Piatti Unici, Zuppe, Minestre e contorni

Page 1


2

Indice Zuppe e Minestre ...................................................................................................................................... 3 Crema di pastinaca alla liquirizia ............................................................................................................... 3 Fagioli e scarola ......................................................................................................................................... 3 Vellutata di patate, carote e sedano .......................................................................................................... 4 Vellutata di ceci con sautè di vongole e crostino di pane alle mandorle ..................................................... 5 Zuppa di lenticchie e crostini di polenta .................................................................................................... 6 Piatti Unici ................................................................................................................................................ 7 Cassoeula lombarda .................................................................................................................................. 7 Crepes di grano saraceno con prosciutto e funghi ...................................................................................... 8 Gateau di patate ....................................................................................................................................... 9 Sushi (maki) ............................................................................................................................................ 10 Tortillas taragne con insalata di fagioli tondini ........................................................................................ 13 Contorni .................................................................................................................................................. 14 Asparagini al parmigiano ......................................................................................................................... 14 Caponata siciliana ................................................................................................................................... 15 Caponata di zucca ................................................................................................................................... 16 Cipolline caramellate alla salsa di soia ..................................................................................................... 17 Frittelle di fiori di zucca al parmigiano e aceto balsamico ........................................................................ 18 Insalata di pomodori ............................................................................................................................... 18 Insalata di patate .................................................................................................................................... 19 Insalata di patate ai profumi d'estate ...................................................................................................... 19 Patatine fritte ......................................................................................................................................... 20 Peperoni e patate .................................................................................................................................... 21 Peperoni fritti ......................................................................................................................................... 22 Peperonata di friarelli ............................................................................................................................ 22 Polenta all'acqua di mozzarella ............................................................................................................... 23 Pomodori ripieni di simil-­‐vinagrette ........................................................................................................ 24 Rotolini di peperoni grigliati .................................................................................................................... 25 Verdure estive nel sacchetto ................................................................................................................... 26 Verza e patate ......................................................................................................................................... 26 Zucca all'origano ..................................................................................................................................... 27


3 Â Â

Zuppe e Minestre Crema di pastinaca alla liquirizia

Ingredienti: Una pastinaca 1 cucchiaino di liquirizia in polvere 1 rametto di rosmarino Qualche mestolo di brodo Procedimento: Pulire la pastinaca, tagliarla a tocchi e porla in una pentola. Aggiungere un po' di acqua e qualche mestolo di brodo e far cuocere. Se si asciuga troppo aggiungere qualche altro mestolo di brodo. Salare, aggiungere un rametto di rosmarino e a fine cottura la liquirizia. Passare in modo da ridurla in crema e servire.

Fagioli e scarola

Ingredienti per 2 persone: 100 g di fagioli cannellini secchi 500 gr di scarola Olio evo Sale Procedimento: Cuocere i fagioli in acqua fino a che diventano teneri e, verso la fine della cottura aggiungere la scarola pulita, tagliata in pezzi e precedentemente scottata. Salare e aggiungere l'olio. Far cuocere finchĂŠ le verdure non siano ben amalgamate ai fagioli e non si sia ridotta l'acqua in eccesso. In totale, tra la cottura dei fagioli e delle verdure ci vorranno circa 2 ore. La zuppa deve rimanere sugosa, ma non troppo liquida. Servire calda.


4 Â Â

Vellutata di patate, carote e sedano

Ingredienti: 2 patate 2 carote 1 costa di sedano Sale

Procedimento: Mondare le verdure, tagliarle in pezzi e porli in una pentola capiente. Aggiungere acqua sufficiente a coprire le verdure e far cuocere per almeno un'oretta (o in pentola a pressione per 1520 minuti). Salare e passare le verdure in modo da ottenere una crema. Servite da sola o con la pastina.


5

Vellutata di ceci con sautè di vongole e crostino di pane alle mandorle Ingredienti per 2 persone: Per i ceci: 100 g di ceci 1 spicchio d'aglio Olio evo 1 foglia di alloro 1-2 rametti di prezzemolo Sale e pepe nero Per il sautè: 500 g di vongole 1 spicchio d'aglio Mezzo bicchiere di vino bianco Olio evo 1 cucchiaio di prezzemolo tritato Pepe nero Per il pane: 50 g di pasta madre 400 g di farina di grano duro 250 g circa di acqua 1 cucchiaino di sale 1 cucchiaino scarso di malto d'orzo Mandorle in pezzi a piacere Procedimento: Per i ceci: Mettete a bagno i ceci per 12 ore. Prima di cuocerli strofinateli tra le mani cercando di eliminare più pellicine possibili. Soffriggere l'aglio nell'olio e aggiungere i ceci, poi la foglia d'alloro, il pepe nero, il prezzemolo e coprite d'acqua. Far cuocere i ceci finchè non saranno teneri. Eliminate la foglia d'alloro, aglio e prezzemolo e frullate il tutto con un frullatore ad immersione fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Per il sautè: Lasciate spurgare le vongole per qualche ora in una teglia comoda e in acqua salata e "ferma". Quando dovrete cuocerle, preparate 2 padelle ampie. In una fate soffriggere l'aglio tritato insieme ad una manciata di prezzemolo tritato. Nell'altra, intanto, mettete le vongole senza nient'altro e fatele aprire con il calore. Man mano che si aprono, passate le vongole nella padella con l'olio e l'aglio. Quando le avrete messe tutte, sfumate con il vino bianco. Poi, filtrate l'acqua rilasciata dalle vongole nell'altra padella e aggiungetela al sugo con le vongole. Completate con altro prezzemolo tritato e pepe nero. Per il pane: Sciogliere il lievito madre e il malto in acqua. Iniziate ad impastare, aggiungendo man mano la farina, poi il sale e continuare fino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Lasciar lievitare in un contenitore sigillato fino a che non triplica di volume (circa 10 ore). Dare la forma al pane di un filoncino e e lasciar lievitare fino al raddoppio (circa 2 ore). Rovesciare l'impasto direttamente in forno caldo a 250° sulla pietra refrattaria. Praticare dei tagli sulla superficie e cuocere per 45-50 minuti.


6

Zuppa di lenticchie e crostini di polenta Ingredienti (x 2 persone): 150gr di lenticchie 2-3 pomodori pelati 1 costa di sedano Mezza cipolla Olio evo Sale Polenta gialla (farina di mais, acqua, sale) Procedimento: Per le lenticchie: Lavare le lenticchie e porle in una pentola con sufficiente acqua (dovrà superare le lenticchie di almeno il doppio del volume), iniziare la cottura e far cuocere a lungo (anche un paio d'ore). Io ho utilizzato la pentola a pressione, 35 minuti e lenticchie erano pronte! A parte, in un pentolino far soffriggere in olio evo, la cipolla tritata e la costa di sedano tagliata in 2-3 pezzi. Aggiungere i pelati e spezzettarli grossolanamente. Far cuocere bene il pomodoro (una decina di minuti) e, una volta pronto, aggiungere il tutto alle lenticchie. Far insaporire per bene prima di servire. Per la polenta: Ammetto, io ho usato quella che impiega 5 minuti a cuocere, chiedo venia! Però, se proprio volete farla con tutti i sacri crismi, va portata ad ebollizione l'acqua salata (più o meno un litro di acqua per ogni mezzo chilo di farina) e poi si aggiunge la farina lentamente, mescolando sempre in modo da non far formare grumi. Mescolare continuamente per almeno 45 minuti. La polenta è pronta quando si staccherà dalle pareti, ma l'ideale sarebbe superare l'ora di cottura. Se non l'avete mai fatta, preparatevi ad un gran lavoro, sembra facile, ma in realtà è una fatica enorme! Una volta pronta la polenta, disporla dentro una pentola antiaderente unta d'olio e formare una sorta di frittata. Lasciarla freddare un attimo e tagliarla a quadretti. Grigliare i quadretti su una piastra e servire insieme alla zuppa di lenticchie. Trovo che questo abbinamento sia ideale anche per la cena di Capodanno! Un modo alternativo e goloso per servire le lenticchie (è piaciuto anche al mio ragazzo!!) e con lo zampone tipico diventerà ancora più completo.


7 Â Â

Piatti Unici Cassoeula lombarda Ingredienti: Carne di maiale mista tra (circa 2kg in totale): Cotenna Costine 1 piedino Orecchie Codino Un po' di polpa di carne Verzini (salsiccette tipiche lombarde) 1 verza Polpa di pomodoro, (quasi una confezione di pelati) 1 cipolla 1 costa di sedano 2 carote Olio evo Sale e Pepe Vino bianco, un bicchiere Procedimento: Prima di tutto far bollire le cotiche, quindi anche orecchie e codino, e il piedino finchĂŠ queste non diventino tenere. Sbollentare anche la verza tagliata in pezzetti. In una ampia pentola far soffriggere le carote, il sedano e le cipolle tritate spesse, in poco olio. Aggiungere le cotiche, il piedino e le costine. Dopo qualche minuto aggiungere anche tutta l'altra carne e i verzini. Sfumare con il vino bianco. Quando evaporato aggiungere la polpa di pomodoro. Dopo 10 minuti coprire la carne con la verza e continuare la cottura aggiungendo acqua quando necessario. Salate il tutto e fate cuocere per circa 2 ore. Infine pepate e servite caldo con tanto pane di accompagnamento.


8

Crepes di grano saraceno con prosciutto e funghi

Ingredienti per 2 persone: 100 g di farina di grano saraceno (dello Store Valtellina e vi ricordo che c'è ancora la possibilità di avere uno sconto seguendo le indicazioni che trovate qui) 25 g di farina 00 2 uova e 1 tuorlo 1 pizzico di sale 450 g di latte 20 g di burro fuso Per il ripieno: Prosciutto cotto Ferrarini Formaggio in fette al Parmigiano Reggiano Ferrarini Funghetti sott'olio (io rositi, un fungo molto corposo e saporito tipico dell'Altopiano Silano)

Procedimento: In una ciotola porre la farina, unire il latte, il sale e mescolate con le fruste, anche elettriche finchè non si ottiene un composto senza grumi. Unire le uova precedentemente sbattute (giusto per romperle) e mescolare per amalgamare bene il composto. Far riposare almeno mezz'ora prima di formare le crepes. Scaldare un'ampia padella antiaderente o una crepiera e ungerla con del burro. Versarvi su un mestolo di impasto per volta, muovere la padella o servirsi della bacchetta di legno creata appositamente per questo, per rivestire completamente il fondo della padella e creare la crepes. Quando si stacca da un lato, girarla e farla cuocere da quest'altro lato e poi tenere da parte. Cuocere tutte le crepes procedendo in questo modo fino a termine impasto. Una volta pronte, farcire le crepes con il prosciutto cotto, il formaggio e i funghetti. Chiudere le crepes e servire. Volendo, possono essere sistemate su una teglia, ricoperte di besciamelle e parmigiano, infornate e servite come primo piatto.


9

Gateau di patate Ingredienti per 3 persone: 1,5kg di patate 2 uova + 1 sodo sale pepe nero abbondante parmigiano 2 fette di provola tagliate a cubetti salsiccia a pezzetti (o prosciutto cotto o quello che preferite) pangrattato burro

Procedimento: Lessare le patate. Nel frattempo preparare gli altri ingredienti in modo da averli pronti per la composizione (quindi tagliare la provola, grattugiare il parmigiano, fare l'uovo sodo...). Una volta pronte le patate, passarle, salare, pepare e unire la provola, la salsiccia, l'uovo sodo a pezzetti, le 2 uova e il parmigiano. Mescolare bene il tutto e versare in una teglia ottenendo uno strato abbastanza consistente (+ o - 10 cm). Livellare e coprire con uno stratino di pan grattato. Spargere tanti fiocchetti di burro e porre in forno a 190° per 45 minuti circa. Questa volta ho fatto delle simpatiche monoporzioni. E' bello vedere la felicità del mio ragazzo quando ha davanti delle cocottine simpatiche! E poi... è più bello mangiare quando anche la vista è appagata!


10

Sushi (maki) Ingredienti per 2 persone: Per il riso: 250 gr di riso a chicco tondo (tipo vialone nano o originario) 450 gr di acqua 3 cucchiaini di zucchero 2 cucchiaini di sale 60 gr di aceto 2 gr di alga kombu Per il ripieno: Fogli di alga nori pesce a piacere (salmone, branzino, tonno, gamberi, ricciola) Tra gli altri ingredienti a scelta tra: Cetriolo Avocado Frittata Formaggio spalmabile Insalata (a me piace molto) Secondo me ci sta benissimo anche una tartare di pomodoro in accompagnamento.... con la sua freschezza trovo che si abbini alla perfezione!

Procedimento: Innanzitutto lavate bene il riso finché l'acqua, da bianca, diventa trasparente. Porlo su uno strofinaccio ad asciugare. In un pentolino unire l'aceto, lo zucchero e il sale e scaldare per far sciogliere i solidi. Quando pronto lasciate raffreddare. Porre il riso nel cuoci riso e aggiungere l'acqua. Cuocere nel microonde a 800W per 11 minuti. Quando cotto rovesciate il riso nell'ampio tegame di legno e "tagliare" il riso, spatolando con una con mestolo piatto finché diventa freddo. Questa operazione deve essere molto rapida, per aiutarvi potete anche usare un ventilatore, mentre continuate a tagliare il riso. Versate il riso su un canovaccio asciutto e lasciate completare il raffreddamento. Quando completamente freddo, il riso è pronto per essere usato. A questo punto preparate tutti gli ingredienti per la farcitura: Tagliate le verdure a listarelle strette 3-4 mm e lunghe per quanto è la lunghezza dell'alga nori. Lo stesso fare per il pesce: spinarlo, pulire i tranchi e tagliarli (mi raccomando, è importante usare i coltelli giusti) a liste sottili per fare i maki, mentre in rettangoli di 2x4-5 cm per i nigiri. Una volta pronti gli ingredienti preparate il "campo": 1. rivestite la stuoia con la pellicola. 2. Preparate una ciotola piena d'acqua per bagnarvi le mani 3. Preparate un tovagliolo umido per pulire il coltello.


11

A questo punto si parte: Per i maki con l'alga dentro: Sistemate il riso sull'alga (diciamo mezzo cm di spessore) lasciando un cm vuoto su uno dei lati lunghi dell'alga. Io a questo punto spargo sesamo a più non posso e se vi piace vi consiglio di farlo. Capovolgete sulla stuoia, in modo che sotto ci sia il riso e sopra l'alga. Sistemare sopra l’alga gli ingredienti che preferite (pesce + cetriolo+ frittata…. Pesce + formaggio + avocado…). A questo punto sarà il momento di avvolgere e formare un tubo. Dovete iniziare ad avvolgere dal lato vuoto e, facendo una leggera pressione con la mano arrotolate fino a chiudere. A questo punto dividete il mega roll a metà, e ogni metà ancora una volta in 2 parti e poi ancora a metà. Dovrete ottenere 8 maki.


12

Se invece volete i maki con l’alga fuori: sistemate l’alga sulla stuoia, poi il riso, al centro solo il pesce e poi arrotolare. In questo caso dovrete tagliare il roll solo in 6 parti. Per i nigiri: formate dei rettangoli di riso stretti e lunghi, passate pochissima wasabi sulla superficie superiore del riso e poi sistemare il filetto di pesce grande abbastanza per coprire interamente il riso. Servire accompagnando con salsa di soya.


13 Â Â

Tortillas taragne con insalata di fagioli tondini Ingredienti (per 3 tortillas rotonde di 16 cm) 100 gr farina bramata + farina grano saraceno (il classico preparato per polenta taragna) 50 gr semola di grano duro 60 gr acqua (eventualmente aggiungerne un po' per ottenere un impasto ben sodo) 2 cucchiai di olio evo 1 pizzico di sale Procedimento: Impastare tutti gli ingredienti e, quando avrete ottenuto un'impasto sodo e non troppo molliccio, dividere in 3 palline e lasciar riposare per 10 minuti. Stendere le palline su carta forno e poi cuocere in una padella antiaderente per 1-2 minuti per lato. Il risultato sono tortilla croccanti, come quelle triangolari (tortilla chips) servite insieme alla salsa piccante come aperitivo. Per l'insalata di fagioli: 100 gr fagioli tondini (io tondini gradolesi) 2 pomodori perini 1 cipollotto Olio evo Qualche cucchiaio di aceto bianco Sale e pepe Procedimento: Cuocere i fagioli lasciandoli ben sodi (io 13 minuti in pentola a pressione) e, quando cotti scolarli bene. Tagliare i pomodori a quadretti di circa 1 cm e il cipollotto a fettine sottili. Unire i fagioli ai pomodori e cipollotti e condire con olio, aceto, sale e pepe. Servire in accompagnamento alle tortillas.

Â


14 Â Â

Contorni Asparagini al parmigiano Pulire un mazzetto di asparagini selvatici. In una padella saltare uno spicchio di aglio in 4-5 cucchiai di olio. Aggiungere gli asparagi, salarli, aggiungere un bicchere di acqua e portare a cottura. Pepare, e verso fine cottura aggiungere un cucchiaio di prezzemolo tritato e 3-4 cucchiai di parmigiano grattugiato. Servire.

Asparagi leggeri al limone Pulire un mazzo di asparagini, sbollentarli in acqua salata. una volta cotti porli in una ciotola e condire con uno spicchio d'aglio, abbondante olio e il succo di un limone. Servire.


15

Caponata siciliana Ingredienti: 2 melanzane 2 peperoni 1 cipolla 2 pomodori da salsa Un cucchiaio di capperi Olive verdi o nere Mezzo bicchiere di aceto bianco 1 cucchiaio di zucchero Sale Abbondante olio evo 6-7 foglie di basilico

Procedimento: Tagliare le melanzane a tocchetti, salarle e farle riposare un'oretta per far sì che perdano la loro acqua. Tagliare i peperoni a tocchetti e la cipolla a fettine. In una ampia padella con l'olio unire le melanzane, i peperoni, la cipolla, i capperi e le olive e iniziare a cuocere a fuoco vivace. Nel frattempo pelare i pomodori, tagliarli a tocchetti e unirli al resto delle verdure. Versare lo zucchero e l'aceto e lasciar sfumare finchè non si sentirà più l'odore dell'aceto. Salare e spegnere nel momento in cui tutte le verdure sono appassite. Io non amo quando la verdure rimangono crudine, per cui impiego 40-45 minuti per la cottura completa. Una volta pronta potete scegliere di servire subito la caponata o conservarla in frigorifero fino al giorno dopo. Con il riposo sarà ancora più gustosa! Potete conservarla in frigo anche per una settimana.


16 Â Â

Caponata di zucca Ingredienti per 2 persone: 1/4 di zucca o una piccola 2 cipolle dorate 1 costa di sedano Olive verdi, una manciata Olive nere, una manciata Capperi, un cucchiaio Olio evo Aceto bianco, mezzo bicchiere 1 cucchaio raso di zucchero Sale

Procedimento: Mondare la zucca e tagliarla in cubetti di un paio di cm per lato. Tagliare a fettine sottili la cipolla, e a pezzetti il sedano. Affettare le olive. In una ampia padella far appassire la cipolla dolcemente (circa 20 minuti), poi aggiungere la zucca, mescolare e far colorire a fiamma vivace. Aggiungere il sedano, le olive e i capperi, spolverate di zucchero e continuare la cottura a fuoco medio. Quando le verdure saranno sode, ma cotte, sfumare con l'aceto, far evaporare e spegnere. Potete conservare la caponata in frigorifero per diversi giorni.


17

Cipolline caramellate alla salsa di soia Ingredienti per le cipolline in agrodolce di Tina: 500gr di cipolline Una noce di burro 4 cucchiai di salsa di soia succo spremuto di un'arancia (nella ricetta originale il succo di 3 arance) qualche gambero (facoltativi)

Procedimento: Premessa: per accorciare i tempi ho cotto le cipolline in pentola a pressione, mai fatto prima e sono soddisfatta del risultato! Altra premessa: ho modificato le dosi e la procedura, per l'originale vi rimando al post di Tina suGennarino Far sciogliere il burro in una padella ampia (le cipolline devono essere stese in un solo strato), aggiungere la salsa di soia, amalgamare e aggiungere le cipolline. Farle colorire da entrambi i lati e aggiungere il succo d'arancia. Coprire, abbassare la fiamma e lasciar cuocere finchè la salsa non sarà densa e scura. Fare attenzione che non si asciughi troppo, in caso aggiungere altro succo o acqua. Avendo cotto le cipolline in pentola a pressione il succo di un'arancia è stato più che sufficiente, ma se le fate in padella probabilmente ne servirà di più.


18 Â Â

Frittelle di fiori di zucca al parmigiano e aceto balsamico Ingredienti (x 8 frittelle): 8 fiori di zucca 80-100gr di farina acqua frizzante 1 punta di lievito secco 4 cucchiai di parmigiano grattugiato olio per friggere (io di oliva)

Procedimento: Preparare la pastella mescolando l'acqua, la farina, il lievito e il parmigiano fino ad ottenere una crema densa. Lasciar riposare per un'oretta. 10 minuti prima di friggere versare i fiori nella pastella. Friggerli a fuoco medio per 5-6 minuti. Asciugare l'eccesso di olio e servire. Io li ho serviti con aceto balsamico.

Insalata di pomodori Ingredienti: Pomodori cipolla peperoncino basilico origano sale abbondante olio evo

Procedimento: Tagliare i pomodori a pezzi, la cipolla a spicchi e unirli in una insalatiera. Tagliare a pezzetti un peperoncino, aggiungere qualche foglia di basilico e un po' di origano. Salare e bagnare con abbondante olio evo. Mescolare e servire... con tanto pane, magari saporito e croccante come quello di grano duro.


19 Â Â

Insalata di patate Ingredienti (per 2 persone): 4 patate 1 spicchio di aglio pepe rosa 2-3 rametti di aneto fresco sale olio evo

Procedimento: Sbollentare le patate, tagliarle a tocchi e porli in una ciotola. Condire con l'aglio tagliato a pezzetti, pepe rosa macinato, l'aneto tritato, salare e dare una abbondante spruzzata di olio evo.

Insalata di patate ai profumi d'estate

Ingredienti: 1 kg di patate Un pugno di foglie di basilico 20gr di pinoli Uno spicchio d'aglio 2-3 pomodori secchi Olio evo Olive taggiasche snocciolate sott'olio Peperoncino Sale Procedimento: Pelare le patate, tagliare a tocchetti e cuocerle a vapore (io le ho sbollentate). Nel frattempo frullare il basilico con i pinoli, i pomodori secchi e l'aglio. Aggiungere il sale, il peperoncino e l'olio. Una volta pronte le patate, porle in una ciotola e schiacciarle con una forchetta, aggiungere il pesto poco alla volta, poi le olive. Mescolare e servire tiepida o fredda.


20

Patatine fritte

Ovviamente io sono una tifosa delle patate della Sila (ho scoperto da poco che esiste anche un consorzio a tutela), se le fate fritta non immaginate che bontà!! Morbide dentro, croccanti fuori, belle dolci e polpose... Però non ovunque ci sono, quindi bisogna cercare di trovare una buona sostituta. Se si scielgono le patate sbagliate il rischio è che rimangano mosciette... Una volta pelate, lavate, tagliate e asiugate è il momento di salarle. Tutti di solito salano i fritti dopo, ma se si sala prima il risultato è un sapore più omogeneo, non il fastidioso insipido-salato delle pietanze salate al momento. Siamo arrivati al momento della cottura... per fare le Patatine fritte non ci vogliono 5 minuti. Alzare la fiamma, scaldare l'olio, buttarci dentro le patate e dopo 3 minuti "Ecco, pronte!". Cuocere le Patatine fritte richiede tempo e cura. La fiamma deve essere medio/bassa, altrimenti la patata si brucia fuori e rimane cruda dentro. Se è troppo bassa, invece, non diventa croccante. Durante la cottura bisogna girarle meno possibile, altrimenti si rompono tutte (La fiamma non è al massimo, quindi non rischiate di farle bruciare da un lato). E così, mentre voi apparecchiate la tavola, preparate un secondo, telefonate ad un'amica, loro cuociono pian piano. Dopo una quindicina di minuti potete iniziare a vedere se è il caso di girarle un pò. Dopo mezz'oretta/40 minuti potrebbe essere che siete vicini a portarli in tavola! Non sono ancora belle dorate e croccanti? Beh, allora meglio aspettare ancora un pò! Se durante la cottura vi sembrano "molli", non preoccupatevi, è normale, solo quando saranno cotte bene diventeranno croccanti!


21

Peperoni e patate Ingredienti: Patate (magari quelle della Sila) Peperoni ovviamente piccanti, quelli piccoli e tondi calabresi Abbondante olio extravergine di oliva Sale q.b. Per le dosi andate un po’ ad occhio: indicativamente 2/3 di patate ed 1/3 di peperoni.

Procedimento: Sbucciare le patate, lavarle e tagliarle a spicchi come per fare le patatine fritte e porle in una ampia padella. Tagliare i peperoni (che dovranno essere belli carnosi. Avete presente i peperoni tipici del Sud Italia, piccoli, tondi, un po’ schiacciati, verdi o rossi con tante sfumature e un sapore deciso? ) a tocchetti e unirli alle patate. Irrorare con abbondante olio di oliva e mettere sul fuoco a fiamma medio/bassa. Lasciar cuocere mescolando di tanto in tanto (non troppo frequentemente per evitare che si rompano le patate). Quando le patate saranno dorate salare e continuare la cottura finché non diventano belle croccanti. A questo punto non rimane altro che portare in tavola e papparseli tutti! PS. Nonostante faccia parte della tradizione ognuno ha il suo modo di preparare questo piatto. In casa mia si sono sempre mangiate così, belle croccanti, ma a seconda della famiglia di possono trovare più o meno croccolose!


22 Â Â

Peperoni fritti

Ingredienti: Peperoni (o quelli piccoli tondi e carnosi oppure i friarielli) Abbondante olio evo (non siate scarsi!) 2-3 pomodori pelati o pomodori san marzano sale 1 peperoncino (facoltativo) Procedimento: Lavare e tagliare a pezzi i peperoni lasciando una parte dei semini interni. Porli in una padella insieme all'olio a freddo, accende il fuoco vivo e far cuocere i peperoni finchè non appassiscono e si dorano. Salare. Verso fine cottura aggiungere i pomodori spezzettati e continuare la cottura ancora per una decina di minuti, Porre il tutto in una ciotola e servire. Nel frattempo, preparare un bel pezzo di pane e dirigetevi diligentemente verso la padella che aspetta solo di esser ripulita a suon di scarpettate!

Peperonata di friarelli

Ingredienti: Mezzo kg di friarelli 1 cipolla Olio evo 2-3 cucchiai di aceto bianco Sale Procedimento: Pulire e tagliare a pezzi i peperoni, affettare la cipolla e, porre in una padella a soffriggere mescolando di tanto in tanto. Salare e a fine cottura spruzzare con l'aceto, far evaporare per bene e spegnere.


23

Polenta all'acqua di mozzarella Ingredienti per 2 persone: l'acqua in cui è immersa la mozzarella farina di mais (io sono andata in base al peso dell'acqua della mozzarella) 1 filo di olio Procedimento: Pesate l'acqua della mozzarella, versatela in una pentola adatta per polenta oppure una antiaderente. Aggiungetevi un filo d'olio e portate ad ebollizione. Quando bolle, versate a pioggia la farina di mais (in quantità adatta all'acqua di mozzarella) e mescolate continuamente per evitare che si formino grumi. Mi raccomando, non salate. L'acqua della mozzarella ha già un suo sapore intenso. Piuttosto assaggiate prima di completare la cottura. Se usate una pentola antiaderente potete chiudere con un coperchio e mescolare di rado finché non è pronta. Un piccolo trucchetto utile per fare facilmente la polenta. Altrimenti mescolate continuamente fino a cottura ultimata. Ci vorrà circa un'ora. Quando pronta, stendete la polenta su un piano e livellatela in uno spessore uniforme (circa 1 cm), lasciate raffreddare e poi tagliatela in quadrati. Al momento di servire, scaldate un filo d'olio in una padella antiaderente e fate dorare la polenta.


24 Â Â

Pomodori ripieni di simil-vinagrette

Ingredienti: 2 pomodori tondi 1 cetriolo mezza cipolla di Tropea mezzo peperone giallo sale, olio evo, aceto

Procedimento: Levare la calotta dei pomodori e svuotarli dell'interno tenendo quest'ultimo da parte. Tagliare a pezzetti piccolini il cetriolo, la cipolla, il peperone e l'interno dei pomodori in una ciotola. Condire con sale, olio e aceto e riempire i pomodori.


25 Â Â

Rotolini di peperoni grigliati

Ingredienti (x 2 persone): 1 peperone 5 acciughe sott'olio o sotto sale pan grattato capperi olio evo Procedimento: Grigliare e spellare il peperone, tagliarlo per la lunghezza formando delle strisce di 2-3 cm l'uno. Su ogni striscia sistemare un'acciuga, un cucchiaino scarso di pangrattato e una manciata di capperi. Avvolgere formando dei rotolini, irrorare con olio extravergine di oliva e volendo decorare con degli stuzzicadenti.


26

Verdure estive nel sacchetto Ingredienti: 2 zucchine 1 peperone rosso 1 peperone giallo 1 rametto di rosmarino Un paio di spruzzate di aceto Sale Pepe nero Olio evo Procedimento: Lavare, mondare e tagliare a pezzetti le verdure. Porle nel sacchetto per cottura, salare, pepare, aggiungere il rosmarino, l'aceto e un filo abbondante di olio. Chiudere il sacchetto cercando di eliminare più aria possibile. Riempire una pentola d'acqua e porci il sacchetto in modo che le verdure cuociano a bagno maria. In acqua il sacchetto tende a rimanere a galla per cui è necessario girare il sacchetto di tanto in tanto. Spegnere dopo una ventina di minuti e servire. In questo modo le verdure rilasciano molta acqua, per cui se volete, prima di servire si possono far saltare in padella in modo da asciugare il sughino.

Verza e patate Ingredienti: Mezza verza 2 patate 1 cucchiaio di capperi 1 cucchiaio di prezzemolo tritato 1 acciuga 1 manciata di olive nere Mezzo bicchiere di aceto bianco. Olio evo 1 spicchio d'aglio Procedimento: Tagliare la verza a pezzetti, lavare bene e scolare. Pelare e tagliare a tocchetti le patate. In un'ampia padella far soffriggere l'aglio in olio evo, sciogliervi l'acciuga, aggiungere le olive nere e le patate, far saltare e poi aggiungere la verza. Quasi a fine cottura sfumare con l'aceto. Dopo che è evaporato assaggiate, se non basta aggiungetene altro. Infine condire con un trito di capperi e prezzemolo. Mescolare e servire.


27 Â Â

Zucca all'origano Ingredienti x 2: 1/4 di zucca Una spruzzata di aceto 1 spicchio d'aglio e 1 peperoncino (io ho usato quello della conserva) Origano Un giro d'olio Sale

Procedimento: Tagliare la zucca a tocchetti e farli rosolare insieme ad olio, aglio e peperoncino. Girare di tanto in tanto. Quando inizia ad ammorbidirsi aggiungere l'origano, salare e continuare la cottura. Prima di spegnere spruzzare di aceto e far evaporare.


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.