Page 10

La traslazione delle spoglie di San Colombano Paolo Diacono, lo storico dei lonMonumento a San Colombano a Canevino gobardi, scrive nella sua Historia Langobardorum che Bobbio dista da  Pavia  40 miglia, pari a circa 60  chilometri.  La via più breve che si è potuta individuare (passando per Canevino) è lunga 72 km. Tutti gli altri percorsi (lungo altre direttrici, ad esempio Voghera-Varzi) sono più  lunghi: da 94 a 98 chilometri. I monaci del monastero di  Bobbio, guidati dall’abate Gerlanno, tra il 17 e il 19 luglio dell’anno 929 trasportarono le reliquie di san Colombano da  Bobbio  a  Pavia, per rivendicare davanti al re Ugo di Provenza i beni del monastero, usurpati dal vescovo di Piacenza Guido e da altri feudatari. Il primo giorno giunsero a Zavattarello; il secondo giorno passarono per Canevino (dove avviene il prodigio del bambino, muto dalla nascita, che inizia a parlare al passaggio delle reliquie), arrivando al Po per la sera; il terzo giorno raggiunsero Pavia, dove nella chiesa di San Michele vennero depositate le reliquie di san Colombano (che saranno successivamente riportate a Bobbio). Questo è quanto riportano le fonti. Il percorso preciso effettuato dai monaci non è dato saperlo con esattezza, anche perché questi seguivano le strade che portavano ai loro diversi possedimenti. Per i pellegrini di oggi è stato individuato un percorso il più possibile sicuro e lontano dal traffico veicolare.

36

Guida alla Via degli Abati  

192 chilometri da Pavia a Pontremoli sulle orme degli abati di San Colombano, toccando il monastero di Bobbio, il castello di Bardi, le vall...

Guida alla Via degli Abati  

192 chilometri da Pavia a Pontremoli sulle orme degli abati di San Colombano, toccando il monastero di Bobbio, il castello di Bardi, le vall...

Advertisement