Page 1

Poste Italiane S.P.A. – Spedizione in A.P. – 70% – CNS Bolzano

In caso di mancato recapito restituire a Bolzano CPO per la restituzione al mittente, previo pagamento resi

nr. 8 - 18.4.2019 | Euro 0,40

Contiene IP/IR

> 76.000 copie in Alto Adige

SPECIALI Estetica Prodotti da forno Eventi MERANO

A scuola dalla polizia postale Gli operatori con un “truck” contro i pericoli del web pag. 6

CULTURA

Una mostra nel vecchio bunker I quadri di Massimo Nalin nell’opera di Passo Palade pag. 44

SPORT

Ötzi Marathon: sette nazioni

“La mia passione per il gelato”

Al via la 16esima edizione

pag. 4

pag. 16


I O U V E V O TU D RE GRATIS? VOLA

DAL 19

E

APRIL

9

IO 201

AGG AL 2 M

MO UN A I L A REG SA TI E PA. P S I D EURO € N 0 I 0 3 O RN OGNI E RITO A T A AND

4K ULTRA HD 3840x2160

schermo

LED 4K

• Qualità Video: Dynamic Cristal Color - HLG - HDR10+ • 360° design: materiali e rifiniture accurate anche sulla parte posteriore con Clean Cable Solution • Funzioni Smart TV by TIZEN: Smart

1700 PQI

899€

€ MI 350 RISPAR

1 VOLO

1

Things APP – TV PLUS – Voice Interaction – Instant on • 3 HDMI, 2 USB, SLOT CI+ • Digitale terrestre DVB-T2 e decoder satellitare DVBS2

O SCONT

38%

549

*

andata e ritorno

GRATIS

* VOLO

TV LED SMART ULTRA HD 4K UE55NU7400

55”

larghezza 123,9 cm

GRATIS

powered by

VOLO*

andata e ritorno

Office Home & Student + Kaspersky Internet Security €199,98

+

€109,99 tastiera retroilluminata

SCHERMO

14”

audio Bang&Olufsen

FULL HD

GRATIS

8 GIGA MEMORIA

RAM

99 849, €

€ MI 250 RISPAR

512 GB

O SCONT

29% 99

599,

SSD

Autonomia fino a

11h

90 749, €

Accensione istantanea Sottile e ed accesso rapido ai file leggero

Ultrabook, Celeron, Celeron Inside, Core Inside, Intel, il logo Intel, Intel Atom, Intel Atom Inside, Intel Core, Intel Inside, il logo Intel Inside, Intel vPro, Itanium, Itanium Inside, Pentium, Pentium Inside, vPro Inside, Xeon, Xeon Phi, Xeon Inside e Intel Optane sono marchi di Intel Corporation o di società controllate da Intel negli Stati Uniti e/o in altri Paesi.

*

andata e ritorno

€ MI 270 RISPAR

NOTEBOOK PAVILION 14-ce0988nl

• Processore Intel® Core™ i5-8250U (fino a 3.40 GHz, 4 Core, 6 MB di cache) • 1 Usb Type-C, 2 Usb, HDMI, Wi-Fi, Bluetooth • Sistema operativo Windows 10

1 VOLO

P20 PRO

• Processore Octa Core 2.36 GHz • Display 6.1” Amoled FHD+ 19:9 • Fotocamera tripla (40 + 20 + 8 MP) + 24 MP Front • Memoria 128 GB espandibile, RAM 6 GB

O SCONT

36% 90

479, • • • •

Batteria 4.000 mAh Resistente ad acqua e polvere (IP67) Sensore impronte digitali Riconoscimento facciale 3D

*Alla consegna dei prodotti acquistati (ivi inclusi quelli ordinati mediante la sezione e-commerce del sito unieuro.it o dell’app Unieuro), riceverai subito un Codice Pin valido per fruire, seguendo le istruzioni, di un volo A/R in Europa tasse incluse (maggiori informazioni in ultima pagina). I 300€ si intendono in unico scontrino (fino ad un massimo di 10 codici Pin a transazione). Sono esclusi dall’importo della spesa che ti consente di maturare il diritto al premio: prodotti a marchio Dyson, acquisti di servizi, ricariche telefoniche, PayTV, carte regalo (es. Gift Card, Google Play, iTunes, Kobo, Steam), crediti di giochi (es. Nintendo, Xbox, Steam, Blizzard), Sony ESD; acquisti effettuati sulla sezione listenozze.unieuro.it del sito unieuro.it. Operazione a premi valida dal 19 aprile al 2 maggio 2019. Regolamento completo su volagratis.com/unieuro e nei negozi Unieuro aderenti.

OFFERTE VALIDE DAL 19 APRILE AL 2 MAGGIO 2019. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Le foto sono puramente indicative. Salvo esaurimento scorte e solo nei punti vendita aderenti alla iniziativa. Offerte non cumulabili con altre in corso. Tutti i prezzi sono IVA INCLUSA. Salvo errori e/o omissioni. Si declina ogni responsabilità per le eventuali variazioni apportate dalle case produttrici. I prezzi e le caratteristiche possono variare senza preavviso anche a causa di errori tipografici e/o omissioni. Tutti i prezzi sono comprensivi dell’Eco contributo RAEE.

Batte. Forte. Sempre.


La forza dei giovani e dell’Europa Il senso di appartenenza al territorio non è sempre, o non solo, una questione di nascita. Molto più spesso è legato all’esperienza culturale ed emotiva connessa al luogo in cui si è vissuti o si ha soggiornato. A volte è un ricordo che dura tutta una vita, ma spesso è anche un solo momento che ci lega ad un luogo per sempre. Il ricordo del festival studentesco ad esempio rimane sicuramente come un ricordo indelebile della loro giovinezza nella memoria di tutti i giovani che vi hanno partecipato. Da protagonisti, sostenitori o spettatori. Un momento come quello può contribuire a fortificare in loro il senso di appartenenza ad un gruppo, alla comunità e perché no anche al mondo scolastico. Perché non è solo lo studio che da valore alla formazione. 4.000 persone hanno partecipato, incitato e sostenuto tutte le classi che sabato scorso si sono esibite nella serata finale al Palasport di Bolzano. E noi anche quest’anno abbiamo pensato “che bello”, nel vedere il meglio della nostra gioventù che ci ricordava quella gioia ed entusiasmo che dona alla vita

la sua essenza. Purtroppo allo stesso modo lunedì sera abbiamo partecipato alla visione della cattedrale di Notre Dame che bruciava inesorabilmente, davanti agli occhi del mondo. Si è infranto il sogno collettivo di EDITORIALE coloro che sono stati a Parigi e di tutti quelli che vedono la città dell’amore come una loro possibile meta. La storia che ci unisce, in Europa, è innanzitutto culturale. Si tratta di una cultura che fa parte del nostro DNA e che se viene lacerata, danneggia ognuno di noi in modo inesorabile, come un segnale di ineluttabilità della vita. Sono gli entusiasmi vissuti in giovane età che contribuiscono a dare la forza nel credere che la vita e la cultura che ci circondano siano eterni e unici. Ed è lo spirito a fare l’”uomo” e rendere grande l’Europa. Un’Europa da sempre unita nei dolori e forte nel sapersi ricostruire e restare giovane.

QUIINTERVISTA A MARTINA TROÌA

Il viaggio nel cuore Martina Troìa, 18 anni, frequenta il quarto anno del liceo classico Gandhi a Merano. È una giovane donna piena di iniziative e alla ricerca di nuove esperienze: ha trascorso un anno a Mumbai, in India, con il progetto Intercultura. Nel tempo libero coltiva molti interessi come la scrittura e il teatro. Fa parte della compagnia teatrale “La Kombriccola” ed ha recitato al teatro Puccini nei panni della giovane Suzon, nella piece teatrale dal titolo “8 donne e un mistero”.

La cosa che mi piace di me. La mia espansività. Il mio principale difetto.

Sono un’inguaribile ritardataria. La volta che sono stata più felice. Durante il mio soggiorno in India. La persona che ammiro. I miei genitori, mi hanno insegnato tutto. Un libro sull’isola deserta. Il mondo di Sofia.. La mia occupazione preferita. Recitare, ma anche leggere e scrivere. Il paese dove vorrei vivere. Grazie al mio viaggio all’estero ho

apprezzato la bellezza e l’unicità del nostro Paese. Il mio piatto preferito... Il Pani Puri, una specialità indiana. Non sopporto. L’ingiustizia e la cattiveria. Per un giorno vorrei essere Meryl Streep. Nel mio frigo non manca mai. Il budino al cioccolato. Se fossi un animale sarei. Un’aquila, perché amo la libertà. Mi sono sentita orgogliosa quando. Sono atterrata a Milano, dopo aver vissuto un anno in India, e mi sono resa conto di avercela fatta. Il mio motto. Conosci te stesso. Prima di qualunque altra cosa, devi conoscerti, capirti e accettarti. Il capriccio che non mi sono mai tolta. Finora non penso di averne, ho sempre cercato di vivere senza rimorsi. Il giocattolo che ho amato di più.

Erbe 
 aromatiche
 sapori e profumi del mondo
 da quelle tradizionali alle più originali: 
 un viaggio alla scoperta dei sapori

Via Merano 75 A Bolzano 0471 933006 info@schullian.it www.schullian.it

Un pupazzetto a forma di cane che avevo da piccola. Dove mi vedo fra dieci anni. In giro per qualche paese del mondo. Mi piacerebbe avere la possibilità conoscere sempre nuove culture. Il colore che preferisco. Verde acqua marina, mi ricorda il mare che tanto amo. Da bambina sognavo... Di fare l’attrice. Cosa apprezzo in una donna. L’onesta e la coerenza. …e in un uomo Le stesse cose. L’ultima volta che ho pianto. Al compleanno di un’amica, ma dal ridere. L’ultima volta che mi sono arrabbiata. Mi arrabbio quando sento parlare persone intolleranti. Un sogno nel cassetto... Dirigere un film importante. Di Merano mi piace.... La calma e la tranquillità che si respirano.

F. M.

nuova serra


4

STORIA DI COPERTINA

IL PERSONAGGIO

Christian Latschrauner

Christian: da seminarista a maestro gelatiere // Di Luca Masiello Christian Latschrauner, dalla vocazione per il sacerdozio al gelato. Come è successo? Non è stata una strada facile, tutto il mio percorso formativo è stato piuttosto complicato: ho studiato agraria a Vadena, poi ho lavorato due anni a Laimburg, e poi ho preso la decisione di entrare in Seminario, volevo diventare prete. Ma dopo quattro anni, proprio a Bressanone ho incontrato Kathrin, figlia del proprietario di una gelateria a San Martino in Passiria. Ed ho deciso di seguire il mio cuore. È stato difficile abbandonare la strada del sacerdozio? È difficile entrare in Seminario ed

è ancora più difficile uscirne. Sono due scelte che possono cambiare la vita in maniera davvero clamorosa. Ma l’amore per quella che sarebbe poi diventata mia moglie e la mamma di mia figlia ha vinto su tutto e ha sciolto i miei dubbi. Ho deciso di mollare gli studi teologici e di andare a vivere con lei nel suo paese di origine, per trascorrere il resto della mia vita con lei. A che tipo di dubbi si riferisce? Prendere i voti significa compiere una serie di scelte che non possono essere poi cambiate, rinunciare ad un tipo di vita che si potrebbe definire “normale” per dedicarla alla Chiesa. Parlo del celibato, per esempio. Dentro di me in realtà sapevo da sempre che avrei voluto una

foto: K&C

Ha fatto la scuola agraria, poi ha fatto la difficile scelta di entrare nel Seminario Maggiore di Bressanone per poi prendere i voti. È qui invece che Christian Latschrauner ha trovato l’amore della sua vita, Kathrin, che a sua volta gli ha fatto conoscere un’altra grande passione, quella per il gelato. Abbandonati gli abiti talari, oggi il 32enne abita in Val Passiria ed è vicepresidente dei gelatieri altoatesini.

famiglia tutta mia, una moglie e dei figli. Nell’ultimo anno di Seminario, quando la meta sembrava essere sempre più vicina, questi dubbi sono emersi in maniera quasi prepotente ed è stato in quel momento che ho conosciuto per caso la ragazza della mia vita. Tutto mi è sembrato chiaro. Una concatenazione di eventi l’ha portata insomma a rivedere tutto… Esatto, mi piace definirlo un percorso non facile che la vita mi ha riservato per portarmi dove sono. Se non

Christian fra Alessandro e Mirco, i testimoni delle sue nozze


STORIA DI COPERTINA

5

Christian a spasso con la piccola Lara, sua figlia

avessi deciso di iscrivermi al Seminario non sarei mai andato a Bressanone, quella sera non sarei andato in quel bar dove lavorava Kathrin e quindi non l’avrei conosciuta.

E dunque non sarebbe diventato gelatiere? Probabilmente. Grazie a lei ho scoperto che mi piaceva stare dietro ad un bancone, tanto che dopo aver lasciato l’istituto teologico avevo iniziato a lavorare in quel bar brissinese con lei. Poi mi ha portato nel suo paese, ho visto il laboratorio per fare i gelati. La cosa dapprima mi ha incuriosito e poi mi ha appassionato. Nel 2012 ho frequentato un primo corso e quasi per gioco subito dopo mi sono iscritto al concorso internazionale “Coppa d’oro” a Longarone, nel bellunese. L’avevo fatto per conoscere persone che lavorano in quest’ambito, per capire cosa c’è dietro ad una pallina sul cono, ma mi classificai terzo nella classifica Under 30 con il gusto fragola.

so organizzo delle visite guidate per i più piccoli del paese e spiego loro i segreti del mio mestiere. Sono momenti indimenticabili per loro e per me. Che cosa li incuriosisce di più del lavoro di gelatiere? Il gelato piace a tutti i bambini, e Grafica: QuiMedia

L’amore per Kathrin lo ha portato a scoprire una grande passione, quella per il gelato

Un ottimo inizio: e poi? Avevo trovato la spinta per continuare a studiare, a specializzarmi, a capire che cosa mi piace veramente di questo mestiere, e l’ho scoperto: la natura, la genuinità, l’offrire un prodotto sano, qualcosa che posso far mangiare alla mia bambina in totale tranquillità. È anche per questo che nel 2014 ho preso parte alla fondazione del Liag, il Libero istituto dell’arte gelatiera, dove mi occupo insieme ai miei colleghi della difesa e promozione del gelato e del gelatiere artigiano, oltre alla formazione dei gelatieri stessi. È un percorso difficile, il nostro ambizioso obiettivo è quello di riunire tutti i gelatieri dell’Alto Adige in un’unica rete; ma è abbastanza difficile, ci sono ancora troppe divisioni, fra di noi. Come deve essere un buon gelato, secondo lei? Ci sono due tipi di gelato: quello alla crema e quello alla frutta, che si chiama sorbetto. A me piacciono i prodotti naturali, provenienti da coltivazioni di origine controllata, anche di piccoli produttori, come i contadini del luogo. È stata la sua passione a farle ricevere tutti quei riconoscimenti? Penso di sì, almeno da quanto ho letto (sorride, ndr). Sono stato contattato da Gambero Rosso e compaio anche sulle guide slow food. Navigando in internet ho anche scoperto che Vanity Fair aveva stilato una classifica dei 20 gelati più buoni d’Italia, e fra questi c’è anche il mio. Ma l’ho saputo solo dopo: i critici erano arrivati da noi in modo anonimo. Qual è il suo gusto preferito? Mi piacciono le sperimentazioni, accostamenti che possono sembrare strani, ma che come per magia si legano perfettamente ed esplodono nei gusti, come papavero e ribes, timo e mirtillo nero, o addirittura zucca e amaretti. Ma il mio preferito in assoluto è quello che ho dedicato a mia figlia quando è nata. Si chiama “A Lara” ed è a base di mascarpone salato, nocciola, granella di pistacchi e cioccolato al latte. Certo che essere la figlia del gelatiere del paese deve essere un bel vanto… La mia piccola ha quasi tre anni e spesso viene a trovarmi in laboratorio per aiutarmi, a modo suo, s’intende. Adoro i bambini, e spes-

già scoprire come si prepara è per loro entrare in una sorta di bottega magica. Reagiscono con stupore quando spiego che esistono vari tipi di zucchero - come il destrosio che si estrae dal mais - e sgranano gli occhi quando mostro loro l’utilizzo del sale nei gelati.

RISTORANTE ASIATICO

Lotus

Via Schnatterpeck 2, Lana

Tel. 0473 562051


MERANO

6

L’INIZIATIVA

A scuola di social network dalla polizia MERANO Privacy, cyberbullismo, adescamento online, sexting: per chi ha passato gli “Anta” potrebbero sembrare parole incomprensibili, anglicismi senza apparente significato. Per i ragazzi di oggi sono termini di uso quotidiano, e per i loro genitori sinonimi di pericolo. È proprio sulle trappole di internet che il personale della Sezione polizia postale e delle comunicazioni di Bolzano si è rivolta ad oltre 120 alunni delle scuole medie “Segantini”, “Negrelli” e di Maia Alta. E per catturare la loro attenzione li ha ospitati in un grande camper, un “truck” dentro il quale si sono svolti diversi incontri, tutti con lo scopo di far tenere agli alunni la guardia alta fornendo una serie di consigli per un uso più sicuro e consapevole della Rete. Il “truck”, impegnato nella sesta edizione di “Una vita da social”, ha fatto tappa sulla suggestiva Passeggiata Lungo Passirio, dinanzi al Kurhaus. Si tratta di una campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia postale e delle comunicazioni in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’Università e della ricerca e del Garante per l’infanzia e l’adolescenza, nell’ambito delle iniziative di sensibilizzazione e prevenzione dei rischi e pericoli della Rete per i minori. I social network sono ormai uno

Gli operatori della polizia con il vicesindaco Rossi

Una presenza costante nelle scuole Nell’anno scolastico 2017/2018 sono stati tenuti complessivamente 159 incontri ai quali si stima siano state presenti circa 12.000 persone. Gli incontri vengono tenuti anche nelle località più periferiche della provincia. Anche nell’anno scolastico in corso

strumento di comunicazione del tutto integrato nella quotidianità dei teenager e in virtù del numero sempre maggiore degli adolescenti presenti sul web hanno determinato una crescita esponenziale del numero di minori vittime di reati contro la persona, che negli

Gli alunni nel “truck” della Polizia postale

viene assicurata tale attività: da settembre ad oggi sono già stati tenuti 84 incontri ai quali si stima siano state presenti ca. 6.800 persone. Al termine dell’anno scolastico 2018/2019 si stima che gli incontri saranno stati nell’ordine di quelli dell’anno precedente.

anni è raddoppiato. Dai 104 casi registrati nel 2016, si è passati ai 177 nel 2017 e 208 casi trattati nel 2018, mentre le vittime hanno tutte un’età compresa tra i 14 e i 17 anni. Secondo gli esperti ancora oggi i ragazzi sembrano pensare che il

web sia un po’ una “terra di nessuno”, dove si scambiano messaggi e post senza pensarci troppo e le azioni online vengono valutate spesso come un gioco privo di conseguenze. Inoltre, tra i giovani è ormai acclarata la “selfie mania”: il “selfie” è sempre più caposaldo della propria identità per le nuove generazioni. Il web è così letteralmente inondato di immagini che li ritraggono, dove loro raccontano molto di sé, della propria identità e magari dei luoghi frequentati, con tutti i rischi del caso. Ma l’attrazione per l’autoscatto alle volte è tale da spingere i giovani a mettersi deliberatamente in una situazione di pericolo. Infatti il 35% di loro dichiara di aver provato a farsi un autoscatto in condizioni potenzialmente pericolose, prevalentemente alla guida del motorino o della macchina. Come testimoniano anche i casi di cronaca con esiti letali, a cimentarsi con queste pratiche sono prevalentemente i maschi, verso i vent’anni. Un “selfie” viene pubblicato su un qualunque social network prevalentemente una volta a settimana (63%), mentre ciò accade una volta al giorno nel 14% dei casi e più volte al giorno nel 13% dei casi. A conti fatti, uno su 4 ne posta almeno una volta al giorno, mentre 9 su 10 almeno una volta a settimana. Attraverso il progetto “Una vita da social”, gli operatori della


MERANO

7

I bambini hanno prestato grande attenzione durante gli incontri con gli operatori

Polizia postale hanno incontrato oltre un milione e 700 mila studenti, sia nelle piazze che nelle scuole, 180.000 genitori, 100.00o insegnanti, per un totale di 15.000 Istituti scolastici, 250 città raggiunte sul territorio e due pagine “Twitter” e “Facebook”, con 126.000 “like” e 12 milioni di utenti mensili sui temi della sicurezza online. Il “truck” passato per Merano, allestito con un’aula didattica multimediale, concluderà il suo tour a Roma, toccando le principali città italiane per incontri con studenti, genitori e insegnanti, svolti con un linguaggio semplice, ma chiaro ed adatto a tutte le fasce di età. Inoltre, quest’anno gli studenti, attraverso il diario di bordo “https://www.facebook.com/unavitadasocial”, potranno lanciare

il loro messaggio positivo contro il cyberbullismo. “L’obiettivo che si propone la Polizia di Stato nell’anno corrente è continuare a parlare con gli studenti - afferma il dirigente del Compartimen-

to polizia postale per il Trentino Alto Adige, il vice questore Sergio Russo - per comprendere i loro bisogni, le loro paure e le loro difficoltà. Sono la comunicazione ed il dialogo che ci consentono di

sviluppare l’empatia per essere maggiormente incisivi e diffondere la cultura della legalità sulla Rete. Anche gli incontri con i genitori e il corpo docente - continua il dirigente- sono estremamente utili per consolidare quella collaborazione nel mondo degli adulti, utile a condividere quei valori e quegli ideali da trasmettere alle nuove generazioni, indispensabili per eliminare atteggiamenti di razzismo e prevaricazione sulle piattaforme social o sui gruppi chat. Per fare della Rete un luogo più sicuro, crediamo tuttavia - conclude il Dirigente - che occorra continuare a diffondere una cultura della sicurezza in Rete e in questo contesto si inserisce l’iniziativa ‘Una vita da social’, per un uso corretto e consapevole del web”.

Lu. Ma.

Stagione estiva - Sommersaison:

dal 30 aprile fino al 29 settembre 2019

CUCINA CALDA CONTINUATA Grafica: QuiMedia

dalle ore 10.30 – 22.30

Tutti gli eventi con musica dal vivo li troverete sul nostro sito: www.braugartenforst.com

Orario d’apertura:

10 – 24 senza giorno di riposo Vinschgauerstr. 9 via Val Venosta Specialitá alla griglia, come 39022 Algund/Lagundo (BZ) - tel. + fax 0473 447 727 stinco di maiale, costina, pollo, entrecote di manzo…

www.giardinoforst.com


MERANO

8

CONCERTI

PASQUA CON LE SETTE NOTE

L’Orchestra Amici della Musica

LAGUNDO Sarà un weekend dedicato alle sette note, quello di Pasqua a Lagundo. Domenica 21 aprile non è solo la conclusione musicale di una festa religiosa, ma anche il primo concerto della Banda Musicale di Lagundo dopo il concerto di Epifania. Il programma elaborato dal Maestro Christian Laimer prevede sia brani nuovi che brani tratti dal repertorio dell’Epifania. Il giorno successivo l’Orchestra Amici della Musica di Merano organizza un concerto nella Chiesa Parrocchiale che si terrà alle ore 20.30. Il programma prevede opere di Henry Purcell, F. Joseph Haydn, Anton Diabelli, Josef Pircher e Felix Mendelssohn Bartholdy. Parteciperanno il coro parrocchiale di Naturno, il coro parrocchiale di Maia Bassa e l’Orchestra Amici della Musica di Merano. Direttore: Michael Hillebrand.

IN BREVE

ASSOCIAZIONE MUSICALE MERANESE

Appuntamenti con il bel canto MERANO Ad aprile il cartellone dell’Associazione musicale meranese si arricchisce di altri due appuntamenti. Venerdì 19 aprile la Comunità evangelica di Merano, l’Associazione “Ars Organi” e l’Associazione musicale propongono presso la Chiesa evangelica di Merano con inizio alle ore 20.30 una serata con il celebre “Stabat Mater” di Pergolesi accanto a opere di Händel e Vivaldi. A interpretare l’ultimo lavoro del compositore marchigiano, splendido esempio di forza espressiva, penetrazione psicologica e purezza stilistica, sono stati invitati cantanti e musicisti dall’affermata attività artistica sia in Italia che all’este-

ro: il soprano Lucia Cortese, il mezzosoprano Lucia Napoli e l’Ensemble Meranbaroque, costituito da strumentisti con esperienza internazionale e diretto dal suo fondatore, il direttore e organista meranese Stephan Kofler. Domenica 28 aprile al Duomo di Merano (ore 20.30, entrata libera) saranno invece di scena, ospiti della Comunità Evangelica di Merano, dell’Associazione “Max Reger” e dell’Associazione musicale meranese, altre due musiciste dall’altrettanto intensa attività concertistica, didattica e discografica dentro e fuori i confini nazionali: il

Lucia Napoli

Daniela Del Monaco

contralto Daniela Del Monaco e l’organista Roberta Schmid. La serata rientra nel progetto quadriennale in 24 concerti dedicato all’opera omnia per organo di Max Reger, che nel 1914 soggiornò per cure al Martinsbrunn di Merano. La compilazione musicale prevede quindi l’esecuzione di opere di Reger, oltre a quelle di compositori come Bach, Verdi, Franck e Boëllmann, del quale verrà eseguita la maestosa e virtuosistica “Suite Gothique”.

LA MERANESE PIÙ ANZIANA

Nonna Imelda a quota 105

Bei libri a buon prezzo: questo è quanto è possibile trovare in piazza della Rena a Merano fino al 22 aprile. Dopo il grande successo degli ultimi anni, gli editori nell’Unione commercio turismo servizi Alto Adige tornano a organizzare il Bazar dei libri di Merano. Per l’occasione le case editrici Alpha Beta, Athesia-Tappeiner, Curcu&Genovese, Folio ed Edition Raetia apriranno i propri magazzini offrendo i rispettivi cataloghi a prezzi eccezionali. L’assortimento comprende libri di cucina, guide per escursionisti, libri di storia locale e contemporanea nonché opere di narrativa.

MERANO L’aria di Merano fa bene, e non è un segreto da parecchio tempo. È probabilmente per questo che nella città in riva al Passirio vivono 546 anziani di età compresa fra i 90 e i 99 anni e sedici persone ultracentenarie. Fra questi c’è Imelda Dal Mas, ospite da dieci anni della casa di riposo di Maia Bassa, che nei giorni ha festeggiato il record di ben 105 primavere, risultando così la cittadina più anziana di Merano. Alla festa di compleanno hanno partecipato i figli Antonello e Paolo, la figlia Anna Maria, il presidente della fondazione Pitsch Walter Schweigkofler, il membro

foto: Ernst Müller

UN BAZAR IN PIAZZA PER LEGGERE I LIBRI

Da sinistra Walter Schweigkofler, Imelda Dal Mas, Angelika Platter, Stefan Frötscher e Alex Huber

del cda Angelika Platter, il direttore Alex Huber e l’assessore Stefan Frötscher, che ha regalato

alla signora Dal Mas un mazzo di fiori porgendole gli auguri di tutta l’Amministrazione comunale.


MERANO “1,2,3…STELLA”

Sofia con i ragazzi del doposcuola

Il coraggio di tornare in piedi

9

IN BREVE PRELIEVI DI SANGUE: CAMBIANO GLI ORARI All’ospedale di Merano con il 15 aprile scorso i prelievi di sangue potranno essere eseguiti tutti i giorni feriali dalle ore 7 alle ore 9. L’Azienda sanitaria ricorda all’utenza che i prelievi di sangue nel burgraviato possono essere eseguiti anche nei Distretti di Lana, Val Passiria e Naturno così come nelle cliniche “Fonti di San Martino” e Sant’Anna. Le relative analisi verranno eseguite presso il Servizio di laboratorio dell’ospedale di Merano.

MERANO Ha 21 anni, capelli fucsia, ama l’anguria e la “Notte stellata” di Van Gogh: si chiama Sofia, e nei giorni scorsi ha fatto visita al doposcuola “1,2,3…stella” della scuola primaria “Giovanni XXIII” di Sinigo. Due anni fa a farsi conoscere ed incontrare dai bambini era stato Marco, il suo papà che a 50 anni aveva coronato il sogno della sua vita: pilotare un aereo biposto. A fine febbraio è arrivata lei che, tra una doSofia manda e l’altra dei bambini circa i suoi gusti e le sue passioni, ha raccontato che all’età di dodici anni le hanno diagnosticato un tumore alla gamba e i successivi otto li ha vissuti tra terapie e tante rinunce. Qualche mese fa l’importante decisione di procedere all’amputazione e con un sorriso sincero e profondo ha raccontato: “Niente più sedia a rotelle e basta stampelle; finalmente sono tornata a camminare!”. Alla domanda “Qual è stato il giorno più bello tua vita?” ha risposto che è stato quello in cui ha mosso i primi passi con la protesi, e che il suo sogno è di poterne avere una seconda con cui entrare in acqua,

perché il nuoto è da sempre il suo sport preferito. Nei momenti più difficili ama cucinare per la sua famiglia, andare al cinema e stare all’aria aperta. Sofia è da sempre una grande lettrice, fan di Harry Potter e del Signore degli Anelli e il suo libro preferito è “Colpa delle stelle” di John Green. I bambini, con esemplare naturalezza e spontaneità, le hanno posto tante domande e hanno scoperto che Sofia ha tanti interessi e progetti da realizzare. Sofia ha salutato affermando che la voglia di ripartire è più forte di tutto. Ad Innsbruck c’è l’Università che l’aspetta, perché vorrebbe diventare insegnante di inglese o di biologia. Perché invitare Sofia a raccontare di sé e del suo particolare percorso a dei bambini di una scuola primaria? Claudia, la responsabile del progetto di accompagnamento allo studio, risponde così: “Se mi domando chi è la persona più felice che ho incontrato negli ultimi mesi, penso subito a Sofia e questo mi colpisce, perché all’apparenza non dovrebbe esserlo, anzi, avrebbe tutte le ragioni per

lamentarsi. Mi interessa scoprire il segreto e la fonte della sua felicità. Assieme alle colleghe ci siamo interrogate se non fosse un incontro rischioso, ma abbiamo concluso che il sorriso e la positività di Sofia avrebbero prevalso su tutto. E così è stato davvero”.

LA STRADA È CHIUSA PER LAVORI IN CORSO Fino al 30 aprile verrà effettuato un intervento di drenaggio a monte del Palais Mamming Museum. Sul collegamento che unisce il sentiero di Tirolo alla passeggiata Tappeiner sarà quindi in vigore il divieto di transito.


MERANO

10

AUTOBUS

NUOVI ORARI E PIÙ CORSE

MERANO Linea 201: la corsa scolastica delle ore 6.55 da Postal partirà da Merano Stazione, la corsa feriale delle ore 6.48 dalla Stazione di Maia Bassa e la corsa scolastica delle ore 18.17 da Bolzano Funivia del Renon transiteranno per via Böhler (Ospedale). Verrà aggiunta il martedì e il giovedì una corsa alle ore 17.16 da Merano - via Wolf a Vilpiano. Linea 212: anticipata di cinque minuti la partenza da Stazione Merano della corsa feriale delle ore 6.15 da Foresta. Linea 213: aggiunta una corsa scolastica alle ore 13.08 da via Wolf e una alle ore 13.35 da Parcines. Linea 215: verrà effettuato il seguente percorso: da Lana Autostazione: invariato fino in via Madonna del Suffragio, poi via Hofer fino a via Dogana. Da Gargazzone Stazione: invariato fino a via della Chiesa poi via Goldegg, Piazza Tribus, via Madonna del Suffragio. Linea 221: al venerdì verranno inserite corse express da Tirolo autostazione alla fermata “Merano Terme” con il seguente percorso: da Terme Merano: via Piave, via Petrarca, via Roma, via Cavour, via San Giorgio fino a Tirolo autostazione. Verranno effettuate esclusivamente le seguenti fermate: Terme Merano, Parco Elisabetta, Lido,Minigolf, Autostazione. Da Tirolo Autostazione: Strada Provinciale 7, via San Giorgio, via Cavour, tunnel Terme, via Piave, capolinea fermata Terme. Verranno effettuate queste fermate: Autostazione, Minigolf, Lido, Parco Elisabetta, Terme Merano. Linea 216: nei giorni festivi verrà effettuato il seguente percorso: da Lana: invariato fino a Nalles in vicolo dell’Oro poi via Hofer, via Andriano, via Wehrburg, via del Sole fino a Stazione Terlano. Da Terlano: piazza Atz, via del Sole, via Wehrburg fino a vicolo dell’Oro.

STUDENTI

Una Merano tutta da mangiare

I partecipanti al concorso di idee

MERANO Avvicinare i giovani alla tecnologia della stampa tridimensionale ma anche mostrare loro come si può tradurre in pratica un’idea proponendola sul mercato: è lo scopo del concorso di idee “Merano da mangiare”, al quale hanno partecipato due classi dell’istituto tecnico economico (Wfo). Trentacinque studenti della terza e quarta classe hanno lavorato in questi mesi intensamente allo sviluppo delle loro idee creando un prodotto da forno che avesse attinenza con Merano e un relativo stampo che fosse replicabile con una stampante 3D. Inoltre i giovani hanno definito il necessario businessplan e una campagna di marketing. Il progetto è stato organizzato e coordinato da Mind (Meran.o Innovation District), un’iniziativa intesa a promuovere a livello locale la cultura dell’innovazione. Partner di progetto sono stati l’azienda “Mein Beck” di Nalles e il Lab del Techpark Noi. Nei giorni scorsi le proposte sono state presentate a una giuria – composta da Walter Weissensteiner (Noi Techpark), Alfred Nischler (Mein Beck) e Johannes Troger (Mind) che le ha valutate. La squadra vincitrice si è aggiudicata un viaggio premio alla fiera della creatività, della tecnologia e dell’innovazione Maker-Fair, che si svolge a Roma, e la possibilità di creare i prodotti da forno nel panificio “Mein Beck”,

dove presto saranno messi anche in vendita. Le squadre piazzatesi al secondo e al terzo posto hanno invece ricevuto un buono acquisto rispettivamente del valore di 300 e di 200 euro da spendere nel panificio Mein Beck. Il primo premio è stato assegnato a Tania Ennemoser, Markus Kröll, Laura Raich e Vitus Weger e al loro progetto “Meraner Bergschnitte”. Si tratta di una fetta di torta che rappresenta la conca meranese circondata

dalle sue montagne. Secondo posto invece per il progetto “Merovina” di Anita Alber, Sonja Lamprecht, Claudia Reiner e Hannah Schweigl: un torta ripiena di caffè e realizzata a riproduzione della Torre delle Polveri. In terza posizione Patrick Kröll, Simone Rieger e Patrick Trogmann con il loro “Sogno di lamponi”, una tortina allo yoghurt di limone farcita di lamponi e scaglie di cioccolato con copertura di crema di lamponi.

“PICCOLI CANTORI”

Canti che allietano

Il coro dei “Piccoli cantori”

MERANO Dopo il recente concerto presso la casa di riposo di Maia Bassa, il coro dei “Piccoli Cantori” si è esibito l’altro giorno presso la casa di cura

Sant’Antonio proponendo un repertorio di canzoni che ha allietato gli ospiti e il personale della struttura gestita dalla fondazione Pitsch.


MERANO

11

LA MOSTRA

GLI EVENTI CULTURALI

Un anno dedicato a Kafka MERANO A cento anni dal soggiorno di Franz Kafka a Merano, la domanda è lecita: dove ha abitato? E poi: quali strutture ha visitato? Accanto a quali edifici è passato passeggiando? Com’era la vita culturale di allora? Sono le domande alle quali il giornalista dell’Orf Patrick Rina vuole dare una risposta e divulgarla alla cittadinanza attraverso una serie di proposte culturali. Il 2020 sarà infatti un anno dedicato a Kafka, ed è proprio sua del giornalista l’idea di organizzare degli eventi per attirare l’attenzione dell’opinione pubblica su uno dei più significativi protagonisti della letteratura moderna mondiale, e al tempo stesso a puntare i riflettori sugli anni compresi fra il 1918 e il 1922, un periodo molto interessante che caratterizza anche la storia più recente della città di Merano. Nella primavera del 1920 Franz Kafka (1883-1924), ammalatosi di tubercolosi polmonare, soggiornò per cure a Merano e a Maia Bassa. Il suo soggiorno è comprovato dall’elenco degli stranieri pubblicato dal “Burggräfler”, dalle annotazioni dello scrittore nel suo diario e soprattutto dalle “Lettere a Milena”. Dapprima Kafka trovò sistemazione presso il Grand Hotel Emma. Allo spirito solitario del poeta

Da sinistra Patrick Rina, Barbara Nesticò, Paul Rösch, Veronika Rieder, Herta Toggler e Marlene Messner

però l’albergo poco si addiceva, così Kafka si trasferì nella pensione Ottoburg a Maia Bassa (che allora era Comune a sé stante). Il programma dell’anno commemorativo prevede numerose manifestazioni: passeggiate guidate, una mostra biblio - fotografica, le Giornate di Kafka in marzo, letture e conferenze. Sempre in primavera verrà intitolata a Kafka, e abbellita con un’installazione artistica, la piazzetta davanti all’ex pensione Ottoburg. L’opera d’arte verrà scelta attraverso un concorso, bandito e curato da Merano Arte. All’organizzazione degli eventi previsti durante l’anno commemorativo partecipano, assieme al Comune di Merano , anche l’Urania, Merano Arte, l’istituto per il turismo e le biotecnologie Marie Curie, il Südtirol Festival (Settimane musicali), la Biblioteca civica, Giardineria comuna-

MERANO Le musicassette avevano spianato la strada a chi voleva registrare la propria musica; poi sono arrivati i computer, gli mp3, e oggi in ogni telefono c’è un’app capace di trasformare una qualsiasi stanza in una sala d’incisione. Ma come si faceva un tempo? Lo si può scoprire a Palais Mamming in una mostra che resterà aperta fino al 14 luglio, in cui sono esposti oggetti provenienti dalla Collezione Gigliotti.

Fuggire verso

il sud

ESTATE 2019 Antalya, Brac, Calabria, Calcidica/Salonicco, Calamata, Cefalonia, Coo, Corfù, Creta, Helsinki, Maiorca, Minorca, Prevesa/Lefkada, Rodi, Sardegna

LA FOTONOTIZIA

Nuovo look al ponte

Un operaio al lavoro sul ponte

le e il Palais Mamming Museum. La pianificazione degli appuntamenti è stata affidata al “Gruppo di lavoro Kafka”, coordinato da Veronika Rieder e Patrick Rina e composto anche da Alexander Knoll, Gerti Wolf, Horst Ellmenreich, Karl Chizzali, Fausta Menghini, Richard Kienzl, Stefan Pur e Sandro Zamai.

LA STORIA DEL FONOGRAFO

MERANO Sono iniziati i lavori di restauro e di pulizia delle balaustre e dei capitelli del ponte della Posta nonché delle balaustre situate all’ingresso del parco Sissi. Realizzato nel 1909 secondo i dettami dello Jugendstil, il ponte della Posta è considerato il ponte più elegante di Merano.

VOLI DIRETTI TUTTO L‘ANNO Amsterdam, Berlino, Francoforte, Londra Gatwick, Londra Heathrow, Vienna transavia.com, easyjet.com, lufthansa.com, ba.com, austrian.com

www.innsbruck-airport.com


12

MERANO

L’EVENTO

Un’immagine della scorsa edizione della Gara delle Papere

MERANO Per la seconda volta, sabato di Pasqua le acque del Passirio saranno invase da uno stormo di palmipedi simpaticissimi e divertenti: il 20 aprile, a partire alle ore 11 andrà infatti in scena la “gara delle papere”, un’azione di beneficienza organizzata dai service-club della città: Lions Club Merano Host, Rotary Club Merano, Soroptimist Club Merania,Kiwanis Club Merano, Rotaract Bolzano e Round Table Bolzano - Merano. L’idea di organizzare una gara delle papere sul fiume Passirio ha riscosso un grande successo l’anno Una papera hippy

scorso, raccogliendo in totale 40 mila euro che sono stati interamente devoluti ad iniziative sociali e di interesse collettivo in città e

nel Burgraviato. Il ricavato della seconda Gara delle Papere a Merano sarà destinata all’acquisto di una vettura da mettere a disposiLa papera del fine settimana

zione dell’Associazione volontari nell’assistenza di famiglie ed anziani di Lana, oltre che a sostegno di iniziative sociali e d’interesse colletti-

vo da parte dei singoli club. Con la vettura sarà possibile per gli oltre 200 volontari sostenere l’assistenza sociale, con attività quali: consegna di “pasti su ruote”, servizi di accompagnamento di persone anziane e bisognose, supporto a famiglie con bimbi piccoli, organizzazione di piccole attività artigianali. Il percorso della gara anche nella seconda edizione si svolgerà lungo il fiume Passirio tra il Ponte della Posta e Ponte Teatro. Sono due le categorie in competizione. La prima, con partenza alle 11 riguarda le papere grandi, quelle di 29 centimetri, e verranno premiati i primi tre posti: i rappresentanti degli sponsor potranno partecipare a una cena in presenza del sindaco di Merano.

foto: Ewald Unterhuber

Il Passirio invaso da papere di solidarietà

Alle 12 partirà la gara delle “paperelle della fortuna”, alte 8 centimetri; questa prevede la premiazione dei primi 100 classificati. Fra i premi principali, una mountain bike, buoni soggiorno in alberghi e ingressi a spa, buoni acquisto in negozi o esercizi ristorazione e numerosi premi materiali. In seguito, intorno alle ore 13, avrà luogo la consegna delle donazioni alle varie associazioni. In tale occasione verranno anche consegnati i 3 premi della Gara delle Papere sponsorizzate e i 100 premi della Gara delle Paperelle della fortuna. La novità di quest’anno è poi la premiazione della papera più bella. La manifestazione avrà luogo con qualunque condizione meteorologica; nel caso il Passirio fosse in piena, la manifestazione verrà spostata al sabato successivo, il 27 aprile. Un momento dell’assemblea

GMM

Priorità: educazione MERANO L’educazione sempre al primo posto: il Gruppo Missionario “Un pozzo per la vita” Merano (Gmm) ha confermato nell’assemblea annuale dei soci, tenuta presso la sala conferenze di Terme Merano, che “la priorità delle priorità” del proprio impegno in Africa è offrire opportunità di educazione di qualità ai giovani. “Accanto al costante impegno per l’acqua ed a quello per le strutture sanitarie e sociali - ha sottolineato il pre-

sidente, Roberto Vivarelli, nella sua relazione - aumenta sempre di più il nostro impegno in direzione di educazione, scuole e borse di studio in particolare. Educazione come chiave di volta per lo sviluppo, possibilità di studiare come strumento per formarsi, crescere e costruire”. L’appuntamento è stato, come di consueto, l’occasione per fare il punto sui progetti realizzati nel corso dell’anno precedente ed annunciare quelli programma-

ti per l’anno in corso, in alcune delle località visitate dal fondatore del Gmm, Alpidio Balbo, nel suo recente viaggio in Benin. “È stato - ha detto Balbo raccontando del suo viag-

gio - come tornare alle radici del mio impegno per l’Africa e sono felice, dopo tanti anni, di essere ancora qui a raccontare questa bella storia che il Signore mi ha fatto vivere”.


#QUI_FOODSTORIES @vanigliastyle seguiteci su Instagram

FOOD stories

RICETTE DAI SOCIAL MEDIA

Pasta fresca alle melanzane Foodblogger: Giorgio IG: @incucinacongiorgio Bolzanino Sono un ragazzo di una piccola città con una grande ambizione. Ovvero riuscire a trasmettere la mia passione e le emozioni che provo nei miei semplici piatti.

Ingredienti: 1 melanzana, 400 gr di farina 00, 4 uova intere, 500 ml di passata di pomodoro, 2 mozzarelle, 200 gr di parmigia-

Preparazione per 2 persone: Per la pasta uniamo a fontana la farina, le 4 uova e un pizzico di sale ed impastiamo vigorosamente (far riposare una mezz’ora fuori frigo). Cuocete le melanzane al forno, tagliate a cubetti e condite. Tritare finemente cipolla e carota, facendole rosolare assieme ad uno spicchio d’aglio in un pentolino con dell’olio Evo. Aggiungere la passata, il sale, il pepe, l’origano e le foglie di basilico. Stendere la pasta, che deve rimanere un

no reggiano grattugiato, basilico qb, origano qb, timo qb, mezza cipolla, mezza carota, 1 spicchio d’aglio, sale e pepe qb, olio Evo qb

po’ spessa. Intagliate dei dischi e preparatevi a comporli. Sbollentate la pasta per circa 4 minuti in acqua bollente salata e lasciatela poi asciugare dopo averla scolata. Tagliate poi a fette la mozzarella e togliete l’aglio dal sugo. Alla base stendete un po’ di passata e sopra nell’ordine la pasta, la mozzarella, i cubetti di melanzane, due foglie di basilico, il pomodoro, il parmigiano grattugiato e ripetete. In forno due minuti a 220° per una gratinata.

State pianificando il vostro

matrimonio?

Scoprite tutti i fornitori dell‘Alto Adige con un click! www.inlove.bz

Crostata di lamponi e meringa italiana Foodblogger: Michela Urbano IG: @Cioccolatolamponi Blog: Cioccolatolamponi.it Friulana La cucina è il posto in cui mi rilasso ed osservo il colore ambrato di un dolce o il profumo del pane appena sfornato. Ingredienti: 240 gr farina 1 debole, 10 gr farina di grano saraceno, 160 gr burro da centrifuga, 100 gr zucchero a velo, 2 tuorli d’uovo, buccia di limone grattugiata, semi di mezza bacca di vaniglia, 1 pizzico di sale Decorazione: 500 gr lamponi freschi, 90 gr di albume, 150 gr zucchero a velo, 30 gr acqua

Preparazione. Per la frolla: setacciate assieme le farine, versatele in una planetaria ed unite gli aromi, il sale, il burro e tutti gli ingredienti. Impastate e fate

riposare mezz’ora in frigo. Cuocere “in bianco” la base a 180 gradi per 20 minuti. Fate raffreddare. Per la meringa italiana: portate a bollore 120 gr di zucchero assieme all’acqua raggiungendo 120 gradi. Nel frattempo montate in planetaria gli albumi, assieme ai 30 gr di zucchero rimasti dal totale. Quando gli albumi saranno montati di ¾ del loro sviluppo, colate a filo lo sciroppo bollente aumentando la velocità dello sbattitore. Azionate le fruste fino a quando la meringa avrà raggiunto la temperatura ambiente. Assemblate la crostata distribuendo uno strato fitto di lamponi freschi sulla frolla e decorate la superficie con ciuffi di meringa che poi fiammeggiate con un cannello.


14

SENZA CONFINI Luca Sticcotti redattore QuiMedia redazione@quimedia.it

VASI NON COMUNICANTI

Bravissimo Matthias, ma... ci sono anche gli altri

do posto nella categoria biennio alle Olimpiadi nazionali di Italiano 2019. Il suo è davvero un risultato straordinario, (complimenti Matthias!). Ma non altrettanto efficaci sono stati finora però i media di lingua italiana nel comunicare la notizia. Nei diversi servizi realizzati infatti non è stato evidenziato il fatto che Matthias per giungere alle finali di Torino ha potuto godere di un canale privilegiato, quello riservato a livello nazionale nello specifico agli studenti sudtirolesi di L2 (seconda lingua). Si tratta di un canale che in sostanza garantisce ogni anno la partecipazione alle finali di due studenti delle scuole di lingua tedesca. Canale sul quale invece invece non possono contare gli studenti delle scuole di lingua italiana, che si devono invece annualmente confrontare su scala regionale con i coetanei trentini, notoriamente molto “agguerriti”.

Dunque quest’anno l’assenza di studenti “altoatesini” era dovuta a questo motivo e non - come invece si è scritto - ad un presunto disinteresse da parte di studenti e insegnanti delle scuole altoatesina di lingua italiana, che invece anche quest’anno hanno partecipato a decine nelle preselezioni scolastiche e quindi alla successiva selezione “regionale”. Da questo punto di vista stupisce il fatto che a fronte di notizie che potevano dar adito addirittura all’idea di una minor “qualità” della scuola di lingua italiana nella preparazione dei propri studenti nel merito della lingua di Dante, l’Intendenza Scolastica o singolarmente le scuole italiane partecipanti non abbiano ritenuto di aggiustare la “notizia”. Riequilibrando in questo modo l’informazione relativa al reale quadro di riferimento in cui Matthias ha conseguito il suo pur straordinario risultato.

Comune in campo per il clima

potenziare e coordinare meglio le misure da adottare ancora in questo settore per poter così ottenere una certificazione ancora più qualificante”, ha fatto osservare Rohrer. “Vogliamo ammodernare progressivamente tutti gli immobili di proprietà comunale e risanarli anche sotto il profilo energetico. Con la nuova unità speciale saremo in grado di creare sinergie che contribuiranno a sostenere e ad accelerare questo processo”, ha detto l’assessore Zaccaria. Il risanamento energetico degli immobili comunali - in particolare degli edifici scolastici - è una priorità. Il primo, radicale intervento di questo genere è stato effettuato presso la scuola media Karl Wolf, trasformata da edificio di classe energetica E in CasaClima A. Un altro importante provvedimento per la tutela del clima è stato adottato con la decisione di procedere al risanamento energetico delle scuole Galilei e Wolkenstein di via Toti.

Nei giorni scorsi un giovanissimo studente delle scuole superiori di lingua tedesca ha ottenuto un risultato straordinario alle Olimpiadi nazionali della lingua italiana. Ma nel dare la notizia qualcosa non ha funzionato... Matthias Castlunger è un classico figlio dell’Alto Adige Südtirol del terzo millennio, sempre più misto e trasversale. Nato da un ladino e da una veneta, questo quindicenne si

è iscritto giocoforza ad una scuola monolingue, nello specifico l’Istituto Tecnico Economico Kunter di Bolzano. Da lì è partito per conseguire uno straordinario risultato: il secon-

AMBIENTE

MERANO L’obiettivo è migliorarsi ulteriormente, trovare dei metodi per essere ancora più vicini all’ambiente; è per questo che la giunta comunale ha deciso di insediare - fino al termine della corrente legislatura, quindi fino al maggio del 2020 un’unità speciale intersettoriale per la protezione del clima e l’adattamento ai cambiamenti climatici. L’obiettivo è quello di coordinare in modo più efficiente tutti i provvedimenti che il Comune adotta in materia di tutela del clima e di politiche energetiche. Le unità speciali servono a coordinare in rete l’attività degli uffici e dei centri di servizio ogniqualvolta devono essere affrontate questioni o adottate misure che coinvolgono più livelli e diversi settori dell’amministrazione. I diretti referenti politici di questa nuova unità

Il capocantiere Lucio Onisto durante un sopralluogo nel cantiere della scuola media Wolf

speciale per la protezione del clima e l’adattamento ai cambiamenti climatici sono l’assessora Madeleine Rohrer e l’assessore Nerio Zaccaria, mentre la direzione amministrativa è stata affidata alla direttrice dell’Ufficio

gestione del verde e ambiente Anni Schwarz. “Per l’impegno profuso nella tutela del clima, al Comune di Merano è stata assegnata nel 2017 la certificazione ComuneClima ‘bronzo’. La nuova unità speciale ha il compito di


SUCCEDE IN PROVINCIA SOLIDARIETÀ

15

I medici Randeu, Niederkofler, Spitaler, Brandstätter, Pizzecco, Nienstedt, Ploner e De Giorgi

Medici dell’Alto Adige per il Mondo Recentemente all’Assemblea Annuale dei soci dei Medici dell’Alto Adige per il Mondo sono state presentate le attività e i successi conseguiti nel corso dell’anno 2018. Il premio Helping Hands 2018 è assegnato all’Odontostomatologo Andreas Ploner. Numerosi soci erano presenti all’Assemblea Plenaria presso la Sparkasse Academy a Bolzano e si sono rallegrati per i risultati molto positivi dell’anno 2018. La riunione si è aperta con uno sguardo alle attività dello scorso anno. L’associazione ha sostenuto 20 progetti in 11 paesi e sono state realizzate 28 missioni di medici e artigiani. Il Presidente Toni Pizzecco ha ringraziato tutti i soci e i volontari per il loro impegno prezioso e disin-

teressato. In particolare, sono stati illustrati gli interventi in Etiopia all’Ospedale di Attat di diversi medici specialisti, di grande importanza per la formazione e l’aggiornamento del personale medico locale. Altrettanto preziosa anche l’opera di molti artigiani altoatesini, impegnati nella manutenzione dell’ospedale e nella formazione dei tecnici locali. Focus nel 2018, insieme alla costruzione di centri di salute, è stata la formazione dei medici e del personale sanitario, la costruzione di scuole, la realizzazione di impianti idrici e di programmi di promozione della donna e dei giovani per dare alle persone in Etiopia concrete prospettive di un futuro migliore. Sono stati finanziati progetti

anche in Eritrea, Camerun e Kenya. Si sono conclusi inoltre i progetti di ricostruzione dopo il grande terremoto in Nepal (Costruzione di un Centro di Salute e del Reparto di Ginecologia e Ostetricia presso il Dhulikhel Hospital). Ulteriori impegni sono stati i corsi di formazione per i giovani in Afghanistan e il sostegno alle Case per i bambini di strada a Calcutta, in India. Il Premio Helping Hands 2018 è stato assegnato al dentista dott. Andreas Ploner, che è membro dell’associazione da molti anni. Andreas Ploner gestisce un proprio studio a Bolzano e dal 2014 è già stato otto volte in missione presso l’Ospedale di Attat, dove tratta pazienti che

giungono apposta da molto lontano e soprattutto forma il personale locale. Il suo obiettivo a lungo termine, assieme agli altri colleghi altoatesini, è quello di rafforzare le competenze locali, concentrandosi soprattutto sulle esperienze pratiche. Quello di Attat è un ospedale missionario, con un bacino di utenza di un milione di persone ed è sostenuto dai Medici dell’Alto Adige per il Mondo già dal 2009. Il Presidente Toni Pizzecco ha ringraziato la popolazione altoatesina per la fiducia dimostrata e per il grande sostegno finanziario che offre. Ha inoltre sottolineato l’ottima collaborazione con la Provincia Autonoma di Bolzano, con la Regione Trentino – Alto Adige e con il Comune di Bolzano.


SPORT

16

ASD SENALES

Sette nazioni per la Ötzi Alpin Marathon

Una delle emute salite della gara

PUBBLICITÀ ELETTORALE 2019 Condizioni per la pubblicazione su

QuiBolzano, QuiMerano, QuiBassaAtesina

NATURNO Ben 42.2 chilometri e 3266 metri di dislivello da completare anche in staffetta tra mountain bike, corsa e scialpinismo. E in quest’ultimo caso i concorrenti provenienti da ogni parte del mondo potranno fare un po’ per ciascuno, ma bisognerà essere comunque ben allenati per potersi concentrare sulle frazioni di 24.2 chilometri e 1.538 metri di dislivello partendo in bicicletta da Naturno, proseguendo con il tratto podistico di 11.3 km e 495 metri di dislivello e chiudendo con l’ultima scalata di 6.7 km di scialpinismo fino a raggiungere quota 3.212 metri sullo spettacolare ghiacciaio della Val Senales, in Alto Adige. Atleti di prestigio hanno già confermato la propria adesione all’evento: 120 “solitari”, 30 staffette, 7 nazioni, i temerari sono già molti e tra di essi Anna Pircher cercherà

(scialpinismo). Sette le nazioni ad oggi presenti: Italia, Austria, Svizzera, Germania, Ungheria, Repubblica Ceca e Belgio. Gli staffettisti, costituiti in gran parte da maschi e da qualche staffetta mista, competeranno spartendosi lo sforzo concludendo la propria estrema cavalcata al ghiacciaio della Grawand, a pochi metri da dove venne ritrovata, nel 1991, la Mummia del Similaun. Il comitato organizzatore è da non molto anche gemellato con lo staff svizzero dell’“Inferno Triathlon”, vinto per dieci edizioni dall’atleta tedesco esperto in grandi imprese sportive Marc Pschebizin, divenuto campione del mondo amatori di Duathlon nel 1998. Da allora è anche membro della squadra nazionale duathlon tedesca. Vinse anche il prestigioso International Duathlon a Central Park, New York.

L’iron man Philip Götsch

di messaggi politici elettorali In ottemperanza alle disposizioni dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Agcom e in occasione delle elezioni europee del 26 maggio 2019, le testate QuiMedia (QuiBolzano, QuiMerano e QuiBassaAtesina) mettono a disposizione appositi spazi e allegati per la pubblicità elettorale.

Il listino prezzi è disponibile in sede o sul nostro sito www.quimedia.it con supplemento elettorale del +20% Termine per la prenotazione sulle testate QuiMedia e la consegna dei materiali deve avvenire entro 7 giorni lavorativi prima dell’uscita e contestualmente dovrà avvenire il pagamento. Il pagamento deve avvenire obbligatoriamente prima della pubblicazione. Qualora il pagamento non avvenisse prima della chiusura dei giornali, QuiMedia non pubblicherà l’inserzione. Il materiale deve essere fornito in formato PDF e dovrà indicare sia il nome del committente che la dicitura “messaggio elettorale“. Saranno pubblicati tutti gli annunci pervenuti nei termini indicati, nel rispetto delle condizioni stabilite in questo annuncio. Il criterio di accettazione delle prenotazioni si basa sul principio della progressione temporale. Il documento analitico concernente la pubblicazione dei messaggi politici elettorali sulle testate sopra indicate è depositato presso la segreteria di redazione di QuiMedia.

Le richieste in merito alla pubblicazione, preventivi e modalità di pagamento vanno indirizzate a QuiMedia, via Wolkenstein 4, 39100 Bolzano Tel. 0471 081 583 - Fax. 0471 081 589 pubblicita@quimedia.it

di agguantare il quinto successo personale alla manifestazione. Assieme alla forte altoatesina ci sarà anche Roland Osele, uno dei due atleti ad aver partecipato a tutte le edizioni finora disputate. Quest’ultimo si è portato a casa la Ötzi Alpin Marathon già in due occasioni (compresa la prima edizione) ma quest’anno parteciperà per la prima volta con una squadra in staffetta, il Team “Fuoco” sarà dunque temibile e così composto: Roland Osele (Mtb), Reinhard Pixner (corsa) e Georg Paris

Nel 1999 arrivò quarto in classifica generale nella serie Powerman della Coppa del Mondo di Duathlon. Ora Pschebizin è senz’altro divenuto più esperto, ma i titoli non sembrano bastargli, andando a conquistare anche prove ardite come le 24 ore in mountain bike e raggiungendo l’ambito traguardo del decimo successo all’Inferno Triathlon nel 2012 con un tempo di 8:48:56 ore. Ora allenatore, Marc è tornato in sella nel 2017 dopo cinque anni di pausa conquistando il terzo posto all’Inferno Triathlon.


17

ESTETICA

SPECIALE ESTETICA

La chirurgia estetica va per la maggiore. Privilegiando trattamenti quali: le labbra ad Arco di Cupido, il trapianto di barba e sopracciglia, la diastasi addominale post-parto, i filler di nuova generazione e l’aumento del seno per le neo mamme. Il lip lift, il lifting per le labbra per avere il labbro superiore dell’insù è un trattamento definitivo, un intervento che consiste in un’incisione a forma di corno di bufalo sotto il naso che permette di sollevare il labbro superiore con un effetto carnoso e sensuale. Non deve essere ripetuto come accade per i filler. Piace alle donne e anche agli uomini. Sempre più uomini ricorrono invece al trapianto di barba e sempre più donne al trapianto di sopracciglia. Spesso sul viso degli uomini la barba infatti non cresce in modo omogeneo, ma ci sono zone glabre o meno folte, per questo si ricorre al trapianto utilizzando una tecnica simile a quella del trapianto di capelli, anche se la distribuzione

dei bulbi è differente tra barba e capelli. Allo stesso modo le donne, dopo anni di epilazione, si trovano con sopracciglia sottilissime e, per rinfoltire l’arcata, decidono di sottoporsi al trapianto. La diastasi addominale post parto consente quindi di tornare in forma più velocemente e contrastare un problema molto sentito come quello dei problemi ai muscoli addominali, che si può correggere solo chirurgicamente. I disturbi non sono solo estetici, ma anche funzionali, con mal di schiena ed ernie. Inoltre il problema, se non trattato chirurgicamente, peggiora con il tempo. I filler di nuova generazione invece consentono di aver un volto subito più giovane, senza necessità di ricovero in ospedale.

CELL CONTOUR OGGI HAI UN’ARMA IN PIÙ, CONNESSA ALLA BELLEZZA Per una silhouette rimodellata dai contorni plasmati e realmente affinati.

Galleria Europa 26 (5º piano), Bolzano dibipatty@libero.it www.istitutoesteticopatrizia.it

Grafica: QuiMedia

Bellezza: ecco i trend del 2019


SCUOLA ESTETICA MODERNA foto: Matteo Knowwille per Laska web agency

18

S.E.M.: Scuola di Estetica Moderna mb

z.it

ww .sc

se

Foto: w

La Scuola di Estetica Avanzata S.E.M. offre formazione anche alle estetiste già qualificate, mettendo a disposizione formazione continua con teoria e pratica. Non vengono trascurati anche aspetti della professione quali: relazioni con i clienti, gestione magazzino, marketing. La titolare della scuola è Gloria Bottara, alla quale si affiancano Claudia Melchiori ed personale altamente qualificato in grado di formare le ra-

Direttrice di S.E.M. Gloria Bottara

gazze nei vari percorsi di formazione. SCUOLA S.E.M. È solo da una grande passione che nascono le imprese più significative e ricche di risultati. Ed è per la passione personale di Gloria Bottara e del suo team di affiatati professionisti che la Scuola di Estetica Moderna S.E.M. da oltre 40 anni forma estetiste/i e professioniste/i del benessere. foto: Matteo Knowwille per Laska web agency

foto: Matteo Knowwille per Laska web agency

La Scuola di Estetica Avanzata S.E.M. da oltre 40 anni è il punto di riferimento formativo del settore a Bolzano. La formazione è rivolta a persone adulte, offrendo un percorso che riguarda l’estetica. Il piano di studi prevede un percorso biennale suddiviso tra teoria e pratica. Durante la pratica si parlano entrambe le lingue (tedesco ed italiano), mentre la teoria viene svolta nella madrelingua delle/dei partecipanti.

uo la

È solo da una grande passione che nascono le imprese più significative e ricche di risultati. Ed è per la passione personale di Gloria Bottara e del suo team di affiatati professionisti che la Scuola di Estetica Moderna S.E.M. da oltre 40 anni forma estetiste/i e professioniste/i del benessere. La scuola svolge corsi finalizzati alla più compiuta specializzazione, aggiornandosi continuamente nelle tecniche manuali e negli argomenti di insegnamento teorico. I corsi sono biennaali con partenza a settembre e conclusione a inizi giugno. Le iscrizioni sono a numero limitato.


19

foto: Matteo Knowwille per Laska web agency

SCUOLA ESTETICA MODERNA

Scuola S.E.M. Passaggio duomo 1, Bolzano Tel. 0471 979710 Cel. 338 9243192 info@scuolasembz.it www.scuolasembz.it

LA BELLEZZA “La bellezza splende nel cuore di colui che ad essa aspira più che negli occhi di colui che la vede” (Gibran Kahalil)

it bz.

Foto: w foto: Matteo Knowwille per Laska web agency

Insegnante S.E.M. modulo pratico Melchiori Claudia

foto: Matteo Knowwille per Laska web agency

PRIMO ANNO - CORSO BASE Il primo ciclo di studi è dedicato ai trattamenti estetici corpo e viso. La formazione prevede un corso bilingue (a scelta) intensivo a numero chiuso, dopo il quale è possibile accedere al mondo lavorativo come dipendente. Sono previste lezioni di pratica e di teoria. Le iscrizioni si aprono il 07.01.2019 e si chiudono al rag-

giungimento del numero massimo di partecipanti previsti. A conclusione con esito positivo della formazione biennale si potrà accedere all’esame di fine apprendistato.

SECONDO ANNO SPECIALIZZAZIONE L’anno di specializzazione indirizza ad una formazione a 360° nell’estetica e nel wellness. Sono previste lezioni di pratica e di teoria. Le iscrizioni si aprono in giugno 2019 e si chiudono al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsti. A conclusione con esito positivo della formazione biennale si potrà accedere all’esame di fine apprendistato.

MASSAGGIO DEL CORPO Corso base. La formazione prevede un corso bilingue (a scelta) intensivo a numero chiuso della durata di 96 ore. Sono previste lezioni di pratica lunedì e giovedì mattina, lezioni di teoria il mercoledì pomeriggio. Le iscrizioni si aprono il 07.01.2019 e si chiudono al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsti. AGGIORNAMENTO La Scuola di Estetica Moderna S.E.M. dà la possibilità di aderire a corsi di aggiornamento a persone esterne ma del settore. Il corso è soggetto a possibilità di contributo parziale da parte della Provincia se in possesso dei requisiti necessari. Per maggiori informazioni rivolgersi alla scuola (Tel. 0471 979710). (p.r.*:pubbliredazionale) foto: Matteo Knowwille per Laska web agency

m se

ww .sc

uo la

La Scuola svolge corsi finalizzati alla più compiuta specializzazione, aggiornandosi continuamente nelle tecniche manuali e negli argomenti di insegnamento teorico. Il percorso formativo è biennale. I corsi iniziano a settembre con conclusione a inizio giugno. Le iscrizioni sono a numero limitato. Mentre per l’anno di specializzazione, i corsi si svolgeranno nei pomeriggi e nei fine settimana. A conclusione con esito positivo della formazione biennale si potrà accedere all’esame di fine apprendistato.


SPECIALE ESTETICA

20

Come difendersi dal “digital aging” Viene chiamato “digital aging” e si sta rivelando come una delle malattie del nuovo millennio. Anche se il termine malattia non è dei più appropriati, dato che in realtà si tratta di un insieme di conseguenze dovute all’utilizzo, esagerato ma non solo, delle nuove tecnologie che provocano disturbi di vario genere: dalla semplice disidratazione della pelle alle rughe, su viso e collo, dalla stanchezza all’insonnia, fino a cambiamenti posturali della testa e della spina dorsale e addirittura una modifica del pollice. Con questo nuovo stile di vita “iperconnesso” in effetti, c’è un uso crescente dei dispositivi elettronici nella nostra vita quotidiana ed è anche previsto un aumento del 53 per cento di utenti smartphone per il 2020. Uno studio della società tecnologia Accel

Rughe e colorito spento causati dalla luce blu, il collo “vittima” degli smartphone, insonnia e stanchezza derivanti dal controllo compulsivo dei device alla sera, collo, testa e spalle dolenti, postura e pollici in pericolo. Questi, secondo gli esperti, i malesseri più comuni, immediati e a lungo termine, legati all’utilizzo sempre più massiccio dei mezzi tecnologici. E che alcuni si spingono a definire: “il malessere del millennio” ha stabilito che i millennials, soprattutto, controllano il loro telefono 150 volte al giorno e almeno una volta a notte. Mentre in Cina i consumatori sono preoccupati per il “3C Ageing” causato da Città (inquinamento atmosferico), Computer (luce blu) e Comunicazioni (radiazioni wireless). Questa iper-connessione sta portando alla luce problematiche diverse e complesse legate all’organismo, alcune delle quali visibili e immediate, come il cosiddetto tech neck o male al collo, stanchezza e insonnia, altre più a lungo termine come rughe, cambiamenti posturali e addirittura modifica del pollice.

DIGITAL AGING Si chiama digital aging, cioè invecchiamento digitale, uno dei fattori di invecchiamento precoce della pelle che colpisce donne e uomini a tutte le età e si manifesta con rughe su viso e collo per effetto delle onde elettromagnetiche emesse dagli schermi di pc, smartphone e tablet. RUGHE E DOPPIO MENTO Le onde elettromagnetiche emesse dagli schermi aumentano la temperatura dei tessuti biologici favorendo il surriscaldamento dei tessuti ricchi di acqua, come il derma, e portando quindi al deterioramento delle fibre

collagene con conseguente insorgenza di rughe e doppio mento. GOBBA DA SMARTPHONE Molti studi mettono in guardia dall’utilizzo compulsivo della tecnologia perché pare stia addirittura modificando la morfologia umana facendo comparire quella che è stata chiamata “gobba da smartphone”. ERRATA POSTURA La posizione errata porta i muscoli della parte superiore della schiena ad allungarsi, mentre quelli nella parte anteriore del corpo si indeboliscono e il collo si spinge in avan-

Grafica: QuiMedia

In primavera e in estate rinforza i tuoi capelli

PREVIENI LA CADUTA!

I capelli e la bellezza fanno la tua sicurezza, capelli belli e sani sono lo specchio della tua anima. Centro tricologico specializzato per problemi di capelli e anomalie cutanee. » rinfoltimento naturale con capelli propri » trattamenti della cute per anomalie » informazioni e consulenza per autotrapianto » parrucche su misura con vasta scelta » manutenzione parrucche toupet protesi » consulenza gratuita su appuntamento

DermoKAPIL: by Exit Center - Via Visitazione, 2 - Bolzano - Tel. 0471 26 63 29 - info@dermokapil.it - www.dermokapil.it


LUCE BLU Continuamente esposti a device tecnologici, smartphone, pc e apparecchi a Led, siamo bombardati dalla HEV, acronimo di High Energy Visible, detta anche “luce blu”, che recenti studi indicano come causa importante di danneggiamento cutaneo superiore addirittura ai raggi UV. SOLUZIONI DA ADOTTARE Per ovviare il più possibile a tutte queste condizioni esistono delle app che insegnano a evitare torcicolli e errate posture. Una di

S

V SALONE UNISEX Grafica: QuiMedia

Via Piave 5, Bolzano Tel. 0471 1940380

STOP& SALONE UNISEX

Via Claudia Augusta, 83 - BZ

L’AMORE PER 0471 - 261161 LA BELLEZZA È QUESTIONE DI STILE Da noi troverai il tuo look perfetto

• Prodotti di altissima qualità • Tinte antiallergiche • Consulenza moda sempre aggiornata

Via Claudia Augusta, 83 - BZ 0471 261161

Grafica: QuiMedia

LE RUGHE SUL COLLO Anche il collo è vittima di quella che viene definita “tech neck” o “text neck” o “collo da tablet” che oltre a presentare sintomi come fastidio e dolore intenso, produce anche la comparsa di quelle che da sempre vengono chiamate “collane di Venere”, le rughe sul collo evidenti in età sempre più giovane proprio a causa dei moderni device.

queste è Posture Work, che avvisa con una notifica quando stiamo usando lo smartphone da troppo tempo, invitando a fare così una pausa, oltre a monitorare anche l’inclinazione del collo. Basta fissare fino a sei livelli e, se ci si inclina troppo, l’app cambierà colore fino a quando non si è nella posizione corretta. Ma oltre a questo, non sarebbe male adottare anche piccole abitudini quotidiane come: fare frequenti pause mentre si è al computer, magari camminando; mantenere il collo dritto e allineato mentre si guardano i device; con gli smartphone, in particolare, occorre tenerli più in alto possibile e cercare di mantenere i gomiti più vicini che si riesce ai fianchi; eseguire degli esercizi SALONE UNISEX di allungamento dei muscoli del collo e delle braccia; utilizzare una sedia o poltrona con poggiatesta. Per la pelle, invece, in funzione preventiva, si consiglia di utilizzare creme da giorno e da notte per riparare il collagene danneggiato dalle onde elettromagnetiche degli schermi, staccare spesso gli occhi dal monitor e alzarsi ogni 20 minuti circa, assicurarsi di avere una buona illuminazione nella stanza in cui si lavora, mantenere una corretta postura davanti al pc in modo da evitare posizioni che possono favorire il doppio mento, per esempio, bere molta acqua per mantenere idratata la pelle, seguire una dieta ricca di anti-ossidanti.

GO

ti: tutto ciò può fare sentire la testa più pesante, di almeno 4,5 kg. Donne e giovani sarebbero più a rischio soprattutto le donne poiché hanno braccia più corte e spalle più strette e questo può portarle ad assumere più facilmente posizioni “estreme”.

MESE DELLA GALASSIA DEI PIANETI! ESTETICA AVANZATA

LA TUA PELLE È IL TUO PASSATO, IL TUO PRESENTE E IL TUO FUTURO PRENDITENE CURA CON I PRODOTTI FARMOGAL GRAZIE AGLI ESPERTI PROFESSIONISTI DEL CENTRO EXIT

SOFT PLUS STRUMENTO PROFESSIONALE CHE TI PERMETTE DI AVERE UN VERO E PROPRIO IDENTIKIT DELLA PELLE Exit Center Total Wellness Center Via della Visitazione 2, Bolzano • Tel. 0471 265462 • www.exitcenter.it

SOLO SU APPUNTAMENTO

Grafica: QuiMedia

CON UN TRATTAMENTO VISO O CORPO RICEVERAI IN OMAGGIO UN’ANALISI PROFONDA DELLA TUA PELLE CON LA NOSTRA NUOVA


ANIMALI foto: www.happy-dogs.it

22

“Happy Dogs”: il benessere del cane C’è chi li considera parte della propria famiglia, chi li ritiene degli esseri capaci di donare amore e conforto senza chiedere nulla in cambio, chi grazie a loro riesce a sopravvivere: i cani fanno parte della vita quotidiana di moltissime persone, e vivere con un quattro zampe richiede anche delle attenzioni specifiche. “I cani non sono degli attrezzi sportivi o oggetti da lavoro, ma un compagno nella quotidianità col quale condividiamo e programmiamo la nostra vita”: è l’opinione di Verena Nesticò, educatrice cinofila e titolare della scuola cinofila “Happy Dogs” di via Lungo Isarco Destro/via Bivio 26B a Bolzano. Un centro di addestramento per i quattro zampe che si concentra sul benessere del cane a 360 gradi e si avvale anche della collaborazione della veterinaria Luisa Demattio e di Alice Ninz, educatrice in formazione e si è specializzata in toelettatura. Un cane che ubbidisce alle istruzioni del conduttore dona sempre grandi soddisfazioni: con la giusta conoscenza, con molta calma e in modo gentile da parte degli umani si può creare un giusto livello di disciplina e fiducia. “Ma non sempre è possibile, soprattutto se il quattrozampe ha dei problemi fisici o dei dolori. E non è sempre facile capire le loro

esigenze - spiega Verena Nesticò - Ci sono diversi modi per curare i nostri amici, c’è la medicina classica e i metodi naturali. Ho allargato le mie conoscenze con corsi e formazione nel ambito dell’anatomia dei cani e dei gatti e dei rimedi olistici, per poter consigliare la strada migliore per i vostri amati pelosi”. E alla base del tutto c’è – come per gli uma-

ni - l’alimentazione; non sempre è facile decidere cosa è meglio per loro, le etichette dei prodotti risultano spesso incomprensibili, nei negozi specializzati non si trova sempre personale preparato: “Per questo una conoscenza base di astuzie è molto importante – continua - Ci sono molte domande alle quali vi possiamo dare la risposta per scegliere il

cibo più adatto al vostro amico”. GLI SPECIALISTI È per questo che il centro “Happy Dogs” non si può definire solo una scuola di addestramento per cani, ma una sorta di centro in cui convergono diversi specialisti che offrono le loro competenze a favore del benessere dell’animale. Fra questi c’è la dottoressa Luisa Demattio, veterinaria e

Grafica: QuiMedia

· Percorsi Individuali · Corsi di Gruppo · Consulenze · Riabilitazione comportamentale

Happy Dogs – Verena Nesticò Via lungo Isarco Destro/via Bivio 26B, Bolzano www.happy-dogs.it Tel. 329 1020138, info@happy-dogs.it Happy Dogs Bolzano


ANIMALI

IL METODO Niente urla, nessun comando strillato: da “Happy Dogs” l’ad-

foto: Happy Dog’s

destramento si può definire una sorta di cura individuale per le coppie uomo - cane. “Nell’insegnamento di comportamenti e nella correzione di atteggiamenti indesiderati mettiamo sempre in primo piano la motivazione e il rinforzo positivo – spiega Verena Nesticò rinunciamo a urla e reazioni forti e inadeguate, data la grande sensibilità uditoria dei nostri amici a quattrozampe. Aiutiamo il conduttore nei suoi movimenti, gesti e segnali vocali e in ogni singolo passo per facilitare la comprensione delle diverse tecniche”. Il risultato è un cane ben socializzato con le persone ed i loro simili e aiutare a gestire le situa-

zioni della quotidianità in città e in campagna. GLI INCONTRI Al centro c’è posto per tutti. C’è la possibilità di partecipare a corsi di gruppo per cuccioli e per cani adulti in cui si impartiscono lezioni di educazione base cani, agility, mantrailing, lavori di naso, rally obedience, e dog tricks. Ma si possono scegliere

anche percorsi individuali in cui si studia l’educazione specifica per cuccioli, per cani adolescenti e adulti, la rieducazione comportamentale, il rinforzo del legame uomo – cane, giochi e attivazione mentale, dog health e stretching. Vengono anche proposti incontri di gioco ed incontri settimanali sia per cani di taglia piccola che per quelli di taglia grande, per giocare e socializzare. È stato attivato anche l’accompagnamento per le famiglie che aspettano un bambino. L’INAUGURAZIONE In questi giorni la scuola “Happy Dogs” è chiusa per lavori: cambierà look ed avrà più spazio per tutti, con un favoloso prato e nuovi alberi. Ma sarà un’attesa che dura poco: domenica 5 maggio alle ore 10 le porte si riapriranno per l’inaugurazione alla quale sono invitati tutti; non mancherà un ricco buffet e tanti giochi. (p.r.*:pubbliredazionale)

Cura del pelo per tutte le razze di cani e gatti: - Taglio a regola d’arte - Cura degli artigli - Feltratura e diradamento del pelo - Cura delle parti intime - Bagno per animali - E tanto altro ancora - Cura delle orecchie Servizio di dogsitting

Appuntamento previo accordo Tel. 388 986 6410 Via Peter Mitterhofer 2, Marlengo

Grafica: QuiMedia

foto: Happy Dog’s

specializzata in diagnosi e cura di problemi e patologie comportamentali; si occupa di supporto all’inserimento dell’animale in famiglia, di educazione e corretta relazione con il proprietario, ma anche di curare ansie da separazione, comportamenti di aggressività, iperattività, fobie e addirittura depressioni. Al centro opera anche Alice Ninz, che sta terminando il suo periodo di formazione proprio da “Happy Dogs”. Oltre ad essere un’educatrice, ha fatto il tirocinio presso una toelettatura per cani, ed ha imparato tutto ciò che serve per la cura estetica dell’animale, dal taglio delle unghie al pelo, abituandolo a non temere questi gesti.Nel centro “Happy Dogs” opera anche Norbert Klotz, esperto di alimentazione consona alla specie e rimedi naturali e olistici.

23


SAPORI DI PRIMAVERA foto: Wildkräuter_Helmuth Rier

24

Per la dodicesima edizione viene riproposta al pubblico la manifestazione organizzata da Lana e dintorni “Erbe selvatiche. Sane e genuine”, dedicata alla celebrazione delle preziose “erbacce”, tesori selvatici spesso sottovalutati. Inoltre, sette ristoranti della zona aderiranno all’iniziativa proponendo menu a base di erbe selvatiche, seguendo la cucina tradizionale altoatesina o proponendola rivisitata in chiave moderna. Le Settimane culinarie delle erbe selvatiche saranno inaugurate giovedì 2 maggio 2019 al vigilius mountain resort di Monte San

Vigilio, dalle ore 18 alle 19.30, con fingerfood e menu alle erbe selvatiche di cinque portate. Saranno inoltre esposte piantine fresche di erbe selvatiche che si potranno toccare, annusare e assaporare apprendendo importanti informazioni su ciascuna di esse. A conclusione della serata sulla terrazza dell’hotel ci sarà una sorpresa. Sarà infatti acceso l’incenso

Grafica: QuiMedia

Le “Settimane culinarie delle erbe selvatiche” di Lana e dintorni sono un appuntamento tradizionale di primavera che combina salute e gastronomia ed ha come obiettivo quello di recuperare e valorizzare l’importanza e gli effetti benefici delle “erbacce” in cucina e per la salute, attraverso vari appuntamenti, workshop, degustazioni e corsi di cucina.

LO CHEF CHRISTIAN PIRCHER propone nel Suo ristorante Kirchsteiger di Foiana, nei mesi di aprile e maggio dei piatti creativi a base di erbe selvatiche. Il Ristorante dispone anche di belle camere e una Nuova Spa, per il Day-SPA.

Via Propst Wieser 5 · 39011 Foiana / Lana | Tel. +39 0473 568044 · M. +39 335 5868007 · info@kirchsteiger.com Ristorante giorno di riposo: Giovedì | www.kirchsteiger.com

foto: Wildkräuter_Maria Gapp

Lana: tornano le apprezzate settimane dedicate alle Erbe selvatiche


SAPORI DI PRIMAVERA

25

foto: Wildkräuter_Maria Gapp

La Podagraria - comunemente chiamata Girardina silvestre, Erba di San Gerardo o Erbaccia del vescovo - è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Apiaceae. Il nome Aegopodium deriva dal greco aix, aigós=capra, e poús, podós=piede, per la disposizione delle foglie che ricorda gli zoccoli degli ungulati. Podagraria deriva dal greco Podagra, che significa “trappola del piede” in riferimento al fatto che

si riteneva che la pianta avesse un’attività contro la gotta. Le foglie tenere di podagraria erano usate nell’antichità e in tutto il Medio Evo nelle insalate, o bollite come gli spinaci. È meglio usare le foglie appena prima della fioritura perché dopo tale periodo assumono un gusto pungente e un effetto lassativo. La podograria ha proprietà diuretiche, depurative, vulnerarie e aromatiche. Contiene piccole quantità di oli essenziali, carotene (nella radice) e vitamina C, in particolare le foglie hanno un effetto diuretico e agire come un blando sedativo. Era usata per curare la gotta e l’artrite applicata in impacchi caldi di foglie e radici e, soprattutto allo stato fresco, è stata consigliata per le punture di insetti, piccole ferite e abrasioni.

Pista birilli automatica

Ristorante

Pawigler Wirt

1.110 m

Menù a più portate su prenotazione, Terrazza al sole, pesce, carne, selvaggina

con Piatti iche at v l e s erbe

Aperto tutto l’anno - Lunedì chiuso Manfred Breitenberger · Via Pavicolo 31, Lana · Tel. 333 4797746

Specialità gastronomiche per bongustai Vi vizieremo ogni giorno con asparagi freschi e piatti di pesce.

Hotel Förstlerhof - Fam. Dorfmann Via Roma 1 / I - Postal - Tel. 0473 292288 info@foerstlerhof.it - www.foerstlerhof.com

Cucina tirolese con menù che ad ogni stagione da il suo sapore. Pasta fatta in casa

Restaurant Etschgrund • 0473 292410 • Via stazione, 14 Postal • info@etschgrund.com

Grafica: QuiMedia

La Podagraria

Per informazioni e prenotazioni: tel. 0473 / 556600 o info@vigilius.it La giornata di venerdì 3 maggio 2019 in particolare sarà l’occasione per conoscere, cercare e uti-

Grafica: QuiMedia

profumato alle erbe selvatiche che contribuirà a rendere l’atmosfera ulteriormente ricercata e raffinata. Le prenotazioni sono aperte fino al 29 aprile.

Grafica: QuiMedia

foto: Wildkräuter_Maria Gapp

lizzare la Podagraria, una pianta considerata infestante dai giardinieri, ma decisamente gustosa in cucina. Nel corso dell’incontro i partecipanti si recheranno nei campi alla ricerca di questa “erbaccia”, ne analizzeranno l’aspetto nutrizionale e botanico e alla fine prepareranno con essa una squisita ricetta.


SAPORI DI PRIMAVERA foto: Armin Terzer - Zum Hirschen Hotel

26

Denti di Leone: il sapore del giallo Giallo come il sole, selvatico e saporito: signori, ecco a voi il dente di leone. La pianta selvatica più conosciuta è protagonista assoluta in Alta Val di Non dal 20 aprile al 12 maggio. Ristoranti e alberghi propongono piatti a base di tarassaco appena raccolto, portando in tavola anche una buona porzione di salute. Il giallo-verde domina anche il programma di cornice. Gli eventi sono davvero numerosi. Con una mostra d’arte, escursioni guidate, workshop per bambini, una presentazione di profumi artigianali e un mercatino con gastronomia all’aperto, viene celebrato un gustoso saluto alla primavera.

Il dente di leone sarà il protagonista indiscusso dal 20 aprile al 12 maggio in Alta Val di Non: ristoranti e alberghi propongono piatti a base di tarassaco e hanno in programma una serie di eventi per celebrare questa pianta selvatica ottima in cucina, ma anche dotata di tante proprietà officinali. Gli amanti delle erbe apprezzano il dente di leone per l’elevata concentrazione di vitamina C, le sue sostanze amare e la presenza di ferro e potassio. I buongustai invece vanno pazzi per il suo sapore lievemente speziato. Da più di 20 anni il dente di leone che cresce nei prati dell’Alta Val di Non ed è il protagonista assoluto dell’amatissimo festival culinario a cavallo tra l’Alto Adige e il Trentino. Stiamo parlando delle rinomate Settimane del dente di leone, molto conosciute oramai sia dagli ospiti che dai residenti. Giallo come il sole, selvatico e saporito: signori, ecco a voi il dente di leone. La pianta selvatica più conosciuta è il protagonista assoluto in Alta Val di Non dal 20 aprile al 12 maggio. Ristoranti e alberghi propongono piatti a base di tarassaco appena raccolto, portando in tavola anche una buona porzione di salute. Il giallo-verde domina anche il programma di cornice: con una mostra d’arte, escursioni guidate, workshop per bambini, una presentazione di profumi artigianali e un mercatino con gastronomia all’aperto viene celebrato un gustoso saluto alla primavera.

Settimane del dente di leone Genuss am Deutschnonsberg Alta Val di Non da gustare

20.04. – 12.05.2019

Ristorante Cervo Unsere Lb. Frau i. Walde Senale · Tel. 0463 886105 www.zumhirschen.com

Albergo Pfitscher Unsere Lb. Frau i. Walde Senale · Tel. 0463 886147 mobil 333 5990598 www.pensionpfitscher.com

Albergo Sole Unsere Lb. Frau i. Walde Senale · Tel. 0463 859006 0463 885017 www.gasthofsonne.com

Albergo Neue Post Proveis – Proves Tel. 0463 530271 www.neuepost.it

Trattoria al bosco Proveis – Proves Tel. 0463 530155

Info: + 39 0463 530 088 | info@deutschnonsberg.it | www.loewenzahnwochen.it


SAPORI DI PRIMAVERA colto nei nostri boschi. Poi... come per magia... arriveranno i nostri simpatici ospiti. Senale, vecchio fienile nel centro del paese, ore 11-16 circa. • 5 maggio I principi Kneipp e il dente di leone. Il Sentiero naturalistico di Proves è un’esperienza da vivere con tutti i sensi e un invito a fare il pieno di forze vitali. In compagnia di Elisabeth Angler, guida

escursionistica nonché esperta del metodo Kneipp, ci cimenteremo nella scoperta delle erbe ofcinali lungo il meraviglioso percorso nell’Alta Val di Non, che, accanto alle sensazioni sensoriali, offre anche scorci inediti di vita rurale in questo territorio di con ne tra cultura italiana e tedesca. Proves, piazza del paese, ore 14.3017.30. (p.r.*: pubbliredazionale)

Via Malgasott 2 | 39010 Senale - San Felice Tel. 0463 886 105 | info@zumhirschen.com opening.zumhirschen.com

Grafica: QuiMedia

• 28 aprile Bagno nel bosco & i principi di Kneipp. Durante l’escursione al lago di Tret, in Val di Non, potrete immergervi piena- mente. Monika Engl, coach esperta di rilassamento e di Alpine forest bathing, vi guiderà in un viaggio nel bosco che coinvolge tutti i sensi, insegnandovi a liberare la mente, ascoltare, annusare, percepire e respirare. Tornerete dal percorso Kneipp nel lago pieni di nuove energie. Non dimenticate: calzature e vestiario adatti per camminare, bevande e un asciugamano. In caso di maltempo: presentazione

sul potere risanante dell’acqua nella sala culturale di San Felice. San Felice, Centro Paese, ore 14.3017.30. • 4 maggio BB Fragrance. Profumi artigianali. Beatrice Bernocchi, titolare di un laboratorio di profumeria artigianale a Firenze, presenta in occasione delle Settimane del dente di leone in Alta Val di Non i profumi d’ambiente e le fragranze di sua creazione. Per la produzione impiega unicamente sostanze naturali come ori, erbe e legni, tra cui i ori e le foglie del dente di leone. • 5 maggio Mercatino con cucina all’aperto. Nell’Alta Val di Non il risveglio primaverile è tutto all’insegna del gusto. La natura dà il meglio di sé e invoglia a visitare la graziosa festa di strada dei produttori locali. Nel centro paese di Senale le aziende agricole e i contadini della zona espongono le loro bontà e invitano a curiosare tra le bancarelle, ad assaggiare e ad acquistare i loro prodotti. I prati costellati di ori gialli di dente di leone sono una degna cornice per questo evento. Senale, Centro Paese, ore 11 • 5 maggio Costruiamo un hotel per insetti. “Venite!... Costruiamo insieme un hotel per insetti...”. Ho creato per i bambini (e adulti) questo workshop per costruire insieme a loro degli hotel per insetti utili al fine di educarli a comprendere ed osservare la natura che ci circonda. Ogni insetto troverà ospitalità in una delle “stanze” di questo hotel speciale arredato con fantasia dai bambini utilizzando materiale rac-

Grafica: QuiMedia

foto: Simonini - TV Deutschnonsberg

IL PROGRAMMA DI CONTORNO • 24 aprile - 12 maggio Massimo Nalin, transition 3D. L’artista altoatesino Massimo Nalin crea opere che esprimono l’armonia tra pensiero consapevole e percezione dei sensi, collegando fisico e metafisico. La realizzazione e l’elaborazione dei suoi quadri scandiscono le tappe della sua crescita personale e la concretizzano in forma pittorica. Nascono così quadri con trame di colori brillanti e vigorosi, nei quali si specchiano i paesaggi dell’anima dell’artista. Passo Palade, ore 11-15. Vernissage 27.04 ore 17.

27

GRADITA PRENOTAZIONE Martedì giorno di riposo

Una combinazione deliziosa: Il tarassaco incontra la carne degli Highlander

Fam Moser Kirchbichl 36 39040 Proveis

Il nostro menù vi offre pietanze squisite col tarassaco e delizie della succosa carne delle nostre mucche Highlander. Rilassatevi sull’ampia terrazza oppure nel Biergarten con ampio parco giochi.

Tel. 0463 530271 - info@neuepost.it - www.neuepost.it

Per prenotazioni: 0463 886147 ‑ www.pensionpfitscher.com Cell. 339 3356116 ‑ Malgasott 39 ‑39010 – Senale/San Felice


SPECIALE PRODOTTI DA FORNO

PRODOTTI DA FORNO

28

Un vero e proprio universo alimentare Il pane è uno degli cibi più diffusi e consumati, in Italia come nel mondo, ma è anche uno degli alimenti dei quali esistono più varianti, negli ingredienti come nella loro quantità, dalla preparazione alla forma. Le prime tracce della preparazione di un alimento simile al pane risalgono addirittura alla preistoria, quando l’uomo scoprì che poteva cuocere un impasto di polvere di ghiande schiacciate con acqua su delle lastre roventi, ottenendo un

prodotto duro ma nutriente, simile ad una focaccia. In seguito, la farina ottenuta dai cereali macinati come l’orzo e il farro, sostituì con successo la polvere di ghiande. Il primato della pratica della lievitazione, quindi, è attribuita ai babilonesi, poi perfezio-

nata dagli egizi che idearono anche i primi strumenti per la panificazione. I greci aggiunsero poi altri ingredienti all’impasto di farina ed acqua ed istituirono i primi forni pubblici, mentre i romani raffinarono la ricetta e la resero popolare. Nel Medioe-

vo, il frumento divenne un lusso così che il popolo doveva accontentarsi di preparare il pane con l’orzo o con la segale, mentre il Rinascimento ne rinnovò la popolarità, introducendo anche il lievito di birra e le farine di alta qualità. La nuova svolta, nella preparazione del pane, avvenne negli ultimi anni del XVIII secolo con l’invenzione delle impastatrici meccaniche e la produzione dei lieviti artificiali.

Utilizziamo solo grano fresco, macinato da noi nella nostra macina Punti Vendita

Filiale di Cortaccia lunedí - sabato: 6:00 - 12:30 Grafica: QuiMedia

Pane naturale, croccante e appena sfornato

Il nostro panificio a Verano lunedì - sabato: 6 - 12

Filiale di Postal, Via Roma 77, lunedí - venerdí: 6:00 - 18 sabato:6 - 13

Verano 80 - Verano | Tel. 0473 278038 | info@schrotundkorn.it | www.schrotundkorn.it


SPECIALE PRODOTTI DA FORNO

29

L’anima croccante dello Schüttelbrot La traduzione letterale del suo nome è “pane scosso”, ma viene anche chiamato pane di segale duro. È a base di farina di segale, acqua, lievito, sale e spezie (cumino, semi di finocchio, anice e coriandolo) e in base al territorio prende assume gusti e aspetti differente. Dura molto nel tempo ed è tradizionalmente consumato assieme a speck e formaggio. Ma qual è l’origine di questo particolare tipo di pane? Informazioni sulla produzione del pane e sull’arte della panificazione ci vengono fornite dalle antiche scritture medievali nella Provincia autonoma di Bolzano, la cui caratteristica era già allora la lunga conservabilità. In Alto Adige lo “Schüttelbrot”, il pane alla segale con aggiunta di cumino, finocchio e trigonella caerulea di forma rotonda irregolare, è un pane di scorta: viene sfornato come pane secco e croccante e mangiato come tale. Lo troviamo citato per la prima volta nell’Ordinamento tirolese dei fornai del 1610, che tuttavia fa riferimento a regolamenti di più vecchia data. Per il clima piuttosto rigido e relativamente secco, come anche per le difficoltà legate ai collegamenti vari e all’isolamento degli insediamenti

rurali di alta montagna, in Alto Adige, già dal primo medioevo si è instaurata una particolare forma di economia basata sulla costituzione di scorte alimentari, le quali dovevano servire per superare i momenti più difficili dell’anno. Per questo motivo grande importanza veniva data all’arte della

conservazione degli alimenti, nella quale sono state sviluppate e perfezionate particolari tecniche come quella dell’affumicatura (speck), dell’acidificazione (crauti, cavolo verza), della salamoia (carne in salamoia) e dell’essiccazione (frutta secca, pane).

Producendo in proprio ciò che serviva per vivere, si cercava sempre di avere in casa scorte sufficienti in modo da poter superare i periodi di magra, anche prolungati (inverno) e, inoltre, per non dover essere troppo impegnati nella produzione di alimenti di base durante i periodi di più intenso lavoro (come nel tempo del raccolto, dell’alpeggio ecc.). Un elemento determinante era quindi costituito dalle scorte di pane, e dalla conservazione del pane stesso, il nutrimento principale della popolazione contadina medioevale. Un’ulteriore caratteristica del pane Schüttelbrot dell’Alto Adige sono gli aromi utilizzati nella panificazione. Così, ad esempio, la trigonella è un elemento fisso dei vecchi orti contadini tirolesi, e l’anice e il finocchio come gli aromi più usati nella preparazione del pane in Alto Adige.

evi per t a t o n e Pr Pasqua

Un gioiello sull’Altopiano del Renon

Grafica: QuiMedia

Un panorama mozzafiato sulle Dolomiti che fa da contorno a questo storico locale con ampio terrazzo, ideale per matrimoni, famiglie, occasioni speciali e punto di partenza per numerose passeggiate anche a cavallo.

Bad Siess - Almweg/Via della Malga 18 - Ritten/Renon (BZ) Cell. 340 5597577 - E-Mail: info@badsiess.com - www.badsiess.com


SPECIALE PRODOTTI DA FORNO

30

Pane e mulini in Alto Adige: un’antica tra

Via Sant Antonio 1, Bolzano Tel. 0471 970783 www.schloesslmuehle.com

Cereali e non solo...

Da noi trovate una grande varietà di cereali speciali, nonché un assortimento di alimenti ad alto valore nutrizionale

ruote idrauliche, il mulino macinava il grano e il mais dei masi circostanti. “I contadini vendevano in Piazza del Grano i loro cereali ai fornai, che poi li facevano macinare al mulino”, ha avuto modo di spiegare a suo tempo Josef Silbernagl, attivamente coinvolto nell’azienda di famiglia fin dal 1951 e succeduto nel 1968 al padre come responsabile del mulino e dell’annesso negozio di vendita al dettaglio. “Fino al 1947 l’impresa mantenne questa impostazione, ma poi la coltivazione dei cereali fu mano a mano sostituita dalla frutticoltura e dalla viticoltura, così dovemmo cambiare e comprare il grano sul

Lunedì-Mercoledì: 08 -12 e 14 –18 Giovedì: 08 – 12 e 14 – 20 Venerdì: 08 – 12

Grafica: QuiMedia

Il piccolo mulino situato in Via Sant’Antonio può vantare una storia lunga ben 4 secoli. Dal 1815 è proprietà della famiglia Silbernagl, l’unica che a Bolzano mantiene ancora viva la tradizione della macina. Dal 2018 il titolare è Klaus, che ha preso il testimone dal padre Josef, e oggi gestisce l’attività assieme al figlio Stefan. La prima menzione del cosiddetto “Mulino Kofel” o “Schlösslmühle”, il più alto dei 17 mulini che all’epoca costeggiavano il rio creato per alimentarli (fluvius molendinorum) a Bolzano, risale a fonti documentali del 1599. Azionato da tre grandi

foto: Foto Armin Mayr

Sono millenni che in provincia di Bolzano si coltivano i cereali. Dopo le prime specie spontanee, ben presto sono arrivati farro, avena, orzo e grano saraceno. Ultime in ordine di tempo sono arrivate le segale, che oggi occupano un posto d’onore nel mondo del pane altoatesino. Nel 2011 uno specifico progetto ha dato nuova vita alla produzione locale di cereali, creando una stretta rete di collaborazione tra agricoltori, panificatori e mugnai. Uno dei mulini storici nella conca bolzanina è quello gestito da ben 4 secoli dalla famiglia Silbernagl.


a tradizione libero mercato”.A garantire le entrate era soprattutto il malto, che poi veniva fornito ai panifici. Nel 1951 la costruzione della centrale idroelettrica dell’Enel segnò una cesura. Lo specchio d’acqua si abbassò sempre più. Il mulino poteva alimentarsi ad acqua soltanto a singhiozzo, e così nel 1961 ci fu il passaggio ai motori elettrici. Contemporaneamente calò anche il fabbisogno di malto. “Allora decidemmo di macinare mangimi. Andò bene, era un settore nuovo, di cui eravamo pionieri”, racconta Silbernagl. Da allora i mangimi sono un elemento fisso della gamma di prodotti del mulino, cui dal 1990 si sono aggiunti anche diversi tipi di farine, in particolare farine integrali, di farro, di grano saraceno e di orzo. Al mulino Silbernagl l’offerta di prodotti nel tempo è andata ampliando-

Grafica: QuiMedia

si e affinandosi. Oggi il ventaglio di vendita comprende un vasto assortimento di cereali particolari, mangimi e prodotti alimentari di alta qualità. Una menzione speciale spetta ai prodotti biologici e alle granaglie regionali, cui la famiglia Silbernagl dedica specifica cura e attenzione. Nello specifico le ultime novità oggi sono rappresentate dal lino dorato, dalla farina di cocco e dalla fecola di maranza, tutte low carb (povere di carboidrati). IL PANE IN ALTO ADIGE L’Alto Adige ha una lunga tradizione nella coltivazione di cereali. Attorno al 1900 ogni maso coltivava il suo campo, che si estendeva su parecchi ettari. Le prime specie spontanee di cereali apparvero lungo l’Adige già attorno al 4500 a.C. e a partire dal 2250 a.C. iniziarono ad arrivare in Alto Adige varietà coltivate come farro spelta, farro di cocco e farro monococco. Presto fu chiaro che le condizioni climatiche del territorio favorivano la crescita di piante resistenti. Ed ecco che in Alto Adige presero piede anche l’avena, l’orzo e il grano saraceno. La segale, giunta sulle Alpi solo nell’800 a.C., occupa oggi un posto d’onore nel mondo del pane altoatesino. Recentemente, grazie al progetto “Regiograno”, nato nel 2011, è stata data nuova vita alla produzione di cereali in Alto Adige, creando una stretta rete di collaborazione tra agricoltori, mugnai e panificatori. In passato, la preparazione del pane richiedeva tempo ed energia e nelle rare occasioni in cui si accendevano i forni, si preparavano quindi grandi quantità di pane, per farne scorta. In questo modo è nato lo “Schüttelbrot“, il tipico pane duro di segale dell’Alto Adige.

L’arte della panificazione secondo Hackhofer

“Lunga vita all’artigianato e alla qualità dei nostri prodotti!“

Produzione: Backhaus Hackhofer A. SaS Paese 12 • 39054 Soprabolzano 0471/345131 • info@hackhofer.it www.hackhofer.it Filiali a Bolzano Stazione a valle funivia del Renon Via Renon 10* 0471/976993 Via Delai 1 0471/973441 Via Museo 24* 0471/983220 Via Goethe 27 0471/981484 Corso Libertà 39 0471/265187 Via Torino 78 0471/916231 artigiano qualità tradizione Craftsman Quality Tradition *Pane fresco anche alla domenica


SALUTE

Prenota la tua pubblicitĂ entro il 30 aprile 2019

16 maggio

Tel. 0471 081583 pubblicita@quimedia.it www.quimedia.it


33

EVENTI

foto: Marco Parisi

SETTIMANE EVENTI

Le nuove Street Food Nights di venerdì 26 e sabato 27 aprile invitano a partire dalle 18.30 ad fare un viaggio dei sapori lungo tutta l’Italia, accompagnato da tornei sportivi e musica dal vivo. Tutto a ingresso gratuito. Anche durante il giorno lo Street Food Festival offre un’atmosfera di festival di strada, grazie a delizie per il palato, esibizioni di band e spettacoli di ballo da non perdere! Per la terza volta, l’iniziativa Alperia Sport Hero punta a motivare bambini e ragazzi fino ai 14 anni a fare sport: il divertimento e la possibilità di provare diverse discipline sportive sono garantiti. Chi avrà

Fiera: la Tempo Libero va ai supplementari! La fiera di pubblico più amata in regione offre anche quest’anno, in occasione del fine settimana lungo dal 25 al 28 aprile, il perfetto mix di divertimento per tutta la famiglia durante le feste di Pasqua: dal percorso sportivo Alperia Sport Hero fino alle nuove Street Food Nights. i migliori risultati in tutte e nove le discipline proposte verrà nominato (Sport) Hero della giornata. Grazie all’iniziativa “Sportissimo”, Tempo Libero offre a 30 associazioni sportive per la prima volta la possibili-

tà di presentare le proprie attività, coinvolgendo il pubblico in modo attivo. Tempo Libero 2019: 25 - 28 aprile, ore 9.30– 18.30. Venerdì 26 aprile: entrata gratuita! Biglietti: € 6 / online: € 4. Street Food Nights:

FIERA PER VACANZE, OUTDOOR, CAMPING, SPORT E GIARDINO 25 - 28 APRILE 2019 / BOLZANO Gio - Dom: 9:30 - 18:30 Venerdì ingresso libero! tempolibero.fierabolzano.it

venerdì e sabato snack da tutta Italia, attività sportive e musica live dalle 18.30 con ingresso gratuito!!! www.tempolibero.fierabolzano.it (p.r.*: pubbliredazionale)


34

SPECIALE EVENTI IN TRENTINO

In Trentino fiorisce la primavera Un tripudio di manifestazioni dedicate ai fiori, in Trentino, nell’ultimi giorni di aprile. A Levico torna il festival “Ortinparco”, il centro di Rovereto sarà invaso da fiori di ogni tipo, Arco si dedicherà ai bonsai, mentre a Tassullo torna “quattro ville in fiore”. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti. A LEVICO TORNA IL FESTIVAL “ORTINPARCO” Dal 25 al 28 aprile nello storico Parco delle Terme di Levico torna Ortinparco, il festival degli orti e dei giardini giunto ormai alla 16a edizione. Il Festival Ortinparco apre le porte alla primavera, alla stagione dei lavori negli orti e nei giardini, agli spazi dell’utile, del bello, della vita e dell’attività fisica all’aperto, della trasmissione dei saperi alle nuove generazioni, della convivialità lenta e della straordinaria semplicità dei mo-

menti vissuti a contatto con la natura. Tema dell’edizione 2019 sarà Orti e Giardini per affrontare il cambiamento climatico. A fine ottobre 2018 le Alpi sono state investite da un’ondata di maltempo eccezionale che ha causato gravi danni al patrimonio boschivo. Anche il parco delle Terme di Levico è stato colpito, con un bilancio di 180 alberi monumentali caduti. La rinascita del parco avverrà con un progetto di reimpianto degli alberi e confermando le iniziative di animazione culturale, prima fra tutte

Ortinparco con orti e giardini: orticoltura e giardinaggio per tutti, idee e azioni concrete per l’autoproduzione sostenibile e responsabile. Ortinparco è organizzato dal Servizio per il sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale della Provincia Autonoma di Trento. Novità di quest’anno sarà il Villaggio del Gusto allestito dai malghesi di Adotta una mucca. ROVERETO IN FIORE: invasioni floreali in centro storico Margherite e tulipani, rose e ranun-

coli, violette e gerani, primule e begonie, gerbere e narcisi, glicini e magnolie. I colori e i profumi dei fiori sono i protagonisti dei sabati di primavera in centro storico a Rovereto. Il Consorzio Rovereto IN Centro – in partnership con Impact Hub Trentino e con il supporto di Comune di Rovereto, APT Rovereto e Vallagarina, Confcommercio Rovereto e Vallagarina, Confesercenti, attività e associazioni di Rovereto - organizza una serie di eventi che animeranno per oltre due mesi la città dando il benvenuto alla bella stagione. Questo il programma: Sabato 20 aprile | Caccia alle uova e mercato dei fiori. Sabato 27 aprile | Rovereto in fiore


foto: Mascher Mattia

PRO LOCO

TASSULLO

TASSULLO VAL DI NON (TN)

Domenica 28 APRILE 2019

44a edizione

www.quattrovilleinfiore.it CON IL PATROCINIO DI

Si svolgerà la tradizionale gara di lavorazione di una pianta per l’assegnazione del XVIII° Trofeo Arcobonsai, che si svolgerà tra 17 istruttori di bonsai italiani. Previta inoltre una gara parallela per la consegna del Trofeo Arcobonsai tra 20 Bonsai Club italiani. A TASSULLO TORNA “QUATTRO VILLE IN FIORE” Il 28 aprile torna a Tassullo l’appuntamento con la “Quattro Ville in Fiore”. Non si tratta di una semplice gara podistica, ma di un evento che consente di immergersi nei colori, nei profumi e nella storia della Val di Non. Sarà un’occasione per festeggiare la primavera tra i meli in fiore, tra panorami mozzafiato e romantici castelli. Ciò che rende unica la manifestazione, infatti, è proprio la sua natura “slow” che invita i visitatori a percorrere i 5 o 11 chilometri senza fretta, ma soffermandosi a godere di una pausa di cultura e dello spettacolo offerto da una natura incontaminata, mantenendo comunque intatta la sua anima agonistica riservata agli sportivi. Per informazioni e per le iscrizioni online visitate il sito www.quattrovilleinfiore.it

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

COMUNE DI ARCO

COMUNITÀ ALTO GARDA E LEDRO

CONSOLATO GENERALE DEL GIAPPONE A MILANO

TRIBUTO AI MAESTRI DEI CONVEGNI DI ARCOBONSAI

XVIII° TROFEO ARCOBONSAI Confronto tra istruttori del bonsai Confronto tra i Bonsai Club Italiani Dimostrazione di Mauro Stemberger

Mauro Stemberger

- concorso nazionale di arte floreale. Venerdì 3 e sabato 4 maggio | Fontane Fiorite - flower show Il programma completo è disponibile alla pagina internet visitrovereto.it. ARCOBONSAI & ARCOFIORI Tra il 26 e il 28 aprile Arco ospiterà il convegno Arcobonsai, che si terrà presso il Casinò Municipale di Arco, il Palazzo Marchetti ed i giardini circostanti. Il convegno è giunto alla sua 33a edizione e viene organizzato unitamente alla concomitante manifestazione ArcoFiori, mostra mercato del florovivaismo e dei prodotti locale che è arrivata alla sua 21a edizione. Verranno presentate, tra le altre, le piante lavorate dai vincitori delle precedenti edizioni del Trofeo e dei Maestri che hanno tenuto relazioni o dimostrazioni nei Convegni di Arcobonsai. Saranno accompagnate dalle immagini della loro lavorazione e di quelle degli anni trascorsi fino al momento della mostra. L’intento è chiaramente didattico e rispetta la mission del Club che organizza il Convegno con la finalità di divulgare il bonsai ed il suiseki, unitamente ad altri aspetti della cultura giapponese ad essi attinenti.

Mostra Suiseki

Pietre proposte da A.I.A.S.

Mostra fotografica

“Frammenti di stagioni” Monocromie tra Giappone ed occidente di Sandro Segneri

XXI MOSTRA MERCATO VILLAGGI DEL GUSTO E DEI SAPORI TRENTINI

MERCATO DI BONSAI YAMADORI, ATTREZZATURE, EDITORIA CON OLTRE 60 ESPOSITORI

34 °

MOSTRA CONVEGNO BONSAI MERCATO DI

in collaborazione con

26-27-28

APRILE 2019 Centro Congressi Casinò Municipale Palazzo Marchetti

arco tn

orario: 09.00 - 12.30 / 14.00 - 19.30

Organizzazione Arcobonsai Club Garda Trentino Info | arcobonsai.com

WWW.VISITROVERETO.IT


36

SPECIALE EVENTI IN TRENTINO

Laghi trentini: un vero spettacolo

I laghi del Trentino Alto Adige regalano tante sfumature di colori e una bella diversità scenografica. Si spazia da quello di Toblino a quello di Tovel, passando per quello di Ledro e molti altri. Alcuni vanno inseriti assolutamente fra i luoghi da visitare in Trentino, perché sono fra le più rilevanti perle naturalistiche del territorio. Il fil rouge che li lega è la limpidezza delle loro acque, a volte cristalline, che brillano tra boschi, verdi prati e rilievi montuosi. Famosissimi e apprezzati in tutto il mondo, i laghi del Trentino sono una meta da sogno in ogni periodo dell’anno. Del resto, il fascino di un lago di montagna è semplicemente unico. Il Trentino Alto Adige è di sicuro la regione italiana con la concentrazio-

I laghi della provincia di Trento sono un vero e proprio spettacolo a cielo aperto, da vedere almeno una volta nella vita. Sono infatti ben 297, un vero e proprio record, gli specchi d’acqua nel territorio trentino, definito anche “la Finlandia d’Italia”. I laghi più grandi si trovano nelle zone di fondovalle e sono circa 40. Gli altri sorgono tra i 1200 e 1500 metri ed ognuno ha il suo fascino particolare. ne di laghi più alta di tutta l’Italia. Ci sono quelli più balneabili, spesso raggiungibili in auto (ma vuoi mettere la bellezza di una passeggiata a piedi?). Alcuni invece sono più adatti per essere visitati in compagnia di cani o altri animali domestici. I 10 LAGHI PIÙ BELLI Chiudete gli occhi e immaginate spazi sconfinati, aria fresca e pulita che profuma di montagna e il blu del cielo che si riflette in un lago dall’acqua cristallina: questa è l’atmosfera che sono in grado di regalare i laghi trentini. Il Lago di Toblino - uno dei più in-


SPECIALE EVENTI IN TRENTINO un salto di novanta metri che lascia senza parole. Se non potete fare a meno dell’auto, invece, vi consigliamo il Lago di Calaita (in copertina), una fantastica terrazza naturale che dà sulle Pale di San Martino, tutta circondata da boschi di abeti e sentieri mozzafiato. Altro spettacolo imperdibile sono i Laghi di Lamar, due piccoli laghi che un tempo erano collegati tra di loro: luoghi perfetti per concedersi un po’ di sano relax. Le acque verdi dei laghi di Lamar rappresentano un posto perfetto per ritrovare la quiete.I laghi di Lamar, inoltre, sono molto interessanti anche per la ricca fauna ittica, infatti rappresentano da sempre un punto di ritrovo perfetto per animalisti e pescatori. Un altro suggerimento prezioso è rappresentato dai laghi di Colbricon, che sorgono all’interno del Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino, e sono a 2000 metri d’altezza. Da qui si può ammirare gran parte del panorama alpino circostante. Infine, il Lago di Lases è meta preferita dagli amanti della pesca e di tutti gli amanti del bagno nei laghi: le sue acque infatti sono limpide e ricche di pesci di ogni genere. Il lago di Lases, inoltre, è anche una meta apprezzata per gli amanti del windsurf e dei percorsi da trekking. IL LAGO DI GARDA Un discorso a parte naturalmente merita il più grande lago d’Italia, che nella sua parte più settentrionale bagna rive trentine. Il Lago di Garda si è formato circa 10000 anni fa, quando i ghiacciai delle Alpi si sono ritirati per via del riscaldamento climatico. È lungo

52 km e largo 4 km a nord, 17 km a sud. L’estensione è di 370 km2, la profondità arriva a 350 m. Del Lago, solo la punta settentrionale appartiene al Trentino, con i paesi di Nago, Torbole e la città di Riva. Le località del lago affascinano con il loro charme, invitano a rilassarsi, allo shopping o “al dolce far niente”. Nell’opinione di molti, si tratta della zona più bella e suggestiva del

27

Garda. Qui come da nessun’altra parte il clima mediterraneo del lago si coniuga con l’area alpina. Siamo infatti già tra le alte montagne (oltre i 2000 m), ma in riva al Lago fioriscono ulivi e limoni. Per questo, il Garda trentino è amatissimo dai mountain bikers e dagli escursionisti. L’Altogarda è anche famoso tra i windsurfer, che ogni giorno sfruttano i dolci venti del lago.

Trento MAGGIO 2019

200

© immagini Archivio Studio Giovanazzi

cantati del Trentino con il suo castello con vista domina le colline e i boschi - è di certo il lago più romantico della regione. Da non perdere è anche il Lago di Tovel, che si trova nel cuore del parco naturale Adamello Brenta: un lago famoso in tutto il mondo perché fino a qualche anno fa, una volta all’anno, si tingeva completamente di rosso a causa di una particolare alga. Eppure, nonostante questa particolarità sia diventata soltanto un antico ricordo, il lago di Tovel, grazie alla sua splendida cornice di Dolomiti del Brenta, resta uno dei più belli di tutto il Trentino. Il Lago di Ledro invce offre tanti spunti storici, dal momento che qui sono stati trovati insediamenti che risalgono a 4000 anni fa. Nell’area, infatti, è possibile visitare il museo delle Palafitte: uno spettacolo imperdibile. Continuando l’elenco dei laghi stupendi del Trentino, non possiamo non menzionare il Lago di Levico, famoso soprattutto per le sue acque termali uniche al mondo, ricche di ferro e arsenico. Il Lago di Molveno è forse il più famoso dei laghi del Trentino, ai piedi delle Dolomiti. Le sue acque sono limpide e le spiagge molto curate, in estate è senz’altro il lago più visitato della regione. Altra oasi di pace e serenità è il Lago di Tenno che, grazie alle sue acque sempre limpide e cristalline, rappresenta il lago perfetto per gli amanti della balneazione. Ma, attenzione, questo lago non è raggiungibile in auto, quindi occorre pianificare in anticipo il modo più adatto per raggiungerlo. Vicino al Lago di Tenno si può anche visitare la splendida Cascata del Varone,

37

IL TEATRO SOCIALE FESTEGGIA I SUOI PRIMI 200 ANNI Era il mese di maggio del 1819 quando Felice Mazzurana consegnò alla città il teatro. In oltre duecento anni di vita, il Teatro Sociale è diventato ben presto parte attiva della comunità, facendosi testimone di molte generazioni di trentini. Riportato al suo antico splendore dopo la ristrutturazione del 2000, diventato negli ultimi anni punto di riferimento per il pubblico trentino con proposte culturali di settore.

Il Centro S. Chiara celebra ora la ricorrenza nella giornata del 27 maggio 2019, proponendo un momento di confronto e dibattito e visite guidate, alla scoperta dei meccanismi di scena e degli angoli più reconditi e affascinanti del Teatro Sociale. Prenotazioni visite guidate da lunedì numero 800013952

RISONANZA MAGNETICA APERTA

6 maggio

al

- Risonanza magnetica anche con mezzo di contrasto - Ecografia - Ecocolordoppler TSA e arti

via Borsellino 3, TRENTO

0461 230005 www.tecnomedcentridiagnostici.it esami in convenzione SSN anche per i residenti in provincia di Bolzano

- Ecocardiografia - Mammografia con Tomosintesi 3D - Radiologia convenzionale - Ortopantomografia - TC dentale (Cone Beam) - Densitometria Ossea (MOC)


SPECIALE EVENTI IN TRENTINO

38

Una primavera di eventi tra Rotaliana, Valle di Cembra e non solo Una primavera di eventi all’insegna dei sapori tra Piana Rotalia e Valle di Cembra. La pro Loco di Lavis organizza “Di maso in maso, di vino in vino”. In varie zone, poi, sbocciano le “gmme di gusto”, mentre a Palù di Giovo non si possono perdere “i baiti en festa”. E a Zambana impazza la festa dell’asparago bianco. LAVIS: DI MASO IN MASO DI VINO IN VINO Il prossimo 25 aprile la Pro Loco di Lavis invita a tutti a passeggiare tra le Colline Avisiane per

“Di Maso in Maso, di Vino in Vino”, l’evento enogastronomico che nelle prime due edizioni ha attratto lungo la Strada del Vino del Trentino migliaia di persone desiderose di scoprire il territorio e di degustare i suoi prodotti tipici. Tante le novità di quest’anno, a partire dall’aggiunta di una nuova tappa e dalla partecipazione di nuovi produttori, oltre che alla collaborazione tra i Comuni di Lavis e di Giovo, e alla maggiore sensibilità nei confronti del-

Ti aspettiamo in Valle di Cembra - Trentino per vivere esperienze autentiche e gustare sapori ricercati, in un ambiente rilassante e conviviale. Aperto a pranzo e cena solo su prenotazione chiamando almeno 1 giorno prima.

INFO E PRENOTAZIONI +39 328 6766881

www.locandadelpassatore.it Località Faver a 15 min da Lavis (TN)

le persone con disabilità motorie e visive, grazie al marchio Open Event. Rimane inoltre elevata l’attenzione alla sostenibilità ambientale, grazie all’utilizzo di stoviglie lavabili e alla possibilità di effettuare la raccolta differenziata ad ogni tappa. GEMME DI GUSTO SBOCCIA LA PRIMAVERA Conto alla rovescia per la nona edizione di Gemme di gusto, l’ormai tradizionale appuntamento

che la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino organizza per omaggiare l’arrivo della bella stagione. Dall’1 al 5 maggio vi aspettano in tutta la provincia - dalla Piana Rotaliana alla Vallagarina, dal Lago di Garda alla Valle di Cembra, passando per Trento 10 iniziative, tra trekking, visite guidate, incontri con i produttori e degustazioni, perfette per tutta la famiglia, ma anche per gruppi di amici o coppie in cerca di un po’ di natura e relax, degustan-


do le eccellenze enogastronomiche che un territorio come il Trentino riesce ad offrire. Scopri i programmi delle singole iniziative su www. tastetrentino. it/gemmedigusto.

PREVENDITA APERTA www.cembranidoc.it Pranzo tra le baite, lungo un percorso di 5 km alla scoperta di vini, spumanti e grappe dei Cembrani D.O.C.

info: 393 5503104

A ZAMBANA LA FESTA DELL’ASPARAGO BIANCO Dal 26 aprile al 1 maggio Zambana diventa teatro della grande festa che valorizza suo il prodotto tipico per antonomasia, l’asparago bianco.

Punti forti dell’evento la gastronomia di qualità e la ricca offerta di appuntamenti che coprono l’arco di tutto il periodo della raccolta dell’asparago. Novità di quest’anno il “pranzo della tradizione”, il 14 aprile a Zambana Vecchia. La Festa patronale dell’asparago bianco da sempre è l’occasione per far conoscere al grande pubblico questa produzione d’eccellenza, apprezzata ormai anche fuori dai confini regionali. Cuore dell’evento è come sempre l’enogastronomia, con proposte di alta qualità immancabilmente a base di asparago: dal celebre risotto all’asparago bianco all’orzotto, dagli asparagi con salsa bolzanina alla misticanza con asparago bianco e carne salada. Particolarmente ricca sarà quest’anno la proposta di intrattenimento, con concerti tutte le sere, cabaret, spettacoli di ballo, la rassegna di bande giovanili e molto altro.

giovedì 25 aprile 2019 dalle ore 9:30 alle 18:00

Grafica: EFFE e ERRE TRENTO

“BAITI EN FESTA” IN VAL DI CEMBRA Domenica 5 maggio tra i vigneti di Palù di Giovo il consorzio Cembrani DOC organizza “Baiti En Festa”, un trekking gastronomico di circa 5 km tra le baite di campagna e i muretti a secco alla scoperta dei sapori del territorio. “Baiti En Festa” è un pranzo in dieci tappe dall’aperitivo al dolce a km 0 proposto dai produttori stessi, che prenderà il via dalle 11.30 alle 13. Il percorso sarà animato da canti della tradizione montanara e da un laboratorio per bambini a cura dell’Associazione il Girasole e alla tappa finale concerto di musica italiana del gruppo Stella. Prevendita www.cembranidoc. it/tour

Itinerario enogastronomico sulle Colline Avisiane a Lavis (Trento) tra i masi di Pressano e Sorni BENVENUTI! Dopo il successo delle precedenti edizioni ritorna l’evento enogastronomico tra i masi sulle verdi Colline Avisiane. Un percorso di 9 km tra le caratteristiche geometrie dei paesaggi vitivinicoli delle Colline Avisiane, 10 tappe in 10 diversi masi: splendide case rurali dove potrete scoprire e assaporare i prodotti della terra e le specialità culinarie a km0 con intrattenimenti adatti a tutte le età! Chiedi il programma dettagliato attraverso i social o al link bit.ly/dimasoinvino_iscriviti

#dimasoinvino #trentinowinefest


SPECIALE EVENTI IN TRENTINO

40

La fiera per la casa, gli arredi e il benessere La ventitreesima edizione di Expo Valsugana Lagorai aprirà ai visitatori sabato 4 maggio alle ore 10.00 per proseguire domenica 5 maggio 2019 al Palalevico a Levico Terme, nella splendida cornice del lago di Levico. Cuore della fiera è il PALALEVICO, la struttura fieristico-congressuale che nel corso di questi anni ha ospitato numerose manifestazioni e concerti. Non solo il piano terra ma anche ai piani superiori del Palalevico ospitano espositori ed eventi collaterali. Altri stand e spazi di cui alcuni coperti, si trovano adiacenti alla struttura e su viale Lido. L’orario di apertura nei due giorni (sabato domenica) è dalle 10 alle 19. La rassegna rappresenta un appuntamento importante per tutta l’economia del Trentino Orientale ed in particolare per tutta la Valsugana, in grado di promuovere tutto il territorio. In fiera si potranno trovare: serramenti, mobili per arredo interni ed esterni, energie alternative, impianti

fotovoltaici, scale per interni ed esterni, complementi d’arredo, pavimenti, rivestimenti, elettronica, macchine operatrici, autovetture, artigianato, prodotti tipici, servizi, sicurezza, impiantistica. Artigianato, industria, commercio, servizi, nuove tecnologie, sono i settori rappresentati e in gran parte la provenienza degli espositori è locale, particolare attenzione in questa edizione ad alcuni temi di grande attualità quali la qualità delle produzioni e la sicurezza in casa, impianti di allarme, serramenti antisfondamento, sistemi antintrusione. In poche parole una fiera per la casa, i complementi di arredo per interno ed esterno, le novità per il risparmio energetico

EXPO VALSUGANA LAGORAI La fiera del territorio per la casa, gli arredi e il benessere personale

INGRESSO GRATUITO

e per il benessere personale. Sempre più persone sono sensibili al “VIVERE BENE” nelle varie dimensioni: ambientale, residenziale, nell’alimentazione e nella sicurezza. Un’area sarà interamente dedicata al benessere fisico e mentale con la presentazione di prodotti naturali per il corpo, accessori trattati naturalmente utili al benessere generale, un’area sarà dedicata al settore biologico Trentino sia dell’alimentazione che delle produzioni naturali, oltre che ai rimedi naturali e alle erbe officinali, ai prodotti naturali e ai prodotti per la cura della persona. A cura del Centro Formazione

Professionale di Borgo Valsugana saranno organizzati una serie di seminari e incontri formativi riguardanti i sistemi di riscaldamento, gli impianti idraulici ed elettrici, le cane fumarie e altre nuove tecnologie. Viale Lido sarà interamente occupato dalle tradizionali casette in legno per i produttori locali: formaggi, confetture, vini, salumi del Trentino con la possibilità di fare degustazioni e assaggi delle produzioni locali. Novita di questa edizione sarà anche l’esposizione di fiori e piante da giardino. (p.r.*: pubbliredazionale)

ARREDAMENTI PER INTERNI ED ESTERNI RISPARMIO ENERGETICO, DOMOTICA E INNOVAZIONE ESPOSIZIONE E VENDITA FIORI E PIANTE

4-5 Maggio 2019 Palalevico | Levico Terme

SPAZIO ED EVENTI SPECIALI PER

Bambini!

Orario di apertura 9.00/19.00 www.bsifiere.com


VETRINA CURVY... IN THE CITY

“Raccontarsi”, al di là della taglia

Curvy nasce dall’esperienza di un pool di donne. Sylvia Baldi titolare anche della boutique Sysò e le sue valide collaboratrici Marina e Margherita, si sono stupite nel sentire la lamentela quotidiana di tante donne, stufe di non trovare abbigliamento in taglie non comprese tra la 38 e la 46. Com’è noto essere donna vuol dire anche avere delle curve. Tutte le hanno, chi più e chi meno. Basti pensare alla Ferilli, alla Marcucci, alla Sofia Loren. E non è possibile che le donne che abbiano un taglia dal 46 in poi e un seno un po’ più prosperoso, non trovino il modo di esprimersi attraverso l’abbigliamento e una moda particolare. Stiamo parlando di moda colo-

rata, look eclettici, capi ricercati, non i soliti vestiti classici e seri. Non è giusto che queste donne si debbano “accontentare” e che si debbano far piacere quello che comprano, invece di essere veramente soddisfatte del loro acquisto nell’ambito dell’abbigliamento. Com’è noto per le donne andare a fare shopping è poi una vera e propria esperienza e deve essere una gioia, non un qualcosa di deprimente. Queste sono state le motivazioni che hanno portato alla creazione di un punto vendita che fin dal nome (Curvy) lancia un messaggio ben preciso. Curvy dice tutto, ma - soprattutto - dice “donna”. E il negozio di via della Mostra 12/B importa moltissimi capi che in Italia di fatto sono irreperibili altrove. Il brand presenti sono numerosi. Nel negozio si trova moda che proviene dalla Lituania, dalla Grecia, da Danimarca e Germania. Ovvero da paesi dove la moda curvy è molto più praticata e seguita che in Italia. Curvy è diventato un punto di riferimento anche per clienti che provengono dall’estero. Questo grazie all’accoglienza su cui possono contare le clienti che entrano. La cliente viene sempre accompagnata nella sua scelta e nel suo volersi “raccontare” al mondo attraverso i vestiti.

Curvy... in the city Via della Mostra 12/B, Bolzano Tel. 0471 980303 Cell. 339 6880694 ambra@rolmail.net

41

Mediazione

La comunicazione empatica Care lettrici, cari lettori, vorrei farVi conoscere un metodo di comunicazione che migliora l’ascolto attivo negli incontri di mediazione e non solo… Premetto che questo metodo aiuta noi mediatori a riuscire a scoprire i bisogni che si nascondono dietro alle posizioni delle persone coinvolte nei conflitti, ma è anche applicabile ai rapporti interpersonali quotidiani. Il metodo in questione è la “comunicazione non violenta” (CNV) ovvero il “linguaggio giraffa” o “il linguaggio del cuore” di Marshall B. Rosenberg. Marshall B. Rosenberg era uno psicologo statunitense ed ha sviluppato un processo costituito da quattro passi, chiamato “comunicazione empatica” o “linguaggio del cuore”. Empatia è la capacità di mettersi nei panni di un’altra persona e di comprenderla fino in fondo, per sentire o meglio provare ciò che lei prova. Nel “linguaggio del cuore” l’empatia è importante non solo per ascoltare la persona che sta di fronte, ma anche per ascoltare se stessi ed i propri bisogni (auto – empatia) in modo oggettivo senza incolpare o criticare, con la mera osservazione. Nella CNV vengono utilizzate due

metafore per descrivere due modi opposti di rapportarsi con gli altri: la giraffa ed il lupo/sciacallo. La giraffa è il mammifero terrestre che ha il cuore più grande, non è un predatore ma allo stesso tempo si sa ben difendere dai predatori. La giraffa parla e ascolta in modo totale, sa includere nei propri discorsi le proprie emozioni e i propri bisogni. L’altro animale usato da Rosenberg è il lupo o lo sciacallo, che è aggressivo e manipolatore e mira alla dominanza e al giudizio. Ovviamente nella realtà il lupo e la giraffa, con le loro modalità espressive e comunicative, non esistono allo stato puro: non esiste nessuno che sia solo lupo o giraffa. Nel prossimo numero del giornale spiegherò i quattro passaggi ideati da Rosenberg che costituiscono il processo della comunicazione non violenta, con l’applicazione pratica attraverso degli esempi.

Hai una domanda da rivolgere alla nostra esperta? Scrivi a redazione@quimedia.it La risposta verrà pubblicata nei prossimi numeri del giornale.

Avv.ta Dott.ssa Stefania Calabrò Bolzano


VETRINA

42

LacittàDIGITALE

TELEFONO GENITORI

Le sottili sfumature La gelosia tra fratelli: come affrontarla? del linguaggio

Nella precedente rubrica della “città digitale”, abbiamo parlato dei software per la traduzione automatica di testi da una lingua all’altra, e dei passi da gigante fatti grazie all’uso di programmi in grado di apprendere dai propri errori. Chi utilizza un software di traduzione non è interessato a verificare se il software sia davvero in grado di capire il significato del testo, ma semplicemente alla qualità della traduzione fornita. Molto diverso è

il caso dei software che interagiscono direttamente con le persone attraverso interfacce vocali o testuali, tecnologie che saranno sempre più presenti nelle città digitali del prossimo futuro. Per comportarsi in modo soddisfacente, è richiesto a questi software di andare “in profondità”: capire quale è il significato inteso delle parole, e ragionare sul significato estratto prima di fornire una risposta. Sono convinto che molti di voi, dopo un primo momento di stupore, siano rimasti in effetti delusi dalle interfacce vocali dei telefoni cellulari di ultima generazione: rispondono alle esigenze degli utenti solo se le richieste sono formulate in modo non ambiguo. Le ambiguità nel linguaggio naturale sono però inevitabili, e possono essere risolte solo grazie al ragionamento. Consideriamo due frasi molto simili, ma dal significato molto diverso:

1) I consiglieri comunali hanno rifiutato di dare un permesso ai dimostranti. “Essi” infatti temevano comportamenti violenti. 2) I consiglieri comunali hanno rifiutato di dare un permesso ai dimostranti. “Essi” infatti invocavano comportamenti violenti. A cosa si riferisce “essi” in queste due frasi? Ai consiglieri comunali, o ai manifestanti? Un umano è in grado di “risolvere” corret-

tamente questo riferimento indiretto non tanto perché in grado di identificare soggetto, oggetto e pronome, ma soprattutto perché possiede, e utilizza, la propria conoscenza sul tema. Grazie a questa conoscenza è quindi in grado di capire che sono i manifestanti, in questo contesto, ad invocare (e possibilmente esibire) comportamenti violenti, che i consiglieri comunali temono. Questo piccolo ma difficile quiz è un esempio di “schema di Winograd”, recentemente proposto da Hector Levesque, uno dei più noti ricercatori in intelligenza artificiale al mondo, come test per verificare se un programma sia effettivamente in grado di esibire un comportamento “intelligente” al pari di un umano. È affascinante pensare a quanta complessità si nasconde dietro a pronome di quattro lettere…

Marco Montali

Caro team al Telefono Genitori, mia figlia (4 anni) è molto gelosa del suo fratellino (6 mesi). Lo graffia e picchia me. Io sono una ragazza madre e non so davvero come reagire in queste situazioni. Cara Mamma, il fatto che la sua primogenita provi gelosia nei confronti del suo fratellino è di per sé una reazione normale. E´ passato poco tempo da quando e ‘stata “spodestata” ed ha perso il privilegio di essere l´unico oggetto di attenzioni da parte della mamma. Per sua figlia sarà difficile comprendere il motivo per cui il nuovo arrivato di cui non sa bene cosa farsene e con cui non può neppure giocare, riceva così tante cure e attenzioni. Immagino che nei confronti dei parenti e dei conoscenti sua figlia riuscirà a farsi valere e ad ottenere le attenzioni di cui sente il bisogno, mentre nel competere con il suo fratellino si trova in difficolta´. Lui mostra di possedere bisogni ed esigenze che non possono essere trascurati. Sua figlia vive questa situazione come una minaccia per sé, si sente impotente e reagisce con rabbia. Intervenga immediatamente quando prende coscienza che sta vivendo uno di questi momenti. Eviti o interrompa con fermezza il comportamento aggressivo di sua figlia, senza sgridarla oppure punirla per questo. Le lasci un attimo di tempo per rifletterci sopra, senza regalarle una maggiore atten-

zione. Una volta che si è calmata, dovrebbe riflettere con lei sulle emozioni che sono in gioco: “Mi sembra che tu desidereresti che io non passassi così tanto tempo con tuo fratellino”. In questo modo sua figlia si sentirà capita da lei e imparerà che le sue emozioni sono normali e che la mamma non è arrabbiata con lei. Dovrebbe provare a ritagliarsi ogni giorno un po’ di tempo esclusivo per sua figlia e dedicarsi in questi momenti soltanto a lei (magari quando il fratellino dorme). Grazie a questo sua figlia avrà la possibilità di acquisire maggiore sicurezza nella nuova situazione, “nutrirsi” delle sue attenzioni per poter sopportare meglio i momenti in cui lei deve dedicarsi al secondogenito. Può coinvolgere sua figlia in alcuni rituali, affidarle un compito (nel cambio pannolino oppure nel bagnetto) e lodarla per questo. In questo modo svilupperà la sensazione di contribuire in qualcosa di importante. Come ragazza madre è naturalmente doppiamente difficile rispondere a tutte le aspettative. È per questo importante considerare la possibilità di ricevere un supporto che possa alleggerirla per esempio da parte del padre oppure di altri membri della famiglia oppure di conoscenti. La sua Doris Forer * (*) = Dr. Doris Forer, Psicologa e Psicoterapeuta al Telefono Genitori


VETRINA

43

MARIENKLINIK

Artoprotesi dell’anca L’intervento di sostituzione protesica dell’anca è rivolto a quei pazienti affetti da: • artrosi dell’articolazione coxo-femorale legata all’invecchiamento, quindi un’artrosi primaria; • patologie che alterano la geometria articolare portandone un’usura precoce, come la displasia, l’epifisiolisi, il morbo di Perthers, la necrosi avascolare ed il conflitto femoro-acetabolare, quindi un’artrosi secondaria; • cause traumatiche, come le fratture dell’acetabolo o quelle della testa femorale. Oggi, presso i Centri di Chirurgia Ortopedica, l’intervento di artroprotesi dell’anca viene proposto prevalentemente con accesso anteriore e con accesso postero-laterale. Presso la Marienklinik, oltre a queste due tecniche, viene proposta ai nostri pazienti una innovativa tecnica chirurgica “percutanea” denominata “Super-PATH” eseguita dal dott. Marco De Pasquale.

Tutto questo dopo aver effettuato la visita ortopedica, gli esami radiologici opportuni ed una accurata visita anestesiologica per accertare le condizioni di salute pre-operatorie al fine di valutare gli eventuali accertamenti da fare che saranno quindi personalizzati in funzione di ogni singolo paziente. I dati statistici pubblicati nei vari lavori scientifici relativi a questa nuova tecnica chirurgica dimostrano che: • il paziente è in grado di riprendere a camminare con l’ausilio delle stampelle già a distanza di sei ore dall’intervento chirurgico; • la degenza media va dai tre ai cinque giorni; • notevolmente ridotto il rischio di lussazione dell’impianto protesico; Per quei pazienti, futuri candidati alla protesi dell’anca, dove ci siano le indicazioni, che psicologicamente non sono ancora pronti ad affrontare l’intervento chirurgico o, che per altre problematiche, sono costret-

OTTICA CALDERARI

ti a dover attendere prima di poter eseguire l’intervento, presso la nostra clinica, il dott. Massimo Runza, Responsabile del Reparto di Anestesia, pratica cicli di infiltrazioni con acido ialuronico all’articolazione dell’anca sotto guida ecografica. Il dott. Marco De Pasquale, oltre alla chirurgia protesica dell’anca, ha rivolto gli studi alla chirurgia artroscopica e protesica del ginocchio, alla traumatologia, al trattamento conservativo delle patologie del rachide del bambino e dell’adulto come la scoliosi, la lombalgia cronica, le discopatie, l’artrosi lombare ed alle problematiche posturologi-

che nell’età pediatrica e dell’adulto. Le visite si possono prenotare direttamente alla segreteria della Marienklinik al numero di telefono 0471 310600 dal lunedì al venerdì dalle ore 7 alle ore 18.

Schnelle medizinische Versorgung bei orthopaedischen Notfällen Pronto soccorso medico per le emergenze ortopediche Montag - Sonntag 9.00 - 19.00 Uhr

Lunedì - Domenica dalle 9.00 alle 19.00

Tel: +39 0471 310 680

SCHULLIAN

Ad ogni sportivo Erbe aromatiche la sua lente di tutti i sapori Le montature avvolgenti , utilizzate per lo sport, richiedono una lente con caratteristiche speciali, di costruzione e di colorazione per una visione chiara e nitida. Ottica Calderari attenta alla moda ma anche impegnata nella ricerca, utilizza lenti per chi vuole vivere lo sport con prestazioni visive superiori: ampi campi visivi, protezione costante, visione ad alto contrasto! Questo grazie alla tecnologia FREE FORM e ad un innovativo design ottico studiato in modo specifico per le montature avvolgenti. Fondamentale infine è la colorazione giusta da abbinare alla lente a secondo dello sport pratico, con assorbimenti di luce dal 70% per scarsa luminosità (sole coperto) al 90% di luce estrema o forti riverberi ( sport invernali, d’acqua o volo ), il tutto con la possibilità di polarizzazione per eliminare i riflessi orizzontali del sole.

Ottica Calderari: Via Sernesi 12, BZ - Tel. 0471 977528 www.otticacalderari.it

Dalla coltivazione direttamente alla tavola. Da sempre le erbe aromatiche impreziosiscono i nostri piatti e sono utilizzate da tutte le culture che se ne servono a seconda di quello che l’ambiente circostante offre loro. Ma oggi grazie al nostro amato mondo, ormai globalizzato, abbiamo l’opportunità e possibilità di attingere ad erbe di luoghi anche molto lontani. E l’antico sapere sapienziale sul loro utilizzo ha portato all’evidenza i benefici che apportano al corpo. Le piante di Erbe Aromatiche richiedono meno attenzioni rispetto alle altre piante dell’orto; tanto è vero che spesso rischiamo

di dimenticarcele. L’angolo più asciutto e soleggiato del nostro orto è tutto ciò che ci chiedono per mantenersi in buona salute. Sono effettivamente piante molto rustiche ma sanno dare un tocco veramente speciale ai nostri cibi. Senza le aromatiche molte ricette della cucina mediterranea perderebbero l’unicità che le contraddistingue, profumi, aromi e sapori unici. Non tutti sono così fortunati da avere un orto a pochi passi dalla cucina. Ma un vaso sul balcone, sistemato nella zona più riparata, con gli aromi indispensabili, con una minima spesa, è in grado di farci un grande servizio anche nel periodo invernale. Schullian Via Merano 75 A - Bolzano www.schullian.it facebook.com/schullian


44 44

CULTURA E SPETTACOLO

MOSTRA

Quando l’arte incornicia un’opera bellica Nel mondo dell’arte esistono spazi creati appositamente per l’arte contemporanea, spazi che rimangono sullo sfondo mentre circondano di bianco elegante quadri e sculture per farli risaltare al meglio. Si tratta di luoghi illuminati alla perfezione, con una cornice concettuale e condizioni ottimali per mettere in scena gli artefatti. Per rendere il suo lavoro accessibile al pubblico l’artista Massimo Nalin, per sua natura incline alla sperimentazione, è sempre alla ricerca di luoghi insoliti, capaci di sfidare e insieme sorprendere, lontano dal mercato dell’arte. La prima volta che ha messo piede nel Gampen Bunker a Passo Palade, è rimasto immediatamente affascinato dal genius loci che emana da quel sito, al punto che ha deciso di esporre le sue opere d’arte all’interno di questa struttura bellica che si sviluppa nelle viscere della montagna.

L’artista altoatesino Massimo Nalin crea opere che esprimono l’armonia tra il pensiero consapevole e la percezione dei sensi, nonché il collegamento fra il mondo fisico e metafisico. La realizzazione e l’elaborazione dei suoi quadri scandiscono le tappe della sua crescita personale e la concretizzano in forma pittorica. Nascono così quadri con trame di colori brillanti e vigorosi, nei quali si specchiano i paesaggi dell’anima dell’artista. L’animo meditativo e ispirato dei suoi personaggi riverbera in ogni singola opera, perché per Nalin il contatto emozionale attraverso i quadri è e rimane fondamentale. Ogni sua opera fa intuire a chi la osserva la dimensione filosofica in cui l’inesprimibile assume veste pittorica. Nalin si concentra sull’interazione tra l’effetto spaziale del bunker, le opere d’arte esposte e il visitatore, come vuole sug-

DAL

27 APRILE

Un particolare di un’opera di Massimo Nalin

gerire il titolo della mostra “t r a n s i t i o n 3D”. Il Gampen Bunker si trova a 1.518 metri di altezza sulla statale che porta al Passo Palade. Venne realizzato sotto Mussolini

durante la Seconda Guerra Mondiale, per contrastare l’avanzata delle forze belliche del Reich tedesco. Dal 2014 una zona del Bunker ampliata è liberamente accessibile al pubblico.

TEATRO

MOSTRA FOTOGRAFICA

24 APRILE

“You are welcome” Fino al 30 aprile al Centro Trevi di Bolzano è visitabile “You are welcome”, una mostra fotografica nata da un progetto realizzato da Ivo Corrà in collaborazione con Voltaire Education Centre. Tema motore dell’intero percorso è l’ospitalità, che si offre a chi è il benvenuto nella propria casa, nella propria vita, nelle proprie abitudini, ma anche nelle reciproche differenze e a cui si deve il titolo della mostra “You are welcome”. In lingua inglese questa espressione significa proprio “Sei il benvenuto”, ma può seguire anche ad un

“Thank you”, inteso quindi come un “Prego”. Il viaggio di Ivo Corrà è iniziato nelle classi della agenzia linguistica Voltaire, in cui persone da ogni dove studiano l’italiano. Con loro ha condiviso storie, immagini, riflessioni, perché guardare a sé, così come imparare una nuova lingua, significa poter comprendere una cultura anche grazie alla lettura e all’uso consapevole di pratiche espressive quali la fotografia. Il cammino di Ivo Corrà è poi proseguito nei luoghi del privato di persone arrivate qui da paesi lontani.

UNA BAD GIRL SUL PALCO > MERANO | Ore 20.30 | Centro per la cultura Altro appuntamento con “Docu.emme - Rassegna dedicata al cinema documentario” organizzata da Mairania 857. Al Centro per la cultura verrà proiettato il film “M.I.A. – La cattiva ragazza della musica” di Stephen Loveridge. Il film, che verrà proiettato in lingua originale con sottotitoli in italiano racconta l’incredibile viaggio della piccola Maya, dall’infanzia nello Sri Lanka alla trasformazione nella popstar M.I.A. Ispirata dalle sue origini, M.I.A. ha dato vita a un’identità

Info: ww.mairania857.org

composita caratterizzata da mashup, taglia e incolla e commistioni che trae ispirazione da ogni tappa del viaggio personale: uno sketchbook sonoro che mescola la politica tamil, il punk della scuola d’arte, i ritmi hip-hop e la voce della gioventù multiculturale. Fra politica tamil, immigrazione, ingiurie e giacche fluo, è l’artista stessa a dipingere la sua favola con colori sgargianti, restando coerente con le sue tante contraddizioni. Entrata libera.


CULTURA E SPETTACOLO

45

ARTE E STORIA

Due nuove mostre tematiche a Castel Tirolo

Tullia Socin, Il legionario ferito, 1938, Bolzano, Fondazione Socin

La mostra tematica “Miti delle dittature. Arte nel fascismo e nazionalsocialismo” esamina e decostruisce i miti del fascismo italiano e tedesco. Il dominio illegittimo di Hitler e Mussolini fu ampiamente servito dagli artisti e dalle loro opere figurative e letterarie anche nel Tirolo storico e in Trentino. Solo in pochi si opposero ad esso e le loro opere furono bandite e definite “degenerate”. L’arte conforme al sistema produsse immagini eroiche, evocò sangue e terra, mise il Führer e il Duce nella “giusta” luce e svendette il concetto stesso di “patria” quando i dittatori decisero il reinsediamento della popolazione. La mostra segna un punto di svolta nella storia artistica e culturale dell’intera regione. La seconda mostra tematica “La valigia delle Opzioni. La storia della famiglia Brugnoli/Bruggnaller” allestita al piano più alto del mastio, nella “Torre della memoria”, presenta la storia e il destino della famiglia di Josef Brugnoli, che nel 1940 partì

da Bolzano alla volta di Innsbruck. I documenti giunti fino a noi raccontano minuziosamente le tappe dell’emigrazione e della naturalizzazione, il deposito temporaneo dei mobili, il cambio di cognome, l’assegnazione dell’alloggio in diverse località, annotazioni di carattere economico, malattie e decessi, le seconde nozze, la pensione e la formazione professionale dei cinque figli. I documenti, esposti in originale, permettono di ripercorrere la storia portando la loro attualità ai giorni nostri. Orario delle mostre: Miti delle dittature. Arte nel fascismo e nazionalsocialismo: 13/04-30/06. La valigia delle Opzioni. La storia della famiglia Brugnoli/Bruggnaller: 13/04-08/12 (p.r.*: pubbliredazionale) Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano Castel Tirolo www.casteltirolo.it, Tel. 0473 220221 Per informazioni e guide: Tel. 0473 861540, guide@casteltirolo.it

RAP

“C’est la vie”, nuovo album per Nardo Dee C’est la vie è la nuova avventura musicale di Nardo Dee, dodici tracce fresche e coinvolgenti che vedono il feeturing con altri artisti come Flesha Diaz, Morsa, Stratologic, Ric de Large, Big House & Den e dj Jena. “Ho usato questo album come una pagina bianca per dire la mia, per dare un messaggio più che per far fischiettare i motivetti dei miei pezzi: questa è una lezione che ho appreso dalla vecchia scuola rap di Tachi e Fabio Duedipicche” ci spiega il giovane rapper bolzanino classe 1989. L’EP racconta una storia, fatta di momenti reali, di emozioni e di vissuti tratti dall’esperienza dell’autore stesso. “Ho messo su beat una storia d’amore, con i suoi lati positivi e i suoi lati negativi. Scrivere questi pezzi è stato come una terapia, come un’espiazione di tutta la negatività accumulata in un momento di crisi”. Nell’album sono contenuti,

come prologo e come epilogo della storia d’amore in sé, anche due poesie di Amelia Wattson, un tocco intimo, un’aggiunta di personalismo coronato da fusioni artistiche significative. “La canzone che più mi rappresenta è 64 Bars, che dice anche tanto della mia visione del rap, ovvero di uno strumento per lanciare dei messaggi soprattutto alle nuove generazioni. Il rap, inteso al vecchio modo, parla di rispetto, di uguaglianza, di diritti, ed è quella la musica che mi piace”. C’est la vie è un inno alla perseveranza, all’andare avanti coltivando le proprie passioni e rispettando i propri valori. “Ho fatto scegliere il titolo dell’album e l’immagine di copertina ai miei followers di Instagram, è stato un modo per dialogare in modo costruttivo con le persone che mi seguono, anche se solitamente il modo che prediligo per portare la mia musica sono i

concerti”. A comparire come immagine del disco è Michel Platini che esulta dopo uno dei suoi goal più spettacolari, di rovesciata. “Con questo disco penso di aver raggiunto quello che volevo, e quindi mi sento anche io un po’ un numero

dieci, proprio come Platini”. Dopo il live del 6 aprile al Pippo Foodchillstage, Nardo Dee promuoverà il suo lavoro presto anche in altri contesti, locali e anche extraprovinciali.

Roberta Catania COOLtour


ANNUNCI

46

ESTETICA BRIGITTE

Cerca estetista diplomata come collaboratrice località Bolzano

TEL. 346 7305984 CERCO/OFFRO LAVORO Cerco lavoro come assistente per anziani al mattino, anche in ospedale. Tel. 349 0888943 Cercasi pensionati (uomini o donne) per il servizio sociale di “nonno vigile“ per il comune di Bolzano. Tel. 339 6309124 oppure 3472713457 Cerco lavoro come guardia notturna, autista patente B, custode e meccanico per motocicli. Tel. 380 1799181 Due ragazzi con furgone effettuano sgombero case, soffitte. Prezzi modesti. Massima serietà. Tel. 345 7763433

Vendo divano in buono stato, tessuto microfibra colore grigio antracite, lunghezza 190 cm completamente sfoderabile, marca Poltronesofà. 50 euro. Tel. 347 4496303 Vendo Asus ZenFone 4 Selfie, Android 8.1 Dual SIM, fotocamera 16 MP, frontale 20 MP, memoria 64GB, RAM 4GB, microSD, chip Qualcomm Snapdragon 430, Octa Core 1.4 GHz, batteria 3000mAh, rete 4G, schermo 5.5, completo di scatola e i suoi accessori, cover e vetro proteggi schermo, 140 euro trattabili. Tel. 347 6835910 Vendo scrivania grigia porta computer, munita di 4 ruote, con ripiano scorrevole per tastiera e un ripiano per stampante. Misure: 80 cm altezza, 45 cm profondità, 70 cm lunghezza. Prezzo da concordare. Vendo tostapane, nuovo, ancora imballato. Prezzo da concordare. Tel. 340 6496221 Vendo Lancia Dedra 1.600 IE, 63.500 km. 27 anni. Revisionata il 26.06.2017 e con gomme nuove. Bolzano. Tel. 0471 915167

Signora italiana con esperienza cerca lavoro come assistenza anziani. Zona Bolzano. Tel. 339 2483435 Cerco lavoro come badante a tempo pieno. Tel. 328 2565132

Signora tranquilla con tanta pazienza, cerca lavoro nelle ore pomeridiane come domestica, pulizie e stiro. Zona Bolzano. Massima serietà. Disponibile da subito. Tel. 348 3572671

un/una RECEPTIONIST di madrelingua italiana con conoscenza del tedesco. Offriamo una remunerazione adeguata oltre la media, un buon clima lavorativo e vitto-alloggio.

Quellenhof Luxury Resort Passeier, personal@quellenhof.it - Tel. 0473/645474 Vendo copertoni completi di ruote in ferro estive Bridgestone duravis 215/65/16 e copricerchi originali Wolkswagen in ottimo stato, 250 euro trattabili. Vendo apparecchi acustici retro auricolari Amplifon (destro e sinistro) digitali, con regolazione volume e per il telefono, usati poche volte, ancora nuovi. È possibile cambiare solo la chiocciola per adattarla al proprio orecchio, 100 euro. Vendo sega a immersione WORX 423 nuova imballata con in più 2 lame nuove, 80 euro. Tel. 347 1020740 Vendo Loden donna taglia M in Alpaca, made in Austria, usato una volta, come nuovo. 50 euro. Tel. 340 2349217

Signora con esperienza cerca lavoro come assistente anziani, ore mattina e pomeriggio, anche in ospedale. Bolzano. Tel. 349 4016925 Cerco lavoro come secondo cuoco. 7 anni di esperienza. Tel. 366 5468336

CERCHIAMO DA SUBITO

Vendo circa 100 tazzine di ceramica da collezione. Accetto soltanto offerte per l’intero blocco. Tel. 340 2349217

Vendo diverse maglie e diversi vestiti primaverili e estivi per ragazza, in ottimo stato e a modico prezzo. Tel. 349 3632271 ore pasti

Signora slovacca, referenziata, cerca lavoro come assistente per anziani, al mattino, anche in ospedale. Tel. 340 7242142

IMMOBILIARI

ALTRO

Bolzano - Zona Centro dipendente comunale cerca piccolo appartamento in affitto. Contratto lungo termine. Tel. 328 4069311

Vendo ruotino di scorta comprensivo di accessori, batteria auto 45 ampere. Zona Bolzano. Vendo Fiat Grande Pinto, nera, benzina, anno 2006, 4 gomme estive e 4 invernali. 100 mila km. Tenuta benissimo, mai incidentata. Prezzo 4.500 euro trattabili. Tel. 340 2184005

Bolzano - Via Firenze 17 affittasi garage. 100 euro mensili. Libero da subito. Tel. 339 8626425 Bolzano e dintorni altoatesino cerca appartamento in affitto, bilocale, parzialmente arredato o libero. Tel. 347 3184607

Vendo poltrona colore bianco per estetista, prezzo da concordare. 349 0888943 Vendo carrozzina Inglesina Buggy poco adoperata, 50 euro. Vendo ventilatore da tavolo alto 40 cm, 30 euro. Vendo 2 portasci Fapa, 50 euro. Tel. 380 5994043 Cerco vecchie biciclette da corsa. Tel. 338 4284285

Vendo tappeto fatto a mano. 2x3 m. Tel. 340 5907690

Idea grafica Andreas Alber

Laives adiacente Uff. Postale vendo garage 14 mq con soppalco. No spese condominiali, no intermediari, 21.500 euro. Tel. 340 2349217

Prodotti QuiMedia: QuiBolzano, QuiMerano, QuiBassaAtesina, registrati presso il Tribunale di Bolzano n. 8 del 8.03.2008, n. 6/ del 4.03.2008, n. 3 del 20.02.2010 Tiratura complessiva QuiMedia 76.000 copie Prodotto da QuiMedia Via Wolkenstein 4, 39100 Bolzano

Laives - vicino Poste italiane vendo appartamento arredato, piano alto - panoramico e luminoso, composto da ingresso, bagno, cucina, salotto, stanza, balcone e cantina. Tel. 347 4947886 ore serali

Redazione Merano Tel. 338 4480145 redazione.merano@quimedia.it Redazione BassaAtesina Tel. 328 6814641 redazione.bassa@quimedia.it Coordinamento Pubblicità Barbara Sonetti sonetti.barbara@gmail.com Tel. 0471 081 583

Bolzano - zona Gries - San Quirino cerco trilocale, con garage. Max. 250.000 euro. Tel. 347 9086356 Laives grande occasione/investimento: vendo in blocco 7 garage in un condominio. La struttura è composta da 24 appartamenti e solo 20 garage. I 7 garage sono una parte di essi. Tel. 0471 976429

Vendo porta biciclette marca FAPA. Usati solo una volta. Prezzo da concordare. Tel. 339 1247018

Ufficio centrale e redazione Tel. 0471 081 580 Fax 0471 081 589 redazione@quimedia.it www.quimedia.it

Direttrice responsabile Cristina Ferretti

Vendo casetta mangiatoia per uccelli da giardino. Costruita in pregiato legno di rovere, con asticelle tutte scolpite a mano, senza parti metalliche, con l‘ausilio di chiodi di legno e colla di tipo vinilico. Realizzata in circa 50 ore di lavoro, chiedo 185 euro. Tel. 371 1652399

Vendo modello della nave COURONNE del 600. Minimo offerta 1.200 euro. Lavorazione assolutamente artigianale/artistica, realizzata in circa 800 ore di lavoro. Tel. 371 1652399

Sardegna - golfo di Marinella affitto delizioso appartamento a 50m a piedi dal mare, 5 posti letto, veranda, letto matrimoniale, bagno con doccia e lavatrice, soggiorno con angolo cottura e divano letto. Parcheggio adiacente gratuito. Spiagge libere e gratuite. Aprile maggio 50 euro al giorno. Prime due settimane di giugno 80 euro al giorno. Settembre 80 euro al giorno. Tel. 339 6949902

Annunci annunci@quimedia.it Editore e Stampa Athesia Druck srl Via del Vigneto 7, 39100 Bolzano

Prezzo per l’abbonamento annuale in spedizione postale (indirizzato) 12,00 € all’anno. L’abbonamento si rinnova automaticamente di un anno se non viene disdetto almeno quattro settimane prima della scadenza. È vietata la riproduzione parziale e totale di testi, immagini e pubblicità dei quindicinali QuiMedia. (p.r.*) - Pubbliredazionale Foto: shutterstock.com

L’inserimento degli annunci è gratuito.

Per info e inserzioni: · annunci@quimedia.it · Fax 0471 081589 · Redazione: via Wolkenstein 4, 39100 Bolzano


PIANI/RENCIO in edificio di recente costruzione appartamento soleggiato e con vista aperta, in ottimo stato, piano alto con ascensore: Soggiorno con zona cucina e 2 TERRAZZE abitabili, 2 camere da letto, doppi servizi, ripostiglio/lavanderia. A.P.E. G. € 315 mila + ev. garage di mq. 26 ad € 45 mila. CORNAIANO in edificio d’epoca ristrutturato a nuovo, appartamento nuovo, soggiorno con angolo cottura, due camere da letto, doppi servizi e balcone. A.P.E. G. € 375 mila + ev. garage. FIRMIAN in posizione defilata, appartamento a piano alto con ascensore, atrio con guardaroba, soggiorno con TERRAZZA, cucina, 2 camere doppie, bagno con doccia, bagno con vasca, cantina. A.P.E. C. € 340 mila + € 25 mila ev. garage. RENCIO in costruzione recente, appartamento con splendide terrazze sul verde, atrio, soggiorno, cucinino, camera singola, camera matrimoniale con bagno padronale, ampio ripostiglio/lavanderia, secondo bagno, ampia cantina e 2 garage COMPRESI nel prezzo € 450 mila. A.P.E. B. VIA CRISPI appartamento mq. 87, ultimo piano no ascensore, ingresso, soggiorno con zona cucina, 2 ampie camere, bagno finestrato. Cantina. A.P.E. G. € 267 mila. CORSO ITALIA piano alto con ascensore, appartamento finemente ristrutturato: atrio, soggiorno con zona cucina e balcone, camera con cabina armadio, bagno, seconda camera. A.P.E. G. € 340 mila + ev. garage € 30 mila. FRANGARTO in piccola palazzina, splendido appartamento all’ultimo piano con ascensore: ingresso, soggiorno con zona cucina, TERRAZZINA, 2 camere da letto, doppi servizi, soppalco. Cantina. A.P.E. E. € 395 mila + garage doppio in larghezza € 50 mila.

A DUE PASSI DAL CENTRO, appartamento su due piani in piccola palazzina, divisibile in due appartamenti, tot. Mq. 238. Salone, cucina, 4 camere, doppi servizi, balcone, 2 ripostigli. A.P.E. G. € 695 mila ev. garage in zona. SANT’OSVALDO in splendido contesto, appartamento con ingresso, cucina abitabile, salone, 2 camere matrimoniali, bagno con finestra, balcone, cantina e garage doppio. A.P.E. G. VIA CADORNA ristrutturato a nuovo, con affaccio sulle passeggiate, mq. 150, atrio, cucina, ampio salotto, 3 camere matrimoniali, doppi servizi finestrati, 3 balconi. A.P.E. G. € 675 mila + ev. garage € 30 mila. CAREZZA TIPICO CHALET: ingresso, soggiorno con zona cucina e stufa in maiolica, 2 camere da letto doppie, bagno, taverna con bagno/Wellness, ampia terrazza con giardino, posto auto coperto e scoperto. A.P.E. G. € 480 mila tratt. VIA CARDUCCI - IN CASA D’EPOCA, da ristrutturare, mq. 149, ampio atrio, salotto, cucina, 3 camere, bagno, grande cantina e grande soffitta. A.P.E. G. BRONZOLO in posizione tranquilla sul verde, appartamento su due piani di mq. 213, salone, 2 terrazze, cucina con ampio balcone, dispensa, 3 bagni, 3 ampie camere, stanza guardaroba, ripostiglio. A.P.E. G. € 395 mila. Ev. posti auto ad € 13 mila cad. e garage/magazzino di mq. 124 ad € 80 mila.

VISITATE IL SITO www.sabrinamanzelli.it per visionare piantine, foto ed altre proposte immobiliari.

Sabrina Manzelli - AGENZIA IMMOBILIARE Via Cassa di Risparmio, 5 - Bolzano - Cell. 348/2472188 www.sabrinamanzelli.it - sabrina@sabrinamanzelli.it

LAGO DI GARDA

La seconda casa dei sogni I GIARDINI DEL GARDA e GARDABLU sono due residenze affacciate sul lago, con ampi spazi verdi e piscina privata. Ospitano appartamenti indipendenti di varie metrature, con comodo accesso indipendente, già arredati. Sono tutti orientati verso il lago, con giardino privato o, per i piani superiori, spazioso balcone con vista mozzafiato.

Grafica: QuiMedia

VIA SEGANTINI GRIES, appartamento con affaccio sul verde, mq. 150, atrio, ripostiglio, soggiorno con TERRAZZINA ABITABILE, cucina abitabile, 3 camere da letto doppie, doppi servizi, lavanderia, ulteriore camera a piano terra con ampia finestra. Cantina. A.P.E. G. + Ev. garage mq. 20.

Grafica: QuiMedia

VIA SAN QUIRINO MANSARDA con TERRAZZINO panoramico, no ascensore, ingresso, soggiorno con angolo cottura e caminetto, 2 camere da letto, bagno finestrato. A.P.E. G. € 310 mila + ev. garage € 28 mila.

sto auto condominiale, extra garage. C.E.G. € 350.000 2476 VIA DELLA VISITAZIONE: TRILOCALE di 104 2533 VIA UDINE: AMPIO e LUMINOSO TRILOCALE mq RISTRUTTURATO A NUOVO! Soggiorno, cucina, di 85 mq. Soggiorno, cucina, due stanze da letto, due stanze, due bagni, DUE BALCONI, soffitta, posto bagno, DUE BALCONI, cantina, posto auto, ESPOSI- auto assegnato, posto auto e giardino condominiale. ZIONE OVEST-EST-NORD! C.E.G € 260.000 2526 VIA BARLETTA: AMPIO E LUMINOSO TRILOCALE di 93 mq. Soggiorno, cucina, due stanze, bagno finestrato, 2 BALCONI, cantina, posto auto assegna- 2532 LAIVES: BELLISSIMO E AMPIO BILOCALE di 70 mq ULTIMO PIANO CON ASCENSORE! Soggiorno, to, extra garage di pertinenza. C.E.G. € 295.000 2523 VIA A. HOFER: BILOCALE IN OTTIMA ZONA cucina abitabile, bagno finestrato, BALCONE, cantiRESIDENZIALE di 44 mq. Cucina, stanza, bagno, na, posto auto condominiale. C.E.G. € 240.000 BALCONE, soffitta, giardino condominiale, PIANO 2531 LANA: TRILOCALE di 100 mq IN OTTIMO STATO! Soggiorno, cucina, due stanze, un bagno, un ripoALTO CON ASCENSORE! C.E.G. € 188.000 2521 PIAZZA GRIES: OCCASIONE! TRILOCALE di stiglio, una cantina, posto auto privato, extra garage, 90 mq DA RISTRUTTURARE! Soggiorno, cucina, due un orto e GIARDINO PRIVATO! C.E.D. € 335.000 stanze da letto, bagno finestrato, cantina, soffitta e 2528 MERANO: TRILOCALE di 85 mq IN OTTIMO STATO! Soggiorno, cucina abitabile, due stanze da posto auto condominiale. C.E.G. € 285.000 2520 VIA FIRENZE: TRILOCALE PARI AL NUOVO di letto, bagno finestrato, ripostiglio, BALCONE, canti85 mq! Soggiorno con angolo cottura, due stanze, un na. C.E.G. € 235.000 bagno finestrato, BALCONE, cantina, posto auto con- 2525 APPIANO: QUADRILOCALE PARI AL NUOVO di 120 mq. Soggiorno con angolo cottura, due bagni, dominiale ed extra garage. C.E.G. € 285.000 2511 VIA T. TARAMELLI: BILOCALE di 60 mq in ripostiglio, BALCONE, WINTERGARTEN, cantina, poOTTIMO CONTESTO ABITATIVO! Soggiorno, cucina, sto auto cond., extra garage. C.E.A. € 460.000 stanza da letto, un bagno, GRANDE BALCONE, ripo- 2524 MERANO: APPARTAMENTO in BUONO STATO di 137 mq, Soggiorno, cucina abitabile, 4 stanze, 2 stiglio, cantina, posto auto cond. C.E.G. € 238.000 2509 VIA ROEN: BELLISSIMO E LUMINOSO TRILO- bagni, ripostiglio, 2 BALCONI, cantina, posto auto di CALE di 70 mq! Ampio soggiorno con angolo cottu- proprietà. C.E.G. € 370.000 ra, due stanze da letto, bagno finestrato, ripostiglio, 2522 MERANO: AMPIO E LUMINOSO QUADRILOCALE di 140 mq. Soggiorno, cucina abitabile, tre stanze BALCONE e cantina. C.E.G. € 270.000 2507 VIA COMINI: AMPIO BILOCALE DI 50 mq. Sog- da letto, due bagni, ripostiglio, cantina, posto auto giorno con angolo cottura, bagno finestrato, magaz- condominiale ed extra garage. C.E.G. € 375.000 zino, e posto auto privato. ESPOSIZIONE EST/OVEST. 2512 MERANO: LUMINOSO QUADRILOCALE di 100 mq. Soggiorno, cucina abitabile, due bagni di cui uno C.E.G. € 235.000 2496 VIALE AMEDEO DUCA D’AOSTA: TRILOCA- finestrato, TERRAZZA, cantina, posto auto condomiLE PANORAMICO DI 110 mq. Soggiorno, cucina, due niale ed extra garage. C.E.E. € 255.000 stanze, possibilità di creare un’eventuale terza stan- 2510 MERANO: LUMINOSO TRILOCALE di 85 mq. za, due bagni, BALCONE, soffitta, ULTIMO PIANO! Soggiorno con angolo cottura, due stanze da letto, un bagno finestrato, GRANDE BALCONE, grande cantina C.E.G. € 455.000 2491 VIA DEL RONCO: OCCASIONE! AMPIO TRI- e giardino condominiale. C.E.G. € 285.000 LOCALE di 80 mq. Soggiorno, cucina abitabile, due 2505 LAIVES: QUADRILOCALE di 101 mq. TERZO stanze da letto, un bagno, DUE BALCONI, cantina, ED ULTIMO PIANO! Soggiorno, cucina, tre stanze, un bagno, DUE BALCONI, una soffitta, posto auto conposto auto condominiale. C.E.G. € 235.000 2490 VIA TORINO: AMPIO BILOCALE di 70 mq in dominiale, extra garage C.E.G. € 260.000 BUONO STATO! Soggiorno, cucina abitabile, stanza da letto matrimoniale, bagno finestrato, ripostiglio, GRANDE TERRAZZO! C.E.G. € 220.000 2483 VIA MACELLO: AMPIO E LUMINOSO APPARTAMENTO di 200 mq! Soggiorno, due cucine, quattro stanze da letto, quattro bagni, 2 grandi TERRAZZE, po-

50 1969 2019

ZONA RENCIO - VENDITA IN REGIME REGISTRO NUOVA COSTRUZIONE CASA CLIMA A III piano, soggiorno, cucina, tre camere, doppi servizi, balcone, cantina, garage VIA DUCA D’AOSTA I piano, 145 mq, ri-

TELVES

strutturato con doppio ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 3 camere, studio, doppi servizi, 2 balconi, 2 soffitte, garage - C.E.

appartamento su 3 piani in piccolo condominio di sole 4 unità. Soggiorno, cucina, servizio e giardino - al I piano 2 stanze e servizio - al II piano soggiorno con soppalco, zona mansardata e servizio.

in accertamento

PIAZZA MAZZINI piano alto, soggiorno, cucina abitabile, 4 stanze, ripostiglio, doppi servizi, balcone, garage - C.E. in accertamento

S.Osvaldo - Via Rio Molino - Via Cavour

CORSO ITALIA ultimo piano, 145 mq da

AFFITTI RESIDENZIALI

VIA CADORNA interno ottimo stato,

348 2513941 richieste@dallenogare.it www.dallenogare.it

Europa - Via Fago - Via Vintola - Via

VIA ROMA III piano, soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, due balconi - C.E. in accertamento ristrutturare - C.E. in accertamento

INFO e VENDITE

GARAGE IN AFFITTO: Via Guncina - Viale

ampio soggiorno con angolo cucina, una camera, doppi servizi, balcone, cantina, ev. garage. - C.E. in accertamento

IN VENDITA: Via Sant Osvaldo Via Fago - Via Cavour - Via Max Valier VARIE PROPOSTE SU APPUNTAMENTO

AFFITTI / VENDITE COMMERCIALI VIA VITTORIO VENETO affittasi ufficio piano terra 110 mq.

Mediazione non soggetta ad IVA

BOLZANO VIA PERATHONER, 17 Cesare Pallaver Iscr. ruolo cciaa n.1

Dr. Marina Pallaver Iscr. ruolo cciaa n.298

TEL. 0471 978286


E T R E F F O O I R A S R E ANNIV

ANNI

VALIDO DAL 15.04.

Senfter prosciutto cotto praga

-14% €

8,99 € 8,99 / kg 10,50

banco servito, al kg

Exquisa formaggio fresco € spalmabile gusti assortiti, 200 g 1 conf. + 1 conf. gratis

Strauss "Schlutzkrapfen" mezzelune agli spinaci e ricotta, surgelate, 500 g 1 conf. + 1 conf. gratis

Felix Ghiottonerie gusti assortiti, conf. da 4x100 g 1 conf. + 1 conf. gratis

1,69 € 4,23 / kg

Bio vom Berg macinato bio di vitellone conf. da 400 g, per conf.

Mila yogurt da bere gusti assortiti, 200 g 1 vasetto + 1 Vasetto gratis

Bolzano/Casanova, Brennero, Bressanone, 2x a Brunico, Castelrotto, Egna, 2x a Lagundo, Lana, Naturno, Perca, Prato, Rifiano, Scena, Silandro, Sinigo, San Martino in Badia, San Paolo/Appiano, Soprabolzano/Renon, Varna

BIO

4,69 € 11,73/ kg 4,99

€0,89 € 2,23/ kg

Filetto di salmone

2,30 €22,99 / kg 2.70

conf. convenienza ca. 600 g, per 100 g

Meggle Baguette refrigerata, gusti assortiti, 160 g 1 conf. + 1 conf. gratis

€1,70 € 5,31 / kg

-43%

DA 2 CONF.

€3,69 € 3,69 / kg

€2,30 € 2,88 / kg

Erika gelato gusti assortiti, 900 ml 1 conf. + 1 conf. gratis

Finish Tutto in Uno Max Limone 36+6 pastiglie per lavastoviglie, 781 g 1 conf. + 1 conf. gratis

-33%

-15%

€3,60 € 2,00 / l

€8,99 € 5,76 / kg

Le offerte hanno validità in tutti i punti vendita MPREIS dell'Alto Adige fino al 28.04.2019. IVA inclusa, fino ad esaurimento scorte. I prezzi originari sono i nostri vecchi prezzi di vendita. Salvo errori di stampa.

Lavazza caffè Qualità Oro

€4,99 € 9,98 / kg 8,80

macinato, conf. da 2x250 g a partire da 2 conf.

Lumino per cimitero rosso o bianco, con coperchio 1 lumino + 1 lumino gratis

3,60 € 1,80 / pz.

DA 3 CONF.

€1,59

Latteria Vipiteno Burro

€ 6,36 / kg 2,39

250 g a partire da 3 conf.

Rana Sfogliavelo pasta fresca ripiena, 250 g, gusti assortiti, refrigerata 1 conf. + 1 conf. gratis

Castelfeder Alpenthal Pinot Grigio, Chardonnay, Cuvee Rosso Vigneti delle Dolomiti IGT Trentino - Alto Adige 750 ml, 1 bott. + 1 bott. gratis

Scottonelle carta igienica 4 rotoli

€3,30 € 6,60 / kg

€10,00 € 6,67 / l

1,99 € 1,00 / conf.

1 conf. + 1 conf. gratis

www.mpreis.at

Profile for suedtirolonline

QuiMerano nr8 2019  

QuiMerano nr8 2019