Issuu on Google+


sommario 05

EDITORIALE 04 |

Che bella invenzione la stampa inkjet!

FLASH.NEWS 06 |

Strategie, tecnologie, eventi e novità da tutti i mercati del printing

EVENTI 16 |

drupa 2012 La Primavera Digitale

INTERVIEWING PERSONALITIES 28 |

Massimo Bompan

CASE HISTORY 34 |

Nuova Digiservice sceglie Fenix e Oryx: differenziarsi e offrire nuove opportunità flatbed Uv

LA VETRINA DI IP 43, 49 |

La bacheca di nuovi prodotti e tecnologie

SUBLILIFE 55 |

Il fantastico mondo della sublimazione da oggi si chiama Sublilife

QR CODE 60 |

Devono per forza essere brutti?

STRATEGIE COMMERCIALI 62 |

2

Pensare positivo seconda parte

16 55


18 inserzionisti Agfa Centrexpo Ceper Concreta Edigit International Evoluzione Carta Forgraf Italia Publisher 205x125

Fotoba International Fujifilm Grafilandia iStockphoto MS NürnbergMesse Pixartprinting

IV cover pag. 3 pag. 5 III cover pag. 11 pag. 13 pag. 19 22-05-2012

11:13

pag. 47 pag. 25, 27 pag. 37 pag. 15 pag. 59 pag. 58 pag. 22-23

Reed Exhibitions Sei Siser Smartcolor Sunnycom Publishing Zen Arte

pag. 39 pag. 9 pag. 54 II cover, pag. 1 pag. 31, 63, 64 pag. 45

Pagina 1

CALEIDOS-NEXXUS.IT

IL MONDO HA BISOGNO DI COMUNICAZIONE. LA COMUNICAZIONE HA BISOGNO DELLA STAMPA. LA STAMPA HA BISOGNO DI GRAFITALIA . GRAFITALIA 2013 è l’unico punto d’incontro di tutta la community della carta stampata: stampatori, professionisti della comunicazione, print buyers. Non mancare questa opportunità di business, prenota subito il tuo spazio.

Fieramilano Rho - Milano 7-11 maggio 2013 In contemporanea con

Graphic Arts, Print Media and Communication

Promossa da: ACIMGA - ASSOGRAFICI Con il supporto di: ARGI - ASSO.IT SIOTEC - XPLOR ITALIA

Organizzata da: CENTREXPO SpA - corso Sempione 4 - 20154 Milano - Italy tel. +39 023191091 - fax +39 02341677 e-mail: centrexpo@centrexpo.it - www.centrexpo.it

www.grafitalia.biz

3


editoriale di Edoardo Decio // edoardo.decio@sunnycom.it

Registrazione: Tribunale di Milano n.74 del 12/2/94 Anno XXIV - n° 5 giugno 2012 Direttore responsabile e creativo: Susanna Bonati - susanna.bonati@sunnycom.it Responsabile marketing e comunicazione: Edoardo Decio - edoardo.decio@sunnycom.it

Che bella invenzione la

stampa inkjet! Eccoci di ritorno dalla full immersion integrale, globale, spaziale nella tecnologia che questa drupa ancora una volta ci ha offerto (a proposito il presente numero di Italia Publishers si propone sia graficamente sia come contenuti come un’unica monografia dedicata proprio a drupa). Un’immersione decisamente “digital oriented” e a noi – che alla stampa digitale abbiamo cominciato a credere dalla notte dei tempi non sospetti – non può che fare piacere e farci affermare “sapevamo di essere sulla strada giusta”. Come commentare questa kermesse mondiale? Chi ancora nega che drupa 2012 abbia dimostrato la supremazia dell’inkjet può essere paragonato a chi vive di nostalgie di altri tempi: non mi riferisco agli scettici che non credono nello show delle tecnologie futuribili, certo che no! – anche se di credere in un futuro più scintillante abbiamo bisogno tutti. Ma penso a quell’inkjet vero e vivo, che fa i numeri in quanto a volumi, che aiuta i profitti a rigenerarsi e gli imprenditori a inventarsi nuovi modelli di business, ormai lontani anni luce dal semplice produrre il foglio stampato a regola d’arte. Mi riferisco a quella tecnologia i cui stampati non si guardano più con il lentino in mano, nonostante la qualità abbia fatto passi da gigante, ma che si valuta in base a domande pratiche come “Quali nuove applicazioni posso inventare con questa macchina?”, “Quali mercati posso conquistare?” e “Quali marginalità posso ricostruire?”. Non a caso soprattutto da parte dei grandi brand di soluzioni di stampa il modo di comunicarsi è parzialmente evoluto: ho notato che dentro e fuori i padiglioni di drupa sono comparsi cartonati di dimensioni naturali e mega affissioni in cui i protagonisti delle pubblicità erano gli utenti della tecnologia a cui è stato dato spazio per raccontare la loro storia. La tecnologia nasce da chi la progetta e la costruisce, ma vive grazie a chi la usa, a chi ci mette le mani ogni giorno e a chi si assume i rischi di investimenti importanti. Per questo mi sento di dire che l’inkjet e tutte le sue evoluzioni passate e future sono una risorsa a disposizione di tutti, quasi al pari di un patrimonio dell’umanità. E mi lasciano assolutamente perplesso episodi sconcertanti come quello di cui sono venuto a conoscenza di recente. Nel lontano 2005 in Italia una qualsivoglia autorità ministeriale si è arrogata il potere di concedere un brevetto tanto generico quanto aleatorio di una “tecnologia a getto di inchiostro per la riproduzione di immagini su articoli vari”. Se state sorridendo è legittimo, ma non lo fareste se pensate che l’azienda, depositaria del brevetto e sedicente inventrice della stampa a getto di inchiostro, sta impugnando il documento per rivalersi su fornitori che ogni giorno lavorano onestamente e alacremente per sviluppare nuove soluzioni di stampa a servizio della nostra industria.

4

Responsabile di redazione: Alexia Rizzi - alexia.rizzi@sunnycom.it In redazione: Cecilia Cantadore - cecilia.cantadore@sunnycom.it Dario Zocco Ramazzo - dario.zocco@sunnycom.it Advertising: Deborah Ferrari, Marco Marcuccio advertising@sunnycom.it Ufficio traffico: Manuela Spatola - advertising@sunnycom.it Hanno collaborato: Fabio Polvara, Luigi Radisa Progetto grafico e impaginazione: Stefania Moruzzi - stefania.moruzzi@sunnycom.it Stampa: A.G.F. ITALIA - Peschiera Borromeo (MI) Tel +39 02 55305659 Tiratura: 10.000 copie

Poste Italiane s.p.a. - Sped. Posta Target Magazine (SMA autorizzazione LO/CONV/037/2010) CMP di Milano-Roserio Una copia: euro 5,00 Arretrati: euro 10,00 Abbonamento 10 numeri: euro 50,00 Abbonamento estero 10 numeri: euro 100,00 Ufficio abbonamenti: tel. 02.48.51.62.07 e-mail: abbonamenti@sunnycom.it I pagamenti possono essere effettuati a mezzo: . on-line con carta di credito su abbonamenti.sunnycom.it . CCP n° 31.993.207 intestato a sunnycom publishing srl - Milano sunnycom publishing srl direzione, redazione e amministrazione: via stromboli, 18 - 20144 milano tel. +39-02.48.51.62.07 fax +39-02.43.40.05.09 ASSOCIATO A:

Tutti i diritti sono riservati. Notizie e articoli possono essere riprodotti solo con l’autorizzazione dell’Editore e in ogni caso citando la fonte. Manoscritti, disegni, foto e altri materiali inviati in redazione, anche se non pubblicati, non verranno, in nessun caso, restituiti. In particolare l’invio di articoli implica, da parte dell’autore, l’accettazione (in caso di pubblicazione) di un compenso puramente simbolico stabilito dall’Editore, salvo accordi preventivi sottoscritti e comunicati a mezzo R.R. Gli articoli firmati impegnano esclusivamente gli autori. Dati, caratteristiche e marchi sono generalmente indicati dalle Case Fornitrici (rispettivi proprietari); non sono comunque tassativi e possono essere soggetti a rettifiche in qualunque momento. Informativa ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003 I dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è: sunnycom publishing srl - via stromboli 18 - 20144 milano (mi). Le categorie di soggetti incaricati del trattamento dei dati per le finalità suddette sono gli addetti alla registrazione, modifica, elaborazione dati e loro stampa, al confezionamento e spedizione delle riviste, al call center, alla gestione amministrativa e contabile. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché richiedere elenco completo e aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Spedizione in abbonamento a titolo oneroso Il ricevimento di questa rivista avviene a titolo oneroso secondo il tipo di abbonamento sottoscritto o tacitamente accettato. Chiunque desiderasse sospendere tale abbonamento ne avrà piena facoltà, senza alcun costo e basterà darne comunicazione scritta all’ufficio abbonamenti.


cellophanatura e spedizione postale?

sono

CAVOLI

nostri!

Siamo un’azienda specializzata nei servizi per il mondo dell’editoria e operiamo sul mercato nazionale fin dal 1966. La nostra attività, oltre a un servizio di cellophanatura periodici con inserimento o applicazione di etichette indirizzi da oltre quarant’anni, comprende anche i seguenti servizi: • • • • • •

inserimento automatico e manuale di inserti pubblicitari e gadget gestione degli indirizzi con analisi dei dati, normalizzazione, riordino e adempimenti per la spedizione (stampa 247, SMA, statistiche, sovrapacchi etc..) mailing: imbustamento automatico e manuale, taglio e piega ccp, etichettatura su supporto cartaceo e autoadesivo, postalizzazione in Italia e all’estero stampa bollettini per abbonamenti con grafica personalizzata gestione resi, stoccaggio dei prodotti editoriali trasporti in tutta Italia perché il servizio deve essere seguito dall’inizio alla fine dai nostri specialisti

CEPER

Via Puecher 9/11 | 20026 Novate Milanese (Mi) | Tel. 02.35.61.846 r.a. | Fax. 02.35.62.616 email: ceper@tin.it | commerciale @ceper.191.it srl

www.postalizzazione.net


FLASH | news a cura della redazione | redazione@italiapublishers.com

drupa porta fortuna a Grafitalia e Converflex Per Grafitalia e Converflex sta ormai diventando una fortunata tradizione: drupa, la grande fiera tedesca del printing che le anticipa di un anno, si conferma come il miglior trampolino di lancio per le due manifestazioni in programma a Fieramilano, dal 7 al 11 maggio 2013. Sia gli espositori, che hanno preso parte alla precedente edizione, sia i numerosi nuovi contatti stabiliti nell’occasione, hanno manifestato l’interesse a prendere parte alle due fiere, a conferma del radicamento consolidato di questi eventi presso le rispettive business community di riferimento. www.centrexpo.it

EDP, celebra il suo sesto gala award

I premi EDP in attesa di essere consegnati

La European Digital Press Association, meglio conosciuta come EDP, che vanta oltre un milione di seguaci in tutta Europa e 14 riviste affiliate, ha celebrato il suo sesto gala award durante la scorsa edizione di drupa. Durante l’evento sono stati premiati sia le tecnologie di stampa, finishing, software sia i consumabili prodotti durante il periodo 2011/2012, per un totale di 18 categorie valutate da una giuria internazionale indipendente. La cerimonia ha offerto l’occasione per presentare ufficialmente il nuovo presidente Rudolf Messer che ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di avere celebrato l’incontro annuale di EDP in partnership con drupa. Mai come a drupa 2012 i produttori di macchine hanno osato mostrare tecnologie ancora in via di sviluppo, che ci hanno permesso di intravvedere in che direzione si muoveranno le innovazioni dei prossimi anni. Questo ci consente di credere che la nostra industria avrà un futuro di crescita e di nuovi impulsi”. www.edp-association.com Grafitalia e Converflex 2013

Nuovo reparto label da Pixartprinting Pixartprinting, leader nel W2P, ha inaugurato il nuovo reparto di produzione dedicato alle etichette digitali. All’interno una versatile e qualitativa macchina da stampa inkjet a banda stretta Epson SurePress L-4033A, affiancata da una Sei Laser Label Master per la finitura e il converting. “Con questa nuova gamma ci rivolgiamo principalmente alle piccole/medie aziende del settore food & beverage”, commenta Alessandro Tenderini, Direttore Generale di Pixartprinting. www.pixartprinting.it

Mimaki ha un nuovo leader La multinazionale Mimaki Engineering Co. Ltd. ha un nuovo presidente: Hisayuki Kobayashi assume la guida dell’azienda leader nella produzione di stampanti inkjet di grande formato e di sistemi da taglio rivolti al mercato industriale, tessile e delle arti grafiche. Già Executive Vice President di Mimaki Engineering, Hisayuki Kobayashi succede a Mikio Noguchi che resta in carica fino a giugno 2012 www.bompan.it

Hisayuki Kobayashi è il nuovo Presidente di Mimaki Engineering

Alessandro Tenderini, Direttore Generale di Pixartprinting

6


FLASH | news

Investire in immagine

Diatec acquisisce Star Coating

ll gruppo Diatec ha perfezionato l’acquisizione dell’azienda elvetica Star Coating AG, specializzata nella produzione di supporti per la stampa digitale e film fotosensibili per l’industria elettronica. La neo-acquisita ha sede a Niederhasli, a nord ovest di Zurigo, a poco più di cento chilometri da Berna, dove Diatec vanta un moderno stabilimento (Sihl AG) specializzato nei supporti per le arti grafiche e centro d’eccellenza per il vinile, film polimerici e canvas. www.diatecgroup.com

Lo stabilimento di Sihl a Berna

Fotolia Ten Colletion – Neopen

Kohlberg Kravis Roberts & Co. LP (con le sue affiliate “KKR”) ha annunciato un investimento in equity per Fotolia pari a 150 milioni di dollari. Inoltre, KKR, TA Associates e la Direzione hanno lavorato con KKR Capital Markets e alcune banche per procedere a un senior financing di 150 milioni di dollari per la Società. http://it.fotolia.com

HP e 3M 100% wrapping Presso l’Istituto Pavoniano Artigianelli di Milano si è svolto il secondo workshop “Insieme per Decorare”, nato dalla partnership tra HP e 3M. Durante l’evento dimostrazioni a cura di decoratori professionisti che hanno dimostrato come le tecnologie HP e 3M possano consentire di realizzare applicazioni sia per interno sia per esterno. www.hp.com

Floor decoration firmata HP e 3M

Fotolibro d’estate? Pixum!

Pixum, azienda indipendente nel ramo dei servizi di stampa digitale on-line in Italia e in tutta Europa, attraverso il proprio sito consente il download di un’applicazione multipiattaforma (Windows, Mac e Linux) per la creazione di fotolibri già pronti per la stampa. La soluzione ideale per trasformare gli scatti digitali della vostra estate in veri photobook digitali di qualità: molte le opzioni e i layout d’impaginazione oltre alle opzioni di modifica delle immagini. www.pixum.it Epson EP-101 del 1968

Buon compleanno Epson!

Una panoramica di una fiera del settore arti grafiche

Acimga segreteria di Eumaprint La voce del printing e converting europeo parlerà italiano. Eumaprint, l’organizzazione che raggruppa sei associazioni di settore europee – Acimga, AG Graphispack, Picon, Symop, Swissmem, Vdma – ha infatti affidato all’Associazione confindustriale Italiana dei Costruttori delle Macchine per la stampa e il converting la sua segreteria per il biennio 2012-2014. www.eumaprint.com – www.acimga.it

Lo scorso 18 maggio Epson ha festeggiato il 70° anniversario dalla sua fondazione. Dal 1942 Epson ha creato prodotti con l’obiettivo di arricchire la vita delle persone e offrire maggiore comodità, dimostrando così il suo impegno verso “monozukuri”, ovvero “l’arte e la scienza della produzione”. La storia di Epson è fatta di innovazione, passione e crescita economica in cui le necessità di business si intrecciano con l’attenzione per la sotenibilità ambientale, per cui l’azienda si impegna a ridurre del 90% le emissioni di CO₂ entro il 2050. “Guardando al futuro – afferma Massimo Pizzocri, amministratore delegato di Epson Italia – vediamo un’azienda che continua a lavorare con passione per rispondere alle esigenze dei clienti con soluzioni tecnologiche altamente innovative ed efficienti, in grado di portare negli uffici e nel mondo industriale una maggior attenzione nei confronti dell’ecologia oltre che dell’economia di esercizio”. www.epson.it

7


FLASH | news

Ryobi e Kodak: nuova partnership

Il produttore di macchine da stampa offset Ryobi e Kodak hanno annunciato a drupa una nuova partnership che vedrà i due player realizzare una nuova macchina a foglio ibrida offset e digitale. Questa sarà basata sulla serie di macchine da stampa offset Ryobi 750 con sistema Kodak Prosper S5 Imprinting Systems incorporato. Un solo prodotto, dinamico, preciso e orientato all’on-demand. www.kodak.it - www.ryobi.com Brother GT-3 per la stampa su T-shirt a Expolab Textile

Expolab Textile: successo inkjet e thermotransfer! Si è svolto presso la sede di Trend, a Terni, il primo Expolab Textile, pensato per orientare il mercato verso i nuovi orizzonti della stampa e decorazione digitale tessile. Grande l’interesse registrato dalle 40 aziende partecipanti a workshop e demo live per le pellicole termotrasferibili e le presse dedicate Siser; oltre alla nuova Brother GT-3 per la personalizzazione inkjet diretta di T-shirt. www.trendsrl.net

Il team Kodak e Ryobi a drupa

Nuove vie? Objectif Lune

“Creating New Ways”: con questo tema Objectif Lune, società specializzata nella fornitura di software entry level e per enterprise dedicati alla document composition e gestione del dato variabile, ha invitato clienti e stampatori a drupa per discutere e scoprire soluzioni innovative per le arti grafiche. www.objectiflune.com

Lo stand Objectif Lune a drupa

FachPack 2012

Inchiostri, supporti e tecnologie sono i temi che caratterizzano FachPack, appuntamento fieristico che si svolge a Norimberga dal 25 al 27 settembre 2012. Il focus per l’edizione 2012 sarà la ricerca dei metodi per il risparmio di energia, materiali e spazio. www.fachpack.de

Risme Iggesund Invercote Creato per la stampa digitale con HP Indigo

Iggesund nuovo partner di HP La cartiera Iggesund ha recentemente annunciato di essere stata selezionata da HP per entrare a far parte dell’esclusivo gruppo HP Indigo Preferred Media Partner per la stampa digitale. Iggesund ha infatti da poco realizzato una serie di carte in formato e assortimenti ideali per la stampa digitale. La serie Iggesund Invercote Creato è disponibile nelle tre varianti da 220, 260 e 300 g/m², mentre Invercote G è fornita nelle selezioni da 220, 260 oltre alla più pesante 330 g/m². La grammatura più leggera di entrambe le gamme è in formato 450x320 mm mentre le due più pesanti sono fornite nel formato da 460x320 mm. www.iggesund.com

8

Il packaging secondo FachPack

Mailing by Guandong da toccare

Guandong supporto Semi-coated Laminato Block-Out da 510 g/m²

Attraverso un direct mailing originale, inviato alla Gdo europea e clienti Oem, Guandong invita a toccare con mano i sample della nuova linea Banner. Tra questi, segnaliamo Semicoated Laminato High Smooth (440 g/m²) e Mesh coated banner (320 g/m²). www.guandong.eu


Finalmente si vede la “luce”, soprattutto al centro e senza zone d’ombra con i sistemi Serie Blu - Sei LaSer per la realizzazione di pannelli luminosi LGP (Light Guide Panel) di grande formato fino a 300x200 cm, il meglio della tecnologia laser disponibile sul mercato dei backlight. È iniziata una nuova era per grandi opportunità di business e molteplici applicazioni nel mondo del light design e della comunicazione visiva. Dite addio al passato e godetevi tutta la bellezza dei colori con l’aumento della luminosità e con minori consumi di energia. i vostri pannelli saranno più luminosi, più sottili e più creativi.

Sei Laser: idee luminose

Serie BLU: Matrix Blu, Flexi Blu e Mercury Blu, i gioielli tecnologici Sei Laser made in Italy!

t

h

e

l

a

s

e

r

w

a

y

www.seilaser.com

clessidra87.it

Guardate il business sotto una nuova ”luce”!


FLASH | news

Normachem convegno Reach

3D ProJet 3500

Novità nella stampa 3D! Già disponibile in otto modelli differenti tra loro, muniti di nove materiali Visijet dedicati (tra cui Crystal, Navy, Proplast e Procast), la stampante professionale per applicazioni tridimensionali 3D ProJet 3500, è disponibile anche nel nostro paese attraverso 3D Systems Italia. La macchina offre alta definizione e performance di stampa grazie a teste dedicate (durata 5 anni!) a bassi costi operativi e garantisce una facilità di utilizzo unica, grazie a un comodo touchscreen. www.print3d.com

L’evento Reach – CLP svoltosi a Verona e organizzato da Normachem ha offerto una scrupolosa analisi degli aspetti altamente tecnici (la prossima scadenza per le registrazioni 2013, le novità in materia classificazione ed etichettatura) e dell’interazione tra norme e altre importanti leggi nazionali ed europee in tema di sicurezza ed igiene negli ambienti lavoro. Ospite speciale dell’evento un funzionario dell’Echa di Helsinki. www.normachem.it

Claudio Corti pilota Moto2 è sponsorizzato da J-Teck3

J-Teck3 “in piega” con Claudio Corti

Il produttore di inchiostri per la stampa digitale tessile J-Teck3, ha annunciato la sponsorizzazione ufficiale di Claudio Corti, giovane pilota italiano della categoria Moto2. Dopo aver inaugurato un’intera area del proprio sito web dedicato alle sponsorship nel mondo della cultura, non-profit e dello sport; J-Teck3 ha scelto di sponsorizzare il talentuoso pilota italiano della Italtrans Racing Team. Il logo J-Teck3 farà quindi capolino sulle televisioni di tutti gli appassionati durante i weekend della stagione Moto2 attraverso il casco tricolore di Claudio e sulla livera della sua Honda. Il duo J-Teck3–Corti ha già raggiunto un importante successo a Le Mans, in Francia, conquistando un meritato secondo posto. L’appuntamento con J-Teck3 si rinnova inoltre questo mese anche sul mercato asiatico, durante Itma Asia 2012 di Shanghai, dal 12 al 16 giugno, dove il leader italiano presenterà il nuovo inchiostro per la stampa diretta con l’innovativa Cluster Technology! www.j-teck3.it

Il convegno Normachem a Verona

Latex Mimaki: 200 unità vendute e premio EDP

A meno di due mesi dalla presentazione della nuova serie di plotter JV400LX con ink Latex, Mimaki annuncia la vendita di più 200 unità e, oltre a incontrare il successo a drupa, è stata premiata da EDP come “Best Environmental Printing Solution”. Rachele Bompan, Marketing Manager di Bompan, storico importatore esclusivo per l’Italia, ha commentato in occasione della premiazione: “Abbiamo grande considerazione degli esperti di questo settore, per cui vincere il premio EDP ci rende particolarmente orgogliosi. Per i prossimi mesi ci aspettiamo sviluppi più che positivi”. www.bompan.it

Le carte creative Arjowiggins Creative Papers per la stampa digitale

Carte digitali crescono

La nuova Mimaki JV400-160LX durante una fase di stampa a drupa 2012

10

Arjowiggins Creative Papers rinnova la gamma di carte di altissima qualità per la stampa digitale. Conqueror, Curious Collection, Rives, Pop’Set, Keaykolour e Inuit sono i noti brand della casa francese, che si arricchiscono fino a comprendere 38 prodotti certificati HP Indigo (tecnologia “liquid toner”), più 8 prodotti in formato SRA3 per il vasto assortimento di carte compatibili con la tecnologia “dry toner” Tutte certificate FSC, sono disponibili in bianchi d’eccellenza, colori intensi e vivaci, marcature delicate ed eleganti e carte premium colorate riciclate. www.arjowigginscreativepapers.com


FLASH | news

Ergosoft al Digital Textile Congress Il produttore di soluzioni Rip ha partecipato attivamente all’edizione 2012 del Digital Textile Congress, che si è appena concluso a Ghent in Belgio. L’appuntamento tratta di consueto le tecnologie per la stampa, il finishing e il coating per il settore tessile. Ergosoft è intervenuta con successo, all’interno del ricco programma di contributi di relatori di fama internazionale, con una lecture intitolata “I requisiti per il processo di controllo della stampa digitale tessile”. www.ergosoft.ch

Sei Laser al Plast: stand inedito! La più grande mostra europea dell’anno per l’industria delle materie plastiche e della gomma ha visto l’italiana Sei Laser, produttore leader della tecnologia laser nel mondo, partecipare con un’inedita modalità espositiva privilegiando le applicazioni rispetto alle macchine. Sullo stand, solo le più importanti novità Sei Laser: X-Type, plotter da taglio e marcatura a sorgente laser CO2 di ultima generazione, presentato nella dimensione più piccola di 1000x750 mm, G8 Laser3 e Laser3 OEM sistemi di marcatura e incisione laser completamente progettati e prodotti da Sei Laser. www.seilaser.eu Lo stand Sei Laser al Plast 2012

Digitalia presenta Multifix Il dealer italiano Digitalia presenta Multifix, nuovi materiali per la stampa wide format con inchiostri base solvente, eco-solvente, Uv e Latex. La nuova serie Multifix si compone di MX 6130 e MX 6131, vinili calandrati con spessore di 80µ nelle finiture biancomatt e bianco-glossy con adesivo acrilico permanente o removibile. A questi si aggiunge anche MX 6132 composto da un vinile calandrato di spessore 80µ, in finiture trasparenti con adesivo acrilico. www.digitaliaspa.eu Una bobina Multifix disponibile attraverso Digitalia

11


FLASH | news

Nuovo plugin iStockphoto per CS6

iStockphoto ha presentato un plugin intuitivo funzionante con diversi programmi della nuova Adobe CS 6 per consentire ai creativi di ricercare immagini e scaricarle all’interno delle applicazioni Adobe senza interrompere il workflow. Gli utenti di Adobe Photoshop, InDesign e Illustrator possono ricercare con facilità tra i milioni di file di iStock, scaricare più immagini comp nel costo del processo creativo, finalizzare i loro progetti e inserire automaticamente gli scatti dove necessario. http://italiano.istockphoto.com

Sito mobile tutto UPM

UPM Mobile Paper Catalogue v.0.1

UPM ha annunciato la disponibilità del suo Paper Catolog in versione ottimizzata per l’accesso attraverso dispositivi mobili come smartphone e tablet. Sempre aggiornato con le ultime novità, di facile consultazione grazie al design sobrio ed elegante, contiene brochure e schede tecniche pronte per la stampa. m.upmpaper.com

Joint venture GP Omega-Interlem

Una schermata che illustra le funzionalità del nuovo plugin di iStockphoto.

La nuova joint venture tra Interlem Spa, system integrator e Gp Omega, software house, offre un servizio IT a 360° per il settore arti grafiche. Di recente sviluppo un nuovo modulo di Business Intelligence, un nuovo pianificatore e dei nuovi PLC per il controllo macchina per il gestionale Arianna. Di prossimo rilascio anche un nuovo portale e-commerce. www.gpomega.net

Un dettaglio del modulo Arianna Business Intelligence

L’eccellenza firmata HP

HP ha annunciato i vincitori del concorso HP Print Excellence Awards, in cui vengono premiati i migliori esempi di creatività e qualità di stampa realizzati grazie alle soluzioni di stampa digitale HP. Il concorso premia l’eccellenza nella stampa in 21 categorie tra cui stampa commerciale, cartellonistica ed etichette e imballaggi. www.hp.com

L’innovativo sistema di imbustamento Fusion Cross di Bowe Systec Lo stand di Sistrade a drupa 2012

Sistrade sempre più internazionale

Il dinamismo e le innovazioni trasmesso da Sistrade a drupa 2012 non è passato inosservato, si è tradotto in un numero elevato di visite di professionisti interessati e curiosi di saperne di più sul software 100% web Sistrade Print. Un team multilingue di professionisti pronti a soddisfare le esigenze specifiche di ogni azienda, è stato il benvenuto ai visitatori. La questione della lingua è stata un valore aggiunto per Sistrade, per la personalizzazione dell’accoglienza. Secondo il team Sistrade “le aziende di stampa sono sempre più consapevoli che l’acquisizione di ERP e MIS Software sia un investimento fondamentale per la crescita delle aziende, per la gestione e il controllo del processo produttivo, riducendo così i costi e risparmiando tempo. Le aziende che hanno visitato Sistrade, cercavano un sistema innovativo e multilingue, sviluppato per gli imballaggi, le etichette e le aree di packaging flessibile”. www.sistrade.com

12

Fusion Cross, soluzione vincente Il nuovo Fusion Cross, il cui design costituisce la base per i futuri prodotti e in particolare per le prossime generazioni dei sistemi di imbustamento Bowe Systec, ha vinto il reddot design award. Le motivazioni del premio fanno riferimento a “un design in generale preciso e compatto che trasmette un senso visivo di perfezione e di qualità del sistema, mentre il colore contrastante della base e le linee inclinate creano un’immagine d’insieme armoniosa”. www.boewe-systec.it


FLASH | news

Enfocus Switch 11 è top automation TechnoSolutions, partner di Enfocus in Italia, annuncia la disponibilità del nuovo Enfocus Switch 11, soluzione modulare che si integra ai sistemi esistenti per guidare le applicazioni di terze parti al fine di accelerare e automatizzare le operazioni ripetitive. www.technosolutions.it

acquisti online consegna 24/72h

La confezione di Enfocus Switch 11

Epson premiata con due TIPA Awards

Epson Stylus Photo 1500 W

Epson ha ricevuto due dei più ambiti riconoscimenti europei per la tecnologia fotografica e dell’imaging, ai Technical Image Press Association Awards 2012. I premi TIPA sono stati assegnati a Epson EH-TW9000W per la categoria “Best Photo Projector” ed Epson Stylus Photo 1500W come “Best Expert Photo Printer”. www.epson.it

Riso: 150 ppm colore e…

Comcolor è la soluzione del produttore Riso per la stampa full color e b&n da 150 ppm con fronte/ retro automatico. Un print engine affidabile che consente la stampa su formato carta fino a 340x550 mm e area di stampa da 314x548 mm. www.risograph.it

digito, ergo web!

consulenza telefonica

www.evoluzionecarta.com per accesso la d l’allesti ri ecor m azio ento e ne g rafic a

www.evoluzionecarta.com Riso Comcolor

bizhub Press C7000, best in color

Konica Minolta bizhub Press C7000 ha vinto il prestigioso premio BLI PRO, rilasciato da Buyers Laboratory (BLI), il più autorevole istituto indipendente nel settore del document imaging a livello mondiale. Il sistema di stampa light production è il primo dispositivo testato ad aver ricevuto la valutazione massima per la consistenza del colore, ottenendo il primo posto in classifica. wwww.konicaminolta.it

p oll u r e n azio per la t r o imp istemi e visiva n es azio c i n u com

www.evoluzionecarta.com OMAGGIO! a tutti i nuovi clienti un roll up fino a fine giugno

Konica Minolta bizhub Press C7000

www.evoluzionecarta.com 13


FLASH | news

“Dal Dire al Fare” Ricoh è responsabile

Nec SpectraView 241

Creatività senza limiti grazie a Nec SpectraView 241 Dotato di pannello professionale P-IPS a 10 bit e ampio gamut, Nec SpectraView 241 è il nuovo riferimento nel mercato dei monitor per applicazioni color critical. Offre la risoluzione nativa di 1920x1200 pixel e caratteristiche tecniche come il Controllo dell’Uniformità Digitale e la funzione di Correzione dell’Invecchiamento della retro-illuminazione. www.nec-display-solutions.com

“Dal Dire al Fare - Il Salone della Responsabilità Sociale d’Impresa” è tornato all’Università Bocconi di Milano a fine maggio, proponendo all’ottava edizione le storie d’eccellenza, testimonianze autorevoli e riflessioni sul tema, coinvolgendo aziende, enti pubblici e organizzazioni non profit. Ricoh Italia ha partecipato riconfermando il proprio impegno verso l’ambiente e la comunità oltre che la volontà di perseguire uno sviluppo più sostenibile. www.ricoh.it

Tommaso Ioime, Training & Development Manager, Mirko Bianchi, Past President, Massimo Pilla TQM/ CSR & Environment Manager di Ricoh Italia.

Canon e Océ “eco-social” Océ, azienda del Gruppo Canon, ha raggiunto gli obiettivi che si era prefissata nelle cinque aree legate alla sostenibilità: energia, riciclo, carta, prodotti e responsabilità sociale. L’azienda ha infatti ridotto le emissioni di CO2 del 13% rispetto al 2010. www.oce.it La sede di Canon - Océ a Venlo

Ceramica da 1001 notte

Il campionario Favini Burano e le cinque nuove varianti

Nuove tinte Favini Burano La cartiera Favini ha svelato una nuova serie di cinque carte colorate per la sua gamma Burano, storico brand di carte colorate di alta qualità ideali per il packaging e la comunicazione. La cartiera anticipa così i trend della moda e del design, estendendo il suo campionario fino a 35 varianti cromatiche, in diverse grammature che si adattano a ogni tipo di applicazione. Potrete esaltare le vostre creazioni attraverso le nuove colorazioni Burano Arancio Bruciato, Bordeaux, Viola Imperiale, Grigio Pietra e Tabacco. I nuovi Burano offrono ai creativi nuance moderne e cariche di vitalità, un crescendo di toni in linea con le attuali tendenze del settore. www.favini.com

14

L’anteprima delle nuove teste inkjet Xaar 1001 GS 12 per l’industria della ceramica avverrà a Ceramics China 2012, da 28 al 31 maggio. Le prime tecnologie a utilizzarle saranno al Tecnargilla di Rimini, dal 24 al 28 settembre: in pole ci sono Efi, Kerajet, Intesa-Sacmi e TecnoFerrari. www.xaar.com

Piastrelle stampate con inkjet Xaar

SpectroDens è multi-talento!

SpectroDens di Techkon

Techkon ha presentato a drupa il nuovo spettrodensitometro SpectroDens portatile che misura e visualizza il colore sul display. Utilizzando la più recente tecnologia Led, lo strumento può fornire anche un’illuminazione D50 e soddisfa le condizioni di misura M1 in conformità alla normativa ISO 13655. www.technologiegrafiche.it


venti

di Alexia Rizzi e Dario Zocco Ramazzo alexia.rizzi@sunnycom.it // dario.zocco@sunnycom.it

drupa 2012

La Primavera Digitale Inviati speciali a drupa 2012, ecco la prima parte del nostro reportage dell’appuntamento mondiale con il mondo della stampa, in un momento storico che vede la tecnologia digitale dettare i trend di un mercato in profonda evoluzione. Abbiamo dedicato a questo evento una sorta di “monografia” che declina i nostri consueti argomenti secondo il comune denominatore di drupa.

drupa è sempre più momento di relazione, confronto, ispirazione, ricerca di nuovi modelli di business e creatività. drupa non è più solo tecnologia

Inizia il nostro reportage dell’appena conclusa drupa 2012, che si estenderà per ben tre numeri di Italia Publishers, con lo scopo di costruire una retrospettiva esaustiva di quella che resta la kermesse mondiale per eccellenza del mondo del printing. Il nostro “lentino” si posa come sempre sulle soluzioni digitali il cui sviluppo ha sancito una vera e propria supremazia di questa tecnologia, sicuramente dal punto di vista dell’evoluzione, dell’innovazione e del successo; ma anche da quello delle prospettive di business e applicative che dal comparto grafico si ampliano per conquistare i più diversi settori industriali. Per completare il nostro punto di vista, abbiamo chiesto ai colleghi delle riviste di settore internazionali di fornirci un loro commento su drupa.

16


drupa 2012 Nei numeri scorsi, negli articoli dedicati a drupa, vi abbiamo proposto alcuni emblemi di Dßsseldorf: dalla Altbier alla alla Messe. Se è vero che la città tedesca ha un gradevole centro storico, sono altrettanto affascinanti il suo trafficatisismo porto sul Reno e il suo skyline composto da edifici ultramoderni.

17


drupa 2012 | Inkjet

1

1. drupa 2012, il primo giorno di apertura al pubblico, quando ha avuto inizio quella che è stata definita la “maratona tecnologica”. 2. Il punto di ritrovo degli Highlights Tour di drupa 2012. 3. Sui nastri trasportatori dell’aeroporto di Düsseldorf, drupa dava il suo primo benvenuto ai suoi visitatori nella città della fiera in rosso più famosa nel mondo della stampa. 3

18

IL NUOVO MONDO Per chi si ricorda le drupa della filosofia integrale “stampo dunque sono”, quelle delle gare del cambio lavoro più rapido o della lastra più performante, quelle in cui la stampa era indiscutibilmente figlia di Gutenberg e del piombo – perché a parte il computer, in fondo, dai caratteri mobili altre grandi rivoluzioni non ne aveva viste molte – per questi nostalgici della stampa, drupa 2012 può essere stata una delusione. Che si percepissero meno entusiasmo e meno possibilità di spendere per renderla lo show a cui la drupa dei tempi d’oro ci aveva abituati, è stato evidente. Complici la crisi e anche le tempeste che negli ultimi quattro anni hanno scosso le fondamenta di questa industria e del relativo mercato e che ora si presentano nella loro irrimediabile concretezza. Perché qualche cosa inizi con vigore, qualcos’altro deve finire, o subire una metamorfosi che gli garantisca la sopravvivenza. Può sembrare un ragionamento eccessivamente darwiniano ma così è per tutti quei colossi delle offset, icone che solo pochi anni fa apparivano tetragone e indelebili... oggi si sono tutte convertite, con più o meno consapevolezza, con più o meno fedeltà ai propri principi, a quella tecnologia inkjet dal cui protagonismo, il mondo della stampa non può più prescindere.

2

uriosità GLI ITALIANI A DRUPA 2012 Italiani popolo di santi, poeti e marinai... ma non solo anche di frequentatori di fiere internazionali: sia come espositori, sia come visitatori! Non è uno scherzo: sapevate che per numero di aziende espositrici a drupa 2012 l’Italia si è posizionata al secondo posto, dopo la Germania (per un totale di 180 espositori)? E, nonostante la crisi, i visitatori italiani che hanno frequentato la Messe dal 3 al 16 maggio, si sono posizionati per quantità al nono posto. Non male per un piccolo paese come il nostro!!!!

Da sinistra Fulvio e Roberto Zechini


drupa 2012 | Inkjet

1

1. Velocità, colore, risparmio energetico e di risorse sono i punti forti della stampa digitale high production.

A CHE PUNTO È IL DIGITALE? Difficile generalizzare ma – eccezioni a parte – possiamo sintetizzare così: il toner insegue la flessibilità ovvero formati più grandi, alcuni si spingono alla bobina; ampliamento del range di supporti compatibili sia nelle grammature per conquistare il mercato del packaging, sia nelle tipologie di materiali per espandersi verso le frontiere delle etichette e dei pack flessibili ma anche per offrire alla stampa commerciale digitale una marcia in più in quanto a produttività e possibilità di applicazioni. I toner si fanno più densi, più performanti, più disinchiostrabili... anche più veloci, più wet-in-wet e a zero calore (vedi le tecnologie Xeikon Trillium e Océ InfiniStream). E poi, parola d’ordine nobilitazione: inchiostri bianchi, tinte perlescenti e fluo, effetti embossing, vernici lucide, opache, spot, clear toner e addirittura cold foil sono stati i protagonisti di questa tecnologia che insegue gli effetti speciali per rimanere sotto i riflettori di un digitale che fa sempre più parlare di sé soprattutto per l’inkjet. Che dire del getto d’inchiostro? La bobina imperversa, oltre le frontiere del transpromo e del transazionale, per decollare verso il quotidiano digitale con quel tanto che basta di inserti commerciali per mostrare i virtuosismi della versatilità di sistemi che portano il nome di colossi che fino a ieri odoravano di soluzione di bagnatura (!!!); vola verso il libro in b/n che tracima oltre i confini di tirature rimaste per quasi un secolo territorio esclusivo della offset. Ma soprattutto non è più di proprietà di un’oligarchia di pionieri a cui dobbiamo il merito del proselitismo e della sperimentazione: oggi l’inkjet a bobina ha conquistato la democrazia, un po’ moda, un po’ percorso obbligato per rimanere vivi nel presente e per avere una visione del futuro. Oggi l’inkjet a bobina ce l’hanno proprio tutti, ognuno secondo la propria ricetta

Cardxtra Plus taglia + rifila + cordona in 1 passaggio!

Taglio

Rifilo

Cordonatura

what else �

www.forgraf.it

info@forgraf.it

19


drupa 2012 | Inkjet

JUAN DIAZ DIAZ Giornalista freelance – Spagna “drupa 2012 è stata lo specchio dell’attuale contrazione del mercato. La crescita della stampa digitale è inarrestabile non solo dal punto di vista tecnologico ma anche per i cambiamenti sociali rispetto all’uso dei prodotti stampati che rendono inutili le grandi tirature. Il packaging è l’unico settore in crescita, soprattutto nei paesi emergenti”. 1

1. Il drupa report daily è il quotidiano ufficiale di drupa... ma anche un dolce energetico. 2. Il Museo di Magonza ci ricorda con il piombo, le origini del nostro mondo. 3. Un momento del tanto chiacchierato Benny Landa Show.

2

3

20

tra chi ci è e chi ci fa c’è chi cavalca l’onda, chi elabora l’inchiostro, chi prototipa e produce l’UV anche nel piccolo formato di produzione (tendenza che è emersa proprio in questa drupa) e chi fa il “nano” nel giardino incantato della tecnologia. Nel print business l’importante è esserci, fare parlare di sé anche nei momenti in cui è la “contaminazione” a dettare le regole. Cominciamo il nostro excursus proprio dalla tecnologia più chiacchiereta, quella a getto di inchiostro, naturalmente! LA LANDA... INCANTATA Un nome una garanzia. Benny Landa. Avrà iniziato anche lui in un garage? Chi sa? Come dice l’inventore di Indigo e oggi titolare di Landa Corporation, “La carta esiste da 5000 anni e la stampa da circa 500 anni, l’iPad non le sostituirà dal giorno alla notte”... con tutto il rispetto per lo zio Steve (pace all’anima sua) da cui “nonno” Benny ha copiato sia il marketing teatrale sia il “touch”. Insomma la stampa è viva, dai, anche se per governare la macchina si usa una specie di mega iPad in formato home video, posto a scorrimento sul fianco dello chassis. Che dire? I tempi del pulpito sono finiti. Se fuori ammiccano all’entertainment, il core delle nuove Landa Nanographic Printing, basate sulla già leggendaria nanotecnologia, inneggia

al “keep it simple”: di dimensioni compatte, le sei Landa Nanographic Printing utilizzano eiettori d’inchiostro per creare immagini applicate al supporto per un processo che può raggiungere velocità di 200 metri al minuto. Lo strato di inchiostro che si deposita su un nastro e poi sul foglio, in un passaggio straordinariamente semplice benché indiretto, è infinitesimamente sottile tanto da non richiedere nessun sistema di riscaldamento aggiuntivo per l’essiccazione. Ogni macchina Landa può stampare fino a otto colori e funzionare a una risoluzione di 600 dpi o 1200 dpi. La serie completa di macchine a foglio e a bobina comprende sistemi di stampa bianca e volta a foglio formato B3, B2 e B1 con una capacità fino a 11 mila fogli all’ora per la stampa commerciale e di packaging, nonché soluzioni a bobina per editoria e packaging flessibile che vanno da 52 cm a 104 cm di larghezza e possono raggiungere la velocità di 200 metri al minuto. A chi è uscito dal Benny Landa Show un po’ immusonito per via dell’effetto banding dei sample sotto teca, ricordiamo che trattasi di stampati da prototipi e che Mr Landa non è uno sprovveduto. Non si spiegherebbero gli accordi che Komori, manroland e Heidelberg hanno già preso proprio con Landa e di cui attendiamo gli sviluppi futuri, e il fatto


drupa 2012 | Inkjet

1

2

1. Nel sempre affollatissimo stand di HP a drupa, una delle attrazioni era l’ampliamento della famiglia Color Inkjet Web Press. 2. La grafica in movimento dello stand di Ricoh a drupa era emblematica delle novità non solo in ambito di stampa presentate dall’azienda.

uriosità CLICKABLE PAPER BY RICOH È un servizio cross-media che consente di posizionare un iPhone o uno smartphone Android sulla superficie stampata e ricevere contenuti. La tecnologia Clickable Paper può essere applicata a qualsiasi tipo di stampato tra cui quotidiani, riviste, direct mailing, libri, brochure e poster. Gli utenti possono riconoscere immediatamente le pagine “clickabili” grazie alla presenza di un logo, facilmente individuabile. È possibile aggiungere link per tutti i tipi di informazioni e servizi, compresi contenuti multimediali, siti Web, servizi di e-commerce e social network. La soluzione utilizza ‘hotspot’ multipli per ogni documento senza necessità di modificare o riformattare il materiale originale, ed è possibile associare a ogni ‘hotspot’ diversi contenuti on-line. La soluzione supporta database di grandi dimensioni contenenti documenti e una applicazione user-friendly per smartphone.

che due aziende italiane abbiano già opzionato la possibile acquisizione di sistemi di stampa Landa. L’IMPERO COLOR INKJET PRESS Nell’arena dell’inkjet high production regna sovrana HP, la cui recente storia legata a questo segmento fa risalire i suoi esordi proprio sul terreno di Düsseldorf: fu drupa 2008 a sancire l’inizio della dinastia HP Web Press partita con la T300 per un totale, oggi, di oltre 70 sistemi installati nel mondo. Le nuove nate HP T410, T360 e T230 Color Inkjet Web sono dotate della nuova avanzata tecnologia delle testine di stampa a getto d’inchiostro e della nanotecnologia degli inchiostri a pigmen-

to, in grado di supportare velocità più elevate senza compromettere la qualità dell’immagine. Oltre alle implementazioni tecnologiche a bordo macchina, il concetto di soluzione è ben chiaro ad HP che le ha volute parte integrante delle linee di produzione per il mailing e la stampa transazionale IntelliJet 20, 30 e 42 di Pitney Bowes e ha portato avanti una tanto lodevole quanto necessaria ricerca per ampliare il range di carte, patinate e non, compatibili con la tecnologia Color Inkjet Web. STRONGER... AT DRUPA Il nome Océ, oggi parte del Gruppo Canon, si lega da sempre alla leggenda del getto d’inchiostro, il numero di

21


Come si chiamava il mio vecchio fornitore di etichette? Bah, non ha importanza! Con la nuova stampa delle etichette di Pixartprinting il prodotto migliora e i miei guadagni aumentano. E tanto mi basta! 1000 Rotonde diametro 5 cm

, 00*

30

1000 Quadrate 10x10 cm

,

75

00*

Con la Digital Label Press inkjet SurePress L-4033A di Epson, stampare basse tirature di etichette con qualità elevata diventa più semplice e più efficiente. • Stampa a 6 colori per una grande gamma cromatica (cyan, magenta, yellow, black, orange, green). • Consegnate in foglio o a bobina • Inchiostri a pigmenti per interni ed esterni ecologici e compatibili con gli alimenti. • Incredibile risoluzione fino a 3 picolitri!

Epson SurePress L-4033A

Puoi seguirci anche su: facebook.com/pixartprinting.it

Guarda anche le videopillole sul nostro canale youtube.com/user/pixartwebtoprint


*Prezzi iva esclusa, ottenuti calcolando 6 euro al m2 pi첫 15 euro di avviamento.


drupa 2012 | Inkjet

RENY SINGH Redattore Printing Review, India “drupa è una meta imperdibile per gli indiani. Negli anni la tecnologia di stampa ha continuato a evolversi fino a ottenere risultati incredibili come la stampa sui supporti più impensati come Sun Innovations o la Nanographic Printing di Benny Landa. Le prossime drupa ci riserveranno interessanti novità.” 1

1. Uno dei tre nuovi esemplari che ampliano la pluripremiata famiglia Océ ColorStream (a drupa era in dimostrazione la 3700). 2. Tra le case history dei clienti che affollavano lo stand di Canon, spiccavano anche eccellenze italiane, tra cui Selecta.

2

24

unità installate parla da sé e la best seller Océ ColorStream 3500, regina del transpromo e del transazionale e non solo, dovrà condividere il suo variopinto mondo con le nuove arrivate. Prima della lista la 3700 che abbiamo visto in fiera e di cui erano trapelate indiscrezioni prima dell’evento mondiale: Océ ColorStream 3700 Twin è il modello ad alta produttività della serie Océ ColorStream Twin e offre una velocità di 100 metri al minuto per una larghezza di stampa di circa 540 mm. Ma non poteva bastare: in concomitanza con drupa 2012, il neonato Océ Production Printing Customer Experience Center di Poing, era tappa obbligata prima di volare su al nord, per scoprire le altre sorprese di casa Océ. Una di queste è l’entry-level Océ ColorStream 3200 che nasce insieme al sistema di stampa Océ ColorStream 3900, il più veloce della famiglia (da 127 metri al minuto). Sempre restando in ambito inkjet anche l’iperproduttiva serie JetStrem si è arricchita di un nuovo prodotto è il modello Océ JetStream 4300, sistema della serie a getto d’inchiostro con alimentazione continua, in grado di stampare alla velocità di 200 metri al minuto.

LA TORRE... D’AVORIO Tra le novità in ambito digitale, che Fujifim ha lanciato a drupa, non poteva mancare una macchina webfed: ecco dunque una inkjet a bobina. La nuova stampante digitale inkjet Jet Press W, è sviluppae per consentire la stampa in bianca e volta in una struttura a torre singola con un ingombro estremamente compatto per una velocità massima di stampa pari a 127 metri al minuto. Jet Press W utilizza i nuovi inchiostri Vividia di Fujifilm specificatamente sviluppati per garantire immagini di elevata densità stampate ad alta velocità, un minore controstampa, migliore riproduzione possibile, in termini di qualità, anche su carta a basse grammature. Le novità nell’inkjet di Fujifilm non finiscono qui. Oltre alla soluzione a bobina, disponibile entro fine 2012, drupa ha visto il debutto di una versione per il packaging della soluzione JetPress 720, una macchina a getto di inchiostro a foglio nel formato 50x70, dotata di teste di stampa Samba, sviluppate da Fujifilm Dimatix, per la stampa singlepass. Entrambe le macchine in fiera erano in funzione dal vivo per la stampa con una vasta gamma di carte.


drupa 2012 | Inkjet

1

1. La nuova macchina da stampa a getto di inchiostro a bobina Fujifilm Jet Press W a torre singola. 2. Una bobina stampata con FujiFilm Jet Press W.

2

QUALITY? YES... SURE Di SurePress sentiamo parlare da qualche tempo. Se questo brand ha esordito come tecnologia targata Epson per la banda stretta a getto di inchiostro di altissima qualità – Pixartprinting ne sa qualcosa –, drupa 2012 ha sancito l’estensione della tecnologia Sure a una serie completa di soluzioni di grande e piccolo formato, tra cui il nuovo Epson SureLab SL-D3000 a sei colori per applicazioni fotografiche di alta qualità. Caratterizzata da teste di stampa proprietarie e da 12 pollici (30,5 cm), questa soluzione impiega i nuovi inchiostri Epson UltraChrome D6 che consentono di ottenere ottimi risultati anche su supporti opachi, rendendola adatta sia per i laboratori fotografici sia per i classici fornitori di prodotti stampati che intendono ampliare il loro business. Anche la ricerca sugli inchiostri da parte di Epson procede con ottimi risultati, oltre ai base acqua UltraChrome D6, una novità importante presentata in anteprima a drupa, riguarda i primi inchiostri UV di Epson, progettati per una tecnologia innovativa UV Led che si svilupperà per i settori di stampa industriale, commerciale e di etichette

25


drupa 2012 | Inkjet

MATTHEW CALLAHAN Advertising Manager di Label Plus, Australia “È stata una piacevole sorpresa vedere che packaging ed etichette sono stati tra i protagonisti di drupa 2012: le soluzioni presentate, sia dai produttori di tecnologia digitale sia tradizionale, sono molto interessanti e si propongono a un mercato che nonostante la crisi globale è in crescita”.

Automazione, packaging, stampa digitale, applicazioni web-to-print e tecnologie ibride, i temi dominanti di drupa 2012 KYOCERA DEBUTTA A DRUPA 2012

Il nome Kyocera Mita, da sempre legato alla buona reputazione che il brand ha sviluppato come fornitore di stampanti e sistemi multifunzione a colori e B/N, in grado di gestire informazioni cartacee con un buon rapporto qualità/prezzo, nella nostra country evolve in Kyocera Document Solutions Italia. Questo cambiamento, supportato a livello internazionale dalla presenza dell’azienda a drupa 2012, conferma la trasformazione iniziata da anni, con l’introduzione dei Managed Document Services (MDS), modello di business basato sull’analisi del parco installato per la strutturazione del flusso documentale all’interno dell’azienda cliente, per aumentare le prestazioni e ridurre sensibilmente i costi operativi. Il nuovo nome enfatizza l’evoluzione aziendale da un’organizzazione che produce hardware in una realtà consulenziale in grado di fornire soluzioni chiavi in mano, composte anche da software e servizi.

26

basata su una nuova linea di teste di stampa Thin Film Piezo. PROSPERITÀ E VELOCITÀ Nonostante la bufera del Chapter 11, Kodak ha mostrato a drupa di aver ritrovato un po’ di “prosperità” o almeno il nome vuol essere di buon auspicio. La piattaforma Prosper, appunto, ultima frontiera di un getto di inchiostro che si discosta dal continuos inkjet di cui la multinazionale americana fu pioniere, si vivacizza con l’annuncio del nuovo sistema a quattro colori Kodak Prosper 6000XL Press da 304 metri al minuto per un volume mensile di stampa di 160 milioni di pagine A4. I sistemi Kodak Prosper possono essere dotati del modulo opzionale Image Optimizer Station consente di stampare in libertà a getto di inchiostro su una vasta gamma di supporti. Anche la serie Kodak Prosper S-Series Imprinting Systems, che conta oltre 400 installazioni in sei continenti, si espande con il nuovo Kodak Prosper S30 Imprinting System, modulo di stampa a getto di inchiostro che raggiunge i 3000 piedi al minuto per una qualità di output di 600x200 dpi. Questi moduli di stampa iperproduttivi sono molto versatili in quanto applicabili a macchine offset a foglio o bobina per

la stampa ibrida di applicazioni come direct mail, inserti, pubblicità, packaging ed etichette che necessitano della personalizzazione. Per non dimenticare i vecchi cavalli di battaglia di casa Kodak, anche la serie Digimaster si rinnova diventando HD con i nuovi modelli HD125, HD150 e HD300 con velocità rispettivamente di 125 ipm, 150 ipm e 300 ipm. Mentre la serie Versamark ha a disposizione un nuovo set di inchiostri sviluppato in collaborazione con Collins Inks. Tra le numerose collaborazioni che Kodak ha rivelato a drupa la più avvincente riguarda il mercato del libro: Kodak e Timsons Printing Machinery hanno presentato TimsonT-Press, che promette di essere la più veloce soluzione a getto di inchiostro monocromatica per la produzione di libri di testo e manuali. Questa soluzione, completamente digitale e duplex, combina la Kodak Stream Inkjet Technology con la collaudata tecnologia di alimentazione di Timsons. KONICA + KOMORI = KM1 Grande svolta anche per Komori Corporation, produttore di tecnologia di stampa tradizionale da sempre impegnato nella messa a punto di sistemi sempre più rapidi per l’essiccazione

CONTINUA A 30


Onset si ripaga in soli 6 mesi Accettate la sfida. Potete permettervi di non farlo ?

Il futuro del getto d’inchiostro UV di grande formato

www.onsetchallenge.com

POWER TO SUCCEED


| nterviewing

ersonalities

MASSIMO BOMPAN FONDATORE E PRESIDENTE DI BOMPAN 28


biografia

Milanese doc, amante della natura, sceglie Tradate (VA) per la sede di Bompan srl. Sin da giovane personalità eclettica e ambiziosa, si laurea in Scienze Politiche. Poi il master in Marketing, un patrimonio per lo sviluppo dell’attività imprenditoriale. Affacciandosi al mondo del lavoro, Massimo Bompan sceglie la strada dell’imprenditoria, conciliando sempre gli impegni professionali con il tempo libero dedicato alla moglie e alle figlie con cui pratica sport all’aperto. Che l’ambiente sia nel suo Dna? Probabilmente sì: dopo 20 anni di imprenditoria nel tessile avvia una nuova attività vedendo nella stampa digitale il nuovo eldorado. Nel 1996 Massimo Bompan inizia la collaborazione con Mimaki, azienda globale con anima green. I valori in cui crede da sempre: innovazione, capacità di visione, amore per l’ambiente. Che tutto fosse già scritto?

DAL SUO PUNTO DI VISTA DI VISIONARIO E PIONIERE DELLA STAMPA INKJET CHE SCENARI CI RISERVA QUESTO MERCATO NEL FUTURO? È in corso un’interessante evoluzione in questo mercato che va nella direzione che mi aspettavo e che, se da una parte coinvolge sia il B2B sia il B2C, è anche vero che è alle porte una grande svolta. L’inkjet si prepara a conquistare il settore industriale: ogni ambito dell’industria si attrezzerà per avere al proprio interno una soluzione a getto di inchiostro. Se il mercato grafico può dirsi sufficientemente maturo se ne apre uno nuovo esponenzialmente più grande. Sono orgoglioso di affermare che Mimaki è pronta per affrontare questa sfida da protagonista.

IN UN PANORAMA DI CAMBIAMENTI, ALLEANZE E ACQUISIZIONI CHE VALORE HA PER BOMPAN IL LEGAME FORTE E DURATURO CON MIMAKI? Alleanze più o meno strategiche nascono quasi quotidianamente tra le realtà del nostro mercato: sono orientate a unire le forze per proporsi con una più ampia gamma di prodotti. Mimaki ha da sempre un portfolio più ampio: soprattutto in tempi di crisi sta reagendo con l’annuncio di nuove tecnologie volte a soddisfare in modo completo le richieste dei propri clienti. In virtù della collaborazione solida e proficua che lega Bompan a Mimaki, consideriamo vincente questo approccio e, come è successo di recente, mettiamo a disposizione il nostro knowhow contribuendo proattivamente all’implementazione di nuove soluzioni.

ITMA 2011, FESPA 2012 E DRUPA 2012 SONO STATE UN’ESCALATION DI SUCCESSI PER MIMAKI, COME REAGISCE IL MERCATO ITALIANO? Non ricordo un anno paragonabile a quello in corso dal punto di vista del lancio di nuovi prodotti: siamo estremamente soddisfatti del numero incredibile di novità che Mimaki ha presentato fino a oggi e presenterà nei prossimi mesi del 2012. Il mercato italiano sta reagendo con estrema vivacità al punto che abbiamo già venduto macchine che ci devono ancora essere consegnate. Un esempio eclatante è la tecnologia latex di cui sono già state vendute 200 unità in Europa e per cui anche in Italia abbiamo un numero considerevole di ordini.

CI SVELA UN SOGNO NEL CASSETTO DI MASSIMO BOMPAN? Vorrei che si realizzasse il mio desiderio di creare una leadership forte di Bompan al fianco di Mimaki nel settore della stampa inkjet in Italia. Stiamo lavorando assiduamente, mettendoci il cuore, perché questo sogno si avveri, facendo importanti investimenti per dotarci degli strumenti software e delle risorse umane, tecnologiche e organizzative necessarie.

MISSION

Imprenditorialità, capacità di visione, passione per l’innovazione. Questi i valori da cui nasce nel 1996 Bompan srl, importatore esclusivo Mimaki per il mercato italiano. Nel business plan obiettivo principale è la leadership nella commercializzazione di soluzioni di stampa digitale di grande formato, puntando sulla qualità e sull’avanguardia tecnologica del brand nipponico. A questi plus indiscussi si aggiunge il valore dell’attività di R&D svolta dai tecnici Bompan e del servizio pre e post vendita di eccellenza capace di supportare l’operatore nella capitalizzazione dell’investimento. Oggi la mission di Bompan è consolidare la leadership acquisita, espandendola a nuovi settori di applicazione della tecnologia Mimaki sull’onda della crescente digitalizzazione del mercato nei settori industriali.

29


drupa 2012 | Inkjet DRUPA... GUIDA ALLA TECNOLOGIA

1

1. La soluzione di stampa nata dalla collaborazione tra Konica Minolta e Komori, che nella versione marchiata Konica Minolta si chiama KM-1. 2.Un particolare della rotativa inkjet Konica Minolta KM-1.

2

CONTINUA DA 26

30

Nonostante drupa si sia evoluta mettendo a disposizione dei propri visitatori ogni tipo di mezzo di comunicazione elettronico e comunichi assiduamente anche attraverso i social media, sono andate letteralmente a ruba le “Technology Guides” nel tradizionale formato cartaceo. Sono guide tematiche che, da qualche edizione, drupa realizza per offrire ai visitatori un approfondimento suddiviso per tipologia di tecnologia di stampa, finishing, nobilitazione, flussi di lavoro ecc. Sono vademecum che consentono di comprendere lo stato dell’arte di ogni comparto della stampa e di mettere a fuoco le novità dei diversi fornitori.

degli inchiostri in ambiente offset, che, in vista di drupa 2012, ha siglato una partnership tecnologica con Konica Minolta per lo sviluppo di una soluzione di stampa inkjet a foglio. Presente in fiera in una duplice identità, presso lo stand Konica Minolta con il nome KM-1, e nello spazio dedicato a Komori con la denominazione di Impremia IS 29, la nuova nata dalla collaborazione delle due aziende giapponesi si presenta come una macchina dal concept visibilmente offset dal mettifoglio all’uscita equipaggiata con teste inkjet Konica Minolta. La particolarità di questo sistema è l’elevata velocità di 3300 fogli/ ora nella modalità simplex e 1650 fogli/ ora in duplex a fronte di una risoluzione di 1200x1200 dpi per un formato di 750x530 mm, e soprattutto impiega inchiostri HS UV (High Definition Single pass UV) con essiccazione UV Led che permettono la finitura immediata e la stampa su qualsiasi tipo di carta non trattata. Questa soluzione proposta a drupa nella versione a quattro colori, sarà disponibile in futuro in 5 e 6 colori. Sempre della famiglia Komori Impremia, c’è anche IW20, una soluzione a bobina da 20 pollici.

TECNOLOGIA MADE IN FRANCE Di vocazione transazionale e transpromo, i sistemi Impika, diventati famosi alla scorsa edizione di Ipex, presentano oggi una gamma interessante arricchita di ben cinque nuovi modelli che pongono queste soluzioni, rigorosamente inkjet e “made in Europe”, al livello dei grandi brand più affermati, aprendoli anche a nuovi mercati. La serie iPrint a bobina, inconfondibile per il suo design, arriva a quota 3 con la compatta iPrint Compact, piccola e potente, con un ingombro di soli 10 m2, stampa in 2 up duplex fino a 127 metri al minuto in tre possibili risoluzioni (1200, 600 e 360 dpi) in bianco e nero o a colori. iPrint eVolution è unica per il suo concept votato alla scalabilità: assolutamente modulare offre un singolare ventaglio di combinazioni di velocità e risoluzioni possibili. È infatti basata su sulla base di uno chassis progettato per ospitare fino a 4 testine. La versione standard della macchina stampa con due testine di stampa a una velocità di 40 a 125 m/ min con risoluzioni di 1200 a 360 dpi. L’uscita della stampante può essere raddoppiata con l’aggiunta di due testine di stampa, per la produzione a una


stria tessile: la sere implementato l passato.

grazie ad essa pati inutilizzati, Se l’alta qualità enti Durst!

ne, visitate il sito

w.durst-online.com

totextile è il primo e unico prodotto editoriale in Italia focalizzato alla stampa digitale tessile, con puntuale focalizzazione sulle principali applicazioni della moda, della comunicazione e dell’industrial design. totextile è l’indiscusso riferimento per tutti coloro che della stampa digitale tessile fanno il proprio business o che utilizzano le infinite e variegate applicazioni contemporanee.

STAMPA DIGITALE TESSILE totextile - n° 1/2012 - Euro 5,00 - Iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) n° 14289 del 15/07/2005 Spez. in abb. post. D.L. 2353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n°46) art.1 comma 1, DCB Filiale di Bologna. Contiene I.P. - In caso di mancato recapito inviare al CMP di Milano-Roserio per la restituzione al mittente previo pagamento dei resi.

ione di stampanti tà di oltre dpi), Kappa 180 è ella stampa tessile.

totextile

STAMPA DIGITALE TESSILE TEXTILE DIGITAL PRINT

o er

m

nu

o un

|12 2 0

IL FASHION TEXILE SPOSA IL DIGITALE TEXTILE FOR FASHION MEETS DIGITAL PRINTING PERSONALIZZARE I TESSUTI PER INTERIOR PERSONALIZING TEXTILE FOR INTERIOR DECORATION

Report ITMA’11

STAMPA DIGITALE TESSILE TEXTILE DIGITAL PRINT


drupa 2012 | Inkjet

FRANK ROMANO Professore, School of Print Media, RIT “Drupa 2012 è stata molto interessante dal punto di vista delle nuove tecnologie inkjet, ma un consiglio che do agli stampatori che intendono investire in tecnologie di stampa è di considerare sempre il costo copia, come punto di partenza per stabilire con precisione quale modello di business intendo adottare”. 1

1. La tecnologia SurePress di Epson, già consolidata come soluzione di stampa per la banda stretta, a drupa ha debuttato in diverse versioni tra cui Epson SureLab SL-D3000 per applicazioni fotografiche e nel grande formato.

drupa 2012 ha registrato 314.500 visitatori provenienti da 130 paesi, di cui 1.500 dall’India

velocità compresa tra 75 m/min fino a 250 m/min con costi di gestione assolutamente competitivi. Un’altra novità targata Impika è iPrint eXtreme: destinata al mercato dei quotidiani, della stampa di libri e del direct marketing, questo sistema a getto di inchiostro a bobina ha una larghezza di stampa 711 mm e una velocità di 375 m/minuto per una risoluzione di 1200 dpi. iPrint eXtreme può essere fornita nelle configurazioni da uno a sei colori ed è compatibile con numerose soluzioni di finishing presenti sul mercato. Dopo il lancio avvenuto a Ipex 2010, il modulo di stampa per la produzione di applicazioni a dato variabile per il mercato grafico e industriale, Impika iEngine 1000 raddoppia la propria velocità e diventa iEngine 1000 L per 220 mm di luce di stampa e una velocità di oltre 150 metri al minuto a colori e di 800 metri al minuto in bianco e nero. Infine, notizia che nelle anteprime non era trapelata, a drupa Impika era presente anche con Genesis, un

32

Perché aspettiamo tutti drupa con grande trepidazione? Le motivazioni per cui aspettiamo tutti drupa con grande trepidazione sono sicuramente tante, ma due più significative di altre: da un lato essendo una manifestazione quadriennale permette di far emergere in modo evidente i cambiamenti del mercato; dall’altro attrae un target più ampio di stampatori preparati, competenti e in cerca di nuove soluzioni. Quali dunque le attuali tendenze emerse a drupa 2012? Sicuramente le numerose partnership, acquisizioni, collaborazioni tra i grandi player finalizzate alla presentazione di un portfolio prodotti sempre più ampio; l’incontro tra offset e inkjet; il trionfo della versatilità; la volontà di offrire soluzioni che rispondano alle esigenze del singolo core business, ma che permettano al tempo stesso agli stampatori dell’era del digitale di differenziarsi e sviluppare nuove applicazioni per diversificare.Versatilità e differenziazione sono, dunque, le parole chiave per le imprese di successo che, oggi più che mai, hanno il compito di superare il concetto di creatività fine a se stessa, mettendola al servizio dell’imprenditorialità. La ricetta completa? Potete trovarla integralmente su: www.italiapublishers.it

by Rachele Bompan, marketing manager di Bompan


drupa 2012 | Inkjet

1

2

concept che coniuga le caratteristiche della stampante a colori di produzione e l’alimentazione di una stampante industriale. Questa soluzione entry level nel formato A4 stampa in duplex a colori fino a 160 pagine al minuto con una qualità altissima pari a oltre 1000 dpi. MECCANICA DI PRECISIONE Un progetto degno di nota è quello della soluzione inkjet industriale firmato KBA, RotaJet 76. Si può dire un sistema di stampa costruito sulla base di una solida e radicata esperienza nella produzione di macchine da stampa a cui è stata aggiunta la tecnologia a getto di inchiostro piezoelettrica di ultima generazione per la stampa a colori industriale ad alti volumi. Caratteristica distintiva di KBA RotaJet 76 è il design compatto possibile grazie a un nastro trasportatore intelligente senza barre di rovesciamento. I due set da 56 teste di stampa impiegano inchiostro base acqua a pigmento e consentono una

1. La famiglia Kodak Prosper aggiunge il modello di punta 6000XL. 2. Tra le numerose rotative digitali presenti a drupa 2012, RotaJet 76 di KBA era una delle più interessanti. 3. Il portfolio del produttore francese di tecnologia inkjet Impika, si arricchisce di sei novità.

3

velocità di stampa di 3000 fogli A4 al minuto per una larghezza di stampa di 781 mm. La regolazione della tensione del nastro e la pulizia delle testine, entrambi automatici, consentono di ottenere grande efficienza che si traduce nel primo foglio stampato già perfetto. A ulteriore conferma della firma di un produttore di rotative, RotaJet nasce dotata di uno sbobinatore e di un sistema di avanzamento carta speciale; in futuro sarà disponibile un cambiabobina automatico a favore di una maggiore produttività. A drupa, RotaJet 76 era in funzione in linea con un sistema di finitura SigmaLine di Müller Martini. EAGLEJET SBARCA IN EUROPA Founder Electronics Co, azienda cinese detentrice di più di 40 brevetti nel settore della stampa digitale, con più di 60 brevetti in attesa di essere depositati e 20 brevetti internazionali, grazie alla collaborazione con l’Università di Pechino, ha messo a punto un team di

CONTINUA A 36

33


Nuova Digiservice sceglie Fenix e Oryx: differenziarsi e offrire nuove opportunità flatbed Uv La tecnologia flatbed di swissQprint e la storica partnership con il distributore ufficiale Fenix, rilanciano a tempo di record il business dello stampatore milanese con nuovi assortimenti, volumi e applicazioni speciali

D

Da oltre quindici anni operativa sul territorio milanese, Nuova Digiservice si è trasformata da fotolito in centro stampa digitale di grande formato, maturando rapidamente competenze nel sign & display e in ambito progettuale. Trasferitasi a inizio 2012 nella nuova e ampia sede di Settimo Milanese, Nuova Digiservice era in cerca di una nuova tecnologia di stampa flatbed per puntare a un incremento della produttività, diversificando le applicazioni ma senza scendere a compromessi nella qualità di stampa. Forte di un team giovane composto da sei specialisti fortemente motivati, Nuova Digiservice ha scelto di affidarsi a Fenix – storico fornitore di tecnologie di stampa inkjet – come partner tecnologico con cui costruire un rapporto di fiducia bilaterale focalizzata alla crescita nel tempo. Il know how maturato da Fenix in tanti anni di esperinza e molteplici installazioni di successo, hanno consentito di orientare Nuova Digiservice verso la tecnologia Uv differenziante e qualitativa desiderata. Da qui, la scelta di investire in una nuova macchina da stampa flatbed Uv swissQprint Oryx – full optional! – di cui Fenix è distributore esclusivo per l’Italia. Fenix si è dimostrato da subito il partner ideale per il salto di qualità di Nuova Digiservice, affiancandola nello studio pratico degli obiettivi di mercato, valutandone la fattibilità e rendendoli possibili. Frutto di una trasparenza totale verso Nuova Digiservice, i risultati non hanno tardato ad arrivare. Fenix e Nuova Digiservice dimostrano che con investimenti mirati in tecnologie di stampa innovative è possibile crescere, subito… anche in tempo di crisi!

34

Federico Musaio, Sales Manager e socio di Fenix con Stefano Mangiaracina, socio titolare di Nuova Digiservice, accanto a swissQprint Oryx.


interviewing STEFANO MANGIARACINA Socio titolare Nuova Digiservice

Nuova Digiservice: oltre quindici anni di costante crescita nel wide format?

Siamo nati nel ,95 come fotolito specializzata in servizi di pre-stampa avanzati, ma la trasformazione imprevista del settore arti grafiche degli anni 2000 ci ha spinto a differenziare l’offerta e scommettere sul grande formato. Crediamo fortemente nella crescita tecnologica e nella flessibilità operativa: nonostante non avessimo un solo metro di stampa in casa abbiamo costruito servizi completi e differenzianti per il cliente; generando volumi in costante crescita. Ora guardiamo oltre le difficoltà congiunturali e l’esperienza ci ha dimostrato che è in questi momenti che investire fa la differenza. Abbiamo chiuso positivamente il 2011, ci siamo trasferiti in una nuova sede e preparato il nostro 2012 con Fenix per differenziarci ulteriormente nei servizi di stampa flatbed…

Quali elementi vi hanno quindi portato oggi a scegliere una swissQprint Oryx?

Se in passato per una piccola azienda di stampa, trovare una tecnologia flatbed entry level era difficile: servivano grandi volumi e i costi dell’Uv erano proibitivi; oggi non è più così! Il mercato chiede pochi pezzi ma di alta qualità e la tecnologia flatbed Uv è un investimento sicuro. Abbiamo valutato tutte le macchine sul mercato ma ci siamo innamorati di swissQprint Oryx con varnish. Unica nel suo genere e aggiornabile con bianco e spot, ma già con tutti i vantaggi della vernice per creare effetti di stampa incredibili dal valore aggiunto indiscutibile e costi accessibili per noi e per le agenzie, anticipandone ancora una volta le richieste!

Da qui la nuova partnership con Fenix?

Esatto. Ci mancava un partner di fiducia, capace di supportarci per partire subito, sin dal nostro trasferimento nella nuova sede e seguendoci passo, dopo passo, nella realizzazione del progetto focalizzato a costruire un rapporto duraturo ed esclusivo. Fenix ha raccolto da subito moltissime informazioni da noi e per noi, traducendo e orientando il suo servizio in nuove possibilità reali e consigli guida rispetto all’investimento tecnologico e nuove applicazioni. Abbiamo cambiato diversi plotter in questi anni ma non ci era mai capitato di trovare un partner che – alla pari di Fenix – mettesse la nostra sicurezza al primo posto senza compromessi. Basti pensare che Oryx in mezza giornata era già operativa per la massima soddisfazione nostra e dei clienti.

Grazie a Oryx quali nuove applicazioni avete introdotto e quali state sviluppando?

Abbiamo introdotto un nuova gamma di materiali rigidi e soft-rigid: cartonati, alveolari e altri prodotti ecosostenibili. Lo scopo è quello di fornire al cliente nuovi display e grafiche per il punto vendita e Gdo di facile utilizzo, inodore e riciclabili. Abbiamo scelto Oryx in configurazione con doppie teste e modulo roll-to-roll per massimizzare la produttività sia su rigido sia supporti flessibili aprendo anche a nuovi mercati inaspettati per l’Uv, dalla floorgraphic al flag & banner su poliestere e non solo.

Nata nel 2009 dall’idea imprenditoriale dei soci fondatori, Fenix è una realtà snella, dinamica ed efficiente che ha saputo distinguersi nel mercato delle tecnologie per la stampa digitale per il suo approccio innovativo e consulenziale. Per informazioni: Fenix Digital Group srl Via Maggiate, 69/B 28021 Borgomanero (No) Tel + 39 0322 060276 Fax + 39 0322 060128 www.fenixdigitalgroup.com info@fenixdigitalgroup.com Il giovane team di Nuova Digiservice con Federico Musaio, Sales Manager di Fenix (a destra).

35


drupa 2012 | Inkjet

1

2

MEGGAN MCCARTHY Redattore di Africa Print “È stata la mia prima drupa e ho trovato molto emozionante essere lì e vedere tutte la soluzioni possibili in funzione in un contesto mondiale così perfetto e ben organizzato. La tecnologia che più di tutte ha fatto parlare di sé è la Nanographic Printing di Landa, sono cursiosa di scoprirne gli sviluppi futuri”.

1. La rotativa inkjet destinata alla stampa di quotidiani lanciata in occasione di drupa dal produttore giapponese TKS. 2. Un gesto sempre più consueto tra i padiglioni di drupa, i visitatori che catturano e condividono immagini, grazie ai device mobili. 3. Ricoh 5000 VP ha scelto il palcoscenico di drupa per il suo debutto in Europa. 3

ricerca e sviluppo che le ha consentito di sviluppare tecnologie inkjet. Queste ultime includono il controllo delle testine di stampa inkjet, il circuito di controllo dell’alimentazione dell’inchiostro, testine di stampa con pulizia automatica, RIP paralleli ultra-veloci e tecnologia a dati variabili. A drupa era in funzione Founder EagleJet P5000/5200, il primo sistema di stampa inkjet digitale realizzato in Cina, distribuito in Italia da BeeGraphics che promette elevate prestazioni, grazie alla sua velocità e a il suo alto rendimento a basso costo. QUOTIDIANI DIGITALI IN FULL HD A drupa 2004 avevamo partecipato all’avviamento di una rotativa tradizionale targata TKS, con tanto di brindisi a base di sakè. Non stiamo a pontificare su come sia cambiato il mondo negli ultimi otto anni, ma una cosa è certa, la stampa dei quotidiani è sicuramente cambiata: i-reader a parte, l’inkjet ad altissima velocità ha fatto passi da gigante

CONTINUA DA 33

36

e a proporre soluzioni interessanti non sono solo i soliti noti. Un esempio è la nuova TKS JeatLeader 1500, una vera e propria rotativa digitale che a drupa 2012 il produttore giapponese ha mostrato in funzione con applicazioni reali sotto l’egida del claim “Think Variable”: le vere versioni del Wall Streat Journal e del Berliner venivano stampate e allestite per essere distribuite ai visitatori. Punto di forza di questa soluzione è la qualità ineccepibile, ma anche la versatilità: oltre a produrre quotidiani con foliazione personalizzata se la cava benissimo anche con inserti e applicazioni commerciali, per un giornale ad alto contenuto di valore aggiunto. ACROBAZIE WATERLESS Anche gli inventori della xerografia non sono stati a guardare la rivoluzione inkjet: è da Ipex 2010 che hanno messo in campo una serie di evoluzioni tecnologiche basate su un inchiostro resinoso definito waterless e sfociate, lo scorso


drupa 2012 | Inkjet anno, in Xerox CiPress 500 Production Inkjet System. Se si è fatto 500 perché non fare 325? Ecco dunque a drupa entrare in scena sotto i riflettori del Cirque du Soleil anche le prestazioni acrobatiche del dispositivo twin-engine CiPress 325, che raggiunge una velocità pari a 100 metri al minuto, con una risoluzione di 600x600 dpi. I vantaggi? La scalabilità – il sistema è upgradabile al modello superiore –; la rapidità di elaborazione, garantita da FreeFlow Print Server, e la deinchiostabilità dell’inchiostro proprietario che ha ottenuto il punteggio più elevato durante i test di Ingede. TRUEPRESS L’ITALIA RADDOPPIA Della nuova versione di Screen TrupressJet per packaging ed etichette vi parleremo nel prossimo numero. Le novità in ambito inkjet di produzione targate Screen riguardano la installazione di una seconda macchina da stampa inkjet a bobina Screen Truepress Jet520ZZ in Italia. L’acquirente è sempre l’azienda veronese Leaderform, leader nel nostro paese nella stampa transazionale e direct mail.

1. drupa come sempre oltre a fenomeno mediatico è anche entertainment, cosa megli di uno spettacolo acrobatico è metafora di efficienza e alte prestazioni? 2. Una bobina stampata con tecnologia Xerox. 3. L’area di drupa dove erano concentrati i padiglioni dedicati alla stampa digitale.

2

1

3

CONTINUA A 40

UNA RAPIDA APPLICAZIONE PER UN IMMEDIATO RITORNO IN STRADA!!! L’originale sistema di KMPF per il car wrapping e’ ora disponibile anche con tecnologia Air release per una piu’ facile applicazione e migliori prestazioni. WRAPPIAMO IL MONDO!!!

www.kpmf.com

IL TUO DISTRIBUTORE ESCLUSIVO DEI PRODOTTI

E’:

Via Tevere, 11 - 22073 - Fino Mornasco - Co TEL.: 031 92 10 97 - FAX: 031 92 15 80 E-MAIL: grafilandia@grafilandia.it - www.grafilandia.it

37


GLI IMPERDIBILI A...

DRUPA 2012 DRUPA 2012... UN GRANDE SHOW L’intento di ogni espositore di una fiera mondiale del calibro di drupa è stupire i visitatori, attirare la loro attenzione, farsi notare... sia con i contenuti, sia con il modo di comunicarli. Epson ha lanciato una nuova interessantissima tencologia inkjet UV, presentata sottoforma di prototipo ma che potrà avere infinite applicazioni in ambito di stampa commerciale e industriale. Efi ha incentrato la sua comunicazione per drupa sul tema del rock per cui i manager, Ceo compreso, si sono improvvisati rapper sia durante le conferenze sia per la creazione di simpaticissimi video. Infine non poteva mancare un tuffo nella storia: il Museo di Magonza intitolato a Gutenberg era presente a drupa con uno stand dove si stampava come una volta!

1 2

3

3

DRUPA È LA FIERA DELLE TECNOLOGIE E DEGLI EVENTI IMPERDIBILI PER DEFINIZIONE 1. La tecnologia del futuro secondo Epson è l’UV inkjet applicato ai diversi comparti dell’industria della stampa: il prototipo che vedete nella foto in alto era oggetto di presentazioni dedicate che ne illustravano i dettagli. 2. Gutenberg è ancora vivo? A quanto pare sì ed è anche operativo: lo abbiamo visto a drupa... 3. Lo stand di Efi era coniugato secondo il tema della musica rock: comune denominatore di una comunicazione efficace in quanto votata all’intrattenimento.

38


39


drupa 2012 | Flatbed

1

MARCO REGGIROLI Marketing Manager Italy - GS/Product Support & Communication Agfa Graphics “Siamo certi di offrire una gamma prodotti completa ed evoluta abbracciando tutte le fasce di mercato flatbed Uv. La famiglia Anapura offre qualità, affidabilità e opzioni di bianco e vernice al segmento entry level mentre l’aggiunta di Jeti e Titan ci consente di presidiare la fascia medio-alta: 200 m²/ora, con fronte-retro a registro perfetto. Top di gamma, la nuova M-Press Leopard offre 400 m²/ora; per toccare gli 800 m²/ora c’è M-Press Tiger: serigrafie e nuovi segmenti industriali.”

uriosità 1. Agfa M-Press Leopard venduta a drupa allo stampatore danese Koma Grafisk. 2. Agfa Jeti 3020 Titan nella configurazione da 36 teste venduta a drupa a Tramontana (stampatore spagnolo di Murcia).

2

CONTINUA DA 37

40

SONY “UV-AIO”: SCOPRILO! La moda delle cover stampate per telefonini, smartphone, tablet è inarrestabile; mentre è decisamente più complicato trovare cover per laptop e notebook. Per questi ultimi, alcuni produttori offrono versioni rivestite con film autoadesivi dedicati creando prodotti fashion che simulano pelle, carbonio, legno e non solo; tuttavia per la personalizzazione esiste un’altra strada: la texture Uv-Led tutta inkjet. Nella foto accanto l’esempio portato a drupa da Mimaki, un prestigioso Sony Vaio impreziosito con stampa digitale. La bassa temperatura di stampa non altera il top del portatile!

LA STAMPA FLATBED VELOCE E DI QUALITÀ “OFFSET” A DRUPA La passata edizione di drupa aveva visto l’avvento della tecnologia Uv-Led e l’introduzione sul mercato delle prime e rivoluzionarie macchine flatbed a opera delle due contendenti Mimaki e Sun. Era quindi lecito pensare che a distanza di quattro anni e diverse Fespa e Fespa Digital nel mezzo, durante le quali anche altri player avevano esordito con le loro nuove tecnologie (Agfa Graphics, Efi, Roland e Fujifilm), questa drupa avreb-

be visto un nuovo boom delle macchine Uv-Led. Un nuovo salto di qualità c’è stato, ma molto meno del previsto. L’abbassamento del costo delle lampade UV tradizionali, unito alla loro totale maturazione, non ha sostanzialmente cambiato il panorama; ha invece portato alcuni player a estendere la propria gamma flatbed in favore dell’Uv tradizionale (Agfa e Durst su tutte) anziché spingere l’acceleratore sull’Uv-Led. A spingere verso nuovi limiti la tecnologia Uv-Led, invece, il produttore di lam-


drupa 2012 | Flatbed

1

1. Il prototipo Mimaki JFX500-2131 spinge al massimo la stampa piana Uv-Led. 2. La nuova Nyala, top di gamma di swissQprint è distribuita in Italia in esclusiva da Fenix. 3. Gandy Digital Domin8tor controllata via iPad. pade Phoseon Technology con il suo brevetto Semiconductor Light Matrix (o Slm) e i produttori di sistemi flatbed del calibro di Mimaki, Efi e Fujifilm, che hanno introdotto macchine inedite e in alcuni casi, in grado di coniugare l’affidabilità delle lampade tradizionali Uv con le basse temperature operative dell’Uv-Led. Va infatti premesso che l’Uv tradizionale ha determinato una forte evoluzione delle tecnologie flatbed più industriali dove si superano i 200 m²/ora e si superano raggiungono ottocento. L’altoatesina Durst ha dimostrato tutta la potenzialità della famiglia Rho 1000 e della nuova serie P10. Ai vertici del mercato anche la nuova HP Scitex FB7600, evoluzione del modello HP Scitex FB7500, arricchita dalla presenza del bianco coprente per il settore del sign&display e capace di assorbire i volumi della serigrafia tradizionale. Nel caso della giapponese Mimaki va sottolineata l’incredibile determinazione e i grandi investimenti profusi per portare l’Uv-Led verso limiti solo quattro anni fa impensabili. Mimaki, infatti, dopo aver

2

3

esteso questa tecnologia e introdotto nuovi inchiostri specifici, primer, bianco e una produttività elevata a tutta la propria linea flatbed, ha portato a drupa un nuovo prototipo, di cui vi parliamo nel dettaglio nelle prossime pagine e di cui vedremo importanti sviluppi entro la fine dell’anno… Viscom anyone? L’UV DI AGFA PRENDE IL VOLO Per comprendere il lungo processo di evoluzione tecnologica nel segmento flatbed affrontato da Agfa Graphics, bisogna fare qualche passo indietro. Nel 2008 lo stand mostrava una timida presenza delle tecnologie di grande formato e flatbed, mentre il dominio offset tra flussi di lavoro uniti a Ctp e lastre a basso impatto era pressoché totale. A questa drupa, invece, gli stampatori hanno trovato uno stand diametralmente opposto: Uv ovunque, di tutte le taglie, flatbed e/o ibrido. Tutto questo a sovrastare un portafoglio lastre consolidato e alcuni Ctp di fascia alta totalmente automatizzati. Area espositiva pensata secondo lo schema di

41


drupa 2012 | Flatbed

1

2

“Ogni anno Efi cresce del 14% e il suo inkjet del 47%, in Europa la crescita è pari al 24%”

1.EFI Vutek HS100 Pro: 3,2 m per offrire la produttività di una tecnologia serigrafica unita alla qualità di stampa offset. 2. EFI Vutek QS2 Pro: una nuova soluzione da 2 metri ibrida. 3. Il superwide format entry level di Rastek 3225 è stato rinnovato ed è ora accessibile a tutti!

3

un aeroporto, a tema “L’accesso verso la tua destinazione”. Destinazione Uv, ovviamente, per Agfa Graphics e i suoi clienti. A distanza di alcuni anni dall’acquisizione di Gandi Innovations (si veda l’articolo online www.italiapublishers.com/article.do?id=141), infatti, Agfa Graphics ha investito molto nello sviluppo di inchiostri Uv e ottimizzato le tecnologie acquisite. All’interno dello stand una flatbed Uv per ogni fascia di mercato: dall’entry level ibrido di Anapurna M2050, alla nuova flatbed M2540FB (vista in anteprima al Viscom Italia 2011). Ampia la fascia di tecnologie mid e high volume con Jeti e Titan, dotate della terza generazione di inchiostri Uv-curable e nuovo tavolo con registro di derivazione serigrafica. Per finire, l’inkjet Uv iper-produttivo di Agfa Graphics M-Press Leopard, all’esordio a drupa e mostrato live in linea con unità serigrafica Thieme. SWISSQPRINT RADDOPPIA SwissQprint, produttore svizzero di tecnologie di stampa inkjet per l’industria della comunicazione visiva - e distribuito in Italia da Fenix (si veda anche la case history presente in questo numero a pag. 34) - ha portato a drupa la nuova Nyala. Una tecnologia flatbed con opzione roll-to-roll che

SMARTFLAT: “25 CM” DI QUALITÀ ITALIANA!

Una domanda per tutti voi: quante tecnologie di stampa flatbed sono in grado di stampare su supporti spessi da 20/25 o +25 cm, di qualsiasi tipo, trattati e non trattati, oggetti e lastre di piccole o grandi dimensioni? Pochissime, ma va sottolineato che tra queste ci sono le SmartFlat dell’italiana Smartcolor! Le SmartFlat sono dotate di un telaio modulare in alluminio, estremamente robusto, su cui poggia un piano aspirato di larghezza e altezza variabile: dal più piccolo pari a 48x100 cm (del modello R-50 base Roland) fino al più ampio da 2,6x4 m (del modello M 260 base Mimaki). La movimentazione del plotter è precisa e controllabile dall’utente, la versatilità praticamente infinita. Scoprite di più sull’articolo IP Introduces di aprile a pag. 30! www.smartcolor.it

CONTINUA A 44

42


La vetrina di Cutter manuale per tagliare o incidere lastre di Polipropilene alveolare da 5 o 10 mm (ARTIGLIO). La lama interna taglia di netto la lastra; quella esterna la incide solo da un lato. La lastra può essere modellata per realizzare totem triangolari, quadrati, ovali, cavalletti. Chiusura delle strutture con velcro, biadesivi, rivetti in plastica o semplici forcine.

DA 15 ANNI FORNITORE DI CONSUMABILI PER I CENTRI STAMPA DIGITALI, EVOLUZIONE CARTA SI STA DA POCO AFFACCIANDO SUL PANORAMA ITALIANO GRAZIE AL SUO SITO E-COMMERCE. INTUITIVO E DI FACILE NAVIGAZIONE, IL SITO È IN COSTANTE CRESCITA DI VENDITE GRAZIE ALLA GAMMA ARTICOLATA DI ACCESSORI PER LA GRAFICA E DI ESPOSITORI DI PROPRIA PRODUZIONE E DI IMPORTAZIONE. RICERCA DI NUOVI PRODOTTI E CURA DEL CLIENTE SONO PER QUESTA AZIENDA IL GIUSTO APPROCCIO PER ACCRESCERE LA SUA NOTORIETÀ ON LINE.

Evoluzione Carta Regione Crocetta 30/B 14018 Villafranca d’Asti (AT) t. 0141 941008 f. verde 800767698 www.evoluzionecarta.com

Impossibile eliminare i gancetti a vista per appendere i pannelli? Ora è possibile, grazie a questi appendini a scomparsa (Cod. FRTONDO). È sufficiente forare il pannello sandwich da 19 mm con una punta mecchia da trapano e inserire il gancetto con una semplice pressione. Una volta inserito, sarà quasi impossibile toglierlo! Innovativa base triangolare porta pannelli in lamiera zincata, verniciata a polvere. Eccezionale capacità di sostegno per pannelli sandwich da 19 mm di spessore, fino a 2,5 m di altezza e 1 m di larghezza. Il peso (13 Kg) e la forma rendono la base estremamente stabile. Frontale personalizzabile, con le tecniche dell’intaglio o della stampa digitale. Per le targhe da muro, una gamma interessante di distanziali in ottone pratici ed economici (linea Wall Mounted). Le linee sono semplici ed essenziali, il montaggio facile e intuitivo, ma soprattutto la presenza di un magazzino ben fornito garantisce sempre la disponibilità del prodotto nei suoi diversi modelli, differenti finiture e varietà di dimensioni.

43


drupa 2012 | Flatbed

1

2

3

LO SCANNER LARGE FORMAT CHE NON TI ASPETTI! Se dovessimo identificare uno strumento tecnologico ambito e “moooolto” costoso, in grado di distinguere sul mercato negli anni ’80-’90 una fotolito da una casa editrice con prestampa interna a ciclo completo; alzi la mano chi non ha pensato allo scanner a tamburo! Spariti dalla circolazione, anche a drupa, gli scanner a tamburo sono oggi cimeli storici da veri “Stampatori DOP”. Tuttavia esiste uno scanner davvero eccezionale, anzi, una vera gamma di valore e utilità orientata agli stampatori di grande formato, belle arti, e non solo! Dal 1979 Cruse produce scanner wide format per cui si aprono oggi nuovi mercati al fianco dell’inkjet…

CONTINUA DA 42

44

1. Rho 1000 Roll to Sheet. 2. Rho 1000 Corrugated. 3. Lastre stampate con Teckwin TS 300/600. 4. Excelagraphix 4200 di Xanté stampava direttamente su cartone alimentare per… pizza!

4

completa il portafoglio composto da Oryx e Impala. Dotata di automatismi ed elevata autonomia può gestire colori spot e vernice per effetti speciali opachi e lucidi. A differenza delle precedenti versioni, Nyala incrementa la produttività di stampa: 200 m²/ora nella configurazione a 4 teste per canale colore CMYK. La goccia di stampa variabile da 14 a 42 picolitri con risoluzione di stampa da 360 a 1350 dpi. Nyala può essere configurata con 4 o 9 colori per un massimo di 18 teste on-board. Le opzioni colore sono molteplici: CMYK o CMYK più light ciano, magenta e nero (a oggi non è disponibile il giallo chiaro). Sono opzionali anche il bianco coprente, vernice, primer e spot color arancione, viola e verde. DURST: MISSIONE INDUSTRIAL Imponente, industriale e innovativo, lo stand di Durst a drupa 2012 ha consentito di vedere in azione la “crème” delle tecnologie Uv industriali del pro-


l’equilibrio della comunicazione

comunicare ZEN è un po’ ritornare al cuore delle cose, alla semplicità del messaggio, all’immediatezza del dire. Amiamo lavorare al meglio con il gusto di avere un pensiero in EQUILIBRIO dietro. Amiamo agire con fermezza e determinazione; perchè ogni MOSSA possa essere quella decisiva.

ZEN arte Srl, via Caprera 11, 21040 Venegono Superiore VA, tel. 0331.824896 | info@zen-adv.com | www. zen-adv.com


drupa 2012 | Flatbed

1

1. Fujifilm Acuity Advance HS X2. 2. Fujifilm Inca Onset S40i (che sostituisce Inca Onset S40). 3. HP Scitex FB7600 con inchiostro Uv bianco coprente e 500 m²/ora. 4. MD1000 sullo stand Sakata Inx per la stampa inkjet di tirature limitate on-demand, prototipazione e proofing su lastre e litolatta.

4

46

2

3

duttore altoatesino. Durst ha infatti spinto al massimo la propria attenzione sulle evoluzioni della serie ammiraglia, ovvero Rho 1000, in due configurazioni e introdotto in anteprima europea la nuova serie Rho P10 in versione flatbed e superwide format. Ma non finisce qui: in anteprima anche la nuova Rho Tau 330 Uv (di cui non tratteremo nello specifico in questo numero) e, infine, introdotto il nuovo concept Rho IP – e non un prototipo – pensato per dimostrare la versatilità del proprio Uv per mercati in cui ancora oggi la tampografia e la serigrafia possono fare la differenza rispetto all’inkjet. A catalizzare lo sguardo dei presenti, Rho 1000 Corrugated, cioè in configurazione per cartotecnica, e una nuova Rho 1000 Roll to Sheet, dotata di jumbo roll. Nel primo caso parliamo di una tecnologia pensata per la stampa su cartone ondulato in continuo, 24/7, 365 giorni l’anno, dotata di unità di caricamento automatico Mirus che spinge la macchina fino a 500 lastre ora in formato 125x80 cm. Rho 1000 Corrugated è stata mostrata in fiera in anteprima con il nuovo dispositivo di verniciatura integrato che alla massima velocità nobilita e protegge le stampe con uno standard di qualità

paragonabile alla stampa offset laminata. Impossibile non notare la più piccola Omega 1, lanciata poco più di un anno fa e già premiata da Edp come “Best Hybrid Printer Sub-200k Euro”, ovvero, “migliore macchina flatbed ibrida con prezzo inferiore a duecentomila euro”. Riflettori puntati sulla qualità di stampa fine art flatbed di Rho P10 200 Uv flatbed, che combina la compattezza e la robustezza del design industriale del produttore altoatesino, all’efficienza e all’affidabilità produttiva delle serie precedenti. Una macchina in grado di stampare sulla più ampia gamma di supporti disponibili, sia rigidi sia a bobina, e capace di 1000 dpi a ritmi di produzione sbalorditivi: Rho P10 200 tocca i 175 m²/ora in modalità di stampa continua a piena larghezza, mentre, la sorella maggiore Rho P10 250 si spinge fino a 200 m²/ora. IL FLATBED DI EFI È “PRO” Presso lo stand Efi, la qualità inkjet ha incontrato la produttività serigrafica con il debutto del nuovo modello superwide format Uv, flatbed e roll-to-roll Vutek HS100 Pro. Una tecnologia inedita basata su Pin & Cure, con luce di stampa di 3,2 metri e destinata a diventare la


drupa 2012 | Flatbed

uriosità AGFA TI METTE LE ALI! Come speigato all’interno dell’articolo, lo stand di Agfa Graphics a drupa era volutamente ispirato al concept di un aeroporto, ma c’era di più… Per animare lo stand e coinvolgere attivamente clienti e visitatori a chiusura di giornata, i partecipanti del browser game lanciato nelle settimane del pre-drupa (agfagame.mojuice. com) sono stati invitati a partecipare alle eliminatorie de “Gioco dei Voli”. Otto finialisti si sono contesi ogni serata di fiera due biglietti per la destinazione del giorno: Shangai, Berlino, Mosca, New York, Milano, Seoul… solo per citarne alcune!

DACCI UN TAGLIO! XLD170 La soluzione vincente che si adatta alle tue esigenze!

vera e propria alternativa alla serigrafia, grazie a un netto incremento della produttività e a una qualità di stampa paragonabile all’offset. La qualità e la produzione di Efi HS100 Pro sono mantenute costantemente sotto controllo grazie alla sinergia tra il software avanzato Orion e Fiery proServer. Questa soluzione offre un ridotto consumo di inchiostro e un innovativo meccanismo di essiccazione che assicura un posizionamento preciso delle gocce. Sempre durante drupa, Efi ha offerto una nuova alternativa Uv: Efi Vutek QS2 Pro, tecnologia di stampa da 2 metri di fascia media, con sei colori, tre strati di bianco e, anche in questo caso, bassi costi di stampa ma senza scendere a compromessi sulla qualità cromatica. Alla pari del modello top di gamma, anche la nuova Vutek QS2 Pro integra nuove teste di stampa con scala di grigio e goccia di dimensione variabile, oltre a inchiostri di formulazione avanzata prodotti da Efi. Presso lo stand Efi anche la top di gamma flatbed Uv della serie Rastek, ovvero Efi Rastek T1000 (disponibile in Italia attraverso Lead)… Concludiamo segnalandovi alcuni dati interessanti rilasciati in occasione della conferenza stampa da Guy Gecht, Ceo di Efi: “Cresciamo di anno in anno del 14% e il nostro inkjet a ritmi del 47% su scala internazionale. In Europa la crescita è pari al 24% e secondo previsioni di mercato i volumi della stampa UV cresceranno del 156% in Nord America entro il 2025”. FUJIFILIM: UV E UV-LED DA RECORD La notizia della vendita di quattro nuove Inca Onset S40i, compresa quella esposta sul proprio stand di drupa, era giunta in redazione con la fiera ancora in pieno

L’esclusiva tecnologia Fotoba allinea il taglio al bordo delle immagini rifilando, sia in foglio che in bobina, i 4 lati contemporaneamente.

TUTTA LA QUALITÀ FOTOBA IN UNA SOLA TAGLIERINA FOTOBA INTERNATIONAL Via G. Marconi 101 13854 Quaregna (Bi) t + 39 015 925344 f +39 015 925346 info@fotoba.com fotoba.com

47


drupa 2012 | Flatbed

RACHELE BOMPAN Marketing Manager Bompan “A Düsseldorf abbiamo lanciato in anteprima la serie di flatbed Uv Led superwide format rappresentata dal prototipo in fase di ultimazione della nuova JFX500-2531. Una nuova generazione di flatbed che all’altissima qualità abbinano l’alta velocità, JFX500-2531 ha già dato dimostrazione live di performance eccellenti in termini di qualità, produttiva e versatilità. Fino a 60 m²/ora in modalità quattro colori e 50 m²/ora con bianco.”

1

1. Packaging stampato con Fujifilm Acuity Led 1600 e successivamente fustellato e cordonato con plotter da taglio Esko Kongsberg XN.

“La tecnologia SLM brevettata di Phoseon Technology rilancia la stampa flatbed Uv-Led” uriosità NON È UNA CANON, NON È UNA FUJI-XEROX… È MEMJET! La “super-testa” di stampa inkjet esiste ed è prodotta da Memjet. Dopo il successo della tecnologia ottenuto da Xanté con Excelagraphix 4200, Memjet ha siglato a drupa due nuove partnership: la prima con Canon per il progetto Velocity da 500 A0/ora a 1600x800 dpi; il secondo, con Fuji-Xerox, per una nuova macchina da 585 m²/ora, il cui prototipo era sullo stand della software house Caldera che ha fornito il Rip.

svolgimento. La tecnologia flatbed Uv industriale del player nipponico, dotata di inchiostri Sericol dedicati ha favorevolmente richiamato l’attenzione da parte degli stampatori europei presenti in fiera. Ad aggiudicarsi le nuove soluzioni sono state le tedesche Alprinta e Bachmann, oltre alla francese Bergame e all’inglese Kenton InStore. Fujifilm Inca Onset S40i, che sostituisce S40, è stata sviluppata principalmente per la stampa di elevati volumi di display

e manifesti con qualità paragonabile alla offset. Questa macchina è dotata di 168 teste di stampa Fujifilm Dimatix (ben 28 per colore) da 600 dpi, goccia da 28 picolitri e produttività pari a 470 m²/ora. Sullo stand grande attenzione anche per la nuova e versatile Fujifilm Acuity Led 1600, con tecnologia UvLed, mostrata in anteprima a Viscom Italia lo scorso anno. Quest’ultima è dotata di otto inchiostri dedicati ad elevata flessibilità che consentono la stampa di

supporti in bobina, oppure rigidi e softrigid di basso spessore. Acuity Led 1600 può spaziare in settori totalmente differenti tra loro e aprire nuove nicchie di mercato interessanti anche nel settore del packaging: a drupa, Fujifilm ne ha mostrato le potenzialità riproducendo e simulando packaging su cartoncino in bobina, verniciato in linea e successivamente rifinito con plotter da taglio Esko Kongsberg. Sullo stand Fujifilm anche il mid-volume Uv ibrido di Acuity Advance HS X2. FB7500/7600 ORA CON BIANCO! HP continua nel costante sviluppo e ottimizzazione della sua serie di macchine da stampa più industriali, composta dalla nota HP Scitex FB7500 e dalla più recente evoluzione FB7600. Si tratta di colossi ad alta produttività, con opzione di caricamento e raccolta delle lastre stampate in linea, e dotate di teste di stampa HP Scitex X2 da 600 dpi di risoluzione. La versione HP Scitex FB7600 presente a drupa era arricchita della presenza dell’inchiostro bianco Uv coprente, nuova opzione CONTINUA A 50

48


La vetrina di

1

MB PRINT, LEADER NELLA STAMPA SUBLIMATICA, DA ALCUNI ANNI FOCALIZZA LA SUA RICERCA SULLA PERSONALIZZAZIONE ATTRAVERSO LA STAMPA IN SUBLIMAZIONE SU MATERIALI RIGIDI COME: ALLUMINIO, ACCIAIO, VETRO, CERAMICA, PRODOTTI PLASTICI. QUESTA CAPACITÀ DI ADATTARSI RAPIDAMENTE ALLE TENDENZE ESTETICHE LA BELLEZZA E IL DESIGN APPLICATI AI DIVERSI MATERIALI, PERMETTE DI VALORIZZARE E MIGLIORARE I PRODOTTI PER RISPONDERE ALLE SPECIFICHE ESIGENZE DI ARCHITETTI, DESIGNER E CREATIVI.

MB Print t. +39 035 802292 Via Piemonte 24 24041 Brembate (BG) www.mbprint.eu

3

5

7

2

4

6

8

1. Applicazioni stampate in sublimazione su alluminio con scatolatura particolarmente adatto per le riproduzione artistiche e la realizzazione di cartelli. 2. Una vecchia poltrona può rinascere a nuova vita se rivestita con una lamina di alluminio ricoperta di tessuto: questo materiale, essendo morbido, può essere modellato secondo le esigenze. 3. Prodotto ottenuto grazie alla stampa su acciaio in sublimazione a cui è stata applicata una finitura in resina che gli conferisce un piacevole effetto gloss. 4. Manufatto che consiste in un cilindro realizzato in un materiale composto dall’accoppiamento di un tessuto, una rete metallica in alluminio e un Pvc: è modellabile oltre a essere personalizzabile. 5. Pouf personalizzabile con le grafiche più accattivanti: quello che vedete nella foto accanto riproduce la bandiera americana in trasparenza sulle riproduzioni che simulano le cuciture dell’imbottitura. 6. Una serie di bandiere stampate su cotone a cui è possibile aggiungere, grazie alla stampa in sublimazione, un particolare e originale effetto “vintage”. 7. Volete simulare una vecchia grafica pubblicitaria? Basta stampare su lamiera la grafica che desiederate con l’aggiunta dell’effetto ruggine. 8. Anche il vetro si presta per essere stampato in digitale e perché no? Magari con una particolare finitura a effetto cracklè… oggi di moda anche nella cosmesi.

49


drupa 2012 | grande formato

1

2

PETER WILLIAMS Executive Vice President di Ricoh Europe

1. HP Designjet L28500 e l’area dedicata ai supporti tessili per soft sign e interior decoration certificati per la stampa con HP Latex. 2. Epson SureColor SC-S50600 con doppia quadricromia. 3. Ricoh Pro L4000 con inchiostri base latex, bianco compreso. 3

CONTINUA DA 48

50

“Da anni il gruppo Ricoh è all’avanguardia nella ricerca e nello sviluppo delle tecnologie a getto d’inchiostro. Ora i tempi sono maturi per una nuova gamma di stampanti a getto d’inchiostro di grande formato estremamente competitive e in grado di soddisfare le esigenze delle arti grafiche.”

disponibile per entrambi i modelli e di cui è stata data prova dell’efficacia stampando simultaneamente su più lastre di colori differenti e scure. HP Scitex FB7600 è dotata di 312 teste X2 e stampa su supporti spessi fino a 25 mm con produttività oraria, comprensiva di caricamento e stoccaggio, di 500 m²/ora o 95 lastre di formato 165x320 cm. La produttività scende a 55 lastre in modalità “Pop55” equiparabili a 290 m²/ora. Una macchina pensata per offrire il massimo livello di automazione attraverso il flusso HP SmartStream Workflow che consente di gestire cicli di lavoro su cartone ondulato, lastre in materiali plastici e film backlit per la produzione di display ed espositori per il punto vendita oltre a grafiche per retroilluminati, pronte per la finitura

su tavoli da taglio Esko Kongsberg o per il rifilo XY della nuova Fotoba Xls 200. Quest’ultima mostrata dal leader italiano in anteprima a drupa a complemento della gamma HP Scitex FB. DRUPA E IL WIDE FORMAT A due mesi di distanza da Fespa Digital, drupa si è confermata teatro d’innovazione anche per il grande formato. All’appuntamento non sono mancate le nuove stampanti Epson SureColor S e T; il lancio della versione definitiva di Mimaki JV400SUV con inchiostri Sovente UV, visto nella versione da 1,3 m, al fianco della serie JV400LX con inchiostri Latex Mimaki. A sorpresa, Ricoh ha annunciato il proprio ingresso nell’arena del latex con la sua Pro L4000…


drupa 2012 | grande formato C7800: STAMPA E FINISHING A “300 ALL’ORA”

1

La novità assoluta per Kip a drupa 2012 è il sistema ad alta produttività C7800 che produce immagini di altissima qualità a 600×2400 dpi con una velocità di oltre 5 fogli nel formato A0 al minuto. Il motore di stampa a Led di C7800 riduce in modo sostanziale i costi di produzione, sia per il bianco e nero sia per il colore, offrendo benefici in termini di produttività, flusso di lavoro e risparmio di spazi. A drupa abbiamo visto due esemplari in funzione per due tipi di applicazioni differenti,ognuno dotato del relativo sistema di finishing in linea: uno dedicato alla stampa di poster e l’altro ad applicazioni Cad. www.kipcolor.it

“A drupa la tecnologia Memjet ha posto le basi per le tecnologie wide format del futuro”

1. Mimaki JV400-130SUV con i nuovi inchiostri Solvente UV. 2. Seiko ColorPainter W-54s con gli esclusivi inchiostri fluorescenti “Neon Ink” giallo e rosa per offrire valore aggiunto alle applicazioni wide format per in&outdoor.

2

EPSON RINNOVA IL WIDE La gamma SureColor SC-S30600, introdotta in anteprima a Fespa Digital, lasciava presagire l’arrivo di una nuova ondata di soluzioni wide format a drupa. A Düsseldorf hanno fatto il loro esordio le nuove SureColor SC-S50600 e SC-S70600 che si differenziano tra loro per la configurazione di base: nel caso dell’ammiraglia SC-S70600 include 8 colori, inchiostro metallico dedicato e bianco coprente, mentre SC-S50600 è equipaggiata con doppia quadricromia e doppie teste per un sostanziale incremento della produttività rispetto a SC-S30600. Quest’ultima si spinge fino a 29 m²/ora, che salgono a 53,2 m²/ora (a 720x720 dpi) su SC-S50600. L’opzione del bianco e dell’inchiostro metallico sulla più versatile SureColor SC-S70600 consentono una produttività massima di 27,3 m²/ora, un vero primato nella categoria. Questi tre modelli sono dotati di nuove teste Epson Micro Piezo TFP da 1440x1440 dpi e utilizzano i nuovi inchiostri UltraChrome GS2 e GSX, base eco-solvent, a basso impatto e progettati per durare in esterno fino a tre anni senza laminazione. Tre soluzioni di cui riparleremo presto!

LATEX: RICOH IN CAMPO Svelata a drupa, la nuova Ricoh Pro L4000 è una stampante di grande formato dotata della nuova generazione di teste piezoelettriche Ricoh (con goccia minima di 4 picolitri) e dotata di inchiostri base latex. Sette i colori disponibili: CYMK, ciano e magenta light più bianco con tutta la versatilità dell’inchiostro latex che permette di stampare direttamente su Pvc, tela cerata, carta sintetica patinata e non, tessuti in poliestere e molto altro. Si tratta del secondo produttore di tecnologie wide format con inchiostri base latex ad aver introdotto l’inchiostro bianco (dopo il primato Mimaki). Ricoh Pro L4000, tuttavia, sarà disponibile in Nord America e in Europa a partire dal primo trimestre dell’anno prossimo.

51


Quattro partner tecnologici di fama internazionale e il distributore italiano Pilograf hanno unito le loro forze per spingere sul mercato italiano la nuova soluzione di stampa inkjet MS JP6 All Paper per la stampa diretta su carta transfer: nuovi volumi, consumabili dedicati per una soluzione unica e modulare

Pilograf svela la sublimazione industriale “All Paper” firmata MS, Sensient, Ergosoft e Cham

1

2

1

1. Pilograf ha presentato nei minimi dettagli la tecnologia industriale MS JP6 All Paper in totale sinergia con MS Italy, Sensient, Cham Paper Group ed Ergosoft 2. MS JP6 All Paper vista frontalmente: sono presenti oltre all’unità di stampa un asciugatoio ad aria calda, riscaldato elettricamente, ideale per inchiostri all’acqua, ed un avvolgitore assiale con sensori dedicati che assicurano un perfetto riavvolgimento della stampa.

52

2

La sublimazione transfer oltre i 200 metri lineari/ora In Italia il mercato della stampa sublimatica transfer sta affrontand o un periodo di trasformazione ed evoluzione tecnologica sostanziale, determinata dal passaggio all’inkjet industriale da parte delle stamperie tradizionali. Alla base di questa vera rivoluzione la necessità di coniugare i costi nulli di impianto ed avvio stampa tipici del digitale con la produttività delle tecniche tradizionali, con l’obiettivo di raggiungere una maggiore competitività e redditività. Per questo motivo, dopo l’anteprima esclusiva alla passata edizione del Viscom Italia, Pilograf presenta oggi al mercato tessile industriale la nuova soluzione completa per la stampa su carta: MS JP6 All Paper. Una macchina altamente scalabile, capace di spingersi ben oltre i 200 metri lineari/ora, raggiunti grazie a teste Kyocera con tecnologia multidrop (fino a 72 picolitri) e 16 livelli di grigio! Una soluzione nata dalla collaborazione tra il produttore italiano di macchine da stampa digitali MS e Sensient, leader mondiale nella produzione d’inchiostri digitali di alta qualità. Per questa Open House, dedicata in particolare alla carta a sublimazione, Pilograf è stata affiancata inoltre dalla Cham Paper Group specializzata in carte transfer, e dalla software house svizzera Ergosoft, produttrice di RIP tessili. Una joint-venture unica nel panorama tessile e che ha visto i cinque partner impegnati nella presentazione di MS JP6 All Paper alle stamperie nazionali, in un unico evento inizialmente programmato per due settimane consecutive, presso la sede Pilograf di Olgiate Olona (Va)


pubbliredazionale

3

4

e poi, visto il grande interesse riscosso, prolungato di un’altra settimana. Va sottolineato che per questa macchina dotata di teste Kyocera, Sensient ha specificatamente formulato e fatto certificare la serie Elvajet SY170, inchiostri che garantiscono elevatissima resa di stampa, brillantezza e solidità alla luce, velocità di asciugatura e costo al metro quadrato competitivo. Gli inchiostri Sensient Elvajet SY170 sono disponibili in tinte di quadricromia con Nero Ultra oltre agli spot ink (di prossimo rilascio) blu-violaceo, arancio e fluorescenti giallo, rosa e blu. Elevata produttività e massima autonomia di stampa MS JP6 All Paper è dotata di tappeto di stampa e sistema svolgitore/avvolgitore per jumbo-roll fino a 1000 mm di diametro e altezza 180 cm. In ingresso un sistema di ancoraggio della carta di tipo elettrostatico garantisce una perfetta planarità del supporto durante la stampa. Pilograf consiglia questa macchina a tutte le stamperie dotate di macchine a quadro o serigrafia rotative o di un numero elevato di macchine digitali di vecchia generazione. Le applicazioni sono molteplici ma MS JP6 All Paper offre la migliore risoluzione e copertura d’inchiostro per il settore moda e abbigliamento sportivo toccando picchi da 4000 m² al giorno su un solo turno! Anche lo spazio d’installazione è più compatto rispetto ai sistemi serigrafici: 11x5 m, considerata la presenza in uscita di un forno di asciugatura opzionale! Come dice il nome la MS JP6 All Paper si presta poi a molti altri tipi di stampa su carta, come ad esempio la cartellonistica.

5

3. Gli inchiostri sublimatici Sensient Elvajet SY170 certificati per teste inkjet Kyocera 4. Carta transfer di differenti grammature TransJet firmate Cham Paper Group 5. Il team di specialisti Pilograf dedicato per MS JP6 All Paper lavora in sinergia con Luca Polini, Technical Service Manager Inks Europe di Sensient Imaging Technologies, con i responsabili tecnici e installatori di MS e Liza Kovalyova, Application Specialist Textile Expert Solutions & Services di Ergosoft

Per informazioni: Pilograf srl Via Goito, 9/11 21057 Olgiate Olona (Va) Tel + 39 0331 642872 www.pilograf.it Nata nel 1999 dalla grande passione per la grafica digitale di medio e grande formato e cresciuta al passo con la continua innovazione delle attrezzature disponibili, Pilograf srl oggi è una realtà sita nella zona di Olgiate Olona (Va) su di un’area di circa 2400 m², nella quale opera e si sviluppa. Chiarezza, buon senso e competenza tecnica sono i principi fondamentali che Pilograf pone alla base di tutta la sua attività. L’ambiente giovane e dinamico della struttura si propone di fornire alla clientela soluzioni di stampa complete, che integrano hardware e software professionali, materiali di consumo dedicati e un’assistenza tecnico-commerciale pre e post vendita che costituisce l’anima del customer care.

53


a cura della redazione

IL PROCESSO DELLA SUBLIMAZIONE È TANTO AFFASCINANTE QUANTO UTILE PER L’INDUSTRIA

Questo è proprio il caso in cui calza a pennello il detto: “se non ci fosse bisognerebbe inventarlo!”. Di cosa stiamo parlando? Di questa idea, di queste pagine, di questo spazio interamente dedicato al microcosmo – che non è poi così micro – della sublimazione e di tutto l’universo che ruota intorno a questa affascinante tecnologia di stampa. Benvenuti dunque in SUBLILIFE! Vi chiederete il perché di questa iniziativa e di questo nome originale – nato da un’intuizione del nostro editore –: SUBLILIFE non vuole essere una semplice rubrica che raduni sotto il suo ombrello le notizie relative a uno stesso argomento specifico (questo lo sanno fare tutti). Frequentando assiduamente il mercato e occupandoci di stampa digitale sin dai suoi esordi, ci siamo resi conto, proprio parlando con le persone e osservando la dedizione degli addetti ai lavori, che la sublimazione rappresenta una sorta di filosofia di vita con un proprio stile inconfondibile. Per questo abbiamo voluto creare un contenitore speciale che dia voce, con regolarità mensile, a un mondo fatto di tecnologia, di materiali, di expertise, di fantasia creativa, di business e di un’infinità di possibilità applicative... SUBLILIFE è un luogo di incontro, contraddistinto da una grafica inconfondibile, in cui esperti di sublimazione e offerta tecnologica si incontrano per dare origine a sinergie in grado di rendere ancora più brillante un comparto della stampa che, mai come ora, è stato vivace, stimolante e ricco di nuovi progetti e innovazione.

IL FANTASTICO MONDO DELLA SUBLIMAZIONE DA OGGI SI CHIAMA SUBLILIFE

55


a cura della redazione

MS JP6 ALL PAPER INSTALLATA PRESSO LO SHOWROOM DI PILOGRAF

LA STAMPA SUBLIMATICA DI MS ITALY VOLA OLTRE 200 METRI/ LINEARI ORA

Pilograf presenta al mercato della stampa digitale tessile nazionale la nuova MS JP6 All Paper. La soluzione di stampa inkjet per carta transfer ad alta velocità è nata dalla sinergia tra player del calibro di MS Italy, produttore della macchina da stampa basata su teste inkjet Kyocera, e Sensient, leader mondiale nella produzione di inchiostri per la stampa tessile e sublimatica. Per MS JP6 All Paper, Sensient offre gli inchiostri SY170 (certificati Kyocera) di nuova generazione che consentono una qualità di stampa eccezionale su carte della serie TransJet di Cham Paper Group. Queste carte sono disponibili in Italia attraverso Pilograf… scoprite i dettagli di MS JP6 All Paper a pagina 52 e 53!

a cura di Mauro Balossi

LO STATO DELL’ARTE DELLA STAMPA SUBLIMATICA E DELLE SUE POSSIBILI APPLICAZIONI La stampa sublimatica nel senso più attuale del termine, quindi legata indissolubilmente alla tecnologia a getto di inchiostro, così come quando si serviva delle tecniche tradizionali, nasce per applicazioni industriali e tutt’ora spazia a 360° nel mondo dell’industrial printing e del tessile. Una varietà pressoché infinita di materiali è compatibile con questa tecnica. Solo secondariamente conquista il mondo grafico: inizialmente limitandosi alla stampa di bandiere e poche altre applicazioni per poi approdare a gran parte dei veicoli di comunicazione promozionali votati alla comunicazione come abbigliamento e pubblicità. Complice di queste evoluzioni della stampa sublimatica sono le tecnologie sempre più performanti a livello di velocità, produttività e qualità così come gli sviluppi sugli inchiostri. Un altro aspetto fondamentale, che ha visto il successo della sublimazione in un ambito applicativo che sta facendo della personalizzazione il suo punto di forza come l’interior decoration, è la grande varietà di materiali oggi disponibili. Negli ultimi dieci anni abbiamo assistito a una crescita esponenziale dei supporti presenti sul mercato che ha consentito a esperti e appassionati di sublimazione di spingersi in sperimentazioni con risultati estetici di grande effetto. I punti di forza della stampa sublimatica sono la qualità di stampa e la caratteristica unica per cui l’inchiostro, penetrando nel supporto, lascia che materiali come legno, metallo, vetro ecc. esprimano tutta la loro personalità. Anche l’aspetto green non è da sottovalutare: gli inchiostri sublimatici sono principalmente a base acqua. Infine un altro aspetto di grande interesse è la possibilità di decorare materiali rigidi grazie allo sviluppo delle presse piane, che permette la stampa su materiali che poi possono essere formati senza danneggiare le parti stampate. Non è fantastico? Mauro Balossi, titolare di MB Print, azienda bergamasca che da alcuni anni ha focalizzato la propria ricerca sulla personalizzazione attraverso la stampa in sublimazione su materiali rigidi. È esperto e appassionato di stampa sublimatica e si occupa di sperimentazione e produzione in questo ambito da oltre 10 anni.

56


Stampa diretta su tessuto da 150 metri quadri all’ora

STAMPA SUBLIMATICA EFI-VUTEK DI ULTIMA GENERAZIONE

Il sistema di stampa su tessuto Vutek TX3250r di EFI è un’innovativa stampante a sublimazione da 3,2 metri di larghezza. TX3250r è una nuova soluzione di produzione per il grande formato che si è evoluta dal primo sistema tessile industriale a getto di inchiostro, Vutek FabriVu, presentato nel 2002. I progressi registrati in questo settore di mercato hanno portato oggi a una stampante per tessuti innovativa e versatile che integra una qualità eccellente con prestazioni industriali.Ideale per i fornitori di prodotti stampati per il settore del sign nonché per i settori industriali, Vutek TX3250r può essere utilizzata per stampare direttamente su tessuti o indirettamente su carta transfer. Progettata per essere utilizzata con gli inchiostri a sublimazione Hilord, Vutek TX3250r stampa colori vivaci di alta qualità e con un’eccezionale resistenza su una vasta gamma di tessuti in poliestere. WWW.EFI.COM

Vutek TX3250r può essere impiegata sia per la stampa diretta su tessuto sia su carta transfer

Una delle soluzioni digitali proposte da Reggiani Macchine

REGGIANI MACCHINE PREMIATA PER IL SUO IMPEGNO NEI PROGETTI GREEN

ACIMIT, l’Associazione dei Costruttori di Macchinario per l’Industria Tessile, allo scopo di promuovere un nuovo modo ecosostenibile di progettare le macchine per il mercato tessile, ha premiato un progetto, denominato Sustainable Technologies, rivolto alle sue associate in accordo con quanto stabilito dalla Comunità Europea. La Targa Verde è il riconoscimento a quelle aziende che hanno superato rigorosi controlli il cui scopo era accertare l’ecosostenibilità delle macchine prodotte. La macchina digitale ReNOIR di Reggiani Macchine e Jigger Celsius 500 HT di Mezzera (azienda parte del Gruppo Reggiani) hanno pienamente soddisfatto tutti i requisiti richiesti ottenendo così la Targa Verde. Questo risultato mostra l’attitudine del Gruppo Reggiani a progettare e realizzare “Green Products”. WWW.REGGIANIMACCHINE.IT

SUBLITHIN MATT PROGETTATO PER TESSUTI IN POLIESTERE NON TRATTATI E TINTI CON INCHIOSTRI SUBLIMATICI

È ora disponibile il più recente prodotto sviluppato da Siser dedicato alla stampa sublimatica: si chiama Sublithin Matt. Si tratta di un materiale in poliuretano per intaglio con supporto in poliestere progettato per il tasferimento su tessuti in poliestere con colorazione sublimatica. La particolare formulazione e lavorazione di Sublithin Matt crea una barriera ai coloranti ultilizzati per il tessuto, evitando lo sgradevole effetto “migrazione” del colore sul materiale applicato mantenedo così inalterata la tinta originaria. WWW.SISER.IT

Fiore all’occhiello della stampa diretta su tessuto di ultima generazione firmata Mimaki è TX500-1800DS, commercializzata in Italia dall’importatore esclusivo Bompan. La nuova Mimaki TX500-1800DS stampa su poliestere a 150 m2 all’ora e, congiuntamente ai nuovi inchiostri sublimatici SB300, offre al mercato dell’abbigliamento e del soft signage funzionalità avanzate e maggiore produttività, eliminando la necessità di stampare su carta transfer. X500-1800DS è equipaggiata con teste di stampa di nuova concezione che permettono di raggiungere in modalità 4 colori una velocità superiore del 150% rispetto agli standard attuali. Mimaki ha inoltre sviluppato SB300, un nuovo inchiostro ottimizzato per la stampa ad alta velocità su poliestere con TS500-1800 e TX5001800DS. Al momento dell’installazione è possibile scegliere tra la configurazione in modalità a 6 colori per sfumature perfette e gamut più ampio, oppure quella a 4 colori per maggiore produttività. TX5001800DS è in grado di lavorare tessuti in bobina fino 60 Kg di peso e 300 mm di diametro, per una maggiore efficienza produttiva senza interruzioni. Inoltre, grazie a speciali maniglie l’operazione di carico delle bobine di tessuto più pesanti è agevolata, mentre l’esclusivo sistema AMF di Mimaki per l’avanzamento costante dei tessuti in poliestere, automatizza il processo produttivo riducendo al minimo l’intervento dell’operatore. Il RIP user friendly RasterLink 6, in dotazione con la macchina, è estremamente intuitivo. Dalla schermata principale si ha accesso ha tutte le funzioni (per esempio l’avanzamento stampa) in modo facile e veloce. Inoltre, i colori selezionati dalla tabella di RasterLink 6 possono essere agevolmente aggiunti alla cartella colori di Adobe Illustrator migliorando così la riproduzione delle immagini. Gli utenti possono misurare il colore che vogliono ottenere con un spettrofotometro opzionale e riprodurlo alla perfezione. Tra gli altri plus vi è anche la possibilità di simulare i colori di stampa in Adobe Illustrator e Abobe Photoshop, senza bisogno di effettuare la stampa vera e propria. Mimaki TX500-1800DS è commercializzata in Italia da giugno 2012.

www.bompan.it LE MILLE E UNA APPLICAZIONI PROPOSTE DA MB PRINT

Sono tantissime e originali le applicazioni proposte da MB Print, azienda specializzata nella ricerca sulla personalizzazione attraverso la stampa in sublimazione su materiali rigidi. In particolare le proposte dedicate all’interior decoration spaziano dai pouf ai quadri, dai rivestimenti per poltrone al vetro stampato con effetto cracklè e dimostrano che con la tecnica della sublimazione è possibile stampare a regola d’arte su qualsiasi superficie. WWW.MBPRINT.EU Una delle applicazioni realizzate da MB Print per l’interior decoration

La soluzione per la stampa diretta su tessuto di ultima generazione Mimaki TX500-1800DS,

57


NUOVA DAWILTEX: DOVE TUTTO È SUBLI

Operativa sin dal 1995, Nuova Dawiltex è oggi specializzata nella fornitura e assistenza tecnica di tecnologie di stampa digitale, carte transfer e inchiostri di alta qualità. L’azienda comasca offre la gamma di inchiostri tessili J-Teck3, tra cui J-Eco Subly Nano NS 60, e la propria linea di inchiostri Dawiltex nelle tonalità di quadricromia. Oltre alle carte transfer, non manca una ricca gamma di tessuti: dal nautico per flag in bobine da 160 a 200 cm, fino ai tessuti antipioggia specifici per outdoor. Gli inchiostri sublimatici di Nuova Dawiltex

WWW.DAWILTEX.IT

AWS: TERMOPRESSA VERSATILE DOTATA DI PIATTO INTERCAMBIABILE

AWS fornitore di Rozzano (Mi) specializzato in prodotti per la decorazione tessile e applicazioni promozionali, offre attraverso il proprio sito web dotato di e-commerce tutto l’occorrente per la produzione sublimatica. Tra i prodotti vi segnaliamo una ricca gamma di presse, tra cui la pressa manuale magnetica, ad alta pressione MC TP MG SK1438. Unica nel suo genere questa pressa è dotata di piatto estraibile da 40x50 cm che facilita il posizionamento di indumenti evitando bruciature alle mani. Sono disponibili piatti in varianti più piccole da 12x12 fino a 12x44 cm. Termopressa sullo stand AWS al PTE

58

WWW.AUTOMATICWORLDSERVICE.COM

SPS H di Siser per la decorazione di calzature

LA PRESSA “AL PASSO” CON I TEMPI

Mostrate in anteprima presso lo stand Siser a Fespa Digital, le nuove soluzioni SPS H e Achille sono progettate per la personalizzazione di scarpe con pellicole termotrasferibili e stampa sublimatica. Siser SPS si compone di due unità per il trasferimento a caldo dei film e della grafica su scarpe in tela e/o realizzate in materiali tecnici rigidi, ma anche su vera pelle o fintapelle. Le due unità SPS H e SPS Achille sono compatibili con tutti i modelli della serie Siser TS-One. La dima SPS H consente l’alloggiamento di due paia di scarpe in contemporanea ed è in metallo e gomma siliconata per un grip eccellente, mentre SPS Achille consente l’applicazione di film sulla curvatura del bordo tallone scarpa. WWW.SISER.IT


RUBRICA di Fabio Polvara

Fabio Polvara è nato curioso e non ha resistito a indagare quegli strani quadratini che vediamo sempre più frequentemente sulle riviste e non solo. Professionalmente si occupa, da sempre, di comunicazione nel senso più esteso del termine, dal dato numerico, alla sua aggregazione, alla sua rappresentazione grafica. Scoprendo che questi quadratini sono la “sintesi” della comunicazione e dal 2004 se ne è innamorato. La cosa bella? Che l’amore è ricambiato

QR Code

Devono per forza essere brutti? fabio@trizero.it

QR CODE MON AMOUR!

PUNTO CROCE? NOOO! QR CODE Quello che vedete nell’immagine di questa pagina è un esempio di QR Code decorativo, reso attraente da forme e colori che lo rendono appealing senza fargli perdere la sua funzione primaria che è quella di teletrasportarvi in mondi paralleli alla scoperta dei contenuti. Un altro esempio? L’azienda Mini Master, con sede nei Paesi Bassi, ha recentemente lanciato una linea di piastrelle artistiche dotate di codici QR. L’idea alla base delle piastrelle Mini Master è di fornire pannelli decorativi in ceramica per luoghi quali ristoranti, punti vendita che contengono anche un QR che letto con il proprio smartphone collega a contenuti extra.

60

Bentrovati! In uno degli articoli precedenti vi dicevo che, da qualche anno, frequento alcuni blog, nati e dedicati esclusivamente all’impiego dei QR Code. Tra le altre osservazioni, una che mi ha fatto sorridere, è la scuola di pensiero che sostiene il fatto che i QR non hanno la diffusione che si meriterebbero perché “sono brutti”. Ho aperto alcune riviste patinate, li ho guardati e, stupore, sono proprio brutti. Visto che la loro connotazione naturale è quella di essere stampati su pagine graficamente ineccepibili, la questione non è di poco conto. Ho visto immagini curatissime, che sicuramente hanno richiesto studi e prove di ore, per non dire giorni, con “incollati” orrendi “francobollini” bianchi che sembrano essere caduti lì per caso. Ma questo perché? L’AMORE LI FA BELLI Sapete che ogni tanto devo essere antipatico (spesso non faccio fatica), sono brutti perché chi ha deciso di incollarli a quella pagina, non vi ha dedicato che due minuti,

non ne è innamorato, ha dato per scontato che “sono così e basta!”. Ma chi ha detto che devono per forza essere così? Dedichiamogli un po’ di tempo, facciamo qualche ricerca, qualche esperimento ed eccoli trasformati in farfalla, tecnicamente fuziona ugualmente, vola ancora, ma l’aspetto è un altro. RIFACCIAMOGLI IL LIFTING Ma dove sta scritto che devono essere quadrati, su sfondo bianco e isolati dal resto del mondo grafico? Proviamo a prendere il nostro amico QR, mettiamolo su uno sfondo colorato, magari non quadrato, diamogli una forma gentile, proviamo a incorniciarlo in un bordino… be’, così, si presenta in tutt’altro modo. Funziona ugualmente? A chi posso chiedere? Al nostro smartphone, naturalmente! Adesso esageriamo, ci abbiamo preso gusto, lo sfondo adesso è un’immagine, il QR code, ingrandito non si presenta più come una serie di piccoli quadrati, ma sono “bolle”, poi


lo inglobiamo in un’immagine complementare, quasi non lo si riconosce... Sapete cosa vi dico? Che funziona ugualmente! TENERE CONTO DEL DEVICE CHE LEGGE I QR CODE L’altro aspetto che non riguarda la grafica ma – lasciatemi dire – la misura dell’attenzione del grafico nei confronti dell’utente, sono i contenuti ai quali si è rimandati dal QR code. Partiamo dal presupposto che, nella migliore delle ipotesi chi “legge” un QR Code, lo fa con un tablet, ma otto volte su dieci usa uno smartphone... Ma allora li vogliamo ottimizzare questi contenuti per essere visti con questi dispositivi? Scusate ora devo andare fuori tema: mi sembra di rivivere gli anni Novanta, quando si faceva un sito, che era la fotocopia di un compito di terza elementare (tanto costava poco), salvo poi lamentarsi che internet non serviva a niente perché non portava risultati.

di vedere cosa potrebbe suggerire il QR code. Quindi assolutamente determinati sono i contenuti ai quali ci rimanda il nostro QR Code; sette utenti su dieci probabilmente avranno in mano un iPhone. Tutti sappiamo che il browser dell’iPhone non consente di visualizzare contenuti realizzati in Flash (che dobbiamo farci? non gli piacciono proprio), ma allora perché ostinarsi a dargli in pasto pagine realizzate con questo programma, che risul-

teranno candidamente bianche e quindi assolutamente inefficaci? COORDINARE LA COMUNICAZIONE Un altro aspetto è la mancanza di coordinamento tra i vari anelli della catena della produzione del QR code. Non è raro trovare belle pubblicità che rimandano con grande enfasi a siti non ancora realizzati e quindi invisibili, per non parlare dei piccoli brand…

GUARDIAMOLI CON OCCHI DIVERSI Conclusione: se do per scontato che i QR Code sono brutti, servono a poco o niente, non hanno valore aggiunto e che dal punto di vista del marketing, tutto sommato sono deboli, di fatto questo è proprio l’effetto che otterrò. Nel prossimo articolo proveremo a ribaltare i concetti e forse li potremo vedere con un occhio diverso, con l’occhio degli innamorati. Alla prossima!

QR CODE, ELEMENTO CREATIVO PER LA PUBBLICITÀ La più grande catena svedese di multisale cinematografiche lancerà per la prossima estate uno dei più grandi e originali concorsi veicolati attraverso manifesti pubblicitari. Il premio messo in palio per il fortunato vincitore è il “Movie Summer Package”, ovvero un pacchetto di ingressi gratuiti al cinema per l’estate che abilita all’ingresso del circuito di cinema e teatri di tutta la Svezia per l’intera stagione estiva. Vi chiederete cosa c’entri il QR Code con tutto questo? Il manifesto che pubblicizza il concorso riporta una headline le cui font sono costruite assemblando ben 687 QR Code, di cui uno solo è quello che dà diritto al premio. Il manifesto recita: “C’è un’intera estate di cinema in questa headline. Cerca il QR Code vincente!” Orginale come idea! Il QR Code accende la creatività anche in pubblicità!

È FONDAMENTALE OTTIMIZZARE I CONTENUTI Un sito non ottimizzato, visualizzato attraverso uno smartphone, ha un’efficacia paragonabile a quella di leggere un’opera letteraria come la Divina Commedia, stampata su un francobollo. Il risultato è che abbiamo perso del tempo in due e abbiamo scoraggiato l’utenza togliendole la curiosità

61


RUBRICA di Luigi Radisa

Il settore commerciale e del largo consumo sono da sempre terreno di gioco di Luigi Radisa, fondatore della società di consulenza aziendale LR Consulting e fautore in Italia di lanci di nuovi importanti prodotti. In passato è stato Direttore Generale in Henkel cosmetica e Damiani Gioielli e ha collaborato con aziende come Vidal, Star, Kraft Jacobs Suchard e Seagram. www.lrconsulting.info - cell. 335 6320848

Strategie Commerciali

Pensare positivo seconda parte

luradisa@tin.it

I 10 PASSI...

LE VOCI AUTOREVOLI DEL PENSIERO POSITIVO A livello internazionale le due personalità più note per quanto riguarda il “Positive Thinking” sono: Louise L. Hay, consulente metafisica americana, autrice di 15 best-seller internazionali tradotti in 24 lingue, quali “Puoi guarire la tua vita”, il “Potere è in te” e “Guarisci il tuo corpo” (editi in Italia da Armenia) e Vera Peiffer che lavora come ipnoterapeuta analitica e kinesiologa della salute. Quest’ultima ha un curriculum di tutto rispetto: tra le numerose attività svolte in questo ambito ha fondato la Peiffer Foundation, un’accademia internazionale di counselling ed è autrice di diversi voluni tra cui il best-seller “Il Potere del Pensiero Positivo” (edito in Italia da Armenia).

62

DALLA MOTIVAZIONE ALL’AUTOMOTIVAZIONE In stretto legame con lo sforzo di scorgere opportunità anche nelle peggiori difficoltà si trova la disciplina che porta a non cercare la motivazione dall’esterno o da terzi, ma a motivarsi in maniera autonoma. Questa attitudine non deriva assolutamente da una dote o da una capacità innata nell’individuo e nella fattispecie nel manager. Infatti, anche quando si conosce e si applica tale principio, l’automotivazione richiede un determinato impegno e uno sforzo costante. Cosa che, con il passare del tempo, diventa una sorta di buona abitudine. Non è facile, e forse non è nemmeno così fondamentale, sapere se esista almeno una naturale propensione dell’individuo all’autodeterminazione: sono molto più propenso piuttosto a definirla come una prassi o una disciplina. LA BUONA PRATICA DELL’OTTIMISMO Non di rado si tratta di una costruzione autoimposta alla

quale ci si assoggetta su base intuitiva o su suggerimento dell’intelletto. Nessuno è ovviamente esente da sconfitte e delusioni lavorative e non è facile lasciarsi alle spalle con facilità gli insuccessi. Questi professionisti si arrabbiano e soffrono, esattamente come tutti, e talvolta hanno necessità di uscire di scena per metabolizzare le delusioni, ma non eccedono nella sofferenza né nell’autocommiserazione. Non è ovviamente possibile ignorare le difficoltà, l’importante è non sopportare passivamente ma attivarsi per modificare la situazione. È esattamente questo comportamento che, secondo me, desta negli altri la sensazione di avere a che fare con una personalità forte. Chi non vede i problemi o li sottovaluta, trasudando ottimismo da tutti i pori, oppure vede i problemi ma rimane inerte, non può essere considerato capace. Sono considerati maturi coloro che riconoscono i problemi, spesso prima degli altri, con grande realismo e acume e che si domandano “cosa posso fare per cambiare la situazione”?


VISION Vision è la prima rivista dedicata alla comunicazione visiva. È il riferimento in Italia per il punto vendita, il pop, la decorazione dinamica, la cartellonistica, sfaccettati in applicazioni e tecnologie produttive. Vision è il riferimento per tutti gli instore marketer, i creativi, le corporate e i produttori che fanno della comunicazione visiva il proprio passionevole mestiere.

LA RIVISTA DELLA COMUNICAZIONE VISIVA


campagna abbonamenti sunnycom publishing

non stare solo a guardare. se anche tu vuoi essere il protagonista

tieniti aggiornato

aprile 2012

03

03

aprile 2012

italiapublish

ers.com

Italia Publishers sunnycom publishing Magazine srl - Iscrizione - n° 3/2012 - Anno XXIV (ROC) n° 14289 - Prezzo euro al Registro del 5,00 (SMA autorizzaz 15/07/2005 - Poste Italiane degli Operatori di Comunicazione ione LO/CONV s.p.a. - Sped. In caso di mancato /037/2010) Posta Target CMP di Milano-Ro Magazine recapito inviare al CMP di Milano-Ro serio - Contiene I.P. serio per mittente previo la restituzione al pagamento dei resi

Italia Publishers Magazine è la rivista business to business leader in Italia che da oltre 20 anni monitora e orienta il mercato della produzione di comunicazione stampata con focus sulla stampa digitale di piccolo e grande forrmato.

Speciale inkjet per interior PRINTING

Compila e invia il modulo via posta a sunnycom publishing srl, via stromboli 18, 20144 Milano o via fax al n. 02.43400509. Il Servizio Abbonati è a tua disposizione al numero di telefono 02.48516207 o via email: abbonamenti@sunnycom.it

Abbonamento annuale 4 numeri euro 20,00*

Abbonamento annuale 8 numeri euro 40,00*

Abbonamento annuale 10 numeri euro 50,00*

Abbonamento biennale 8 numeri euro 35,00*

Abbonamento biennale 16 numeri euro 75,00*

Abbonamento biennale 20 numeri euro 95,00*

Anteprime col or rosso drupa EVEN

TI Report Fespa 2012

Azienda ...................................................................................................... Settore ............................................................................................... Nominativo ............................................................................................................................................................................................................. Indirizzo .................................................................................................................................................................................................................. CAP ................................. Città ......................................................................................................................................... Prov. ........................... Tel. ............................................................................................................. Fax ..................................................................................................... e-mail ......................................................................................................... Sito ..................................................................................................... Scelgo di pagare con: assegno non trasferibile allegato alla presente intestato a: sunnycom publishing srl versamento in C.C.P. n° 31.99.32.07 intestato a: sunnycom publishing srl *Prezzi validi solo per le spedizioni in Italia. Per l’estero l’abbonamento raddoppia. Informativa ai sensi dell’art. 13 d. lgs. 196/2003: i dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è sunnycom publishing srl, via stromboli, 18 - milano (mi). Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché chiedere elenco completo e aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Con la compilazione della presente scheda, lei acconsente alla raccolta dei dati forniti e alla loro comunicazione ai nostri partner commerciali, al fine di poter ricevere informazioni e offerte commerciali. In caso di dissenso barri la casella qui a fianco.



Italia Publishers n. 05/2012