Issuu on Google+

serramenti esterni catalogo 2011

catalogo 2011 serramenti esterni


catalogo 2011 serramenti esterni

3elle presenta la sua gamma completa di serramenti per l’esterno. I nuovi prodotti sono al massimo livello prestazionale. Materia prima, sistema costruttivo, ampiezza di gamma, design e innovazione sono i tratti principali delle soluzioni 3elle per caratterizzare singoli edifici e complessi immobiliari, sia per impatto architettonico che per durabilità. Prestazioni in classe A, rispetto dell’ambiente, risparmio energetico, sono al centro del suo produrre quotidiano. I serramenti 3elle raggiungono cantieri in Italia e all’estero, vengono installati con personale proprio, secondo le esigenze di pianificazione dei cantieri dei clienti. 3elle leader nei serramenti, partner delle migliori imprese.

paginaDABUTTARE.indd 1

18-01-2011 16:32:35


2


Indice Xilema

pag.

6

Xilema, i plus commerciali

pag.

10

Il legno lamellare

pag.

16

Cicli e finiture

pag.

18

Le finestre: TOP-ALU

pag.

24

PLUS79

pag.

26

TOP

pag.

28

TEKNO

pag.

30

TRE

pag.

32

Termoacustica e risparmio energetico

pag.

34

Vetrature

pag.

48

Sistemi monoblocco termoacustico

pag.

52

Controtelai su muro con cappotto

pag.

54

Certificazioni

pag.

56

Antologia

pag.

60

Serramenti esterni

pag.

62

Oscuramenti

pag.

70

Altre soluzioni

pag.

78

pag.

84

Alluminia

3


Da oltre cento anni... 1908

Fin dal 1908 3elle non significa solo “La lavorazione del legno”, ma il suo marchio coniuga tradizione ed innovazione consentendo di dare risposte adeguate alle esigenze dell’habitat… che muta verso una migliore qualità della vita. La qualità 3elle deriva principalmente dalla nostra passione, cui non è però secondario lo standard di controllo dei processi di realizzazione dei prodotti ed erogazione dei servizi. L’impiego delle più avanzate tecnologie del settore, l’elevata qualità delle materie prime ed i controlli estesi alla catena dei valori garantiscono che l’abbinamento del prodotto/servizio 3elle sia orientato alla soddisfazione massima della Clientela.

4


Oggi

5


Xilema

6


Giunto Aperto Il Giunto Aperto rappresenta il migliore sistema industriale di tenuta applicabile alle finestre. Si basa su una guarnizione, detta a labbro, che consente di mantenere un’azione di pressione sull’infisso tanto più forte quanto più grande è la spinta esercitata da aria o acqua dall’esterno verso l’interno.

Sistema costruttivo “Aria 4” Tutta la ferramenta e gli incontri sono montati in aria 4: nel legno viene ricavato un alloggiamento dove la ferramenta viene inserita complanare col profilo stesso e non in rilievo come nei serramenti artigianali. Questo sistema costruttivo permette di avere una migliore precisione riducendo al minimo il gioco di regolazione laterale Tutto ciò si ottiene con linee automatiche e processi di lavorazione industriale, il che permette di mantenere costante la qualità della produzione.

11


7


risparmio ed efficienza

8

il giusto compromesso

la pi첫 richiesta


il massimo della protezione

prestazioni e tendenza

PLUS79

Lo xilema, in natura, è l’anima del legno, è la parte centrale che sostiene la pianta e distribuisce le sostanze nutritive. In 3elle, xilema è sinonimo di finestra. Da sempre realizziamo infissi di qualità superiore, nel rispetto dell’ambiente e con un’attenzione particolare al risparmio energetico. Ogni finestra è progettata valorizzando al massimo le proprietà naturali del legno, assicurando la protezione totale e il benessere naturale per la vostra casa. La scelta di un infisso per la vostra casa, è una questione di cuore. In ogni finestra Xilema, 3elle ci mette l’anima.

9


I plus di xilema PRESTAZIONI ACUSTICHE

PRESTAZIONI TERMICHE Determinazione della Trasmittanza termica U col metodo di calcolo semplificato della norma UNI EN ISO 10077-1:07, con riferimento al tipo di vetratura montata.

PERMEABILITÀ ALL’ARIA Classificazione secondo Norma UNI EN 12207

TENUTA ALL’ACQUA Classificazione secondo Norma UNI EN 12208

RESISTENZA AL CARICO DEL VENTO Classificazione secondo Norma UNI EN 12210

RESISTENZA MECCANICA

10

I nostri serramenti esterni sono stati classificati in seguito a prove di laboratorio da istituti preposti, i cui risultati allegati dimostrano il grado di prestazione riferito agli standard UNI. Il nostro Ufficio commerciale è a disposizione per trasmettere i seguenti documenti, che costituiscono un prezioso valore aggiunto e un patrimonio dell’etica aziendale: certificati di laboratorio dell’indice Rw di potere fonoisolante, calcolo della trasmittanza termica U (infisso + vetro) in base al tipo di vetratura e di finestra da fornire o già fornita certificati di prove di tenuta fisica e resistenza meccanica, trasmissione luminosa TL e fattore solare g marcatura CE certificazione di Qualità UNI EN ISO 9001:2008 sicurezza sul lavoro OHSAS 18001:2007 istruzioni di montaggio, uso, manutenzione e smaltimento schede prodotto e tavole tecniche 3elle ha conseguito, tramite la Protos SOA Spa la certificazione SOA categoria OSE clane IV. Tale certificazione comprova il possesso da parte di 3elle di tutti i requisiti di cui all’articolo 8 della Legge 11 febbraio 1994, n.109, e la capacità di 3elle di eseguire (Direttamente o di subappalto) forniture per opere pubbliche di duratura e posa di opera con importo a base d’asta sino a € 2.582.284.


Giunto Aperto Il Giunto Aperto rappresenta il migliore sistema industriale di tenuta applicabile alle finestre. Si basa su una guarnizione detta a labbro, che consente di mantenere un’azione di pressione sull’infisso tanto più forte quanto più grande è la spinta esercitata da aria o acqua dall’esterno verso l’interno.

Sistema costruttivo “Aria 4” Tutta la ferramenta e gli incontri sono montati in aria 4: nel legno viene ricavato un alloggiamento dove la ferramenta viene inserita complanare col profilo stesso e non in rilievo come nei serramenti artigianali. Questo sistema costruttivo permette di avere una migliore precisione riducendo al minimo il gioco di regolazione laterale Tutto ciò si ottiene con linee automatiche e processi di lavorazione industriale, il che permette di mantenere costante la qualità della produzione.

11


Giunzione angolare dei profili delle ante a 2 tenoni e mezzo Dal 1998 la 3elle applica il sistema di giunzione a 2 tenoni e mezzo. Questa soluzione costruttiva aumenta la resistenza meccanica della giunzione d’angolo delle ante mediante tenonatura a due spine e mezzo passanti. Questo incrementa la superficie d’incollaggio del 30% rispetto alla giunzione classica a 2 tenoni, garantendo così una maggior durata dei prodotti finiti ed una migliore stabilità nel tempo. Da rilevare che con il traverso e le tenonature esterne passanti si eliminano l’assorbimento dell’acqua, le dilatazioni, le deformazioni, aumentando così la durata nel tempo dell’infisso stesso.

Scarica condensa Nella giunzione fra montante e traverso rimane una cavità utile, una volta installato il vetro, allo scarico della condensa.

12


Ferramenta in finitura cromo satinato Tutta la ferramenta di serie sui serramenti esterni 3elle (cerniere anuba, 3D, trimax, nastri di chiusura, incontri, placche copriavvolgitori, martelline) in finitura cromo satinato in risposta alle tendenze più attuali. In particolare, sulle F e PF a tre e quattro ante, vengono installate di serie cerniere 3D sulle ante laterali semi-fisse e cerniere TRIMAX su quelle centrali a libro: ciò consente la registrazione sui tre assi senza dovere sfilare le ante. Sono anche disponibili cappucci nelle finiture Bronzo, Ottone, Cromo satinato e Bianco sia per anuba che per 3D e TRIMAX.

Regolo fermavetro Viene ricavato il linea direttamente dal listone dell’anta e assicurato allo stesso per mezzo di un chiodo a riccio. Con questo accorgimento la venatura del fermavetro segue quella dell’anta e non ci sono fori da stuccare, mantenendo così un grado estetico elevato.

13


Ante simmetriche Il blocchetto centrale riportato assicura totale simmetria nei serramenti a più ante.

Etichettatura con ubicazione 3elle intende fornire un servizio all’impresa sempre più attento e collaborativo. In quest’ottica, dopo aver effettuato notevoli investimenti nei sistemi hardware e software, modifiche e innovazioni al processo produttivo, 3elle arricchisce la gamma dei propri prodotti applicando su tutti i serramenti un’etichetta adesiva sulla quale viene riportata l’esatta ubicazione di ogni singola finestra nel cantiere. I tecnici di cantiere 3elle hanno a disposizione un campo composto da 13 caratteri alfanumerici all’interno del quale possono indicare qualsiasi informazione che concorderanno con il responsabile di cantiere, tale operazione consentirà all’impresa di costruzioni di individuare la destinazione finale di ogni serramento con notevoli vantaggi nelle operazioni di distribuzione. Marcatura laser La marcatura a laser di tutte le ante consente la completa tracciabilità del prodotto finito anche a distanza di anni.

14


VERNICIATURA dei serramenti esterni con impregnazione a immersione La 3elle, UNICA fra i grandi produttori di serramenti, esegue la verniciatura dei propri prodotti sottoponendoli ai più moderni cicli di impregnazione + fondo ad immersione in vasca con prodotti preservanti idrosolubili misti a pigmenti stabili alla luce, che vengono in parte assorbiti dal legno: questi trattamenti proteggono il legno dai funghi, dalle muffe e dagli insetti xilofagi, preservandolo per anni anche dall’azione degradante dei raggi solari. 3elle è l’unica industria che esegue l’immersione delle ante in un bagno totale di impregnante. Nella successiva mano di finitura a spruzzo, non filmogena, viene utilizzata una particolare vernice all’acqua additivata di sostanze protettrici dall’azione corrosiva dei raggi ultravioletti, che ne migliora ulteriormente la durata; questa vernice non procura problemi di sfogliamento, perché si consuma lentamente negli anni, senza staccarsi. Inoltre, ricordiamo la possibilità di utilizzare il pino lamellare giuntato anche nella finitura semipigmentata ciclo Z (a campione), che lascia intravedere lievemente la venatura del legno senza nodosità (le zone di giuntatura sono così meno marcate), ma può assumere comunque qualsiasi colorazione. Sul pino lamellare giuntato il ciclo Z risponde agli attuali canoni di mercato di finestre stile moderno e mantiene la buona competitività del legno pino in assenza di nodi, consentendo di integrare il gusto estetico della finitura laccata al calore della struttura lignea.

Attestazione di produzione “ecoeccellente” per la BIOEDILIZIA I nostri cent’anni di serramenti in legno esaltano i valori dell’ecologia e dell’etica nel massimo rispetto dell’ambiente e della salute umana, con prodotti che garantiscono anche la salute degli utilizzatori finali. Prodotti nel rispetto dell’ambiente e della salute. Il legno con cui vengono realizzate le nostre finestre proviene principalmente da impianti arborei rinnovati periodicamente con processi di taglio a rotazione programmata, certificati FSC e/o PEFC. L’uso di vernici all’acqua è un esempio di processo produttivo in linea con la tutela dell’ambiente e la massima qualità del prodotto; le nostre finestre vengono trattate con moderni cicli di impregnazione e finitura a base di prodotti idrosolubili che vengono assorbiti dal legno, proteggendolo e preservandolo nel tempo. Le porte sono finite con vernici ad alto residuo secco, che migliorano la copertura e il pregio del legno, rendendole più lisce e vellutate al tatto, lasciando trasparenza e profondità alle venature naturali. La grande sensibilità ambientale, in aggiunta ad un cospicuo sforzo economico, si è così tradotta in una drastica diminuzione nell’impiego di solventi, in linea con quanto disposto dalla normativa Nazionale e Comunitaria per l’abbassamento degli effetti delle emissioni di composti organici volatili nell’ambiente e dei rischi per la salute umana.

15


Il legno lamellare

Pino lamellare “FJ” finitura Ciclo-R

Nel legno si legge la storia dell’uomo. L’utilizzo del legno come componente per costruzioni risale senza soluzione di continuità ai tempi delle prime capanne e palafitte. Di fatto, non esiste al mondo altro materiale che abbia accompagnato in modo così incisivo e duraturo il susseguirsi delle civiltà, mantenendo sempre e comunque una sua validità d’uso, sia in campo edilizio che nel campo dell’arredo. Oggi, grazie alla più evoluta tecnologia del legno lamellare, la perfezione della natura, la tecnologia della più evoluta produzione industriale e la creatività dell’uomo si fondono, aprendo a scenari applicativi senza frontiere di immaginazione, nel campo dell’edilizia, dell’ingegneria civile, dell’arte. Il pino lamellare giuntato FJ rappresenta, senza alcun dubbio, l’essenza legnosa più richiesta: è un prodotto ecologico, estremamente stabile anche per le grandi dimensioni grazie all’effetto “trave” (cioè l’annullamento delle torsioni delle fibre per effetto della compensazione dei movimenti delle lamelle) che lo rende adatto anche per l’impiego di vetrature pesanti e luci di elevata ampiezza. Sezione legno lamellare a tre e quattro liste

Rappresentazione delle giuntura “FJ”

16


17


Cicli e Finiture

18


19


Mordenzati

|

Da sempre i colori classici di maggior utilizzo in edilizia civile abitativa

N

E

FJ-R

Cicli Z

|

M

H

R

P

Consente di integrare il gusto estetico della finitura laccata al calore della struttura lignea.

Z4

20

I

L

Z5

Z1

Z2

Z6


Laccati

|

Per qualsiasi rischiesta dove il colore abbia un risalto sulle strutture.

F

RAL G

21


Tavola sinottica delle essenze FINESTRE

ESSENZA

PINO massello

Xilema TRE

Xilema TEKNO

Xilema TOP

Xilema TOP-ALU

E mordenzato noce

L mordenzato miele

CICLO

H mordenzato verde Z RAL semicoprente

PINO lamellare lista intera + F laccato bianco + G laccato RAL

Xilema PLUS79

R mordenzato noce moro

L mordenzato miele

Z RAL semicoprente

F laccato bianco

G Laccato RAL

P mordenzato miele

F laccato bianco

G laccato RAL

H mordenzato verde Z RAL semicoprente R mordenzato noce moro H mordenzato verde

PINO lamellare giuntato FJ

HEMLOCK massello

22

DOUGLAS massello

M trasparente naturale

MOGANOIDE lamellare

R mordenzato noce moro


PERSIANE

SCURONI

Finitura Gocciolatoio in Alluminio F e PF

Riviera B

Appennino D

Bologna P

Capri F

Dolomite G

Tirolo T

Abetone M

Scuretti ripiegabili

√*

√*

bronzo / RAL

√*

bronzo / RAL

bronzo / RAL bronzo / RAL

bronzo / RAL bronzo / RAL bronzo / RAL bronzo / RAL bronzo / RAL bronzo / RAL √

bronzo / RAL

BIANCO RAL 9010

Verniciato RAL in tinta √

bronzo / RAL

bianco RAL 9010

RAL bronzo / RAL

√*

bronzo / RAL

* scuretti ripiegabili ricavati sempre da massello di hemlock tonalizzato

23


Xilema TOP-ALU Xilema Top-Alu coniuga il calore naturale del legno con la versatilità cromatica dell’alluminio, permettendo di inserire nel contesto abitativo i pregi di un prodotto naturale senza le problematiche della manutenzione. In questa simbiosi l’alluminio conferisce un’elevata resistenza agli agenti atmosferici, mentre il legno permette di ottenere standard di isolamento termico altrimenti irraggiungibile dal solo metallo. Il tutto è coadiuvato da 4 guarnizioni di tenuta.

vista lato interno

24

vista lato esterno


Sezione verticale finestra

Sezione verticale portafinestra con traverso centrale

Sezione orizzontale vano vetro 27mm 31mm

25


Xilema PLUS79 Xilema Plus 79 rappresenta il fiore all’occhiello della gamma per quanto riguarda le prestazioni termiche e acustiche. Il sistema prevede un vetro mono o bicamera con vano da 32 a 42 mm, per un isolamento termico e acustico da record. Il profilo di battuta è dotato di 3 guarnizioni di tenuta. L’estetica è curata quanto la funzionalità, presentando linee squadrate e minimaliste di assoluta tendenza, che mantengono una perfetta planarità sulla vista esterna.

26


Sezione orizzontale - vano vetro 31mm 42mm

60.5 x 56 79 x 77

79 x 77

27


Xilema TOP Xilema Top riesce a coniugare alte prestazioni termiche ed acustiche, ottenute grazie al vano vetro da 27mm a 31mm e alle 3 guarnizioni di tenuta. Importanti performances, ed estetica di livello, ne fanno ad oggi il prodotto pi첫 richiesto.

28


Sezione orizzontale - vano vetro 27mm 31mm

77x68

29


Xilema TEKNO Xilema Tekno rappresenta il giusto compromesso tra il livello prestazionale medio-alto (sia nelle caratteristiche termiche che in quelle acustiche) ed il livello estetico competitivo che conduce ad un rapporto qualitĂ /prezzo eccellente.

30


Sezione orizzontale - vano vetro 26 mm

78x56

31


Xilema TRE Xilema Tre garantisce il massimo risultato acustico e termico ottenibile da un serramento con profilo da 56mm con 2 guarnizioni (40db). Rappresenta una scelta economica ma efficace, che non fa rimpiangere opzioni pi첫 costose e sofisticate.

32


Sezione orizzontale - vano vetro26 mm

66x56

33


Termo-acustica e risparmio energetico

34


35


Termo-acustica e risparmio energetico C’è una sesta fonte di energia: il risparmio Il 90% dell’approvigionamento energetico mondiale, proviene da fonti non-rinnovabili: petrolio, carbone, gas naturale, uranio. LE fonti rinnovabili restano penultime nella graduatoria dell’utilizzo energetico. L’uso massiccio dei combustibili fossili mette a rischio l’approvigionamento energetico e la qualità della nostra vita e contribuisce ai problemi dell’inquinamento dell’aria e all’emissione dei gas serra.

Il “sesto carburante” ovvero il risparmio energetico ottenibile attraverso un migliore isolamento costituisce potenzialmente il maggior fattore di risparmio. Il sesto carburante è pulito e sostenibile, migliora la qualità della vita ed il confort abitativo. E’ tecnologicamente collaudato e non richiede ricerche ad altissima tecnologia. Ma la cosa più importante è che il sesto carburante, costituisce una risorsa teoricamente inesauribile ed è gratuito. Per quanto possa apparire strano la più abbondande fonte di energia disponibilie non è costituita da nessuna delle risorse sopracitate, bensì dal risparmio energetico.

Tutti gli sforzi legislativi degli ultimi anni, ivi inclusa l’ultima legge finanziaria, promuovono sia incentivi fiscali e agevolazioni tributarie per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti, sia misure di sostegno per la promozione di nuova edilizia ad alta efficienza energetica.

36


Xilema PLUS79 anta 79x77

vetratura bicamera 6/12/5T/12/33.1 BE con canalino caldo

guarnizione 1 guarnizione 2

gocciolatoio in alluminio

guarnizione 3 telaio maestro 69x66

Uw=0,89W/mq째K 37


Rapporto di prova Indicazione della norma secondo cui si esegue la prova: la norma da utilizzare è la UNI EN 140-3:1997 Indicazione della norma secondo cui si esegue la prova: la norma da utilizzare è la UNI EN 140-3:1997 Indicazione della norma secondo cui si esegue la prova: la norma da utilizzare è la UNI EN 717-1:1996 La superficie di riferimento: la norma UNI-EN 140-3 dice che S= è l’area del campione, in metri quadri, che è pari a quella dell’apertura libera di prova = alla Luce Architettonica (senza l’ingombro di cassonetto e di coprifili). La temperatura d’esecuzione della prova: (la norma prevede che le misurazioni siano effettuate a 20°C±3°C) I valori sperimentali R, registrati alle varie frequenze durante la prova, da cui deriva il grafico del potere fonoisolante apparente e quindi Rw a 500Hz. NB. La documentazione di un rapporto di prova è composta da varie pagine; quelle riportate a lato sono le due più significative nella prima sono riportati i dati di partenza il risultato finale Rw; nell’altra i diagrammi.

38


Estendibilità dei risultati di prova di laboratorio La norma EN 14351-1:2006

“finestre e porte pedonali - Norma del prodotto, caratteristiche prestazionali Parte 1: finestre e porte esterne pedonali senza caratteristiche di resistenza al fuoco e tenuta al fumo” prevede l’estensione dei risultati ottenuti sul serramento campione a parità di SiImilar Design secondo le seguenti modalità:

Risultati delle prove su campioni testati

Valori tabulati

Valore RW di fonoisolamento delle finestre

Test results for test specimen of any size

Tabulated value

Sound insulation value for window

Area compresa tra +100% e +50% dell’area complessiva del serramento campione

Area complessiva < 2,7 mq

RW + RW CTR uguale a quello dei tabulati precedenti

Overall area < 2,7 mq

RW + RW CTR ACCORDING TO TABULATED

2,7 mq Area complessiva < 3,6 mq

RW + RW CTR diminuito di 1 dB

2,7 mq < Overall area < 3,6 mq

RW + RW CTR corrected by -1 dB

3,6 mq < Area complessiva < 4,6 mq

RW + RW CTR diminuito di 2 dB

3,6 < Overall area < 4,6 mq

RW + RW CTR corrected by -2 dB

Area complessiva > 4,6 mq

RW + RW CTR diminuito di 3 dB

Overall area > 4,6 mq

RW + RW CTR corrected by -3 dB

-100% to 50% of test specimen overall area Area compresa tra +50% e +100% dell’area complessiva del serramento campione +50% to 100% of test specimen overall area Area compresa tra +50% e +100% dell’area complessiva del serramento campione +100% to +150% of test specimen overall area Area maggiore del 150% dell’area complessiva del serramento campione ≥150% of test specimen overall area

Similar Design: si definiscono manufatti di similar design due manufatti, le cui differenze dovute alla sostituzuine di componeti (ad es. vetri, accessori e o guarnizioni) e/oal cambiamento della specifica dei materiali e/o cambiamento dimensionale della sezione dei profili e/o al cambiamento della metodologia d’assemblaggio tali da non determinare un cambiamento delle caratteristiche prestazionali.

39


CERTIFICAZIONI DI LABORATORIO

SISTEMA S1

L’indice di potere fonoisolante Rw, si riferisce a finestra completa di vetro F2 ( LA x HA ) = 125 x 150 cm

Xilema SEMPLICE

SISTEMA B7

COPRIRULLO STANDARD

ALZATO

Xilema TOP Xilema TOP ALU

Xilema TEKNO

Xilema TRE Xilema TEKNO

Serie

POSIZIONE AVVOLGIBILE IN PVC

Finestra Finestra (dB) (dB)

COPRIRULLO STANDARD con RIVESTIMENTO FONOASSORBENTE FP

COPRIRULLO ACUSTICO “C1” con RIVESTIMENTO FONOASSORBENTE FP

COPRIRULLO ACUSTICO “C3”

COPRIRULLO ACUSTICO “C3” con RIVESTIMENTO FONOASSORBENTE FP

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

36

37

42

36

37

41

37

43

Vetrocamera

Ug (W/mq °K)

U (W/mq °K)

4/18/4 be

1,4

1,80

34

33

35

39

8/15/4 be

1,4

1,80

38

35

37

41

4/15/44.1 be

1,4

1,80

38

35

37

42

5/15/33.1ac be

1,4

1,80

40

36

39

41

37

39

43

39

39

43

38

39

42

39

43

33.1a/12/33.1ac be

1,6

1,90

41

37

40

41

38

40

43

39

40

44

38

40

43

39

44

6/12/44.1ac be

1,6

1,90

39

36

38

42

37

39

42

38

39

42

39

43

4/18/4 be

1,4

1,70

34

33

35

40

8/15/4 be

1,4

1,70

38

36

38

41

36

38

43

37

38

42

38

38

43

4/15/44.1 be

1,4

1,70

39

36

38

41

6/12/44.1ac be

1,6

1,80

39

36

38

42

37

39

42

38

39

42

39

39

44

5/15/33.1ac be

1,4

1,70

40

36

39

41

37

39

40

39

39

43

38

39

42

39

39

43

33.1ac/15/33.1ac be

1,4

1,70

42

37

40

42

38

41

44

40

41

44

39

41

43

40

41

44

4/18/44.1ac be

1,4

1,70

40

37

39

42

38

39

43

38

40

43

39

44

6/15/44.1ac be

1,4

1,70

40

36

39

42

44.1ac/15/33.1 be

1,4

1,70

41

36

39

42

38

40

44

39

40

43

39

44

40

39

40

44


COPRIRULLO STANDARD

SISTEMA B11

COPRIRULLO STANDARD con RIVESTIMENTO FONOASSORBENTE FP

COPRIRULLO ACUSTICO “C3” con RIVESTIMENTO FONOASSORBENTE FP

CELETTO STANDARD

SISTEMA B31

CELETTO STANDARD con RIVESTIMENTO FONOASSORBENTE FP

CELETTO STANDARD

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

ALZATO

ALZATO con SILENCE DEFENDER

ABBASSATO

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

Finestra (dB)

34

34

34

34

35

34

34

35

36

34

34

36

35

35

46

36

37

36

37

37

37

36

37

38

37

38

38

38

38

48

36

38

39

38

38

40

38

38

49

37

37

36

37

38

38

38

39

38

38

39

38

37

39

39

39

39

39

40

40

49

38

40

38

39

40

38

39

40

39

38

40

39

39

40

39

40

41

50

37

39

38

38

39

38

38

39

39

37

38

39

38

39

40

39

39

49

34

35

34

35

35

36

35

35

36

36

36

47

36

37

37

37

38

38

37

38

38

38

38

49

37

38

39

38

39

40

39

39

49

37

38

37

37

38

37

37

39

38

38

39

38

38

39

39

37

39

39

39

40

40

40

50

37

39

38

38

39

38

39

40

39

38

39

39

39

39

39

41

50

38

41

39

40

41

39

40

41

40

39

41

40

40

41

41

51

37

39

38

39

39

39

39

39

39

38

39

40

38

40

40

40

50

38

40

39

39

40

40

40

50

37

40

39

39

41

41

41

50

38

40

38

39

40

39

39

40

40

Prove acustiche

SISTEMA B5

3elle si riserva, a proprio esclusivo giudizio ed in qualsiasi momento, di apportare modifiche ai dati tecnici; è vietato riprodurre o utilizzare anche solo in parte le tavole. Per soluzioni particolari, non contemplate occorre richiedere la fattibilità al servizio tecnico 3elle.

41


Trasmittanza termica 1. individuare la zona climatica a cui appartiene il Comune ed i corrispondenti valori massimi di trasmittanza termica consentiti. I Comuni presenti sul territorio nazionale, a seconda dei gradi-giorni ed indipendentemente dall’ubicazione geografica, sono stati raggruppati in sei diverse zone climatiche. (vedi Allegato del D.P.R. 412 del 26 Agosto 1993). Al fine di agevolarvi nell’individuazione a quale zona climatica appartenga il Comune in cui si sta operando, vi suggeriamo di consultare il sito internet: ww.comuni-italiani.it Il D. lgs. 192 associa ad ogni zona climatica i valori massimi ammissibili della trasmittanza termiche della finestra nel suo insieme U ed il valore del solo vetro Ug (vedi tabella)

42

D.lg. 192/2005 e 311/2006

|

Procedura di verifica

2. confrontare i valori di trasmittanza termica della finestra e del vetro offerto da 3elle con i valori prescritti. I valori di trasmittanza termica dei serramenti 3elle completi di vetro, calcolati ai sensi della norma UNI 10077-1:07, sono riportati nella Modulistica di prestazioni infissi calcolati di volta in volta. I valori U calcolati sono estendibili a qualsiasi sistema adottato (semplice, monoblocco e blocco). 3. disponibilità a studiare assieme al Cliente e/o al Progettista, soluzioni ad hoc atte a fornire un serramento ad alte prestazioni rispondenti a tutti i disposti di legge. A richiesta possiamo approfondire e valutare tutte le esigenze dei nostri pratner, fornendo i nostri riferimenti di calcolo di trasmittanza termica, ai sensi della norma UNI 10077-1:07. Parimenti siamo disponibili ad offrire vetricamera di tipo basso emissivi, vetrature con una camera o con doppia camera riempite con gas argon o gas krypton; il tutto ai fini del raggiungimento della Classe energetica prevista per ciascun progetto.

Valori limite della trasmittanza termica U dell’infisso + vetro

Valori limite della trasmittanza termica Ug dei vetri

(espressi in W/mq°K)

(espressi in W/mq°K)

Zona climatica

Dall’1 gennaio 2010 U(W/mq°K)

Zona climatica

Dall’1 gennaio 2010 U(W/mq°K)

A

4,6

A

3,7

B

3,0

B

2,7

C

2,6

C

2,1

D

2,4

D

1,9

E

2,2

E

1,7

F

2,0

F

1,3


Indice Rw del potere fonoisolante L’indice di potere fonoisolante Rw, indicatore del risultato della prova dei serramenti Norma di riferimento: ISO 717-1 1996 La norma ISO 717-1 1996 prescirve la modalità di rappresentazione dei risultati delle prove di laboratorio, ivi incluse quelle relative alla valutazione dei serramenti in legno. Ciascuna prova eseguita in laboratorio determina un valore Rw = indice di potere fonoisolante. L’indice di valutazione del potere fonoisolante del serramento Rw consente di “ridurre” la curva sperimentale R ad un singolo valore. La determinazione di Rw si effettua raffrontando la curva R sperimentale, ottenuta dalla misura del potere fonoisolante, con la curva Rif. di “ponderazione standard”, che tiene conto della sensibilità media alle varie frequenze dell’orecchio umano per suoni di media intensità. Note le proprietà fonoisolanti della parete perimetrale, per stimare già in fase di progetto se la parete completa di serramento soddisferà i valori di legge, occorre conoscere l’inidice di valutazione di potere fonoisolante del serramento Rw; al riguardo 3elle è in grado di cooperare con i progettisti, mettendo a disposizione le oltre 100 certificazioni acustiche rilasciate da ente accreditato. Con metodi analoghi si determinano coefficienti di correzione nel caso in cui la sorgente sia Ctr = rumore da traffico e C = “rumore rosa” In acusta si definisce “rumore rosa” il rumore di sottofondo, cioè il rumore costante alle basse frequenze.

43


Xilema Top-Alu Trasmissione luminosa

Fattore solare

aria

argon

krypton

Trasmittanza termica serramento con aria (**)

Indice potere fonoisolante Rw (*)

Composizione vetro camera

Tl

g

Ug W/ mq°K

Ug W/ mq°K

Ug W/ mq°K

U W/ mq°K

dB

4/18/4 BE

77

0,58

1,4

1,2

-

1,7

34

8/15/4 BE

75

0,55

1,4

1,1

-

1,7

38

4/15/44.1 BE

75

0,57

1,4

1,1

-

1,7

39

6/12/44.1a BE

75

0,55

1,6

1,3

-

1,8

39

5/15/33.1a BE

76

0,57

1,4

1,1

-

1,7

40

33.1a/15/33.1a BE

75

0,53

1,4

1,1

-

1,7

42

4/18/44.1a BE

75

0,58

1,4

1,2

-

1,7

40

6/15/44.1a BE

74

0,56

1,4

1,1

-

1,7

40

44.1a/15/33.1 BE

75

0,52

1,4

1,1

-

1,7

41

(*) L’indice di potere fonoisolante Rw si riferisce a finestra completa di vetro F2 (125x150cm) sistema S1 (**) Il valore di trasmittanza termica del serramento si riferisce ad una finestra a 2 ante di dimensioni (125x150cm) in legno tenero avente una vetrata isolante BE con riempimento ad aria e canalino distanziatore in alluminio (psi=0,08W/m°K) secondo UNI 10077-1:07

44


Xilema Plus79 Trasmissione luminosa

Fattore solare

aria

argon

krypton

Trasmittanza termica serramento con aria (**)

Indice potere fonoisolante Rw (*)

Composizione vetro camera

Tl

g

Ug W/ mq°K

Ug W/ mq°K

Ug W/ mq°K

U W/ mq°K

dB

4/18/44.1a BE

75

0,58

1,4

1,2

-

1,7

40

6/15/44.1a BE

74

0,56

1,4

1,1

-

1,7

40

44.1a/15/33.1 BE

75

0,52

1,4

1,1

-

1,7

41

44.1a/27/33.1ac BE

75

0,52

1,4

1,2

-

1,7

4/12/4T/12/33.1ac BE

69

0,53

1,2

1

0,8

1,6

5/12/5T/12/33.1ac BE

68

0,52

1,2

1

0,8

1,6

33.1ac/12/4T/12/33.1ac BE

68

0,49

1,2

1

0,8

1,6

33.1ac BE/12/4T/12/33.1ac BE

65

0,40

0,8

0,7

0,5

1,3

44.1ac BE/12/4T/12/33.1ac BE

64

0,40

1,1

0,8

0,6

0,5

te

(*) L’indice di potere fonoisolante Rw si riferisce a finestra completa di vetro F2 (125x150cm) sistema S1 (**) Il valore di trasmittanza termica del serramento si riferisce ad una finestra a 2 ante di dimensioni (125x150cm) in legno tenero avente una vetrata isolante BE con riempimento ad aria e canalino distanziatore in alluminio (psi=0,08W/m°K) secondo UNI 10077-1:07

60.5 x 56 79 x 77

79 x 77

45


Xilema TOP Trasmissione luminosa

Fattore solare

aria

argon

krypton

Trasmittanza termica serramento con aria (**)

Indice potere fonoisolante Rw (*)

Composizione vetro camera

Tl

g

Ug W/ mq°K

Ug W/ mq°K

Ug W/ mq°K

U W/ mq°K

dB

4/18/4 BE

77

0,58

1,4

1,2

-

1,7

34

8/15/4 BE

75

0,55

1,4

1,1

-

1,7

38

4/15/44.1 BE

75

0,57

1,4

1,1

-

1,7

39

6/12/44.1a BE

75

0,55

1,6

1,3

-

1,8

39

5/15/33.1a BE

76

0,57

1,4

1,1

-

1,7

40

33.1a/15/33.1a BE

75

0,53

1,4

1,1

-

1,7

42

4/18/44.1a BE

75

0,58

1,4

1,2

-

1,7

40

6/15/44.1a BE

74

0,56

1,4

1,1

-

1,7

40

44.1a/15/33.1 BE

75

0,52

1,4

1,1

-

1,7

41

(*) L’indice di potere fonoisolante Rw si riferisce a finestra completa di vetro F2 (125x150cm) sistema S1 (**) Il valore di trasmittanza termica del serramento si riferisce ad una finestra a 2 ante di dimensioni (125x150cm) in legno tenero avente una vetrata isolante BE con riempimento ad aria e canalino distanziatore in alluminio (psi=0,08W/m°K) secondo UNI 10077-1:07

77x68

46


Xilema TRE - Xilema TEKNO Trasmissione luminosa

Fattore solare

aria

argon

krypton

Trasmittanza termica serramento con aria (**)

Indice potere fonoisolante Rw (*)

Composizione vetro camera

Tl

g

Ug W/ mq°K

Ug W/ mq°K

Ug W/q°K

U W/q°K

dB

4/18/4 BE

77

0,58

1,4

1,2

-

1,8

34

8/15/4 BE

75

0,55

1,4

1,1

-

1,8

38

4/15/44.1 BE

75

0,57

1,4

1,1

-

1,8

38

5/15/33.1a BE

76

0,57

1,4

1,1

-

1,8

40

33.1a/12/33.1a BE

75

0,53

1,6

1,3

-

1,9

41

75

0,55

1,6

1,3

-

1,9

39

te

Esculsivamente Xilema TEKNO 6/12/44.1a BE

(*) L’indice di potere fonoisolante Rw si riferisce a finestra completa di vetro F2 (125x150cm) sistema S1 (**) Il valore di trasmittanza termica del serramento si riferisce ad una finestra a 2 ante di dimensioni (125x150cm) in legno tenero avente una vetrata isolante BE con riempimento ad aria e canalino distanziatore in alluminio (psi=0,08W/m°K) secondo UNI 10077-1:07

66x56

78x56

47


Vetrature

48


49


Vetro low-e (basso emissivo)

Vetro isolante

Comunemente denominato anche vetro basso emissivo o a bassa emissività, è un vetro piano con una microscopica copertura di ossido metallico che permette alla radiazione solare di passare attraverso il vetro ma allo stesso tempo impedisce al calore di uscire dall’ambiente e disperdersi all’esterno.

È costituito da due o più lastre di vetro che racchiudono un’intercapedine, sigillata con vari materiali, contenente aria o altro gas. Funzione principale di questa tipologia di vetro è quella di: evitare la dispersione termica ridurre i consumi energetici permettere quindi l’utilizzo di lastre di maggiori dimensioni mantenere la trasparenza riducendo la condensa sul lato a contatto con l’ambiente caldo. Il vetro isolante può essere doppio o triplo, per amplificare gli effetti positivi. Tuttavia, anche se la vetrata tripla più prestazionale rispetto ad un vetrocamera standard, si possono presentare alcune criticità da valutare in fase di progetto, d’acquisto e di posa in opera. Quali problematiche può presentare un triplo vetro? problemi di rotture per shoak termico dovuto ad un diverso surriscaldamento delle lastre per cui è buona norma: posizionare i trattamenti bassi emissivi in faccia 2 e/o 5 e non in faccia 3 e/o 4. Prevedere la lastra centrale temprata o extrachiara Dimensionare la lastra centrale di spessore adeguato tale da supportare variazioni di temperatura e fluttuazioni della pressione atmosferica Valutare le condizioni al contorno (presenza di ombre proiettate, esposizione della finestrature rispetto ai punti cardinali, dimensioni lastre, tipologia apertura serramento ecc…)si consiglia, quindi di utilizzare vetrocamera interni ed esterni di su base extrachiara. Si sconsiglia di utilizzare tendaggi a ridosso del vetrocamera di colori scuri e realizzati con tessuti pesanti

4/18/4 Rw (C, Ctr) = 35 (-2; -5) [dB]

8/15/4 Rw (C, Ctr) = 37 (-2; -4) [dB]

5/15/33.1 Rw (C, Ctr) = 39 (-2; -5) [dB]

6/12/44.1 Rw (C, Ctr) = 40 (-1; -4) [dB]

33.1/15/33.1 Rw (C, Ctr) = 40 (-2;-5) [dB]

Coefficiente Rw in funzione dei vetri testati in laboratorio su serramento Xilema in versione semplice

50


Oltre alla tipologia del vetrocamera altro parametro che influenza la resa termica delle finestre è il giunto telaio-vetro (canalino distanziatore). A seconda del materiale e della resistenza termica (d*λ) se inferiore o maggiore a 0,007 W/K i canalini distanziatori si classificano in:

Tipologie di canalini

Acciaio inox

Plastica

Altro

standard (canalino in alluminio valore psi =0,08 W/m°K, resistenza termica >0,007W/K) warm-edge (canalini in acciaio inox, plastico+lamina in metallo, siliconico ecc.. con valori psi variabili da 0,05 a 0,03 W/m°K) L’utilizzo dei canalini warm-edge rispetto a quelli tradizionali offre i seguenti vantaggi: 1 2 3

Migliora la temperatura superficiale del bordo del vetro di 1-2°C, migliorandone il comfort ambientale La maggior omogeneità della temperatura superficiale del vetro interno riduce il rischio di formazione di condensa sui bordi vetrata, e quindi riduce l’eventuale formazione di muffe Migliora il valore di UW di circa 1/10. Per ottenere un simile miglioramento , agendo sul telaio, si deve migliorare di almeno il 30% il valore Uf.

Distanziatore in materiale inorganico

Le materie plastiche non impediscono la diffusione di vapore acqueo e necessitano quindi di una lamina metallica

Sistemi con tendine mobili interne alla vetratura

51


Il ciclo del legno Il serramento in legno: una scelta secondo natura Il legno è una materia prima naturale, rinnovabile, biodegradabile. È un elemento del sistema produttivo che da sempre accompagna l’uomo nel suo progresso: il legno recuperato vive mille volte.

Il legno che utilizziamo proviene quasi esclusivamente da impianti arborei gestiti secondo criteri di responsabilità e sostenibilità ambientale

La produzione di serramenti in legno genera pochissimi scarti: quasi tutti vengono recuperti o riutilizzati.

I rifiuti legnosi possono essere conferiti alle piattaforme di raccolta, che li avviano alle industrie di riciclo, diventando nuova materia prima.

57


Sistemi monoblocco termoacustico 1 | con cassonetto a scomparsa 2 | spalla preverniciata 3 | rivestimento a cappotto veletta esterna porta cappotto liscia veletta esterna con rete elettrosaldata porta intornaco coibentazione 20mm. veletta esterna coperchio in legno (okumè) 14mm. coibentazione 20 mm cielo + veletta interna (no fianchi) sponde laterali in legno (okumè) 14mm. ispezione frontale (obbligatoria su Sa) con cieletto fisso foro per griglia aerazione (a campione) sponda interna in Okumè (sede T/M) spalletta interna prefinita coibentazione interna prefinita 30mm o 50mm paraspigolo esterno da intonacare o prefinito sottolistello in legno cassonetto assemblato o sfuso cassonetto con spalla ridotta (filo C/T) lato opposto movimentazione o entrambi i lati se con motore

Rw=42dB certificata

52


53


Controtelai per serramenti su ogni tipo di involucro Le facciate con cappotto meritano un’attenzione particolare; l’impiego di isolanti sul lato esterno della muratura e anche in spalla (di spessori che raggiungono oramai i 10 cm ) implica l’utilizzo di controtelai adatti a tale situazione; questi devono garantire la stabilità strutturale (pur essendo effettivamente murati a sbalzo rispetto al materiale portante) e nel contempo assicurare che non vi siano ponti termici di sorta che potrebbero vanificare quanto ottenuto con l’impiego del cappotto. Il classico oscuramento posato a muro con cardini ha dei limiti fisici ben precisi; la foratura per il cardine si complica all’aumentare dei cappotti, senza contare che gli accessori per il sostegno, la chiusura e per il fissaggio spesso non sono idonei a certe murature.

54

Per ovviare a questi problemi è sicuramente necessario ricorrere a controtelai con zanche prolungate che consentano la muratura a sbalzo degli stessi; la conformazione della lamiera in questi casi (tipo paraspigolo 1 o con battuta 2) fa da riferimento per lo spessore della muratura finita e a lavoro completato si ottiene lo stesso risultato estetico di una posa a murare. Punto chiave dei controtelai di cui sopra sono le sedi per i cardini; le zanche da murare sono saldate in prossimità del telaio a boccole filettate (rese cieche con delle viti in modo da non sporcare la filettatura durante la rasatura); l’unitura zanca-boccola consente di assicurare un’ottima stabilità degli interassi e del centraggio dell’asse di rotazione. Grazie a questi modelli di controtelai è possibile quindi un perfetto isolamento continuo in facciata e spallina, come si può vedere le zanche arrivano ad ancorarsi nella muratura consentendo il giro dell’isolante.


Sistema K1-CAPPOTTO con zanche prolungate per lâ&#x20AC;&#x2122;ancoraggio alla muratura

Sistema Bloc-CAP Prefinito (DF2+S1) con zanche prolungate per lâ&#x20AC;&#x2122;ancoraggio alla muratura e spalla prefinita

55


3elle: qualità e sicurezza certificate La qualità 3elle deriva principalmente dalla nostra passione, cui non è però secondario lo standard di controllo dei processi di realizzazione dei nostri prodotti ed erogazione dei nostri servizi. L’impiego delle più avanzate tecnologie del settore, l’elevata qualità delle materie prime ed i controlli estesi alla catena del valore garantiscono che l’abbinamento dei prodotti/ servizi 3elle sia sempre finalizzato alla soddisfazione dei nostri Clienti, obiettivo di primaria importanza tanto che l’azienda ha implementato un sistema di gestione qualità certificato dal 2004 secondo la norma UNI EN ISO 9001. Da sempre inoltre il principio della salvaguardia della sicurezza e della salute è un valore fondamentale per la nostra azienda, che nel 2009 ha ottenuto anche la certificazione BS OHSAS 18001 del sistema di gestione per la sicurezza, nella convinzione di poter così offrire ancora migliori servizi ai propri Clienti, Lavoratori, Fornitori, valorizzando l’organizzazione aziendale evidenziandone, nei confronti del mercato, l’impegno profuso a garantire che i propri prodotti e servizi vengano realizzati in conformità alle norme antinfortunistiche e nel rispetto della salute e sicurezza dei lavoratori.

56


Il ciclo del legno Il serramento in legno: una scelta secondo natura Il legno è una materia prima naturale, rinnovabile, biodegradabile. È un elemento sel sistema produttivo che da sempre accompagna l’uomo nel suo progresso: il legno recuperato vive mille volte.

Il legno che utilizziamo proviene quasi esclusivamente da impianti arborei gestiti secondo criteri di responsabilità e sostenibilità ambientale

La produzione di serramenti in legno genera pochissimi scarti: quasi tutti vengono recuperti o riutilizzati.

I rifiuti legnosi possono essere conferiti alle piattaforme di raccolta, che li avviano alle industrie di riciclo, diventando nuova materia prima.

57


Marcatura CE dei serramenti Con decorrenza 1° febbraio 2010 entra in vigore la marcatura CE delle finestre. Un serramento marcato CE, è un serramento idoneo all’impiego previsto secondo i requisiti essenziali di sicurezza, igiene e salute indicati nella direttiva europea CPD 89/106/CEE per i prodotti da costruzione. La responsabilità della marcatura CE è di chi immette nominalmente il prodotto finito nel mercato. L’ azienda ha interpretato questa norma in concertazione con il gruppo FederLegno. Per adempiere alla marcatura, sono state messe in atto diverse attività: controlli di fabbrica (FPC - factory production control), che coincidono con le stesse che noi, già da tempo, facciamo per il sistema qualità. Test presso laboratori notificati (ITT - initial type test), quali: Resistenza al vento; Tenuta all’acqua; Permeabilità all’aria; Capacita portante dei dispositivi di sicurezza; Trasmittanza termica. Solo questi sono i test obbligatori per la normativa.

Procedura di marcatura dell’infisso con una etichetta riportante il logo “CE”, il numero della normativa di riferimento, il marchio e l’indirizzo di chi immette il prodotto sul mercato, l’anno di produzione. Procedura per l’elaborazione della documentazione a corredo della fornitura, dove sono contenuti: scheda prodotto; Istruzioni d’uso, manutenzione e smaltimento del serramento; riepilogo prestazionale del serramento (classe di tenuta acqua, classe di permeabilità all’aria,classe di resistenza al carico del vento); dichiarazione di conformità (Quest’ultima viene fornita al cliente anche se non espressamente obbligatoria, ma è da tenere in archivio 3elle per 10 anni).

Alloggiamento etichetta ( traversa superiore TM

58

)


Marcatura CE degli oscuramenti

59


Antologia

60


61


Serramenti esterni

62


63


64


Xilema Sistema B7

Xilema Sistema S1

65


Xilema Sistema B11

Xilema Sistema B7

66


Maniglione interno - esterno

Scorrevole alzante - Douglas ciclo M

67


68


Maniglione interno

Guida inferiore

Oscillo-scorrevole - Pino ciclo E PF2-KS

69


Oscuramenti

70


71


Scuretti ripieghevoli laccati RAL 6005

Oscillo-scorrevole PF2-KS scuretti esterni a impacchettamento su un lato

72


Xilema Sistema S2 in Hemlock ciclo P

Zanzariera

Cancelletto

Portafinestra a 2 ante con maniglione antipanico Touch-bar

73


Persiana Riviera B in pino ciclo E

74

Persiana Appennino D laccato RAL 6005

Persiana Bologna P in Hemlock ciclo P


Puntale superiore

Apertura esterna con chiave

Cardine zancato regolabile per scavalcamento mazzetta

Persiana a stecche orientabili

Bandella autoregolante

Spagnoletta di chiusura

Fermaimposte a scatto verticale

Fermaimposte

Apertura interna con pomolo

Bandella autoregolante snodata

Bandella nascosta

Fermaimposte alla piemontese

75


Scurone Abetone in Pino Ciclo E

Scurone Tirolo

Scurone Abetone pantografato laccato RAL

76


Scurone Dolomite G con traversa rompitratta per altezze superiori a 1100 mm

Griglietta di arezione

Griglietta di arezione Portafinestra con fodrine piane nelle specchiature inferiori

77


Altre soluzioni

Vasistas con apertura a leva

Soluzione con traversa superiore inclinata

Vasistas con apertura elettrica

78


Oblò circolare con apertura a bilico

Soluzione ad arco

Soluzione ad arco

79


Cassonetto coprirullo laccato bianco con arganello

80

Cassonetto coprirullo stondato in essenza

Cassonetto coprirullo per abbattimento acustico


Movimentazione con motore elettrico

Movimentazione con arganello

Apparecchio a sporgere per avvolgibile

81


lato interno

Silence defender

82


Persiana avvolgibile in PVC con stecche autoaggancianti a infilare

Persiana avvolgibile in PVC con stecche rinforzate

Aspetto avvolgibile vista interna

Catenacciolo di sicurezza

Persiana avvolgibile in alluminio o acciaio con poliuretano espanso

Guida riportata in alluminio

83


Alluminia

84


85


Persiana Riviera B-Alu

86


Persiana Bologna P-Alu

87


Persiana Capri F-Alu

88


Persiana Capri F fissa-Alu

vista lato interno

89


Scurone Dolomite G-Alu

vista lato interno

90


Scuretti ripiegabili-Alu

91


Cartella colori Alluminia

ral

metallizzati

92


effetto legno

93


Coordinamento editoriale, disegni tecnici e progettazione Ufficio Comunicazione e Immagine Ufficio Tecnico Concept e grafica SInettica Fotografia Quattro Nero s.r.l. Ricci Foto Copyright immagini shutterstock.com Stampa Grafiche Damiani Bologna Finito di stampare 1/1/11


Via P. Togliatti, 93 40026 Imola (Bo) Italy Tel. +39 0542 630111 Fax +39 0542 630211 AREA NORD-EST Via Sardegna, 80 Sesto S. Giovanni (MI) Tel.346/8686389 Fax +39.02.91533921 email: milano.est@3elle.it AREA NORD-OVEST Via Antonio Aldini, 43 Milano (MI) Tel.335/8105370 Fax +39.02.33200059 email: milano.ovest@3elle.it AREA CENTRO viale Bardanzellu, 77/L 00155 Roma Tel.347/4129561 Fax +39.06.4066874 email: roma@3elle.it AREA SUD Viale Aldo Moro, 69/b Monopoli (BA) Tel.346/1420143 Fax +39.080.4107653 email: bari@3elle.it

Registro Imprese di Bologna Codice Fiscale n. 00311160378 R.E.A. Bologna 4149 - C/C Postale 13468400 Partita IVA n. 00501551204 Cod. IVA n. 0050151020 Iscritta all’Albo Nazionale delle Società Cooperative n. A112416 Sezione Cooperative a Mutualità Prevalente Categoria Cooperative di Produzione Lavoro

3elle si riserva la facoltà di apportare modifiche o migliorie costruttive ai prodotti presenti nel catalogo senza preavviso ed in qualsiasi momento. le immagini, le tonalità e i disegni riportati hanno valore puramente indicativo.



3elle_516