Sul Romanzo, Anno 3 n. 5, ott. 2013

Page 68

tore novarese ha iniziato con una stampa di 500 copie e, con l’autopromozione sul territorio, ha convinto migliaia di lettori. A fronte di un’unica vendita online però i numeri sono sospetti… Eppure dei travolgenti successi anglosassoni ci sono prove certe. Numeri possibili anche grazie alla vastità di pubblico che legge in lingua inglese e a una diffusione dell’alfabetizzazione digitale che in Italia è lontana.

Negli Stati Uniti e in Germania, Amazon ha già fatto un passo oltre, offrendo, tramite la società acquisita Audible.com, l’autopubblicazione in versione audiolibro: un’opzione che dovrebbe presto essere disponibile anche in Italia.

Prendiamo il tormentone dell’estate scorsa: la trilogia soft porn di E. L. James. Il primo dei tre libri, Cinquanta sfumature di grigio, ha ormai venduto più di 70 milioni di copie. Ben oltre 1 milione sono ebook: cifre che hanno dato alla scrittrice inglese la tessera del ristretto Kindle Million Club, riservato ad autori che hanno superato il milione di copie digitali vendute su Amazon.

Ma c’è anche una buona scelta di piattaforme nostrane per il self-publishing. Oltre la metà degli e-book autopubblicati in commercio in Italia sono “editi” da Narcissus.me, la piattaforma di autopubblicazione della Simplicissimus Book Farm. Dal nome, la strizzata d’occhio al narcisismo del vanity publishing non è sottile, ma non si tratta comunque di editoria a pagamento (EAP), che prevede, invece, un contributo da parte dell’autore per l’acquisto di un certo numero di copie.

A farle compagnia nel cerchio degli eletti, fra nomi quali Steig Larrson e J. K. Rowling, altri due autori americani venuti dal self-publishing: l’assicuratore giallista John Locke e la venticinquenne Amanda Hocking, con i suoi romanzi vampireschi in stile Twilight. Ad accomunarli tutti è la piattaforma scelta per l’autopubblicazione: la Kindle Direct Publishing (KDP). Pubblicando con KDP, il proprio e-book viene inserito direttamente nel Kindle Store. Il servizio è disponibile in Italia dal dicembre 2011 e prevede la distribuzione della propria opera anche negli store esteri. È comune trovare almeno una ventina di opere autopubblicate nelle cicliche classifi-

68

che dei libri digitali più venduti da Amazon.

Sul Romanzo

Oltre al servizio tradizionale di print-on-demand e vendita on-line del proprio e-book, youcanprint. it offre, a pagamento, i servizi tradizionali di una casa editrice: dalla correzione delle bozze e la creazione della copertina alla promozione del libro. A questo punto, allora, perché non affidarsi a un agente letterario di professione, che non solo si occupi di rendere l’opera “pubblicabile” nello stile, ma anche di trovare la casa editrice “giusta” (rigorosamente non EAP) a cui mandarla? Ilmiolibro.it, del Gruppo Editoriale L’Espresso, è stato uno dei primi servizi di autopubblicazione

n° 5 • Ottobre 2013