Issuu on Google+


Scheda di sintesi delle principali evoluzioni societarie ANNO 1986

1 settembre Nasce Systema Srl - Società consortile per la Gestione integrata di servizi nel Mezzogiorno, senza scopi di lucro.

ANNO 1991

14 ottobre Trasformazione statutaria in vista della gestione delle nuove funzioni di BIC e nuova denominazione: CEII Systema SCRL - Centro Europeo di Impresa e Innovazione Systema Società Consortile a rl. La vita aziendale da questo momento in poi sarà caratterizzata da vari aumenti di capitale sociale (fino a 2 mld di vecchie lire) e da vari ampliamenti della compagine societaria (fino a 30 soci) annoverando, tra gli altri, Istituti di Credito, Enti locali, Camera di Commercio, Università Bocconi.

ANNO 1992

18 novembre Riconoscimento da parte dell'Unione Europea e della Regione Basilicata e costituzione del BIC Business Innovation Centre centro europeo per l'assistenza globale alle piccole e medie imprese locali. 9 marzo Riconoscimento da parte dell'Unione Europea e della Regione Basilicata di Organismo intermediario per la gestione di Sovvenzioni Globali FESR.

ANNO 1997

22 dicembre Nasce IG Lucana SpA per la gestione di strumenti legislativi finalizzati alla creazione di impresa e alla promozione del lavoro autonomo in Basilicata. Capitale sociale detenuto da IG SpA per il 51% e Regione Basilicata per il 49%.

ANNO 1999

27 luglio Atto di scissione della società CEII Systema SCRL e costituzione di Systema BIC Basilicata SCPA che incorpora tutte le attività ad eccezione delle attività di formazione lasciate alla società scissa. Ingresso del nuovo socio SPI - Società per la Promozione e Sviluppo Imprenditoriale SpA (in seguito Sviluppo Italia SpA).

ANNO 2000

30 maggio Fusione per incorporazione in Sviluppo Italia del socio SPI. Systema diventa società del Gruppo Sviluppo Italia.

ANNO 2000

28 settembre Costituzione di Sviluppo Italia Basilicata Srl con socio unico (Sviluppo Italia SpA) in ottemperanza al piano di riordino ex art. 3 D.Lgs 9 gennaio 1999 n. 1 e successivi DPCM (del 26/1/99 e del 9/6/99) istitutivi di Sviluppo Italia SpA (ora Invitalia - Agenzia Nazionale per l'attrazione di investimenti e lo sviluppo di impresa SpA) facente capo al Ministero dell'Economia unico azionista.

SviluppoBasilicata | Fatti, atti, dati | 183


Scheda di sintesi delle principali evoluzioni societarie

14 dicembre La società si trasforma in SpA. Ha per oggetto la promozione della nascita di nuove imprese e lo sviluppo delle imprese esistenti, la fornitura di servizi alla Regione Basilicata ed alle amministrazioni pubbliche in generale; la consulenza in materia di gestione degli incentivi regionali, nazionali e comunitari; l'erogazione di contributi a fondo perduto e mutui agevolati avvalendosi di risorse messe a disposizione dall'UE, dallo Stato, dalla Regione Basilicata o da altre Amministrazioni pubbliche. La società è controllata da Sviluppo Italia SpA unico azionista. In seguito, per effetto delle incorporazioni delle società IG Lucana e Systema BIC Basilicata, al capitale sociale parteciperanno la Regione Basilicata, alcune Banche, Enti ed Organismi privati. ANNO 2001

17 dicembre Fusione per incorporazione in Sviluppo Italia Basilicata della IG Lucana SpA.

ANNO 2002

6 settembre Fusione per incorporazione in Sviluppo Italia Basilicata di Systema BIC Basilicata SCPA.

ANNO 2007

Piano di riordino A seguito della L. Finanziaria 2007 e della Direttiva del Ministro dello Sviluppo Economico del 27 marzo 2007, Sviluppo Italia SpA ha avviato il riordino complessivo del Gruppo Sviluppo Italia che prevede la cessione delle società territoriali alle amministrazioni regionali inizialmente entro il 31/12/2007. Con successivi decreti il termine slitterà al 30/06/2010. Il 18 luglio 2007, il socio Sviluppo Italia modifica la propria denominazione sociale in Agenzia Nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa SpA. La sua missione diventa l'attrazione degli investimenti, prevalentemente esteri, il sostegno alla creazione di impresa e lo sviluppo dei territori. Nel luglio del 2008, l’Agenzia assume il nuovo marchio di Invitalia.

ANNO 2009

23 settembre Si conclude la cessione di Sviluppo Italia Basilicata: la Regione Basilicata sottoscrive il Protocollo d’intesa con Invitalia e Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione del Ministero dello Sviluppo Economico, e rileva la partecipazione detenuta nella società da Invitalia, pari al 95,23% del capitale sociale. Sviluppo Italia Basilicata, come società in house della Regione, continuerà nell’azione di promozione dello sviluppo economico e imprenditoriale locale, implementando nuove funzioni e strumenti. La Regione Basilicata e Invitalia, collaboreranno per rafforzare l’impatto sul territorio di progetti e iniziative di sviluppo.

184 | Fatti, atti, dati | SviluppoBasilicata


Scheda di sintesi dei principali risultati e attività Oltre 60 milioni di euro di investimenti Oltre 3.000 imprese supportate Oltre 4.500 posti di lavoro Nel corso di tutti questi anni la società, attraverso la propria expertise ed un sistema di strumenti normativi e finanziari, ha operato ed opera per la creazione e lo sviluppo delle imprese presenti sul territorio che vogliano rinnovare i processi produttivi, ampliare l’attività o espandersi sul mercato attraverso la gestione di fondi di capitale di rischio, la partecipazione a network europei per l’innovazione e il trasferimento tecnologico, la disponibilità di incubatori di impresa; ha sostenuto e sostiene la creazione di impresa gestendo agevolazioni finanziarie e servizi reali gratuiti per favorire la nascita d’iniziative di lavoro autonomo, di microimpresa, di attività in franchising e di imprese giovanili; ha favorito e favorisce azioni volte a definire e qualificare l’offerta territoriale per facilitare l’insediamento di nuove imprese nella Regione attraverso l’attuazione di azioni e di programmi operativi di attrazione investimenti e di marketing territoriale; ha favorito e favorisce lo sviluppo dell’internazionalizzazione

Occupazione creata (al 31.12.2008) Nuova occupazione per oltre 4.500 soggetti (sia disoccupati che giovani imprenditori) di cui: » 62% in provincia di Potenza » 38% in provincia di Matera Creazione/Sviluppo imprese Iniziative di lavoro autonomo, microimpresa, franchising (Tit. II D.Lgs. 185/00 e Sovvenzione Globale Piccoli Sussidi): » Progetti finanziati nuove Pmi 3.154 » Progetti finanziati sviluppo Pmi n. 167 » Investimenti finanziati/realizzati oltre € 60 milioni Imprese giovani (Tit. I D.Lgs. 185/00): » Progetti ammessi n. 81 » Monitoraggi n. 173 Settori finanziati: commercio, produzione di beni, servizi. Creazione/Sviluppo di impresa in logica integrata Fondi di capitale di rischio: » Partecipazioni in 22 aziende locali » Investimenti per oltre 6.7 milioni di euro Gestione Incubatori d’Impresa: » Incubatore culturale nei Rioni Sassi di Matera » Incubatore nella Zona Industriale Alta Val D’Agri (Grumento - Viggiano) Adesioni a Network e Sportelli per l’internazionalizzazione e l’innovazione delle PMI: » AIFI – Associazione Italiana delle Finanziarie di Investimento nel Capitale di Rischio » EURADA – Associazione Europea delle Agenzie di Sviluppo » IBAN – Italian Business Angels Network Association » BRE – Bureau de Rapprochement des Enterprises » EBN – European BIC Network » CNI EBN – Comitato Nazionale Italiano EBN » BIC Italia Net sportello dei BIC italiani • www.bic-italia.net » SPRINT BASILICATA Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese • www.sprint.basilicatanet.it » IRC IRIDE • www.centroiride.it » RETE INCUBATORI di Invitalia

SviluppoBasilicata | Fatti, atti, dati | 185


Scheda di sintesi dei principali risultati e attività

delle imprese e della regione nel suo complesso partecipando a programmi di cooperazione interregionale mirati al trasferimento di buone pratiche.

Assistenza tecnica all’Amministrazione regionale e agli enti locali per la definizione, gestione e implementazione di piani, programmi, progetti Rientrano in questo ambito le attività di supporto tecnicoprogettuale svolte in favore della Regione Basilicata per conto di Invitalia relative a: » Programma Operativo pluriennale Marketing territoriale per l’attrazione di investimenti in Basilicata » Programma Operativo Supporto alle Regioni Committenza Pubblica per la definizione di APQ locali » Programma Operativo Advisoring Studi di fattibilità » Attuazione, implementazione e sviluppo del Distretto Tecnologico Tutela Rischi Idrogeologici » Programma per la valorizzazione del Patrimonio Culturale. La predisposizione e gestione di Misure Agevolative (es. L.R. 1/98 – Fondi di capitali di Rischio - Piccoli Sussidi). L’Assistenza tecnica al Contratto d’Area della Provincia di Potenza e la redazione del Piano Turistico Regionale. Le partnership tecniche e promozionali su progetti di tutela ambientale (Azioni Innovative Territorio di Eccellenza, Agenda 21, Life+). Le adesioni a partenariati di sviluppo locale per la progettazione e attuazione di progetti di ambito locale, di cooperazione interregionale e trasnazionale, di innovazione e trasferimento tecnologico, per la lotta contro le discriminazioni sul mercato del lavoro (ADAPT II, RECITE II, IV e V PROGRAMMA QUADRO PER RS&T, IRC IRIDE, PIC PMI, INTERREG, LEADER, EQUAL, MED, SOUTH EAST EUROPE, ART. 6 FSE, POM, PON, PO, SOVVENZIONI GLOBALI FESR/FSE, PARCHI LETTERARI). Le attività di assistenza tecnica svolte per gli enti locali (Piani quadriennali di sviluppo, Programmi di intervento nel settore ricettivo, redazione dei documenti programmatici, Studi di Fattibilità, Piani Operativi per amministrazioni comunali). Assistenza Tecnica alle Pubbliche Amministrazioni centrali e regionali estere Assistenza tecnica, formazione e training per la programmazione e gestione dei Fondi Strutturali in favore delle Pubbliche Amministrazioni centrali e regionali degli stati dell’Europa centrale e orientale di nuova adesione all’Unione Europea (Ungheria, Polonia, Bulgaria, Romania, Turchia). Rientrano in questo ambito le attività di gemellaggio amministrativo (Programma PHARE TWINNING) svolte di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con la Regione Basilicata in qualità di mandated body, con vari Ministeri, Amministrazioni, Municipalità e Agenzie di sviluppo estere.

186 | Fatti, atti, dati | SviluppoBasilicata


Scheda di sintesi dei principali riconoscimenti La scheda riporta alcuni principali riconoscimenti ottenuti dalla società

» Riconoscimento come BIC della Basilicata (Business Innovation Centre), centro europeo per l’assistenza globale alle piccole e medie imprese locali » Riconoscimento come Organismo Intermediario dell’Unione Europea per l’attivazione di Sovvenzioni Globali comunitarie per la capitalizzazione, il sostegno ai servizi delle imprese lucane e la promozione del territorio regionale » Riconoscimento quale Agenzia per la Promozione del Lavoro e dell’Impresa ai sensi della legge 196/97 da parte del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale » Riconoscimento quale esperta per l’attuazione di incarichi di assistenza tecnica alla realizzazione di BIC in base all’accordo tra UE DG XVI e EBN e per il tutoraggio di alcuni già esistenti da parte dell’EBN » Mandated Body della Regione Basilicata per progetti di gemellaggio Phare Twinning (organismo operativo per il supporto all’attuazione del progetto, previo accreditamento presso la Commissione Europea ai sensi del regolamento Phare) » Premio Award EBN-UNDP: con il progetto comunitario ICE - Incubators for Cultural Enterprises, l’Incubatore culturale di imprese in gestione a Sviluppo Italia Basilicata, ospitato nel sito UNESCO dei Rioni Sassi di Matera, ha vinto il concorso internazionale EBN-UNDP Award, conquistando l’attenzione dell’Organizzazione Internazionale delle Nazioni Unite - Programma Sviluppo (UNDP) e di EBN, il network dei Centri Europei di Impresa e Innovazione/BIC. Il progetto è stato selezionato tra le best practice riconosciute nell'ambito del programma IDEASS delle Nazioni Unite (sistema internazionale di cooperazione nord-sud per promuovere un maggiore uso delle innovazioni per lo sviluppo umano), rientrando tra i vincitori della categoria “Governance, Sviluppo economico locale, Sviluppo sostenibile del patrimonio”.

SviluppoBasilicata | Fatti, atti, dati | 187


Schede di sintesi