Page 26

uno specchio miceneo di XIII-XI sec. a.C.33 Questo specchio è formato da due pezzi ricomposti: il manico ed il disco. Il manico ha le caratteristiche di quelli egei, mentre il disco potrebbe essere di origine anatolica. I due pezzi furono uniti durante la seconda metà dell’XI sec., e deposti, a Tarquinia, dentro una tomba dei primi anni dell’età del primo Ferro (f. 11 H). I frammenti trovati dal Toti sulle alture di Alllumiere, e lo specchio rinvenuto nella tomba di Tarquinia potrebbero essere indicativi di una certa continuità fra la cultura orientale e quella dei protoetruschi che abitavano nel bacino idromontano del Mignone. Come abbiamo già detto, il nome di Curitu (Còrito di Tarquinia?) si trova peraltro scritto nei testi delle cosiddette Tavolette micenee (vd. p. 23) fra quello dei luoghi con i quali i Micenei avevano contatti. In alcune Tavolette si parla, poi, dell’acquisto di allume (vd. pp.22-23). Essi venivano forse a procurarselo sui colli di Allumiere dov’esso abbondava. Fig. 11 - Reperti Micenei nella valle del Mignone

F. 11- Reperti micenei dalla valle del Mignone A – E: reperti micenei da Luni sul Mignone (XIV –XI sec. a.C.); F: reperto miceneo da S. Giovenale; G: reperto miceneo da Monte Rovello (1150-1100 a.C.); H: specchio miceneo da Tarquinia (XIII-XI sec. a.C.); I: fittile protoetrusco con linee dipinte, di influenza micenea, da Monte Elceto.

Dal canto loro, Micene ed altre città della Grecia e delle isole Egee presentano reperti archeologici che testimoniano la presenza di maestranze venute dall'occidente34. Renato Peroni ha ritenuto possibile che alcuni micenei, ai loro ritorni dall’Italia in patria, abbiano indotto una parte di indigeni a seguirli sulla rotta verso oriente: col tempo questo movimento potrebbe aver assunto le dimensioni d’una migrazione35. Peroni ha sostenuto che non si trattava di semplici individui o di piccoli gruppi, ma di gruppi più ampi trasferitisi dall’Occidente all’E33

Vedi n.10. th th A. M. Mietti Sestieri, The Metal Industry of Contineltal Italy (13 to 11 Century b.C.) and its Connections with the Aegean, “Proceedings of the Prehistoric Society”, 39, 1973, p. 383, ss. 35 R. Peroni, Presenze micenee e forme socioeconomiche nell’Italia protostorica, in Magna Grecia e mondo miceneo (Atti del XXII convegno di studi sulla Magna Grecia), Taranto 1982, Napoli 1983, p. 212 sg. 34

26

Profile for Alberto Palmucci

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Profile for tarquinia
Advertisement