Issuu on Google+

that’s poker

magazine.it

Numero 7 - 20 febbrio 2012 - In collaborazione con:

La maledizione

Asso Jack intervista esclusiva a:

LUCA PAGANO >>> Claudio Zecchin intervista Luca Pagano, il player Italiano dei

record FT agli EPT

All’interno >> Poker news ______

Discussioni hot ____

ScommesseItalia Blog __

Lezione di Poker _

tp history ________

Room.it ___________


that’s poker

magazine.it

that’s poker

magazine.it

... IN QUESTO NUMERO:

Numero 7 - 20 febbrio 2012 - In collaborazione con:

La maledizione

Copertina dedicata a >>>

La maledizione

Asso Jack

Asso Jack

intervista esclusiva a:

LUCA PAGANO >>> Claudio Zecchin intervista Luca Pagano, il player Italiano dei

record FT agli EPT

ntervista esclusiva a

LUCA PAGANO artico interno a

All’interno >> Poker news ______

Discussioni hot ____

ScommesseItalia Blog __

Lezione di Poker _

tp history ________

Room.it ___________

p6/7/8

All’interno >>>

Poker news _______

p9/10 p8/9

p5

p4

Discussioni hot _____

ScommesseItalia Blog __

www.assopoker.com

p11

Lezione di Poker _

p13

p12

tp history ________

Room.it _______


Poker news ___________

GIOCHI: NUOVA STRETTA SULL'ILLEGALE >>> Allo studio del Ministero dell'Economia una serie di norme che garantiranno 500 milioni l'anno. Si contrasterà il gioco illegale colpendo i giocatori con sanzioni fino a 10 volte le somme giocate. Aumenta anche il prelievo sugli operatori legali dell'online e degli apparecchi.

> Accedi alle news sul poker attraverso il qr code accanto: Rubrica offerta da:

p4

Il governo Monti sembra intenzionato a proseguire la lotta contro siti e operatori di gioco illegale. L'escamotage è quello di colpire i giocatori: sono al vaglio degli esperti del Ministero dell'Economia una serie di norme - da riversare nel decreto fiscale - che prevedono sanzioni fino a diecivolte l'importo giocato. Destinatari saranno tutti quei giocatori che puntano i propri soldi su canali non autorizzati (non più solo le scommesse, ma anche siti di casinò e poker non autorizzati), i movimenti di denaro verranno ricostruiti grazie alle norme sulla tracciabilità dei conti correnti contenute nella scorsa manovra estiva che impongono a istituti di credito e operatori finanziari si segnalare le operazioni verso compagnie di gioco non autorizzate (pena la sanzione fino a 1,3 milioni di euro). Verrà colpito anche chi si limita a depositare soldi su conti di gioco riconducibili a operatori di gioco non

autorizzati., in questo caso le sanzioni saranno 20 volte le somme depositate. Secondo le prime stime. Sanzioni più severe anche per i gestori delle agenzie illegali (la pena della reclusione potrebbe essere elevata fino ai sei anni di carcere) e per media e compagnie pubblicitarie che reclamizzano marchi illegali (in questo caso verranno spiccate sanzioni pecuniarie da 100mila a 200mila euro per ciascun annuncio accertato). Inoltre, alcune previsioni riguarderanno anche gli operatori del gioco legale, in particolare casinò e poker online e apparecchi da intrattenimento. I primi potrebbero vedere il prelievo passare dallo 0,6 all'1% della raccolta (il prelievo per poker e casinò online viene effettuato sul cosiddetto margine, ovvero sulla quota di raccolta che resta al concessionario una volta pagate le vincite, l'aliquota è fissata al na >>> continua la lettura cliccando qui:

Poker: va a Ferretti la Notte degli Assi

Giochi: 2011, raccolta netta a 18,4 mld

Ancora a segno il team di ScommesseItalia. Simone Ferretti si è aggiudicato, contro oltre 700 giocatori, il primo premio della Notte degli Assi. Il "Re" di Campione d'Italia si porta a casa 90mila franchi svizzeri, battendo nell'heads up conclusivo Rocco Palumbo, del team Winga.

Nel 2011 la raccolta netta, ossia la raccolta dei giochi al netto delle vincite pagate, è stata pari a 18,4 miliardi di euro. Le entrate erariali ed extraerariali sono state di circa 9 miliardi con un'incidenza percentuale del 47% sulla raccolta netta.


_________ Discussioni hot

Amatruda-Bognanni, sfida d'onore tra due amici >>> Segui la discussione direttamente nel gruppo Fratelli coltelli, ma al tavolo da gioco. Per un mese uno contro l’altro al Cash Challenge. La simpatica iniziativa è organizzata da “enjoybet.it” e vedrà confrontarsi due players della poker room fondata da Antonio Ricci in una sfida no stop che si protrarrà fino al 29 febbraio. Il capitano Daniele Amatruda e il suo collega di team, Marco Bognanni, entrambi andati a premio all’Ipt di Sanremo (Bognanni 17esimo con € 4400 e Amatruda 40esimo con € 3.600 di premio), per alcune settimane diventeranno avversari al tavolo di cash game. Chi dei due diventerà Master? La sfida (che potrà essere seguita ai tavoli cash di enjoybet.it) si preannuncia interessante e ricca di colpi di scena: si tratterà di una vera e propria maratona di 200mila mani cash giocate ai tavoli da 0,25/0,50 € fino a 1/2 €. La formula con la quale verranno calcolati i punti sarà la seguente: (N mani/1000) + (Rake+Profit)/100. Ma le novità non finiscono qui. Chi perderà la sfida sarà Daniele Amatruda _________ ... “è lunghissimo il mese :) fare profit al nl100 è durissima per me.. ho sempre giocato minimo il nl 400 e la differenza è enorme...cmq sulla quantità di mani giocate non credo possa battermi ;)”.

That's Poker Magazine “condannato” a una doppia punizione esemplare: pagare il buy in al suo avversario “vincitore” all’“Ipt” di Campione e, durante uno dei prossimo tornei live dovrà indossare una t-shirt con cui dovrà esaltare le qualità “superiori” del suo avversario. Insomma, una sfida in cui è in gioco l’”onore” di due noti player del panorama pokeristico italiano che, a loro volta, dovranno fare i conti con una “sorpresa” riservata dalla poker room. Intanto, gli altri due players di enjoybet, Castelluccio e Kanit, sono stati impegnati all’Ept di Deauville dove hanno difeso i colori della poker room. A proposito di numeri, ricordiamo che Kanit è, attualmente, uno dei primi italiani nella classifica di Global Poker Index, occupando a ridosso di Daniel Negreanu la 79 posizione.

www.assopoker.com

> Accedi alle news sul poker nel mondo attraverso il qr code accanto: Rubrica offerta da:

p5

Marco Bognanni ___________

... “gli ho dato un po di vantaggio andando a barcellona 4gg a inizio mese ma ora grindando 18x penso di riprenderlo, riesco a fare senza problemi 3 sessioni da 2 ore al giorno di questo tipo facendo circa 6/7 mila mani al giorno dormo sicuramente poco”.


La maledizione

Asso Jack intervista esclusiva a:

LUCA PAGANO Claudio Zecchin intervista Luca Pagano, il player Italiano dei record FT agli EPT. >>>

p6

Venti piazzamenti in the money, sette final table e quel francese di Bertrand Grospellier che non riesce a tenere il passo nella leaderboard dell’European Poker Tour. Mentre il poker continua a lanciare nuovi fenomeni e a proporre stili di gioco alternativi la certezza è sempre Luca Pagano, colonna del Texas Hold’em italiano che trova terreno fertile ovunque semini poker. A Luca mancava solo un’intervista su That’s Poker Magazine, che ha scelto per raccontare le sue ultime gesta. Tra queste il tavolo finale centrato all’Ept di Deauville.

Una Picca nell’Ipt, ma all’Ept è davvero dura. Luca, cosa hai pensato nel viaggio di ritorno da Deauville? "Dopo sette final table la pelle è dura e so incassare. Diciamo che nelle prime 24-48 ore la rabbia è il sentimento più forte, perché la Picca dell'European Poker Tour me la sto proprio sudando. Poi però arriva l'anali-


si lucida. Penso di aver giocato un ottimo poker e il mio bankroll ha fatto un altro bel salto. E poi ultimamente non mi posso proprio lamentare. Il 2011 mi ha regalato grandi soddisfazioni e il nuovo anno è cominciato con due bei colpi, prima alle Bahamas, poi a Deauville". Se ti dico Asso-Jack cambia il tuo umore? "Per forza... la maledizione continua. Il giorno prima della finale l'ho giocata scontrandomi contro KappaKappa. E poi è arrivato quel colpo che ha rovinato il mio sogno in maniera definitiva. E non è certo la prima volta. Su sette final table, quattro sono stati compromessi da questa mano. E' un incubo che mi ha "fatto male" già a Monte Carlo, Barcellona e Praga. Alcuni amici mi dicono di lasciare stare quelle carte, di buttarle via subito. In effetti, visti i risultati, ci ho pensato... ma continuerò a giocarle. Non credo nella scaramanzia, sono un professionista del poker e una buona mano va sfruttata". A stretto giro dal tuo torneo altri italiani si sono fatti sfuggire la finale del World Poker Tour. Siamo scarsi nelle fasi conclusive? "No, assolutamente. Questo discorso forse poteva valere fino a due anni fa, quando ci mancava l'esperienza necessaria. Oggi la situazione è ben cambiata. Magari in alcune occasioni c'è chi si è accontentato del secondo o del terzo posto, senza trovare il coraggio di "rischiare" per il primo. Ci può stare. Altre volte invece siamo stati sfortunati. Come al Wpt. Ci siamo arrivati con quattro bravissimi player e se la sono giocata bene. Come si dice… quel russo era in giornata... in gran forma. D'altra parte ci siamo fatti le ossa nelle strutture dell’Ipt e dell'Ept, palestre ideali

per chi deve migliorare le proprie skill". A proposito di Wpt, ti ha sorpreso l’itm di Giacomo Ciccio Valenti? “No, perché le doti del buon giocatore le ha sempre avute. Anni passati ad osservare gli hanno fatto bene. E poi i miei consigli serviranno a qualcosa?” Prosegue intanto la tua carriera parallela, quella di organizzatore di tornei… come sta andando? “La soddisfazione principale è quella di vedere una qualità sempre maggiore al tavolo. Crescono gli italiani, anche perché molti stranieri apprezzano la struttura dei nostri tornei. L’obiettivo della Pagano Events è di far conoscere il poker e il giusto approccio al gioco. E’ questo il senso del Mini Ipt, o delle sfide di cash game a partire dai tavoli 1-2. Non ci guadagniamo nulla, anzi li organizziamo a perdere, ma è così che vengono fuori i campioni come Kanit e Castelluccio”. A proposito di fenomeni: negli anni ne sono venuti fuori, da Mercier a Kanit, chi sarà secondo te il prossimo fenomeno? “Fare un nome è difficile. Le sue caratteristiche però saranno quelle di un giocatore in grado di crescere e confermarsi nel tempo. Il “Musta” è partito da un torneo da 400 euro, ha vinto nei nostri eventi e ha sfiorato il titolo al Partouche”. Novità in programma? “Tanta qualità, servita al tavolo ampliando l’offerta di gioco, come i mixed event, i tornei testa a testa e lo sviluppo del Cash Game Poker Festival”. E poi c’è stata quella Picca vinta a Sanremo, con-

p7


that’s poker

magazine.it

Continua la tua lettura e abbonati per tutto il 2012! Clicca e ricevi gratis

That’s Poker Magazine!


N°7 - Luca Pagano - Promo