credenziali per riportare Rosta laddove aveva scritto la storia della nostra disciplina non molto tempo fa. Vedere per credere la bomba con la quale Canavese ha scardinato molto presto l’apparato difensivo grugliaschese. Gotta, dal canto suo, aveva addirittura provato a sorprendere i biancorossi sin dal primo possesso, estremizzando il concetto di “giocare a viso aperto”, schierando Palmie-

U

ro portiere di movimento. Salvo poi far esordire nel match Cartoscella non appena smarrito il controllo del pallone. Ma nelle occasioni in cui lo Sportiamo ha messo in qualche imbarazzo la retroguardia avversaria, Zimmari ha costantemente ratificato e ingigantito il proprio attuale, straordinario stato di forma. Se la combinazione Polimeni-Di Matteo valeva il raddoppio, lo strappo definitivo in chiave qualificazione arrivava nella ripresa. Paco Lebessi finalizza un perfetto schema da calcio d’angolo e, di fatto, spegne le residue speranze di Furfari e compagni. Anche perché il ritmo rostese non cala proprio mai e lo Sportiamo, alla lunga, ne paga le conseguenze. Scarsa lucidità che si tramuta quasi in rissa dopo il quarto gol di Di Matteo, reo di un’esultanza effettivamente un tantino provocatoria, dopo che le scaramucce verbali erano già iniziate da un po’, forse anche conseguenza del contatto Palmiero-Mocerino che aveva costretto al forfait

quest’ultimo dopo pochi istanti di gara (dito nell’occhio, presumibilmente involontario, e gita all’ospedale per il rostese). Calmati (o quasi) gli animi, è l’immenso Canavese a conferire le proporzioni definitive al divario e sancire l’approdo alla Final Four.

FAILLA / Artefice principe della fuoriserie rostese

ANDATA QUARTI DI FINALE

RISULTATI E MARCATORI

Ongari, colpo Lupo sul Gem Esseti wow FemmJuve-Esseti 4-7 Reti: 2 Agresta, Minneci, Curzio (F); 2 Merra, 2 Pizzi, 2 Gualtieri, Zoccali (E). Sparta No-R.Mirafiori 3-0 Reti: Bono, Frittoli, Chiò G. Gem - Fenalc 4-5 Reti: Barolo, Gerlotto, Dotto, Insinna (G); 2 Ongari, Zeppola, Pelin, La Rosa (F) Andata dei quarti di finale che, oltre allo Sporting Rosta, sorride pesantemente anche a Esseti e Sparta Novara. I ragazzi di Marco Orlandin dominano la Femminile Juventus e si candidano a essere l’unica compagine di C2 alla final four. I novaresi, invece, rifilano tre gol al Real Mirafiori di Ingrascì che, però, non ha per nulla demeritato e promette battaglia al ritorno. Grande equilibrio, come da pronostico, tra Gem e Fenalc, vincono di misura i ragazzi di Lupo.

“NOI SIAMO IL TUO GIORNALE” Per PUBBLICITA’ e COLLABORAZIONI COMMERCIALI CONTATTA LA REDAZIONE AL NUMERO

320.8969186 o alla mail REDAZIONE@TIROLIBEROWEB.IT


SERIE D

11

CAMPIONATO - GIRONI A - B - C

P.CASALBORGONE

GROSSO

7 3 1 SALERNO 2 Bertolè 4 MOLINARO 5 Bastianini 7 Borca 8 Conrado 9 BONO 10 Tornatore 11 FORMICA 12 Salino 13 Carta 14 MARIOTTI

All. BASTIANINI

1 GAIDA 2 Fiorio Plà 3 Miele 4 PERUCCA 5 Nepote 7 RUBINO 8 MARANGON 9 MAZZARA 10 Zanini 11 Bruna 12 Perrone

ALL. SPIGA

Reti: 1’ Mazzara (G), 4’ Marangon (G), 10’, 14’ e 24’ Formica (P), 18’ Bono (P), 28’ Tornatore (P), st 5’ Borca (P), st 22’ Mariotti (P), st 30’ Rubino (G). Arbitro / Demaria di Collegno

IL MEGLIO Molinaro, vero uomo squadra: quattro assist e leadership in fase difensiva

IL PEGGIO I primi cinque minuti della capolista, non sempre si potrà rimontare uno 0-2 così

RISULTATI E MARCATORI

Mitic e Bauccio tengono avanti Napoli e Cenisia GIRONE A

Cafasse - Tanu Team 3-6 Reti: 2 Moraru (C), Soleti (C), 2 Vottero (T), Busiello (T), Esposito (T), Rusu (T), Sirbu (T) Pro Vercelli - Smilte 3-2 Reti: Pozzati (P), Curella (P), Bellardita (P) Valtournenche - Ceres 7-1 Reti: 2 Bertucci (V), 2 Perron, Page (V), Pession (V) , Vallet C. (V), Pocchiola (C)

GIR. A / Casalborgone inarrestabile, sesto successo

L’ANALISI

Pro Scorpione Alessandro Pambianchi Cavagnolo (TO)

a Pro Casalborgone continua la sua corsa verso palcoscenici più importanti, con un netta vittoria che li proietta in solitudine, in testa alla classifica a punteggio pieno. Ogni giro d’orologio segna un passo in avanti nel gioco dei gialloneri, ispirati offensivamente dalla visione di gioco di Molinaro e dal ‘killer instinct’ di Formica. Il Grosso parte fortissimo, l’intensità è quella giusta per provare a rubare i primi punti stagionali, proprio contro l’avversario più temibile del girone. La prestazione ospite è indirettamente proporzionale a quella degli avversari, quanto più questi ultimi crescono, tanto più i ragazzi di Spiga si perdono. Nei primi quattro minuti, due calci d’angolo e una difesa poco attenta offrono l’opportunità a Rubino di disegnare due traiettorie su cui, Mazzara e Marangon riescono a sorprendere la capolista. Se Rubino disegna, Molinaro dipinge d’autore, per lui quattro assist, grinta e tante sportellate, semplicemente indispensabile dietro e fondamentale davanti. Formica è semplicemente impeccabile davanti alla porta, nel procurarsi i falli cumulativi necessari alla finalizzazione del tiro libero del 2-4 e si dimo-

L

Sp. Cenisia - Saturnio 5-3 Reti: 2 Bauccio (SC), Patrono (SC), Perino (SC), Vinnolo (SC) 2 Tagliaferro (S), Nordio (S) GIRONE C

La Granda - JStars 3-4 Reti: 2 Conti (L), Castellino (L), 2 Favano (J), Ferrero (J), Borio (J) Martinianese - Villarbasse 5-7 Reti: 2 Ghirardotto (M), 2 Morra (M), Macrì (M) Perosa - Olympia Pioss. 4-2 Reti: 3 Costabello (P), Rostagno (P), Bernardo (O), Pautasso (O) Bardonecchia - Pinerolo 2-3 Reti: Perruquet (B), Pirona (B), 2 De Francesco (P), Taverna (P)

GIRONE B

Cantarana - Napoli Club 4-7 Reti: 2 Milosevic (C), Cotera (C), Cavalla (C), 3 Mitic (N), 2 De Rossi (N), Privitera (N), Lafleur (N) Don Bosco Al - Dorina 7-7 Reti: Ministru (DB), 3 Rinaldi (DB), Fracasso (DB), 2 Sacalas (DB), 2 Guglielmo (D), 2 Brunetto (D), Frandina (D), Zedda (D), Cerra (D) Sportidea - SanRemo72 3-5 Reti: 3 Dongess (S), 2 Bottazzi (SR), Rossi (SR), Dalla Lana (SR), Sabbagh (SR)

numero 8 - 26/11/2013

stra giocatore completo, quando a inizio ripresa forma la cerniera difensiva con Molinaro. Proprio dopo il pareggio firmato Formica, il Grosso diventa un po’ più timido, aspettando troppo l’avversario, lasciandogli l’iniziativa e la possibilità di colpire a ripetizione. La Pro Casalborgone decide di non rischiare, si difende e come uno scorpione punge nelle giuste occasioni,

ALTA CONCENTRAZIONE / Frammento di gara con la Pro Casalborgone che si appresta a battere un tiro libero

CLASSIFICA A Cafasse-Tanu Team Pro Casalborgone-Grosso Pro Vercelli-Smilte Real C. Valtournenche-Ceres Riposa: Regis PT P.CASALBORGONE 18 VALTOURNENCHE 16 REGIS 15 TANU TEAM 12 PRO VERCELLI 8 CERES 6 CAFASSE 4 SMILTE R. C. 3 GROSSO 0

G 6 7 6 6 6 6 6 7 6

V 6 5 5 4 2 2 1 1 0

CLASSIFICA B SETTIMA GIORNATA

SETTIMA GIORNATA 3-6 7-3 3-2 7-1 N 0 1 0 0 2 0 1 0 0

P 0 1 1 2 2 4 4 6 6

F S 37 15 36 15 24 19 34 22 28 28 27 39 19 32 18 38 15 30

G 6 6 6 7 7 6 6 6 6

V 5 4 4 3 3 2 1 1 0

L

CLASSIFICA C SETTIMA GIORNATA

Cantarana C5-Napoli Club Don Bosco Al-Dorina Sportidea-San Remo 72 Sp. Cenisia-Saturnio Riposa: Nichelino Hesp. PT SP. CENISIA 16 NAPOLI CLUB 14 DORINA 13 SATURNIO 10 CANTARANA 10 NICH. HESP. 7 DON BOSCO AL 5 SAN REMO 72 3 SPORTIDEA 1

a miglior difesa e l’attacco più prolifico: con questi requisiti la Pro Casalborgone legittima il primo posto nel girone A. La capolista è ancora a punteggio con sei vittorie in altrettante partite. C’è da dire che il testacoda contro il Grosso non era una sfida impossibile, ma i padroni di casa non cedono alle distrazioni e ottengono i tre punti. Nel girone B lo Sporting Cenisia mantiene la vetta solitaria e tiene a due punti il Napoli Club, vittorioso in trasferta sul campo del Cantarana. Pareggio spettacolo fra Don Bosco Alessandria e Dorina: gli ospiti conducevano per 5-0, ma i padroni di casa hanno la forza e il carattere per riagguantare il pareggio. Da mettere in evidenza un gran gol in rovesciata di Sacalas, autore di una doppietta personale. Nel girone C l’incontro di cartello era quello fra La Granda e J Stars: i bianconeri colgono un fondamentale successo in trasferta e distanziano di cinque lunghezze i diretti inseguitori in classifica, con una partita in meno. A fondo classifica il Villarbasse vince in trasferta.

N 1 2 1 1 1 1 2 0 1

4-7 7-7 3-5 5-3 P 0 0 1 3 3 3 3 5 5

F S 29 16 38 23 48 25 37 38 32 35 16 16 25 31 26 43 14 38

La Granda-J-Stars Martinianese-Villarbasse Perosa-Olympia Bardonecchia-Pinerolo Riposa: Sporting PT J-STARS 18 LA GRANDA 13 PEROSA 12 BARDONECCHIA 10 OLYMPIA P. 10 PINEROLO 7 SPORTING O. 7 VILLARBASSE 4 MARTINIANESE 0

G 6 7 6 6 6 6 6 7 6

V 6 4 4 3 3 2 2 1 0

3-4 5-7 4-2 2-3 N 0 1 0 1 1 1 1 1 0

PROSSIMO TURNO (2/12)

PROSSIMO TURNO (2/12)

PROSSIMO TURNO (2/12)

Grosso-Cafasse Ceres-Pro Casalborgone Smilte Real C.-Regis Tanu Team-Pro Vercelli Riposa: Valtournenche

Dorina-Sp. Cenisia Napoli Club-Sportidea San Remo 72-Don Bosco Al Saturnio-Nichelino Hesp. Riposa: Cantarana C5

J-Stars-Bardonecchia Olympia P.-Martinianese Pinerolo-Perosa Villarbasse-Sporting O. Riposa: La Granda

MARCATORI 11 RETI: Pocchiola (Ceres) 10 RETI: Formica (Pro Casalborgone),

9 RETI: Pepe (Pro Vercelli) 8 RETI: Frosoni (Pro Vercelli), Rusu

SECONDI / Il Napoli Club di Boschiero al top

Bertolè e Mariotti tengono alto il ritmo e il quattordici, classe ‘95 si toglie anche la meritata soddisfazione della rete del 7-2. La reazione del Grosso si vede a tratti, Miele e Bruna cercano di sfruttare ogni singolo centimetro che gli viene concesso, a fine gara arriva la rete di Rubino con un gran tiro che conferma che i due assist iniziali erano figli di un gran piede destro.

Dorina recita il mea culpa JStars scappa

(Tanu Team) 7 RETI: Bono (Pro Casalborgone), Pession (Valtournenche) 6 RETI: Perticari (Smilte), Esposito (Tanu), Bertucci (Valtournenche)

MARCATORI 15 RETI: Milosevic (Cantarana) 12 RETI: Brunetto (Dorina) 11 RETI: Mitic (Napoli Club) 10 RETI: Vinnolo (Sp.Cenisia) 8 RETI: Cerra (Dorina), Bottazzi

(SanRemo72), Olivieri, Contestabile (Saturnio), Dongess (Sportidea) 7 RETI: Rinaldi (DB Al), Frandina (Dorina), De Rossi (Napoli), Sabbagh (SanRemo72), Tagliaferro (Saturnio)

P 0 2 2 2 2 3 3 5 6

F S 35 15 38 28 22 18 30 18 30 23 24 27 17 25 25 45 21 43

MARCATORI 11 RETI: Castellino (La Granda) 9 RETI: Conti (La Granda) 8 RETI: Perruquet (Bardonecchia),

Sorbo (Olympia Piossasco) 7 RETI: Morra (Martinianese), Pasquero (Olympia Piossasco), Piras (Sporting Orbassano) 6 RETI: Negro (Bardonecchia), Sereno (JStars), Tambone (Olympia Piossasco)


UNDER 21

12

CAMPIONATO

numero 8 - 26/11/2013

CASTELLAMONTE

COPPA ITALIA

Coppa Italia: programma di mercoledì iamo ai trentaudesimi di finale, ultimo turno a eliminazione diretta prima dei sedeicesimi, da dove inizieranno le doppie sfide andata-ritorno (in programma il 18 dicembre e il 15 gennaio). La Libertas Astense ospiterà alle 21.30 il San Biagio Monza, seconda in classifica nel girone B e, dunque, avversario di alto livello. In caso di qualificazione, per i ragazzi di Frenna ci potrebbe essere un’altra sfida lombarda: avversaria dei sedicesimi sarebbe la vincente di Cardano-Città di Bresso, con questi ultimi favoriti dall’alto della loro leadership nel girone B. Sempre alle 21.30 ci sarà, invece, la rivincita tra Tigullio e Asti, ma per i ragazzi di Hernan Patanè non dovrebbe essere complicato tornare nuovamente vittoriosi dalla trasferta genovese. In campo per primi, alle ore 19, Aosta e CLD Carmagnola, in quello che senza dubbio è l’accoppiamento più affascinate: per Lino Gomes obiettivo l’impresa laddove ha scritto pagine importanti della sua carriera. Aosta di Rodrigo Rosa, permettendo.

S

CLASSIFICA SETTIMA GIORNATA Aosta-I Bassotti Blue Orange-Sportiamo Castellamonte-Bra CLD-G3 Happy Time Tigullio-Asti Riposa: Lib. Astense PT AOSTA 24 ASTI 21 TIGULLIO 16 CLD 13 BRA 12 I BASSOTTI 9 CASTELLAMONTE 8 LIB. ASTENSE 6 HAPPY TIME 6 BLUE ORANGE 3 SPORTIAMO 0

2-1 7-5 3-4 12-0 1-9 G 8 7 8 7 8 7 7 7 7 7 7

V 8 7 5 4 4 3 2 2 2 1 0

N 0 0 1 1 0 0 2 0 0 0 0

P 0 0 2 2 4 4 3 5 5 6 7

F S 45 7 67 9 39 32 44 27 31 35 30 25 25 32 23 28 24 59 25 50 13 62

3 4 2 Assabil 3 TAMBURELLO 4 Gallo 5 CARDAMONE 6 Karouani 7 CASTRO 8 SCALISE 9 Cibrario 11 Medaglia 12 GIACHETTO

All. NIZZA

MARCATORI 13 RETI: Noto (Asti) 11 RETI: Iurmanò L. (Aosta), Siviero (CLD) 9 RETI: Birochi (Aosta), Fazio (Asti), Lentini, Sil-

vestri (CLD), Nassi (Happy Time), Mendico (I Bassotti) 8 RETI: Guggiari (Tigullio) 7 RETI: De Oliveira, Vitellaro (Asti), De Simone (Astense), Gerbino (Bra), Queirolo (Tigullio) 6 RETI: Turello (Aosta), Corradi, Paternoster (Blue Orange), Castro (Castellamonte), e altri due

1 SANERO 2 Filippa 4 MELLANO 5 Siciliano 6 GUERCIO 7 Biraghi 8 GERBINO 9 Ferrantelli 10 NASSO 11 Cugnolio

ALL. BERTELLO

Reti: 11’ Cugnolio (B), 15’ Guercio (B), 1’ st Cibrario (C), 5’ st Mellano (B), 6’ st Gerbino (B), 8’ st Cardamone (C), 10’ st Cardamone (C) Arbitri / Pani di Oristano Piana di Biella (Crono) Ammoniti / Guercio (B), Scalise (C).

IL MEGLIO Guercio, un tormento per Castellamonte e utile anche in copertura. Trascinatore

IL PEGGIO La difesa di casa, troppe amnesie, come il disimpegno allegro di Castro, sul terzo gol Bra

AOSTA

I BASSOTTI

2

1

BOCHE DJURDJEVIC IURMANO’ L. LUCIANAZ GULLONE Iurmanò F. Estedadishad Traglia Picciavani Sinopoli Birochi

MONACO BASSIS ESPOSITO MICCICHE’ MENDICO Macrì Carnino Pierro Barbasso Miscia Sanfilippo

PROSSIMO TURNO (1/12) Asti-Aosta Bra-Lib. Astense G3 Happy Time-Castellamonte I Bassotti-Blue Orange Sportiamo-CLD Riposa: Tigullio

BRA

ALL. ROSA

ALL. COSTANZO

Terza vittoria in trasferta per i cuneesi di Bertello

Bra modello export Edoardo Abrate Castellamonte (TO)

on conosce mezze misure il Bra. I giallorossi, scesi in campo con il coltello fra i denti per vendicare il pesante ko interno contro il Cld, si confermano squadra da “esportazione” e conquistano il secondo successo esterno consecutivo, espugnando l’ostico parquet del Castellamonte. Sono tre punti importantissimi per i ragazzi di Bertello, che sono piaciuti soprattutto per intensità, organizzazione rigorosa della manovra e un certo qual cinismo, tipico dei top team. Le prestazioni sopra le righe di capitan Cugnolio e Guercio e le parate di Sanero sono la ciliegina sulla torta di una vittoria, frutto più del buon lavoro del gruppo che delle singole individualità. Si mangia le mani, au contraire, il tecnico dei padroni di casa, Pier Francesco Nizza. I canavesani hanno cancellato un primo tempo da polveri bagnate e motore imballato con una ripresa impetuosa, sempre all’assalto, sfruttando l’imprevedibilità di Assabil, le accelerazioni letali di Sergio Cibrario e il tremendismo sotto porta dell’indomito capitano Giorgio Cardamone, ma, an-

N

BLUE ORANGE SPORTIAMO

7

5

BASTA A. PAVONE FERRANDINI CAMPOLONGO MAGLIO PILO’ PATERNOSTER PISTILLO CORRADI GERBINO Rossi Contero Rosso Gaido Stassi Ruggieri Allcca

ALL. BASTA F.

ALL. LARINESE

Reti: 2 Birochi (A), Mendico (B)

Reti: 2 Maglio (B), Ferrandini (B), Paternoster (B), Rossi (B), Rosso (B), Corradi (B); 3 Pilò (S), Campolongo (S), Gerbino (S)

Arbitri / Costa di Collegno

Arbitri / D’Angelo di Spezia

Lattanzio di Collegno (Crono) Ammoniti / Pierro (B)

LA GARA L’Aosta mantiene la vetta della classifica sconfiggendo i Bassotti al termine di una gara ostica, giocanda con attenzione dalla squadra di Costanzo, ben organizzata in difesa e ordinata nelle ripartenze. E’ bastata la doppietta di Disnei Birochi per mantenere la vetta della classifica e tenere a distanza l’Asti, in attesa del big match del PalaSanQuirico nel prossimo turno.

Scarfone di Genova (Crono) Ammoniti / Paternoster (B)

LA GARA Dopo la beffa di una settimana fa contro l’Happy Time, i Blue Orange si riscattano andando a vincere contro il fanalino di coda sportiamo. Inizio preoccupante per i padroni di casa, subito in svantaggio. Poi è solo Blue Orange fino al 7-5 finale. Da segnalare ancora una volta i 3 tiri liberi sbagliati dai liguri dopo i 4 falliti domenica scorsa.

cora una volta, non è bastato. La fredda cronaca del match parla infatti di una prova d’orgoglio bianconera frustrata da qualche sciagurato calo di attenzione di troppo in copertura, dove neanche i buoni riflessi di Giachetto sono riusciti a mettere una pezza. La rasoiata chirurgica di Cugnolio e la zampata di Guercio con cui il Bra chiude sul 2-0 il primo round fotografano alla perfezione un avvio di partita caratterizzato da un Castellamonte

troppo asettico, scosso solo da un legno ammaccato da Medaglia. Tutt’altra musica, dopo il cambio di campo. Ad eccezione dei due minuti di follia sportiva che portano gli ospiti sul 4-1, sono Castro e soci a rubare l’occhio e il centro della scena, riportati in partita dalle reti di Cardamone e Cibrario e fermati ad un passo dall’epica remuntada solo da un grande salvataggio di Sanero, in uscita kamikaze sul numero 9 di casa.

MARCO BERTELLO / Bel successo esterno per il tecnico e il suo Bra, l’obiettivo terzo posto non è poi così lontano

CLD

HAPPY TIME

TIGULLIO

ASTI

12

0

1

9

WALLACE OANEA SILVESTRI E. LENTINI SIVIERO Vanzetti Bresciani Monsurrò Guidotti Borsello Valenti Fakkar

BORSANI NASSI ISABELLA ROSSETTO VACCHI M. Stranges Villella M.

POZZO DI PACE BENCINI GUGGIARI AIELLO Brunetti Gnecco Abedini Spinetti Rossi Canessa

FOGLIOTTI FAZIO GARBIN NARGI NOTO Di Venanzio Volpato Catalano Morellato Caria Parauda Fontebasso

ALL. GOMES

ALL. SURACE

Reti: 4 Siviero, 2 Silvestri E., 2 Monsurrò, 2 Lentini, Guidotti, Vanzetti Arbitro / Ballario di Torino Di Girolamo di Collegno Ammoniti / Rossetto (H)

LA GARA Il Carmagnola non lascia scampo all’Happy Time fortemente rimaneggiato e si avvicina alla terza posizione in classifica, puntando ad agganciare il Tigullio domenica prossima. Tutto facile per i gialloneri, scatenati con il poker di Siviero, salito a quota 11 nella classifica cannonieri, le doppiette di Silvestri, Monsurrò e Lentini. Guidotti e Vanzetti completano l’opera.

ALL. BAFFETTI

ALL. PATANE’

Reti: Di Pace (T); 4 Noto (A), Fazio (A), Di Venenazio (A), Catalano (A), Morellato (A), Parauda (A) Arbitro / Stoppa di Imperia Delfino di Genova (Crono)

LA GARA Il Tigullio tiene bene il primo tempo, salvo poi crollare (complice qualche defezione e influenza di troppo) nella ripresa. Il secondo gol di Noto, a 28 secondi dal suono della sirena, è una mazzata per i liguri che nei rimanenti venti minuti subiscono un cappottone con Simone Noto ancora mattatore. E dire che Di Pace aveva illuso il Tigullio di poter lottare con la rete dell’1-2.


JUNIORES

13

CAMPIONATO

BORGONUOVO

AOSTA

1 6 1 EMMA 2 Ricci 3 BERTOLO 4 GELORMINI 5 Degiovanni 6 Varagone 7 LA ROSA 9 Cannone 10 CASILLO 12 Tarollo

All. FRECCIA

2 3 5 6 7 8 9 10 11 12

Pellegrino ESTEDADISHAD Charrier Carvelli DJURDJEVIC Garau IURMANO’ F. CARROZZINO Sinopoli LUBERTO

ALL. DE LIMA

Reti: 2’ Djurdjevic (A), 15’ Charrier, (A) 23’ Carvelli (A), 25’ , 28’ st Carrozzino (A), 2’ st La Rosa (B), 14’ st Pellegrino (A) Arbitro / Mancin di Bra

IL MEGLIO La prestazione di Emma: 6 gol subiti, ma ha compiuto alcuni interventi prodigiosi

IL PEGGIO il riacutizzarsi di un problema al piede che ha messo ko Garau a metà della ripresa

AVIS ISOLA CASTELLAMONTE

Valligiani sul velluto, ma ottima reazione del Borgonuovo

Aosta in Carrozzino Stefano Rosso Settimo (TO)

uando il terzo miglior attacco del campionato incontra sul proprio cammino la peggiore difesa il risultato sembra scontato. Se statistiche e risultato possono confermare la premessa, nel testacoda della sesta giornata, non è stato tutto così semplice: il 6-1 maturato sul green di Settimo, manco a dirlo, ha premiato l’Aosta, ma ha reso onore anche alla formazione di Freccia che, stando ai complimenti del mister ai suoi ragazzi a fine gara, ha disputato “la miglior partita stagionale”. Che non fosse facile per il Borgonuovo arrestare la marcia dei valdostani all’inseguimento dell’Asti capolista non era certo una novità, né in quel di Settimo ci si aspettava di compiere il miracolo, ma una prestazione gagliarda e un pizzico di fortuna hanno addolcito la serata in cui si sarebbe aspettati una goleada. Al riposo sul 4-0, il parziale della ripresa ha fatto registrare un incredibile 2-1, col portiere Emma in assoluta giornata di grazia: se già nel primo tempo aveva avuto i suoi grattacapi per arginare le offensive di Djurdjevic&co, nella seconda frazione di gioco si è esalta-

Q

FIANOPLUS

ASTI

to, ingaggiando un bel duello con Fabio Iurmanò e costringendo l’attaccante valligiano a rimanere a secco. Procedendo con ordine, però, era proprio Djurdjevic ad aprire le marcature al 2’. Una decina di minuti più tardi prima Charrier e poi Carvelli finalizzavano altrettante occasioni corali, col numero 6 che addirittura metteva la zampata decisiva sulla riga di porta dopo una combinazione Carrozzino-Iurmanò che aveva portato quest’ultimo alla conclusione. Prima dell’intervallo, a 5’ dalla fine, ci pensava Carrozzino a calare il poker, deviando in rete un invito di Pellegrino. Nella ripresa, come detto, la gara si faceva più equilibrata – complice, anche, il risultato pienamente acquisito dai ragazzi di De Lima – e il Borgonuovo metteva a segno il gol della bandiera: azione personale di La Rosa, sombrero al portiere in uscita e palla di testa nel sacco. La reazione valdostana non si faceva attendere e due legni (traversa di Carrozzino e palo di Djurdjevic) più tardi, dapprima una splendida combinazione sull’out di destra Iurmanò-Djurdjevic-Iurmanò-Pellegrino portava quest’ultimo al gol e poi un errore di Bertolo permettevano all’Aosta di portare il tabellino sul definitivo 6-1.

I BASSOTTI B LIB.ASTENSE

ESTEDADISHAD / Colonna dell’Aosta di De Lima

TOP FIVE

CLD

1

7

3

1

5

OSTA GIANOTTI E. SALTAREL TESSITORE MENEGHIN Fasone Pappano De Francesco Gianotti M. Cuniberti Ariosto

GIACHETTO MODOLO ASSABIL KAROUANI STANA Filosso Fancello Errmaidi Cibrario Scaraffia Scarlata

CELONA PONTE RACCA BURLACU TRAINA Catalano Ruo Anisio Banche

ZANCHETTA VOLPATO KARAJA COSTA STEFANATO Di Blasio Squillari Troia Peronace Coltella Di Matteo

REBECCHI MICCICHE’ TAVERNITI LIBERATO SANFILIPPO Canato Di Fiore Olivieri Sanò

COBUCCIO SINANI ATZENI ZEFI CALVO Bongiovanni Pagnati Graziano Mullaj Cappelino

JITARU DI CIOMMO MASSARA BASSIS LO CHIATTO MILANI ORSINI BATTISTON PALMIERI GIACOMETTO Sinato Martucci Gugliermetti Reina Adam Esposito Bisceglia Ferrino Granata

ALL. PREGNO

ALL. CANAVESE

ALL. FEDERICI

ALL. PENNA

ALL. ANDRIETTI

ALL. FORMIGLIO

ALL. BARBIERI

Ammonito / Volpato (A), Troia (A)

Arbitro / Minischetti di Torino

ALL. ANDRIETTI

Reti: Palmieri (L), 3 Giacometto (B), 2 Esposito (B), Bassis (B), Milani (B)

LA GARA

LA GARA «E’ stata una gara molto sofferta, il Fiano ci ha messo in difficoltà e siamo stati bravi e fortunati nel realizzare il gol vittoria all’ultimo minuto». Nelle parole di Penna si può sintetizzare la vittoria numero 6 dell’Asti contro un avversario ostico nonostante lo zero in classifica. Ottima la prova dei padroni di casa, per niente intimoriti dal blasone dell’avversario.

Ammoniti / Palmieri (L), Adam (L), Bassis (B)

Espulsi / Micciché (B), Rebecchi (B)

LA GARA Pareggio scoppiettante tra i Bassotti e l’Astense. Gara equilibrata e intensa condita da qualche nervosismo di troppo ( espulsi Miccichè e Rebecchi per i padroni di casa). Ai Bassotti non basta la tripletta dello scatenato Sanò - di Taverniti e Di Fiore le altre marcature - per vincere la partita e agganciare a quota 9 punti proprio gli astigiani.

MIRASOLA CAFAGNA PISTILLO BRESCIANI MANTINO VALENTI CATERNUOLO GRAGEDA CERBONE SOLAVAGIONE Paviolo Silvestri D. Paravano Saldi Bevilacqua Vigliaturo Pernice Lisa Olivieri Scomparin Faber

ALL. LIANTI

ALL. GOMES

Reti: Bevilacqua (T), 2 Cerbone (T), Valenti (C)

Arbitro / Cantone di Biella Arbitro / Babando di Collegno Ammoniti / Paravano (T), Silvestri D. (C) Espulso / Valenti (C)

Ammoniti / Liberato (B)

Si risolleva il Castellamonte con la seconda vittoria in campionato. Primo tempo equilibrato con i padroni di casa non troppo spumeggianti ma capaci di bloccare sul 2-2 gli ospiti. Nella ripresa viene fuori alla grande il Castellamonte che prende il sopravvento sull’avversario piazzando un parziale rassicurante. Inutile il tentativo di rimonta dell’Avis.

11 RETI: Saltarel (Avis Isola), Palmieri (L84) 10 RETI: Zefi (Astense) 9 RETI: Iurmano F. (Aosta), Cerbone (Top Five) 7 RETI: Djurdjevic (Aosta), Giacometto, Esposito (I Bassotti), Solavagione (CLD), Massara (L 84) 6 RETI: Gianotti E., Meneghin (Avis Isola),

I BASSOTTI

5

Arbitro / Chidichimo di Torino

F S 24 8 29 10 21 14 21 19 25 21 16 22 18 29 31 22 21 26 21 42 11 25

L 84

3

Arbitro / Alessio di Bra

4-8 2-3 5-5 1-7 3-1 1-6

MARCATORI

2

Reti: 3 Sanò (B), Taverniti (B), DI Fiore (B); 2 Zefi (A), Graziano (A), Bongiovanni (A), Atzeni (A)

SESTA GIORNATA Avis Isola-Castellamonte Fiano Plus-Asti I Bassotti b-Lib. Astense L 84-I Bassotti Top FIve-CLD Borgonuovo-Aosta

PROSSIMO TURNO (30/11) Aosta-L 84 Asti-Top FIve Castellamonte-Borgonuovo CLD-I Bassotti B I Bassotti-Fiano Plus Lib. Astense-Avis Isola

8

Reti: Racca (F), Traina (F), Troia (A), Volpato (A), Di Matteo (A)

CLASSIFICA

PT G V N P ASTI 18 6 6 0 0 AOSTA 15 6 5 0 1 TOP FIVE 12 5 4 0 1 CLD 12 6 4 0 2 LIB. ASTENSE 9 5 3 0 2 CASTELLAMONTE 6 5 2 0 3 L 84 6 5 2 0 3 I BASSOTTI 6 6 2 0 4 AVIS ISOLA 4 5 1 1 3 BORGONUOVO 1 6 0 1 5 FIANO PLUS 0 5 0 0 5 N.B: I Bassotti B fuori classifica

4

Reti: Meneghin (A), Saltarel (A), Gianotti E. (A), Meneghin (A), 2 Karouani (C), 2 Filosso (C), 2 Fancello (C), Stana (C), Errmaidi (C)

numero 8 - 26/11/2013

LA GARA Prova incolore per la squadra di Barbieri. Squadra contratta e sconfitta meritata contro i Bassotti al secondo successo consecutivo. Grande prestazione degli ospiti con uno scatenato Giacometto, autore di un tris ma prestazione corale incoraggiante per Andrietti che ora tenta la scalata alla classifica. Ai padroni di casa non basta il gol numero 11 di Palmieri.

LA GARA Vittoria incredibile per il Top Five contro il Carmagnola. Perfetta la partita della squadra di Lianti caratterizzata da un’intensità senza paragoni. Bevilacqua e Cerbone, autori dei tre gol, fanno la differenza, ma un elogio particolare lo merita “El Tanque” Olivieri, all’esordio assoluto nel Top Five e autore di una gara tutto cuore e muscoli.


SPORTIAMO

14

Vetrina Venaria: dove nasce il talento

numero 8 - 26/11/2013

S

ergio Bertella. A molti degli addetti ai lavori un nome che non dirà molto, ma che la gente comune invece associa al calcio a cinque. In quel di Venaria, e più precisamente in Via Di Vittorio, Bertella ogni settimana dedica il proprio tempo a tutti coloro che vogliono avvicinarsi a questa disciplina. La sua pazienza per insegnare il futsal ai più piccoli è infinita, sarà che in famiglia deve dedicarsi quotidianamente ai tre figli, ma sarà anche che questa attività firmata dallo Sportiamo

gli porta tanti riscontri positivi. «Ogni anno che si inizia una nuova avventura è sempre una sfida, ma nello stesso tempo una grande soddisfazione. Riscontriamo un successo sempre crescente con un’adesione di bambini che sinceramente non ci aspettavamo». Classe 1999, 2001 e 2002. Questi gli anni di nascita di coloro che ascoltano le preziose indicazioni di Sergio, che grazie all’aiuto di alcuni genitori, riesce ad arginare la gioia e la frenesia di oltre trenta bambini. «Mi ritengo il

punto di riferimento per queste categorie ma senza il contributo di alcuni papà diventa quasi impossibile gestire il tutto. Grazie a loro tutto questo diventa realtà». Ci si “allena” per due volte a settimana, una volta indoor e l’altra sul sintetico, perché alla fine l’aspetto principale è quello di divertirsi tutti insieme. «La formula vincente del nostro progetto è la semplicità dell’approccio, il coinvolgimento di tutti i ragazzi con rotazioni continue su partite e tornei. Lo spirito e un ambien-

te sano, portano così ad una costante crescita del gruppo più ancora umanamente che tecnicamente». I campionati sono appena iniziati ma quello che conta non è il risultato finale: «Capita spesso che una nostra rete, ininfluente ai fini della vittoria, venga festeggiata come se fosse quella decisiva che ti permette di vincere la massima competizione a livello mondiale». Tanti bambini che si avvicinano al mondo del futsal, ma anche tanti genitori che iniziano a conoscere il calcio a cinque da vicino.

«Con maggiore frequenza arrivano dei padri che ci dicono con tutta onestà di essere stanchi dell’ambiente che c’è nel mondo del calcio. Non piace a loro ma nemmeno ai loro figli. Qui gioca anche chi non è tecnicamente dotato perché questo è uno sport di squadra non di solisti. Solo chi ha una cultura sportiva può fare strada, anche nella vita di tutti i giorni. Noi ci stiamo impegnando a far sì che tutto ciò avvenga». E fino adesso i risultati sono dalla parte di Sergio Bertella.


ALLIEVI - GIOVANISSIMI CAMPIONATO

BORGONUOVO

1 AGOS 2 Camerino 3 VILLELLA 5 GADALETA M. 6 LIBUTTI 7 Monticone 8 ACCONCIA 9 Ombelli 10 Balsamo 11 Urso 14 Dragos

1 BOGONI 2 DI MAIO 3 Fea L. 4 Pajusco 5 LICORDARI 6 HORR 7 GOS 8 Mocanu 11 Avallone

All. GADALETA F. ALL. FEA G. Reti: 3’ Di Maio (A), 6’ Pajusco (A), 12’ Villella (B), 13’ Licordari (A), 16’ Gos (A), 18’, 9’ st Pajusco (A), 25’ st Camerino (B)

Espluso / Gadaleta F. (B)

IL MEGLIO Goleada a parte, l’Aosta è bravo a mantenere sempre alta la concentrazione

IL PEGGIO Il nervosismo dell’allenatore Gadaleta non risolve i problemi della squadra

ALLIEVI

R.FRASSATI SP. ROSTA

7 1 3 4 6 7 8 9 10 11

GAIANI Musti Villani Zucchini ZANATTO MATASSA CACCIA DEMARTINI Barone

ALL. CAPUTI

3 1 PUZO 3 Musca 7 VIOLA 8 Fayrid 9 El RHARBI 10 IROLLO 11 MAGGIO

ALL. MAZA

Reti: 13’ Maggio (S), 14’ El Rharbi (S), 21’ Villani (R), 24’ Demartini (R), 27’ Villani (R), 10’ st Zanatto (R), 11’ st El Rharbi (S), 16’ st Caccia (R), 29’ st Villani (R), 30’ st Barone (R) Arbitro / Yeganeh di Torino

Luigi Trafficante Torino

ontinua il “magic moment” del Rea l Frassat i. Dopo la g ra nde prestazione di una settimana fa in casa dello Sportiamo, è arrivato il secondo sigillo stagionale contro lo Sporting Rosta,

C

GIOVANISSIMI / Tripletta e secondo posto per Aosta

AOSTA

2 6

15

Straripante Pajusco Diego Molino Settimo (TO)

uccesso schiacciante sul campo e sorpasso riuscito in classifica. E’ quanto ottiene l’Aosta dalla trasferta di Settimo, tre punti importanti per continuare a rimanere in scia alla lanciatissima capolista Asti. Oltre al bottino pieno, il gruppo guidato da Fea si dimostra più squadra degli avversari, più abile a far circolare la palla e a costruire gioco. Partita mai in bilico, basta dire che all’intervallo gli ospiti conducevano già per 5-1. Bene tutti, bene soprattutto Pajusco, autore di una bella tripletta personale e Avallone, che salta spesso l’avversario e rende imprevedibile la manovra offensiva. Naturale la soddisfazione dell’allenatore Fea: «Siamo stati più bravi di altre volte a mantenere sempre alta la concentrazione, speriamo di avere imparato la lezione. Il nostro obiettivo stagionale? E’ quello di fare i playoff». Il Borgonuovo, dal canto suo, non riesce mai a entrare in partita. Troppa difficoltà ad avanzare il baricentro, troppa imprecisione negli appoggi, mentre in attacco la mira è spesso sbagliata. Di certo non è di aiuto il nervosismo

S

fanalino di coda del torneo. Tre punti mai in discussione, eccezion fatta per i 15 minuti thrilling. Il sapiente lavoro di Marco Caputi comincia a dare soddisfazioni e finalmente la squadra sta pian piano trovando un’identità chiara. Demartini si sta affermando come il leader, Zanatto e Matassa, pur con qualche leziosità di troppo, sono sembrati davvero incontenibili. Villani sta finalmente ritrovando la via del gol e Gaiani, nella ripresa, ci ha messo del suo con tre interventi prodigiosi. Dall’altra parte, sponda Rosta, i problemi non sembrano avere fine. Non è bastato il micidiale uno-due iniziale per incanalare sul binario giusto la partita. El Rharbi, con la doppietta personale, è parso l’unico in grado di fare la differenza. Irollo non ha inciso e sui laterali è mancata la giusta spinta per far male. Non a caso i tre gol sono frutto più di azioni personali che di gioco collettivo. Eppure l’inizio rostese sembrava essere quello giusto con il doppio vantaggio della premiata ditta Maggio-El Rharbi. Il 2-0 iniziale sembrava presagire una gran serata per Viola e compagni. Il Real, incassati i due schiaffi, si è prontamente rialzato e con Villani, due volte, e Demartini ha capovolto in un quarto d’ora il risultato. Nella ripresa c’è tanto Real Frassati e pochissimo Sporting Rosta. Gli ospiti ci provano soprattutto con tiri da lontano ben stoppati da Gaiani, mentre i padroni di casa macinano gioco e producono gol a raffica. Zanatto non sbaglia da due passi, Caccia, con la complicità di Puzo, allunga, Villani e Barone completano la goleada rendendo più bello il secondo sorriso stagionale.

dell’allenatore Gadaleta, che grida per tutta la gara contro l’arbitro fino all’inevitabile espulsione nel secondo tempo. L’Aosta rompe gli equilibri dopo tre minuti: Di Maio accelera sulla destra e fa partire un diagonale che s’infila alle spalle di Agos. Al 6’ arriva anche il raddoppio con Pajusco, che davanti al portiere non fallisce l’appuntamento col gol. La prima, timida reazione del Borgonuovo si vede al 12’ con Villella, che accorcia le distanze. L’inerzia della gara però non cambia, con l’Aosta a fare gioco e a creare occasioni da rete. nel giro di cinque minuti gli ospiti segnano ancora tre volte: a colpire sono Licordari, Gos e ancora Pajusco. Dopo l’intervallo servirebbe una reazione da parte dei padroni di casa. Il ritmo della partita però si abbassa, Bogoni corre pochi pericoli fra i pali e anzi l’Aosta arrotonda al 9’: Avallone batte una punizione per Pajusco, che dal versante sinistro trova lo spiraglio giusto e insacca il pallone sul palo più vicino. Tripletta per lui. L’ultimo squillo è del Borgonuovo allo scadere del tempo regolamentare. E’ Camerino a trovare lo spazio necessario per caricare il sinistro e fissare il risultato definitivo sul 2-6.

GIRONE UNICO

Aosta - Cld 7-5 Reti: 2 Pellegrino (A), 2 Donato (A), Maxkovic (A), Pagano (A), Charrier (A); 2 Silvestri D. (C), 2 Solavagione (C), Lisa (C) Cantarana - Lib. Astense 6-8 Reti: 2 Vacca F. (C), Vacca G. (C), Perotti (C), Sassirio (C), Favaretto (C), 3 Torino (A), 3 Itria (A), 2 Rizzo (A). Spring Team - I Bassotti 2-10 Reti: De Lucia (S), Trapani (S); 3 Bonzetti (B), 3 Sardi (B), 2 Maggiore D. (B), Casassa (B), Esposito (B). Borgonuovo - Sportiamo 2-2 Reti: 2 Alì (B), Rosso (S), Carletto (S) ovità in casa Libertas Astense: Ignazio Perniciaro ha infatti dovuto abbandonare l’incarico di allenatore per motivi familiari: al suo posto, Massimiliano Liuzzi, il quale ha subito condotto al successo i suoi ragazzi.

N

RISULTATI E MARCATORI GIOVANISSIMI

Pozzo e Rizzo assonanza da 3 gol e 3 punti GIRONE UNICO

DB Caselle - I Bassotti 5-1 Reti: 3 Pozzo (D), Dentis (D), Vota (D), Specolizzi (B) Bardonecchia- Asti 1-11 Reti: Grisa (B), 2 Mitici (A), 2 Bordone (A), 2 Sanfilippo (A), 2 Pieraci (A), Robba (A), Curallo (A), Vitellaro (A) Real Frassati-Lib.Astense 2-4 Reti: 2 Robattino (R), 3 Rizzo M. (A), Scarciglia (A) Sp. Rosta - Sportiamo 0-3 Reti: 2 Bongiovanni G., Cavallo ’Asti non fa sconti in Val di Susa e ne fa 11 al Bardonecchia, mantenendo a debita distanza l’Aosta . Nella parte centrale della classifica, successi importanti per Don Bosco Caselle e Libertas Astense, sospinti rispettivamente dalle triplette di Pozzo e Rizzo. Anche lo Sportiamo di Cavallo conferma un ottimale stato di forma: dopo l’eccellente pareggio ad Aosta, ecco il perentorio successo 3-0 sule terreno rostese.

L

GOS / Gioellino di origine polacca in forza all’Aosta

RISULTATI E MARCATORI ALLIEVI

CLD al tappeto Liuzzi il nuovo coach Astense

numero 8 - 26/11/2013

ALLIEVI

SESTA GIORNATA

SESTA GIORNATA Aosta-CLD Cantarana-Lib. Astense Real Frassati-Sport. Rosta Spring Team-I Bassotti Borgonuovo-Sportiamo Riposa: Asti PT CLD 15 ASTI 13 AOSTA 13 SPORTIAMO 13 I BASSOTTI 9 LIB. ASTENSE 8 R. FRASSATI 6 BORGONUOVO 4 CANTARANA 3 SPORT. ROSTA 1 SPRING TEAM 1

G 6 5 5 6 5 5 6 5 6 5 6

GIOVANISSIMI

7-5 6-8 7-3 2-10 2-2 V 5 4 4 4 3 3 2 1 1 0 0

N 0 1 1 1 0 0 0 1 0 1 1

P 1 0 0 1 2 2 4 3 5 4 5

F S 53 15 53 15 43 12 31 23 35 19 28 31 21 31 9 30 27 53 17 32 15 71

D.B. Caselle-I Bassotti Bardonecchia-Asti Real Frassati-Lib. Astense Sport. Rosta-Sportiamo Borgonuovo-Aosta Riposa: CLD PT ASTI 15 AOSTA 13 CLD 12 BORGONUOVO 12 LIB. ASTENSE 8 SPORTIAMO 7 D.B. CASELLE 7 I BASSOTTI 6 R. FRASSATI 4 SP. ROSTA 3 BARDONECCHIA -1

G 5 5 5 6 6 5 6 5 6 5 6

5-1 1-11 2-4 0-3 2-6 V 5 4 4 4 3 2 2 2 1 1 0

N 0 1 0 0 0 1 1 0 1 0 0

P 0 0 1 2 3 2 3 3 4 4 6

PROSSIMO TURNO (1/12)

PROSSIMO TURNO (30/11)

CLD-Asti I Bassotti-Real Frassati Lib. Astense-Spring Team Sportiamo-Aosta Sport. Rosta-Borgonuovo Riposa: Cantarana

Aosta-Sport. Rosta Asti-Real Frassati I Bassotti-Bardonecchia Lib. Astense-Borgonuovo Sportiamo-CLD Riposa: D.B. Caselle

MARCATORI 15 RETI: Solavagione (CLD) 14 RETI: Silvestri D. (CLD) 13 RETI: Pellegrino (Aosta), Sardi (Bassotti) 12 RETI: Itria (Astense) 11 RETI: Donato (Aosta) 10 RETI: Charrier (Aosta), Vacca F. (Cantarana)

9 RETI: Di Matteo (Asti), Carletto (Sportiamo)

F S 48 8 33 5 30 19 36 20 31 26 14 13 17 14 14 23 14 29 11 34 7 64

MARCATORI 15 RETI: Ibrahim (Asti) 14 RETI: Rizzo (Astense) 13 RETI: Maccagno (CLD) 11 RETI: La Mendola (CLD) 8 RETI: Mocanu (Aosta), Vitellaro (Asti) 7 RETI: Gos (Aosta), Cazzin (I Bassotti) 6 RETI: Pajusco (Aosta), Alongi, Scarciglia

(Astense), Gadaleta, Villella (Borgonuovo)


N° 8 TiroLibero - 26.11.13