Page 1

attualità, cultura, spettacolo, musica, sport e appuntamenti mercoledì 16 maggio 2018

www.temponews.it @Tempo_di_Carpi

anno XIX - n. 18

tempo.carpi • Edizione di Carpi •

Speciale Patrono ACQUAVIVA VENDITA INSTALLAZIONE E ASSISTENZA IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUA

AUTOCLAVI ADDOLCITORI MICROFILTRAZIONE PURIFICATORI OSMOSI E DISPENSER

TUTTA L’ACQUA PER LA CASA

Via Monte Sabotino, 3/a Carpi (Mo) Tel.

059651679

mail: g.b.impianti@gmail.com


Tornano dal 18 al 20 maggio i festeggiamenti legati a San Bernardino: tre giorni di appuntamenti “dedicati soprattutto alle famiglie”, come spiega il neo presidente del Comitato Festa del Patrono di Carpi, Paolo Leporati

Patrono di Carpi: una città in festa

“Il Comitato per il Patrono, rinnovato nei suoi membri, è riuscito a raggiungere l’obiettivo più importante: fare sintesi e comunità”. Così, l’assessore alle Politiche culturali, Simone Morelli, ha commentato il ritorno, dal 18 al 20 maggio, dei festeggiamenti legati a San Bernardino. Un’edizione pensata perlopiù per le famiglie, gli ha fatto eco il neo presidente

del Comitato, Paolo Leporati: “abbiamo voluto caratterizzare questa edizione come una vera e propria festa della comunità, e la comunità è composta, prima di tutto, da famiglie. Siamo dunque lieti di poter ospitare, nei tre giorni, accanto alle celebrazioni liturgiche, tante iniziative a loro dedicate. Eventi più snelli rispetto al passato perché, questo, per

noi, è l’anno zero e dunque abbiamo ritenuto saggio procedere gradualmente”. Parole che incarnano perfettamente lo spirito stesso della predicazione del Santo, come ha aggiunto il vescovo, monsignor Francesco Cavina: “tutti gli sforzi profusi da San Bernardino erano mirati ad accrescere la pace e la concordia tra le comunità. Celebrare la sua

figura significa pertanto andare al cuore dei problemi che oggi affliggono la nostra società. Favorire la coesione e il bene comune è possibile solo attraverso lo sforzo congiunto di tutte le forze della società civile senza trascurare la vicinanza al divino”. A dare il via al programma - realizzato con il patrocinio di Comune e Diocesi di Carpi - sarà,

venerdì 18, alle 18, Carpeat - Busk&at. Nella cornice di Piazzale Re Astolfo, lo street food sarà il protagonista principale e musica e street art completeranno l’opera: venti tra i migliori food truck dello Stivale saranno a disposizione, mentre ad animare l’evento, il pubblico troverà musicisti e artisti di strada. Alle 21, il Teatro Comunale ospiterà il Premio

a cura di Jessica Bianchi

Mamma Nina, allietato dal concerto della straordinaria Banda Rulli Frulli. A premiare il vincitore, alla fine del concerto - il cui ingresso è a offerta libera - saranno Paolo Leporati e il giornalista Pierluigi Senatore. Sabato 19, alle 9.15 (con replica alle 11.15 per gli studenti e alle 21 per la cittadinanza), spazio a Qualunque cosa accada, lo spettacolo organizzato

SCARPE PER TUTTA LA FAMIGLIA, CON L’ASSORTIMENTO CHE CERCHI! LONCAR CALZATURE E PELLETTERIA, L' EMERGENZA CONTINUA... E CONTINUA IL NOSTRO LAVORO PER DARVI SEMPRE IL MEGLIO: DA LONCAR C'È SEMPRE CONVENIENZA E ANCHE TANTISSIMA SCELTA: SCOPRI LE NOVITÀ NELLA PELLETTERIA E NELLE CALZATURE PER TUTTA LA FAMIGLIA Calzature Loncar s.n.c.

a fianco della sede storica in via Cesare Battisti 28 a Rovereto s/S (MO) 2

Speciale Patrono

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

• Edizione di Carpi •


dall’associazione I Giovani per Carpi per la regia di Armando Madonna, da un’idea di Ernesto Giocolano: “lo show - spiega Giocolano - riguarderà il tema delle emozioni. Questo è il mio ultimo anno di insegnamento ma sono orgoglioso che la tradizione della Festa degli Studenti, a cui ho dato vita, venga mantenuta dai ragazzi stessi”. Il Cortile d’Onore di Palazzo Pio si trasformerà, per tutto il pomeriggio di sabato, nel Cortile delle Meraviglie e ospiterà animazioni e iniziative per i più giovani, in collaborazione con Bottega del Bimbo, Biagini Giocattoli e Bambolificio carpigiano. Il Cortile sarà pronto a proiettare i bambini in un mondo di magiche avventure anche domenica 20, dalle 10 alle 19. Sempre nella giornata

di sabato, Piazza Martiri ospiterà l’arrivo, alle 18, della settima Staffetta Terremoto Emilia, “il cui ricavato - spiega Carlo Pederzani - sarà interamente devoluto in beneficenza a iniziative sociali legate allo sport”. La serata di sabato sarà poi allietata, a partire dalle 19.30, dalla Cena gourmet presso il Balsamic Village De Nigris, a base, naturalmente, di prelibatezze il cui ingrediente fondamentale sarà l’oro nero modenese, ovvero l’aceto balsamico (per informazioni e prenotazioni 335.433627 o patronocarpi@gmail.com). A chiudere le iniziative della seconda giornata sarà invece l’Hawaian Party, promosso da I Giovani per Carpi, alle 20.30 al Pineapple, presso la Piscina Comunale. Domenica 20, Piazza Martiri ospiterà per tutta la giornata il Mercato

straordinario, mentre in Piazza Garibaldi si susseguiranno incontri, show cooking, animazioni e dibattiti del Villaggio della Salute, promosso da Fondazione Casa del Volontariato, insieme all’Ausl di Modena. “L’iniziativa - spiega Carlo Alberto Fontanesi - vedrà, oltre alla partecipazione di medici ed esperti di alimentazione e benessere, anche quella del comico Vito e del conduttore televisivo Andrea Barbi”. La tre giorni si chiuderà infine con il Concerto di San Bernardino da Siena, a partecipazione gratuita sino a esaurimento posti e nel corso del quale, a partire dalle 21, le architetture della Cattedrale si colmeranno delle armonie dell’organo e della tromba suonati dai Maestri Paolo Oreni e Marco Pierobon.

PROGRAMMA FESTA DEL PATRONO VENERDÌ 18 MAGGIO Dalle 18 alle 24 - Piazzale Re Astolfo Carpeat - Busk&at // Buskers&Food Truck Festival a Carpi Ore 21 - Teatro Comunale Premio Mamma Nina Concerto con la Banda Rulli Frulli

SABATO 19 MAGGIO Ore 9.15 e 11.15 - Teatro Comunale XIII Festa degli Studenti Qualunque cosa accada Le rappresentazioni alla mattina sono riservate alle scuole del territorio. Replica alle 21 per gli adulti  Dalle 12 alle 24 - Piazzale Re Astolfo Carpeat - Busk&at // Buskers&Food Truck Festival a Carpi Dalle 15 alle 19 - Cortile d’Onore di Palazzo Pio Il cortile delle Meraviglie: animazioni e attività per bambini, ragazzi e famiglie a cura di Emporio Giocattoli, Giocheria Bigini e La Bottega del Bimbo Ore 18 - Piazza Martiri, fronte Municipio Arrivo della settima Staffetta Terremoto Emilia Ore 19.30 - Balsamic Village Cena gourmet (su prenotazione. Per info: 059.697550) Ore 20.30 - Piscina Comunale Hawaian party - presso il Pineapple Ore 21 -Teatro Comunale XIII Festa degli Studenti Qualunque cosa accada

DOMENICA 20 MAGGIO Dalle 9 alle 19 - Piazza Martiri Mercati a Carpi Dalle 9 alle 20 - Piazza Garibaldi

• Edizione di Carpi •

Villaggio della Salute promosso da Fondazione Casa del Volontariato e Ausl Modena Dalle 10 alle 19 - Cortile d’Onore di Palazzo Pio Il cortile delle Meraviglie Dalle 12 alle 24 - Piazzale Re Astolfo Carpeat - Busk&at // Buskers&Food Truck Festival a Carpi Ore 19.30 - Sala Duomo Estrazione biglietti vincenti della lotteria a sostegno del Patrono Ore 21 - Cattedrale Concerto di San Bernardino da Siena Maestro Paolo Oreni - Organo  Maestro Marco Pierobon Tromba 

Programma religioso

Ore 19.00: Santa Messa

Domenica 20 maggio Solennità di di San Bernardino da Siena Ore 6.45: Lodi Ore 7.15: Santa Messa Ore 9.45: Santa Messa Ore 11.00: Santa Messa Ore 16.00: Adorazione Eucaristica Ore 17.00: Vespri e Processione con il busto di San Bernardino Ore 18.00: Santa Messa in Cattedrale presieduta da Sua Eccellenza monsignor Francesco Cavina Vescovo di Carpi

Venerdì 18 maggio

Chiesa di San Bernardino da Siena Triduo in onore del Patrono di Carpi

Ore 7.00-10.00-12.00: Santa Messa Ore 15.30: Adorazione Eucaristica Ore 17.30: Vespri e Benedizione

Giovedì 17, venerdì 18, sabato 19 maggio

Sabato 19 maggio

Le Sante Messe saranno celebrate nella chiesa di San Bernardino Da Siena

Giovedì 17 e venerdì 18 maggio Ore 7.00: Santa Messa Ore 10.00: Santa Messa; Adorazione Eucaristica fino alle ore 12 Ore 16.00: Adorazione Eucaristica Ore 17.30: Rosario Ore 18.00: Vespri e Benedizione Eucaristica

Sabato 19 maggio Ore 7.00: Santa Messa Ore 10.00: Santa Messa; Adorazione Eucaristica fino alle ore 12 Ore 16.00: Adorazione Eucaristica Ore 17.30: Rosario Ore 18.00: Vespri e Benedizione Eucaristica

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Ore 7.00-10.00-12.00: Santa Messa Ore 15.30: Adorazione Eucaristica Ore 18.00: Vespri e Benedizione

Domenica 20 maggio Ore 6.45: Lodi Ore 7.15: Santa Messa Ore 10.00: Santa Messa e Adorazione Ore 15.30: Adorazione Eucaristica Ore 17.00: Vespri solenni Ore 17.30: Processione con il busto di San Bernardino verso la Cattedrale Ore 18.00: in Cattedrale Santa Messa solenne in onore del Patrono presieduta da sua Eccellenza Monsignor Francesco Cavina, Vescovo di Carpi, alla presenza dei sacerdoti e delle Autorità cittadine

Speciale Patrono

3


Sabato 19 maggio, presso il Balsamic Village di via Carrobbio, al civico 3, a partire dalle 19,30 si terrà, per la prima volta nella storia della Festa del Patrono, la Cena Gourmet e Percorso Degustativo

Una Cena Gourmet all’oro nero di Modena

Sabato 19 maggio, presso il Balsamic Village di via Carrobbio, al civico 3, a partire dalle 19,30 si terrà, per la prima volta nella storia della Festa del Patrono, la Cena Gourmet e Percorso Degustativo. Una preziosa occasione per scoprire il primo parco d’Europa a tema agroalimentare del Made in Italy creato dal Gruppo De Nigris, e gustare le prelibatezze che fanno grande la nostra terra. Il menù prevede Cubotti di mortadella con pistacchi, Cipolline borrettane all’aceto balsamico di Modena, Cialdine di parmigiano reggiano con spuma di zucchine e aceto balsamico di Modena, Risotto con bacon, pecorino, e «perle di Modena» all’aceto balsamico di Modena, Filetto di maiale farcito con cotto di Vignola parmigiano reggiano e aceto balsamico di Modena e Gelato con fragole e aceto balsamico di Modena. Costo cena 50 euro. Per info e prenotazioni: 059 697550-70 patronocarpi@gmail.com Un luogo suggestivo, immerso nella natura. Circondato dai vigneti, sorge il Balsamico Village, il primo parco d’Europa a tema agroalimentare del Made in Italy creato dal Gruppo De Nigris, leader nella produzione di aceto balsamico e primo per le esportazioni all’estero di questo prodotto. Ed è proprio questo speciale nettare lo straordinario protagonista del parco: un prezioso tesoro da scoprire attraverso un percorso sensoriale di rara bellezza tra natura e arte. Un viaggio dei sensi che si snoda tra 70 ettari di vigneti, cantine dove riposano sette milioni di litri di aceto e incantevoli panorami sulla Balsamic Valley tra Carpi e Correggio. Un luogo di festa e tradizioni come lo ha definito Armando De Nigris, presidente, insieme ai fratelli Raffaele e Luca, del Gruppo: “siamo artigiani che lavorano con passione ed è proprio l’amore per la nostra attività che ci ha spinto a voler trasformare queste ampolle di oro nero in un’esperienza, per conferire così all’aceto balsamico maggior pregio e valore. Espressione del made in Italy e di questo angolo di Emilia, il balsamico Igp può attrarre qui, nella nostra Balsamic Valley, turisti e appassionati. Lo scopo è intercettare quella tendenza sempre più marcata che porta in Italia visitatori interessati ai nostri sapori quanto alle nostre opere. Così come abbiamo gli scavi di Pompei per illustrare la storia, o gli Uffizi per l’arte, dobbiamo trovare luoghi adatti dove raccontare anche quei prodotti che oggi ci rendono famosi nel mondo. Mi auguro che altri imprenditori raccolgano il nostro esempio e possano sorgere in Italia altre realtà dedicate a DOP e IGP simili a questa”. Nei 40mila metri quadri di parco, famiglie e

4

Circondato dai vigneti, sorge il Balsamico Village, il primo parco d’Europa a tema agroalimentare del Made in Italy creato dal Gruppo De Nigris, leader nella produzione di aceto balsamico e primo per le esportazioni all’estero di questo prodotto

Alla scoperta del Balsamico Village

Speciale Patrono

appassionati possono ripercorrere la storia, le tradizioni, gli antichi mestieri, le sfumature sensoriali delle varietà di aceto balsamico, ma anche il futuro di questo prodotto, divertendosi e imparando. Il cuore del Balsamico Village è la sala di invecchiamento: a riposare nella penombra e nel silenzio, 7 milioni di litri di aceto attendono di maturare dentro a profumate botti di rovere. Attorno a loro si estendono 70 ettari di vigneti e una natura dove godersi un momento di relax, seguendo la vita dell’aceto balsamico, dall’uva alla sua ampolla, non tralasciando di degustarlo sotto la guida dei maestri acetieri per apprezzarne ogni sfumatura.

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Percorrendo i sentieri del parco le sorprese non mancano: si potrà assistere a eventi e spettacoli in un anfiteatro all’aperto, decorato con ceramiche di Sassuolo dipinte a mano, ripercorrere la storia dell’aceto in un’area museale, salire sulla collina panoramica (sulla cui sommità sono stati piantati i sette diversi tipi di vitigni da cui si ricava il mosto per l’Aceto Balsamico di Modena IGP) da dove si dipana un orto botanico verticale… Nel cuore del parco è poi incastonato un altro gioiello: Villa Grimelli, elegante edificio neoclassico edificato nel XVII secolo, è ora a disposizione per tour esclusivi in cui rivivere l’atmosfera del 700 in una cornice di affreschi e opere d’arte contemporanea.

• Edizione di Carpi •


SERRAMENTI TAGLIAFUOCO AGENTE PER MODENA E PROVINCIA CONCESSIONARI PER PROV. MODENA

PREVENTIVI GRATUITI automazioni cancelli e porte, porte di garages, portoni industriali, porte rei, servizi manutenzione

Via Torrazzi 113 Modena Tel. 059 250177 • Fax 059 250128 www.alltecsnc.com info@alltecsnc.com • Edizione di Carpi •

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

5


In occasione della festa patronale di Carpi, torna il tradizionale appuntamento con la processione. Domenica 20 maggio il corteo, con busto e reliquia, partirà alle 17 dalla Chiesa di San Bernardino da Siena, per poi attraversare Piazza Martiri e concludersi in Duomo, con la Santa Messa Pontificale presieduta da Sua Eccellenza monsignor Francesco Cavina, vescovo di Carpi.

Domenica 20 maggio – Processione con busto e reliquia di San Bernardino da Siena

I passi del Santo in città

Da 90 anni al tuo servizio!

Via Lenin, 8 - 41012 Carpi (MO) - Tel. 059.690361 - Fax 059.693570 E-mail: carr.ariani@ariani.191.it - www.arianicarrozzeria.it 6

Speciale Patrono

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

• Edizione di Carpi •


• Edizione di Carpi •

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

7


Venerdì 18 maggio, alle 21, in Teatro Comunale, grande Concerto della Banda Rulli Frulli

Torna al Comunale il Premio Mamma Nina Amore oltre le bandiere è il nome del Premio alla Solidarietà istituito dal Comitato della Festa del Patrono di Carpi. Il premio, che ha cadenza annuale, verrà consegnato nell’ambito dei festeggiamenti per la ricorrenza del santo patrono cittadino, il 18 maggio, durante una serata di gala nella prestigiosa cornice del Teatro Comunale. Un premio dedicato alla memoria della carpigiana Marianna Saltini,

8

la mamma per antonomasia, colei che ha accolto tra le braccia e salvato migliaia di fanciulle abbandonate a loro stesse. Un premio che ben evidenzia il rapporto di contiguità esistente tra San Bernardino da Siena, predicatore della giustizia e della dignità della persona e Mamma Nina, figura salvifica per la nostra città. Un premio che rappresenta un segno forte e positivo alla città e che viene assegnato da anni

Speciale Patrono

mercoledì 16 maggio 2018

a persone o enti che si sono particolarmente distinti in attività di tutela e sostegno della donna, della maternità e dell’infanzia. Il premio consiste in un contributo in denaro di 500 euro e in una formella originale realizzata dall’artista carpigiano Filippo Carnazza, in scagliola, tecnica che fa parte del dna della nostra comunità. Ad assegnarlo, venerdì 18 maggio, alle 21, nella prestigiosa cornice del Teatro

anno XVIII - n. 18

Comunale, saranno il giornalista Pierluigi Senatore e Paolo Leporati, neo presidente del Comitato Festa del Patrono dopo il concerto della Banda Rulli Frulli. La Banda nata nel 2010 da un’idea di Federico Alberghini come progetto sperimentale all’interno della Scuola di Musica Andreoli di Finale Emilia a oggi è formata da una settantina di ragazzi di diverse età (dagli 8 ai 30 anni) e abilità. Integrazione,

esaltazione delle capacità personali, superamento delle differenze, sono questi gli obiettivi che il progetto si pone. Rulli Frulli è prima di tutto ricerca sonora: gli strumenti non sono strumenti convenzionali. Si tratta infatti di oggetti di recupero riciclati e portati a una seconda vita dai ragazzi stessi. Tramite laboratori si inventano, costruiscono e colorano gli strumenti, adattandoli alle proprie

capacità e rendendoli parte del tutto. Entrare dentro la materia permette a tutti di parlare attraverso un linguaggio universale: il ritmo. Sul palco offrono uno spettacolo pieno di energia: imperdibile! “A Carpi - sottolinea Senatore - mancava un premio dedicato alla solidarietà, un riconoscimento per tutti coloro che, quotidianamente, si occupano di aiutare il proprio prossimo”.

• Edizione di Carpi •


• Edizione di Carpi •

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

9


l’artista filippo carnazza

Una formella d’autore Il premio Amore oltre le bandiere consiste in una formella artistica originale realizzata dall’artista siracusano, carpigiano d’adozione, Filippo Carnazza. La tecnica scelta per l’esecuzione dell’oggetto artistico è l’antica scagliola carpigiana, scelta dagli organizzatori dell’evento al fine di fornire un valore aggiunto al concetto di bellezza e di amore per la città di Carpi. E’, dunque, stato chiesto al maestro Carnazza di realizzare un premio, un simbolo, che rappresentasse al contempo Carpi e la persona che si voleva ricordare: Mamma Nina. Ma la collaborazione tra l’artista e la città nasce anche dall’intento di dar vita a un tentativo di riprendere quest’antica arte realizzando nuovi oggetti che diventino a poco a poco diffusori di una rinata arte della scagliola, affascinante ed esigente in quanto richiede dedizione e perizia tecnica. “Ho iniziato questo percorso una ventina di anni fa – spiega il maestro - spinto da una forte curiosità verso questo materiale che, a detta di tutti, nessuno realizzava più come in passato. A parer mio, avendo sperimentato per tanti anni questo tipo di lavorazione, l’aspetto e la soddisfazione artistica che può dare una scagliola fatta con metodo tradizionale non ha eguali. La mia scelta nasce da un grande amore per la manualità: nella scagliola, infatti, tutto viene lavorato a mano, non esistono macchine che possano agevolare il compito dell’artigiano. Ho, dunque, voluto cercare una dimensione artigianale tutta mia. Grazie a questo tipo di lavorazione sono in grado di realizzare quadri, tavoli e figure plasmate a tutto volume: la scagliola permette di ottenere oggetti di diverso tipo. La lavorazione è complessa: il segreto è la pazienza, dedicarsi totalmente a ogni parte del lavoro che si esegue. Tutta la lavorazione è scavata e riempita con paste colorate in modo che possano poi arrivare alla durezza delle pietre. Poi, tutto viene lucidato a olio e il lavoro fa bella mostra di sé. La lavorazione richiede tempi lunghi dal momento che ogni fase è scrupolosamente dettagliata ed è necessario rispettare i tempi del materiale (il gesso può asciugare prima del tempo e, quindi, non avere presa). Sono diversi, dunque, i problemi tecnici da affrontare. Inoltre, non tutti i colori sono compatibili con questo materiale e, quindi, occorre fare una scelta accurata. Si tratta di una lavorazione completamente realizzata a mano: dall’inizio alla levigatura finale tramite abrasivi e pietre”.

10

Speciale Patrono

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

• Edizione di Carpi •


Artigiana Pellicce

” E L A N O I Z O M O R P A T I D “VEN

SCONTI DAL 50 AL 70% SU CONFEZIONI IN PELLICCERIA E PELLE Il RITIRO del tuo USATO ti servirà come acconto per l’acquisto di una NUOVA PELLICCIA

- RIPARAZIONI - RIMESSE A MODELLO - CUSTODIA ESTIVA COMPRESAPULITURA A € 95 -

ANCHE TAGLIE COMODE

VERIFICATE DI PERSONA LA CONVENIENZA DEI NOSTRI PREZZI

Modena, Via Emilia Est, 30 - Tel. 059/235353 • Edizione di Carpi •

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

11


L’associazione I giovani per Carpi e il professor Ernesto Giocolano presentano la XIII Festa degli Studenti. Sabato 19 maggio, alle 10,30 e alle 21, si terrà lo spettacolo Qualunque cosa accada nella cornice del Teatro Comunale di Carpi

Tu chiamale se vuoi, emozioni…

“Il tuo intelletto può confonderti ma le tue emozioni non ti mentiranno mai”. Roger Ebert Sabato 19 maggio, alle 9.15 (con replica alle 11.15 per gli studenti e alle 21 per la cittadinanza), spazio a Qualunque cosa accada, lo spettacolo organizzato dall’associazione I Giovani per Carpi per la regia di Armando Madonna, da un’idea di Ernesto Giocolano: “lo show - spiega Giocolano - riguarderà le emozioni. Un tema complesso e variegato con il quale tutti noi ci confrontiamo quotidianamente. La domanda che spesso ci facciamo è se sia giusto viverle appieno o, al contrario, trattenerle. Sopirle. Di certo alcune emozioni possono indurre comportamenti negativi, facendo degenerare le situazioni. E allora cosa è preferibile fare? Insieme ai ragazzi ci siamo concentrati proprio su questi interrogativi”. A guidare i fili della riflessione ha contribuito la visione di tre film: Her, Collateral Beauty e Pleasantville. In Her, Theodore, un uomo solitario che si guadagna da vivere scrivendo lettere per altri, acquista un sistema informatico progettato per sentire e soddisfare le esigenze dell’utente. Il nome della voce del sistema è Samantha, che si dimostra sensibile, profonda e divertente. Il rapporto di Theodore e Samantha crescerà e l’amicizia si trasformerà in amore ma…

“Questa pellicola - sottolinea Giocolano - ci ha fatti interrogare sul rapporto uomo macchina e, in particolare tra essere umano e intelligenze artificiali. Può un robot provare emozioni? Un tema di grande attualità; una vera e propria sfida per i ricercatori di oggi e di domani”. In Collateral Beauty, dopo una tragedia personale, un dirigente di New York si abbandona alla disperazione. A quel punto, alcuni suoi amici escogitano un piano drastico per evitare che perda interesse per ogni cosa. “Spingendolo al limite, lo costringono a confrontarsi con la verità con modi umani profondi e sorprendenti”, spiega il professore. Pleasantville racconta un mondo perfetto, ritratto in un bianco e nero laccato, nel quale la temperatura è sempre di 25 gradi, le persone sono inappuntabili e niente, se non il piccolo inconveniente di un gatto rimasto sui rami di un albero, pare turbare l’invidiabile equilibrio regnante. Ma è davvero così? “Cosa si cela sotto a quella apparente perfezione? Le

difficoltà che connotano la vita di ciascuno possono inficiarne il senso? La felicità è possibile nonostante gli ostacoli? Ecco, il senso del nostro spettacolo è proprio questo: ognuno di noi è protagonista della propria vita. Sta a noi decidere come vivere. Come dar voce alle nostre emozioni, trasformando quelle negative in occasioni di cambiamento. Di felicità. Ricordando che l’amore è la chiave di volta, il segreto per farci condurre un’esistenza serena”. In scena, sul palco del Teatro Comunale, vi saranno ben 19 attori, di cui 10 diversamente abili, tutti studenti degli istituti superiori cittadini. “Questo - ha concluso Giocolano - è il mio ultimo anno di insegnamento ma sono orgoglioso che la tradizione della Festa degli Studenti, a cui ho dato vita ben diciassette anni fa, venga mantenuta dai ragazzi de I Giovani per Carpi”. Ogni rappresentazione de Qualunque cosa accada sarà preceduta da una carrellata degli spettacoli realizzati negli ultimi 17 anni. Tu chiamale se vuoi, emozioni…

PIZZA AL TAGLIO & D’ASPORTO Via Papa Giovanni XXIII, 13 - Carpi Pizzeria The Kiss Carpi PRENOTA: 059.686229 - 348.4165613

12

Speciale Patrono

Piazzale Gorizia, 3 - Carpi Pizzeria The Kiss in Piazza PRENOTA: 059.6228555 - 347.2876550

www.pizzeriathekiss.it mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

• Edizione di Carpi •


La Staffetta Terremoto Emilia torna nel modenese e punta dritta sulla città di Carpi. L’appuntamento è sabato 19 maggio, nella cornice di piazza Martiri. L’edizione di quest’anno verrà curata da un gruppo podistico carpigiano,  l’Atletica Cibeno, in particolare nella persona di Carlo Pederzani

La staffetta punta su Carpi

Sono decine, circa 50, i Comuni e i paesi – tra cui Bastiglia, Bomporto, Bondeno, Camposanto, Carpi, Cavezzo, Cento, Concordia, Crevalcore, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, Modena, Novi di Modena, Ravarino, S. Agata Bolognese, San Felice sul Panaro, San Giovanni in Persiceto, S. Possidonio, S. Prospero, Soliera, Terre del Reno e Vigarano Mainarda - che, sabato 19 maggio, saranno coinvolti nella settima edizione della Staffetta Terremoto Emilia. La manifestazione non competitiva - realizzata da Atletica Cibeno in collaborazione con Banca Popolare di San Felice, LAPAM-Confartigianato, Tipografia Sogari e Radio Bruno - è inserita, quest’anno, all’interno del programma della Festa del Patrono di Carpi. Nata all’indomani del sisma del 2012, l’iniziativa non competitiva è aperta a tutti e si propone l’obiettivo di non dimenticare quanto accaduto, attraverso il passaggio nei paesi colpiti dal terremoto. Il ricavato viene devoluto, ogni anno, a iniziative di carattere sportivo e, in questa occasione, andrà a vantaggio del Comune di Carpi per essere utilizzato a sostegno di iniziative sociali tese a incentivare la pratica sportiva. Le partenze delle 9 staffette avverranno anche da lontano e, come è sempre accaduto, i podisti potranno coprire tratti corrispondenti alle loro possibilità, brevi o lunghi, purché in compagnia, portando a turno la bandiera del paese di provenienza. L’invito del comitato organizzatore è uno solo: partecipare a prescindere dalla distanza che si percorrerà. Quest’anno, per la prima volta, la tappa finale spetterà a Carpi, con tutti i rappresentanti dei gruppi che si ritroveranno alle 18.30 circa in via Lago Maggio-

• Edizione di Carpi •

re, presso l’Atletica Cibeno, per poi confluire insieme in Piazza Martiri. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare, soprattutto in questo simbolico tratto finale. Per farlo è sufficiente recarsi nei vari punti di ritrovo sul territorio (consultabili sul sito internet della manifestazione) e percorrere la distanza desiderata: in particolare, i carpigiani potranno partire da Rovereto o Limidi. “La nostra iniziativa è in piena sintonia con lo spirito del programma del Patrono di Carpi – ha sottolineato il direttore sportivo dell’Atletica Cibeno, Carlo Pederzani – perché messa in atto senza alcuno scopo di lucro, e concepita con l’intento di raccogliere fondi e tenere viva la memoria di quanto è accaduto. Un dramma che insieme siamo riusciti a superare. Ringraziamo tutti i partner e i territori per il fondamentale supporto fornito e siamo sicuri che sarà un’occasione bellissima per ritrovarsi tutti nel cuore di Carpi”. “Iniziative come queste sono davvero meritorie – ha commentato il sindaco di Carpi Alberto Bellelli – perché mettono in luce alcune delle vocazioni dello sport inteso nel suo senso più nobile, ovvero la capacità di fare comunità e di incentivare empatia e solidarietà. Carpi è onorata di essere stata scelta come tappa finale della Staffetta, così come di essere la destinataria del ricavato della manifestazione. Lo spirito solidaristico della Staffetta ben rappresenta l’attitudine degli emiliani a darsi da fare insieme per tirarsi fuori dalle difficoltà, come è stato dimostrato in tante occasioni all’indomani del sisma: uno spirito di cui le nostre comunità hanno più che mai bisogno e che lo sport più contribuire ad accrescere”.

mercoledì 16 maggio 2018

Carlo Pederzani

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

13


Da sinistra Carlo Alberto Fontanesi, Nicola Marino, Nadia Bonamici, Daniela Depietri, Stefania Ascari ed Ernesto Giocolano

Debutta il 20 maggio in Piazza Garibaldi il Villaggio della Salute: Casa del Volontariato, Azienda Usl di Modena e Comune uniti nel nome della prevenzione. La giornata sarà densa di iniziative tra sport, incontri, aperitivi, show cooking, mostre e premiazioni

Andrea Barbi

La Cittadella della salute Sarà una giornata dedicata alla prevenzione e ai sani stili di vita quella che, domenica 20 maggio, animerà Piazza Garibaldi. A fare il suo debutto in città sarà Il villaggio della salute, promosso dalla Fondazione Casa del Volontariato, unitamente

14

all’Azienda Usl di Modena, con il patrocinio del Comune di Carpi e in collaborazione con il Comitato Festa del Patrono di Carpi. “Questo sarà il villaggio numero zero - sorride l’assessore alle Politiche Sociali, Daniela Depietri - ma abbiamo intenzione di

Speciale Patrono

mercoledì 16 maggio 2018

renderlo un appuntamento annuale. L’obiettivo è quello di tematizzare in modo differente ogni edizione affinché i cittadini possano acquisire informazioni preziose e conoscere tutte le opportunità che il territorio offre loro”. “Volevamo organizzare un

anno XVIII - n. 18

evento che andasse oltre la somma delle singole associazioni che giorno dopo giorno si occupano di salute sul nostro territorio, identificando un tema preciso attorno al quale creare eventi attraenti per il pubblico. Il Villaggio della Salute - dove sarà

• Edizione di Carpi •


possibile visitare gli stand informativi dell’Azienda sanitaria e delle associazioni di volontariato partecipanti Admo, Amo, Ail, Alice Carpi, Avis Carpi, Adica, Apt, Acat e CSV - nasce quindi come naturale evoluzione de la tradizionale Primavera del Volontariato e va ben oltre”, spiega Nicola Marino, presidente della Fondazione Casa del Volontariato. Portare i corretti stili di vita in mezzo alla gente rappresenta “una grande occasione”, ha aggiunto Stefania Ascari, direttore del Distretto sanitario di Carpi. Questa cittadella della salute, infatti, “costituirà un importante momento di confronto aperto a tutti, su temi fondamentali quali la prevenzione, il movimento e l’alimentazione. Informazioni preziose che devono diventare patrimonio di tutti, a partire dai più piccoli. Gli operatori e i medici dell’Azienda - prosegue Ascari - saranno a disposizione per rispondere a domande e curiosità e per offrire chiarimenti e fugare dubbi in una chiave divulgativa e piacevole. Gli operatori del 118 poi saranno in Piazzetta per spiegare a bambini e genitori come dev’essere fatta una chiamata di richiesta di soccorso e illustreranno le manovre rianimatorie che anche i più piccoli possono mettere in atto per salvare una vita. La giornata offrirà anche l’occasione per raccogliere le proposte e le idee della cittadinanza sulla futura Casa della Salute”.

• Edizione di Carpi •

“E’ con orgoglio che il Comitato Festa del Patrono - sottolinea Ernesto Giocolano - ospita nel suo calendario di eventi una manifestazione di questo tipo. L’edizione 2018 della festa patronale si rivolge perlopiù alle famiglie e cosa vi è di più importante per loro della tutela della salute? Il Villaggio della Salute rappresenta un’occasione per offrire valori e contenuti alla cittadinanza, favorendone così la crescita”. Nello stesso weekend, sabato 19 e domenica 20, sempre nell’ambito del programma del Patrono di Carpi, dalle 9 alle 19 il rialzato di Piazza Martiri ospiterà invece le consuete Bancarelle della Solidarietà delle associazioni di volontariato. Saranno presenti Associazione degli Emigrati per lo sviluppo del Senegal, Al di là del muro, Amici del fegato, Amo, Ass. Amica, Croce Rossa Italiana (i volontari faranno numerose dimostrazioni di primo soccorso), Gruppo Parkinson, Cooperativa Scai, Ushac, Centro Missionario Diocesano e Insieme per le missioni, Ero Straniero, Avo e Gattile. “Un modo per le associazioni di promuovere le proprie attività e raccogliere fondi”, ha concluso il consigliere della Fondazione Casa del Volontariato, Carlo Alberto Fontanesi.

Vito

Il programma Il Nordic Walking darà il via al programma alle 8.30, con il gruppo coordinato dall’Associazione Mondo Nordic Walking in partenza dalla piazzetta. Alle 9.30 sarà invece il momento per gustare una Colazione della salute, appositamente concordata insieme ai bar di Piazza Garibaldi, contestualmente a Costruiamola insieme... La partecipAzione della Casa della Salute, a cura di Azienda Usl Modena, mentre alle 10 avranno luogo dimostrazioni di varie attività sportive come Yoga e Tai Chi. ALICe Carpi, l’associazione per la lotta all’Ictus cerebrale, illustrerà al pubblico, alle 11, il proprio progetto Ictus in salute, mentre Giovanni Coglitore e Manuela Carobbi presenteranno il World Café, AUSL on line. Alle 11.30, mentre il dottor Gustavo Savino parlerà dell’importanza del movimento per il benessere della persona, gli ascoltatori potranno degustare l’Aperitivo della Salute. Le attività del pomeriggio, che saranno condotte da Andrea Barbi, riprenderanno alle 16, con l’incontro Lo sport come stimolo per una vita sana insieme al dottor Savino. Successivamente, alle 16.45, i medici del Servizio dipendenze patologiche dell’Azienda Usl, Massimo Bigarelli e Claudio Annovi discuteranno, insieme al giornalista e scrittore Alessandro Sbarbada, delle circostanze in cui, magari senza avvedercene, mettiamo a rischio la nostra salute. Alle 17.45 avrà luogo la premiazione di Umoristi a Carpi, il concorso di grafica umoristica dedicato quest’anno al tema della salute: a premiare i vincitori delle varie sezioni e intrattenere il pubblico saranno il comico Vito e Barbi. Alle 18.30 sarà poi il momento di assistere ad A… come alimentazione: quando la tradizione incontra la salute: alle indicazioni del dottor Alberto Tripodi faranno da controcanto le battute di Vito. Al termine dell’incontro, lo chef di Osteria Emilia Christian Facchini terrà uno Show cooking. A concludere la giornata, alle 20, sarà Abbracci al posto degli aperitivi, iniziativa promossa da ACAT. Dalle 9.30 e per tutta la giornata, sarà attiva Una pedalata per il cuore, la pedana di bici generatori che ognuno potrà utilizzare per gonfiare palloncini e, alle 20, servirà per gonfiare un grande cuore.

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

15


Domenica 20 maggio, alle 21, in Cattedrale si terrà il Concerto di San Bernardino da Siena, insieme al trombettista Marco Pierobon e all’organista Paolo Oreni

Cattedrale in musica Paolo Oreni

PROGRAMMA MUSICALE La tre giorni di festa del Santo Patrono si chiuderà con il Concerto di San Bernardino da Siena, a partecipazione gratuita sino a esaurimento posti e nel corso del quale, a partire dalle 21, le architetture della Cattedrale si colmeranno delle armonie dell’organo e della tromba suonati dai Maestri Paolo Oreni e Marco Pierobon.

Marco Pierobon, con il Quintetto di ottoni GomalanBrass, di cui cura tutti gli arrangiamenti, si è esibito in tutto il mondo e ha all’attivo quattro produzioni discografiche e due Dvd. Pierobon ha tenuto MasterClass in numerosi Paesi e dal 2007 è titolare della cattedra di Tromba presso il Conservatorio di Bolzano. Paolo Oreni, improvvisatore di

talento e dotato di una tecnica delle più eccezionali, è uno dei più interessanti giovani organisti della sua generazione. La critica internazionale è unanime riguardo a questo brillante interprete, del quale la sensibilità musicale, il suonare altamente virtuosistico e la presenza sulla scena gli hanno già valso parecchie attestazioni.

G.Tartini Concerto in Re Maggiore L.Mozart Concerto in Re Maggiore P.Oreni Improvvisazione su temi suggeriti dal pubblico per valorizzare la fonica dell’organo B.Marcello Concerto in Re Minore J.F Fasch Concerto in Re maggiore

Marco Pierobon

oppure chiamaci al

16

Speciale Patrono

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

• Edizione di Carpi •


• Edizione di Carpi •

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

17


In occasione della tre giorni della Festa del Patrono, venerdì 18 maggio, dalle 18, e sabato 19 e domenica 20, dalle 12 alle 24, in Piazzale Re Astolfo andrà in scena Carpeat - Busk&at

Street food e artisti di strada a braccetto in Piazzale Re Astolfo Non si può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non si ha mangiato bene…

Lo Street Food è da sempre parte integrante della cultura culinaria italiana, basti pensare alla storica cuopperia napoletana oppure all’antica friggitoria siciliana. Da fenomeno underground quale era, oggi si è trasformato in una vera e propria mania, spingendo numerosi imprenditori a recuperare e rileggere i tipici cibi da passeggio raffinandone il sapore con la sapienza delle antiche ricette ed elevandoli a piatti gourmet. In occasione della tre giorni della Festa del Patrono, venerdì 18 maggio, dalle 18, e sabato 19 e domenica 20, dalle 12 alle 24, in Piazzale Re Astolfo andrà in scena Carpeat - Busk&at. Nel cuore del centro storico, lo street food sarà il protagonista principale e musica e street art completeranno l’opera: 18 tra i migliori food truck dello Stivale saranno infatti a disposizione della cittadinanza, mentre ad animare l’evento, il pubblico troverà musicisti e artisti di strada. “Sono convinto che il format Busk&at che ho creato - spiega Patrizio Grimaldi, fondatore e ideatore del progetto FEED’N’FOOD - rappresenti il futuro. Non più solo food ma anche spettacolo e intrattenimento: dai buskers alla street art. A Carpi, venerdì sera, fino alle 22, oltre a gustare le specialità regionali che fanno grande la gastronomia del nostro Paese, grandi e piccini potranno assistere a un concerto mentre nelle giornate di sabato e domenica il programma sarà più ricco, con un calendario di eventi spettacolari diffusi. In vari angoli infatti giocolieri, artisti, musicisti e comici si susseguiranno l’uno dopo l’altro. Oltre alle specialità culinarie vi saranno due punti bar con tanta buona birra e un altro dedicato a Spritz e Mohito: i due amatissimi drink saranno presentati in ben dieci versioni diverse tutte da scoprire”.

18

Speciale Patrono

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

• Edizione di Carpi •


• Edizione di Carpi •

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

19


Domenica 20 maggio, alle 11, presso la Libreria La Fenice, il carpigiano Mauro D’Orazi presenterà il suo nuovo libro Dònni a gh è al strasèer! Donne c’è lo stracciaio - Le biciclette dei tanti mestieri degli ambulanti

Le bici degli antichi mestieri nelle pagine di Mauro D’Orazi

Domenica 20 maggio, alle 11, presso la Libreria La Fenice, il carpigiano Mauro D’Orazi presenterà il suo nuovo libro Dònni a gh è al strasèer! Donne c’è lo stracciaio - Le biciclette dei tanti mestieri degli ambulanti. All’evento, presentato dal giornalista Ruggero Po, coordinatore del Tavolo del Dialetto e delle Tradizioni locali di Carpi, interverranno anche l’attrice Claudia Bulgarelli e la poetessa Luciana Tosi. L’ultima fatica di Mauro D’Orazi, scrittore e ricercatore di dialetto e tradizioni locali, è dedicata all’affascinante fenomeno delle bici dei mestieri ambulanti che interessarono le nostre contrade per buona parte del secolo scorso. L’autore ha impiegato sei anni di ricerche e di raccolta di materiali: scelte oltre 500 immagini che illustrano ben 200 tipi diversi di queste particolari biciclette e carrettini, che davano da vivere a tanta gente e portavano a domicilio beni e servizi spesso essenziali. Tra le più famose: la biici del mulètta (l’arrotino), dal magnaan (stagnino, saldatore, riparatore di oggetti di metallo), dal portapaan (il ragazzo che trasportava il pane fresco), dla latèera (la signora che portava il latte), d l umberlèer (l’ombrellaio), dal scarpulèin (riparatore di scarpe) ma anche quella dal giurnalèer con i quotidiani, dal prèet, dell’ostetrica, dal pustèin… Un’opera preziosa anche per i collezionisti di questi mezzi: negli ultimi anni gli appas-

20

Speciale Patrono

sionati raccoglitori di questi cimeli sono infatti aumentati moltissimo e le quotazioni di antiche bici originali dei mestieri hanno raggiunto somme del tutto rispettabili. Impreziosisce il libro la delicata e incisiva prefazione della carpigiana Alessandra Burzacchini scrittrice ed esperta

di letterature, sua grande passione. L’autore si è avvalso per la consulenza tecnica e storica dell’aiuto del collezionista Omar Maselli e delle preziose indicazioni di Anna Maria Ori e Lucia Armentano. Fondamentali poi gli archivi fotografici di Romano Cavaletti e Mauro D’Orazi.

Dalla prefazione di Alessandra Burzacchini Le biciclette e i carrettini di queste affascinanti pagine di Mauro D’Orazi hanno veramente qualcosa di straordinario. Non sono semplicemente mezzi di trasporto catturati in bianco e nero o nei colori della quotidianità, ma sono una sorta di chiave magica che ci trasporta in un mondo incantato e lontano che solo a volte ricordiamo essere il nostro mondo, quello che sopravvive nei racconti, nel dialetto delle poesie, nelle rare immagini del tempo che fu… Le biciclette hanno portato pacchi e lampade, stecche di ghiaccio e formaggi, torte e vassoi di paste, hanno portato gli strumenti degli intagliatori di legno, dei sellai, dei tornitori. Ho anch’io un ricordo molto vago di un idraulico giunto a casa nostra con una grossa bicicletta scura che aveva attaccato al manubrio una grande cartella consunta da cui sbucavano lunghe pinze e un’intera foresta di stoppa. Ricordo anche il garzone del fornaio con la grande cesta quadrata ricolma di sacchetti di “chioppe” e crostini che andava veloce nelle vie, fermandosi ogni tanto a consegnare il pane: non avrei immaginato che anni e anni dopo le immagini di queste pagine ricche e fitte di passato mi avrebbero riportato quelle immagini sfocate nella mia mente e quasi dimenticate fino a farle vivere di nuovo. È questo che si prova sfogliando e leggendo questo libro: ci si sofferma su oggetti e pedali, si spiano i volti, la piazza, le vie, le campagne e si torna indietro nel tempo, si sentono riaffiorare momenti che sembravano perduti, cosa che avviene spesso nelle opere di D’Orazi, e che ritornano alla nostra mente…

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

• Edizione di Carpi •


• Edizione di Carpi •

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

21


Fino al 27 maggio, presso la Saletta della Fondazione Crc, in Corso Cabassi, 4 l’artista carpigiana Lorena Ghizzoni espone le sue opere unitamente ai lavori di alcuni suoi allievi. Il percorso di un artista non è certo lineare. E’ chiaro da dove comincia ma i passaggi che segnano il suo cammino lo sono molto meno. Lorena ha iniziato il proprio lavoro artistico influenzata dagli insegnamenti tradizionali del Liceo Artistico prima e dell’Accademia di belle Arti poi, che consistevano nel privilegiare il segno a scapito del colore. Malgrado ciò l’artista ha sempre privilegiato le sfumature, gli stati d’animo e le emozioni che vive. Col tempo, la consapevolezza che il colore potesse essere autonomo rispetto al segno nell’esprimere uno stato d’animo è diventata una vera e propria esigenza. “Il movimento - spiega l’artista è lo strumento capace di creare tonalità imprevedibili”. Le sfumature, lo sa bene chi dipinge ad acquerello, come Lorena, si ottengono

22

Fino al 27 maggio, presso la Saletta della Fondazione Crc, l’artista carpigiana Lorena Ghizzoni espone le sue opere unitamente ai lavori di alcuni allievi

Movimenti di colore

Speciale Patrono

con poco pigmento e acqua. Quando questa miscela, unica e irripetibile nel tono e nell’intensità, viene stesa sul foglio quasi ad accarezzarlo, lascia al pittore la possibilità di intervenire solo col movimento del foglio, oscillandolo ripetutamente. “I colori si uniscono, si rincorrono e si allontanano, - prosegue Lorena Ghizzoni - non servono più pennelli,

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

solo movimento e le sfumature appaiono, scompaiono, si formano e si modificano in un turbinio di esaltanti emozioni’’. Il segno perde la propria importanza, il movimento del colore diventa protagonista, catturando l’attenzione dell’osservatore e avvolgendone lo sguardo e l’animo. “Nei colori - conclude l’acquerellista - mi trasformo e divento pigmento, sfumatura, trasparenza e acqua… e l’emozione è davvero unica”. La mostra, dal titolo Movimenti, è stata organizzata in collaborazione con l’Aism, al fine di far conoscere e promuovere le varie attività del gruppo operativo di Carpi, attivo dal 2007. Con l’impegno di volontari vengono forniti servizi completamente gratuiti alle persone con Sclerosi Multipla e ai loro famigliari. Orari di apertura: dal 20 maggio tutti i giorni, dalle 10 alle 12 e dalle 16,30 alle 19,30. Lunedì 21 chiuso. Orario serale nei giorni 20, 25 e 26 maggio, dalle 21 alle 23.

• Edizione di Carpi •


• Edizione di Carpi •

mercoledì 16 maggio 2018

anno XVIII - n. 18

Speciale Patrono

23


Torre Hadid - CityLife MILANO

110 anni

all’opera

hicadv.it

Da più di un secolo innalziamo gli standard dell’edilizia, guardando il mondo da ogni prospettiva. A centodieci anni abbiamo una storia da custodire, ma anche nuove frontiere da esplorare. Davanti a noi si aprono altre opportunità di cambiare in meglio la vita delle persone e di interpretare l’anima dei territori, secondo lo spirito del tempo. Nel nostro futuro si respira già aria di cantiere.

1908

110 YEARS IN BUILDING INNOVATION 2018

Speciale patrono 2018  

Scopri il programma della Festa del Patrono di Carpi

Speciale patrono 2018  

Scopri il programma della Festa del Patrono di Carpi

Advertisement