Page 188

5). TEGEA-CORITO E L’ETRURIA MERIDIONALE Nel commento di Probo alle Georgiche di Virgilio si dice che Tegea è una città dell’Arcadia, ma “esiste nella Tuscia una città omonima fondata dagli esuli Arcadi” 512. Evidentemente, in Etruria, c’era, oppure si credeva che ci fosse o che ci fosse stata, una città alla quale veniva attribuito quel nome. Se teniamo presente che la tradizione, sostenuta anche dall’etrusco Avieno, diceva che i Pelasgi dall’Arcadia erano andati a stanziarsi nell’Etruria meridionale, possiamo ipotizzare che qui fosse, o si immaginasse che fosse, la città di Tegea. Noi sappiamo, infine, che si diceva che Tarconte, il fondatore di Tarquinia, fosse figlio di Telefo, e che Telefo a sua volta fosse figlio di Còrito o Corinto re di Còrito o Corinto di Tegea. Ora, Tarquinia si trova in quella stessa Etruria meridionale dove si diceva che fossero venuti i Pelasgi dell'Arcadia, e vi avessero fondato Tegea. Noi possiamo dunque pensare che il nome di questa sconosciuta etrusca città di Tegea sia stata una variante erudita con la quale alcuni potevano riferirsi a quella stessa città che Virgilio chiamò Còrito o Corinto, e che la tradizione identificò con Corneto (oggi Tarquinia). Emilio Peruzzi sostiene, infatti (non so però con quanta ragione), che il nome di Tagete, col quale i Greci chiamarono il divino Tarchies, nato nell’agro tarquiniese, derivi da “Tegeate” 513 che in questo caso verrebbe a significare “colui che è nato a Tegea Còrito”. 6). LA MIGRAZIONE DA LEMNO ED IMBRO Riassumiamo ora schematicamente le principali antiche tradizioni in merito ai rapporti fra i Tirreni Pelasgi e le isole di Lemno ed Imbro. • • • •

Mirsilo di Lesbo: I Tirreni migrano dall’Italia ad Atene dove vien dato loro il nome di Pelargi (= cicogne) o Pelasgi. Ecateo ed Erodoto: I Pelasgi migrano ad Atene; ma, scacciati vanno ad abitare le isole di Lemno ed Imbro. Tucidide: I Pelasgi di Atene, Lemno ed Imbro sono Tirreni. Filocoro, Conone, Plutarco: I Pelasgi di Atene, Lemno ed Imbro sono Tirreni.

Anticlide (III sec. a.C.) poi disse: Alcuni di quei Pelasgi che per primi colonizzarono Lemno, vennero in Etruria assieme ai Lidi di Tirreno (in Strabone, Geografia, V, 2,4). Ora, poiché esistevano tradizioni più antiche (V sec. a.C.) del tempo di Anticlide (III sec. a.C.), secondo le quali i Pelasgi di Lemno erano Tirreni nella loro origine, noi possiamo configurare la loro venuta in Italia come un ritorno alle origini. In questo caso, poi, la venuta (o ritorno) in Italia dei Tirreni Pelasgi di Lemno assieme ai Lidi di Tirreno ci richiama l’altra tradizione secondo cui i Tirreni dalla Tessaglia (che era terra di Pelasgi) si spostarono nella Lidia e dalla Lidia vennero in Italia (vd. p. 173). 512

Probo, Alle Georgiche, I, 16: «Tegea eiusdem oppidum cuius nomine est in Tuscia ad exulibus Arcadiae urbs condida». 513 E. Peruzzi, Mycenaeans in Early Latium, Roma, 1980.

188

Profile for Alberto Palmucci

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Profile for tarquinia
Advertisement