Issuu on Google+

14/01/2014 Anno 1 - Online 2 SETTIMANALE GRATUITO EDITORIALE DEL DIRETTORE

SARº l’anno  delle prime  volte? a prima volta non si scorda mai. Loro ci sperano che sia così nel periodo in cui la primavera mette in un angolo l’inverno e fa sbocciare le prime gioie della stagio-­ ne. Asti, Astense e Gem Tarantasca incrociano le dita, perché questo 2014, in fondo, può essere un anno da inserire nel libro dei ricordi. Tutte e tre guidano le rispettive categorie e tutte tre sono alla ricerca di un tra-­ guardo storico e mai toccato prima. L’Asti di Polido vuole sfatare questo tabù e toccare finalmente con mano quello che la passata stagione Sergio Tabbia ha soltanto sfiorato. Lo scu-­ detto manca in Piemonte dal 1999 e nella città di Asti non si è mai ferma-­ to. Torino, ex capitale del futsal, si può forgiare del tricolore ma ha i mesi contati, pronta a essere scalzata dalla città del Palio. Quest’ultima può vantare un piccolo record con un’altra compagine pronta a salire sul palcoscenico della serie A2. L’Astense è pronta a decollare per un salto in una categoria che la pro-­ ietterà di diritto nell’èlite di questa disciplina. Chi invece vuole abban-­ donare il contesto regionale è il Gem Tarantasca. Una favola o quasi quel-­ la della compagine di Balio, con sul-­ lo sfondo l’impianto sportivo di Fos-­ sano intitolato a Giovanni Bosco. Forse quest’ultimo ha il pregio di proteggere da qualsiasi difficoltà sportiva i ragazzi del presidente Isa-­ ia, comunque la realtà non è affatto distante visto che il primato in serie C1 è arrivato con una prestazione dopo l’altra sempre più convincenti. Dimenticavo, ma non per ordine di importanza, la conquista della Cop-­ pa Italia Regionale. E se questo fosse solo l’inizio, immaginiamo come sa-­ rà l’epilogo. La triade è pronta a la-­ sciare a bocca aperta tutti gli addetti ai lavori…dipenderà solo da loro. Walter Citro

APPUNTAMENTI

DUELLO DA SERIE B

Altra cinquina per Granata (foto Andrea Lusso), il Bra resta in scia all’Astense di super Fiscante, alla nona vittoria in fila. Sabato Lotta fa visita ai Bassotti, scottati dal Pisa. Intanto, senza più Monni, Castellamonte vince ancora...

L

Ancora una piccola settimana di attesa e torneremo in versione cartacea per raccontarvi un intenso 2014 di calcio a 5

Vampeta a secco nella trasferta di Montesilvano

GIMME

SERIE  A

Solito  Asti,  pari  in rimonta  in  Abruzzo

I ragazzi di Tiago soffrono ma riprendono l’Acqua&Sapone. Ora la sosta Europei e Tabbia profetizza: Patias l’uomo in più? A PAG. 3

FIVE

UNDER 21 / Poker di Lucianaz, Castellamonte ko

Aosta non fa sconti Ma l’Asti di Patanè non è da meno e ne fa dieci al Bra di Bertello,

ora scavalcato al terzo posto dal redivivo Tigullio di Paolo Baffetti

TiroLibero  in  relax lNOALGENNAIO

Per Nizza poca gloria nella trasferta aostana

Ricky Zanella, salito a quota 12 reti in campionato

SERIE  A2

:ANELLADACAPOGIRO CLD  solo  applausi Formidabile hattrick per il mancino che abbatte il Toniolo (3-2). Molto male, invece, l’Aosta, asfaltato 6-1 dal Lecco A PAG. 4

www.comeaserramenti.com Via Giaveno, 148 Rivalta (To) - Telefono 011.9004364


NEWS

02

Online  2  -  14/01/2014

NAZIONALE / Diramati i preconvocati per gli imminenti Europei

Cinque orange-azzurri Walter  Citro

mente a loro favore il punteggio con la doppietta di Vampeta (tre reti in due ga-­ re) che fa esplodere di gioia il Palasport. Archiviata la Slovacchia, gli azzurri si sono trasferiti a Genzano dove Meni-­ chelli guiderà il raduno di preparazione all’Europeo. Alle sue dipendenze ci sono ventuno giocatori ma saranno soltanto in quattordici a prendere l’aereo che da Roma decollerà per Anversa. Questa de-­ cisione verrà annunciata l’ultimo giorno di raduno (il 23 gennaio), nel frattempo ecco l’elenco completo degli azzurri pre-­

senti a Genzano. Portieri: Mammarella (Acqua&Sapone), Miarelli (Real Rieti), Putano (Luparense). Giocatori di movi-­ mento: Saad Assis (Barcellona), Celenta-­ no (Asti), Del Ferraro (Roma Torrino), De Luca (Real Rieti), Ercolessi (Luparen-­ se), Follador (Luparense), Fortino (Asti), Giasson (Pescara), Honorio (Luparense), Kakà (Kaos Futsal), Leggiero (Pescara), Lima (Asti), Merlim (Luparense), Miluc-­ ci (Dhs Napoli), Murilo Ferreira (Acqua&Sapone), Patias (Asti), Romano (Pescara), Vampeta (Asti).

ra gli Europei di Anversa e gli az-­ zurri manca davvero poco. Nella tappa di avvicinamento alla rasse-­ gna continentale, l’Italia ha incontrato a San Vito al Tagliamento la Slovac-­ chia, in una doppia amichevole. Rober-­ to Menichelli, può sorridere, perché le indicazioni arrivate da queste due sfi-­ de sono positive. Il doppio successo (3-­ 0 e 3-­1) è solo la cornice di una presta-­ zione che ha destato ottime impressio-­ ni. E’ vero che la Slovacchia non parte-­ cipa all’Europeo, ma è una nazione che fa della dinamicità uno dei suoi punti forti. Non è un caso se nella prima amichevole la prima frazione si è chiu-­ sa a reti inviolate. Al cambio di campo c’è la firma di due astigiani come Lima e Vampeta a cui si aggiunge anche Sa-­ ad, per un finale in crescendo e da ap-­ plausi. Il giorno successivo Menichelli lascia spazio ad alcuni esperimenti. La Slovacchia non vuole fungere da spet-­ tatrice non pagante, così Papajcik fa ca-­ pire agli azzurri che non sarà una pas-­ seggiata l’ultimo impegno ufficiale pri-­ ma dell’europeo. Honorio, però, fa ca-­ pire subito agli avversari che quando l’Italia gioca ai suoi ritmi c’è poco da fare per gli avversari. Al cambio di campo, gli azzurri spostano definitiva-­ CARICA / Il ct Roberto Menichelli e il suo collaboratore Carmine Tarantino in compagnia di Gabriel Lima e Stefano Mammarella

T

FUTSAL IN ROSA

Grinta  e  coraggio  non non  bastano  al  Mojito Sinnai  troppo  forte he la trasferta in terra cagliaritana fosse tremendamente complicata per le ragaz-­ ze di Paolo Nestasio, era pressoché scon-­ tato affermarlo. Al di là del punteggio finale (11-­5 per la capolista), però, è giusto sottoline-­ are l’atteggiamento combattivo delle nostre ragazze, ben diverso da quello messo in mo-­ stra nell’ultima gara di dicembre, allorquando in quel di Vicenza incassarono un pesantissi-­ mo 10-­0. Contro il fortissimo Sinnai, il Mojito Torino ha dimostrato di poter tenere a testa alta anche il confronto con le più forti, seppur con qualche lacuna difensiva di troppo sulle quali il coach piemontese dovrà necessaria-­ mente lavorare. In ogni caso, buon viatico in vista della prova del nove di domenica prossi-­ ma: a Carmagnola arriverà infatti l’Isolotto Fi-­ renze, secondo in classifica a due lunghezze di distacco dalla capolista cagliaritana. Ci si attende un nuovo, piccolo passo in avanti se non altro sul piano del gioco e della personali-­ tà, per concludere onorevolmente lo spaven-­ toso trittico contro avversarie ben più quotate. In classifica, le nostre rimangono non lontane dalla pancia del gruppo, con Lupe e Città di Falconara sempre a tiro. Alle spalle, nessuna invece fa bottino pieno e il vantaggio sulla zo-­ na retrocessione rimane di assoluta sicurezza. A maggior ragione, il sodalizio di Alessandro Accardo potrà vivere con tranquillità la secon-­ da parte di campionato: con l’obiettivo uni-­ co di crescere e migliorare.

C

FLASHNEWS

Lunedì prossimo riparte il girone B di serie C2: Time Warp-Asa, è il momento della verità

COLPI DI CLASSE: Ayem Nour

COPPA  ITALIA  SERIE  B

Le  piemontesi  a  caccia della  Final  Eight:  dalle squadre  venete  l’insidia catteranno sabato 25 gennaio i triangolari che permet-­ teranno l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia di se-­ rie B, in programma dall’11 al 13 aprile in sede unica, ancora da stabilire. Per le tre compagini piemontesi in lizza, certamente l’ostacolo principale alla qualificazione sarà rap-­ presentato dalle formazioni venete, storicamente pericolose e con valori estremamente simili tra di loro. La prima delle nostre rappresentanti a scendere sul parquet saranno i me-­ ravigliosi Bassotti di Luca Eboli, capaci di agguantare l’am-­ missione all’ultimo respiro dopo una clamorosa rimonta nelle ultime settimane di campionato. Sabato 25 gennaio, a Druento, sbarcherà la Fratelli Bari di Reggio Emilia, secon-­ da nel girone C ma distante anni luce (dieci punti alla fine

S

dell’andata) dalla capolista Montesilvano. Gli emiliani po-­ trebbero essere un avversario alla portata al Palatenda Vie-­ sti, sperando poi di compiere la grande impresa in terra vi-­ centina contro l’Arzignano, prima della classe nel girone B. Bra e Libertas Astense, invece, cominceranno la manifesta-­ zione martedì 11 febbraio a seconda di quel che sarà il risul-­ tato delle rispettive avversarie sabato 25 gennaio (martedì 25 febbraio sarà invece in programma l’ultimo match dei triangolari). Per i giallorossi di Gioana, le antagoniste saran-­ no i marchigiani del Porto San Giorgio e i vicentini del Car-­ rè Chiuppano, con questi ultimi verosimilmente l’ostacolo più complicato, anche perché toccherà affrontarli in terra veneta. Triangolare tutt’altro che semplice anche per la Li-­ bertas Astense di Lotta, malgrado la poltrona di regina del girone: la trasferta di Imola non sarà una passeggiata di sa-­ lute, ma è ragionevole credere che, anche in questo caso, la qualificazione alla Final Eight si possa decidere nell’incon-­ tro casalingo contro i trevigiani della Came Dosson. Insom-­ ma, con tutta probabilità, tre piemontesi contro tre venete: il film già visto (e da rivedere) al piano superiore tra Asti e Luparense-­Marca, rischia di avere un gustoso antipasto in serie B. Per una sfida all’arma bianca tra regioni al massimo livello di calcio a 5.

SOCIETA’ EDITRICE: Amets srls via Moretta, 6 - 10138 Torino PER INFO e PUBBLICITA’: 320.89.69.186 MAIL: redazione@tiroliberoweb.it REGISTRAZIONE: Tribunale di Torino DIRETTORE RESPONSABILE: Walter Citro

numero 27 del Registro Giornali e Periodici

CAPOREDATTORE: Sandro Dall’Agnol

del 17 settembre 2013

IN REDAZIONE: Diego Molino, Luigi Trafficante

CENTRO STAMPA: Sarnub srl, via Abate Bertone 14

RESPONSABILE MARKETING: Fabrizio Tosatto

Cavaglià (BI)


SERIE A

03

CAMPIONATO

ACQUA&SAPONE

Risultato identico all’andata, buon pari in Abruzzo

ASTI

4 4 Asti, solita rimonta

1        MAMMARELLA 2        CHAGUINHA 3        CAETANO 5        Egea 8        Cuzzolino 9        Calderolli 10    Borruto 13    LEITAO 16    MURILO F. 17    Montefalcone 19    Di  Matteo 21    Baiocchi

All. BELLARTE

3        LIMA 5        Celentano 7        CAVINATO 10    VAMPETA 11    FORTINO 13    Patias 15    Marquinho 20    KIKO 21    De  Oliveira 22    Casassa 23    Da  Silva 26    Wilhelm

ALL. POLIDO

Reti: 7’02’’ Marquinho (AS), 7’30’’ Cuzzolino (AC), 10’40’’ Borruto (AC), 12’18’’ Chaguinha (AC), 17’ Patias (AS), 19’25’’ Murilo Ferreira (AC), 16’50’’ st Fortino (AS), 18’50’’ st Lima (AS) Arbitri / Frascone di Olbia, Daidone di Trapani Campi di Ciampino (Crono)

IL  MEGLIO La crescita di Patias, esordio e primo gol in campionato: è l’asso nella manica

IL  PEGGIO Non si possono compiere solo miracoli: meglio non andare spesso sotto, no?

Sandro  Dall’Agnol                     Montesilvano  (PE)

sattamente come tre mesi fa, o giù di lì. L’Acqua&Sapone corre, scappa, ma l’Asti dimo-­ stra ancora una volta di non essere prima della classe per caso: soffre, suda, si rialza e, proprio come suc-­ cesse nella prima gara al Palasan-­ quirico, rimonta fino al definitivo 4-­4. Preservando un’imbattibilità che dura ormai da 37 partite, ma confermando che i pescaresi saran-­ no avversari molto pericolosi nella post-­season. E dire che la gara sembrava aver preso una piega orange, nel momento in cui Mar-­ quinho colpisce da distanza ravvi-­ cinata. Ma, in meno di trenta se-­ condi, è Cuzzolino a ristabilire im-­ mediatamente la parità, dando il “la” alla mareggiata abruzzese dei minuti seguenti: colpo sotto di Borruto su Kiko e, poco dopo, con-­ tropiede fulminante di Chaguinha per il 3-­1 che destabilizza Polido. Mammarella sale in cattedra, stop-­ pando a più riprese la reazione di Lima e compagni, ma è Patias, all’esordio in campionato dopo il lungo infortunio, ad accorciare le distanze. Doccia fredda, però, per-­ ché nuovamente in meno di un

E

minuto l’Acqua&Sapone ritrova il gol grazie al capocannoniere Muri-­ lo Ferreira. L’intera seconda frazio-­ ne non può che essere un monolo-­ go astigiano alla ricerca dell’enne-­ sima rimonta stagionale, ma il por-­ tierone della nazionale si rivela ostacolo insormontabile per lun-­ ghissimi minuti. Stimolato dal con-­ fronto, anche Kiko Bernardi si mette in mostra, mantenendo a

galla la barca astigiana. E così, a poco più di tre minuti dal termine, Fortino appoggia in rete il gol del 3-­4 e, nel tourbillon dei portieri di movimento nel finale, è Gabriel Li-­ ma a pescare il jolly vincente dal mazzo. Leitao e Caetano avrebbe-­ ro ancora la doppia chance per in-­ fliggere la prima sconfitta ai gallet-­ ti, ma l’Asti resiste, confermando imbattibilità e attributi.

STELLE / Cavinato salta l’argentino d’Abruzzo Borruto e si prepara a esplodere il sinistro (foto divisionecalcioa5.it)

KAOS

PESCARA

MARTINA

LUPARENSE

MARCA

NAPOLI

LAZIO

RIETI

x 3

x   2

4

4  

0

20  

4

3  

ZARAMELLO LAION MORGADO COCO FABIAN PEDOTTI SERGIO KAKA’ NICOLODI JEFFE Leggiero Brugin Romano Andrè  Ferreira Foglia Tuli Jonas Pereira Di  Clemente Failla Chiavaroli Petriglieri Barigelli Guennounna

ALL. CAPURSO

ALL. PATRIARCA

Reti: 13’40’’ Sergio (P), 18’58’’ Foglia (P), 3’09’’ st Tuli (K), 3’32’’ st Pereira (K), 8’08’’ st Tuli (K) Arbitri / Nitti di Barletta, Gelonese di Milano. Zanna di Ferrara. (Crono) Ammoniti / Morgado (P), Pedotti (K), Leggiero (P), Jonas (P), Zaramello (P)

LA  GARA Non smette di stupire il Kaos, continua a deludere il Pescara. La prima vittoria casalinga per la squadra di Capurso è un vero capolavoro, al termine di una strepitosa rimonta in un secondo tempo da ricordare. Perché Sergio e Foglia avevano illuso gli abruzzesi nella prima frazione, salvo poi vedere lo scatenato Tuli trasformarsi in match-winner di giornata.

LOPOPOLO MANFROI DAO BOCAO FININHO Arellano Marinosci Solidoro Luft Caio Paulinho Micoli

PUTANO CAPUTO HONORIO MERLIM CANAL Ercolessi Follador Caverzan Bertoni Taborda Waltinho Morassi

SIMEONE BERTONI R. EVANDRO CAMPANO ABDALA Botta Milucci Noro Bico Fornari Gonzalez Garcia  P.

MOLITIERNO BACARO PAULINHO IPPOLITI SCHININA’ Salas Emer Hector Dimas Ruben Mentasti Patrizi

MIARELLI FORTE ALVARO ROGERIO CREMA Silveira Marinho De  Luca Rescia Esposito Colangeli Dal  Cin

ALL. CALMONTE ALL. ORANGES

ALL. D’ORTO

Reti: 0’22’’ Forte (R), 14’52’’ Rogerio (R), 18’56’’ Dimas (L), 11’28’’ st Rescia (R), 12’15’’ st Ippoliti (L), 16’03’’ st Hector (L), 18’28’’ st Dimas (L)

Arbitri / Sabatini di Bologna, Malfer di Rovereto. De Francesco di Bari (Crono)

Reti: 1’20’’ Campano, 8’ Noro, 9’ Abdala, 9’50’’ Bico, 10’20’’ Campano, 15’ Milucci, 15’30’’ Noro, 20’ Fornari, 1’ st Bertoni, 3’30’’ Campano, 4’34’’ e 6’ Evandro, 10’10’’ Abdala, 11’45’’ Bertoni, 14’33’’ Noro, 14’55’’ e 15’ Fornari, 15’40’’ e 19’10’’ Evandro, 19’30’’ Abdala

Ammoniti / Honorio (L), Waltinho (L), Bocao (M)

Arbitri / Maggiore di Bologna, Calaprice di Bari. Romanello di Padova (Crono)

Ammoniti / Hector (L), Rogerio (R)

ALL. BASILE

ALL. COLINI

BARGELLINI ROSSO ZAGATI DI GUIDA DE ZEN Esposito Suraci Basso Santi Ait-Cheikh Bello

Reti: 2’40’’ Bertoni (L), 3’10’’ Fininho (M), 6’07’’ Merlim (L), 10’40’’ Manfroi (M), 0’40’’ st Manfroi (M), 8’26’’ st Bertoni (L), 10’56’’ st Ercolessi (L), 15’41’’ st Paulinho (M)

LA  GARA Partita scoppiettante e splendida impresa del Martina che riesce a incatenare la strafavorita Luparense, rimontandola per ben tre volte. Filo dell’equilibrio che non si spezza mai, visti i continui botta e risposta che si concludono con il definitivo pari di Paulinho. Con Taborda portiere di movimento, Colini cerca di vincerla ma si ferma alla traversa di Bertoni.

LA  GARA Forse sarebbe meglio raccontare una barzelletta piuttosto che descrivere un 20-0. O forse anche la stessa Marca è diventata una brazelletta, con i suoi ragazzini allo sbaraglio e sommersi dall’alta marea napoletana: quatrro reti di Evandro, tre per Campano, Abdala, Noro e Fornari, doppietta per Bertoni, centri isolati di Milucci e Bico.

ALL. MUSTI

Arbitri / Lena di Treviso, Novellino di Potenza, Colombi di Tivoli (Crono)

LA  GARA Quando il portiere di movimento può ribaltare l’andamento di una partita. Così è stato nel derby laziale, vinto infine dai ragazzi di D’Orto al termine di un pauroso inseguimento a suon di superiorità numerica. Il doppio vantaggio rietino (2-0, poi 3-1) non basta, perché con Ippoliti “uomo in più” la Lazio trova sempre il modo di colpire la squadra di Musti.

Online  2  -  14/01/2014

L’opinione di Sergio Tabbia

Patias  pronto per  l’Europeo l 2014 che è appena inizia-­ to vede sicuramente nei campionati Europei, l’evento più importante a li-­ vello continentale del calcio a cinque. L’Italia ci sarà, rap-­ presentata da giocatori che sono in grado di ambire al gradino più alto del podio. Tra questi, possiamo ammi-­ rare un folto gruppo che rap-­ presenta la nostra regione e la città di Asti. Roberto Me-­ nichelli, nelle pre-­convoca-­ zioni ufficiali ha scritto cin-­ que nomi che difendono i co-­ lori orange, ma dubito che tutti e cinque faranno alla fi-­ ne parte della rosa che volerà ad Anversa. Lima e Fortino sono sicuri del posto, tra gli altri nomi io punterei il dito su Patias. Il giocatore ha re-­ cuperato a pieno dall’infor-­ tunio con una tabella di gua-­ rigione praticamente perfetta per farsi trovare pronto all’Europeo. Menichelli ha notato tutto questo e non si è fatto sfuggire l’occasione di visionarlo da vicino.

I

CLASSIFICA DECIMA GIORNATA Acqua&Sapone-Asti Martina-Luparense Marca-Napoli Kaos-Pescara Lazio-Rieti

ASTI ACQUA&SAPONE MARCA LUPARENSE NAPOLI KAOS LAZIO MARTINA RIETI PESCARA

PT 22 15 15 14 13 13 13 11 10 8

4-4 4-4 0-20 3-2 4-3 G 10 10 10 10 10 10 10 10 10 10

V 6 3 4 3 4 3 3 3 3 2

N 4 6 3 5 1 4 4 2 1 2

P 0 1 3 2 5 3 3 5 6 6

F S 47 26 41 33 33 47 30 26 41 35 33 27 28 35 29 35 27 38 29 36

PROSSIMO TURNO (15/2) Rieti-Acqua&Sapone Luparense-Kaos Napoli-Martina Asti-Marca Pescara-Lazio

MARCATORI 11 RETI: Murilo Ferreira (Acqua&Sapone) 9 RETI: Canal, Bertoni (Luparense), Hector (La-

zio), Cuzzolino (Acqua&Sapone), Lima (Asti), Fornari (DHS Napoli) 8 RETI: Kakà (Kaos), Cavinato, Fortino (Asti), Paulinho (LC Solito Martina) 7 RETI: Jonas (Pescara), Dimas (Lazio) 6 RETI: Davì, Rogerio (Rieti), Vampeta (Asti), Leitao (Marca), Calderolli (Acqua&Sapone), Campano, Bico (DHS Napoli), Ercolessi (Luparense)


SERIE A2

04

Online  2  -  14/01/2014

Tripletta del mancino, CLD superbo

Pesante sconfitta per i ragazzi di Rosa

ZaneShow CrollAosta CLD

TONIOLO MI Alfonso  Forti                      

3 2 Mastrogiacomo Monsurrò Siviero Zanella Oanea Silvestri Resner Gil Iapicca Tipau Lentini Borsello

All. GOMES

Bosetti Vincenti   Peverini  M. Intini Pierro Esposito Carlin Zaninetti Peverini  L. Cuomo Ghezzi Tondi

ALL. SAU

Reti: 18’50’’ Zanella (C), 3’30’’ st Zanella (C), 7’10’’ st Ghezzi (M), 13’40’’ st Zaninetti (M), 17’59’’ st Zanella (C) Arbitri / Saitta di Catania, De Coppi di Conegliano. Allotta di Torino (Crono) Espulso / 18’55’’ Intini (T)

Caramagna  (CN)    

uccesso preziosissimo per la banda Lino Gomes che pro-­ prio non vuol smettere di stu-­ pire il mondo del calcio a 5. Il vantaggio di ben dodici lunghez-­ ze sulla quota salvezza rappresen-­ ta ormai certezze che vanno oltre la semplice aritmetica. La squadra di Dario Lamberti sta dimostran-­ do a tutti di valere ampiamente la categoria e, ora, superata brillan-­ temente la boa di metà stagione, l’obiettivo non può che tramutarsi nell’arrivare il più in alto possibile e regalare ancora gioie ed emozio-­ ni al pubblico carmagnolese. Emozioni straordinarie come quelle suscitate da Ricardo Zanel-­ la, autore della doppietta che indi-­ rizza la partita e, soprattutto, del tris che fa espoldere il palazzetto di Caramagna a due minuti dalla sirena. Perché un Toniolo mai do-­ mo era riuscito a rientrare in par-­ tita con Ghezzi e Zaninetti, prima del dodicesimo sigillo stagionale dell’italo-­brasiliano. Sugli scudi, anche Bruno Mastrogiacomo, au-­ tore di alcuni interventi prodigio-­ si: con un asse così, i lupi possono continuare a sognare.

S

LECCO

AOSTA

6 1 Gilli Antonietti Urio Di  Maria Murilo Eddassouli De  Agnus Belloni Castagna Castellani Gomes Delaiti

All. MARQUES

Faustinelli Barcellos Turelo Murilo  R. Ruiz  F. Lucianaz De  Lima Birochi Bellafiore Gullone Monteleone

ALL. ROSA

Reti: 2’46’’ Urio (L), 14’23’’ Belloni (L), 16’ aut. Gomes (L); 1’40’’ st Belloni (L), 14’38’’ st Urio (L), 17’15’’ st e 19’11’’ st Gomes (L) Arbitri / Panebianco di Acireale, Cursi di Jesi. Tangi di Monza (Crono) Ammoniti / Turelo (A), De Agnus (L), Birochi (A), Ruiz Fernandez (A), Di Maria (L), Murilo Rodrigues (A)

Romeo  Agresti                       Lecco

ifficile da commentare (e da digerire) la trasferta aostana in quel di Lecco. Un pesan-­ tissimo 6-­1, davvero senza atte-­ nuanti per una squadra che conti-­ nua a vivere di alti e bassi e non riesce più a ritrovare continuità di rendimento. Preoccupa, una volta di più, l’assetto difensivo, total-­ mente incapace di arrestare la verve di Gomes, Belloni e Urio tutti e tre a segno con una dop-­ pietta. Con questa sestina incassa-­ ta, la difesa di Rodrigo Rosa sale a quota 54 reti subite: è proprio su questo punto che gli aostani do-­ vranno compiere il salto di quali-­ tà per stabilizzarsi nell’altissima classifica. Perché al netto di un potenziale offensivo da prime della classe, la quarta peggior di-­ fesa del girone non può essere viatico per la crescita complessiva e per l’assestamento in categoria. Sabato prossimo, comunque, im-­ mediata occasione di riscatto al cospetto della Dolomitica Bellu-­ no, straultima in graduatoria e con più di un piede già in serie B. La vittoria non potrà, e non do-­ vrà, essere in discussione.

D

CAMPIONATO

CLASSIFICA   QUINDICESIMA GIORNATA Lecco-Aosta 6-1 Sestu-Cagliari 5-5 CLD-Toniolo Mi 3-2 Dolomitica BL-Tridentina 1-4 New Team-Fassina 8-5 Forlì-Reggiana 4-3 Riposa: PesaroFano PT G V N P F S NEW TEAM 36 14 12 0 2 77 49 SESTU 34 14 11 1 2 63 35 CAGLIARI 26 13 8 2 3 60 40 PESAROFANO 25 13 7 4 2 50 35 AOSTA 23 14 7 2 5 59 54 FORLÌ 22 14 7 1 6 49 40 CLD 20 14 5 5 4 41 37 REGGIANA 19 14 6 1 7 42 48 LECCO 18 14 6 0 8 55 52 FASSINA 17 12 5 2 5 54 36 TRIDENTINA 8 14 2 2 10 37 57 TONIOLO MI 7 14 2 1 11 42 83 DOLOMITICA BL 1 14 0 1 13 24 87 PROSSIMO TURNO (18/1) Cagliari-Forlì Fassina-CLD PesaroFano-Sestu Reggiana-Tridentina Aosta-Dolomitica BL Toniolo Mi-Lecco Riposa: New Team

MARCATORI 21 RETI: Teixeira (New Team), Dudù (Fassina) 19 RETI: Cujec (New Team), Antonietti (Lecco) 17 RETI: Dudù (Reggiana) 14 RETI: Fusari (Tridentina), Lucas (Forlì) 13 RETI: Melo (Pesarofano) 12 RETI: Zanella (CLD), Turelo (Aosta), Halimi

(New Team), Santana (Sestu)


05

PUBBLICITA’

Online  2  -  14/01/2014

Per PUBBLICITA’ e COLLABORAZIONI COMMERCIALI CONTATTA LA REDAZIONE AL NUMERO 320.8969186 o alla mail REDAZIONE@TIROLIBEROWEB.IT

“NOI SIAMO IL TUO GIORNALE” “La  Vostra  passione  è  inchiostro  per  le  nostre  penne”

Il calcio a 5 a casa tua


SERIE C

06

EXTRA

Online  2  -  14/01/2014

“Lo sport supera le differenze” il motto dell’evento di sensibilizzazione

Gem&Torino for disabled                       erata di futsal in amicizia quella di venerdì sera nella Palestra dei Salesiani di Fossa-­ no dove si sono sfidate la Gem Chimica Tarantasca e la squadra del TORINO F.D. Nata da un’idea di Claudio Girardi (nato a Torino nel 1973 e residente a Cervere) il Football Club per disabili, fisici, sordi, relazionali. Si chiama Torino F.D. “Torino for Disabled”, ed è un’associazione sportiva dilettanti-­ stica, con l’appoggio del Cip Pie-­ monte (Comitato Paralimpico re-­ gionale). “Lo Sport supera le diffe-­ renze” è e lo spot per tutte le mani-­ festazioni sportive della squadra granata. Questa iniziativa vuole dare un messaggio di grande spes-­ sore umano, oltre che sportivo: in-­ tegrare ragazzi disabili, con la pas-­ sione del pallone, in una vera e propria squadra di calcio, e farli giocare con i colori granata. L’inte-­ grazione dei ragazzi disabili e lo sport, il calcio in questo caso, ren-­ de tutti uguali senza differenze perchè rende liberi di esprimersi. Claudio Girardi, disabile fisico dal-­ la nascita e dalla nascita tifoso gra-­ nata, ha avuto modo di confrontar-­

S

si con realtà sportive internazionali grazie alla società di Castellarano G.s. dei Castelli del presidente Ste-­ fano de Luca, che gli ha permesso di conoscere lo sport fra disabili, ed è proprio il senso del gruppo, i valori morali e del vivere in ma-­ niera pulita il calcio, che è nata l’idea di costituire il Torino F.D. Il progetto vuole sensibilizzare l’opi-­ nione pubblica verso una maggio-­ re attenzione allo sport fra disabili come integrazione e superamento delle difficoltà sia fisiche che so-­

pratutto morali. Si propone di far conoscere questa realtà attraverso tornei e manifestazioni di benefi-­ cenza sia nazionali che internazio-­ nali. Per la cronaca: nata, voluta e organizzata grazie all’amicizia dei Mister della Gem Bailo e Nibbio con Cristiano Gaviglio, volto stori-­ co del calcio a 5 piemontese, e per l’occasione numero 1 dei granata;; nel primo tempo le due squadre si sono sfidate con le proprie forma-­ zioni e il risultato è andato a favore della Gem mentre nel secondo

tempo, come già successo nell’ami-­ chevole tra Torino F.D. ed il Bra, le squadre si sono mischiate dando vita ad un vero e proprio spettaco-­ lo di calcio a 5. Veri mattatori della seconda frazione di gioco sono sta-­ ti il portiere Zamburlin, Gerlotto e Tranchero che con la maglia della Gem hanno dovuto fronteggiare gli attacchi dei “granata” Insinna, Dotto e bomber Piazza;; un duello tra questi due gruppi che ha diver-­ tito e strappato applausi al pubbli-­ co intervenuto.

COPPA ITALIA

Città  Giardino l’avversario   di  martedì aranno i ragazzi genovesi del Città di Giardino il primo ostacolo della Gem Tarantasca nella fase naziona-­ le della Coppa Italia. La com-­ pagine guidata da Ricci (anche secondo portiere della squa-­ dra) ha battuto nella finale re-­ gionale il quotato Tigullio, ol-­ treuttto sul terreno di Chiava-­ ri, casa dei tigullini. 6-­3 il risul-­ tato finale con protagonista as-­ soluto il capitano Marullo, au-­ tore di una tripletta e da tene-­ re sotto stretta osservazione martedì sera a Fossano. La ga-­ ra è in programma alla Pale-­ stra dei Salesiani martedì 21, appunto, alle ore 21. Dal risul-­ tato della gara dipenderà il ca-­ lendario successivo, perché nel triangolare è compreso an-­ che il Futsal San Damiano di Monza, verosimilmente l’av-­ versario più ostico nella corsa alla qualificazione ai quarti di finale, dove si incroceranno i tacchetti con la vincente del triangolare Veneto/Trentino Alto Adige/Friuli. Seconda gara del triangolare in pro-­ gramma il 28 gennaio e ultimo turno il 4 febbraio.

S


SERIE B

07

CAMPIONATO

LIB.ASTENSE

PRATO

4 1 1        TROPIANO 2        CANNELLA 3        Sorce 4        De  Simone 5        Pennisi 6        Volpato 7        MASCHIO 8        Modica 9        DIAS 10    FISCANTE 12    Cobuccio

1        CLEBER 2        Villani 3        Santi 4        OSCAR 5        CALAMAI 7        Poggini 8        WELLINGTON 10    Apruzzese 11    Vincentini 12    Campagna 13    RAFINHA

ALL. COCCIA

All. LOTTA

Reti: 13’30” Maschio (A), 19’20” Pennisi (A), 9’36” st Calamai (P), 12’41” st Cannella (A), 15’02” st Fiscante (A) Arbitri / Barban di Castelfranco, Urban di San Donà. Trento di Asti (Crono) Espulsi / 7’23” st Dias (A), 11’30” st Calamai (P)

IL  MEGLIO Mentalità Astense, conscia delle difficoltà riesce comunque a far bottino pieno

IL  PEGGIO La giornata negativa di Edu Dias: anche i migliori possono incepparsi

CASTELLAMONTE

PISTOIA

8

0  

NEGRO FRER LAHRECHE CRESTETTI AMELA RIBEIRO Monti Luz Pierri Castro Karouani Cardamone Petri

GAVAGNI GINANNI CHIAPPELLI GOCAJ NOZZOLI Sanesi Rakita Di  Lauro De  Renfis Pullera

ALL. MONTESANO ALL. BIAGINI Reti: 2 Luz, Crestetti, Amela, Ribeiro, Monti, Karouani, Pierri. Arbitri / Davì di Bologna, Di Micco di Frattamaggiore, Costa di Collegno (Crono). Espulso / Negro Frer (C), Gocaj (P) Ammoniti / Chiappelli (P), Ginanni (P)

Luigi  Trafficante       Castellamonte  (TO)

on poteva esserci inizio migliore per il Castella-­ monte. Se il 2013 ha rega-­ lato più bassi che alti – vedi la posizione di classifica non entu-­

N

Online  2  -  14/01/2014

Astense un po’ arrugginita, ma batte anche il Prato

La Nona di Lotta Walter  Citro                       Asti

na cosa è certa: l’Astense non soffre di vertigini. La capolista rimane tale anche dopo la vittoria contro il Prato. Quest’ultimo è arrivato in terra astigiana con una rosa rivolu-­ zionata rispetto al 2013. I tosca-­ ni si sono rinforzati molto sul mercato (vedi Cleber e Rafinha) con l’obiettivo di centrare i pla-­ yoff dopo un inizio di stagione molto problematico. La classifi-­ ca parla chiaro con quel terz’ul-­ timo posto che lascia poco spa-­ zio alle parole, ma contro que-­ sta Astense è davvero dura non uscire a mani vuote. A fine gara Lotta dichiarerà che la sosta na-­ talizia non è affatto giovata ai suoi ragazzi. Come non dargli torto soprattutto quando, per lunghi tratti, i piemontesi han-­ no denotato una circolazione di palla imbarazzante per essere una prima della classe. Edu Dias risulta impalpabile con una serie di errori da ultimo che denotano uno scarso fee-­ ling alla gara. Il Prato tiene e non barcolla, anzi rischia anche di rompere l’equilibrio nel pun-­

U

siasmante e il cambio della gui-­ da tecnica – il girone di ritorno, al contrario, si apre con un ro-­ boante successo ai danni di un Pistoia arrivato in Piemonte con una squadra rimaneggiata che ha costretto mister Biagini a far scendere in campo ragazzi inte-­ ressanti provenienti dal settore giovanile. Montesano, dall’altra parte, sceglie il quintetto miglio-­ re a disposizione affidandosi all’esperienza dei senatori. Tut-­ to facile per i padroni di casa in controllo quasi assoluto della partita e il vantaggio si materia-­ lizza da uno schema su calcio di punizione che capitan Crestetti trasforma mettendo alle spalle di Gavagni. Il raddoppio arriva grazie al destro chirurgico dalla distanza del numero 8 bianco-­ nero Cleber servito dal calcio d’angolo di Pierri. La partita po-­ trebbe riaprirsi improvvisamen-­ te grazie all’ingenuità di Negro Frer che in maniera scomposta abbatte Ginanni fuori dall’area: doppio giallo e padroni di casa in inferiorità numerica. Ma gli ospiti non ne approfittano con-­ cedendo il terzo gol agli avver-­ sari grazie a Karouani lesto ad approfittare della corta respinta su tiro libero di Cleber. La ripre-­ sa si apre sulla farsa riga della prima mezz’ora con la netta su-­ periorità dei padroni di casa che dilagano con le doppiette di Ri-­ beiro e Cleber e i gol di Pierri e Monti che chiudono di fatto una gara mai in discussione ripor-­ tando il sereno in casa Castella-­ monte per un 2014, si spera, all’insegna dei colori bianconeri.

teggio ma a pochi centimetri dalla porta Apruzzese non rie-­ sce incredibilmente ad impatta-­ re la sfera. Gol sbagliato, gol su-­ bito: anche nel calcio a cinque vige questa regola. Maschio è abile a metterla in pratica con un guizzo dei suoi. Nel suo momento peggiore l’Astense stempera le velleità di successo del Prato chiudendo la prima frazione in ascesa con il sigillo di Pennisi abile a sfruttare una magia di Fiscante. Avanti per 2-­ 0 i padroni di casa hanno il grande demerito di mettere alla luce tutte le lacune derivanti dalla sosta invernale. Il cervello dell’Astense, Edu Dias, esce mestamente di scena dopo il secondo cartellino giallo a coro-­ namento di una prestazione da dimenticare, e in contempora-­ nea il successivo sigillo di Cala-­ mai, di fatto riapre la partita (2-­ 1). L’Astense versione 2014 viaggia a corrente alternata, ma quando attacca la spina sono dolori per tutti: prima Calamai vede la doccia anticipata, e suc-­ cessivamente Cannella e Fi-­ scante mettono al sicuro il pri-­ mo successo del nuovo anno. Il nono consecutivo.

BRA

BLUE ORANGE

7

2  

VARTULI BUSSI BUSSETTI GRANATA CADDEO Ruggirello Guercio Bignante Rosso Golè Cugnolio Caccese

ALL. GIOANA

ROVERE MELINI TORRE GIUSTACCHINI BIANCO Ausenda Rossi Stassi Serva Ferrandini Calvi Aiello

ALL. BASTA

Reti: 3’ Granata (Br), 6’ Bussi (Br), 2’ st, 3’ st Granata (Br), 5’ st Bussetti (Br), 6’ st Serna (Bl), 10’ st, 15’ st rig Granata (Br), 18’ st Torre (Bl). Arbitri / Rotunno di Milano e Battista di Treviso. Pasquino di Nichelino (Crono) Espulsi / Golè (Br), Torre (Bl)

Romeo  Agresti                     Bra  (CN)

l Bra inizia il 2014 con il piede ben pigiato sull’acceleratore e con l’obiettivo di mantenere il passo della scatenata Libertas Astense, provando a contrastare

I

CLASSIFICA DODICESIMA GIORNATA Bra-Blue Orange Atlante Gr-Poggibonsese Castellamonte-Pistoia Pisa-I Bassotti Lib. Astense-Prato Riposa: Isolotto Fi PT G LIB. ASTENSE 29 11 BRA 27 11 POGGIBONSESE 23 11 I BASSOTTI 16 11 PISTOIA 16 11 ATLANTE GR 15 11 PISA 14 11 CASTELLAMONTE 13 11 PRATO 12 11 ISOLOTTO FI 6 10 BLUE ORANGE 0 11

7-2 6-3 8-0 2-1 4-1 V 9 9 7 4 5 5 4 4 3 1 0

N 2 0 2 4 1 0 2 1 3 3 0

P F S 0 60 27 2 55 37 2 47 32 3 49 36 5 43 46 6 47 57 5 37 45 6 37 39 5 38 40 6 24 39 11 31 70

PROSSIMO TURNO (18/1) Pistoia-Bra Prato-Atlante Gr Blue Orange-Pisa Poggibonsese-Isolotto Fi I Bassotti-Lib. Astense Riposa: Castellamonte

MARCATORI 32 RETI: Granata (Bra) 17 RETI: Fiscante (Astense) 13 RETI: Cannella (Astense) 12 RETI: Umalini (Pisa) 11 RETI: Righeschi (Poggibonsese) 10 RETI: Berti (Atlante Gr.), Mangione (Poggibonsese), Wellington (Prato)

9 RETI: Maschio (Astense), Marcelo (Atlante Gr),

Monti (Castellamonte), Cerato, Perino (I Bassotti), Borsacchi (Pisa), Pellegrino (Poggibonsese) CANNELLA / Gioele in gol anche contro i toscani

i biancazzurri fino alla fine. Ve-­ ro, l’ostacolo rappresentato dai liguri del Blue Orange, fermi malinconicamente a zero punti, non era tra i più probanti: ma dopo lo shock subito al Brasport nell’ultima gara di dicembre (1-­6 con la Poggibonsese), era neces-­ sario invertire immediatamente la rotta. Vittoria pressoché scon-­ tata se è vero che dopo pochissi-­ mi minuti i braidesi conduceva-­ no già per 2-­0 grazie ai centri di Granata e Bussi. Il resto del match è pura, ordinaria ammini-­ strazione per i ragazzi di Marco Gioana che controllano il debole ritorno del Blue Orange e, nei se-­ condi venti minuti, ne approfit-­ tano per arrotondare il bottino e per rimpinguare le casse di capi-­ tan Daniele Granata. Il numero 10 giallorosso, con la complessi-­ va cinquina rifilata ai liguri si is-­ sa a quota 32 reti stagionali, as-­ solutamente inarrivabile per nes-­ sun giocatore in categoria. A se-­ gno anche Bussetti, prima che Serna e Torre limitassero la diffe-­ renza reti a un più onorevole meno cinque. Notizie positive, dunque, per i cuneesi e invece molto negative per la compagine guidata da Franco Basta, vero uomo-­cardine del progetto Blue Orange: si vocifera, infatti, che quella in corso possa essere ad-­ dirittura l’ultima stagione di fe-­ derazione per una squadra, una società in evidente difficoltà tec-­ nica e strutturale: basti pensare alle undici sconfitte su undici collezionate in B e alle undici su dodici con l’Under 21. Numeri impressionanti e demotivanti.

PISA

I BASSOTTI

2

1  

Iacoponi Capozza Bertoldi Roggio Cofrancesco Della  Casa Castellana Vasarelli Borsacchi Capuano Vairo Macias

SFRISO COSTANZO CERATO CUCINOTTA MINCHILLO Di  Ciommo Summo Marchiori Bassis Buggè Carnino Salzotto

ALL. LAMI

ALL. EBOLI

Reti: 12’ Capozza (P), 18’ Capozza (P), 19’ st Cerato (B) Arbitri / Bruschi di Ancona e Pallotti di Fermo. Puorto di Firenze (Crono) Ammoniti / Costanzo, Cucinotta (B)

LA  GARA Dopo quattro vittorie consecutive si ferma la corsa de I Bassotti, sconfitti per 2-1 da un Cus Pisa bravo a mettere in cassaforte la partita già nel primo tempo grazie al doppio vantaggio che ha costretto la squadra di Eboli a una gara di sofferenza. Il gol di Cerato nella ripresa non è servito a Costanzo e compagni a dare la scossa giusta per una sconfitta che sa di beffa.


UNDER 21- GIOVANILI

08

CAMPIONATO

Online  2-  14/01/2014

La CLD si impone in Liguria allo scadere, mentre Aosta e Asti continuano a volare

Guidotti, vittoria al fotofinish AOSTA

CASTELLAMONTE

ASTI

BRA

BLUEORANGE

CLD

9

1

10

0  

5

6

7

6

6

BUSELLI STASSI ROSSO CORRADI FAVALLI Paternoster Rossi Allcca Littardi Basta  A.

BORSELLO MONSURRO’ SIVIERO OANEA SILVESTRI E. Wallace Silvestri  D. Guidotti Iapicca Grageda

MONACO BASSIS ESPOSITO PIERRO BARBASSO Casamenti Mendico Di  Ciommo Sanfilippo Miccichè Capobianco

BORSANI ISABELLA NASSI VILLELLA M. GUGLIELMI Casale Stranges Scollo Vacchi

POZZO BORGHI QUEIROLO SPINETTI AIELLO Abedini Bencini Guggiari Gnecco Mehillaj Canessa

ALL. GOMES

ALL. COSTANZO

ALL. SURACE

MONTELEONE BOVENZI GULLONE KAROUANI BIROCHI MEDAGLIA BELLAFIORE SCALISE LUCIANAZ CARDAMONE Estedadishad Gallo Picciavani Assabil Turelo Modulo Traglia Castro Charrier Giachetto Pellegrino Boche

ALL. ROSA

FOGLIOTTI SANERO GARBIN CUGNOLIO CARIA BUSSI MORELLATO GERBINO NOTO FERRANTELLI Di  Venanzio Filippa Parauda Nasso Lovisolo Contiero Catalano Biraghi Fazio Siciliano Ortalda Fontebasso

ALL. PATANE’

ALL. NIZZA

Reti: 4 Lucianaz (A), 2 Traglia (A), Bellafiore (A), Estedadishad (A), Picciavani (A), Gallo (C) Arbitri / Aricò di Bra e Piana di Biella (Crono) Ammonito / Castro (C)

ALL. BERTELLO

Reti: 2 Garbin, 2 Fazio, 2 Noto, 2 Caria, Parauda, Morellato Arbitri / Saitta di Catania e Basile di Torino (Crono)

ALL. BASTA F.

I BASSOTTI HAPPY TIME

Reti: 2 Favalli (B), 2 Stassi (B), Littardi (B), 2 Siviero (C), 2 Oanea (C), Monsurrò (C), Guidotti (C)

Reti: 3 Mendico (B), 2 Esposito (B), Sanfilippo (B), Barbasso (B), 2 Scollo (H), Isabella (H), Guglielmi (H), tl Nassi (H), Vacchi (H)

Arbitri / Stoppa e Molinari di Imperia (Crono)

Arbitro / Morabito di Vercelli e Vivarelli di Collegno

Ammoniti / Corradi (B), Rossi (B), Favalli (B), Oanea (C)

Ammoniti / Bassis (B), Esposito (B)

Espulso / Stassi (B)

LA  GARA

LA  GARA

Il risultato finale dice quasi tutto sull’andamento della gara. Il Castellamonte riesce a restare in partita per un tempo, ma dopo l’intervallo i padroni di casa dilagano. L’Aosta mostra una bella circolazione di palla e fa sua la partita anche grazie all’ottima prestazione individuale di Lucianaz, autore di quattro gol. Da evidenziare il fair play fra entrambe le squadre.

CLASSIFICA QUATTORDICESIMA GIORNATA Asti-Bra Aosta-Castellamonte Blue Orange-CLD I Bassotti-G3 Happy Time Tigullio-Lib. Astense Riposa: Sportiamo PT AOSTA 37 ASTI 36 TIGULLIO 26 BRA 24 CLD 23 I BASSOTTI 22 CASTELLAMONTE 14 LIB. ASTENSE 12 HAPPY TIME 9 BLUE ORANGE 3 SPORTIAMO 0

G V 13 12 13 12 13 8 13 8 13 7 13 7 13 4 13 4 12 3 12 1 12 0

10-0 9-1 5-6 7-6 6-2 N 1 0 2 0 2 1 2 0 0 0 0

P F S 0 81 18 1 11119 3 63 49 5 61 57 4 77 50 5 73 54 7 53 64 9 48 64 9 49 99 11 45 97 12 23113

PROSSIMO TURNO (19/1) Lib. Astense-Aosta G3 Happy Time-Asti Castellamonte-Blue Orange Sportiamo-I Bassotti Bra-Tigullio Riposa: CLD

Compito piuttosto agevole quello dell’Asti, che liquida la pratica Bra con una vittoria netta e convincente. Troppa la differenza fra le due squadre vista in campo. I cuneesi pensano esclusivamente a difendersi, ma le triangolazioni dei padroni di casa hanno la forza di aprire varchi in difesa. Buona la concentrazione dell’Asti per tutta la partita.

MARCATORI 21 RETI: Noto (Asti) 20 RETI: Siviero (CLD) 18 RETI: Mendico, Pierro (in foto) (I Bassotti) 17 RETI: Lucianaz (Aosta) 15 RETI: Silvestri E. (CLD) 14 RETI: Oanea (CLD), Nassi (Happy Time), Espo-

sito (I Bassotti) 13 RETI: Iurmanò L. (Aosta), Canessa (Tigullio) 12 RETI: Birochi (Aosta), De Oliveira, Fazio (Asti), Bussi (Bra) 10 RETI: De Simone (Astense), Garbin (Asti), Castro (Castellamonte), Lentini (CLD) 9 RETI: Gullone (Aosta), Corradi, Stassi (Blue Orange), Ferrantelli, Gerbino (Bra), Karouani (Castellamonte), Guggiari, Queirolo (Tigullio)

LA  GARA

LA  GARA

TIGULLIO LIB.ASTENSE

ALL. BAFFETTI

2   Cobuccio Calvo Sorce Volpato Licco De  Simone Cotza Pinna

ALL. FRENNA

Reti: 2 Canessa (T), 2 Mehillaj (T), Gnecco (T), Spinetti (T), Sorce (L), Cotza (L) Arbitro / Schito di Milano e Salvemini di La Spezia (Crono) Ammoniti / Spinetti (T), Sorce (L)

LA  GARA

Vittoria importante e sofferta per la Cld. La squadra guidata da Gomes fatica, si ritrova anche in svantaggio per 4-2, ma poi ha la forza di reagire e di ribaltare il risultato. Il gol della vittoria è realizzato da Guidotti nel finale. Sempre negli ultimi momenti della partita Siviero si concede addirittura il lusso di sbagliare un calcio di rigore.

Col fiato sospeso fino all’ultimo. In sintesi è stata questa la gara dei Bassotti. I padroni di casa concludono il primo tempo in vantaggio per 3-2. Nella ripresa vanno addirittura sul 7-2, ma poi subentrano troppi cali di concentrazione che mettono quasi a rischio il successo. L’Happy Time sbaglia troppo nella ripresa con Guglielmi e Vacchi quasi a porta vuota.

Il Tigullio centra una vittoria importante dal punto di vista del risultato, ma anche per quello che si è visto sul campo. La squadra di Baffetti sta crescendo bene, dimostra la necessaria cattiveria agonistica e gioca con il giusto approccio alla partita. Da evidenziare la prestazione di Spinetti, classe 1996, uno degli ultimi arrivati e di capitan Queirolo.

TURNO DELL’EPIFANIA

COPPA ITALIA U21

JUNIORES ALLIEVI GIOVANISSIMI

Colpo  Bra su  I  Bassotti

Allenamento di  Coppa

Sabato  si ricomincia

ella tredicesima giornata spiccava il derby fra Li-­ bertas Astense e Asti. Vit-­ toria larghissima (0-­12) per la squadra allenata da Patanè, che ci mette poco a indirizzare la partita a suo favore. Per quanto visto in campo spicca la presta-­ zione di De Oliveira, autore di ben cinque reti personali e di Garbin, che si è fermato a tre gol. Vittoria esterna anche per l’Aosta di Rosa, che sul campo della Cld vince per 6-­2: sugli scudi Luca Iurmanò e Gullone, autori entrambi di due gol. Im-­ portante vittoria casalinga del Bra di Bertello contro I Bassotti: 4-­3 il risultato finale, decisiva la tripletta segnata da Bussi. La giornata è stata completata da Happy Time-­Sportiamo (9-­5) e dalla vittoria del Tigullio in quel di Castellamonte.

potizzare un ribaltone è pra-­ ticamente impossibile, dopo il 14-­1 maturato nella gara di-­ cembrina. Ecco perché il ritorno dei sedicesimi di finale di Cop-­ pa Italia, in programma merco-­ ledì sera a Montfleury, sarà po-­ co più che un semplice allena-­ mento per Aosta e Asti. Le tre-­ dici reti di scarto inflitte dai Burros di Hernan Patanè ai val-­ ligiani è un’assicurazione sulla qualificazione agli Ottavi di fi-­ nale della manifestazione. Occa-­ sione buone per dare minuti a chi sinora ne ha avuti meno per mettersi in luce. L’attenzione astigiana, è già rivolta ai prossi-­ mi avversari, da incontrare il 29 gennaio nella gara d’andata al Palasanquirico. Il San Biagio Monza deve difendere il 3-­2 conquistato nella garà d’andata sul terreno del Città di Bresso.

el prossimo weekend tor-­ neranno in campo anche i più giovani. Tre campio-­ nati all’insegna del duello Asti-­ Aosta, con la CLD Carmagnola come terzo incomodo sullo sfondo. Match clou dell’intera settimana senz’ombra di dubbio tra i Giovanissimi: le due coraz-­ zate si incontreranno in casa dei galletti, con i ragazzi di Alves Davì davanti ai valligiani di due punti in classifica, grazie al suc-­ cesso per 8-­0 maturato nel der-­ by di recupero contro la Liber-­ tas Astense. Aosta che invece comanda la classifica tra gli Al-­ lievi: i fenomeni di Rodrigo De Lima dovranno difendere il margine su quelli di Milosevic a partire dal match casalingo con-­ tro la Libertas Astense. Nella Ju-­ niores, il derby astigiano può consentire l’allungo a Penna.

N

I

N


PUBBLICITA’

09

Online  2  -  14/01/2014


10

Online  2-  14/01/2014

PUBBLICITA’


N° Online 2 TiroLibero - 14.01.14