Issuu on Google+

that’s poker

magazine.it

Numero 4 - 5 Dicembre 2011 - In collaborazione con:

Voleva scoprire l'Oriente e

ha raggiunto l'America intervista esclusiva

FABIO COPPOLA >>> Claudio Zecchin intervista il vero Cristoforo Colombo del Poker made in Italy

Voleva scoprire l'Oriente e ha raggiunto l'America. Proprio come Cristoforo Colombo, Fabio Coppola ha trovato il suo paradiso un po' per caso, guidato solo dal suo istinto di viaggiatore. Approdato a LasVegas da turista è diventato il "Major" della Little Italy.

All’interno >>> News Poker Italia ______

News Poker Mondo_

ScommesseItalia Blog __

Lezione di Poker _

tp history ________

tp life style ________


that’s poker

magazine.it

that’s poker

magazine.it

... IN QUESTO NUMERO:

Numero 4 - 5 Dicembre 2011 - In collaborazione con:

Voleva scoprire l'Oriente e

Copertina dedicata a >>>

ha raggiunto l'America

Voleva scoprire l'Oriente e

ha raggiunto l'America

Intervista esclusiva a

intervista esclusiva

FABIO COPPOLA >>> Claudio Zecchin intervista il vero Cristoforo Colombo del Poker made in Italy

Voleva scoprire l'Oriente e ha raggiunto l'America. Proprio come Cristoforo Colombo,

FABIO COPPOLA artico interno a

p6/7

Fabio Coppola ha trovato il suo paradiso un po' per caso, guidato solo dal suo istinto di viaggiatore. Approdato a LasVegas da turista è diventato il "Major" della Little Italy.

All’interno >>> News Poker Italia ______

News Poker Mondo_

ScommesseItalia Blog __

Lezione di Poker _

tp history ________

tp life style ________

All’interno >>> News Poker Italia ______

News Poker Mondo _

p10

Lezione di Poker _

p8/9

p5

p4

ScommesseItalia Blog __

p12

p11

tp history ________

tp life style _______


News Poker Italia _______

CANDIO: "SALE LIVE DA RIAPRIRE" >>> Il campione sardo: "Intervento statale, giusto ma lento"

> Accedi alle news sul poker italiano attraverso il qr code accanto: Rubrica offerta da:

p4

Secondo indiscrezioni raccolte da Agicos tra gli operatori, la pubblicazione del bando di gara per la regolamentazione del mercato è stata ufficiosamente rinviata a gennaio.Restano infatti da fissare alcune particolari del regolamento (ad esempio la quota d'iscrizione massima dei tornei), ma i Monopoli di Stato sono a lavoro soprattutto per garantire sale da gioco sicure. Il buy in massimo per i tornei dovrebbe aggirarsi sui 100 euro, con un prelievo del 3% per l'erario, mentre la base d'asta sarà di 100mila euro. Ricordiamo che il gioco è vietato dal 9 settembre 2009. Il semaforo rosso imposto dalla ben nota circolare del Viminale ha frenato un mercato che, secondo una stima effettuata presso gli operatori, tra addetti alla sala e personale necessario per gestire le card room garantiva lavoro a circa 12 mila persone. Raffaele Ferrara (dir. gen. Aams) "In una fase come quella attuale, bisogna

bisogna vedere prima cosa succede a livello politico" "I Monopoli sono la lavoro da tempo sul regolamento del poker live". Lo ha detto Raffaele Ferrara, direttore generale dell'Aams, a margine della conferenza di presentazione del rapporto del Cnel "La filiera del gioco in Italia prospettive di tutela e promozione" che si è tenuta a Roma a metà novembre. Il testo però, aveva spiegato Ferrara, potrebbe essere varato in ritardo rispetto al termine previsto di fine novembre: "Al momento non è possibile ipotizzare alcuna data. In una fase come quella che stiamo attraversando, è necessario prima di tutto vedere quello che succede a livello politico e di riflesso anche a livello amministrativo". Intanto Filippo Candio, giocatore e campione di Poker Live afferma: "Intervento statale, funa recente intervista rilasciata a "That's Poker Magazine" - ha fatto >>> continua la lettura cliccando qui:

Poker: Donnini vince l'IPT

PokerStars: Emergenza in Liguria

Danilo Donnini vince il primo premio all'Italian Poker Tour di Campione. Successo da 220 mila franchi per il player lombardo, dopo un deal (accordo tra due giocatori) col il secondo classificato Mikica Mitrovic. Si tratta di una picca davvero prestigiosa per il giocatore.

A partire da oggi, fino al 18 dicembre, su PokerStars.it, i player potranno partecipare a dei "dummy tournaments": il loro scopo è di consentire a tutti i giocatori di effettuare una donazione in favore della Liguria. PokerStars.it raddoppierà l’intera somma raccolta.


______ News Poker World

A dicembre Praga sarà la capitale del Poker Live >>> Barry Carter riflette sui tanti vantaggi del festival di Praga, dove i maggiori circuiti mondiali sono riuniti per questo fine 2011 Da questa settimana, a Praga si svolgeranno un evento WPT (1-5 dicembre), un evento EPT (5-10 dicembre) e uno GSOP (8-11 dicembre). WPT e GSOP si terranno nello stesso posto e la programmazione è stata ovviamente coordinata come meglio era possibile. Si tratta di un evento da sogno per gli amanti del poker live, con tre circuiti rivali - specie WPT ed EPT) riuniti in una unica grande kermesse del gioco a tutto beneficio dei giocatori. Non mi vengono in mente altri campi nei quali dei rivali diretti accettino di collaborare, né riesco a pensare a molte altre occasioni nel mondo del poker dove questo avvenga. Non molto tempo fa, anzi, accadeva che Stars e FTP impedissero ai propri pro di partecipare agli eventi dei rivali. Invece, questa riunione di talenti e business fa bene a tutti e speriamo di

vedere il modello ripetersi presto anche altrove. Spese di viaggio Le spese di viaggio sono un dramma per i giocatori e non sono pochi i players vincenti che non riescono a coprire tutte le spese necessarie per seguire un circuito. Eventi come questo aiutano a risparmiare sui costi di viaggio, garantendo al giocatore di potersi fermare in un singolo posto per più tempo invece di dover subito ripartire. Non solo facilita chi prende l'aereo, ma permette di trovare offerte migliori negli alberghi (e a Praga potete trovare pacchetti di tutti i tipi). Restare nello stesso psoto azzera anche la questione del jet-lag, consentendo agli iscritti agli eventi di rilassarsi e mangiare a ritmi normali. Mark Valentine di Pokertraveller.com, che collabora all'organizzazione del festival, è >>> continua la lettura cliccando qui:

Francamente ne ho abbastanza

Angolo High Stakes

Ieri il Wall Street Journal ha riportato che uno dei sostenitori politici del poker online si dimetterà nel 2012. Barney Frank ha contribuito per una legislazione sul poker negli Stati Uniti sin dall'Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) nel 2006.

È stata una giornata piuttosto tranquilla sui tavoli online. Ronny "1ronnyr3" Kaiser ha dimostrato ancora di essere in ottima forma con una nuova sessione vincente di $49.749 (dati HSDB). Ora l'action più importante si svolge tutta a Macau e non c'è nessun segno di rallentamento.

> Accedi alle news sul poker nel mondo attraverso il qr code accanto: Rubrica offerta da:

p5


Voleva scoprire l'Oriente e

ha raggiunto l'America intervista esclusiva

FABIO COPPOLA >>> Claudio Zecchin intervista il vero Cristoforo Colombo del Poker made in Italy.

Voleva scoprire l'Oriente e ha raggiunto l'America. Proprio come Cristoforo Colombo, Fabio Coppola ha trovato il suo paradiso un po' per caso, guidato solo dal suo istinto di viaggiatore. Approdato a LasVegas da turista è diventato il "Major" della Little Italy. E' quello che ti dà la dritta se vuoi sapere dove giocare un bel tavolo cash, quello che dà del tu a Patrick Antonius e, soprattutto, è quello che si “incavola di brutto” con i dealer se sono scorretti con gli italiani. Detto in breve, un ambasciatore, tornato in Italia dopo 10 anni per vestire la maglia di ScommesseItalia.

p6

> Fuga da Las Vegas, come mai? Non è una fuga, ma solo un'occasione che voglio cogliere. E devo ringraziare il manager di ScommesseItalia, Silvio Crisari. In pratica ha fatto tutto lui. Non è la prima volta che mi offrono una sponsorizzazione, ma questa volta non potevo proprio dire di no. > Come è stato il ritorno? Non poteva essere più italiano di così. Freddo per il clima, caldo per l'accoglienza che mi hanno riservato amici e parenti. A Roma ho rivisto Trastevere, un posto magico, a Rimini mi hanno "ammazzato" di lasagne e tortellini. E poi le zie mi hanno stracciato a Burraco. E chi se lo aspettava. > Torniamo a dieci anni fa... perché sei partito? Non certo per il poker. Praticavo la boxe thailandese, ma volevo misurarmi con i migliori, con i maestri orientali. Sono rimasto 6 mesi e


e questo viaggio senza dubbio mi ha aperto la mente e ha formato la mia testa da giocatore. In pratica sono diventato un grinder quando ancora non esistevano i grinder. Il poker online non c’era, ma giocavo a backgammon insieme con un giovanissimo Bruno Orsuni. Quattro ore online e poi in spiaggia. Che può volere di più un venticinquenne? > Las Vegas e il poker come sono arrivati? Sempre per caso. Siamo partiti per il Nevada per un torneo di backgammon. Ecco, il torneo non è stato mai disputato, in compenso ho trovato il casinò Mirage e i tavoli di cash game. Un paradiso, anche se ero una “pippa”. Giocavo ai tavoli 3-6, poi a salire fino ai 20-40, ma il bottino giornaliero era scarso. > E allora perché sei rimasto? Per una texana. Bellissima. Quando sei innamorato che parti a fare? E poi ormai non ero uno sconosciuto, anzi, al Bellagio già mi rispettavano. > Tutti gli italiani hanno un maestro, chi ti ha svelato i segreti del poker? Patrick Antonius. Niente male no? E dire che abbiamo fatto amicizia quando era uno sconosciuto. Poi un giorno ha vinto un “milioncino” ad un torneo ed è diventato il grande Antonius. In pratica mi ha insegnato tutto. Lo vedevo giocare online con un bankroll pazzesco, avrò studiato migliaia di mani ed è lì che ho capito tante cose. > Un po’ alla volta si è formata una comunità di italiani… Ricordo Darietto Minieri. E’ venuto qui senza una lira, ma già sapeva che sarebbe diventato campione del mondo. Di lui mi colpiva la capacità innata di fare psicologia da tavolo e poi il suo coraggio: è uno che ha sempre messo il c… in pista. E’ un grande. > Il primo Pescatori com’era? Un grande amico, ma soprattutto Max è ed è sempre stato la persona più umile che abbia mai conosciuto. Non è uno di quelli che si lamenta per le carte. Mai. Se perde trova sempre un errore nella propria strategia. A lui devo la mia prima partecipazione alle World

Series, subito a premi, e soprattutto è la persona che mi ha fatto capire di poter diventare un giocatore. > C’è un famoso video su Youtube dove Candio esulta come un pazzo dopo un double up alle Wsop. In pochi sanno che tu sei uno dei protagonisti? Sì, sono quello che lo abbraccia e in realtà c’è una spiegazione a tutto. Filippo aveva appena perso due milioni di chips per un errore di un dealer. Vi rendete conto, alla finale delle Wsop! Il suo inglese però era piuttosto scarso per farsi capire, per contestare la decisione, per quanto assurda. Io dovevo fare qualcosa, ho sempre cercato di aiutare i connazionali, e non potevo tirarmi indietro. Poi, diciamo che è finita a tarallucci e vino. Le carte hanno deciso di far vincere a Filippo un colpo pazzesco nella mano successiva. > Tutti felici? Be’, io cerco sempre di apparire poco in tv, l’unica volta davanti alle telecamere avevo dei “braghini improponibili”. Negli States è stato bloccato l’online, che idea ti sei fatto? Un bel casino. Io credo che la vera responsabilità sia del Dipartimento di Giustizia. Probabilmente qualcuno ha capito quanto è grande la torta e la vuole tutta per sé. > Del gioco in Italia che pensi? Potevano far partire subito il cash senza aspettare, ma il lavoro è stato ottimo. Anzi, siamo stati i primi a regolamentare il poker e per una volta sono davvero orgoglioso di essere italiano. Certo il gioco è completo solo ora che i grinder possono vivere di cash. Almeno io non potrei vivere di soli tornei, il guadagno è minimo. Puoi giocare anche 16-17 ore senza vincere niente. > Ora però devi far bella figura al People’s Poker Tour… Io non punto mai a fare bella figura, punto al primo posto. O si vince o niente. Sono un player aggressivo e la mia mentalità è questa. Magari avrò bisogno di qualche ora per capire lo stile di gioco italiano.

Fabio Coppola al tavolo verde

enjoybet.it

p7


that’s poker

magazine.it

Continua la tua lettura e abbonati per tutto il 2012! Clicca e ricevi gratis

That’s Poker Magazine!


N°4 - Fabio Coppola - Promo