Page 12

ha pubblicato nella sopra citata rivista americana i risultati d’una nuova ricerca14. Fig. 1- Stele di Kaminia

Fig. 1. Stele funeraria da Kaminia nell’isola di Lemno (VII sec. a.C.) scritta in lingua e in alfabeto etruscoidi. Si notino la punteggiatura ed il Sigma (S) a quattro tratti, tipico delle scritture dell’Etruria Meridionale e di Cere in particolare.

L’equipe ha studiato il DNA mitocondriale di trecentoventidue persone toscane abitanti da almeno tre generazioni a Murlo, Volterra e Valle del Casentino, e non imparentate fra di loro. Lo ha poi confrontato con quello di altri quindicimila soggetti di cinquantacinque popolazioni dell’Italia, dell’Europa, dell’Africa settentrionale e del vicino Oriente. Ringrazio Torroni per avermi inviato il testo inglese della pubblicazione. La sua equipe ha riscontrato una connessione fino al 17,5% fra il DNA degli attuali Toscani e quello degli attuali abitanti del vicino Oriente (Turchia, Giordania e Siria), delle coste dell’Africa del nord e delle isole Egee (Lemno e Rodi). L’arco delle somiglianze genetiche con il bacino del Mediterraneo orientale e meridionale è così vasto da permetterci di contemplare la possibilità di un’originaria unità di stirpe. Ma poiché gli storici antichi raccontano di varie reciproche migrazioni avvenute fra l’Etruria, le isole Egee e le regioni dell’Anatolia (oggi Turchia) quali la Troade, la Misia e la Lidia, possiamo anche considerare la possibilità che all’interno di quella unità si siano verificati vari e reciproci spostamenti di gente. Bisognerà quindi confrontare le scoperte dei genetisti con le antiche fonti storiche e i documenti linguistici ed archeologici. 14

A. Achilli e altri, Mitochondrial DNA Variation of Modern Tuscans Supports the Near Estern Origin of Etruscans, “American Journal of Human Genetics”, 8 aprile, 2007, pp.759-768.

12

Profile for Alberto Palmucci

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Dna etruschi e troia di alberto palmucci  

Profile for tarquinia
Advertisement