Page 1


25/09/2019

5 motivi per evitare l’auto-pubblicazione con le piattaforme di self-publishing...

... ed essere davvero editore di te stesso!

http://selfpublishing.altervista.org

© TESTIMONIANZA SELF-PUBLISHING


5 MOTIVI PER EVITARE L’AUTO-PUBBLICAZIONE CON LE PIATTAFORME DI SELF-PUBLISHING ...ed essere davvero editore di te stesso!

Non dico di non auto-pubblicare un libro, dico di farlo in proprio. Perché? Sono giunta alla conclusione che sono cinque i motivi per cui sarebbe meglio evitare di autopubblicarsi con una piattaforma di self-publishing: 1. Si fatica a vendere il proprio libro. 2. Bisogna raggiungere una soglia minima di pagamento. 3. Si perde il copyright sulla divulgazione della propria opera. 4. È inevitabile spartire i guadagni. 5. E non si è davvero gli unici editori di se stessi.


Adesso ti spiego e approfondisco questo mio punto di vista contro-corrente, altro non è che un riassunto di tutto ciò che non mi è piaciuto scegliendo il self-publishing.

© TESTIMONIANZA SELF-PUBLISHING


5 MOTIVI PER EVITARE L’AUTO-PUBBLICAZIONE CON LE PIATTAFORME DI SELF-PUBLISHING ...ed essere davvero editore di te stesso!

1. Si fatica a vendere il proprio libro Il sogno di auto-pubblicare e arricchirsi facilmente è e resterà un sogno. Non immagini quanto faticherai per poter vendere anche solo tre copie del tuo libro se non ti sei prima fatto una bella schiera di followers che si fidano di te e dei tuoi lavori. È la dimostrazione che l’auto-pubblicazione non ti assicura dei guadagni come una casa editrice che, al primo posto, ha l’interesse di promuoverti per farti conoscere al suo pubblico di lettori come il miglior


scrittore emergente del momento (anche se non è vero).

© TESTIMONIANZA SELF-PUBLISHING


5 MOTIVI PER EVITARE L’AUTO-PUBBLICAZIONE CON LE PIATTAFORME DI SELF-PUBLISHING ...ed essere davvero editore di te stesso!

2. Bisogna raggiungere una soglia minima di pagamento E se ti affidi a piattaforme di self-publishing che hanno una soglia minima di pagamento (anche bassa all’apparenza) potrai riscuotere fra dieci anni i tuoi ricavi se non fai abbastanza vendite. Scordati di mettere in vendita un e-book a 4-5 € perché a quel punto non vedrai nemmeno un centesimo. Nessuno acquista per cifre del genere un e-book di un autore auto-pubblicato e sconosciuto. Faresti meglio ad aprirti un blog e inserire all’interno un bottone PayPal per invitare i tuoi futuri


lettori ad acquistare attraverso il carrello che ti offre PayPal. Credimi, non cambia nulla sul fronte guadagni. Non devi raggiungere soglie minime per il pagamento

e

il

denaro,

qualora

qualcuno

acquistasse il tuo e-book, è subito disponibile sul tuo conto PayPal.

Š TESTIMONIANZA SELF-PUBLISHING


5 MOTIVI PER EVITARE L’AUTO-PUBBLICAZIONE CON LE PIATTAFORME DI SELF-PUBLISHING ...ed essere davvero editore di te stesso!

3. Si perde il copyright sulla divulgazione della propria opera Anzi, se scegli PayPal per vendere il tuo e-book ci guadagna la tua opera, ne releghi il copyright a te stesso, al tuo blog e a nessun altro. Se le appiccichi addosso un ISBN la vedrai finire ovunque e per ovunque intendo in qualunque sito e-commerce e sporco del web. (Biblioteche digitali come Google libri, siti stranieri, pirata o strani di ogni genere a cui non hai dato il consenso di poterlo fare o di tenersi quei dati a vita, ma se ne infischiano beatamente). Le piattaforme di self-publishing non tutelano il copyright sulla divulgazione della tua opera.


Serve a poco selezionare meticolosamente prima (o in un secondo momento) la distribuzione degli store (dalle piattaforme di self-publishing che lo permettono). È sufficiente un solo store per trovare, poi, il proprio libro in posti dove non sarebbe dovuto finire e dove, nell’ipotesi ci fosse un ritiro dal mercato, resterà. E non possono intervenire perché ti ricordano di non essere degli editori, i tuoi editori e devi risolvere da te. Vale lo stesso per un disgraziato plagio. Tutto ciò che è al di fuori della loro piattaforma non compete loro.

© TESTIMONIANZA SELF-PUBLISHING


5 MOTIVI PER EVITARE L’AUTO-PUBBLICAZIONE CON LE PIATTAFORME DI SELF-PUBLISHING ...ed essere davvero editore di te stesso!

4. È inevitabile spartire i guadagni Ma non è tutto, dovresti anche evitare di pubblicare con piattaforme di self-publishing perché devi spartirci i guadagni. Eppure è tutto a tuo carico la promozione di un’opera, l’editing, la correzione bozze, la copertina e tutto ciò che dovrebbe fare al tuo posto una casa editrice. Insomma, tu ti fai in dieci e ci guadagna una percentuale anche chi si limita soltanto a distribuire e che spesso non ha nemmeno un servizio di assistenza umano e meritevole di essere ripagato.


E, peggio, ti chiedono altri soldi (in più alla loro percentuale di guadagno) per usufruire di questi servizi.

© TESTIMONIANZA SELF-PUBLISHING


5 MOTIVI PER EVITARE L’AUTO-PUBBLICAZIONE CON LE PIATTAFORME DI SELF-PUBLISHING ...ed essere davvero editore di te stesso!

5. Non sei davvero l’unico editore di te stesso Ma il meglio del meglio che si ottiene quando non ti affidi a una piattaforma di self-publishing sai quale è? Resti tu L’UNICO EDITORE DI TE STESSO! Non te lo fanno credere. Le piattaforme di self-publishing hanno dei contratti a cui devi sottostare e che ti fanno perdere, quindi, in parte e per sempre alcuni tuoi diritti sulla tua opera (vedi la politica dittatoriale di KDP). E sono contratti che potrebbero cambiare quando meno te lo aspetti.


Le mie Conclusioni Beh, spero che questo articolo ti faccia riflettere su questa scelta che non deve mai essere presa sottogamba come feci io, divenendo una vittima del self-publishing. Racconto perché nel mio e-book: MA CHE SCHIFO IL SELF-PUBLISHING! Tieni presente una cosa: non ci guadagno nulla a divulgare queste mie scoperte e considerazioni finali negative

su

questa

realtà

alternativa

alla

pubblicazione vera e propria, l’unico che ne trarrà beneficio sei tu, se vuoi.

© TESTIMONIANZA SELF-PUBLISHING


5 MOTIVI PER EVITARE L’AUTO-PUBBLICAZIONE CON LE PIATTAFORME DI SELF-PUBLISHING ...ed essere davvero editore di te stesso!

Se avessi trovato io avvertenze come le mie quando ero in cerca di consigli, oggi non avrei maledetto la mia scelta e chi mi ha convinta a farla esaltando le qualità del self-publishing messe a disposizione dalla maggior parte delle piattaforme che si auto-proclamano fantastiche e fondamentali per un autore indie. Se scegli di auto-pubblicarti e vuoi rimanere davvero l’unico padrone dei tuoi diritti d’autore, devi farlo in proprio. Non c’è altra strada da percorrere. Io l’avrei presa, se qualcuno me l’avesse indicata…

Profile for Testimonianza Self-Publishing

5 motivi per evitare l’auto-pubblicazione con le piattaforme di self-publishing  

... ed essere davvero editore di te stesso!

5 motivi per evitare l’auto-pubblicazione con le piattaforme di self-publishing  

... ed essere davvero editore di te stesso!

Advertisement