Page 1

Te S S

Anno V

TENDE e SCHERMATURE SOLARI

n°.2-2018

LA RIVISTA DEL SITO: WWW.TENDEESCHERMATURESOLARI.COM


L’INVOLUCRO E I SERRAMENTI HANNO UNA CASA UNICA. ENTRACI ANCHE TU. L’unico evento che in Italia rappresenta tutta la filiera: finestre, involucro edilizio, sistemi di oscuramento coperrture, sistemi anti insetto, accessori e componenti, vetro, chiusure tecniche

DAL DIRE AL FARE. MADE 13 | 16 MARZO 2019 FIERA MILANO RHO

FIERA INTERNAZIONALE DELL’ARCHITETTURA E DELLE COSTRUZIONI 4 saloni specializzati 105 mila visitatori nel 2017 tel. +39 051 09 59 41 - made2019@madeexpo.it - www.madeexpo.it


EPICA:

RIFLESSI NEL DESIGN.

SINTESI PERFETTA TRA ESTETICA E TECNOLOGIA.

www.batgroup.com


W

CO

LL

EC TIO

N

20

18

/2

02

1

LKMSTUDIO

NE

HIGH PERFORMANCE TECHNICAL TEXTILES

SOLUTION DYED ACRYLIC FABRICS Scopri tutti i colori dei tessuti acrilici IRISUN e le performance dei tessuti tecnici TEXOUT nella nuovissima collezione Giovanardi 2018/2021.

IRISUN TEXOUT ARE BRANDS OF GIOVANARDI | VILLIMPENTA | MANTOVA | ITALIA | GIOVANARDI.COM


EDITORIALE

L’editoriale Si avvicina la seconda tranche di manifestazioni del 2018; in questo numero potrete trovare dati e informazioni su Equip’Baie, Veteco e Big 5 eventi che si terranno rispettivamente a Parigi, Madrid e Dubai Senza dimenticare i report finali di R+T Stoccarda e Fensterbau Frontale; due manifestazioni di importanza fondamentale che hanno sicuramente dato lustro al nostro settore. Rammentiamo che dal 25 maggio è in vigore l’Adeguamento al GDPR: nuovo regolamento UE sulla privacy L’attività di Azienda piccola, media, grande o di Libero Professionista deve essere tutelata ai sensi del Nuovo Regolamento UE 2016/679 che prevede nuovi obblighi, nuove figure professionali e un importante impianto sanzionatorio. Il nuovo regolamento sarà applicato a tutte le aziende che trattano dati personali indipendentemente dalle modalità, automatizzate e non. Buona Lettura

Ramzi Bacchini

Tende e Schermature Solari n.2-2018

3


SOMMARIO EDITORIALE

3

ARCHITETTURA Colore e schermature: il caso Renzo Piano

8

di Alessandro Premier

8

MARKETING La consumatrice non è una stupida: è tua moglie[cit.]

20

26

di Maurizio Corradi

REALIZZAZIONI Ke ai Castelli Romani

26

Resstende: Emergency Children’s Surgery Center

38

FIERE & MANIFESTAZIONI The Big 5

50

Equip’Baie

24

Veteco

48

R+T Stoccarda

50

Fensterbau Frontale

44

L’INTERVISTA Intervistiamo Luca Lovera AD di Mottura

34

SCHEDE TESSUTI

42

SICUREZZA

47

NEWS

54

IVA aumenti nel 2019?

44

34

Tariffe tasse locali SPAZIO WEB

38

60

di EMB - Email Marketing Blog

SCHEDE PRODOTTI

64

REPERTORIO FORNITORI

68


r regolare e p e n o zi a v o n in e n g Desi rni il confort dei tuoi inte

• regolazione della luce diurna • protezione dal calore e dall’abbagliamento • maggiore comfort abitativo • risparmio energetico • buona visibilità all’esterno nel rispetto della privacy

www.pinto.srl


I NOSTRI INSERZIONISTI AFM

71

BAT

1

NYX

BIANCHI PAOLO

7

PARÀ

CORRADI GENIUS GIOVANARDI HELLA MADEEXPO MOTTURA TeSS 2-2018

La rivista del sito www.tendeeschermaturesolari.com Il sito della Protezione Solare Redazione Via M.L.King, 20 - 21100 Varese Fax 0332 1800613 tendeeschermature@gmail.com

III di Cop. 37 2-33 18-19 II DI Cop. 29

LEISTER

72

PINTO

COVER-5 11

SATTLER

17

SEAV

23

SHADELAB

41

TEKNO’S

13

Te S S

Anno V

TENDE e SCHERMATURE SOLARI

n°.2-2018

LA RIVISTA DEL SITO: WWW.TENDEESCHERMATURESOLARI.COM

Hanno collaborato: Katia Gasparini, Marcella Del Signore, Giuseppe Morando, Elena Del Signore, Maurizio Corradi, Claudio Moltani, Alessandro Premier, Daniele Gasparini, Elena Martini

Impaginazione: Allimac Sas

IV di Cop.-59

RESSTENDE

Direttore Editoriale Ramzi Bacchini Cell. 328 4889450 info@tendeeschermaturesolari.com

Stampa: Nastro & Nastro srl Via XV Agosto, 7 21016 Luino (VA) info@nastroenastro.it www.nastroenastro.it

43-67

IN COPERTINA

Pinto s.r.l. C.da Sant’Antuono Z.I. 84035 Polla (SA) Italia Tel. 0039 0975390625 Fax.0039 0975391855 e-mail: pinto@pinto.srl www.pinto.srl


Il Cristall con la maiuscola

Cristal Superclear brown & fumè per una migliore protezione solare

Esclusivista

per l’Italia e distributore:

Bianchi Paolo S.r.l. Via Lambro 28/e 20090 Opera MI Tel 02/57605131 - Fax 02/57606700 - www.bianchipaolo.it


8

ARCHITETTURA

COLORE E SCHERMATURE:

IL CASO RENZO PIANO di Alessandro Premier (alessandro.premier@uniud.it)

Quando si affronta l’opera di una archistar generalmente la lettura prediletta è centrata sul percorso biografico dell’autore, spesso raccontato attraverso una carrellata delle opere in ordine cronologico. Non è il caso di questo articolo. Parlando di Renzo Piano però, il punto di partenza quasi obbligato è certamente il famosissimo Beaubourg (Centre Georges Pompidou), di cui recentemente si sono festeggiati i quarant’anni. Inizialmente oggetto di moltissime polemiche, oggi è quasi unanimemente celebrato ed è certamente uno degli edifici simbolo di Parigi e dell’architettura contemporanea.

Fig. 1 Tende e Schermature Solari n. 2-2018

La storia di questo edificio corrisponde quasi perfettamente alla storia in Italia di uno dei suoi autori, Piano appunto. Inizialmente inviso all’accademia (proprio per quell’opera iniziale) e successivamente celebrato dall’accademia stessa e diventato senatore a vita (primo architetto in Italia). Per dirla con Luigi Prestinenza Puglisi “non è più il ragazzaccio, è l’architetto artigiano che meglio di tutti interpreta la bontà del made in Italy”[1]. Va precisato che, come per il collega Richard Rogers, la realizzazione del Beaubourg fu sfruttata a piene mani da Piano, consentendogli di acquisire numerosi incarichi di progettazione in tutto il Mondo. In Italia però, la radicale evoluzione nell’immagine è stata costruita da Piano meticolosamente nel tempo, scostandosi pian piano da quell’opera iniziale, il Beaubourg appunto, seguendo una linea tra “tecnica ed ecologia” come indicano Vittorio Gregotti e ancora Prestinenza Puglisi [1]. In questo percorso progettuale si integra il progetto delle schermature solari, che nell’architettura contemporanea assumono un ruolo di assoluto rilievo. Considerate per molto tempo dispositivi tecnologici non di primaria importanza, è prima con il modernismo e successivamente con l’architettura high-tech (di cui Piano è un esponente) che assumono il ruolo di elementi espressivi nell’architettura occidentale [2]. Come vedremo, nel caso specifico di Piano le schermature (ed in particolare le tende tecniche) sono talmente presenti nelle sue realizzazioni da potervi costruire una lettura trasversale del modus operandi. Lo strumento per tale lettura può essere proprio il colore che, nel caso delle schermature, è utilizzato da Piano in modo prevalentemente comunicativo, in alcuni casi anche prevaricando le logiche di qualità ambientale di alcuni spazi. La lettura può quindi essere collegata a ciò che l’edificio deve comunicare. La comunicazione è in questo caso legata alla proposta di un “prodotto” che deve risultare sempre rassicurante. In sostanza, l’edificio deve essere accettabile da un pubblico vasto “che non


ARCHITETTURA

apprezza lo sviluppo intensivo delle città” [1] e gli egocentrismi delle archistar. Le schermature sono diventate nel tempo strumenti che concorrono alla materializzazione di questa filosofia progettuale. La lettura proposta collega il colore delle schermature ad uno o più obiettivi legati alla comunicazione. I colori neutri sembrano prevalentemente utilizzati per indicare sobrietà e si addicono ai luoghi di lavoro e ad alcune tipologie di edifici pubblici. I colori caldi cercano una integrazione visiva con l’ambiente, talvolta in monocromia, indicando un riferimento ai colori della tradizione. Il rosso rappresenta forse un’eccezione, probabilmente l’uso è ambiguo, fra richiamo alla tradizione e ricerca di un impatto emotivo. Il verde invece è collegato al concetto di green architecture e quindi richiama il rispetto per l’ambiente, la sostenibilità, l’ecologia. Casi studio significativi sono letti anche attraverso la combinazione cromatica fra schermature e involucro e la qualità ambientale degli spazi confinati. Colori neutri: sobrietà e compostezza Secondo le consuete teorie cromatiche di Johannes Itten [3], i colori neutri sono prevalentemente grigio e bianco. Anche il nero può essere considerato colore neutro. Caratteristica di questi colori è quella di poter

essere utilizzati come sfondo senza creare accordi o contrasti cromatici con colori accostati o sovrapposti (tranne forse il contrasto di simultaneità). Nelle composizioni artistiche (e in architettura) l’uso di colori neutri può avere i seguenti obiettivi: creare uno sfondo per altri colori; creare delle interruzioni in una composizione cromatica (ad es. spazi bianchi fra colori); creare una superficie o uno spazio monocromatico bianco o grigio (talvolta nero). Per ciò che concerne i fenomeni sinestetici [4] correlati al colore, cioè esperienze, sensazioni automatiche e involontarie generate appunto dai colori, l’incontro con colori neutri (acromatici) può generare indifferenza, neutralità (grigio). Il bianco invece è sinonimo di purezza, chiarezza, pulizia. Il suo utilizzo in architettura è sicuramente molto legato alle linee puriste del modernismo (Le Corbusier, Gropius e altri). Generalmente Piano sembra prediligere la creazione di “interazioni cromatiche” semplici [4]. Forse l’unica eccezione, una “costruzione percettiva complessa” [4], è rappresentata dall’involucro policromo dell’Auditorium a L’Aquila (2012). Nel caso specifico delle schermature, è importante valutare anche la qualità della luce colorata che si riflette sulle pareti interne degli edifici. Come già evidenziato Fig. 2:

Tende e Schermature Solari n.2-2018

9


10

ARCHITETTURA

da Katia Gasparini, “parametri come il colore della luce naturale, artificiale o filtrata da schermature dovrebbero essere messi in partita sin dalle prime fasi progettuali, allo scopo di predeterminare il benessere psicofisico di uno spazio” [5]. Schermature tessili bianche o grigie non alterano particolarmente la percezione dello spazio interno (Fig. 1) e sono ideali per i luoghi in cui le persone passano tempi molto prolungati, come i luoghi di lavoro, oppure negli spazi in cui è necessario non alterare la percezione di manufatti (musei, laboratori) o alimenti (supermercati). Per ciò che concerne l’uso del bianco, tra i casi studio più datati (anni Novanta) vi è la riqualificazione dell’ex fabbrica del Lingotto a Torino. Le vetrate delle Nuove Officine furono schermate con tende esterne verticali di colore bianco (oggi più tendenti al grigio) che riprendono il telaio in calcestruzzo armato a vista dell’edificio. Un intervento sobrio che si limita a fornire la prestazione necessaria e cerca di alterare il meno possibile le caratteristiche dell’edificio esistente. Il bianco ritorna in un intervento recente, il grattacielo Intesa Sanpaolo, sempre a Torino (2015). In particola-

Fig. 3 Tende e Schermature Solari n.2-2018

re, nel piano dedicato al Lounge Bar è possibile immergersi in uno spazio bianco scandito dalle strutture metalliche e dalle schermature tessili interamente bianche (Fig. 2). L’uso di schermature grigie è riscontrabile, ad esempio, in alcuni spazi espositivi progettati da Piano. Fra questi vi è il Muse (museo delle scienze di Trento) (2013). In particolare le vetrate delle sale espositive dedicate alla natura alpina sono schermate con classici frangisole a pale in alluminio di colore grigio (Fig. 3). Tipica soluzione dell’architettura high-tech. Altro esempio “classico” è il Zentrum Paul Klee a Berna, Svizzera (2005). In particolare gli spazi dedicati ai laboratori sono protetti con tende tecniche di colore grigio per non alterare la percezione delle opere in fase di studio o restauro (Fig. 4). L’involucro dell’edificio è scandito ancora una volta dalle superfici metalliche grigie e dalle schermature dello stesso colore (monocromia). Da segnalare anche l’uso frequente di dispositivi frangisole a lame in vetro trasparente. In questo caso l’assenza di colore smaterializza l’involucro e allo stesso tempo gli conferisce un aspetto prettamente “tecnologico”, high-tech, talvolta “freddo”. In altri casi le lame in

Fig. 4


12

ARCHITETTURA

vetro sembrano utilizzate per non interferire nella composizione cromatica di facciata. Due fra i molteplici casi studio sono ancora la facciata est del grattacielo Intesa Sanpaolo a Torino (Fig. 5) e le soluzioni d’angolo nel Central St. Giles a Londra del 2010 (Fig. 6). Colori caldi: il riferimento alla tradizione Come è noto la gamma dei colori caldi comprende gialli e rossi e tutte le varianti intermedie fra i due. Fra questi possiamo comprendere i colori del legno (riferimento alla natura) e i materiali ceramici. Il riferimento quindi potrebbe essere la tradizione del costruire italiana reinterpretata in chiave high-tech da Piano in molti interventi, come ad esempio a Genova, nell’edificio della Guardia Costiera (1992). L’involucro è caratterizzato da pannelli prefabbricati costituiti da un telaio metallico che racchiude dei mattoni in laterizio montati a secco. Sebbene le strutture dell’edificio siano evidenziate dal telaio in acciaio a vista, le schermature tessili dei poggioli sono di colore rosso richiamando le tende rosse presenti in molte città Italiane e cercando una sorta di affinità cromatica con il rosso mattone (Fig. 7). Una ri-

Fig. 5 Tende e Schermature Solari n.2-2018

cerca di monocromia più marcata vi è sicuramente negli edifici di Potsdamer Platz a Berlino (anni Novanta) in cui le tende arancioni/beige si avvicinano molto al colore del rivestimento ceramico di facciata. Tende di colore arancione sono state utilizzate anche nella hall d’ingresso del Muse di Trento, dove lo sfondo bianco lapideo dell’involucro esterno non interferisce con il colore saturo della schermatura (Fig. 8) che contribuisce a “riscaldare” lo spazio interno dell’edificio (Fig. 9). Dal punto di vista sinestetico infatti l’utilizzo dell’arancio indica gioia ed è stimolante [4]. L’uso del giallo invece richiama luce solare e leggerezza: meno utilizzato da Piano che sembra prediligere per certe schermature colori più vicini alle terre. Rosso: un’eccezione? Un caso a parte è rappresentato dall’uso del rosso. Abbiamo visto come in alcuni casi le schermature rosse siano utilizzate da Piano come richiamo alla tradizione, soprattutto quando utilizzate come elementi quasi puntuali (vedi esempio di Genova). È noto però, che dal punto di vista sinestetico, il rosso abbia un

Fig. 6


Automations for awnings and rolling shutters

Automazioni per Tende da Sole e Tapparelle Avvolgibili Una soluzione per ogni esigenza !!! A solution for every need

Tecnologia Semplicità Affidabilità e Sicurezza da sempre il nostro motto da sempre il nostro obiettivo Technology, Simplicity, Reliability and Security have always been our main target

Qualità Certificata Certified Quality

TEKNO'S S.r.l. - TORINO (ITALIA) Via G. Marconi 63/E - 10040 Piobesi T.se (TO) Tel. +39 011 6404556 - Fax +39 011 0160542

www.teknosautomazioni.it - info@teknosautomazioni.it


14

ARCHITETTURA

Fig. 7 effetto eccitante sulla psiche umana. “Quando siamo in un ambiente colorato di rosso sale anche l’aggressività” [5]. Perplessità potrebbero essere manifestate dove l’uso di schermature rosse non sia limitato ma esteso. Come evidenziato da Gasparini [5] nella Cité Internationale di Lione (1993-2006) vi è un’intera facciata schermata con tende rosse, mentre la sala da concerti dell’Auditorium a L’Aquila è un’ambiente immersivo rivestito di tessuto rosso. Se nel primo caso la scelta può essere spiegata attraverso un richiamo ad una composizione cromatica che tende ad affiancare colori relativamente affini ma molto diversi per grado di saturazione - l’involucro della Cité Internationale è contraddistinto da un rivestimento ceramico color laterizio – nel secondo caso la scelta risulta difficilmente spiegabile: un contrasto con la compostezza di certa musica classica? In altri casi il rosso è utilizzato dall’autore per conferire una sensazione di “calore” alla facciata: è il caso del rivestimento metallico giallo-arancio-rosso della facciata interna del “cratere” nel centro commerciale Vulcano Buono (Nola, 2007). Verde: sostenibilità ambientale In Piano meno frequente sembra essere l’uso di colori freddi. Un caso a parte però è rappresentato dal verde. Il verde è considerato fra i colori freddi anche se spesTende e Schermature Solari n.2-2018

Fig. 8 so può essere “tagliato” col giallo e assumere un aspetto che si avvicina ai colori caldi. In genere è il colore associato alla natura e a livello di stimoli può trasmettere calma, rilassamento e sensazione di sicurezza [4]. Come già evidenziato, nelle architetture di Piano il colore verde è associabile alla natura e il suo utilizzo sembra prevalentemente volto a comunicare un’immagine green, sostenibile. L’operazione è visibile in modo abbastanza chiaro nel complesso residenziale Le Albere a Trento, adiacente al Muse. Vi è in questo caso la combinazione fra materiali “naturali” (legno, pietra, vegetazione) e materiali artificiali (intonaci, vetro, metallo, tessuti tecnici). Anche i materiali “naturali” sono utilizzati secondo la filosofia high-tech. Il colore neutro (grigio) dell’intonaco fa da sfondo all’utilizzo degli altri materiali, dove spicca su tutti il colore verde delle schermature tessili che caratterizza interamente i prospetti ed è scandito dal ritmo dei pilastri in legno lamellare (Fig. 10). Alcune perplessità possono essere avanzate sulla luce verde riflessa all’interno degli alloggi. Se per quanto riguarda la zona notte essa potrebbe essere accettabile (rilassamento), altrettanto non si può dire per la zona giorno dove il perdurare dei riflessi sulle pareti bianche potrebbe indurre effetti sinestetici contrastanti: sensazione di freschezza ma anche umidità e muffa [4]. Il richiamo all’ecologia potrebbe sottendere anche la


ARCHITETTURA

Fig. 9

scelta delle schermature tessili verdi nelle facciate della sede de Il Sole 24 Ore a Milano (2004). In questo caso la scelta potrebbe essere legata però anche a ragioni di natura compositiva. L’involucro opaco infatti è rivestito con lastre di cotto, quindi la scelta delle tende verdi potrebbe essere legata alla costruzione del classico contrasto fra complementari (rosso-verde) anche se il tono del cotto in questo caso è molto tenue. Conclusioni L’impiego delle schermature nell’opera dell’autore è strettamente collegato al suo modo di usare il colore. Le strategie cromatiche sembrano prevalentemente volte alla creazione di un’immagine in grado di comunicare un messaggio: in genere di carattere rassicurante (stabilità). Questo sembra avvenire mediante la ricerca di combinazioni cromatiche semplici, a volte basilari. È ricercata spesso la monocromia o l’uso di colori affini. Spesso sono utilizzati colori neutri in grado di trasmettere purezza, semplicità. L’uso delle schermature e del colore, come quello dei materiali in genere, e delle tecnologie high-tech sembrano far trasparire la volontà di non dimenticare le radici della tradizione. Nei progetti

più recenti, chiari anche i riferimenti ad un’immagine legata alla sostenibilità ambientale. Riferimenti bibliografici [1] L. Prestinenza Puglisi, “Architetti d’Italia. La storia di Renzo Piano”, Artribune.com, 30 gennaio 2017. [2] A. Premier, Superfici dinamiche: le schermature mobili nel progetto di architettura, Franco Angeli, Milano, 2012. [3] J. Itten, Arte del colore, Il Saggiatore, Milano, 1961. [4] J. Tornquist, Colore e luce: teoria e pratica, Istituto del Colore, Milano, 1999. [5] K. Gasparini, Tessili colorati: benessere e contenimento energetico, Tenda In&Out, n.3/2015 Didascalie immagini Fig. 1 Grattacielo Intesa Sanpaolo, Torino, 2015. Foto © Alessandro Premier Fig. 2 Grattacielo Intesa Sanpaolo, Torino, 2015. Foto © Alessandro Premier Fig. 3 Muse, Trento, 2013. Foto © Alessandro Premier Fig. 4 Zentrum Paul Klee, Berna, 2005. Foto © Alessandro Premier Tende e Schermature Solari n.2-2018

15


16

ARCHITETTURA

Fig. 5 Grattacielo Intesa Sanpaolo, Torino, 2015. Foto © Alessandro Premier Fig. 6 Central St. Giles, Londra, 2010. Foto © Alessandro Premier Fig. 7 Guardia Costiera, Genova, 1992. Foto © Alessandro Premier Fig. 8 Muse, Trento, 2013. Foto © Alessandro Premier Fig. 9 Muse, Trento, 2013. Foto © Alessandro Premier Fig. 10 Le Albere, Trento, 2013. Foto © Alessandro Premier

Fig. 10 Tende e Schermature Solari n.2-2018

Alessandro Premier, architetto, dottore di ricerca in Tecnologia dell’Architettura, consegue il dottorato con la ricerca “Zona mobile. Tecnologie per l’integrazione architettonica di elementi schermanti mobili”. Docente a contratto di Tecnologia dell’Architettura presso l’Università di Udine, Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura, ha insegnato presso l’Università Iuav di Venezia. Ha all’attivo oltre 100 pubblicazioni sui temi di ricerca.


uno strumento unico per tutte le qualitĂ il nuovo FleXBOOK! accompagnateci in un viaggio alla scoperta della nuova collezione. scoprite tutte le nuove qualitĂ  come la tenda da sole tangibile lumera 3d o la linea lumera landscape mini chiaro nei colori, compatto e facile in uno strumento solo - il flexbook disonibile solo da noi! Innovazione made by sattler!

available nOw!

the world of sattler

www.world-of-sattler.com


IL PERFETTO MIX TRA ESTETICA E FUNZIONALITÀ.

Chi ha mai detto che non si possano coniugare innovazione, design e funzionalità in un’unica soluzione? Ventur è la pergola bioclimatica che unisce un’estetica raffinata, caratteristiche tecniche d’avanguardia e una durata garantita nel tempo. Cos’altro state aspettando? www.hella.info


ZA N E RG A

R U S MI M. U S LM A

SPO

Illuminazione diusa e regolabile.

Made in Italy.

Garanzia 5 anni.

Attenzione al dettaglio.

Movimentazione precisa e silenziosa delle lamelle.

Regolabile in altezza.

Struttura rinforzata.

Chiusure verticali a scomparsa.

Pulizia delle linee, nessuna vite a vista.

Resistenza al vento ďŹ no a 100 km/h.

Viteria in acciaio inox.

Sensori vento, pioggia, temperatura e neve.

Confort bioclimatico.

Disponibile autoportante o per attacco a parete.


20

MARKETING

LA CONSUMATRICE NON È UNA STUPIDA: È TUA MOGLIE [CIT.] Il grande David Ogilvy (1911-1999), titolare della omonima agenzia pubblicitaria internazionale, la pensava così sugli spot poco creativi di Maurizio Corradi Se qualche lettore avesse, incautamente, letto le mie righe sui numeri precedenti di questa rivista, potrebbe ricordare quelle dedicate all’utilizzo della parola nella comunicazione visiva. Disquisivo della forza dell’immagine sostenuta dal corretto messaggio verbale o, se preferite, della forza evocativa della parola, sostenuta dal corretto uso del comparto visuale. Insomma, in una parola, del copywriting. Questo mi ha portato a riflettere che non avevamo (plurale maiestatis) osservato l’uso di un mezzo di comunicazione potentissimo, affatto recente, oggi piuttosto snobbato, ma vera arena del copywriting: la radio. La radio è un mezzo di fortissimo impatto pubblicitario,

Tende e Schermature Solari n.2-2018

regina della “parola”, ancorché sottovalutata. Volete una prova? Eccola: quante volte, ascoltando la radio, durante i passaggi pubblicitari avete spento o cambiato canale? Tante, eh?! (mica per niente tutte le emittenti passano gli spot agli stessi orari, così chi cambia canale se li becca lo stesso). Ebbene, quello che vi appare come un controsenso (spegnere durante il momento più forte) in realtà dimostra che l’invasività degli spot, spesso, risulta talmente insopportabile al punto da volerli escludere. E questo avviene utilizzando un mezzo che sfrutta solo il canale auricolare e non quello ottico. Anche


MARKETING

questo appare un controsenso (meno stimolo, più effetto) però riguarda altri argomenti, “la percezione” e “l’evocazione”, che qui non tratteremo. Purtroppo (per i pubblicitari) questo riflesso condizionato di spegnere la radio al momento degli spot è, perlopiù, scatenato da un infausto effetto di antipatia che esplode quando lo spot ci presume imbecilli. Pensateci: dagli spot vi chiedono di “volare” o “correre” a comprare il prodotto X; bambini odiosi domandano insistentemente ai genitori “perché facciamo la spesa qui?”; automobili che vi promettono corse mozzafiato in paesaggi esotici quando, in realtà, avete appena il tempo di correre a perdifiato a fare la spesa tra l’orario d’ufficio e quello dell’asilo. D’accordo che bisogna semplificare per rendere i messaggi facilmente decodificabili in soli 30 secondi, o meno. Ma l’essere “a prova d’imbecille” non giustifica sottintendere imbecilli gli ascoltatori, pena ammutolimento immediato dell’apparecchio radio. Purtroppo (sempre per i pubblicitari) un testo radiofonico malscritto riesce benissimo nell’involontario intento di farsi zittire. Per questo Ogilvy diceva ai suoi creativi, quando proponevano idee troppo banali, la frase del titolo. Ma, allora, come fare per sfruttare il potenziale di penetrazione degli spot radio, senza che l’ascoltatore spenga subito l’apparecchio? Prima di tutto, come ho già detto tante volte: rivolgetevi ad un professionista. Un copywriter dovrebbe sapere padroneggiare l’italiaDavid Ogilvy

no abbastanza bene da poter sfruttare i pochi secondi a disposizione per fare emergere il vostro spot tra gli altri. Poi, fatelo leggere ad uno speaker professionista con la voce bella e “impostata”, da attore (li trovate negli studi di registrazione, o anche online a pochi euro). Contrattate con l’emittente di passare lo spot per primo; se ben fatto, l’ascoltatore non spegnerà. Se passate per secondi, dopo uno spot scadente, il rischio di spegnimento, prima del vostro passaggio, è altissimo. E, se proprio volete fare da soli, almeno evitate i seguenti errori: Grammatica e punteggiatura. Esordire con “Vado a mangiare, Zia!” è ben diverso che dire “Vado a mangiare zia”. I gusti son gusti ma passare per cannibali a causa di una virgola potrebbe rivelarsi quantomeno imbarazzante. Gli elenchi. Se la vostra attività tratta molti marchi commerciali od offre molti servizi, non elencateli tutti in un solo spot. Inutile dire (marchi citati a solo titolo d’esempio): “da noi trovi Alphacan, Finstral, Fossati, Internorm, Nurith, Pica, Nusco, Schüco e Arquati, Brianza, Dickson, Florida, Gibus, Genius, Mottura, Resstende.” Nessuno vi seguirà più già al terzo, e non se ne ricorderà nemmeno uno, dopo. Meglio, decisamente, differenziare gli spot inserendo uno o due riferimenti al massimo, e mettere in onda spot diversificati ad ogni passaggio. Usate il secondi risparmiati per rafforzare il concetto “Abbiamo tanti marchi!” ma senza elencarli tutti, per la carità. I recapiti. Ormai è anacronistico indicare l’indirizzo completo ed il numero di telefono. Tutti vi cercheranno su internet, se il vostro spot li ha incuriositi. Perciò, fate scandire chiaramente il vostro sito; se ci sono parole straniere, di grafia non comune, considerate di pronunciarle “male”, ossia come si scrivono e non come si pronunciano, perché, altrimenti, potrebbero essere digitate erroneamente rendendo irraggiungibile il sito. Date il telefono se c’è ragione che vi chiamino; se no, è inutile. Evitate di snocciolare l’indirizzo con via, civico, codice Tende e Schermature Solari n.2-2018

21


22

MARKETING

spot. L’ascoltatore potrebbe distrarsi durante la trasmissione e non saper combinare la proposta commerciale col proponente (voi), finendo per andare ad acquistare dal vostro concorrente (che risparmia un sacco di soldi sulla pubblicità, tanto gliela fate voi!). Può essere una buona idea chiudere citando il “pay-off” del marchio. Se non sapete cos’è, vi tocca leggervi l’articolo dedicato, sul numero 4-2017 di questa autorevole rivista.

di avviamento e città; nessuno ha pronta carta e penna per segnarseli. È sufficiente la città se avete solo una o due sedi; nemmeno quella, se avete una rete territoriale diffusa. Chi vi cerca, vi troverà facilmente lo stesso, ed aumenterete le probabilità che si ricordi dove siete anche se non ha sentito lo spot recentemente. La gag. Non è indispensabile inventarsi una scenetta a tutti i costi. Soprattutto se fa ridere solo vostra zia (ammesso che non l’abbiate già mangiata per colpa della virgola). Invece di una scena divertente rischiate di trovarvi con una scena ridicola, e potreste rendere ridicola la vostra comunicazione. Tra gli attori si dice che è più facile far piangere che far ridere. Prudenza estrema, non forzate la mano. Il (vostro) marchio. Dite chi siete, possibilmente all’inizio E alla fine dello Tende e Schermature Solari n.2-2018

Chiamata all’azione. Suggerite all’ascoltatore di fare qualcosa: “vieni nella nostra show-room”, “chiama il numero verde”, “visita il sito”, “seguici su facebook”. Lasciate all’ascoltatore l’illusione che sia lui a condurre il gioco, sarà più facile effettuare la vendita. Comunque decidiate di agire, ricordate che questo mezzo così potente (perché sfrutta il potenziale della fantasia dell’ascoltatore) dato per spacciato più di una volta, può davvero fare la differenza nella diffusione del vostro messaggio. Come disse l’inventore dei “talk show” Steve Allen: “La radio è il Teatro della mente”.

Maurizio Corradi opera da trent’anni nel settore della comunicazione, grafico pubblicitario ed esperto del nostro settore è titolare della: ARTEFATTO S.a.s. Via Enrico Fermi, 5 28053 CASTELLETTO SOPRA TICINO (NO) Tel.: 0331922408 - mail: mcorradi@artefatto.net


1 9 8 3 - 2 0 1 8

impegno innovazione presenza commitment innovation presence engagement innovation présence

Da sempre SEAV assicura ai propri clienti costante impegno, vicinanza e prodotti innovativi e di qualità. Ognuno di questi 35 anni ha rappresentato un traguardo per il “made in Italy” e un punto di ripartenza per SEAV. Da questo compleanno partiremo con ancora più slancio. Auguri SEAV!

s

e

a

v

.

c

o

m


24

FIERE & MANIFESTAZIONI

EQUIPBAIE 2018 a cura della Redazione

Tende e Schermature Solari n.2-2018


FIERE & MANIFESTAZIONI

La 16a edizione di Equipbaie Métalexpo si terrà dal 20 al 23 novembre 2018 a Parigi - Porte de Versailles, Padiglione 1. La fiera Equipbaie riunisce ogni due anni alla Potra di Versailles gli specialisti della finestre, chiusure e protezione solare. Come fiera rappresentativa per l’industria francese e internazionale, qui i professionisti scoprono i prodotti e le soluzioni più innovativi per tutti i tipi di progetti in risposta alle sfide della transizione energetica nel settore dell’edilizia. Evento a misura d’uomo, EQUIPBAIE è il primo luogo di informazione e formazione professionale del settore, il tutto in un’atmosfera conviviale. Equipbaie ha il sostegno di un gruppo di 6 organizzazioni professionali del settore, raccolte principalmente nel Polo Finestra del FFB: SNFA, ACTIBAIE, la FFPV, l’UM, l’UMB e l’UFME. Tra le aziende italiane partecipanti, citiamo: ACM SRL ALFA SOLARE GROUP BENINCA’ GROUP CARMINATI SERRAMENTI SRL CHERUBINI COMALL INTERNATIONAL CORRADI

CROCI ITALIA DALLAN SPA DECORAL SYSTEM DIMASIMMA EUGANEA PANNELLI SRL FLLI FACCHINETTI SRL GEMMA GROUP SRL ITALPANNELLI LOGLI MASSIMO MECAL OPM STAMPI OTLAV PREFER SAPS SIPAR SRL SPRECH SRL TAURING SRL Date e luogo La prossima edizione di Equip’Baie-Metalexpo avrà luogo dal 30 al 23 novembre 2018 a Parigi – Porte de Versailles – Padiglione 1

Per maggiori informazioni: www.equipbaie.com Tende e Schermature Solari n.2-2018

25


26

REALIZZAZIONI

UNA VILLA AI CASTELLI ROMANI PER RICEVIMENTI DA SOGNO a cura della Redazione Nome progetto: villa per ricevimenti ad Albano Laziale Località: Albano Laziale (RM) Progetto realizzato da: rivenditore KE Progetto Ombra di M.B. S.r.l. - Latina (LT) Committente: privato Area coperta: 24 mq Prodotti installati: pergola Gennius Isola 2 con vetrate scorrevoli panoramiche + Vertika GPZ Descrizione: A poche decine di chilometri a sud-est di Roma, si trova la zona dei Castelli Romani, una delle mete preferite

Tende e Schermature Solari n.2-2018

per una giornata fuori porta, lontano dal trambusto della Capitale. Lussuose residenze e una ricca tradizione enogastronomica rendono questa meta molto popolare anche per organizzare esclusivi ricevimenti. La pergola dal tetto arcuato Isola 2 di KE fa capolino proprio in una di queste magnifiche residenze, destinate a matrimoni e cerimonie da favola. Il committente aveva espresso la necessità di installare una struttura versatile che gli desse la possibilità di lavorare, considerando che è una villa per ricevimenti, in tranquillità sia in giornate con tempo avverso che con temperature elevate.


REALIZZAZIONI

Tende e Schermature Solari n.2-2018

27


28

REALIZZAZIONI

La struttura affaccia su una vallata e posizionata di fronte ad una piscina, quindi molto esposta al vento, con l’esigenza di mantenere uno spazio aperto ampio, con meno montanti possibili. Il consiglio del rivenditore KE Progetto Ombra è stato quello di installare una vetrata nella parte frontale, ovvero quella più esposta al vento, così da non avere interruzioni di montanti; il resto della struttura è stata chiusa con tende Vertika per avere protezione senza precludere la visibilità grazie al telo in PVC trasparente, tenendo conto della bellezza della location. In fase progettuale, particolare attenzione è stata posta sul posizionamento dei collegamenti elettrici per l’illuminazione a led della struttura, facendo in modo che fossero tutti “a scomparsa” e che permettessero una manutenzione veloce. In particolare, l’ingresso dell’alimentazione è stato posizionato all’interno di un montante; la ricevente degli strip led esternamente in una scatola murata, mentre i cavi all’interno delle grondaie: in questo modo, ogni intervento sarà possibile senza interessare la struttura stessa. Il panorama mozzafiato dei Castelli Romani crea la magia per un ricevimento da sogno. Tende e Schermature Solari n.2-2018

Caratteristiche tecniche: GENNIUS Isola2 – tenda a pergola con struttura in alluminio, disponibile in versione autoportante e addossata Altezza fascione perimetrale: 30 cm Dimensione massima modulo singolo: 550x700 Dimensione massima modulo doppio: 550x1000 Sistema autoportante nelle dimensioni 550x700 con 4 colonne e 550x1000 con 6 colonne Sistema addossato nelle dimensioni 550x700 con 2 colonne e 550x1000 con 3 colonne Kit luci a led dimmerabile integrato nel perimetro Optional: Vertika Gennius Viteria Inox. Traversi porta tessuto calandrati con passo ridotto Traversi paralleli e perpendicolari alla parete www.keoutdoordesign.com Press Office and P.R. Gagliardi & Partners Tel. +39 049 657311 e-mail: gagliardi@gagliardi-partners.it


STARBOX

4160

Tenda a rullo motorizzata dotata di cavi a scomparsa in tensione. Funzionamento verticale o orizzontale.

Per un’ottima performance con gli agenti atmosferici il meccanismo di tensionamento è a totale scomparsa nel tubo avvolgitore. Le guide laterali in alluminio sono dotate di zip per evitare la fuoriuscita del telo e permettono la realizzazione di sistemi di diversa geometria. Starbox trova un’ottima sinergia con tessuti filtranti, oscuranti e screen sia in versione da interni che outdoor. Il motore tubolare elettronico è di ultima generazione ed è gestito dal protocollo di trasmissione M2net.

azionamento dal basso verso l’alto e viceversa.

Screen P 71

MAX MOTTURA SPA |

MOTTURA.COM


30

FIERE & MANIFESTAZIONI

THE BIG 5 2018: IL PIÙ GRANDE EVENTO

DI COSTRUZIONE DEL MEDIO ORIENTE a cura della Redazione Sul tema “Plasmare il futuro della costruzione”, The Big 5 determina una nuova era dopo Dubai 10X Initiative and Happiness Agenda Dubai sta sviluppando il suo piano per essere 10 anni avanti rispetto a qualsiasi altra città e diventare la più bella del mondo. Come risponderà la comunità delle costruzioni alla chiamata del governo? “Sviluppare una città che guida e dà l’esempio per il resto del mondo significa anche ripensare il suo ambiente costruito”, afferma Josine Heijmans, direttore di Portfolio Event di dmg events.

Tende e Schermature Solari n.2-2018


FIERE & MANIFESTAZIONI

Il nuovo mandato per l’industria delle costruzioni è arduo. I nuovi sviluppi dovranno migliorare gli standard di vita esistenti mentre affrontano le sfide che devono affrontare OGGI le città nella regione del Golfo. Si estendono dal boom della popolazione e del consumo di energia, agli eventi meteorologici estremi e ai cambiamenti climatici in un ambiente arido. “The Big 5, che compirà 40 anni l’anno prossimo, ha deciso di abbracciare pienamente la visione della Dubai Future Foundation e della sua iniziativa Dubai 10X per mettere Dubai a 10 anni di vantaggio su qualsiasi altra città”, annuncia Heijmans. L’EVENTO ha contribuito a portare gran parte dei materiali e delle tecnologie di costruzione che hanno sviluppato Dubai, gli Emirati Arabi Uniti e la più ampia regione del Golfo negli ultimi quarant’anni. Nel 2018, il più grande evento del Medio Oriente dedicato alla costruzione si rivolge al futuro. Sul tema “Modellare il futuro della costruzione”, gli or-

ganizzatori di The Big 5 hanno rielaborato l’evento puntando sull’innovazione. Il loro obiettivo è rispondere alle richieste del governo e aiutare l’industria ad affrontare le sfide di oggi e di domani presentando e promuovendo soluzioni innovative in tutte le fasi del ciclo di vita della costruzione. La fiera, che attrae migliaia di aziende e professionisti delle costruzioni di tutto il mondo ogni anno a novembre, introduce caratteristiche e eventi co-localizzati per fornire una piattaforma completamente nuova per far progredire l’industria delle costruzioni. The Innovation Corner e Start-Up District - riuniscono le idee, le menti e le iniziative più brillanti nella costruzione. Women in Construction di The Big 5 - un’iniziativa per far luce e dare potere alle donne del settore. The Urban Design & Landscaping Expo: un nuovo evento sul paesaggio, le infrastrutture e lo sviluppo urbano. HVAC-R Expo - una mostra dedicata al settore del ri-

Tende e Schermature Solari n.2-2018

31


32

FIERE & MANIFESTAZIONI

scaldamento, ventilazione, climatizzazione e refrigerazione, con particolare attenzione alle soluzioni energeticamente efficienti e innovative. The Big 5 Solar: vetrine di soluzioni solari per l’edilizia. Prima edizione del FutureTech Construction Summit: il summit di alto livello del Big 5 che esplora le tendenze e le tecnologie future nella costruzione. Aumento della partecipazione internazionale - con più paesi che mostrano ciò che è nuovo e migliore nel settore dell’edilizia globale. Tende e Schermature Solari n.2-2018

La 39esima edizione di The Big 5 si svolgerà dal 26 al 29 novembre 2018 presso il World Trade Center di Dubai. Nel 2017 l’evento ha ospitato oltre 65.000 partecipanti e oltre 2.600 espositori provenienti da 64 paesi.

Per saperne di più, visita: www.thebig5.ae


LKMSTUDIO

IRISUN

ACRYLIC LIFE CYCLE

Giovanardi ricicla il tessuto tecnico acrilico dando vita a filati di alta qualità prodotti dagli scarti di lavorazione derivanti dal confezionamento delle tende da sole. Raytent™ è un innovativo filato che, realizzato in mescola con altre fibre pregiate, può essere impiegato in diversi settori che vanno dall’arredamento alla moda.

IRISUN IS A BRAND OF GIOVANARDI | VILLIMPENTA | MANTOVA | ITALIA | GIOVANARDI.COM


34

L’INTERVISTA

INTERVISTIAMO:

LUCA LOVERA AMMINISTRATORE DELEGATO DELL’AZIENDA MOTTURA a cura della Redazione A quali manifestazioni avete partecipato recentemente? L’anno 2017 ci ha visto presenti nella fiera internazionale che rimane la più importante per il nostro settore R+T Stuttgart. In questa cornice protagonista indiscusso presso lo stand di Mottura è stato Startbox, il sistema per protezione solare adatto a grandi superfici. Una tenda a rullo motorizzata dotata di cavi a scomparsa in tensione che permettono il funzionamento verticale, orizzontale ed anche in caso di azionamento dal basso verso l’alto. Il meccanismo di tensionamento, che garantisce il perfetto funzionamento del sistema è all’interno del tubo avvolgitore per la migliore protezione dagli agenti atmosferici. Le guide laterali in alluminio sono dotate di zip per evitare la fuoriuscita del telo in caso di vento forte e permettono la realizzazione di sistemi di diversa geometria. Starbox trova un’ottima sinergia con tessuti filtranti, oscuranti e screen sia in versione da interni che outdoor. Il motore tubolare elettronico è di ultima generazione ed è gestito dal protocollo di trasmissione M2net sia in collegamento by wire che wireless. Altro protagonista del 2018 per Mottura: Rollbox 4180, il sistema per tende a rullo con cassonetto di grandi dimensioni con azionamento a motore, indicato per grandi tende filtranti ed oscuranti a uso interno ed esterno. Già presentato in Italia durante MADE 2017, a Stoccarda Topbox 4100 vede nuova luce grazie alla versione con guide ad incasso. Tende e Schermature Solari n.2-2018


L’INTERVISTA

Guide dotate di zip ed adatte anche per uso outdoor, sono state sviluppate per essere installate in un vano predisposto nella muratura. Una apposita copertura mobile permette di rifinire esteticamente la guida, che rimane così completamente incassata nel vano stesso. L’installazione non richiede il fissaggio del cassonetto essendo le guide autoportanti, con notevole riduzione dei tempi di installazione. “Come da molte edizioni, R+T 2018 si è dimostrato un appuntamento estremamente importante soprattutto per la qualità dei visitatori che hanno affollato, sin dal primo giorno, lo stand Mottura che, per l’occasione ha scelto di esporre le novità ed i prodotti di punta in grandi dimensioni per esaltare le performance e la qualità dei propri sistemi per la protezione solare”. Ci parli dell’andamento del mercato “Le nostre proiezioni, relativamente alle vendite del primo semestre 2018,ci vedono moderatamente otti-

misti e prevediamo di chiudere il primo trimestre del 2018 con una crescita rispetto all’anno precedente. Se è vero che il clima è moderatamente positivo, è, altrettanto vero che la crescita è discontinua e non esiste una visione di medio termine che possa confermare questo andamento; dall’inizio dell’anno. Considerando che la nostra azienda è presente in almeno due settori merceologici diversi che sono, la decorazione d’interni e la finestra rileviamo due situazioni abbastanza differenti. La prima, cioè quella della decorazione d’interni, rappresenta, per il nostro prodotto, un mercato maturo e di fascia alta che non è certamente in crescita. Il mercato della finestra, sull’onda di tutta una serie di nuovi prodotti, sviluppati da noi , specificatamente rivolti a questo mondo, è, per Mottura S.p.A motivo di soddisfazione ed è per questa ragione che siamo ottimisti relativamente al periodo gennaio-settembre 2018.”

Voi sarete al prossimo MadeExpo; perchè è importante presenziare a Milano? Mottura, azienda piemontese riconosciuta come una delle migliori espressioni industriali italiane nella produzione di sistemi per tende e tende tecniche, ancora una volta, partecipa al MADE EXPO. “La nostra presenza al Made rientra nella strategia di sviluppo aziendale orientata a potenziare business in Italia e, in parallelo, a perseguire una crescita costante anche oltre confine. Anche per il 2019 il nostro obiettivo è consolidare il nostro core business legato alla produzione di sistemi tecnologici e di design per tende e tende tecniche rivolti ai mercati internazionali. In Italia continua il forte investendo potenziamento del servizio ai nostri clienti sul territorio. Parliamo delle origini e della storia del marchio Mottura Dal 1963 Mottura S.p.A. si occupa della protezione solare della finestra mediante la produzione di siTende e Schermature Solari n.2-2018

35


36

L’INTERVISTA

stemi per tende e tende tecniche. Dapprima produttore di mantovane in legno, Mottura si afferma poi come protagonista a 360 gradi grazie ad un programma tecnologico costantemente all’avanguardia sviluppato negli ultimi vent’anni, per offrire agli specialisti del settore la soluzione tecnologica più adatta per ogni tipo di applicazione. Tecnologia poi trasferita alle tende tecniche, nel corso dell’ultimo decennio, e certificata attraverso numerosi brevetti industriali europei che hanno così dato al marchio Mottura una risonanza internazionale. Mottura ha sviluppato, in parallelo alla propria attività prettamente tecnologica, anche l’aspetto tecnico-creativo dei sistemi per tende: la Linea Decorativa, nata negli anni settanta, oggi comprende una gamma di oltre mille diverse soluzioni. In seguito, nei primi anni novanta, come completamento di tale strategia, venne creato Atelier Mottura – oggi Atelier 1963: l’editoria tessile di alta qualità che dona al marchio Tende e Schermature Solari n.2-2018

Mottura una significativa presenza in questo importante settore. Con quattro sedi operative europee, di cui la casa madre a S. Giusto Canavese (TO), e una presenza in oltre 70 Paesi del mondo, Mottura è oggi un’azienda universalmente riconosciuta come una delle migliori espressioni industriali italiane del settore, anche grazie all’endorsement di designer e architetti internazionali. Innovazione, qualità, tecnologia, alte prestazioni e assistenza al processo di vendita sono i capisaldi che rendono Mottura un top player del settore, che ha consolidato la sua eccellenza nel mondo. Mottura ha negli anni internalizzato e verticalizzato tutto il processo produttivo, dalla materia prima al prodotto finito. Ad oggi nessun’altra industria italiana del settore vanta una filiera interna così completa e lunga: le filiali commerciali estere ricevono il prodotto finito direttamente dalla casa madre, per un’ottimizzazione in termini di costi e ri-

sorse: in questo modo si riesce a portare un prodotto made to measure in tutta Europa. Oggi l’organizzazione di vendita italiana conta circa 30 venditori di cui un terzo monomandatari ed i restanti plurimandatari a forte prevalenza Mottura. Al fianco dei venditori che operano presso il dettaglio specializzato dei serramentisti e non solo garantendo da decenni la presenza del marchio Mottura nel settore - da alcuni anni nelle aree strategiche è presente anche la divisione contract che si rivolte a settori merceologici fruitori di tende tecniche da interni, come grandi aziende, hotellerie, architetti e designer. Per maggiori informazioni: MOTTURA SPA - ITALIA Via XXV Luglio, 1 10090 San Giusto Canavese (TO) Tel. +39 0124 49.49.49 Fax. +39 0124 49.49.18 Email. mottura@mottura.com www.mottura.com


SHADY: UN POSTO ALL’OMBRA.

Dall’esperienza del Gruppo Genius la nuova tenda da fermavetro. Efficace, discreta, versatile e facile da installare su qualsiasi fermavetro. Adatta ovunque l’oscuramento è essenziale, senza modificare il serramento.

Cassonetti da 36 e 43 mm; guide da 22 o 30 mm. Quattro colori dei profili; cinque tipologie di tessuto, per ogni esigenza estetica. Scarica il catalogo dal sito

www.geniusgroup.it PER PORTA, PER FINESTRA COMANDO A CATENELLA COMANDO A MOLLA MOTORIZZABILE (43mm) TELECOMANDO ARRESTO INTERMEDIO OPZIONE CREMAGLIERA FISSAGGIO CON VITI, VELCRO O BIADESIVO

www.geniusgroup.it Il Gruppo Genius in Italia: • Stiltende Genius Zanzariere s.r.l. Tel. 0532 896176 Bondeno (FE) • Bacchi Genius s.r.l. Tel. 0521 690014 Sorbolo (PR) • Alba Zanzariere Tel. 0823 460888 Casapulla (CE)


38

REALIZZAZIONI

EMERGENCY CHILDREN’S SURGERY CENTER NUOVO PROGETTO RESSTENDE AL FIANCO DELLO STUDIO PIANO a cura della Redazione Un nuovo prestigioso progetto vede il coinvolgimento di Res-stende. Questa volta l’azienda di Agrate specializzata in schermature solari è impegnata in Uganda perché coinvolta nella realizzazione del Centro di eccellenza in chirurgia pediatrica che sorgerà a Entebbe, sulle rive del Lago Vittoria in Uganda, a 35 km dalla capitale ugandese Kam-pala, i cui lavori sono stati avviati a febbraio 2017. Nell’estate del 2018 è prevista la conclusione dell’ossatura dell’ospedale; attualmente lo stato di avanzamento dei lavori si può stimare intorno al 45%. L’ospedale di EMERGENCY offrirà cure gratuite e sarà un centro di riferimento per i pazienti ugandesi e per

Tende e Schermature Solari n.2-2018

bambini con necessità chirurgiche provenienti da tutta l’Africa. La necessità di questo centro è stata evidenziata anche dai ministri della Salute africani che fanno parte del- l’ANME (African Network of Medical Excellence), la “Rete sanitaria d’eccellenza in Africa” creata nel 2009 per sviluppare sistemi sanitari di eccellenza e gratuiti nei loro Paesi. L’ospedale di Entebbe sarà la seconda struttura della rete, dopo il Centro Salam di cardiochirurgia di Khartoum, Sudan. Lo Studio “Renzo Piano Building Workshop” ha disegnato l’ospedale in collaborazione con lo stu- dio TAMassociati, con la progettazione strutturale di Milan


REALIZZAZIONI

ingegneria, la progettazione impianti- stica di Prisma Engineering e il progetto paesaggistico dello studio Franco e Simona Giorgetta – Architetti paesaggisti. La struttura è circondata da natura e alberi, intesi come “metafora del processo di guarigione”. L’ospedale avrà 3 sale operatorie e 78 posti letto e sarà anche un centro di formazione per giovani dottori e infermieri provenienti dall’Uganda e dai Paesi circostanti. Fabio Gasparini, ceo di Resstende ha accettato con entusiasmo e con la consueta passione que- sto incarico mettendo a disposizione tutta la propria tenacia, professionalità, tecnicità e suppor- to aziendale. Il sistema Boston rientra tra i sistemi Resstende di facciata, elegantissimi sistemi motorizzati dal design esclusivo e dall’alto contenuto tecnico, studiati appositamente per applicazioni esterne su facciate continue. E’ il sistema prescelto per questo progetto, proposto con cassonetto e manovra a motore. Il rullo di avvolgimento ha un diametro di Ø 85 in acciaio zincato con ogiva per facilitare la ma- nutenzione del telo.

Il cassonetto tondo CT135 in alluminio estruso, composto da una parte fissa e una parte mobile ispezionabile per eventuale manutenzione della tenda. Le testate in alluminio verniciato presen- tano un sistema a slitta per il montaggio rapido della struttura sulle staffe superiori. Le staffe sono in acciaio inox AISI 316 realizzate su specifica progettazione. Il sistema presenta guide cavo Ø4 mm, 19 fili in acciaio inox AISI 316. Il fondale tondo FD42 è a vista in alluminio estruso, adeguatamente zavorrato con profilo in fer- ro zincato e corredato di tappi laterali in Derlin con occhioli per scorrimenti in guida. La tenda si adatta alla struttura architettonica, diventando parte integrante dell’edificio, dialogando con l’ambiente esterno e schermando gli interni dai forti raggi solari. Tra l’ampia gamma tessile Resstende, il tessuto identificato è il filtrante Sunscreen Satiné 5500, con un fattore di apertura al 4%, composto dal 42% di fibra di vetro e dal 58% in PVC è ignifugo, con un’ottima resistenza alla luce (7/8) ed una buona stabilità dimensionale.

Tende e Schermature Solari n.2-2018

39


40

REALIZZAZIONI

Il colore scelto è il “verde Renzo Piano”, cod. 30618, presente nella Cool Collection. Gratuità, eccellenza e formazione sono le key words che hanno costituito le fondamenta di que- sto nuovo Centro Emergency, concepito per essere un centro di chirurgia elettivo e non un cen- tro di chirurgia d’urgenza. Resstende, tra le aziende Partner che partecipano al progetto Ugan- da, ha la possibilità di partecipare ad un’impresa fondamentale dal punto di vista umanitario oltre che una sfida unica dal punto di vista culturale. L’eccellenza dell’approccio medico-sanita- rio, l’italianità del progetto che esprime al meglio i talenti dell’Italia e l’approccio transnazio- nale sono le peculiarità di questa magnifica iniziativa , espressione concreta della pratica del- la pace, secondo i principi di Emergency. LOCATION Uganda – Entebbe, Uganda Dal 2013 - Ongoing DATI TECNICI 72 sistemi di tende a rullo modello Boston 135 24 sistemi L 125 x H 400 cm 14 sistemi L 125 x H 210 cm 10 sistemi L 125 x H 280 cm 24 sistemi L 125 x H 193 cm Tessuto: Sunscreen Satiné 5500 – Cool Collection. Colore mela verde cod. 30618. DESIGN Renzo Piano Building Workshop, Studio TAMassociati DESIGN TEAM G.Grandi - RPBW Tende e Schermature Solari n.2-2018

Resstende: il profilo Resstende è un’azienda italiana leader nel settore protezione solare che produce tende tecniche avvolgibili molto apprezzate da progettisti e architetti di fama internazionale. Resstende nasce nel 1975. L‘esperienza acquisita nel corso di pochi anni ha consentito di realizzare nel 1980 la prima serie di sistemi avvolgibili oscuranti e filtranti a marchio Resstende. Da qui in avanti si sviluppa una storia fatta di ricerca, qualità e tecnologia che trova oggi espressione in oltre 1000 varianti di prodotto e l’esportazione inoltre 30 paesi nel mondo. La sede in Agrate Brianza risponde alle più moderne esigenze produttive e normative,indispensabili a garantire una produzione di qualità. Dal 2011 Resstende ha promosso una nuova linea di prodotti dal design essenziale e dai tessuti innovativi – Laylight - e dal 2017 una proficua partnership con l’azienda giapponese Tachikawa Corporation per le tende a rullo pre- senti nella linea Armonia. Tenacia, passione ed efficienza accompagnano da sempre la presenza di Resstende sul mercato, caratteri- stiche essenziali per il successo di questa attività. Per maggiori informazioni:www.resstende.com Ufficio stampa – Tramite S.r.l. r.brivio@tramite.it s. marchetti@tramite.it tel. +39 0362 907354 Ufficio Marketing – Resstende S.r.l.Alice Guardassoni Via Ghirighella, 74 - 20084 Agrate Brianza Tel. +39 039 6846147


Leaf, moltiplica lo spazio in ogni direzione grazie ad una modularitĂ senza limiti. Disponibile in tre diverse varianti: GROUND

www.shadelab.it

FALL e FALL RINFORZATA

SKY


42

SCHEDE TESSUTI

Bianchi Paolo Esclusivista per l’Italia dei prodotti Achilles®, Bianchi Paolo presenta il nuovo prodotto che va ad ampliare la già vasta collezione di Cristall Superclear Achilles®. Disponibile da oggi nelle due colorazioni Brown (marrone) e Fumè (grigio), il Cristall Superclear si specializza nella protezione solare,diventando elegante e raffinato. Grazie alla sua formulazione, garantisce eccellenti prestazioni: • Elevato grado di trasparenza e nitidezza. • Quick Release: si srotola facilmente. • Autoestinguente • Conforme REACH • UV-Resistant: la presenza di inibitori dei raggi UV garantisce un’ottima trasmissione della luce ad un bassissimo grado di degradazione dovuto all’esposizione solare. • Weather resistant: elevata resistenza agli agenti atmosferici • Saldabile con macchinari ad Alta Frequenza. • Made in Japan SPECIFICHE TECNICHE / TECHNICAL SPECIFICATIONS Spessore / Thickness mm 0.50 Peso Totale / Total Weight g/mq 625 Resistenza alla Fiamma / Flame Retardancy cl.2 Lunghezza / Lenght mt 50 Durezza / Hardness 2 S Altezza / Width cm 137 Se hai conosciuto l’originale, non ti lasci ingannare dalle brutte copie. RAYTENT ™ - Recycled Acrylic Yarn Raytent è il nuovo brand di Giovanardi che mette in atto un processo di riciclo del tessuto acrilico derivante dagli scarti di lavorazione dell’industria della tenda da sole. Il progetto prevede di utilizzare la filiera dei confezionisti per recuperare i ritagli derivanti dalla realizzazione delle tende da sole per poi sfilacciarli e, attraverso macchine dedicate, produrre un filato di tipo cotoniero idoneo per essere successivamente reimpiegato. I prodotti finiti realizzati contengono una percentuale di fibra riciclata che va dal 50 % al 70 % del peso del prodotto stesso in mescole con altre fibre naturali e sintetiche preselezionate. I prodotti Raytent realizzati, al momento, sono destinati alla protezione solare e all’arredamento con Raytent Shade e Raytent Living Raytent Shade Caratteristiche Raytent Shade è un tessuto con eccellenti prestazioni tecniche. La colorazione in massa garantisce ottima resistenza ai raggi UV. I trattamenti Duraclean® e il finissaggio Teflon® con resine fluorocarboniche proteggono il tessuto dallo sporco, dalle muffe, dall‘invecchiamento e assicurano ottima idrorepellenza e isolamento da agenti inquinanti. Utilizzi Ideale per tende da sole a bracci e avvolgibili, cappottine. Raytent Living Caratteristiche Tessuto idrorepellente, antimacchia e con buona solidità alla luce.

Tende e Schermature Solari n.2-2018

Per maggiori informazioni: www.bianchipaolo.it

Per maggiori informazioni: www.giovanardi.com


SCHEDE TESSUTI

43

Sattler convince con la nuova collezione Con la collezione „WORLD OF SATTLER” l’azienda tessile austriaca ha focalizzato il facile utilizzo e il miglior supporto di vendita per i rivenditori. “Il nostro catalogo di presentazione FLEXBOOK dimostra che noi siamo uno dei leader nella produzione di tende da sole, conferma Riccardo Bolgiani, impressionato dal positivo feedback ricevuto fin dall’inizio dell’anno.

Per maggiori informazioni: www.world-of-sattler.com Contatto: Sattler SUN-TEX GmbH Sattlerstraße 45 8077 Gössendorf, Österreich Tel.: +43 316 4104 www.world-of-sattler.com

L’intera collezione è in un catalogo così comodo e compatto che si può sfogliarlo persino su uno scrittoio. All’interno molti strumenti utili da estrarre come per esempio i due blocchi a spirale per Elements e Lumera Solids, ma soprattutto la nostra innovazione LUMERA 3D: con le superfici tangibili e mondi di colori grazie alla combinazione CBA, un filato-filamento in acrilico di marca tinto in massa, prodotto solo per Sattler e le sue caratteristiche tecniche fà della nuova collezione un attrezzo desiderabile dai clienti.

HEMTEK ST

Saldatura di orlature semplice e agevole con HEMTEK ST l‘efficiente saldatrice consente di saldare orlature dall‘inizio alla fine – ideale per banner pubblicitari e teloni di copertura di piccola e media grandezza.

www.leister.com

We know how.


44

FIERE & MANIFESTAZIONI

FENSTERBAU FRONTALE 2018:

L’ACCOPPIAMENTO CON HOLZ-HANDWERK CONFERMA LA POSIZIONE DI LEADER a cura della Redazione

L’accoppiata espositiva di HOLZ-HANDWERK e FENSTERBAU FRONTALE ha raggiunto quest’anno numeri record per visitatori e paesi di origine: un totale di 1.329 [1] espositori (2016: 1.288) di 42 paesi (2016: 40) hanno presentato le ultime tendenze dal industria della lavorazione del legno e campi di costruzione di finestre, porte e facciate. Tra il 21 e il 24 marzo 2018 l’evento espositivo congiunto, che si tiene presso il Centro Esposizioni di Norimberga ogni due anni, ha attirato ancora una volta oltre 110.000 * esperti interna-

Tende e Schermature Solari n.2-2018

zionali dell’industria del legno e delle finestre di 123 paesi (2016: 116). Sale piene, visitatori entusiasti e espositori molto soddisfatti, questo riassume HOLZ-HANDWERK e FENSTERBAU FRONTALE 2018. Gli eventi sono stati di grande impatto sotto ogni punto di vista, con un’eccellente gamma di prodotti e informazioni, qualità e numeri eccellenti per espositori e visitatori. Gli argomenti di attualità del settore sono stati attentamente preparati per fornire una vasta gamma di informazioni nel pro-


FIERE & MANIFESTAZIONI

gramma di supporto: dalla promozione di nuovi talenti nelle imprese artigianali del Campus HOLZ-HANDWERK agli spettacoli tematici, su Smart Home, ad esempio, c’era una vasta gamma di scelte per diversi gruppi target. HOLZ-HANDWERK: le cose vanno a gonfie vele I padiglioni di HOLZ-HANDWERK, l’incontro del settore per il settore della lavorazione del legno, vivevano non solo il brusio delle macchine: anche gli affari stavano esplodendo. Con 515 espositori (2016: 494) provenienti da 19 paesi, questa fiera dedicata alla tecnologia delle macchine e ai requisiti di produzione è stata an-

cora una volta l’evento decisivo per ebanisti, falegnami e carpentieri di tutta Europa. Stefan Dittrich, direttore di HOLZ-HANDWERK, riassume: “Grazie all’impulso di questo evento di successo, siamo fortemente motivati a prepararci per la nostra mostra per il 20 ° anniversario nel 2020.” Gli espositori e i visitatori hanno il loro obiettivo sul prossimo evento, e i numeri che intendono partecipare di nuovo sono alti su entrambi i lati. FENSTERBAU FRONTALE più grande che mai per il suo anniversario A casa a Norimberga da 30 anni, la “Fiera Internazionale”. Finestra. Porta. Facciata “ha superato se stessa Tende e Schermature Solari n.2-2018

45


46

FIERE & MANIFESTAZIONI

in due aspetti. “FENSTERBAU FRONTALE non è mai stato così grande, o internazionale”, dice felicemente l’organizzatore dell’evento Elke Harreiß. Un totale di 814 espositori (2016: 794), circa la metà da fuori Germania (2016: 44%), ha utilizzato più di 64.000 metri quadrati di spazio espositivo (2016: 63.113 m²). Sia gli stand degli espositori che il programma di supporto hanno coperto argomenti chiave come la digitalizzazione, la casa intelligente e l’automazione, l’efficienza energetica, la sostenibilità e il design. Tende e Schermature Solari n.2-2018

Salva la data La prossima manifestazione si svolgerà presso il Centro Esposizioni di Norimberga dal 18 al 21 marzo 2020. [1] Le figure di visitatori, espositori e di spazio per questo evento fieristico sono calcolate e certificate secondo le definizioni uniformi pubblicate da FKM, la Società tedesca per il controllo volontario delle statistiche di fiere ed esposizioni


SICUREZZA

CAPITA SEMPRE AGLI ALTRI. SIAMO SICURI CHE SIA COSI? A seguire alcuni fatti di cronaca che evidenziano il pericolo di questa attività. CADE DAL BALCONE MENTRE PULISCE LA TENDA: MUORE CASALINGA Segrate, 30 maggio 2018 - È precipitata nel vuoto da una decina di metri la 70enne Mafalda Zuliani, una casalinga morta sul colpo dopo essere scivolata dal balcone di casa mentre faceva le pulizie. È accaduto questa mattina, intorno alle 9.30, al civico 38 di viale Abruzzi, nel centro del quartiere di Redecesio. La donna ha avvicinato la scala al parapetto del balcone ed è salita in piedi sulla balaustra per pulire le tende da sole. Si è sporta nel vuoto per raggiungere la parte esterna dei tendaggi: è bastata una distrazione di pochi istanti, e forse anche un giramento di testa, per farle perdere l’equilibrio. È caduta con lo straccio in mano, che ha tenuto stretto per tutto il volo. Si è schiantata a terra sul selciato del condominio. Ad assistere al tragico infortunio è stata l’addetta alle pulizie del condominio che, dopo averla vista cadere, ha subito dato l’allarme ai vicini di casa. Tratto da: https://www.ilgiorno.it/martesana/cronaca/ cade-balcone-morta-1.3946969

CADE DAL BALCONE, BAMBINO DI 4 ANNI SALVATO DALLA TENDA DEL RISTORANTE: FERITE LIEVI Rovereto 29 maggio 2018 - Sfiorata la tragedia in spalto Rovereto, angolo via Donizetti, Alessandria. Domenica verso le 18, un bambino di quattro anni, figlio di una coppia marocchina, si è aggrappato al balcone di casa, al primo piano, cadendo di sotto. Fortunatamente, la caduta è stata attutita dalle tende aperte del ristorante. Il piccolo è finito prima sulla tenda, poi sul marciapiede. La mamma non si è accorta che il figlioletto era uscito sul balcone durante la festa del diciottesimo compleanno del fratello. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 e la Polizia. Il piccolo è stato ricoverato all’Infantile, le sue condizioni non sono preoccupanti. Tratto da: http://www.ilpiccolo.net/home/2018/05/29/ news/cade-dal-balcone-bambino-di-4-anni-salvato-dalla-tenda-del-ristorante-ferite-lievi-5794/

Tende e Schermature Solari n.2-2018

47


48

FIERE & MANIFESTAZIONI

VETECO SOLAR 2018 È STATO PRESENTATO ALLA CONFERENZA “LA PROTEZIONE SOLARE COME SOLUZIONE ARCHITETTONICA” a cura della Redazione L’Hotel Expo Barcellona ha ospitato la celebrazione della giornata “Protezione solare come soluzione architettonica”, che ha presentato la seconda edizione di VETECO SOLAR, la fiera sul settore della gestione e della protezione solare, organizzata da IFEMA, che si svolgerà il prossimo 13 e il 15 novembre presso la Feria de Madrid, inquadrata all’interno della Sala VETECO e ePower & Building 2018. Tenendo conto delle particolari condizioni climatiche in Spagna, l’industria della protezione solare è profondamente radicata nel paese, quindi dedicare uno spazio personale all’interno di VETECO è stata un’iniziativa molto gradita nell’edizione del 2016. Considerato il successo ottenuto, è stato deciso di ripetere l’esperienza nell’edizione 2018. “Il ruolo della protezione solare sulla facciata di un edificio è sempre più rilevante, collaborando alla creazione di comfort per l’utente e al miglioramento dell’efficienza energetica e della sostenibilità dell’edificio. VETECO SOLARE sarà un punto di incontro per aziende e professionisti tapparelle, tende da sole, tessuto, automazione, pergole bioclimatiche e creme solari strutturale, dove possono presentare le loro innovazioni e soluzioni ad entrambi medici e propri processori di canale ed installatori di fronte al preparazione della campagna 2019 “, ha spiegato Alberto Leal, direttore commerciale di VETECO. Ad oggi, VETECO SOLAR sarà caratterizzato da 60 aziende espositrici, il 18% in più rispetto all’edizione del 2016, su una superficie espositiva sarà di 4.600 m2, il 16% in più rispetto a due anni fa e occuperà i padiglioni 9 e 10. VETECO conta finora 300 espositori diretti e 26.000 m2 di superficie espositiva, 21% e 28% in più, rispettivamente, all’edizione 2016. Alberto Leal ha concluso il suo intervento invitando i presenti a visitare VETECO e VETECO SOLAR, con la convinzione che “ePower & Building è rivolto a una comunità settoriale con oltre 150.000 professionisti. Il nostro obiettivo è quello di essere lo strumento settoriale al servizio dell’industria edile europea per dare valore alla società, promuovendo ambienti di vita confortevoli, sostenibili, sicuri e salutari “. Tende e Schermature Solari n.2-2018

L’ombra nella finestra che si apre. L’evento ha visto anche la partecipazione di Enrique Larrumbide, Dr. Architect, dell’Istituto Eduardo Torroja di Scienze dell’edilizia. Nel suo discorso, ha sottolineato che nella scelta di una corretta soluzione per la protezione solare è importante considerare una posizione appropriata della finestra, in cui l’orientamento della facciata dell’edificio e la geometria dello spazio finestra giocano un ruolo importante. “Ogni finestra può essere diversa e ciò che accade in base al suo orientamento è anche diverso, quindi è necessario effettuare studi specifici di ciascuno di essi per adattare la protezione solare alle condizioni interne dello spazio in cui è disponibile”. Inoltre, il rappresentante dell’Istituto Torroja ha indicato che il design della finestra dovrebbe essere fatto in base alla sua posizione e alle condizioni dell’edificio stesso: orientamento, possibilità di raccolta solare e sua occupazione. “Ogni luogo richiede un tipo di finestra che soddisfi obiettivi e requisiti specifici, principalmente un guadagno solare massimo in inverno e minimo in estate, a condizione che l’edificio lo richieda”, ha aggiunto. Novità normative nella protezione solare. Da parte sua, Paul Martin, direttore del ASEFAVE ha incentrato il suo discorso sulla sviluppi politici che vengono preparati nel settore La seconda parte della giornata ha acquisito il formato del dibattito, con il titolo “Protezione solare e architettura”. Moderati da Pablo Martín, vi sono intervenuti: Bart Derudder, Area Sales Manager di Renson Ibérica; Enrique Larrumbide, Dr. Architect, dell’Istituto Eduardo Torroja per le scienze dell’edilizia; Francesc Soler, direttore della delegazione spagnola di Loxone, e Susanne Espinagosa, consulente tecnico di Vertisol. Dopo circa un’ora di contributi interessanti da parte dei membri del dibattito e del pubblico, in cui sono comparsi argomenti come comfort, efficienza energetica, Smart Home, tessuti, fattore solare, raccolta solare, luce solare e ombreggiatura, si è conclusa questa interessante giornata Tutte le informazioni su: www.veteco.ifema.es.


FIERE & MANIFESTAZIONI

Tende e Schermature Solari n.2-2018

49


50

FIERE & MANIFESTAZIONI

R+T 2018:

LA RELAZIONE CONCLUSIVA IL MEGLIO DEGLI AVVOLGIBILI, DI PORTE E PORTONI E PROTEZIONE CONTRO IL SOLE a cura della Redazione 1.025 espositori e 65.603 visitatori: ecco il bilancio tracciato dagli organizzatori della fiera R+T 2018 di Stoccarda, tenutasi dal 27 febbraio al 3 marzo 2018. “La fiera leader mondiale è stata di nuovo un grande successo” afferma Ulrich Kromer von Baerle, Direttore Generale di Messe Stuttgart. “Non solo abbiamo raggiunto i nostri obiettivi per la fiera R+T 2018, ma li abbiamo addirittura superati.” Con questa edizione la fiera ha potuto consolidare nuovamente la propria posizione di piattaforma leader di settore e dell’innovazione a livello internazionale. Gli espositori e i visitatori si sono mostrati soddisfatti, sia per quanto riguarda le presentazioni della fiera sia per il programma collaterale.

settore delle porte e dei portoni, focalizzandosi su temi importanti come la protezione antincendio e da fumi, la sicurezza, l’energia e la sostenibilità. Nel settore della protezione solare l’attenzione si è focalizzata sulla combinazione di design piacevole e tecnologia avanzata. “Anche in questo caso il tema del risparmio energetico è stato al centro del dibattito”, sostiene Sebastian Schmid e aggiunge: “In modo particolare sono stati molto apprezzati dai visitatori gli approcci volti a un maggiore comfort termico abbinato all’efficienza energetica.” A completare l’offerta, soluzioni pensate per affrontare temi di grande attualità come l’automazione, l’integrazione su facciata e i sistemi connessi.

I temi principali Nel corso della fiera R+T 2018 sono stati individuati nuovi standard internazionali relativamente ai temi principali del settore. “Che si trattasse di automazione degli edifici, efficienza energetica, sicurezza o comfort, ogni segmento è stato in grado di stupire con prodotti e servizi innovativi”, afferma con soddisfazione Sebastian Schmid, Direttore del reparto fiere tecnologiche. Per esempio gli avvolgibili presenti si sono dimostrati prodotti dinamici, intelligenti e automatici. I migliori espositori da tutto il mondo hanno presentato le proprie soluzioni per l’azionamento e il controllo. È emerso inoltre che la combinazione di avvolgibili e soluzioni di azionamento intelligenti è in grado di proteggere efficacemente gli edifici da eventuali intrusioni e permette di progettare case e appartamenti più efficienti dal punto di vista energetico, garantendo al contempo un comfort elevato. Porte e portoni non sono stati da meno in fatto di efficienza energetica, sicurezza e comfort. “Anche in questo settore sono state presentate tecnologie di azionamento e radiocomando straordinarie”, osserva Sebastian Schmid. Grande interesse hanno suscitato le soluzioni personalizzate, che sono al tempo stesso sicure e di grande valore. Inoltre la fiera R+T 2018 ha presentato diversi prodotti e varie possibilità di applicazioni nel

“Nel 2018, grazie alla costruzione del nuovo padiglione Paul Horn (padiglione 10) e all’ampliamento dell’ingresso ovest, la fiera R+T ha potuto ottimizzare il concept dei padiglioni e suddividere in maniera più mirata i flussi di visitatori”, afferma Sebastian Schmid. Feedback positivi sono arrivati anche per l’integrazione di nuovi temi fondamentali all’interno del concept della fiera, che hanno consentito l’ampliamento dei gruppi target di visitatori e hanno permesso agli espositori di avere uno spazio adeguato per le presentazioni del loro portfolio. “Nell’edizione 2018 l’Outdoor Living è stato un tema fondamentale”, dice Sebastian Schmid. Gli espositori e i visitatori hanno trovato, a tal proposito, un punto di riferimento nel padiglione Oskar Lapp (padiglione 6), completato da una mostra speciale nel Rothaus Park.

Tende e Schermature Solari n.2-2018

Un programma attento alle esigenze Insieme alle presentazioni degli espositori, il programma collaterale della fiera leader mondiale per avvolgibili, porte e portoni e protezione contro il sole offre da sempre ai visitatori un chiaro valore aggiunto. “Grazie al supporto tecnico delle nostre associazioni partner è stato nuovamente possibile acquisire direttamente conoscenze specifiche”, afferma Ulrich Kromer von Baerle. Il calcio di inizio è stato dato la sera precedente il


FIERE & MANIFESTAZIONI

fonti iconografiche: Messe Stuttgart primo giorno di fiera, con l’assegnazione del rinomato Premio all’Innovazione R+T. Eventi di rilievo come la mostra speciale “Junge Talente” (Giovani Talenti), l’Update R+S, il forum su porte e portoni, la mostra speciale ift o il Workshop ES-SO sono stati realizzati con il supporto delle associazioni partner; l’offerta di nuove iniziative all’interno del programma (come la mostra speciale “Outdoor Ambiente Living”, lo Smart Home Forum R+T o il secondo convegno internazionale Automatic Doors) è stata creata tenendo conto dei gruppi target di visitatori. “I visitatori hanno apprezzato tutte le offerte. Ciò dimostra che siamo riusciti a tener in considerazione tutte le

esigenze del mercato dal punto di vista tematico”, afferma con certezza Sebastian Schmid. Decisori da tutto il mondo Nel 2018 la R+T di Stoccarda si è dimostrata più internazionale che mai. Dei 1.025 espositori (888 nel 2015), 774 provenivano dall’estero (649 nel 2015). Anche i 65.603 visitatori (59.057 nel 2015) sono arrivati da tutto il mondo. 38.706 di essi, infatti, provenivano dall’estero (31.891 nel 2015). “A Stoccarda si sono incontrate in tutto 149 nazioni: la maggior parte dei visitatori provenivano da Italia, Francia, Spagna, Svizzera e Paesi Bassi”, secondo la panoramica fornita da Ulrich Kromer von Baerle. Se nel 2015 i visitatori si erano Tende e Schermature Solari n.2-2018

51


52

FIERE & MANIFESTAZIONI

fonti iconografiche: Messe Stuttgart

concessi in media due giorni per visitare la fiera, quest’anno si è arrivati a 2,1. “Anche la qualità stessa dei visitatori è cresciuta”, afferma il Direttore Generale di Messe Stuttgart. Come nel 2015, la maggior parte di loro (66%) provenivano dal settore degli avvolgibili e delle soluzioni di protezione solare (61% nel 2015), seguiti dal settore di porte e portoni con il 29% (22% nel 2015). Il 18% dei visitatori appartenevano al settore degli infissi (17% nel 2015); un aumento particolare (14%) si è registrato nel numero di visitatori interessati al montaggio e ai servizi di manutenzione (7% nel 2015). Anche la presenza di decisori alla fiera R+T 2018 registra numeri positivi. Tra questi si contano, inTende e Schermature Solari n.2-2018

fatti, imprenditori, Direttori Generali o membri di consigli di amministrazione. Ulrich Kromer von Baerle dichiara: “L’87% di questi ha affermato di aver preso decisioni in materia di acquisto e forniture.” Anche la valutazione della qualità dei visitatori da parte degli espositori è stata positiva: il 78% ha assegnato loro un punteggio “ottimo” o “buono”. Soltanto valutazioni positive “Anche i visitatori della fiera leader mondiale R+T 2018 hanno espresso un giudizio positivo”, riassume Sebastian Schmid, Direttore del reparto. Il 91% ha valutato la fiera con “ottimo” o “buono” e quasi lo stesso numero ne con-


FIERE & MANIFESTAZIONI

schutz e. V. (Associazione di categoria avvolgibili - protezione contro il sole)

fonti iconografiche: Messe Stuttgart siglierebbe ad altri la visita. L’81% dei visitatori ha già pianificato una visita alla fiera R+T 2021. Il 57% è convinto che, grazie alla sempre maggiore varietà di prodotti, la fiera leader mondiale acquisirà sempre più importanza. Anche gli espositori hanno espresso la stessa soddisfazione. Sebastian Schmid afferma: “I due terzi hanno raggiunto i propri obiettivi per la fiera. È per questo che il 77% degli espositori ha pianificato, già durante la fiera, la propria partecipazione all’edizione del 2021 della fiera R+T.” Il 39% degli espositori è convinto che R+T avrà sempre più importanza in futuro. Dal loro punto di vista, i motivi risiedono nella grande internazionalità e nel suo ruolo di punto di incontro tra i settori degli avvolgibili, di porte e portoni e protezione contro il sole. Commenti sulla fiera R+T 2018 “La fiera R+T offre ogni tre anni la grande opportunità di vedere riunite in un unico luogo tutte le novità e innovazioni del nostro settore, che influenzeranno in maniera decisiva il business nelle imprese specializzate dell’artigianato R+S. Inoltre è sempre un piacere poter parlare con numerosi colleghi provenienti da tutta la Germania e, addirittura, dal mondo intero. La fiera R+T è una piazza nel vero senso della parola per l’intero settore e anche l’edizione 2018 è riuscita dimostrarlo in modo del tutto convincente.” Heinrich Abletshauser, Presidente di Bundesverbandes Rollladen + Sonnen-

“La fiera R+T ha continuato ad evolversi con successo come fonte di ispirazione per l’intero settore. Il numero di espositori e visitatori è cresciuto ancora. Nel 2018, con il nuovo padiglione 10, il settore porte e portoni ha ricoperto una superficie più estesa che mai. I visitatori hanno avuto una panoramica completa dell’offerta dei produttori che, oltre a molte novità, hanno presentato nel dettaglio anche importanti sviluppi. In ogni giornata della fiera il forum dedicato a porte e portoni nel padiglione 10 ha offerto numerose presentazioni su temi di grande attualità per coloro che lavorano nel settore. Fatto, questo, che è stato molto apprezzato.” Dr. Claus Schwenzer, 1° Presidente di BVT-Verband Tore (Associazione di categoria porte/portoni) “Quest’anno più di 1000 espositori provenienti da tutto il mondo hanno potuto sorprendere il pubblico del settore con novità di ogni tipo. Tra questi erano presenti anche molte imprese dell’ITRS (Industrieverband Technische Textilien-Rollladen-Sonnenschutz e. V. - Associazione industrie tessili tecnici – avvolgibili – protezione contro il sole) dei settori degli avvolgibili, porte e portoni, sistemi di protezione solare e automazione. È interessante vedere che, oltre al gruppo IVRSA (Industrievereinigung Rollladen-Sonnenschutz-Automation - Associazione industriale avvolgibili – protezione contro il sole - automazione), attualmente anche numerose aziende appartenenti ad altri gruppi della nostra associazione, come ad esempio costruzione e stampa digitale, partecipino a questa fiera. Questo dimostra che le attività intersettoriali nell’ITRS contribuiscono ad una contaminazione reciproca e mirata!” Wolfgang Rudorf-Witrin, Presidente dell’Industrieverband Technische Textilien-Rollladen-Sonnenschutz e. V.

Per ulteriori commenti sulla fiera R+T 2018, visita: www.rt-expo.com/stimmen Tende e Schermature Solari n.2-2018

53


54

News

NOTIZIE E INFORMAZIONI PER IL SETTORE CON AUMENTO IVA, NEL 2019 OGNI FAMIGLIA PAGHERA’ MEDIAMENTE 242 EURO IN PIU’ Se il prossimo esecutivo non riuscisse a sterilizzare l’aumento dell’Iva, nel corso del 2019 ogni famiglia italiana subirà un incremento medio di imposta pari a 242 euro. Nel dettaglio, tale rincaro sarà pari a 284 euro per famiglia al Nord, a 234 euro nel Centro e a 199 euro nel Mezzogiorno (*) (vedi Tab. 1). A questo risultato è giunto l’Ufficio studi della CGIA che, attraverso una simulazione di carattere teorico, ha dimensionato gli effetti economici che graveranno sulle famiglie dal prossimo 1° gennaio. Infatti, se non verranno recuperati entro la fine di quest’anno 12,4 miliardi di euro, l’aliquota ordinaria passerà dal 22 al 24,2 per cento, mentre quella ridotta dal 10 salirà all’11,5 per cento. Afferma il coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA, Paolo Zabeo: “Bisogna assolutamente evitare l’aumento dell’Iva. Non solo perché colpirebbe in particolar modo le famiglie meno abbienti e quelle più numerose, ma anche perché il ritocco all’insù delle aliquote avrebbe un effetto recessivo per la nostra economia. Ricordo, infatti, che il 60 per cento del Pil nazionale è riconducibile ai consumi delle famiglie. Se l’Iva dovesse salire ai livelli record previsti, per le botteghe artigiane e i piccoli commercianti sarebbe un danno enorme, visto che la stragrande maggioranza dei rispettivi fatturati è attribuibile alla domanda interna”. Non solo. Se non verrà disinnescato l’aumento, dal 2019 l’Italia sarà il Paese con l’aliquota Iva ordinaria più elevata dell’area dell’Euro. Dall’attuale 22 per cento, infatti, si passerà al 24,2 per cento. Questo balzo ci consentirebbe di scavalcare tutti e di posizionarci in testa alla classifica dei più tartassati dalle imposte indirette (vedi Tab. 2). Dalla sua apparizione ad oggi, prosegue la CGIA, sono trascorsi 45 anni. L’aliquota ordinaria dell’Iva, infatti, è

stata introdotta per la prima volta nel 1973 e fino a quest’anno è aumentata 9 volte (vedi Tab. 3). Tra i principali Paesi della zona euro siamo quello in cui è cresciuta di più: ben 10 punti, un record, ovviamente, che nessuno ci invidia. Se nel 1973 l’aliquota era al 12 per cento, ora si attesta al 22 per cento, con un aumento, come dicevamo più sopra, di ben 10 punti. Seguono la Germania, con una variazione di +8 punti (era all’11 adesso si attesta al 19 per cento), l’Olanda, con un aumento di 5 punti (era al 16 oggi è al 21 per cento), l’Austria e il Belgio, con degli aumenti registrati nel periodo preso in esame rispettivamente del +4% e del +3%. La Francia è l’unico Paese presente in questa comparazione che non ha registrato alcun incremento (vedi Tab. 4). La CGIA, infine, ha elencato i beni e servizi che saranno interessati dall’eventuale aumento dell’aliquota IVA dal 10 al 11,5 per cento. Essi sono: •

carni, pesce, spezie, cacao, prodotti della pasticceria e biscotteria, cioccolato, salse, condimenti composti, preparati per zuppe e minestroni, acqua minerale, aceto; • legna da ardere in tondelli, ceppi, etc.; • energia elettrica per uso domestico; • gas metano uso domestico (limitatamente al consumo dei primi 480 metri cubi annui); • prestazioni alberghiere; • ristrutturazioni edilizie; • acquisto o costruzione abitazione non di lusso (che non sia utilizzata come prima casa); • spettacoli teatrali, attività circensi; • somministrazione alimenti e bevande; • piante e fiori. E quelli che, eventualmente, vedranno salire l’aliquota dal 22 al 24,2 per cento:

(*) Abbiamo ipotizzato che le abitudini di spesa delle famiglie italiane non cambino nonostante l’incremento dell’Iva. Per ogni area territoriale si è considerata la spesa media della famiglia, come rilevata dall’ISTAT nella sua indagine campionaria. Pertanto, sono stati considerati i seguenti importi di spesa media annua: famiglia media italiana 23.220 euro; famiglia media del Nord 26.475 euro; famiglia media del Centro 22.293 euro; famiglia media del Mezzogiorno 18.932 euro. Gli importi sono al netto dei fitti figurativi. Tende e Schermature Solari n.2-2018


News

• • • • • • • •

vino; abbigliamento; calzature; riparazione di abbigliamento e calzature; elettrodomestici; mobili; articoli di arredamento; biancheria per la casa; Tende e Schermature Solari n.2-2018

55


56

News

• • • • • • • • • • • • • • • • • •

servizi domestici; riparazione di mobili, elettrodomestici e biancheria; detersivi; pentole, posate e stoviglie; tovaglioli e piatti di carte e contenitori di alluminio; lavanderia e tintoria; auto e mezzi di trasporto; pezzi di ricambio, olio e lubrificanti; manutenzioni e riparazioni; giochi e giocattoli; radio, televisori, hi-fi, video-registratori, etc.; computer, macchine da scrivere e calcolatrici; cancelleria; prodotti per cura personale; barbiere, parrucchiere, istituti di bellezza; argenteria, gioielleria, bigiotteria e orologi; borse, valige ed altri effetti personali; onorari liberi professionisti.

A cura dell’Ufficio Studi CGIa – Associazione Artigiani e Piccole Imprese Mestre – www.cgiamestre.com CON LO “STOP” ALLE TASSE LOCALI, A SPREMERE I CONTRIBUENTI ADESSO SONO LE TARIFFE Sebbene dal 2015 le Regioni e gli enti locali non possano più aumentare le tasse locali (come l’Imu, la Tasi, le addizionali Irpef, l’addizionale regionale Irap, etc.), per le tasche degli italiani le cose non sono migliorate. Anzi, in alcuni casi la situazione è addirittura peggiorata, visto che in questi ultimi 3 anni le tariffe dei servizi pubblici erogati dagli enti locali sono aumentate del 5,6 per cento, vale a dire oltre 3 volte la crescita dell’inflazione. “Con lo stop agli aumenti della tasse locali – dichiaTende e Schermature Solari n.2-2018

ra il coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA Paolo Zabeo - molti amministratori hanno continuato ad alimentare le proprie entrate agendo sulla leva tariffaria, incrementando le bollette della raccolta dei rifiuti, dell’acqua, le rette degli asili, delle mense e i biglietti del bus. E tutto ciò, senza gravare sul carico fiscale generale, visto che i rincari delle tariffe, a differenza degli aumenti delle tasse locali, non concorrono ad appesantire la nostra pressione fiscale, anche se in modo altrettanto fastidioso contribuiscono ad alleggerire i portafogli di tutti noi”. Tra il 2015 e i primi 4 mesi di quest’anno, infatti, le principali tariffe amministrative applicate dai comuni (certificati di nascita, matrimonio/morte) sono aumentate dell’88,3 per cento. Quelle applicate dalle società controllate da questi enti territoriali per la fornitura dell’acqua, invece, hanno subito un incremento del 13,9 per cento, quelle della scuola dell’infanzia del 5,1 per cento, le mense scolastiche del 4,5 per cento, il trasporto urbano del 2 per cento e i rifiuti dell’1,7 per cento. L’inflazione, invece, sempre in questo periodo è salita solo dell’1,7 per cento (vedi Tab. 1). “Sebbene da qualche anno ai Comuni siano stati alleggeriti i vincoli di bilancio grazie al superamento del Patto di stabilità interno e abbiano potuto contare su importanti aumenti tariffari – afferma il segretario della CGIA Renato Mason - le risorse a disposizione dei Sindaci risultano ancora insufficienti per rilanciare gli investimenti e le manutenzioni pubbliche. Misure, queste ultime, che sono indispensabili per ridare fiato all’economia locale e, conseguentemente, al mondo delle piccole imprese”. Dalla CGIA segnalano che con molte meno risorse a disposizione a seguito dei tagli ai trasferimenti, i Sinda-


News

ci e i Governatori, almeno fino al 2015, hanno reagito agendo sulla leva fiscale. Successivamente, come dicevamo più sopra, grazie al blocco delle tasse locali imposto dal Governo Renzi, molti amministratori si sono “difesi” rincarando le tariffe e/o riducendo la qualità e la quantità dei servizi offerti ai cittadini. E a conferma della bassa qualità dei servizi pubblici offerti dalla nostra pubblica amministrazione ci sono di supporto anche i risultati emersi da un’indagine elaborata l’anno scorso dall’Ue. Su 23 Paesi analizzati, l’Italia si colloca al 17° posto per livello di qualità della nostra Pubblica amministrazione (vedi Tab. 2). Oltre ai dati medi nazionali, questa indagine consente di verificare anche le performance di ben 206 realtà territoriali. Tra le migliori 30 regioni europee, purtroppo, non rileviamo nessuna amministrazione pubblica del nostro Paese. La prima, ovvero la Provincia autonoma di Trento, si colloca al 36° posto della classifica generale. Di seguito troviamo la Provincia autonoma di Bolzano al 39°, la Valle d’Aosta al 72° e il Friuli Venezia Giulia al 98°.

Pesantissima la situazione che si verifica al Sud: ben 7 regioni del Mezzogiorno si collocano nelle ultime 30 posizioni: la Sardegna al 178° posto, la Basilicata al 182°, la Sicilia al 185°, la Puglia al 188°, il Molise al 191°, la Calabria al 193° e la Campania al 202° posto. Solo Ege (Turchia), Yugozapaden (Bulgaria), Istanbul (Turchia) e Bati Anadolu (Turchia), presentano uno score peggiore della Pa campana. Tra le realtà meno virtuose troviamo anche una regione del Centro, vale a dire il Lazio, che si piazza al 184° posto della graduatoria generale. Anche l’Ocse, nel suo “Rapporto economico sull’Italia” del 2017, evidenzia che il cattivo funzionamento della pubblica amministrazione italiana ha degli effetti molto negativi sulle performance di chi fa impresa, sugli investimenti e sulla crescita della produttività. L’Ocse, infatti, dimostra che la produttività media del lavoro delle imprese è più elevata nelle zone con una più efficiente amministrazione pubblica, sottolineando come nel Sud la situazione abbia raggiunto livelli di criticità molto preoccupanti. Tende e Schermature Solari n.2-2018

57


58

News

A cura dell’Ufficio Studi CGIa – Associazione Artigiani e Piccole Imprese Mestre – www.cgiamestre.com Tende e Schermature Solari n.2-2018


.te w w w

.com r a e w k r o st w e t o mp

PERSONALIZZA LA TUA PROFESSIONALITA’

WORKWEAR DRESS YOUR JOB ABBIGLIAMENTO PROFESSIONALE PERSONALIZZABILE TEMPOTEST WORKWEAR è la linea di abiti e di accessori da lavoro legata al marchio TEMPOTEST®, leader mondiale nel settore della protezione solare. Polo, felpe, T-shirt, gilet, giubbotti e molto altro per sentirsi comodi e protetti in qualsiasi stagione. Abiti belli e di qualità per lavorare in qualsiasi situazione: in azienda, in laboratorio o per presentarsi in ordine ad un appuntamento, ma anche per il tempo libero. TEMPOTEST WORKWEAR diventerà un simbolo di distinzione, in quanto oltre a portare con sé tutta l’autorevolezza del marchio TEMPOTEST®, l’abbigliamento è personalizzabile con il tuo logo o il tuo nome direttamente online in fase di ordine. La linea TEMPOTEST WORKWEAR è disponibile esclusivamente sul sito

www.tempotestworkwear.com


60

Spazio Web

INFORMAZIONI E DATI DAL WORLD WIDE WEB LA TOTAL DIGITAL AUDIENCE NEL MESE DI MARZO 2018 Nel mese di marzo 2018 la total digital audience ha raggiunto 34,2 milioni di utenti unici, il 62,3% della popolazione dai 2 anni in su. La mobile audience mensile ha raggiunto il 68,7% della popolazione maggiorenne, con 30,1 milioni di utenti collegati per 49 ore in media per persona. La total digital audience nel giorno medio ha raggiunto 25,4 milioni di utenti, online in media per 2 ore e 25 minuti a persona Per quanto riguarda il profilo degli utenti online, in questo mese di rilevazione erano online nel giorno medio il 45,2% degli uomini (12,6 milioni) e il 47,3% delle donne(12,8 milioni) e, più nel dettaglio, oltre il 60% della popolazione adulta tra i 18 e i 54 anni (il 65% dei 18-24enni, il 66% dei 24-34enni e il 62% dei 3554enni).

Tende e Schermature Solari n.2-2018

Il mobile surfing si è ormai affermato tra le attività quotidiane per oltre il 50% della fascia centrale della popolazione di 18-54 anni. Infatti, nel giorno medio risultano online anche o solo da mobile il 58,8% dei 1824enni (2,4 milioni), il 58,3% dei 25-34enni (4 milioni) e il 54,2% dei 35-54enni (10 milioni). Dai dati sulla distribuzione del tempo online tra i device rilevati, emerge che in questo mese di rilevazione il 78% del tempo totale trascorso online è stato dedicato alla fruizione di internet da mobile (smartphone e/o tablet). Resta ulteriormente confermata la preferenza da parte delle donne e dei giovani 18-24enniper questa modalità di navigazione. Infatti, con circa l’84% del tempo totale online da questi device, le donne superano i valori raggiunti dagli uomini e, con l’86,3% del tempo totale online da mobile, i più giovani si attestano tra i principali fruitori dell’online da mobile.


Spazio Web

LA FRUIZIONE DEL MEZZO Per quanto riguarda le dinamiche dei consumi online, resta confermato il trend fino ad ora rilevato e rappresentato, che vede almeno l’80% della popolazione onlineconcentrata tra i siti e le applicazioni delle prime cinque categorie . Infatti, a marzo i contenuti e le applicazioni raggruppati nella categoria “Search” sono stati consultati dal 92,7% degli utenti online nel mese, quelli della categoria “General interest portals & communities” dall’85,1% degli utenti, della categoria “Member communities” (social network) dall’84,7% degli utenti, “Internet tools / web services” dall’83,4% e della categoria “Video / Movies” dall’81,9%. Le altre categorie di siti e applicazioni online, riescono comunque a raccogliere l’attenzione di almeno il 60% degli utenti online, segno del fatto che, sebbene la quasi totalità degli utenti sia attratta dalle entità rappresentate nelle prime categorie, molta parte dell’audience online si muove consultando tutta l’offerta disponibile, in base a interessi particolari. Fonte: Audiweb S.r.l. P.I. 12521160155 - Via Larga 13 - 20122 Milano Tel. +39 02.58315141 - Fax. +39 02.58318705 - www. audiweb.it - email : audiweb@audiweb.it GDPR E PERIODO DI CONSERVAZIONE DEI DATI PER L’EMAIL MARKETING Le strategie di list building sono, lo sappiamo tutti, dispendiose ed difficili da progettare e mettere in campo; proprio per questo ogni singolo indirizzo raccolto ci pare spesso un tesoro inestimabile, del quale mai vorremmo privarci. È così che spesso ci troviamo liste mastodontiche, piene di indirizzi di cui non ricordiamo l›origine e con i quali non abbiamo rapporto da anni.

In generale abbiamo sempre raccomandato operazioni di controllo e pulizia dei database, in primis per questioni legate all’efficacia stessa delle comunicazioni: sappiamo benissimo che i moderni filtri antispamtengono in considerazione anche la reattività dei destinatari nei confronti dei nostri invii. GDPR e periodo di conservazione dati Negli ultimi giorni però abbiamo analizzato la questione anche dal punto di vista “legale”. Il GDPR infatti, oltre a prevedere concetti come la «minimizzazione dei dati», cita espressamente, in due distinti punti, il periodo di conservazione dei dati. Articolo 5 I dati personali sono: [...] e conservati in una forma che consenta l’identificazione degli interessati per un arco di tempo non superiore al conseguimento delle finalità per le quali sono trattati; i dati personali possono essere conservati per periodi più lunghi a condizione che siano trattati esclusivamente a fini di archiviazione nel pubblico interesse, di ricerca scientifica o storica o a fini statistici, conformemente all’articolo 89, paragrafo 1, fatta salva l’attuazione di misure tecniche e organizzative adeguate richieste dal presente regolamento a tutela dei diritti e delle libertà dell’interessato («limitazione della conservazione»); Di seguito negli Articoli 13 e 14 (relativi all›informativa), il GDPR specifica ancor meglio la questione: artt. 13 e 14, comma 2: “…il titolare del trattamento fornisce all’interessato le seguenti ulteriori informazioni necessarie per garantire un trattamento corretto e trasparente: a) il periodo di conservazione dei dati personali oppure, se non è possibile, i criteri utilizzati per determinare tale periodo“. Dunque per qualsiasi trattamento dobbiamo indicare un periodo di conservazione dei dati, oppure i criteri utilizzati per determinare tale periodo. Questo signiTende e Schermature Solari n.2-2018

61


62

News

fica che anche un iscritto alla nostra newsletter, non può essere considerato iscritto per sempre. Come determinare la durata del trattamento, nel caso di iscritti alle nostre newsletter? La presenza stessa del link di disiscrizione in ogni newsletter non ci pare sufficiente ad ottemperare la richiesta del regolamento. In questo caso una ipotetica informativa dovrebbe riportare una dicitura del tipo L’iscrizione alla newsletter e il relativo trattamento sono ritenuti validi fino alla disiscrizione dell’utente, tramite clic sul link presente in ogni invio. Nei fatti questa dicitura non fornisce informazioni sulla durata. Mettiamo il caso in cui i nostri invii siano irregolari, o addirittura vengano sospesi per oltre un anno, due, tre, per poi riprendere: il trattamento sarebbe ancora lecito? Come fa l’utente, dall’informativa, a capire la durata prevista del trattamento? Ci viene il aiuto un considerando, a corollario del GDPR: considerando n. 39: Tende e Schermature Solari n.2-2018

“… i dati personali dovrebbero essere adeguati, pertinenti e limitati a quanto a quanto necessario per le finalità del loro trattamento. Da qui l’obbligo, in particolare, di assicurare che il periodo di conservazione dei dati personali sia limitato al minimo necessario (…). Onde assicurare che i dati personali non siano conservati più a lungo del necessario, il titolare del trattamento dovrebbe stabilire un termine per la cancellazione o per la verifica periodica. E’ opportuno adottare tutte le misure ragionevoli affinché i dati personali inesatti siano rettificati o cancellati“; È quindi necessario prevedere una «verifica periodica»: nel caso dell’email marketing questo potrebbe semplicemente significare che sia necessario (e sufficiente) inviare periodicamente una email dove si ricordi la possibilità di disiscrizione. Nell’informativa dunque andrebbe inserita una dicitura che specifichi questa periodicità: “L’iscrizione e il trattamento relativo sono ritenuti validi fino alla disiscrizione da parte dell’utente, possibile tramite link presente in ogni email. Qualora la frequenza


News

di invio sia minore, almeno ogni sei mesi verrà inviata a tutti gli utenti una comunicazione di verifica, contenente il link di disiscrizione.” Questo orientamento è in linea anche con la bozza di regolamento ePrivacy, attualmente in discussione al parlamento Europeo: Article 4.a End-users who have consented to the processing of electronic communications data as set out in point (c) of Article 6(2) and points (a) and (b) of Article 6(3) shall be reminded of the possibility to withdraw their consent at periodic intervals of [no longer than 12 months], as long as the processing continues, unless the end-user requests not to receive such reminders. In pratica il regolamento ePrivacy dice che almeno ogni 12 mesi dobbiamo ricordare agli utenti la possibilità di disiscriversi e dunque recedere dal consenso. Unire best practice e rispetto della normativa Come spesso accade in ambito Email Marketing, la normativa in realtà ci dà indicazioni minime da ottemperare: nella pratica occorre essere più stringenti della stessa norma, se vogliamo ottenere risultati tangibili e duraturi. I filtri antispam infatti hanno politiche enormemente più severe ed efficaci. Sappiamo che, ad esempio, spedire email poco rilevanti per i nostri destinatari, ottenendo percentuali di apertura basse, significa stimolare l›attenzione dei filtri, con effetti di respiro medio/lungo. Per questo altre volte abbiamo suggerito di isolare gli utenti che non interagiscono con le nostre emailda

un lungo periodo, sospendendo le comunicazioni. Probabilmente, specie in caso di newsletter con periodicità piuttosto serrata (almeno una volta al mese), questo meccanismo potrebbe rappresentare un buon metodo di identificazione del periodo di ritenzione dei dati. L’informativa potrebbe ad esempio riportare L’iscrizione e il trattamento relativo sono ritenuti validi fino alla disiscrizione da parte dell’utente, presente in ogni email, oppure dopo 12 mesi dall’ultima comunicazione di cui abbia evidenza di interazione diretta (click, apertura, risposta). Chiaramente si potrebbe poi programmare, prima della scadenza, un’ultima comunicazione di recupero, sul modello delle email di conferma consenso che vanno tanto di moda in queste settimane. Ancora una volta il GDPR (o più in generale questa nuova consapevolezza dei diritti e dei doveri legati al trattamento dati) ci dà l›occasione di rivedere la nostra operatività periodica, attivando una serie di best practice spesso ignorate o giudicate, a torto, irrilevanti.

Per iscrivervi alla newsletter potete andare a questo link: http://emailmarketingblog. voxmail.it/user/register oppure: utilizzare questo codice QR

EMB Email Marketing Blog www.emailmarketingblog.it blog è supportato da VOXmail - www.voxmail.it Invio Newsletter Facile e Veloce Tende e Schermature Solari n.2-2018

63


64

SCHEDE PRODOTTI

BAT presenta SPACE Leader da oltre 30 anni nel mercato mondiale degli accessori per schermature solari, BAT si distingue per prodotti accomunati da innovazione, ricerca stilistica e dei materiali. Il Made in Italy rimane sempre una misura di qualità irrinunciabile della componentistica BAT, che presenta SPACE, disegnata dall’Arch. Cantarutti, una tenda che si può applicare a strutture preesistenti, ideale per verande e attici, anche in versione autoportante.

Per maggiori informazioni: www.batgroup.com Ufficio Stampa e P.R. Gagliardi & Partners Tel. +39 049 657311 Email gagliardi@gagliardi-partners.it

SPACE si fa notare per il tappo terminale che, unito al tappo cassonetto, richiama la forma di un giradischi e del braccio su cui è fissata la puntina. Di facile installazione e dotata di cassonetto ispezionabile, è caratterizzata da guide regolabili in larghezza in modo da potersi adattare al meglio ad ogni contesto. Il sistema di tensionamento del telo avviene attraverso una molla a gas per una tensione del telo senza imperfezioni. Tra gli optional il sistema di blocco meccanico, che permette di tensionare in maniera ottimale il telo, e strip led sia sulle guide che sul cassonetto. Il sistema flottante del tubo avvolgitore permette che il telo sia sempre tensionato in maniera perfetta, evitando la formazione di grinze.

Corradi: è tempo di festeggiare con Pergotenda® Millenium® Celeb. Era il 2008 quando Millenium® - la prima Pergotenda® in alluminio – debuttava sul mercato. Per celebrarne i 10 anni, Corradi ha voluto rivisitare quello che nel tempo è diventato un prodotto iconico. Le nuove linee prendono spunto dalla collaborazione con IAAD (Istituto d’Arte Applicata & Design) di Torino, dove giovani designer di prodotto hanno dato il loro contribuito di idee, sviluppate poi definitivamente in Corradi. Un restyling non solo nello stile ma anche nelle funzionalità. Un prodotto che vuole essere protagonista dell’outdoor che verrà: nasce Millenium® Celeb, con performance di tutto rispetto. Dimensioni massime del modulo singolo 500 x 685 cm, luci esterne nei pilastri frontali e nelle guide superiori, luci interne sul trave frontale e laterale, screen filtranti e oscuranti integrati frontalmente e studiati appositamente per il prodotto, possibilità di doppia schermatura su tutto il perimetro e timpano in plexiglass sono solo alcune delle novità. I pilastri misurano 12x15 cm e possono contenere finiture in legno o in alluminio effetto cromato, mentre i più audaci potranno personalizzarli in alluminio di vari colori. Il trave frontale, necessario solo oltre i 400x450 cm, ha dimensioni diverse a seconda della configurazione scelta.

Tende e Schermature Solari n.2-2018

Per maggiori informazioni: press@corradi.eu www.corradi.eu


SCHEDE PRODOTTI 65 SCHEDE PRODOTTI

Genius Shady

L’esperienza accumulata dal Gruppo Genius in 40 anni di produzione di zanzariere avvolgibili è stata proficuamente messa a frutto nello sviluppo della nuova tenda da fermavetro Shady. Le problematiche di spazio, brillantemente risolte con con le zanzariere Genius di ultima generazione, sono state di stimolo per sviluppare questo nuovo prodotto. Shady, infatti, può essere efficacemente installata su qualsiasi serramento sfruttando utilmente lo spazio tra vetro e fermavetro. Non è necessario modificare il serramento e non se ne compromette l’estetica grazie ai sistemi di fissaggio non invasivi e ai discreti profili di cassonetti e guide. Qualora non sia possibile il fissaggio con viti si può optare per il biadesivo a vetro o per il velcro removibile che, oltretutto, permette di installare il sistema solo quando è necessario e di rimuoverlo senza lasciaretracce. Anche i fermavetro curvi o smussati non sono un problema con il fissaggiorimovibile. Shady è proposta in due misure base: cassonetto da 36 mm o cassonetto da 43 mm, quest’ultimo motorizzabile e con telecomando. Per entrambi i modelli le guide sono da 22 o da 30mm. La movimentazione dei teli, disponibili in diverse tipologie filtranti od oscuranti, è affidata a meccanismi a molla o catenella e, opzionalmente, a motore con i cassonetti da 43mm. Quattro colori di profilo permettono l’abbinamento con ogni serramento, sia esso finestra o porta-finestra. Infatti, nonostante gli ingombri particolarmente ridotti, è possibile contenere nei cassonetti sufficiente tessuto anche per le aperture di porte-finestre (secondo l’abbinamentotessuto/cassonetto). Completano il sistema le funzionalità opzionali del rallentatore, per il richiamo controllato del tessuto in riavvolgimento; gli arresti intermedi, per fissare il telo in posizioni intermedie predefinite a piacere e la cremagliera, per l’arresto ogni 5 cm su tutta l’altezza deltelo.Grazie a tutte queste caratteristiche Shady si rivela particolarmente utile su serra-

Pinto Z90 Il Frangisole Z 90 è adatto per istallazione all’esterno per grandi luci in ogni contesto. E’ caratterizzato da lamella a Z da 90 mm ribordata con guarnizione anti-rumore e guide rigide di scorrimento laterali. È ideale per il montaggio in luce o in aggetto. Le lamelle possono essere orientate in ogni posizione con movimento a 90° ed un oscuramento fino al 90%, con gradevole impatto estetico. Il design moderno e accattivante della lamella è ideale per una perfetta regolazione di luce e calore. In assenza della nicchia di contenimento è possibile completare l’istallazione con una veletta di copertura esterna. Con i sistemi di schermatura solare si può, non solo evitare il surriscaldamento e l’abbagliamento, ma anche risparmiare energia. Oltre il 40% del consumo di energia primaria in Europa è da ricondurre alla costruzione e all’uso degli edifici. I sistemi di protezione solare - automatizzati e comandati correttamente - possono ridurre il consumo energetico del 10% ripartito in misura di due terzi sulla riduzione del carico di raffreddamento in estate e di un terzo sulla riduzione del fabbisogno di calore in inverno. D’estate, l’irraggiamento del calore può essere bloccato all’esterno, creando una piacevole temperatura ambiente e permettendo di risparmiare energia elettrica per la climatizzazione. D’inverno, una protezione solare comandata in modo intelligente converge l’energia del sole nell’ambiente, riducendo così le spese di riscaldamento.

menti sprovvisti di altri sistemi di oscuramento ma che debbano, comunque, filtrare e/o bloccare la luce, oppure anche in locali dove gli oscuranti esistenti risultino insufficienti al bisogno. Classico, moderno o di design, ogni serramento, interno ed esterno che abbia necessità di oscuramento o di privacy, dovrebbe essere dotato di un intelligente sistema di filtraggio come la tenda Shady del GruppoGenius. Per maggiori informazioni: www.geniusgroup.it

Per maggiori informazioni: www.pinto.srl

Tende e Schermature Solari n.2-2018


66

SCHEDE PRODOTTI

Leister: SEAMTEK 900 L’innovativa saldatrice Leister SEAMTEK 900 per tessuti tecnici e industriali semplifica qualsiasi lavoro di saldatura. La sua configurazione intelligente permette di impostarla con rapidità per un’ampia gamma di applicazioni. L’interfaccia utente intuitiva, la vasta gamma di accessori disponibili e la limitata necessità di manutenzione contribuiscono a rendere le operazioni di saldatura facili, economiche e sicure.

Per maggiori informazioni: Leister Technologies Itala Srl Via T. A. Edison 11 20090 Segrate (MI) Tel. +39 02 2137647 sales@leister.it www.leister.com

Progettazione intelligente per prestazioni versatili Grazie all’ingegnosa progettazione a braccio multiplo, SEAMTEK 900 permette di impostare la configurazione perfetta in tempi da record in modo da realizzare una saldatura di alta qualità in ogni situazione. L’ampia gamma di rulli di trascinamento, ugelli e guide garantisce la massima adattabilità anche per applicazioni speciali. La configurazione degli ugelli avviene senza utensili; il cambio dei rulli e delle guide è sorprendentemente rapido. Che si tratti di realizzare saldature a sovrapposizione, tubolari o a nastro, orli aperti o chiusi, da 8 fino a 64mm di larghezza, SEAMTEK 900 è lo strumento ideale. Per ulteriori informazioni su SEAMTEK 900 o sulle numerose altre soluzioni Leister per la saldatura delle materie plastiche, potete contattare l’azienda telefonicamente al numero +39 02 2137647 o via mail (sales@leister.it), o visitare il sito www.leister.com Mottura: TOPBOX 4100 Topbox 4100: un nuovo sistema per tende a rullo estremamente versatile ed indicato per un ampio spettro di utilizzo, ideale in vani di difficile accessibilità e perfetto in caso di necessaria installazione di sistema a scomparsa. Per assolvere a questo impiego è dotato di specifiche staffe di ancoraggio che rendono le guide antivento autoportanti; in questo modo il cassonetto in alluminio che contiene il rullo avvolgitore non necessita di fissaggio. TOPOBOX4100 nasce per assolvere un utilizzo sia indoor che outdoor. È un sistema specifico per installazione in nicchia. In caso di installazione indoor Topbox 4100 è un’ottima soluzione di protezione solare filtrante o oscurante, nella versione con guide laterali in alluminio.Topbox 4100 è disponibile anche nella versione Wpro dotata di “zippers” antivento che scorrono nelle guide laterali in alluminio. Si tratta della variante outdoor omologata CE in classe 3 con componenti realizzati in inox Aisi 316 anticorrosione. Ideale per medie e grandi finestre azionabili con attuatore tubolare 230 Vac. Azionamenti: sia nella versione a singola tenda che in quella in parallelo, sono disponibili nelle seguenti versioni • Azionamento a motore 230Vac con comando a pulsante • Azionamento a motore 230 Vac con ricevitore R.F integrato e telecomando • Azionamento a motore 230 Vac con ricevitore integrato R.F. bidirezionale 868/915 Mhz e comando simultaneo sia pulsante che telecomando M2Net.

Tende e Schermature Solari n.2-2018

Per maggiori informazioni: www.mottura.com


SCHEDE PRODOTTI

MODELLO DUO DELLA LINEA ARMONIA: DOPPIA ESTETICA, DOPPIA COPERTURA, DOPPIA ELEGANZA

La Linea Armonia è stata realizzata da Resstende in partnership con Tachikawa Corporation ed è una perfetta sintesi di tecnologia giapponese e italian style. Comprende tre modelli, Comfort, Duo e Roll it, ognuno con la propria personalità estetica e funzionale. Un nome sicuramente evocativo, che indica concordia e alleanza fra gli elementi, un incastro perfetto fra “componenti” diversi che sono però ben coesi ed “armonici” fra di loro. Tessuti più impalpabili e morbidi si muovono grazie all’innovativo e silenzioso meccanismo Light Touch, esclusivo Resstende. In particolare, Duo è la tenda double, doppia perché realizzata da due tende di tessuti diversi che si muovono con un solo comando a catena. L’azienda di Agrate Brianza ha, infatti, investito nella ricerca di soluzioni personalizzabili realizzando questa particolare tenda, cromaticamente elegante e dolcemente coprente. Una tipologia di schermatura che permette, grazie alla sovrapposizione di texture diverse, di regolare in maniera ottimale la luce e le ombre, per un comfort termico graduale. Per la casa o per l’ufficio, è il giusto compromesso fra design, minimalismo estetico e movimentazione innovativa. Non solo tecnologia ma anche forte personalità estetica grazie alla vasta scelta tessile che ne permette l’inserimento in ogni tipologia di ambiente, dal privato al pubblico. Il sistema Duo è la soluzione perfetta per schermare in modo elegante ogni tipo di ambiente, giocando tra funzione ed emozione grazie alla scelta di textures e tessuti a contrasto o tono su tono. Duo si connota per il design chiaro delle linee e dei volumi che contribuiscono a dare nuova consistenza alla purezza degli elementi. Perfetto per accostamenti audaci e per ambientazioni che necessitano di schermature discrete e dal gusto contemporaneo.

67

Per maggiori informazioni: www.resstende.com Ufficio stampa – Tramite S.r.l. r.brivio@tramite.it s.marchetti@tramite.it tel. +39 0362 907354 Ufficio Marketing – Resstende S.r.l. Alice Guardassoni Via Ghirighella, 74 - 20084 Agrate Brianza Tel. +39 039 6846147

HEMTEK ST

Saldatura di orlature semplice e agevole con HEMTEK ST l‘efficiente saldatrice consente di saldare orlature dall‘inizio alla fine – ideale per banner pubblicitari e teloni di copertura di piccola e media grandezza.

www.leister.com

We know how.


68 REPERTORIO FORNITORI

www.hotsun.it

www.batgroup.com

www.corradi.eu

www.pinto.srl

www.leister.com

www.para.it

Tende e Schermature Solari n.2-2018


REPERTORIO FORNITORI

www.geniusgroup.it

www. teknosautomazioni.it

www.seav.com

www.resstende.it

www.bianchipaolo.it

www.giovanardi.it

Tende e Schermature Solari n.2-2018

69


70

REPERTORIO FORNITORI

www.shadelab.it

www.madeexpo.it

www. www.sattler-global.com.com

Tende e Schermature Solari n.2-2018

www.mottura.com

www.nyxtende.it

www.hella.info


NYX s.r.l. via dell'Industria 5 35020 Brugine PD Tel. 0497962204 - Fax 0490998164 - info@nyxtende.it WWW.NYXTENDE.IT


THE OUTDOOR ALCHEMIST

Outdoor Alchemy è la ricerca di un rapporto armonico tra natura e spazi da vivere. In questa filosofia, Maestro è il progetto di punta: la possibilità di scegliere tra due tipi di copertura - telo scorrevole o lamelle orientabili - lo rendono unico per versatilità d’impiego. Performance, estetica e un altro punto di vista: questa è per Corradi l’interpretazione dello spazio esterno.

MEET US AT R+T STUTTGART HALL 6 / 6A32 www.corradi.eu


quia num quae verit estem ius ium que laut eos audam is doluptate nim facit autendio bearuptin nime volupti dolupta quibusciat molori netur sus moluptat. Ehenduntem et adignam idellit landipidenda vel et fuga. Udis aspiciis es dellescil ipienec in illo tempore.

TeSS n. 2-2018  

TeSS n°2-2018 TeSS - Tende e Schermature Solari la rivista cartacea e online del sito www.tendeeschermaturesolari.com Il sito della Protezio...

TeSS n. 2-2018  

TeSS n°2-2018 TeSS - Tende e Schermature Solari la rivista cartacea e online del sito www.tendeeschermaturesolari.com Il sito della Protezio...

Advertisement