Page 1


Esperienza lavorativa: da febbraio 2010 a maggio 2011 presso uno studio privato di Progettazione e Restauro di monumenti. Ho svolto ruoli di rilievo architettonico e disegnatrice cad con programmi quali Autocad 2d e 3d, acquisendo capacità di realizzazione di render e grafica tridimensionale attraverso l’uso di program-mi quali 3dStudio Max, Photoshop e Archicad. Istruzione e formazione: ho acquisito diploma di Liceo Scientifico presso il L.S.S. “Tito Lucrezio Caro” con votazione 90/100. Attualmente sono laureanda alla facoltà di Architettura dell’Università Federico II di Napoli.

Via Piave, 32 – 80126 – Napoli Tel. 0816583118 | Cel 3204846155 tetti_culotta@hotmail.it

Capacità e competenze tecniche: nella mia esperienza progettuale ho maturato competenze specifiche che permettono di gestire, attraverso le tecnologie appropriate dalla progettazione esecutiva fino alla comunicazione grafica e interattiva, l’intero iter progettuale. Tra le diverse esperienze progettuali, universitarie e non, ho portato avanti una riflessione sull’architettura come sistema di regole spaziali capace di produrre e modificare le relazioni tra spazio e abitanti, tra pubblico e privato, tra interno ed esterno, tra artificiale e naturale.


2010: progetto di un edificio sperimentale di 15 alloggi di edilizia residenziale pubblica.

La finalità che ci si propone è l’attuazione di un riequilibrio dell’uso del suolo e di un controllo della crescita urbana con l’adozione di programmi edilizi di integrazione misurata e del riuso del patrimonio esistente che si sostanzia in una politica urbanistica che deve puntare sulla “qualità urbana” e nell’uso oculata della risorsa suolo. In una sintesi il tutto deve sfociare in una migliore vivibilità, ovvero in un sistema di “qualità della vita”.


"l'architettura non può che essere il risultato di un'idea chiara, risultato di un processo riflessivo. L'idea prende forma attraverso la composizione, mentre la costruzione si limita "semplicemente" alla "materializzazione" e come affermato da Le Corbusier "C'è emozione architettonica, quando l'opera suona dentro il diapason di un universo di cui osserviamo, riconosciamo e ammiriamo le leggi. Quando certi rapporti sono raggiunti, siamo presi dall'opera. Architettura è "rapporto "è "pura creazione dello spirito. "


2011: Il Quartiere Savorito e la periferia nord di Castellammare di Stabia. Per fronteggiare le esigenze dei nuclei familiari rimasti privi di alloggio in conseguenza degli eventi sismici del 23.11.1980, vennero realizzati, nel Rione Savorito, 189 alloggi per complessivi 1.050 vani da assegnare, per le anzidette finalità, in locazione agli aventi diritto. Tale programma venne individuato nell’area della periferia Nord della città quartiere Savorito – già segnata da un diffuso degrado delle costruzioni e dell’ambiente urbano e da carenze di servizi in un contesto di scarsa coesione sociale e di marcato disagio abitativo.


L’obiettivo globale è quello di rendere tale Periferia un “pezzo” di Città con caratteri ed identità ben definite cancellando l’immagine di “Quartiere Dormitorio” e di esclusione sociale. Una città la fa il rapporto tra le persone. Ci sono quartieri destinati ad abitazioni popolari in cui è stata selezionata la base sociale. La selezione all’interno della città porta sempre alla disgregazione. Si spezza la forma primaria della convivenza che era, appunto, il quartiere. Nel quartiere c’erano attività differenti, strati sociali differenti. Il nobile, il ricco, il povero, convivevano in uno spazio molto limitato, ma tutti avevano in comune la memoria del luogo. Bisogna ritrovare nei nuovi progetti urbani il gusto e la logica dell’identità di quartiere non zone dormitorio.


2012: Ristrutturazione di una rudere a San Giorgio del Sannio (BN). Inserito all’interno di uno scenario naturale prezioso come quello della campagna del beneventano, si è trattato di recuperare un vecchio casolare ormai lasciato a rudere da molti anni, ma le cui mura erano in buono stato dal punto di vista statico; per cui siamo andati a lavorare solo sul recupero della bellezza delle pietre originarie all’esterno e mantenendo, come ovvio, la volumetria dello stabile. Internamente, invece, abbiamo potuto ridistribuire lo spazio per una migliore fruibilità dell’edificio che ha mantenuto la sua funzione originaria, cioè quella di privata abitazione.


2012: Ristrutturazione di una casa al mare. Si tratta di una ristrutturazione di una casa al mare, volta ad aprirla completamente verso il panorama sulla spiaggia. Ăˆ una casa abitata quasi esclusivamente nel periodo estivo, per cui si mira all’essenziale che soddisfi le esigenze di leggerezza, praticitĂ e freschezza; esigenze soddisfatte dai materiali e dalle grandi aperture che permettono al sole un’illuminazione naturale.


2013: Concorso “Essentialâ€? Essenziale e gradevole questo insieme sofisticato di elementi semplici nati da materiali comuni come il legno e la pelle e che hanno lo scopo di rendere piĂš gradevoli momenti di relax in giardino o sul terrazzo.


2013: Concorso “Essentialâ€? Ideato per piccoli ambienti o per portare un tocco nuovo e moderno in qualsiasi luogo di ritrovo. La sua praticitĂ e le sue linee pulite e moderne, insieme ad un sistema meccanico semplice ed intuitivo, sono adatte ad un ambiente giovane e dinamico. Un semplice sistema di braccetti a doppia cerniera ne permettono una apertura facile e immediata.


Via Piave, 32 – 80126 – Napoli Tel. 0816583118 | Cel 3204846155 tetti_culotta@hotmail.it

portfolio  

portfolio dei lavori