Page 5

Un cavaliere galoppava con il suo cavallo nero verso una cittadina fortificata. Abbassarono il ponte levatoio e lo fecero entrare. Galoppò ancora finchè non arrivò ad un negozio di artigianato. Scese dal cavallo. Estrasse la spada dalla sua fodera e aprì la porta con un calcio. La spada era nera come la pece. Il negozio era pieno di scaffali con delle opere fatte dall'artigiano. Il cavaliere cominciò a distruggere ogni cosa che trovava davanti a sé. Dal retrobottega spuntò un uomo paffutello con capelli grigi. «Ma che fa?» domandò l'artigiano prima di accorgersi chi aveva davanti. «Ora tu vieni con me!», quindi lo prese e lo scaraventò fuori dal negozio. Gli puntò la spada. Lui salì a cavallo e il cavaliere lo imitò prendendo le redini. «Locket, tieniti a me per non cadere!» ordinò il cavaliere con una voce sibilante. «Ma cosa...? Come fa a conoscere il mio nome?» chiese Locket sconcertato. «Io sono l'imperatore del Regno Oscuro. Io conosco tutti.» rispose con un ghigno il cavaliere. Galopparono finchè non arrivarono alle mura, questa volta però con un gesto della mano aprì il portone delle mura. E con un altro fece abbassare il ponte levatoio. L'artigiano era rimasto a bocca aperta. Era nelle mani

Il Palazzo nella Nebbia - Capitolo 1- 2 1/2  
Il Palazzo nella Nebbia - Capitolo 1- 2 1/2  

Il Palazzo nella Nebbia!