Issuu on Google+

19/11/2013 Anno 1 - Numero 7 SETTIMANALE GRATUITO EDITORIALE DEL DIRETTORE

Savasta&Mr B così uguali e così diversi on c’è futsal se non c’è passione. Questo binomio viaggia sempre in parallelo quando si vuole costruire qualcosa di importante per la propria società. Gli addetti ai lavori, in primis i presidenti, spendono tempo e denaro (soprattutto quest’ultimo) per poter vedere la propria squadra cercare di ottenere il massimo dei risultati. Alessandro Savasta Fiore, risponde presente a questo identikit. Presidente del Fenalc, compagine che milita in serie C1, è venuto alla ribalta per il suo amore viscerale per questa disciplina tanto che il suo apporto economico risulta essere tra i più alti in ambito regionale. Nonostante il suo Fenalc stia deludendo un po’ le attese della vigilia, non si è perso d’animo, andando ad ingaggiare in questa finestra di mercato un pezzo pregiato come Thiago Alcantara (ex Real Rieti). Ma come ogni presidente che si rispetti, va oltre i suoi compiti, superando quella linea di confine che lo lega tra l’organigramma societario e il parquet. Nella rosa dei giocatori infatti compare anche lui, nel ruolo di estremo difensore. Titolare nel difendere i tre legni della sua società, in serie C1, dimostra di avere un feeling maggiore con la scrivania anziché con i guantoni. Se Silvio Berlusconi non sa tirarsi indietro nel consigliare la formazione e modulo di gioco a Massimiliano Allegri, Alessandro Savasta non sa rinunciare a ricoprire il ruolo di portiere. Forse per qualcuno può essere un paragone esagerato, ma in fin dei conti i ruoli sono i medesimi, quello che cambia è solo il contesto e l’impatto che i due personaggi hanno nel proprio ambiente. Comunque, noi che amiamo il futsal, dobbiamo solo ringraziare tutti i presidenti come Savasta che s’impegnano a portare alla ribalta nuove realtà societarie, prima in ambito regionale e poi, la speranza è che avvenga tutto ciò anche in quello nazionale. Walter Citro

N

SERIE A

Luparense solida, ma Asti non cade

Chi sarà il Gordon Gekko?

Fortino riprende i Lupi e mantiene saldo il primato in classifica di Polido (espulso) Sabato diretta Raisport con il Martina

Si avvicina la finestra di mercato invernale: tra prime voci e movimenti sottotraccia, il Fenalc pare già aver piazzato il colpo (a pag. 2)

A PAG. 3

WallStreet

Antonio Celentano, astigiano doc in maglia orange

SERIE C1

Tarantasca e Rosta, primi contrattempi Top Five e Fenalc mettono grossa paura alle due capolista, bloccate sul pareggio. Per Lupo, in arrivo un pivot brasiliano... A PAG. 7

SERIE B / Netto 7-3 a un Castellamonte da rivedere

Lotta non si ferma più Quinta vittoria consecutiva per una Libertas Astense sempre più

minacciosa alle spalle del Bra, uscito indenne dalla trasferta a Pisa

L’Astense delle meraviglie al completo

Alessandro Savasta Fiore, player-president Fenalc

UNDER 21

Superbia Bassotti Tigullio schiantato Poker di reti rifilato ai liguri di Baffetti, terzi in classifica. Il big match Allievi tra Asti e Aosta finisce 4-4, De Lima se la gode A PAG. 12-15


NEWS

02

numero 7 - 19/11/2013

MERCATO / Vicino Thiago Marques Alcantara, ex Real Rieti

Fenalc: botto TMA Lorenzo Lombardo

otto traccia e in silenzio, il mercato di riparazione di serie C1 e C2 fa esplodere il primo botto. Il Fenalc ha il pregio di accendere la miccia per far uscire dal cannone un pezzo da novanta per il massimo campionato regionale, ovvero Thiago Marques Alcantara. Pivot brasiliano, classe 1982, dalla grande esperienza internazionale visto che ha vestito la maglia del Navarra nella prima divisione spagnola, per poi approdare l’anno scorso nel Real Rieti in serie A. Esperienza non felice quest’ultima, tanto che Alcantara si è dovuto trasferire in Qatar per tentare di lasciare un’impronta anche negli Emitati Arabi, ma l’ambientamento non è stato dei migliori. Così il presidente del Fenalc, Alessandro Savasta, non si è lasciato scappare l’occasione di riportarlo in Italia e fargli vestire la maglia del Fenalc. In attesa del transfer, il giocatore verdeoro ha già conosciuto i nuovi compa-

S

gni ed assistito al buon pareggio del Fenalc in casa del Rosta. Quest’ultimo nonostante una classifica che sorride, non è stato di certo a guardare richiamando in Strada Ponata, Elvis Florin Lazar, classe 1985 universale rumeno tra i protagonisti del Rosta firmato Simon Neculai. In serie C2 si sta muovendo anche L84, ad un passo nell’ingaggiare l’estremo difensore Saverio Procopio, mentre il Borgonuovo di Savi Carlone dopo la maxi squalifica comminata a Luca Gualco, è alla ricerca di un ultimo. Questo il mercato, mentre la Coppa Italia scalda i motori in vista dell’anteprima della final four. Giovedì si alza il sipario sull’andata dei quarti di finale, con Femminile Juventus-Esseti e Gem-Fenalc (in campo lunedì prossimo) come incontri di cartello. Lo Sporting Rosta di Danilo Failla parte favorito contro lo Sportiamo, mentre lo Sparta Novara vuole continuare a sognare ad occhi aperti, anche se il Real Mirafiori tiene particolarmente ad entrare nelle magnifiche quattro.

FUTSAL IN ROSA

Mojito, ritmo giusto La C parte a dicembre econda vittoria consecutiva per le ragazze di Nestasio che sconfiggono il Bingo Imperial Tratalias e scavalcano in classifica proprio le sarde, assestandosi ai bordi della mezza classifica: Protagoniste le solite note, Jessica Ferri con una doppietta (salita a quota 8 in classifica marcatori) e sigillo di Sharon Losurdo, ora invece a un passo dalla doppia cifra in campionato. Domenica prossima trasferta emiliana contro la Decima Sport Camp, ferma in graduatoria a quota 3 punti. Intanto, sul fronte regionale, è stato praticamente ufficializzato il nascituro campionato di serie C che vedrà al via non più di cinque compagini. La partenza avverrà a dicembre, nei prossimi comunicati verrano resi noti i calendari e le modalità per la promozione in serie B, nodo tutt’altro che semplice da dirimere.

S

THIAGO MARQUES ALCANTARA / L’anno passato a Rieti

LUTTO

La redazione di TL porge le condoglianze al presidente Tonelli per la scomparsa del papà

Colpi di classe

ATTIVITÀ DI BASE

Anche il Piemonte avrà concentramenti di gare per Esordienti e Pulcini

ma solo per la gioia di avvicinare più bambini possibili al meraviglioso mondo del calcio a 5. Una decisione epocale che farà di certo felici le società, una fra tutte l’Asti che ormai da tempo si batteva per la nascita di una vera e propria attività di base a livello regionale. Un primo mattoncino che servirà alla crescita di tutto il movimento, perché si sa, è dai più piccoli che deve partire il rinnovamento.

Adesso è ufficiale, finalmente (è il caso di dirlo) in Piemonte partiranno i primi tornei organizzati e ratificati dal Comitato Regionale. Non si tratta di campionati veri e propri, quindi non esisteranno risultati in sè, ma piuttosto di veri e propri concentramenti di piccoli talenti. Con scadenza regolare, le società che si sono rese disponibili (una decina circa), organizzeranno nei propri impianti delle giornate esclusivamente dedicate a Esordienti e Pulcini, con giochini e partite a più non posso per mantenere altissima la soglia del divertimento di tutti i bambini e, perché no, anche di tutti gli adulti. Come detto, non ci sarà spazio per risultati o marcatori,

SOCIETA’ EDITRICE: Amets srls via Moretta 6 - 10138 Torino PER INFO e PUBBLICITA’: 320.89.69.186 MAIL: redazione@tiroliberoweb.it REGISTRAZIONE: Tribunale di Torino DIRETTORE RESPONSABILE : Walter Citro

numero 27 del Registro Giornali e Periodici

CAPOREDATTORE: Sandro Dall’Agnol

del 17 settembre 2013

IN REDAZIONE: Diego Molino, Luigi Trafficante

CENTRO STAMPA: Sarnub srl, via Abate Bertone 14

RESPONSABILE MARKETING: Fabrizio Tosatto

Cavaglià (BI)


SERIE A

03

CAMPIONATO

LUPARENSE

Buon pareggio in rimonta nella tana dei Lupi veneti

ASTI

1 1 Fortino il cacciatore

1 Tornatore 2 Felice 5 Pizzo 6 Caputo 7 Marinho 9 HONORIO 10 MERLIM 11 CANAL 14 TABORDA 15 Waltinho 26 PUTANO 27 Penzo

All. COLINI

3 LIMA 5 Celentano 6 Ramon 7 Cavinato 10 VAMPETA 11 FORTINO 12 CASALONE 14 MARQUINHO 15 Garcias 22 De Oliveira 22 Casassa 26 Wilhelm

ALL. POLIDO

Reti: 6’39’’ Waltinho (L), 6’54’’ st Fortino (AS) Arbitri / Manzione di Salerno, De Varti di Foggia e Coppi di Conegliano. Vantini di Verona (Crono) Ammoniti/ Caputo (L), Merlim (L), Ramon (A). Espulso / 7’34’’ st Polido per proteste

IL MEGLIO La prestazione da applausi di Casalone, ancora una volta superlativo

IL PEGGIO Il quinto fallo quando il cronometro doveva ancora macinare troppi minuti

Walter Citro Piombino Dese (Pd)

ella tana del Lupo, il galletto Asti esce indenne. Prima sfiora la vittoria, poi rischia di subire la prima storica sconfitta e poi finisce per godersi i meritati applausi per un pareggio importante per come è maturato. Al Palasport di Piombino Dese va in scena un antipasto di playoff. LuparenseAsti potrà essere una semifinale ma anche una finale scudetto. Il tempo darà le sue risposte e nel frattempo il primo round nella regular season ha visto una partita spettacolare, godibile con due compagini che saranno protagoniste fino all’ultimo in questa stagione. Occasioni da gol mancate, grandi interventi degli estremi difensori, legni colpiti e molto altro, è solo il ricco menù di una gara che ha visto le due squadre dividersi i due rispettivi tempi. Sarà stata una semplice coincidenza, ma chi imponeva il proprio gioco, si è dovuto arrendere ai guizzi di Waltinho e Fortino. Loro firmano il tabellino dei marcatori ma i grandi, veri protagonisti sono Putano e Casalone che hanno dato vita ad un confronto che alla fine ha visto entrambi vincitori. I piemontesi

N

hanno un ottimo incipit di gara ma su calcio da fermo Waltinho è il più lesto di tutti a ribattere in rete una corta respinta di Casalone. Nel momento migliore orange, i padroni di casa sono abili nel colpire. A campi invertiti, si invertono anche i ruoli con la Luparense intenta a chiudere la gara, ma una fuga sul laterale sinistro di Lima, permette a Fortino di ristabilire la parità. La tensione

sale con l’avvicinarsi del suono della sirena, Polido viene allontanato per proteste e i ragazzi di Colini si vedono stoppati anche dai legni. L’Asti supera un altro esame di maturità, soprattutto per la bravura di Ramon e compagni nel gestire, in entrambe le frazioni, la situazioni falli: il bonus viene raggiunto quando il suono della sirena è solo un miraggio.

AL RIENTRO / Ramon, brasiliano di San Paolo e capitano orange, di nuovo sul parquet dopo un paio di settimane di riposo

KAOS

ACQUA&SAPONE

LC MARTINA

MARCA

PESCARA

RIETI

LAZIO

NAPOLI

x 6

x 6

2

3

3

2

3

2

LAION ANDRE F. TULI PEDOTTI KAKA’ Bock Coco Pereira Poltronieri Vinicius Timm Juninho

MAMMARELLA CUZZOLINO CALDEROLLI CAETANO MURILO F. Chaguinha Di Sante Egea Zanchetta Coco Schmitt Scordella Montefalcone

LOPOPOLO DE LUCA LUFT PAULINHO SAUL Lisi Scatigna Manfroi Bocao Fininho Caio Micoli

ZARAMELLO ERCOLESSI FABIAN NORA BERTONI Caverzan Follador Sergio Dan Chimanguinho Leitao Morassi

BARIGELLI MAURICIO GIASSON JONAS EKA Leggiero Romano Duarte Foglia Nicolodi Chiavaroli Gatto

MIARELLI FORTE ALVARO SILVEIRA ROGERIO Davì De Nichile Vaccaro Fragassi Scappa Mocellin Dal Cin

MOLITIERNO HECTOR PAULINHO IPPOLITI PARREL Salas Emer Raul Dimas Ruben Schininà Patrizi

GARCIA P. BERTONI R. CAMPANO BOTTA FORNARI Galletto Pipolo Milucci Josè Carlos Pedaleira Bertoni C. Simeone

ALL. BELLARTE

ALL. BASILE

ALL. FERNANSEZ

ALL. PATRIARCA

numero 7 - 19/11/2013

L’opinione di Sergio Tabbia

Stranieri? Sì, a patto che... uando la serie A sta per definire, con grande incertezza, le magnifiche otto che prenderanno parte alla final eight, stavo pensando alle strategie di mercato delle nostre società. Spesso si è affermato che il giocatore straniero se viene acquistato valga più di un giocatore italiano. Beh, non è sempre vero, in quanto non bisogna farsi abbindolare dal cognome affascinante, perché è la sostanza che conta. Se andiamo ad acquistare un giocatore proveniente oltre i confini italiani, questo deve essere più quotato tecnicamente e tatticamente almeno della rosa in cui ne fa parte. I giocatori stranieri sono ben accetti in Italia, basta che però facciano la differenza, altrimenti tanto vale valorizzare i nostri giovani, che tanto bene stanno facendo quest’anno. In questa maniera diamo anche una mano alla crescita di questo splendido movimento, oltre che al nostro Commissario Tecnico Roberto Menichelli.

Q

CLASSIFICA SETTIMA GIORNATA Kaos-Acqua&Sapone Martina-Marca Luparense-Asti Pescara-Rieti Lazio-Napoli PT ASTI 15 ACQUA&SAPONE 12 MARCA 11 LUPARENSE 10 MARTINA 9 RIETI 9 PESCARA 8 KAOS 7 NAPOLI 7 LAZIO 6

6-6 2-3 1-1 3-2 3-2 G 7 7 7 7 7 7 7 7 7 7

V 4 3 3 2 3 3 2 1 2 1

N 3 3 2 4 0 0 2 4 1 3

P 0 1 2 1 4 4 3 2 4 3

F S 34 19 33 25 26 24 22 18 21 23 20 26 23 27 24 20 17 29 20 29

PROSSIMO TURNO (23/11)

ALL. CAPURSO

ALL. RICCI

ALL. D’ORTO

ALL. ORANGES

Reti: 0’24’’ André F. (K), 2’49’’ Pedotti (K), 4’04’’ Calderolli (A), 12’33’’ André F. (K), 2’02’’ s.t. rig. Kakà (K), 4’32’’ Zanchetta (A), 8’19’’ Calderolli (A), 10’15’’ Chaguinha (A), 13’03’’ Pedotti (K), 16’07’’ Murilo F. (A), 16’22’’ Kakà (K), 19’06’’ Caetano (A)

Reti: 7’ Nora (M), 2’10’’ s.t Manfroi (LC), 2’20’’ st Bertoni (M), 11’35’’ st Paulinho (LC), 18’27’’ st Sergio (M)

Reti: 0’10’’ Forte (R), 3’30’’ Jonas (P), 12’30’’ Mauricio (P), 4’55’’ st Jonas (P), 15’10’’ st De Nichile (R)

Reti: 14’24’’ Hector (L), 1’49’’ st Hector (L), 16’10’’ st Campano (N), 17’44’’ st Parrel (L), 18’12’’ st Campano (N)

Arbitri / Gallo di Torre Annunziata, Albertini di Ascoli. Tafuro di Brindisis (Crono)

Arbitri / Parente di Como, Peroni di Città di Castello. Di Padova di Termoli (Crono)

Arbitri / Delpiano di Cagliari, Bedendo di Rovigo, Di Resta di Roma 2 (Crono)

Arbitri / Gelonese di Milano, Chiariello di Barletta. Mezzadri di Parma. (Crono)

Ammoniti / Follador (M), Manfroi (LC), Scatigna (LC)

Ammoniti / Mauricio (P)

Ammoniti / Hector (L), Paulinho (L), Fornari (N)

LA GARA Succede letteralmente di tutto in quel di Ferrara dove il Kaos rimane sempre in vantaggio ma alla fine dovrà accontentarsi del punto a causa delle veementi rimonte abruzzesi. Sotto 4-1, Bellarte si affida a Coco Schmitt portiere di movimento, ritrovando la parità. Nel finale, doppio botta e risposta per il definitivo 6-6 siglato da Cateano.

LA GARA La Marca sembra aver finalmente trovato il ritmo giusto: guarda caso, dopo i cinque schiaffoni subiti da Lima e compagni, sono arrivati due pareggi e ora tre vittorie consecutive. Partita sempre in altalena e con i trevigiani sempre a menare le danze. Alla fine è Sergio a un minuto e mezzo dal termine a regalare un perzioso successo esterno a Fernandez.

LA GARA Bastano dieci secondi al Pescara per far capire alla truppa di Ricci che non c’è trippa per gatti rietini. Altri tre minuti e Jonas dà seguito alla rete di Marcio Forte. Gli ospiti si rifanno sotto con Mauricio, ma è di nuovo Jonas ad allontanare le minacce. De Nichile e il forcing conclusivo del Real Rieti, però non spostano definitivamente il risultato.

LA GARA E alla fine arriva anche la Lazio, sollecitata proprio la scorsa settimana su queste colonne da Sergio Tabbia. Prima vittoria grazie alla doppietta di Hector, che strappa a inizio ripresa. I campani non mollano e si riportano sotto con Campano (in mezzo, il tris laziale di Parrel), ma a 10 secondi dal termine la traversa nega il pari a Pedaleira, svincolato nelle ultime ore.

Acqua&Sapone-Lazio Asti-Martina Luparense-Pescara Napoli-Kaos Rieti-Marca

MARCATORI 9 RETI: Murilo Ferreira (Acqua&Sapone) 8 RETI: Canal (Luparense), Hector (Lazio), Kakà (Kaos), Cuzzolino (Acqua&Sapone) 7 RETI: Cavinato (Asti), Paulinho (Martina) 6 RETI: Davì (Real Rieti), Vampeta, Fortino (Asti), Leitao, E.Bertoni (Marca Futsal), Jonas (Pescara) 5 RETI: Fornari (DHS Napoli), Parrel (Lazio), Calderolli (Acqua&Sapone)


04

numero 7 - 19/11/2013

PUBBLICITA’ 11

“NOI SIAMO IL TUO GIORNALE” Per PUBBLICITA’ e COLLABORAZIONI COMMERCIALI CONTATTA LA REDAZIONE AL NUMERO

320.8969186 o alla mail REDAZIONE@TIROLIBEROWEB.IT


SERIE A2-B

05

CAMPIONATO

LIB.ASTENSE CASTELLAMONTE

7 3 1 TROPIANO 2 Cannella 3 Cussotto 4 Pinna 5 Banzato 6 De Simone 7 MASCHIO 8 MODICA 9 DIAS 10 FISCANTE 11 Migliaia 12 Costa

All. LOTTA

1 Petri 2 RIBEIRO 3 Cibrario 4 Lahreche 5 Cardamone 6 Karouani 7 CRESTETTI 8 LUZ 9 Castro 10 MONTI 12 ZAMIRTON 22 Scalco

ALL. MONNI

Reti: 2’27”, 3’22” Modica (A), 8’48”, 3’11” st, 6’54” st Fiscante (A), 17’38”,19’36” Monti (C), 1’31” st,10’52” st Dias (A), 15’28” st Karouani (C) Arbitri / Sorrentino di Salerno, Masi di Brindisi. Costa di Collegno (Crono) Espulsi / 7’53” Crestetti (C), 5’54” st Monti (C), 9’28” st Castro (C)

IL MEGLIO La forza dell’Astense: a pieni regimi è un motore quasi imbattibile

IL PEGGIO L’espulsione di Stefano Crestetti: una reazione che lascia perplessi

PISA

BRA

x 4

x 5

IACOPONI RUGGIRELLO LICCIARDI VASARELLI COFRANCESCO BUSSETTI CADDEO BORSACCHI GRANATA UMALINI Caccese Capozza Guercio Bertoldi Bignante Roggio Golè Capuano Bussi Vairo Rosso Bandinelli Sanero Della Casa

ALL. LAMI

ALL. GIOANA

B / Il Castellamonte di Monni quasi mai in partita

Astense che bontà Riccardo Ortic Asti

’Astense si toglie il velo ed esce allo scoperto: la serie A2 è un obiettivo concreto. La compagine di Lotta fa quasi filotto, nel trittico dei derby fin qui disputati: nota stonata è il pareggio in casa dei Bassotti che rovina un po’ la statistica. Per tale motivo, Edu e compagni non concedono sconti agli avversari, o meglio, limitano il più possibile le pause mentali, su cui Lotta deve ancora lavorare molto: «Corriamo spesso l’errore di adattarci all’involuzione dell’avversario». Parole sante quelle dell’allenatore astigiano, soprattutto in una prima frazione dominata in lungo e largo, avanti per 3-0, ma al suono della sirena dell’intervallo ci si accorge che il tabellone indica 3-2. Sono comunque tante le note positive per i ragazzi di Lotta soprattutto perché si può permettere di far rifiatare Edu Dias in quanto la gara ha ben poco da dire sotto il profilo del risultato finale. Deve dire invece molte cose il Castellamonte, falcidiato dalla terna arbitrale con ben tre espulsioni, non sempre approvabili. Nonostante tutto Maurizio Monni ha l’onestà sportiva di affermare a fine gara, che tolti i tris di cartellini

L

I BASSOTTI POGGIBONSESE

1

3

SFRISO COSTANZO BUGGE’ CUCINOTTA MINCHILLO Summo Marchiori Miccichè Perino Cerato Mendico Di Ciommo

Massari Conti Stella Ionita D’Amico Giannattasio Pellegrino Righeschi Morganti Di Maso Noguchi Carotenuto

ALL. EBOLI

ALL. BUSATO

Reti: 3’ Bertoldi (P), 10’ Licciardi (B), 3’ st Granata (B), 7’ st Licciardi (B), 10’ st Capuano (P), 13’ st, 16’ st Granata (B), 19’ st Cofrancesco (P), 24’ st Vasarelli (P)

Reti: Minchillo (B), 2 Righeschi, Di Maso

Arbitri / Di Luigi di Teramo, Pennese di Vasto. Maurici di Prato (Crono)

Arbitri / Schito di Milano, Auciello di Varese. Pasquino di Nichelino (Crono)

Ammoniti / Umalini (P), Vasarelli (P)

Ammonito / Cucinotta (B)

LA GARA E’ un Bra di personalità quello che vince sul campo dei toscani. Nel primo tempo la squadra allenata da Gioana fa un buon possesso palla. Dopo l’intervallo i giallorossi diventano letali in contropiede e dominano in lungo e in largo la gara. Granata (3 gol) inarrestabile, doppio Licciardi. Il Pisa riesce ad accorciare solamente nei minuti finali di gioco.

LA GARA Continua a mancare la prima vittoria per i Bassotti di Eboli, ma contro questa Poggibonsese è dura. Specie se i torinesi falliscono in serie occasioni da gol con Minchillo, Cucinotta e Summo; una tendenza che sarà meglio invertire al più presto. I padroni di casa hanno anche la colpa di non saper sfruttare la superiorità numerica quando sono sotto per 2-1.

rossi, l’epilogo della gara non sarebbe mutato. Come non dargli torto, ma quando tra i pali si accorge di avere un estremo difensore esatta antitesti della sicurezza, c’è ben poco da fare. Zamirton non è in serata, e il primo segnale negativo lo fornisce al primo intervento. Non un grande incipit, se poi ci si mette anche Crestetti, le fondamenta canavesane iniziano a vacillare dopo appena otto minuti dall’inizio della gara. La reazione sul 3-0 però è da applausi. I ra-

gazzi di Monni sono abili ad andare negli spogliatoi con il piccolo miracolo di tenere aperta, sotto l’aspetto numerico, una gara che li ha visti raramente essere all’altezza degli avversari. L’inizio della ripresa infatti testimonia tutto questo, spegnendo ogni velleità di rimonta dei bianconeri. Ci si mettono anche le altre due espulsioni a fare il resto, ma sarebbe troppo riduttivo affermare che la sconfitta passi soltanto da questi tre episodi negativi.

numero 7 - 19/11/2013

CLASSIFICA B SETTIMA GIORNATA Atlante Gr-Pistoia Pisa-Bra I Bassotti-Poggibonsese Lib. Astense-Castellamonte Prato-Isolotto Fi Riposa: Blue Orange PT G V N BRA 18 7 6 0 LIB. ASTENSE 17 7 5 2 POGGIBONSESE 14 6 4 2 PISTOIA 10 6 3 1 PISA 10 7 3 1 PRATO 9 7 2 3 CASTELLAMONTE 7 6 2 1 ISOLOTTO FI 5 6 1 2 I BASSOTTI 4 6 0 4 ATLANTE GR 3 6 1 0 BLUE ORANGE 0 6 0 0

4-2 4-5 1-3 7-3 2-2 P 1 0 0 2 3 2 3 3 2 5 6

F S 37 25 37 18 27 17 26 23 30 31 29 23 21 28 20 25 19 24 24 41 18 33

PROSSIMO TURNO (30/11) Blue Orange-I Bassotti Poggibonsese-Pisa Castellamonte-Atlante Gr Pistoia-Prato Isolotto Fi-Bra Riposa: Lib. Astense

MARCATORI 21 RETI: Granata (Bra) 10 RETI: Fiscante (Astense), Umalini (Pisa) 9 RETI: Wellington (Prato) 8 RETI: Mangione (Poggibonsese) 7 RETI: Cannella, Dias (Astense), Monti (Castella-

monte), Borsacchi (Cus Pisa) 6 RETI: Nozzoli (Pistoia), Pellegrino, Righeschi (Poggibonsese) ASTENSE / I ragazzi di Lotta, sempre più convincenti in zona promozione, in una fase di riscaldamento

AOSTA

CAGLIARI

TRIDENTINA

CLD

2

4

0

1

Micheletti Cecchini De Andrade Montagna Kytola J. Piscitelli Kytola M. Ortega Belleboni Degasperi Bazzanella Fontaniello

MASTROGIACOMO ZANELLA GOMES PIZZO GIL Bresciani Siviero Oanea Silvestri Valenti Lentini Borsello

ALL. MILELLA

ALL. GOMES

MONTELEONE MURRU TURELLO SERGINHO BARCELLOS ALAN DE LIMA BARBAROSSA RUIZ LANZIOTTI Birochi Mura Iurmanò F. Sanna Rosa Santos Lucianaz Cavalli Iurmanò L. Acquas Djurdjevic Ruggiu Boche Piaz

ALL. ROSA

ALL. PODDA

Reti: 7’55’’ Serginho (C), 5’33’’ st Rosa (A), 9’07’’ st Barcellos (A), 13’30’’, 18’37’’ st e 19’54’’ st Lanziotti (C) Arbitri / Quarti di Imperia e Sessa di Foggia. Adilardi di Collegno (Crono) Espulso / 18’ 57’’ Ruiz (A)

LA GARA Brutto colpo per l’Aosta di Rodrigo Rosa, sconfitto in casa e agganciato in classifica dal Cagliari. E dire che le reti dello stesso Rosa e di Barcellos sembravano aver indirizzato la gara. Invece, il tecnico ospite Podda si gioca con coraggio e rapidità il portiere di movimento, arrivando al pari con Lanziotti. E’ la scintilla che scatena i sardi, Lanziotti ne fa altri due e chiude.

Reti: 9’16’’ Pizzo Arbitri / Cursi di Jesi e Salvalaggio di Castelfranco. Malfer di Rovereto (Crono) Ammoniti / Zanella (C), Belleboni (T), Cecchini (T), Gil (C).

LA GARA Quando si ha in caso un portiere stratosferico come Bruno Mastrogiacomo, il campionato non potrà che essere positivo. Un paio di miracoli finali del brasiliano preservano tre punti preziosissimi per Lino Gomes (al rientro dopo l’infortunio), ma soprattutto strameritati. Decisiva la rete di Daniel Pizzo su assist di Zanella. Vera boccata d’ossigeno.

CLASSIFICA A2 SETTIMA GIORNATA Aosta-Cagliari Forlì-Fassina Tridentina-CLD Kiwi-PesaroFano Lecco-New Team Reggiana-Toniolo Mi Riposa: Sestu PT G NEW TEAM 18 6 AOSTA 15 7 CAGLIARI 15 7 PESAROFANO 13 6 SESTU 12 6 FORLÌ 12 7 REGGIANA 10 7 CLD 8 6 FASSINA 7 6 LECCO 6 6 TONIOLO MI 4 7 TRIDENTINA 1 6 KIWI 1 7

2-4 3-1 0-1 2-3 1-5 3-3 V 6 5 5 4 4 4 3 2 2 2 1 0 0

N 0 0 0 1 0 0 1 2 1 0 1 1 1

P 0 2 2 1 2 3 3 2 3 4 5 5 6

F S 30 18 38 22 37 22 22 13 23 17 26 22 22 24 15 12 24 20 19 25 18 40 12 22 14 43

PROSSIMO TURNO (23/11) CLD-Forlì Toniolo Mi-Tridentina Sestu-Lecco Fassina-Aosta New Team-Reggiana PesaroFano-Cagliari Riposa: Kiwi

MARCATORI 11 RETI: Serginho (Cagliari) 10 RETI: Dudù (Reggiana), De Lima (Aosta), Dudù (Fassina)

9 RETI: Cujec (New Team) 8 RETI: Vacca (Fassina), Antonietti (Lecco) 7 RETI: Turello (Aosta)


06

numero 7 - 19/11/2013

PISCINA PALESTRA SPORTING SAN MAURO

SPORTIAMO


SERIE C1

07

CAMPIONATO

TOP FIVE

GEM

5 5 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12

BIANCHI Leone Milani Durante PANARO FUNARI Bevilacqua VACCARO Quinteros LIANTI Di Donato Susanna

1 ZAMBURLIN 2 TRANCHERO 3 Barolo 4 Rinero 5 FERRARA 6 Foggetti 7 Maher 8 GERLOTTO 9 PIAZZA 10 Insinna 11 Dotto 12 Dalmasso

Vaccaro pareggia nel finale, Gem cala nella ripresa

Top Five di carattere Diego Molino Grugliasco (TO)

Gem sempre avanti, ma i cuneesi non riescono mai a chiudere del tutto i conti.

l Top Five non muore mai. E’ questo il messaggio che il gruppo di Cirillo manda a tutti gli avversari. I padroni di casa partono male e per questo passano tutta la gara a rincorrere. Dopo l’intervallo Milani e compagni si svegliano, cambiano ritmo e intensità, azzannano ogni pallone e a un minuto dalla fine ottengono il pareggio con Vaccaro. «Abbiamo dimostrato di essere una squadra, di avere carattere» sentenzia Cirillo. Non ha torto. La Gem fa la partita nel primo tempo, mostra un bel possesso palla, ma ha la colpa (grave) di non chiudere mai i conti e, anzi, di resuscitare sempre gli avversari. «Lontano da casa soffriamo sempre; siamo fra le squadre più giovani del girone, paghiamo un po’ l’inesperienza. Bravi loro» ammette il tecnico, Marco Bailo. I cuneesi rallentano un po’ la loro corsa: primi due punti lasciati per strada, ma il pareggio dello Sporting Rosta li conferma in

HAPPY TIME DB CASELLE

SPARTA NO SPRING TEAM

All. CIRILLO

ALL. BAILO

Reti: 14’50’’Dotto (G), 25’40’’ Bevilacqua (T), 28’ Insinna (G), 40’’ st Leone (T), 6’ st Piazza (G), 7’ st Gerlotto (G), 8’ st Panaro (T), 22’ st Insinna (G), 24’ st Funari (T), 29’ st Vaccaro (T) Arbitri / Piana di Biella Fortunato di Aosta Ammoniti / Leone (T), Vaccaro (T), Di Donato (T)

IL MEGLIO Senza carattere non si va da nessuna parte. Cirillo e squadra ne hanno da vendere.

IL PEGGIO

I

2

2

2

5

FICARRA SURACE GALUPPINI SCORZA GIORDANO Parmisari Vacchi A. Mete Nassi Isabella Borsani Merlo

NOBILE RADOSTA ONGARI BORDINA GIACOBBE Barale Bertone Seminara De Nardi Baccino Copa Liberti

CHIO’ A. MAINARDI CHIO’ G. VIVARELLI BARATTI Sestito Suno Fothi Frittoli Bono Palazzolo Chiarito

ANTAL VISCONTI BUSCEMI FRANCHINI MOLA Mussino Bianco Pignocco De Masi Liuni Albiero Siclari

vetta a pari merito. In avvio di gara la Gem prova a mettere in chiaro le cose: bella circolazione di palla e facilità ad arrivare in area avversaria. Ferrara è attento in difesa, Piazza dà sempre l’impressione di essere pericoloso. Sono Dotto e Insinna a portare all’intervallo in vantaggio i cuneesi. Top Five troppo lento e impreciso negli appoggi, ma resta in partita con la rete di Bevilacqua e una traversa di Leone. Nella ripresa la squadra di Cirillo rientra con altro piglio: più aggressiva sul pallone, più lucida nella costruzione del gioco e dopo 40’’ Leone pareggia. Nel giro di due minuti, però, la Gem prova a chiudere la pratica con Piazza e Gerlotto. Nemmeno il tempo di godersi il buon momento e il Top Five accorcia con Panaro. Insinna e Funari rispondono a stretto giro, fino ai minuti finali. E’ il 29’ quando Cirillo schiera il portiere di movimento e Vaccaro da sinistra trova lo spiraglio per il pareggio. I sogni di gloria della Gem s’infrangono sulla traversa colpita da Insinna al 30’.

SP. ROSTA

FENALC

3

3

numero 7 - 19/11/2013

L’opinione di Mauro Cornelj

Final four? Voto Carma iovedì va in scena l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia, evento che anticipa di fatto la Final Four. Come tutti gli anni è un mistero conoscere, a circa un mese dall’evento, la sede in cui si disputerà la due giorni che decreterà la vincitrice. Se si votasse per una location, alzerei la mano nel caso in cui venisse proposto il CarmaSport. Carmagnola risulterebbe un’ottima location, sia a livello di struttura ma anche a livello di posizione. Molto strategica quest’ultima, con la possibilità di raggiungerla in poco tempo se si provenisse da Torino oppure dal cuneese. Non nascondo che l’impianto ideale è quello del PalaRuffini. E’ un po’ il sogno di ogni giocatore di futsal calcare questo parquet e chi era presente nell’ultima edizione della Final Four ha avuto la fortuna di potersi godere questo momento. Tutto vero questo, peccato che rimane un po’ troppo dispersivo in quanto i posti vuoti ad occhio nudo, rimangono veramente troppi.

G

FABIO MILANI / Colonna difensiva del Top Five

CLASSIFICA SESTA GIORNATA G3 Happy Time-D.B. Caselle Sparta Novara-Spring Team Sport. Rosta-Fenalc Top FIve-Gem Tarantasca Riposa: F. Savigliano PT G SP. ROSTA 13 5 GEM 13 5 TOP FIVE 8 5 SPRING TEAM 8 6 HAPPY TIME 7 5 FENALC 7 6 SPARTA NO 6 5 F. SAVIGLIANO4 5 D.B. CASELLE 1 6

ZIMMARI CARAUSU MORAMARCO PRUDENTE P. CANAVESE ZEPPOLA LEBESSI LA ROSA POLIMENI NEGRO Lazar Savasta Strozzi Mazzuccato Loverre Zuccarello Orlandi Pelin Mocerino Prudente D. Iacopelli Ongari Cardillo Binzaru

2-2 2-5 3-3 5-5 V 4 4 2 2 2 2 2 1 0

N 1 1 2 2 1 1 0 1 1

P 0 0 1 2 2 3 3 3 5

F S 29 13 31 18 19 18 20 18 14 14 20 22 14 15 17 25 8 29

PROSSIMO TURNO (23/11)

ALL. QUIRINO

ALL. COMISSO

Reti: 8’ Galuppini (H), 12’ De Nardi (D), 20’ Merlo (H), 22’ st Copa (D) Arbitri / Lattanzio di Collegno Di Girolamo di Collegno Ammoniti / Surace (H), Radosta (D) Espulso / Scorza (H)

LA GARA Primo punto in classifica per il Don Bosco Caselle. Buona la reazione della squadra di Comisso, sempre in svantaggio ma capace di rimediare senza lasciar scappare l’avversario. Nobile, autore di interventi salva risultato, ha stoppato sul nascere le numerose azioni da gol dei padroni di casa, troppo sciuponi e giustamente delusi dal misero punto conquistato.

ALL. MUNNO

ALL. VISCONTI

ALL. FAILLA

ALL. LUPO

Reti: 4’ Buscemi (ST), 12’ Pignocco (ST), 18’ Franchini (ST), 25’ Albiero (ST), 32’ Palazzolo (SN), 3’ st Mola (ST), 6’ st Baratti (SN).

Reti: 19’ Canavese (S), 26’ Lebessi (S), 31’ , 28’ st P.Prudente (F), 15’ st La Rosa (F), 30’ st Mocerino rig. (S)

Arbitri / Zitti di Asti

Arbitri / Siviero di Collegno

Ferraguto di Domodossola Ammoniti / Suno e Baratti (SN), Franchini e Albiero (ST)

LA GARA Bell’impresa dei ragazzi di Visconti che si impongono a Novara con un primo tempo stellare. Quattro reti, quattro marcatori diversi e pratica ampiamente archiviata. Palazzolo e Baratti hanno solo la possibilità di accorciare le distanze ma la sostanza di un incontro dominato in lungo e in largo dai torinesi non si va per nulla a modificare.

MEZZO HAPPY / Pareggio con gol per Fabrizio Merlo

D.B. Caselle-Sport. Rosta F. Savigliano-Top FIve Gem Tarantasca-Sparta Novara Spring Team-G3 Happy Time Riposa: Fenalc

Barretta Perrotta di Pinerolo

MARCATORI

Ammoniti / Strozzi (S), Zuccarello e Zeppola (F)

12 RETI: Insinna (Gem) 7 RETI: Prudente P. (Fenalc), Draga (Savigliano), Albiero (Spring Team), Piazza (Gem) 6 RETI: Baratti (Sparta No), Canavese (Rosta) 4 RETI: Negro (Fenalc), Surace (Happy Time), Polimeni (Rosta), Panaro, Durante (Top Five)

LA GARA Il Fenalc ritrova vigore e sfiora il colpaccio a Rosta, subendo il pareggio a un passo dal termine su rigore e colpendo un clamoroso palo con Pelin proprio allo scadere. Ma per tutta la durata del match i ragazzi di Lupo sono stati decisamente più pericolosi, anche con il reintegrato Ongari, al quale non sarà concesso lo svincolo a dicembre.

QUASI COLPO / Binzaru e il Fenalc sfiorano l’impresa


SERIE C2 - Gir. A

08

CAMPIONATO

numero 7 - 19/11/2013

PRATIGLIONE DEPORTIVO

L’ANALISI

Beffa Fiano Esseti saluta il campionato uforia in casa Settimo, sponda Borgonuovo. Il pareggio contro il Fiano Plus e la concomitante sconfitta della Femminile Juventus, consentono alla squadra di Savi Carlone di conquistare la seconda piazza in solitaria, proprio alle spalle dell’altra settimese Esseti. E’ parso raggiante mister Carlone al termine del pareggio all’ultimo respiro contro il Fiano: «Siamo orgogliosi di rappresentare la città di Settimo. Questo secondo posto per noi è motivo d’orgoglio, soprattutto perché davanti a noi c’è una grande squadra come l’Esseti che sta facendo cose incredibili». Tornano finalmente al successo i neroverdi dell’L84. Un inequivocabile 10-4 contro l’Olympic arrivato nella ripresa dopo che la prima mezz’ora era terminata sul 2-2 e con qualche errore di troppo per la squadra di Parvopasso. La settima vittoria dell’Esseti consente a Pantaleo di mettere una seria ipoteca sul titolo nemmeno a metà campionato. In coda alla classifica l’Eporedia ottiene i primi tre punti ai danni del Cinzano e il Pratiglione tocca quota 10 dopo il successo sul Deportivo.

E

CLASSIFICA SETTIMA GIORNATA Cinzano C5-Eporedia Femm. Juventus-Esseti C5 Fiano Plus-Borgonuovo L 84-Olympic Pratiglione-Deportivo PT ESSETI C5 21 BORGONUOVO 13 L 84 12 FEMM. JUVE 12 FIANO PLUS 10 PRATIGLIONE 10 OLYMPIC 9 DEPORTIVO 7 CINZANO C5 4 EPOREDIA 4

G 7 7 7 7 7 7 7 7 7 7

V 7 4 4 4 3 3 3 2 1 1

N 0 1 0 0 1 1 0 1 1 1

6-9 2-3 3-3 10-4 9-6 P 0 2 3 3 3 3 4 4 5 5

F S 37 17 29 28 39 22 35 29 31 32 32 38 31 30 36 39 25 41 26 45

9 6 1 3 4 5 6 8 9 10 11 12

DEL GRIPPO A. SPINA CORTINA Milano Musto LOMBARDO Clingo LE PERA Bosio Bo

All. DEL GRIPPO M ALL. MICALIZZI Reti: 2’ Spina (P), 4’ Lombardo (P), 6’ Spina (P), 12’ Le Pera (P), 19’ Spina (P), 23’ Cortina (P), 27’ Micalizzi (D), 12’ st Russo (D), 15’ st Russo (D), 18’ st Amas (D), 20’ st Lamorte (D), 22’ st Clingo (P), 26’ st Amas, 28’ st Clingo (P), 30’ st Clingo (P). Arbitro / Strippoli di Ivrea Ammoniti / Le Pera, Clingo (P), Cardone (D)

IL MEGLIO L’acrobazia di Clingo a metà tra il futsal e il kung-fu, un po’ alla Zlatan Ibrahimovic

IL PEGGIO Giove pluvio spettatore non pagante, martellante pioggia di gol e non solo...

Edoardo Abrate Rivara (TO) malo, pazzo Pratiglione, amalo. Non ce ne vorrà a male il neo presidente nerazzurro, Erick Thohir, per aver preso in prestito il celebre slogan della beneamata nel descrivere l’incredibile vittoria dei ragazzi di Maurizio Del Grippo sul mai domo Deportivo. Dopo il blitz esterno della scorsa settimana in casa dell’Olympic, i gialloblù confermano il loro buon momento di forma anche contro la banda di Micalizzi, conquistando tre punti fondamentali in ottica campionato. Con questo successo i canavesani volano verso i piani nobili della classifica al termine di una partita sicuramente poco adatta ai deboli di cuore. Per quasi 40 minuti il Pratiglione parla la lingua del bel calcio a 5: pallone sempre ben ancorato al terreno, fraseggio corto e accelerazioni mortifere. Ben governati dal ministro della difesa Cortina, capitan Spina, Lombardo e Le Pera dan-

A

no del tu al pallone, bucando per ben sei volte la difesa avversaria. Tutto fin troppo semplice per essere vero e infatti alla ripresa delle ostilità il Depo torna “super”, segna a raffica e spaventa i padroni di casa. La quadratura

MAN OF THE MATCH / Clingo, tripletta e gol d’autore

EPOREDIA

FEMMJUVE

ESSETI

6

9

2

3

3

MARTELLA BRIGNOLO ROSSOTTO VARETTO S. PASQUA Cappa Martella D. Varetto D. Audino Balderacchi Vannicola

LANFREDI MORANO BARALIS FRACASSO COBETTO Tornello Fondacaro Balagna Maglione Cremona Trombin Beltrami

BUONOMO POMPONIO CURSIO MINNECI VASSALLO Di Felice Testù Cometto Agresta D’Azzeo Rizzi

PANTALEO IOVINO ZOCCALI GUALTIERI MERRA Boccardo Lo Guasto Orlandin E. Catanzaro Tedesco Pizzi Alfano

TRAINA PERINO GATTO ROSSO ANISIO Racca Togliatti Rocchia Di Pietro

ALL. MAGLIONE

ALL. VASSALLO

ALL. ORLANDIN M

ALL. CAPPA

Reti: 2 Pasqua (C), 3 Brignolo (C) Varetto S. (C), 3 Baralis (E), 2 Maglione (E), 3 Fracasso (E), Morano (E) Arbitro / Camaran di Chivasso

MARCATORI 14 RETI: Baralis (Eporedia) 13 RETI: Agresta (Femm. Juventus), Russo (Fiano Plus) 10 RETI: Marcello (Deportivo), Iovino (Esseti), Eladlani (L 84) 9 RETI: Micalizzi (Deportivo), Iovino (Esseti), Cortina (Pratiglione) 8 RETI: Brignolo, Varetto S. (Cinzano) e altri tre

Pazzo Pratiglione

CINZANO

PROSSIMO TURNO (25/11) Deportivo-L 84 Eporedia-Pratiglione Fiano Plus-Femm. Juventus Olympic-Esseti C5 Borgonuovo-Cinzano C5

1 DI FAZIO 2 CARDONE 3 Laurino 5 Lamorte 6 MARCELLO 7 Russo 8 Amas 9 D’Angella 10 PILONE 11 Mazzucco 13 MICALIZZI

Avanti 6-0, il Depor rimonta ma alla fine arriva Clingo

LA GARA L’Eporedia trova il primo successo in campionato con una prestazione convincente per quasi tutto l’arco della gara. I padroni di casa, subito su doppio vantaggio, si fanno raggiungere dagli ospiti e nella ripresa si assicurano i tre punti con una gran prestazione. Grazie a questo successo, la squadra di Maglione raggiunge in classifica a quota 4 proprio il Cinzano di Luca Cappa.

Reti: Cursio (F), Merra (E), Gualtieri (E), Iovino (E), Pomponio (F)

FIANOPLUS BORGONUOVO

L 84

OLYMPIC

3

10

4

LEONARDO COLOSIMO BARBARO SARTORE SIMONETTA Folinazzo Ferrero Gasperini La Rosa Gadaleta Sgavetti

GIOANETTI ELADLANI PRUDENTE FISCANTE DE MEO Ferrario Fuoco De Felice Iorio Falcomatà Bonaria Massara

ZUCCOLOTTO DE MURO CAVALIERE D’ITALIA DEL PONTE Piazza Colosimo Romeo Delli Calici Frezza Housnaoui Gagliano

ALL. CORSIATTO ALL. CARLONE

ALL. PARVOPASSO ALL. COLOSIMO

Reti: 3 Russo (F), Colosimo (B), Simonetta (B), Gadaleta (B)

Reti: 2 De Felice (L), 3 ElAdlani (L), Fiscante (L), Fuoco (L), Iorio (L), 2 Massara (L), Colosimo (O), Romeo, De Muro, D’Italia

Arbitro / Lucia di Aosta Arbitro / Di Fonzo di Bra Ammoniti / Vassallo (F), Minneci (F), Pizzi (E)

LA GARA Secondo ko consecutivo per la squadra di Vassallo. Questa volta però i bianconeri avrebbero forse meritato qualcosa in più. Il tiro libero fallito da Minneci all’ultimo secondo e il palo di Pomponio aumentano i rimpianti dei padroni di casa che escono sconfitti e vedono ormai allontare proprio l’Esseti, a punteggio pieno e serissima candidata alla vittoria finale.

del cerchio per Marcello e soci è Micalizzi nei panni di portiere di movimento. Il rischia-tutto degli ospiti dà immediatamente i suoi frutti, grazie anche all’ottimo lavoro di Russo e Amas bravi ad allargare il campo e le maglie della retroguardia avversaria. L’epica remuntada dei rossoblu sfuma solo nel finale di gara, anche a causa di una terrificante collezione di legni (ben 4 sul nostro personalissimo tabellino ndr) ammaccati. A togliere le castagne dal fuoco per i gialloblù ci pensano negli ultimi 10 minuti di gara un paio di interventi da marziano coi guantoni di Angelo Del Grippo e l’impareggiabile fiuto del gol del bomber Clingo. Il colpo di tacco volante, da spalle alla porta, con cui il numero 9 del Pratiglione trasforma in oro un rinvio a campanile del suo portiere non è solo la prodezza balistica che vale il 9-6 finale, ma è anche la migliore conclusione per un match pirotecnico come pochi altri.

Ammoniti / Togliatti (F), Leonardo (B), Sartore (B), Barbaro (B), Colosimo (B), Ferrero (B)

LA GARA E’ mancato davvero l’ultimo sforzo al Fiano Plus per mettere in archivio la quarta vittoria consecutiva. A un minuto dalla fine, quando tutto sembrava fatto, è arrivata la doccia fredda firmata Barbaro per il 3-3 finale. Ai padroni di casa non è bastata l’ennesima prestazione maiuscola di Rosso, autore di una tripletta, per avere la meglio su un Borgonuovo mai domo.

Arbitro / Currao di Nichelino Ammoniti / Falcomatà (L), De Muro (O), Romeo (O)

LA GARA Ci vuole un tempo all’L84 per superare l’Olympic. Nella prima mezz’ora infatti la squadra di Colosimo ha costretto i padroni di casa sul 2-2. Tutta un’altra musica nella ripresa, i neroverdi infatti ritrovano lo smalto dei tempi migliori mettendo la parola fine alla partita. Ritrova il gol, anzi tre, Adil Eladlani. Doppiette per De Felice e il giovane Massara.


SERIE C2 - Gir. B

09

CAMPIONATO

ASA

SERMIG

7 2 1 PANORMITA 4 Rinarelli 5 FIUME 7 PARISI 8 CHETTI 9 TALLARICO 10 CIRILLO 11 Armocida 12 Di Donato

All. CEDRO

1 DONOFRIO 3 Lofino 4 TITO 5 Mensah 6 Kadmiri 7 Raghibi 8 TIETIE 9 REDOGLIA 10 Rakhimi 11 ZOHAIR 15 Mazza

ALL. BAGNATI

Reti: 5’ Fiume (A), 17’ Parisi (A), 20’ Armocida (A), 7’ st Raghibi (S), 8’ st Chetti (A), 9’ st Fiume (A), 17’ st Tallarico (A), 21’ st Rinarelli (A), 30’ st Mensah (S) Arbitro / Russo di Torino Ammonito / Fiume (A)

IL MEGLIO Il clima sereno e disteso in campo, al di là della pioggia e della posta in palio

IL PEGGIO L’inesperienza del Sermig a certi livelli: c’è da crescere tatticamente, soprattutto

R.MIRAFIORI

EMMEFFE

2

2

ASTONE BUCCIARELLI ZULLO GASBARRONI MORELLO DAL RE PIAZZOLLA NUZZOLESE CELESTE DIBISCEGLIA Carbone Bellinello Morellato Bononi Mauris Molinelli Faraci De Leto Munaò Boscaro Binetti

Il baby Sermig ci mette corsa e coraggio, ma non basta

Asa versione Expert na partita a senso unico. Questo è il riassunto della partita disputata a Grugliasco tra Asa e Sermig. Da un lato una squadra esperta con qualità individuali che suppliscono al fattore atletico, dall’altro un gruppo giovane, troppo forse, ma più che altro inesperto e spesso disorganizzato tatticamente, soprattutto in fase difensiva. Il primo tempo, che termina sul risultato di 3 a 0 per i padroni di casa è sinonimo dell’andamento di tutto l’incontro. A dare il via alle danze, dopo soli due minuti, è Fiume che supera con un dribbling a rientrare sul mancino il diretto avversario, in ritardo di copertura, e insacca con una fucilata l’estremo difensore. Gli ospiti provano in alcune occasione a recuperare il risultato, sfiorando in un paio di occasioni la rete del pareggio e centrando anche un palo. Ma il troppo slancio offensivo permette all’Asa di raddoppiare al 17’ con Parisi che infila il portiere su assist al bacio di Armocida. Il Sermig non riesce a contenere gli avversari meglio organizzati e che tengono in pugno la partita con un buon giro palla. Nonostante alcuni episodi sotto porto c’è poco da segnalare e l’Asa allunga ancora le distanze siglando il terzo gol al 20’ grazie ad Armocida che

mette fine alla prima frazione di gioco. Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa, forse appagati, patiscono nei primi minuti la voglia di rivalsa degli ospiti che trovano la rete che accorcia il distacco al 7’ con Raghibi. A quel punto mister Cedro passa ad una difesa a zona per coprire meglio gli spazi, risparmiare un po’ i suoi ragazzi e ripartire con giocate corali ed individuali. Scelta azzeccata: non passa nemmeno un minuto e Fiume parte in contropiede da destra saltando il diretto avversario e offrendo una palla incantevole a Chetti che deve solo appoggiare in rete. Palla al centro, recupero palla di Fiume in zona difensiva, ennesima ripartenza con serpentina annessa ed esterno sinistro che scavalca il portiere in uscita bassa. L’Asa gestisce il pallone con il solito giropalla e un costante movimento negli spazi, il Sermig prova lo stesso ad attaccare, ma senza risultati positivi. Molti errori sotto porta, come affermano a fine partita Fiume e Tallarico dell’Asa: «Tante occasioni sprecate e ci manca ancora il ritmo partita per essere al 100%. Stiamo lavorando per crescere e non perdere punti importanti come lunedì scorso». Nonostante questo, al 17’, l’Asa trova la sesta rete proprio con Tallarico che da fuori area insacca nel “sette” il pallone scagliato con violenza. La partita si chiude al 21’ sull’ennesima bella imbucata dell’uomo

TIME WARP SANTA RITA

REAL BOYS SPORTIAMO

Fabrizio Tosatto Grugliasco (TO)

U

2

2

FABBRI CALDERARO SEMINARA RODANO CARAMANNO AUDISIO DELIJA CALGARO SICHERA ELLENA Sabena D’Agate Dominici Sarteur Biscardi Torelli Ferrante Ruggiero Cavagliato Lacorte

RIGON CROCE P. RIZZO CLERICO CIACCIO Mangione Carlini Patisso Crosetto Russo Lavozza

COLELLA MORELLI G. MORELLI C. PALMIERO FURFARI Sampaio Bellanti Bussetti Primavera Amos Morini Cartoscella

ALL. MAURELLA

ALL. CROCE F.

14

3

ALL. INGRASCI’ D. ALL. ZAGLIO

ALL. DUGHERA

Reti: 16’, 23’ Morello (R), 23’ st Dal Re (E), 29’ st Dibisceglia (E)

Reti: 3’ Sichera (T), 4’ Seminara (T), 6’ Delija (T), 7’ Sichera (T), 9’ Delija (T), 12’ Sichera (T), 14’ Caramanno (T), 19’ Ferrante (T), 24’ Ellena (S), 2’ st, 5’ st Sichera (T), 7’ st Delija (T), 9’ Sabena (T), 12’ Ferrante (T), 14’ Sabena (T), 17’ st Calgaro (S), 21’ st Ellena (S)

Arbitro / Sferrazza di Torino

LA GARA Il Real Mirafiori deve recitare il mea culpa: troppe le occasioni da gol sprecate e il pareggio subìto nel finale è la naturale conseguenza. Il più impreciso sotto porta è Carbone, un giovane su cui la società punta molto, ma che in questo caso non è riuscito a lasciare il segno. Bravo l’Emmeffe a crederci fino alla fine e a sfruttare le disattenzioni degli avversari.

Arbitro / Vivarelli di Collegno

LA GARA Il risultato finale lascia ben poco spazio a ulteriori commenti. Una partita utile al Time Warp per dare spazio a chi di solito si siede in panchina. La squadra di Dughera ha giocato con il lutto al braccio per un lutto: è mancato per un incidente stradale Gianpaolo Allasia, il custode della palestra in cui si allena la squadra cuneese, a Cavallermaggiore.

ALL. GOTTA

Reti: 15’ Ciaccio (R), 10’ st Morelli C. (S), 14’ st Furfari (S), 28’ st Clerico (R) Arbitro / Alfani di Torino Ammoniti / Morini (S), Morelli C. (S), Palmiero (S)

LA GARA Pareggio giusto e meritato per il Real Boys, che nel primo tempo colpisce anche un palo con Ciaccio. «Ci stiamo allenando bene in settimana, ora finalmente arrivano i risultati» dice il tecnico Fabio Croce. La conta dei pali non risparmia nemmeno lo Sportiamo di Gotta: sono tre quelli centrati da Palmiero, Furfari e Carmine Morelli.

assist Armocida e a Rinarelli non resta che insaccare il pallone. Per il Sermig da segnalare un tiro libero sbagliato e poco altro; una squadra giovane con molta “gamba”, ma che deve trovare ancora una sua identità. Allo scadere però realizza la rete della bandiera con Mensah che sfrutta un calo di tensione dell’Asa che lascia soli in area due uomini.

AL COMANDO / Pippo Cedro mantiene la vetta

VILLASPORT SCARNAFIGI

4

2

SORO FABIANI DELLA ROVERE DEMATTEIS BARBERO L. PAUTASSO FUMAROLA TAGLIARINO PROVENZANO VAGLIENTI Capodanno Coucorde Pioli Varino Careri Pocaterra Nese Rosso Baglio Degiorgio Calamusa

ALL. LUISON

ALL. VICENTINI

Reti: 10’ Degiorgio (V), 16’ , 23’ Dematteis (S), 4’ st Pioli (V), 15’ st Barbero L. (V), 19’ st Baglio (V) Arbitro / Lo Prete di Asti

numero 7 - 19/11/2013

L’ANALISI

Dughera va a suon di gol Impresa Croce roseguono a braccetto la corsa in vetta alla classifica Time Warp e Asa. Fin troppo facile il compito del gruppo di Dughera contro il fanalino di coda Santa Rita, unica squadra a essere ancora ferma a zero punti. La capolista si conferma una vera e propria macchina da gol: sono 41 finora, che vuol dire una media di quasi sette reti a partita. L’Asa di Cedro non perde colpi, vince nettamente sul campo di casa e continua a condividere il gradino più alto con i cuneesi. Mezzo colpaccio del Real Boys: la squadra di Fabio Croce riesce a ottenere un prezioso pareggio contro lo Sportiamo di Gotta, un punticino che può essere importante per il morale del gruppo. Mimmo Ingrascì e il suo Real Mirafiori falliscono il sorpasso in classifica: contro l’Emmeffe i gialloviola hanno la colpa di non chiudere mai la partita e così restano a un punto dalla squadra guidata da Max Zaglio. Nel prossimo turno gare esterne per il Time Warp, proprio sul campo dell’Emmeffe e per l’Asa contro lo Scarnafigi.

P

CLASSIFICA SESTA GIORNATA Asa Eventi-Sermig Real Boys-Sportiamo Real Mirafiori-Emmeffe Time Warp-Santa Rita Villasport-Scarnafigi Riposa: Pasta PT TIME WARP 16 ASA EVENTI 16 VILLASPORT 15 SPORTIAMO 12 EMMEFFE 9 R.MIRAFIORI 8 SERMIG 8 PASTA 6 SCARNAFIGI 3 REAL BOYS 2 SANTA RITA 0

7-2 2-2 2-2 14-3 4-2 G 6 7 7 7 6 6 6 6 6 6 7

V 5 5 4 3 2 2 2 1 1 0 0

N 1 1 3 3 3 2 2 3 0 2 0

P 0 1 0 1 1 2 2 2 5 4 7

F S 41 12 39 21 30 21 25 12 20 22 22 22 17 27 22 27 16 30 13 26 26 51

PROSSIMO TURNO (25/11) Emmeffe-Time Warp Santa Rita-Real Boys Scarnafigi-Asa Eventi Sermig-Real Mirafiori Sportiamo-Pasta Riposa: Villasport

Ammoniti / Dellarovere (V) Espulsi / 18’ st Dematteis (S)

LA GARA Buon primo tempo dello Scarnafigi, che va all’intervallo in vantaggio. Nella ripresa il Villasport cambia marcia, fa buon possesso palla e, dopo l’espulsione di De Matteis, prende il largo. Nonostante la vittoria, Luison non è molto soddisfatto: «Siamo stati troppo macchinosi, forse soffriamo un po’ le vertigini d’alta classifica. Dobbiamo essere più concentrati».

MARCATORI 15 RETI: Sichera (Time Warp) 14 RETI: Delija (Time Warp) 11 RETI: Calgaro (Santa Rita) 8 RETI: Chetti, Parisi (Asa) 7 RETI: Morello (R.Mirafiori) 6 RETI: Furfari, Morelli G. (Sportiamo), Capodanno, Baglio (Villasport)


SPECIALE L 84

10

numero 7 - 19/11/2013

Scopriamo la Juniores della coppia De Felice-Barbieri

A cena da Rocco&Michele LA ROSA Cosmin Gabriel Alessandro Alessandro Davide Andrei Sergiu Dejan Riccardo Andrea Alessio Fabio Kevin Mauro Stefano Michele

COMPLETA JITARU LUBERTO GUGLIERMETTI ORSINI ADAM ABDULLAJ SINATO MASSARA LOCHIATTO PALMIERI GRANATA BISCEGLIA LIONELLO VAIANO

All. Michele

BARBIERI

All. Rocco

DE FELICE

Sandro Dall’Agnol ichele&Rocco, Rocco e Michele. No, non è il nome di un ristorante di lusso e, tantomeno, sono i protagonisti del prossimo cinepattone di Aurelio De Laurentiis. Sono semplicemente Rocco (De Felice) e Michele (Barbieri), coppia di allenatori alla base della nuova avventura targata L84: la formazione Juniores. Eh sì, perché la giovane società volpianese ha, da questa stagione, deciso di allargare i propri orizzonti al settore giovanile. Si è affidata a due ragazzi che ormai da anni difendono i colori neroverdi: De Felice è tuttora giocatore della prima squadra allenata da Parvopasso, mentre Barbieri ha deciso al termine della scorsa stagione di appendere le scarpette al chiodo e dedicarsi alla nuova carriera. Due cervelli, due pensieri, ma un unico filo conduttore e un’unità d’intenti che va oltre il rapporto d’amici-

M

zia tra i due e che ben si evince dalle parole di entrambi, quasi in stereofonia, quasi a completare idealmente quel mosaico perfetto che serve a condurre un gruppo: «Per noi è la prima esperienza in panchina e, inizialmente, avevamo qualche timore nel doverci relazionare a ragazzi alla soglia della maggiore età. Preoccupazioni svanite dopo pochissimi allenamenti, perché abbiamo la fortuna di allenare giovani giocatori educati e rispettosi del nostro ruolo e del nostro impegno. Oltretutto hanno tutti, o quasi, un’indole tranquilla e, ogni tanto, siamo addirittura noi a spingerli nel dare qualcosina in più sotto l’aspetto caratteriale. Questa è la base sulla quale stiamo costruendo la stagione e, ora come ora, possiamo ritenerci davvero soddisfatti: l’obiettivo è provare a vincere sempre, ovviamente, ma sappiamo che se riusciremo a mantenere una posizione di medio-alta classifica sarà stato un successo. La squadra è totalmente

nuova, l’abbiamo costruita grazie ad amicizie e conoscenze varie a fine estate e quasi nessuno giocava a calcio a 5. L’obiettivo più importante per noi, però, è formarli e crescerli in modo che nel giro di poco tempo siano pronti per la nostra prima squadra. E vi assicuriamo che qualcuno di loro ha prospettiva e potenzialità da C1, se non da serie B». Insomma, Michele e Rocco fino a poco tempo fa non ancora conosevano bene quale sarebbe stato il punto di partenza e, ora, a distanza di un paio di mesi, sanno già perfettamente quale sarà il punto d’arrivo. Di squadra e personale: «Allenare ci piace, già da giocatori sentivamo di avere predisposizione al ruolo e speriamo di avere un futuro di successi in panchina». Magari insieme, o magari no, perché se la collaborazione è oggi compensazione quasi perfetta, Barbieri “il motivatore” e De Felice “il tattico” hanno la stoffa per camminare da soli. Ma senza fretta.

ROCCO DE FELICE

MICHELE BARBIERI


SERIE D

11

CAMPIONATO - GIRONI A - B - C

SATURNIO DON BOSCO AL

10 5 1 MACCARONE 2 Tripodi 3 Jovel Perez 4 MINETTI 5 Oliva 6 Corea 7 CONTESTABILE 8 Palmieri 9 DADDI 10 NORDIO R. 11 Iorizzo 12 Castro

All. NORDIO C.

1 MANCUSO 2 LAURI 3 Chakour 4 Corso 5 RINALDI 6 Crovesio 7 PERUZZO 8 Sacalas 9 MINISTRU 10 Fracasso 11 Bollati 12 Padeletti

ALL. BURATTO

Reti: 7’ 25’’ Daddi (S), 11’ 18’’ Nordio R. (S), 14’ 23’’ Daddi (S), 14’ 50’’ Rinaldi (D), 20’ 40’’ Minetti (S), 25’ 01’’ Rinaldi (D), 26’ 10’’ Lauri (D), 1’ 40’’ st Nordio R. (S), 5’ 42’’ st Minetti (S), 10’ 30’’ st Bollati (D), 13’ 40’’ st Palmieri (S), 15’ 12’’ st Corea (S), 15’ 45’’ st Daddi (S), 19’ 20’’ st Palmieri (S), 28’ 15’’ Sacalas (D). Arbitro / Zitti di Asti Ammoniti Rinaldi (D)

IL MEGLIO

Duttilità tattica ed il dinamismo del classe ’94 Michael Rinaldi della Don Bosco

IL PEGGIO La fase difensiva alessandrina, costantemente in affanno ad ogni ripartenza

GIR. B / I ragazzi di Nordio strepitosi nelle ripartenze

GIRONE A

Grosso - Valtournenche 0-2 Reti: Pession (V), Vuillermoz (V) Regis-Pro Vercelli 4-3 Reti: Fasan (R), Campofiorito (R), Caradonna (R), Albanese (R) 2 Frosoni (P), Pepe (P) Smilte - Cafasse B. 2-5 Reti: Leporis (C), Faralli (C), Rubiola (C), Morano (C), Soleti (C) Tanu Team-Pro Casalborgone 4-5 Reti: 2 Esposito (T), Rusu (T), Ciccaldo (T), Carta (P), 2 Bono (P), 2 Formica (P)

Diego Berrone Moncalieri (TO)

re punti per restare agganciati alla zona alta della classifica, di questo il Saturnio aveva bisogno e questo ha ottenuto. Una gara, quella dell’Einaudi, durata per un tempo e poco più, fino al 2’ della ripresa ed al gol di Nordio che porta i locali sul 5-3. Fino ad allora si era vista una gara palpitante, con un Saturnio in controllo ed un Don Bosco a lottare su ogni pallone e molto vicino a rimontare dal 4-1 al 4-4. Alessandrini ben disposti sul sintetico con uno modulo ad orologio che toglieva punti di riferimento agli avversari ma che esponeva il povero Mancuso al fuoco di fila dei bianchi di Moncalieri. Locali che, dopo aver concesso qualcosa agli avversari, passano all’ 8’con Daddi, impressionante nell’1 contro 1, e che raddoppiano al 12’ con Nordio, imprendibile sul primo passo. La terza rete ancora a firma Daddi sembra chiudere i conti dopo appena un quarto di gara. Gli ospiti non ci stanno, Rinaldi realizza la rete più bella della serata trovando il 7 da posizione impossibile e riaprendo i conti. Ma la difesa resta il tallone d’Achille degli ospiti che incassano il 4-1 su una ripartenza di capitan Minetti. A questo punto i bianchi di mister Nordio calano un po’ e gli ospiti tornano in partita. E’ ancora Rinaldi a suonare la carica, insaccando il gol del 4-2 e

T

porgendo la palla a Lauri per il gol del meno uno. Nella ripresa gli ospiti sfiorano subito il pari con Ministru, ma poco dopo arriva il gol di Nordio a gelare le residue speranze di rimonta. Dopo la rete di Minetti, il Don Bosco ha un sussulto con Bollati, ma è invece il Saturnio a dilagare e ad andare a segno due volte con Palmieri ed una a testa con Daddi e Corea. La rete, nel finale, di Sacalas serve solo a rendere me-

GIRONE C

O.Piossasco-Bardonecchia 5-5 Reti: 2 Pasquero (O), Perrone (O), Sorbo (O), Tambone (O), 2 Perruquet (B), Salustri (B), Negro (B), Garollo (B) S.Orbassano-Martinianese 8-5 Reti: 2 Capotosto S. (S), 2 Piras (S), 2 Paciocco (S), Buggè (S), Capotosto F. (S), 2 Morra (M), Bruno (M), Amè (M), Bossa (M). Villarbasse-Perosa 3-4 Reti: Costabello (P), Giustetto D. (P), Gagliano (P), Favetto (P)

PT P. CASALBORGONE 15 REGIS 15 VALTOURNENCHE 13 TANU TEAM 9 CERES 6 PRO VERCELLI 5 CAFASSE 4 SMILTE R. C. 3 GROSSO 0

G 5 6 6 5 5 5 5 6 5

V 5 5 4 3 2 1 1 1 0

N 0 0 1 0 0 2 1 0 0

P 0 1 1 2 3 2 3 5 5

0-2 4-3 2-5 4-5 F S 30 12 24 19 29 14 28 19 26 32 25 26 16 26 16 35 12 23

Casalborgone che cinquina Dorina show inque vittorie in altrettante partite basterebbero da sole a giustificare i titoli da prima pagina, fatto sta che la Pro Casalborgone è sempre più autorevole candidata alla promozione, a maggior ragione dopo aver sconfitto in quel di Ciriè il temibilissimo Tanu Team. Una prova di forza che dovrà necessariamente mettere paura alle prime insgeuitrici, Regis e Valtournenche, entrambe galvanizzate da preziosi successi. Nel gruppo B, invece, l’equilibrio sembra difficile da scalfire prima delle ultime giornate: Sporting Cenisia, Dorina e Napoli Club paiono avere carte in regola per giocarsi il primato, ma occhio anche a Saturnio e Cantarana, le cuie piogge di reti la dicono lunga sulle potenzialità dei rispettivi attacchi. Nel gruppo C, la capolista JStars riposa, ma in un certo senso vince comunque: aspettando il posticipo del martedì tra Pinerolo e La Granda, infatti, Olympia Piossasco e Bardonecchia si annullano a vicenda con uno spettacolare 5-5. Scintillante come pochi, ma divertente, forse, solo per la JStars.

C

CLASSIFICA B SESTA GIORNATA

SESTA GIORNATA Grosso-Valtournenche Regis-Pro Vercelli Smilte Real C.-Cafasse Tanu Team-Pro Casalborgone Riposa: Ceres

SESTA GIORNATA

Dorina-Sportidea Nichelino Hesp.-Sp. Cenisia San Remo 72-Cantarana C5 Saturnio-Don Bosco Al Riposa: Napoli Club PT SP. CENISIA 13 DORINA 12 NAPOLI CLUB 11 SATURNIO 10 CANTARANA 10 NICH. HESP. 7 DON BOSCO AL 4 SPORTIDEA 1 SAN REMO 72 0

G 5 5 5 6 6 6 5 5 5

CLASSIFICA C

V 4 4 3 3 3 2 1 0 0

N 1 0 2 1 1 1 1 1 0

14-1 1-3 7-11 10-5 P 0 1 0 2 2 3 3 4 5

F S 24 13 41 18 31 19 34 33 28 28 16 16 18 24 11 33 21 40

Olympia P.-Bardonecchia Pinerolo-La Granda Sporting O.-Martinianese Villarbasse-Perosa Riposa: J-Stars PT J-STARS 15 BARDONECCHIA 10 LA GRANDA 10 OLYMPIA P. 10 PEROSA 9 SPORTING O. 7 PINEROLO 4 VILLARBASSE 1 MARTINIANESE 0

G 5 5 5 5 5 6 4 6 5

V 5 3 3 3 3 2 1 0 0

5-5 19/11 8-5 3-4 N 0 1 1 1 0 1 1 1 0

P 0 1 1 1 2 3 2 5 5

PROSSIMO TURNO (25/11)

PROSSIMO TURNO (25/11)

PROSSIMO TURNO (25/11)

Cafasse-Tanu Team Pro Casalborgone-Grosso Pro Vercelli-Smilte Real C. Valtournenche-Ceres Riposa: Regis

Cantarana C5-Napoli Club Don Bosco Al-Dorina Sportidea-San Remo 72 Sp. Cenisia-Saturnio Riposa: Nichelino Hesp.

La Granda-J-Stars Martinianese-Villarbasse Perosa-Olympia Piossasco Bardonecchia-Pinerolo Riposa: Sporting Orbassano

MARCATORI 10 RETI: Pocchiola (Ceres) 9 RETI: Pepe (Pro Vercelli) 8 RETI: Frosoni (Pro Vercelli) 7 RETI: Formica (Pro Casalborgo-

ne), Rusu (Tanu Team) 6 RETI: Bono (Pro Casalborgone), Perticari (Smilte), Pession (Valtournenche) FRANCO ALBANESE / Player-manager Regis P&P

no pesante un passivo forse ingeneroso. Il commento di capitan Minetti a fine gara: «Sì, restiamo attaccati alle prime posizioni, ma dobbiamo ancora avere il turno di riposo e ci aspettano una serie di partite molto difficili». Le parole del coach alessandrino Buratto: «Siamo stati colti di sorpresa dalle loro ripartenze. Nel primo tempo abbiamo provato a raddrizzare la partita e ci siamo quasi riusciti».

BURATTO / Per il coach alessandrino 10 gol sul groppone dopo averne subiti appena 14 nelle prime 4 gare

CLASSIFICA A

GIRONE B

Dorina-Sportidea 14-1 Reti: 4 Cerra (D), 3 Zedda (D), 2 Frandina (D), 2 Brunetto (D), 2 Zebelloni (D), Ricciardelli (D) Nich.Hesp-Sp.Cenisia 1-3 Reti: Rolino (N), Pipoli (S), Calanni (S), Patrono (S). SanRemo72-Cantarana 7-11 Reti: 2 Dalla Lana (S), 2 Bottazzi (S), Sabbagh (S), Merlo (S), Massafra (S), 3 Ait Taleb (C), 3 Milosevic (C), 2 Agasi (C), Perotti (C), Cavalla (C), Cotera (C)

L’ANALISI

Saturnio stellare

RISULTATI E MARCATORI

Regis non molla la prima piazza Corsaro Perosa

numero 7 - 19/11/2013

MARCATORI 13 RETI: Milosevic (Cantarana) 10 RETI: Brunetto (Dorina) 9 RETI: Vinnolo (Sp.Cenisia) 8 RETI: Olivieri, Mitic (Napoli

Club), Contestabile (Saturnio) 7 RETI: Cerra (Dorina) 6 RETI: Lauri (Don Bosco Al), Frandina (Dorina), Bottazzi, Sabbagh (SanRemo72)

F S 31 12 28 15 30 21 28 19 18 16 17 26 18 20 18 40 17 36

MARCATORI 8

RETI: Castellino (La Granda), Sorbo (Olympia Piossasco)

7 RETI: Perruquet (Bardonecchia),

Pasquero (Olympia Piossasco), Piras (Sporting Orbassano) 6 RETI: Negro (Bardonecchia), Sereno (Jstars), Conti (La Granda), Tambone (Olympia Piossasco) 5 RETI: Luani (La Granda), Bossa, Morra (Martinianese), Capotosto S. (S.Orb.)


UNDER 21

12

CAMPIONATO

numero 7 - 19/11/2013

I BASSOTTI TIGULLIO

L’ANALISI

Aosta, ora fa paura vera Scatto CLD ette su sette, in quanto a vittorie, e addirittura sei reti subite in sette gare, meno di una a partita di media. Roba da fantascienza, o da Aosta, se preferite. Il 10-0 rifilato allo Sportiamo di Larinese è l’ennesima controprova di ciò che l’armata di Rosa ha in mente per il futuro, vedere per credere il prossimo match con i rinati Bassotti di Costanzo. L’Asti, a riposo, dal canto suo, sa che non potrà mai sbagliare, a cominciare dalla trasferta genovese contro un Tigullio ferito in quel di Druento. Dalla pancia del gruppo prova a emergere il Carmagnola di Lino Gomes, dominatore a Bra grazie alla vena di Adrian Oanea, fuoriquota davvero di lusso nell’occasione. Seconda vittoria per Castellamonte e Happy Time: i primi espugnano il terreno dell’Astense, i secondi rifilano l’enensima delusione stagionale a Franco Basta, il quale, tra prima squadra e Under 21, fino a ora ha solamente incassato una lunga serie di sconfitte. Chissà che la prossima sfida allo Sportiamo dia la sveglia.

S

CLASSIFICA SESTA GIORNATA Bra-CLD G3 Happy Time-Blue Orange I Bassotti-Tigullio Lib. Astense-Castellamonte Sportiamo-Aosta Riposa: Asti PT G AOSTA 21 7 ASTI 18 6 TIGULLIO 16 7 CLD 10 6 I BASSOTTI 9 6 BRA 9 7 CASTELLAMONTE 8 6 HAPPY TIME 6 6 LIB. ASTENSE 6 7 BLUE ORANGE 0 6 SPORTIAMO 0 6

2-5 7-6 4-0 2-4 0-10 V 7 6 5 3 3 3 2 2 2 0 0

N 0 0 1 1 0 0 2 0 0 0 0

P 0 0 1 2 3 4 2 4 5 6 6

F S 43 6 58 8 38 23 32 27 29 23 27 32 22 28 24 47 23 28 18 45 8 55

4 0 1 DI CIOMMO 2 MICCICHE’ 3 BASSIS 4 MACRI’ 5 Carnino 6 Pierro 7 Barbasso 8 Casamenti 9 Esposito 10 MENDICO 11 Sanfilippo 12 Guida

All. COSTANZO

MARCATORI 11 RETI: Iurmanò L. (Aosta) 9 RETI: Noto (Asti), Nassi (Happy Time) 8 RETI: Fazio (Asti), Mendico (I Bassotti), Guggia-

ri (Tigullio) 7 RETI: Birochi (Aosta), De Oliveira, Vitellaro (Asti), De Simone (Astense), Lentini, Silvestri, Siviero (CLD), Queirolo (Tigullio) 6 RETI: Turello (Aosta), Gerbino (Bra), Castro (Castellamonte), Pierro (I Bassotti), Canessa (Tigullio)

ALL. BAFFETTI

Reti: 3’ 13’’ Macrì, 19’ 47’’ Esposito, 2’ 57’’ st Micciché, 12’ 43’’ st Pierro. Arbitri / Masi di Brindisi Mancin di Bra (Crono) Ammoniti / Di Pace, Pozzo, Brunetti (T)

IL MEGLIO La fase difensiva de I Bassotti, pochissime chance concesse e solo nel finale di gara

IL PEGGIO La staticità dei liguri, non a caso il più pericoloso è stato il portiere Pozzo...

BRA

CLD

2

5

SANERO NASSO GERBINO BUSSI GUERCIO Cugnolio Mellano Ferrantelli Filippa Siciliano Biraghi Cocola

WALLACE LENTINI OANEA SIVIERO SILVESTRI Monsurrò Guidotti Iapicca Borsello Valenti Pantaleoni

PROSSIMO TURNO (24/11) Aosta-I Bassotti Blue Orange-Sportiamo Castellamonte-Bra CLD-G3 Happy Time Tigullio-Asti Riposa: Lib. Astense

1 POZZO 2 AIELLO 3 Spinetti 4 Abedini 5 Gnecco 6 Brunetti 7 Mazzucato 8 Canessa 9 QUEIROLO 10 DI PACE 11 BENCINI 12 Rossi

ALL. BERTELLO

ALL. GOMES

Reti: 8’ Gerbino (B), 15’ Lentini (C), 2’ st Oanea (C), 7’ st Siviero (C), 9’ st Gerbino (B), 13’ st, 17’ st Oanea (C) Arbitri / Sorrentino di Salerno e Siviero di Collegno (Crono) Ammoniti / Guercio (B), Nasso (B)

LA GARA Il successo del Cld ha l’impronta netta e definita di Oanea, che impreziosisce la sua partita con una bella tripletta personale. Nel primo tempo gli ospiti fanno una bella circolazione di palla e falliscono anche alcune occasioni da gol. Il Bra è un po’ sfortunato soprattutto all’inizio del secondo tempo, quando aumenta la pressione e colpisce due pali con Guercio.

Prestazione sontuosa per Bassis e soci, il Tigullio a secco

I Bassotti Mundial ello sport, come nella vita, è difficile esprimere il concetto di perfezione assoluta. Ci hanno provato I Bassotti di Nini Costanzo a identificarne l’essenza con una prestazione sontuosa, impeccabile o quasi nella fase di non possesso e pungente al punto giusto quando si è trattato di colpire l’avversario. E che avversario, perché il Tigullio di Paolo Baffetti si presentava a Druento dall’alto di un percorso da imbattuto e con la fama di “rivelazione” di questo inizio campionato. Ma il campo, depositario assoluto di qualsiasi verdetto, ha invece professato a gran voce la superiorità dei padroni di casa, capaci di sfruttare alla perfezione le capacità spalle alla porta del suo pivot Mendico: il numero 10 non segnerà, ma farà segnare (vedi immediato gol del vantaggio di Macrì) ed è un costante pericolo per i difensori di Baffetti. Dal canto loro, i biancazzurri fanno enorme fatica a scalfire l’apparato difensivo di Bassis e compagni. Vuoi

per scarsi movimenti e rotazione offensiva, vuoi anche per l’attenzione estrema della squadra di Costanzo. E così, Di Ciommo vive una prima frazione tutto sommato tranquilla, tanto è vero che le maggiori apprensioni gliele crea il suo dirimpettaio Pozzo, spesso chiamato in causa dai compagni e spesso pronto a qualche fucilata da lunghissima distanza. Ma sempre con risultati poco apprezzabili. Inevitabile, giunge il raddoppio, ancora grazie alle assistenze di Mendico che stavolta premia l’inserimento di Esposito. Per il Tigullio non è davvero giornata, Di Pace va troppo a corrente alternata e finisce con l’innervosirsi, gli altri danno poco o nulla di sè. Micciché, al termine di una caparbia azione personale, firma il tris e, di fatto, chiude i giochi. Il secondo tempo scivola via lentamente e troppo agilmente nelle mani de I Bassotti che pokerizzano sull’asse Esposito-Pierro e concedono qualcosina in termini di concentrazione solo nel finale. Ma Di Ciommo è sempre sul pezzo e conquista l’onore di mantenere la porta inviolata.

SANFILIPPO / Pedina preziosa per I Bassotti di Costanzo

HAPPY TIME BLUE ORANGE

LIB.ASTENSE CASTELLAMONTE

SPORTIAMO

AOSTA

0

10

YOUNES CAMPOLONGO GERBINO COLLINO PAVONE Contero Pellegrino Bressi Nicolas

MONTELEONE DJURDJEVIC IURMANO’ F. IURMANO’ L. GULLONE Boche Sinopoli Estedadishad Lucianaz

Sandro Dall’Agnol Druento (TO)

N

7

6

BORSANI BASTA A. ISABELLA ROSSI NASSI FERRANDINI VILLELLA Ma. STASSI GIORDANO CORRADI Casale Paternoster Stranges Rosso Villella Mi. Ruggieri Pesce Torregrossa Vacchi Allcca Dose Rossetto

ALL. SURACE

ALL. BASTA F.

Reti: 2’ Stassi (B), 5’ Isabella (H), 7’ Stassi (B), 11’, 15’, 18’ Paternoster (B), 2’ st, 5’ st Isabella (H), 6’ st Corradi (B), 9’ st, 13’ st Nassi (H), 17’ st Isabella (H), 23’ st Nassi (H) Arbitri / Boni di Torino e Camarna di Chivasso (Crono)

2

4

COSTA BOVENZI PINNA SCALISE BANZATO CASTRO LICCO TUMBARELLO DE SIMONE ASSABIL Cussotto Gallo Cotza Karouani Robaldo Cibrario Cobuccio Giachetto Bincoletto Romana

ALL. FRENNA

ALL. NIZZA

Reti: 2’ Scalise (C), 12’ Licco (L), 18’ Castro (C), 4’ st Licco (L), 18’ st, 19’ st Tumbarello (C) Arbitro / Trento di Asti e Delli Calici di Bra Ammoniti / Pinna (L), De Simone (L)

Ammoniti / Rossetto (H), Nassi (H), Vacchi (H)

LA GARA Vittoria complicata ma importantissima per l’Happy Time. La squadra di Surace va all’intervallo in svantaggio per 5-1, ma nel secondo tempo ha una reazione da grande squadra e riesce a ribaltare tutto. Fondamentale per la vittoria dei padroni di casa è Borsani, che para addirittura quattro tiri liberi agli avversari (due a Paternoster, poi a Corradi e a Stassi).

ALL. LARINESE

ALL. ROSA

Reti: 12’ Iurmanò L., 14’ Djurdjevic, 17’ Sinopoli, 23’ Iurmanò L., 3’ st, 8’ st Iurmanò L., 11’ st Gullone, 13’ st Iurmanò L., 17’ st Sinopoli, 25’ st Iurmanò L. Arbitro / Marinaro di Pinerolo e Bonapace di Torino (Crono) Ammoniti / Contero (S)

LA GARA Il Castellamonte è bravo a sfruttare le disattenzioni difensive dei padroni di casa e coglie i tre punti lontano da casa. Nel bottino degli ospiti ci sono anche due pali colpiti da Castro e Scalise, mentre un tiro di Tumbarello è salvato sulla linea di porta. La Libertas Astense brilla a tratti, come nel caso del primo gol, frutto di uno schema su calcio d’angolo.

LA GARA Il risultato finale dice tutto o quasi di quanto visto sul campo. L’Aosta non corre quasi mai pericoli e controlla sempre la gara con tranquillità. Super partita di Luca Iurmanò, che realizza ben sei gol personali. La Sportiamo resiste dodici minuti: poi la squadra di Larinese cala improvvisamente, commette tanti errori individuali e si dimostra poco reattiva in mezzo al campo, dove perde troppi palloni.


JUNIORES

13

CAMPIONATO

CLD

FIANO PLUS

4 2 1 Cafagna 2 MONSURRO’ 3 IAPICCA 4 Falconi 5 Silvestri 6 Saldì 7 BRESCIANI 8 Solavagione 9 Micelli 10 Lisa 11 VALENTI 12 BORSELLO

All. GOMES

1 4 5 6 7 8 9 10 11 12

CELONA BURLACU COJOCARU Giacomelli Banche Cagliero Catalano PONTE TRAINA Caresana

ALL. FEDERICI

Reti: 15’ Silvestri (C), 20’ Giacomelli (F), 22’ Saldì (C), 29’ Lisa (C), 3’ st Falconi (C), 25’ st Banche (F) Arbitro / Minischetti di Torino Ammoniti / Celona (F), Monsurrò (C)

IL MEGLIO Coraggio e mentalità dei fianesi, sempre in partita e sempre sul pezzo fino alla fine

IL PEGGIO Il secondo tempo moscio a dir poco del Cld, forse troppo convinto di averla chiusa

ASTI

L84

5

0

ZANCHETTA JITARU CATALANO GUGLIERMETTI MONDA ORSINI CARDELLO ABDULLAJ SQUILLARI LOCHIATTO Di Blasio Sinato Fazio Granata Costa Adam Stefanato Bisceglia Peronace Tedesco

ALL. PENNA

ALL. BARBIERI

Vincono i ragazzi di Gomes, ma il FianoPlus fa un figurone

CLD senza gloria Alfonso Forti Carmagnola (TO)

alla fine, tutto va come deve andare. Vince, ma senza strafare, il Cld Carmagnola e perde, ma senza demeritare, il Fiano Plus. Ma se il risultato non fa di certo scalpore, ben più sensazione fa l’ottima prestazione offerta dai ragazzi di Federici, ai quali lo zero in classifica sta decisamente stretto per quanto messo in mostra nella trasferta carmagnolese. Per nulla rinunciatari e con il desiderio di non mollare un centimetro nemmeno quando il passivo stava iniziando a crescere pericolosamente. I ragazzi di Gomes hanno costruito lo strappo definitivo a cavallo dell’intervallo, dopo una ventina di minuti abbondanti di grande fatica, vuoi per qualche legno di troppo e vuoi per la prontezza di Celona tra i pali. Al vantaggio un po’ fortunoso di Silvestri, ha fatto subito da contraltare l’erroraccio di Falconi, con Giacomelli lestissimo a insaccare. Ci vogliono una prodezza personale di Saldì e un destro al volo di Lisa per scavare il primo mini-solco, ulterior-

E

AVIS ISOLA I BASSOTTI B

6

4

OSTA GIANOTTI E. SALTAREL MENEGHIN TESSITORE Pappano Fernicola Natale De Francesco De Marco Fasone Gianotti M.

REBECCHI BASSIS PIERRO STIEVANO DI FIORE Liberato Sanò Margiotta Taverniti

ALL. PREGNO

ALL. ANDRIETTI

Reti: 2 Catalano (A), Stefanato (A), aut. Gugliermetti (L), Cardello (A)

Reti: 3 Saltarel (A), Meneghin (A), 2 Gianotti E. (A), 2 Sanò (B), Pierro (B), Taverniti (B)

Arbitro / Reggio di Torino

Arbitro / Delli Calici di Bra

Ammonito / Sinato (L)

Ammonito / Pierro (B)

LA GARA L’Asti fa sul serio e il 5-0 rifilato all’L84 è un risultato netto, ben giocato dagli orange che, a differenza di una settimana fa, hanno dimostrato buona intensità e giocate di alto livello. Dall’altra parte la squadra di Barbieri ha provato in tutti i modi a fermare la capolista ma il divario tra le due squadre è parso notevole nonostante la buona prova neroverde.

numero 7 - 19/11/2013

LA GARA Buona risposta dell’Avis Isola. Contro I Bassotti arriva una vittoria importante al termine di una partita giocata a viso aperto dalle due squadre e risolta ancora una volta dall’estro di Saltarel, autore di una tripletta, il gol numero 10 in stagione. Buona la prestazione degli ospiti, sfortunati in più occasioni e che sfiorano soltanto il secondo successo consecutivo.

mente ingigantito dal riscatto di Falconi a inizio ripresa. Stop, fine. O almeno è quello che sarà passato nelle teste dei carmagnolesi che, improvvisamente, spengono la luce e amplificano la combattività di capitan Ponte (stavolta è giusto, eh...) e compagni. I blaugrana fianesi hanno il pregio di rimanere sempre in

partita e, nel finale, riescono persino a instillare qualche dubbio, seppur minimo, che il risultato sia rimediabile. Ma al di là dello splendido gioco a due tra Giacomelli e Banche, Cafagna respinge ogni tentativo d’assalto e il Carmagnola può archiviare la pratica. Ma non essere del tutto contento di se stesso.

CLASSIFICA QUINTA GIORNATA Asti-L 84 Avis-i Bassotti b Castellamonte-Aosta CLD-Fiano Plus I Bassotti-Borgonuovo Lib. Astense-Top FIve

5-0 6-4 1-8 4-2 14-6 5-3

PT G V N P ASTI 15 5 5 0 0 AOSTA 12 5 4 0 1 CLD 12 5 4 0 1 TOP FIVE 9 4 3 0 1 LIB. ASTENSE 9 5 3 0 2 L 84 6 4 2 0 2 AVIS 4 4 1 1 2 CASTELLAMONTE 3 4 1 0 3 I BASSOTTI 3 5 1 0 4 BORGONUOVO 1 5 0 1 4 FIANO PLUS 0 4 0 0 4 N.B.: I Bassotti b fuori classifica

F S 21 6 23 9 20 16 18 13 25 21 17 22 17 18 8 18 24 21 20 36 9 22

PROSSIMO TURNO (23/11) Avis-Castellamonte Fiano Plus-Asti i Bassotti b-Lib. Astense L 84-I Bassotti Top FIve-CLD Borgonuovo-Aosta

MARCATORI

ALTA CONCENTRAZIONE/ La disposizione tattica del FianoPlus di Federici su un calcio d’angolo a sfavore

CASTELLAMONTE

AOSTA

1

8

GIACHETTO LUBERTO STANA ESTEDADISHAD MEDAGLIA PELLEGRINO SCALISE IURMANO’ F. RUIZ DJURDJEVIC Ossama Charrier Fancello Garau Scaraffia Carvelli Cibrario Scarlata Filosso

ALL. CANAVESE

ALL. DE LIMA

Reti: Scalise (C), 4 Iurmanò F. (A), Djurdjevic (A), Charrier (A), Estedadishad (A), Pellegrino (A) Arbitro / Chidichimo di Torino Ammoniti / Carvelli (C)

LA GARA Finisce in goleada la partita tra Castellamonte e Aosta ma il risultato è forse un po’ bugiardo per quello visto in campo. I padroni di casa infatti hanno tenuto testa, almeno nei primi trenta minuti, al più quotato Aosta. Nella ripresa però la musica è cambiata con i valdostani più precisi e devastanti col solito Fabio Iurmanò, autore di un poker.

10 RETI: Saltarel (Avis Isola), Palmieri (L 84) 9 RETI: Iurmanò F. (Aosta) 7 RETI: Solavagione (CLD), Massara (L 84), Cerbone (Top Five) 6 RETI: Djurdjevic (Aosta) 5 RETI:Zefi (Astense), Vitellaro (Asti), Gianotti E. (Avis Isola), Bertolo (Borgonuovo), Falconi, Lisa (CLD), Esposito (I Bassotti)

I BASSOTTI BORGONUOVO LIB.ASTENSE TOP FIVE

14

6

MONACO TAROLLO GIACOMETTO LA ROSA BATTISTON BERTOLO ESPOSITO CASILLO MILANI GADALETA Olivieri Ricci Martucci De Giovanni Reina Alì Ferrino Gerolmini

ALL. ANDRIETTI

ALL. FRECCIA

Reti: 3 La Rosa (Bo), Bertolo (Bo), Alì (Bo), Gadaleta (Bo), 3 Milani (B), 3 Giacometto (B), 3 Battiston (B), 2 Olivieri (B), 2 Esposito (B), Ferrucci (B) Arbitro / Babando di Collegno Ammoniti / La Rosa (Bo), Milani (B)

LA GARA Prestazione maiuscola per I Bassotti. Contro il Borgonuovo è un vero e proprio show. Partita mai in discussione e padroni di casa letteralmente scatenati con una prestazione maiuscola chiusa già nel primo tempo e che riscatta così la sfortunata sconfitta contro l’Aosta di una settimana fa. Per i settimesi esordio tra i pali diTarollo, chiamato a sostituitre Emma.

5

3

COBUCCIO PAVIOLO ATZENI BEVILACQUA GRAZIANO PERNICE CALVO PARAVANO PAGNATI CERBONE Bongiovanni Mirasola Zefi Pistillo Sinani Gerbino Cappellino De Blasio Scomparin Caternuolo Aram

ALL. FORMIGLIO ALL. LIANTI Reti: Calvo (A), Pagnati (A), 2 Zefi (A), aut. Pistillo (T), Pernice (T), De Blasio (T), Paravano (T) Arbitro / Musso di Casale Monferrato Ammoniti / Atzeni (A)

LA GARA Partita vera, combattuta tra due squadre in salute che hanno dato battaglia fino alla fine. Sono i padroni di casa a spuntarla nonostante il grande equilibrio che ha contraddistinto buona parte della gara. Sul punteggio di 2-2 la squadra di Formiglio ha allungato fino al 4-2. Agli ospiti non è però bastata la carta del portiere di movimento per evitare la prima sconfitta.


MATTIDALEAGUEARE

14

CAMPIONATO CALCIO A 5

numero 7 - 19/11/2013

4 gol e vola la Caffetteria Paradise

DREAM TEAM CAFF.PARADISE

4 9 1 5 11 14 16 26

SILVESTRI APOLLIANI ROSANO M RUSSO ROSANO A Nedelescu

1 MASTRILLI 3 Folinazzo 4 BOBBIO 7 Sgavetti 8 PILOT 9 Falzone 10 SCINTU 11 ANTONACCI sn Pintus sn Cesarato

RETI: 2’, 8’st, 9’ st Rosano M. (D), 7’ Rosano A. (D), 12’ Bobbio (C), 13’ ,17’ Sgavetti (C), 19’ Folinazzo (C), 5’ st, 10’ st, 16’ st, 28’ st Antonacci (C), 15’ st Falzone (C).

MIGLIORI GIOCATORI ROSANO A. (in foto) SGAVETTI

MIGLIOR PORTIERE SILVESTRI

Antonacci rap Alessandro Pambianchi Settimo (TO)

ontinua la marcia trionfale della Caffetteria Paradise nella competizione. Tanto talento a disposizione e un ruolino di marcia fino ad ora perfetto che poteva, almeno sulla carta spaventare il Dream Team. Invece i viola resistono stoicamente considerando la netta inferiorità numerica, combattono fino all’ultimo e danno del filo da torcere agli ‘ospiti’. I primi dieci minuti della gara sono monopolio del Dream Team sull’asse familiare Rosano che fa subito intravedere classe e complicità. La Caffetteria in difficoltà opta per un pressing alto che costringe gli avversari a diversi errori che danno il via a sette minuti di fuoco (12’-19’) che portano al 2-4. Bobbio è il geometra e le sue opere ven-

C

BERTOLLA 5 A1 RISULTATI

PT CAFFETTERIA83 12 NEW TEAM 9 FLORA 3 CALCIO5.COM 3 LOS GUACHOS 3 FC ZION 0

G 4 3 3 3 4 3

3-5 6-10 5-2 V 4 3 1 1 1 0

N 0 0 0 0 0 0

P 0 0 2 2 3 3

F S 25 16 26 16 19 16 19 21 23 33 19 32

PT FUTSAL MANIA 7 SHAKHTAR FIVE 6 FIGHT CLUB 6 POTEMKIN 4 KAOS 3 SEMPRELUCIDI 3 AMIGOS 0

G 3 3 3 2 3 3 3

4-2 6-4 3-10 5-6 V 2 2 2 1 1 1 0

N 1 0 0 1 0 0 0

P 0 1 1 0 2 2 3

F S 22 14 24 13 22 15 10 8 11 12 11 25 8 21

con la prima pulizia di ragnatele dall’incrocio della serata (2-5) ma una squa-

SETTIMO 5 A2 RISULTATI

Potemkin-Kaos Semprelucidi-Amigos Shakhtar Five-Futsal Mania Kaos-Fight Club

DREAM TEAM / Sogni infranti da Antonacci e i suoi compagni. Ma i Rosano and friends pormettono battaglia

CAFFETTERIA PARADISE / Terzo successo in altrettante gare per i fantastici rossoneri cafeteros

SETTIMO 5 A1 RISULTATI

Flora-Caffetteria8 FC Zion-Calcio5.com Caffetteria83-Los Guachos

gono realizzate alla perfezione da Sgavetti nel primo tempo e da Antonacci nel secondo. Nella seconda frazione due eventi si scontrano sul campetto: la tenacia del ‘collettivo’ Dream Team e l’esplosione inevitabile di Antonacci. Quest’ultimo prova a spegnere la grinta di ‘casa’

G 4 4 3 4 4 3

V 4 2 2 1 1 0

N 0 1 0 1 0 0

9-6 4-9 1-6 5-5 P 0 1 1 2 3 3

F S 42 8 34 20 18 17 20 21 22 27 1 44

77 Re-Tempocasa Rocco&Roll-Borussia Settimo Vaicheeverde-Intoccabili PT BORUSSIA S. 6 CIACCATI M. 6 TEMPOCASA 3 ROCCO&ROLL 3 INTOCCABILI 3 VAICHEEVERDE 0 77RE 0

SETTIMO 7 A2 RISULTATI

RISULTATI

Club Borgo-Merendes Dream Team-Caffetteria Paradise Merendes-Caffetteria Paradise Dream Team-Daniele Parrucchiere PT CAFF.PARADISE 12 DANIELE PAR. 7 CLUB BORGO 6 DREAM TEAM 4 MERENDES 3 BFDG 0

SETTIMO 7 A1

dra vera non getta mai la spugna. I Rosano questo lo sanno e con uno splendido uno-due e un’azione solitaria entrambe finalizzate da Rosano M. riaccendono le speranze (4-5). Il portiere Silvestri fa davvero tutto ciò che è in suo potere, respinge le forti e mirate conclusioni avversarie ma non può niente contro un Antonacci che firma altre splendide reti. Merita la citazione, la sinfonia solitaria del 9’ st, quando salta qualunque avversario, si porta sulla riga del calcio d’angolo e segna da posizione impossibile strappando applausi a tutti (4-6).

G 3 2 2 2 2 1 2

2-14 3-1 5-6 V 2 2 1 1 1 0 0

N 0 0 0 0 0 0 0

P 1 0 1 1 1 1 2

F S 14 4 12 7 17 9 7 6 7 7 5 6 2 25

7Storms-M7 Gli Altri 2-Senza Senso Modernauto-Last Minute Senza Senso-Modernauto GLI ALTRI 2 M7 SENZA SENSO LAST MINUTE STUZZICONE MODERNAUTO 7STORMS

PT 9 6 6 3 3 3 0

PROSSIME GARE

PROSSIME GARE

PROSSIME GARE

PROSSIME GARE

PROSSIME GARE

New Team-FC Zion Calcio5.com-Flora Caffetteria 83-New Team

Amigos-Potemkin Futsal Mania-Semprelucidi Fight Club-Potemkin

Bdfg-Club Borgo Merendes-Bfdg

Borussia Settimo-Vaicheeverde Rocco&Roll-Tempocasa Intoccabili-Ciaccati Maroso

M7-Last minute Stuzzicone-7Storms

G 3 2 4 2 2 4 3

2-6 9-4 2-9 11-3 V 3 2 2 1 1 1 0

N 0 0 0 0 0 0 0

P 0 0 2 1 1 3 3

F S 19 8 13 2 22 20 12 7 7 5 11 32 9 19


ALLIEVI - GIOVANISSIMI CAMPIONATO

ASTI

15

ALLIEVI / Il 10 aostano blocca un Asti poco brillante

AOSTA

4 4 Diamante Pellegrino

1 MONGERO 2 Morrone 3 Pallaro 4 Occhiena 5 PAGLIANO 6 Curallo 7 Vitellaro S. 8 KARAJA 9 DI MATTEO 10 Bonzano 11 VITELLARO A. 12 Longo

4 DONATO 5 Mazzi 6 Veronesi 7 PAGANO 8 Belmonte 9 CHARRIER 10 PELLEGRINO 11 Gos 12 LUBERTO

ALL. DE LIMA

All. MILOSEVIC

Reti: 3’ Pellegrino (Ao), 4’ Pagliano (As), 12’ Karaja (As), 17’ Donato (Ao), 27’ Karaja (As), 9’ st Charrier (Ao), 21’ st Occhiena (As), 22’ st rig. Pellegrino (Ao) Arbitro / Zilioli di Asti Ammoniti / Charrier (Ao), Occhiena (As)

IL MEGLIO Stefano Pellegrino, in assoluto: tempi di gioco, tecnica, scelte perfette. Fantastico

IL PEGGIO Testa e cuore, difficile fare strada senza: l’Asti deve cambiare atteggiamento

GIOVANISSIMI

I BASSOTTI

CLD

2

4

1 2 3 4 5 6 7 8

GIACOMETTI Garrone De Viti Specolizzi CAZZIN ANTONUCCI BOSCO ORO

1 BECCHIO 2 Ricardi 3 Verzili 4 Fakkar 5 SCOZZARO 6 La Torre A. 7 Lamberti 8 LA MENDOLA 9 GALLACE 10 NOVELLI 11 Critelli

ALL. ANDRIETTI ALL. PIRAS Reti: De Viti (B), Garrone (B), 3 La Mendola (C), Novelli (C) Ammoniti / Cazzin (B)

Giovanni Melchiorre Druento (TO)

aggiore organizzazione e superiorità a livello tattico ha n no con sent ito al Ca r m ag nola d i espug n a re i l parquet di Druento continuando così la propria marcia inarre-

M

Sandro Dall’Agnol Asti

e Cld e Sportiamo riusciranno a mantenere passo da capofila, non è dato sapersi. Quel che invece è una volta di più ragionevole certezza, è la forza assoluta di Asti e Aosta, e non pare fuori luogo considerare il match di ritorno vero spartiacque per la vittoria del girone. Perché il primo scontro ha partorito un pareggio, sicuramente equo, che ha confermato compattezza e personalità dei ragazzi di Rodrigo De Lima, mentre ha insinuato qualche dubbio sull’atteggiamento proposto dai giovincelli di Sinisa Milosevic. I piccoli orange sono, sulla carta, squadra con potenzialità tecniche da finali nazionali, ma senza testa e cuore, anche vincere il girone regionale potrà dimostrarsi ben più complicato delle attese. Non a caso, i valligiani sin dalle primissime battute mettono subito in evidenza le lacune, per lo più mentali, dei padroni di casa. Pagano e compagni si compattano nella propria metà campo, aspettando il momento giusto per il contropiede vincente. Ed è qui, soprattutto, che l’Asti sbaglia: passaggi, anche banali, che spesso diventano

S

stabile in vetta alla classifica a punteggio pieno. Buona, nonostante la sconfitta, la prestazione de I Bassotti, capace di tenere in piedi la partita per tutto il primo tempo con rit m i alt i e buona circolazione di palla. Nella ripresa però la maggior esperienza dei gialloneri e l’ottima gestione della partita hanno fatto probabilmente la differenza. Ne è convinto anche Mauro Piras, allenatore del Carmagnola, che a fine partita analizza così la pr e st a z ione dei suoi: «La maggior organizzazione ha probabilmente fatto la differenza. Sono ov via mente soddisfat to del risultato, io e Lino (Gomes, ndr) stiamo cercando di far crescere un bel gruppo di giovani. Bisogna continuare così se vogliamo toglierci delle soddisfazioni». Sono i padroni di casa a farsi preferire e il vantaggio si materializza quasi subito con De Viti pronto ad aprire le danze. Gli ospiti provano a scuotersi, La Mendola c rea s compig l io. E’ proprio il laterale giallonero a pareggiare i conti su azione da calcio d’angolo. Il pareggio galvanizza gli ospiti che si portano ancora avanti con la doppietta di La Mendola. I Bassotti non si scompingono, rincorrono a testa bassa ottenendo il meritato 2-2 con Garrone. Prima del fischio fi nale però Novelli spacca la partita al termine di un’azione corale che manda in tilt la retroguardia bianconera. Nella ripresa i padroni di casa calano d’intensità concendendo altri due gol agli avversari.

imprecisi e, di conseguenza, gustose chiavi d’accesso per la transizione offensiva aostana. Se poi, all’errore tecnico, aggiungi quello concettuale, gli spazi si aprono a dismisura: invece che temporeggiare e accompagnare il contropiede avversario, i difensori astigiani escono spesso e, azzardatamente, in pressione, facendosi saltare e concedendo il più delle volte la superiorità numerica. Pellegrino e Donato non possono che incassare. I padroni di casa, però, hanno pur sempre patrimonio tecnico e fisico di prim’ordine e, malgrado un Andrea Vitellaro piuttosto appannato dopo il rientro dalla trasferta rumena con la nazionale Under 21, trovano sempre il modo per andare in gol: perché Karaja è una forza della natura e perché Pagliano e Occhiena pescano le conclusioni vincenti. Ma non basterà per vincere, perché sull’altra sponda c’è Stefano Pellegrino, ampiamente il migliore in campo per visione e tempi di gioco, tecnica e intelligenza tattica. Semplicemente straordinario, giusto che sia lui a procurarsi e realizzare il rigore che sancisce il risultato finale. Asti e Aosta, il duello è appena cominciato, Cld e Sportiamo permettendo, naturalmente.

GIRONE UNICO

Aosta - Sportiamo 1-1 Reti: Mocanu (A), Cavallo (S) Asti - D.B. Caselle 5-0 Reti: 2 Mitic (A), 2 Vitellaro (A), Robba (A) Lib.Astense-Bardonecchia nd Causa manifestazione NO TAV il Bardonecchia non è riuscito a raggiungere Asti. Recuperano il 19 Novembre ore 17:30 Borgonuovo-Real Frassati 10-3 Reti: 3 Villella (B), 2 Gadaleta (B), Camerino (B), Acconcia (B), Dragos (B), Bozza (B), Urso (B), Matassa (R), 2 Marino (R) rena la propria corsa l’Aosta andando ad impattare sull’1-1 in casa contro lo Sportiamo. Succede tutto nel finale: Mocanu illude, Cavallo non fallisce il tiro libero all’ultimo respiro. Tutto facile per l’Asti contro il Don Bosco Caselle. Il Borgonuovo rispetta il pronostico e contro il Real Frassati finisce in goleada.

F

RISULTATI E MARCATORI ALLIEVI

Prima volta Real Frassati CLD a valanga GIRONE UNICO

Cld - Borgonuovo 8-1 Reti: 3 Silvestri (C), 2 Solavagione (C), Salvì (C), Cerato (C), Vigliaturo (C), Alì (B) I Bassotti - Cantarana 9-5 Reti: 3 Maggiore D. (B), 2 Sardi (B), 2 Esposito (B), Bonzetti (B), Casassa (B), 2 Vacca G. (C), Vacca F. (C), 2 Perotti (C) Sportiamo - Real Frassati 3-5 Reti: Gerbino (S), Rosso (S), Cavallo (S), 2 Demartini (R), Zanatto (R), Villani (R), Caccia (R) Sp. Rosta - Spring Team 5-5 Reti: 2 Martina (ST), Avalle (ST), Dosio (ST), Trapani (ST), 3 Musca (SR), 2 Chiecchio (SR) areggio pirotecnico tra Sporting Rosta e Spring Team. Per le due compagini arriva il primo punto in stagione. Il Real Frassati batte in trasferta lo Sportiamo con una gran prestazione e non è più ultimo. Il Carmagnola approfitta del mezzo passo falso dell’ Asti e rimane da solo in vetta.

P

ANDREA CHARRIER / Sua, una delle reti aostane

RISULTATI E MARCATORI GIOVANISSIMI

Borgonuovo senza paura L’Asti risponde

numero 7 - 19/11/2013

ALLIEVI

QUINTA GIORNATA

QUINTA GIORNATA Asti-Aosta CLD-Borgonuovo I Bassotti-Cantarana Sportiamo-Real Frassati Sport. Rosta-Spring Team Riposa: Lib. Astense PT CLD 15 ASTI 13 SPORTIAMO 12 AOSTA 10 I BASSOTTI 6 LIB. ASTENSE 5 BORGONUOVO 3 R. FRASSATI 3 CANTARANA 3 SPORT. ROSTA 1 SPRING TEAM 1

G 5 5 5 4 4 4 4 5 5 4 5

GIOVANISSIMI

4-4 8-1 9-5 3-5 5-5 V 5 4 4 3 2 2 1 1 1 0 0

N 0 1 0 1 0 0 0 0 0 1 1

P 0 0 1 0 2 2 3 4 4 3 4

F S 48 8 53 15 29 21 36 7 25 17 20 25 7 28 14 28 21 45 14 25 13 61

Aosta-Sportiamo Asti-D.B. Caselle I Bassotti-CLD Lib. Astense-Bardonecchia Borgonuovo-Real Frassati Riposa: Sport. Rosta PT ASTI 12 BORGONUOVO 12 CLD 12 AOSTA 10 I BASSOTTI 6 SPORTIAMO 4 D.B. CASELLE 4 R. FRASSATI 4 SPORT. ROSTA 3 LIB. ASTENSE 2 BARDONECCHIA -1

G 4 5 5 4 4 4 5 5 4 4 4

1-1 5-0 2-4 19/11 h.17.30 10-3 V 4 4 4 3 2 1 1 1 1 1 0

N 0 0 0 1 0 1 1 1 0 0 0

P 0 1 1 0 2 2 3 3 3 3 4

PROSSIMO TURNO (24/11)

PROSSIMO TURNO (23/11)

Aosta-CLD Cantarana-Asti Real Frassati-Sport. Rosta Spring Team-I Bassotti Borgonuovo-Sportiamo Riposa: Lib. Astense

D.B. Caselle-I Bassotti Bardonecchia-Asti Real Frassati-Lib. Astense Sport. Rosta-Sportiamo Borgonuovo-Aosta Riposa: CLD

MARCATORI 13 RETI: Solavagione (CLD) 12 RETI: Silvestri (CLD) 11 RETI: Pellegrino (Aosta) 10 RETI: Sardi (I Bassotti) 9 RETI: Charrier, Donato (Aosta), Itria

(Astense), Di Matteo (Asti) 8 RETI: Bonzano (Asti), Vacca F. (Cantarana), Carletto (Sportiamo)

F S 37 7 35 14 30 19 27 3 13 18 11 13 12 13 12 26 11 31 13 24 6 39

MARCATORI 15 RETI: Ibrahim (Asti) 13 RETI: Maccagno (CLD) 11 RETI: La Mendola (CLD) 8 RETI: Mocanu (Aosta) 7 RETI: Vitellaro (Asti), Cazzin (I Bassotti) 6 RETI: Gos (Aosta), Gadaleta (Borgonuovo) 5 RETI: Rizzo M. (Astense), e altri due


16

numero 7 - 19/11/2013


N° 7 TiroLibero - 19.11.13