Page 1

SETTEMBRE 2019


SPICCHIAMO IL VOLO Rivista Trimestrale ideata da Anna Ceriani e Lorenzo Uccellini, patrocinata e sponsorizzata dalla Fondazione onlus Uccellini Amurri e grazie al contributo di tutti gli autori e tecnici coinvolti nel progetto.

Direttrice di redazione: Dr.ssa Anna Ceriani Direttore di produzione: Lorenzo Uccellini Illustrazione copertina: Laura Crotti ©2019 Illustrazioni sezioni: Laura Crotti ©2019

Impaginazione e grafica: Lorenzo Uccellini ©2019

I copyrights appartengono ai singoli autori dei testi e delle illustrazioni. I copyrights della rivista appartengono a Anna Ceriani e Lorenzo Uccellini.


Hanno collaborato : Gloria Simone Emanuele Kawtar Mariam Ismail Giorgia Anna Pietro Alessandro Enea Martino La mamma di Giorgia La mamma di Martino La mamma di Gloria e Simone La( futura) mamma di Leo Il papà di Francesco Grazie a Francesco Marazia, che con il suo tocco tecnologico, ha trasformato i disegni in illustrazioni stampabili. Un Grazie ad Emilia Elia , che ci ha regalato le immagini ad introduzione dei diversi capitoli. E un grazie a Sara... che ha lavorato alla ricetta anche se aveva un gran pancione in attesa dell’arrivo di Leo.


“Questo sarà un numero assolutamente SPECIALE. La rivista prende la forma di un grande puzzle, interamente composto da contributi mandati esclusivamente da mamme e bambini e qualche papà. Gli autori hanno lasciato spazio ai lettori, che hanno voluto regalare disegni e parole ai bimbi e alle famiglie che stanno forse facendo qualche fatica in più. Ecco perché nessuno di noi, illustraoti o scrittori, ha voluto interferire: questo numero è un Dono grande, un filo colorato fra bambini e famigie. Un filo che compone una calda coperta, allegra ed avvolgente, morbida e piena di sogni”


CucĂš.... qualcuno ha scritto e disegnato per voi. Pronti a partire verso mondi di fantasia?.. Non allacciatevi le cinture...se cadrete atterrerete sulle nuvole!


ANNA, UNA BAMBINA SPECIALE

Ciao, oggi vi racconto una storia. C’era una volta Anna, una bambina molto brava a scuola ma il suo sogno era di diventare una ballerina all’Operà. Ogni notte Anna faceva sempre lo stesso sogno. Una notte si mise a dormire. Ad un certo punto Anna sentì una polverina sul viso e aprì gli occhi. Davanti a lei c’era una fata stupenda tutta vestita di mille colori. Anna chiese alla fata: “Chi sei tu?” E la fata rispose: “Sono la Fata Avvera-Sogni e tutte le bambine sono contente quando avvero i loro sogni. Dai dimmi il tuo sogno adesso. Ti ascolto.” Anna allora raccontò il suo sogno alla Fata. La Fata portò Anna all’Operà. Anna ballò, provò e studiò così tanto che si addormentò. Anna, al mattino, si svegliò e disse: “Ho fatto un bellissimo sogno stanotte! Sono davvero contenta”. Giulia R.


SKUGGI E LA REGINA SCHATTEN C’era una volta una bellissima bambina di nome Skuggi che viveva con la sua famiglia accanto ad un bosco di alberi secolari. Sin da piccola, nelle giornate di caldo torrido, Skuggi si recava molto volentieri nel bosco alla ricerca di un po’ di fresco. Anche quel giorno il sole era caldissimo e Skuggi stava per addentrarsi tra gli alberi quando sentì una strana voce “Psssssss, ehi tu! Vieni qui!”. Si guardò attorno spaventata ma non vide nessuno oltre agli scoiattoli rossi, gli uccellini colorati e gli altri animali del bosco. La voce però continuò: “Ehi! Skuggi! Sono qui nella grotta! Avvicinati!”. Solo in quel momento Skuggi notò una piccola grotta con degli scalini e una luce argentata all’interno. Un po’ timorosa si avvicinò, scese i gradini e si ritrovò di fronte ad una bellissima regina: indossava un lungo abito di seta dorata con i capelli raccolti in un soffice chignon. “Ciao Skuggi! Ti stavo aspettando! Mi chiamo Schatten e sono la regina delle ombre! Ho bisogno del tuo aiuto! “Una regina che ha bisogno del mio aiuto?” pensò Skuggi che era molto eccitata e rispose subitissimo “Certo che ti aiuto, cosa devo fare?’” La regina raccontò allora la sua storia:


“Devi sapere Skuggi che io e il mio popolo dobbiamo stare all’ombra per vivere. Il sole ci piace ma la nostra casa è l’ombra. Ci devi aiutare a creare la grande mappa delle ombre così potremmo viaggiare per il mondo e visitare anche noi tutti i luoghi che vogliamo. Per cercare le ombre però devi avere la giusta armatura: occhiali da sole, cappellino, ombrellino para-sole, guanti leggeri sulle mani, pantaloni lunghi. E ogni volta che troverai un luogo all’ombra lo scriverai sulla mappa! Non ti preoccupare che non sarai da sola, ci sono molti altri bambini e bambine coinvolti in questa super missione segreta! Sei pronta?” Skuggi accettò moltooooo volentieri e si mise subito al lavoro! Quindi se vi capita, d’estate, di incontrane bambini con capello, ombrellino, guanti e pantaloni lunghi anche se c’è il sole splendente in cielo mi raccomando “Shhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh” sono i cacciatori di ombre in missione segreta per la regina Schatten!


Ed Ecco Ora Tanti Piccoli Spunti Per Viaggiare Ancora Un Po’ . Potete Scegliere Fra Spazo, Storia, Oceani E Cielo...Non Manca Proprio Nulla.


Simone È Un Po’ Più Grande, Per Questo Vi Regala Dei Disegni Da Vero Illustratore. E’ Bravo Davvero ...Vi Piace?


ESSERE SPECIALI Quante volte avete udito le parole “Sei un essere speciale”. Increduli vi guardate allo specchio e parlate con la figura riflessa. Dite “IO? Un essere speciale IO?” Ebbene sì. Se per un attimo vi fermate a riflettere capirete che ciò che per voi è la vita di tutti i giorni, ai nostri occhi è qualcosa di speciale. Speciali sono le persone che danno amore senza pretendere di avere qualcosa in cambio. Speciali sono tutti coloro non guardano l’orologio o il cellulare quando sono con gli altri.Sono felici con un piccolo sorriso,una tenera carezza o un caloroso abbraccio. Persino di una strizzata di occhi. Speciale è volersi bene davvero, anche se si litiga e si tiene il broncio per un po’, per poi tornare amici. Pensate a tutto questo cari bambini e vi renderete conto che ...siete voi! Per questo siete speciali : è giunto il momento di crederci veramente!!!

Uno Spazio Alle Mamme, Quelle Che Lo Sono, Quelle Che Lo Saranno E Quelle Che È Come Se Lo Fossero.


Solo e semplicemente un po’ di più Tutte le mamme amano i loro figli, io un po’ di più, tutte le mamme li curano, io un po’ di più, tutte le mamme sono in ansia per loro, io un po’ di più, tutte le mamme seganano il loro futuro, io un po’ di più, tutte le mamme si alzano di notte, io un po’ di più, Sono una mamma? sì,.... solo e semplicemente un po’ di più. Ketty


E Non Potevano Mancare I Papà...Con I Loro Vocioni Forti E Le Loro Manone Che Non Ci Fanno Mai Cadere. A Loro La Favola Della Buonanotte, Quella Che Ci Accompagna Nei Sogni..

Ti racconto di grandi eroi e gioco con te ai videogiochi, immaginando avventure incredibili in cui vinciamo sempre. Saltiamo e gridiamo allo stadio, abbracciandoci per i gol della nostra squadra e mi fermo incantato seguendo le tue capriole sul tatami o quando danzi sulle punte, con una grazia meravigliosa. Sei il mio eroe, sei la mia principessa e sarò sempre orgoglioso di te. Ma sappi che sarò al tuo fianco quando perderai una partita o qualcuno ti sconfiggerà. Sarò con te quando sbaglierai un rigore o un canestro e se perderai l’equilibrio proprio nel bel mezzo di uno spettacolo. Io ti racconto storie di persone eccezionali, ma Tu sei per me più grande di chiunque altro ed io aspetto solo quel momento della sera quando mi siedo su tuo letto e ti do’ il bacio della buonanotte, perché sei per me il tesoro più grande del mondo. E sono strafelice qundo mi chiami PAPA’


Alla Fine Di Questa Lettura Vi Relaghiamo Una Ricetta Fresca. Forse L’estate Sta Per Finire.,È Vero, Ma Per Le Giornate Calde Un Buon Ghiaccilo Non Può Mancare! Meglio Ancora Se Fatto In Casa, Magari Con Mamma E Papà.. Grazie Sara Per Questi Consigli!!

Ghiaccioli alla fragola e al limone Con l’ arrivo dell’ estate cosa c’è di più buono di un ghiacciolo fatto in casa, senza coloranti, naturale e divertente da preparare? Ingredienti per 6 ghiaccioli alla fragola:

-

300 gr di acqua naturale

-

120gr di zucchero bianco

-

250gr di fragole

-

uno stampo per ghiaccioli o se non li avete recuperate pure i conte-

nitori dello yogurt, risulterà un sorbetto. Ingredienti per 6 ghiaccioli al limone:

-

300 gr di acqua naturale

-

120 gr di zucchero bianco

-

2 limoni grandi

-

uno stampo per ghiaccioli

Iniziamo la preparazione: Partiamo dai più facili: quelli al limone. Prendete un pentolino e versateci l’ acqua e lo zucchero. Portate a bollore il tutto mescolando di tanto in tanto fino a quando vedrete scomparire i cristalli dello zucchero. Il risultato è uno sciroppo; versatelo in una caraffa e lasciate raffreddare il tutto. Nel frattempo prendete i limoni e spremeteli, ottenendo più succo possibile. Più aggiungete succo, più risulteranno aspri. Unite il succo di limone allo sciroppo di zucchero freddo e mescolate il tutto.


Con l’ aiuto di una caraffa versate il composto negli appositi stampi per ghiaccioli. Disponeteli nel freezer per almeno 8 ore prima del consumo. Un consiglio: per un ottima riuscita è meglio lasciarli riposare tutta notte in freezer e consumarli il giorno successivo: saranno ben ghiacciati. Ora prepariamo i ghiaccioli alla fragola: Preparate lo sciroppo di acqua e zucchero, come descritto sopra e lasciatelo raffreddare. Pulite le fragole, tagliatele a pezzetti, frullate il composto e scolatelo, ottenendo una polpa densa e ricca di colore. Aggiungete il composto zuccheroso alla polpa di fragole, mescolate e versate il tutto negli appositi stampi. In freezer per almeno 8 ore o preferibilmente una notte intera. Come vi dicevo prima se preferite potete usare i vasetti vuoti dello yogurt. In questo caso il consiglio che vi do è di poter posizionare, a piacere, dei pezzetti di fragola sul fondo del vasetto prima di versare il composto di zucchero e fragole frullate. Così lo servirete come sorbetto e potrete gustare anche la fragola in tutta la sua consistenza e bontà.


Ed eccoci alla fine di questo numero particolare. Grazie, grazie ,grazie a tutti i bambini,le mamme ed i papà che hanno regalato un pezzo di sé. La nostra rivista è aperta a tutti ed è per tutti. Noi autori “classici” lasciamo spazio a chiunque abbia voglia di partecipare, in qualunque modo. Bambini...vi aspettiamo...e se qualcosa vi è piaciuto paricolarmente...andate a sfogliare di nuovo questo numero magico di Spicchiamo il volo. E non dimenticate di dire ai vostri genitori che esiste un sito web da dove è possibile aiutare questo progetto


Illustrazione: Laura Crotti © AIRR

Profile for thebidartspace

SPICCHIAMO IL VOLO - SETTEMBRE 2019  

Magazine for kid 4/10 Director: Anna Ceriani Producer: Lorenzo Uccellini With the support of Foundation Uccellini Amurri

SPICCHIAMO IL VOLO - SETTEMBRE 2019  

Magazine for kid 4/10 Director: Anna Ceriani Producer: Lorenzo Uccellini With the support of Foundation Uccellini Amurri