Page 1

Tam Tam in Città aut. trib. Ravenna n° 1410 del 04/06/2014

#9

Tutto quanto fa gola!

RICETTARIO

A spasso per funghi

Buon Gusto consiglia:

Dentro ci trovi la guida alle sagre di Romagna e agli eventi di Cervia


SOMMARIO pag. 2 A spasso per funghi pag. 5 Soufflè di zucca e formaggio pag. 7 Risotto al melograno pag. 9 Coniglio con vino e uva pag. 11 Frtutta & verdura di stagione pag. 13 Fagioli gratinati al forno pag. 15 Minestrone fai da te pag. 17 Crostata di fichi e mascarpone pag. 21 Pasta con funghi, panna e castegne pag. 23 Aforismi pag. 27 Carote glassate al miele pag. 31 Le giuggiole, un frutto da riscoprire pag. 32 Sagre in Romagna pag. 35 Crema di barbabietole rosse pag. 37 Uova strapazzate con porri pag. 39 Astri e fornelli pag. 43 Vellutata di fave pag. 45 Seppie con piselli pag. 47 Pesto di zucchine pag. 49 Timballo di riso e borraggine pag. 51 Tortino di indivia e salsiccia pag. 53 Zuppa di mais con gamberi pag. 55 Pasta con cavolo nero

SUPPLEMENTO A TAM TAM IN CITTA’ N° 1 ANNO V SETTEMBRE 2018 Proprietario Tv Spot Italia sas Via E. Pazzi, 103 Ravenna. Editore MAD srl Viale Brava, 3 - 47922 Rimini Direttore responsabile Righi Rita. Contatti: info@tvspotitalia.it / tel. 0544 202248 Commerciale: tel. 349 8094260 Stampa: GE.GRAF s.r.l. Bertinoro (FC) Progetto grafico: Carlo Maceroni - www.carmace.it Seguiteci su Facebook Buon Gusto free press 1


A SPASSO PER FUNGHI

L’autunno è la stagione ideale per andare in giro tra i boschi in cerca di funghi da portare sulle nostre tavole. Il problema però è come distinguere i funghi commestibili tra le innumerevoli varietà che esistono in natura, alcune delle quali gravemente tossiche? Nel dubbio, e nell’imperizia, è sempre meglio acquistarli in negozio. Infatti, nei mercati e ormai anche nei supermercati, i funghi commestibili sono controllati e certificati, quindi sicuri e pronti per finire sui nostri fornelli. Sono circa una decina i funghi commestibili, particolarmente apprezzati in cucina. Tra questi, il Porcino, il re dei funghi commestibili, il più pregiato e il più utilizzato in cucina, soprattutto crudo in insalata, con scaglie di

Grana Padano, oppure trifolati, sott’olio, e nel sugo di pomodoro per la pasta oppure in strepitosi risotti. .Il fungo Porcino si compone di tubuli che vanno da bianco a giallastro, facilmente separabili dal cappello, ha gambi che vanno da 5 a 20 cm di altezza per un diametro che può oscillare dai 2 agli 8 cm. Il gambo del porcino è grosso e robusto, leggermente assottigliato all’apice. La sua carne è bianca, compatta e soda, e l’odore inconfondibile. Altre varietà di funghi commestibili, molto apprezzati in cucina sono i Prataioli, dalle lamelle libere, sottili e con sfumature che vanno dal rosa al bruno, fino a diventare nere verso l’estremità finale; mentre il gambo è robusto e pieno, di colore biancastro 2


sono i Prataioli, dalle lamelle libere, sottili e con sfumature che vanno dal rosa al bruno, fino a diventare nere verso l’estremità finale; mentre il gambo è robusto e pieno, di colore biancastro e liscio. Si usano in insalata, nella pasta e nei contorni per carni bianche. Ci sono poi i Pioppini, di colore che varia dal bianco al tabacco e con un gambo affusolato. Sono perfetti con tutti i tipi di carne oppure in abbinamento con la polenta. Più amarognolo invece il sapore dei funghi Chiodini, di un colore che vira dal bianco al giallognolo, ottimi trifolati o sott’olio. Un contorno ideale per l’autunno, specie se in abbinamento con lo speck o con la polenta, è quello che si può preparare con i funghi Gallinacci o Finferli, dal profumo fruttato e con un sapore dolce e aggraziato.

L’autunno è la stagione ideale per andare in giro tra i boschi in cerca di funghi da portare sulle nostre tavole. Il problema però è come distinguere i funghi commestibili tra le innumerevoli varietà che esistono in natura, alcune delle quali gravemente tossiche? Nel dubbio, e nell’imperizia, è sempre meglio acquistarli in negozio. Infatti, nei mercati e ormai anche nei supermercati, i funghi commestibili sono controllati e certificati, quindi sicuri e pronti per finire sui nostri fornelli. Sono circa una decina i funghi commestibili, particolarmente apprezzati in cucina. Tra questi, il Porcino, il re dei funghi commestibili, il più pregiato e il più utilizzato in cucina, soprattutto crudo in insalata, con scaglie di Grana Padano, oppure trifolati, sott’olio, e nel sugo di pomodoro per la pasta oppure in strepitosi risotti. .Il fungo Porcino si compone di tubuli che vanno da bianco a giallastro, facilmente separabili dal cappello, ha gambi che vanno da 5 a 20 cm di altezza per un diametro che può oscillare dai 2 agli 8 cm. Il gambo del porcino è grosso e robusto, leggermente assottigliato all’apice. La sua carne è bianca, compatta e soda, e l’odore inconfondibile. Altre varietà di funghi commestibili, molto apprezzati in cucina 3


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Soufflé di zucca e formaggio

Ingredienti (per 6 persone) 500 gr di zucca 150 gr di formaggio Asiago 60 gr di burro 3 uova 250 ml di latte intero 50 gr di parmigiano 60 gr di farina Olio extravergine, pepe e cannella Procedimento: Mondate e tagliate la zucca e infornatela a 170°C per circa 30 minuti. Lasciatela raffreddare e frullatela al mixer con un filo d’olio. Preparate la besciamella facendo sciogliere in un pentolino a fuoco basso 50 g di burro con 50 g di farina, aggiungete il latte e cuocete per circa 15 minuti continuando a mescolare. Quando il composto si è addensato, insaporite con sale, pepe e un pizzico di cannella. Aggiungete alla besciamella i tuorli, il formaggio a dadini, il parmigiano grattugiato e la purea di zucca e mescolate fino ad ottenere una consistenza omogenea. Unite anche gli albumi montati a neve amalgamandoli. Riempite per 3/4 uno stampo da forno imburrato e infarinato e infornate in forno preriscaldato a 175°C per circa 20 minuti. 5


RICETTA

DIFFICOLTĂ€

Risotto al melograno

Ingredienti (per 2 persone) 180 gr di riso carnaroli 2 lt di brodo vegetale 1 melograno 80 gr. di robiola 1/2 cipolla bianca 1/2 bicchiere di vino bianco o rosso 2 noci di burro sale, pepe, parmigiano Procedimento: Preparate un brodo vegetale, aprite la melagrana e mettete tutti i chicchi in una ciotolina. Prendete il passaverdure e passate i chicchi di melograno per estrarne il succo. Tenete il succo del melograno da parte, in una padella o casseruola, soffriggete il trito di cipolla, aggiungete il riso e tostatelo per un paio di minuti. Aggiungete il vino e lasciate sfumare l’alcol. Aggiungete 2 mestoli di brodo vegetale, salate e lasciate cuocere il risotto a fiamma media. Aggiungete brodo caldo ogni volta che si asciuga. A metà cottura, aggiungete il succo di melograno e proseguite con la cottura. A cottura ultimata, aggiungete il burro, 2 cucchiai di parmigiano e la robiola. 7


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Coniglio con uva e vino in padella

Ingredienti 1 coniglio già tagliato a pezzi 2 scalogni medi 500 ml di vino bianco secco 2 grappoli di uva bianca piuttosto grandi 1 cucchiaio di amido di mais 1 limone 25 gr di burro, sale, pepe e noce moscata Procedimento: Fai soffriggere lo scalogno con il burro, aggiungi i pezzi di coniglio girandolo spesso. Bagna tutto col vino bianco e regola con il sale, il pepe e la noce moscata. Fai cucinare per un’oretta a fuoco dolce mettendo un coperchio. Spremi il limone e nel succo ottenuto fai sciogliere la maizena aggiungendo uno o due cucchiai di acqua. Aggiungi, 10 minuti prima che sia ultimata la cottura, questa miscela nella pentola col coniglio insieme agli acini dell’uva tolti dal grappolo. 9


Mangiare seguendo i ritmi della natura è importante, consumare frutta e verdura di stagione ci aiuta a stare lontani da conservanti e cibi decongelati! Ecco il perchè di questa guida

OTTOBRE Zucca, castagna, tartufo bianco e nero, ravanello, sedano rapa, cavolo verza, basilico, arancia, zucchina, broccolo, fungo, carciofo, kiwi, cavolfiore, pomodoro, topinambur, melagrana, fico, uva da tavola, melanzana, fico d’ India, cachi, melone, prezzemolo, cime di rapa, cavolini di Bruxelles, cavolo romanesco, mandarino, rucola, fagiolo. NOVEMBRE Zucca, castagna, tartufo bianco e nero, ravanello, sedano rapa, cavolo verza, cardo, radicchio, fungo, carciofo, topinambur, cavolfiore, cime di rapa, kiwi, broccolo, clementina, fagiolo, melagrana, pompelmo, cavolini di Bruxelles, uva da tavola. DICEMBRE Zucca, tartufo bianco e nero, cavolfiore, cardo, radicchio, cavolini di Bruxelles, cime di rapa, topinambur, sedano rapa, broccolo romanesco, ravanello, cavolo verza, castagna, broccolo, carciofo, kiwi, melone invernale, uva da tavola, melagrana, mandarino, cachi, arancia, pompelmo, clementina. TUTTO L’ANNO Mele, pere, limoni, frutta in guscio, carote, indivia, cicoria, bietole, spinaci, nocchi, aglio bianco e rosso, scalogno, cipolla, porro, patate, sedano, legumi secchi, cavolo cappuccio, lattuga. 11


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Fagioli gratinati al forno

Ingredienti 400 gr di fagioli borlotti freschi 300 ml di birra chiara 50 grammi di provola o edamer 1 cipolla, 1 costa di sedano, 2 carote medie 2 foglie di alloro olio extravergine, sale Procedimento: Sgrana i fagioli, mettili in una pentola di coccio coprili con dell’acqua, porta a ebollizione e cuocili per 20 minuti con una foglia di alloro. Scola i fagioli , lava tutte le verdure, fai a pezzi il sedano, le carote e la cipolla. Mettili nella pentola di coccio precedentemente sciacquata e falli soffriggere con metà olio e un cucchiaio di acqua. Unisci i fagioli e la birra. Fai riprendere il bollore e poi regola di sale. Prosegui senza coperchio a fuoco basso per una mezz’oretta scarsa. Passa la pentola di coccio nel forno azionato a mo’ di grill dopo aver abbondantemente cosparso di formaggio la superficie. Fai gratinare molto bene e servi subito dopo il fondersi del formaggio.. 13


I consigli di

MINESTRONE “FAI DA TE” Oggi il minestrone si può comprare surgelato, facile e veloce da cuocere in pentola, ma in questo modo non solo si perdono molte delle vitamine contenute nelle verdure, ma si perde anche l’occasione di preparare un minestrone di stagione. Senza contare che il tempo impiegato a prepararlo non è poi così lungo ed è tutto speso bene. A partire dalla scelta delle verdure (per 4 persone): una cipolla, 2 carote, due coste di sedano, 3 foglie di bietola, 200 gr. di spinaci, 100 gr. piselli, 100 gr. di fagiolini, 100gr. di fagioli, 2 patate, 1 zucchina, 2 pomodori tondi; olio extravergine, sale q.b. Per cominciare si lavano bene le verdure sotto l’acqua corrente e si tagliano a cubetti piccoli e a listarelle grossolane a seconda del tipo di verdura (i pomodori vanno privati dei semi, piselli e fagioli vanno sgranati). La cipolla va invece tritata finemente e fatta leggermente soffriggere in pentola con un filo d’olio. Poi si aggiungono le tutte le altre ver-

dure e l’acqua fredda quanto basta a coprirle. Lasciamo cuocere a fuoco vivace fino a quando si giunge a bollore, dopodiché si sala e si abbassa la fiamma continuando la cottura per un’altra mezzora. Quando tutte le verdure sono cotte se ne possono passare una parte col passaverdure in modo da rendere più cremoso il minestrone, che va servito ancora caldo con un filo d’olio e, volendo, una spolverata di parmigiano.

15


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Crostata di fichi e mascarpone

Ingredienti 500 gr di farina, 250g di burro 200 gr di zucchero a velo 4 tuorli d’uova, 200 gr di mascarpone 8 fichi (circa 500 gr), 30 gr di mandorle a filetti 200 ml di vino bianco dolce tipo Moscato Procedimento: Preparate la pasta frolla mettendo nel mixer la farina setacciata, il sale e il burro fino ad ottenere un composto farinoso. Versatelo in una terrina e aggiungete lo zucchero al velo setacciato aggiungete i tuorli e la scorza del limone, amalgamate il tutto fino ad ottenere un panetto compatto e sistematelo in frigo per almeno 30 minuti, dopodichè stendetelo con il mattarello nello spessore di 3-5 mm e rivestiteci una teglia imburrata e infarinata. Fate cuocere per 25 minuti a 180°C. Poi sfornate e fate raffreddare. Pulite i fichi e cuoceteli con il vino in un pentolino per 5 minuti. Togliete dal fuoco, scolate i fichi. In una ciotola mettete il mascarpone, la panna, il tuorlo, lo zucchero , la cannella e lavorate questa crema che andrete a distribuite dentro la crostata. Aggiungete i fichi, decorate con le mandorle e servite. 17


COMUNICAZIONE COMMERCIALE

UN BREAK SFIZIOSO AL KONNUBIO CAFÉ

Un tipico caffè nel cuore della Bassa Romagna, da assaporare in un ambiente vagamente minimal, con sedute e poltrone vintage, e pareti decorate con carta da parati fatta con i ritagli di giornale. Tutto questo è il Konnubio Café in centro a Lugo, in via Foro Boario 4/2, dove anche una veloce pausa pranzo rischia di trasformarsi in una delizia per gli occhi e per il palato. Il locale infatti è un invitante contenitore/vetrina in cui scegliere fra dolci “fatti in casa”, brioche classiche con farine speciali e brioche vegane per colazione. A pranzo, invece, primi piatti “artigianali” rivisitati ogni giorno con fantasia e gusto, insalate fredde, hamburger, piadina e panini sempre con farine speciali, perfetti per chi non vuole appesantirsi ed ha sempre i minuti contati; ma chi proprio non ha tempo neppure per una pausa pranzo veloce,

può sempre rifarsi nel tardo pomeriggio e provare un aperitivo diverso dal solito. Con l’arrivo dei primi freddi il momento dell’aperitivo al Konnubio Café sarà a buffet, con un ricco assortimento di stuzzicherie e piatti freddi, da innaffiare con drink e calici di vino provenienti dalle migliori cantine del territorio e non. Nei pomeriggi d’inverno il locale saprà anche trasformarsi in una confortevole Sala da Thé, con una bella selezione di infusi, da accompagnare con dolci e torte tradizionali, ma con una particolare attenzione alle esigenze che si sono andate affermando negli ultimi anni. Via libera, quindi, a prodotti dolciari e salati, realizzati con le farine speciali, come la canapa, il kamut il farro ed il mais, con un occhio di riguardo anche a chi predilige una dieta vegetariana o vegana, e per gli intolleranti al glutine. 19


RICETTA

DIFFICOLTĂ€

Pasta con panna, funghi e castagne

Ingredienti ( x 4 persone) 350 gr di pasta 200 gr di funghi misti una decina di castagne 1 fetta di speck 250 ml di panna 2 cucchiai di parmigiano grattugiato 50 gr di burro Aglio, sale e pepe Procedimento: Fate imbiondire l’aglio nel burro in padella, eliminatelo e fate rosolare i funghi tagliati a fette. Incidete la buccia delle castagne e mettetele nel microonde alla massima potenza per 3 minuti circa, levatele dal forno e privatele della buccia; tagliatele in fette sottili, unitele ai funghi e allo speck tagliato a listarelle, salate, pepate e infine unite la panna. Lessate la pasta, scolatela e fatela saltare con i funghi e le castagne, lasciando ben mantecare aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura. Spolverate con parmigiano e servite calda. 21


AFORISMI Meglio mangiare dietro il leone che accanto allo sciacallo (Daniel Picouly)

La maniera in cui si digerisce decide quasi sempre del nostro modo di pensare. (Voltaire) L’Indigestione si incarica di predicare la morale allo stomaco. (Victor Hugo)

Tutto quel che non si mangia, fa bene alla salute. (Guido Ceronetti) Il mondo ipocrita non vuol dare importanza al mangiare; ma poi non si fa festa, civile o religiosa, che non si distenda la tovaglia e non si cerchi di pappare del meglio. (Artusi)

La gente mangia carne e pensa: diventerò forte come un bue. Dimenticando che il bue mangia l’erba. (Pino Caruso)

Dio fece il cibo, il diavolo il condimento. (James Joyce)

23


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Carote glassate al miele

Ingredienti 3 carote 30 grammi di burro 2 cucchiai di miele Qualche filo di erba cipollina Procedimento: Lava e pela le carote. Mettile nel cestello di una pentola per la cottura a vapore. Dopo circa un quarto d’ora controllale, dovrebbero essere cotte. Affettale a rondelle. Fai sciogliere il burro in un pentolino insieme al miele, il tutto a fuoco lento e continuando a mescolare finché la salsina risulta omogenea. Versa le carote nell’intingolo e mescola delicatamente, poi servi nei piatti e cospargi di erba cipollina tritata.

27


COMUNICAZIONE COMMERCIALE

L’IMPORTANZA DI UNA CORRETTA PULIZIA La casa e l’ambiente di lavoro sono i luoghi in cui di solito si trascorre più tempo. Per questo è molto importante assicurare a tutta la famiglia e alle persone che lavorano, di usufruire di ambienti puliti e sanificati in modo corretto e salutare. Non si tratta solo di una forma di rispetto per chi ci vive e ci lavora, ma anche di prevenire le sgradevoli conseguenze che possono derivare da una mancata pulizia degli spazi, come dermatiti, asma, e patologie respiratorie vere e proprie. Per evitarlo, basta rivolgersi ad un’azienda specializzata nei servizi di pulizia, come la Map Service, una piccola ma efficace azienda di Lugo, che si è specializzata nelle pulizie delle abitazioni di ogni genere, dall’appartamento di città fino ai case di campagna, e più in generale nelle pulizie civili ed industriali. .Attenzione alle esigenze dei clienti, utilizzo di macchinari e prodotti certificati, tutti scelti con accuratezza per garantire interventi mirati a seconda dell’ambiente, personale qualificato, Map Service è in grado di provvedere alla pulizia e sanificazione di appartamenti, ville, case vacanza e uffici sia ammobiliati che vuoti, ma anche alla la pulizia di cucine e

laboratori di bar, ristoranti, forni e pasticcerie, oltre che ambienti industriali e stabilimenti produttivi come cantieri, fabbriche e magazzini. Map Service propone trattamenti periodici e straordinari in grado di assicurare il mantenimento delle superfici nel lungo periodo, perché in un ambiente pulito i materiali durano di più, senza polvere né umidità. L’azienda inoltre dispone di tutte le licenze necessarie a garantire servizi di pulizia rispettosi delle normative vigenti, ed è disponibile anche per servizi di pronto intervento. Per avere un aiuto, quindi, è possibile richiedere alla Map Service un preventivo gratuito e senza impegno d’acquisto. Un incaricato provvederà ad effettuare in tempi rapidi un sopraluogo utile anche a definire meglio le esigenze del cliente ed il costo del servizio eventualmente concordato.

29


30


I consigli di

LE GIUGGIOLE, UN FRUTTO DA RISCOPRIRE

Molto diffuso nelle nostre case di campagna, l’albero delle giuggiole è originario dell’Asia ed è arrivato in Italia grazie ai romani. La pianta è in grado di sopravvivere ad inverni particolarmente rigidi, ma è alla fine dell’estate che regala i suoi piccoli frutti, dalla forma simile alle olive, ma di colore marrone, e dal gusto dolce e leggermente asprino. Le giuggiole sono ricche di vitamina C, quindi perfette per prepararsi ai malanni dell’inverno. Contengono inoltre flavonoidi e glucosidi, che regolano la

pressione sanguigna, mentre la concentrazione di antrachinoni dona a questi prodotti discrete proprietà lassative. Generalmente si consumano fresche, appena colte, oppure dopo qualche giorno, quando sono leggermente avvizzite, quindi, più morbide e di gusto più dolce. Si usano anche per confetture e sciroppi, oppure si conservano sotto spirito quando vengono utilizzate per il brodo di giuggiole, un liquore tipico della Provincia di Padova.

31


SAGRE IN ROMAGNA

Ottobre Sagra del Vino Tipico Romagnolo dal 4 al 7 ottobre 2018 Cotignola (RA) Sagra della Polenta 7, 14 e 21 ottobre 2018 Brisighella - S. Cassiano (RA) Festa dell’uva 13 e 14 ottobre 2018 Alfonsine (RA) Festa dei Frutti Dimenticati 13 e 14 ottobre 2018 Casola Valsenio (RA) Sagra della Castagna 14 ottobre 2018 Sarsina - Ranchio (FC) Fiera internazionale dell’asparago dal 16 al 18 ottobre 2018 Cesena fiera (FC) Sagra della Porchetta di Mora Romagnola 21 ottobre 2018 Brisighella (RA) GiovinBacco in Festa 2018 26, 27 e 28 ottobre 2018 Ravenna (RA)

32

SEGUE


SAGRE IN ROMAGNA

Novembre Sagra dei Sapori e Mercati d’autunno 4 novembre 2018 Rocca San Casciano (FC) Le delizie del Porcello 4 novembre 2018 Brisighella (RA) Festa de Brazadel d’la Cros e del Vino novello 11 novembre 2018 Castel Bolognese (RA) Sagra del Tartufo Bianco pregiato di Romagna 11 e 18 novembre 2018 Civitella di Romagna - Cusercoli (FC) Fiera del Formaggio di Fossa 19, 26 novembre e 2 dicembre 2018 Sogliano al Rubicone (FC)

Dicembre Cioccolata - Mercatino di Natale 2 dicembre 2018 Civitella di Romagna - Cusercoli (FC) Il Borgo dell’Olio Novello 16 dicembre 2018 Montegridolfo (RN)

33


34


RICETTA

DIFFICOLTĂ€

Crema di barbabietole rosse

Ingredienti ( x 4 persone) 1 noce di burro 1 patata grande pelata e tagliata a dadini 1 spicchio di aglio spremuto, 2 scalogni tritati 50 gr di parmigiano reggiano grattugiato 8 dl di brodo vegetale 1 foglia di alloro 3 barbabietole rosse pulite e tagliate a dadini 1 spruzzo di aceto di vino rosso panna liquida montata oppure yogurt greco intero, q.b. Procedimento: Fate rosolare per 4/5 minuti le barbabietole, le patate, gli scalogni e l’aglio nel burro. Unite il brodo, la foglia di alloro, lo spruzzo di aceto e fate cuocere fino a quando le verdure saranno tenere (20/30 minuti). Togliete dal fuoco, eliminate la foglia di alloro e riducete in crema con il frullatore ad immersione. Completate con il formaggio fuori dal fuoco ed aggiustate di sale. Distribuite la zuppa in ciotole calde. A piacere completate ogni porzione con della panna (liquida o montata ma ovviamente non dolcificata) oppure con dello yogurt greco. 35


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Uova strapazzate coi porri

Ingredienti 1 kg di porri privi della parte più legnosa 4 albumi d’uovo, 250 ml di latte 50 gr di parmigiano reggiano grattugiato 2 uova 1 presa di zafferano, 1 mazzetto di prezzemolo, pepe nero 2 noci sgusciate e tritate Procedimento: Sciogli lo zafferano nel latte. Lava i porri, falli a pezzi e mettili insieme al latte in una casseruola, falli cuocere per circa 20 minuti. Passali al mixer con tutto il fondo di cottura. Sbatti le uova e gli albumi e uniscili alla crema di porri. Posiziona una padella unta con sopra ad un’altra che contiene acqua per metà, così da procedere con la cottura a bagnomaria. Versa il composto di uova e porri nella padella e cuoci per una decina di minuti, continuando a mescolare, fino a che rapprendendosi formerà una crema morbida. Trasferisci nei piatti caldi, guarnisci con le noci, il prezzemolo tritato e il pepe.

37


ASTRI E FORNELLI ARIETE

Benessere e salute saranno il tema dominante anche di questa prima parte d’autunno, a patto di tenere sotto controllo lo stress, che tendete a somatizzare. Con l’appoggio di Marte fino a novembre godrete comunque di grinta, tono muscolare e difese immunitarie degne del vostro segno.

TORO

Con Marte in Acquario fino a metà novembre, fate attenzione alle oscillazioni dell’umore che potrebbero causare tensioni muscolari e acciacchi. In ribasso anche la voce, a causa di possibili e frequenti mal di gola. Urge praticare sport adeguato per abbassare colesterolo e trigliceridi.

GEMELLI

Marte in Acquario fino a metà novembre è un toccasana. Quasi non saprete cosa siano gli acciacchi di stagione, pieni come siete di energia, anche per uscire la sera con gli amici dopo una lunga giornata di lavoro. Approfittatene per mettere a punto una dieta contro eventuali chili in eccesso.

CANCRO

Non sarà facile in questa fase cercare un equilibrio tra una dieta troppo rigorosa e la voglia di ridanciane ed esagerate libagioni. Se è vero che noi siamo quello che mangiano, questo difficile equilibrio potrebbe ripercuotersi in negativo anche nelle vostre relazioni. Attenzione.

LEONE

Con Marte in opposizione fino a metà novembre, avrete il vostro daffare per amministrare in modo efficace le vostre energie, magari attraverso regolari sedute in un centro termale, cure naturali e ed una corretta alimentazione, utile anche a prevenire i primi raffreddori di stagione.

VERGINE

In attesa del fuoco incrociato di Giove e Marte, non sperperate energie e rinforzate il sistema immunitario attraverso un regime alimentare sano ed equilibrato da seguire dietro prescrizione di un dietista professionale, da abbinare ad un’adeguata attività fisica. E soprattutto, niente fai da te. 39


ASTRI E FORNELLI BILANCIA

Avrete il piglio giusto per destreggiarvi anche da soli o con l’aiuto del medico fra eventuali bronchiti e raffreddori, che potrebbero farvi perdere qualche ora di sonno e lucidità nel lavoro. Ma non esagerate con il fai da te e cautelatevi subito con il giusto apporto di oligoelementi e vitamine.

SCORPIONE

Con Giove nel segno fino ad inizio novembre vi sentite bene e riuscite persino a ritagliarvi una pausa di relax tra un impegno e l’altro, in vista di una fine d’anno in cui potrete concedervi anche emozioni più forti di un cinema alla sera con gli amici d’infanzia. Attenzione solo al girovita.

SAGITTARIO

Con l’appoggio di Marte riuscirete a combattere i chili in eccesso con lo sport e una dieta più ricca di frutta e verdura. Ma fate ugualmente attenzione al fegato, e per non affaticarlo con le vostre tensioni, cercate di consumare agrumi ed erbe amare, utili a prevenire fastidiosi sassolini.

CAPRICORNO

Con Saturno in congiunzione a Giove potrete contare su una bella riserva di energia da spendere in ciò che più vi piace. A patto però di non esagerare con gli sport estremi e con le tavolate troppo ricche di grassi e zuccheri. Approfittate dei colori dell’autunno per rilassarvi con una passeggiata.

ACQUARIO

E’ vero che non basta qualche trigliceride di troppo per fermarvi, ma approfittate di un bel Marte per perdere più peso che soldi, a beneficio della vostra immagine e del vostro conto corrente. Per riuscirci praticate attività brucia-calorie e limitate il consumo di pane, dolci e bevande alcoliche.

PESCI

Con Giove che solletica la vostra proverbiale golosità, il fegato potrebbe invocare una tregua dai cibi troppo grassi. Urge correre ai ripari con una corretta alimentazione un’adeguata attività sportiva per raggiungere a fine anno una forma invidiabile da sfoderare durante le vacanze invernali. 41


COMUNICAZIONE COMMERCIALE

Presente sul mercato da oltre 30 anni, l’azienda si è rinnovata costantemente nel tempo pur mantenendo fermo il proprio punto di forza che consiste nel seguire ed accompagnare il cliente in tutte le fasi dell’arredo, passando dallo studio degli interni, alla progettazione alla valutazione cromatica e dei materiali, adattandoli alle diverse realtà abitative. L’esperienza pluriennale del titolare, unita a quella dei suoi collaboratori, costituisce il valore aggiunto del prodotto fornito. Nel 2005 un restyling curato dello spazio espositivo della sede di S.Alberto ha reso più accogliente la mostra. L’azienda si avvale esclusivamente di personale interno in tutte le operazioni che vengono messe in essere, anche nella delicata fase della consegna ed installazione seguita personalmente dal titolare. Tra i vari servizi offerti, trovano spazio anche la sostituzione di elettrodomestici da incasso (frigoriferi, forni, lavastoviglie e piani cottura), assistenza post vendita e, non da ultimo, finanziamenti su misura. Dal 2015 presente anche nel nuovo punto vendita di Alfonsine Siamo a: Sant’Alberto (RA) via Naviglio Zanelli, 6 Tel. 0544 528214 42


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Vellutata di fave

Ingredienti (x 4 persone ) 500 gr. di fave secche decorticate 1 cipolla di Tropea Finocchietto selvatico Olio e sale Procedimento: Sciacquate le fave secche e mettetele in ammollo per una notte. La mattina dopo scolate le fave e sciacquatele sotto l’acqua. Tagliate a fettine sottili la cipolla e mettetela in una casseruola con olio caldo; fate imbiondire a fiamma media per qualche minuto. A questo punto aggiungete le fave e mescolate con un cucchiaio di legno in modo da amalgamare bene gli ingredienti. Versate nella casseruola una quantità d’acqua sufficiente a coprire le fave e fate cuocere a fiamma media per 15 minuti. Avrete ottenuto un composto abbastanza denso e ora dovrete frullarlo; per farlo potete usare sia un mixer ad immersione che un frullatore. Aggiungete abbondante finocchietto selvatico e continuate a frullare.Prima di servire, salate e pepate a vostro piacimento e guarnite i piatti aggiungendo in cima al macco di fave qualche foglia di finocchietto selvatico. 43


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Seppie con piselli

Ingredienti (x 4 persone ) 1 kg di seppie fresche 400 gr di piselli surgelati 1 cipolla 2 spicchi di aglio 1 bicchiere di passata di pomodoro 2 cucchiai di olio d’oliva extra vergine Procedimento: Pulite le seppie, lavatele sotto l’acqua corrente e tagliatele a striscioline. Dopo aver pulito anche la cipolla e l’aglio, tritateli grossolanamente e fateli rosolare in un tegame con l’olio per cinque minuti. Unite le seppie e fatele cuocere per una decina di minuti. Aggiungete quindi i piselli, la passata di pomodoro, un po’ di sale e coprite a filo con acqua. Fate cuocere tutti gli ingredienti nel tegame coperto per 35 minuti.

45


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Pesto di zucchine

Ingredienti 200 grammi di zucchine 30 grammi di pecorino grattugiato Parmigiano Grattugiato q.b. 10 grammi di basilico 30 grammi di pinoli 125 grammi di olio extravergine di oliva Procedimento: Lavate e grattugiate le zucchine. Mettetele all’interno di un colino e aggiungete un po’ di sale per far loro perdere il liquido in eccesso. Una volta fatto ciò, versate le zucchine nel mixer insieme ai pinoli e al basilico, precedentemente pulito. Aggiungete il parmigiano, il pecorino e una parte dell’olio e procedete con il mixer, frullando per qualche secondo. Una volta terminato il procedimento, aggiungete la parte restante di olio e frullate nuovamente, fino ad ottenere una crema omogenea. Versate il composto in una ciotola et voilà: il pesto è pronto per essere utilizzato, come più preferite!

47


RICETTA VEGAN

DIFFICOLTÀ presentata da

Timballo di riso e borragine

Ingredienti 250 gr di riso carnaroli un grosso mazzo di borragine 1 piccola cipolla 1 litro di brodo vegetale olio extravergine, sale e pepe Procedimento: Tritate la cipolla e fatela ammorbidire con un pò d’olio in un tegame che possa contenere anche tutti glia altri ingredienti. Tagliuzzate grossolanamente la borragine utilizzando foglie e boccioli, se avete qualche fiore tenetelo da parte per la decorazione, e mettetela a cuocere insieme alla cipolla per pochi minuti poi aggiungete il riso e bagnate col brodo bollente poco alla volta. Quando il riso è cotto, deve risultare asciutto, aggiustate di sale e pepe, quindi lo distribuite negli stampi oliati e lo rovesciate al centro del piatto e lo decorate con i fiori. Servitelo con un contorno di cime di rapa saltate in padella o anche con un’ insalatina di verdure fresche. 49


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Tortino di indivia e salsiccia

Ingredienti 6 cespi di indivia 2 cucchiai di miele 1 rotolo di pasta brisè 3 salsicce Mezzo limone 20 grammi di burro sale e pepe Procedimento: Lava l’indivia, asciugala e bagnala col succo del limone. Sciogli il burro in una padella e fai rosolare le foglie dell’insalata, aggiungi il sale, il pepe e un bicchiere di acqua calda. Fai cuocere per 20 min. circa. Unisci il miele e fai insaporire bene lasciando caramellare fino a che diventano dorate. A parte metti le salsicce in un una casseruola con acqua bollente e falle lessare a fuoco molto basso per 30 min. Tagliale a fettine sottili privandole della pelle. Metti l’indivia sul fondo di una teglia imburrata, spargi le fette di salsiccia sull’indivia, copri con la pasta brisè facendo aderire bene alla farcitura. Poni la teglia nel forno già caldo a 200 gradi e cuoci per 15 minuti o poco più. Ribalta la teglia su un bel vassoio e servi in tavola. 51


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Zuppa di mais con gamberi

Ingredienti 18 gamberi (o gamberoni) sgusciati e puliti 1 confezione di panna 2 patate sbucciate e tagliate a cubetti 3 fette di pancetta tritate 1 bustina di lievito vanigliato 3 pannocchie di mais 1 litro di latte Olio, sale, pepe, basilico fresco Procedimento: In una ciotola unisci l’olio, il basilico, il sale e il pepe. Aggiungi i gamberi mescolando affinchè si insaporiscano bene e poi conserva in frigorifero per 30 min. Scalda l’olio rimasto in una pentola, aggiungi la cipolla e falla appassire. Unisci i cubetti di patate e cuoci per 2 minuti. Versaci dentro il latte e la panna, e porta tutto ad ebollizione. Continua a cuocere finché le patate sono tenere. Aggiungi il mais sgranato dalle pannocchie e la pancetta e cuoci per 5 min. Frulla tutto, in modo da ottenere una zuppa liscia .Unisci al composto il pepe, regola di sale e tieni in caldo. Scalda una padella antiaderente, togli i gamberi dalla marinata ed infilalane 3 in ogni spiedino prima di cuocerli 3 minuti per lato. Versa la zuppa in delle ciotole, e servi in tavola insieme agli spiedini di gamberi. 53


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Pasta con cavolo nero

Ingredienti 1 kg. di cavolo nero 8 spicchi di aglio affettati sottilmente 1 cipolla tritata finemente 2 cucchiai di succo di limone 320 gr. di pasta peperoncino rosso piccante olio, sale e parmigiano o pecorino grattugiato Procedimento: Lavate e pulite il cavolo eliminando i gambi e la nervatura, tagliatelo in strisce di circa 1 cm. In una padella versate due cucchiai di olio e fate soffriggere la cipolla. Aggiungete l’aglio e un po’ di sale, cuocete fino a quando la cipolla sarà dorata. Unite il cavolo e fate saltare qualche minuto, unite il peperoncino. Coprite e portate a cottura a fuoco basso e unendo acqua se necessario. Cuocete quindi la pasta acqua salata, scolatela al dente e tenendo da parte una tazzina di acqua di cottura. Versatela nel tegame insieme al sugo, con la fiamma accesa,aggiungete il succo di limone e un po’ di acqua di cottura. Impiattate con il formaggio grattugiato e un filo di olio. 55


RICETTA

DIFFICOLTÀ

Cernia alle mandorle e nocciole

Ingredienti 4 filetti di cernia 50 grammi di nocciole sgusciate 50 grammi di mandorle pelate 100 grammi di bulghur 2 cucchiai di senape in grani 1 pezzetto di rafano Olio, sale e pepe Procedimento: Lava il prezzemolo, mettilo nel cestello del mixer insieme alla frutta secca, al bulgur, alla senape e al rafano. Trita tutto in maniera che venga un composto omogeneo ma senza renderlo troppo fine. Versalo in un piatto coi bordi alti. Inumidisci i filetti di cernia con dell’olio, aggiungi un pizzico di sale e di pepe e poi passali nel trito più volte per lato. Mettili in una pirofila unta e passaci un filo d’olio sopra. Fai cuocere nel forno già caldo a 200° per 15 min. accendendo il grill negli ultimi 5 e girandoli per una perfetta doratura. 56 10


PROSSIMI EVENTI:

Gli appuntamenti con “A Spass Par Zirvia” in Viale Roma, Piazza Pisacane, Piazza Garibaldi e Corso Mazzini • Domenica 28 Ottobre dalle 7.00 alle 21.00 • Domenica 25 Novembre dalle 7.00 alle 21.00 • Domenica 30 Dicembre dalle 7.00 alle 21.00 • Sabato 26 Gennaio dalle 7.00 alle 21.00 (Speciale Festa del Cardo di Cervia) • Domenica 27 Gennaio dalle 7.00 alle 21.00 (Speciale Festa del Cardo di Cervia) • Domenica 24 Febbraio dalle 7.00 alle 21.00 • Domenica 31 Marzo dalle 7.00 alle 21.00 • Domenica 28 Aprile dalle 7.00 alle 21.00 Tutti gli eventi: • Halloween Cervia: 31 ottobre/1 novembre. Dalle 10.00 alle 24.00 • Speciale Immacolata / Inaugurazione Natale: 8 e 9 dicembre. Dalle 8.0 alle 22.00 • Cervia Emozioni di Natale: dall’8 dicembre al 6 gennaio • Speciale Epifania: 5/6 gennaio. Dalle 8.0 alle 22.00

58 8


• Dolcetto e scherzetto per i negozi della città . • Apertura Make-Up point per grandi un trucco cinematografico horror e per i più piccoli un trucca bimbi a piacimento zucche, fantasmi e pipistrelli . • Apertura game “AMELIA”: entra in casa di Amelia e trova la ricetta segreta nascosta nella sua casa ... (Percorso adatto a tutte l’età) . DAL CALAR DELLE TENEBRE : • h. 17:00 Apertura percorso horror “THE DARK PATH”: hai il coraggio di affrontare le tue paure e fobie più profonde? Allora cimentati in un sentiero oscuro dove il tuo peggior ti aspetta…. • h. 20:00: Animazione in Piazza “L’invasione ha inizio” riuscirai a scappare prima che Cervia venga invasa da orde di zombie? • h. 22:00 ZOMBIE WALK CERVIA: indossa il tuo travestimento zombie ed unisciti all’invasione della città a seguito del contagio che ha trasformato gli abitanti di Cervia in un’orda di cadaveri barcollanti! Un esercito di non morti dalle lacere vesti, sporco di sangue e con addosso i segni del contagio si fa strada in città cercando di “sfamarsi” con i vivi e interagendo con l’ ambiente circostante. Partecipa alla zom-

bie walk e a fine serata saranno premiati : • Miglior interpretazione (durante la zombie walk). • Miglior costume. • Miglior Make-up. A determinare i vincitori durante il corteo ci sarà una giuria di attori dell’horror che osserveranno ogni performer . • h. 22:30 Il magico spettacolo di fuoco ti aspetta. La chiusura di Halloween Cervia sarà determinata da un episodio dove vi vede protagonisti .... Durante la serata sul palco ti attendono show e spettacoli per farti vivere una serata di vera emozione! Hai paura e non vuoi essere toccato dalle creature che si aggireranno per la città ? corri al punto info e chiedi l’antidoto. Indossalo e goditi in tutta sicurezza l’evento! 606


HALLOWEEN CERVIA

L’appuntamento con la notte più stregata dell’anno torna in centro a Cervia il 31 ottobre e il 1° novembre!

L’Halloween più terrificante di sempre arriva a Cervia anche quest’anno, per immergervi in un’atmosfera unica di paura e divertimento! Un’esperienza unica nel suo genere, adatta ad ogni età, in cui sei tu il protagonista… Mercatini, stand e attrazioni ti aspettano dal primo pomeriggio del 31 ottobre per momenti indimenticabili con l’immancabile rituale dolcetto/scherzetto, le postazioni di trucco a tema e il terrificante percorso di “AMELIA”: entra nella sua casa stregata e trova entro 5 min la ricetta segreta nascosta, se non la trovi Amelia ti perseguiterà! Ma al calar delle tenebre guardati bene attorno, nessuno è più al sicuro 61 5

e Cervia viene invasa da creature dell’orrore… i militari schierati in campo riusciranno a respingere l’invasione zombie? Per i più coraggiosi non mancherà “THE DARK PATH” un percorso immerso nell’oscurità dove affrontare in prima persona le tue paure più nascoste… un luogo dove gli incubi diventano reali e dove la salvezza sarà solo nelle tue mani. Durante la serata della Notte Nera un corteo di zombie infesterà poi Cervia durante la Zombie Walk aperta a tutti i partecipanti, con numerosi premi in palio durante il corteo. Per tutto il tempo non perderti inoltre gli spettacoli che si avvicendano sul palco, fai un giro sulle giostre e nella Casa dell’Orrore (sempre aperte), per una notte dove divertimento e terrore non ti laceranno scampo! Animazione horror a cura di : Zombie not Dead e Dragoni Verdi Soft-air Ravenna PROGRAMMA: Dalle 14:00: • Apertura stand e mercatini (aperti anche il 1 novembre) segue


strada che ogni ultima domenica del mese punteggiano le vie e le piazze del centro città, offrendo una dimensione dell’intrattenimento ancora più variegata, tanto per i grandi quanto per i piccini. Dal 28 ottobre allora l’appuntamento con il gusto di stagione e tante altre meraviglie è in centro a Cervia, per l’apertura della grande stagione di “A Spass par Zirvia”.

GLI APPUNTAMENTI CON “A SPASS PAR ZIRVIA” SONO in Viale Roma, Piazza Pisacane, Piazza Garibaldi e Corso Mazzini

62 4


Ogni ultima domenica del mese, fino ad aprile

A SPASS PAR ZIRVIA

Da ottobre a primavera, ogni ultima domenica del mese, sul calendario di Cervia è segnato “A Spass par Zirvia”. Il mercatino, che da 15 anni è un appuntamento fisso del centro città, fa perno sui prodotti di stagione e sulle tante sfumature dei gusti tipici della Romagna e non solo. Dalle 8.00 del mattino fino alle 20.00 il Viale Roma si colora di innumerevoli stand di produttori locali che offrono prodotti agroalimentari e gastronomici di prima scelta e a chilometro zero, una vera manna per gli appassionati dei sapori dove, tra prodotti del campo, vino, miele, deizie da forno e tanto altro ognuno potrà lasciarsi stuzzicare, portando a casa prelibatezze da gustare in ogni momento. La Piazzetta Pisacane diventa invece un angolo pronto ad accogliere ogni mese ospiti speciali e prodotti particolari che non si incontrano tutti i giorni, con edizioni speciali dedicate ad eccellenze specifiche del territorio quali il sontuoso Cardo di Cervia. Proseguendo poi in Piazza Garibaldi lo spettatore ha l’occasione di tuffarsi in una grande selezione di banchi di artigianato, dove artisti e produttori mettono in mostra le proprie creazioni, il luogo giusto dove cercate un regalo non scontato o scovare piccoli tesori nascosti. A dare ancora più vitalità all’evento non mancano i tanti spettacoli di 63 3

segue


SOMMARIO pag. 3 pag. 4 pag. 8 pag. 10

A spass par Zirvia Halloween Cervia Prossimi eventi Cernia alle mandorle e nocciole

Borgomarina Vetrina di Romagna è promossa dal Consorzio Cervia Centro, con il patrocinio del Comune di Cervia e la collaborazione di ASCOM Confcommercio, Confesercenti, C.N.A, Confartigianato. Alle iniziative culturali collaborano: il Circolo Ricreativo Pescatori “La Pantofla”, l’Associazione Culturale Casa delle Aie Cervia, il “Gruppo Culturale Civiltà Salinara”e il “Gruppo Archeologico Cervese

SUPPLEMENTO A TAM TAM IN CITTA’ N° 1 ANNO V SETTEMBRE 2018 Proprietario Tv Spot Italia sas Via E. Pazzi, 103 Ravenna. Editore MAD srl Viale Brava, 3 - 47922 Rimini Direttore responsabile Righi Rita. Contatti: info@tvspotitalia.it / tel. 0544 202248 Commerciale: tel. 349 8094260 Stampa: GE.GRAF s.r.l. Bertinoro (FC) Progetto grafico: Carlo Maceroni - www.carmace.it Seguiteci su Facebook Buon Gusto free press www.borgomarinacervia.it - www.cerviacentro.it Seguiteci su Facebook: Consorzio Cervia Centro Borgomarina Vetrina di Romagna


a spass par Zirvia Ogni ultima domenica del mese, fino ad aprile

All’interno si parla di:

HALLOWEEN CERVIA e tutti gli eventi dell’autunno

Buon Gusto n° 9  
Buon Gusto n° 9  
Advertisement