Page 1

GRAPHIC DESIGN

1

GRAPHIC DESIGN

GRAPHIC DESIGN Via dei fuffa ,12 Torino

INTRODUZIONE............................................03 lA GRAFICA ....................................................08

WWW.TOINSIDE.COM

BELLISSIMO.....................................................18 BELLISSIMO LABEL ...........................................20 Bellissimo And the BeAst...............................26 B-PLAY............................................................32 elYron...........................................................36 UNDESIGN.......................................................42 civico 13.........................................................48 515..................................................................54 belive...........................................................60 tRULY DESIGN..................................................68 A.TITOLO..............................................78 TODO..............................................................82 NERDO...........................................................88 fillstudio.....................................................94 cuRve cReAtive studio................................100 Q U AT T R O L I N E E . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .1 0 7 BRH+................................114 domino............................................120

direttore responsabile: FedeRico PORTACCI federico.portacci@studenti.polito.it relatore: Michele Cafarelli yetmichele@gmail.com ringraziamenti: CURVE CREATIVE STUDIO per avermi sopportato in questi mesi dedicata: AI MIEI GENITORI & A TUTTI I MIEI AMICI grafica: FEDERICO PORTACCI

guida a cura di: FedeRico PoRtAcci

C

O

P

E

R

T

I

N

A

REALIZZATA DA : DFKSDHN SDFOFSNDSVJNSCDSNONF SWDKN FDNSDMNDRWEO DF FDFJDNDJ N DLFKNDFDJN DF SDND SDFSDN SDN DSVJN ORW wfw nl nwrgfwr nà q f njn wrgfindvsfdvjnvfdsvveanro g

design editor Federico Portacci

hanno collaborato: MARCO GALLO, LUCIANO AIELLO, GIOVANNI SGRO , ALESSANDRA PETRINI ufficio commerciale: le immagini per le false pubblicità sono state prese da DA TUTTI GLI STUDI ANALIZZATI

GRAPHIC DESIGN LA TROVI TORINO / ROMA / MILANO / GENOVA / PALERMO

GRAPHIC DESIGN

1


GRAPHIC DESIGN

3

INTRODUZIONE D

urante l’ultimo decennio la professione del disegno grafico ha subito dei cambiamenti drastici dal momento che i pixel e i programmi informatici hanno sostituito la penna e la carta. La tecnologia e il computer non hanno avuto un impatto cosi rivoluzionario in nessun’altra disciplina del design,ed e per questo che ho dedicato questa tesi al modo di vedere e di pensaredei designer che lavoranonel cuore della grafica di oggi. I designer inclusi sono stati selezionati per la loro presenza e attivita’ nell’ area metropolitana della citta’ di Torino. Oggi siamo circondati da messaggi grafici e, in realta’,sono diventati una parte cosi’ importante della vita moderna -dai cartelloni pubblicitari alle marche d’abigliamento- che spesso memorizziamo questi codici solo a livello subcosciente. E’ cosi ci propongono creazioni audaci e dirette o ci adescano attraverso immagini ambigue e doppi significati. In questo mare di informazioni ed immagini i migliori <<pescatori>>attacano all’amo contenuti pieni di significato. Questo bombardamento visivo non solo ha ampliato la nostra capacità

GRAPHIC DESIGN

di decifrare le loro intenzioni nascoste,ma ha anche saturato i nostri sensi con troppe info convenzioni e stategie di marketing. Ormai per attirare l’attenzione un messaggio deve essere davvero provocante o divertente. Oggi i professionisti del settore vengono sottoposti a una pressione enorme per realizzare creazioni originali che trasmettono un messaggio accattivante. Non solo il disegno grafico è in continua crescita il campo professionale si è allargato e le frontiere tra le varie discipline creative sono meno evidenti a causa delle nuove tecnologie digitali democratiche. Il computer è lo strumento di lavoro principale quasi tutti i designer che compaiono. Grazie a internet il lavoro e molto piu rapido ma allo stesso tempo le soluzioni stilistiche diventano obsolete rapidamente - una produzione che sembra rompere gli schemi in un periodo determinato l’anno seguente può apparire fuorimoda. Negli ultimi anni il disegno grafico e passato da un ambiente statico di messaggi incapsulati(libri,poster,opuscoli,ecc) a un altro che comprende sempre più movimento. 3


4

S

ono comunque le publicazioni stampate come questa che illustriamo in maniera tangibile le tendenze del disegno grafico e che forse rappresentano la migliore testimonianza delle ultime creazioni mentre le nuove piattaforme di comunicazione rendono obsolete quelle che non sono più cosi nuove. Rispetto alla stampa , i nuovi mezzi di comunicazione sono ancora alle prime armi e l’attuale generazione di grafici si batte ancora alla ricerca del modo migliore per sfruttare il loro potenziale comunicativo. L’evoluzione del disegno grafico è inestricabilmente legata, e lo sarà per sempre, agli strumenti tecnologici che permettono al designer di operare sempre con maggiore efficacia. Questa tesi , oltre ad illustrate le ultime produzioni dei designer Torinesi, include anche delle spiegazioni <<a parole loro>> sull approccio personale alle numerose sfide che devono affrontare oggi tutti i professionisti della comunicazione visisva contemporanea. I designer selezionati hanno anche fornito il loro punto di vista sul futuro del disegno grafico. Le immagini di alcune delle più interessanti creazioni contemporanee sono accompagnate, in questo libro,da previsioni brillanti sul futuro del disegno in relazione alla conver4

GRAPHIC DESIGN

genza con altre discipline,la sua eterna storia d’amore globalizzazione del mercato e la sua predilezione per l’ambiguità dell’interpretazione culturale post moderna rispetto alla chiarezza della comunicazione universale moderna. Nel tentativo di individuare il panorama del disegno grafico ,abiamo riscontrato una serie di interessi comuni tra i designer selezionati. La progressiva scomparsa delle frontiere tra le varie discipline, l’importanza dei contenuti, l’impatto della tecnologia ,la brama di rapporti emozionali, i limiti imposti dai software commerciali, il bisogno di una semplificazione che necessita di lasciare piu spazio all’etica. Nei primi anni ‘90 il post modernismo è scappato fuori dai confini delle istituzioni dei design e del mondo della musica e dell’arte. Accolto a braccia aperte dal settore pubblicitario dell’industria alla ricerca dello sfuggente elisir dell <<cool>> Sembra che il divario tra teoria pedagogica progressista e attività professionale tradizionale fosse stato colmato. C’era,tuttavia,una crescente consapevolezza all’interno di una nuova generazione di designer<<tardo moderni>>, molti dei quali appaiono appaiono in questo libro , che lo stile, ed i contennuti sono ugualmente inportanti nella creazione di soluzioni per il GOOD DESIGN. GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

I

l nuovo pluralismo di oggi deve essere visto come una risposta alla maggiore multiculturalità della socetà globale e come un risultato del forte desiderio da parte dei designer di sciluppare uno stile proprio e unico. Molti di loro sfidano le nazioni tadizionali di bellezza con produzioni provocantive che isprimano idee radicali. La maggior parte dei professionisti dell’immagine contemporanei sono stati ispirati dalle arti e dal cinema e hanno adattato aspetti di queste discipline nelle loro opere , e tutto cio ha portato a una inrerpretazione piu vasta del disegno grafico. Per tanto sono sempre di più i designer che si finanziano da soli per sperimentare autonomamente e cercare di esprimere la loro individualità creativa artistica con i soldi guadagnano mediante creazioni commerciali ben retribuite. Per molti di loro un significato incerto puo evocare un senso di mistero che cattura l’attenzione dello spettatore. Per molti di loro un significato incerto può evocare un senso di mistero che cattura l’attenzione dello spettatore. questo fenomeno ha fatto si che il disegno grafico venga utilizzato non per risolvere un problema di comunicazione ma come un modo per presentare un enigma comunicativo. Ad ogni modo, c’è anche un numero GRAPHIC DESIGN

5

crescente di designer che danno vita a produzioni basate piu sulle parole,con un solo messaggio diretto e impattante. Spesso il messaggio è esplicito perchè il comunicatore vuole trasmettere un suo ideale e promuovere la sua causa con maggiore chiarezza possibile. Certamente ora si va assumendo sempre piu che la semplificazione è il modo migliore per diltrare le informazioni sommerse e che in futuro i disegnatori grafici avranno l’obligo di agire come architetti delle informazione per poter creare degli strumenti che aiutano chi li utilizza a navigare sui tempestorsi mari dell’era digitale. Il connubbio tra il disegno grafico e il mondo degli affari ha portato alla rapida espansione e globalizzazione della cultura commerciale, ed e forse tempo che iprofessionisti del settore rimettano in discussione le basi etiche del loro lavo. Il disegno grafico e stato troppo a lungo utilizzato cinicamente per indurre gli abitanti dei paesi sviluppati a comprare prodotti prescendibili, mentre nei paesi in via di sviluppo milioni di persone non dispongono di acqua potabile,cibo e medicine. E c’è del altro ,spesso questi prodotti superflui ,creati da esigneze di mercato vengono realizzati in condizioni vergognose dai membri meno favoriti della socetà. 5


6

e

tuttavia i disegnatori grafici hanno aiutato l’industria a minimizzare questo tipo di dettaglio che potrebbero compromettere una marca. Iprofessionisti del settore,invece di fomentare,la vendita di prodotti discutibili dovrebbero utilizzare la loro ingenuità per stimolare il dibattito su socetà e ambiente. Oltretutto i disegnatori grafici di oggi devono riconoscere che hanno la responsabilità e la capacità di rispondere non solo alle esigenze del cliente,ma anche a quelle della società.

6

GRAPHIC DESIGN

Il potere di persuasione del disegno grafico potrebbe alterare radicalmente il punto di vista della gente rispetto ai temi del futuro,dal riscaldamento globale al debito estero dei paesi del 3°mondo Anche se non tutte le creazioni grafiche rientrano nel campo dell etica, i professionisti del settore devono far pendere la bilancia a favore dell’impegno sociale piu di quello commerciale se vogliono ancora rappresentare una forza culturale importante e vivente.’’

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

7

GRAPHIC DESIGN

7


8

GRAPHIC DESIGN

LAGRAFICA LO STILE DELLAMODERNITÀ ECCO DADOVE SIAMO PARTITI

l

a grafica fa parte di quelle cose che tutti guardano senza davvero vederle. Eppure senza la grafica gran parte della comunicazione nel nostro mondo contemporaneo non esisterebbe: dai libri al computer, dalla pubblicità al packaging, dai quotidiani alle caramelle. I grafici, poi, sono considerati delle semplici appendici, strani operatori dell’immagine, che devono dare forma ai prodotti, oltre che ai sogni e alle ambizioni di scrittori, filosofi, editori, imprenditori, politici, e perfino contestatori. Tutti hanno bisogno dei grafici, ma nessuno li reputa davvero importanti. Vediamo ogni giorno percorrendo in automobile le strade delle nostre 8

TESTO DI : Marco Belpoliti per la Stampa il 08/06/2012 città, oppure sedendoci su una panchina di un parco con un giornale o un libro in mano. Finalmente la grafica è entrata nel tempio del design e l’ha fatto in modo discreto eppure eclatante. Esiste uno stile italiano, qualcosa di specifico del nostro contesto visivo? Oppure no, il design grafico è invece un prodotto internazionale o sovranazionale? Una tradizione esiste, anche se è multipla, perché tante cose convergono a fare dell’Italia e della sua grafica un crocevia unico nel panorama internazionale: Bodoni più il liberty, le avanguardie storiche più la Bauhaus. GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

9

Testa nche per la grafica valgono due che produce i primi maestri della osservazioni di Primo Levi e nuova grafica italiana. Italo Calvino; per l’autore di Se questo è un uomo è propria degli La parte del leone la fanno tuttaitaliani la duttilità e la blanda via le due dimensioni: le copertine dottrina, l’assenza di sistemi rigidi dei libri, i periodici, le riviste e i da seguire devotamente, mentre per manifesti. Lì c’è con ogni probabililo scrittore delle Lezioni americane tà un centro visivo, e non solo, che la storia della nostra letteratura coniuga insieme impresa culturale e (e non solo quella) è fatta prevagrafica, immagine specifica e comunilentemente da personalità singole e cazione pubblica. L’idea che ci si fa singolari. Non è perciò un caso che attraversando le sale della mostra è l’anno decisivo per la grafica italia- che, ben prima dell’arrivo della Pop na sia stato il 1933, in pieno regime art, della comunicazione pubblicitafascista, con la nascita dell’IRI, lo ria, dello Streamlining americano, spostamento della Triennale da Monza l’Italia avesse prodotto nel visual a Milano, l’uscita di “Campo Grafico” design, come nel design, un modello e l’inizio dello Studio Boggeri, da di modernità unico e probabilmente cui sono usciti alcuni dei maggiori irripetibile, dove la cultura si coniugrafici dei decenni seguenti. Lì, nasce ga con l’industria, la comunicazione la modernità, dal ripensamento delle pubblicitaria appare elegante e colta, avanguardie e insieme dell’Art Nou- la democrazia espressiva non contraveau, e con il contributo delle arti sta con l’eccellenza. applicate, della tipografia in primis,

A

GRAPHIC DESIGN

9


10

GRAPHIC DESIGN

Munari

U

n nome per tutti: Olivetti. La vetrina e le bacheche che radunano i manufatti grafici e visivi della azienda di Ivrea sono straordinari: semplicità e intelligenza, un mix che lascia a bocca aperta ancora oggi. I nomi di questi maestri educati a un eclettismo visivo tutto italiano razionale e inventivo, provocatorio e classico, moderato ed estremista sono: Albe Steiner, il più politico; Bruno Munari, il più infantile; Max Huber, il più svizzero; Bob Norda, il più razionale; A.G. Fronzoni, il più estremista; Pino Tovaglia, il più fotografico; Enzo Mari, il più designer; Massimo Vignelli, il più diagonale; Franco Grignani, il più optical; e poi ancora: Anita Klinz, Mimmo Castellano, Giuseppe Trevisani, Piergiorgio Maoloni, per non dimenticare il grandissimo Michele Provinciali o l’italo-inglese Germano Facetti. E la lista continua con Giovanni Anceschi, Italo Lupi, Pierluigi Cerri, fino a Guido Scarabottolo e agli altri grafici giovani.

10

La grande lezione della grafica italiana, che metta mano a un libro come a una scatola di spaghetti, al marchio di un supermercato come ad una sigla televisiva, è quella della lettura: leggere e far leggere. L’immagine è sempre leggibile, sia essa un disegno o una lettera. La grafica è il medium attraverso cui si raggiunge il pubblico, i potenziali acquirenti, che non sono mai immaginati più in “basso” di chi progetta e produce. Una volta Calvino, parlando dei suoi lettori, ha scritto che lo scrittore deve supporre un pubblico che ne sa più di lui, più colto e intelligente dello scrittore stesso. Così ci hanno immaginato i grafici italiani per i due lunghi decenni della modernità italiana, prima che l’utopia della comunicazione s’infilasse nel tunnel del consumo e del marketing pubblicitario, che si figura invece un lettore (o un acquirente) più ignorante, incolto e stupido di chi produce e distribuisce. GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

11

GRAPHIC DESIGN

11

Testa


12

GRAPHIC DESIGN

12

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

13

GRAPHIC DESIGN

13


14

GRAPHIC DESIGN

14

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

15

GRAPHIC DESIGN

15


16

GRAPHIC DESIGN

16

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

17

GUIDA AGLI STUDI GRAFICI DI TORINO

GRAPHIC DESIGN

17


18

GRAPHIC DESIGN

BELLISSIMO Unite StAte of Bellissimo

www.bellissimo.it

Bellissimo è un gruppo creAtivo fondAtA A Torino, ItAliA, nel 1998 dA LucA BAllArini,Roberto MAriA Clemente e CArlo MiAno. Bellissimo Oggi operA con tre unitA’ di business.

Bellissimo e la Bestia / Bellissimo Snc

b-Play srl

Bellissimo / Label Srl

Unità gestito da Roberto Maria Clemente via Conte Verde, 9 10122 Torino T +39 011 0262178 E robi@bellissimo.it

Unità gestito da Carlo Miano e Luca Pineider via Conte Verde, 9 10122 Torino T +39 011 0262050 E wow@b-play.com

Unità gestito da Luca Ballarini via Regaldi 7 int 12 / A 10154 Torino T +39 011 2478137 E luca@bellissimo.it

Nulla è vero oppure Bissimo.Alla fine si è scelto il secondo nome. Bellissimo nasce nel settembre 1998 da Luca Ballarini, Roberto Maria,Clemente e Carlo Milano: due terzi Architettura, un terzo Economia. Tutti e tre autodidatti. Lo stimolo verso la grafica arriva dall’esperienza di Label, il primo style magazine italiano distribuito a livello internazionale, di cui Bellissimo cura l’art direction e il design. Il motto di Bellissimo-early-years-tutt’ora valido-e: “ l’immagine è il nostro mezzo preferito,la comunicazione il nostro esperimento preferito”. Agli esordi Bellissimo lavora molto nel settore musicale. Nel 1999 realizza la sua campagna pubblicitaria internazionale grazie a Vitaminic- allora 18

la “Europe’s leading downloadable music community”- che affoda al gruppo anche la grafica del materiale promozionale. Lo stile di Bellissimo attrae negli anni il mondo dell’arte, della fondazione Sandretto Re Rebaudegno alla Fondazione Torino Musei, fino ai piu recenti progetti di identità per il MIAAO e pre l’Irish Museum of Art di Dublino. Dal 203 ad oggi ,Bellissimo collabora con la Regione Piemonte per progetti di innovazione e promozione,creando l’identita di marchi Piemonte Frontiere,PiemonteGroove, WI-PIE. Nel 2003 e nel 2005 Bellissimo partecipa come realtà italiana alla biennale di Lisbona, ExperimentaDesign. In entrambe le occasioni crea delle originali videoinstallazioni. GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

19

IDENTITÀ DA CASELLO A CASELLO

Nel 2005 Bellissimo sviluppa un originale piano di comunicazione per Bombay Sapphire che negli anni ha contribuito a aumentare notevolmente la percezione della marca presso un pubblico di giovani creativi. Nello stesso anno parte da Bellissimo la scintilla cha da vita a TURN, la designe comunity di Torino,la prima associazione di questo tipo in Italia,di cui il gruppo crea crea il nome e il logo. Nel 2006 nasce lo spin-off di Bellissimo Vision,dedicato alle produzioni multimediali e al video, per coniugare la versatilità del gruppo con lo sviluppo di innovative attività dip promozione e branding. Il background in architettura riemerge in due recenti lavori: il restyling simbolico dell’Autostrada Torino-Savona in GRAPHIC DESIGN

occasione del proprio cinquantenario e l’opera di enviornmental graphics “ Iron Mother”, che segna l’inizio della spina, il nuovo asse di torino. Il 2007 comincia con la campagna pubblicitaria di un originale prodotto di Simon Urmet, joint-venture tra le due aziende leader nella domotica. Nello stesso periodo Bellissimo cominica a realizzare video e curare i contenuti web legati al design per Alfa Romeo. Nell’autunno dello stesso anno Bellissimo riposiziona Ballantine’s grazie alla creazione di un format di evento legato al mondo del jazz contemporaneo. Nel 2008 Bellissimo ha acquistato nuovi clienti tra cui Avio,Pirelli, Torino 2008 W.D.C. e il M.A.O 19


20

GRAPHIC DESIGN

Bellissimo LABEL Bellissimo LAbel SRL

via Regaldi 7 int 12/A ,torino , www.bellissimo.it/label/ mail: www@bellissimo.it '' HA SEMPRE PRIVILEGIATO SELEZIONATI BRIEF CREATIVI RISPETTO AI PROGETTI DI TAGLIO''

Bellissimo è Luca Ballarini, Barbara Villanova, Cristina Costamagna, Carlotta Favretto, Cristina Ortali, Edoardo Bergamin, Daniela Puddu Nato come studio creativo specializzato nel graphic design, Bellissimo si è trovato presto a competere con le maggiori agenzie pubblicitarie su progetti nazionali e internazionali. Oggi brand globali di primo piano ricorrono ai suoi servizi, basati su uno stile comunicativo che unisce strettamente elementi visivi e concettuali. Il gruppo ha sempre privilegiato selezionati brief creativi rispetto ai progetti di taglio (e budget) più corporate. Questa scelta, talvolta penalizzante per i ritorni immediati, non ha impedito a Bellissimo di acquisire nel tempo una notorietà legata all’ideazione di strategie di branding non solo influenti e ammirate sul piano creativo, ma commercialmente efficaci. Un approccio distintivo all’event 20

design, che poggia sul coinvolgimento attivo dei partecipanti e su un’esperienza immersiva, ha portato a occasioni collettive il cui mix di immagini, suoni ed emozioni ha avuto forte impatto emotivo sul pubblico, contribuendo allo stesso tempo alla riflessione sul ruolo del design e dell’architettura nelle città. Il lavoro di Bellissimo ha coinvolto linguaggi diversi come grafica, identità visiva, copywriting, naming, video, fotografia, editoria, ed è stato spesso riconosciuto come un fattore di innovazione in ciascuno di questi campi. È altrettanto innovativo il modo in cui i diversi media sono confluiti a creare uno stile unitario: ironico, raffinato, orientato a una forma originale di community-building. Bellissimo ha consolidato un’alta reputazione nel mondo del design italiano ed è oggi tra le più apprezzate ed efficaci agenzie creative del settore della comunicazione. GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

21

Torino 2008 World Design Capital TORINO AL VERDE Nel 2008 la città di Torino è Capitale mondiale del design. Luca Ballarini ha partecipato in prima persona all’evento, facendo da ambasciatore dell’iniziativa a Londra, Berlino, New York, San Francisco. Il comitato organizzatore ha coinvolto Bellissimo nella strategia di comunicazione. Il branding dell’evento doveva essere persuasivo e soffuso: la chiave è stata l’uso del colore verde come segno forte GRAPHIC DESIGN

21


22

GRAPHIC DESIGN

22

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

23

IDENTITÀ DA CASELLO A CASELLO Nel 2006 Bellissimo è coinvolto nei festeggiamenti per i cinquanta anni dell’Autostrada Torino-Savona, insieme agli architetti di MARC e al gruppo di curatrici a.titolo. Marene, Fossano, Ceva e le altre: raccontare le stazioni obbligate che i torinesi imparano a conoscere in cerca del mare. Per l’A6 il cinquantenario è l’occasione di ridefinire un brand collettivo. Oltre al logo per la ricorrenza e ai grafismi dell’immagine coordinata, Bellissimo realizza il libro celebrativo per conto della casa editrice Allemandi e coordina l’ufficio stampa dell’evento.

GRAPHIC DESIGN

23


24

GRAPHIC DESIGN

Torino 2010 European Youth Capital I LOVE YOUTH Bellissimo si è aggiudicato il bando della Città di Torino per l’identità di Torino 2010 European Youth Capital, l’anno di eventi dedicati ai giovani promosso dall’Unione Europea.

24

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

25

GRAPHIC DESIGN

25


26

GRAPHIC DESIGN

Bellissimo AND THE BEAST Bellissimo And the BeAst SRL

via conte verde 9 ,torino , www.bellissimoandthebeast.it mail: robi@bellissimo.it ''grAphic design e il punto di intersezione trA Arte e comunicAzione''

Bellissimo & the Beast è il nome della unità guidata da Roberto Maria Clemente. Avrebbe potuto chiamarsi Bellissimo², essendo questa unit registrata come Bellissimo Snc e cointestaria

26

del marchio Bellissimo: per evitare sovrapposizioni e confusioni, per dare una nuova direzione alla seconda vita di Bellissimo, abbiamo invece preferito firmare i nostri lavori.

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

27

Marzia Migliora per il Museo del Novecento Un logo marziano per un progetto alieno del Museo del Novecento a Milano. Un audio tour trasversale sulle parole di Roland Barthes GRAPHIC DESIGN

27


28

GRAPHIC DESIGN

Murazzi Student Zone Il logo, la visual identity e i primi strumenti di comunicazione per un nuovo Centro per gli studenti ai Murazzi del Po 28

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

29

Logo, brand identity, grafica interna per il più innovativo tra i poli torinesi della socialità interculturale Facendo evolvere il lavoro svolto con l’Agenzia Sviluppo San Salvario sul quartiere, nasce la nuova identità grafica per uno spazio poliforme e poliglotta, all’interno degli ex Bagni Municipali. GRAPHIC DESIGN

29


30

GRAPHIC DESIGN

sviluppo dei primi opuscoli 30

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

31

2 DOMENDE A :

Roberto Maria Clemente Come siete nati? Nati intorno al 1998, dalla decisione di due studenti di Architettura e Economia e commercio che stavano producendo i primi numeri di una rivista universitaria (LABEL), senza nessuna esperienza redazionale e grafica antecedente ma con una forte attrazione verso il mondo anglosassone degli style magazine e una grande passione per la musica, di unire le forze con un architetto da poco laureato. Attraverso il coinvolgimento nella produzione di Label è nato l’interesse per la grafica e la comunicazione, ironica e smitizzante il più possibile, con una grande attenzione verso gli elementi visivi e concettuali. Cosi da Label, poi diventato trimestrale in doppia lingua con distribuzione internazionale, è nato Bellissimo, e le due entità si sono nutrite vicendevolemente per quasi dieci anni. E Bellissimo ha disegnato da allora centinaia di prodotti, con la particolare di firmarli sempre con un nome diverso che conteneva la parola Bellissimo.

GRAPHIC DESIGN

avete avuto difficolta all’inizio nel confrontarvi con le grandi agenzie presenti? Il periodo storico in verità era propizio. A lavorare nella comunicazione esistevano le grandi e piccole agenzie tradizionali da un lato e qualche altro studio di comunicazione più o meno integrata, nati magari come studi grafici e poi evolutisi espandendo il campo di attività. La grande differenza era generazionale, sopratutto nella formazione e nell’individuazione dei riferimenti culturali. Noi eravamo autodidatti, figli di Photoshop e della cultura DIY di David Carson, e guardavamo all’estero, curiosi di capire le dinamiche interne di collettivi multidisciplinari come Tomato, a studi come Designers Republic o a agenzie come KesselsKramer: il modello era quello dello studio creativo, senza ruoli disciplinari interni troppo netti, in cui tutti devono sapere fare un po’ tutto. E in quegli anni gli studi torinesi con un approccio simile al nostro erano pochissimi. Quel fattore di novità è satato fortemente distintivo rispetto al panorama locale, quindi è stato relativamente facile bucare il mercato istituzionale, passando da un ambito prevalentemente underground all’essere invitati anche dalle istituzioni o da clienti più grandi a lavorare con loro.

31


32

b-PLAY

GRAPHIC DESIGN

b-play

B-PLAY

via conte verde 9 ,torino , www.b-play.com mail: wow@b-play.com '' the interActive side of Bellissimo''

Un collettivo creativo, una societĂ di produzione digitale, con oltre sei anni di esperienza nel settore. Nasce e si sviluppa da Bellissimo.

32

Specializzati nelle produzioni digitali di video per il prodotto, cortometraggi commerciali.

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

33

B-Play ha Realizzato 10 video didattico per Fiat per la campagna di Promozione della Gamma Fiat Metano e GPL GRAPHIC DESIGN

33


34

GRAPHIC DESIGN

B-Play ha Realizzato il video pubblicitario per Alfa Romeo MITO in associazione con il club to club

34

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

35

video promozionale per Torino 2010 European Youth Capital GRAPHIC DESIGN

35


36

GRAPHIC DESIGN

ELYRON ELYRON

via Perrone 4 ,torino , www.elyron.it mail: elyron@elyron.it '' PICCOLO MA INTERESSANTE ''

elyron è uno studio di graphic design. elyron è costituito da Roberto Necco e Roberto Balocco. elyron fa progetti grafici integrati. Significa che contenuti e linguaggio vengono considerati nella loro interazione e non fini a se stessi. elyron è piccolo ma interessante.

Quando riesce svolge attività di ricerca sulla comunicazione, sul linguaggio grafico, sulla tipografia.

troubar r’oc: cd 36

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

37

GRAPHIC DESIGN

37


38

GRAPHIC DESIGN

notable: walpaiting 38

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

39

GRAPHIC DESIGN

39


40

GRAPHIC DESIGN

undesign udesign

via saluzzo 42 , Torino www.undesign.it mail:info@undesign.it '' design less design better.''

Abbiamo fondato Undesign nel 2003. Progettiamo identità: questo è il nostro lavoro. L’identità è l’espressione esteriore di un marchio o di un azienda: comprende tutto, dal nome al simbolo, dagli aspetti visivi a quelli verbali. È composta da tutti quegli elementi che concorrono alla creazione di una personalità forte e alla definizione di uno stile caratteristico, grazie a cui un marchio o un’azienda vengono riconosciuti e scelti dai propri clienti. Lavoriamo prendendo in considerazione ogni aspetto del processo creativo, perché siamo convinti che un sistema di identità coordinata progettato con cura sia in grado di raccontare al meglio tutta la cura che un`azienda impiega, ogni giorno, nel fare il proprio lavoro. Progettiamo identità, e lo facciamo combinando aspetti funzionali, comunicativi, formali ed 40

emotivi. Basandoci sull`interrelazione tra design e branding, abbiamo dato vita e seguiamo un sistema programmatico di progettazione definito undesign, come il nome che abbiamo scelto per il nostro studio: un-design in inglese significa de-progettare, tendere verso la sintesi formale procedendo per sottrazione. Riassumendo: progettare meno, progettare meglio. Questa è la visione che abbiamo abbracciato, frutto di una filosofia ben precisa: la nostra. Abbatti il muro dei pregiudizi, lavora con uno spirito aperto e ricettivo. Costruisci il ponte tra te e il mondo, crea connessioni tra pensieri e persone. Dai gioia, lavora con passione e progetta in modo accessibile. Il design è per tutti. Noi siamo undesigners, e progettiamo identità. GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

41

torino pride 2006 comitato torino pride torino, 2006 statement Non dimenticheremo mai il giorno della parata. C’erano più di centoquarantamila persone. E ovunque, in quel bagno di folla, sventolavano bandierine con il logo che avevamo disegnato. Dopo un anno di lavoro il momento era arrivato. La città si era tinta di fucsia. Avevamo lavorato al primo programma di identità coordinata per un evento di questo tipo. Fino a quel momento, in Italia, non era mai stato fatto nulla di simile per un Pride. Logo, carteggio, comunicazione tabellare, spot tv, merchandising, comunicazione virale, allestimento di stand e mostre, installazioni urbane: un grande progetto di identità per riflettere proprio sull’identità di genere. GRAPHIC DESIGN

41


42

GRAPHIC DESIGN

42

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

43

Il nostro amore per il calcio non è certo un segreto. Lo amiamo da sempre, in tutte le forme. Dalla Champions all’oratorio, dal Subbuteo al calciobalilla. E così quando abbiamo conosciuto la Sardi, prima azienda italiana a produrre proprio calciobalilla, non ci siamo fatti sfuggire la possibilità di disegnarne uno. Il calcetto marchiato Undesign, con tutti i sacri crismi estetici dello studio. Tempo dopo, dalle pagine patinate di un magazine da viveur tipo Class, avevamo appreso che Lapo, Del Piero, e compagnia bella non avevano potuto fare a meno del nostro calciobalilla, e se l’erano comprato. Sei a zero. Cappotto.

GRAPHIC DESIGN

43


44

GRAPHIC DESIGN

città del cioccolato eurochocolate - genefin srl perugia, 2004 statement Il patron di Eurochocolate, Eugenio Guarducci, ci aveva chiesto di disegnare un logo per un centro polifunzionale sulla cultura del cioccolato che sarebbe dovuto sorgere nel centro di Perugia. In un ragionamento poco urbanistico e molto vicino alla pratica del gioco del Lego, avevamo pensato che se l’unità minima di una città vista dall’alto è l’isolato, una città di cioccolato sarebbe probabilmente apparsa come una tavoletta, composta da tante quadrotte fondenti. Dalla teoria alla pratica avevamo preso almeno tre chili. 44

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

45

CIVICO 13 CIVICO 13

via Perrone 4, Torino www.civico13.it mail: info@civico13.it ''NOI LAVORIAMO PER LA GENTE NOI LAVORIAMO ALL’INTERNO DI SPAZI SIAMO ENTUSIASTI DI LAVORARE''

CIVICO13 è uno studio di progettazione multidisciplinare nato nel 2002 a Torino. Ognuno di noi è laureato in Architettura ma è specializzato in un ambito progettuale specifico. Per questo lavoriamo su un sacco di cose: architettura, allestimenti, progettazione di

GRAPHIC DESIGN

interni, product design, information design, web design, comunicazione, grafica. Ogni progetto viene sviluppato con diversi approcci e il contributo di tutti. Ogni risultato è diverso: anche volendolo, non potremmo mai fare due lavori simili.

45


46

GRAPHIC DESIGN

CIVICO13 e Partner Ufficiale del Bike Orgoglio Torino, 3 giugno 2012 PARTENZA Dal Parco del Valentino, viale Virgilio Il Bike Orgoglio e Una festosa parata di biciclette un CUI Tutti possono partecipare, per chiedere una CittĂ Misura di persona e di bicicletta Studio dell'identitĂ  grafica dell'evento e Sviluppo dei Supporti di Comunicazione 46

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

47

Virale per promuovere Torino2008, prima cittĂ al mondo ad ottenere il titolo di Capitale Mondiale del Design Campagna virale per promuovere Torino2008, prima cittĂ  al Mondo ad ottenere il titolo di Capitale Mondiale del Design

GRAPHIC DESIGN

47


48

GRAPHIC DESIGN

Oltre 130 pannelli grafici differenti prodotti tramite l'utilizzo di un sistema di grafica generativa. Partendo da un gruppo di elementi grafici di base, un programma scritto in Python ha generato i layout dei pannelli seguendo le regole prestabilite

48

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

49

3 doMANDE A :

Andrea Zanchetta CIVICO13 si è formato riunendo persone che già si conoscevano ai tempi dell’Università e che in qualche modo avevano già avuto modo di mettersi alla prova con delle collaborazioni su lavori veri e propri. In pratica è stato un risultato spontaneo di una situazione che di fatto esisteva già. 2. Ormai sono passati più di 10 anni dai primi lavori svolti e ammetto che ho dovuto risfogliare le vecchie cartelle per ricordarmi cosa avessimo combinato. Sostanzialmente erano lavori arrivati da contatti a noi vicini, di prima mano (spesso amici, parenti o colleghi di lavoro con cui già si collaborava), e si trattava di lavori molto diversi tra di loro, anche per un’impostazione volutamente multidisciplinare che ci eravamo dati noi stessi. Ma come potrai immaginare, agli inizi non eravamo troppo sofisticati nel selezionare la nostra committenza. Nella maggior parte dei casi si trattava di lavori come terzi-

GRAPHIC DESIGN

sti per conto di altri studi o di altri professionisti, dove non vi era una grande possibilità espressiva, quindi le commesse dirette da parte di aziende o privati venivano salutate con grande entusiasmo. 3. Come dicevo, alcuni dei primi lavori arrivavano direttamente da quelli che potenzialmente potevano essere considerati come “competitors”, quindi una rivalità in senso stretto non si è mai avvertita, anche perché gli studi affermati potevano vantare un portfolio clienti non solo irraggiungibile per noi ma anche ingestibile per questioni di esperienza. Paradossalmente, la rivalità era più facilmente avvertibile tra piccoli studi nati da poco e che pertanto si trovavano nella nostra stessa nicchia di mercato.

49


50

GRAPHIC DESIGN

50

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

51

515 negozio creativo 515

via mazzini 40, Torino www.515.it mail: 515@515.it ''guerrillA mArketing''

515 negozio creativo è uno studio di progettazione pubblicitaria, un laboratorio di ricerca focalizzato sull’arte contemporanea, moda, automotive, e le industrie editoriali. Ricerca, Direzione artistica, A + Btl, Naming, pubblicità e campagne promo-

GRAPHIC DESIGN

zionali, Web design e strategia, Viral, nrg, guerrilla marketing. Graphic design, sistemi di identità, Font Design, Archigraphic, strategia di Brand & consulting. Photo and Video production, Animatic Laboratory, Contemporary Art Gallery.

51


52

GRAPHIC DESIGN

"I Setti Re di Roma", mostra, lancio Roma 60 52

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

53

MARTINI"La pi첫 bella del mondo bere" campagna stampa, affissioni, cocktail promozione video, Italia, 2008 GRAPHIC DESIGN

53


54

GRAPHIC DESIGN

ABARTH Spot 54

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

55

GRAPHIC DESIGN

55


56

GRAPHIC DESIGN

56

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

57

believe believe

Via Sant’Ottavio, N º 44 / D , Torino www.believestudio.tv mail: INFO@BELIEVESTUDIO.TV ''PRIMA | CREDERE''

Credere è uno studio di produzione con un focus sulla commerciali, video musicali e video aziendali. CREDERE crea contenuti dall’idea creativa attraverso il processo di produzione e post-produzione. CREDERE ama giocare con le immagini in movimento di forte impatto visivo ed emotivo. Pierpaolo Valetto fondatore di BELIEVE è un regista e montatore video con esperienza internazionale.

GRAPHIC DESIGN

Ha lavorato come tecnico del suono per i film cinematografici, editor di video per spot televisivi, regista freelance e designer di movimento. Ha studiato a Londra e lavora in giro per l’Italia e come freelance a Sydney, Australia.

57


58

GRAPHIC DESIGN

AFRICAWILDTRUCK - TERRA DI MAGIA 58

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

59

AREA G - PROGETTO INCIDENTI GRAPHIC DESIGN

59


60

GRAPHIC DESIGN

ARGENTER - COMMERCIALE 60

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

61

4 DOMANDE A

Pierpaolo Valetto, Director & Video Editor. Come siete nati? Difficoltà iniziali Siamo nati dopo diversi anni di Le difficoltà principali sono stati la esperienza in diversi rami della conquista di nuovi clienti soprattutpost-produzione ma soprattutto dopo to per una realtà come la nostra che un’esperienza lavorativa all’estero ha deciso di ripartire da zero e coche ha innescato la scintilla decisiva struirsi un portfolio completamente per mettersi in proprio e costruire la nuovo, quindi la difficoltà più grossa nostra realtà. è stata costruire la credibilità nei confronti di clienti e agenzie I vostri primi lavori? I nostri primi lavori sono stati Collaborazioni realizzati per piccole medie imprese Collaboriamo con studi o freelance e agenzie, si trattava di spot per il quando il lavoro lo richiede o lo web e video istituzionali in motion permette, comunque nel passato ci graphics sono state diverse collaborazioni sia per lavori istituzionali che per altri progetti più “sperimentali”

GRAPHIC DESIGN

61


62

GRAPHIC DESIGN

62

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

63

GRAPHIC DESIGN

63


64

GRAPHIC DESIGN

trulY design trulY DESIGN

Via Guastalla 10/D , Torino www.truly-design.com mail:truly-design@truly-design.com ''DARE FORMA ALLA NOSTRA ARTE PER STRADA CI HA INSEGNATO AD ATTRARRE, INTERESSARE E STUPIRE''

Nascendo come collettivo artistico, ci siamo sempre impegnati in ogni progetto con la medesima passione e ricerca. Dare forma alla nostra arte per strada ci ha insegnato ad attrarre, interessare e stupire il nostro pubblico. Abbiamo imparato ad adattare la nostra arte allo spazio, a un concetto e all’ambiente circostante con carattere e originalità. Le nostre poliedriche competenze artistiche e tecniche ci consentono di essere perfettamente complementari in tutto ciò che facciamo, da formale comunicazione aziendale a esplosiva arte murale. Ci avventuriamo dove pochi osano, alla ricerca implacabile di soluzioni laddove tutti i metodi convenzionali sono costretti a fermarsi.

64

Oltre alla nostra attività creativa, ci occupiamo anche di didattica, occupandoci di laboratori, corsi di pittura e interventi didattici teorici. Oltre a laboratori presso scuole e strutture comunali, le nostre attività si sono svolte presso Accademia di Belle Arti di Torino, Politecnico di Torino e Istituto Europeo di Design di Torino, dove Mauro149 tuttora insegna. Ecco perché ci mettiamo mezz’ora per rispondere alla domanda “E tu cosa fai di mestiere?”. Preferiamo che siano i fatti a parlare per noi. Naviga il nostro portfolio e i nostri clienti, scarica il nostro CV e iscriviti alla nostra Newsletter (a pié di pagina) se ti interessa conoscerci meglio!

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

65

Comunicazione creativa L’applicazione del nostre conoscenze artistiche e tecniche nella creazione commissionata di grafica, illustrazione, immagine aziendale coordinata, stampa e supporti alternativi. PICTURIN - Comunicazione e logo design -Rems182 PicTurin è uno dei festival più importanti nell'ambito dell'arte murale. Oltre trenta artisti di fama nazionale e internazionale si esprimono su superfici enormi, portando un'ondata di colore sui muri della città e riqualificando un po' di grigio metropolitano. Il logo consiste dell'intreccio fra il toro, classico simbolo della città di Torino, e le "corna con pallino" presenti sui tappini erogatori per vernici spray, mentre la scritta ha una resa a stencil. Assieme al logo sono stati realizzati manifesti e pieghevoli con mappe contenenti tutte le location del festival.

GRAPHIC DESIGN

65


66

GRAPHIC DESIGN

Trittico "Memento" - Dipinti - Rems182 Il teschio, oltre ad essere il simbolo che ci ricorda la fragilitĂ della nostra vita, rappresenta anche quanto siamo uguali se ridotti ai nostri attributi fondamentali. Le tele sono tutte olio su tela, 70 x 80 cm

66

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

67

Global Warning - Anamorfismo - Ninja1+Mach505 Location: Torino, Italia. Il messaggio di questo graffito - anamorfismo è sufficientemente chiaro: il tempo stringe e la Terra, così come noi, ha bisogno di un rapido cambiamento attitudinale da parte nostra. Le due immagini sono state scattate da parti diametralmente opposte circondanti la vasca, così come sono due i modi di osservare il problema: in maniera drammatica, contemplando il nostro pianeta mentre viene distrutto dalle nostre stesse mani, e in maniera attiva, dando un messaggio forte e un consiglio per il futuro. Qual miglior posto per far da cornice se non la gabbia dell'orso in un ex zoo? Tutte le foto sono © Livio Ninni Un ringraziamento speciale va all'associazione Border Land, responsabile delle attività a Parco Michelotti, e a Sikkens, sponsor tecnico del progetto. GRAPHIC DESIGN

67


68

GRAPHIC DESIGN

Opere murali commissionate I graffiti ci hanno insegnato a riqualificare e ad arricchire spazi interni ed esterni adattando la nostra arte a ogni superficie e altezza. Qui potete trovare una selezione di dipinti murali creati per i nostri clienti.

68

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

69

Costruiamo il nostro futuro - Graffito Muro a tema "I giovani e la partecipazione sociale". La nostra costante collaborazione con il Comune di Moncalieri dall'albore della nostra carriera da writers ci ha incoraggiati a parlare di quello che facciamo per migliorare il nostro territorio. Lavorando su basi grezze, come il muro che a tratti si intravede, le nostre mani danno forma al territorio; dimensioni ed estensioni non sono per noi un limite; assorbiamo tutto ciò che percepiamo e condividiamo la nostra rappresentazione personale delle cose, proprio come abbiamo usato linee, forme e giornali per creare una città . GRAPHIC DESIGN

69


70

GRAPHIC DESIGN

5 DOMANDE A

Emiliano Come siete nati? Truly Design nasce come crew di graffitari: avevamo circa 18 anni e per motivi diversi ci trovavamo a dipingere insieme di notte, esprimendoci in tag e lettering, i graffiti più tradizionali. In tre ci siamo incontrati a un corso di graffiti. Il quarto del gruppo lo abbiamo conosciuto perché “crossava” i tag di uno di noi, ovvero li distruggeva: una pratica comune di “battaglia sul campo”. Venivamo da crew e fazioni differenti, poi abbiamo iniziato a fare tutto insieme, a partire da muri e treni, la base culturale del writing. D’inverno facevamo graffiti nell’area di Torino, mentre d’estate ci imbarcavamo in lunghi interrail di esplorazione e disegno in altri paesi. E l’amicizia si è cementata. Intanto, siamo diventati sempre conosciuti a livello italiano come crew di graffittari, e questo ci ha portato a farci viaggiare e a collezionare le prime commissioni: negozi, palestre, discoteche… Al momento della scelta dell’università, in tre abbiamo intrapreso studi dedicati al disegno, applicando il background del graffito ad arte, grafica e design. Uno di noi ha invece scelto giurisprudenza: solo dopo avremmo capito quanto questo sarebbe stato utile per la nostra attività odierna. Da subito abbiamo iniziato a lavorare alle nostre opere senza alcun vin-

70

colo commerciale, poi sono arrivate le prime commissioni: loghi, grafiche e altri lavori che ci permettevano di esprimere al massimo il nostro potenziale di disegno urbano. Alla fine del nostro percorso universitario abbiamo deciso di aprire lo studio, ed è così che è nato Truly Design. I vostri primi lavori? Le commissioni inizialmente non erano tantissime, ma abbiamo sempre sperimentato, riuscendo ad approfondire aspetti artistici che in un secondo tempo avremmo applicato a una questione commerciale. All’inizio sono le conoscenze interpersonali e il passaparola a fare il grosso del lavoro, per qualche strana casualità ci siamo trovati molto impegnati durante le Olimpiadi invernali del 2006, potendo inserire in portfolio alcuni nomi importanti quali Toroc, Budweiser e FIAT Freestyle Team. Questo ci ha sicuramente aiutato ad acquistare un pò di credibilità in più. L’anno di svolta è stato il 2007 in cui 3 grosse commissioni ci hanno dato il responso economico necessario per costituire la società ed aprire lo studio. Da allora è stato un alternarsi di piccoli lavori di grafica, spesso non troppo interessanti, e commissioni importanti più per il nome che per il ritorno economico!

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

Difficoltà iniziali nell affermarsi nel mercato in cui erano presenti le gradi agenzie storiche Tante. Appena aperto lo studio, a 25 anni, ci presentavamo a potenziali clienti con la faccia sbarbata e un portfolio ricco di progetti mai realizzati; a ripensarci ora anche io avrei avuto qualche dubbio nell’affidarci un progetto importante! Per fortuna abbiamo incontrato la fiducia di molti clienti e siamo riusciti a non deluderli. All’inizio sicuramente ci ha aiutato un listino prezzi inferiore alla concorrenza, fornendo però un servizio evidentemente all’altezza delle aspettative dei clienti. Avete avuto collaborazioni esterne con altri studi In quanto creativi a 360° amiamo spesso collaborare con altri creativi di ampie vedute come noi ma che lavorano in ambiti molto differenti dal nostro. Per esempio abbiamo collaborato con studi di videomakers e motion graphic, studi di architetti di vario tipo specializzati in allestimento di eventi o di arredamento. L’attitudine al lavoro di gruppo o con persone che si conoscono appena

GRAPHIC DESIGN

71

deriva direttamente dal mondo dei graffiti dove spesso ci siamo ritrovati a dipingere spalla a spalla con altri graffitari come noi, in alcuni casi amici fidati, in altri conoscendoci reciprocamente solo per aver visto i rispettivi lavori. Il vostro studio ha uno stile del tutto particolare, rispetto a tutti gli altri studi , quanto vi ha aiutato nell affermarvi nel settore Quando dipingi su un muro non sai mai quello che ti può capitare finché non ti ci trovi davanti e ciò ha di sicuro implementato la nostra capacità di adattamento alle situazioni più particolari. Questo aspetto molte volte è ben visto dai clienti che spesso e volentieri non hanno perfettamente chiaro in mente ciò che vogliono sia il risultato finale e bisogna saper interpretare le loro richieste e le loro idee per poterle soddisfare. Possiamo quindi dire senza falsa modestia che venire dal mondo dei graffiti ci ha dato quella marcia in più per ritagliarci una piccola fetta di mercato in un mare già molto ricco di competitori.

71


72

GRAPHIC DESIGN

72

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

73

GRAPHIC DESIGN

73


74

GRAPHIC DESIGN

A.TITOLO A.TITOLO

via cavour 14 , Torino www.atitolo.it mail: info@atitolo.it ''A.TITOLO È COMPOSTO DA GIORGINA BERTOLINO, FRANCESCA COMISSO, NICOLETTA LEONARDI, LISA PAROLA, LUISA PERLO ED È STATO FONDATO NEL 1997 INSIEME AD ANNAMARIA BATTISTA, BETTINA CANESTRINI, BIANCA MARIA POLLEDRO, MARCIA WALLACE.''

A.titolo è un collettivo di curatrici fondato a Torino nel 1997 con lo scopo di promuovere l’arte contemporanea orientata verso le dimensioni sociali e politiche dello spazio pubblico. a.titolo cura mostre, progetti site-specific, committenze di arte pubblica, campagne fotografiche, pubblicazioni, workshop e programmi sperimentali di formazione promuovendo

in chiave interdisciplinare il dialogo fra disegno urbano e arti visive. Nel 2001 a.titolo ha dato vita all’omonima associazione no profit. Nel 2010 ha assunto la direzione artistica del CESAC, Centro Sperimentale per le Arti contemporanee di Caraglio.

Il progetto di Marco Vaglieri è dedicato al lavoro e alla sua ridefinizione creativa. Un tema che, oltre a caratterizzare l’identità culturale di Forno Canavese, rappresenta un nodo centrale nel dibattito sociale e politico attuali, al quale l’artista ha già dedicato parte della propria ricerca. Con InventaLavoro, titolo che rimanda ai linguaggi promozionali e ambigui dell’epoca del lavoro flessibile, ha redatto un bando di concorso per i cittadini del comune, nel quale li invitava a ideare un lavoro, da svolgere nel territorio, che rispondesse ai loro desideri e aspettative. Selezionate da una giuria composta da membri della cittadinanza, le vincitrici, Maria Crocco e Mariarosa Volpe, hanno usufruito di un mese di stipendio pagato dal Comune per realizzare il progetto La repubblica dei bambini. 74

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

75

GRAPHIC DESIGN

75


76

GRAPHIC DESIGN

KIM SOOJA mediazione culturale a cura di Francesca Comisso e Lisa Parola In collaborazione con il curatore francese Xavier Douroux, è in corso lo sviluppo di un progetto Nuovi Committenti finalizzato alla creazione di un “luogo di raccoglimento” non confessionale, richiesto dall’Association du Petit-Saint Bernard di Sèez, Francia, da realizzarsi all’interno dell’Hospice du Col du Petit-Saint Bernard. Il progetto, promosso dalla Fondation de France di Parigi in collaborazione con la Fondazione Adriano Olivetti. è affidato all’artista coreana Kim Sooja, anche ideatrice di un’installazione luminosa per l’esterno dell’edificio. Il progetto è attualmente fermo in attesa della ridefinizione della proprietà dell’edificio.

76

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

77

50TOSV campagna fotografica a cura Nicoletta Leonardi e Francesca Comisso nell’ambito di un progetto di Michele Bonino e Massimo Moraglio. Una campagna fotografica realizzata nell’ambito del progetto che ricostruisce, all’intreccio tra storia delle infrastrutture e storia sociale, la complessa vita del cantiere dell’Autostrada Torino-Savona in occasione del suo Cinquantenario. Ideato dall’architetto Michele Bonino e dallo storico delle infrastrutture Massimo Moraglio, il progetto è confluito nel 2006 in un volume edito da Allemandi e in una mostra fotografica a scala ambientale allestita nelle principali aree di servizio del tracciato autostradale. Le fotografie, realizzate da Giorgio Barrera, Pier Francesco Gnot, Guido Guidi e Ciro Frank Schiappa, riflettono altrettanti sguardi che alternano le prospettive di osservazione di chi percorre l’autostrada e di chi vive stanzialmente nei territori adiacenti: micro tracce normalmente invisibili a all’utenza automobilistica, l’evidenza monumentale dell’infrastruttura sul paesaggio, ritratti e scene colte per caso aggiungono nuove e inedite narrative alla ricerca storica e scientifica documentata nel volume Inventare gli spostamenti. Storia e immagini dell’autostrada Torino-Savona con l’immagine grafica di Bellissimo.

GRAPHIC DESIGN

77


78

GRAPHIC DESIGN

tODO TODO

Via Bellezia, 33 , Torino www. todo.to.it mail: just@todo.to.it ''PROGETTIAMO PER UNA POPOLAZIONE CHE RESPIRA IN DIGITALE''

ToDo E Uno Studio di progettazione di Nuova Generazione Fondato Nel 2007. Progettiamo Per Una popolazione Che respira in digitale: il Che PERSONE OGNI Giorno Parlano, ascoltano, Amano e vivono in Un Mondo ridefinito dall’emergere del mobile web, dei social network, del fisico e pervasive computing. Sviluppiamo Consulenze e Strategie Digitali di Successo con ONU mix unico di creatività, Interazione e Tecnologia, senza mai dimenticare le Componenti di Dialogo, scambio e Partecipazione. Il risultato E UN Flusso Costante di Innovazione e di Esperienze Che interrogano e ridefiniscono la Relazione TRA Tecnologia, Prodotti e Servizi. ToDo collaborazione con ONU rete

78

Nazionale ed Internazionale di Professionisti della Comunicazione e del design. Ai soci Fondatori Giorgio Olivero, Fabio Cionini, Fabio Franchino e Andrea Clemente, Si affianca ONU squadra di collaboratori e Consulenti Che includono Elena Fonti, Andrea Pinchi, Riccardo Mongelluzzo e Carlo Syed. Con I Nostri Progetti ABBIAMO partecipato alla 52 ° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia, Italiawave 2007 ClubTransmediale 2008, Torino World Design Capital 2008 e alle mostre Multiverse e Italic 2.0 della Icograda Design Week 2008.

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

79

Per l’inaugurazione del Nuovo Nike negozio a Torino CI SIAMO divertiti un Realizzare ONU sequencer alto quattro Piani, proiettato do ONU edificio barocco di Una piazza storica della Città. Una macchina da musica elettronica a Disposizione di chiunque Avessé Voglia di Mettersi in gioco, Salire Sulla pedana di Controllo e lasciare il Che Una Postazione, equipaggiata con ONU Sensore Kinect, captasse Confini e Movimenti del Corpo. L’Interazione Passa Dalle mani, il Che scoprono il Potere di accendere e spegnere con ONU Tocco Le Finestre, svelando nota e Campioni musicali da combinare in loop audio OGNI Volta diversificato. I Nostri giocatori SI Sono Caricati di energia diventando i veri Protagonisti della piazza: padroni di un’ombra luminosa alta 20 metri, e avvolti Dai nastri fluo di ONU Secondo Proiettore puntato sul Loro Corpo, SI Sono Fatti Un po ‘direttori d’orchestra, Un po ‘Compositori, e Un po’ Artefici di Uno spettacolo interattivo Che ha Portato musica, colori e Proporzioni al massimo. GRAPHIC DESIGN

79


80

GRAPHIC DESIGN

OGNI progettista ha il Proprio medio:. Al product designer ONU puo Essere la plastica, Per un architetto Il Mattone o il cemento . Software ed elettronica Sono il progettista dell'interaction medie "Il Interaction Ivrea Prototipazione Toolbox" e Una mappa illustra il Che Il Lavoro Che professori e Studenti dell'Interaction-Ivrea Hanno svolto, Nei 4 anni di vita dell'istituto, per CREARE Nuovi Strumenti per rendere accessibile la Progettazione Creativa con il supporto digitale.

80

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

81

Bittogrammi e Una foto INSTALLAZIONE proiettata Sulla facciata della Permanente di Milano in Occasione dell'inaugurazione della Mostra "Cina: artisti della Nuova Generazione", curata da Guido Oldani e Promossa Dalla Fondazione Giorgio Correggiari e Dalla Fiera del Levante. Dodici ideogrammi SI formano, scompongono e ricompongono ATTRAVERSO UN Flusso particellare di Simboli. Un Intervento di progettazione urbana in cui SEGNI E Significati della Cultura cinese emergono Dalla ricombinazione di macro-pixel il Che rappresentano ideogrammi e minimi grafismi Digitali. La Tradizione di Simboli e icone millenarie SI Fonde con l'estetica e il dinamismo digitale. GRAPHIC DESIGN

81


82

GRAPHIC DESIGN

82

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

83

NERDO NERDO

via Garibaldi 5 , Torino www.nerdo.tv mail: info@nerdo.tv ''NON CI PIACE SEGUIRE LE TENDENZE TROPPO FACILE ED ECONOMICO''

NERDO Design Collective è uno studio creativo con sede a Torino, fondato nel 2009, come il risultato della stretta collaborazione di tre amici: Alessandro Durando, Lorenzo Levrero e Daniele Gavatorta, che unito al team nel 2011. Noi preferiamo definire noi stessi come inventori e artigiano di immagini dinamiche. Stampiamo bellezza, pixel per pixel e scolpire i concetti con le idee taglienti. Ci piace affrontare ogni singolo progetto in un modo unico, seguendo l’intero processo creativo, dalla proposta al prodotto finale. Non ci piace seguire le tendenze facile ed economico, il nostro obiettivo principale è quello di ottenere il miglior risultato e realizzare progetti con una vasta gamma di stili e tecniche.

GRAPHIC DESIGN

Crediamo nella forza di un’idea, abbiamo duramente concentriamo su un concetto e di sperimentare con passione, mentre rompendo i confini degli aspetti tecnici per creare animazioni mozzafiato e design per soddisfare ogni necessità dei clienti. In pochi anni abbiamo costruito una collaborazione stabile con una rete mondiale di pubblicità e studi di produzione e abbiamo lavorato per clienti internazionali, come FOX, MTV, Nickelodeon, DISCOVERY CHANNEL, SEAT, SKY tra gli altri.

83


84

GRAPHIC DESIGN

Styleframes per il marchio del canale e il concetto di SKY 3D Channel Italia, il primo canale 3D in onda in Italia.

84

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

85

Azione, Auto, Pistole e Martini e un po 'di buona animazione cellula vecchio per fare un gustoso cocktail di puro movimento bontĂ grafica, dai un'occhiata e vedere di persona! GRAPHIC DESIGN

85


86

GRAPHIC DESIGN

86

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

Alessandro Durando // Lorenzo Levrero YEAR: 2010 TYPE: Graphic Package WHAT: Design and Animations PRODUCTION: Vectorsoul GRAPHIC DESIGN

87

CLIENT: MTV Networks MUSIC: JUPITER

87


88

GRAPHIC DESIGN

fillstudio fillstudio

Via Padre Colombo 1 Bis, 10024 Moncalieri www.fillstudio.com mail: info@fillstudio.com. ''OGNI CLIENTE È DIVERSO OGNI COMMESSA È DIVERSA''

Ogni cliente è diverso e ogni commessa va studiata in modo unico, dal concept, al layout grafico, allo sviluppo del sito web completo. Questo è l’approccio che ci caratterizza, e che ci porta ad abbracciare il concetto di “customerization”: dialogare con il cliente in tutte le fasi, con lo scopo di individuare le sue necessità e personalizzare il servizio offerto. Rifiutiamo la produzione in serie, basata su flussi sempre uguali che omologano il prodotto finito e ne appiattiscono il valore e l’incisività. Il risultato è un approcio allo sviluppo quasi artigianale, che permette a noi di trarre la massima soddisfazione dal nostro lavoro, e ai nostri clienti di avere un prodotto unico.

88

Siamo in tre, tutti alla pari. Da noi non esistono “Directors” o “Responsabili”, perchè sarebbero solo cariche fittizie: semplicemente ognuno di noi ha competenze ben specifiche che si amalgamano con quelle degli altri. Abbiamo in comune una formazione che affonda le proprie radici nella Grafica e nel Design, ma grazie all’esperienza maturata nel tempo ognuno di noi ha ampliato il proprio bagaglio in modo del tutto personale: la capacità progettuale che consente un perfetto equilibrio tra estetica e funzionalità è il marchio di fabbrica del nostro studio.

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

89

Juventus Legends Le leggende della Juventus: una panchina virtuale composta dai più grandi campioni di sempre in casa Bianco Nera, tra cui scegliere i propri cinque giocatori preferiti e condividerli su Facebook. Abbiamo realizzato lo sviluppo actionscript del progetto, sotto direzione creativa dell’agenzia torinese Domino.

Mitour Alfa Romeo In collaborazione con l’agenzia torinese Domino ci siamo occupati della programmazione Actionscript del configuratore emozionale per il lancio della nuova Alfa Mito. GRAPHIC DESIGN

89


90

GRAPHIC DESIGN

D&G Spring Summer 2012 Per la terza volta lo sviluppo del brand site D&G è stato affidato ai nostri coder, in collaborazione con Magicsocket. Quando un rapporto lavorativo viene reiterato in questo modo, significa che il cliente è soddisfatto, e noi ne siamo orgogliosi. 90

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

91

3 DOMANDE A :

Aldo Zorzi -come siete nati? Abbiamo aperto nel 2008, e all’inizio eravamo in quattro: ci siamo conosciuti lavorando negli stessi cotnesti durante la precedente attività da freelance, e abbiamo deciso di aprire una nuova realtà per mettere in pratica alcune intuizioni che avevamo avuto sulla gestione di una web-agency. -i vostri primi lavori Sono arrivati tramite passaparola e amici che hanno consigliato la nostra neonata agenzia: lavorando già nel settore esisteva una piccola rete di conoscenze di altri professionisti che hanno avuto necessità di supporto.

GRAPHIC DESIGN

-difficolta iniziali nell affermarsi nel mercato in cui erano presenti agenzie storiche Le agenzie storiche per noi sono più una risorsa che non un competitor: non potremmo pensare di confrontarci con loro, le nostre dimensioni non ce lo permetterebbero. Però sempre più spesso hanno necessità di competenze specifiche o semplicemente di supporto tecnico; in questo senso la difficoltà principale sta nell’avere l’occasione per una prima collaborazione, che solitamente si trasforma in rapporto lavorativo stabile.

91


92

GRAPHIC DESIGN

92

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

93

GRAPHIC DESIGN

93


94

GRAPHIC DESIGN

CURVE CREATIVE STUDIO CURVE CREATIVE STUDIO sRL

Via dei mille 22, Torino www.curvecreativestudio.com mail: info@curvecreativestudio.com ''WE ACCELERATE WHEN OTHERS BRAKE''

Siamo un agenzia strategica e tattica di comunicazione creativa che offre ai nostri clienti efficienti soluzioni di marketing su misura dei consumatori e dei clienti. Con quasi 20 anni di esperienza nel settore del marketing offriamo ai nostri clienti il supporto per guidare il loro business e inseguire i loro obiettivi. La nostra missione è quella di prendere nuove opportunita potenziali e li trasformiamo in risultati misurabili

94

Molto simile ad una curva su una pista, noi crediamo che se si hanno i giusti obiettivi strategici approccio realistico e sperimentare la curva può essere un punto di successo, un’opportunità nascosta, un punto in cui accelerare e superare la concorrenza. ‘‘Curve Studio, accelera quando gli altri frenano’’

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

95

GRAPHIC DESIGN

95


96

GRAPHIC DESIGN

96

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

97

LENTINI è un marchio studiato a 360 gradi. In primo luogo abbiamo deciso il nome e poi progettato tutti i componenti, dal logo al desain del sito web. Eâ&#x20AC;&#x2122; stato incluso nel progetto anche la creazione di tutto il materiale di marketing e le varie campagne di comunicazione GRAPHIC DESIGN

97


98

GRAPHIC DESIGN

CONOSCETE CHE COSA C’È DENTRO in collaborazione con Feel Desain ha creato una collezione di immagini che forniscono un nuovo sguardo ad alcuni dei marchi più popolari bevande alcoliche. Questo progetto dal titolo “Sai cosa c’è dentro” consente all’osservatore di vedere il prodotto senza veramente vederlo lasciando che la loro immaginazione faccia il resto. 98

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

99

ABOUT

fksdnhvsvnxcxcn vsjvobsvfsd vgjkfdsb fbgv asnbaàlbnfbljna fjlbsfd vbjfbvfdjklbv sljkbslvjsdfbaljvb- fdbnaàbn saflbj lvj basfljs b dgljasnbg a sg sgljsanbflbgjna sbvasljkfnbfdblknadlfnbal nba sfgfgba fbfadkbnadblndfbljn dalàn fgv

GRAPHIC DESIGN

99


100

GRAPHIC DESIGN

100

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

101

QUATTRO LINEE QUATTROLINEE

corso Vittorio Emanuele II, 25 www.quattrolinee.it mail: hello@quattrolinee.it ''SIAMO UNO STUDIO DI COMUNICAZIONE. PROGETTIAMO CON CURA E PASSIONE IDENTITÀ VISIVE''

Quattrolinee nasce come gruppo di progettisti eclettici che sperimentano campi diversi spaziando dalla grafica all’architettura e al design. Figure multidisciplinari con un

GRAPHIC DESIGN

intento condiviso: la comunicazione come ricerca creativa attraverso un approccio metodologico progettuale.

101


102

GRAPHIC DESIGN

Alma Latina è un incontro di sapori, forme e colori del vecchio e del nuovo mondo in un ristorante di cucina sud americana in San Salvario, Torino. Progettazione dell’identità visiva del ristorante torinese. In collaborazione con lo studio di architettura mg2, ispirati dalle forme, colori e immagini dell’America latina, un brand prengo del concetto cardine del progetto: il dualismo. L’incontro tra il vecchio e nuovo, il moderno e la tradizione si incontrano in un autentico spirito latino.

102

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

103

Il marchio piemontese dei supermercati di alta qualità. Una campagna video dal linguaggio semplice, vicino al mondo die bambini, in grado di comunicare i valori del marchio e l’eccellenza del cibo e delle produzioni italiane. L’idea è quella di sfatare il mito dell’accessibilità ai prodotti di qualità solo per pochi eletti. Acquistare e mangiare con cura non è solo limitata agli intenditori. GRAPHIC DESIGN

103


104

GRAPHIC DESIGN

YEPP è un progetto internazionale che mira a migliorare la qualità della vita dei Giovani nei territori in cui vivono. Compagnia di San Paolo si fa promotrice del progetto YEPP a torino, in particolare nel quartiere di Porta Palazzo. Per il progetto è stata realizzato il naming, l’identità visiva, e la campagna di comunicazione e sensibilizzazione per il reclutamento dei giovani del quartiere. Organizzazione e coordinamento degli eventi collegati al progetto, attività di consulenza per tutte le attività di comunicazione necessarie al progetto YEPP. 104

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

105

4 domANDE A

Fabrizio Soldano come siete nati? La nostra è un’agenzia è relativamente giovane. Ci siamo costituiti ufficialmente nell’aprile del 2012 dopo aver lavorato occasionalmente insieme ad una serie di commissioni. Lo studio è costituito da tre soci fondatori, Fabio Guida, Giuseppe Tuttobene e io; ci siamo conosciuti nell’ambiente universitario, al Politecnico di Torino nel corso di Laurea in Progetto Grafico e Virtuale. Abbiamo deciso di partecipare ad una serie di concorsi insieme e di continuare poi l’attività con il nome di quattrolinee. - i primi lavori Prima di allegarti i lavori ci tengo a precisare che quattrolinee è nata ufficialmente l’anno scorso, prima l’organico era leggermente diverso e vantava anche delle collaborazioni di Christel Martinod e Graziana Garbeni. Ti allego di conseguenza i link al nostro sito con primi progetti a cui abbiamo iniziato a lavorare con l’attuale assetto creativo. - difficoltà iniziali nell’affermarsi nel mercato in cui erano presenti grandi studi storici di Torino Torino, come ben saprai, presenta un mercato abbastanza saturo di studi grafici e agenzie di comunicazione. Le difficoltà sono state quelle di emergere in un tessuto che presenta non soltanto grandi agenzie storiche ma soprattutto molti piccoli/medi GRAPHIC DESIGN

studi con un assetto simile al nostro. Dovevamo quindi emergere e mostrare quali fossero le nostre potenzialità rispetto al mercato Torinese, abbiamo quindi iniziato a progettare ogni lavoro con molta cura e minuziosità verso i piccoli dettagli. Quello che ci ha permesso di distinguerci dagli altri è forse stata la nostra formazione politecnica che ci ha permesso di poter essere competitivi nei diversi campi di creatività: dal branding al web, dall’illustrazione alla motion graphic centrando da sempre tutto il lavoro creativo rispetto a un metodo consolidato. Un elemento in cui abbiamo sempre creduto sono inoltre i concorsi; senza velleità di vittoria, ma considerando la gara l’occasione di mettersi in gioco su tematiche che non potrebbero essere altrimenti affrontate. La nostra idea è quella di allargare sempre più le nostre competenze e reti. Cercando di avere un respiro non soltanto torinese, ma internazionale. Proprio per questo crediamo fortemente nelle community creative come Behance. Abbiamo avuto la possibilità di ricevere e figurare in diversi “award” e “served” aumentando così il riconoscimento e credibilità rispetto a potenziali e attuali clienti nazionali e internazionali.

105


106

GRAPHIC DESIGN

106

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

107

GRAPHIC DESIGN

107


108

GRAPHIC DESIGN

BRH+ BRH+

via Valprato, 70,Docks Dora www.brh.it mail: studio@brh.it

''RICERCHIAMO L’ECCELLENZA''

brh+ è uno studio di architettura costituito nel 2002 a Torino da Barbara Brondi e Marco Rainò. Oggetto dell’attività è la progettazione, intesa nell’accezione di indagine ad ampio spettro in materia

108

di architettura ed estesa a parità di intenti a design di interni e di complementi di arredo, allestimenti ed installazioni, disegno industriale, grafica, lavori teorici di critica e curatoriali.

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

109

GRAPHIC DESIGN

109


110

GRAPHIC DESIGN

110

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

111

GRAPHIC DESIGN

111


112

GRAPHIC DESIGN

112

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

113

domino domino

Via Alessandro Filippa, 14 www.domino.it mail: info@domino.it ''WE ARE DOMINO WHERE YOUR BRAND MEETS NEW PEOPLE''

Siamo Domino, l’interaction agency Dal 1996 ci occupiamo di consulenza, produzione e manutenzione di progetti interattivi che hanno un impatto determinante nello sviluppo delle imprese dei nostri clienti. La nostra filosofia: 1)METTERE IN PRATICA BUONE IDEE Studiare una soluzione ottimale e realizzarla. La cultura del pensare e del fare. A tutti noi piace pianificare e realizzare un bel progetto. È una soddisfazione vera. 2) FARE PROFITTO

GRAPHIC DESIGN

Domino è un azienda, e le aziende esistono per questo, altrimenti non stanno in piedi per molto. C’è chi non ne parla. A noi piace essere chiari e inserirlo nella nostra filosofia. Al secondo posto. 3) ESSERE SERENI E CONCENTRATI Persone nervose e tese producono brutti progetti. Crediamo nel parlare con chiarezza, nell’ascoltare con attenzione, nell’esporre soluzioni e risolvere problemi, nella tensione positiva della conclusione di un progetto.

113


114

GRAPHIC DESIGN

FIAT.IT: IL RACCONTO DELL’AUTO Ogni auto è uno strumento funzionale, una soluzione e l’espressione di una personalità: ogni auto è un racconto che parla alla mente e al cuore. La navigazione semplificata del nuovo portale ufficiale Fiat è strutturata per accompagnare ogni tipo di cliente alla scoperta della gamma attraverso un approfondimento progressivo e un approccio visuale che rappresenta l’intera individualità dei modelli e dei servizi offerti dall’Azienda. L’obiettivo di ogni singola pagina è quello di creare una connessione forte con il potenziale cliente con richiami a test drive, offerte e approfondimenti. Una scelta che ha pagato con risultati straordinari. www.fiat.it 114

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

115

NIKE WE RUN TORINO: A REAL EXPERIENCE We Run Torino è la strategia di comunicazione che Domino ha realizzato per ampliare il traffico d’utenza e l’awareness del Nike Store di Piazza Castello. Il progetto consiste nella creazione del primo Running Club Nike di Torino e nell’offerta di un’esperienza reale con sessioni di allenamento settimanali. Per garantire agli iscritti una preparazione atletica reale gli 8 coach ambassador del progetto sono stati selezionati con una maratona urbana: 400 km in 20 ore davanti al Nike store di Piazza Castello, con tapis roulant e maxischermi in perfetto stile Nike. Promozioni riservate e altri eventi paralleli concludono l’esperienza sportiva che genera coesione e fidelizza gli utenti al brand. GRAPHIC DESIGN

115


116

GRAPHIC DESIGN

SPARCO: RESPIRARE PASSIONE Sparco è un’Azienda internazionale con una lunga tradizione in campo motoristico ed è uno dei primi clienti con cui Domino è cresciuta. Il suo target è composto da una community di persone che vivono il mondo delle corse e dei suoi prodotti in modo emozionale e distintivo. L’esigenza di Sparco è una strategia comunicativa capace di affrontare il web non solo dal punto di vista di promozione prodotti, ma anche esperienziale. Riuscire a creare una bolla sinergica composta da un sito web, un’area social e un blog, tutti in grado di parlare ai fan Sparco con un’unica voce distintiva: nasce così la Web Experience Sparco, il vero cuore del sito corporate. La W.E. Sparco nasce soprattutto per dare voce all’appassionato pilota e non: una voce digitale capace di rappresentare l’Azienda e stimolare i fan. www.sparco.it 116

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

117

GRAPHIC DESIGN

117


118

GRAPHIC DESIGN

118

GRAPHIC DESIGN


GRAPHIC DESIGN

119

SITOGRAFIA &

BIBLIOGRAFIA STU DI G RAFICI: www. BELLISSIMO.IT www. BELLISSIMOANDTHEBEAST.IT www. B-PLAY.COM www. BELLISSIMO.IT/LABEL/ www. ELYRON.IT www. UNDESIGN.IT www. CIVICO13.IT www. 515.IT www. BELIEVESTUDIO.TV www. TRULY-DESIGN.COM www. ATITOLO.IT www. TODO.TO.IT www. NERDO.TV www. FILLSTUDIO.COM www. CURVECREATIVESTUDIO.COM www.QUATTROLINEE.IT www.brh.it www.badpal.it www. DOMINO.IT www.FEELDESAIN.IT

S I T I D I R I F E R I M E N TO www.doppiozero.com/rubriche/3/201207/grafica-italiana-lo-stile-della-modernita

GRAPHIC DESIGN

119


120

GRAPHIC DESIGN

120

GRAPHIC DESIGN

Tesi federico portacci  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you