Issuu on Google+


QUESTO LIBRO Nel 1994 acquistai il mio primo modem. E lo feci perché ero venuto a sapere dell’esistenza di una BBS letteraria chiamata Fabula. Le BBS, in sostanza, erano una sorta di proto sito web: si chiamava un numero telefonico, ci si collegava a un altro modem e ci si poteva scambiare dei file. Nel caso in questione file di testo, ovvero racconti. Nel 1995 Fabula, che già possedeva un nutrito archivio, approdò al web raccogliendo intorno a sé molti di coloro che in quel periodo pionieristico coniugavano la passione per la scrittura con quella per la tecnologia. Negli anni seguenti apparvero altri siti che si offrivano come luogo di aggregazione e pubblicazione per aspiranti scrittori e poeti. Ce n’erano ovviamente di vari tipi: da quelli sostenuti da ingenuo ardore giovanile a quelli che avevano alle spalle collaudate case editrici a pagamento e cercavano di sfruttare il nascente fenomeno della rete. Proprio attraverso uno di questi siti ebbi modo di venire in contatto con l’universo dell’editoria a pagamento – un fenomeno fino allora conosciuto solo in parte – un mondo fatto di premi letterari dai nomi improbabili, di sillogi poetiche stampate col contributo dell’autore e accatastate nei garage, di riviste collegate a case editrici a pagamento e votate all’arte delle recensioni positive incrociate, ma soprattutto di irresistibili autobiografie che portavano alla luce le figure di poeti-benzinai e scrittrici-segretarie. Fu una vera e propria rivelazione, che mi spinse a dare vita a un progetto nel quale coinvolsi Marcello Baraghini, editore di Stampa Alternativa. Il risultato fu un millelire pubblicato nel marzo del 1998 con il titolo di Scrittrice precoce a pochi mesi scriveva il suo nome. Si tratta di un libricino al quale mi sento particolarmente legato, non solo perché è il primo prodotto editoriale che ho realizzato ma anche perché credo che riesca a spiegare due o tre cose sull’editoria meglio di qualunque saggio o analisi.


Da anni il millelire era esaurito e ho quindi pensato che fosse arrivato il momento di rimetterlo in circolazione. Anzi, ho fatto anche di piÚ: sono andato a vedere che fine avessero fatto gli scrittori precoci. Ma questa è un’altra storia. E un altro libro.


Scrittrice precoce a pochi mesi scriveva il suo nome

Autobiografie di scrittori non illustri raccolte da Alberto Forni


Scrittrice precoce a pochi mesi scriveva il suo nome Copyright Š 2013 little BIG Books ISBN 978-14-84021-96-5 Copertina: Alberto Lameri alberto.forni@me.com www.iltuoebook.it


Un viaggio nell’oscuro territorio degli aspiranti scrittori. Le autobiografie che seguono sono tratte da Internet, dove chiunque, oramai, può avere a disposizione una propria pagina, completa di fotografie, poesie, notizie di carattere personale. Per salvaguardare l’anonimato degli autori, i nomi compaiono in forma di sillabe e anche i riferimenti biografici hanno subito lievi modifiche. Il resto è tutto vero, anche se in alcuni passaggi può risultare difficile crederlo. L’aspetto che balza chiaramente all’occhio, è che parallelamente all’editoria ufficiale, o meglio al di là dell’editoria ufficiale, esiste tutto un sottobosco di premi letterari, manifestazioni poetiche, case editrici, associazioni culturali, accademie, cenacoli, pericolosamente in bilico tra l’autogratificazione e lo sfruttamento commerciale. E se in alcune circostanze, l’aspirante scrittore non può non essere a conoscenza del meccanismo perverso che regola questo mondo, nella maggior parte dei casi si assiste a una vera e propria speculazione. Speculazione che, occorre dirlo, avviene sulla pelle, e sulle speranze e aspirazioni, di chi attraverso la pratica della scrittura cerca un riscatto alla propria vita quotidiana o semplicemente un po’ di notorietà. Così, può capitare di imbattersi in case editrici le quali, sovvertendo le più elementari regole di mercato, non esitano ad affermare che “È indispensabile l’intraprendenza dell’autore per vendere il proprio libro ad amici e parenti. È il caso di un benzinaio, bravissimo poeta e di bell’aspetto, che ha pubblicato un bel libro con la nostra casa editrice, ne ha comprate mille copie e le ha vendute tutte in pochi mesi offrendole alle sue clienti automobiliste”. Che dire? Reato di adescamento attraverso silloge poetica? Ironizzarci sopra è fin troppo facile. E inutile, visto che alla risata subentra l’amara sensazione di trovarsi al cospetto di persone vittime della propria ingenuità. Questo libro vuole dunque offrire uno spaccato di un universo sotterraneo e in


qualche modo sconosciuto. Un universo equivoco, completamente dominato da regole proprie. Un universo mitomane dove l’unico ad uscirne vincitore è l'Ego. E in modo cosÏ sfacciato da rendere lo specchio d'acqua in cui si rifletteva Narciso, simile al laghetto in carta d'alluminio del presepe.


B.S.R.M. ha il dono innato di scrivere, di raccontare il suo pensiero. Non più giovanissima, si è dedicata alla letteratura rubando spezzoni di tempo libero al suo lavoro di panettiera nel proprio negozio di Dalmine, in provincia di Bergamo. M.G. da sempre subisce la dolce devastazione della poesia. Soggiogatore e soggiogato. Poeta solitario. Nato ad Arezzo, dove risiede, F.P. è stato direttore di banca. Presente in riviste di apicoltura e in antologie riservate sia alla narrativa sia alla poesia, ha pubblicato i volumi di narrativa Una notte sul fiume e Todo, romanzo d’avventure e d’amore nel mondo delle api. C.P.W., insegnante di francese, vive a Modena. Da quando è in pensione, si può finalmente dedicare alla sua passione per la scrittura e ha cominciato a partecipare a concorsi letterari. Autrice di gradevoli racconti e di valide poesie, è tra gli autori più premiati in questi ultimi 12 mesi. P.N. è nata nel 1958 a Trento, dove vive e lavora. È ginecologa e, a partire dalla propria attività professionale, ha sviluppato un interesse per la scrittura che ha portato alla realizzazione di alcuni racconti. Sono nato a Napoli nel 1963. Ho ottenuto i premi: Orsa Maggiore e Minore, Protagonisti per un mondo migliore, Animali e natura, Icaro e Dolomiti. Altri due premi non sono andato a ritirarli, quindi me li hanno tolti. G.F. ha iniziato a scrivere versi all’età di 13 anni. È inserito in centinaia di antologie, anche scolastiche. È paroliere iscritto alla SIAE dal 1969 e ha al suo attivo oltre cinquecento canzoni edite o incise. Tra gli interpreti: Gloriana, Mario


Abate, Tony Bruni, Mauro Levrini, Fenoli del Clan Casadei, Rino Piccione. Da segnalare anche qualche partecipazione a programmi di poesia in alcune radio private. G.O. è uno scrittore napoletano, molto bravo, che già da tempo ha un suo sito personale su Internet. Vi si possono trovare, oltre ai suoi racconti, anche bellissime illustrazioni e musica raffinata. C’è anche una sezione dedicata al Medioevo, un’epoca suggestiva della quale G.O. è un vero competente. A.C. e R.T. sono zia e nipote e da anni scrivono in coppia. Il loro affiatamento è una cosa bella e inusuale; riescono a mettere insieme storie divertenti che catturano l’attenzione del lettore, come questa Un giorno d’estate, una svolta. R.T. vive e lavora a Salerno. Sin da piccola si è mostrata dotata di versatilità linguistica, tanto da essere qualificata giornalista in erba per un suo articolo sulla violenza. Ha scritto libri e opuscoli su argomenti religiosi e molti articoli. Ha ripreso a scrivere poesie dopo molti anni. Era sempre stata la sua passione giovanile, ma a causa di una profonda crisi esistenziale distrusse ogni cosa, soffocando quella vena poetica. G.D., scrittrice precoce, a pochi mesi scriveva il suo nome. Dall’infant-sit (seggiolone) dettava alla nonna le poesie, poi ha iniziato a scriversele da sé. A 15 anni ha iniziato a dar loro dei titoli e 4 anni fa a mandarle ai concorsi. Ora fa l’operatrice di credito e sta imparando a scrivere in prosa. B.N. è nato a Torino il 15 marzo 1954. Per drammatici avvenimenti familiari, il padre è ricercato, la madre lo affida alla famiglia del marito che si rivela di un’inconsueta crudeltà. Viene avviato ai più svariati lavori fin dalla più tenera età. Non assolve all’obbligo scolastico, ed è totalmente autodidatta. Poeta,


narratore, è autore di un libro di fiabe illustrato da lui stesso e altri pittori che ha un discreto successo fra i pochi che hanno occasione di vederlo. Pittore di indirizzo materico-ematico, si lega anche ad ambiti di poesia visuale lettrista. M.P.A. è nata a Genova il 7-5-1967. Sin da bambina ha coltivato la passione per la poesia, scrivendo dovunque e su qualsiasi foglio volante che le capitava sotto mano. Crescendo quest’arte è diventata una parte fondamentale della sua personalità. Ama scrivere di notte, quando può ascoltare le sensazioni più profonde senza alcun condizionamento esterno. U.M. è nato a Trapani dove ha compiuto gli studi classici e trascorso una giovinezza ricca di frequentazioni intellettuali con artisti e scrittori. Più volte accademico di merito, è stato nominato anche Membro Onoris Causa a vita nella sezione lettere con la qualifica di poeta e paroliere facendo, quindi, parte dell’albo membri C.D.A.P.: Centro Divulgazione Arte e Poesia. Premi conseguiti nel 1993 (si segnalano solo quelli di maggiore importanza): Medaglia d’oro al concorso Il Futuro dell’Uomo - 3° Premio Pompei per il racconto inedito Uno Stenditoio Sulla Vita - Finalista al premio Aeropago. A.F. ha quarantasei anni, pensionata da alcuni, ha ripreso la sua vecchia passione riposta per anni in un cassetto a causa del suo impiego nel settore sanitario. Sposata, ha tre figli maschi. Dallo scorso anno ha sentito impellente il bisogno di fermare sulla carta i suoi pensieri e i suoi sentimenti come le capitava di fare a quindici-sedici anni. Il suo sogno segreto è quello di avere un riconoscimento pubblico da un grande critico per poter dimostrare che anche una donna “qualunque” riesce a farsi sentire. B.S. è nato a Torino nel 1961. Sin dalle prime esperienze scolari manifesta una spiccata tendenza verso la conoscenza interdisciplinare. La sua formazione


culturale è improntata all’ecletticismo, così come il carattere, estroverso e socievole. Nel 1993 decide di lasciare il lavoro commerciale e di dedicarsi definitivamente a quelle attività artistiche che mai, tuttavia, aveva abbandonato. Infatti nel 1992 scrive un nuovo romanzo e nel 1995 ultima la raccolta di poesie Finestre neodecadenti, ispirate alla riscoperta dei valori propri del decadentismo. Lo sperimentarsi oggi in concorsi ha lo scopo di proporre al lettore argomenti di raffronto e confronto, e si augura anche di aiuto per coloro che col sentimento soffrono di momenti di solitudine. D.M., nata a Bologna il 29/1/1963, è laureata in Lingue. Il suo hobby principale è quello di scrivere fiabe, dove ha ottenuto buoni riconoscimenti. P.N. è nata a Paderno Dugnano (MI) il 13/9/1931. Fin da giovanissima ha coltivato la passione per la letteratura, ma gli impegni di famiglia non le hanno mai permesso di emergere dall’anonimato e di inserire le sue opere nell’editoria italiana. Solamente a partire dal 1990, rimasta vedova, ha iniziato a partecipare ai vari concorsi letterari, e i suoi racconti e le sue poesie hanno subito trovato un’accoglienza favorevole in ogni angolo del Paese. Scrittrice vecchio stile, semplice, dotata di grande talento e fantasia, la signora P.N. ha conquistato nel 1995 il primo posto nel concorso letterario Poeta del giorno. E.N. è nato il 22 luglio 1976 a Cuneo. Cardiopatico fin dalla nascita, frequenta la scuola dell’obbligo e le superiori senza avere la possibilità di fare qualsiasi tipo di sport. Vive l’adolescenza nel periodo nero della gioventù, come lo definisce egli stesso, poiché si tratta del periodo in cui cadono tutte le ideologie. È in questo momento, quando ancora è uno studente delle medie inferiori, che si accorge di avere tra le mani l’unica ideologia immortale: la Cultura. Inizia così a studiare più assiduamente per conto suo i più grandi autori di letteratura. Da Sartre impara l’esistenzialismo, ma solo in linea generale, da Prévert e Neruda


impara ad esprimere il sentimento dell’amore e da Shakespeare impara la pazzia. Nel 1990, a soli quattordici anni, vince il primo premio del concorso indetto dall’Associazione Culturale Pro Cuneo con una ricerca approfondita sul tema “Cuneo e la sua storia”. D.U. ha trentasette anni, è nato e vive a Roma. La sua poesia, prevalentemente a sfondo psicologico e di fede, rimane sempre fedele al principio che un libro ben scritto è un libro ben letto dall’autore. Il suo primo libro edito di poesia ispirato alle teologie di Antonio Maione ed Eugen Drewermann dal titolo L’occhio di Cristo, otteneva la segnalazione della prestigiosa rivista internazionale teologica Concilium. P.Q. «La poesia, come la musica, è la voce dell’anima. Ho avvertito sin da piccolo questa esigenza, ma sono stato sempre severo con me stesso. Essendo ugualmente innamorato della Poesia e della Fisica Matematica, ho voluto percorrere entrambe queste strade. Ho dedicato finora molto più tempo alla Fisica Matematica. Ma ora che desidero compiere una sintesi del lavoro da me finora svolto, sto riprendendo in mano anche le pagine di poesia scritte per soddisfare i bisogni dell’anima: tracce e frammenti di brama di vita, contemplazione del Creato, profonda pace, gioia o sofferenza o tormento. E lentamente le affido alla Storia.» C.V. è Pensionato delle Ferrovie dello Stato dove ha svolto mansioni di scrittore di comunicati e testi vari ad uso dei ferrovieri e dei viaggiatori. Ha pubblicato una serie di interessanti articoli dal titolo Poesia cos’è, un vero e proprio manuale, diviso in varie lezioni, che ha avuto un grande successo. In questi giorni sta finendo di ampliare l’opera in vista di una pubblicazione in volume.


M.I.D.C., poetessa e pubblicista, grazie al suo impegno letterario si è inserita con felici esiti nel panorama culturale italiano. È stata rappresentante, per la Sezione regionale Lombardia e Piemonte, del Sindacato Libero Scrittori Italiani, e fa parte di prestigiose Accademie Nazionali e Internazionali e di altri gruppi poetici. Appare spesso in qualificate antologie, profili di autori contemporanei, dizionari. Recentemente è stata inserita nelle seguenti pubblicazioni: Dizionario poeti del duemila, Autori piemontesi, I contemporanei, Stelle d’Europa, Maestri del colore e della letteratura, Antologia televisiva I contemporanei della Comunità Europea. I riconoscimenti per l’assiduità e qualità della sua poesia, nonché i premi conseguiti sono numerosissimi. D.G. è nato a Verona e risiede in provincia di Milano. Benemerito della Dante e socio d’onore dei Poeti del Sole di Roma. Riconosciuto maestro di poesia sociale perché l’ha definita e precisata; ha steso e presentato a Verona nel 1993 il “Manifesto della Poesia Sociale” a seguito di una storica mostra poetica: 77 poesie esposte. Per il suo alto impegno nell’arte poetica ha ricevuto la Plaquette d’or Europea Francese nel 1991 e l’Oscar della pace per la cultura nel 1993. Molti i riconoscimenti e i premi, molte le mostre di poesia, azione originalissima, fra le quali quella di Verona costituisce un record mondiale. Il poeta Veneto si rivolge AGLI STUDIOSI DELLA STORIA della poesia onde essere contattato! Salve! Mi chiamo G.F.D. e sono laureato in economia e commercio negli Stati Uniti. In questi ultimi dieci anni ho partecipato intensamente al grande gioco della vita, che mi ha permesso di scrivere questi cinque racconti: 1) Una vita ritrovata 2) Onestamente Peppino 3) Anselmi, perché? 4) Una breve storia d’Amore 5) Nikita


Naturalmente questi racconti contengono anche del vero, ma la maggior parte di quanto ho scritto è frutto di pura fantasia. Voglio precisare che, anche se ho 32 anni, sono stato uno scout e lo scoutismo mi ha sempre aiutato nella vita, anche per questo ne sono riconoscente. I miei racconti si possono a grandi linee ritenere autobiografici. Quello che raccomando al lettore è una lettura distaccata; sono solo racconti inventati e ciascuno deve assumere leggendoli un atteggiamento critico, sia di contenuto, di stile, di trama. Una volta letti vanno lasciati in un cassetto e dimenticati. Dopo giorni o settimane consiglio, se sono piaciuti, di riprenderli e metterli tra gli altri libri. Sono solo parole; li ho scritti cercando di trasmettere delle sensazioni, non sono un manuale. Accetto qualsiasi critica. Buona lettura. B.A. è dotata di una fertile e variegata creatività che si evidenzia soprattutto nel campo poetico, contraddistinto da una ispirazione senza sosta. Il fare poesia scaturisce in effetti dirompente, incessante, in un gioco continuo di fantasmagorie cromatiche, di liquidità coinvolgenti, di struggenti vibrazioni musicali, di magiche personificazioni vegetali. L’autrice ha già pubblicato due testi poetici che rispecchiano la sua profonda sensibilità e comprensione per tutti gli esseri viventi ed il grande Amore per la Natura, la bellezza in tutte le sue forme e manifestazioni e la Vita. Nella sua poesia vibra un magico mondo di fantasmagorie astrali, di cosmogonie in fieri venate da una profonda sensualità che è pura magia dei sensi sempre attenti a cogliere anche le più sottili sfumature della bellezza armoniosa di tutto ciò che vive e respira, è il Sentire dell’Anima e della Mente esplicantesi nelle sensazioni fisico-eteriche e nelle emozioni, dono della ipersensibilità di una donna sempre aperta nel dare supremo di un Cuore amante dell’Amore e della Gioia. Si può dire, quindi, che il referente della poetessa spazia tra cosmiche luci e fluide azzurrità marine, tra gabbiani, simboli dell’uomo in costante evoluzione e ricerca di se stesso, ed eteree presenze, simboli del Divino, tra Spazio e Tempo uniti nell’Infinito


Continuo Presente, nel Qui ed Ora, l’attimo intensamente assaporato nella sua essenza vitale. Mi chiamo S.O., sono nato il 16 settembre di 24 anni fa. Ho frequentato normalmente, con qualche sforzo, le scuole obbligatorie, poi ho cercato “la mia strada” in un istituto tecnico per geometri. Ho resistito due anni, fuggendo alla cultura programmata e... chissà a quante altre cose. Poco tempo dopo ho iniziato ad aiutare mio padre nel trasporto dei mobili (aveva un mobilificio). Passato un anno o qualcosa di più ho frequentato un corso di restauro per mobili a Genova centro, non scrivevo ancora racconti e poesie, che arriveranno più tardi. Quasi due anni a restaurare, qualche presenza femminile, poi il militare sulla nave Riviera, scatola metallica galleggiante che mi ha portato un po’ in giro. È proprio a bordo della nave Riviera che ho scritto le prime righe. Dopo il militare sono tornato a casa, ho fatto qualche lavoretto e ho continuato a scrivere. Qualche anno dopo ho pubblicato grazie (si fa per dire dato che ho pagato) alla casa editrice Golden Press un libretto di poesie dal titolo Frasi senza un preciso significato per percorsi senza un sentiero segnato. Pochi mesi dopo la casa editrice ha chiuso e mi sono trovato dove sono adesso, a occupare un posto nel mondo e a sognarne un altro. Sono nato a Bergamo il 29/7/1961. Ho scritto 300 poesie e alcuni racconti. Ho inciso tre 45giri come compositore e cantante. Sono redattore di articoli per giornali musicali come L’isola che non c’era, Late for the sky, Wolvernight e Gamma. Ho coordinato e diretto per un anno una fanzine su musica, libri, cinema, animalismo etc. etc. Sono infermiere professionale, vivo sempre di speranza per tutto. E.S. da quasi trent’anni si occupa di poesia. Molti sono i premi che ha conseguito in importanti concorsi letterari, fra cui oltre 230 sono i primi assoluti.


Fra i primi premi più significativi vanno ricordati: Ciclope d’Argento; Primavera strianese; Formica Nera; Club al Cenacolo; Il Bagordo; La Baita; Il Portone; Villaggio Emilio; Trofeo armonioso; Il covo dei poeti; Superba; Insieme nell’arte; Solidarietà; Senigallia Spiaggia di Velluto; Padre Raffaele Melis; Poetando in San Bortolo. P.P., poeta romano, città in cui risiede, è nato nel 1958 e ha compiuto studi tecnici. La sua cultura letteraria è basata sull’attento studio e ricerca dei poeti classici italiani e dell’ultima generazione. Il linguaggio di M.S. è semplice, folgorante e ricco di spontaneità. Lo possiamo paragonare quindi nella sua espressività all’irlandese J. Joyce. M.S. ha inoltre collaborato a varie iniziativa a favore della pace nel mondo ed è presente in varie antologie di poeti italiani. Nel 1996 partecipa alla rassegna Autodidatta con un grosso spirito di far divulgare la poesia tra le nuove generazioni . D.A. ha 20 anni e studia filosofia all’Università di Milano. Scrive dal 1993. Nel gennaio 1995 ha pubblicato sul giornalino I buchi neri due poesie: Il pianto degli aquiloni e Cerchio infinito. Ha ultimato, a febbraio la sua prima raccolta che si intitola Lettera da una solitudine a caso. La suddetta silloge è stata presentata per la prima volta nell’ambito di una mostra di quadri e poesie all’Osteria letteraria Sottovento, a Pavia, ove se ne possono trovare delle copie. Nato a Firenze nel 1936, risiede a Fucecchio. Scrive poesie d’amore e giocose e s’interessa anche di narrativa umoristica. I suoi testi spaziano su tutte le forme metriche della poesia e trattano, inoltre, un vasto numero di argomenti. Per questa sua versatilità l’autore viene spesso invitato ad esibirsi in pubblico a talkshow, recitals di poesia, sagre paesane, manifestazioni sportive, feste religiose, mostre di pittura, biblioteche, scuole elementari e medie ed è, quasi sempre, in grado di presentare le composizioni adatte alla circostanza. Ha ottenuto premi e


riconoscimenti in ogni parte d’Italia. Recentemente ha scritto il testo di un inno liturgico dedicato alla Madonna di Loreto, che è già stato eseguito in quel Santuario. M.T. è nato a Cagliari dove risiede. Di professione farmacista, ha però insegnato matematica alle Scuole Medie statali per diversi anni. Ha avuto parecchie soddisfazioni sia in concorsi letterari sia in manifestazioni legate al mondo della poesia e della cultura contemporanea. Tra i riconoscimenti: premio Natale di pace, premio Oscar del mare, premio Fra Jacopone, premio Madre Terra e sorella Acqua. Nel 1995 ha vinto il superpremio Passaporto conferitogli dal Centro Europeo di Cultura. Ha inoltre pubblicato varie sillogi poetiche: Attimi fuggenti; Resina di Pino; Spirale di fumo; Deliri; Fremiti d’alba; Onde Vaghe; Lucciole di notte; Tormento; Gorghi; Spirito Zigano. A.I. è nata il 12-10-1966 a Rieti. Nel corso del tempo è passata dalla costumistica teatrale alla stilista di moda; dalla graphic-designer alla cartellonistica pubblicitaria; dall’illustratrice alla scrittrice di libri d’arte; dalla critico d’arte alla poesia. È riuscita a unire le sue due più grandi passioni: l’arte e lo scrivere. Da qui sono nati i suoi libri artistici quali: Quando la geometria diventa Armonia sull’Astrattismo e Costruttivismo russo; Psicologia e Grafica dei Sette Vizi Capitali di argomento religioso; Le Donne dello Zodiaco secondo la mia Grafica di ambiente esoterico. B.D. è nato a Ventimiglia il 10 Dicembre 1971 e risiede a San Remo. Ha conseguito il diploma di maturità come Tecnico delle attività alberghiere e, attualmente, lavora come pizzaiolo. Ha partecipato al premio Papavero d’oro ed è in attesa dei risultati dei premi San Valentino e Simpatia sotto l’albero.


A.Z.P., per farsi conoscere, partecipa a premi letterari dal 1987 e (con gioia di bimbo) ne vince alcuni, anche importanti. Ha pubblicato la sua prima raccolta di liriche nel 1993, L’effimero ed eterno ritorno che rappresenta un assemblaggio di versi composti sui banchi di scuola. Affinando lo stile ha composto altre liriche e testi per canzoni. Nel 1995 ha ottenuto l’assegnazione del superpremio Mondo Letterario e nel 1996 l’Editio Princeps, in occasione della X Primavera Vesuviana. V.B. è nato a Firenze il 16 aprile 1971. Ha la maturità magistrale e sta per insegnare in una scuola, da lui fondata, chiamata I Sette Nani. Le sue poesie sono moti dell’animo, la sua raccolta Singulti d’ansia è… sensazioni, percezioni, dolori, disillusioni, ricordi, cenere di amori passati, memorie d’alcova, ansia di redenzione e trascendimento. Poesia è l’attimo rapito al tempo, la ribellione al vomitevole pullulare della deiezione. Poesie di morte, di consunzione amorosa, di singulti mistici, di solitudine titanica, di emozioni ed ansie nell’iperuranio delle sensazioni. Mi chiamo N.U. Sono nato a BELLUNO. Pioveva, quel 16 di Ottobre! E sono trascorsi 36 anni. Chi sono? Chi voglio essere? Sono il mio amore per l’inafferrabile? Sono tutti i miei abusi, che esprimono le vere tendenze, che danno le vere risposte? Sono la mia ricerca dell’arte? Nata a Piacenza, ho sempre dedicato il mio tempo libero alla poesia e alla musica componendo canzoni e poesie e solo l’anno scorso, dopo le insistenze dei famigliari, ho partecipato ai primi Premi, risultando menzionata. Inoltre, dopo la partecipazione al Premio I poeti del Faro d’Argento, mi è stata offerta la possibilità di pubblicare un libro ma ho preferito aspettare. Mi piace scrivere poesie e canzoni che finora hanno letto e ascoltato solo pochi Amici, anche perché non mi sento né “poeta”, né “cantautore”, ma solo qualcuno che ama scrivere in poesia, a volte musicandole, le proprie emozioni.


M.M. è nato a Pozzuoli nel 1947 ove ancora risiede. È un dipendente dell’Ente Ferrovie dello Stato. Fa parte del gruppo artistico culturale Poeti nella società. Il suo palmares è pieno di premi e riconoscimenti. Sue poesie sono pubblicate su antologie e riviste specializzate. Recentemente l’Ente per le ville Vesuviane ha organizzato in suo onore un recital di poesie, a Villa Marta, dove un pubblico entusiasta e competente gli ha tributato onori e riconoscimenti. Il centro letterario di Roma lo ha pubblicamente premiato riconoscendogli meriti di indiscusso valore umano e letterario che lo pongono ad essere un autore degno della massima attenzione da quanti hanno a cuore la vera poesia. L.D.E., 37 anni, avvocato, risiede a Napoli. È autore di poesie, aforismi e romanzi che hanno ricevuto riconoscimenti in diversi premi letterari. Ha pubblicato una raccolta di aforismi nell’Antologia Poeti e Scrittori allo Specchio, editrice La Finestra, Poggibonsi. Ha ricevuto proposte di pubblicazione da Cultura 3000 Editrice; Lallo Editore; Clion Edizioni; Convivium Letterario; La Finestra Edizioni; Centro Culturale Michelangiolo; Arezzo Libri. È socio dell’U.A.O.C. (Unione Artisti Operatori Culturali) di Marigliano (NA), ed è iscritto all’O.N.P.I. (Ordine Nazionale Poeti Italiani). F.V.L.S.A. è nata il 29 aprile 1947 a Canelli (AT). Si è laureata in Economia e Commercio. Sposata a un nobile italo-bavarese, risiede in Baviera. Ha tre figli, due femmine e un maschio e scrive poesie da sempre. Per se stessa. L.A. è nato ad Ascoli il 12/8/1926. Accademico Valentiniano, Tifernate del Cerchio, Accademico di S. Marco, Benemerito dell’Accademia Universale Guglielmo Marconi, Pioniere della Cultura, Accademico d’Europa, Benemerito della cultura, accademico del Fiorino e Maestro letterato, Cavaliere dell’Arte. Questa intensa attività più che ventennale, dall’apparenza quasi dispersiva, gli ha permesso un contatto diretto con vari ceti sociali. Oggi lavora nella vendita di


libri e giornali nella Stazione F.S. di Ascoli. Sposato con figlio geometra. Tuttavia è preminente la passione per la poesia. Altresì è studioso in varie discipline, etruscologo e saggista. Solari esplosioni romantiche e inquietanti presenze gotiche abitano nel suo cuore classe ‘77. È riuscito ha creare uno stile, in evoluzione, frutto di contaminazioni tra prosa, recitazione teatrale e poesia. Nel suo nuovo romanzo Uomo di pezza, affronta, attraverso uno strano modulo narrativo, temi complessi dell’universo femminile con intelligenza e originalità. Dimostrando non solo un profondo amore per le donne, ma di saper costruire storie contenenti messaggi sociali senza perdere fantasia o cadere in banalità. E.O. è nata a Pistoia il 20 gennaio 1921. Ha lavorato quarant’anni nell’amministrazione P.T. Oggi in pensione si dedica alla poesia e al racconto, occupando così il suo tempo troppo libero. La sua prima raccolta di poesie Bambola viva ha riscosso notevole successo. A.T. è nata a Catanzaro ove è domiciliata. È insegnante, sindacalista, poetessa, fine dicitrice e operatrice culturale. Ha vinto circa 600 premi letterari nazionali e internazionali, riconoscimento della sua attività sulla linea di: fede, natura e arte per la vita. Ha rappresentato l’Italia al Congresso mondiale di Poesia in Messico nel 1994. È ospite in varie trasmissioni radiofoniche e televisive, sue liriche sono state declamate anche alla RAI. Ha pubblicato due libri di poesie e ha curato La più bella antologia del nostro tempo. È socio onorario di enti culturali e artistici. Collabora a tantissime e qualificative riviste letterarie. M.A.S. è nato il 10 maggio 1972 in provincia di Como, città dove si impegna socialmente tra le file della C.R.I, come Monitore dei volontari del soccorso. Diplomato nel 1991 come geometra, conduce una Subagenzia di assicurazioni.


Presente in numerose antologie poetiche, con la sua partecipazione a concorsi letterari ha ottenuto i seguenti risultati: secondo premio La Culla; primo premio Acqua Fredda; secondo premio Comunità Montana Valle Trompia Concorso Valtrompia in poesia. È stato finalista ai seguenti premi: Putia (C.A.I. Bressanone); Incontro di poesia (Domodossola); Santuario di Arcagna (Lodi), La Barbacana (Rivara). R.B. è una studentessa universitaria che scrive poesie dall’età di sette anni ma solo da pochi mesi concorre a premi Letterari e di Poesia . Ha ottenuto il Primo Premio Golfo di Patti 1997 e quale vincitrice una mia poesia verrà impressa su piastrella in ceramica. Una mia lirica verrà inoltre pubblicata nell’Antologia Il Pianeta dell’Amore inerente al Premio Il Poeta dell’Anno 1997. Di recente è stata nominata Accademica honoris causa dell’Accademia Belardiniello che nacque a Napoli 50 anni fa per celebrare il vate poeta e cantastorie napoletano del sedicesimo secolo Belardiniello, è un’Associazione culturale libera e senza scopo di lucro. E.R. risiede a Genova, dove è nato nel luglio. Ha pubblicato un romanzo breve intitolato Fiore di ciliegio, insieme all’amica S.A.. Sta esaminando alcune proposte di pubblicazione per il suo secondo romanzo A Silvia, mentre il terzo è attualmente al vaglio degli editori. Inoltre, ha dato alle stampe una raccolta di poesie in prosa (fuori commercio). A.W. è nata a Carpi il 19 giugno 1974. Scrive per esprimere ciò che è, ma che non vuole apparire e quello che prova, ma che non ha il coraggio di ammettere. Non ha un metodo preciso, alcune sue poesie sono nate in sogno e così le ha trascritte, altre sono state dettate da un forte impulso, da un bisogno quasi irrefrenabile che partiva da dentro. È convinta che la poesia ha un suo linguaggio segreto ed è un modo per mettere a contatto immagini lontane senza fili. Sue poesie sono presenti in antologie e riviste (una sul mensile Vera).


M.M. è nato a Roma, dove risiede, il 9 ottobre 1944. Ha scritto quattro romanzi tutti inediti e alcune poesie. Sia nei romanzi che nelle poesie conta l’amore che ritiene sia il motore della vita cui nessuno può sottrarsi. Il dilemma che emerge, non nuovo, è il rapporto fra pensiero e azione. Dal 1992 collabora a programmi culturali presso l’emittente privata Televita e dal 1993 ha iniziato a collaborare presso l’emittente Teleblu. Ha già ottenuto alcune importanti soddisfazioni arrivando in finale ad alcuni concorsi di poesia dove ha provato l’emozione di ascoltare i suoi lavori declamati da un palco. B.L. è nato il 21 ottobre 1957 a Palermo dove vive e opera. Dopo gli studi consegue la maturità. Ha seguito e segue altrettanti corsi universitari per un arricchimento proprio e per inserirsi in un contesto multimediale, dove materia e spirito possano trovare un giusto equilibrio per valorizzare il proprio cammino. Accademico di più centri s’inserisce con sagacia in attività d’associazionismi. Tra i corsi frequentati ricordiamo quelli di Filosofia, Psicologia sociale, Erboristeria, Lingue, Audiovisivi, Chinesologia, Yoga evolutivo, Pratica letteraria esistenziale e Laboratorio poetico. Ha ricevuto la Grande medaglia Aurata per la poesia. R.G. è diplomato alla scuola agraria e lavora come macellaio da quindici anni; coltiva diversi interessi tra cui: mountain bike che pratica a livello regionale, brake dance (sic), corsa, pittura, scultura che pratica a livello di appassionato, poesia. Non ha mai preso parte a concorsi e non ha mai pubblicato alcunché; ha comunque scritto alcune raccolte (in tutto circa trecento poesie). S.A. è nato a Taranto nel 1925. Sue notizie sono riportate in vari dizionari, tra cui: Dizionario Biografico dei Meridionali, Dizionario delle Opere e degli Autori, Dizionario Critico Il Pungolo Verde, Nuovissimo Dizionario di Autori scelti. Premi ricevuti: secondo classificato al concorso letterario indetto dal


Kiwanis Club, primo classificato al trofeo Ketty Daneo, secondo classificato exaequo alla Rassegna poetica dedicata alla mamma di Trieste e, per la poesia religiosa, terzo classificato al Santa Rita da Cascia. V.C. è nato a Frosinone il 10 gennaio 1975. È il poeta delle cose semplici. La sua è appunto una poesia semplice e bella non ragionata o ricercata, ma raccolta moribonda per la strada e fatta rinascere su una pagina bianca. Studioso di economia, è impegnato nel sociale e in politica. Libero pensatore, tra le sue frasi più celebri vi è: “Molta gente per piacere agli altri finisce per non piacere più a se stessa, io questo rischio non lo correrò mai”. A.E. è nata a Brescia il 29 luglio 1972 e lì risiede. La prima poesia l’ha scritta nel 1984, all’età di 12 anni. Ha partecipato a diversi concorsi di poesia. Lavora come segretaria presso suo padre. R.E. ha conseguito il diploma di informatica nel 1990 e ha seguito strade completamente differenti dalla sua formazione tecnica. Attualmente è assunto come apprendista elettricista. Nei ritagli di tempo, oltre a scrivere poesie, suona la chitarra e scrive canzoni. Prende lezioni di pianoforte. S.D. scrive da tantissimo tempo. Ha pubblicato nel 1988 la raccolta I miei versi. Nel 1993, per l’interessamento dell’assessore alla cultura del suo paese di residenza, ha pubblicato I miei versi 2 del quale sono stati riservati i diritti d’autore all’Associazione dei familiari delle vittime della strage della stazione di Bologna. U.Z., sedicenne dai molti interessi. Da piccolo scout, ora caposquadriglia. Scrive in prosa e poesia. In IV elementare ottiene il IV premio scolastico di poesia. Menzione per la poesia presso il centro culturale “Una mano amica”. Segnalazione di merito Poeti Oggi 1995.


Ăˆ nato a Parma, dove risiede, il 7 gennaio 1973; ha conseguito la maturitĂ  al Liceo Classico. Ha iniziato a scrivere poesie nel 1992 e il suo primo volume dal titolo Novanta giorni sta per uscire, essendo stato pubblicato dalla Casa Editrice Libritaliani. Nel frattempo, ha ultimato altri quattro libri di poesie in italiano e uno in inglese. Ha scritto un libro sul cinema a schede intitolato I miei cento film che è in visione a un critico cinematografico e una sceneggiatura cinematografica Angeli nel regno di Alzheimer che sta rielaborando in romanzo.


LA MIA AUTOBIOGRAFIA Sono nato a Bologna di venerdĂŹ 17 ma non sono scaramantico. Per Stampa Alternativa ho curato il millelire Scrittrice precoce a pochi mesi scriveva il suo nome - Autobiografie di scrittori non illustri e il volume Mondo Hacker 1.0. Ho pubblicato la raccolta di racconti Avanti Veloce - Cronache da un mondo pop (Fernandel, Baldini&Castoldi). Sono stato fra gli autori della trasmissione radiofonica Dispenser di Radio 2 e di quella televisiva Viva la crisi di Rai 3. Ho scritto per riviste come Wired, T3, Flair, Grazia, Panorama, Linus. Sono autore del blog Fascetta Nera, dedicato alle fascette dei libri, e del sito iltuoebook.it che si occupa di editoria digitale e self-publishing, argomento sul quale ho pubblicato la guida Tutto quello che devi sapere per pubblicare (e vendere) il tuo e-book.


ALTRE PUBBLICAZIONI


#self Rivista digitale di racconti di autori indipendenti


Scrittrice precoce a pochi mesi scriveva il suo nome