Issuu on Google+

IL NATALE FRA TRADIZIONE E MODERNITÀ GLI ALTRI VOLTI DEL NATALE IL NATALE IN REGIONE

Via G. Galilei 20 Bolzano G. Galilei Straße 20 Bozen SEGUICI - FOLGE UNS DECATHLON BOLZANO - BOZEN

DICEMBRE 2016


NATALE

3

EDITORIALE Lo sentite anche voi questo profumo nell’aria? Odore di vin brulè, di dolcetti. Se poi alzate lo sguardo da terra e guardate lassù, dove sono affisse le luminarie di Natale, allora è chiaro per tutti. Avete aperto bene le orecchie mentre passeggiavate in centro? Avete sentito anche voi "Bianco Natal" fare rima con "Tu scendi dalle stelle?" Anche se voi foste un alieno appena approdato a Bolzano direttamente dal pianeta Saturno vi basterebbero un paio di secondi appena per capire che cosa sta succedendo intorno a voi. Signori e signore, sì, avete indovinato, è Natale. Il periodo dell’anno che i bambini aspettano più di ogni altro e, ma sì dai, anche qualche adulto, perché quantomeno potrà fare un po’ di vacanza e tirare il fiato. Al di là di tutta la “coreografia” classica del Natale, questo periodo dell’anno porta con sé anche tante aspettative, tante idee e buoni propositi. Perché le Feste sono il momento in cui ci si chiude, almeno per un po’, dietro il proprio scudo, nel calore della famiglia, del riposo, di parenti ed amici con i quali amiamo trascorrere del tempo. Ed anche il momento in cui si pensa a che cosa fare quando la festa sarà finita, il panettone digerito e lo spumante ormai ridotto a bottiglie vuote gettate nel cassonetto verde. Perché in un colpo solo, nel breve volgere di pochi battiti di ciglia, il Natale lascerà spazio al Capodanno, ad un anno nuovo di zecca, nel quale legittimamente ognuno di noi cercherà cambiamenti positivi, un rinnovamento nel bene, felici novità insomma. Idealmente l’inizio di un nuovo anno è un momento nel quale tutti ci sentiamo in diritto di pensare e sperare in un periodo migliore, con più sorrisi e meno amarezze. Per far sì che dal 2 gennaio in poi questo diventi realtà non basterà, però, solamente cambiare il calendario appeso al muro. Servirà l’impegno costante e quotidiano di tutti noi, alzarsi dal divano e lavorare per far sì che questo cambiamento arrivi davvero. In modo tale da trascorrere un bellissimo Natale quest’anno, ma da arrivare alle Feste del 2017 con

INDICE

ancora più sorrisi sulle labbra.

IL NATALE FRA TRADIZIONE E MODERNITÀ Pag. 4

GLI ALTRI VOLTI DEL NATALE Pag. 14

IL NATALE IN REGIONE Pag. 22

Direttore responsabile Cristina Ferretti | Testi a cura di Nicola Baldo | Idea grafica Odd - Diodoro Oscar | Tiratura complessiva QuiMedia 76.000 Prodotto da QuiMedia - Via Torino 96, 39100 Bolzano | Coordinamento Pubblicità Paolo Dalnodar | pubblicita@quimedia.it - Tel. 0471 081 583 Editore e Stampa Athesia Druck srl - Via del Vigneto 7, 39100 Bolzano | Foto Shutterstock È vietata la riproduzione parziale e totale di testi, immagini e pubblicità dei magazine e quindicinali QuiMedia.


4

NATALE

IL NATALE FRA TRADIZIONE E MODERNITÀ Alla scoperta non solamente di tutto ciò che è classico, ma anche di qualche idea per trascorrere le Feste con i propri cari

INTERVISTA A BABBO NATALE Il vero significato delle Feste secondo l'amatissimo vecchietto che risiede al Polo Nord

temperature inadatte anche solo a respirare, raggiungendo picchi negativi impensabili per il corpo umano. Ma niente ci ferma, vogliamo far parlare i nostri lettori con il mitico Babbo. Ed allora dopo qualche chilometro nel nulla di una distesa bianca che più bianca non si può, eccoci arrivati. Siamo fuori dalla porta della casa di Babbo Natale, una graziosa casupola in legno con il tetto a punta e due camini, dai quali esce un rassicurante fumo: almeno la finiremo di battere i denti dal freddo. Bussiamo e ci accolgono dei simpatici nanetti vestiti di verde e di rosso, offrendoci una cioccolata calda con la

Ci sono interviste, chiacchierate, facili facili da fare. Ed altre

panna. Gesto che porta questi gnometti in vetta alla hit pa-

che, invece, sono decisamente più complicate. Per realizzare

rade della nostra simpatia. Ci accomodiamo ed aspettiamo,

l'intervista che leggerete nelle prossime righe abbiamo dovu-

mentre in sottofondo la musica di tradizionali canzoncine

to sudare non poco. In primis per convincere l'intervistato in

natalizie si fonde con il battere frenetico dei martelli: ormai

questione a prestarsi alla nostra chiacchierata, e poi perché

il 25 dicembre si sta avvicinando ad ampie falcate, serve fare

a livello logistico non è stato semplice raggiungerlo. Perché

in fretta per preparare tutti i giocattoli per i bambini buoni

l'intervistato in questione è niente di meno che Babbo Na-

del mondo.

tale, ma per poterlo incontrare abbiamo dovuto fare un lun-

“Cosa la porta fin qui da me?”, ci dice un vocione alle nostre

go, lungo, viaggio fra aereo e motoslitta, per giungere fino in

spalle. Sì sì, è lui. “Buongiorno...” ma come devo chiamarlo?

Lapponia. Ci imbarchiamo da Milano con direzione Rova-

Babbo? Natale? O tutti e due? “Buongiorno a lei, cosa la porta

niemi, in Finlandia, da lì ad attenderci ecco un prode mez-

qui nella mia casa”. “Vede dottor Natale – gli diciamo timida-

zo motorizzato adatto a solcare la neve. Il termometro indica

mente – vorremmo farla parlare, vorremmo intervistarla...”.


NATALE

5

Alza gli occhi al cielo. “Ci sembra giu-

za che di lì a poco avrebbe avuto tutto

questa parte dell'anno”. Silenzio. One-

sto che a spiegarci il Natale sia proprio

quello che semplicemente un bambino

stamente non sappiamo cosa contro-

lei, che di questo periodo dell'anno ne

sogna: stare a casa tutto il giorno con

battere né che altre domande potrem-

è un po' il simbolo”. “Vede giovanotto –

mamma e papà, giocare, divertirsi con

mo mai fargli. “La speranza che arriverà

ci dice accomodandosi al nostro fianco

loro, dormire fino a tardi, mangiare cose

presto un Natale, un momento di festa e

– lei mi dice così perché la mia faccia

buone... Più del regalo in sé, a renderla

di felicità con le persone che amiamo,

campeggia un po' ovunque in queste

felice quando era bambino era quella

questo è il vero simbolo di questo pe-

settimane, ma non sono io il simbolo

aspettativa di star bene, di essere felice

riodo dell'anno, non la mia faccia pa-

del Natale”. “No? E chi allora?”. “Vede, in

con attorno le persone che per lei erano

cioccosa. E la speranza che un domani,

questo periodo dell'anno in tanti pen-

e sono speciali. Non è il regalo ricevuto

anche se non sarà il 25 dicembre, un

sano ai regali, ai doni, ma c'è qualcosa

in sé a rendere bello il Natale, sono i mo-

Natale arrivi nella vita quotidiana di tutti

di ancora più bello che ricevere”. “Ed è

menti che lei vive prima, durante e dopo

è l'augurio che questo arzillo vecchietto

donare?”. “Anche, ma non mi riferisco

il Natale a spruzzare un po' di magia su

vuole fare a tutti, grandi e piccini”. ■

solo a quello”. “Ci dica...”. “Lei è una persona ormai adulta, qual è il primo pensiero che le viene in mente se pensa al Natale?”. “Beh... non saprei, così su due piedi...”. “Glielo dico io allora, se ci penserà un po' su vedrà come i primi pensieri che le verranno in mente saranno quelli dell'attesa...”. “Si può spiegare meglio?”. “Quando lei era piccolo e credeva fortemente in me certo che le piaceva ricevere il regalo e scartarlo. Ovvio, era un bambino. Ma più forte dell'emozione di quel preciso momento era l'attesa di quel momento. I giorni che piano piano si avvicinano al Natale, la consapevolez-


6

NATALE

LA CARTA D'IDENTITÀ DELL'ARZILLO VECCHIETTO E se Babbo Natale in realtà si chiamasse... Nicola?

Ma quanti anni ha Babbo Natale? Ok, non ce la siamo sentita di chiederglielo durante l'intervista, così ci affidiamo a qualche ricerca per capire che questo arzillo vecchietto ha... centinaia e centinaia di anni! Perché è vero che la mitologica figura del nonnino barbuto e panciuto è nata nel bacino del Mediterraneo per poi evolversi nel Nord Europa e trovare definitiva “consacrazione” nell'America del Nord. Ma in principio “Babbo” si chiamava... Nicola. Già, perché tutto prese il via da San Nicola, un greco nato intorno al 280 d.C., che divenne vescovo di Mira, cittadina dell'attuale Turchia: da cristiano particolarmente devoto finì anche in galera per molti anni per difendere la propria fede. Quando poi morì il 6 dicembre di un imprecisato anno alla metà del IV secolo, la sua figura divenne molto popolare ovunque. Ma come si è passati da San Nicola a Babbo Natale? A causa di due leggende che, verso il 1200, si sono diffuse in Europa. In una si attribuiscono a questo santo delle caratteristiche divine molto “pagane”, spesso rappresentato come anziano con la barba bianca ed una grande saggezza, mentre un'altra scuola di pensiero vede questa associazione di idee nata dal fatto che per lungo tempo San Nicola fu il protettore dei bambini. ■


NATALE

7

GARDA TRENTINO Un Natale tutto da vivere

Il Garda Trentino è una delle mete internazionali più attraenti per vivere indimenticabili vacanze di fine anno dedicate a grandi e piccini. Lo conferma Trivago che ha inserito Riva del Garda tra le dieci destinazioni italiane consigliate per il

tività e divertimento assicurati anche dall’Accademia degli

Capodanno 2017, per la qualità delle strutture ricettive (otti-

Elfi, con laboratori creativi che garantiranno il diploma di

mo rapporto qualità/prezzo) e del ricco palinsesto di eventi.

Elfo qualificato. E ancora “Di Gusto in Gusto” (2 dicembre-8

Ad Arco l’imperdibile Mercatino di Natale di Arco: 40 casette

gennaio), è il villaggio enograstronomico che trasformerà il

ricolme di sorprese in pieno centro storico. Passione arti-

centro storico di Riva del Garda in un percorso tra le eccel-

giana, spettacoli, animazione rendono deliziosa l’atmosfera

lenze locali, con un villaggio di 23 casette organizzato in col-

di questo mercatino. Inoltre è significativa la presenza dei

laborazione con la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino e

produttori di Norcia, venuti a proporre le specialità di una

con l’Istituto Trento Doc. Altra novità è “Natale di Fiaba” (8-11

delle aree più colpite dal recente sisma nel centro Italia. Altro

dicembre): per quattro giorni spazio alla fantasia con il “Can-

mercatino di Natale magico è quello di Canale di Tenno (dal

to di Natale”, rappresentato da Lupus in Fabula in 11 spettacoli

26 novembre), località che appartiene al Club dei Borghi più

itineranti per le vie del centro di Riva del Garda.

Belli d’Italia. Nel centro medioevale le bancarelle sono negli

Il 9 dicembre al Palameeting di Riva una serata evento con

avvolti, nelle corti e nelle cantine: uno spettacolo suggestivo,

il Royal Ballet of Moscow e i Solisti del Bolshoi, che mette-

che culmina nel Presepe vivente del 26 dicembre.

ranno in scena lo Schiaccianoci, su musica di Tchaikovsky.

A Riva del Garda la festa dei bambini sta per animarsi con la

Da non mancare, il Capodanno con gli spettacolari Fuochi

tradizionale Casa di Babbo Natale (2-30 dicembre), ospitata

d’artificio di mezzanotte e la sesta edizione di Hop!, party

nella Rocca, proprio sulla sponda del lago. I piccoli visitatori

all’insegna della musica elettronica. Tra le altre proposte, il

saranno i protagonisti di un magico itinerario, accompa-

tradizionale Tuffo nel lago a mezzogiorno dell’1 gennaio e la

gnati da Babbo Natale e dalla sua aiutante Natalina. Crea-

Befana Subacquea del 6 gennaio. (pr*) ■

Mercatino di Natale di Arco Omaggio a Segantini 18 novembre 2016 8 gennaio 2017

Mercatino di Natale di CANALE Uno dei “Borghi più Belli d’Italia” 26 novembre 18 dicembre 2016

LA CASA DI BABBO NATALE

Riva del Garda Un castello incantato 2 - 30 dicembre 2016

di gusto in gusto

Riva del Garda Goloso itinerario tra le eccellenze trentine 3 dicembre 2016 8 gennaio 2017


8

NATALE

IL GRINCH INNAMORARSI DEL NATALE La leggenda a stelle e strisce del mostro che odiava le Feste

In principio fu un libro, che nel mondo anglosassone si

una bambina speciale, che ricorderà e farà ricordare a tutti

è diff uso a macchia d'olio. Poi, a far conoscere la storia

il vero significato autentico del Natale, quello spirituale e

nell'intera via Lattea, agli albori del nuovo millennio, ci

non consumistico. Grazie a questa bambina il Grinch da

hanno pensato Jim Carrey ed il regista Ron Howard, tra-

cattivo diventerà buono, da mostriciattolo che distrugge il

sportando sul grande schermo il racconto per bambini

Natale altrui diventerà l'eroe che salva la felicità di tutti gli

in rima originariamente scritto nel 1957 dal dottor Seuss.

altri bambini. L'idea ed il messaggio di quest'opera, infatti,

Stiamo parlando del “Grinch”, lo strano essere verde che

è proprio quella di ricordare a tutti i più piccoli cosa voglia

in seguito ad una delusione ricevuta quando era bambino

dire, davvero, il Natale. Normale ed ovvio che ai bambini

odia il Natale ed, ogni anno, si pone come obiettivo quello

piaccia tantissimo ricevere i regali, ma quello che conta

di distruggere la felicità di questo periodo. Questo ruban-

di più è trascorrere queste giornate di festa insieme alle

do dalle case addobbi, regali e decorazioni: grazie poi ad

persone davvero importanti. ■


NATALE

9

Sole, fi no al 354 quando papa Liberio decise di fissare la data come nascita di Cristo. Riguardo alla Chiesa di Roma, la più antica fonte sulla celebrazione del Natale come cattolica è il Cronografo del 354, che contiene tre importanti date: nel calendario civile il 25

IL PRIMO NATALE NELLA STORIA Ecco perché si festeggia proprio il 25 dicembre mentre, una volta...

dicembre è indicato come Natalis Invicti; nella Depositio Martyrum, una lista di martiri romani o di altra origine universalmente venerati, il 25 dicembre è indicato come VIII kal. ian. natus Christus in Betleem Iudeae; in corrispondenza del 22 febbraio, è menzionata la cattedra di San Pietro. Nella lista dei consoli sono indicati i giorni di nascita e di morte di Cristo e le date di ingresso a Roma e di martirio dei santi Pietro e Paolo. ■

Capiterà sempre prima o poi che ti domandino “Ma perché il Natale si festeggia proprio il 25 dicembre?”. Bella domanda, perché proprio quel giorno? Sicuramente quando nacque Gesù Cristo non c'era Facebook a ricordare a nessuno il proprio compleanno, quindi perché è stata scelta proprio quella data? Ci sono diverse teorie a riguardo, la più plausibile è che il Santo Natale sia stato messo in quella giornata per sostituire la festa pagana del Natalis Solis Invicti, ma ci sono anche altre ipotesi che vogliono quella data legata alle tradizioni ebraiche. Sicuramente nell'antica Roma era già una prassi consolidata quella di festeggiare alla fi ne del mese di dicembre: dal 17 al 24, infatti, ogni anno si celebravano i Saturnali, giornate di festa in onore di Saturno, dio dell'agricoltura, per il quale ci si scambiava dei doni e si consumavano degli ottimi banchetti. Inoltre, il termine “Natalis” veniva già utilizzato nel calendario romano per identificare diverse occasioni speciali come il “Natalis Romae”, in programma il 21 aprile, giornata di compleanno della città, oppure come il Dies Natalis Solis Invicti, una festa dedicata alla nascita del Sole che si celebrava il 25 dicembre dal 274 d.C fortemente voluta dall'Imperatore Aureliano. Sempre verso il 200 era la giornata del 6 gennaio nel quale le prime comunità cristiane festeggiavano la nascita di Gesù, ma poi la storia con i suoi passaggi ha definitivamente fissato il giorno della nascita nel 25 dicembre. La prima celebrazione del Natale a Roma avvenne nel 336, fi no ad allora era defi nita come celebrazione pagana dedicata al


10

NATALE

TAGLIA, CUCI, ABBELLISCI, ADDOBBA... Decorare casa per queste settimane di Feste è un'arte: la propria abitazione può cambiare volto anche realizzando da sé i propri addobbi, creati a mano o con la macchina da cucire. Uno dei momenti più coinvolgenti nella

lenci si possono realizzare delle piccole

Attenzione poi al colore, perché come

marcia di avvicinamento verso il Natale

opere fai da te come stelle, casette, cuori

nella moda anche nelle decorazioni

è quando, magari assieme ai bambini

e abeti per l’albero fuori porta e alberi

natalizie ci sono stagioni e stagioni. C'è

oppure a mamma e papà, si addobbava

di Natale da appendere o come piccoli

però un colore buono per ogni anno ed

la casa. Scegliere i colori, dove posizio-

Babbo Natale. Anche i bambini con l’a-

occasione ed è il rosso: ottimo tanto per

nare gli addobbi, che materiali usare, se

iuto della mamma possono realizzare

i pupazzetti che per le candele o la rap-

fare qualcosa di sobrio oppure andare

gli addobbi natalizi con pannolenci: ad

presentazione del simpatico vecchietto

sul “pesante”... Dipende dai gusti, dal-

esempio dei piccoli Babbo Natale con

residente al Polo Nord... Per gli amanti

le preferenze, dall'amore per qualche

dei ritagli di colore rosso bianco e nero,

della macchina da cucire, poi, ci sono

particolare materiale... Anche perché ci

l'ovatta sintetica per imbottire, coto-

tante possibilità per realizzare non solo

sono tante idee e possibili soluzioni per

ne rosso da ricamo in tre fili, la colla a

degli addobbi per la casa ma anche dei

colorare la propria abitazione in perfet-

caldo, cordoncino rosso per appendere

piccoli regali. A disposizione ci sono

to stile natalizio. Si possono realizzare, a

i decori e un pennarello nero indelebile

diversi cartamodelli da ritagliare in di-

mano, tanti lavoretti molto caratteristici,

a punta fine. Questo materiale permette

verse forme, sulle quali sono applicabi-

che permettono anche di divertirsi con

di essere tagliato facilmente in tante for-

li stoffe direttamente con la macchina

i propri bambini nell'abbellire l'abitazio-

me come poi è facile utilizzare anche il

da cucito, così da ottenere con il giusto

ne per queste settimane di Feste. Per gli

cotonine: con tre scampoli di quest'ulti-

accostamento di colori degli alberelli

amanti dell'uncinetto, ad esempio, c'è la

mo insieme a due metri di nastro dorato,

o altre immagini tipicamente natalizi.

possibilità di realizzare facilmente alcu-

spilli, ago, ovatta, cotone e macchina da

Un’idea regalo simpatica è realizzare,

ni addobbi utilizzando materiali quali il

cucire si può creare una bella ghirlan-

a mano, delle presine da forno cucite a

pannolenci, un tessuto molto morbido

da natalizia fatta in casa. Basta tagliare

macchina: utilizzando un cartamodel-

e facile da cucire sia a mano sia a mac-

tre strisce di cotonina, cucirle insieme

lo che si trova gratuitamente scaricabi-

china: non si stropiccia e non si sfilaccia

ripiegandole a metà con la parte dritta

le dalla rete si possono poi applicare a

quindi ottimo proprio per i margini a vi-

verso l'interno, lasciando la base aperta

macchina stoffe e patchwork per otte-

sta, il feltro è più duro e più spesso ideale

per poter inserire l'imbottitura. Quindi

nere un grazioso pensiero da donare. ■

per decorazioni rigide. Con il panno-

cucirla lungo tutta la lunghezza.


NATALE

11

CREANDO INSIEME AI BAMBINI Mille idee per dei lavoretti fatti a mano assieme ai ragazzi

KIRCHER LE NUOVE TENDENZE NATALIZIE Abbiamo girato l‘Europa per te, spiando le nuove tendenze e cercando tutte le novità per il Natale 2016. Una cosa è certa: Le tendenze invernali sono numerose ed affascinanti. Nelle creazioni s’incontrano colori mistici e scuri come il ruggine e il marrone, che abbinati al bianco ed al crema regalano alle creazioni un tocco di leggerezza celestiale! Anche il mix di materiali gioca un ruolo importante: la lana soffice si abbina al vetro ed il morbido peluche si sposa con la corteccia fresca.

Durante il periodo natalizio i bambini sono a casa da scuola,

I COLORI PIÙ AMATI

hanno molto più tempo libero e possono godersi le vacan-

Quest’inverno i colori di tendenza sono un po’ più scuri

ze. Ed allora cosa si può fare con i propri figli per occupare

dello scorso anno. Il colore preferito dai fioristi attualmente

un po' questo tempo? Partendo dal presupposto che non si

è il bronzo, utilizzato dalla testa ai piedi. Certamente i colori

potranno tenere per tante ore davanti alla televisione? È l'oc-

scuri non rimangono soli in questa stagione: il colore fucsia

casione per stare un po' insieme ai propri piccoli realizzan-

si è rivelato come colore di tendenza e lo troviamo anche

do dei lavoretti fatti a mano, così da trascorrere del tempo in

nella Stella di Natale ‘Princettia’.

compagnia e creando delle piccole opere che resteranno poi in casa. È il caso, ad esempio, della “barba di Babbo Natale”. Si tratta di prendere un foglio di cartoncino rigido, disegnarci sopra la sagoma di una barba come quella del simpatico vecchietto e poi ritagliarla: quindi facendo due piccoli buchi alle estremità nei quali si fa passare un elastico. Ed ecco pronta una barba fatta in casa da indossare comodamente. Se invece si preferisce usare il legno, basta procurarsi un tronchetto lungo anche soli pochi centimetri tagliato dritto da una parte ed inclinato all'altra estremità. Per questo lavoretto serviranno poi anche pastelli ed acrilico bianco, iniziamo con quest'ultimo dipingendo di bianco la parte diagonale ed una volta asciutta si può procedere alla decorazione utilizzando paastelli e penna nera. Con questi si può disegnare sulla parte inclinata, realizzando una simpatica faccia da elfo, oppure quella di Babbo Natale o altri temi delle feste. Realizzando così un divertente segnaposto o un piccolo oggettino per decorare la casa. Se poi in casa avete del pane, come quello tradizionale da toast che ormai si è seccato, allora anche quello si potrebbe utilizzare per un “lavoretto”. Basta procurarsi delle formine, di quelle utilizzabili anche per preparare dei biscotti: usatele con questo pane secco, quindi utilizzando le tempere o dei colori si possono dipingere per farne così dei segnaposto o delle decorazioni per l'albero ed il presepe. Abbellendole anche con fiocchi e polverina colorata. Una serie di lavoretti che si possono realizzare anche senza grandi spese e riciclando materiali che si hanno già in casa. ■

19,90 €


12

NATALE

QUALCHE IDEA PER NON TOPPARE IL REGALO Una piccola guida per evitare di sbagliare dono a parenti ed amici

Ammettiamolo, dai... è uno di quei patemi del periodo. Come faccio a scegliere il regalo giusto per lui o per lei? Domanda che affl igge tante, tantissime, persone sia con l'avvicinarsi delle Feste, sia quando arrivano occasioni speciali quali ad esempio il compleanno. O, meglio ancora, come non scegliere un pensierino completamente sbagliato. Facile, direte voi, in base ai gusti della persona. Mica così facile, soprattutto con persone vicine sì, ma non vicinissime. Va bene il pulloverino azzurro, la cravatta con i rombi, trucchi e parrucchi... ma uno sforzo in più di fantasia si potrebbe anche provare a fare. C'è un metodo, che comprende alcuni passaggi, per arrivare al parto. Alla scelta del regalo migliore. Il primo passo è prendere carta e penna, soffermarsi un attimo a pensare e riflettere ed a quel punto mettere nero su bianco un elenco degli interessi e delle preferenze della persona in questione, così da personalizzare sempre più il regalo. Anche e soprattutto cose quotidiane, semplici, come che genere di cucina preferisce oppure se ai videogiochi preferisce la compagnia di un buon libro o viceversa... Pensa a quali prodotti potrebbero tornargli utili nella vita di tutti i giorni o considera un grande acquisto che deve fare da tempo.

0

dolcificante naturale


13

Grafica: QuiMedia

NATALE

Primi caldi a tutte le ore a 6,90€ inclusa la bibita!

Klara e Trixi vi aspettano! Sempre meglio puntare su regali pratici, di uso comune, ma che siano anche un piacere per il destinatario. Sbircia poi, se possibile, sulla sua attività on-line: i siti che consulta, gli acquisti che fa in rete... Poi pensa bene se preferisci fargli un regalo sentimentale oppure di uso quotidiano e comune. Nella prima categoria possono rientrare oggetti quali ricordi particolari delle prime volte che vi siete conosciuti oppure una foto che vi ritrae insieme. Se poi proprio non vi viene in mente nulla, allora si può optare per regalare “un'esperienza”.

Via della Roggia 3 - Bolzano - Tel. 339 6041769

… e r o m & e e f f o c ticceria s a p a l o cc Bar e pi

In che senso? Semplice, donategli un buono per un fine settimana insieme da qualche parte, un massaggio di coppia, una lezione di scherma o di paracadutismo, un corso di inglese o un abbonamento in palestra, per arrivare poi ovviamente ad un pensiero legato ad eventuali passioni anche allo spirito di ciascuno di noi. Chiaramente il primo step da affrontare sarà la profondità del rapporto che si ha con quest'altra persona, la voglia che si ha di donargli qualcosa di particolare e di molto personalizzato. Per regalare la camicia a scacchi c'è sempre tempo e ci saranno tanti compleanni ed anniversari per i quali anche un pensierino di questo genere andrà bene. ■

“Specialità Cannoli Siciliani e Cassatine Siciliane” Via Bari 37/A - Bolzano Cell. 320 8889253 - 345 9309969

Grafica: QuiMedia

eno-gastronomiche. Perché quel che piace alla pancia, piace


14

NATALE

GLI ALTRI VOLTI DEL NATALE Non solamente le tradizionali celebrazioni che conosciamo noi, ma uno sguardo a quelli che sono modi alternativi o diversi di vivere il Natale

FESTEGGIARE NEI CINQUE CONTINENTI Un viaggio dal Canada al Giappone: ecco come il Natale viene vissuto nel resto del mondo

Quando arriva il mese di dicembre l'attenzione di tutti, alle nostre latitudini, è rivolta al Natale. A quel periodo carico di una magia unica. Ma alle altre latitudini come si vive il Natale? Quanto questo periodo in Nord America o in estremo Oriente è simile o differente rispetto a quello che facciamo noi. Andiamo alla scoperta delle tradizioni più “esotiche” o differenti rispetto a quelle cui siamo abituati in Italia, a partire da un paese molto affine a noi come l'Argentina. La prima, grande, differenza con il Natale a Buenos Aires ed il resto del Paese riguarda la stagione, in quanto in Sudamerica in dicembre è piena estate. Ecco perché trovare un abete vero nelle case, utilizzato come albero da decorare è impossibile, in quanto si seccherebbe subito: meglio uno finto, di plastica, che grandi e piccini possono abbellire a piacimento. Anche in Argentina il giorno più importante è quello della Vigilia, visto che nella sera del 24 dicembre tutta la famiglia si riunisce per mangiare insieme il tradizionale asado, mentre i regali ai più piccoli non vengono dati il giorno successivo, bensì il 6 gennaio, portati dai Re Magi. Tanto che in quella giornata è tradizione per i bambini lasciare una scarpa, acqua ed erba per i cammelli fuori dalla porta.


NATALE

15

Spostandoci in Nord America, fra Usa e Canada, ci sono molte similitudini con le Feste europee, anche se poi si svolgono alcuni riti tipicamente anglosassoni come il fatto di vedere i bambini girare casa per casa per cantare ai propri vicini tradizionali canti natalizi. In cambio ricevono dolcetti, qualcosa di caldo da bere o qualche monetina. Passiamo da un estremo all'altro, perché dall'America settentrionale ci spostiamo in Giappone, dove in effetti il Natale – almeno in teoria – è una festa di secondo piano visto che i cristiani sono una minoranza nel paese del Sol Levante. Invece si tratta di un appuntamento molto sentito anche nel Paese a maggioranza shintoista, che segue un'altra festa nazionale in programma il 23 dicembre ovvero il compleanno dell'imperatore Akihito. Anche in Giappone, così, ci si scambia i regali con le città addobbate nelle settimane precedenti come se fossero dei centri dell'Occidente, ma già dal 26 dicembre finisce tutto in quanto a quelle latitudini non esiste l'Epifania. Lasciamo Tokyo e dintorni per volare verso sud, verso l'Australia dove anche qui troviamo un Natale in piena estate. Tanto che cade in piene vacanze per i bambini, abituati a non andare a scuola da metà dicembre ad inizio febbraio,

non mancano mai i “Christmas Crackers”, un tubo di car-

tanto che spesso il 25 dicembre lo si trascorre in spiaggia o

toncino confezionato nella carta da regalo con, all'interno,

in campeggio. Nel menù del tradizionale pranzo di Natale si

c'è un piccolo “botto” che scoppia quando il cracker è tirato

possono trovare piatti tipici inglesi insieme al pesce, come

alle due estremità. Solitamente sono messi insieme a dolcetti

scampi e gamberi cucinati sul barbecue, mentre sulla tavola

o piccoli regali per tutti gli ospiti. ■


16

NATALE

LE METE PREFERITE A NATALE

Dai climi caldi alle nevi più belle, senza dimenticare il “made in Italy” Sono tanti quelli che aspettano il periodo natalizio per dire “stacco un po' la spina”. E quale modo migliore per farlo che riempire la valigia e farsi un viaggetto? Da soli o con gli amici, in coppia o con la famiglia, ci sono diverse possibilità per trascorrere qualche giorno lontano dalla quotidianità.


NATALE

Vediamo alcune possibili mete low coast per questo periodo dell'anno, a partire da Berlino, una delle capitali più affascinanti del Vecchio Continente. Alcuni siti internet off rono

17

LASCIARSI ISPIRARE... DA SCHULLIAN...

soluzioni a partire da 18 euro a notte, con la possibilità di usufruire anche del 3x2. E se invece si vuole una destina-

… trovare qualcosa di nuovo e fami-

zione diversa ecco l'Orient Express, il treno carico di fascino

liare, ardito e romantico per il vo-

grazie al quale si può tagliare l'Europa ed insieme al quale

stro albero di Natale ... e poi ancora,

sono stati previsti anche alcuni pacchetti speciali per visitare

regali originali, come il bouquet na-

dei classici Mercatini.

talizio originale da Bolzano. Questo

Altrimenti una città particolarmente carica di fascino in

è Schullian.

questo periodo dell'anno è Vienna, la capitale austriaca si mette il vestito della festa per questa occasione ed è como-

Alberi di Natale, addobbi e decorazioni natalizie per fare del tuo Na-

damente raggiungibile anche in treno. In alternativa, ci si

tale un momento indimenticabile. La Floricoltura Schullian off re

potrebbe concedere una rilassante mini crociera sui grandi

tutto il necessario per l’organizzazione di una Festa davvero spe-

fiumi europei, come il Danubio o il Reno, dove in soli cinque

ciale! Se siete tra quelli che pensano che il Natale non è Natale senza

giorni si possono toccare diversi punti del Vecchio Conti-

l’albero, allora la Floricoltura in via Merano 75/A a Bolzano fa sicu-

nente con annessa visita alle città ed ai Mercatini. Ma se, an-

ramente al caso Vostro! Martina Schullian pensa che le tradizioni

ziché all'estero si vuole restare in Italia, in cima alle papabili

debbano essere rispettate e propone una vastissima scelta di alberi

mete c'è Firenze, dove si possono trovare soluzioni alquanto

di Natale – di tutte le dimensioni, tipologie, in base agli spazi di-

interessanti. Se il vostro budget non vi consente di fare va-

sponibili, gusti e bisogni – e decorazioni e addobbi di ogni genere,

canze troppo dispendiose, ma non volete rinunciare ad un

per poter “vestire” il proprio albero e renderlo adatto all’atmosfera

viaggio natalizio vi consigliamo il  couch surfi ng. Letteral-

che volete creare a casa vostra. Da Schullian potrete trovare con-

mente significa "saltare da un divano all'altro". Si tratta infatti

sigli, suggerimenti e addobbi quali sfere, palline, ghirlande, puntali

di un programma che permette di mettere in contatto per-

in una incredibile varietà di materiali e colori, luminarie, candele e

sone da ogni parte del mondo; da una parte c'è chi mette a

anche centrotavola per completare l’atmosfera festiva. L’Avvento da

disposizione una stanza o il divano della sua casa, mentre

Schullian è speciale, anche ogni sabato e domenica dalle 9 alle 18.

dall'altra c'è chi cerca un posto in cui poter sostare per qual-

www.schullian.it www.facebook.com/schullian

che giorno. ■

Segnavia Pernottare Escursioni Scopri l’Alto Adige www.sentres.com Nuovo Design

Manigare&bere Itinerari in bici

Pubblicità su sentres.com? Siamo a vostra disposizione: 0471 051 232 info@sentres.com

Shopping

più visibilità | più vicini all’utente | più contatti


18

NATALE

E SE A NATALE SI RESTASSE DA SOLI? Come vivere questo periodo dell'anno senza intorno parenti o amici

riato si creano dei rapporti sociali molto forti con tante altre persone che durano poi anche quando il Natale sarà passato. Aiutando gli altri, insomma, si riesce anche ad aiutare se stessi, donando un po' di tempo ed energie per una buona causa. Chi, invece, volesse solamente pensare a sé, allora

Ci sono, fondamentalmente, due modi di trascorrere il pe-

può trascorrere delle Feste solitarie anche in altri modi.

riodo natalizio. Il primo è quello classico, ovvero passare tanto tempo insieme a familiari, parenti e/o cari amici. Il se-

È il caso di una bella vacanza senza nessuno intorno: se si

condo, invece, che può capitare, è trascorrere da soli le Feste.

ha disposizione un piccolo budget e la voglia di andare alla

In questa seconda occasione ci sono diversi accorgimenti

scoperta di un posto nuovo il gioco è fatto. Con la consu-

che possono essere messi in pratica per cercare di passare

lenza degli esperti del settore e delle agenzie viaggi ci sono

comunque delle belle giornate di festa, senza lasciarsi pren-

diverse mete nelle quali poter trascorrere qualche giorno fra

dere dallo sconforto o dalla solitudine. Perché, ovviamente,

relax e spazio in completa solitudine. Per chi, invece, volesse

può capitare che quella di trascorrere il Natale senza avere

anche conoscere nuove persone viaggiando, allora l'occa-

intorno mille parenti ed amici sia una scelta personale, ma

sione giusta è rappresentata da diversi tour di gruppo che le

spesso (purtroppo) capita che invece tante persone debbano

agenzie propongono nel periodo natalizio. Sicuramente, in

per forza restare sole in quei magici giorni di festa. E non

questo caso, servirà dotarsi di spirito di adattamento visto

ci riferiamo solamente alle persone in difficoltà, quelle co-

che si viaggerà in tanti, ma così facendo si possono costruire

strette in un letto d'ospedale o in una casa di riposo, bensì

dei rapporti di amicizia che possono durare anche quando

a uomini e donne che sono costrette per varie vicissitudini

sarà passata la Befana. Fra le altre possibilità per gustarsi nel

della vita a restare lontani da parenti ed amici.

modo migliore un Natale senza familiari, parenti ed amici intorno ci sono alcuni rimedi “classici”, buoni per ogni sta-

Un buon modo per non vivere dei momenti di solitudine è

gione. Il primo è semplice quanto efficace: sistemare casa.

dedicarsi agli altri, fare un po' di volontariato e sono tantissi-

Avete presente quel lavoretto facile facile “che farò quando

me le associazioni che in questo periodo dell'anno cercano

avrò un po' di tempo”? Ecco, adesso il tempo ce l'avete. Cam-

uomini e donne volenterosi in grado di aiutare chi ne ha più

biare le tende, cambiare un po' arredamento, sistemare la

bisogno. Dalla mensa dei poveri alla cura degli animali in

soffitta o la cantina, cercare nuovi set da cucina per quan-

canili e gattili, fi no all'impegno come animatori nelle case

do si spadella... Ci sono sempre tante piccole cose da fare in

di riposo per gli anziani. Tante le possibilità per fare qualcosa

casa, se non volete avere intorno nessuno durante le Feste

per gli altri ma anche per se stessi, perché grazie al volonta-

approfittatene per rendere più accogliente il vostro nido. ■


20

NATALE

REGALARSI UN PO' DI BELLEZZA Dalla purezza alla bellezza: oggi Exit Total Wellness è un'a-

più giovane: antietà e lifting per un risultato subito eviden-

zienda all'avanguardia nella ricerca e nel trattare con co-

te, rotazione dei trattamenti per allineare la pelle ai bioritmi,

smetici e prodotti di bellezza puri, efficaci, sicuri e di alta

cosmetologia mimetica contro le rughe e rilassamento per

qualità. Nel nostro centro ci confrontiamo quotidianamente

dare tono a ogni volto. Inoltre è possibile accedere anche a

con esigenze precise da tradurre in esperimenti, formule e

trattamenti estetici concreti di massima sicurezza con pro-

soluzioni per il benessere dei nostri clienti. La nostra azienda

tocolli precisi, efficienti. In ogni caso sempre e solo molecole

è in continuo studio e ricerca, un aggiornamento che non

buone ed utili per la pelle. Un cosmetico senza conservan-

ha mai fi ne, per mettere a punto tecniche e tecnologie all'a-

ti, oli minerali, paraffi ne, vaseline, siliconi, metalli pesanti e

vanguardia. Proteggendo la persona e rispettando la natu-

nikel è più sicuro e non irrita. Un cosmetico pulito consente

ra: noi di Exit Total Wellness, infatti, vogliamo eccellere nel

poi alla pelle del viso di respirare liberamente e non intossi-

rispetto dell'ecosistema della persona e della natura. Con i

narsi, restando giovane.

prodotti Farmogal questa è una realtà concreta. i nostri pro-

Per un corpo sempre tonico bisogna poi eliminare i derivati

dotti sono, infatti, privi di ogni genere di sostanze dannose.

del petrolio, i siliconi e i conservanti è stato un percorso dif-

C'è un grande impegno poi nella ricerca per un viso sempre

ficile ma allo stesso tempo un progetto fondamentale e vin-

Grafica: QuiMedia

Non farti cogliere impreparato! PREVIENI LA CADUTA! I capelli e la bellezza fanno la tua sicurezza, capelli belli e sani sono lo specchio della tua anima. Centro tricologico specializzato per problemi di capelli e anomalie cutanee. » rinfoltimento naturale con capelli propri » parrucche su misura con vasta scelta » trattamenti della cute per anomalie » manutenzione parrucche toupet protesi » informazioni e consulenza per autotrapianto » consulenza gratuita su appuntamento

DermoKAPIL: by Exit Center - Via Visitazione, 2 - Bolzano - Tel. 0471 26 63 29 - info@dermokapil.it - www.dermokapil.it


NATALE

21

Dalla cura della pelle al corpo, da mani e piedi a trattamenti ad hoc per le spose: il tutto con prodotti di qualità

cente. In questo modo abbiamo potuto sviluppare soluzioni esclusive: cosmesi termogena e drenante nel trattamento della cellulite, stimolante contro il rilassamento, texturizzante delle smagliature, superidratante contro la secchezza dei tessuti. E poi cosmesi antiradicalica di protezione antiageing, microattivante peeling, rassodante per il corpo e rimodellante dei seni, restitutiva drenante antifatica e antistress. Tutto questo lo si può trovare da Exit Total Wellness. Un ambiente capace di donarvi appena varcata la soglia tutto quello che desiderate, dai solarium ultima generazione alle stanze del sale-areosol, trattamenti termoestetici con utilizzo di idromassaggio in cromoterapia, sauna e bagno turco, molteplici tipi di massaggi come il drenaggio linfatico, l'antigravitazionale, lo strech, plantare estetico, massaggio salino, massaggio indiano, massaggio tricologico/craniosacrale e Grafica: QuiMedia

come novità anche un massaggio sensoriale con i pennelli e olii caldi. Per il trattamento di epilazione utilizzo di apparecchiature ultima generazione come laser polaris, luce pulsata e elettrocoagulazione. Le mani sono il tuo biglietto da visita proprio per questo da Exit trattiamo anche le mani e i piedi, ricostruzione unghie, refil, smalto semipermanente, decori. Con una novità, ovvero il trattamento Spa piedi. Per il giorno più importante della vita è in programma anche un pacchetto sposa, con consulenza gratuita tecnico stilistico e estetico personalizzato. Parlando poi invece di trucco ecco che Exit Total Wellness è dotato anche di un salone parrucchiere con uno staff qualificato sempre attento alle ultime novità e tendenze haistayling, trattamenti di allungamento capelli personalizzato hair-extension e tanto altro ancora... Per il periodo natalizio sono diverse le promozioni organizzate, per regalarsi un po' di relax e di bellezza. Lo staff di Exit

Exit Center Total Wellness Center Via della Visitazione 2 - Bolzano Tel. 0471 265462 - www.exitcenter.it

Grafica: QuiMedia

Total Wellness è a vostra completa disposizione. (pr*) ■

P per renot ati un GRA consu 047 TUIT lto 1 26 O 546 2

Exit Center Total Wellness Center Via della Visitazione 2 - Bolzano - Tel. 0471 265462 - www.exitcenter.it


22

NATALE

IL NATALE IN REGIONE In Alto Adige ed in Trentino sono diverse le occasioni per trascorrere in modo particolare non solamente il periodo natalizio, bensì tutto l'inverno

UNA CARD, TANTI KM DI PISTE In Trentino ci sono tante soluzioni per gli amanti dello sci nordico

La tessera, acquistabile nelle località aderenti, permette di accedere a tutte queste realtà e di usufruire dei loro servizi: oltre a un parco piste di prim’ordine e sempre all’altezza delle aspettative, anche locali per il ristoro e la sciolinatura, spogliatoi e scuole di sci. Per sapere in quale centro del fondo si possono trovare le piste migliori, in pochi click attraverso il sito www.supernordicskipass.it sono visualizzabili in tempo reale lo stato dei tracciati con la data dell'ultima battitura, dati relativi a temperatura e umidità e le immagini dalle webcam presen-

La giornata perfetta, per il fondista, comincia tra le monta-

ti in loco. Nella pagina Community spazio anche a novità,

gne e la natura, scivola lungo piste ben battute, senza ru-

impressioni e consigli con la comunità degli utenti, diretta-

more, sfila davanti al paesaggio incantato del Trentino, si

mente dal proprio smartphone.

conclude davanti a un piatto caldo di specialità locali o un

I centri del fondo aderenti a SuperNordicSkipass sono il luo-

aperitivo.

go ideale per chi, sci ai piedi o con le ciaspole, cerca una va-

Per i fondisti che scelgono SuperNordicSkipass, ogni gior-

canza lontana dai ritmi frenetici e dallo stress quotidiano.

nata, meteo permettendo, è perfetta. Per la quattordicesima

Gli ingredienti della ricetta vincente sono semplici: natura

stagione, SuperNordicSkipass si propone agli amanti dello

incontaminata e tanti chilometri di piste, il mix ideale per

sci nordico come la chiave che apre le porte del più grande

rigenerarsi e stare bene.

circuito italiano dedicato allo sci nordico. Un’unica card riu-

Questo circuito, pensato per soddisfare gli appassionati degli

nisce 17 centri, per un totale di circa 1.100 chilometri di piste

sci stretti, interessa in particolare proprio il Trentino, territo-

tra Trentino, Veneto e Appennino Modenese.

rio che ospita i migliori tracciati dell'arco alpino, più volte te-


NATALE

23

atro di grandi eventi agonistici internazionali come le varie edizioni dei Campionati del Mondo di sci nordico al Centro del fondo di Lago di Tesero in Val di Fiemme. I centri fondo trentini sono ben dodici, dislocati su diversi ambiti turistici: si tratta di Viote Monte Bondone (Trento), Lago di Tesero (Val di Fiemme), Passo S. Pellegrino Alochet (Val di Fassa), Passo Cereda (Primiero), Imer (Primiero), Prà delle Nasse (San Martino di Castrozza), Andalo-Cavedago (Andalo), Passo Campo Carlo Magno (Madonna di Campiglio), Vermiglio (Val di Sole), Passo Coe (Alpe di Folgaria), Millegrobbe Vezzena (Lavarone, Levico, Luserna). A questo elenco si aggiungono i principali centri del fondo veneti – Asiago (Asiago 7 comuni), Enego Valmaron (Asiago 7 comuni), Falcade (Valle del Biois), Valle di Gares (Valle del Biois), Alta Lessinia (Lessinia) – e il modenese Boscoreale (Frassinoro), nel cuore dell'Appennino Tosco-Emiliano. ■

L'HIGH TECH AL SERVIZIO DELLO SCI La migliore tecnologia è quella che non si vede: sotto i riflet-

da 8 a 16 posti, seggiovie quadriposto ed esaposto ad aggan-

tori, sul palcoscenico, ci sono le piste da sci trentine, un para-

ciamento automatico, funivie modernissime, rappresentano

diso bianco immerso nello scenario incantato delle Dolomiti,

oggi la spina dorsale delle maggiori skiarea e dei collegamenti

ma “dietro le quinte” è al lavoro un’organizzazione metodica, un

tra comprensori limitrofi. Impianti informatizzati che consen-

sistema capillare e all’avanguardia che può essere considerato

tono maggiore velocità, più sicurezza e un comfort più elevato,

un case history nel settore turistico e sportivo, anticipatore delle

specialmente in caso di maltempo, grazie alle seggiovie dotate

nuove tendenze.

di speciali carenature che riparano gli sciatori. La nuova funivia

Nelle skiarea del Trentino gli sciatori hanno a disposizione un

basata sulla tecnologia “Funifor”, entrata in funzione la scorsa

parco impianti tra i più moderni dell’arco alpino, con un’età me-

stagione ad Alba di Canazei per collegare le skiarea del Ciam-

dia di esercizio inferiore ai 15 anni e che risponde a standard

pàc e del Belvedere, è solo l’ultimo esempio di questa costante

di sicurezza tra i più elevati in Europa. Telecabine con gondole

ricerca di innovazione. I dati dell’Anef, Associazione Nazionale Esercenti Funiviari, parlano per il territorio trentino di 47 società che gestiscono 238 impianti con 570 chilometri di piste da discesa su un totale di 800, equivalenti a un’autostrada di neve da Milano a Roma. Le piste da sci in Trentino occupano 16.500.000 metri quadri, pari a 16,5 chilometri quadri, un fazzoletto bianco di circa quattro chilometri per quattro che rappresenta in realtà solo lo 0,27% dell'estensione provinciale coi suoi 6.207 chilometri quadri. Le società impiantistiche hanno alle loro dipendenze 1.540 maestranze, fra dipendenti fissi, stagionali e bistagionali e il loro fatturato complessivo diretto sfiora i 150 milioni di euro. ■


24

NATALE

OBEREGGEN SKI CENTER LATEMAR UNA STAGIONE RICCA DI NOVITÀ Grandi novità per Obereggen, cuore del comprensorio sciistico dello Ski Center Latemar di cui fanno parte Pampeago e Predazzo. La località altoatesina della società impianti Obereggen Spa, distante mezz’ora d’auto dal casello autostradale di Bolzano Nord sull’Autobrennero e 45 minuti in autobus da Bolzano, ha aperto i battenti venerdì 25 novembre in notturna sull’omonima pista con inediti elementi. A partire dal nuovo, avveniristico rifugio con terrazza panoramica alla stazione monte della seggiovia della storica pista Oberholz. Il rifugio, su progetto degli architetti Peter Pichler e Pavol Mikolajcak, è realizzato con materiali eco-sostenibili all’inizio della pista Oberholz, integrandosi perfettamente nella Natura che lo circonda. Altra novità è costituita dalla seggiovia fissa a 4 posti Laner che sarà sostituita da uno moderno impianto telemix seggio-cabinovia. Questo

un sistema di innevamento di prim’ordine continuamente

cambio permetterà agli amanti della neve di slittare su una

potenziato. Non a caso Obereggen e lo Ski Center Latemar

nuova pista slittini lunga 750 metri. La neve sarà garantita da

hanno ricevuto da Skiresort.de, il più importante portale delfoto: Paolo Codeluppi

lo sci a livello mondiale, ben 17 riconoscimenti nel 2015 e nel 2016 confermando il titolo “Comprensorio Sci - Top 2016”. Il sistema d’innevamento, riconosciuto tra i migliori dell’arco alpino, garantisce piste innevate per tutta la stagione invernale, da dicembre ad aprile. La neve è prodotta nel rispetto dell’ambiente, grazie all’impiego di fonti idroelettriche. Di giorno, ma anche di notte (martedì, giovedì e venerdì sera) il

INFORMAZIONI

divertimento continua nel nuovo nightpark sulla pista Obereggen: vari obstacles e oasi Jib aspettano gli appassionati

Ski Center Latemar

della tavola e del freestyle. Senza dimenticare lo Snowpark

www.obereggen.com - www.latemar.it

di Obereggen, annoverato tra i migliori d’Italia, dove sono

Uffici Skipass

presenti strutture per il freestyle sempre all’avanguardia per

Obereggen, T. 0471 618200 | Pampeago, T. 0461 813265

permettere agli appassionati di sbizzarrirsi in numeri spet-

Predazzo, T. 0462 502929

tacolari. Confermata un’altra apprezzata novità della scorsa

Noleggio Siegfried

stagione, il Performance Check Terminal, ubicato alla sta-

T. 0471 615800 | Cell. 328 0381227 | www.skisiegfried.it

zione valle di Obereggen. (pr*) ■


NATALE

25

OFFERTE PER SKI PASS E NOLEGGIO STAGIONALE

foto: Paolo Codeluppi

Il team di "Sci Siegfried" vi offre pacchetti noleggio sci molto convenienti in seguito all’acquisto di uno skipass stagionale Val di Fiemme/Obereggen. Il noleggio “Sci Siegfried” inoltre offre consulenze su come scegliere la vostra attrezzatura, modelli attuali delle migliori marche di sci e snowboard, un deposito sci all'avanguardia e preparazione sci. Il noleggio si trova direttamente alla stazione a valle degli impianti di sci ed è aperto tutti i giorni dalle 8.15 alle 17 e il martedì, giovedì e venerdì dalle 19 alle 22.

Nuovo Rifugio Oberholz a 2096m Un nuovo rifugio con terrazza panoramica alla stazione a monte della seggiovia Oberholz. Questa è una delle grandi novità proposte da Obereggen: il rifugio realizzato con materiali eco-sostenibili all’inizio della pista Oberholz si integrerà perfettamente nella Natura che lo circonda, con annesso bar per gli sciatori e gli escursionisti.

Per bambini fino a 11 anni (nati dopo il 26/11/2005) Skipass stagionale: 80,00 Euro* (Tipo: Val di Fiemme-Obereggen) Noleggio stagionale: 80,00 Euro (Sci, Bastoncini e Scarponi) Totale: 160,00 Euro Per ragazzi fino a 16 anni (nati dopo il 26/11/2000) Skipass stagionale: 160,00 Euro* (Tipo: Val di Fiemme-Obereggen) Noleggio stagionale: 100,00 Euro (Sci fino max. 150cm, Bastoncini e Scarponi) Totale: 260,00 Euro Per adulti Skipass stagionale: 460,00 Euro** (Tipo: Val di Fiemme-Obereggen) Noleggio stagionale: da 95,00 Euro (Sci e Bastoncini) Totale: 555,00 Euro Tutte le offerte sono valide solo in prevendita fino al 24/12/2016 e solo fino ad esaurimento scorte. Gli skipass devono essere acquistati personalmente presso gli uffici skipass.

Nuovo impianto Telemix Seggio-Cabinovia Laner e nuova pista slittino Absam. Un’altra novità di Obereggen è un nuovo impianto. L’attuale seggiovia fissa a 4 posti Laner è stata sostituita, dalla stagione invernale 2016-2017, da una moderna seggio-cabinovia. Il nuovo impianto è funzionale alla nuova pista per lo slittino lunga 750 metri che dal rifugio Epircher-Laner condurrà fino alla stazione a valle della seggiovia Absam-Maierl.

IL COMPRENSORIO È GIA APERTO!

* con contestuale acquisto di uno skipass stagionale Adulto ** Per Soci Sci Club sono previste ulteriori agevolazioni. Informazioni presso il proprio Sci Club o Ufficio Skipass.


26

NATALE

foto: Alex Filz

IL GHIACCIAIO DELLA VAL SENALES Sciare in una cornice unica in Alto Adige Una sola zona, tante soluzioni, tante possibilità per gli ap-

no avuto dei trascorsi su questa neve anche due star a stelle

passionati della neve a 360 gradi. Stiamo parlando della Val

e strisce come Ted Ligety e Mikaela Shiff rin. Questo grazie

Senales, uno degli angoli più incantevoli dell'Alto Adige, che

all'ampia e qualificata offerta di quest'angolo di Alto Adi-

grazie al ghiacciaio chiamato anche Giogo Alto diventa un

ge, dove la certezza dell'innevamento è sempre garantita e

vero e proprio paradiso per gli amanti dello sci, sia esso nor-

dove si trovano piste con tutti i gradi difficoltà, preparate a

dico o alpino. È dedicata all'area sciistica ben un sesto dei

puntino: dalla stazione gli impianti, moderni e tecnologici,

185 ettari complessivi del ghiacciaio, un'area nella quale può

portano tutti gli sciatori fi no a Monte Grawand, a 3.212 metri

trovare risposte alle proprie necessità anche chi agli sci ai

d'altezza, e poi giù fi no alla stazione a valle di Maso Corto,

piedi preferisce belle passeggiate nella neve, oppure slittare,

all'altezza di 2.011 metri.

andare alla scoperta dei rifugi della zona e far giocare i propri bambini in attrezzati funpark.

In pochi minuti si passa da tracciati più impegnativi a pendii molto più semplici, dalla Teufelsegg alla Leo Gurschler,

In Val Senales trovano spazio sciatori di ogni livello, dai prin-

fi no a spazi appositi pensati per freeride e snowboarder. Che

cipianti ai professionisti: fra questi, ad esempio, tanti nomi

troveranno nel Funpark adrenaliniche occasioni di diverti-

eccellenti del Circo Bianco sotto la guida di Marcel Hirscher,

mento, così come per i più piccoli è stata attrezzata la Tiroli's

per cinque volte vincitore della classifica generale della Cop-

Kinderland, uno spazio sulla neve dove insieme ai maestri di

pa del Mondo. Sulla pista Leo-Gurschler si allenano spesso

sci si può imparare a scivolare sulla neve.

minile, guidata da Federica Brignone che, proprio prepa-

Ma se invece di inforcare gli sci ai piedi preferite restare

randosi in Val Senales, ha trovato la forma giusta per vincere

seduti, ecco che lo slittino è quello che ci vuole ed il luogo

anche in Coppa del Mondo. Insieme alle ragazze è al lavoro

ideale è la soleggiata pista Lazaun, con partenza fissata dai

sul ghiacciaio altoatesino anche Dominik Paris, discesista

2.430 metri del limite superiore del bosco attraverso il quale

già vincitore di diversi titoli internazionali, così come han-

si può scendere per oltre tre chilometri, fi no alla stazione di

FUMETTI, GIOCHI DI CARTE E GIOCHI DA TAVOLO

ORARIO LUNEDÌ 15.00 - 20.00

MARTEDÌ - DOMENICA 10.00-12.00 / 15.00-20.00

MERANO (BZ) VIA PIAVE 49C - TEL. 328 8816610 ARMAGEDDON.FUMETTERIA@GMAIL.COM - WWW.FACEBOOK.COM/ARMAGEDDON

Grafica: QuiMedia

gli uomini dell'Osv e le ragazze della nazionale italiana fem-


27

foto: Alex Filz

NATALE

Maso Corto. Dove, oltre alla partenza della seggiovia, si trova con le prelibatezze del territorio. Ma, dicevamo, in Val Senales c'è una risposta per ogni esigenza, ecco allora che chi all'alpino preferisce le fatiche dello sci nordico può usufruire per quasi tutto l'anno delle piste della zona. L'area sciistica, infatti, prevede un anello d'alta quota al Giogo Alto comprensivo di curve proprio nel bel mezzo del ghiacciaio, mentre per i principianti è consigliata la pista Lazaun, due chilometri molto semplici nei quali si può sciare oppure godersi una piacevole passeggiata con gli sci ai piedi. ■

foto: Alex Filz

Da anni, con passione e competenza, Vi offriamo soluzioni personalizzate per impianti Stereo, Home Theatre, Video e Multiroom.

L‘anima particolare del legno regala una magia naturale ai nostri orologi e a coloro che li indossano. Un design italiano che incontra la leggerezza dell‘Alto Adige. Sostenibile, innovativo ed economico.

WWW.LAIMER.BZ

SERVIZI:

- Prove d’ascolto anche a domicilio - Installazioni e consulenza tecnica post-vendita - Riparazioni audio e video anche “vintage” - Ribordatura altoparlanti - taratura e ricambi per giradischi - Terminazione cavi audio/video su misura - Permuta usato

CROSINA & BALBO - Via Roma 288 - 39012 Merano BZ - Tel. 0473 270800 - cell 333.4413019 info@crosinaebalbo.it - www.crosinaebalbo.it - www.facebook.com/crosinaebalbo

Grafica: QuiMedia

foto: Alex Filz

anche l'omonimo rifugio dove potersi scaldare e rifocillare


28

NATALE

Chi ha detto che durante il periodo natalizio tutto si ferma e si resta in casa a gozzovigliare? Certo che no, perché fuori dalla porta di casa c'è tutto un mondo che non si ferma: è quello della cultura, che proporrà anche durante i giorni di Festa un menù davvero particolare. Ovvero, tante occasioni per cibare lo spirito e la mente, grazie a spettacoli teatrali speciali, mostre ed eventi per valorizzare quell'immenso patrimonio che è la cultura italiana. Ecco, allora, che bisogna prestare una grande attenzione, perché sono in arrivo nelle prossime settimane una serie di appuntamenti molto interessanti, per concedersi delle giornate lontani dalle tentazioni golose e dallo shopping sfrenato.

UN REGALO PER LA MENTE E LO SPIRITO Trascorrere le Feste cibandosi di cultura, grazie alle proposte di teatri e musei trentini Come, ad esempio, ci si potrà godere sette giorni di spettacolo per tutta la famiglia. Per le festività natalizie il Centro Servizi Culturali S. Chiara, infatti, porterà al “Sociale” di Trento dal 24 al 28 dicembre “Cuisine et confessions”, originale performance di circo-teatro. Per il Capodanno è atteso invece l'arrivo dei Sonics con le loro evoluzioni acrobatiche. Fondati da Alessandro Pietrolini ed Ileana Prudente, i Sonics sono una compagnia di acrobati rigorosamente italiana, protagonista negli anni di eventi magici in Italia e nel mondo intero. Nati nel 2001, negli anni la compagnia ha collezionato importanti traguardi, esibendosi in grandi eventi mediatici, primi fra tutti la cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici di Torino nel 2006 e la cerimonia di inaugurazione dello Stadio Olimpico di Kiev (Ucraina) per gli Europei di calcio 2012. Al Mart di Rovereto, invece, troverà spazio la grande mostra “Umberto Boccioni. Genio e memoria” che celebra il padre


della pittura futurista, nel centenario della sua scomparsa. Alla luce delle ricerche più recenti, condotte sulla base di preziosi e sconosciuti materiali d’archivio, l’esposizione è un percorso coinvolgente attraverso oltre 180 opere, tra capolavori assoluti e materiali di approfondimento. In un allestimento tematico suddiviso in cinque sezioni, disegni, dipinti, sculture, incisioni, fotografie d'epoca, libri, riviste e documenti raccontano la storia dell’artista che l’Italia, nel 1998, scelse per le monete da venti centesimi. Fino al 19 febbraio, la mostra dialoga profondamente con l’identità del Mart, con le Collezioni e i fondi dell’Archivio del ’900. Una mostra che arriverà nelle sale dell'ente museale roveretano dopo il successo ottenuto nei mesi scorsi a Milano. Sarà, invece, il pittore ed architetto trentino Giuseppe Alberti il protagonista al Castello del Buonconsiglio. Perché dal 3 dicembre al 1° maggio 2017 il maniero del capoluogo trentino ospiterà la mostra “Chiesa, Impero e Turcherie. Giuseppe Alberti pittore e architetto nel Trentino barocco”. Nella rassegna verranno esposte le formelle originali in maiolica azzurra e colorate, di gusto orientalizzante, che un tempo ricoprivano il pavimento nelle stanze della giunta albertiana. Oltre ai molteplici motivi mutuati dalla splendida ceramica ottomana di Iznik, innumerevoli figure di uccelli, paesaggi, architetture, popolano queste formelle, gli stessi motivi che si ritrovano nelle dimore aristocratiche, alludendo ad un dialogo tra Occidente e Istanbul unite da un filo continuo di commerci, ambascerie, rapporti politici e diplomatici. Nelle diciotto lunette della prima sala della giunta albertiana il pittore fiemmese dipinse a chiaroscuro mappe con le vedute delle città riconquistate dall’impero ai Turchi sul finire del Seicento, per la maggior parte sono città ungheresi, tra queste Budapest ma spicca anche Vienna difesa nel 1683 dall’attacco dei Turchi. ■


30

NATALE

ARISTON LA GALLERIA SI FA BELLA Questo storico angolo della città sul Passirio si rifà il look. Un volto nuovo, ma la qualità di sempre È ormai tutto pronto per la fine dei la-

to a contribuire alle spese con un con-

vori, che avverrà a breve, della galleria

tributo massimo di 50 mila euro. I due

Ariston, vicina a ripresentarsi al grande

punti centrali del progetto di ristruttu-

pubblico con un volto completamen-

razione della galleria, la cui costruzione

te nuovo. Il tratto che collega via delle

risale al 1960, prevedono il rifacimento

Corse con via Huber diventerà un cor-

della pavimentazione, che sarà ancora

ridoio nel cuore di uno dei punti prin-

in materiale gommoso, ma molto più

cipali della città di Merano. Una pavi-

chiaro con strisce rosse in concomi-

mentazione nuova di zecca realizzata

tanza con gli ingressi dei condomini e

dalla ditta Rottensteiner di Lagundo ed

l'illuminazione, che dovrà contribuire

una illuminazione completamete rin-

a dare un effetto giorno. In cambio del

novata permetterà a quest'opera, rea-

contributo da 50 mila euro il Comune

lizzata nei primi anni Sessanta, di farsi

avrà l'ultima parola sugli arredi urbani

ancora più accogliente per la clientela.

che saranno inseriti nella nuova galle-

Originariamente nella galleria erano

ria. Con la ristrutturazione dello storico

presenti Il Discoverde, Pizzeria Abc,

passaggio, sarà anche guerra aperta nei

Elettronica Roberto, Wolfsgruber, Ga-

confronti dei ciclisti in sella alle bici e

rage di Kroos ed il cinema Ariston,

agli skateboard, che non saranno più

primo avanposto della successiva pro-

tollerati. Fra le novità in pista anche

liferazione. A fronte di un progetto di

l'apertura domenicale con una serie di

restyling firmato dall'architetto Bruno

iniziative ed attività, volte a vivacizza-

Stefani che prevede un investimento da

re ulteriormente tutto quello che si fa e

236 mila euro, il Comune si è impegna-

quello che c'è di bello in ogni vetrina. ■

CI TROVI ANCHE AL CENTRO COMMERCIALE BREN CENTER TRENTO

GALLERIA ARISTON ANGOLO VIA DELLE CORSE

Grafica: QuiMedia

IL NEGOZIO SOLO UOMO A MERANO!


Grafica: QuiMedia

MERANO

GALLERIA ARISTON 27 - 0473 446800 www.rdk6.robedikappa.com

Grafica: QuiMedia

Via delle Corse 31 H - Merano - Tel. 0473 270453 mygoldfashion@yahoo.it - www.mygoldfashion.it

Mercoledì giorno di riposo Agosto/dicembre senza giorno di riposo Orario di apertura 11.00 - 15.00 | 17.30 - 23.00

Pizza forno a legna

Merano|Via delle Corse Galleria Ariston Per prenotazioni: Tel. 0473 201046

Via delle Corse 31 H Merano

My Gold fashion

Nuova linea orologi & braccialini

(presentando il buono in cassa, non cumulabile)

DENNY ROSE

Buono sconto del

Grafica: QuiMedia

My Gold fashion

10%

MERANO


32

NATALE

I PRESEPI ARTIGIANALI IN TRENTINO Alcuni paesi diventano delle vere rappresentazioni della Natività a cielo aperto

Il Trentino è terra di presepi, manife-

de medioevali, tra cantine dagli archi

stazioni di religiosità popolare evoca-

a volta e fontane. Una passeggiata di

te con originalità e fantasia: vengo-

circa un’ora permette di attraversare il

no allestiti all’aperto o nelle chiese e

paese ammirando, in sequenza, i pre-

sono realizzati nei materiali più vari,

sepi illuminati dal tardo pomeriggio

ed evidenziano l’abilità degli artigia-

fino alla mezzanotte: punto di arrivo,

ni. A Tesero, in Val di Fiemme, la raf-

piazza Cesare Battisti, dove è allestita

figurazione della Natività si ripete per

la raffigurazione della Natività con le

le vie del paese da oltre quarant’anni.

statue a grandezza naturale. Da oltre

Un centinaio di composizioni fanno

vent’anni il paese di Miola, sull’Alto-

capolino tra le case, nelle strette stra-

piano di Pinè, si trasforma nel “Paés


NATALE

dei presepi” ospitando dall’8 dicembre all’8 gennaio tantissime rappresentazioni realizzate dalle famiglie sotto casa, negli antichi portici, nelle finestrelle delle stalle, all’interno degli avvolti e delle fontane. In Val di Sole, precisamente ad Ossana, si organizza l’iniziativa “Presepi e musica”, che dal 27 novembre all'8 gennaio propone un itinerario a tema segnalato da un suggestivo percorso di luce. Nel centro storico e nel castello di Ossana si potranno così ammirare vere opere d’arte realizzate con materiali insoliti quali stoffa, legno, sementi o foglie di granoturco. ■

33


34

NATALE

L'assessora provinciale allo sport Martha Stocker, il suo collega tirolese Josef Geisler e il direttore dell'Ufficio sport della Provicia di Trento, Tamara Gasperi (in sostituzione dell'assessore Tiziano Mellarini) si sono incontrati ad inizio

SOGNO A CINQUE CERCHI PER TRENTINO, ALTO ADIGE E TIROLO

novembre a Bolzano per parlare di alcuni progetti comuni da sviluppare in un prossimo futuro. Il Tirolo sta elaborando uno studio di fattibilità riguardo a una candidatura per i Giochi Olimpici

E se l'Euregio si candidasse ad ospitare le Olimpiadi Invernali del 2026? Se ne sta parlando...

I tecnici stanno verificando se ci sono

sione transfrontaliera alla candidatu-

ne transfrontaliera delle Olimpiadi in-

le condizioni per ospitare l'evento e

ra coinvolgendo l'Euregio Tirolo-Alto

vernali potrebbe essere di interesse per

quali sarebbero gli investimenti ne-

Adige-Trentino”. La candidatura deve

chi analizza le varie candidature”, ha

cessari. Nelle scorse settimane l'as-

essere portata avanti da un Comitato

aggiunto l'assessora Stocker. Nel corso

sessore Geisler ha fatto il punto della

Olimpico Nazionale, ma la vicinanza

della riunione si è deciso di proseguire

situazione. “Sarebbe sicuramente affa-

dei territori rende possibile una colla-

con l'Euregio Sport Camp, progetto che

scinante – ha detto – dare una dimen-

borazione. “L'aspetto di una dimensio-

si tiene alternativamente nei tre territori

Qualità e stile…

Via Dr. Streiter, 30 - Bolzano - Tel. 0471 970460

Grafica: QuiMedia

Grafica: QuiMedia

Invernali del 2026.


NATALE

35

Grafica: QuiMedia

vini e spuntini

LUN - VEN: 8.00 - 14.00 17.00 - 21.00 SAB: 8.00 - 14.00

VIA ARGENTIERI, 17 - BOLZANO TEL. 0471 971421 Grafica: QuiMedia

APERITIVO DA…

all'insegna del motto “Movimento e incontro” e vede coinvolti 60 giovani sportivi provenienti dai tre territori. Sono anche state discusse nuove possibili iniziative per la promo-

PIAZZA VITTORIA, 33 - BOLZANO - TEL. 0471 284662

…ASPETTANDO IL NATALE

zione del calcio femminile nell'Euregio. Nell'incontro andato in scena nel capoluogo altoatesino e dedicato ai temi della sanità i tre assessori hanno deciso di raccogliere tutti i dati sulla salute e gli stili di vita degli abitanti dell'Euregio. A questi, è stato concordato ieri, si aggiungeranno anche i dati sulle attività sportive praticate. La rappresentante trentina Tamara Gasperi ha offerto la possibilità di presentare le iniziative in uno stand durante i “Trentino tobre a Riva del Garda.

TUTTO IL CAMPIONATO + COPPE PREMIUM E SKY

re una Fiera dell'Euregio nella quale potrebbero avere spazio

30 ANNI DI PANINI CALDI!

temi legati all'attività sportiva. Discussa, infine, anche l'idea

(Chiuso solo nelle festività principali)

A vari livelli si sta considerando anche la possibilitá di crea-

di creare una mappa comune con tutti gli impianti sportivi di interesse turistico. ■

Sempre aperti fino alle 01.00 della notte

Piazza Matteotti, 8 - Bolzano - Tel. 0471 501846

» primi piatti, anche vegetariani » cene su prenotazione » colazioni

» aperitivi & long drinks » biliardi » darts online Orario d’apertura: dalle cinque del mattino alle una di notte

Info: Davide 340 1262880 via Sassari 31 - Bolzano

Grafica: QuiMedia

Sport Days”, la grande fiera dello sport andata in scena ad ot-


36

NATALE

Ricetta

SFORMATO ALLE NOCI CON SALSA ALLE CIPOLLE ROSSE Ingredienti per 4 persone: -- 30 g di burro -- 40 g di farina -- 150 ml di latte -- 50 g di patate lesse e passate -- 3 tuorli d'uovo -- 50 g di noci tritate -- 30 g di formaggio (Fontina, Edamer o Emmental) tagliato a dadini -- 20 g di parmigiano grattugiato -- 3 chiare d'uovo -- sale Salsa: -- 1 cipolla rossa -- 30 g di burro -- 1/8 l di vino rosso corposo -- sale -- 1 C di erba cipollina tagliata finemente Altro: -- burro e pane grattugiato per gli stampi Sciogliere il burro, unire la farina, versare il latte caldo e farlo cuocere. Mescolare alla besciamella le patate, i tuorli d'uovo, due terzi delle noci ed il formaggio. Condire con sale e parmigiano. Ungere l'interno delle formine con il burro ammorbidito e cospargerle di pane grattugiato. Dopo montare le chiare d'uovo a neve. Incorporare un terzo delle chiare montate alla massa e poi aggiungere lentamente il resto. Versare la massa nelle formine e cuocere a bagnomaria, coperto, a 85 gradi; oppure cuocere a bagnomaria in forno (a 150 gradi). Salsa alle cipolle: tagliare la cipolla a dadini, rosolarla nel burro, versare il vino rosso, far ridurre il liquido a un terzo del suo volume e salare. Distribuire le cipolle sui piatti, adagiarvi sopra lo sformato e cospargere con il resto delle noci e l'erba cipollina. Tempo di cottura 40 minuti circa. Suggerimenti: lo sformato può essere cotto anche al vapore (ad una temperatura di 80 gradi e 10% di vapore) in 30 minuti.

Grafica: QuiMedia

MARECHIARO R I S T O R A N T E

con PIZZA

‌cene Natalizie

Via Vicenza, 14 - Bolzano - Tel. 0471 40 23 19 Consegne giornaliere di pesce fresco

Orario: 12.00 - 14.30 | 18.00 - 01.00 | chiuso il lunedĂŹ


NATALE

37

Grafica: QuiMedia

Piazza della Mostra, 2 | 39100 Bolzano | tel: 0471 980214 | fax: 0471 309161 www.kaiserkron.bz | info@kaiserkron.bz

Ricetta

Via Firenze 4/B - Bolzano Tel. 0471 1813885

VIN BRÛLÉ Ingredienti per 1/2 l (circa 4 persone): -- 1/2 l di vino rosso corposo -- 80 g di zucchero -- 3 chiodi di garofano -- 1/4 stecca di cannella -- 1 pezzettino di scorza d'arancia

Grafica: QuiMedia

-- 1 pezzettino di scorza di limone Scaldare il vino rosso con lo zucchero, i chiodi di garofano, la cannella, la scorza d'arancia e la scorza di limone (il liquido non deve tuttavia bollire). Far riposare per 10 minuti, quindi passare il liquido con l'aiuto di un colino per il tè. Subito dopo servire il vin brûlé in bicchieri resistenti al caldo.

Laives|Tel. 0471 251081|wuerstlhof@hotmai.it

Ricette tratte da "Cucinare nelle Dolomiti", Athesia, ISBN 978-88-8266-124-3

Grafica: QuiMedia

APERTO TUTTO L’ANNO DAL LUNEDÌ AL SABATO 21 NOVEMBRE

CON IL LA NOSTRA CUCINA E IL NOSTRO FORNO A LEGNA SONO NUOVAMENTE A DISPOSIZIONE DELLA CLIENTELA!

RICETTE MEDITERRANEE, ORIENTALI, THAI E LE NOSTRE PIZZE SPECIALI

CON

Ristorante | Pizzeria Lido - Bolzano - Viale Trieste 21 - T. 0471 933 266


38

NATALE

Prima, durante e dopo il Natale. In Trentino la stagione fred-

leuropa ritrova in questi anni moderni una nuova collocazio-

da è il periodo dell'anno nel quale rivivono tantissime anti-

ne, attirando su di sé l'attenzione di molti turisti da tutta Italia.

che tradizioni, che affondano le proprie radici nella notte dei

Più avanti, fra gennaio e febbraio, in Trentino farà capolino un

tempi e della cultura popolare. A Natale ma anche dopo, con la

altro appuntamento molto sentito quale il Carnevale. Maschere,

neve delle montagne trentine testimoni di riti che, anno dopo

costumi, scherzi, musica, il profumo del vin brulè e dei dolci ti-

NATALE IN TRENTINO ALLA RISCOPERTA DELLE TRADIZIONI Inizia un inverno che culminerà con la riscoperta di antichi riti anche a Carnevale

pici – i grostoi – che invade le strade: ogni anno, in Trentino, si rinnova questa tradizione. Un viaggio a ritroso nelle tradizioni storiche della provincia, in cui si manifesta lo spirito originale di ogni villaggio: a partire da quello probabilmente più sugge-

anno, mantengono il proprio spirito originale pur rivedendole

stivo e caratteristico, ovvero il Carnevale Ladino della Val di

sotto l'occhio della modernità, degli anni Duemila e spiccio-

Fassa dove i protagonisti sono le “mascherèdes”, spettacoli sa-

li. Dai riti dell'Avvento fino al Carnevale, sono davvero tanti gli

tirici nell'antico dialetto locale. Spostandoci di pochi km ecco,

aspetti dell'antichità che si tramandano ancora in questi mesi

in Val di Fiemme, il Carnevale dei Matòci che ripropone invece

nei quali il sole tramonta presto ma le luci magiche delle serate

l’antica usanza dei cortei nuziali, trasformata in rappresenta-

mischiate all'atmosfera natalizia creano un panorama unico.

zione carnevalesca all’inizio del '900. Anche spostandoci poi

Atmosfera nel quale rivivono antiche usanze come quelle dei

a Grauno, Madonna di Campiglio ed Arco non mancheranno,

Mercatini di Natale, proliferati ormai in tantissimi comuni della

nei prossimi mesi, non mancheranno le occasioni per vivere

nostra provincia. La lunga storia legata alle casette della Mitte-

da vicino alcune delle più radicate tradizioni del Trentino. ■



Quinatale 23 2016