Page 163

Nella necropoli di Tarquinia, poi, gli affreschi della tomba dei Tori (VI sec. a.C.), presentano la fontana di Troia con l’agguato di Achille a Troilo. Gli affreschi della stessa tomba presentano più volte anche figurazioni del toro di tipo maremmano con le corna lunghe. Uno dei tori ha un barbuto volto umano e si scaglia contro una coppia omosessuale (Troilo ed Achille?). Il suo aspetto ricorda quello dell’anatolico Dio della Tempesta (Taru, Tarhui, Tarhunt), raffigurato spesso con aspetto di toro (ff. 3; 4; 5). Il dio era anche il protettore di Ilio Troia; e dal suo nome derivano quelli di Taruisa / *Tarhuisa (Troia), Tarconte e Tarquinia. Particolare interesse riveste un frammento di vaso trovato negli scavi del tempio di Turun (Venere) a Gravisca. Esso reca in Etrusco la dedica a alla dea Turun (Venere) e la firma in greco del dedicante Deliakos. E’ un raro caso, se non l’unico che conosciamo, in cui un greco venera una divinità barbara. Si tenga però presene che Turun (Venere) era il nome etrusco della madre di Enea, e che il dedicante poteva essere un Tirreno o Pelasgio parzialmente ellenizzato delle coste dell’Anatolia o delle isole prospicienti. Costui, venuto a Tarquinia, poteva far doni alla dea etrusca Turun (Venere) perché la riconosceva come una divinità comune a Tarquinia ed alla propria terra. Peraltro, la forma Turun del nome etrusco della dea Venere è presente più volte e solo a Gravisca (il porto di Tarquinia) mentre nel resto d’Etruria (Tarquinia compresa) la forma era Turan. E’ dunque probabile che Turun sia stata la forma originaria del nome di Venere fra i Pelasgi o Tirreni che a quel tempo vivevano ancora nel Mediterraneo orientale e sulle coste dell’Anatolia. Quei Pelasgi o Tirreni, come riferiva Erodoto, parlavano una incomprensibile lingua barbara; e noi oggi sappiamo che quella lingua era simile all’Etrusco. E’ anche possibile che il culto di Turun / Turan sia sta introdotto in Etruria proprio dal Vicino Oriente come 163

Profile for Alberto Palmucci

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Profile for tarquinia
Advertisement