Issuu on Google+

Voce artigiana Lomellina

Dai un calcio alla crisi con In questo periodo di crisi molte aziende hanno dovuto richiedere la cassa integrazione a causa della diminuzione degli ordini. Questo fatto, oltre a provocare malcontento, determina anche nel lavoratore un senso di insicurezza e sfiducia che, anche a crisi finita, avrà ripercussioni sul suo umore. Come fare per ovviare al problema? Semplice: sfruttare il periodo di crisi per sviluppare un nuovo rapporto coi propri collaboratori. Grazie a Fondartigianato e alla L. 236/93 è possibile usufruire di fondi per la formazione aziendale anche nei periodi di cassa integrazione, questa è una mossa strategica non indifferente per la azienda in quanto può sfruttare questo momento di “pausa” per sviluppare nuove competenze, ricercare nuovi mercati e rendere la crisi una opportunità. Tantissime imprese a livello globale sfruttano le crisi per rinascere, fatelo anche voi nella vostra azienda: prendete in prima persona le redini del mercato grazie ad un aumento delle competenze e della capacità produttiva e uscite a testa alta dove chi rimane con le mani in mano affonda. Inoltre potrete favorire l’ aumento di professionalità dei vostri dipendenti e darete loro nuova fiducia in quanto si vedranno responsabilizzati e vedranno che l’ azienda non solo non li abbandona a se stessi, ma investe su di loro con la formazione. L’Ufficio Formazione (tel. 0381-907.706) è a Vs. disposizione per ogni informazione o chiarimento.

AUTOTRASPORTI

Circolazione stradale: il calendario per il 2009

Quindicinale Novembre 2009 Anno XI, Numero 9 Poste Italiane S.p.A. Sped.abb.post. D. L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n° 46) art. 1, c. 2 - CB Po

Le limitazioni, dettate dal decreto n. 4933 del Ministero dei Trasporti, sono valide per i veicoli di massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate Il Ministero dei Trasporti con decreto n. 4933 ha diramato il calendario 2009 delle limitazioni alla circolazione fuori dai centri abitati ai veicoli ed ai complessi di veicoli, per il trasporto di cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 tonnellate. Il calendario non presenta grandi novità rispetto a quelle delle scorso anno. In allegato è reperibile il decreto emesso dal Ministero con i dettagli riguardanti i veicoli, le limitazioni e le deroghe. Nel dettaglio, le giornate in cui resta vietata la circolazione dei mezzi pesanti sono le seguenti: a) dalle ore 8 alle 22 - tutte le domeniche dei mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Ottobre, Novembre e Dicembre - il 1 Gennaio (Giovedì, Capodanno); - il 6 Gennaio (Martedì, Epifania); - l’11 Aprile (Sabato di Pasqua); - il 13 Aprile (Lunedì dell’Angelo); - il 25 Aprile (Liberazione); - il 1 Maggio (Venerdì, festa dei lavoratori); - il 5 Dicembre (Sabato, ponte dell’Immacolata) - l’8 Dicembre (festa dell’Immacolata); - il 25 Dicembre (Natale);

- il 26 Dicembre (Santo Stefano) b) dalle 16 alle 22. - il 10 Aprile (Venerdì precedente la Pasqua); - il 24 Aprile (Venerdì, in vista della festività del 25 Aprile); - il 30 Aprile (Giovedì, in vista della festività del 1 Maggio); - il 30 Maggio (Sabato, in vista del ponte del 2 Giugno); - il 31 Ottobre (Sabato, in vista della festività del 1 Novembre); c) dalle ore 16 alle 24 - il 31 Luglio (Venerdì, precedente al 1° esodo di Agosto); - il 7 Agosto (Venerdì, precedente al 2° esodo di Agosto); - il 14 Agosto (Venerdì, precedente ferragosto) d) dalle ore 7 alle ore 24 - tutte le domeniche dei mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre; - il 2 Giugno (Festa della Repubblica); - i Sabati caratterizzati dall’esodo e dal controesodo estivo: 4 Luglio, 11 Luglio, 18 Luglio, 25 Luglio, 1 Agosto, 8 Agosto, 15 Agosto, 22 Agosto, 29 Agosto. e) dalle ore 8 alle 14 - del 14 Aprile (Martedì, dopo la Pasqua) f) dalle 14 alle 22 - del 24 Dicembre (Vigilia di Natale). g) dalle 14 alle 24 - del 27 Giugno (Sabato)


Confartigianato Imprese Lomellina - n. x febbraio 2009

I nostri dirigenti alla presentazione del libro “L’uomo artigiano”

2

Una delegazione composta dai membri della Giunta Associativa, guidata dal Presidente Bellati, ha partecipato martedì 13 gennaio alla Fondazione Feltrinelli di Milano, del libro di Richard Sennett “L’uomo artigiano” (the Craftsman). Il saggio racconta di ingegneri romani e orafi rinascimentali, di tipografi parigini del Settecento e fabbriche della Londra industriale: un percorso storico attraverso cui Sennett ricostruisce le linee di faglia che separano tecnica ed espressione, arte e artigianato, creazione e applicazione Con l’espressione ‘uomo artigiano’ ha affermato durante la presentazione del libro, Sennett - non mi riferisco solamente a chi pratica un lavoro manuale artigianale, ma a chi si impegna nel fare un buon lavoro, nell’arte del saper fare, e ne sviluppa le abilità specifiche. Il miglior esempio di “saper fare” moderno?. Secondo l’autore il gruppo che ha creato Linux, gli artigiani della moderna cattedrale informatica. Nel suo intervento durante la presentazione del libro, il Presidente di Confartigianato Guerrini ha ringraziato il Professor Sennett.perché - ha detto - con “L’ uomo artigiano” ha analizzato con grande efficacia un tema troppo spesso sottovalutato, considerato fuori moda, e che, invece, oggi assume una straordinaria attualità. “Il volume - ha sottolineato Guerrini - descrive un modo di produrre. Ma,

soprattutto, ci parla di un modo di essere. Al punto che il titolo sarebbe dovuto essere “L’uomo è artigiano”, proprio perché gli elementi costitutivi dell’ Uomo Artigiano sono in tutti noi: sono il desiderio di produrre un lavoro ben fatto e sono le abilità necessarie al “ben fare”. Queste caratteristiche appartengono non soltanto agli imprenditori artigiani ma anche a tutti coloro che amano il proprio lavoro, che lo svolgono con passione, che ogni giorno si impegnano per conseguire un risultato utile a se stessi e agli altri, alla comunità di cui fanno parte. Secondo Guerrini “questi valori, la riscoperta dell’ essere artigiani, rappresentano una ricetta per reagire alla crisi che attraversa l’economia a livello mondiale. In questa fase di difficoltà, in cui paghiamo duramente gli effetti delle bolle speculative, dell’economia di carta, di una finanza frenetica e troppo disinvolta, dobbiamo tornare agli elementi costitutivi dell’uomo artigiano, dobbiamo tornare all’economia reale. Dobbiamo ritrovare il ritmo, il gusto,l’orgoglio, la fatica, la soddisfazione di costruire cose ben fatte. Serve un’iniezione di valori artigiani nel mondo del lavoro. I valori dell’essere artigiani ha aggiunto il Presidente di Confartigianato Imprese Lomellina, Stefano Bellati sono espressi dai nostri imprenditori campioni del saper fare, interpreti eccellenti dei valori della tradizione

produttiva italiana, dell’unicità, del fatto a mano, del su misura, del fuori serie. Ma appartengono anche a tutti coloro che non si limitano a timbrare il cartellino. A tutti coloro i quali, qualunque attività svolgano, a qualsiasi classe sociale appartengano, si impegnano per svolgere bene il proprio lavoro, consapevoli ed orgogliosi del risultato, anche etico, che esso produce per loro stessi e per gli altri. Possono sembrare concetti banali. Non lo sono affatto se consideriamo che proprio questi valori sono alla base dello sviluppo economico e sociale del nostro Paese, sono proprio questi elementi qualificanti del codice genetico artigiano. i punti di forza del cosidetto made in Italy. Il libro del Professor Sennett ha il grande merito di aver descritto questo nostro prezioso patrimonio. A margine dell’incontro, Guerrini, invitato dal Presidente Bellati a visitare la nostra struttura, ha promesso che durante quest’anno riuscirà finalmente a fare tappa in terra lomellina.

Convenzione Confartigianato - Siae 2009: C’è tempo fino al 28 febbraio. E’ stata rinnovata anche per l’anno 2009 la convenzione tra la Confederazione e la Siae - Società Italiana degli Autori ed Editori -. Le riduzioni percentuali applicate ai compensi Siae sono riservate alle imprese associate Confartigianato e sono pari al 25 % per la musica d’ambiente (40 % per gli apparecchi installati su automezzi pubblici) ed al 10 % per i concertini. In particolare  .musica d’ambiente: Su tali tariffe viene applicata la riduzione del 25 % a tutte le tipologie di attività interessate, artigiane e commerciali. Si ricorda che per musica d’ambiente si intende la diffusione della musica negli esercizi commerciali, negli alberghi, nei villaggi turistici, nei circoli ricreativi, nei pubblici esercizi (bar e ristoranti, per i quali è prevista una tabella apposita), nelle sale d’attesa e negli ambienti di lavoro, anche non aperti al pubblico, delle imprese artigiane, con radio, televisori, filodiffusione, riproduttori di dischi, cd, nastri, PC/Internet ed altro. Si tratta delle situazioni in cui la musica viene utilizzata come aggiunta ambientale o ai servizi resi, al fine di rendere più gradevole la permanenza nei locali dei clienti, del pubblico o dei collaboratori dell’impresa.

Per stipulare l’abbonamento per la musica d’ambiente nel proprio locale o per ottenere il Permesso Spettacoli e intrattenimenti, e per versare il relativo importo, L’impresa interessata, così come l’organizzatore di spettacoli o intrattenimenti, devono obbligatoriamente rivolgersi alla struttura SIAE competente per il territorio (informazione reperibile nel sito web Siae all’indirizzo: http://www.siae.it/Siae_InItalia.asp?link_page=Siae_InItalia_ click.asp). Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Siae via e-mail all’indirizzo: Accordi.Musica@siae.it. Ai fini dell’applicazione delle riduzioni sopra indicate da parte delle Sedi e Filiali Siae in favore degli associati, è necessario che gli stessi esibiscano la tessera di adesione alla Confartigianato oppure documentazione equipollente (lettera su carta intestata dell’Associazione comprovante la situazione associativa). Non è necessario compilare una modulistica particolare. Il termine per il rinnovo degli abbonamenti, e quindi per il versamento dei compensi usufruendo delle riduzioni, è fissato al 28 febbraio 2009. Per eventuali ulteriori chiarimenti è possibile rivolgersi all’Ufficio Soci delle delegazioni di Vigevano e Mortara (tel: 0381-907711 - 0384-297611).


I nostri associati: BADI DESIGN: I GIOVANI ARTIGIANI SI FANNO STRADA

occupazionali. Durante la fiera è stata presentata al pubblico la nuova collezione di complementi “Badì Design” prodotti artigianalmente nel laboratorio di Vigevano. La trasformazione/innovazione/riconversione ha consentito l’apertura di nuovi sbocchi commerciali con effetti positivi e stimolanti. Lo stand Badì Design all’interno del padiglione 4 dedicato alle aziende lombarde era tra i pochissimi dalla Provincia di Pavia e l’unico a presentare soluzioni di design innovativo per l’abitare. Nonostante la congiuntura economica particolarmente negativa, la partecipazione alla fiera è stata nel complesso positiva e ha sicuramente contribuito alla cono-

scenza del brand su scala allargata. Molto buoni i riscontri di pubblico e stampa. La produzione Badì si articola in First Collection- pezzi unici, personalizzati e numerati; mobili e complementi prodotti su presentazione di progetto; inserti decorativi per pareti in alluminio, rame e ottone. Il Laboratorio Badì si pone come trait d’union tra produzione artigianale e innovazione attuando una sinergia tra la realtà produttiva locale e la progettazione ad opera di designers e architetti: nel mese di gennaio 2009 in occasione del Macef, fiera internazionale Milano- Rho sono state presentate due collezioni rispettivamente di vasi in alluminio, Impronta, e vassoi in alluminio, Blister, ideate da Whomade- marchio di prodotti ad alto valore umano aggiunto- e realizzate nel laboratorio di Vigevano di Chiara Bazzigaluppi. Laboratorio Badì Tel 0381 310 501 Web: www.badi-design.com Press Office: info@badi-design.com

M.U.D. (Modello Unico di Dichiarazione) Denuncia entro il 30 aprile 2009 Il prossimo 30 aprile 2009 scade il termine per la presentazione presso la Camera di Commercio, della dichiarazione annuale sui rifiuti (MUD). Soggetti che hanno l’obbligo di presentazione del MUD: - tutti i soggetti che effettuano a titolo professionale attività di raccolta e trasporto rifiuti; - tutte le imprese che producono rifiuti pericolosi; - tutte le imprese iscritte all’Albo Gestori Ambientali che nel corso del 2008 hanno trasportato (anche una sola volta) i propri rifiuti pericolosi; - imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti; - consorzi istituiti per il recupero ed il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti; - consorzio Nazionale degli imballaggi; - imprese agricole che producono rifiuti pericolosi con un volume di affari annuo superiore a Euro 8.000,00; - gestori del servizio pubblico di raccolta per i rifiuti pericolosi conferiti da soggetti pubblici e privati previa apposita convenzione; - soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani ed assimilati; - gestori dell’impianto portuale di raccolta e del servizio di raccolta.

Il DPCM 2/12/2008 stabilisce che i produttori AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) sono tenuti alla presentazione delle relative schede AEE con riferimento ai prodotti immessi sul mercato nelle due precedenti annualità (2007 / 2008). Sono esentati dalla presentazione del MUD tute i soggetti che producono rifiuti non pericolosi che occupano meno di 10 dipendenti e che non rientrano nelle sopraccitate casistiche. Da quest’anno la presentazione cartacea del MUD è ammessa solo per i soggetti che producono non più di 5 rifiuti e che per ogni rifiuto si avvalgono al max di 3 trasportatori e 3 destinatari finali; per tutti i restanti soggetti è prevista la presentazione telematica. Il MUD deve essere presentato alla Camera di Commercio della provincia nel cui territorio ha sede l’unità locale cui la dichiarazione si riferisce. Il nostro servizio. Come ogni anno, al fine di adempiere entro i termini stabiliti alla compilazione e presentazione del MUD, i nostri Uffici hanno predisposto un idoneo servizio alle imprese associate. Per informazioni e appuntamenti: Ernesto Quaglia - 0381-907719.

Confartigianato Imprese Lomellina - n. x febbraio 2009

Badì Design presenta la sua collezione di mobili e complementi d’arredo all’Artigiano in fiera 2008, tredicesima mostra mercato internazionale dedica all’artigianato, presso il nuovo quartiere fieristico di Milano- Rho. L’azienda di Chiara Bazzigaluppi nasce l’8 marzo 2004, subentrando alla vecchia ditta Mondial Stampi attiva in Vigevano dal 1968 nel settore meccano-calzaturiero della stampistica. Il know how e le tecnologie impiegate per più di 30 anni in tale settore sono state convertite, introducendone anche di nuove, per una nuova produzione la cui leva principale è il design. E’ stato registrato il marchio Badì per identificare e qualificare le collezioni prodotte e commercializzate dal laboratorio (www.badi-design.com). Grazie alle collaborazioni strette con designers e architetti e ad operazioni mirate di co-branding, unite alla competenza consolidata nella produzione, è stata attuata una riconversione produttiva che ha consentito l’apertura di nuove prospettive economiche ed

3


Confartigianato Lomellina sostiene il Programma Regionale DRIADE In occasione della presentazione, tenutasi lo scorso 30 gennaio, del progetto “Driade” (Distretti regionali per l’innovazione, l’attrattività e il dinamismo dell’economia locale) promosso dalle Direzioni Generali Artigiano e Servizi ed Industria, Pmi e Cooperazione di Regione Lombardia, Confartigianato Lombardia ha espresso il suo appoggio al programma di intervento regionale. Attraverso le due linee di intervento in cui si articola il programma (Dafne per l’industria e Artemide per l’artigianato), la Regione Lombardia mette a disposizione delle imprese lombarde una dote di 12,7 milioni di euro. Fino al 30 marzo sarà possibile avanzare candidature di progetti che saranno poi finanziati attraverso i bandi che verranno pubblicati nella seconda metà del 2009. Nel presentare il progetto Driade l’Assessore all’Artigianato e Servizi, Domenico Zambetti ha dichiarato che si tratta di un intervento sperimentale e innovativo volto a sostenere artigiani e microimprese lombarde valorizzando il loro potenziale di forza trainante dell’economia.

“Un segnale importante di quanto sta mettendo in atto la Regione Lombardia a sostegno della crescita e della competitività lombarda” - ha dichiarato il Segretario Generale di Confartigianato Imprese Lomellina, Carlo Ornati - Siamo consapevoli che gli obiettivi del Programma sono ambiziosi, ma siamo allo steso tempo coscienti del fatto che solo attraverso un lavoro di sistema che coinvolga anche le organizzazioni dell’artigianato noi possiamo dare un reale contributo al processo evolutivo del modello meta-distrettuale e sostenere l’emergere di nuove forme di aggregazione, di sistemi produttivi locali e di filiere”. Nell’esprimere il proprio parere favorevole Confartigianato Lomellina auspica che Driade sia uno strumento flessibile, in grado di supportare i processi di innovazione incrementale tipici dell’artigianato. Al fine di supportare il sistema confederale nella presentazione di candidature di progetti, nelle prossime settimane Confartigianato Lombardia organizzerà un incontro tecnico con il coinvolgimento di Cestec, organismo tecnico designato da Regione Lombardia

Scadenze febbraio 2009 16 febbraio W RAVVEDIMENTO OPEROSO: ultimo giorno utile per effettuare il versamento delle imposte non pagate il 16/01 u.s. avvalendosi del ravvedimento operoso.

W I.V.A.: versamento dell’I.V.A. relativa al mese di gennaio per i contribuenti mensili. W I.V.A.: versamento dell’I.V.A. del IV trimestre 2008 per i contribuenti trimestrali “particolari”, e cioè: autotrasportatori c/terzi, distributori di carburante, odontotecnici.

W IVA - DICHIARAZIONI D’INTENTO RICEVUTE: scade il termine per la presentazione della comunicazione relativa alle dichiarazioni d’intento ricevute nel mese precedente.

W DATORI DI LAVORO: Versamento ritenute alla fonte e contributi INPS, dovuti sulle retribuzioni di competenza del mese precedente. W DATORI DI LAVORO: Versamento del contributo INPS - Gestione Separata sui compensi corrisposti nel mese precedente ai collaboratori coordinati e continuativi.

W INPS - MUTUA E PENSIONE: scade il termine per il versamento, da parte di artigiani e commercianti, della 4^ rata 2008 dei contributi

Confartigianato Imprese Lomellina - n. x febbraio 2009

IVS dovuti sul minimale.

4

W AUTOLIQUIDAZIONE INAIL: termine per il pagamento, attraverso la procedura di autoliquidazione, del premio Inail per regolazione anno 2008 e anticipo 2009. Sempre entro la medesima data, i datori di lavoro devono predisporre ed inviare la denuncia salari in forma cartacea. Per chi si avvale della presentazione su supporto magnetico o invio telematico il termine di trasmissione della denuncia salari scade il 16 marzo. W TFR - IMPOSTA SOSTITUTIVA: termine per effettuare il versamento del saldo dell’imposta sostitutiva sulla rivalutazione del TFR 2008.

20 febbraio W INTRASTAT: Termine per la presentazione elenchi Intrastat relativi alle operazioni effettuate nel mese di gennaio 2009.

LA NOSTRA PRESENZA SUL TERRITORIO Confartigianato Imprese Lomellina DELEGAZIONE DI VIGEVANO Via G. Ottone, 7 - Tel. 0381-907711 - Fax: 0381-907709 E-mail: info@confartigianatolomellina.it Sito web: www.confartigianatolomellina.it DELEGAZIONE DI MORTARA Corso Cavour 32 - Tel. 0384-297611 - Fax: 0384-297698 Recapito Robbio Lomellina: Via Ipporidie, 2 E-mail: info.mortara@confartigianatolomellina.it

Questo periodico è associato alla Unione Stampa Periodica Italiana VOCE ARTIGIANA NEWS Quindicinale di Informazione di Confartigianato Imprese Lomellina Redazione: Via G. Ottone, 7 - Vigevano Tel. 0381-907711 - Fax 0381-907709 Direttore Responsabile: Carlo Ornati Registrazione Tribunale di Vigevano n° 588 vol. 4 reg. del 15.10.1998 - Stampa: Rindi Confartigianato Imprese Lomellina


Voce Artigiana News Febbraio 2009