Issuu on Google+


minimo d’acquisto? solo quello che vi serve... ...a portata di mouse!

www.evoluzionecarta.com accessori per la grafica display da terra display da banco segnaletica per interni/esterni

supporti per stampa laser supporti per stampa plotter supporti per intaglio pellicole termotrasferibili

evoluzione carta dedicati al centro stampa digitale


sommario 03

EDITORIALE 04 |

Osservare, agire e focalizzare...

FLASH.NEWS 08 |

31

Strategie, tecnologie, eventi e novità da tutti i mercati del printing

SOFTWARE|gestionali SOFTWARE| 14 |

Gestionali e preventivi, i software hanno la marcia in più

CONSUMABILI|inchiostri 20 |

Wide format: i nuovi business partono dall’inchiostro

36

LA VETRINA DI IP 26 |

La bacheca di nuovi prodotti

TECNOLOGIE 28 | 36 |

Sonora XP, in armonia con ambiente e produttività C’era una volta la rotativa digitale...

STRATEGIE|green 31 |

SUBLIMAZIONE 44 |

Il digital green printing in dieci step

FORMAZIONE

STRATEGIE|dossier dossier nord 40 |

2

Ottimismo e ripresa il Nord è in moto

Il tessuto per la sublimazione non è “solo” geometria

46 |

La scuola che sa trasferire la nuova cultura del lavoro e di impresa


40 inserzionisti Burgo Distribuzione Centrexpo Centro Stampa Digitalprint Ceper D.P.S. Soluzioni Informatiche Edigit Efi

II cover pag. 30 IV cover pag. 19 pag. 5 pag. 9 III cover

Eurotech Evoluzione Carta Fotoba International Paper Lav Nimax Poligrafica

pag. 24 pag. 1 pag. 3 pag. 16 pag. 48 pag. 11 pag. 25, 27

Reed Exhibition Smartcolor Sun Chemical Sunnycom Publishing Zen Arte

pag. 13 pag. 34-35 pag. 33 pag. 23, 43 pag. 39

.com

You print... We Cut! DIGITAL PRINT FINISHING SOLUTIONS Via G. Marconi 101 -13854 Quaregna (Bi) Italy | fotoba.com

3


italiapublishers.sunnycom.it

editoriale di Edoardo Decio // edoardo.decio@sunnycom.it

Registrazione: Tribunale di Milano n.74 del 12/2/94 Anno XXV - n° 3 aprile 2013 Direttore responsabile e creativo: Susanna Bonati - susanna.bonati@sunnycom.it Responsabile marketing e comunicazione: Edoardo Decio - edoardo.decio@sunnycom.it In redazione: Dario Zocco Ramazzo - dario.zocco@sunnycom.it Alexia Rizzi - alexia.rizzi@sunnycom.it Cecilia Cantadore - cecilia.cantadore@sunnycom.it Giannina Airaghi - giannina.airaghi@sunnycom.it Advertising: Deborah Ferrari, Marco Marcuccio, advertising@sunnycom.it

Osservare, agire e

focalizzare... “Per vincere la crisi occorre sviluppare nuovi modelli di business”, abbiamo sentito ripetere così tante volte questa frase che non ci domandiamo neanche più cosa significhi in concreto. Belle parole, sì. Facili da dire, ma poi... quando si aspetta la sera che il telefono smetta di suonare per concentrarsi, senza distrazioni, sulle nuove idee per fare pianificazione ci si trova a fare i conti con ostacoli fisici da superare. Ogni azienda, anche la più flessibile, ha i suoi flussi di lavoro ormai strutturati, ha i suoi team collaudati, ha i suoi prodotti messi a punto investendo grandi risorse, per non parlare dei costi fissi da affrontare. Se avessimo la bacchetta magica dell’Apprendista Stregone, basterebbe una formula per riorganizzare tutto quanto, nel più breve tempo possibile, e per far ripartire il lavoro secondo paradigmi nuovi, quelli che il mondo là fuori che è cambiato così radicalmente in un certo senso ci impone... Ma non è così: purtroppo l’imprenditore non è stato dotato di poteri magici. Cosa fare dunque? Non ho la pozione per risolvere questo enigma, ma due consigli ve li posso dare e lo faccio con grande trasparenza perché sono gli stessi consigli che prima di tutto ho dato a me stesso. Punto primo, osservare attentamente e attivamente quello che succede intorno a voi e nei mondi attigui, sembra una banalità, ma non è così scontato e può offrirvi ottimi spunti. La seconda cosa è essere snelli: un’organizzazione leggera riesce a essere sufficientemente elastica da accettare il cambiamento come opportunità e con entusiasmo e per metterlo in atto rapidamente. Osservare e agire, mirando con precisione all’obiettivo, in due parole: rifocalizzare il business.. Un esempio concreto è già tra le vostre mani: le subhead di Italia Publishers, così come di Vision e anche di Comunicando, sono di recente cambiate. Non è stato un esercizio di stile ma una strategia precisa, che ha voluto rifocalizzare il target e i mercati di riferimento dei nostri media, per offrire un’informazione sempre più mirata e precisa a una readership sempre più selezionata e soprattutto concentrandosi solo su quei segmenti di mercato in grado di essere ricettivi e attivi. Stanno facendo lo stesso le fiere: Grafitalia e ora dichiaratamente anche Ipex, hanno in corso un processo di cambiamento basato proprio sulla rifocalizzazione dei loro contenuti in base ai cambiamenti dell’industria di riferimento e alle nuove esigenze del loro pubblico. Per rifocalizzare è indispensabile conoscere: stare connessi partecipando alle fiere e leggendo le riviste specializzate è un ottimo punto di partenza!

4

Ufficio traffico: Manuela Spatola - advertising@sunnycom.it Hanno collaborato: Giuseppe Bosio, Fabrizio Tosti Progetto grafico e impaginazione: Stefania Moruzzi - stefania.moruzzi@sunnycom.it Stampa: ARTI GRAFICHE REGGIANI 40064 Ozzano dell’Emilia (BO) Tel +39 051 798829 Tiratura: 8.000 copie Poste Italiane s.p.a. - Sped. Posta Target Magazine (SMA autorizzazione LO/CONV/037/2010) CMP di Milano-Roserio Una copia: euro 5,00 Arretrati: euro 10,00 Abbonamento 10 numeri: euro 50,00 Abbonamento estero 10 numeri: euro 100,00 Ufficio abbonamenti: tel. 02.48.51.62.07 e-mail: abbonamenti@sunnycom.it I pagamenti possono essere effettuati a mezzo: . on-line con carta di credito su abbonamenti.sunnycom.it . CCP n° 31.993.207 intestato a sunnycom publishing srl - Milano sunnycom publishing srl direzione, redazione e amministrazione: via stromboli, 18 - 20144 milano tel. +39-02.48.51.62.07 fax +39-02.43.40.05.09

Cercaci su facebook! Alla voce Italia Publishers!

Tutti i diritti sono riservati. Notizie e articoli possono essere riprodotti solo con l’autorizzazione dell’Editore e in ogni caso ci-tando la fonte. Manoscritti, disegni, foto e altri materiali inviati in redazione, anche se non pubblicati, non verranno, in nessun caso, restituiti. In particolare l’invio di articoli implica, da parte dell’autore, l’accettazione (in caso di pubblicazione) di un compenso puramente simbolico stabilito dall’Editore, salvo accordi preventivi sottoscritti e comunicati a mezzo R.R. Gli articoli firmati impegnano esclusivamente gli autori. Dati, caratteristiche e marchi sono generalmente indicati dalle Case Fornitrici (rispettivi proprietari); non sono comunque tassativi e possono essere soggetti a rettifiche in qualunque momento. Informativa ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003 I dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è: sunnycom publishing srl - via stromboli 18 - 20144 milano (mi). Le categorie di soggetti incaricati del trattamento dei dati per le finalità suddette sono gli addetti alla registrazione, modifica, elaborazione dati e loro stampa, al confezionamento e spedizione delle riviste, al call center, alla gestione amministrativa e contabile. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché richiedere elenco completo e aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Spedizione in abbonamento a titolo oneroso Il ricevimento di questa rivista avviene a titolo oneroso secondo il tipo di abbonamento sottoscritto o tacitamente accettato. Chiunque desiderasse sospendere tale abbonamento ne avrà piena facoltà, senza alcun costo e basterà darne comunicazione scritta all’ufficio abbonamenti.


AAA-CERCASI GESTIONALE FULL OPTIONAL

ANCHE IN CLOUD

PER PUBBLICITÀ

COMPARATIVA

IL SOLUZIONALE

Powered by DPS | Microsoft® Cloud Accelerate Partner

(PIÙ DI UN NORMALE GESTIONALE)

Il gestionale per tipografie e service di stampa digitale creato da un team di informatici ed esperti del settore. L’unico full optional e 100% in Cloud.

www.printrace.eu


fiera milano - rho | 7/11 maggio 2013

VUOI ESSERE IL PROTAGONISTA CON I TUOI SERVIZI SUL PALCOSCENICO DI GRAFITALIA? IL PUBBLICO DELLE GRAPHIC ARTS ASPETTA DI CONOSCERE IL TUO TALENTO. Oggi Grafitalia attrae un target che comprende le agenzie pubblicitarie come i service editoriali, gli studi di graphic design e tutti i nuovi professionisti della comunicazione. L’insieme di questi protagonisti emergenti e del pubblico fedele della mostra rappresenta un’audience nutrita e qualificata, composta da titolari e dirigenti per i quali Grafitalia è l’unico evento da visitare, soprattutto quando devono valutare nuovi investimenti.


s e r sersv vizi guidgua s ida a ie ai r v

s e i e z r v r s viziizi i tecnolog ie, soluzi oni & mercato della

e r g v u i zid ser guidpea r l’ind auistria grafi

stamp a digita le cross media

servizi servs r izie v i z g u i i s

ENTRA IN SCENA CON NOI E SCRIVI IL TUO PEZZO DI COPIONE.

guida

ca e l’

edito

2013ria

ai v i z guidia ai

ervizi gd ai uida a

Per questo, la redazione di Italia Publishers ti offre la possibilità di partecipare alla guida ai servizi che verrà distribuita per l’intera durata della manifestazione presso tutte le reception, nell’area servizi per l’industria grafica e verrà anche allegata al numero di Luglio 2013.

*

Gli argomenti trattati nella guida saranno: • Gestionali, CRM & Preventivi • Web-to-Print & E-commerce • Cross-Media & App per smartphone, tablet, e-book reader • Consulenti & Green • Microstock foto, video & creatività • Corsi & formazione La guida avrà le seguenti caratteristiche: • tiratura: 20.000 copie • formato 17 x 23 cm

stria Servizi per l'Indu riale ito Ed ed ca afi Gr

nte indicative. Le immagini sono purame an example. The image is just

*

Gli spazi tabellari disponibili sono da scegliere tra: A. pagina pubblicitaria B. scheda azienda C. scheda prodotto

ivo è organizzato

Lo spazio esposit

da Centrexpo

erspective view

vista prospettica/p

Per informazioni e prenotazioni: t +39 02 48516207 - advertising@sunnycom.it


FLASH | news

tutte le notizie ogni giorno su

italiapublishers.sunnycom.it

a cura della redazione | redazione@italiapublishers.com

Nuovo Ad per Oki Europe

25 anni di HP inkjet e un nuovo Guinness!

Oki Europe ha annunciato la nomina di Harry Takahashi come amministratore delegato a decorrere dal 1° marzo 2013. Takahashi prenderà il posto di Terry Laidlaw che, dopo 22 anni in Oki, lascia l’azienda per raggiunta anzianità di pensionamento. Takahashi è entrato in Oki nel 1982 e ha ricoperto diversi ruoli all’interno del gruppo, sia in Giappone che in Europa, più di recente come vice amministratore delegato di Oki Europe. “Sono lieto di assumere questo nuovo incarico in un momento in cui Oki Europe è pronta a trarre vantaggio da una serie di importanti iniziative commerciali sviluppate nel corso degli ultimi due anni”, ha commentato Harry. www.oki.it

HP Officejet Pro X.

Nel febbraio del 1988, HP introdusse sul mercato HP Deskjet, la prima stampante a getto d’inchiostro e foglio singolo. Il prezzo originale era di 995$ e la prima HP Deskjet aveva una velocità media di 2 pagine al minuto. La costante evoluzione tecnologica e gli importanti investimenti in R&D hanno portato la multinazionale alla leadership di mercato. Il portafoglio di stampanti inkjet HP comprende molteplici modelli, ad alta velocità e con una moltitudine di funzioni, fra cui la connessione wireless al web, servizi cloud e soluzioni di gestione aziendale. Per celebrare il proprio venticinquesimo compleanno, HP ha presentato la nuova famiglia desktop multifunzione a colori più veloce del mondo: HP Officejet Pro X. Dotata di tecnologia HP PageWide questa nuova gamma produce fino a 70 pagine/ minuto con stampa fronte/retro automatica. Non solo, HP Officejet Pro X è certificata Energy Star, utilizza inchiostri a pigmento HP ed è dotata di un cassetto carta da 500 fogli. www.hp.com

Jet Press 540W finalmente disponibile

Fujifilm Jet Press 540W a drupa.

8

Fujifilm ha annunciato la disponibilità commerciale della tecnologia Jet Press 540W che era stata mostrata in anteprima durante drupa 2012. Una macchina da stampa a bobina inkjet che raggiunge i 127 m/min con risoluzione di stampa pari a 600 dpi e progettata per la produzione di riviste personalizzate, testi scolastici, libri e giornali. www.fujifilm.it

Harry Takahashi, Ad di Oki Europe

Novità wide format Roland Soljet Pro4 Xf-640 è il nuovo plotter di grande formato firmato Roland e dotato di una luce di stampa di 160 cm. La caratteristica principale è l’elevata produttività in tutti i contesti applicativi: da 4 a 102 m²/ora di velocità con doppia testa e 1.440 dpi di risoluzione massima. Soljet Pro4 Xf-640 nasce per centrare le nuove esigenze degli Artigiani Tecnologici. www.rolanddg.it Roland Soljet Pro4 Xf-640.


FLASH | news

italiapublishers.sunnycom.it

Scopri Printrace su Youtube!

Il canale Youtube dedicato a Printrace di D.P.S. Soluzioni Informatiche.

Printrace è il gestionale dedicato alle tipografie e service di stampa creato dalla software house romana D.P.S. Soluzioni Informatiche. Per presentare il suo gestionale full-web, l’azienda ha realizzato un mini-sito e una serie di filmati su Youtube. www.printrace.eu

Doxee ha un nuovo General Manager La software house Doxee ha nominato Radek Trob nuovo General Manager per l’Europa Centro-orientale, dove è fortemente impegnata a espandere il proprio business stringendo partnership e alleanze al fine di rafforzare la propria posizione nel mercato di questa vasta area geografica. www.doxee.com/it

Radek Trob, General Manager Europa Centro-orientale di Doxee

La gestione delle tinte spot su Efi Fiery Xf Versione 5.

Fiery Xf è cinque volte grande

Efi presenta il nuovo Fiery Xf versione 5 per offrire una soluzione scalabile, dalle elevate performance nella gestione del workflow e controllo avanzato del colore per gli operatori del wide format, superwide format e stampa flatbed. La nuova versione 5 di Fiery Xf comprende 3 funzionalità speciali: gestione semplificata tramite Fiery Color Profiler Suite di nuove tinte spot; oltre 50 driver di stampa differenti per la massima compatibilità e una interfaccia completamente personalizzabile. www.efi.com

9


FLASH | news

italiapublishers.sunnycom.it

Hybrid Software apre in Italia

Domino K600i.

L’immagine della campagna promozionale Bompan - Mimaki Italia.

App & Tribe per Bompan e Mimaki

Bompan, importatore esclusivo per l’Italia dei sistemi di stampa Mimaki, annuncia l’introduzione della nuova Mimaki Italia App e del progetto Mimaki Tribe Italia. L’applicazione per smartphone e tablet di Apple, Mimaki Italia App è disponibile gratuitamente tramite Apple Store ed è pensata per fornire a clienti e partner un accesso 24/7 alle informazioni e alle ultime novità di prodotto relative alle tecnologie del produttore nipponico. Mimaki Tribe Italia è un programma di fidelizzazione del cliente volto a offrire una serie di privilegi come l’accesso a consulenza post-vendita, partecipazioni ai programmi di sviluppo di nuove tecnologie, anteprime di prodotto e non solo. www.bompan.it

Nimax e Domino a Grafitalia Nimax ha annunciato ufficialmente la sua presenza a Grafitalia 2013. In fiera, l’azienda mostrerà l’esclusivo sistema di stampa a getto d’inchiostro piezoelettrico Domino K600i. Una tecnologia unica nel suo genere che utilizza inchiostri di tipo Uv-curable e offre una risoluzione elevata: 600 dpi con velocità di produzione che spazia da 50 a 75 metri/minuto. Le applicazioni sono molteplici e le possibilità di personalizzazione elevate. www.nimax.it

La software house americana Hybrid Software, operativa dal 2011 in Europa, ha annunciato una nuova consociata che spingerà la piattaforma sul nostro mercato. A poche settimane dall’inizio della sua attività, la nuova società, con sede a Milano – e guidata da Luisa Milan, Sales Manager e Luca Rossi, Application Support Manager – si è aggiudicata il suo primo ordine per l’esclusivo sistema Order Lifecycle Management. www.hybridsoftware.com

Screenshot di Hybrid Software Olm.

Anteprima mondiale Durst a Grafitalia A Grafitalia, dal 7 al 11 maggio presso Rho Fieramilano, Durst presenterà in anteprima mondiale la rivoluzionaria tecnologia Rho P10 in versione Pac, dando dimostrazione di come l’altissima definizione delle immagini raggiunta con una goccia da 10 picolitri – e paragonabile alla qualità offset – possa essere combinata con il massimo della produttività 24/7 in ambito cartotecnico, packaging e converting. www.durst.it

10

Il micro-testo di Favini Secure-Skin ingrandito 15x.

Sicuro, è Favini!

Durst Rho P10 in versione Pac.

Favini ha presentato la sua nuova innovazione nell’ambito delle carte di sicurezza, parliamo di Secure-Skin, dotata di micro-goffratura che a prima vista si presenta come un elemento decorativo, in cui, in realtà, è integrato un micro-testo visibile soltanto utilizzando lenti d’ingrandimento 15x o più potenti. Favini è infatti in grado di creare goffrature contenenti micro-messaggi, loghi o motivi personalizzati per una sicurezza totale. www.favini.com/it


FLASH | news

italiapublishers.sunnycom.it

Sorpresa pasquale Pixartprinting

Claudio GIacomelli, Titolare di Synergic Solution.

Sinergie nel print e cross-media

Synergic Solution nasce nel 2011 a opera di Claudio Giacomelli, specializzato in progetti di automazione e cross-media. La società offre servizi per l’industria della stampa e in particolare sviluppa lavori che coniugano tecnologie e prodotti di consumo a soluzioni logistico/ organizzative, introducendo ove necessario, strumenti gestionali e formativi per favorire l’allineamento delle aziende al proprio mercato. www.synergic-solution.com

Prodotte utilizzando cartone Onda E da 1,4 mm di spessore e personalizzabili con immagini a piacere, le nuove ceste pasquali by Pixartprinting sono semplici da montare e stampate con qualità superlativa. La facilità d’uso e montaggio è garantita da una chiusura a incastro mentre la grafica è “Fine Art” perché realizzata con macchine inkjet Durst dotate di tecnologia P10. www.pixartprinting.it Le ceste pasquali di Pixartprinting.

stampato

Novità Imageperfect Signage

I nuovi campionari della gamma Spandex Imageperfect Signage.

Spandex ha completato la gamma di supporti Imageperfect Signage introducendo: Ip 3000 promozionale lucida/opaca di durata fino a 4 anni; l’intermedia Ip 3500 lucida/opaca (6 anni) e Ip 5700 fino a 8 anni. Ip 5700t è la traslucente di alta qualità, mentre Ip 5800 è per decorazione di vetri, entrambe con resistenza di 7 anni. Nuova anche la gamma Ip 6500 con finiture specchio e spazzolate (5 anni). Ip 7900 3D è per rivestimenti di media durata. Infine Ip Sun Protective per la protezione solare fino 10 anni. www.spandex.it

Direct marketing

nimax:: la qualità vuole qualità Sistemi di stampa a dati variabili specifici per flessografia, roto-offset e digitali, piccolo e grande formato.

Tecnologie ink jet alta risoluzione, drop-on-demand ad alta risoluzione, ink jet termico. La stampa personalizzata a dati variabili permette di offrire un servizio completo per il direct marketing, l’indirizzamento, il gaming e la stampa a colori di etichette, aumentando così la competitività sul mercato: Nimax, con le sue soluzioni plug-in, è il partner ideale per le grandi e piccole aziende grafiche che intendono offrire servizi flessibili e all’avanguardia. Chiedi un incontro con i Consulenti Nimax per individuare la soluzione ideale per le tue specifiche esigenze di codifica: nelle offerte Nimax la qualità non è un optional.

nimax s.p.a. - via dell’Arcoveggio, 59/2 40129 Bologna - Italy - T. +39 051 419 9111 commerciale@nimax.it - www.nimax.it

Siamo presenti nel

Padiglione 1 Stand C21-D26 ESCLUSIVISTA

NUOVA K600i

11


FLASH | news

italiapublishers.sunnycom.it

Minimegaprint è “Chiavi in Mano” Minimegaprint lancia il nuovo servizio “Chiavi in mano” creato per grandi commesse di applicazioni in&outdoor, dalla decorazione di vetrate al rivestimento di automezzi con consegne parcellizzate. Il nuovo servizio consiste nella gestione per conto del cliente di tutta la logistica e comprende addirittura il montaggio in loco, grazie a consolidate partnership con applicatori su tutto il territorio nazionale. www.minimegaprint.com

On è l’opera di Marumiyan per Fotolia Ten Collection Season 2.

Fotolia Ten di aprile è “Made in Japan” Lo scorso 10 aprile è stata pubblicata la quarta opera Fotolia Ten Collection Season 2, firmata dall’artista giapponese Marumiyan. L’opera è intitolata “On” ed è ispirata al tema della musica. L’artista, partendo dalle immagini Fotolia, ha creato un elaborato fotomontaggio: l’albero icona del Giappone, il bonsai, incontra i decibel e si completa di amplificatori, altoparlanti e cavi! www.tenbyfotolia.com

Il nuovo portale Web-to-Print di Minimegaprint.

Depositphotos, fa 13!

Opera stampata con Rho P10 200 da New Lab per la mostra Pictor Caeli.

New Lab e P10 firmano Pictor Caeli

Grande soddisfazione per New Lab a seguito dell’importante allestimento realizzato in occasione della mostra “Pictor Caeli - rare visioni di pittura da ponte”. Un’esposizione di immagini fotografiche in scala 1:1 che riproducono due grandi tele (5,5x10 m) del Tiepolo e che rimarrà aperta fino a luglio presso il Castello di Padernello (Bs). All’interno, le opere che New Lab ha riprodotto fedelmente con la rivoluzionaria flatbed Rho P10 200, dotata di altissima definizione delle stampe di qualità paragonabile a quella offset. Parliamo di 30 lastre in Plexiglas retroilluminato in cui rivivono alcune opere riprodotte a grandezza naturale. www.newlabphoto.it - www.durst.it

Depositphotos, agenzia di foto stock specializzata in immagini di alta qualità royalty-free per la creatività e il design, ha rivelato che in un solo mese sono stati aggiunti alla collezione online ben 1.000.000 di file. Un incremento che ha portato Depositphotos a tagliare l’ambizioso traguardo di 13.000.000 di file online. Un successo condiviso al Promotion Expo di Milano (1315 marzo) dove Depositphotos ha riconfermato l’apprezzamento da parte degli specialisti del settore promozionale. it.depositphotos.com

Un congresso speciale

Graphispag.digital.

12

La homepage di Depositphotos.

Grande successo per The Image&Print World Congress, svoltosi a Barcellona in occasione di Graphispag.digital. Sette gli argomenti trattati, spaziando da una panoramica sull’industria globale alle nuove frontiere della gestione colore, fino alla rilevanza e integrazione dei social network quali nuovi strumenti di business. Molto apprezzata la sessione sul Web-to-Print. www.graphispag-digital.com


SOFTWARE | gestionali

di Dario Zocco Ramazzo | dario.zocco@sunnycom.it

GESTIONALI e PREVENTIVI, i software hanno la marcia in più

Calcolare e stimare i costi, gestire gli ordini e mantenere il controllo sulla propria azienda di stampa tradizionale, digitale o di grande formato non è un optional: ecco i software che garantiscono l’autonomia e la sicurezza produttiva necessarie.

S

iamo fermamente convinti, qui in redazione di Italia Publishers, che il 2013 sarà l’anno della ripartenza per l’industria del software dedicato all’industria grafica. Ci riferiamo ai software che spaziano dal gestionale alla preventivazione, fino al controllo della relazione con i clienti via web, e non solo. Applicativi di cui trovate in queste pagine approfondimenti e dettagli. I tempi per una diffusione rapida e concreta di queste piattaforme sono maturi, oggi più che mai, anche perché – spiace dirlo – ma la crisi di questi ultimi anni impone a tutte le aziende di stampa di ottimizzare i propri centri di costo, limare gli sprechi e mantenere margini di guadagno reali. A questi fattori si aggiungono variabili come l’aumento del prezzo delle materie prime, la riduzione delle tirature, il dato variabile, l’apertura ai servizi web e la diffusione di tablet e smartphone, che stanno ridisegnando gli assetti del settore grafico. Più in generale è cambiato il modo di acquistare gli stampati da parte di clienti privati, delle agenzie e degli uffici acquisti. Gli imprenditori/stampatori devono farsene una ragione e, se possibile, cavalcare l’onda del cambiamento digitale. Il software è la chiave. Un buon applicativo di gestione delle relazioni con i clienti (o Crm, Customer relationship management), semplificando, consente di conoscere in tempo reale le esigenze di un cliente specifico tra i molti presenti in database, e può fornire informazioni fondamentali per il successo nella vendita: le sue preferenze, i commenti, i post sui social network e non solo. Questo, se affiancato a un software di preventivazione flessibile e appositamente creato per abbracciare mondi trasversali (dal digitale a foglio al grande formato, dalla cartotecnica al label) nell’arco di pochi clic permette di realizzare una ordinazione conoscendo istantaneamente le variabili, i tempi di produzione e consegna ipotetica. L’ordine di stampa, inoltre, potrebbe arrivare al commerciale, mentre questo è fuori ufficio… ecco che un gestionale “full web”, predisposto per tablet e smartphone, potrebbe fare la differenza. Un dettaglio della piattaforma Printvis, disponibile in Italia attraverso Ardan.

14


SOFTWARE | gestionali

la parola a...

1

“Printrace è il gestionale di nuova generazione full web per le arti grafiche. Tutto il processo produttivo, dal preventivo all’incasso è sotto controllo, anche i lavori più insoliti e complessi non sono più un problema. A giugno il sistema si arricchirà di nuovi moduli per la gestione del car wrapping, ricami, insegne e packaging. Printrace è adatto sia per le piccole imprese sia per le più grandi e strutturate che sfruttano appieno le funzioni di workflow interno.”

Marco Belcastro, Titolare D.P.S. Soluzioni Informatiche

1. Alcuni screenshot dell’innovativo gestionale Printrace firmato dalla italiana D.P.S. Soluzioni Informatiche. 2. Il nuovo e-Commerce di Edigit. 3-4. Around Me e iEdigit.

Il business di stampa anche in mobilità

La rapida diffusione di tablet e smartphone e, più in generale, l’utilizzo di internet e del web come piattaforma di comunicazione e di scambio di informazioni e file con i clienti, ha aperto nuovi mondi e prospettive anche agli stampatori tradizionali e digitali. La connettività e l’accesso ai dati della propria azienda, anche in mobilità, è diventato un fattore critico e di vitale importanza, soprattutto per la forza vendite. Per questo motivo, i nuovi software gestionali, di Crm e per la preventivazione, nascono per essere accessibili direttamente via internet e sono definiti: “full-web”, “cloud-based” oppure “cloudready” se già predisposti per future evoluzioni online. In sostanza, mettono a disposizione dell’azienda una piattaforma digitale accessibile tramite browser per la navigazione internet (oppure tramite app), presente sul computer fisso o sul dispositivo mobile connesso alla rete. I dati sono protetti, sempre, e vi si accede tramite credenziali, mentre la loro disponibilità è istantanea e senza vincoli di tempo o geografici. Scegliendo una piattaforma gestionale che sfrutta al 100% i vantaggi di internet, risulterà più semplice l’integrazione con eventuali piattaforme di Web-to-Print.

2

Codice italiano

Le software house italiane specializzate nella creazione di applicativi per la gestione e il controllo della produzione in ambito grafico, emergono dal panorama internazionale per l’efficacia dei loro sistemi, pensati per offrire semplicità, subito, a costi accessibili. Sono progettati secondo logiche di scalabilità a lungo termine e hanno il grande vantaggio di fornire una piattaforma di partenza ottimale ad aziende medio-piccole con una forte componente di personalizzazione. Un vantaggio importante che ha permesso a software house del calibro di D.P.S. Soluzioni Informatiche, Edigit, Cognita e Interlem Gp Omega, solo per citarne alcune, di caratterizzare la propria offerta secondo le reali esigenze dei centri stampa.

3

4

15


la parola a...

SOFTWARE | gestionali

Carlo Centrone, Product Manager Gerp Cognita

“Gerp è un’applicazione web, funziona su qualsiasi: pc, tablet e smartphone. L’interfaccia è progettata per ridurre al minimo i tempi di apprendimento degli operatori, evita errori umani e trasferisce tutto il know-how dell’azienda all’interno del software. Per capire il funzionamento di Gerp si può dire che è più simile a un social network aziendale che a un tradizionale software Erp.”

Gerp di Cognita mostra i dettagli e un’anteprima dell’ordine.

D.P.S. è già full-web

Tra le soluzioni più complete sul mercato e già “full-web”, segnaliamo Printrace di D.P.S. Soluzioni Informatiche, dal design completo e accessibile ovunque: dall’ufficio, da casa o in mobilità via iPad. La piattaforma oltre a essere disponibile in versione di prova gratuita per 30 gioni e senza limitazioni, offre un cruscotto di informazioni dettagliate per la gestione di anagrafiche, per la creazione dei preventivi con scontistica, approvvigionamento agenti, controllo flessibile sul prezzo (fisso o a scaglioni), rapporto tra gestione avviamento macchina e tiratura, generazione della “coda lavorazione” per ogni operatore (che quindi semplifica la vita nei reparti e al responsabile di produzione!). Non manca uno scadenziario completo di informazioni per la fatturazione e relativa gestione degli incassi. La software house romana ha inoltre dichiarato che presto integrerà nuove funzioni dedicate per il grande formato e orientate al settore della stampa su etichette.

Edigit aperta all’e-commerce

Oltre 20 anni di storia, grandi installazioni in Italia e nel mondo, fanno di Edigit uno dei massimi leader nel settore dei software gestionali per le aziende grafiche. La software house italiana, che sarà presente alla prossima Grafitalia, ha arricchito la propria gamma Ut-digital ed Enterprise, con nuove app per il mondo mobile, come iEdigit che

16


SOFTWARE | gestionali

la parola a...

1

Guido Codini, Responsabile Business Unit Printvis di Ardan

“Printvis è un Erp/Mis specializzato per l’industria grafica e basato su Microsoft Dynamics Nav. Si tratta di una soluzione gestionale integrata in maniera nativa, che consente di coprire tutto il ciclo produttivo, assicurando l’univocità dei dati. Un unico software per gestire tutti i processi, anche via web, garantisce ai nostri clienti dinamicità e controllo dei costi.”

consentono di gestire l’azienda via iPhone e iPad. Ma non finisce qui: Edigit ha recentemente lanciato l’innovativo e già richiestissimo E-Commerce, la piattaforma di commercio elettronico Web-toPrint per vendere gli stampati su internet (tradizionali, digitali e di grande formato). La soluzione top di gamma Edigit è Enterprise-64, certificato Jdf e orientato alle aziende di stampa molto strutturate. Quest’ultimo è completamente modulare, integrato e disponibile in cinque versioni: Digital, per aziende digitali molto strutturate; Label, specifico per gli etichettifici (tradizionali e/o digitali); Packaging, pensato per soddisfare tutte le esigenze delle aziende cartotecniche; Flexo, dedicato alle aziende di stampa flessografica; Postpress, è invece progettato per gli specialisti della legatoria. Molto apprezzata è la nuova app iEdigit per iPhone e iPad che offre uno strumento inedito ed esclusivo ai reparti commerciali, la funzione: “Around Me” consente di geo-localizzare su mappa i clienti presenti in un raggio di chilomentri predefinito, e di visualizzarne le anagrafiche e lo storico documenti con la possibilità di effettuare chiamate dirette.

Ardan accelera nelle arti grafiche con Printvis

Con sede a Milano, Ardan è specializzata in consulenza e integrazione di piattaforme software. Tra le soluzioni veicolate in Italia in qualità di “Reseller and Implementation Partner”, Ardan propone Printvis come il gestionale espressamente indicato per l’industria

2 1. Arianna Printing di Interlem Gp Omega con un dettaglio della sezione vendite. 2. Un dettaglio della sezione di Printvis dedicato alla “Gestione ruolo utente”.

“I clienti sapranno in tempo reale lo stato della loro commessa.” grafica e basato su Microsoft Dynamics Nav. Printvis offre tutti gli strumenti fondamentali per i processi amministrativi, di controllo di gestione e produttivi della gestione delle commesse e dei loro costi, in tempo reale, dalla preventivazione alla fase di pre-stampa, stampa e post–stampa. La sua struttura modulare lo rende facilmente configurabile e personalizzabile per ogni specifica esigenza di tutte le aziende grafiche: quotidiani e riviste, stampa commerciale, packaging, etichette, centri copie, legatorie e grande formato. È un sistema pienamente compatibile con gli standard Jdf (Job Definition Format) e Jmf (Job Messaging Format). Printvis può essere integrato con il web tramite gli strumenti inclusi di Webvision, offrendo ai clienti accesso diretto all’avanzamento delle loro commesse via internet. L’interazione avviene direttamente con le informazioni del database di Printvis, il quale mostrerà sempre dati aggiornati in tempo reale attraverso il browser.

Preventivi che fanno “Algola”

Realizzato dalla software house modenese Algola, l’applicativo Papiro è fortemente orientato alla gestione dei processi produttivi tipici del modo offset a foglio e digitale, spaziando dalla preventivazione all’emissione dei documenti fiscali. In Papiro lo stampato da preventivare e gestire nel processo produttivo si presenta come un insieme ordinato di icone, ciascuna rappresenta una fase di lavorazione. Il

17


Alessandro Degola, Titolare Algola

“Centinaia di clienti ci hanno scelto e ogni giorno lavorano con il nostro software specifico per industrie grafiche: Algola. Una soluzione semplice, utile ed economica. Abbiamo inoltre soluzioni diversificate per molteplici tipologie di aziende: tipografie, litografie, fustellifici, cartotecnica e piccole aziende di stampa digitale.”

la parola a...

la parola a...

SOFTWARE | gestionali

Marco Pigliapoco, Executive Director Dagomedia

“Chronos è il gestionale dedicato al settore grafico, completo, compatibile con qualsiasi piattaforma e supporti mobile. Consente l’organizzazione di tutte le fasi dell’agenzia grafica monitorando in tempo reale i flussi: offerta, tracciamento dei tempi di ogni risorsa, attività interne e forniture esterne fino alla fatturazione e al controllo pagamenti.”

1

2

1. Papiro di Algola. 2. Chronos di Dagomedia.

software calcola automaticamente caduta macchina e segnature, finitura, dorso, controllo bianca/volta (e non solo), al fine di fornire la migliore soluzione rispetto alle tecnologie a disposizione dell’azienda di stampa. Algola ha progettato Papiro per la massima compatibilità verso i gestionali di: Esa, TeamSystem, Magno Net, e altri. Algola conta decine di clienti in tutta Italia e il suo Papiro è stato considerato tra i migliori applicativi anche a fini didattici dagli stampatori del comprensorio Reggiano-Parmense.

Interlem Gp Omega: soluzioni di successo

Con oltre 170 clienti in Italia e all’estero, Interlem Gp Omega, opera verticalmente nell’industria tessile della stampa, proponendo il gestionale Arianna. Creata per piccole imprese, la piattaforma propone una gestione delle vendite spaziando dall’offerta fino alla fatturazione. La trasformazione tra un documento e il successivo è completamente automatica e sincronizzata e garantisce una totale integrità delle informazioni gestionali. A fianco del processo di vendita sono disponibili una vasta gamma di funzionalità per gestire le politiche commerciali, controllare l’esposizione e il fido dei clienti e, infine, di effettuare l’analisi dei dati di vendita con grande semplicità e versatilità. I dati introdotti sono monitorati in real-time sia dal punto di vista dell’avanzamento della produzione sia in caso di aggiornamenti da parte degli operatori.

18

UN ERP ANCHE PER GLI SPECIALISTI DEL TESSILE Presente in 42 paesi nel mondo, Datatex è leader nella fornitura di Sistemi Informativi per le aziende tessili e dell’abbigliamento. La soluzione Erp (Enterprise Resource Planning) di Datatex è il risultato di oltre venti anni di sviluppo in sinergia con gli utenti del settore tessile e dell’abbigliamento. Tra i moduli Datatex, D-view mostra distinta, disegni e immagini, informazioni di approvvigionamento produzione e ciclo delle lavorazioni tessili e indica i costi.


CHI AMA, PROTEGGE Ceper lo fa da oltre 40 anni, il cellophane lo fa da 100

E PHAN O L L E C NNI 100 A 12 20 1912-

SIAMO UN’AZIENDA SPECIALIZZATA NEI SERVIZI PER IL MONDO DELL’EDITORIA E OPERIAMO SUL MERCATO NAZIONALE FIN DAL 1966. LA NOSTRA ATTIVITÀ, OLTRE A UN SERVIZIO DI CELLOPHANATURA PERIODICI CON INSERIMENTO O APPLICAZIONE DI ETICHETTE INDIRIZZI DA OLTRE QUARANT’ANNI, COMPRENDE ANCHE I SEGUENTI SERVIZI: •

gestione degli indirizzi con analisi dei dati, normalizzazione, riordino e adempimenti per la spedizione (stampa 247, SMA, statistiche, sovrapacchi etc..) mailing: imbustamento automatico e manuale, taglio e piega ccp, etichettatura su supporto cartaceo e autoadesivo, postalizzazione in Italia e all’estero

• • • •

stampa bollettini per abbonamenti con grafica personalizzata inserimento automatico e manuale di inserti pubblicitari e gadget gestione resi, stoccaggio dei prodotti editoriali trasporti in tutta Italia perché il servizio deve essere seguito dall’inizio alla fine dai nostri specialisti

Via Puecher 9/11 - 20026 Novate Milanese (Mi) Tel. 02.35.61.846 r.a. | Fax. 02.35.62.616 email: ceper@tin.it | commerciale @ceper.191.it www.postalizzazione.net


CONSUMABILI | inchiostri di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it

Wide format: i nuovi business partono dall’INCHIOSTRO

In attesa delle novità che vedremo a Fespa, in ambito di inchiostri per applicazioni di grande formato, facciamo il punto della situazione sull’attuale stato dell’arte dei prodotti proposti da aziende produttrici e rivenditori, sulla base dell’evoluzione delle nuove e sempre più performanti tecnologie di stampa e delle differenti esigenze applicative.

I

I mantra che caratterizza il mondo della stampa in generale da qualche tempo a questa parte è “sviluppare nuovi modelli di business”: questo sembra essere il punto di partenza per qualsiasi strategia per la maggior parte delle aziende, prima di tutto, di sopravvivenza al prolungato momento di crisi che stiamo vivendo, ma non solo. Stiamo assistendo anche a un cambiamento epocale che vede i media digitali e il mobile, non soltanto entrare prepotentemente nelle nostre vite private, ma anche nel modo di fare business e non ultimo in quella che chiamiamo comunicazione cross-media e che sta diventando realtà anche in ambito di stampa di grande formato. Cosa c’entrano gli inchiostri in tutto questo? La differenziazione dell’offerta di hardware nella stampa digitale nel piccolo così come nel grande formato si basa sostanzialmente sull’inchiostro. Nel piccolo formato parliamo di stampanti a toner o a getto di inchiostro, nel grande formato domina l’inkjet, declinato sulla base delle grandi famiglie di inchiostri che sono diventate nel tempo le scuole di pensiero. Non è forse vero che i fattori che influenzano l’acquisto di un dispositivo di stampa, oltre naturalmente al prezzo, sono la durata, l’adesione, la luminosità e la copertura dell’inchiostro? Ma non solo: il tipo di inchiostro a cui il fornitore di stampati di grande formato sceglie, deve collimare perfettamente con le applicazioni che andrà a produrre. Ecco qui che torniamo al punto di partenza: ovvero che la scelta strategica di sviluppare nuovi modelli di business e di proporre nuove applicazioni non può prescindere dalla tipologia di inchiostro e dalla relativa tecnologia che si è adottata. Possiamo concludere affermado “in principio era l’inchiostro”? In un certo senso, sì. Per fortuna la ricerca e sviluppo dei produttori di inchiostri ci è d’aiuto con formulazioni sempre più performanti, resistenti, ecologiche e orientate a ridurre gli sprechi. La ricerca e sviluppo dei produttori di inchiostri offre formulazioni sempre più performanti, resistenti, ecologiche e orientate a ridurre gli sprechi.

20


CONSUMABILI | inchiostri

Come sono composti gli inchiostri latex?

1

Gli inchiostri latex sono formulati sulla base di polimeri dispersi in una soluzione, tali polimeri sono però sintetici, dunque chimicamente differenti dal lattice naturale. Gli inchiostri latex a base acqua non emettono odori, rilasciano un bassissimo livello di Voc, sono caratterizzati da un’eccezionale rapidità di asciugatura. La loro elevata flessibilità e resistenza agli agenti esterni li rende particolarmente versatili per un’ampia gamma di applicazioni.

2

1. Gli inchiostri Sepiax Aquares, giunti alla terza generazione. 2. J-Next Subly è l’inchiostro sublimatico di J-Teck3 appositamente formulato per testine piezo di nuova generazione.

J-Next Subly & Cluster Technology un successo... World “Wide”!

Tra i prodotti proposti da J-Teck3, J-Next Subly è l’inchiostro sublimatico appositamente formulato per testine piezo di nuova generazione. Lanciato da J-Teck3 in occasione di Itma 2011 a Barcellona, è un inchiostro totalmente nuovo la cui formulazione, grazie all’esclusivo sistema “Cluster”, permette di incapsulare le molecole dell’inchiostro stesso garantendo una assoluta stabilità e stampabilità anche alle alte velocità. J-Next Subly è particolarmente consigliato per sistemi di stampa che incorporano le nuove testine Epson Dx6 e Dx7, con le quali J-Next Subly ha un “feeling” particolare. Questa caratteristica ha permesso una diffusione globale del prodotto e un tale successo di mercato da far guadagnare a J-Next Subly il titolo di inchiostro best-seller 2012 di casa J-Teck3. Sulla scia del successo della linea dedicata alla sublimazione, la tecnologia “Cluster” è stata recentemente introdotta da J-Teck anche sulle linee per stampa diretta che verranno a breve lanciate sul mercato. Infatti, in occasione di Fespa 2013 a Londra, l’azienda presenterà una serie di novità in linea con le nuove richieste del mercato e delle tecnologie emergenti.

Aquares by Sepiax 3.0 per applicazioni industriali e per il sign

Durante la scorsa edizione di EcoPrint, Sepiax ha lanciato la terza generazione di inchiostri a base di resina Aquares destinati ad applicazioni semi-industriali e stampa di grande formato. I vantaggi rispetto agli inchiostri a base acqua – che sono in grado di aderire virtualmente su tutte le superfici senza necessità di pretrattamento con primer – includono l’impiego con temperature medie di essiccazione tipiche della stampa di film plastici, ovvero al di sotto dei 50°C. Questi inchiostri di terza generazione possono essere miscelati con la versione precedente senza problemi e offrono una migliore affidabilità e contemporaneamente riducono gli interventi di pulizia da parte dell’operatore. “I risultati dati dalla nuova tecnologia ‘selfcleaning’ sono eccezionali – afferma Karl Ebner, Direttore Marketing e Vendite di Sepiax. – Durante l’intensivo anno di beta-testing non abbiamo mai avuto un problema legato all’occlusione degli ugelli. I nuovi inchiostri Aquares 3.0 hanno anche il vantaggio di poter essere rimossi con estrema facilità anche dopo cicli di stampa prolungati impiegando semplicemente la procedura di pulizia standard”.

21


CONSUMABILI | inchiostri

1

2

3

4

1. Sfera Distribuzione propone una serie di inchiostri alternativi con una formula innovativa basata sulla nanotecnologia. 2. La gamma di inchiostri di Colorific è denominata Ink Range. 3. Gli inchiostri Uv Bsk, P2v e Rhu della gamma Triangle proposti da Inx Digital. 4. Gli inchiostri per il grande formato di ultima generazione Streamline di Sun Chemical.

Qualità garantita Inx Digital

Tra i prodotti destinati ad applicazioni di grande formato proposti da Inx Digital troviamo per il brand Triangle l’inchiostro a pigmenti Bsk Uv ad alte prestazioni per teste di stampa che erogano gocce tra i 20 e i 50 picolitri. Caratterizzati da un’elevata concentrazione, sono formulati per eliminare le imperfezioni date dal banding, per resistere alle abrasioni e per contrastare gli agenti esterni. Sempre per il brand Triangle Uv curing, l’inchiostro P2v ha una specifica formulazione per le serie di plotter delle serie Efi Vutek PressVu 200/600 e Qs2000/3200. L’elevata concentrazione di pigmenti e una maggiore adesione al supporto rispetto agli originali ne riproducono fedelmente la gamma cromatica. L’inchiostro Uv Rhu destinato ai sistemi di stampa Durst Rho e Vutek PressVu 320/400 è proposto a prezzi competitivi, offre una buona adesione al supporto, un’elevata flessibilità e ha il vantaggio per cui per il suo impiego non è necessario modificare profili colore della macchina. Quest’ultimo inchiostro, così come il P2v, è coperto da Worldwide Outdoor Durability e Ink Train Warranty di Inx Digital specifica per inchiostri Triangle.

Una selezione di inchiostri per il grande formato

Colorific lavora con alcuni tra i maggiori produttori di inchiostri per offrire la miglior performance per ogni specifica stampante. La selezione di inchiostri per il grande formato si basa su un’attenta attività di test

22

orientata a individuare la soluzione più performante per ogni tipologia di tecnologia. I prodotti di ultima generazione del brand Colorific consentono di ottenere risultati qualitativi paritetici agli originali, grazie alla formula innovativa realizzata mediante la nanotecnologia. Questi inchiostri permettono inoltre di ridurre notevolmente gli sprechi grazie all’evelvata fluidità, che riduce sensibilmente la necessità di interventi di pulizia della macchina allungando anche la vita media della testa di stampa. Tra i prodotti disponibili gli inchiostri alternativi della seria Promax e Proj33, formulati rispettivamemente per plotter Roland e per plotter Mimaki serie Jv3, Jv33 e Jv5. Entrambe queste linee di inchiostri, grazie alla tecnologia ‘Mix & Match’ consentono di mantenere inalterati i profili colore e le impostazioni della stampante. L’intera gamma di inchiostri di Colorific è denominata Ink Range e offre un’ampia scelta di prodotti a solvente, Uv e base acqua adatti alla maggior parte di testine e di plotter presenti sul mercato.

Inchiostri alternativi ad alte prestazioni

Sfera Distribuzione propone una serie di inchiostri alternativi che, grazie alla formula innovativa basata sulla nanotecnologia, sono in grado di offrire una perfetta fluidità tale da consentire di ridurre notevolmente le operazioni di pulizia del plotter. Un altro punto di forza dei prodotti a marchio Sfera Distribuzione è che assicurano una vita media delle teste di stampa notevolmente maggiore rispetto ad


SCOPRI IL NUOVO SITO DI tecnologie, soluzioni & mercato della stampa digitale cross media

italiapublishers.sunnycom.it Sei un titolare o un responsabile di una struttura produttiva, un responsabile commerciale o marketing, un addetto alla produzione e alla vendita, un consulente o un libero professionista, un formatore nelle scuole e negli istituti anche a livello universitario? Italia Publishers è la rivista perfetta per far sapere chi sei.

Mi piace <<85

home | chi siamo | pubblicità | eventi | abbonamenti | contattaci

PRIMO PIANO

PRIMA PAGINA

Titolo del video caricato in primo piano

Il Contest mondiale Ten Collection!

ARTICOLI

NEWS

Scopri quali sono gli articoli più interessanti di questo numero!

Vai all’Archivio News >>

http://italiapublishers.sunnycom.it ricerca rapida inserisci qui la parola chiave

15/10-2012 Fine paper + digital printing = creatività leggi tutto >>

15/10-2012 - Dario Zocco Ramazzo Viscom iTalia: olTre il wide formaT e la crisi Ai nastri di partenza una nuova edizione della kermesse milanese dedicata all’industria del grande formato. Questa edizione ha l’importante compito di riaccendere la fiamma degli investimenti in tecnologie e soluzioni con un mese d’anticipo: ci riuscirà? leggi tutto >> 15/10-2012 Omega 1 piace ai bimbi leggi tutto >>

07

Paura del futuro? 06

Non c’è “soluzione” senza finishing

15/10-2012 - Dario Zocco Ramazzo preventivi: software per le vostre certezze quotidiane Conoscere, gestire e mantenere sotto controllo costantemente i costi e profitti nella stampa digitale è possibile e conveniente, oggi più che mai. Per farlo servono software, piattaforme digitali e partner tecnologici dal know how consolidato: eccoli! leggi tutto >>

drupa 2012 ...non solo inkjet

15/10-2012 Finishing fotografico per HP a bobina leggi tutto >>

15/10-2012 Il wide format di Agfa a Graph Expo leggi tutto >>

15/09-2012 - Alexia Rizzi wide format: gli inchiostri per stampare... alla grande!!! Per comprende appieno lo stato dell’arte degli inchiostri per il grande formato occorre innanzitutto scattare una rapida istantanea dell’evoluzione delle tecnologie legate alla stampa wide ed extrawide e, naturalmente, dei cambiamenti che hanno caratterizzato questo variopinto mercato... leggi tutto >>

10/09-2012 Pixartprinting sceglie ancora Mimaki leggi tutto >>

entra anche tu a far parte della nostra

leGGi gli arTicoli in eVideNZa >>

sunnycommunity!

cercaci su facebook! 10/10-2012 La fatturazione “viaggia” su tablet leggi tutto >>

08/09-2012 Nasce Fespa Eurasia leggi tutto >>

05


UP

POP UP ROLL

A BOARD

E L TʼS

M A IN D E

R

FLAG SYSTEM

DISPLAY

WWW.EUROTECH-ITALIA.IT

Via Ciro Amedeo Moriconi n°6 60035 Jesi (AN) ITALY PAPER Tel. +39 0731 60195 Fax + 39 0731 605083

CONSUMABILI | inchiostri

Le tendenze del mercato del grande formato dal punto di vista di Sun Chemical “Nel segmento super wide format la maggior parte dei produttori di tecnologia dell’Europa Occidentale e del Nord America sta via via sostituendo gli inchiostri a solvente con l’Uv e inchiostri base acqua. Il mercato della comunicazione visiva ha visto la crescita dell’impiego di prodotti tessili soft signage come alternativa al vinile e al banner. Questi materiali sono più comunemente stampati con inchiostri dye dispersi con tecnologie di stampa diretta su tessuto. Oltre alla continua crescita del grande formato e del super wide nel mercato del display grafico abbiamo anche visto una crescita significativa del digitale in molte nuove aree di mercato che possiamo definire industrial printing, come la stampa su ceramica, vetro e legno, applicazioni per l’elettronica, la produzione mobili e molti altri. Un altro settore che continua a crescere ed evolvere è l’aftermarket digitale. Ciò è dovuto in parte alla situazione economica mondiale, che ha reso fondamentale ridurre le spese per i prodottti di consumo e, in parte, al miglioramento delle prestazioni degli inchiostri, che hanno generato una riduzione dei rischi di conversione dal prodotto Oem.” Tony Cox, Business Manager Digital Aftermarket, Sun Chemical

altri inchiostri presenti sul mercato. L’nchiostro pigmentato per teste di stampa Dx4 e Dx5 per plotter Mutho, Roland e Mimaki garantisce un’ottima resa sia per stampa da affissione sia per stampa da interno. Caratterizzato da una resina in grado di aderire perfettamente anche su supporti patinati e carte fotografiche, al tempo stesso favorisce l’ottima fluidità dell’inchiostro all’interno della testa di stampa. L’inchiostro pigmentato Ultrachrome per teste di stampa Dx6, specifico per plotter Epson 9700, offre importanti vantaggi come l’ottima resa sia per stampa da affissione sia per stampa da interno e ha tra i suoi punti di forza una formulazione nettamente più fluida appositamente studiata per questa testa di stampa di ultima generazione. L’elevata concentrazione di pigmento, grazie alla sua particolare resina è perfetto per stampare su carte patinate e su supporti fotografici garantendo un’elevatissima qualità. L’inchiostro Dye a sublimazione per teste di stampa Dx4, Dx5 e Dx6, a elevata concentrazione di pigmenti, grazie alla stabilità della sua formula chimica permette di ottenere risultati di altissima qualità preservando al tempo stesso la vita della testa di stampa. Il trasferimento a caldo sui tessuti garantisce la qualità del prodotto stampato.


cosa fanno gli altri

Quippe.it certamente, lo stampiamo meglio

www.quippe.it


La vetrina di 1. Eurotech Roll Up Deluxe è un espositore monofacciale, con base a goccia e struttura in alluminio. La base include un arrotolatore automatico della grafica oltre al profilo superiore per l’l’aggancio rapido della stampa. Tre i formati disponibili: 85x200 cm, 100x200 cm e 120x200 cm. L’asta posteriore è ripiegabile in tre parti. Sacca di trasporto in tela inclusa.

EUROTECH È PRESENTE SUL MERCATO NAZIONALE E INTERNAZIONALE DA OLTRE 35 ANNI. LA SUA FORTE ESPERIENZA NEL SETTORE TECNICO LE PERMETTE DI OFFRIRE ALLA CLIENTELA SOLUZIONI ESPOSITIVE E CARTE PER IL GRANDE FORMATO DI ALTA QUALITÀ. LE CARTE SONO DISPONIBILI IN FOGLI O IN BOBINE E SONO REALIZZATE APPOSITAMENTE PER PLOTTER INKJET E STAMPANTI SIA MONOCROMATICHE SIA A COLORI IN GRAMMATURE E MISURE STANDARD O SPECIALI (SU RICHIESTA).

A BOARD

ROLL

UP

POP UP

1

3

LETʼS

DISPLAY

M A IN D E

FLAG SYSTEM

Eurotech Italia via Ciro Amedeo Moriconi, 6 60035 Jesi (An) t. +39 0731 60195 f. +39 0731 605083 www.eurotech-italia.it info@eurotech-italia.it

PAPER

WWW.EUROTECH-ITALIA.IT Via Ciro Amedeo Moriconi n°6 60035 Jesi (AN) ITALY Tel. +39 0731 60195 Fax + 39 0731 605083

26

4

2

2. La gamma Eurotech Flag System comprende un portabandiera a goccia per esterno composto da un’asta verticale rigida in allumino e tratto pieghevole terminale in vetroresina. L’immagine è fissata alla base dell’asta verticale tramite un gancio a catenella ed è disponibile in 4 formati. Il sistema è stabilizzato e resiste alle folate di vento. 3. Eurotech Velcro Pop Up è un sistema espositivo con struttura a traliccio facilmente ripiegabile che utilizza il sistema velcro per il fissaggio della stampa da 224x298,6 cm (anche nelle parti laterali). Semplice da aprire, questo wall si monta in pochi minuti. Al termine dell’esposizione la grafica può essere richiusa assieme alla struttura e trasportata nel suo trolley. 4. Eurotech A-Board è un pratico espositore a cavalletto bifacciale. Il fissaggio della stampa è a scatto e le grafiche sono protette da un foglio in plastica antigraffio. A-Board è disponibile in tre formati differenti (50x70 cm 70x100 cm e 100x140 cm) e la sua struttura è stabile e progettata per l’impiego sia in interno sia in esterno.


we do it better volantini

Per i tuoi volantini scegli sul nostro sito la carta che più si addice al tuo progetto grafico: puoi selezionare una tra tre tipologie di carta differenti: leggera da 135 gr, media da 170 gr e spessa da 250 gr. La stampa di qualità fotografica garantisce un risultato eccellente ma anche accattivante per riuscire ad attirare l’attenzione dei tuoi futuri clienti: un volantino professionale è il tuo biglietto da visita per la tua attività e noi ti aiutiamo attraverso mezzi di stampa professionali all’avanguardia.

Esempio per 1.000 volantini fronte retro a colori su 135gr patinata certificata FSC, spedizione inclusa €49,90 + IVA

certamente, lo stampiamo meglio

www.quippe.it

LLO CONTRO O GRATUIT DEL FILE


TECNOLOGIE

di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it

SONORA XP, in armonia con ambiente e produttività

Parallelamente alla campagna a favore del rinnovo tecnologico in prestampa in ambito hardware, Kodak illustra, in queste pagine, i vantaggi di Sonora XP Process and Chemistry Free, l’ultima generazione di lastre senza sviluppo amiche dell’ambiente e votate all’ottimizzazione dei costi e dei processi.

L

a rivoluzione delle lastre senza sviluppo non è una novità in casa Kodak. Se da una parte le Thermal Direct Non Process sono un prodotto consolidato già presente nelle sale stampa delle oltre 1.500 aziende grafiche che le hanno scelte, dall’altra, la scorsa drupa ha visto il debutto della nuova lastra Kodak Sonora XP Process Free, che rappresenta l’ultima generazione nell’evoluzione della tecnologia termica senza sviluppo. Sonora XP Process Free vanta un’esposizione termica di alta qualità e la totale eliminazione dello sviluppo, che le consente di aumentare la produttività, di ottimizzare i processi e di ridurre i costi, semplificando le attività previste nel ciclo di preparazione delle lastre. L’utilizzo delle lastre Sonora XP Process Free consente di eliminare completamente i costi associati alle sviluppatrici e ai prodotti chimici di sviluppo offrendo, di conseguenza, un ingombro più esiguo e una riduzione del consumo di energia, con benefici per l’ambiente, ma anche un grande vantaggio economico. Progettate per aziende di stampa commerciali di ogni dimensione e per i grandi centri stampa editoriali che impiegano rotative, le lastre Sonora XP sono basate sulla tecnologia non ablativa con incisione laser che consente una più alta velocità di esposizione e un migliore contrasto dell’immagine latente rispetto alle prestazioni offerte dalle lastre Thermal Direct, migliorando la produttività e offrendo una maggiore facilità d’uso. Le Sonora XP possono essere preparate in modalità “just-in-time”, offrono facilità d’uso, un rapido DOP e permettono agli stampatori di sfruttare al massimo le loro macchine da stampa, in quanto riproducono un punto altamente preciso e nitido, oltre a essere resistenti all’usura.

28


TECNOLOGIE I vantaggi di Kodak Sonora XP

Dopo l’esposizione, le lastre Sonora XP possono andare immediatamente in macchina da stampa, in quanto sono basate sull’innovativa tecnologia Kodak Press Ready, che fa in modo che l’attivazione avvenga in fase di avviamento per mezzo dell’azione combinata di bagnatura più inchiostrazione. Questa caratteristica determina una serie di vantaggi di efficienza e di stabilità dati dalla totale eliminazione sia del processo di sviluppo, quindi delle attrezzature correlate e della loro manutenzione, sia di ogni tipo di prodotto chimico e della conseguente gestione e smaltimento da cui deriva un risparmio energetico e una maggiore efficienza nei processi di prestampa. “Le Sonora XP hanno il pregio di ampliare l’ambito di applicazione delle lastre termiche senza sviluppo, fino a oggi considerate principalmente per le loro prestazioni di stabilità e qualità ma destinate ad applicazioni che richiedono tirature non elevate: ma proprio per le loro caratteristiche, in fase di continua implementazione, non offrono solo la produttività e la qualità richieste per la tradizionale stampa commerciale alimentata a foglio, ma, grazie alle prestazioni di resistenza, sono performanti anche su rotative commerciali heatset e coldset fino a tirature di 200 mila copie, per applicazioni di cartotecnica fino a 50 mila copie e anche con inchiostri UV fino a 10 mila copie. Questa funzionalità, unita alla certificazione per retino Staccato 20, alla disponibilità di formati molto grandi e spessori fino a 0,40 mm, colloca le lastre Sonora XP in un posizionamento

che va oltre la piccola e media azienda di stampa” ha dichiarato Marco Serafin, Category Manager Enterprise & Prepress Solutions Kodak Mediterranean Cluster. Un altro punto di forza delle lastre Sonora XP è che offrono agli stampatori la stessa risoluzione, affidabilità, precisione e ripetibilità delle normali lastre termiche sviluppate in modo tradizionale, ma migliorano la stabilità e l’uniformità di stampa grazie all’eliminazione di quei sistemi di sviluppo che possono generare variabili nell’uniformità delle prestazioni. Ne consegue una migliore qualità nel senso di stabilità costante della riproduzione delle immagini.

Le strategie globali di Kodak

Drupa 2012 ha dimostrato chiaramente che il settore delle arti grafiche guarda a Kodak come leader del mercato delle lastre termiche senza sviluppo. Questa nuova lastra migliora una soluzione solida e affidabile incorporando la tecnologia di nuova generazione in un prodotto già apprezzato dai clienti. “Kodak prevede di continuare a sviluppare nuovi prodotti innovativi per offrire al mercato soluzioni sempre all’avanguardia. Kodak Sonora XP è un prodotto che ha soddisfatto il mercato al di sopra delle aspettative: questo ha comportato una rapida messa a punto della strategia di ampliamento delle linee di produzione dedicate, non soltanto negli stabilimenti europei ma anche in quelli nei Paesi al di fuori dall’Europa, con l’obiettivo di conquistare in breve tempo tutti i mercati globali” ha concluso Serafin.

SONORA XP AMICA DELL’AMBIENTE Le lastre Sonora XP consentono non solo di eliminare il consumo di prodotti chimici, acqua, corrente elettrica, la produzione di scarti e l’emissione di composti organici volatili dal processo di preparazione delle lastre, ma anche di stampare su carta e cartoncino riciclati, con inchiostri a base di soia e soluzioni di bagnatura senza alcol isopropilico spesso usati per produrre stampe più “verdi”.

Due fasi di produzione della lastra Sonora XP Process and Chemistry Free, l’ultima generazione di lastre senza sviluppo amiche dell’ambiente e votate all’ottimizzazione dei costi e dei processi.

29


Graphic Arts, Print Media and Communication www.grafitalia.biz

Fieramilano, Rho - Milano 7-11 maggio 2013 orari apertura: 10-18 ingressi: porta Est, Sud, Ovest In contemporanea con

Organizzata da: CENTREXPO SpA - corso Sempione 4 - 20154 Milano - Italy tel. +39 023191091 - fax +39 02341677 - e-mail: centrexpo@centrexpo.it - www.centrexpo.it

Promossa da: ACIMGA - ASSOGRAFICI Con il supporto di: ARGI - ASSO.IT - SIOTEC - XPLOR ITALIA

ISTRATI G E R E PR on line ia.biz afital www.gr

CALEIDOS-NEXXUS.IT

IL MONDO HA BISOGNO DI COMUNICAZIONE. LA COMUNICAZIONE HA BISOGNO DELLA STAMPA. LA STAMPA HA BISOGNO DI GRAFITALIA .


STRATEGIE | green

di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it

Il digital GREEN PRINTING in dieci step

Come possono gli stampatori digitali diventare il più possibile amici dell’ambiente? Il punto di partenza è considerare la riciclabilità del prodotto realizzato. In queste pagine trovate un decalogo di best practise a cui fare riferimento.

L

a stampa per sua intrinseca natura impiega quasi esclusivamente risorse naturali dunque per definizione è inquadrabile come un’attività a basso impatto ambientale. Quasi tutti gli elementi che fanno parte dei processi di stampa, così come li consociamo noi, e più precisamente i prodotti coinvolti nella produzione di applicazioni stampate, sono riciclabili e nella quasi totalità biodegradabili. Possiamo dunque basare tutte le nostre considerazioni legate alla stampa “green” sull’assunto che, soprattutto da un secolo a questa parte – da quando è stato abbandonato il piombo –, la stampa è per sua natura a basso impatto ambientale. La ricerca tecnologica ha mosso passi da gigante negli ultimi 30 anni: il risultato ha generato non solo soluzioni che offrono una maggiore efficienza e un incremento delle produttività, ma si è anche raggiunto il traguardo di ottenere di più con meno e ciò significa principalmente con un minor impiego di risorse e con una progressiva riduzione degli sprechi. I produttori di macchine hanno dato vita ad attrezzature sempre più precise, a flus-

si di lavoro complessi in grado di pilotare i processi di stampa dalla generazione del file al finishing. In particolare la stampa digitale ha saputo interpretare il concetto di “less is more” proponendo soluzioni spesso innovative e fuori dagli schemi della tradizione grafica, e macchine meno avide di risorse e quindi, in un certo senso, più sostenibili. Ne consegue che a parità di prodotto finito, che si tratti di un libro o di un manifesto il concetto non cambia, per stamparlo in digitale si impiegano meno risorse. Anche in termini di bene materiale, il settore digitale ha nel tempo dimostrato che si possono risparmiare tonnellate di acciaio, chilometri di cavi, tubi per ottenere uno stampato in grado di soddisfare il cliente e di coinvolgere il consumatore finale. Lo stampatore digitale quindi si trova nella condizione di poter operare secondo i principi della sostenibilità ambientale e realizzare un prodotto paritetico, anche in termini di qualità finale, a fronte di un minore impatto ambientale. Ma qual è il percorso che un’azienda di stampa può seguire per diventare il più possibile amica dell’ambiente? Italia Publishers vi propone il “green printing” in 10 step.

31


STRATEGIE | green

2

1

3

4

5

1. La camapagna di Ingede proposta duranta la scorsa edizione di EcoPrint Live. 2. I supporti Biomedia stampati con tecnologia Epson. 3 L’angolo Green dello stand di Ricoh durante drupa 2012. 4 Inx Digital era presente a EcoPrint Live 2012 con i propri inchiosti ecosostenibili. 5.Un messaggio a favore dell’ambiente proposto da Esko a drupa 2012.

Decalogo del prodotto stampato “green”

Volendo tracciare una sorta di decalogo “green” per le aziende di stampa digitale i punti principali a cui attenersi sono i seguenti: 1. Garantire la riciclabilità del prodotto realizzato, ovvero accertarsi che l’abbinamento carta e inchiostri non alteri gli attuali processi di riciclaggio in accordo a quanto definito dal consorzio Ingede; 2. Impiegare carte certificate Ecolabel e Fsc o Pefc, possibilmente con una componente di fibra riciclata non inferiore al 30% e comunque ottenute senza l’impiego di acidi e cloro; 3. Evitare l’impiego di carte pretrattate ovvero di carte che per non rifiutare l’inchiostro devono essere preventivamente o in contemporanea con la fase di stampa ricoperte da uno speciale primer (se questo non è “eco”); 4. Prediligere tecnologie che non necessitino di eccessiva energia per la fase di asciugatura dello stampato; 5. Impiegare energia proveniente da fonti rinnovabili come pannelli fotovoltaici o impianti eolici ma anche da certificati verdi; 6. Non eccedere con le nobilitazioni che potrebbero compromettere la riciclabilità dello stampato come verniciature Uv, plastificazioni (con l’eccezione per quelle che impiegano film in acetato di cellulosa) e stampe a caldo quando troppo estese; 7. Impiegare sistemi di rilegatura compatibili con gli attuali processi di riciclo evitando ad esempio le colle a caldo o altro che porti a un aumento dello scarto di pulper; 8. Utilizzare solo chimici di pulizia e manutenzione che non abbiano

32

GLI INVESTIMENTI “GREEN” DELL’INDUSTRIA DELLA CARTA Nell’immaginario collettivo il consumabile che viene più facilmente legato alla stampa è la carta ed è anche il più criminalizzato per il suo impatto sull’ambiente. In realtà l’industria della carta in Europa ha investito l’incredibile cifra di 650 milioni di euro per migliorare le proprie prestazioni in ambito di sostenibilità ambientale, ovvero per ridurre i consumi d’acqua e le emissioni di CO2, per incrementare l’impiego di materie prime riciclate e per la riforestazione. Le cartiere sono tra i maggiori produttori e consumatori di energia rinnovabile e il 50% di energia e di cellulosa che impiegano proviene da biomasse.


STRATEGIE | green

1

azione m r o f in iù 100 % foreste in p i e 30% d lment atura rta N io

Chi può beneficiare della più avanzata tecnologia negli inchiostri digitali e serigrafici?  

la ca

in ee sono il 30% Le foreste europ * al 1950 . te più rispetto anno sono cresciu In pratica, ogni ee nte di 1 milion dell’equivale i da calcio. camp di mezzo può di cellulosa Inoltre la fibra E con a fino a 7 volte. ** , essere riciclat do ti al secon o 2.000 chili ricicla iale più riciclat la carta è il mater vita alla carta! in Europa. Lunga

Two Sides su

Voi.

dati FAO 2010;

zione l’88% del * elabora europe e forniscono ) in Europa (Le foreste per fare la carta legno usato

ERPC ** fonte

2010

della un’inizi ativa promuove Two Sides è e su carta e comun icazion l’uso responsabile e . la produzione e della stampa della carta

di più visita: Per saperne es.info/it www.twosid

2

il lato verde della carta

4

3

5

1. La campagna istituzionale a favore dell’impiego della carta stampata “Naturalmente io amo la carta” si appresta a festeggiare le 300 pagine pubblicate. 2. Lo stand di Mimaki alla scorsa edizione di EcoPrint Live, era realizzato in materiali ecosostenibili 3. Le perle di toner (Toner Pearls) che caratterizzano la tecnologia di stampa Océ Colorwave. 4. Il logo di Nordic Ecolabel, una delle più autorevoli certificazioni ottenibili in merito a prodotti eco friendly. 5. Un’applicazione stampata con tecnologia e inchiostri HP Latex.

simboli o frasi di pericolo riferite all’uomo o all’ambiente; 9. Utilizzare filiere corte e operare principalmente sul territorio per non vanificare i benefici ottenuti attraverso l’inquinamento prodotto da un trasporto chilometrico; 10. Impiegare tecnologie che prevedano il riuso, il recupero o il riciclo dei contenitori impiegati per il trasporto di tutti consumabili. In aggiunta in fase di acquisto sarebbe auspicabile verificare i materiali impiegati nella costruzione della macchina da stampa stessa e sceglierne una che privilegi l’impiego di materie riciclate e/o riciclabili che non comportino un ulteriore depauperamento delle risorse naturali con particolare attenzione alle parti in plastica e a quelle contenenti metalli rari.

Quali sono le certificazioni da considerare?

Ottenere una certificazione di terze parti è una buona modalità per un’azienda di stampa per allinearsi agli standard e per costruirsi una credibilità che attesti il proprio impegno in ambito “green”. Il primo passo è dotarsi di un sistema di gestione per l’ambiente certificato secondo le norme Iso 4001 o registrato secondo il regolamento Emas III. In parallelo è possibile certificare il prodotto, sicuramente ottenendo le certificazionie Fsc o Pefc, ma non solo: dato che queste ultime si riferiscono solo alla provenienza della carta impiegata, è consigliabile ottenere una certificazione Ecolabel, oggi massima espressione, insieme a Nordic Ecolabel, di rispetto e attenzione all’ambiente applicabile a prodotti realmente e concretamente a basso impatto ambientale. Una ricerca commissionata nel 2012 da EcoPrint – fiera dedicata alla sostenibilità nella filiera della comuncazione stampata – e sponsorizzata da Inx Digital, rivela che c’è ancora molta confusione in merito agli standard sulla sostenibilità nella stampa. Solo il 7,3% degli intervistati tra print buyer, brand owner e consumatori, ha dichiarato che l’industria della stampa è in grado di comunicare in modo efficace il proprio impegno in ambito di sostenibilità. Significa che le aziende di stampa hanno ancora molto lavoro da fare anche in termini di marketing e non solo di buone prassi “green”!

Venite a visitarci in FESPA 2013 dal 25 al 29 giugno a Londra, Stand B20N

working for you.


TECNOLOGIE

di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it

C’era una volta la ROTATIVA DIGITALE... Oggi che praticamente nessun processo di stampa può prescindere dal digitale, anche l’antico concetto di rotativa assume un significato nuovo: a maggior ragione dopo drupa 2012, che ha visto i grandi player della offset cedere alla tentazione di apporre il loro marchio su un prodotto “nativo digitale”.

C

hi almeno una volta ha assistito all’avviamento di una rotativa offset per quotidiani ha potuto accedere a un affascinante mondo parallelo. Un rito che da quasi un secolo si consuma nel cuore di ogni notte 7 giorni su 7, ma che ogni volta volta ha in sé quella suspance di un evento iniziatico: il rombo del motore, gli odori tipici della sala stampa, la carta che entra in tensione e poi le prime copie, quelle che lasciano un po’ di inchiostro sulle mani... Ne parliamo con nostalgia, non perché questo mondo sia finito. Semplicemente è cambiato. Basta prendere il treno per avere una panoramica esatta del popolo dei lettori e rendersi conto che, oggi, il 50% di chi sta leggendo il giornale ha tra le mani un tablet. Ma questa è un’altra storia. Quello di cui vogliamo parlare in queste pagine non sono certo i contenuti liquidi, ma le “giovani” rotative. Quelle che – è vero – sono digitali, ma come le loro antenate hanno un motore, hanno l’inchiostro e anche la carta. Ricordo lo stupore

dei più tradizionalisti che, a drupa 2008, davanti alla prima Inkjet Web Press di HP guardavano con diffidenza a quella che era a tutti gli effetti una macchina da stampa non solo una stampante: non tutti a quell’epoca si sarebbero aspettati che il digitale avrebbe avuto il “physique du rôle” delle grandi macchine tradizionali… figuriamoci le quote di mercato! Dalla prima Inkjet Web Press a oggi un po’ di storia c’è stata e vogliamo riraccontarla alla vigilia di una Grafitalia che ospiterà qualcuno dei protagonisti del mondo delle rotative digitali. In principio era il modulo continuo, sì, qualcuno dei big player come Kodak, Ibm-InfoPrint (oggi Ricoh), Océ (Gruppo Canon) e Xerox, è partito avvantaggiato a suon di imprese pionieristiche, leadership di mercato e acquisizioni in corso d’opera (l’ultima della serie è Xerox che compra Impika) e ha sviluppato a suo modo evoluzioni più o meno di successo. HP ha messo in grande e in continuo quello che conosceva bene: il getto di inchiostro. Xeikon è rimasta integralista del toner e Fujifilm dalle lastre si è lanciata prima nel

La qualità di stampa del prototipo di Rotajet, il sistema di stampa a getto di inchiostro di Kba, a drupa non aveva convinto del tutto a causa del breve periodo dedicato allo sviluppo. Dopo la fiera, sono stati perfezionati l’alimentazione di inchiostro, il sistema di inchiostrazione, lo screening e la gestione del colore.

36


TECNOLOGIE

50x70 e poi nella bobina inkjet... di leggende ce ne sono tante fino ad arrivare oltremare, dallo “zio Landa” che, addirittura, ha tinto questo microcosmo di fantascienza mescolando effetti speciali, un po’ di imperfezioni e le creature fantastiche, dette Nanoink. E che dire di Kba Rotajet 76? Ora è notevole! Non finiremmo più di descrivere le poche ma intense stagioni che hanno caratterizzato quel variegato paesaggio tecnologico che ha come comune denominatore la bobina e come varianti i risultati di milioni spesi in ricerca e sviluppo sulle tecnologie a getto di inchiostro e non solo per l’highend… ma dobbiamo essere concreti e lasciarci alle spalle le pagine di storia per parlarvi del “qui e ora” concentrandoci sulle ultime nate!

PERSONALIZZAZIONE “SMART” La soluzione inkjet piezoelettrica Domino K600i è progettata come elemento stand alone o aggiuntivo per integrare la personalizzazione con dati variabili su macchine da stampa a bobina e a foglio e sistemi di finitura. K600i utilizza inchiostri Uv-curable e offre una risoluzione di 600 dpi a una velocità da 50 a 75 m/minuto. Domino K600i è distribuita in Italia da Nimax. www.nimax.it

Prosperità in versione inkjet a bobina

La macchina da stampa a colori Kodak Prosper 5000xli stampa in bianca e volta in quadricromia con una luce di stampa fino a 62,23 cm a velocità fino a 200 metri al minuto, con un ciclo di produzione di 90 milioni di pagine formato A4. Il sistema produce una qualità di stampa pari a quella della offset: fino a 175 lpi su carte usomano, patinate e lucide con grammature tra 45 g/m2 e 300 g/m2. La nuova versione implementata di Kodak Prosper 5000xli aggiunge la tecnologia di gestione, che regola costantemente le impostazioni per garantire la massima qualità di stampa, e il sistema Ips (Intelligent Print System), progettato per elaborare i dati relativi al processo di stampa che consente di misurare le prestazioni, rilevare variazioni e apportare regolazioni in tempo reale, indipendemente dal supporto, dal contenuto delle immagini, dalla velocità della bobina e dalle condizioni ambientali. La nuova Prosper 5000xli presenta alcune innovazioni nel sistema di trasporto, che eliminano quasi del tutto le imperfezioni causate dall’allungamento e dall’arricciatura della carta, e aggiunge una serie di altre funzioni che ottimizzano la velocità di stampa e incrementano la produttività. Il sistema Kodak Prosper Ios (Image Optimizer Station) in linea consente di utilizzare più supporti e prepara automaticamente i supporti disponibili per la stampa inkjet alle massime velocità.

1

Soluzioni fuori dal coro

Fujifilm ha di recente annunciato la disponibilità commerciale della macchina da stampa digitale Jet Press 540W inkjet web. Lanciata come novità tecnologica a drupa 2012, la stampante è destinata alla stampa inkjet di tirature limitate di elevata qualità come opuscoli e riviste personalizzate, testi scolastici, libri e giornali. Fujifilm Jet Press 540W ha un design esclusivo che consente la stampa fronteretro all’interno di una singola torre, per un ingombro compatto pari a 6,6x2,8 m. Q Questa soluzione stampa su carta per inkjet e non patinata con grammature comprese tra i 64 e i 157 gr/m2, con una larghezza massima di 540 mm; offre una velocità massima di stampa di 127 m/min e un’elevatissima qualità di stampa di 600 dpi, espandibile, più avanti, nel corso del 2013, fino a 1.200 dpi.

2

1. Il sistema di stampa di produzione Kodak Prosper in funzione presso lo stand Kodak alla scorsa edizione di drupa. 2. La macchina da stampa digitale Jet Press 540W inkjet web di Fujifilm.

37


TECNOLOGIE

Modulo continuo modulare

Nel 2012 con la famiglia di sistemi di stampa inkjet a bobina InfoPrint 5000 di Ricoh sono state prodotte a livello mondiale 35 miliardi di pagine nei settori di editoria e stampa transazionale e commerciale. La famiglia InfoPrint 5000 si caratterizza per consumi energetici ridotti, fino al 50% in meno rispetto ad altri sistemi a getto d’inchiostro, teste di stampa durevoli e gestione ottimale del colore e dell’inchiostro. InfoPrint 5000 è sviluppata su un’architettura flessibile orientata a proteggere gli investimenti hardware e software già effettuati. Le soluzioni sono modulari per cui, anche dopo essere state installate presso i clienti, possono essere facilmente ampliate e aggiornate.

1

I veri quotidiani digitali

Centro Stampa Quotidiani Spa, di Erbusco (Bs), ha di recente installato una macchina da stampa a bobina a getto d’inchiostro HP T230 per offrire agli editori di quotidiani basse tirature di giornali e allegati localizzati. HP T230 Color Inkjet stampa a velocità che arrivano a 122 metri al minuto, con una larghezza bobina scalabile fino a 558 mm e una larghezza di stampa fino a 520 mm. Concepita per offrire grandi prestazioni, questa macchina può stampare fino a 50 milioni di immagini in formato lettera al mese, in bianco e nero o a quattro colori. Grazie alle prestazioni di HP T230, Csq offre ora ai suoi clienti il servizio di stampa di quotidiani in tutto l’arco dell’anno, impiegando la tecnologia tradizionale da giugno a settembre e la tecnologia digitale HP negli altri mesi, senza variazioni di qualità e usando la stessa carta da giornale.

2

pubbliredazionale

1.InfoPrint 5000 di Ricoh in funzione alla scorsa edizione di Hunkeler Innovationdays. 2. HP T230 Color Inkjet di recente installata presso Centro Stampa Quotidiani di Erbusco.

La piattaforma InfoPrint 5000

Con la gamma di prodotti a modulo continuo Inkjet a colori InfoPrint 5000, Ricoh rafforza il posizionamento nel mercato di riferimento Con la gamma di prodotti a modulo continuo Inkjet a colori InfoPrint 5000 – nei modelli VP (Volume Platform), GP (General Production Platform), MP (Multi-Purpose Platform) – Ricoh riesce a soddisfare le esigenze della stampa transazionale, del Commercial Printing e dell’editoria. Tutti i modelli si caratterizzano per consumi energetici ridotti, fino al 50% in meno rispetto ad altri sistemi a getto d’inchiostro, teste di stampa durevoli con una durata media di oltre 18 mesi. L’esclusiva tecnologia a goccia variabile determina in modo automatico e dinamico la dimensione ottimale della goccia di inchiostro per ogni singolo pixel su ogni singola pagina, offrendo una maggiore qualità delle immagini e della definizione del testo. Nell’ambito della strategia modulo continuo, Ricoh si sta in particolar modo focalizzando sulle applicazioni e sulle soluzioni indirizzate al segmento delle Arti Grafiche e del Print On Demand. Il modello InfoPrint 5000 GP è la soluzione ideale per applicazioni di Direct Mailing e di editoria a colori e per la stampa di flyer. Di recente Ricoh ha sviluppato e introdotto sul mercato importanti funzionalità per l’ottimizzazione dei flussi di lavoro. I principali annunci riguardano: - L’Opzione Extended Media Dryer: consente la gestione di un’ampia gamma di carte, tra cui quelle patinate, con una migliore resa della qualità e del colore delle immagini. - Certificazione Hardware G7: l’integrazione della scala dei grigi in modo verificabile e definita all’interno del sistema di workflow.

- Il Supporto Arcis Pantograph: il nuovo Pantograph prismatico multi-color ottimizza la gestione degli inchiostri dye e a pigmento, fino ad una velocità di 128 metri/minuto. - Color Management: Il sistema è conforme agli standard dell’International Color Consortium (ICC) per la riproduzione dell’accuratezza del colore. La soluzione Ink Savvy garantisce la qualità cromatica del documento riducendo i consumi di inchiostro dal 10% fino al 50%.

Il sistema di stampa inkjet a bobina InfoPrint 5000 di Ricoh

Per informazioni: Ricoh Italia S.r.l. viale Martesana, 12 20090 Vimodrone (MI) Tel. 02 91987100 www.ricoh.it


progettazione | sviluppo | allestimento di piccoli ambienti espositivi provvisori o definitivi

con un unico interlocutore

Grazie agli oltre 20 anni di esperienza nel mondo della comunicazione abbiamo potuto mettere in pratica e perfezionare le nostre doti di allestimento di piccoli/medi spazi espositivi per mostre, eventi, showroom, stand fieristici, punti vendita, ecc. Progettare uno spazio conoscendone e affrontandone le problematiche in anticipo consente di ottenere ottimi risultati con un contenimento di tempi e costi. Questo è il nostro obiettivo!

comunicazione e sviluppo

ZEN arte Srl Via Pasubio 17 21040 Venegono Sup. VA tel.0331.850822 fax 0331.861497 info@zen-arte.it www.zen-arte.it


STRATEGIE | dossier nord seconda parte di Dario Zocco Ramazzo | dario.zocco@sunnycom.it

Ottimismo e ripresa il NORD è in moto In attesa di sentire le opinioni degli operatori del Centro e Sud, proponiamo una seconda parte di interviste e opinioni da parte dei rivenditori del Nord Italia. Emerge fiducia e un quadro che parla di un mercato grafico in lieve ma costante ripresa dopo un difficile biennio.

T

enendo fede alle premesse del numero di marzo, torniamo a proporre un articolo di approfondimento sulle strategie, progetti e analisi delle novità di prodotto che i rivenditori delle arti grafiche e grande formato stanno attuando dall’inizio del 2013. Questa seconda puntata è dedicata a completare la panoramica sul Nord Italia, a cui seguiranno speciali sul Centro e per il Sud, nei prossimi mesi. In tutta l’area Nord, i rivenditori di soluzioni di stampa digitale intervistati, sia dell’area digitale a foglio sia wide format, hanno parlato di un mercato segnato dalla difficoltà di accedere a finanziamenti necessari al rinnovamento tecnologico dei reparti di prestampa, stampa e finitura. Nonostante tali difficoltà, tra gli intervistati prevale

La nuova sede e il nuovo showroom di Project Color con tecnologie sempre disponibili.

40

un senso di ottimismo e una grande voglia di voltar pagina. Questo 2013 rappresenta, per molti rivenditori, l’anno del consolidamento o della ripartenza con un’offerta più ricca di prodotti, anche a fronte della riorganizzazione del canale ufficiale da parte di importanti produttori di tecnologie di stampa. Un cambiamento avvenuto a seguito di fusioni, acquisizioni e accordi commerciali tra brand su scala globale che hanno avuto inevitabili ripercussioni anche in Italia… Sottolineiamo inoltre che, a circa un anno da drupa e a pochi mesi dagli Hunkeler Innovationdays, c’è grande attesa per la prossima Grafitalia dove saranno disponibili e introdotte importanti novità per il mercato della stampa digitale a 360°: editoria, commercial printing, packaging e comunicazione visiva oltre a un’ondata di nuovi software.


la parola a...

STRATEGIE | dossier nord

Marino Lanzi, Country Manager Spandex Italia

“Avremo significative novità nel corso del 2013: si tratta di investimenti importanti che ci consentiranno di rendere unica l’offerta Spandex sul mercato. Il perdurare della crisi da un punto di vista macroeconomico continua ad avere effetti non positivi, ma noi stiamo crescendo e abbiamo un piano per il 2013 che prevede un’ulteriore accelerazione della crescita.”

la parola a...

La moderna sede operativa di Spandex Italia in provincia di Varese.

Moreno Beltrame, Fondatore e socio titolare Project Color

I rivenditori e il web

“Le nostre previsioni, per questo 2013 sono ottimistiche. Siamo Centri Esclusivi e Quality Partner di Konica Minolta e la nostra offerta è aggiornata alle più recenti tecnologie Bizhub Press, compresa la nuova C70hc. Serviamo puntualmente il TrentinoAlto Adige e in parte il Veneto, nell’area di Verona”.

Tra le principali criticità incontrate dai fornitori di prodotti per l’industria grafica è emersa la scarsa capacità di affrontare il cambiamento e cogliere le opportunità che il web riserva. Internet è uno strumento e come tale ha i suoi pro e contro, ma è senza dubbio un veicolo importante per la vendita di prodotti. Gli e-commerce sono alla base del cambiamento (o della crisi generale, secondo i più pessimisti) che i mercati – stampa compresa – stanno vivendo. Non sono pochi i rivenditori che ci hanno confessato apertamente di aver trascurato per molto tempo (a volte per anni!) l’aggiornamento del proprio sito web e soprattutto di non aver ancora compreso a fondo i vantaggi della comunicazione sociale attraverso i social network. Un “difetto” non trascurabile, considerato che siamo nell’era della comunicazione 2.0 e

“Internet rappresenta un’opportunità per i rivenditori.”

dove è realmente difficile trovare un imprenditore dell’area nord che non abbia per le mani uno smartphone di ultima generazione connesso 24/7. Sembrerà strano, ma chi vuole commercializzare e concretizzare una vendita tramite un sito internet deve badare a ciò che comunica al visitatore/cliente: la propria “immagine virtuale”. Un sito che riporta prodotti, supporti o software vecchi e dalle informazioni incomplete, o che non include un sistema di chat integrato per “cogliere l’attimo”, risulterà poco utile al potenziale cliente e persino controproducente per l’azienda stessa. L’integrazione dei social network come Linkedin e Twitter, apre nuovi canali di comunicazione isantanei che supportano l’attività di vendita e di assistenza tecnica, oltre che il confronto tra i clienti/stampatori che, anche se lentamente, stanno scoprendo i vantaggi che questi strumenti digitali possono offrire.

41


STRATEGIE | dossier nord

interviewing

Quali dinamiche di mercato caratterizzano oggi la vostra attività?

Labitalia festeggia nel 2013 trent’anni di presenza sul mercato nazionale. La nostra esperienza consolidata in ambito fotografico professionale, della stampa digitale e comunicazione visiva ci vede al fianco dei grandi leader dell’industria, come Durst, Ilford Photo (Harman Technology), Epson, Fujifilm e non solo. Ci muoviamo oggi in un contesto di mercato mutevole dove il principale ostacolo per i nostri clienti è la possibilità di accesso a finanziamenti per l’acquisto di nuovi macchinari.

Avete introdotto nuovi prodotti per il 2013?

Riccardo Giorcelli, Titolare Labitalia

Abbiamo recentemente introdotto nuovi prodotti per il settore fotografico professionale con Ilford Photo, che distribuiamo a livello nazionale e con cui abbiamo partecipato al Photoshow di Milano. Nel flatbed Uv, grazie alla storica partnership con Durst abbiamo già concretizzato importanti installazioni grazie all’arrivo della nuova serie Durst Rho P10, particolarmente apprezzata per la qualità di stampa inkjet paragonabile alla offset. Importantissimi gli sviluppi nel digitale tessile; come partner nazionale di Durst, proponiamo le nuove Kappa di cui abbiamo installazioni nei distretti tessili di Como, Varese e Biella.

In che aree territoriali è concentrata la vostra offerta? Prevedete un’espansione commerciale per questo 2013?

In funzione del prodotto e del segmento di mercato (fotografico, flatbed o tessile) abbiamo mandati differenti. Sicuramente la nostra presenza è strutturata in Lombardia e al Nord. Abbiamo potenziato la forza vendite per la Lombardia con il ritorno in azienda di Walter Vicenzutto in qualità di Responsabile del Grande Formato. Per rispondere alle nuove esigenze delle stamperie tessili di tutta Italia, con la serie Durst Kappa e siamo sicuri di offrire un prodotto nuovo e innovativo, all’altezza delle aspettative.

Secondo la vostra proiezione sarà un anno di stabilità o crescita?

Sarà per Labitalia un anno molto importante e di ulteriore consolidamento. Guardiamo al nostro futuro con fiducia e con un team di professionisti rafforzato da nuovi innesti.

Il nuovo si mostra

Facendo una media delle risposte ricevute da parte dei rivenditori del grande formato è emerso che circa un terzo tra questi ha deciso di introdurre già nel 2012, e lo farà in modo ancor più strutturato nel 2013, nuovi prodotti per la stampa digitale tessile. Soluzioni che hanno arricchito l’offerta, innescato nuove vendite verso le aziende specializzate nella decorazione d’interni, gadget e abbigliamento personalizzato. Gli stampatori, invece, si stanno attrezzando per offrire servizi di stampa online e per questo, hanno fatto schizzare – soprattutto al nord – la domanda ai propri fornitori di software e consulenza per integrare un sistema di Web-to-Print e/o cross-media. Allo stesso tempo, lo spostamento dei volumi dal tradizionale (offset) al digitale ha favorito l’apertura da parte dei rivenditori nell’area nord di nuovi showroom che consentono di toccar con mano la qualità di stampa e le possibilità offerte dalla gestione del dato variabile nella personalizzazione degli stampati commerciali.

Centro e Sud Italia: arriviamo!

Dal prossimo numero di maggio apriamo i microfoni ai fornitori di tecnologie della Toscana, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Lazio e Molise. Se in questo momento ci state leggendo, non ci rimane che invitarvi a prenotare il vostro spazio sin d’ora!

42

Durst Kappa 180 per la stampa inkjet industriale tessile.


campagna abbonamenti sunnycom publishing

non stare solo a guardare. se anche tu vuoi essere il protagonista

tieniti aggiornato

marzo 2013

02

tecnologie, soluzioni & mercato della stampa digital e cross media

Italia Publishers Magazine è la rivista business to business leader in Italia che da oltre 20 anni monitora e orienta il mercato della produzione di comunicazione stampata con focus sulla stampa digitale di piccolo e grande forrmato. Compila e invia il modulo via posta a sunnycom publishing srl, via stromboli 18, 20144 milano o via fax al n. 02.43400509 oppure collegati al sito sunnycom alla pagina abbonamenti: abbonamenti.sunnycom.it. Il servizio abbonati è a tua disposizione al numero di telefono 02.48516207 o via email: abbonamenti@sunnycom.it

Abbonamento annuale 10 numeri euro 50,00*

Abbonamento biennale 20 numeri euro 95,00*

02

marzo 2013 rs.sunnycom.i t

italiapublishe

Workfl e gestioow ne colore EVENTI

Anticipazioni Photoshow 2013 Le novità per il post stam pa

Abbonamento promo 1 numero euro 00,00* ((non è un errore!)

I miei dati Azienda ...................................................................................................... Settore ............................................................................................... Nominativo ............................................................................................................................................................................................................. Indirizzo .................................................................................................................................................................................................................. CAP ................................. Città ......................................................................................................................................... Prov. ........................... Tel. ............................................................................................................. Fax ..................................................................................................... e-mail ......................................................................................................... Sito ..................................................................................................... Scelgo di pagare con: assegno non trasferibile allegato alla presente intestato a: sunnycom publishing srl versamento in C.C.P. n° 31.99.32.07 intestato a: sunnycom publishing srl *Prezzi validi solo per le spedizioni in Italia. Per l’estero l’abbonamento raddoppia. Informativa ai sensi dell’art. 13 d. lgs. 196/2003: i dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è sunnycom publishing srl, via stromboli, 18 - milano (mi). Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché chiedere elenco completo e aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Con la compilazione della presente scheda, lei acconsente alla raccolta dei dati forniti e alla loro comunicazione ai nostri partner commerciali, al fine di poter ricevere informazioni e offerte commerciali. In caso di dissenso barri la casella qui a fianco.

TECNOLOG IE

abbonamenti.sunnycom.it


RUBRICA di Giuseppe Bosio

Giuseppe Bosio è operativo nell’industria tessile dal 1978, presso l’azienda di famiglia. Nei primi Anni Ottanta inizia un percorso professionale che lo condurrà alla Direzione in ambito commerciale, Ricerca e Sviluppo presso grandi aziende tessili manufatturiere italiane attive a livello internazionale. Da anni le sue competenze in ambito di ricerca, sviluppo, formazione delle reti commerciali e vendita sono al servizio anche del mercato della sublimazione.

Sublimazione

Il tessuto per la sublimazione non è “solo” geometria giuseppe.bosio@gmail.com

FILI INCROCIATI TESSITURA ORTOGONALE/NAVETTA

MOVIMENTO

JACQUARD RATIERA ECCENTRICO

GETTO ALIMENTAZIONE TRAMA

ARIA-ACQUA

PINZA

PROIETTILE

ALLA BASE DELLA TESSITURA Cogliere le nuove opportunità che il mondo della stampa sublimatica digitale tessile offre, richiede uno studio approfondito delle tecnologie, degli inchiostri, dei software e sopprattutto della materia prima: il tessuto. Il grafico qui sopra riportato mostra in modo schematico quali sono gli elementi che consentono la tessitura ortogonale/navetta, i movimenti fondamentali e l'alimentazione specifica della trama. Uno schema che vi risulterà di grande utilità nella lettura dell'articolo e per focalizzare meglio le evoluzioni dei tessuti ideali per la sublimazione.

44

Iniziamo da questa puntata a conoscere il mondo della tessitura che comprende quattro tecnologie: ortogonale/navetta, maglieria, tappeti/pavimentazione, tessuto non tessuto (o tnt). ORTOGONALE, SVILUPPO INFINITO La prima soluzione di tessitura che approfondiremo è quella ortogonale/navetta: la più antica e utilizzata nel mondo tessile. Il primo telaio a gravità, infatti, risale al 4000 a.C., successivamente sviluppato nel Medioevo con evoluzioni e affinamenti tecnologici ulteriori nel corso dei secoli. Dalla metà del 1700, l’invenzione della machina a vapore permise di incrementare la produttività dei telai e altre macchine. Con l’avvento dell’elettricità e dell’elettronica, l’affinamento tecnologico ha permesso di raggiungere traguardi incredibili. Nel 2011, in occasione di Itma, la grande fiera internazionale del meccanotessile (svoltasi a Barcellona, in Spagna), alcuni specialisti hanno mostrato macchine per la tessitura in grado di raggiungere 1.800 battute/minuto…

Prima di addentrarci in ulteriori spiegazioni tecniche, è opportuno, chiarire alcuni concetti di base, come: tessitura, telaio, ortogonale o navetta, armatura e non solo. Procediamo con ordine. TELAIO E ARMATURA La tessitura è l’arte di costruire un tessuto, mentre il telaio è una macchina fornita di organi adatti all’intreccio della trama e dell’ordito, impiegata per trasformare i filati in tessuti. Il tessuto ortogonale o navetta è formato da due o più sistemi di fili incrociati tra loro perpendicolarmente: i fili in ordito (disposti verticalmente) e i fili in trama (disposti orizzontalmente). Infine, con il temine “armatura” si indica il tipo e il modo di concatenamento dei fili di trama e ordito. VERSO IL TESSUTO Fatte le doverose premesse procedo con una spiegazione sintetica che riguarda la formazione dei tessuti. La prima operazione della tessitura, consiste nello stabilire la costruzione di un tessuto, cioè decidere il tipo


e titolo di filato, il numero esatto dei fili al centimetro sia in ordito che in trama, l’altezza e l’armatura dell’articolo da produrre. A questo punto, inizia l’attività industriale di tessitura tramite l’orditore: avviene il caricamento di rocche di filo sulla “cantra” e la loro unione tramite un apposito cilindro (o aspo) e conseguente preparazione del “subbio”, cioè l’elemento del telaio dove viene avvolto tutto il filo necessario per l’ordito, già predisposto con il numero di fili al centimetro. Il subbio è caricato sul retro del telaio. Per armature semplici e disegni geometrici di piccole dimensioni, si infilano i fili nei “licci” che, comandati dalla “ratiera”, alzano e abbassano alternativamente delle sezioni di fili nella sequenza data dall’armatura scelta, creando lo spazio chiamato “bocca d’ordito”. Attraverso quest’ultima passa la trama che, arrivando da un lato, verrà pressata contro le precedenti da un “pettine”, formando il tessuto, quindi raccolto sul cilindro avvolgitore del telaio. Nel 1795 è stata inventata la macchina Jacquard (che prende il nome dal suo inventore), la quale alzando singolarmente tutti i fili di ordito permise di ottenere intrecci e disegni molto più grandi e complessi. Abbiamo così spiegato come si forma l’ordito e il punto in cui viene inserita la trama, di cui ora analizzeremo i vari sistemi di alimentazione. Sebbene in alcuni paesi, la trama venga inserita ancora manualmente, il più vecchio sistema meccanico inventato dall’uomo, è la “navetta” (1950). Si tratta di un contenitore di legno appuntito in cui viene inserita la “spola” di filato che, spinta da un battitore, passa da un lato (cimossa) all’altro del telaio, depositando

TRATTARE IL FILATO In fase di preparazione alla tessitura si utilizzano macchine imbozzimatrici che possono lavorare filati discontinui naturali o sintetici. Il filato trattato offrirà migliori performance durante la tessitura.

il filo nella “bocca d’ordito” che poi verrà pressato dal pettine. Nel corso degli ultimi anni si sono perfezionati altri metodi di trasporto della trama, attraverso pinza, con proiettile, con getto d’acqua o ad aria. Solamente con la navetta e la pinza, però, si possono utilizzare tutti i tipi di filato; con gli altri sistemi vi sono delle limitazioni tecniche che consentono l’impiego solo di specifiche composizioni di filato. Le principali armature utilizzate sono: la tela, la saia o twill e il raso. La tela prevede la sovrapposizione di un filo di ordito a uno di trama e viceversa. Questa è la struttura più semplice, ma anche la più chiusa, e dà origine a un tessuto stabile. Nel caso della saia, l’intreccio tessile avviene con rigatura diagonale: due o tre fili di ordito vengono sovrapposti a uno di trama. Il raso, infine, prevede quattro o addirittura sette fili di ordito sovrapposti a uno solo di trama. Questa è l’armatura più

“slegata” ma che genera tessuti più lucidi, in quanto permette alla luce di riflettersi su una superficie molto liscia, come su uno specchio. LA SUBLIMAZIONE E IL TESSUTO ORTOGONALE Partendo da questa spiegazione semplificata, legata al funzionamento del telaio, studiamo ora quale tessuto ortogonale/navetta più si addice alla sublimazione. Come sappiamo, il filato più idoneo è il poliestere (si veda il numero di Marzo) perché risulta il più resistente alle alte temperature necessarie per la sublimazione. Tuttavia, considerato il restringimento della fibra del poliestere data dallo “shock termico” di sublimazione, è importante utilizzare un tessuto con armature fortemente chiuse. Le tele, in questo caso, garantiscono un minor rientro e quindi sono le più indicate. Nel caso, invece, il mercato richieda armature

diverse, sarà necessario eseguire dei test sui tessuti per trovare la percentuale di rientro fisiologico ottimale della fibra e, quindi, aumentare la misura del disegno su carta (o su tessuto diretto) che dopo la stampa risulterà delle giuste dimensioni sul tessuto. Questa è una delle operazioni più difficili, non solo da controllare, ma soprattutto da standardizzare, perché oltre alla tolleranze del filato e dell’armatura entra in gioco il finissaggio che, a sua volta, può causare rientri imprevisti nel tessuto… Un tema che affronteremo nei prossimi mesi. Nel frattempo, il suggerimento – da tenere presente – è il seguente: ogni produzione va considerata come fosse la prima. Quindi, è importante eseguire sempre dei test prima di cominciare la produzione per prevenire ed evitare spiacevoli sorprese a prodotto finito! Nella prossima puntata approfondiremo la tessitura con i telai di maglieria.

45


RUBRICA di Fabrizio Tosti

Fabrizio Tosti, nato a Frascati (Rm) nel 1969, si forma presso le scuole salesiane di Roma, abbracciando l’attività educativa ispirata a Don Bosco. Dopo alcune esperienze lavorative in aziende grafiche, entra come formatore presso il Cfp del Pio XI a Roma nel 1993. Qui svolge attività di formazione per giovani e adulti, fino al 2000, quando ricopre il ruolo di Coordinatore del Centro sviluppando progetti di Istruzione e Formazione Superiore; dal 2005 è Direttore del Centro di Formazione Pio XI. Nel 2007 diviene anche Direttore del Polo Formativo della Grafica Editoriale.

Formazione

La scuola che sa trasferire la nuova cultura del lavoro e di impresa direzione.pio@cnos-fap.it

A SCUOLA DI STAMPA...

GUARDARE AL FUTURO IN PROSPETTIVA “Rendere i giovani d’oggi capaci di guardare in prospettiva, di essere orientati sempre verso il futuro. Con il desiderio di conoscere, di ricercare. Il mondo dell’Istruzione e Formazione Professionale deve riuscire a educare e istruire i giovani nel crescere nelle capacità di relazione, nel saper lavorare in team, coordinarsi con gli altri, lavorare in rete per affrontare nuovi progetti e trovare nella cooperazione la soluzione di problematiche e di sviluppo. Questi sono gli aspetti fondamentali in cui la “scuola” può e deve investire per essere strumento di risoluzione per i difficili scenari attuali, ma soprattutto per uno sviluppo più roseo nel futuro”.

46

La frequentazione del mondo grafico, da oltre 20 anni, mi permette di osservare e interpretare il complesso scenario che viviamo, affermando che nella grande crisi ci sono punti di forza e di prospettiva. La mia lettura nasce esclusivamente dall’esperienza diretta e non da studi particolari, di scienze economiche o universitari. Premesso questo, il valore della formazione e dell’istruzione per poter affrontare gli scenari attuali del sistema produttivo economico del mondo grafico diviene essenziale. In questi ultimi anni, le aziende grafiche di Roma e Provincia – che è il mondo che io conosco – che stanno riuscendo a superare la drammatica crisi economica e finanziaria che affligge tutto il sistema produttivo, sono quelle che hanno saputo “leggere” e orientarsi nel futuro, prevenendo l’evoluzione del mondo grafico. Per un imprenditore, per un artigiano, questo diviene possibile solo se è pronto a leggere oltre, a guardare oltre, a essere attento ai segni, all’evoluzione: nella nuova istruzione e formazione professionale data ai giovani

frequentanti oggi gli Istituti e/o Centri di Formazione Professionale. È nella scuola che si crea la cultura dell’imprenditore di domani, ma anche dell’operatore, del tecnico, che devono essere in grado di lavorare in maniera differente in quanto non esistono più i comparti, le separazioni nel processo produttivo. LE SFIDE TECNOLOGICHE DELLA FORMAZIONE A queste tematiche fondamentali e urgenti per cui la scuola si deve attivare, vanno affiancate le sfide tecnologiche che investono le strutture formative; l’evoluzione tecnologica del mondo produttivo obbliga il mondo dell’istruzione ad adeguarsi a una formazione nuova. A tal proposito, parlare oggi di sola industria grafica ormai mi sembra molto riduttivo, credo sia opportuno parlare di comunicazione, industria della comunicazione, che abbraccia un mondo molto più vasto e che ci proietta verso una visione nuova anche della scuola, delle competenze da far acquisire ai giovani allievi. Un mondo legato alla multicanalità della comunicazione ci


proietta verso una concezione della scuola, che deve divenire già “palestra”, ma che soprattutto sappia riconoscere nella multicanalità una opportunità di sviluppo imprenditoriale e del tessuto economico del settore. Per tante aziende grafiche, forse, il peccato primordiale di questa crisi, oltre alla congiuntura economica poco prevedibile e comunque non di semplice soluzione, è stata quella di non saper cogliere l’opportunità di mercato, di sviluppo suggerito dai nuovi media e nuove tecnologie. L’evoluzione tecnologica ha trasformato l’azienda grafica ma soprattutto ha costretto a rinnovare la cultura imprenditoriale dei tanti titolari di botteghe, aziende e stabilimenti grafici: in questo cambiamento di cultura consiste la più grande sfida dell’istruzione e della formazione; fare cultura e creare una nuova cultura d’impresa. L’OFFERTA FORMATIVA DEL PIO XI La risposta del Centro di Formazione Professionale Pio XI di Roma, è proprio nel tentativo di far assumere ai ragazzi d’oggi quella nuova cultura del lavoro e d’impresa. Lavoriamo essenzialmente con ragazzi dai 14 ai 17 anni, offrendo loro i percorsi triennali d’istruzione e formazione professionale, finanziati dalla Regione Lazio, conseguendo l’Attestato di Qualifica Professionale. Nella grande città, la scelta dei percorsi professionali viene fatta dai ragazzi/e che hanno una propensione per la laboratorialità e poca attitudine per lo studio; per questo il primo nostro grande impegno si basa sull’accettare una grande sfida educativa con questi ragazzi, per portarli al termine dei tre anni di percorso, aven-

I PROSSIMI STEP IN PROGRAMMA PER IL CENTRO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PIO XI I progetti futuri del Centro di Formazione Professionale Pio XI consistono nell’inserire il IV e V anno per offrire agli allievi la possibilità di ottenere il diploma; nel trasformare il Polo Formativo della Grafica Editoriale, di cui è ente capofila, di un partenariato che vede coinvolti Enipg, Assografici, Iss Carlo Urbani, Università Lumsa, in un Its – Istituto Tecnico Superiore della Grafica e Comunicazione. Con il nuovo anno formativo saranno introdotti percorsi di Formazione Superiore annuali: “tecnico web marketing” e “tecnico comunicazione d’impresa”, oltre all’attività formativa per apprendisti, cassa integrati e disoccupati, per imprese e istituzioni.

do trasmesso loro il desiderio di conoscere, la ricerca del sapere, con la curiosità dell’informazione, dando loro gli strumenti e le competenze per inserirsi nel mondo lavorativo e produttivo. Il nostro successo formativo si misura nell’80% dei ragazzi che dopo un anno dal conseguimento della Qualifica sono già introdotti nel mondo del lavoro con forme contrattuali regolari e/o proseguono gli studi verso il raggiungimento del Diploma. Nella Regione Lazio il Diploma non è ancora conseguibile nei Centri di Formazione Professio-

nale diversamente da altre Regioni in cui è possibile. PRONTI PER IL MONDO PROFESSIONALE Il percorso esclusivamente triennale ci consente di dare ai ragazzi le basi fondamentali per affrontare il mondo professionale: si fanno lavorare gli studenti affrontando l’intero processo produttivo grafico, dalla progettazione e teoria della comunicazione ai vari sistemi di stampa, tradizionali e digitali, dalla serigrafia al packaging, fino alla comunicazione multicanale.

Offriamo così agli allievi basi professionali solide per potersi inserire nel mondo produttivo. Un’altra grande attenzione che caratterizza il Centro di Formazione Professionale Pio XI è l’innovazione didattica e metodologica: tutti i docenti si stanno confrontando con i nuovi strumenti didattici, come le LIM in tutte le aule, e ognuno è in possesso di iPad; dal prossimo anno formativo, anche tutti gli allievi lavoreranno con questo strumento. Questo ci permetterà di portare la metodologia del laboratorio anche in aula.

47


SI RINGRAZIA L’EDITORE PER LO SPA P ZIO CONCESSO PA



Italia Publishers n. 03/2013