Issuu on Google+

Estate 2008

Anno I, numero 2

Nuova vita per San Remigio Dopo anni di abbandono finalmente un auspicato rilancio sta per arrivare in questa struttura tardo-medioevale. L’edificazione dell’ex monastero di San Remigio risale infatti a tempi antichissimi: costruito dai monaci benedettini di Santa Maria di Castiglione, era già esistente nel 1143. Durante il Medioevo l’abbazia ha rivestito un ruolo molto importante per le comunità che le gravitavano intorno. In seguito divenne sede parrocchiale di Cadepiaggio fino alla metà del secolo scorso, quando venne costruita

la nuova chiesa. L’edificio di San Remigio fu poi sconsacrato e venduto dalla Curia al Comune di Parodi Ligure. Nel corso degli anni questa antica struttura benedettina si è in gran parte deteriorata e solo

gli oggetti più preziosi quadri, marmi, arredi sono stati portati nella nuova chiesa di Cadepiaggio. L’idea di riqualificare la struttura è allo studio da tempo, ma per l’attuazione di un restauro era necessario avere a disposizione ingenti quantità di denaro. Finalmente nel 2006 il progetto “La Porta dell’Oltregiogo” presentato dal Comune di Parodi Ligure ha trovato il sostegno della Regione Piemonte

che ha approvato un contributo di circa 297 mila euro. Oltre al completo restauro dell’edificio , il progetto prevede la creazione di un polo culturale dove ospitare mostre ed altri eventi e creare spazi per attività in collaborazione con la facoltà di architettura dell’Università di Genova. Il Comune di Parodi contribuirà al progetto per circa il 30% della spesa, una cifra comunque molto grande per un Comune piccolo come il nostro. Entro l’estate è previsto l’avvio dei lavori. Dario B.

18 agosto: ritorna il G.R.EST. ! Anche quest’estate ritorna il GREST (Gruppo Ragazzi Estate) a Tramontana, un’iniziativa che vede la partecipazione entusiasta dei più giovani

membri della comunità: sono invitati a partecipare tutti i bambini ed i ragazzi dai 6 ai 13 anni. Allora che aspettate? Il GREST rappresenta non solo un momento di di-

vertimento e gioco, ma anche un’occasione importante per socializzare e trascorrere insieme delle giornate indimenticabili all’insegna della Regola d’Oro: “Fa’ agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te.” Il GREST si svolgerà, dal 18 al 23 agosto: 6 giorni di divertimento tra giochi, attività di gruppo, balli e la preparazione di un piccolo

spettacolo teatrale che sarà messo in scena l’ultimo giorno. La giornata comincerà alle ore 9.30 con l’accoglienza da parte degli animatori (tra i quali troverete anche alcuni membri della nostra redazione) e terminerà alle ore 18. A pranzo gusteremo le specialità preparate appositamente dai nostri chef Camillo e Carla. Mi raccomando: non mancate! Vi aspettiamo numerosi! Chiara B.


PAGINA 2

PATATRAC

Il nostro Sindaco racconta … Abbiamo intervistato il sindaco di Parodi Ligure, Ferruccio Repetto, che si è offerto di raggiungerci in redazione per rispondere alle nostre domande. Si è dimostrato molto disponibile e aperto e ci ha messe a nostro agio sin dall’inizio.

Nome: Ferruccio Cognome: Repetto Professione: Operaio in una ditta di gestione dell’acqua Famiglia: Sposato con Beatrice, due figli, Ivan ed Erika Mandato: dal 2004

Cosa l’ha spinta a candidarsi? Il motivo che mi ha spinto a candidarmi è stato il fatto che l’ex sindaco non poteva più ricandidarsi in quanto era terminato il suo secondo mandato. Io ero vicesindaco e avevo una certa esperienza in questo campo. Cosa ne pensa della sua comunità? Non mi posso lamentare della mia comunità

INSIEME PER IRINGA Anche quest'estate, Michele Tranquilli, tornerà come volontario in Tanzania. Al suo ritorno ci aggiornerà sugli sviluppi del progetto del polo artigianale, realizzato anche grazie al vostro contributo. Alcune cifre: Nel 2007/2008 abbiamo raccolto: Dalle parrocchie di Cadepiaggio, Parodi e Tramontana: 1286 euro Bambini del catechismo: 130 euro Gruppo ragazzi, due tombolate: 320 euro TOTALE COMPLESSIVO: 1736 euro

Grazie a tutti!

giacché non ha mai creato grosse e gravi problematiche. L’unico problema che si può riscontrare all’interno del comune è la divisione di questo in più parti poiché abitando in una di queste, Tramontana, le altre frazioni mi vedono di meno. Questo frazionamento comporta delle difficoltà nella gestione del comune? Questa condizione ha comportato il fatto che le esigenze sono da moltiplicare per tre, anzi per quattro, dal momento che Cadimassa si può considerare a tutti gli effetti una frazione. Vi sono poche risorse ed una popolazione poco numerosa su un vasto territorio. Quali sono le sue priorità? Molto lavoro e molta cura sono stati impiegati nella casa di riposo “Gli Olmi” presso Parodi. Essa impegna metà del bilancio comunale. Un altro fattore la viabilità: cerchiamo infatti, di mantenere le strade sempre in ordine e pulite. Un punto che ritengo molto importante sono, inoltre, le scuole: vi è un buon servizio di trasporto gratis con un pulmino che si cura di prelevare i bambini direttamente sotto casa e di portarli a scuola. E’offerto anche un servizio di trasporto che li accompagna presso la piscina di Novi Ligure. Non ci prefiggiamo grandissime opere, anche se è stato possibile portarne a termine alcune, ma ci occupiamo

prevalentemente del quotidiano della gente, cercando di non aumentare le tasse in quanto vi sono già quelle statali a gravare sul bilancio familiare. Nel nostro comune i giovani sono presenti in numero esiguo, ha intenzione di fare qualcosa di nuovo per favorirne l’afflusso? Quello dei giovani è un problema difficile e complesso. E’ sempre più diffuso, purtroppo, all’interno dei piccoli comuni il fenomeno dello spopolamento giovanile dovuto soprattutto alla ricerca di lavoro e al fatto che i nostri sono paesi “scomodi”, lontani anche dai grandi centri. Riguardo a questa problematica più che fare qualcosa si può parlare di un augurio dal momento che si tratta di un discorso ciclico che varia a seconda dei periodi e che dipende da vari fattori quali le compagnie, le amicizie, le tendenze… Negli ultimi anni, però, abbiamo riscontrato una piccola inversione di tendenza poiché alcuni ragazzi rimangono legati al loro paese. Un’altra difficoltà è costituita dalla presenza di numerose seconde case destinate alla villeggiatura estiva e lasciate vuote nel restante corso dell’anno, le quali limitano la disponibilità di case libere e quindi l’afflusso di nuove persone. Ci auguriamo che questo possa cambiare. Noemi G. e Francesca D.


PAGINA 3

PATATRAC

Il viaggio a Lourdes Quest’anno ricorre il 150° anno dalle apparizioni di Maria a Lourdes (1858), e il 100° anno dal primo pellegrinaggio dei parodesi: andarono in treno, e portarono a casa le statue della Madonna e di S. Bernardetta, da allora collocate nella chiesa di Parodi. Per ricordare questi importanti anniversari, un gruppo di parodesi ha partecipato al Pellegrinaggio diocesano presieduto dal card. Bagnasco, Arcivescovo di Genova, dal 15 al 19 giugno. Chiara Bagnasco, che ha partecipato al pellegrinaggio con la madre, Margherita, ci ha raccontato la sua esperienza. Il viaggio Per raggiungere Lourdes abbiamo viaggiato in pullman, un giorno e mezzo, pernottando a

Montpellier. All’arrivo, appena scesa dal pullman, ho notato la grandissima statua della Madonna eretta su una colonna che, con quelle braccia aperte, sembra accogliere tutti i pellegrini, forse anche in segno di conforto. Dietro ad essa vi sono due basiliche, la Madonna del Rosario e l’Immacolata Concezione. Da un lato della piazza scorre il fiume Gave, dalle acque silenti e tranquille, che dona pace a chi lo osserva. L’amore per i poveri Nel pomeriggio siamo andati in visita alla Cité Secours, fondata dal Monsignore Rodhain secondo il desidero di S. Bernadetta, una struttura per accogliere i pellegrini più bisognosi, gestita esclusivamente da persone del volontariato di tutto il mondo. La Santa Messa è stata

I MESTIERINI Ormai da due anni, sette ragazze, in occasione de “La Festa dei Mestieri Antichi”, che si tiene a Parodi, organizzano una recita alla quale partecipano tutti i bambini del paese. Questa rappresentazione è tratta eclusivamente dalla loro fantasia e riesce ad appassionare e a coinvolgere per due sere molti visitatori e compaesani di tutte le età. Vi aspettiamo a Parodi, la sera del 2 e 3 agosto! Camilla G.

celebrata dove una volta si trovava l’ovile, ripristinato per poter svolgere la funzione. Le celebrazioni Al terzo giorno abbiamo partecipato alla via Crucis, sotto un’acqua battente, lungo un percorso su una collina. Nel pomeriggio è stata celebrata la Santa Messa nella Basilica Madonna del Rosario e alla sera la processione Mariana con le fiaccole. Alla grotta Il quarto giorno, di primo mattino, mia mamma, io ed altre due persone ci siamo recate alla Grotta che si trova alla destra della Basilica dell’Immacolata Concezione. Non so se a parole riesco a descrivere quello che realmente ho provato trovandomi in questo luogo. Un’impressione viva nel pregare, perché mi sembrava di percepire un dialogo con la Madonna stessa e una commozione nel sentire sotto le mie mani queste pietre così lucide e lisce, che mi hanno fatto pensare a quanti milioni di altre persone, in 150 anni, hanno provato il mio stesso sentimento. Stare seduta su quella panchina a pregare ha fatto sì che il tempo volasse in un attimo.

Con persone da tutto il mondo In seguito abbiamo partecipato alla Santa Messa Internazionale nella Basilica sotterranea di San Pio X. Entrare in questo luogo dove vi erano persone di molteplici culture, lingue e colori mi ha fatto pensare che tutto il mondo fosse qui. Una cosa mi ha rattristato molto, vedere intorno all’altare il dolore di alcune persone disperate che si recano in questo luogo per trovare la speranza. L’ultimo giorno è stata celebrata la Santa Messa nella Grotta, dopo di che siamo partiti per tornare a casa. Io non so se tornerò mai più in questo luogo, ma so che ho provato un’infinità di emozioni e di sensazioni difficili da dimenticare. Questa piccola ma grande città dove tutti si recano per un po’ di speranza ha lasciato in me un ricordo bellissimo che auguro di provare ad ogni singola persona. Giulia B.


PAGINA 4

PATATRAC

Un’ estate di feste nei nostri paesi! Parodi Ligure

Festa dei Mestieri Antichi

Sabato 2, Domenica 3 agosto

Cadepiaggio

San Lorenzo

Domenica 10 agosto

Parodi Ligure

San Rocco

Sabato 16 agosto

Tramontana

Sagra dei ceci

da Giovedì 14 a Domenica 17 agosto

Tramontana

GREST

da Lunedì 18 a Sabato 23 agosto

Parodi Ligure

Festa della Confraternita

Domenica 24 agosto

Tramontana

Natività di Maria

Lunedì 8 settembre

Test - Hai il pollice verde ? 1) Quando l’erba del prato è alta: 4) Al momento del raccolto: a) la calpesti a) raccogli dove capita b) chiedi a tua moglie di tab) raccogli i frutti più vicini gliarla c) scegli i frutti più maturi c) te ne occupi tu 2) Per la semina: 5) Come ti comporti a tavola? a) attendi la giornata più vena) non ti piacciono le vertosa dell’anno, così le sedure menze si spargono da sole b) compri ortaggi al superb) semini quando hai tempo mercato c) semini seguendo il lunario c) mangi solo i prodotti del 3) Per l’irrigazione: tuo orto a) le piante non hanno bisogno di acqua b) “forse domani pioverà” c) mantieni sempre umido il terreno delle tue piante

MAGGIORANZA DI “a”: Pollice Nero. Il tuo interesse per la floricoltura ed il giardinaggio è scarso; dovrai impegnarti di più se vorrai avere un orto che non assomigli ad una giungla. MAGGIORANZA DI “b”: Pollice Giallo. Il tuo interesse per la natura è abbastanza sviluppato; devi avere più fiducia nelle tue capacità e migliorerai. MAGGIORANZA DI “c”: Pollice Verde. Conosci tutti i segreti per permettere alle tue piante di crescere in modo rigoglioso. Camilla G.

Il gioco - Sudoku 5

4

2 6

8

2

5

9 3

1 6

1

2

4

7

3

2

9

5

1

3

1

7

6

8

4 8

3

2

4

4 9

2 4

1 9

6

5

Il gioco consiste nel riempire i quadrati con i numeri da 1 a 9 e disporli in modo tale che in ogni riga, in ogni colonna e in ogni riquadro si presentino tutte le cifre non ripetute più volte.

Sara C.

Anno 1, n. 2

estate 2008

A questo numero hanno collaborato: Giulia Bagnasco, Dario Balestrero, Chiara Bassano, Sara Calcagno, Francesca Dolcino, Camilla Giannoni, Noemi Gualco


Patatrac. 2008, n.2, estate