Page 11

numero 5 - GIUGNO 2013

BASTIA UMBRA/HISTORY ASSISI/HISTORY

1884 - ROMA 1964

nel mondo delle stazioni ferroviarie Termini (Roma) di strade e dighe in tutto il mondo

L’ing. Decio Costanzi

New York (1939)- Il plastico monumentale della stazione Termini presentato all’esposizione mondiale

fiume Nera a Orte. Il cantiere che contava su una nutrita mano d'opera specializzata di Petrignano, fu diretto dal petrignanese Geom. Cerasa Emilio, (Mimmo) che godeva della grande fiducia dell'Ing.Costanzi che lo ebbe per lungo tempo suo stretto collaboratore nell'esecuzione di opere varie. NEL PAESE DI PAPA FRANCESCO Attorno al 1952 Costanzi fu tra i più noti ingegneri italiani che dall'Italia si recarono in Argentina, patria di Papa Francesco, dove progettarono e diressero la costruzione di ponti, canali, dighe, ferrovie, edifici pubblici, strade, oleodotti, opere di urbanizzazione nelle province di Tucumán, Cordoba e Mendoza. L’ing. Costanzi era un grande appassionato dell’agricoltura. In tale settore realizzò a Petrignano moderne strutture edilizie e introdusse moderni sistemi tecnologici per l’incremento dell’allevamento del bestiame, la coltura della vite, del tabacco e del pomodoro dando occupazione a un elevato numero di persone, in grandissima parte donne. A Santa Maria

Roma 1952 Piazzale della stazione ferroviaria degli Angeli costruì il”Molino ASSISI” che produceva giornalmente oltre 1300 quintali di farina venduta in tutta Italia. L’edificio fu distrutto dall’esercito tedesco durante la ritirata nella seconda guerra mondiale). La sua operosità fu premiata con l’onorificenza di cavaliere del lavoro. La famiglia Costanzi amava recarsi spesso a Petrignano ove possedeva la bella Villa in Via Eugubina (ora Villa Colussi) e trascorreva le vacanze in quella di Spello che sorge su un insieme sacrale risalente al IV secolo. Nel 1930 vi trascorsero parte del loro viaggio di nozze la regina Giovanna e il re Boris di Bulgaria. A Villa Fidelia sostarono anche molti ospiti illustri di Decio Costanzi, tra cui Guglielmo Marconi e Beniamino Gigli e altri noti esponenti del mondo politico, economico e artistico.

Decio Costanzi fu uomo di non comune intelligenza ma anche di grande generosità. Dalla famiglia ho appreso la sua propensione a compiere opere di beneficenza, in assoluta segretezza evitando il rumore della cronaca o della pubblicità, confortato e incoraggiato dalla sua consorte Elena che donò un podere di sua proprietà all'Asilo Maria Immacolata di Petrignano che gli dedicò una sala in segno di gratitudine. La crisi economica del 1963/64, gli eccessivi ritardi con cui l'ACEA provvide al saldo degli stati d’avanzamento dei lavori, causò il crollo della sua impresa, ma non crollò certamente la sua alta statura morale. Decio Costanzi ha dato lustro a Petrignano e dopo la sua scomparsa avvenuta nel 1964, i cittadini della frazione gli hanno dedicato una via.

Terrenostre Luglio 2013  

Terrenostre Luglio 2013, Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara

Terrenostre Luglio 2013  

Terrenostre Luglio 2013, Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara

Advertisement