Page 18

ATTUALITÀ z PIANO COSTE

Per 37 “chioschi” in più IL PIANO COSTE DEL COMUNE DI UGENTO DISEGNA IL FUTURO VOLTO DEL LITORALE: LE CONCESSIONI AI PRIVATI RADDOPPIANO. MA I VILLEGGIANTI NON CI STANNO

zx di Laura Leuzzi

«Il PCC di Ugento è stato approvato lo scorso

alutata con toni trionfalistici dagli assessori regionali, e in particolare da Guglielmo Minervini, aprile ma, come gli altri piani coste, resterà assessore al Demanio, lo scorso 23 giugno, pur congelato fino a che la Regione non adotterà il tra le lamentele dei gestori di lidi balneari, è stata approvata la legge regionale n. 17 per la tutela e l’u- piano regionale al quale quelli comunali so delle coste. Questa legge stabilisce che il 60% dovranno necessariamente adeguarsi del territorio demaniale marittimo venga riservato alla libera balneazione, mentre il restante 40% posni in un documento inviato a Comune e Regione ma non hansa essere dato in concessione agli stabilimenti balneari. no ancora ottenuto risposta. E se le concessioni affidate prima della legge, in un Comune, dovessero superare il 40% della costa disponibile, allora bisognerà ridurre l’estensione di ogni singola area data // Il PCC del Comune di Ugento in licenza. Come ogni piano comunale delle coste, anche quello apEntro un anno dall’entrata in vigore della legge provato dal Comune di Ugento e redatto dai progettisti Giu17/2006, poi, la Regione dovrà adottare il piano coste reseppe Franza (coordinatore), Lucia Lepore, Lorenzo De Lorengionale (PRC), un documento che contiene studi, indagini e zis, Alessandro De Matteis (deliberazione di consiglio comurilievi del territorio dal punto di vista morfologico e marinale n. 15 dell’11 aprile 2006) nasce per valorizzare la cono, e linee guida per la progettazione di opere di ingegnesta, migliorare l’uso pubblico delle aree marittime e l’accesria costiera come opere di difesa, porti turistici e cave di sibilità al mare. Con lo stesso obiettivo, il piano determina, mare per il prelievo di sabbia per il rifacimento degli areniper ogni tratto di costa, le aree da dare in concessione e li. Al piano coste regionale i Comuni dovranno adeguare i quelle da riservare alla libera balneazione. propri piani comunali che, assieme allo studio del territorio e I cinque tratti del litorale. Il litorale di Ugento si sviluppa alle strategie per la sua valorizzazione, dovranno contenere per circa 180 ettari ed ha conformazione piuttosto irregolare, una previsione delle aree di costa concedibili agli stabilimenvariando per profondità tra i 30 e gli oltre 200 metri. ti balneari. Anche per i piani comunali valgono le percenIl piano suddivide il litorale in cinque tratti in base alle tuali del 60% di costa riservato alla libera balneazione e del caratteristiche che vi si riscontrano: Torre San Giovanni, 40% concedibile. Ma, in attesa del piano regionale, quelli Torre San Giovanni-Torre Mozza, Punta Macolone, Punta comunali sono, di fatto, congelati. Macolone-Lido Marini, Lido Marini. Per ogni tratto, il PCC E’ questo il caso del piano coste del Comune di Ugenprevede il numero di aree da affidare in concessione agli stato, approvato dal consiglio comunale lo scorso 11 aprile, bilimenti balneari (vedi tabella 1). In totale, le nuove concesdunque poco prima dell’approvazione della legge regionale. Esso determina le aree da dare in concessione per ogni sioni previste sono 37 e si vanno ad aggiungere alle 35 già tratto del litorale e gli interventi da mettere in pratica per accordate. valorizzare il territorio costiero a livello turistico, ambientale Tipi di struttura Totale Torre Torre Punta Punta Lido Marini San Giovanni San GiovanniMacolone MacoloneALO 01 ed economico. ALO 01 Torre Mozza ALO 01 Lido Marini Ma il piano ha sollevato le ALO 02 ALO 02 obiezioni di alcuni villeggianti Zona SLS 8 5 0 2 0 1 in zona Torre San Giovanni, che Zona LA 14 2 9 0 3 0 lo contestano in più punti e, in Zona SLA 15 0 13 0 2 0 particolare, si scagliano contro Tabella 1. Le aree da affidare in concessione la previsione della concessione SLS: spiaggia libera con servizi, ovvero un tratto di spiaggia dato in concessione, accessibile gratuitamente da parte dei badi una porzione di costa ad un gnanti, che possono portare propri ombrelloni e sdraio, con un’area riservata al noleggio di ombrelloni e attrezzatura varia e somministrazione di bevande ed alimenti - LA: lido attrezzato - SLA: spiaggia libera attrezzata, ovvero gratuitamente accessichiosco. I villeggianti hanno bile per i bagnanti - ALO 01: scoglio - ALO 02: spiaggia espresso le proprie osservazio-

S

»

18 il tacco d’Italia

N. 29 Settembre 2006

Profile for il tacco d'italia

Tacco_29  

Tacco, I figli della lupa

Tacco_29  

Tacco, I figli della lupa

Advertisement