Page 24

TACCO N. 64 (1):Mastro nuovo 10/11/09 17:51 Pagina 24

Una tipica sim-casa con una sim-famiglia felice

di ELISA INDRACCOLO

C’era una Casa tanto CarIna

DICI CASA E DICI GRANDI PROGETTI E GRANDI DIFFICOLTÀ ECONOMICHE. ANCHE NEL MONDO PARALLELO DI “THE SIMS3”. UN MONDO VIRTUALE CON PROBLEMI VERI on è facile metter su casa. Risparmi di una vita permettono il minimo dei comfort. La parola d’ordine è “accontentarsi” e le persone lo sanno. Ma c’è un mondo parallelo, fatto di giochi virtuali, all’interno del quale è possibile togliersi ogni sfizio e costruire la casa dei desideri. Si chiama “The Sims3”. Digitando questo nome su un comunissimo motore di ricerca su Internet ecco comparire 886mila pagine di risultati dedicate a questo argomento, un mondo “all sim” per molti (ma evidentemente non per tutti) sconosciuto. Per chi non si è ancora imbattuto in simbollette, sim-famiglie e sim-problemi, il posto ideale dove racimolare qualche informazione in merito è il forum ufficiale italiano. Alla nostra domanda “Che cos’è Sims3?”, i simsinternauti ci hanno risposto un po’ increduli e meravigliati: possibile che a fine 2009 ci sia ancora qualcuno che chieda che cosa sia the sims? Grazie ai chiarimenti dei moderatori e dello staff del forum siamo venuti a conoscenza che Will Wright realizzò la prima versione The Sims nel 2000, e che nel 2002 il gioco assume dimensioni globali: il suo pubblico, composto sia da uomini sia da donne, spazia dai ragazzini di dieci anni ai più adul-

N

ti che hanno il compito di fare un progetto, seguire le regole di costruzione, e in base ad esse adeguare la scelta dei materiali, tenendo anche presente la tipologia di famiglia che si vuole far trasferire. The Sims è un videogioco simulatore di realtà in cui è possibile inventarsi un personaggio virtuale, e costruire la casa dei propri sogni, personalizzandola in tutto, con dei semplicissimi click del mouse anche in meno di 60 minuti: dai pavimenti alla carta da parati, dalla piscina al giardino, dall’arredamento agli accessori, dalle scale agli infissi. Spetta dall’abilità e dalla volontà del giocatore trasformare la propria casa in un villa extra-lusso dotata di ogni comfort, in un loft alla moda nel centro di una grande metropoli oppure in un economico cottage rustico. Realizzarla in poco tempo, tuttavia, è possibile solo se si possiede una bella somma di simoleon (il conio del game) da parte, perché nel gioco si paga in contanti e non si può ricorrere ai mutui. Ma come si accumulano i soldini? Semplice, lavorando. Non solo, bisogna combattere contro l‘indebitamento, che è sempre dietro l’angolo. Nella terza saga, Wright si mantenuto sul “politically correct”, inserendo il concetto di sim ricco e sim povero e redditi iniziali differenziati in base ai componenti del nucleo il tacco d’Italia

24

Novembre 2009

familiare. I prezzi delle abitazioni, degli arredamenti e degli accessori sono molto alti se si vuole usufruire di prodotti griffati e all’ultima moda, pertanto per acquistarli occorre fare dei sacrifici, proprio come nella realtà. È raro tuttavia che le sims-famiglie abbiano vere difficoltà economiche, ma ciò non toglie che bisogna lavorare duro e risparmiare. Si tenta di far vivere le famiglie in ville che nella realtà sono impossibili,e questo anche a costo di usare dei trucchi che incrementano “miracolosamente” il budget di decine di migliaia di simoleon. Alla fine, dal momento che Sims3 è un simulatore di verità, i personaggi hanno gli stessi problemi della vita reale: se non si ha un sim-lavoro non si può costruire una bella sim-casa piena di sim-comfort, non si possono pagare le sim-bollette e arriverà un simufficiale giudiziario a pignorare i sim-beni. Di conseguenza il personaggio sarà sempre simtriste e poco sim-patico. E allora ecco comparire il motherlode, il “trucchetto” da utilizzare per i periodi di difficoltà finanziaria. È come giocare una schedina e vincere al lotto. Proprio come nella realtà. Ma, ci chiediamo, un videogioco non dovrebbe donare attimi di evasione dalle frustrazioni quotidiane? E allora, perché avvilirsi anche in un game virtuale?

Profile for il tacco d'italia

Tacco_64  

Tacco d'Italia, Casa cara casa

Tacco_64  

Tacco d'Italia, Casa cara casa

Advertisement