Page 1

Poste Italiane S.P.A. – Spedizione in A.P. – 70% – CNS Bolzano

In caso di mancato recapito restituire a Bolzano CPO per la restituzione al mittente, previo pagamento resi Contiene IP/IR

nr. 15 – 31.7.2015 | Euro 0,40

> 150.000 copie in Trentino Alto Adige

SPECIALI Agosto in Trentino Val di Non

Un abbraccio di carta TRENTO

ROTALIANA

SPORT

Giovani attori all’estero

Franco e la casa aperta

La scelta di Sebastiano

Sfida in Francia per la compagnia trentina

Da ospite a ospitante

Ciao Trentino Volley, va a Mondovì

pag. 6

pag. 11

pag. 4

pag. 12

Contattaci per le tue

feste! www.enterprisesrl.it - seguici su facebook


3

Uguali o diversi? Mahjong o puzzle? L’importante è giocare È estate, fa caldo, la voglia di tirare un po’ il fiato e riposarsi è tanta... E allora dai, diciamocelo, ci sta se ci si prende un po’ di tempo per se stessi, se ci si gode un po’ di tempo libero. Ecco, questo soprattutto: tempo libero. Un qualcosa che poi, nella quotidianità delle altre stagioni, non è certo facile riuscire a prendersi visto il ritmo incalzante dei tempi moderni. E allora dai, sfruttiamolo adesso questo tempo un po’ più libero e i modi per trascorrerlo al meglio sono tanti. Dalle passeggiate allo sport, da uno sport estremo quale il “Divaning” fino a qualche tuffo nei laghi trentini. Ma c’è poi una cosa che non ha età né sesso: giocare. Scala 40, rubamazzetto, anche un pokerino... Giochi a carte uber alles, ma ce ne sono diversi che si possono fare in casa la sera, sotto l’ombrellone, nel giardino, sotto una pianta o in una sosta di una giornata trascorsa in montagna. E poi c’è un gioco sconosciuto ai più, ma molto divertente e anche particolarmente significativo. Si tratta del Mahjong, un passatempo di derivazione cinese. Dai, è quel gioco formato da 144 tessere e bisogna accoppiare quelle identiche fra loro, solamente due per tipo. Lo si può anche trovare su alcuni pc in versione computerizzata, il modo giusto per staccare un po’ la spina dopo un po’ di tempo che si lavora con gli occhi puntati sullo schermo. Non è male nem-

meno il senso in sé di questo gioco, ovvero il cercare di mettere insieme due tessere perfettamente identiche. Ma si può fare una cosa del genere anche fra noi esseri umani? Ovvero cercare persone molto simili fra di noi e stabilire determinati rapporti? Puntando su una somiglianza di caratteri, di volontà, EDITORIALE di idee, di valori, di obiettivi? Oppure è meglio essere diversi, avere pensieri e velleità non proprio similari, ma in modo tale da incastrare perfettamente due caratteri, due persone, così diverse? Meglio la tranquillità di un rapporto (e non parlo solo di coppia, ma anche di amicizia o di “semplice” conoscenza), che sappia poggiarsi su caratteristiche simili? Oppure meglio vivere il brivido quotidiano della diversità, dell’incastro perfetto fra due pezzi differenti ma che uniti compongono un gran bel puzzle? Una sola risposta che vada bene a tutti non c’è, dipende da tantissime cose e, soprattutto, dipende da quello che uomini e donne alla fine vogliono. Qualunque sia la risposta migliore l’importante è continuare a giocare. Tanti auguri di buona estate a tutti i nostri lettori, passate queste settimane con le persone per voi importanti.

QUIINTERVISTA A CHIARA FRANCO

Questione di stile Milanese di nascita ma trentina d’adozione, Chiara Franco da qualche anno ha scelto Trento per il suo nuovo progetto: una boutique dallo stile ricercato. Ogni collezione viene presentata in anteprima con una sfilata di moda che nasce dal desiderio di regalare un momento glamour a tutti. Inoltre fra pochi giorni Chiara affronterà un viaggio unico, quello di diventare mamma. La cosa che mi piace di me. La capacità di lasciar viaggiare la fantasia e le idee. Quando il mio cervello prende il via lo assecondo per scoprire fin dove mi può portare, assurdi collegamenti di idee che intrecciano momenti, persone e situazioni che nella normalità non assocerei mai: è così che nascono le mie idee. Il mio principale difetto. Primo fra tutti senza dubbio la cocciutaggine, anche se tutti i difetti hanno il loro lato positivo e tornano sempre utili. La volta che sono stata più felice.

Fortunatamente la felicità è una sensazione che mi appartiene e che vivo spesso. La collego alla serenità per cui posso dire l’ultima volta in cui sono stata felice: questa mattina, in macchina, in viaggio per lavoro, quando il mio compagno mi ha preso la mano, il nostro bambino si è vistosamente mosso nella mia pancia mentre il mio cane mi ha leccato teneramente il piede guardandomi. La volta che sono stata più infelice. Quando non ho potuto aiutare una persona importante della mia vita.

Chiara Franco

Da bambina sognavo di diventare... Astronauta, ma credo sia un po’ il sogno di tanti bimbi. La persona che invidio di più. Mia nonna, ma forse perché vorrei essere come lei. La persona che ammiro di più. Sempre lei, mia nonna. Persona d’altri tempi, persona d’oro. Un libro da portare su un’isola deserta. Un bel blocco per le annotazioni, dove scrivere il proprio libro. L’ultima volta che ho perso la calma. Domenica quando ho avuto a che fare con una persona, diciamo,

davvero poco educata. La mia occupazione preferita. Il mio lavoro, che ho scelto e creato su misura per me. Fare questo oggi è un lusso oltre che chiaramente un impegno. Non sopporto. Le persone noiose. La qualità preferita in un uomo. La voglia di fare e di mettersi in gioco. E in una donna. L’umiltà. Il mio motto. È inutile fasciarsi la testa prima di rompersela, meglio godersi la vita appieno, attimo per attimo. Mi sono sentita orgogliosa di me stessa quando. Ho visto prendere forma il mio sogno lavorativo, quando ho scelto di lasciare tutto nella mia amata Milano per venire a Trento e scoprire una città intima. Piena di gente che vede nella mia boutique un posto dove scoprire il colore, la moda, la chiacchiera e la differenza.


STORIA DI COPERTINA

4

LA STORIA Daniela Bonaldi e Lara Ceschi

Daniela e Lara, libri in... famiglia Sono madre e figlia, abitano in Clarina e nelle scorse settimane hanno pubblicato il primo libro di ciascuna delle due. Dalla voglia di comunicare della madre su un tema molto delicato, fino alla passione della giovane per il fantasy. Noi le abbiamo incontrate entrambe. // Di Nicola Baldo I libri possono avere qualcosa da comunicare o qualcosa da raccontare. È il bello della carta stampata, quello che hai dentro e vuoi dire, vuoi far uscire fuori, poi resta lì. Nero su bianco, non c’è nessun tasto che può cancellare tutto, la tua parola, il tuo pensiero, resta. È il grande potere dei libri, dove nien-

Lei 42 anni e una battaglia vinta alle spalle contro l’anoressia, ora racconta la malattia vista da dentro

te sparisce e dove la parola ha una voce forte anche senza parlare. E con una voce così profonda possono arrivare i messaggi più diversi. Differenti sono i messaggi che arrivano dalla voce silenziosa, dalle parole scritte di Daniela e Lara. Le incontriamo a casa loro, nel cuore della Clarina, a Trento sud, fra due carezze al cane e qualche coccola ai gatti. Daniela Bonaldi e Lara Ceschi sono madre e figlia, unite nella vita ed ora anche dalla passione letteraria. Questo perché insieme, pochi mesi fa, hanno dato alle stampe il primo libro per ognuna. Due volumi profondamente diversi, con due obiettivi diversi, due volumi entrambi pubblicati da Paolo Emilio Persiani di Bologna. Daniela ha vissuto sulla propria pelle l’esperienza dell’anoressia, una patologia dalla quale è riuscita ad uscire arrivando a costruirsi una famiglia: un viaggio che ora racconta in “Oltre l’immagine. Viaggio tra sentimenti e pre-

giudizi dei disturbi del comportamento alimentare”. Impiegata, 42 anni, madre di Lara e Deborah. E proprio la primogenita di casa ha dato alle stampe “Akasha”, un libro che vuole raccontare, perché trattasi di una storia fantasy molto originale. “Il fatto di pubblicare i due

libri praticamente insieme è stato un caso”, ci raccontano. “Personalmente – esordisce Daniela – ci ho messo un po’ di tempo per trovare un editore disposto a pubblicare questo libro che avevo nel cassetto da un po’. Non si tratta di un argomento facile...”. “Ho finito di scrive-

ED IN CITTÀ OPERA L’ARCA Sul questo tema è operativa in città Arca, l’associazione ricerca disturbi del comportamento alimentare. L’associazione, con sede in via Veneto, accoglie chi soffre di questi disturbi, genitori, parenti e amici, chi è sensibile al problema e persone che seguono queste patologie come scelta professionale. Obiettivo comune: creare solidarietà e, unendosi, promuovere strumenti migliori per aiutare chi si trova in difficoltà. La sede di Trento è aperta

tutti i martedì e i giovedì dalle ore 17 alle 19. Fra le molteplici attività dell’associazione ci sono i gruppi di auto aiuto, incontri informativi aperti a tutti, contatti con le scuole o alti enti oltre ad un gran lavoro da parte dei volontari.

Alcuni volontari dell‘associazione


STORIA DI COPERTINA

5

Con “Akasha” arriva l’esordio nel fantasy della 19enne trentina, studentessa della Facoltà di informatica re a dicembre del 2013 – aggiunge Lara – e mi sono messa a caccia di qualcuno che lo pubblicasse. Ho faticato a trovarlo perché quello del fantasy è un mercato già bello pieno, però dopo che ho fatto leggere a Persiani il libro questo gli è piaciuto. E, contemporaneamente, anche mamma ha sottoposto il suo testo”. Ed ora eccoli lì, dalla stessa famiglia agli scaffali delle librerie di Trento. Due persone diverse, due età diverse, due storie molto diverse. “Quando ho iniziato a scrivere questo volume – racconta Daniela – avevo il desiderio di raccontare in prima persona i sentimenti delle persone che soffrono di disturbi alimentari. E, allo stesso tempo, volevo raccogliere anche i sentimenti che provano i familiari intorno. Mi sembrava importante mettere in un solo testo entrambe le posizioni, chi soffre di questi problemi ha una visione che non è la stessa delle persone che stanno intorno. Fare così mi è sembrato il modo migliore per avvicinare queste parti e per far capire alla società cosa passa nella testa di chi soffre di queste patologie. Mi piacerebbe non si colpevolizzassero queste persone e, invece, si riuscisse ad andare oltre a luoghi comuni o pregiudizi. Già questo sarebbe un ottimo modo per far sentire meno sole le persone che hanno disturbi alimentari”. Un tuffo nel proprio passato, mettendo a nudo pensieri e sentimenti, raccontando la propria esperienza personale. “Non è un tema semplice – prosegue – non è stato facile scrivere questo libro. Ma adesso vorrei fare questo, vorrei far conoscere sempre più queste patologie e sono contenta di averlo scritto, così come sono

contenta di gestire un blog (goccecolorate.wordpress.com) sul quale si parla di questo. Per chiudere il libro grazie alla collaborazione di alcune associazioni sparse per l’Italia, fra Todi e la Puglia, ho svolto anche alcune interviste a genitori e familiari che hanno voluto raccontare il proprio punto di vista”. A vederle insieme tutte e due, Daniela e Lara, si percepisce una gran bella complicità. Lara di anni ne ha 19, finito il liceo scientifico ha iniziato ora a frequentare la Facoltà di informatica ma è quando stringe in mano una penna che i suoi occhi iniziano ad illuminarsi. “Il sogno della scrittura ce l’ho da sempre – ci racconta – da quando in quinta elementare insieme ad una mia amica abbiamo iniziato insieme a scrivere un romanzo. Ovviamente mai terminato, ma il chiodo fisso in testa mi è rimasto e allora ecco che spesso scrivevo di getto alcuni racconti. Sono partita con qualche scritto con tema l’avventura, poi un giorno mi è arrivata l’idea per una storia fantasy e ho iniziato a scriverla...”. Solo che ben presto quel racconto ha iniziato ad allungarsi sempre più, sforando le 50 pagine, le 100, le 200... Attestandosi sulle 333 di cui è composta “Akasha”, libro scritto in nottate passate insonni, fra caffè, cioccolato e buona musica in sottofondo. “È una parola in sanscrito – continua Lara – e vuol dire ‘quinta essenza’, indica il

quinto elemento, la parte più piccola del creato. Mi sembrava rappresentasse bene la natura della protagonista, che non fa parte di nessuno degli elementi ma riesce a comandarli tutti. Aleyn, la protagonista, vive in un mondo contraddistinto dalla guerra fra esseri umani e creature fantastiche”. Il finale non lo vogliamo svelare ovviamente, così come il colpo di scena o come la consapevolezza che dopo questo primo volume ne seguiranno altri due. “Lara ha sempre letto tantissimo – sostiene Daniela – ed è sempre stata attirata dalle storie. Da piccola quando la mettevo a letto non c’era verso di farla addormentare raccontandole una sola storia, perché voleva sempre ascoltarne un’altra e un’altra ancora. La differenza di fondo fra i nostri due libri è che io ho cercato di lanciare un messaggio molto preciso. Io non sono una scrittrice, il mio è un volume

per comunicare. Lara, invece, non solo è brava a scrivere ma sa anche comunicare, pur utilizzando un genere non semplice come il fantasy”. “Non so ancora cosa farò in futuro – conclude Lara – non so che lavoro farò, se sarò un’informatica o meno... Quello che so è che vorrei sempre ritagliarmi qualche ora per scrivere, fosse anche nella pausa pranzo o all’alba”. Questo perché scrivere fa bene. A chi legge gli scritti di qualità, ovviamente, ma anche a chi scrive. La chiacchierata a casa Ceschi–Bonaldi va avanti fra gusti letterari, passione per i libri ed importanza della famiglia. Punto d’appoggio prezioso per la battaglia di Daniela, ma anche terreno ideale dove la fantasia e la grande voglia di raccontare di Lara hanno potuto fiorire. Per adesso un libro a quattro mani non è ancora in programma, ma fra qualche tempo chissà che questa ipotesi non si concretizzi.

La redazione del giornale rimarrà chiusa per ferie dal 1 al 16 agosto. Ci rivediamo nelle vostre case il 28 agosto.

Buone vacanze dal Qui!


TRENTO

6

GIOVANI

IN BICI Francia. Sul palco nove gruppi teatrali provenienti da Francia, Ungheria, Russia, Iran e Algeria, con i giovani trentini chiamati in rappresentanza della cultura teatrale giovanile italiana con il loro storico spettacolo in salsa comica “(H)Amlet”, giunto all’ottava stagione di repliche. Una nuova grande soddisfazione per la compagine trentina guidata dal Michele Torresani, dopo il recente debutto della nuova produzione, la commedia sul senso dell’arte “Sonno” di Enrico Luttmann.

Giovani attori all’estero TRENTO Sono, proprio in questi giorni, i ragazzi trentini della “Compagnia dei giovani” a rappresentare l’Italia ad un prestigioso appuntamento teatrale interna-

zionale. Stiamo parlando dello “Shakespeare Festival”, in corso di svolgimento fino a domenica 2 agosto a Tournon sur Rhone e Tain l’Hermitage nel sud della

UNIVERSITÀ

foto: wikipedia.org

Trento al secondo posto TRENTO L’Università di Trento migliora il voto di due punti (da 97,8 a 99,8) e resta saldamente al secondo posto tra gli atenei statali di medie dimensioni (10 mila –

20 mila iscritti), a pochi decimali dal primo posto (100,6). È quanto emerge dalla Grande Guida Università Censis–la Repubblica 2015–16, pubblicata da la Repubblica.

foto: giovanisi.it

TRENTO In sella lungo l’arco alpino per portare un messaggio di pace. È l’obiettivo di un gruppo di residenti di Marano, in provincia di Vicenza, che da qualche giorno ormai sono saltati in sella “armati” di una bandiera tricolore della pace. Un messaggio internazionale che questo gruppetto di appassionati ha portato, nei giorni scorsi, anche a Trento dove sono stati accolti per diventare protagonisti di un piccolo evento a loro dedicato. Il tempo di un brindisi e dell’augurio di buona fortuna per questo viaggio di pace nel nord Italia, per un gruppo di ciclisti portatori di un messaggio prezioso.

IN BREVE

IL CONCORSO e operante sul territorio nazionale facente parte di una delle seguenti categorie: imprenditrici, professioniste e ricercatrici. Le categorie del premio sono: miglior invetrice, migliore innovatrice, donna eccezio-

Per le donne inventrici TRENTO L’associazione italiana donne inventrici e innovatrici, Itwiin, ha pubblicato nei giorni scorsi il bando per il “Premio Itwiin 2015”. Il premio è destinato ad una donna di nazionalità italiana o residente

PER LA PACE

nalmente creativa, capacity building ed alta formazione. Per partecipare, direttamente o candidando persone terze, c’è tempo fino al 7 settembre e basta scrivere all’indirizzo itwiin@ sicurezzapostale.it.

IN BREVE GLI AUGURI SUL “QUI”

TRAINING CANINO

Il “QuiTrento e Piana Rotaliana” vi dà l’occasione di fare – gratuitamente – gli auguri ad un vostro parente, amico o conoscente per un compleanno, una laurea o un qualunque altro evento particolare. Basta mandare alla nostra redazione una email con la foto del festeggiato ed il testo che vorrete sia pubblicato all’indirizzo: redazione.tn@quimedia.it.

È in programma dal 12 al 16 agosto, a Malga Cimana, una cinque giorni di training rivolto ai cani che si occupano della ricerca di persone. Si tratta dello “Sniffer Summer Camp”, organizzato dallo Sniffer Dogs Team. Il training si svolgerà sulle tre fasi principali richieste nel soccorso: superficie, maceria, obbedienza il tutto svolto a quota 1.200 metri.

CINEMA IN CORTILE

TIROCINI ARTISTICI

Sarà recuperata mercoledì 26 agosto la proiezione, saltata nei giorni scorsi, del film di Nanni Moretti “Mia madre” inserita all’interno del cartellone Cinema in cortile 2015. L’appuntamento è alle ore 21 del 26 agosto, nel cortile delle ristrutturate scuole Crispi di via San Giovanni Bosco, con l’ultima opera di Nanni Moretti.

Scadranno il prossimo 7 agosto i termini per la presentazione della domanda per svolgere tre tirocini di stampo culturale, artistico e turistico nella città di Trento nei mesi fra settembre e dicembre. La selezione è aperta agli studenti dell’Università di Trento che vogliano collaborare nell’organizzazione di eventi e progetti.

AUGURI Tanti auguri di cuore per i tuoi 4 anni, 4 anni di gioia infinita e di amore assoluto! Ti vogliamo un mondo di bene!

Thomas I tuoi genitori Fabiana e Leonardo

AUGURI Compie 4 anni

Valentina Un bacione e tanti auguri dai nonni


TRENTO CENTRO IL SONDAGGIO

IN BREVE

IL PREMIO

SMART CITY

VIGILI DEL FUOCO AL TERZO POSTO

Trento è riciclona TRENTO Il sondaggio “Trento città smart? Suggerisci i servizi che vorresti” online per due settimane, da venerdì 3 a domenica 19 luglio, ha avuto una grandissima partecipazione, ottenendo 352 questionari completi compilati. Un numero molto alto, specie se si pensa al periodo (luglio) e se comparato a sondaggi simili in altre realtà partecipanti allo stesso progetto europeo. Si è così provveduto a chiedere subito quanto si ritenesse Trento una città Smart. A questa domanda quasi il 41% ha dato un voto non sufficiente (tra 1 e 5), facendo registrare un voto medio complessivo di 5,8. La stessa domanda è stata poi riproposta nel corso del sondaggio, dopo aver elencato i principali servizi digitali disponibili oggi a Trento. Il risultato cambia radicalmente. Tutti i voti decollano, portando il totale di quelli non sufficienti a dimezzarsi scendendo al 20,4%, mentre addirittura sommando i soli voti di eccellenza (8, 9 e 10) si arriva al 50% del totale, ottenendo un voto medio complessivo del 7. Durante il sondaggio si è voluto verificare la conoscenza e l’utilizzo dei principali servizi digitali e innovativi presenti oggi a Trento: alla fine è emerso che molti dei servizi a disposizione non sono conosciuti da oltre la metà dei partecipanti a questo sondaggio.

7

TRENTO La città di Trento entra anche quest’anno nella classifica del premio “Comuni Ricicloni”, giunto alla XXII edizione, confermandosi uno tra i pochissimi capoluoghi italiani virtuosi nella gestione della raccolta differenziata dei rifiuti. Significativo in particolare il dato relativo alla percentuale di raccolta differenziata: con il 77,7% Trento è seconda solo a Pordenone, nonostante conti più del doppio degli abitanti del capoluogo friulano. La premiazione è avvenuta nei giorni scorsi a Roma. Sono 2.349 le amministrazioni campioni nella raccolta differenziata dei rifiuti. In Trentino Alto Adige conquistano un posto in classifica 98 Comuni sotto i 10 mila abitanti e 4 sopra i 10 mila abitanti (oltre a Trento, Levico Terme, Pergine Val-

sugana e Bressanone). L’iniziativa di Legambiente, nata nel 1994 e patrocinata dal Ministero per l’Ambiente, premia le comunità locali, amministratori e cittadini, che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti: raccolte differenziate avviate a riciclaggio, ma anche acquisti di beni, opere e servizi, che abbiano valorizzato i materiali recuperati da raccolta differenziata. Per valutare queste significative esperienze di buona gestione, i consueti e consolidati criteri di valutazione che individuavano nella percentuale di raccolta differenziata raggiunta il fattore determinante ai fini della graduatoria, sono stati sostituiti dall’indice di buona gestione dei rifiuti urbani che attribuisce un “voto” alla gestione dei rifiuti.

CENTRO STORICO

Santa Maria pedonale

RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA - CERAMICA - LEGNI MARMI LEVIGAZIONE PAVIMENTI - TRATTAMENTO COTTO - IDRAULICA - ELETTRICISTA - MURATURA CERTONGESSO - PITTURA - INTONACI - CAPPOTTI PORTE - FINESTRE

Hanno centrato un ottimo terzo posto assoluto i Vigili del fuoco volontari del Trentino, impegnati nei giorni scorsi a Opole, in Polonia, nel 20° Concorso internazionale dei Giovani Vigili del Fuoco. Il gruppo di giovani trentini si è piazzato alle spalle solamente di Polonia e Austria, riuscendo a mettersi alle spalle rappresentative nazionali giunte da Lettonia, Svizzera, Serbia, Svezia, Lussemburgo, Giappone, Finlandia, Ungheria, Francia, Gran Bretagna, Bulgaria, Romania, Germania, Portogallo, Croazia, Slovenia, Repubblica Ceca, Slovacchia.

L’IRIFOR IN VISITA DA MATTARELLA Nei giorni scorsi una delegazione dell’Irifor, la cooperativa che si occupa di non vedenti ed ipovedenti trentina, con a capo il presidente Ferdinando Ceccato è stata ricevuta dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella a cui è stata regalata una copia di “Una luce nel buio dei giorni” libro dedicato al fondatore dell’Unione italiana ciechi Aurelio Nicolodi.

TRENTO Proseguono a ritmo serrato i lavori di ripavimentazione di piazza Santa Maria Maggiore. La storica piazza nel cuore della città si sta preparando a dire addio alle macchine definitivamente, diventando completamente pedonale. Facilmente per il mese di settembre tutti i lavori saranno terminati, anche in questi giorni i lavori proseguono spediti per posare i cubetti di porfido della nuova pavimentazione e per abbellire tutta la zona davanti alla chiesa di Santa Maria Maggiore.


COLLINA E MONTE BONDONE COGNOLA

OLTRECASTELLO

Ecco il nuovo parco OLTRECASTELLO Un’area verde completamente rinnovata, al servizio di tutta la comunità di Oltrecastello. E quale occasione migliore per inaugurare questo nuovo spazio fondamentale per

l’intero territorio della sagra di San Pantaleone, andata in scena nei giorni scorsi? Con una piccola cerimonia è stato inaugurato il rinnovato parco di Oltrecastello, un’area di circa 5 mila metri qua-

drati dove tra le novità spiccano l’altalena capace di contenere una carrozzina per disabili e il nuovo campo da pallavolo in erba sintetica. Sono state realizzate due siepi per separare e riparare il campo da pallavolo, posto a ridosso dell’area gioco e del campetto da calcio. Inoltre si è intervenuti sul lato sud della recinzione del campetto da calcio dove è stata montata una rete parapallone, per evitare che la palla finisca nel giardino dell’asilo adiacente. Lo stesso lavoro di sopraelevazione della recinzione è stato fatto anche in altri punti.

MONTE BONDONE

tre sempre il 14 agosto sarà tempo di spettacolo per i più giovani con Azotomania: alle 14 gli esperti del Muse intratterranno adulti e bambini. Il 17 agosto corso di pittura in acrilico su legno.

CASA SERENA COGNOLA È stata una delegazione guidata da Matthew Festing (nella foto), 79esimo gran maestro dell’Ordine di Malta, quella che nei giorni scorsi si è recata in visita a Casa Serena. Nella struttura di Cognola lo storico ordine ha voluto visitare le moderne strutture che ospitano le persone con disabilità intellettive e relazionali, complimentandosi per il lavoro svolto con Luciano Enderle, presidente dell’Anffas, e con Dante Forato presidente dell’Associazione genitori e amici di Casa Serena. Un’occasione anche per gli stessi addetti della struttura, che hanno così potuto mostrare il proprio lavoro ad un ordine che in Trentino è stato operativo anche un secolo fa, quando i volontari dell’Ordine allestirono, nella zona di Folgaria, un ospedale da campo nella Grande Guerra.

POVO

foto: lostrillone.tv

CANDRIAI Il Malgone di Candriai ospiterà, il prossimo 14 agosto, un concorso di pittura per bambini di età compresa fra i 6 e i 12 anni. Il 10 e il 22 agosto, invece, sarà la volta di un torneo di burraco men-

foto: artelivorno.it

Concorso di pittura

foto: vebidoo.de

8

di via don Dallafior fino all’incrocio con via dei Valoni, con conseguente chiusura al traffico veicolare, per tratti successivi, a partire da via dei Valoni. L’accesso veicolare per il polo scientifico e per il complesso della Fondazione Bruno Kessler, verrà deviato su via

Lavori in corso in strada POVO Fino al 31 agosto via Sommarive a Povo sarà interessata da lavori di posa in opera di nuove tubazioni di fognatura bianca nel tratto ricompreso tra la rotatoria

Don Dallafior – piazza Manci – via alla Cascata. Cambia anche il percorso dell’autobus, l’intervento si estenderà successivamente fino a piazza Manci.

IN BREVE A SOPRAMONTE

ALLE LASTE

Dal 7 al 9 agosto l’associazione culturale Giulia Turcati, in collaborazione con i Vigili volontari di Sopramonte, organizza “Estate con noi 2.0”. In programma musica, buona cucina, giochi per i bambini e tanto divertimento.

Il gruppo Tavimacos organizza, nella giornata del 9 agosto, un torneo di green volley – ovvero di pallavolo sull’erba – nel parco di Villa Sant’Ignazio, alle Laste. Si tratta della prima edizione, fischio d’inizio alle ore 9.


TRENTO NORD MEANO minazione o una videosorveglianza) per arrivare fino alla richiesta di una maggior presenza delle forze dell’ordine in zona. Un’altra richiesta avanzata con forza riguarda le manutenzioni ordinarie al territorio: si richiedono dei calendari per la pulizia degli spazi pubblici ma anche di caditoie e tombini, oltre ad un preciso piano asfalti. Un posto speciale in questo elenco di priorità lo hanno poi il trasporto pubblico del servizio urbano, il controllo dell’inquinamento e dei lavori di ampliamento del polo scolastico di Meano per arrivare fino alla difesa dei servizi di anagrafe. Lungo, infine, l’elenco delle opere ritenute essenziali: dalla costruzione di nuovi parcheggi a Vigo Meano fino ad un uso sociale di Villa Salvadori Zanatta, per

Le priorità MEANO Sicurezza, manutenzione del territorio e opere pubbliche. Questi sono i tre pilastri che identificano le priorità del prossimo quinquennio per la Circoscrizione di Meano. Nei giorni scorsi il consiglio della Circoscrizione a nord del capoluogo si è riunito determinando quali sono le necessità primarie per la propria zona da trasmettere all’amministrazione comunale. Si parte dal tema della sicurezza, da affrontare con alcuni interventi di messa in sicurezza del territorio (come una maggiore illu-

arrivare al recupero pieno dell’ex scuola di Cortesano. Ma, a parte le richieste per le singole frazioni, la parte del leone la fa sempre la Sp 76, la Gardolo–Lases che taglia in due il territorio, per la quale si chiedono semafori, messa in sicurezza di alcuni punti, dossi rallentatori, maggiore illuminazione e la richiesta di verificare la possibilità di unire Gardolo e Meano con una pista ciclabile lungo la Sp76.

VIGO MEANO

9

IN BREVE GARDOLO, I BURATTINI VANNO IN SCENA Si concluderà giovedì 6 agosto la prima edizione della rassegna estiva di teatro di burattini di Gardolo. Il terzo ed ultimo appuntamento con le marionette di Luciano Gottardi andrà in scena alle 21 di giovedì 6 agosto in piazzale Lionello Groff, con lo spettacolo “Il tesoro dei nani”. In caso di maltempo ci si sposterà nel teatro Gigi Cona di Gardolo.

LA SAGRA DELL’ASSUNTA

MELTA, IL CRICKET SBARCA AL PARCO

VIGO MEANO Tornerà dal 12 al 17 agosto, a Vigo Meano, la tradizionale “Sagra dell’assunta”. Organizzata dal Corpo Bandistico Vigo Cortesano, la festa avrà il suo epicentro nel centro sociale di Vigo Meano. Inoltre il prossimo 15 agosto, nell’ex scuole elementare Steiner, concerto di fine estate con la banda musicale Pederobba.

In tre occasioni durante il mese di agosto – l’8, il 15 ed il 22 – dalle 16.30 alle 18.30 ci si potrà cimentare con il cricket al parco di Melta. Saranno i ragazzi del Trentino Cricket Club a far giocare giovani e giovanissimi così da far conoscere loro questa disciplina sportiva. L’attività è aperta per ragazzi e ragazze dai 12 anni in su.


TRENTO SUD

10

MATTARELLO

Al centro diurno MATTARELLO Il centro diurno “Sempreverde” è un punto di riferimento prezioso per l’intera comunità di Mattarello. La struttura di via don Dario Trentini 6, gestita dalla cooperativa SAD, è di tipo semi–residenziale pensata per i cittadini trentini che vivono una condizione di difficoltà o di solitudine. Ed in questo mese di agosto ormai alle porte il centro offrirà una grande novità, restando aperto anche al sabato ed alla domenica. D’ora in poi anche nei weekend gli anziani di Trento e

TRENTO SUD

LA ZUMBA AL PARCO

CLARINA Nella giornata del 6 agosto, al parco della Clarina, l’associazione Impronta Latina dalle 19.30 in poi proporrà una lezione di avvicinamento al mondo della zumba aperta a tutti. Dalle 20.30 in poi attività anche per i bambini dai 6 anni in su.

Direttrice responsabile Cristina Ferretti Idea grafica Andreas Alber Prodotti QuiMedia: QuiTrento e QuiRovereto registrati presso il Tribunale di Bolzano n. 5/4 del 3.03.2008

dintorni potranno contare sulla competenza del personale e sulla possibilità di stare insieme, di incontrarsi e di divertirsi. Questo anche perché nei fine settimana diventa più difficile l’assistenza per le famiglie, in quanto spesso le badanti hanno diritto ad una giornata di riposo e far coincidere tutti i diversi impegni è difficile. Nelle giornate di sabato e domenica al centro “Sempreverde” di Mattarello si inizia alle ore 10 con l’apertura e l’accoglienza grazie a caffè, bibite o frutta. Quindi

RAVINA

arriva il momento della lettura dei giornali con discussione, prima di dedicarsi nel resto della mattinata alla ginnastica dolce di sabato ed alla Messa di domenica. Alle 12.30 viene servito il pranzo, dando la possibilità di scegliere fra tre menù differenti. Dalle 13.30 l’offerta si moltiplica, permettendo agli ospiti di dividersi fra un po’ di riposo sulle poltroncine personalizzate, fra qualche gioco in compagnia, fra l’ascolto di un po’ di musica ed un po’ di relax. Alle 15 merenda, mentre mezzora dopo prende il via il programma dell’animazione: giochi, balli, tombola, cruciverba, giochi per la memoria, passeggiate. Alle 17.30 la giornata finisce e tutti possono fare ritorno alle proprie case, dopo aver trascorso alcune ore in allegria insieme ai propri coetanei. Per iscriversi a questo servizio basta contattare direttamente la cooperativa SAD che ha sede in

CLARINA

TUTTI AL LAGO DI TENNO RAVINA Il circolo “L’Allergia” di Ravina organizza nella giornata di domenica 2 agosto una festa al lago di Tenno, con pranzo per tutti ed intrattenimento nella casetta degli Alpini. Chi vuole potrà farsi il bagno, altrimenti ci si potrà riposare o visitare Canale di Tenno.

Fax 0471 081 589 redazione@quimedia.it www.quimedia.it Redazione Trento Tel. 340 5370319 redazione.tn@quimedia.it Redazione Rovereto redazione.rv@quimedia.it

Tiratura complessiva QuiMedia 150.000

Coordinamento Pubblicità Paolo Dalnodar pubblicita@quimedia.it Tel. 0461 173 16 00

Prodotto da QuiMedia Via Torino 96, 39100 Bolzano

Annunci annunci.tn@quimedia.it

Ufficio centrale e redazione Tel. 0471 081 580

Editore e Stampa Athesia Druck srl Via del Vigneto 7, 39100 Bolzano

Prezzo per l’abbonamento annuale in spedizione postale (indirizzato) 10,00 € all’anno. L’abbonamento si rinnova automaticamente di un anno se non viene disdetto almeno quattro settimane prima della scadenza. È vietata la riproduzione parziale e totale di testi, immagini e pubblicità dei quindicinali QuiMedia. (p.r.*) - Pubbliredazionale

via Gramsci a Trento. Il centro è operativo a Mattarello ma le proprie porte sono aperte a tutti gli anziani provenienti dal territorio comunale e dintorni. Per chi poi ne avesse bisogno è possibile attivare anche un servizio di trasporto, sia da casa verso il centro sia per compiere il tragitto contrario. Un servizio in più per andare incontro a quelle che sono le esigenze dei diversi frequentatori del centro diurno “Sempreverde” di Mattarello. Un progetto che vuole dare una risposta concreta a quelle che sono le necessità degli anziani offrendo l’occasione di passare del tempo con i propri coetanei in sicurezza ed allegria. Per informazioni e contatti: Cooperativa SAD Via Gramsci 21 – 38123 Trento Telefono: 0461 – 239596 Email: info@cooperativasad.it Web: www.cooperativasad.it

stelle” è un’iniziativa che propone quattro serate di incontro e racconto sotto la volta celeste, aperta a famiglie, anziani, bambini e ragazzi del quartiere, che potranno così andare alla scoperta

I martedì al parco Salè CLARINA Quando è inverno una delle scene più belle è vedere bambini, anche molto piccoli, buttarsi dalla sua collinetta a bordo di slitte e bob dopo una bella nevicata. Questo perché la collinetta al centro del parco del Salè, nè troppo grande nè troppo piccola, sembra fatta su misura per i più piccoli. Ma adesso quest’angolo tutto verde stretto fra i quartieri di Clarina e San Pio X, ad un sospiro dal torrente Fersina, diventerà protagonista anche in questo mese di agosto. E lo farà grazie al nuovo progetto lanciato nelle prossime settimane dallo studio d’arte Pituit, ovvero la prima edizione di “Salè sotto le stelle”. Si tratta di una iniziativa che intende valorizzare sempre più quest’angolo di città anche nelle settimane calde, grazie alla vegetazione che assicura zone d’ombra, in prossimità dei giochi per i bambini e dell’area cani. “Salè sotto le

del polmone verde del quartiere. Le quattro serate si svolgeranno dalle 18 in poi nelle giornate del 4, 11, 18 e 25 agosto. Il programma vede inizialmente un periodo di gioco libero e chiacchiere, grazie anche alla creazione di una zona relax dotata di amache. Verso le 19, proprio in cima alla colinetta simbolo del parco, si terrà un pic nic nel quale si mangerà quello che ognuno ha portato con sé appositamente per condividerlo con chiunque voglia partecipare. Alle 20 il celebre attore teatrale trentino Giacomo Anderle porterà in scena per tutti “Odissea – Il viaggio di Ulisse”, il celebre mito greco rivivrà per il pubblico che poi, verso le 21, potrà osservare le stelle. L’iniziativa, infatti, si concluderà osservando tutti insieme la volta celeste, per chiudere in bellezza una manifestazione che punta alla valorizzazione di un parco troppo spesso dimenticato.


ROTALIANA MEZZOLOMBARDO Franco Ferrari

MEZZOLOMBARDO Quello che per molti è un limite, una linea da non superare – ovvero quella della propria casa, del proprio mondo – per altri è una risorsa da condividere. Chi lo sa molto bene è Franco Ferrari di Mezzolombardo, ormai da diversi anni coinvolto nel progetto “Casa solidale” di Ama, l’associazione Auto Mutuo Aiuto. Si tratta di un’iniziativa rivol-

Franco apre la sua casa

ta a chi, italiano o straniero, per diversi motivi, non riesce a trovare un’abitazione ed a chi, invece, ha tanto spazio in casa. “È successo – ricorda Franco – che dopo essermi separato, qualche anno fa, non riuscissi più a pagare l’affitto e tutte le spese. Per caso poi ho incontrato Ama e sono entrato in questo progetto, prima ospitato a Rovereto e poi a Zambana da un ragazzo di nemmeno 40 anni, ancora non mi sembra vero...”. Il progetto mira proprio a questo, ad abbattere le barriere ed a far capire come basta conoscersi ed avvicinarsi per superare tutti i timori dell’aprire la propria casa. “Ho imparato mol-

foto: camminasini.it

Castrozza, con un transito in Piana sabato 15 agosto. Da Faedo si salirà al Rifugio Sauch, dove è presente l’omonimo roccolo, un tempo utilizzato per la caccia agli uccelli ed ora trasformato in osservato-

Ferragosto con gli asini

LAVIS

TALENTI ON STAGE LAVIS Sabato 1° agosto, alle ore 21, sul parco dell’anfiteatro del Parco Urbano si esibiranno alcuni giovanissimi cantanti trentini ovvero Mattia Lever, già vincitore del programma “Ti lascio una canzona”, Mattia Rizzolli, Dj Uber, Eleonora Uber e De Poles Band.

to nell’anno che trascorsi a casa loro – prosegue Franco – perché oltre al discorso dell’abitazione si era creata un’amicizia. Poi quando ho potuto rientrare a casa mia da Zambana sono andato via con il magone, tanto che ogni tanto ci sentiamo e ci vediamo ancora molto volentieri”. Così una volta sistemato il discorso abitativo, terminata l’emergenza, Franco decide di “passare dall’altra parte della barricata”. Mettendo a disposizione la propria casa di Mezzolombardo per ospitare chi ne avesse necessità. Ed ecco che, dopo gli incontri iniziali e conoscitivi, a casa di Franco arriva Salomon. “Un ragazzo etiope davvero d’oro – ricorda – abbiamo stretto subito una bella amicizia, pensi che dopo che se ne andò da casa mia pagò un mese di affitto nella sua nuova casa senza abitarci ancora perché non voleva staccarsi

dal bel rapporto che avevamo instaurato. Quando se n’è andato mi ha detto che a casa mia aveva trovato una famiglia e questa per me è stata la cosa più bella”. Massima libertà per ciascuno in queste convivenze. Si può lavorare, studiare, farsi la propria vita... ma l’importante è questo, è creare un rapporto, una amicizia, fra ospitato ed ospitante. “Dopo Salomon a casa mia sono arrivati ospiti Amy e poi Franco, una ragazza anche lei etiope ed un uomo di Treviso – conclude – un’esperienza così mi ha aiutato tantissimo, mi ha arricchito a livello umano. E mi ha insegnato a staccarmi dalle cose materiali, per dare sempre maggior valore ed importanza ai rapporti umani. A me non piace la solitudine e credo che un progetto come questo possa essere l’ideale anche per far sì che tanti anziani non restino soli”.

IN BREVE

PIANA ROTALIANA

PIANA ROTALIANA La carovana “AsinarleAlpi” quest’anno farà tappa anche in Piana Rotaliana. Si tratta di una camminata che unisce Bormio a San Martino di

11

rio ornitologico. Di qui si ripartirà alla volta del Rifugio Potzmauer il giorno dopo, sempre in groppa ad un asinello per un trekking molto particolare.

SAN MICHELE

APERITIVANDO ALLA LUNA SAN MICHELE ALL’ADIGE Dalle 18 di giovedì 6 agosto nel giardino del Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele all’Adige si terrà un aperitivo d’estate in musica con stand di birre artigianali, aperitivi e ricco buffet.

PAGANELLA BASKET

A MEZZOCORONA

Durante i mesi estivi il Paganella Basket permette, a tutti i bambini fra i 9 ed i 14 anni, di cimentarsi gratuitamente con la pallacanestro. Il giovedì, dalle 17 alle 19, ci si allenerà con i tecnici nel campetto all’aperto della scuola media Steiner di Lavis.

Lunedì 10 agosto il Monte di Mezzocorona ospiterà la tradizionale festa per celebrare l’arrivo della notte di San Lorenzo. Organizzata dalla Pro Loco di Mezzocorona, ci saranno attività ed animazione mentre si osserveranno le stelle cadenti.

Esci allo scoperto

Per la tua pubblicità chiama: MAURO PROFAIZER T 0461 173 16 10 M 342 9324546 mauro.profaizer@athesia.it

www.quimedia.it


SPORT

12

VOLLEY

ni anni nel settore giovanile della “sua” Trentino Volley e poi il passaggio al Top Team Mantova (serie B1) per la stagione 2011–2012. La stagione successiva nella Pallavolo Genova, e poi la chiamata, squisitamente inaspettata, di Riccardo Michieletto, il team manager della Trentino Volley. “Mi ha parlato della possibilità di entrare in prima squadra come secondo libero, e chiaramente non ho esitato un attimo” racconta Sebastiano, classe 1991 ma già grossi risultati alle spalle. E nella sua città natale, la

grande soddisfazione di vivere personalmente l’ascesa al trionfo nella competizione italiana professionistica più importante in Italia. Una finale sudatissima contro Modena e poi lo scudetto in mano. “Ho avuto appena il tempo di festeggiare che ho ricevuto la chiamata di Mondovì. È stata un’altra bella gratificazione. Mi sono preso un po’ di tempo per cercare di capire se fosse la scelta giusta, con la consapevolezza che la Trentino Volley mi aveva dato tanto e che una società così organizzata sarebbe stato difficile trovarla altrove. Ma ho pensato che fosse giusto provare ad inseguire nuovi stimoli, considerata anche la mia età, quindi mi sono buttato. Ho seguito l’istinto, che mi diceva di andare”. Certamente Sebastiano è anche stato sostenuto da una famiglia che ha sempre fatto il tifo per lui. “E per lo sport in generale! Mio padre ci ha sempre incoraggiato a fare attività sportiva. Io ho provato un po’ tutti gli sport prima

di giungere infine alla pallavolo e fermarmi lì. Mi stavo appassionando al calcio in verità, eppure c’era qualcosa che mancava. E che ho trovato nella pallavolo”. Gli allenamenti con Mondovì, in A2, lo aspettano a fine estate, ma l’occupazione, nel frattempo, di certo non gli manca. Sebastiano è infatti iscritto all’università di matematica a Trento. Ha sempre considerato importantissimo lo studio, e, nonostante la fatica di coniugarlo con l’attività sportiva, è sempre stata la sua priorità nei momenti di stacco.”Quando, insieme ai miei compagni di squadra, sono andato in alcune scuole e ho avuto occasione di parlare con i ragazzi, ho detto loro di dare sempre grande importanza allo studio, anche se il loro percorso di vita non lo rendesse necessario. Lo studio tiene sempre il cervello in attività. E una cosa che ho notato nella mia esperienza di pallavolista è che anche nello sport è importante l’intelligenza”.

FERRARESE TORNA

FUTSAL, SERIE C1

MEZZOCORONA C’È

MERLI È SECONDO

Claudio Ferrare torna a vestire la maglia del Calcio Trento. Il 37enne centrocampista veronese sarà una delle colonne della squadra allenata da Stefano Manfioletti nel prossimo campionato provinciale di Promozione.

Saranno tre le squadre di Trento e Rotaliana al via del prossimo campionato di serie C1 di calcio a 5, il massimo torneo regionale che sarà a 13 formazioni. Pronti a scendere in campo Giacchabitat, Tavernaro ed Imperial Grumo.

L’Ac Mezzocorona sarà regolarmente al via del prossimo campionato di Eccellenza di calcio. Questo nonostante le difficoltà e con deroga della Figc trentina, che ha permesso ai gialloverdi di andare a giocare ad Avio.

Il pilota trentino Christian Merli è stato protagonista della recente “Rieti–Terminillo”, gara di velocità in salita che ha visto il driver di casa nostra chiudere al secondo posto (dietro Faggioli) a bordo di una Osella FA30.

La scelta di Sebastiano TRENTO Se si chiede a Sebastiano Thei quale sia la più grande aspirazione per il suo futuro da pallavolista, il giovane atleta risponde che si è già realizzata. “Ero solo un ragazzino quando ho assistito alla vittoria della Trentino Volley del suo primo scudetto. Quest’anno ho vissuto questa esperienza da membro della squadra. Un’emozione fortissima, che credo sia impareggiabile”. Un esordio ufficiale nella squadra dell’Argentario ed uno ufficioso in spiaggia a colpi di beach volley con il padre, alcu-

Stefania Scartezzini

IN BREVE

TENNIS

Melania Delai sorride

Gaia & Nicola redattore del QuiTrento e QuiRovereto, per il vostro matrimonio. I colleghi del Qui vi augurano un futuro radioso e felice!

mentalità sono state quelle giuste. Sono così arrivate vittorie in sequenza fino alla finalissima, nella quale ha avuto la meglio 6/3 e 6/1 su una rivale ostica come la croata Katarina Duic Plumtree. In coppia con la Lovric ha centrato il secondo posto nel doppio.

foto: melaniadelai.it

CONGRATULAZIONI

TRENTO La giovanissima tennista trentina Melania Delai, classe 2002, ha di che sorridere. Questo perché pochi giorni fa è tornata dalla Slovenia con in tasca il primo posto nella prestigiosa Krka Cup, prova internazionale rivolta alle Under 14. Un sigillo che arriva a coronare un 2015 finora strepitoso per la tennista di Trento, capace di arrivare a conquistare le semifinali al torneo di Messina, di entrare nelle prime cento posizioni al mondo per le Under 14 e salire, unica in Italia al momento, ad un punteggio di 2.8 nelle classifiche nazionali. In Slovenia fin da subito l’approccio e la


SPECIALE AGOSTO IN TRENTINO

AGOSTO

14

I trentini Martina, Serena, Francesco, Elia, Patrizia, Davide, Nicola, Caterina e l’altoatesina Anna sono pronti a partire per il Giappone per partecipare alla ventitreesima edizione della Jamboree, il raduno mondiale degli scout. Nei giorni scorsi è arrivato il saluto anche delle istituzioni trentine, che hanno affidato a questi ragazzi il ruolo di “ambasciatori” del nostro territorio. I ragazzi sono stati scelti come rappresentanti dei 23 gruppi di scout presenti sul territorio e provengono da Trento, Rovereto, Carisolo, Arco e

Gli scout del Trentino protagonisti in Giappone Sono in nove, otto trentini ed una ragazza altoatesina, i giovani chiamati a rappresentare il Trentino alla “Jamboree”, il raduno mondiale degli scout che quest’anno sarà ospitato dal paese del Sol Levante. Nell’occasione, insieme agli altri scout italiani, parteciperanno il 6 agosto ad una cerimonia di commemorazione delle vittime della bomba atomica. Mori. Il raduno in Giappone coincide con il 70° anniversario delle esplosioni atomiche di Hiroshima e Naga-

AD AGOSTO fino al

40o% nto*

di sc

Iscriviti entro il 31 agosto per te uno sconto fino al 40%* *Per iscrizioni a partire da 3 livelli di Personal o Professional English

saki. Una rappresentanza trentina degli scout sarà così presente il 6 agosto alla commemorazione delle

vittime, alla quale parteciperanno numerosi capi di Stato, per lanciare un messaggio di pace.

L’INGLESE CHE TI METTE IN PRIMO PIANO


SPECIALE AGOSTO IN TRENTINO

15

Il Baldo Speziale Ex Africa al Muse

sarà “Caccia al tesoro... botanica” attraverso le piante del Giardino. Sono poi a disposizione passeggiate a cavallo pony, oltre a caccia al tesoro e la visita guidata all’Orto dei Semplici. Spazio anche ad una mostra di ricami e all’esecuzione del “Magnificat”. Durante la giornata di domenica, accanto alle iniziative sopra citate, si potrà godere di qualche momento di relax al fresco sorseggiando un buon aperitivo dalle 18 in poi. Si chiuderà tutto domenica sera, con una esibizione di ballo liscio nello spazio pedonale.

Prima assoluta in Italia, la mostra “Ex Africa” presenta fino al 10 gennaio 2016 un’estesa panoramica dell’opera di Jonathan Kingdon, autorevole studioso di fauna africana, artista e illustratore naturalistico. I contenuti della mostra – articolata in tre sezioni – spaziano dalla tradizione europea del disegno anatomico, con le illustrazioni dei mammiferi africani che hanno reso Kingdon famoso per i suoi libri e le guide faunistiche meravigliosa-

mente illustrate, a forme espressive più astratte nelle sezioni dedicate al tema dell’evoluzione biologica e dei segnali visivi nella comunicazione animale. Un sorprendente itinerario scientifico e artistico alla scoperta dell’evoluzione e della biodiversità animale in Africa. Per informazioni e contatti: Muse – Museo delle Scienze Web: www.muse.it Telefono: 0461 – 270311

foto: Fabio Pupin

Passeggiate, concerti, momenti per approfondire l’aspetto scientifico e farmacologico delle erbe officinali, alla scoperta della straordinaria flora del Monte Baldo. Nel fine settimana dell’8 e del 9 agosto ritorna la manifestazione promossa sull’altopiano di Brentonico dal Patto Territoriale Baldo Garda, realtà che riunisce i Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Nago e l’Apt di Rovereto e della Vallagarina. Al centro di tutto ci sono una serie di iniziative incentrate sull’offerta turistica e ambientale del territorio, grazie ad un ricco programma di attività. Si partirà sabato con l’apertura de “Il mercatino degli speziali”, mentre dalle 10 alle 17 spazio a “L’orto in cassetta”, laboratorio per bambini dai 6 ai 12 anni. Contestualmente


SPECIALE AGOSTO IN TRENTINO

16

Un festival fra le rocce e il cielo Un evento che preferisce la montagna lenta, nella convinzione che le migliori soluzioni maturano col tempo, che concede profondità, armonia e consapevolezza torna in Vallarsa dal 20 al 23 agosto prossimi.

Grafica: QuiMedia

“Tra le rocce e il cielo”, il Festival della montagna vissuta con consapevolezza torna in Vallarsa dal 20 al 23 agosto. L’Om Selvadeg e l’antica sapienza culinaria delle Alpi, la Grande Guerra e i conflitti di oggi, le migrazioni generatrici d’identità e la situazione del Nepal sono questi gli argomenti che verranno trattati in questa edizione del festival organizzato dall’associazione culturale Tra le rocce e il cielo in partnership con Accademia della montagna del Trentino, che si svolge nel suggestivo e incontaminato ambiente della Vallarsa. Come da tradizione i temi proposti saranno indagati attraver-

so mostre, film, incontri, uscite sul territorio, convegni, laboratori, concerti, spettacoli e presentazioni di libri. Quest’anno, in occasione del centenario dell’entrata in guerra dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, “Tra le Rocce e il Cielo” dedica due delle sue quattro giornate alla storia. La Prima Guerra Mondiale sarà però solo uno dei temi di queste due giornate, e molta attenzione sarà dedicata ai conflitti attuali. Queste tematiche verranno affrontate attraverso conferenze, mostre, escursioni. Non mancheranno gli spettacoli come “Attenti alle austriache”, all’interno di Forte

• ASSISTENZA TECNICA • IMPIANTI ANTENNA TV-SATELLITARI • DIGITALE TERRESTRE ROVERETO (TN) Viale Vittoria, 20 - Tel. e Fax 0464 357605 Cell. 348 8582286 - email: speziani.stefano@gmail.com

Pozzacchio visitabile con escursioni organizzate, e “Stupido Risiko” di Emergency. Alla Campana dei Caduti, sul colle di Miravalle, verrà messo in scena lo spettacolo multimediale di Paolo Fanini “Il crocevia delle coscienze”. La giornata d’apertura si concentrerà sull’arte e la vita in montagna. L’Om Selvadeg, l’uomo che nella mitologia ha donato il formaggio all’uomo, sarà il filo rosso di una conferenza, un laboratorio per bambini, una cena a tema a base di formaggi, un’escursione in malga e di un concerto che vedrà esibirsi Theo Teardo sul magico sfondo delle affascinanti fotografie di Charles

Frégér. E infine una giornata sarà dedicata alle lingue madri. Il convegno “Migrazioni generatrici d’identità” indagherà come i flussi migratori hanno influenzato il formarsi delle comunità minoritarie tradizionali della regione e dell’intero arco alpino. È prevista la visione del film “Io sto con la sposa” e l’esibizione del gruppo di musica occitana “Corou de Berra”, che da più di vent’anni sperimenta sul canto polifonico delle Alpi meridionali. Per informazioni e programma completo: Sito: www.tralerocceedilcielo.it

telmi .it


SPECIALE AGOSTO IN TRENTINO

17

Torna il TEDx partecipare, come speakers, è già on–line sul sito di TEDx Trento. TED è un’organizzazione internazionale no–profit nata nel 1984 in California con l’obiettivo di “diffondere idee che meritano di essere condivise”. TEDx Trento promuove l’innovazione sociale coinvolgendo il territorio e i principali protagonisti, pubblici e privati, dell’ecosistema dell’innovazione. “Ideas worth spreading” è il motto di TEDx, associazione presente in tutto il globo.

A Castel Beseno Anche quest’anno Castel Beseno, il maniero che domina la Vallagarina, sarà teatro di suggestive rievocazioni storiche nei fine settimana estivi. Oltre al consueto appuntamento dell’8 e 9 agosto con il grande evento “All’armi, all’armi” dove il maniero sarà preso d’assalto da centinaia di armigeri, Castel Beseno proporrà da sabato 18 luglio l’atmosfera cinquecentesca dei campi di battaglia con tende, soldati, armi, stendardi, abbigliamento ed attrezzature che

foto: behance.net

Ferve il lavoro a TEDx Trento che ha in programma due eventi importanti: il 6 settembre ai piedi del Cimon de la Pala, Pale di San Martino nelle Dolomiti patrimonio dell’umanità, con “Dolomiti ASSOLUTO”; il 28 novembre a Trento, al Teatro Sociale, con “Il Coraggio di Osare”. Il primo appuntamento fa parte di TEDx Salon, cioè coinvolge gli appassionati di TED fra un TEDx e l’altro. “Il Coraggio di Osare” è la III° edizione di TEDx Trento. La Call per poter

NOVITÀ

ricreeranno la vita quotidiana del tempo e l’atmosfera degli assedi e delle battaglie. Le animazioni, che prevedono la presenza di una decina di re–enactors con relativo accampamento, si terranno nelle giornate di sabato e domenica dal 18 luglio al 30 agosto dalle 11.00 alle 17.00. Nei due giorni di attività si alterneranno gruppi di rievocazione storica appartenenti al Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche.


SPECIALE AGOSTO IN TRENTINO

18

Poste, accordo Le compagnia per lo Spazio Off per il palazzo (Rovereto), Teatrincorso, Teatro E, Multiverso teatro (Trento), Aria Teatro (Pergine Valsugana). I cinque progetti selezionati avranno quindi la possibilità di usufruire di tre tipologie di spazi per provare, negli spazi del teatro Sanbapolis, per allestire e produrre il proprio progetto di spettacolo.

sentres.com

foto: nuovirumori.it

Sono cinque i progetti selezionati nell’ambito di “OFF/Sanbàpolis – Residenze diffuse 2015”, il bando indetto da Opera Universitaria, Centro Servizi Culturali S. Chiara e Spazio OFF di Trento per offrire l’ospitalità di residenze teatrali a compagnie professionali e universitarie del territorio provinciale. A fronte di sette progetti pervenuti, la commissione giudicante ha ritenuto di ammetterne cinque, presentati da altrettante realtà professionali del territorio: Evoè Teatro

Decisione della Giunta provinciale nei giorni scorsi riguardante la riqualificazione di quella parte di centro storico della città di Trento, di grande interesse urbanistico, che ruota attorno allo storico Palazzo delle poste di via Calepina. Un edificio di grande pregio architettonico che sarà riqualificato, con l’insediamento di funzioni non previste dall’attuale destinazione di zona del Piano regolatore generale. Da qui la necessita di una variante allo strumento urbanistico che oggi la Giunta provinciale, su richiesta del Comune di Trento ha autorizzato, approvando uno schema di accordo pubblico privato fra Provincia, Comune di Trento e Gruppo poste italiane. La procedura è stata attivata considerando l’interesse pubblico della riqualificazione dell’area in questione e dell’edificio delle poste

che sarà utilizzato con funzioni miste, anche commerciali, prevalentemente aperte al pubblico. Lo schema d’accordo preliminare è necessario per procedere alla successiva predisposizione degli atti di variante al PRG di Trento, che saranno poi approvati dal Consiglio comunale. Gli accordi fra soggetti pubblici e privati sono sottoscritti per recepire nel PRG proposte e iniziative di rilevante interesse pubblico. In questo caso, l’interesse pubblico si riscontra in primo luogo nel recupero dell’edificio storico delle poste, progettato dall’architetto Angiolo Mazzoni, potendo cosi anche contribuire alla riqualificazione di un parte del centro storico cittadino di grande interesse urbanistico, attualmente marginalizzato rispetto ai normali flussi di fruizione della città.


SPECIALE AGOSTO IN TRENTINO

Un festival tutto in bianco e nero I tasti dei pianoforti saranno gli assoluti protagonisti di “Più piano”, la rassegna concertistica organizzata dall’associazione “Sonora Mente” propone una serie di esibizioni che avranno tutte il pianoforte al centro. L’Associazione “Sonora Mente” organizza l’ottava edizione del Festival concertistico “Più piano”,

che assume da quest’anno una dimensione più compiutamente regionale. Il programma è stato

illustrato nei giorni scorsi a Trento, nell’ambito della piattaforma di comunicazione “Cultura Informa” dai direttori artistici Edoardo Bruni e Monique Cìola. Cresce anno dopo anno il Festival “Più Piano” che dal Trentino, dove è nato nel 2008, si allarga sul territorio dell’Alto Adige con un calendario di concerti sempre più ricco e variegato. Quest’anno, infatti, anche grazie al contributo della Fondazione Sparkasse Bozen e della Banca Sparkasse Bozen, verranno realizzati quattro concerti sul territorio della provincia di Bolzano (due a Caldaro e due a Bressanone). Gli appuntamenti, in programma a partire dallo scorso 28 luglio, spaziano dal recital pianistico alle formazioni cameristiche del duo e del trio, ospitando strumenti ad arco, strumenti a fiato ed anche la voce. Proseguono e crescono anche le altre specifiche peculiarità del Festival. La rassegna, caratterizzata dalla presenza del pianoforte in ogni concerto, propone ogni anno un concerto speciale dove le

19

tastiere incontrano un’altra arte, che nel 2015 sarà la poesia. Nei concerti del 25 agosto a Pinzolo e del 26 agosto a Dimaro, un attore teatrale (Vito Basiliana) reciterà poesie dei grandi classici dell’Ottocento e Novecento, accostandosi ed intrecciandosi alle esecuzioni musicali del duo Albertini – Bruni (armonica a bocca e pianoforte). Quest’anno verrà dedicata speciale attenzione a uno dei più grandi pianisti e compositori del Novecento, il russo Alexander Scriabin (1872–1915), di cui ricorre quest’anno il centenario della morte: in numerosi concerti gli verrà reso omaggio tramite esecuzioni di sue composizioni (17, 19, 20, 21 agosto); in particolare questo omaggio troverà il suo culmine nella maratona scriabiniana del 19 e 21 agosto a Bressanone, dove il pianista e compositore tedesco Martin Münch, interprete scriabiniano riconosciuto e stimato a livello internazionale, eseguirà in due serate l’integrale delle sonate per pianoforte.


VAL DI NON

SPECIALE VAL DI NON

foto: chartagena.blogspot.com

20

Il passato rivive nei castelli della Val di Non Disseminati lungo tutta la vallata ecco antichi manieri carichi di storia e di leggende, dall’imponente Castel Thun ai manieri Valer e Malgolo. Molti di questi edifici sono ora diventati delle residenze private, ma che contengono un importante patrimonio artistico e culturale che rappresenta un fiore all’occhiello dell’offerta della valle. aspetto elegante e imponente: è il caso dei magnifici Castel Thun, Castel Valer e Castel Malgolo. Molti castelli sono stati trasformati in eleganti residenze private, ma è suffifoto: panoramio.com

Visitare la Val di Non in estate non vuol dire “solamente” godersi un angolo di verde importante del nostro Trentino o un luogo ricco di eccellenze. Questo grazie alla storia della “valle delle mele”, grazie alle tante testimonianze del passato che sopravvivono attraverso palazzi e castelli disseminati lungo tutta la vallata. Nascosti tra fitti boschi o imperanti su immense distese di meleti questi antichi palazzi testimoniano la storia antica e gloriosa delle terre d’anaunia. Talora si presentano come suggestivi ruderi a picco sulla roccia, come il romantico Castello d’Altaguardia, altre volte invece conservano il loro antico

ciente una visita a Castel Thun per rendersi conto della ricchezza del patrimonio castellano anaune. Altrettanti eleganti palazzi sono stati sapientemente restaurati e oggi sono sedi di mostre, esposizioni temporanee di grande importanza e possono essere visitati in tutto il loro splendore. Sopra un’isolata collina circondata da frutteti, sulla riva delle acque del Lago di Santa Giustina a pochi metri dal capoluogo della valle, sorge maestoso Castel Cles. Lo stretto ponte di legno di origine romana, a controllo del quale era sorto il castello, riposa ormai da più di mezzo secolo sommerso nelle acque del bacino artificiale. I fitti boschi circostanti e il monotono scorrere delle acque dei torrenti

Rabiola e Novella custodiscono gelosamente l’antico Castello di Castelfondo un tempo protagonista dei principali eventi politici della Val di Non. Il castello di Coredo si trova sul dosso vicino al paese, dove si trova anche l’antica chiesa. È circondato da un parco secolare per cui è poco visibile dal basso. Particolarmente ricchi di fascino si presentano poi essere i diversi castelli Belasi, Bragher, di Castelfondo, Corona e di Nanno. Castel Visione, infine, sorge poco sopr l’abitato di Vigo di Ton. Si tratta del primo castello posseduto ed abitato dalla nobile famiglia dei Tono, costruito in posizione strategica nel 1199 a presidio dell’antico ponte della Rocchetta, snodo molto importante. .


SPECIALE VAL DI NON

21

Le proposte della Rifugio Sores malga di Coredo e Sores Park Un paradiso a due passi dal cielo, immerso in un ambiente naturale tutto da scoprire con passeggiate tra boschi e radure a misura di famiglia: è Malga Zuol, detta anche Malga Nuova di Coredo, un luogo dove la natura è amica e la famiglia di Lino Rizzardi e Micaela Widmann accolgono turisti e clienti che, prima di tutto, sono amici. Zona perfetta per l’alpeggio, la fattoria didattica è la meta giusta per le gite insieme ai bambini che avranno la possibilità di vedere nel loro ambiente mucche, cavalli, capre, pecore, maiali, galline, anatre e oche, le arnie didattiche con le api, la scoperta delle antiche tradizioni, come l’estrazione dalla resina dai larici, il mugòlio, l’arnica, la calendula, la trementina e l’ont dal dai. Igor, il figlio più grande, spiegherà i passaggi e le fasi di produzione del formaggio di malga. Malga e fattoria didattica

restano aperte fino a settembre. A disposizione dei clienti la cucina con i migliori piatti della cucina nonesa. Imperdibili i tortei de patate, i canederli ed il tonco del pontesel. La malga di Coredo è raggiungibile con qualsiasi tipo di autovettura. Novità 2015 al Solarium Predaia è l’ampio e soleggiato parco divertimenti nell’incantevole e suggestivo altopiano della Predaia con una vista mozzafiato sulle Dolomiti del Brenta. Per i bambini a partire dai 2 anni sono a disposizione il magico tappeto di risalita a bordo del “Tubby”, monsterroller, il tappeto elastico e un parco giochi con gonfiabili.

Bar ristorante

Solariu m Predaia con parco divertimenti per bambini e ragazzi, ideale per famiglie. Località Predaia 38010 Coredo - Tel. 0463 463015 www.solariumpredaia-malgacoredo.it

Il Sores, l’angolo naturalistico più bello dell’Altipiano della Predaia, è ricco di stimolanti opportunità. I percorsi acrobatici in altezza del Sorespark, arredati con elementi fantasiosi ed intelligenti, faranno esprimere il meglio di sè a grandi e piccoli dai 6 anni in su. Il Sorespark Kids con percorsi filoguidati gratificherà i bambini dai 2 anni ai 6 sotto gli sguardi compiaciuti dei genitori. Chi sta volentieri all’aperto e in tranquillità troverà il minigolf

nel nostro giardino ombreggiato. Per tutti la cucina del Rifugio Sores attingendo dai produttori locali, delizierà ogni palato con i piatti tradizionali e con i menù avventura. Siamo facilmente raggiungibili sia da Trento sia da Bolzano in tre quarti d’ora, vi aspettiamo! Per informazioni: Telefono: 0463 463500 Email: posta@sorespark.it Web: www.sorespark.it


CULTURA E SPETTACOLO

22 22

NOVITÀ EDITORIALI Irene Cocco e Pino Loperfido alla presentazione

TRENTO Ha raccolto un buon pubblico la presentazione, avvenuta qualche giorno fa, del libro “Doveva essere per sempre” scritto da Irene Cocco ed andata in scena alla libreria Ubik. È stato un dialogo intenso tra l’autrice, Irene Cocco, ed il giornalista e scrittore Pino Loperfido, il quale ha sviscerato gli aspetti più profondi del libro, mettendo a nudo alcune delle idee di fondo che l’autrice voleva trasmettere ai lettori. “Volutamente mimetizzati i riferimenti letterari e le affermazio-

Doveva essere per sempre... re, il distacco, la malattia, senza per questo trasmettere cupezza e rassegnazione, bensì un vago e inspiegabile afflato consolatorio. La vicenda narra di Lukas e di Maria, i due si amano di un amore profondo e totale. Durante una vacanza in Russia, lui viene aggredito e rischia di morire. L’episodio li segna. Da quel momento, infatti, inizia-

TEATRO

no a vivere come sospesi, tra la mondanità del centro di Bolzano e l’intimità della natura circostante. Tutto sembra apparentemente sereno, eppure un’attesa misteriosa cresce e si insinua tra loro. Come tra le pagine di un romanzo russo, la fragilità della condizione umana colora ogni gesto ed ogni parola. Attraversando giorni

che sembrano immobili, Maria e Lukas incontrano nuove amicizie che spesso paiono àncore di salvezza nell’assurdità del vivere. E tutto scorre. Fino a quando nelle loro esistenze non irrompe Sam, ragazza imprigionata in un matrimonio con un uomo violento. Sarà proprio lei a celebrare l’epilogo di questa storia.

MUSICA foto: cultura.trentino.it

ni di poetica” afferma Loperfido, questo per dare al lettore la possibilità di scelta su come leggere il libro. È una storia d’amore, ma non è certo un romanzo rosa. È una storia degli anni Duemila, ma evoca scenari ottocenteschi. È un libro di fiction, ma ci parla degli aspetti più censurati e censurabili della condizione umana: il dolo-

COME D’AUTUNNO...

> TRENTO | Forte Roncogno, passo del Cimirlo | Ore 18 Raggiunto il passo del Cimirlo si può lasciare lì l’auto e poi dirigersi a piedi verso Forte Roncogno, posto su un terrazzamento naturale ai piedi del monte Celva. Sarà quello il palcoscenico naturale di “Come d’autunno sugli alberi le foglie”, lo spettacolo di Michele Comite dedicato alla Grande guerra. Si tratta di un viaggio nell’Europa del primo conflitto mondiale attraverso D’An-

nunzio, Trilussa, Kafka, Agatha Christie, Otto Dix, Scalarini, Kathe Kollwitz, Raemaekers e molti altri poeti, artisti, uomini e donne che grazie ai loro diversi linguaggi artistici ci conducono in quel “tremendo festino di Moloch, stanza dell’ammazzatoio di Barbableu” come definisce la guerra Clemente Rebora. In uno spettacolo ad ingresso libero che unisce danza e teatro.

FINO AL

25 AGOSTO

I MARTEDÌ DELLE BAND > TRENTO | Ore 21 | Giardino Santa Chiara

Info: www.trentinograndeguerra.it

5

AGOSTO

Questo mese di agosto sarà quello clou per la rassegna “I martedì delle band”, che vedrà giovani gruppi musicali trentini alternarsi sul palco allestito nel Giardino Santa Chiara. Questo perché saranno ben quattro gli appuntamenti in programma durante le prossime settimane, prima del gran finale del 1° settembre con l’esibizione dei Next Point. Si inizia martedì 4 agosto con gli Hot Musta-

Info: 800013952

che, quindi spazio sette giorni dopo (11 agosto) ai Beavers from Mars (nella foto). Passato il Ferragosto, il 18 agosto, ecco l’esibizione dei Malaga Flo, prima di lasciare spazio ai The Rumpled Folk Band martedì 25 agosto. Tutti i concerti prendono il via alle ore 21 e sono ad ingresso libero. L’idea è quella di dare l’occasione alle giovani band trentine di farsi conoscere.


IN QUESTO VORWERK POINT L’ASSISTENZA E LE RIPARAZIONI SONO DI CASA

Vorwerkpoint.trento

Al Valsugana Shop Center · Assistenza esclusiva · Ricambi e consumabili · Vendita linea green · Riparazioni su appuntamento

Porta questo buono e ricevi un omaggio! Via Tamarisi 2 - Pergine Valsugana - tel: 0461 530903

siamo aperti anche sabato e domenica

Quitn 15 2015  
Quitn 15 2015