Page 1

/ MAGGIO 2018

SALUTE

Intimo e moda mare fino alle taglie grandi

Misuratori di pressione precisi e affidabili

INSERTO SPECIALE > 76.000 COPIE

La medicina oggi

Cure fai da te e mali di stagione Bendaggi attivi per lo scarico e stabilizzazione dell’articolazione

Deambulatore Leggero, elegante, pieghevole, con seduta

Salute e benessere Diete e cure naturali

Palloni da ginnastica

MERANO Via Otto-Huber 78-80 T 0473 055730 Via Max Valier 3/A T 0473 272727

BRESSANONE Viale Ratisbona 14 T 0472 831066

www.vitaplus.it

Assistenza quotidiana Istruzioni per l'uso


Ortopedia & Traumatologia

Clinica privata ad Ortisei

Fisioterapia

via J. B. Purger 181 tel. 0471 086 000

Ambulatorio a Bolzano via Innsbruck 25 tel. 0471 054 600

Hotline:

0471 086 000 info@dolomiti-sportclinic.com www.dolomiti-sportclinic.com


SALUTE

EDITORIALE La salute è una condizione necessaria ma non suffi ciente per il benessere di una persona. Come sappiamo bene, è possibile godere di ottima salute ma vivere malissimo. Meglio, quindi, distinguere, almeno per una volta, la salute dal benessere. E così abbiamo fatto. Nella prima e nell'ultima parte di questo numero ci siamo, quindi, occupati di salute: delle cure, dell'assistenza sanitaria e della relativa informazione. Rispetto a quest'ultimo punto di vista, la rete internet risulta essere uno strumento straordinario, ma un suo utilizzo superficiale può, purtroppo, provocare danni irreparabili. Questo accade perché la rete ci permette di trovare esattamente quello che vorremo sentirci dire, comprese soluzioni facili a problemi estremamente complessi o dolorosi. Finché ci si limita a credere che il presidente John Fitzgerald Kennedy sia stato sequestrato o ucciso dagli alieni, gli effetti negativi sono circoscrivibili, ma se ci si illude di curare un tumore con il bicarbonato è chiaro che si rischia molto di più. Lo spiega bene Gerardo D'Amico nell'intervista che, non casualmente, apre questo speciale. Nelle pagine successive, però, troveranno spazio anche gli effetti "comici" delle cure "fai da te" nonché pratiche, terapie e comportamenti che hanno a che fare con la qualità della nostra vita quotidiana. Una dieta "intelligente", alcune cure "naturali" e le novità tecnologiche possono infatti aiutarci a superare malanni e acciacchi dovuti all'età o allo stress. Il tutto, ricordando che solo una corretta informazione basata su dati scientifici e verificati può aiutarci a scegliere la cura migliore, senza dimenticare che chi non ha grossi problemi di salute dovrebbe davvero fare il possibile per vivere bene. Perché anche un'eccessiva attenzione alla propria salute può avere effetti collaterali: può costringerci a vivere da malati per morire sani. E non è una grande idea.

Massimiliano Boschi

INDICE Pag. 4

LA MEDICINA OGGI

Pag. 12

SALUTE E BENESSERE

Pag. 28

ASSISTENZA QUOTIDIANA

Direttrice responsabile Cristina Ferretti | Testi a cura di Massimiliano Boschi eccetto quelli siglati (p.r.*) | Idea grafica Odd - Diodoro Oscar Tiratura complessiva QuiMedia 76.000 | Prodotto da QuiMedia - Via Wolkenstein 4, 39100 Bolzano | Coordinamento Pubblicità Barbara Sonetti pubblicita@quimedia.it - Tel. 0471 081 583 | Editore e Stampa Athesia Druck srl - Via del Vigneto 7, 39100 Bolzano | Foto Shutterstock (p.r.*) - Pubbliredazionale | È vietata la riproduzione parziale e totale di testi, immagini e pubblicità dei magazine e quindicinali QuiMedia.

MAGGIO 2018

3


La medicina oggi Cure fai da te, bufale e mali di stagione

Bugiardini, "bugiardoni" e allergie. I danni delle "fake news" in medicina, i risvolti (non solo) comici delle cure "fai da te" e come provare a sfuggire a pollini e raffreddori da fieno.

“TROPPI CIARLATANI IMPUNITI” Come i “miracoli” possono trasformarsi in tragedie. Intervista a Gerardo D'amico

Gerardo D'Amico ha lavorato a "Il Mattino", a Telemontecarlo e a "L'Espresso" prima di di passare in Rai dove ha collaborato alle rubriche del Tg2 “Diogene” e “Medicina 33” e ha condotto "Articolo 32" per il Giornale Radio Rai. Attualmente è vicecaporedattore, responsabile per l’informazione sulla salute di Rainews24 dove conduce la rubrica "Basta la salute". È, quindi, la persona più adatta per descrivere il particolare momento che sta vivendo la divulgazione medica, sempre più spesso costretta a rettificare, precisare o smentire quanto pubblicato su un blog o diffuso a macchia d'olio su un social network. Una situazione che ha spinto la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e odontoiatri a creare il sito "dottoremaeveroche" allo scopo di smontare le "bufale" sulla salute e rafforzare il rapporto con i pazienti. Anche se, va detto, non è la prima volta che in Italia ci si ritrova a discutere di terapie "miracolose" non ritenute tali dalla medicina ufficiale.

D'Amico, è davvero un momento particolare o è un problema che si ripresenta ciclicamente ogni decina d'anni? "Si ripropone ciclicamente, ma vorrei sottolineare come i ciarlatani non esistano solo in Italia. Pensiamo a Andrew Wakefield, il medico inglese noto per aver pubblicato su "Lancet" i risultati di una ricerca fraudolenta in cui sosteneva la correlazione tra il vaccino trivalente (morbillo, parotite, rosolia) e la comparsa di autismo e malattie intestinali. Si scoprì che era stato pagato per alterare i risultati. A seguito di un'inchiesta del Sunday Times, il General Medical Council britannico verificò che Wakefield aveva agito in modo disonesto e irresponsabile e Lancet pubblicò una ritrattazione evidenziando come i contenuti fossero stati falsificati. Ma è anche il caso di Rike Geerd Hamer, medico tedesco radiato dall'albo professionale in Germania che teorizzava come il cancro fosse causato da traumi improvvisi e drammatici che andrebbero af-


SALUTE

frontati con la psicologia. Morto l'anno passato, è stato indagato e condannato in diversi paesi europei per vari reati tra cui l'esercizio abusivo di professione medica e la frode". Mal comune mezzo gaudio?

"Il medico si occupa di problemi di salute anche gravi e non possiamo permettere che arrivi a consigliare rimedi che non hanno nessuna evidenza scientifica"

"Assolutamente no, anche perché il problema è che negli altri paesi i medici truffatori vengono radiati o allontanati in tempi rapidissimi, da noi sembra impossibile. È di questi giorni il caso dell'odontoiatra di Torino che, rifacendosi alle teorie hameriane,

Ma la diffidenza contro la medicina ufficiale ha qualcosa a che

ha dato indicazioni terapeutiche a una donna malata di carcino-

fare con quella contro la politica?

ma mammario. La donna è morta e la Commissione Albo Odonto-

“Non credo, forse solo in minima parte. Anche un anti vaccinista

iatri ha sospeso il medico per sei mesi. Non molto diversa è stata

va in ospedale se gli si rompe un braccio. Occorre fare capire che

la punizione per l'omeopata che ha consigliato alla famiglia di un

l'importanza della legge sull'obbligo dei vaccini sta nella salute

bambino marchigiano di sette anni di curare l'otite con l'omeopa-

pubblica, che si stanno proteggendo le vite dei vaccinati e dei

tia, sconsigliando l'uso della tachipirina. Francesco è deceduto,

loro conoscenti. Sono regole di convivenza che tutelano la no-

mentre il medico è stato sospeso per un anno dall'esercizio del-

stra salute proprio come quelle sui limiti di velocità sulle strade o

la professione medica. Mi sembra evidente che, a differenza di

sul divieto di fumo nei luoghi pubblici. Nei paesi in cui l'obbligo

altri paesi, a noi manchi la giusta reazione a certi avvenimenti.

vaccinale non esiste è perché non serve. La popolazione si fa

A livello locale ci sono troppe accondiscendenze rispetto a per-

vaccinare anche senza una norma che li obblighi”. ■

sone che andrebbero sanzionate e radiate celermente. Il medico si occupa di problemi di salute anche gravi e non possiamo permettere che arrivi a consigliare rimedi che non hanno nessuna evidenza scientifica". Anche i giornalisti hanno qualche responsabilità? "Sicuramente sì, non passiamo limitarci a registrare cosa accade illudendoci fare soltanto cronaca. Non possiamo pubblicare due box affiancati e in uno mettere l'opinione di uno scienziato e nell'altro quella del fuffologo di turno. Non è deontologico né corretto, sarebbe come dedicare lo stesso spazio a uno stupratore e alla sua vittima. Non si possono equiparare vero o falso, se lo facciamo tradiamo la deontologia professionale. Come non è corretto dare lo stesso spazio a un medico che studia da anni i vaccini e a un senatore che non ha nessuna competenza specifica e crede alle scie chimiche o ai microchip sotto pelle"

Per la tua salute DUltrasuono: Addome , Tiroi-

de, Cuore , Doppler dei vasi del collo Dcardiologia e medicina interna: ecocardiografia, ECG, ECG a lungo termine e sotto sforzo, spirometria, screening per apnea del sonno, monitoraggio pressorio 24 ore

Ddermatologia Dconsulenza alimentare Dfisio-, ergoterapia & logopedia

Dterapia del dolore Dofferte pacchetti della salute

Dlaboratorio

Prevenzione & salute - Merano - 0473 447755 - info@martinsbrunn.it

5


6

SALUTE

I rischi del "fai da te" in medicina possono essere comici o tragici. Sempre più spesso, milioni di italiani consultano la rete internet per cercare una cura per il loro malanno e, proprio per evitare gli effetti nefasti, l'Unione nazionale medico scientifica di informazione (Unamsi) ha predisposto un apposito decalogo per salvarsi dalle “bufale”. Il testo completo si trova sul sito Unamsi.it, ma quel che interessa qui sono gli effetti meno tragici, quelli che potremmo definire di immedesimazione ed ansia, effetti già noti ancor prima dell'era digitale e brillantemente illustrati nelle prime pagine di "Tre uomini in barca" di Jerome K. Jerome. Nell'occasione, il protagonista si reca in biblioteca per leggere cosa scriveva l'enciclopedia medica sul piccolo malanno che l'aveva colpito: "Non ricordo più il primo morbo nel quale m’immersi – so che era un pauroso flagello devastatore – e prima che avessi dato un’occhiata a una metà della lista dei sintomi premonitori, ero già bell’e convinto di esserne affetto. Rimasi per un po’ agghiacciato d’orrore; e poi, nell’incuranza della disperazione, mi misi a voltare le altre pagine. Arrivai al tifo – ne lessi i sintomi – scopersi d’averlo (dovevo averlo da mesi senza saperlo) – mi domandai che altro avessi; incontrai il ballo di San Vito – trovai, come m’aspettavo, d’avere anche quello (...) Percorsi faticosamente e coscienziosamente tutte quante le lettere dell’alfabeto, e potei concludere che l’unica malattia che non avessi era il ginocchio della lavandaia. A questo sulle prime mi sentii un po’ offeso; mi sembrava che la cosa implicasse una specie di dispregio. Perché non avevo il ginocchio della lavandaia?".

Per esempio, un noto medicinale utilizzato per contenere gli stati febbrili indica questi possibili effetti indesiderati: “Macchie rosse, lesioni bollose con aree di distacco della pelle, vesciche, eruzioni della pelle (eritema multiforme, sindrome di Stevens Johnson, necrolisi epidermica tossica)”. “Necrolisi epidermica tossica” per un medicinale che prendiamo quanto il termometro segna due lineette sopra il 37?

EFFETTI COLLATERALI: INSONNIA E SUICIDIO

Ma non si pensi che sia un'eccezione. Passando al foglietto illustrativo di un diffusissimo analgesico, si legge: “Possono verificarsi ulcere peptiche, perforazione o emorragia gastrointestinale, a volte fatale, particolarmente negli anziani. Dopo la

Da internet ai bugiardini, gli effetti tragicomici delle cure “fai da te”

somministrazione sono stati riportati: nausea, vomito, diarrea, flatulenza, costipazione, dispepsia, dolore epigastrico, pirosi gastrica e morbo di Crohn”. Ecco qui, uno pensava di cercare un minimo di sollievo dal dolore e ci si ritrova gli intestini trasformati in una specie di Armageddon o più semplicemente defunti. Se questi sono i possibili effetti col-

Chi non ha provato simili sensazioni cercando in rete la cura

laterali dei farmaci più banali, è facile immaginarsi quelli provo-

su un proprio malanno? Purtroppo, però, ci sono letture ancora

cati da farmaci più complessi. Prendiamo un antimalarico a caso:

peggiori e più inquietanti: i bugiardini dei medicinali. È sufficien-

“Il farmaco può indurre sintomi che interessano lo stato mentale,

te consultare quelli dei farmaci più diffusi per rendersene conto.

come sogni anormali, insonnia, depressione, ansia, suicidio... ■

Il Decolleté dei miei Sogni

Un bel seno con un bellissimo Decolleté non sono solo un simbolo di femminilità, ma servono anche a rafforzare la fiducia delle donne a qualsiasi età. - Consulenza individuale - Uso di protesi mammarie di ultima generazione - Scelta della taglia che si adatta al corpo - Aspetto e sensazione naturale - Trattamento e controlli eseguiti da un’unica mano Prof. Alexander Gardetto, specialista di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica di fama Internazionale con tanti anni di specializzazione all’estero e fautore e responsabile del Reparto di Chirurgia Plastica dell’Azienda Sanitaria dell‘Alto Adige (2006 - 2016). “Il mio motto” Solo quando si sa come si ripristina un corpo, si sa anche come abbellirlo.

Centro di Chirurgia Plastica, Estetica e Chirurgia della mano

presso la Clinica Privata Brixsana – Via Julius Durst 28 – 39042 Bressanone Tel. 0472 824855 – alexander.gardetto@brixsana.it


SALUTE

Secondo l'enciclopedia Treccani, l'allergia "È un'alterazione ac-

Vista la diffusione del problema, il ministero della Salute ha pre-

quisita del modo di reagire di un organismo animale a sostanze

disposto un piccolo prontuario contenente alcuni consigli basilari

eterogenee (microrganismi, tossine, corpi proteici o di altra natu-

per chi soffre di queste allergie.

ra), venute a contatto con i tessuti e con le quali, in precedenza,

Ovviamente, il primo essenziale passo prevede che venga con-

l’organismo stesso abbia avuto contatto". Tra tutte, le allergie re-

sultato il medico curante o uno specialista per identificare gli

spiratorie sono le più diffuse nel mondo. Un dato su tutti: la rinite

allergeni a cui si è particolarmente sensibili e, di conseguenza:

allergica colpisce circa il 60% della popolazione europea e circa

"Stabilire un corretto programma preventivo-terapeutico da met-

il 20% delle persone colpite soffre di una forma grave di questa

tere in atto prima dell’inizio della stagione pollinica. A scopo pre-

malattia.

ventivo possono essere anche consigliati, quando è possibile,

ALLERTA ALLERGIE

Come prevenire uno dei “malanni” tipici della stagione primaverile

"il primo essenziale passo prevede che venga consultato il medico curante o uno specialista per identificare gli allergeni a cui si è particolarmente sensibili"

Scendendo nei dettagli, le allergie ai pollini sono caratterizza-

brevi soggiorni in clima marino durante il periodo della pollina-

te da starnuti, tosse, lacrimazione e, nei casi più gravi, tosse ed

zione, dato che al mare la concentrazione atmosferica dei pollini

asma. Come ben noto, con l'arrivo della primavera e la conse-

è relativamente bassa".

guente esplosione di fioritura delle piante, i pollini invadono l'aria

Prevenzione a parte, il ministero consiglia di seguire alcune pre-

e si depositano anche sulle mucose del naso, dei bronchi o della

cauzioni.

congiuntiva, con effetti che vanno dal fastidioso al dannoso.

Come solito si parte dall'informazione e si consiglia quindi di consultare i calendari pollinici, allo scopo di conoscere il periodo di fioritura delle piante responsabili delle manifestazioni allergiche o i bollettini dei pollini per conoscere effettivamente quali e quanti pollini siano diffusi nell’aria. Gli altri punti, invece, riguardano più concretamente gli accorgimenti da prendere nei periodi di pollinazione: "Evitare le uscite nelle ore di maggiore concentrazione pollinica, preferendo le uscite in prima mattina o tarda serata. Le gite in campagna sono da evitare, soprattutto se è presente vento e, in special modo occorre non passeggiare nei prati dove sia stato fatto di recente il taglio dell'erba, astenendosi daii viaggi in macchina o in treno con i finestrini aperti". Fin qui, nulla che non consigli anche il normale buon senso, a cui, però, il ministero aggiunge alcuni accorgimenti meno banali: "Se si viaggia in macchina, usare preferibilmente un impianto di aria condizionata, munito di filtri di aerazione anti-polline. Poi vanno evitate le attività all’aperto nelle ore centrali della giornata, soprattutto nelle giornate soleggiate e ventose, respirando attraverso il naso che filtra l'aria in entrata o indossare una maschera antipolvere. Si devono evitare inoltre le strade trafficate e le aree verdi, lavando con più frequenza i capelli, in quanto i pollini presenti nell’aria possono finire nella capigliatura e poi depositarsi sul cuscino durante il sonno. Vanno inoltre tenute chiuse le finestre nelle ore più calde della giornata". Infine, una considerazione utile per chi vive in città: "È stato osservato che l’effetto degli allergeni liberati dai pollini viene potenziato dall’azione degli inquinanti atmosferici emessi dai motori alimentati con derivati del petrolio”. In soldoni, non sperate che evitando le gite in campagna si risolva il problema. ■

7


SALUTE

LA FARMACIA AL PASSO COI TEMPI Tutti i servizi della farmacia Galilei

Un servizio moderno, dinamico ed efficiente. Questo offre la Farmacia Galilei di Bolzano. Nata in seguito al concorso pubblico del 2011 indetto dal decreto Monti e recepito in Alto Adige nel 2014, la farmacia inaugurata nel dicembre 2017, è stata realizzata ex novo in un edificio moderno in via Galileo Galilei 8c puntando su tecnologia, funzionalità e design innovativo. Il magazzino automatizzato è stato costruito completamente in vetro e a vista, esempio unico in Italia (nel mondo ne esistono solo altri due: uno a San Pietroburgo e un altro a Geru-

Parte integrante della Farmacia Galilei è il laboratorio galenico, adibito alla preparazione di medicinali e rimedi naturali sotto forma di sciroppi, collutori, capsule, creme, gel e gocce. Un secondo laboratorio adiacente è dedicato alla miscelazione di erbe officinali per la preparazione di tisane. La farmacia mette a disposizione i propri laboratori per la realizzazione di prodotti prescritti su ricetta medica e di rimedi personalizzati in base alle esigenze del cliente.

salemme) e per questo è meta di delegazioni di colleghi stranieri che vengono a visitarla e a vedere l'automazione gestita da un robot.

BAROPODOMETRIA REFERTO IN 24H completamente detraibile

• Valutazione anatomica e funzionale del piede • Studio della postura e delle sue variazioni patologiche

SPIROMETRIA REFERTO IN 24H completamente detraibile

Fai da noi il tuo esame per il controllo dei POLMONI

ELETTROCARDIOGRAMMA REFERTO IN 24H

Fai da noi il tuo esame per il controllo del CUORE

completamente detraibile

Info e prenotazioni: Tel. 0471 916034 Via Galileo Galilei, 8/C - 39100 Bolzano (BZ) info@farmaciagalilei.com

Parcheggio gratuito Orario continuato dalle 8:30 alle 19:30

Grafica: QuiMedia

8


SALUTE

9

Tè all'Altea, Tè alla Rosa Canina, Amaro Svedese. La titolare, la dott.ssa Roberta Fregna, ha voluto fermamente cercare soluzioni innovative non solo nella costruzione e nella architettura, ma anche e soprattutto nella scelta dei prodotti. Le linee cosmetiche sono eccellenti ed esclusive e spaziano dal naturale olistico, al termale, al funzionale cosmeceutico. Una grande attenzione è dedicata ai prodotti naturali: tisane di propria produzione, oli essenziali di altissima qualità e perfino un detersivo per lavatrice senza tensioattivi prelevabile con un proprio contenitore.

Provate i nostri prodotti galenici! Sono presenti in farmacia strumenti e macchinari che consentono di svolgere Ecg, Holter e Spirometria, con refertazione in 24 ore da parte di ospedali rinomati, come il San Raffaele di Milano e gli ospedali di Ravenna e Venezia. Viene effettuata la misurazione della composizione corporea grazie ad un Impedenziometro medicalmente riconosciuto, accompagnata da consigli di un esperto nutrizionista. Interessante è la valutazione della postura e della deambulazione grazie ad una tecnologia costituita da una pedana con sensori che registrano le pressioni esercitate dai piedi sul terreno nella fase statica e nella camminata. L’esame, detto baropodometria, è molto utile per valutare determinati difetti del piede e soprattutto per trovare rimedi definitivi e funzionali a patologie come dolori all’anca, al ginocchio, alla colonna

Gel vene giorno e notte, Balsamo pettorale bimbi, Spray alla Propoli, Deo crema, Pomata emorroidi, Sciroppo calcio - ferro.

vertebrale. C’è sempre una refertazione medica ortopedica e la possibilità di correggere il difetto con la realizzazione di plantari

La Farmacia Galilei dispone di un grande laboratorio per la gale-

completamente personalizzati.

nica (rimedi preparati direttamente dal farmacista con l’utilizzo di ricette riportate su testi ufficiali) in cui vengono prodotti sciroppi,

Infine vengono organizzate giornate a tema: esame della pelle,

gocce, pomate, spray e capsule, tutti preparati anche su ricetta

analisi della densitometria ossea per la prevenzione dell'osteo-

medica portata dal paziente, rispondendo così in modo persona-

porosi e promozioni dei prodotti cosmetici con prove in cabina.

lizzato alla richiesta del cliente. Due stanze separate sono adibite

Previste inoltre giornate dedicate all'indagine vascolare, esame

a numerosi servizi grazie alla collaborazione con diversi profes-

non invasivo utilizzato per dare informazioni sullo stato di salute

sionisti che prestano la loro attività all’interno della farmacia: un

delle vene e del sistema circolatorio.

nutrizionista, una naturopata, un floriterapeuta ed un fisioterapi-

La Farmacia Galilei offre parcheggio gratuito sotto l'edificio con

sta; in futuro sono previsti altri servizi, tutto per dare un’offerta

un comodo accesso e svolge servizio con orario continuato dalle

che sia la più ampia, accurata e professionale possibile.

8:30 alle 19:30. ■

Naturopatia Karin Bachmann

BIOIMPEDENZIOMETRIA con il nutrizionista Alberto Pelanda

Info e prenotazioni: Tel. 0471 916034 Via Galileo Galilei, 8/C - Bolzano info@farmaciagalilei.com

Grafica: QuiMedia

Consulenza per una vita consapevole

(p.r.*)


10

SALUTE

Basterebbe guardarsi intorno per comprendere le dimensioni del fenomeno, ma da qualche mese sono disponibili i dati di una ricerca scientifica che ha condotto uno studio su tremilacinquecento utenti in tutto il mondo per stabilire quante ore passiamo ogni giorno fissando uno schermo di uno smartphone. Bene, secondo questa ricerca, il 26% della popolazione utilizza lo smartphone per 7 ore al giorno il 21% dalle 5 alle 7 ore al giorno, il 29% dalle 3 alle 5 ore e il 20% da un’ora a 3 ore. Solo il 4% utilizzerebbe i moderni telefoni portatili per meno di un’ora. Ovviamente, le percentuali variano da paese a paese, ma ognuno di noi sa quanto sia difficile resistere alla tentazioni di

LE LENTI PER GLI SMARTPHONE

Fissare uno smartphone o un tablet vi irrita gli occhi? Ecco le lenti che filtrano la luce blu e offrono una visione più “rilassata”.

guardare il telefono non appena si ha un secondo libero. In Italia, gli studi più recenti dicono che il 48% dei cittadini si collega a internet da dispositivi mobili e ci passa almeno due ore al giorno. Ma se a questo aggiungiamo le ore passate davanti al pc o ad un tablet e quelle passate facendo "binge watching" (guardare serie televisive a oltranza per molte ore, in particolare quelle notturne) comprendiamo come, e quanto spesso, i nostri occhi siano sempre più attirati dallo schermo di un terminale, grande o piccolo che sia. Non meraviglia, quindi che ottici e oculisti si stiano occupando del problema con grande attenzione. Solo per fare un esempio, il “9° Congresso internazionale su aggiornamenti in contattologia e ottica oftalmica" che si è tenuto in Puglia lo scorso autunno, aveva come tema centrale proprio il “Digital eye strain: cause, individuazione e trattamenti dei problemi visivi associati all’utilizzo di sistemi digitali”. In particolare, i partecipanti al convegno hanno analizzato l’affaticamento visivo da utilizzo di sistemi digitali dal punto di vista optometrico, evidenziandone i problemi e gli effetti sulla superficie oculare e

diversi problemi non nascono unicamente dall'emissione della "luce

focalizzandosi sulla protezione dalla luce blu nociva.

blu", ma anche dall'eccessivo impegno dei nostri occhi che devono imparare a gestire nuovi “intervalli di distanze” per abituarsi alla di-

chirurgia oculare: "La permanenza prolungata di fronte agli schermi

stanza alla quale teniamo i differenti dispositivi digitali. A causa dei

porta ad una considerevole riduzione del ritmo di ammiccamento fi-

diversi tipi di "device" che utilizziamo, gli occhi sono sempre più co-

siologico, scatenando una serie di reazioni e alterazioni simili a quelle

stretti a mettere a fuoco e per questo, sono sottoposti a uno sforzo

della sindrome da occhio secco. Dall’altro, la postura gioca la sua par-

sempre più intenso. Sforzi che mettono in difficoltà il muscolo ciliare

te. Ma ancor maggiormente preoccupa il rischio a lungo termine del-

e il cristallino che devono continuamente adattarsi a dimensioni e di-

la sovraesposizione alla luce blu emessa dagli schermi digitali, che

stanze dei dispositivi per renderceli visibili nel miglior modo possibile.

penetra in profondità nell’occhio e potrebbe essere responsabile di

Per evitare tutte queste problematiche, sono state create apposite

alterazioni a livello del cristallino e della retina. Una possibile correla-

lenti per una corretta “visione digitale”. Si tratta di lenti che riducono

zione con l’insorgenza di cataratta e degenerazione maculare senile

gli effetti della luce blu, offrendo una visione più “rilassata”. Sono pen-

non è stata ancora esclusa".

sate per clienti di diverse fasce di età. Per tutti, per chi tra i 30 e i 40

Proprio per evitare queste problematiche, diverse aziende del setto-

anni incomincia ad avere i primi problemi di affaticamento e per chi

re ottico, si sono attivate per produrre lenti in grado di filtrare la luce

superati i 40 ha i primi problemi di presbiopia. Sono lenti studiate sia

blu e quindi di proteggere gli occhi da affaticamento e arrossamento.

per coloro che già utilizzano lenti monofocali che per coloro che non

Ma non si sono limitate a questo aspetto, come già accennato, infatti,

hanno mai utilizzato un paio di occhiali o lenti a contatto. ■

farmacia

apotheke

Servizi:

Specializzazioni:

» » » »

» » » »

Analisi intolleranze alimentari Analisi prima istanza Misurazione pressione Noleggio carrozine e deambulatori » Test intolleranza al lattosio

Celiachia Fitoterapia Cosmetica Omeopatia

Via Piave, 36/A - Merano · Tel. 0473 236606

Grafica: QuiMedia

Come sottolineato già diversi anni fa dall'Istituto Europeo di Micro-

ORARI DI APERTURA Lunedì - Venerdì 08:30 - 12:30 15:00 - 19:00 Sabato: 08:30 - 12:30 Domenica chiuso


SALUTE

In meno di due mesi dall'apertura, la “City

Al primo piano sono ospitati i 18 posti letto

Siamo una clinica assolutamente privata,

Clinic” di via Waltraud-Gebert-Deeg di Bol-

per la degenza ordinaria dove possono ri-

ma abbiamo stipulato una convenzione con

zano ha eseguito oltre trecento interventi

manere anche per settimane con adeguate

la Provincia per accedere ad alcuni servi-

chirurgici. Attiva in 9 settori: anestesia, ocu-

stanze aggiuntive come previsto dalla nor-

zi come quello di patologia per gli esami

listica, chirurgia generale e vascolare, gi-

mativa.

istologici, quello di microbiologia per gli

necologia, otorinolaringoiatria, ortopedia e

Al secondo piano, invece, è situato il re-

traumatologia, chirurgia estetica, urologia,

parto operatorio. Nella parte "day surgery"

odontoiatria, è ospitata in una struttura di

vengono ospitati i pazienti della chirurgia

2.500 metri quadrati con 3 sale operatorie,

diurna, quelli che necessitano di interven-

18 posti letto e 8 posti per la chirurgia in

ti, come quelli alla cataratta o alla chirurgia

"day surgery".

della mano, che permettono ai pazienti di

A questi numeri ne andrebbe aggiunto uno

rientrare a casa dopo poche ore. Terminata

altrettanto importante: 7, ovvero il numero

l'operazione, i pazienti “day surgery” pos-

dei medici che hanno deciso di fondare

sono, infatti, riposarsi in otto postazioni for-

questa nuova clinica privata. I dettagli li

mate da poltrone reclinabili prima del rien-

CITY CLINIC A MISURA DI PAZIENTE Dr. Bernhard Rainer

fornisce il presidente di City Clinic, il dottor

tro. Sempre al secondo piano sono ospitate

Bernhard Rainer: "La nostra clinica è stata

le tre sale operatorie di ultima generazione

esami microbiologici e per quei particolari

ideata da sette medici che operano in que-

(tutte conformi allo standard di sicurezza

esami del sangue che non siamo in grado

sto settore da anni e che conoscono molto

Iso5) e quattro posti letto per il post-ope-

di fare in City Clinic. Abbiamo stipulato una

bene le necessità dei pazienti. Medici che

razione in cui il paziente, dopo l'intervento,

convenzione anche con le associazioni di

sanno come deve essere concepito e pro-

può essere monitorato e supportato fino

soccorso (Croce Bianca e Croce Rossa) per

gettato un reparto clinico, dal numero di

alla dimissione.

cui chi lo desidera, in caso di alcuni traumi,

stanze, alle dimensioni delle stesse fino alle

Dati che mostrano l'importanza di un inve-

può essere trasportato direttamente in City

apparecchiature più adatte. Una struttura

stimento che il dottor Bernhard Rainer mo-

Clinic senza passare dal Pronto Soccorso

nata grazie all'investimento privato che non

tiva così: "Abbiamo voluto creare un centro

pubblico. Da questo punto di vista, stiamo

ha recepito finanziamenti provinciali".

chirurgico polispecializzato che guardi solo

lavorando intensamente con le società

alla qualità offrendo servizi di avanguardia

assicurative per evitare al paziente l'one-

La “City clinic” è suddivisa su tre piani: al

fornito da personale medico altamente

roso lavoro burocratico necessario dopo

piano terra, gli ambulatori che vengono

qualificato. Al momento, operano in City

l'intervento. Vogliamo che i nostri pazienti

utilizzati per l'attività quotidiana della strut-

Clinic circa 30 medici chirurghi, tutti liberi

si preoccupino solo della loro completa ri-

tura, ma anche quelli affittati ai medici che

professionisti che non sono dipendenti del-

abilitazione, mentre del lavoro burocratico

non hanno un proprio ambulatorio chirurgi-

la clinica e hanno i loro studi privati sparsi

intendiamo farcene carico noi, insieme alle

co e quelli adibiti a visite di controllo extra-

in tutto il territorio altoatesino. Medici che

società assicurative". ■

mediche (fisioterapisti etc..).

vengono da noi solo per operare i pazienti.

(p.r.*)

11


Salute e benessere Diete e cure naturali

Benessere: i cibi intelligenti, le cure tradizionali e l'attività fisica adatta ai tempi di oggi. Bagni termali e di fieno, cura dall'uva, saune finlandesi, bagni turchi, le nuove tendenze in palestra e la dieta "smart" di Eliana Liotta.

LA STORIA MILLENARIA DELLE TERME

Dalle “Thermae” dell'Antica Roma agli impianti wellness del Trentino Alto Adige

Le acque termali furono apprezzate dai Greci ed esaltate dai Romani che, soprattutto nel periodo imperiale, le trasformarono in monumentali "Thermae” che diventarono frequentatissimi luoghi di incontro dove immergersi, curarsi, ma anche passeggiare o leggere, visto che nei pressi vennero creati parchi giardini e biblioteche. Nei secoli successivi, la pratica termale si ridusse all'uso terapeutico ma, in secoli più recenti, si concentrò in appositi località che si trasformarono in noti centri di villeggiatura. Gli anni di maggiore successo furono quelli del primo Novecento e, non a caso, la prima regolamentazione del sistema termale in Italia risale a una legge del 16 luglio 1916, ma solo tre anni più tardi, nel settembre del 1919, venne emesso un regolamento contenente "Disposizioni sulle acque minerali e gli stabilimenti termali, idroterapici e di cure fisiche e affini” che stabilì i regolamenti sanitari e fornì le definizioni di acqua minerale e le differenze tra stabilimento termale, stabilimento idroterapico, stabilimento di cure fisiche ed affini". Il regolamento sancì che gli stabilimenti termali: sono quelli in cui si utilizzavano a scopo terapeutico: 1) acque minerali; 2) fanghi


SALUTE

13

sia naturali, sia artificialmente preparati, muffe e simili; 3) stufe naturali e artificiali". Nello stesso tempo vennero definiti stabilimenti idroterapici: “Quelli nei quali a scopo terapeutico si fa uso di acqua comune” e “Stabilimenti di cure fisiche ed affini: quelli in cui praticansi il massaggio generale e parziale, la cinesiterapia, la meccanoterapia, l’aerosolterapia, l’elioterapia, le cure a base di regimi speciali dietetici e simili”. Oggi, però, gli stabilimenti offrono non solo trattamenti termali, idroterapici o balneoterapici ma anche una vasta gamma di servizi aggiuntivi quali saune, massaggi, etc e, inevitabilmente, anche in Trentino Alto Adige si è cercato e si cerca di sfruttare le fonti termali a fini turistici. I siti sono numerosi e diffusi su tutto il territorio regionale. In Alto Adige, chi pensa alle terme pensa a Merano, ma un tempo erano frequentatissime anche quelle del Brennero. Note sin dal 1400 per la loro temperatura media (21,9 gradi) nel corso dell'Ottocento e del primo Novecento le terme del Brennero hanno

ospitavano cinque fonti termali ma finirono in gran parte distrutti

ospitato personaggi come Richard Strauss e Henrik Ibsen. Nel

durante la prima guerra mondiale e, poco prima della seconda,

1902, la società Terme di Brennero fece costruire un Grand Hotel

nel 1939, l'imponente fabbricato dello stabilimento termale ven-

con 150 camere dotate di tutti i comfort, ma l'investimento ebbe

ne venduto all'asta e abbandonato.

un successo di breve durata. Le due guerre mondiali e la costru-

In Trentino, fortunatamente, gli stabilimenti termali hanno avuto

zione nel corso degli anni Sessanta dell’autostrada, fecero sì che

una storia meno tragica. Attualmente il sito di Trentino Marketing

persero progressivamente importanza e chiusero i battenti. Ma

ne segnala addirittura otto. Pejo, Comano, Rabbi, Levico e Vetrio-

le fonti termali in Alto Adige sono piuttosto numerose e diffuse:

lo, Val Rendena, Casa Raphael in Valsugana, Dolomia e Qc Do-

un paio in Val Venosta (Stelvio e Trafoi), un paio ad Anterselva, al-

lomiti val di Fassa. Tutte offrono una varietà di servizi terapeutici

tre a Santa Maddalena in Val Casies, a Gais, nonchè i noti "Bagni

insieme ad aree wellness e fitness. Come nell'antica Roma, tutte

di San Candido" anch'essi caduti in disgrazia. Noti sin dal 1500,

circondati dal verde, non sempre dalle biblioteche. ■

Grafica: QuiMedia

Arrivano i pollini… tutti in galleria!

Un’iniziativa particolare, pensata per tutti coloro che soffrono di allergie e raffreddore da fieno! Dal 26.05. al 9.6.2018, ogni sabato il Museo Provinciale Miniere invita

chi è allergico ai pollini nel Centro climatico di Predoi, dove l’aria e il clima sono ideali per lenire i problemi dell’apparato respiratorio causati dall’allergia al polline e non solo. La speleoterapia è assolutamente naturale e priva di controindicazioni, come confermano i tanti frequentatori abituali che anno dopo anno ne traggono beneficio. L’iniziativa viene proposta il sabato pomeriggio, a partire dalle 13,45. Si prega di prenotare entro le ore 12,00 del venerdì precedente. Entrata gratuita Si raccomandano abbigliamento caldo e scarpe comode: la temperatura in galleria è di 9°. Quanto serve per sostare all’interno della galleria climatica viene fornito dal Museo Provinciale delle Miniere.

Programma: 13.45 : Accoglienza e benvenuto 14.00 : Entrata nella Galleria S. Ignazio a bordo del trenino della miniera (1 km) 14.15 : Presentazione del programma “Galleria Climatica” 14.30 : Ginnastica respiratoria su indicazione del personale

Fino alle 17.00 : personale a disposizione per info in merito alla Galleria Climatica e alle proposte dei Respiration Health Hotels L’iniziativa avrà luogo anche in caso di maltempo.

14.50 : Sosta in galleria 16.00 : Uscita con il trenino della miniera

Museo Provinciale Miniere - Sede Predoi con Centro Climatico Tel: 0039 0474 654298 - www.museominiere.it


SAUNE FINLANDESI E BAGNI TURCHI Differenze, vantaggi e istruzioni per l'uso

Le saune sono direttamente collegate al Wellness, alla sensazione di benessere che, quasi tutti, provano anche dopo un solo trattamento. Diversi studi mostrano come la sauna possa avere effetti benefici per il cuore, il sistema nervoso e anche il cervello. La sensazione di benessere dovuta in gran parte al rilascio delle endorfine spinge sempre più persone a cercare di concludere le giornate di vacanza, soprattutto in inverno, ma anche in estate, con una sauna rilassante e rigenerante. Non a caso, sono oltre cento gli alberghi del Trentino-Alto Adige dotati di Spa e centro benessere. Ma come scegliere il tipo di sauna? Essenzialmente, le saune sono divise in tre categorie: sauna finlandese con temperatura di 80-90° e umidità tra il 10 e il 20%, il Sanarium o

Villa Hartungen San Nicolò Ultimo Urologie - Urologia

Casa della Salute Naturale

Grafica: QuiMedia

Bio-sauna (60° e 40-50%) e il bagno turco (50° e 100%).

Studio specialistico urologico privato alla clinica Brixsana a Bressanone

Prof. Dott. Peter Jochen Olbert

UROLOGIA

Per Uomo, donna e bambino • Consulenza individuale • Diagnosi completa • Tecnologie moderne • Trattamenti conservativi • Interventi + operazioni • Pianificazione degli appuntamenti rapida e flessibile

Via Julius-Durst, 28 - Bressanone 0472 82 48 65 0472 82 48 69 urologie@brixsana.it www.urologie-brixen.com

Bernadette Schwienbacher

Pranoterapeuta e specialista di innerFitness® interiore

Non curiamo la malattia, ma la persona nella sua intierezza, fatta di corpo, mente e spirito! Rimedi individuali per disintossicare corpo, mente e spirito. I nostri ospiti vengono condotti ad un rilassamento profondo mediante un programma di trattamenti completo e rispettoso della loro individuale costituzione corporea. Dopo pochi giorni potranno già godere di maggior vitalità e salute. L’amore, la cura per l’uomo e la natura sono i segni distintivi della “Casa della salute naturale”.

Vivere con la natura Cell. 348 564 23 61 info@therapie-bz.com www.therapie-bz.com


SALUTE

LA SAUNA FINLANDESE è la più nota e

ci si può gentilmente “frustare” durante la

diffusa e per comprenderne al meglio i

sauna e sulla scelta dei liquidi da bere per

suoi vantaggi e utilizzi non si può che ri-

reintegrare quelli persi con il sudore. Ma il

volgersi a chi non solo l'ha probabilmente

punto conclusivo riassume al meglio tutta

inventata, ma pure la considera una prati-

la filosofia del decalogo e delle saune più

ca irrinunciabile: ovvero i finlandesi. Non

in generale: "Non esistono regole vere e

a caso, il sito turistico ufficiale della "terra

proprie per godersi la sauna, tutto è in fun-

dei mille laghi" le ha dedicato un'apposita

zione della situazione. L’importante è rilas-

sezione in cui sono elencati i "dieci consi-

sarsi, socializzare, bere un paio di drink e

gli da principianti". Il tutto partendo da una

godersi la fantastica sensazione del do-

premessa: "Non c’è niente di più finlande-

po-sauna, quando i corpo e la mente sono

se della sauna, e non c’è modo migliore

completamente purificati". Restano fuori

per conoscere la cultura della Finlandia

dal decalogo tempi e numeri del tratta-

se non entrando in una sauna". Al primo

mento. Generalmente, si consigliano due

punto si legge: "La sauna fa bene a tutti.

o tre passaggi, da 5, 10 e 15 minuti rispet-

È sconsigliata solo ai neonati e a persone

tivamente per ottenere i migliori risultati.

IL BAGNO TURCO si pratica, invece, in

affette da gravi patologie (ferite aperte o

Usciti dalla sauna si consiglia una doccia

un ambiente saturo di vapore acqueo che

malattie cardiache). Per tutti gli altri non

a temperatura ambiente e poi qualche mi-

invita alla traspirazione. Prima di entrarvi

c’è niente di cui preoccuparsi". Nei punti

nuto di relax sul lettino, dai dieci minuti al

si consiglia di bere un bicchiere d’acqua o

successivi si precisa che la sauna non nul-

quarto d'ora, prima di passare al “secondo

una tisana, di proseguire con una doccia

la a che fare con il sesso e che anzi, sa-

giro”, idem per quelli successivi.

tiepida ma di asciugarsi bene prima di en-

15

trarvi. Si consiglia un primo trattamento di

rebbe meglio comportarsi come in chiesa, anche se, come precisato al punto 5, l'ab-

LA BIO SAUNA (O SANARIUM) è, invece,

circa un quarto d'ora, restando in posizio-

bigliamento è molto diverso: "Sì, i finlande-

una mezza via tra la sauna finlandese e un

ne seduta o semisdraiata, nudi o coperti

si vanno nudi in sauna anche con persone

bagno turco, la temperatura è più bassa

con teli di spugna. Passati i quindici minuti,

sconosciute. È semplicemente naturale,

della sauna finlandese e l'umidità è mag-

si passa ad una doccia fresca e ci si rilas-

in fondo è così che siamo stati creati e i

giore e questo rende più “leggero” l'im-

sa per qualche minuto prima di passare

locali non sembrano curarsene". Superate

patto del trattamento. Questo permette di

ad una doccia fredda e tonificante. Poi, si

le questioni legate alla salute e al pudo-

restare all'interno del Sanarium per tempi

consiglia di ripetere il ciclo almeno un'altra

re, il decalogo precisa che "Luci colorate,

più lunghi, fino a 45 minuti e al termine si

volta avendo l'accortezza di reintegrare i

fragranze aromatiche e musica rilassante

consiglia una doccia con acqua tiepida.

liquidi persi. Questo tipo di trattamento

non hanno niente a che vedere con la sau-

Date le temperature e l'umidità, il clima

non solo pulisce e purifica la pelle, ma ri-

na finlandese. La vera sauna finlandese è

all'interno del sanarium ricorda quello del-

sulta utile per le vie respiratorie e ha un

poco illuminata, non c’è musica e i profumi

le foreste tropicali ma, fortunatamente,

effetto tonificante e rilassante.

si limitano a quelli dei rami di betulla fresca

non si prevedono incontri con animali o

e del catrame vegetale" e che non esisto-

insetti tipici dei tropici. Per motivi di prati-

Infine, un consiglio per chi avesse ancora

no regole nel versare altra acqua sulle pie-

cità vanno diffondendosi anche le saune a

qualche titubanza rispetto alle modalità di

tre incandescenti. Gli altri punti si concen-

raggi infrarossi, la loro caratteristica princi-

frequentazione delle varie saune: per il de-

trano sulla ‘vasta’ o ‘vihta’ (il nome varia a

pale e la semplicità di installazione rispet-

butto fatevi accompagnare da un amico o

seconda della regione) ovvero sul fascio

to alle altre tipologie, la temperatura non

un'amica esperta. Dopo nemmeno cinque

di ramoscelli di betulla freschi con il quale

supera i 60 gradi e il vapore è assente.

minuti vi sentirete come a casa vostra. ■

RISONANZA MAGNETICA APERTA

- Risonanza magnetica anche con mezzo di contrasto - Ecografia - Ecocolordoppler TSA e arti

via Borsellino 3, TRENTO

0461 230005 www.tecnomedcentridiagnostici.it esami in convenzione SSN anche per i residenti in provincia di Bolzano

- Ecocardiografia - Mammografia con Tomosintesi 3D - Radiologia convenzionale - Ortopantomografia - TC dentale (Cone Beam) - Densitometria Ossea (MOC)


16

SALUTE

LE STRANE DIETE DEL

Quando la scelta del cibo viene fatta in base al colore, al numero o alla “velocità” Il 2017 è stato l'anno della "dieta del vino rosso e del cioccolato" ispirata dai nutrizionisti Aidan Goggins e Glenn Matten, autori del libro “ Sirt, la dieta del gene magro". Si tratta di un "regime alimentare" reso celeberrimo dalla cantante Adele, che l'avrebbe utilizzata per dimagrire di una trentina di chili e da Philippa Charlotte detta “Pippa” Middleton che l'avrebbe seguita prima di convolare a nozze con James Matthews. La “dieta del gene magro” seguita dalla sorella minore di Kate è un regime alimentare volto a includere cibi, più che a escluderli.

ALTA TECNOLOGIA PER L’UDITO

In pratica, tutto dipenderebbe dalla combinazione dei cibi di cui ci si nutre. Fondamentalmente, si basa su un gruppo di nutrienti scoperti solo di recente, capaci di attivare una famiglia di geni che esiste in ciascuno di noi. Si tratta delle sirtuine, una classe di proteine che svolgono un'attività enzimatica: hanno la funzione di regolare importanti vie metaboliche all'interno dell'organismo. Nel 2018 invece pare che per prepararsi alla prova costume andrà di moda il metodo Adamski. Il principio fondamentale che sta alla sua base è che la cattiva digestione provoca degli effetti negativi in tutto il corpo. Per questo si è provveduto alla separazione di due categorie di alimenti in base alla loro velocità di caduta nel tratto digestivo. Per chi non avesse il tempo e i mezzi per controllare la tempistica, anticipiamo che sono "veloci" gli yogurt,

*

tutta la frutta e il miele. Sono invece “lenti” tutti gli altri alimenti. Ma questi sono solo due dei numerosissimi possibili esempi. Se digitate "Migliori diete del 2018" sul più diffuso motore di ricerca vi usciranno, infatti, circa 1500 risultati in merito. Anche tra le “peggiori”, però, c'è l'imbarazzo della scelta. Partiamo dalla noiosa, ma non troppo pericolosa, “Dieta di Horace Fletcher”. Nota anche come Fletcherizing, prevede che di masticare ogni boccone trentadue volte. Si prosegue con la più divertente “Dieta del Paleolitico”, che consiglia di mangiare solo alimenti semplici e non trattati: frutta e verdura cruda, oli vegetali, noci, nocciole e mandorle. Nessun problema con uova, carne o

Non perdere questa occasione: *sconto reale del 30% dal listino ufficiale.


SALUTE

pesce, che però andrebbero consumati crudi. Anche se, a dire il vero, il fuoco venne "scoperto" o per meglio dire "controllato" già nel Paleolitico inferiore. Se a tutto questo aggiungiamo le presunte diete delle “star” il quadro è completo. La cantante Christina Aguilera, per esempio, avrebbe raggiunto una linea invidiabile grazie alla “Seven day color diet”, ovvero cercando e trovando una coerenza cromatica tra i cibi che assume quotidianamente. Per la cantante Robyn Rihanna Fenty, meglio nota come Rihanna, invece, è tutta una questione di numeri e sarebbe sufficiente seguire la “Five Factor Diet”: cinque minipasti al giorno in cui sono presenti altrettanti nutrienti fondamentali: carboidrati, proteine, grassi, fibre, acqua. Ma senza voler smorzare gli entusiasmi, è probabile che questi regimi alimentari non siano in grado di fornire nessuno dei risultati sperati a quel 77% degli uomini e l’83% delle donne italiane che si vede o sente sovrappeso. Molto più diffusa, ma anche dannosa, soprattutto per gli adolescenti, è la stragrande maggioranza delle “diete fai da te“. Meglio evitarle e seguire i consigli “marchiati” dal Ministero della Salute. “Affidarsi sempre ad uno specialista, senza fare di testa propria. Seguire sempre una dieta equilibrata, che non elimini alcun nutriente ma che al contrario si ispiri al modello della dieta mediterranea (o della nuova dieta mediterranea). Associare sempre l’attività fisica a qualsiasi tipo di dieta”. ■

17


18

SALUTE

C’erano una volta le lunghe, estenuanti sedute in palestra, sforzi prolungati, fronti gocciolanti di sudore… acqua passata. Secondo le ultime tendenze del fitness, diffuse ogni anno dall’American College of Sports Medicine, che interpella oltre 4000 esperti del settore, la tendenza del 2018 sarà l’Hiit. L’High Intensity Interval Training è un metodo di allenamento cardiovascolare che prevede alternanza tra periodi di esercizio breve e intenso (anaerobico) a recupero attivo mediante attività meno intensa (aereobica). La caratteristica principale – e sicuramente la più interessante per chi ha poco tempo da dedicare all’attività fisica- è la durata. Una sessione di Hiit dura infatti dai 4 ai 20 minuti ed è costituita da un periodo di riscaldamento a cui seguono 6-10 ripetizioni di esercizi ad elevata intensità, intervallati a momenti di recupero. Studi (primo fra tutti, alla fine degli anni Novanta, il Dr. Izumi Tabata del National Institute of Fitness and Sport di Tokio) dimostrano che l’Hiit aumenta il tasso metabolico a riposo per le successive 24 ore all’allenamento, grazie ad una serie di processi biochimici. In parole semplici, continuiamo a bruciare grassi anche dopo l’attività, perché per recuperare il suo equilibrio fisiologico dopo un allenamento Hiit il corpo impiega più tempo rispetto ad un allenamento classico di resistenza. Quindi ci alleniamo più brevemente e consumiamo di più (!). Detto in cifre,due ore e mezzo di Hiit equivarrebbero a dieci ore e mezzo di lavoro di resistenza. Ma come si svolge, concretamente, una sessione di Hiit? Esistono diversi “protocolli” ovvero modelli che indicano precisamente i tempi in cui alternare le attività intense a quelle di riposo. Ad esempio, in base al protocollo di Gibala, si inzia con tre minuti di riscaldamento a cui far seguire 60 secondi di attività fisica intensa (saltare, correre nuotare o pedalare il più velocemente

È L'ORA DELL'”HIGH INTENSITY INTERVAL TRAINING”

La soluzione per chi ha poco tempo da dedicare all'attività fisica

possibile, al massimo delle nostre possibilità). In realtà l’Hiit non è da affrontare a cuor leggero, solo per via della breve durata; si consiglia quindi sempre una visita medica preventiva e avvi-

con effetti rassodanti, tonificanti e di potenziamento sui muscoli.

cinarsi gradualmente ai protocolli completi, meglio se seguiti da

Anche in questo caso i tempi sono brevi: una lezione ha una du-

un allenatore.

rata media di 20-25 minuti, con un tempo di vibrazione puro di

Allenamenti brevi e dinamici, per chi ha poco tempo da dedicare

12-15 minuti, intercalando allenamento e pause.

alla palestra, ma vuole comunque rimanere in forma: è un po’

Una curiosità: la pedana viene…dallo spazio! Venne infatti speri-

questa la direzione che accomuna le ultime tendenze fitness, che

mentata dagli astronauti russi, che riuscirono a rimanere in orbita

sfruttano anche l’innovazione tecnologica, coniugando forma fi -

420 giorni contro i 120 degli americani, che dovettero rientrare

sica con benessere generale.

per problemi muscolari.

È il caso del “power plate”, l’allenamento vibratorio (Av): una pe-

Molto utilizzata in medicina e fisioterapia, il power plate è presen-

dana vibrante, in grado di indurre risposte ormonali sul corpo,

te ormai in numerosi centri fitness. Anche in questo caso, dovrà

Vendita e servizio di noleggio carrozzine, stampelle e rollatori

Tecnologie medicali per il soccorso

Scarpe da lavoro e antinfortunistiche

Reggiseni post-operatori Amoena

Vieni a trovarci in via Enzo Ferrari 27 a Bolzano, direttamente dietro il Centrum! Tel. 0471 916401


SALUTE

essere un esperto ad accompagnare l’allenamento, poichè ad ogni vibrazione il corpo è obbligato a reagire con azioni muscolari involontarie. Le posizioni da tenere vanno quindi controllate ed eseguite in maniera corretta. In questa carrellata tra fitness e tecnologia, non può mancare il metodo Ems (elettro mio stimolazione), vera e propria moda degli ultimi anni, che ha conosciuto una diffusione in diverse palestre, anche a Bolzano. Grazie a questo tipo di allenamento i muscoli sono attivati negli strati più profondi da impulsi elettrici inviati al sistema nervoso centrale. Si ha così una intensificazione selettiva degli stimoli elettrici naturali. Qui si parla addirittura di soli 15 minuti a sessione! Massima efficienza quindi, tanto più che per questo tipo di allenamento non dobbiamo nemmeno preparare la borsa della palestra. La stimolazione avviene infatti tramite una tuta, che troveremo sul posto. Anche nel caso dell’Ems si ha un aumento del metabolismo e quindi, se abbinato ad un piano alimentare, si avrà una perdita di grasso. Il metodo è particolarmente interessante per chi deve proteggere le articolazioni, ma pare sia anche efficace per aumentare la velocità degli atleti. Insomma gli amanti del divano sono avvisati…che sia Hiit, Av o Ems, la scusa “non ho tempo per andare in palestra” non vale più! ■

19


I "bagni di fieno" possono apparire come un incubo per gli allergici, notoriamente assillati dall'omonimo raffreddore, ma la tradizione contadina ci insegna come i mucchi d'erba appena falciati possano svolgere un'azione preventiva contro diversi malanni tra cui il mal di schiena, i disturbi reumatici, le malattie da raffreddamento e, più in generale, sono in grado di produrre un gradevolissimo effetto di relax che, come noto, ha effetti positivi su corpo e mente. I bagni di fieno, noti anche con il nome di Fitobalneoterapia, sono oggi offerti in varie strutture wellness del Trentino e dell'Alto Adi-

IMMERSI NEL FIENO APPENA TAGLIATO

Dalla tradizione contadina: la fitobalneoterapia e i suoi effetti benefici

ge, ma si rifanno a un'usanza tipica dei contadini della regione alpina che, soprattutto al termine di una dura giornata di lavoro nei campi, si coricavano su un largo e consistente mucchio d'erba appena falciata. La prima struttura in grado di fornire la fitobalneoterapia in Alto Adige si trovava a Fiè allo Sciliar e i documenti mostrano come la terapia fosse già praticata a scopi curativi oltre un secolo fa, per l'esattezza nel 1903. Al giorno d'oggi, il fieno utilzzato per il "bagno" viene rigorosamente selezionato tra i prati d'alpeggio sopra i 1500 metri e rafforzato con fiori e erbe medicinali che variano

Ci prendiamo cura del tuo sorriso Dr. Kordula Weifner

Studio a Merano - Via Galilei Galileo, 4 Studio a Silandro - Via Molini 10

» Profilassi » Odontoiatria conservatrice e endodonzia

» Corone, Ponti, Protesi

» Impianti » Ortodonzia: apparecchi fissi o mobili

» Odontoiatria estetica

Grafica: QuiMedia

Studio dentistico Per prenotazioni chiamare il studioweifner@hotmail.com Tel. 0473 237858


SALUTE

21

E’ con orgoglio che diamo la notizia di aver vinto quest’anno 2 medaglie d’oro al CONCORSO INTERNAZIONALE MOSTBARKEITEN ALPEN-ADRIAVERKOSTUNG maggio 2017 a St. Paul (Austria) sui succhi: Mela, Mirtillo e Mele miste scelte. Questo concorso è da ritenersi tra i più prestigiosi d’Europa. Non è la prima volta che ci aggiudichiamo delle premiazioni ed è la prova del grande valore qualitativo dei nostri succhi 100% di mela naturale. Dimostrazione questa che mai siamo venuti meno nel distinguerci sul mercato con l’alto standard di qualità dei nostri prodotti.

VANTAGGI Da oggi in farmacia si ha la possibilità di fare in tempi rapidi una serie di esami con referto entro 24h lavorative. Un team di Medici specialisti qualificati, attraverso un sistema telematico avanzato, redige una refertazione immediata.

da zona a zona. Per ottenere gli effetti migliori, occorre restare

SERVIZI USUFRUIBILI ANCHE IN AMBITO DOMICILIARE

"immersi" nel fieno appena tagliato o in via di fermentazione per meno di mezz'ora. Meglio se a corpo nudo ma con la testa “fuori”. Inoltre, il taglio dell'erba non dovrebbe risalire a più di qualche

• Costi bassi • Esame immediato • Esito immediato • Referto entro 24 ore lavorative

ora per non perdere gli oli essenziali contenuti, per esempio: l' arnica, il timo, l'alchimille o la potentilla, Sotto la “coperta” di fieno, la temperatura può tranquillamente superare i quaranta gradi e

LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA SALUTE

raggiungere i cinquanta. La mezzora di terapia è, quindi, in grado di stimolare una fortissima e rinvigorente sudorazione. Non solo, il fieno appena tagliato può essere sostituito con uno rigenerato con acqua per evitare fastidi. Secondo gli appassionati della fitobalneoterapia un bagno di fieno ripetuto nella giusta maniera, può produrre effetti benefici per una grande vastità di problematiche: artrosi, forme infiammatorie articolari post-traumatiche, il dolore cronico della colonna vertebrale e nella sindrome del tunnel carpale, spasmi muscolari, rigidità articolari e reumatismi non in fase acuta. Un ciclo di bagno di fieno è composto, in media, da una decina di “sedute, anche se, probabilmente, sarebbe più giusto chiamare “immersioni”. ■

La telemedicina La telemedicina è l’applicazione delle nuove tecnologie telematiche in campo sanitario e svolge un ruolo fondamentale dell’interconnessione tra paziente e territorio. É l’integrazione, monitoraggio e gestione dei pazionti, usando sistemi telematici e informatici che consentono un pronto accesso alla consulenza di medici specialisti, indipendentemente da dove l’individuo risiede. La telemedicina non prevede territorialità ambulatoriali, permettendo la comunucazione paziente-medico.

Farmacia San Damiano Via Monastero, 53 - Merano Tel. 0473447545 info@farmaciasandamianomerano.it www.farmaciasandamianomerano.it

Magnus Fuchsberger, lo specialista del materasso

Materassi naturali e controllati* DORMIENTE produce in Germania dal 1988 materassi naturali, in base a criteri orientati esclusivamente alla salute, l’ortopedia, l’ecologia e la sostenibilità ed è attualmente leader di mercato nello specifico segmento dei materassi biologici. * Tutti i materiali impiegati vengono sottoposti a severi controlli (volti ad escludere la presenza di sostanze nocive) e lavorati a mano grazie al nostro approfondito know-how tecnico.

Lana · via Bolzano 21 · Tel. 0473 564 804 · www.schlafgsund.it

rger

Magnus Fuchsbe

Grafica: QuiMedia

per andare incontro agli allergici di cui si parlava in precedenza,


22

SALUTE

Smartfood è la prima e unica dieta italiana certificata

SMARTFOOD LA DIETA COL BOLLINO SCIENTIFICO

I cibi intelligenti e protettivi presentati da Eliana Liotta Smartfood è la prima e unica dieta italiana certificata da un marchio scientifico in quanto approvata da un grande centro clinico e di ricerca: l'"Istituto Europeo di Oncologia" di Milano. Un "bollino scientifico" ottenuto anche dal libro: "Le ricette Smartfood", un best seller che ha bissato il successo di "La Dieta Smartfood" tradotto, o in corso di traduzione, in oltre venti Paesi di tre continenti: Europa, Asia e America. Autrice di entrambi i volumi (editi da Rizzoli) è Eliana Liotta, giornalista, scrittrice e comunicatrice scientifica, per sette anni, fino al 2014, direttrice del mensile, del sito e della collana di libri "OK Salute e Benessere". Ma quali e cosa sono gli Smartfood? Ce lo spiega la stessa Eliana Liotta. "Sono alimenti intelligenti da non farsi mancare a tavola, scel-

ciliegie, cioccolato fondente, cipolle, curcuma, fragole, frutti di

ti secondo gli studi scientifici più rigorosi. Alimenti che saziano,

bosco, lattuga, melanzane, mele, peperoncino e paprika piccan-

contrastano l’accumulo di grasso, allontanano le malattie e al-

te, patate viola, prugne nere, radicchio, tè verde e tè nero, uva. I

lungano la vita. Si suddividono in "Longevity Smartfood" e "Pro-

secondi sono cibi e categorie di cibi che proteggono l’organismo,

tective Smartfood". I primi, oltre a essere ricchi di sostanze utili,

allontanando obesità e molte malattie croniche. Si tratta di aglio,

contengono molecole che hanno dimostrato di attivare i geni

cereali integrali, erbe aromatiche, frutta fresca, frutta a guscio,

della longevità, quei geni che influenzano la durata e alla quali-

legumi, olio extravergine d’oliva, oli di semi spremuti a freddo,

tà della vita: arance rosse, asparagi, cachi, capperi, cavoli rossi,

semi oleosi, verdura".

Servizi

di Brugnara Michela e Camarda Roberta

Grafica: QuiMedia

Centro Estetico e Benessere Kosmetiksalon Via Asilo, 5 - 39040 SALORNO (BZ) Kindergartenstrasse, 5 - SALURN In collaborazione tel. 0471 817179 con

Centro di Chirurgia Estetica Pallaoro e con Medipro Aestethics

» Trattamenti viso e corpo con prodotti made in Italy FARMOGAL » Pressoterapia » Depilazione classica e brasiliana » Manicure e pedicure anche con semi permanente e gel prodotti TNS e Trinus » Massaggi corpo e viso » Bio sauna » Doccia solare Ergoline » Trucco giorno/sera e sposa anche a domicilio

Le nostre consulenze sono sempre gratuite

Via Asilo, 5 - Salorno, Tel. 0471 817179


SALUTE

Quali caratteristiche rendono "intelligen-

Alla base dei suo libri c'è l’assunto che il

spesso hanno all'interno un'eccessiva

ti" questi alimenti?

cibo possa essere un alleato per vivere di

quantità di grassi o di zuccheri. Gli in-

"La frutta e la verdura fanno bene per vari

più e meglio. È anche una questione di

saccati contengono grassi saturi che

motivi e per le sostanze che contengono,

educazione e istruzione?

non fanno bene, ma per saper sceglie-

tra queste in particolare i polifenoli fanno

"Ovviamente sì. Una delle cause dell'o-

re occorre leggere con attenzione le

benissimo al nostro organismo. Fanno

besità sta nel nutrirsi di cibi pronti che

liste degli ingredienti. Una fascia della

bene anche per il ricco contenuto di mine-

popolazione ha già questa forte con-

rali che ci aiutano in funzioni fondamentali.

sapevolezza. Altre fasce, specie quelle

Il magnesio, per esempio, stimola la fun-

più deboli, sono più facilmente attratte

zione nervosa ma viene fagocitato dallo

da messaggi pubblicitari e sono meno

stress, da quello fisico ma anche da quel-

attente alle etichette con gli ingredienti.

lo emotivo e psicologico e va reintegrato

Per quel che riguarda l'educazione cre-

perché la carenza di magnesio può provo-

do che sulle tavole dei bambini vadano

care problemi cardiaci. Per questo la bana-

sempre messe frutta e verdura, cercan-

na è consigliatissima dopo una sessione di

do di andare incontro ai loro gusti ma

allenamento in palestra".

facendo in modo che si abituino a consu-

23

mare entrambe. Detto questo, mangiare dolcetti fa parte delle gioie della vita... "

Nella lista ci sono anche i legumi. Vuole dirci che sono "smart" anche i fagioli? "Sì esatto. I legumi potremmo definirli la

Insomma, intelligenti ma con gusto?

carne dei furbi perché i loro grassi sono

"Sì, io mi sono confrontata spesso con

insaturi e sono ricchi di fibra solubile, che

grandi chef e posso dire che "salute" e

nello stomaco si dilata nell’acqua e si tra-

gusto spesso coincidono. Per esempio

sforma in una specie di mucillagine che

gli spinaci sono più buoni e più salutari

rallenta la digestione impedendo l'assor-

se cotti tre minuti, in quanto più croccan-

bimento rapido di zuccheri e alimenti. Senza dimenticare che sono economici".

L'ultimo libro di Eliana Liotta

ti e più ricchi di folati, fitocomposti che rinnovano i tessuti". ■

Sei pronto per il tuo nuovo sorriso? Invisalign® è l’alternativa trasparente all’apparecchio

DENTAL €ENTER HUMAN Via Galileo Galilei, 10 - Bolzano T. 0471 091 000 info@dentalcenterhuman.it - www.dentalcenterhuman.it

Direttore sanitario: Dott. Marco Corda

A partire da € 2.900


24

SALUTE

Quando portiamo la borsa della spesa o puliamo i vetri bruciamo calorie

LE PULIZIE DI CASA COME ESERCIZIO FISICO I tepori primaverili fanno piacere, ma togliere maglioni e cappot-

aiuterà a rassodare i muscoli. Restando in tema di pulizie e di

ti non ha solo vantaggi. Gli eventuali chili di troppo accumulati

primavera: lo sapevate che un’ora di pulizia vetri può far bruciare

nel lungo inverno non si possono più nascondere. Se poi l’ultima

fino a 330 calorie ? Anche svagarsi facendo giardinaggio può far

massima attività fisica risale al lancio di coriandoli a Carnevale, la

bruciare fino a 213 calorie.

prova costume può trasformarsi in un momento sconsolante. Ma

Per chi volesse invece cominciare con sessioni di allenamento ca-

la bella stagione porta anche buone notizie per la linea. Per chi

salinghe il web straripa di video dimostrativi dedicati a tutte le età

vuole smaltire qualche chilo di troppo infatti, questo è il momen-

e le parti del corpo. Si va dai suggerimenti per gli addominali allo

to giusto. Con l’aumentare delle ore di luce si abbassano i livelli

squat, a cui dedicarsi magari al ritmo della musica preferita. ■

di cortisolo (ormone che favorisce l’aumento del grasso corporeo) a favore di una maggiore produzione di ormoni anabolici, che aiutano a smaltire il grasso in eccesso, aumentano la performance fisica l’energia e la vitalità. Precisiamo: non parliamo di sport, ma di quella semplice attività fisica che l’Oms (organizzazione mondiale della sanità) raccomanda per adulti (e bambini) identificandola il 150 minuti a settimana – quindi, ad esempio, 30 minuti da dedicare all’attività per cinque giorni. La raccomandazione è fare un’attività di base con esercizi di tipo aerobico, cioè protratto nel tempo e non troppo intenso, come camminare a ritmo sostenuto, correre, pedalare o

Qui abbiamo selezionato tre semplici posizioni per aumentare la resistenza e scaricare tensioni, che magari non regaleranno un fisico bestiale, ma aiuteranno ad affrontare con maggiore rilassatezza la prova costume:

1

Appoggiarsi su gomiti, avambracci e punte dei piedi, tenendo schiena e gambe diritti. Mantenere la posizione più a lungo possibile.

2

Inarcarsi a ponte, appoggiandosi su piedi e mani e sollevando la schiena da terra. Tendere la schiena e i glutei e mantenere la posizione più a lungo possibile.

3

Sdraiarsi su un fianco, appoggiandosi su avambracci, gomiti e il lato del piede inferiore. Mantenere il resto del corpo diritto. I più allenati distendano progressivamente la gamba superiore e il braccio verso l’alto. Ripetere l’esercizio sull’altro lato.

nuotare. Questo va integrato 2–3 volte alla settimana con esercizi di potenza, per allenare la forza muscolare e rafforzare le ossa. Per l’attività base si può cominciare sfruttando le possibilità che la vita quotidiana ogni giorno ci offre. Una semplice passeggiata al parco a ritmo sostenuto; la rinuncia all’ascensore a favore delle scale o, se si prendono i mezzi, scendere una o due fermate prima del previsto e fare il resto del tragitto a piedi. Per la potenza muscolare: le buste della spesa, portate senza chiedere aiuto, sviluppano bicipiti e pettorali (sempre facendo attenzione a non superare il 10% del peso corporeo, il buon senso è d’obbligo). Mentre si cucina, evitare l’impastatore elettrico


Porte d’ingresso Thermo65 da

1318 €

NOVITÀ: incl. equipaggiamento di sicurezza RC 2

Portoni da garage automatici da

838 €

La casa è un nido dove sentirsi al sicuro Ulteriori informazioni all’indirizzo

www.hormann.it

info@hormann.it


26

SALUTE

PROACTIVE

Investire sulla propria energia

Ogni persona dovrebbe investire la maggior parte della sua energia in se stessa. Per questo “ProActive” ha deciso di integrare lo sport nella vita: per migliorare la salute a lungo termine. Essere “proactive” significa prendersi il controllo della situazione e far accadere le cose piuttosto che attendere che qualcosa succeda. “ProActive” analizza la situazione di partenza, pianifica insieme al cliente la strada per raggiungere l'obiettivo fissato e la percorre insieme a lui. Siccome per noi il corpo si solleva come un’unità, lavoriamo in modo da allenare sempre più parti muscolari in una volta, usando diversi esercizi funzionali. La relazione interpersonale tra l’allenatore e l'utente, il funzionamento, la qualità e l’effettività dell’allenamento sono molto importanti per ProActive. Attraverso regolari scambi e consultazioni tra l'allenatore e il cliente, questo rapporto sarà ulteriormente rafforzato.

Particolare attenzione è dedicata all'allenamento funzionale. I bambini piccoli sanno istintivamente camminare, alzare e piegarsi in maniera corretta. Con il tempo – gli anni di scuola, poi il lavoro e magari la vita sedentaria – questo sapere va perso e il corpo “disimpara” i movimenti corretti, abituandosi invece a posizioni sbagliate e dannose. L'allenamento funzionale guarda proprio a come ci muoviamo nella vita quotidiana e quindi a noi e al nostro corpo a 360 gradi, per farci ritornare all'armonia e naturalezza dell'infanzia. O almeno aiuta ad evitarci problemi negli anni della vecchiaia. In una seduta di allenamento funzionale si fanno lavorare sempre più gruppi muscolari in sinergia, in un percorso che si avvicina a quello che il corpo umano fa per natura.

Personal Training – Corsi Fitness – Fit 4 Business

Riabilitazione di dolori o infortuni, miglioramento della propria salute e fitness o le proprie prestazioni atletiche, il nostro concetto innovativo può aiutare ognuno di voi.

Via Alessandro Volta, 15, Bolzano - Tel. 342 350 8963 - info@proactive-suedtirol.it www.proactive-suedtirol.it

Grafica: QuiMedia

Proactive è un team di scienziati, dietologi e Coaches che lavorano con un nuovo metodo molto personale e costruito sulle esigenze di ogni singolo partecipante.


SALUTE

27

Bolzano Studio Unterfrauner Praxis, Via Grapoli 16 Tel. 344 2563671 Merano Casa di Cura Villa St. Anna, Via Cavour 58

“Se si ha una mobilità limitata, i muscoli e le articolazioni devono compensare molto e questo alla lunga porta per forza a dei problemi”, dice Fabian Untersteiner Fellin, coach al ProActive . “Prediamo una cosa semplice come il camminare: in media facciamo

Tel. 0473 236480

8.000 passi al giorno, il che significa circa 3 milioni di passi all'anno. È normale che il bacino e le ginocchia diano dei problemi se i passi non eseguiti in maniera non corretta” Sono perciò proprio quei movimenti che facciamo tutti giorni – svuotare la lavastoviglie, stare davanti al computer o a un lavandino o prendere in braccio nostro figlio - ad essere molto importanti. La piena mobilità di articolazioni, ossa e muscoli è fondamentale per far si che nel quotidiano tutti i movimenti avvengano in maniera scorrevole, senza dolori o lesioni. Altrimenti anche un solo movimento inusuale nel salire le scale può portare

PODOLOGIA E POSTUROLOGIA

a una slogatura. “I problemi in genere non nascono però da un solo movimento sbagliato, ma sono il frutto di una serie di movi-

ESAME CLINICO DEL PIEDE E DELLA POSTURA Analisi delle disfunzioni del piede e del sistema posturale

menti errati protratti nel tempo”, dice Untersteiner Fellin. Nell'allenamento funzionale ci si esercita a caricare il corpo in maniera ottimale e proteggersi da lesioni e dolori. Come accennato, non vengono allenati solo singoli muscoli, ma interi grup-

PLANTARI PERSONALIZZATI SU MISURA - Sport - Piede diabetico - Biomeccanico - Posturale

pi muscolari, a loro volta utilizzati per successioni di movimenti complessi. Si sviluppano così forza, resistenza e velocità, ma soprattutto stabilizzazione, controllo e nuova consapevolezza del proprio corpo.

TRATTAMENTI E TERAPIE PODOLOGICHE - Cura del piede - Trattamento unghia incarnita - Rieducazione Ungueale - Micosi (funghi) - Trattamento verruche plantari - Terapia laser

Per gli allenatori di ProActive è fondamentale conoscere la storia individuale di chi hanno davanti. Per questo prima di iniziare il

muscolari. ■

(p.r.*)

• Fisioterapia

• TECAR

• Riabilitazione

• Kinesiotape

• Elettroterapia

• Ultrasuono

unterfraunermichele@gmail.com

Tel. 344 2563671

Via Piave, 76 - Merano (BZ) Tel. 0473 210 100 Cell. 366 461 07 85 physioletzner@gmail.com www.physioletzner.it

• Linfodrenaggio Manuale • Massaggio Funzionale • Massaggio Classico • Hot-Stone Massage

Grafica: QuiMedia

permette di stabilire se ci sono asimettrie, dolori o accorciamenti

Dott. Michele Unterfrauner Grafica: QuiMedia

programma di allenamento viene sempre fatto un check up che


Assistenza quotidiana Istruzioni per l'uso

Come prevenire e scoprire la dipendenza dal gioco d'azzardo e come assistere i malati di Alzheimer e i loro parenti.

UN AIUTO CONTRO L'ALZHEIMER

Consigli, sostegno e informazioni per chi si trova a convivere con i malati di demenza senile. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, circa 35,6 milioni di persone nel mondo soffrono di demenza. Di queste, il 60-70% è affetto da Alzheimer. In Italia i malati sono circa seicentomila, una cifra destinata ad aumentare a causa dell'invecchiamento della popolazione.

La malattia di Alzheimer è la più comune forma di demenza e comporta un progressivo decadimento delle funzioni cognitive, a cominciare dalla memoria. Ad oggi, non esiste una cura per l’Alzheimer: i trattamenti disponibili consentono solo di alleviarne i sintomi o rallentare la progressione della patologia. Difficili da valutare, ma andrebbero sempre più tenuti nel debito conto, i costi sociali legati all’assistenza che ancora oggi grava soprattutto sui familiari delle persone malate. Attualmente in Trentino-Alto Adige sono circa 17.000 le persone colpite da questa malattia che finisce per coinvolgere direttamente o indirettamente quasi circa centomila persone nell'intera regione. La Province di Trento e di Bolzano stanno cercando di consolidare la rete di enti pubblici, privati e associazioni del territorio che a vario titolo assistono i malati e i loro famigliari. In Alto Adige, per esempio, presso i reparti di geriatria degli ospedali di Bolzano, Merano e Brunico, sono stati realizzati tre ambulatori di Memory Clinic, dedicati specificatamente alla diagnosi precoce ed all’assistenza dei malati di Alzheimer, mentre è stata rafforzata la collaborazione con l'Aasa (Associazione Alzheimer Südtirol


SALUTE

Alto Adige). L'Aasa che ha sede a Bolzano presso Casa Altmann in Piazza Gries 18, offre incontri di consulenza ed informazione per congiunti impegnati nell'assistenza, distribuisce opuscoli informativi, offre un servizio di prestito libri e organizza, anche a richiesta, incontri di informazione e aggiornamento. In particolare, Aasa offre un servizio di consulenza telefonica ogni lunedì, mercoledì e venerdì (dalle ore 17 alle 19 - Tel. 0471 051951) in cui è possibile ottenere consigli, informarsi sui servizi disponibili o anche solo contare su una voce amica con cui sfogarsi. Inoltre, in collaborazione con il Day Hospi-

po di servizi sanitari e sociali adeguati e

di demenze". La pubblicazione è disponi-

tal Bolzano, si organizzano incontri infor-

per il sostegno e la tutela dell’ammalato e

bile anche online nel sito di Trentinosalu-

mativi per familiari degli ammalati e presso

dei familiari, aiutando la promozione della

te ed è il frutto delle esperienze dirette e

la sede è disponibile una biblioteca spe-

ricerca scientifica e puntando ad essere

rilevanti di chi ha un familiare affetto da

cializzata nell'ambito demenza. (Per tutte

un punto di riferimento per tutti coloro che

demenza e di operatori che si trovano a

le altre informazioni: www.alzheimer.bz.it

si occupano di questa malattia.

contatto giornaliero con i malati di Alzhei-

o info@asaa.it) In Trentino, dal 1998 opera

"Alzheimer Trento onlus" che ha la propria

mer. "La nostra speranza - si legge nell'in-

l'associazione "Alzheimer Trento" che ope-

sede in via al Torrione 6 (0461 230775 -

troduzione - è che questo scritto sia di uti-

ra per la diffusione dell’informazione e la

www.alzheimertrento.org) ha curato un

lità per tutti coloro che hanno bisogno di

sensibilizzazione dell’opinione pubblica e

vero e proprio vademecum che contiene

aiuto, proponendoci nella solidarietà per

delle istituzioni sulla malattia di Alzheimer

"Indicazioni e spunti per vivere accanto

raggiungere il nostro obiettivo che è “la

e le altre forme di demenza, per lo svilup-

alla persona malata di Alzheimer e altri tipi

forza di non essere soli”. ■

Prevenzione Un controllo per le vostre arterie

Arteriosclerosi

Una malattia con possibili conseguenze negative L’arteriosclerosi si sviluppa molto lentamente e il processo si protrae per anni e decenni senza che ci sia alcun sintomo. Il tipo di disagio dipende dalla zona interessata del nostro corpo: • Se vengono colpite le arterie coronariche, la conseguenza può essere un attacco di cuore • Se vengono colpite le arterie carotidee, nel peggiore dei casi può sviluppare un ictus • Se vengono colpite le arterie pelviche e delle gambe, questo porta all’arteriopatia periferica degli arti inferiori (PAD). Usando metodi di esame all’avanguardia, siamo in grado di rilevare l’aterosclerosi nelle varie parti del corpo in fase precoce. Dopo aver determinato i fattori di rischio, creiamo per lei un piano di trattamento personalizzato. Univ. Prof. Dott. Michael Pedrini

Doz. Dott. Gilbert Spizzo

Contattate i vostri specialisti a Brixsana, Prof. Dr. Michael Pedrini e Dr. Gilbert Spizzo, per fissare un appuntamento per un controllo arterioso: Tel. 0472 824 830 - interne@brixsana.it

29


SALUTE

LA DIPENDENZA DAL GIOCO D'AZZARDO Come prevenirla, diagnosticarla e curarla

Quando il gioco d'azzardo diventa patologico si trasforma in "ludopatia" e tra slot machines, video-poker, scommesse online, bingo, gratta e vinci e lotterie istantanee, i "malati" sono sempre più numerosi anche se è difficile ottenere dati precisi al riguardo. La ludopatia ha alcuni aspetti in comune con la dipendenza da sostanze. Per esempio nel comportamento compulsivo che produce effetti sulle relazioni sociali o sulla salute seriamente invalidanti. Le persone affette da questo disturbo presentano, infatti, alcuni atteggiamenti comuni e riconoscibili. Innanzitutto ne sono spesso ossessionati o, comunque, ripensano spesso a esperienze di gioco passate, programmando nuove giocate e cercando di trovare il modo di procurarsi sempre nuovo denaro per andare a giocare. Avendo il bisogno di aumentare la posta per eccitarsi (esattamente come avviene per le sostanze d’abuso). Tutte le volte che queste persone cercano di controllarsi e di resistere all’impulso di cedere, diventano estremamente irascibili e nervosi. Considerano il gioco d’azzardo un modo per sfuggire ai problemi o per trovare sollievo a disturbi dell’umore, inoltre inseguono le loro perdite, ovvero, dopo aver perso soldi tendono a tornare sui propri passi per rifarsi; mentono costantemente alla propria famiglia e al medico per nascondere fino a che punto sono coinvolti nel gioco d’azzardo. Per trovare i soldi per il gioco, spesso ricorrono ad azioni illecite (falsificazione, frode, furto o appropriazione indebita) e a causa del gioco d’azzardo queste persone arrivano a mettere in pericolo o a compromettere relazioni importanti, il lavoro, opportunità scolastiche o di carriera. Inevitabilmente possono trovarsi costrette a chiedere aiuto agli altri per trovare il denaro necessario per far fronte a situazioni finanziarie disperate.

FARMACIA PIETRALBA Omeopatia • Erboristeria • Galenica • Veterinaria • Cosmesi Autoanalisi del Colesterolo completo HDL, LDL, Trigliceridi • Misurazione pressione Prodotti per l’infanzia • Prodotti per celiachia • Ortopedia • Analisi della pelle e del capello Foratura lobi • Food intollerance test

Via Noldin, 23 - LAIVES (Bz) - Tel. 0471 954123

Grafica: QuiMedia

30


SALUTE

31

mazione al corpo della Polizia municipale di Trento riguardante il gioco d'azzardo, organizzato dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari, in collaborazione con il Comune. Nei prossimi mesi, gli incontri coinvolgeranno anche i gestori dei pubblici esercizi e hanno come obiettivo un’analisi articolata del fenomeno che tenga conto delle sue diverse sfaccettature. Verranno, infatti, considerati sia gli aspetti sociali del gioco sia le derive patologiche, con un’attenzione particolare ai soggetti che sul territorio si occupano della prevenzione e della riabilitazione del giocatore patologico e anche a quelli, come l’associazione Auto mutuo aiuCome per tutte le malattie, esistono strumenti di prevenzione e

to (Ama) e il Servizio per le dipendenze (SerD) dell’Apss, a cui si

di cura. Riguardo ai primi, occorre partire dalla famiglia e dalle

rivolgono le famiglie per una richiesta di aiuto.

scuole di ogni ordine e grado. A tal proposito molte Regioni si sono attivate a questo scopo. La Provincia di Bolzano ha riuni-

In generale, gli strumenti di cura si rivelano piuttosto complicati.

to informazioni e consigli relativi al gioco d'azzardo nel portale:

Solitamente, il trattamento viene deciso da un team multidisci-

azione-dipendenza-gioco.it, in cui è possibile trovare notizie

pinare del Servizio per le Dipendenze sulla base delle condizio-

sulla patologia, fare un test di autovalutazione e istruzioni sul

ni cliniche del paziente e può basarsi sulla psicoterapia, sulla

come comportarsi affinché il gioco non diventi una dipendenza.

terapia farmacologica e su altre forme di supporto psicologico

Si tratta delle solite regole di buon senso. Riguardo ai minorenni:

e il paziente può ricevere un trattamento di tipo ambulatoriale,

non bisogna permettere che giochino alle slot o ad altri giochi

semiresidenziale o residenziale. Il trattamento residenziale e se-

d’azzardo e, naturalmente, non fare affidare loro puntate o scom-

miresidenziale è adatto a quei pazienti la cui perdita di control-

messe se, soprattutto, non regalare ai minorenni gratta e vinci o

lo è pressoché totale e in genere ha una durata relativamente

altri giochi d’azzardo.

breve (tre-sei mesi). In genere, in base alla esperienza clinica, il

Per quel che riguarda il proprio comportamento personale, si

trattamento maggiormente efficace è quello integrato, ossia più

consiglia di stabilire un limite di denaro e di tempo dedicato al

interventi combinati quali terapia farmacologica, laddove neces-

gioco e di rispettarlo. Infine, si consiglia di non giocare quando

sario, psicoterapia individuale e/o di gruppo, intervento sui fami-

si è depressi o quando si è sotto l'influsso di alcol o medicinali.

liari, partecipazione a gruppi di auto-mutuo aiuto come quelli dei

Poche settimane fa, invece, si è tenuto il primo incontro di for-

Giocatori Anonimi. ■

Specialista della colonna vertebrale Univ. Doz. Dr. Klaus Galiano

Maximilian Costa Benessere Complessivo

Con una ridotta densità ossea, si può verificare una frattura vertebrale anche senza cadute, che può portare a forti dolori alla schiena o malposizione della colonna vertebrale.

Mal di schiena – Fratture vertebrali • Offriamo consulenze individuali • Se necessario, pratichiamo un‘operazione poco invasiva della frattura del corpo vertebrale, per cui si può evitare una malposizione della colonna e si verifica un rapido alleviamento del dolore • Post-trattamento appropriato con profilassi nell‘osteoporosi

BRIXSANA private clinic Julius-Durst-Straße 28 • Bressanone Tel. 0472 824800 • info@brixsana.it

costamaxi@gmail.com Tel. 346 5326373 Vilpiano - Terlano (BZ) CORSI E LEZIONI PRIVATE 5 TIBETANI®

benessere per corpo, anima e spirito

RIEQUILIBRIO VERTEBRALE CON IL METODO DORN & BREUSS

per alleviare disturbi vari, emicrania, mal di schiena e dolori articolari

DETOX / PERDITA DI PESO SALUTARE E CON SUCCESSO IL CONCETTO PER OTTENERE TRAGUARDI DI SALUTE, MONETARI E TEMPO LIBERO

http://uk.lifeplus.com/maximiliancosta/it-de Professionisti disciplinati ai sensi della Legge n°4/2013

Grafica: QuiMedia

Fratture vertebrali in presenza di Osteoporosi


GRATIS

su tto ta n o c a i Lent liquidi e

189 €

39,90

OC COM

con len

OCCHIALE COMPLETOantigraffio e antiriflesso

con lenti monofocali

Vedi regolamento interno - salvo errori di stampa. Non cumulabile con altre promozioni. Promozione valida fino al 09.06.18

Presto che e tardi 3x2 1 332 €

79,90

OCCHIALE COMPLETO O PROGRESSIV con lenti antigraffio

BOLZANO ViaLE Druso, 51 Tel. 0471.1653906

otticaveneta.it

OCCH da s

a pa

Quisalute 10 2018  
Quisalute 10 2018