Issuu on Google+

www.aoluniverse.ws

1


Direttore Responsabile

elmitos

Caporedattore

AfroMan Grafik Director

Fredvv

Collaboratore Grafico

BaroneK

Corrispondente

isoKa

Freelance

ugi Giacomo411 contatti

timeofnews@hotmail.it

2

www.aoluniverse.ws


pag.4 Anime News

pag.8 Freaks!

pag.10 Thor

pag.14 Motostorm Apocalypse

pag.16 Red Faction Armageddon www.aoluniverse.ws

3


Anime 2011 Parte 1

Prendiamo contatto con le principali uscite dell’anno!

P

er questa Primavera 2011 le uscite di anime Giapponesi sono state molto produttive. In questa prima parte di Anime News vedremo tre anime che hanno riscosso fin da subito un enorme successo di due tra i più importanti editori del sol levante, come la Shueisha e la Kadokawa Shoten. Sul web erano già giunte voci da un anno a questa parte di una riproposizione animata dei rispettivi manga. Sono anime che si sviluppano tutti su una tipologia shounen (incentrata su un pubblico particolarmente maschile, dall’età scolare alla maggiore età, focalizzata sul genere azione con poco spazio al tema amoroso). Ecco a voi gli anime presi in esame su questo numero: • Deadman Wonderland • Toriko • Ao no exorcism

4

www.aoluniverse.ws


Deadman

Wonderla nd

La storia tr no di scuolaatta di un ragazzo ch amici, entr , dopo aver scherzatoe in un normale giorpunto, nell a in classe per fare le e giocato con i suo tutti uccisi a classe rimane vivo zione. Ad un certo i ricoperta d da una figura appars solo lui: vengono lo, gli impiai sangue, malvagia cha fuori dalla scuola, Storia: petto. Dopo nta un cristallo simil e invece di ucciderJins ne process questo avvenimento e ad un rubino nel a to G a p n er pluriomic ta Iragashi, Kataoka prigione di v id ie io e m ri a s n sima sicure chiuso in u costretti a Disegni: zza, na per sopravvpartecipare a dei giocdove i detenuti sono Kazuma sono incate ivere. Di fatti deten hi all’ultimo sangue Kondou assai letale nati da un collare imuti di questa prigione Tipologia: dal carcere , e l’antidoto viene v bevuto di un veleno Shounen per conquis stesso. Ganta, si vedenduto a caro prezzo e ta c re o s le Castcard tretto a lott te dal carc Genere: a , re c a rt e re e fa c tt h co, e servono a e appositam caramelle c e,Drammati n i e d io n z e te A h n e u c le ti o ntrastano g p gazzo comb oprannatura li effetti de er comprare ,S a z n a ie tt c e s n ta d o si rende c l veleno. Il Fan super pote on ra visori del cri, e così, entrando neto di aver degli stran liana: onibilità Ita di combatt arcere, entra a far pa ll’occhio dei super- i p is D conosce unenti chiamati i Deadmrte di una squadra Panini a a ra n . g N a zzina di no el carcere vicino a Ga Comics me agisce sotto nta, e un ragazzo di Shiro, che sarà molto inale: Editore orig scontri all’i il controllo del promnome Yoh, che però hoten Kadokawa S wonderlan) nterno del carcere (c oter del carcere. Gli questo il ra sono cruenti e bruta hiamato Deadman nei confron gazzo riesce a stringeli, ma nonostante unirà per s ti degli altri sfidanti, re un certa amicizia sangue checoprire l’identità dell insieme ai quali si tuazione, e lo ha cacciato in qu ’uomo ricoperto di e tutta la pri per scoprire i misteriesta bruttissima siin Italia, esco te gione. n che si aggir e m a e n u ra ano in del grande d a, contempo In anteprim reso dalla produzione . L’annuncio della l’ anime ripoka e Kazuma Kondou ra arrivato ormai Jinsei Kata e animata del manga en se ne era saputo trasposizion no fa ma da allora no ynt acquistatò i più di un an on molto tempo fa, la Dl’ anime doveva più nulla. NItalia, e annunciò che ese di Aprile. Ed diritti per l’ ua messa in onda nel ma puntata di questo iniziare la sto proprio così: la prim aforma Popcorn.tv, infatti è sta ta trasmessa sulla piattano, il 22 Aprile anime è sta a e sottotitolata in itali ccesso nel web, in anteprim e ha riscosso molto su ne parlano. Già 2011; la seriche ormai molti forum volume, aveva tanto è vero ivato ormai all’ottavo ne fin dalle sue il manga, arrlto successo in Giappo rrà realizzato dallo riscosso moe nel 2007. L’anime veloo, Ergo Proxy) prime uscit globe (Samurai Champ e debutterà in questudio Man di Koichi Hatsumi ch atore e regista di con la regia po un passato da anim te (Ghost in the sto ruolo do di di varie serie animani episodi di Kimi alcuni episo Alone Complex, alcu composizione delShell: Stand arker than Black). La invece realizzate ni Todoke, Dsceneggiatura saranno , Bible Black) la serie e la i Muto (Sengoku Basaraaffidato a Masaki da Yasuyuk aracter design è stato mentre il ch pleseed). Yamada (Ap

www.aoluniverse.ws

5


nza nsiste o c a l e te l gusto te importan u-ya i i u c ndo in stremamen ome Bishok si o m n e e c In u enti è conosciuti di lusso) ch ti m i l a ari ien dui degli indivi otti aliment e di ingred o n o t cia rod esis zion ri di p er l'acquisi i questi cac ù o t i n r o d (f re i pi are zano p riko è uno a z i v l o a r i t c cre spe o di i. To ali rar gno è quell nel mondo e tom i n a e so ia ri il suo a cacc menta tori ed prodotti ali viamente. D ssunto da v a si ti prezio definitivo, o golarmente i ingredien e v ù r o il men simo egli è cercare nu ità sovrans r i e l ac i e re ab ti e ricchi p on cap ibile forza c o m n o d ristora li rari. Un u la sua incre er catturare a p a ù z e anim , egli utiliz no animale zare il men z i g l e li natura cenza del r etivo di rea mente è s i al o b la con re con l'ob parato. Attu o chef (Ko d a i r e bestie zioso mai pr debole e tim di Toriko, e i l n n e più d agnato da u all'ambizio e abilità d p su accom he, ispirato igliorare le iù rari. c ) m ip matsu con lui per edient r g n i i l a viaggi e e trovare g i r culina

o Torik Autore: Mitsutosh i Shimabuk uro Tipologia: Shounen Genere: Demenzia le, Comme dia, Avventura , Fantastic o, Azione Disponibil

ità Italiana : Nessuna Editore or iginale: Shueisha

Dopo tanto aver pa rlato di una serie an imata del manga di Toriko, vi ene riportato nel W eekly Shonen Jump l’annunci o della trasposizion e animata per il manga di Mits utoshi Shimabukur o. Il manga trova la sua nascita nel 2008, e la Shue is ha ha sempre avuto una pa rticolare attenzione per questa serie produc endo ben due episod i speciali realizzati in occasi one dei Jump Supe r A nime Tour del 2009 e de l 2010, il che non è affatto male. Inoltre la stes sa Shueisha, ha proc lamato che in un film in 3D i suoi due fumetti di spicco (One Piece e Toriko ) si incontreranno, pa ssando avventure insieme nella gunter island . Di fatti la prima puntata della serie di Toriko iniz ia con il cross-over insieme a One Piece, che du ra ben 40 minuti. Va comunqu e detto che questo nuovo anime ha una trama or iginale, e per quan to possano diventare scontate le puntate, l'anime ti lascia sempre con il fiato sospeso e l'attenzio ne improntata su di esso: la co struzione di questa serie è composta assai bene , con incontri mozza fiato e disegni realizzati be nissimo. Se la Shue is ha aveva ascquistato fama gi à con One Piece, si può dire che con Toriko ha confermato il suo va lore.

6

www.aoluniverse.ws


Ao No Exo rcist E’ un mang a di genere fantasy-sop che conta 4 rannaturale -5 tankobon (volumetti, sono 4 e 1 c praticamente apitolo che non sanno d disegnati da ove mettere Kazue Kato ), e inediti in si trova con Italia, perciò relativa facil ità su intern et. Nel mondo di Ao No Ex orcist coesis lelamente d tono paralue mondi: A s siah, il mon umani, e Ge do degli henna, quell o dei demon Normalmen i. te non si pu ò viaggiare mondi, ma i attraverso i demoni pos so occasion dei varchi p almente cre er passare d are a Gehenna Rin Okumu ad Assiah. ra vive assie me al prete fratello gem Fujimoto e ello Yukio. al Un giorno S demoni, pen a ta na, dio dei etra ad Assia h e si impos corpo del re se verendo, uc cidendolo. P ssa del nare però, s ri ma di ritorvela a Rin c he lu figli, ma che solo lui ha ri i e Yukio sono i suoi cevuto il su quello di uti o potere, lizzare il fuo co blu e di a ma diabolic vere una fora, e quindi sarebbe stato il suo conte lui a essere nitore, dato che qualsia il potere di s i umano sotto Satana non resiste e si p quindi per v utrefa. Rin end decide di div icare il padre e uccide re Satana entare esorc ista.

: Autore Kazue Katou gia: Tipolo n e Shoun : e Gener ione, z ni tura, A Avven rale, Demo natu Sopran ana: à Itali t i l i b i n Dispo ni Comics Pani riginale: eo Editor eisha Shu

ugi

odotto aspetta da un pr si ci e m co ca afi La gr lori, e anche quel co i i, n io az im an o del 2011, le asta mai rendon gu on n e ch G C tocco di . E anche il gioco te an tt le al te en l'opera visibilm a porca figura. di ombre fa la su eparto audio. L'op m co il , oi p do n Seco ne degli tabilissima canzo e renning è una rispet non sbaglio -, ch se , ck ro ld or w UVER osfera gequella che è l'atm te en am tt fe er p a Rin, de muovere Okumur a e en vi si i cu nerale in e un po' ta. L'ending è fors is on ag ot pr o tr tura il nos e la sigla di aper ch go n te ri a m izzamediocre, Infine, la caratter e. du er p a lg va no da sola quelli che riesco o n So . gi ag n so che è zione dei per stesso su tutti, il in R , to bi su i rt a prende i persoerché solitamente p a, iv it os p a ot po, n una fatti risaltare trop o n go n ve li pa ci orabile naggi prin fastidiosi. E' un ad i as qu i rl de n re fino a anche se può non amare, si on n e ch e im a. Sono an sendo una ragazz es e, rt pa di o n forse so presto, ai minci ad amare co e ch gi ag n so somper che prendono in , to bi su i n io ez quali ti aff re. ta termine miglio is es o ed cr on n ma,

www.aoluniverse.ws

7


FREAKS!

THE SERIES The italian web-series

F

reaks! è una web serie tutta all’italiana e tutta al giovanile,Composta da 5 fenomenali ragazzi che che l’hanno pensata e portata nel Web. Un Misto tra Misfist e Heroes , come hanno sottolineato i protagonisti , che rivelano di aver preso spunto da queste due serie. Ma andiamo a conoscere i nostri artisti “individuali” che in questo progetto sono diventati una squadra formidabile. Claudio Di Biagio (Silvio) Conosciuto su YouTube con il nome (corto) di Non Apritete Questo Tubo, ha fatto successo grazie alle imitazioni e alle parodie di film. La più famosa è quella di Eclipse, in cui interpreta sia Pattinson che Kristen Stewart. Claudia Genolini (Viola) Su YouTube Claudia si chiama Cicciasan e nel suo canale potete trovare una guida vera e propria all’universo femminile: occhio agli estrogeni, Cicciasan vi spiega come gestire l’affermazione di una fidanzata che chiede “Amore sono grassa”. Guglielmo Scilla (Marco) Noto su YouTube come Willwoosh, è da lì che si è fatto conoscere, con le

8

www.aoluniverse.ws

sue video parodie di film famosi e la sua galleria di personaggi molto italiani, molto stereotipati, molto azzeccati. Ilaria Giachi (Giulia) Non conosciuta su YouTube, Ilaria è una giovane attrice. Profilo di Ilaria sul sito della sua agenzia. Andrea Poggioli (Andrea) Ha una band, ElectricDiorama, un myspace, un twitter, e un tumblr dove potete scoprire altre cose su di lui, come per esempio i racconti che scrive.


YouTube è un luogo della creatività amatoriale. E quindi? Che male c’è se i prodotti di YouTube cercano di innalzarsi a un livello più vicino al professionistico? Nessuno, soprattutto se l’intenzione di YouTube sembra essere quella di trasformarsi in una propria e vera televisione. Perciò, immaginarlo come un luogo in cui convivono video di personaggi folkloristici che si filmano mentre compiono imprese improbabili e prodotti di alta qualità, realizzati da ragazzi che su YouTube ci sono nati artisticamente, è un futuro molto interessante.

Freaks! The Series è identico a Misfits. Innanzitutto suggeriamo di aspettare la seconda, la terza e magari la quarta puntata prima di dirlo con certezza. E poi, pensiamoci un attimo, Misfits non era forse simile a Heroes come idea? Ma non per questo motivo è stato giudicato scadente o liquidato come una mera copia. In ogni caso, che l’ispirazione di Freaks! The Series sia simile a quella di Misfits poco importa, ciò che conta è il risultato (ottimo per ora) e prima di cestinarlo, aspettiamo a vedere qualche altra puntata.

I punti a vantaggio di Freaks! The Series sono tantissimi, dall’età dei protagonisti, tutti giovanissimi, alla realizzazione tecnica molto molto bella, ma aspettiamo almeno la seconda puntata per sbilanciarci del tutto, per ora guardate il pilot e diteci se anche a voi non sembra di vedere una serie tv coi controc…!

AfroMan www.aoluniverse.ws

9


THOR Un Dio al cinema!

C

inquant’anni, per una divinità, non sono nulla. Per un personaggio tratto dai fumetti, invece, sono decisamente un bel traguardo. Un traguardo che nel 2012 il possente Thor, storico eroe di casa Marvel Comics, taglierà con la veemenza di un fulmine. Il dio del tuono è un personaggio molto amato dagli appassionati dei fumetti americani e i suoi albi, andandosi a piazzare a metà strada fra le storie classiche dei supereroi e i miti fantasy, raccolgono un pubblico trasversale. Strano dunque che il personaggio, a dispetto del potenziale, non sia mai stato sfruttato molto al di fuori della carta stampata, con rare incursioni nei cartoni animati e un’unica presenza ‘live’ come coprotagonista de “La rivincita dell’Incredibile Hulk”, film tv del 1988. Il rin-novato interesse per i supereroi al cinema di questi ultimi anni ha però fatto sì che gli venisse final-mente dato il giusto spazio, con un

10

www.aoluniverse.ws


blockbuster ricco di grandi nomi e perfettamente in continuity con gli altri Marvel movies attuali. Signore e signori, è il momento di Thor! L’eroe del Mjolnir, possente martello... Nato dalla magica penna di Stan Lee e dalla eclettica matita di Jack Kirby nel ‘62 sulle pagine di Journey into Mystery, Thor incarna il mito nordico del dio del tuono, rielaborato in forma supere-roistica per il pubblico moderno. Se è vero infatti che i fumetti rappresentano in un certo qual modo la mitologia odierna, Thor in particolare è un ponte fra l’antico e il moderno, ricco com’è di simbo-logie che ricorrono e si rincorrono. Si parte da un dualismo umano-divino che, per quanto semplifi-cato, è significativo: Donald Blake è un bravo medico, dal cuore gentile, ma insicuro nei rapporti umani e per di più claudicante. Un uomo qualunque, dalle grandi potenzialità ma bloccato dai limiti umani. Tuttavia, grazie ad un bastone magico rinvenuto durante un viaggio in Norvegia, Blake è in grado di trasformarsi in un dio mitologico possente e quasi invincibile, quando il suo senso di giu-stizia gli intima di battersi per i più deboli con determinazione. Al contempo Thor è una divinità po-tentissima eppure costretta a imparare il significato dell’umiltà, potendo ricorrere ai suoi poteri solo per giuste cause e altrimenti rinchiusa nel corpo di un umile umano, per di più all’apparenza insigni-ficante. Tutto torna, dunque, nell’ottica del ‘supereroe con superproblemi’ tanto cara a Stan il sorridente Lee, presentandoci un personaggio che naturalmente, in cinquant’anni di vita, ha visto numerose trasfor-mazioni e incarnazioni, seguite in Italia dall’Editoriale Corno prima e da Play Press e Panini Comics poi, per arrivare all’estrema e interessantissima versione new age presentata negli Ultimates, i Vendicatori dell’universo Marvel Ultimate, dove Thor è un hippie no global con un seguito di fede-lissimi attivisti politico-ecologici, che lo venerano come un semi-dio per i poteri sovrumani che sca-tena grazie anche al suo martello tecnomagico Mjolnir. E proprio il martello, icona della divinità presa di peso dalla mitologia, è la costante delle avventure del personaggio in ogni sua versione: uno strumento dagli immensi poteri ma che può essere utilizzato solo da coloro che ne sono degni. ...creato dalla magia e dall’onore di Odino Come adattare per il grande schermo un personaggio complesso e sfaccettato come Thor, per di più inserendolo in continuity con storie dai toni diversificati come Captain America e Iron Man? Do-potutto, se finora non c’era stato un film su Thor, è anche per la difficoltà a rendere bene il tutto senza eccedere e rischiare di scadere nel ridicolo. Tant’è vero che la Mar-

vel, conscia della delicatezza dell’operazione, ha affidato la sceneggiatura del film ad uno dei suoi scrittori di punta, quel J. Michael Straczynski che tutti i lettori di comics conoscono per il suo lavoro su molteplici testate (tra cui, per l’appunto, Thor), ma famoso al grande pubblico grazie al pluripremiato Changeling di Clint Eastwood. In questa versione, Jane Foster (Natalie Portman) è una ricercatrice astrofisica al lavoro su alcuni strani fenomeni verificatisi nel New Mexico. Grande è il suo stupore quando una notte, insieme ad alcuni colleghi, si imbatte in un bellimbusto che si proclama Thor (Chris Hemsworth), principe di un fantastico regno situato in un altro piano d’esistenza. Il sedicente dio del tuono, in effetti, è stato esiliato dal padre Odino (Anthony Hopkins) sulla Terra come punizione per i suoi modi arroganti e precipitosi, che hanno portato il Regno di Asgard sull’orlo della guerra. Sul nostro pianeta il giovane semidio, privato dei suoi poteri, avrà modo di riflettere su cosa vuol dire agire da Re saggio e co-scienzioso, ma sempre all’erta e pronto a difendere il proprio popolo e i propri ideali...giusto in tempo per combattere una subdola minaccia cresciuta in seno alla stessa famiglia reale!

www.aoluniverse.ws

11


Come adattare per il grande schermo un personaggio complesso e sfaccettato come Thor, per di più inserendolo in continuity con storie dai toni diversificati come Captain America e Iron Man? Dopotutto, se finora non c’era stato un film su Thor, è anche per la difficoltà a rendere bene il tutto senza eccedere e rischiare di scadere nel ridicolo. Tant’è vero che la Marvel, conscia della delicatezza dell’operazione, ha affidato la sceneggiatura del film ad uno dei suoi scrittori di punta, quel J. Michael Straczynski che tutti i lettori di comics conoscono per il suo lavoro su molteplici testate (tra cui, per l’appunto, Thor), ma famoso al grande pubblico grazie al pluripremiato Changeling di Clint Eastwood. In questa versione, Jane Foster (Natalie Portman) è una ricercatrice astrofisica al lavoro su alcuni strani fenomeni verificatisi nel New Mexico. Grande è il suo stupore quando una notte, insieme ad alcuni colleghi, si imbatte in un bellimbusto che si proclama Thor (Chris Hemsworth), principe di un fantastico regno situato in un altro piano d’esistenza. Il sedicente dio del tuono, in effetti, è stato esiliato dal padre Odino (Anthony Hopkins) sulla Terra come punizione per i suoi modi arroganti e precipitosi, che hanno portato il Regno di Asgard sull’orlo della guerra. Sul nostro pianeta il giovane semidio, privato dei suoi poteri, avrà modo di riflettere su cosa vuol dire agire da Re saggio e coscienzioso, ma sempre all’erta e pronto a difendere il proprio popolo e i propri ideali...giusto in tempo per combattere una subdola minaccia cresciuta in seno alla stessa famiglia reale!

12

www.aoluniverse.ws


Commento Finale Thor è un film ricco e ben girato, realizzato con grande professionalità e dispendio di mezzi. Tecnicamente mantiene le promesse, anche se l’uso tracotante della computer grafica nelle ambientazioni asgardiane e un 3D ben sfruttato ma di maniera lo rendono in molte scene ‘plasticoso’ e poco realistico. I nomi coinvolti nel progetto si sono dati senza riserve, ma al contempo senza grande estro, risultando spesso sacrificati. Dal film di Branagh non ci si aspettava certamente una reinterpretazione che ridefinisse il genere, ma avremmo gradito maggior coraggio e spinta emotiva: così com’è il suo Thor sembra perfetto per una serie tv, più che per un blockbuster. È probabilmente vero che la Marvel non abbia avuto pesanti ingerenze creative sul lavoro del regista inglese e di Straczynski, ma è palese la sensazione che questi non abbiano voluto rischiare, all’interno di un progetto così complesso come quello dei Vendicatori.

AfroMan www.aoluniverse.ws

13


MOTORSTORM APOCALYPSE

La serie di Motorstorm si rinnova e cambia ambientazione con una città post apocalittica, introducendo stuzzicanti novità!

PRO -Struttura perfetta -Multiplayer molto vario -Sensazione di velocità

CONTRO -Caricamenti a volte lunghi -Sconsigliato ai cardiopatici 14

www.aoluniverse.ws

M

otorstorm è diventata una delle pietre miliari dei giochi di guida su ps3. Questo successo è dovuto all’ottima realizzazione tecnica, la varietà di veicoli e i bellissimi scenari e circuiti. In questo capitolo verranno abbandonate bellezze naturali della Rift Valley e delle foreste incontaminate per lasciare spazio a una città scossa da sismi e attraversata da tornado, il tutto con la solita eccezionale cura dei dettagli. Una modalità festival che racconta la storia di tre ragazzi (corrispondenti ai livelli di difficoltà) è solo il contorno di un gioco che riserva molte chicche. Come detto prima, i punti forti della serie sono stati mantenuti e migliorati: nuovi tipi di mezzi (come superbike e chopper) che adesso raggiungono quota 13; i tracciati sono all’incirca 40, basati sulle variazioni di 10 ambientazioni; sono presenti 150 carte da raccogliere nei circuiti; video stereoscopico, per chi può permettersi un tv 3D. E ancora: i controlli pressoché perfetti, sensazione di velocità da brivido ed effetti speciali spettacolari. Il gioco è rigiocabile in tutto e per tutto. Passando alle meccaniche di guida, l’utilizzo del turbo è stato diversificato: premendo L1 o R1 potrai spe-


ronare gli avversari vicini, surriscaldando il motore. Guidare nell’acqua lo farà però raffredare più velocemente. Diverse modalità di gara sono l’inseguimento e l’eliminazione. Le musiche si abbinano molto bene alle gare e il doppiaggio, seppur una piccola parte del gioco, è molto buono. Gli effetti sonori si aggiungono allo spettacolo degli effetti speciali. Il multiplayer è molto ricco ed offre lo split screen per due giocatori offline e si arriva a 16 giocatori online. Il tuo mezzo saprà distinguersi dagli altri grazie a un editor dell’estetica molto vario a seconda degli obiettivi che conseguirai per ottenere pezzi extra. Ci sono inoltre dei potenziamenti, massimo 3 per gara, che potrai scegliere per avvantaggiarti durante la gara. Un sistema per salire di livello si basa sull’esperienza che guadagnerai vincendo gare, sfide ed eventuali scommesse. In conclusione, Motorstorm Apocalypse è uno dei migliori giochi arcade di guida sulla piazza, un grande capolavoro per la struttura tecnica e per la profondità delle sensazioni di guida quali senso di velocità e controllo. La longevità è pressoché infinita e i tracciati sono molto scenici. Se cercate un titolo di guida che vi dia adrenalina e velocità, questo è tra i migliori. Scaldate i motori!

Grafica 9.4 Dettagli curati ed effetti speciali da cinema. E in 3D! Sonoro 8.9 Doppiaggio, effetti e musiche convincenti. Divertimento 9.4 Gareggiare a velocità folli con un mix di divertimento e spettacolarità. Durata 9.4 Online vario ma modalità Festival abbastanza corta. GIUDIZIO FINALE 9.2 Impeccabile nel complesso. Molto vario e curato nei dettagli.

Giacomo411 www.aoluniverse.ws

15


RED FACTION: A Marte come non

16

www.aoluniverse.ws


ARMAGEDDON l’avete mai visto

www.aoluniverse.ws

17


Il ritorno sul p con lo stesso spirito d ma con profond

D

arius Mason, protagonista di questo gioco, è un ex militare della Red Faction, situata su Marte. A differenza del precedente capitolo, ci troviamo sotto la superficie, dimora di una sconosciuta razza aliena liberata per sbaglio dallo stesso Darius sotto consiglio del folle leader religioso dei Marauder. Da qui in poi inizieranno i guai per il nostro eroe che dovrà rispondere di ciò che ha fatto con tutti gli altri coloni. Red Faction Armageddon si situa alcuni anni più tardi del prequel Guerrilla. Dal titolo precedente non ci sarà più l’azione free roaming ma un’avventura lineare sempre all’insegna della distruzione creativa e della libertà d’azione. Tutta la struttura di gioco si basa su questo e sull’enorme arsenale che avrai a disposizione. I naniti occuperanno un ruolo fondamentale come armi ma non solo: aumentare i danni, creare degli scudi e riparare costruzioni distrutte. Oltre a questo ci saranno fucile, pistole e Co. a bizzeffe di tipo più classico o meno. Se ciò non bastasse avrai anche il controllo su enormi walker da guerra, ognuno con speciali caratteristiche. Chi non ricorda il martello spacca-tutto? In questo capitolo avrà un ruolo secondario rispetto alla pistola magnetica, la tua nuova arma tuttofare che permette di far attrarre fra loro qualunque cosa (esempio: un alieno duro a morire e un edificio farà fare un bello scontro con demolizione)! Distruggere edifici e poi riparare strutture posso rivelare un scopo tattico per seminare o far fuori i nemici. Il comparto grafico modella ottimamente i personaggi, mostri inclusi, e i luoghi sono molto d’atmosfera ma a lungo si rivelano monotoni. L’illuminazione a volte è molto bassa e per trovare oggetti a terra(come le registrazioni audio) dovrai faticare per trovarli. La profondità di gioco ne risulta leggermente alterata ma niente di troppo pesante. Le demolizioni degli edifici sono rese molto belle da vedere. Il sonoro offre un buon doppiaggio in inglese ed effetti sonori che vanno a braccetto con le esplosioni. Le musiche sanno dare atmosfera. La modalità multiplayer prevede quattro giocatori che dovranno resistere a 30 ondate di alieni di intensità maggiore. Ci sarà anche un modalità a punti distruzione. In conclusione, Red Faction Armageddon sfiora il livello di capolavoro e un po’ di lavoro in più da parte di Volition lo avrebbe fatto diventare tale. Il grande senso di libertà d’azione e l’atmosfera horror creano un titolo innovativo come pochi e che, una volta finito, vi lascerà la voglia di ritornare a spaccare edifici e a far fuori alieni in giro per il pianeta rosso.

18

www.aoluniverse.ws


pianeta rosso, distruttivo della serie di cambiamenti

PRO -Grande arsenale -Giocabilità molto grande -Libertà d’azione

CONTRO Grafica 8.5 Alcuni scenari sono piatti. I personaggi e gli oggetti sono ben curati. Sonoro 8.5 Doppiaggio molto buono ed esplosioni rese molto bene. Divertimento 9.2 Mettere a ferro e fuoco gli scenari è insuperabile. Durata 9.1 L’avventura è ampiamente rigiocabile. Poi c’è il multi. GIUDIZIO FINALE 8.7 Un gioco innovativo che sa mischiare bene la creatività, la distruzione e l’horror.

-Ambientazioni a volte monotone e scure -Personaggi non tanto carismatici

Giacomo411 www.aoluniverse.ws

19


aol magazine n3