Page 192

Fig. 75 - La “barca-cicogna”.

Costoro, dunque, potrebbero esser scesi repentinamente, senza tracce apparenti, fino a Tarquinia (Corito), attratti dai metalli dei monti di Allumiere e Tolfa, e dalla possibilità di incontri non solo coi loro parenti sbarcati a Tarquinia, ma pure coi profughi Troiani e coi mercanti micenei che da secoli frequentavano la valle del Mignone. Da qui poi la cultura dei “campi d’urne”, arricchita d’elementi greci e troiani, si sarebbe diffusa in tutta la regione, compresa la settentrionale che loro stessi avevano velocemente attraversato. Sul piano mitostorico esistono, infatti, due tradizioni. Una dice che i “Tessali (Pelasgi) fonda192

Profile for Alberto Palmucci

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Profile for tarquinia
Advertisement