Page 14

the Royal Society: Biological Science. Fig. 3 - Tarquinia. Tomba dei Tori

A Tarquinia, nel porto di Gravisca, è stata ritrovata una buona quantità di resti di Bos taurus di VI sec. a.C.15. Nella necropoli della città, poi, gli affreschi della tomba dei Tori (VI sec. a.C.) presentano scene di ambiente troiano e, più volte, figure di buoi del tipo maremmano con le corna lunghe (f. 3). Uno dei tori, poi, ha un volto umano (f. 4). Ciò ricorda l’aspetto dell’anatolico Dio della Tempesta raffigurato spesso come un toro (f. 5), e variamente detto Tarui, Tarhui, Tarhun e Tarhunt. Egli era il dio protettore di Ilio Troia (vd. pp- 103-104); e dal suo nome derivano sia il nome di Troia (itt. Taruisa/*Tarhuisa) sia i nomi di Tarconte (etr. Tarchun-) e di Tarquinia (etr. Tarhuna; lat. Tarquinia)*. *Virgilio, nell’Eneide, sosteneva l’esistenza d’una mitica ascendenza degli etruschi di Corito (altro nome di Tarquinia) su Troia. Servio (vd. p. 121, ss.) riferiva pure l’esistenza d’una tradizione secondo cui il troiano Corito, figlio di Paride, dopo la fine di Troia, sarebbe venuto in Etruria dove avrebbe rifondato la città di Corito (altro nome di Tarquinia). E’ solo un’ipotesi, ma il nome di Tarquinia potrebbe essere stato vissuto come quello della nuova Troia fondata in Etruria dagli esuli Troiani.

Paolo Ajmone-Marsan ritiene che la somiglianza genetica del Bos taurus etrusco con quello orientale implichi che un popolo sia venuto in massa dall’Oriente in Italia via mare o via terra trasferendo anche i bovini. Però è anche possibile, e forse più verosimile, che gruppi di emigranti siano venuti via mare o via terra senza bovini, e che in un secondo momento ne abbiano importato alcuni esemplari da riproduzione per opportunità commerciale o mossi da qualche morìa di animali. Peraltro, così come la vastità geografica delle somiglianze genetiche con i popoli del bacino sud-orientale del mediterraneo può far supporre un’originaria unità di stirpe, altrettanto può esser per i bovini. 15

F. Colivicchi, Gravisca. I material iminori, con contributo di C. Sorrentino, I reperti osteologici, Bari, 2004, p. 174, ss.

14

Profile for Alberto Palmucci

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Profile for tarquinia
Advertisement