Page 263

cò l'abbraccio del figlio, e depose le armi splendenti sotto la quercia che stava di fronte (VIII, 608-616). Allora, Enea ammira l'elmo e si sofferma a contemplare lo scudo sul quale il dio Vulcano aveva inciso la prefigurazione degli avvenimenti futuri della storia romana fino alla rappresentazione del trionfo che l'imperatore Augusto, discendente di Enea, celebrerà in Roma dal 13 al 15 Agosto del 29 a.C. Sta qui peraltro l’origine del nostro Ferragosto. Su questa data, Virgilio fa cadere dunque, oltre alla festa di Vertumnus, una seconda coincidenza implicita. Egli immagina non solo che Enea, nel giorno della festa del dio, sia tornato a Còrito (oggi Tarquinia) ed ivi incoronato capo degli Etruschi, ma che in quella stessa occasione, e proprio a Còrito (oggi Tarquinia), dove aveva avuto inizio la stirpe di Augusto, l’eroe avesse contemplato, incisa sul proprio scudo, la scena del trionfo che il suo discendente celebrerà il 13 Agosto di undici secoli dopo. Lo stesso imperatore, di certo, non aveva scelto a caso il giorno del proprio trionfo. Enea è stupito. Non comprende il senso delle scene che ammira; ma quando poi, dice il poeta, l'eroe imbraccia lo scudo e se lo impone sulle spalle, egli assume su di sé, consapevole o meno, la gloria e il destino dei suoi discendenti romani691. Còrito-Corneto (oggi Tarquinia) assume qui il ruolo di matrice etrusco-troiana dell'impero di Roma; e si comprende come il ritorno di Enea nel seno di questa “antica madre” possa essere stato segnato, proprio nel cielo del Palatino di Roma, dai prodigi annunciatori di una nuova epoca storica. 7) VENERE GUIDA ENEA. Varrone (116-27 a.C.), che scrisse prima di Virgilio (70-19 a.C.), narrò che la dea Venere, sotto forma di stella aveva di volta in volta guidato il cammino di Enea da Troia fino a Lavinio, nel Lazio, dove poi era sparita per far capire al figlio che lì doveva stabilirsi692. Dal canto suo, Virgilio narra che, durante la distruzione di Troia, Venere, nell’aspetto di madre, si presentò ad Enea per invitarlo a raccogliere i Troiani superstiti e guidarli alla volta d’una nuova patria, poi assunse l'aspetto di stella. In seguito, durante le vicende dell'Eneide, Venere non si mostrerà più al figlio nel suo aspetto di madre. Enea potrà rivederla come tale ed abbracciarla solo dopo esser rientrato in seno alla ”antica madre” etrusca della stirpe, vale a dire a Còrito (oggi Tarquinia); e sarà per l’ultima volta. Evidentemente, Virgilio recepì una tradizione più antica di quella di Varrone, dove Venere aveva guidato i Troiani fino a Còrito (oggi Tarquinia). In proposito, ha qualche significato uno specchio etrusco del III sec. a. C. trovato a Tarquinia (f. 66 a p. 145)693. Dietro lo specchio è graffita la scena dell'Iliade nella quale Venere salva Enea che sta per morire in un duello con Diomede694. Nell'Eneide, Virgilio fa dire a Giove che, in quella circostanza, egli aveva permesso che Venere salvasse Enea solo perché destinato a guidare i Troiani verso l’Italia695. E’ dunque verosimile che gli Etruschi conoscessero questa tradizione prima di Virgilio. M. J. Gagé si chiedeva perplesso perché mai il poeta avesse preferito un luogo qualsiasi dell'Etruria per consegnare ad Enea le armi fatali. Sarebbero stati più idonei alla gloria di Roma, dice Gagé, il colle Palatino o la spiaggia di Laurento696. Il fatto è che Gagé, ingannato dalla falsa traduzione di Annibal Caro (vd. p. 242), ritenne che Enea non fosse mai arrivato a Còrito. Ma se si rimane fedeli al testo latino e si 691

Virgilio, op. cit., VIII, 731. Servio Danielino, Ad Verg. Aen., I, 382. 693 Lexicon Iconographicum Mitologiae Classicae, s.v. Aineias, nr. 43. 694 La stessa scena è raffigurata pure su un vaso vulcente del V sec.a.C. 695 Verg. , op. cit., IV, 227-234. 696 M.J.Gagé, Enea, Faunus et le culte de Silvan "pelasge" à propos de quelques traditions de l'Etrurie Méridionale, in Mélanges d'Archéologie et d'Histoire, Parigi, 1961, pp. 80-81. 692

263

Profile for Alberto Palmucci

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Profile for tarquinia
Advertisement