Page 1

y a d h t r i B y p p a H

Stagione di teatro e danza di bellARTe Novembre 2016 – maggio 2017


TedacA’ e Il Mulino di Amleto Due compagnie che viaggiano insieme Tedacà, con un’esperienza di quindici anni nella produzione e organizzazione, fonda i suoi principi sull’accessibilità dell’arte performativa e sull’espressione dell’umano in tutte le sue difficoltà, contraddizioni e capacità. Il Mulino di Amleto, fondata da attori della Scuola del Teatro Stabile di Torino, è instancabile nella sua ricerca di un teatro in cui i “Classici” siano affrontati come testi contemporanei e i “Contemporanei” come testi classici. Due compagnie che dal 2015 camminano insieme in un percorso fondato sulla condivisione e compenetrazione di conoscenze, pratiche, risorse, forze, intelligenze, professionalità e potenzialità. Nella ricerca di un “bello che deve ancora venire”. Still Alive.

10 anni di bellARTE un luogo dove far crescere la creativita’

Il teatro che ospita questa ricchissima stagione teatrale è anche: • una scuola con corsi di teatro, danza, canto e musica per bambini, ragazzi, giovani e adulti. • una sala espositiva dove vedere mostre e partecipare a dibattiti, eventi culturali e incontri informali. • un punto ristoro dove mangiare e bere in compagnia • uno spazio polivalente dove si possono affittare le sale per feste ed eventi. Vieni a trovarci su www.tedaca.it


hday Stagione di teatro e danza t r i py B p di bellARTE Novembre 2016 - maggio 2017 a H Il teatro bellARTE quest’anno compie dieci anni…

Happy Birthday! Possiamo pensare a questo “compleanno” come a un traguardo oppure come a uno stimolo. Forse è giusto che sia entrambe le cose! Certamente è un invito ad affrontare con coraggio le grandi sfide che ci aspettano! Creare una stagione teatrale è contemporaneamente un atto di gioia e una presa di responsabilità. E quest’anno, pensare alla nostra stagione, non è stato facile, proprio perché volevamo che bellARTE fosse festeggiata come merita. Ovvero con un compleanno speciale. Con una stagione colma di vita, piena di artisti di grande spessore internazionale, pluripremiati, che hanno voglia di condividere con noi un anno pieno di sorprese, qualità, stimoli, scoperte, rischi e scommesse. Piena di domande e piena di senso. In grado di ospitare, inoltre, anche molte compagnie di talento dei territori a noi più vicini, che utilizzano la sezione Teatro a Km Zero come vetrina dove proporre esperienze e progetti di grande qualità. Perciò vogliamo ringraziare di cuore tutti gli artisti che faranno parte di questo cammino e di questa stagione. Crediamo fermamente che il teatro, oggi, in un tempo dilaniato da fatica e oscurità, possa parlare ancora di più.


Pensiamo che l’arte sia “necessaria”, con la sua capacità rinnovatrice di specchiare, restituire, trasformare e far dibattere il nostro tempo. Per questo vogliamo esplorare diversi linguaggi, dare spazio tanto alla nuova drammaturgia quanto alla riscoperta dei classici, attraverso una nuova veste, e alla danza, che nella sezione Il corpo racconta esprime tutta la sua forza dirompente. Happy Birthday –Il bello deve ancora venire 16-17 è la seconda stagione firmata da Tedacà e Il Mulino di Amleto. Due visioni che cercano di costruire una proposta comune pensata per tutti. Perché a noi non interessa la perfezione. Ricerchiamo la bellezza nell’errare umano, le domande in una terra in cui tutti hanno risposte, il dubbio in un mondo di certezze. E vogliamo raccontare l’amore dove c’è ancora pregiudizio, per questo rinnoviamo la sezione Amor Novo. Non ve lo nascondiamo: siamo orgogliosi della nostra stagione. Del nostro teatro. Del nostro pubblico. Siamo orgogliosi di portare cultura e arte al centro di un luogo e di un territorio che può sembrare lontano dal grande centro metropolitano, ma che in realtà è al centro del cuore delle persone.  La scorsa stagione Il bello deve ancora venire era una promessa; quest’anno sarà un agire quotidiano. D’altronde ci piace pensare che questo titolo non sia uno slogan, ma un luogo dove incontrarci. Ci vediamo a teatro. Simone Schinocca Direttore Artistico Tedacà Marco Lorenzi Direttore Artistico Il Mulino di Amleto


bellARTE compie dieci anni e conferma la sua identità di teatro che ha saputo esprimere uno speciale modo di fare cultura: quello che, senza grandi proclami, lavora ogni giorno con l’ideale di una città e di un Paese più contemporanei, aperti, equi. E con la visione di un’Italia, un Piemonte, la nostra città Torino, disponibile a trasformarsi e a riscoprire il proprio futuro. Il titolo della stagione il bello deve ancora venire diventa così un motto che ha contraddistinto e continua a caratterizzare un cartellone teatrale, quello di Tedacà e de Il Mulino di Amleto, con lo sguardo rivolto in avanti, attento al futuro, ai nuovi talenti e ai linguaggi in evoluzione del teatro e della danza. Un’interessante rassegna che mette al centro la sperimentazione e che coltiva un teatro originale, italiano ed europeo, d’eccellenza. Con un orizzonte culturale che è il nostro, convinti che compito primario di questo Assessorato sia quello di incentivare e favorire la produzione artistica. Antonella Parigi Assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte

Il teatro è voce, corpo, narrazione, storie, sudore, trucco, vite, interazioni, rumore, profondità, risate, diversità, polvere, sospiro, bellezza, alterità, cultura. Il teatro è il luogo dell’incontro, con sé stessi e gli e le altre. Dieci anni sono un traguardo importante, un giro di boa, il momento in cui ci si concede uno sguardo su se stessi prima di alzarlo nuovamente sull’orizzonte. E che risultato questo colpo d’occhio! Una grande stagione teatrale, attraversata dalla danza, l’attenzione all’altro da sé, con un respiro internazionale ma l’attenzione particolare ai progetti locali. Forse, nella foga della virata, mentre il vento ci porta i suoni delle voci che sul palcoscenico si fondono, possiamo concederci un sospiro di soddisfazione. Ma solo un momento, è già il tempo di ripartire, il bello deve ancora arrivare. Auguri bellARTE, auguri Tedacà e Mulino di Amleto. E auguri a tutte e tutti voi che su questa nave arriverete a scoprire nuovi mari e nuove terre. Marco Giusta Assessore alle Politiche Giovanili e alle Pari opportunità della Città di Torino


6 A volte, quando l’Amministrazione si propone di trasformare in realtà un’idea, un concetto, una condivisione d’intenti può fallire, perché sono tante le variabili che ne possono determinare l’insuccesso. La mancanza di volontà, di capacità e anche di perseveranza nell’individuare i soggetti “adatti” può fare la differenza. Non è questo il caso delle ragazze e dei ragazzi dello spazio bellARTE, che nasce e cresce accompagnato da questa Amministrazione che, ormai dieci anni fa, si era dato come obiettivo primario quello di far diventare il Centro di via Bellardi “la casa delle arti e dello spettacolo”, un importante punto di riferimento per il territorio e per la Città, di promozione delle attività giovanili attraverso l’uso delle arti dello spettacolo, di far conoscere e riconoscere Bellarte come risorsa per i giovani della Circoscrizione IV e della Città, di sperimentare all’interno di bellARTE la co-progettazione e la “convivenza” tra pubblico e privato sociale, di realizzare rassegne dedicate alla pluralità dei linguaggi artistici giovanili, di offrire ai giovani una base formativa ed essere strumento di concretizzazione delle competenze da loro apprese, di essere luogo per riflettere e sensibilizzare su tematiche di rilevanza sociale, di raggiungere un riconoscimento non solo come polo di aggregazione giovanile ma anche in ambito culturale. Non era poco e non era facile. Tutti gli obiettivi sono stati non solo raggiunti, ma superati di anno in anno in modo esponenziale. Oggi bellARTE non solo è una realtà concreta integrata perfettamente nel territorio, ma è in grado, grazie all’esperienza acquisita, di essere riconosciuta e apprezzata ben oltre i confini della città. E se pensiamo che il bello deve ancora venire… Claudio Cerrato Presidente Del Consiglio di Circoscrizione IV


7

Nel corso della stagione 2016/2017 Piemonte dal Vivo, Circuito Regionale Multidisciplinare, si propone di sviluppare ulteriormente in termini quantitativi e qualitativi le attività di programmazione, diversificando l’offerta e avviando contestualmente processi di riequilibrio fra i diversi settori. Il progetto artistico si indirizza ancor più verso la multidisciplinarietà, con l’inserimento nei cartelloni di progetti dedicati alla danza, alla musica (classica, ma anche jazz e d’autore), al circo (con CircoInCircuito). La valorizzazione dei giovani e del ricambio generazionale sono divenuti elementi qualificanti, riconoscendone il valore essenziale nel processo di ripensamento del modello di sviluppo del sistema. Testimonianza concreta è il progetto CortoCircuito che intende valorizzare le risorse dei diversi territori (regionali, metropolitani, cittadini) attraverso l’incontro fra istituzioni, comunità e giovani risorse artistiche, unendo l’offerta culturale a una forte valenza sociale. Fondazione Piemonte dal Vivo www.piemontedalvivo.it


8

Biglietteria 10 € (intero) 8 € (ridotto)

(under 30, over 60 tessera Tedacard, disabili, Dora card) Abb 5+1 6 spettacoli a 40 €* ABB 2+1 3 spettacoli a 22 €* (*valido per tutti gli spettacoli del libretto. L’abbonamento non è nominale e sono utilizzabili 2 ingressi a spettacolo.) Spettacolo Due ritr’atti unici (ingresso unico 12 €)

Ogni venerdì di spettacolo, dalle 19.30 apericena nel nostro accogliente punto ristoro.

Novembre 2016 4-6 10-13

Il sentiero dei passi pericolosi

Tedacà

18

Il grande inquisitore

Peter Brook / Bruce Myers

25

LE Rane

Artisti Associati Paolo Trenta

27

#max

Cavallini /Cascino

2-4

Blink

10

Anna cappelli

Compagnia Indigena

11

tacco 15

Bebo Storti / Cattivi Maestri

17

stasera sono in vena

Oscar De Summa / La Corte Ospitale

18

l’autodafé del camminante

Teatro del Loto

2

Dicembre 2016 OffRome-Tedacà

Gennaio 2017 12-14 strani oggi 15 3 20-22 dalla russia con tremore 27 edipus 28 occhi nudi

Tedacà Lady Killer Tedacà Leo Muscato / Eugenio Allegri Chiara Tessiore


Teatro e biglietteria: bellARTE - via Bellardi 116 – Torino

Febbraio 2017

Marzo 2017

3

vedi alla voce alma

Nina’s Drag Queens

11

Lo Stronzo

4

quintetto

TiDA Théâtre Danse

12

BAlentia

10-12

il silenzio delle sardine

Tedacà

16-18

Il misantropo

17

arie di carta

Il Filo di Paglia 24

L’inferno e la fanciulla

Teatro delle Temperie Daniela Paci L’artimista Il Mulino di Amleto Teatro Marenco Tedacá La Corte Ospitale Piccola Compagnia Dammacco

25

Come vivo acciaio

Dramelot

18 19 24

di Gelardi/Castiglione/ la morte di p.p. pasolini Ciccarelli Carla Carucci ogniviensera Alice Umana Aziz El Youssoufi sofaz Sofiane Chalal idroscalo 93

Marzo 2017 3

Hitchcock. A love story

4

a nudo

Teatro dell’Orologio Davide Cùccuru / Santibriganti Teatro

5

Mis-(s)-Education

Francesca Netto

10

Leonce und Lena Anplagghed

Angelo Tronca

Aprile 2017 1 7-9 21

DE REVOLUTIONIBUS sulla miseria del genere umano Servizio favole Now

Prova sul Riccardo III di William Shakespeare

Carullo / Minasi Tedacà Michele Sinisi

maggio 2017 Dal 4

Due Ritr’atti Unici Evento speciale Ospita a casa tua l’ultimo spettacolo della stagione

Anticamera Teatro

Info e prenotazione posti 011 7727867 (H 16.30-19) | info@tedaca.it | www.tedaca.it


Un abbonamento per due stagioni. Un solo abbonamento per due stagioni teatrali: IL BELLO DEVE ANCORA VENIRE e SANTA CULTURA IN VINCOLI. Due teatri insieme per offrire al pubblico maggiori stimoli, sguardi, emozioni, sensazioni e storie. Un’offerta trasversale che permette di scegliere tra il meglio della drammaturgia contemporanea. ABB. 6 SPETTACOLI ............................................48 euro (3 a bellARTE + 3 a San Pietro in Vincoli) ABB. 4 SPETTACOLI ............................................32 euro (2 a bellARTE + 2 a San Pietro in Vincoli) Acquista un abbonamento in biglietteria e componi il tuo calendario personale. Scopri la programmazione di Santa Cultura In Vincoli 16.17 sul sito www.teatriindipendenti.org INFO INFO@TEDACA.IT | 0117727867 (H 16.30-19) BELLARTE VIA BELLARDI 116, TORINO INFO@TEATRIINDIPENDENTI.ORG | 0115217099 SAN PIETRO IN VINCOLI ZONA TEATRO VIA SAN PIETRO IN VINCOLI 28, TORINO


11

In collaborazione con

priM ASSoluA TA NU produOVA Z ne TedAcio À 4-6 / 10-13 noveMBre H 21

Il Sentiero dei Passi Pericolosi di Michel Bouchard Regia di Simone Schinocca Con Mauro Parrinello, Andrea Fazzari, Matteo Sintucci Traduzione di Francesca Moccagatta | Musiche Maurizio Lobina (Eiffel 65) (Michel Marc Bouchard è rappresentato in Italia dall’agenzia Althéa / Edtions Théatrales Paris)

In un bosco tre fratelli: Carl, il più giovane con aspirazioni piccolo borghesi, Ambroise, gallerista omosessuale, e Victor, il più misterioso. Li conosciamo nel giorno delle nozze di Carl, quando hanno un incidente mentre cercano di raggiungere il luogo della cerimonia. Si ritrovano invece in un non-luogo, dove mentre aspettano i soccorsi sono costretti a parlarsi. Tornano con violenza alla luce episodi del loro passato. Tre fratelli, tre esistenze nate per essere vicine che si rivelano tragicamente sconosciute.


12

In collaborazione con

18 novembre H 21

IL GRANDE INQUISITORE da I Fratelli Karamazov di F.Dostoevskij Adattamento di Marie-Hélène Estienne Regia di Peter Brook / Con Bruce Myers (Gran Bretagna) Versione originale (inglese) con sottotitoli in italiano

Bene, male e libero arbitrio in un monologo ironico e beffardo, a tratti minaccioso e suadente. Il trasformismo di Bruce Myers, e la sinergia di lunga durata con Peter Brook, costruiscono un allestimento che rende il pensiero di Fedor Dostoevskij assolutamente contemporaneo, descrivendo un mondo che ha confuso la concezione della misericordia con il potere dell’autorità. A bellARTE due maestri del linguaggio teatrale con un’opera rappresentata a Torino in prima cittadina.


13

25 novembre h 21

Rane Regia Susanna Gianandrea Con Arianna Vagnoni, Nadia Ferrante, Maria Teresa Cavalli, Lorenzo Audisio, Antonella De Bonis, Rosy Trischitta, Gian Pietro Craveri, Arianna Contursi, Barbara Nepote Artisti Associati Paolo Trenta

WX to Even Speciale

wx

per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

Tre domande percorrono le storie dello spettacolo e tutte hanno a che fare con l’idea di libertà, o meglio con la distanza dalla gabbia – imposta o autoimposta - che ci imprigiona. Le storie arrivano da lontano: dalla tradizione orale delle fiabe, ma anche dalla loro codificazione in forma scritta e dai percorsi già battuti da altre donne come: Angela Carter, Anne Sexton, Emma Donoghue, Danielle Wood, Marcela Serrano, June Jordan, Abigail Haworth.


14

27 noveMBre H 21

#max2 Con Elena Cascino e Giulio Maria Cavallini Adattamento da Claire Dowie di Carlo Alberto Cravino Regia Giulio Maria Cavallini Costumi Anna Canale

Un ragazzo e una ragazza rievocano la propria vita in comune nei tempi non lontani degli studi. Lui è gay, lei bisessuale. Lui aspira a un successo economico e sociale di stampo borghese, lei è scatenata in una personale guerra contro il sistema e le sue categorizzazioni. Il loro rapporto “danza” in uno spazio vuoto, con un vorticoso gioco di scambi di ruolo, mascheramenti e rivelazioni. Tra riso e pianto, ironia e dolore, urli e sussurri.


2-4 diceMBre H 21

Blink

15

AnTe

priMA

nAZio

nAle

di Phil Porter

Traduzione Francesca Montanino | Con Celeste Gugliandolo e Matteo Sintucci Scene e costumi Maria Mineo | Regia Mauro Parrinello OffRome e Tedacà in collaborazione con Teatro Libero di Palermo Blink è la storia d’amore di Jonah e Sophie. Una storia normale. A parte che Jonah è fuggito da una severa comunità presbiteriana con il gruzzolo di sterline lasciato dalla madre e con una reflex, filtro obbligato che usa per guardare il mondo. A parte che Sophie dopo la morte del padre, e un licenziamento inaspettato, ha l’ossessione di diventare invisibile. Blink è la storia, ironica e originale, di due solitudini e del loro tentativo di incontrarsi e di difendersi dal mondo reale.


16 10 dicembre h 21

Anna Cappelli di Annibale Ruccello Regia Annamaria Troisi Con Annamaria Troisi e la partecipazione di Giacomo Troianiello Compagnia Indigena

Anna Cappelli è una donna che prova a essere felice in una una realtà che si mostra totalmente diversa dalle sue aspettative. Lascia la famiglia per lavorare in una città che nasconde, però, tutte le superstizioni e i pregiudizi di un piccolo paese di provincia. Si innamora di un ragioniere che per lei rappresenta sicurezza, protezione e stabilità – valori a cui non intende rinunciare – fino a macchiarsi di un necessario quanto disperato “atto d’amore”.


17 11 dicembre H 21

Tacco 15, non sarai piu’ sola Testo e regia di Bebo Storti Con Bebo Storti e Francesca Giacardi Montaggio video Francesca Pesce Compagnia Cattivi Maestri (Savona)

Gianna è brillante, simpatica, divertente, affascinante. Eppure il suo sorriso nasconde qualcosa e il suo passato viene svelato con parole fitte e taglienti come lame. In scena con lei un uomo avvolto nel mistero. Lo spettacolo non è un giallo, un horror o un’opera sulle donne: è tutto questo messo insieme. Diretto e interpretato da Bebo Storti, volto televisivo (“Mai Dire Gol”), attore di teatro e cinema (“Nirvana” di Gabriele Salvatore; “Il capitale umano” di Paolo Virzì).


18

In collaborazione con

17 diceMBre H 21

Stasera sono in vena Di e con Oscar De Summa Produzione La Corte Ospitale in collaborazione con Armunia - Festival Inequilibrio (Reggio Emilia) Finalista ai “Premi UBU 2015” come migliore novità italiana e “Rete Critica 2015” come miglior spettacolo. Testo vincitore del premio Cassino Off | Premio Hystrio-Anct 2016 a Oscar De Summa

Uno spettacolo ironico e amaro in cui l’artista racconta la sua adolescenza in Puglia negli anni Ottanta, ovvero quando si è formata la Sacra Corona Unita, organizzazione che ha allargato i suoi settori di investimento perché ha scoperto che il disagio umano è una delle cose che più rendono sul mercato. Si sorride dall’inizio alla fine, tranne per alcune fratture che interrompono la narrazione, quando si ricorda, per esempio, che la cocaina genera più introiti di alcune nazioni come Spagna e Italia.


In collaborazione con

19

18 diceMBre H 21

L’Autodafe’ del camminante Regia e drammaturgia di Stefano Sabelli Con Diego Florio Produzione Il teatro del Loto (Ferrazzano - Campobasso)

L’opera si ispira al caso giudiziario che sconvolse gli Stati Uniti nel 1912, quando il poeta e sindacalista italo-americano Arturo Giovannitti fu promotore del grande sciopero tessile “The Bread & Roses Strike” e fu ingiustamente accusato di essere il mandante dell’omicidio di un’operaia tessile. Chiuso in gabbia, in un palco diventato prigione, Giovannitti espone ai giudici della Court Hous di Salem il suo straordinario appello alla giuria.


DA 45 ANNI PIZZA AL PADELLINO E FARINATA Pizza al mattone • Pizza senza glutine • Pizza integrale WX O SCONT % 0 1 L DE OLORO C I T T U T R E P RANNO ESENTE CHE PR IGLIETTO IL B COLO SPETTA DELLO

Pizzeria Ristorante da MICHI Via San Donato, 38 - Torino Tel. +39 011 473 2408 | E-mail info@ristorantepizzeriadamichi.it www.ristorantepizzeriadamichi.it | Facebook pizzeriaristorantedamichi


21 12-14 GennAio H 21

Strani Oggi Ideazione e drammaturgia Simone Schinocca e Livio Taddeo Con Valentina Aicardi, Francesca Cassottana, Andrea Fazzari, Federico Giani e Mauro Parrinello Regia Simone Schinocca | Assistente alla regia Claudia Cotza Musiche e arrangiamenti di Giorgio Lobina (Eiffel 65) e Giorgio Mirto

Uno spettacolo nato da cinquanta interviste a persone che vivono e provengono da ogni parte del mondo per riflettere sul desiderio di costruirsi altrove un futuro che in patria sembra impossibile. Senza muri né confini. Le storie di cinque giovani amici s’intrecciano in una dimensione onirica e reale. Dopo aver girato l’Italia, torna a “casa” lo spettacolo di Tedacà esordito nella scorsa stagione del Teatro Stabile di Torino.


22 15 GennAio H 21

3 Di e con Chiara "Babì" Fasano, Elisa "Pinklady" Terrone, Giulia "Cugi" Zingariello Lady Killer Direzione artistica Giulia Zingariello

3 parole chiave: diritti, libertà e identità. 3 affermazioni gridate col linguaggio del corpo: "Sono una donna, sono un'artista e ho qualcosa da dire". 3 è il debutto teatrale nella stagione di bellARTE delle Lady Killer, realtà torinese, tutta al femminile, attiva all'interno del panorama Hip Hop nazionale e internazionale da più di 10 anni. Un percorso tra rivendicazioni, espressione di sé e riflessioni sulla propria immagine, raccontato con il linguaggio contemporaneo della street dance.


23 20-22 GennAio H 21

Dalla Russia con tremore Adattamento testo e regia Giuseppe Cigno Coreografie Valeria Pugliese Con Alessia Arrigo, Ilaria Battezzati, Valter Bernardini, Erminio De Piccoli, Federica Festa, Iliana Giammusso, Livio Mottura, Marco Musarella, Giulia Olivieri, Mara Parisi, Rowena Rancoita

Kulyenchikev, fine ‘800. Attirati da un bizzarro annuncio, il volenteroso insegnante Leon e sua sorella Tania giungono in questa città, abitata da stravaganti personaggi che conducono la propria esistenza senza il supporto della minima scintilla di intelletto. Quale infelice mistero affligge gli abitanti di questo sperduto villaggio della Russia? Una favola comica liberamente tratta dalla commedia “Fools” di Neil Simon.


In collaborazione con

27 gennaio H 21

Edipus di Giovanni Testori Regia di Leo Muscato | Con Eugenio Allegri (Roma / San Remo) Disegno luci Alessandro Verazzi | Scene e costumi Barbara Bessi

In un grammelot che miscela lombardo, francesismi e latinismi, il capocomico vuole mettere in scena una rappresentazione di Edipo in un teatro di provincia, ma viene abbandonato da tutti gli attori della compagnia. Si decide quindi a ricoprire tutti i ruoli, confondendo il piano del racconto con quello della sua disastrata vicenda autobiografica. Rilettura di un classico con gli occhi del contemporaneo, in un progetto dove Allegri viene diretto per la prima volta da Leo Muscato.


25 28 gennaio H 21

OCCHI NUDI Ritratto di una modella che ha imparato a dipingere se stessa. Uno spettacolo di e con Chiara Tessiore Associazione Baba Jaga

La stella di Montmartre. La donna che incantò i più grandi pittori della Parigi bohémienne. La modella passata dall’altra parte della tela che iniziò a dipingere per spogliarsi dalle immagini che gli altri le avevano dipinto addosso. Suzanne Valadon racconta la sua storia al figlio (che diverrà il grande pittore Maurice Utrillo) per mostrargli come l’Arte sia un veleno che ammala per far guarire dalla vita.


26

In collaborazione con

3 FeBBrAio H 21

Vedi alla voce alma Drammaturgia e interpretazione Lorenzo Piccolo Regia Alessio Calciolari Uno spettacolo di Nina’s Drag Queens (Milano) nell’ambito della residenza artistica Fuori Zona Officina LachesiLAB NEXT – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo, edizione 2016-2017 Produzione Aparte – Ali per l’Arte Co-produzione Danae Festival con il sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto Funder35

Una donna – che donna non è – divisa tra l’amore e il disamore, la tragedia e la farsa, tra le grandi muse e le piccole massaie. Tenuta in vita dal filo sottile del suo telefono. Monologo per drag queen solista che incarna due donne: una mediocre e distrutta, l’altra vittoriosa ed eccezionale. Ma sono diverse sfumature di una stessa persona che vive la tragedia di un mondo non pensato per creature di sesso femminile.


www.qbags.it


28

In collaborazione con

4 febbraio H 21

QUINTETTO Regia, messinscena, coreografia e interpretazione Marco Chenevier Foto Alex Brenner Produzione TiDA Théâtre Danse (Valle d’Aosta) con il sostegno del MIBACT Ministero dei beni e delle attività culturali e dell’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione Valle d’Aosta Spettacolo vincitore di: • 1° Premio per la Danza Contemporanea al “Sarajevo Winter Festival 2013”; • 1° Premio al “Be Festival 2015” di Birmingham; • 2° classificato al “Next Generation Festival 2013” di Padova; • 2° Premio del pubblico al “Mess Festival 2015” di Sarajevo;

Il 5 nell’esoterismo è il numero che simboleggia la vita universale, l’individualità umana, la volontà, l’intelligenza, l’ispirazione e il genio. Esso indica che l’ascensione verso una condizione superiore è possibile. Cinque sono i sensi, le dita della mano, la base decimale matematica, le punte della stella. Si tratta di una cifra dell’uomo, a cui gli uomini hanno attribuito significati trascendentali fin dalla notte dei tempi. Ma oggi c’è la crisi.


10-12 FeBBrAio H 21

Il silenzio delle sardine Liberamente tratto dalla commedia “Noises Off ” di Michael Frayn Adattamento testo e regia Giuseppe Cigno Con Rachele Bernardi Gra, Mauro Biondillo, Paolo Fiore, Marco Formichella, Marta Grosso, Maria Illuminata Lo Preiato, Elisa Mancini, Anna Laura Sforza, Giulia Vescovo

La prova generale dello spettacolo "Nothing On", del regista Lloyd Fellowes, sembra preludere a un disastro annunciato, vista l’ingovernabile compagnia teatrale che lo deve rappresentare. Tra varie interruzioni, errori, fughe, isterie, gelosie, intemperanze, litigi e riappacificazioni, finalmente la commedia va in scena e comincia la tournée. Ma quello che succede sul palco non è niente rispetto a quello che avviene dietro le quinte...


30

In collaborazione con

17 FeBBrAio H 21

Arie di Carta

10 Aprile | H 21.15

Interpreti e coreografie Maria Carpaneto, Ivana Petito Immagini video Marco Maccaferri, Andrea Canepari Drammaturgia musicale di Maria Carpaneto Produzione Il Filo di Paglia e Fondazione Campania dei Festival con il sostegno di CIMD e Quelli di Grock (Milano) Spettacolo vincitore Premio Produzione ”E45 Napoli Fringe Festival 2015”

Due curiosi personaggi senza tempo, una sottile vena ironica e un passaggio continuo di stati d’animo. Una relazione che come aria traversa tutte le epoche storiche, tutte le età della vita, tutti i di e con Daniele Ronco e Jacopo Trebbi generi e tutte le modalità dell’essere. Queste due con Costanza M. Frola, Francesca Ruiz, Federico Morello creature si accompagnano per farsi coraggio ed Mulino ad Arte esaltarsi a vicenda, si incontrano ora nella giocosa gioia dell’incontro, oraJona, sfinite dalle della reIl bidello ipovedente Nino salva dall’incursione della polizia lo studente teppistacatene pluriripetente lazione. pièce diff attuale vestita abiti con un passato nel tennis che presagiva grandi successi. DueUna esistenze erentie siantica, ritrovano cosìinfaccia vintage in un ambientazione retrò. a faccia nella stanza di una scuola…

Dropshot


31

18 FeBBrAio H 21

In collaborazione con

IDROSCALO 93 la morte di Pier Paolo Pasolini Progetto “Petrolio” diretto da Mario Martone Drammaturgia di Mario Gelardi Con Ivan Castiglione e Riccardo Ciccarelli (Napoli)

Lo spettacolo racconta, in maniera chiara e diretta, le importanti vicende che ruotano attorno alla morte di Pier Paolo Pasolini, rappresentando inoltre il suo mondo artistico, grazie a una messa in scena che impiega l’asciuttezza del teatro di narrazione con un registro fantastico e grottesco. In scena Ivan Castiglione, premio “Golden Graal” come migliore attore protagonista per lo spettacolo teatrale “Gomorra”.


CITYTELLING DAL TEATRO ALLA CITTÀ

CITYTELLING è un esperimento completamente nuovo di racconto della città, incentrato sull’invisibile, sulle relazioni, sul tempo e sulle trasformazioni dei luoghi, sulle tante voci e visioni dei cittadini che li abitano e li vivono. La condivisione di racconti e ricordi associati ai luoghi della città e innescati dall’esperienza del teatro e dagli spettacoli di bellARTE sarà realizzata tramite FirstLife, un social network civico che si modella e si trasforma grazie alla collaborazione di tutti coloro che partecipano al percorso di creazione e sperimentazione della piattaforma web. PARTECIPA a citytelling raccontando la tua storia su:

www.tedaca.firstlife.org Progetto FirstLife Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino


33

19 FeBBrAio H 21

ogniviensera Di e con Carla Carucci Testo originale Alice Umana Regia Carla Carucci Drammaturgia di Carla Carucci e Alice Umana Foto di scena Dino Jasarevic

Un abito di nozze infinito. Una sarta. Un lutto complicato. Il buio universale di un dolore. Una favola nera, delicata e tragica, cinica e grottesca. Un mondo surreale, fatto di carne e stoffa, che parla solamente in versi. Nascosta nel proprio laboratorio di sartoria, Lisetta cuce e ricuce, solitaria eppure non realmente sola: gradualmente tessuti e altri oggetti di scena si animano, dando voce ai fantasmi interiori che la tormentano.


34

In collaborazione con

24 FeBBrAio H 21

SOFAZ Coreografia e interpretazione Aziz El Youssoufi e Sofiane Chalal Musiche di Aziz El Idrissi / Produzione L’Embardée (Francia)

Il territorio si conosce, si difende, si inventa e reinventa. È un luogo dove mettere radici e cuore della propria identità. Questo spettacolo racconta, con il linguaggio della street dance, come due personaggi diametralmente opposti trovino una nuova identità nella condivisione dello spazio; un percorso che mostra, attraverso l’evoluzione del loro rapporto, il rischio ma anche il bisogno della diversità.

priMA

nAle

nAZio


In collaborazione con

3 MArZo H 21

Hitchcock. A Love Story Drammaturgia Fabio Morgan Regia Leonardo Ferrari Carissimi Con Anna Favella e Massimo Odierna Uno spettacolo di Ck Teatro | Palmaproduzione Progetto Goldstein (Roma)

Due ragazzi col sogno di diventare attori si incontrano durante il provino per uno spettacolo teatrale dedicato alla filmografia del maestro del brivido, Alfred Hitchcock. La vicenda si muove attraverso le fitte trame di “Caccia al ladro”, “Intrigo internazionale”, “Vertigo”, “Il delitto perfetto”, “Psycho”, “La finestra sul cortile” e “Gli uccelli”, sviluppando l’azione scenica in un divertente alternarsi tra la vita privata dei due protagonisti e la storia, sul palco, dei personaggi che interpretano.

35


36 SABATo 4 MArZo H 21

A.Nudo Suggestioni da “Brokeback Mountain” di A.Proulx Di e con Davide Cùccuru Collaborazione alla messa in scena Maurizio Bàbuin Santibriganti Teatro

Pablo e Abel. La storia di un grande, vero amore. Ostacolato, osteggiato dalla grettezza di forze esterne o timori personali inconsci. Il pregiudizio si annida nell’ignoranza, nella grande città e nel piccolo borgo, ma se la salvezza sta nella remissione, a che vale? Meglio un cuore che vive, qui e ora, rispetto al logorio del rimpianto. Un monologo sedimentato, cesellato, nato dall’urgenza di raccontare una vicenda toccante ed emblematica.


37 Foto di Giorgio Sottile

5 MArZo H 21

MIS-(S)-EDUCATION Di e con Francesca Netto

priMA

nAZio

nAle

È l'ora del doposcuola. Entra una professoressa svitata che introduce una lezione fuori programma. Il tema: la vita. Ne parla come di un grande mare da attraversare e chiede ai suoi alunni come si preparino ogni giorno a questo viaggio, poi elargisce citazioni e tenta invettive per stimolare i suoi studenti. Ma il suo è un pensiero difficile da riassumere, è un flusso intimo e personale su crescita, coerenza e diritti della persona e alla libertà.


38 10 marzo h 21

Leonce und Lena Anplagghed Regia Angelo Maria Tronca | Aiuto Regia Salvatore Agli | Dramaturg Marco Lorenzi Con Cecilia Bozzolini, Valeria Camici, Paola Caterina D’Arienzo, Nicola Marchitiello, Angelo Maria Tronca

Una commedia che ha in sé tutto il teatro moderno: il tema della morte e dell’esistenza, nessuna azione, se non quella puramente mentale, e personaggi che sembrano quasi delle marionette. Ma anche una favola dove si ritrova del dolore celato da un sorriso beffardo, rivolto dritto in faccia all’uomo, alla sua stoltezza e alla sua incoscienza.


St.Martin. Un pub scozzese nel cuore di Torino. Con due ampi piani e una sala fumatori vi aspettiamo per assaggiare un po' di buona birra (Tennent's, Guinness, Greenberger), ma anche per stuzzicare le nostre specialità . Ti aspettiamo in un ambiente raffinato dove è sempre piacevole rilassarsi. corso san Martino 0/b a torino aperto sette giorni su sette, dalle 19 alle 3. tel. 0115691762


40

In collaborazione con

Prima

nale

regio

11 marzo H 21

Lo stronzo Di e con Andrea Lupo Produzione Teatro delle Temperie (Bologna) La sera del 10° anniversario di matrimonio si trasforma in una catastrofe. Dopo quel gesto l’uomo si trova ad affrontare il suo lato più violento e incapace; un percorso che lo porterà a comprendere di quanta violenza possa essere capace il mondo maschile, anche senza volerlo, in ogni aspetto di ogni sua relazione. Fra ridicoli luoghi comuni e sincere riflessioni, “lo stronzo” tenterà di capire qualcosa di più del suo essere maschio, uomo ed essere umano.


41

In collaborazione con

12 marzo h 21

Balentia Da un'idea di Daniela Paci Musica Hector Zazou, Stefano Bollani, canti sardi. Compagnia L'artimista

Storie ispirate alla tendenza del corpo a reagire. Due quadri danzati: si inizia dalla Sardegna e dai suoi pastori, con la loro camminata frenetica come a simulare una corsa sui sassi appuntiti del Supramonte, e si termina con le fiabe italiane, come quella di mamma pinguino che va in giro a raccogliere e ricucire i pezzi del suo cucciolo. Il filo conduttore è il coraggio; il risultato è una danza cruda, piena di una oscura felicità e di un disperato bisogno di non farsi sopraffare.

Prima

Nazio

nale


42

In collaborazione con

16-18 marzo h 21

IL MISANTROPO di Molière Regia e adattamento di Marco Lorenzi Con Fabio Bisogni, Roberta Calia, Yuri D’Agostino, Andrea Fazzari, Federico Manfredi, Barbara Mazzi, Raffaele Musella Produzione Il Mulino di Amleto, Teatro Marenco, Tedacá in collaborazione con La Corte Ospitale

Nei secoli si è detto di tutto sul Misantropo: disadattato sociale, antieroe novecentesco, rivoluzionario anticonformista o scemo del villaggio. Eppure, la vicenda di Alceste e del suo sforzo intransigente di andare oltre l’apparenza ci riconnette con il valore umano della comprensione. In questo allestimento, Il Mulino di Amleto scatena la sua creatività intensa per svelare tutta la contemporaneità di un grande classico, quasi a dire che in teatro le regole esistono solo per essere infrante.


43 24 marzo h 21

L’inferno e la fanciulla Con Serena Balivo Ideazione e drammaturgia Mariano Dammacco, Serena Balivo Regia Mariano Dammacco Piccola Compagnia Dammacco Primo studio vincitore del Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro Spettacolo Selezione In Box Blu 2016

In scena una surreale bambina (la fanciulla) conduce gli spettatori in un suo personale viaggio all’inferno, un viaggio alla ricerca di una propria dimensione di adulto. Gli spettatori assistono al confronto della fanciulla con le aspettative e le speranze riguardo la sua vita, con le difficoltà e le delusioni legate agli altri. Infine, lo spettacolo svelerà qual è il vero inferno sulla terra vissuto dalla protagonista. I linguaggi sono quelli dell’allegoria e dell’umorismo.


45 25 marzo h 21

COME VIVO ACCIAIO Di e con Andrea Bosca ed Elisa Galvagno Consulenza scenografie Franco Galvagno Realizzazione scenografie Ditta Re Gianfranco Costumi Catherine Chanoux Prodotto da Dramelot con il sostegno della Provincia di Asti e della C.R. Asti e il patrocinio dell'Associazione Unesco

L’opera coglie la forza di “Una Questione Privata” di Fenoglio e lo tradisce in piena fedeltà. Un amore ferito, testardo, ostinato a sopravvivere, ancora vivo quando tutto si fa nebbia e fango sulle colline violentate dalla guerra. Un amore che non cede alla disperazione. La storia di Milton diviene partitura per due attori, ricerca privata che vede i lati maschile e femminile del medesimo individuo intrecciarsi, alternarsi e rincorrersi scambiandosi di ruolo.


46

In collaborazione con

1 aprile h 21

DE REVOLUTIONIBUS Sulla miseria del genere umano Di e con Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi (Messina) Spettacolo vincitore di “Teatri del Sacro 2015” In scena due attori con un carro di Tespi. Sono personaggi di due “Operette Morali” che giocano, in una partitura raffinata di gesti e parole, per portare amare e ironiche riflessioni sulla nullità del genere umano.  Passeggiando con Leopardi, il pubblico si disperde in scenari che danno largo all’immaginazione, scivolando nella finestra di un “oltre” che ci può rendere partecipi rivoluzionari del sentimento del “Sublime”.

Prima

nale

regio


47 7 -8 aprile h 21 9 aprile h 16.30

Servizio Favole Regia Simone Schinocca Con Valentina Aicardi, Francesca Cassottana, Giulia Guida, Valentina Renna Musiche Rocco Di Bisceglie e Isabella Derosa Produzione Tedacà

È stato istituito il Servizio Favole: il nostro call-center porterà i bambini a scoprire un mondo strampalato che, attraverso le parole di Gianni Rodari, mette in luce con divertimento le incongruenze dei grandi. Sulla scena quattro performer daranno vita a personaggi colorati, con coreografie, canzoni e poesie, per giocare con le parole e far riflettere sulla quotidianità. E quindi: “Se sei soddisfatto del Servizio Favole e vuoi continuare ad ascoltare nuovi racconti: premi il tasto 1”.

Prima

Nazio

nale


48

In collaborazione con

21 aprile h 21

NOW Prova sul Riccardo III di William Shakespeare Di e con Michele Sinisi Scritto con Francesco M. Asselta Voce off Peter Speedwell Progettofarsa – Elsinor (Bari)

Un lavoro costruito sul monologo inziale di Riccardo III, dove annuncia cosa farà e per quali motivazioni. La cattiveria con cui il protagonista invade il dramma è generata dalla vita, dalle aspettative che essa tradisce e dai sogni che non gli permette di realizzare. Le sottrazioni dell’animo di Riccardo sono specchio di una condizione contemporanea. Lo spettacolo non racconta questa storia ma la fa vedere, fino a comprendere il testo in scena più di quanto sul foglio non si possa fare.


Chiudi la stagione a casa tua. Due Ritr’atti Unici è la storia di una donna e un uomo che si raccontano, che osservano il mondo e vengono osservati. È uno spettacolo di prosa d’appartamento: non va in scena in teatro ma in una casa, in una stanza, davanti a un pubblico di massimo 20-25 persone. Chiamaci se vuoi ospitare lo spettacolo: casa tua diventerà uno dei luoghi di chiusura della stagione happy birthday Il bello deve ancora venire 16-17.

Dal 4 maggio Due Ritr’atti Unici di e con Chiara Cardea e Marco Monfredini Anticamera Teatro 12 euro prenotazione obbligatoria orario da concordare


WX GASTRONOMIA Gastronomia pronta, fresca e ripiena con acciughe al verde, antipasto piemontese, langaroli, plin, gnocchi e tanti altri prodotti di qualità.

Baby Spesa FAMIGLIA

9,00 euro al Kg

PREZZO AL KG VALIDO SOLO ACQUISTANDO TUTTO IL PACCHETTO BABY SPESA

Mini Spesa FAMIGLIA

Spesa FAMIGLIA

8,00 euro al Kg

7,00 euro al Kg

PREZZO AL KG VALIDO SOLO ACQUISTANDO TUTTO IL PACCHETTO MINI SPESA

PREZZO AL KG VALIDO SOLO ACQUISTANDO TUTTO IL PACCHETTO SPESA

F.lli Steri – Strada Courgnè 119, Mappano di Caselle (To) Tel 011 99 68 194 / Cell. 338 11 71 869 / e-mail: steri.macelleria@gmail.com Lunedì – Sabato 8.00/12.30 – 16.00/19.15 / Chiuso Mercoledì pomeriggio


Voglia di creatività. BELLARTE è sala danza, teatro e punto ristoro. Utilizzala per prove, spettacoli, eventi e feste. TEDACÀ propone a Torino anche corsi di teatro, musical, canto, musica (chitarra, violino, basso, contrabbasso, pianoforte, batteria) e danza (danza classica, moderna, afro, hip hop, tip tap, lindy hop, baby dance). MAGGIORI INFO SU WWW.TEDACA.IT | INFO@TEDACA.IT | 011 7727867 BELLARTE – VIA BELLARDI 116, TORINO


SE L

partner

35 ER

NATO FUN D IO EZ

W

W

5. W. F UNDER3

IT

con il contributo di

Alla stampa del libretto hanno collaborato

via c. capelli 75, Torino Tel. 0117933600 Cell. 3341938963

Gli amici della stagione

Profile for Tedacà

Happy birthday - Il bello deve ancora venire 16-17  

Per il decimo compleanno del Teatro bellARTE di Torino, un condensato di storie che stimolano, incuriosiscono, contaminano e innescano dubbi...

Happy birthday - Il bello deve ancora venire 16-17  

Per il decimo compleanno del Teatro bellARTE di Torino, un condensato di storie che stimolano, incuriosiscono, contaminano e innescano dubbi...

Profile for tedaca
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded