Page 1

Poste Italiane S.P.A. – Spedizione in A.P. – 70% – CNS Bolzano

In caso di mancato recapito restituire a Bolzano CPO per la restituzione al mittente, previo pagamento resi

nr. 23 - 1.12.2016 | Euro 0,40

Contiene IP/IR

> 76.000 copie in Alto Adige

SPECIALE Eventi

IN ALLEGA TO

Le feste si passano a Trento a teatro

SCUOLA-LAVORO

Sperimentiamo quindi siamo Nuovo polo tecnologico alle Einaudi: un investimento di 25 milioni di euro

pag. 6

QUARTIERI

Arci Bolzano compie 40 anni Partiti i festeggiamenti pag. 13

CULTURA

Bonovox al Sudwerk Il 16 dicembre grande tributo alla band di Dublino pag. 4

pag. 32


Qualità di vita Da un decennio a questa parte siamo abituati a primeggiare a livello italiano nella classifica della qualità della vita dei nostri capoluoghi, con Trento dal 2011 prima in classifica. Alcuni giorni fa siamo però stati scalzati da Mantova, meritevole cittadina lombarda - che solo per il Palazzo Te, il teatro Bibiena e piazza Sordello e le opere dei Gonzaga ha diritto di primeggiare in classifica - ma soprattutto da Belluno, che come molte città di provincia ha compreso che solo qualità e servizi assicurano la permanenza degli abitanti in città. Noi, che siamo abituati (e forse un po’ viziati…) ad un certo standard di benessere garantito da servizi e qualità di vita, abbiamo disimparato ad occuparcene in modo attivo: la nuova classifica ci indica come si possa velocemente perdere il primato, se non si lavora quotidianamente ad esso. Fuori dalle nostre provincie, e senza andare neanche troppo lontano, le realtà sono ben diverse: gli ultimi 15 anni sono stati devastanti per molte realtà economiche di rilievo quali il vicentino, la Brianza, il veronese e addirittura il lago di Garda. I fattori che determinano soprattutto la discesa dalla classifica sono il lavoro, i servizi finanziari e scolastici, il disagio sociale e l’ambiente. Non possiamo certo negare che il benessere sia un nostro fiore all’occhiello, ma

sicuramente alcuni cambiamenti politici e di budget, nonché alcune emergenze sociali degli ultimi anni hanno spostato il focus. Stiamo cercando di mantenere e molto meno di rinnovare, ma soprattutto innovare: rimane questa la nostra più granEDITORIALE de limitazione, la paura di apportare veri e propri cambiamenti, di importare o di creare cose del tutto nuove. Manca quello spirito combattivo dei sudtirolesi, ma anche quello pionieristico degli italiani arrivati in Alto Adige; ci siamo un po’ arresi, o forse seduti sugli allori della nostra qualità. A volte sembriamo ancora in attesa che la Provincia sia l’unico ente ad indicarci la via. Invece oggi più che mai si delinea nel mondo la tendenza della privatizzazione, delle iniziative e delle idee; che come delle start up originali, possono con creativa determinazione e organizzazione reinventare e migliorare, oppure consolidare anche una vita sociale. Il gruppo, le idee e un rinnovato senso di comunità possono determinare un nuovo benessere basato sulle scelte comuni, più che su dogmi condivisi e imposti.

QUIINTERVISTA A RICCARDO RIZZO

Ammiro gli “eroi delle piccole cose” Laureato in pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna, coordinatore dell’area artistica per Volontarius con diversi progetti, da Murarte a DiversaMente Insieme e Comunica Strada, Riccardo Rizzo è anche il presidente della neonata associazione culturale “Take Part”. Classe 1977, Rizzo ama i viaggi e la musica: negli anni ha fatto parte come cantante di alcuni gruppi hard core-punk e metal di Bolzano. Il mio maggior pregio. La capacità di comprendere, unita a determinazione e ostinazione...sono tre qualità, ma le considero tre facce di un unico concetto. Devo descriverlo così, perché non credo esista una parola che lo definisca esaustivamente. Il mio principale difetto. La paura di ferire o deludere gli altri. Sono stato più felice... Il 16 settembre 2013, quando ho visto venire al mondo mio figlio. E più infelice. Nel 2004, gli ultimi sei mesi di

mio padre. La persona che ammiro di più. Ammiro gli “eroi delle piccole cose”. Il capriccio mai tolto. Prendere un treno a caso per vedere dove mi porta. L’ultima volta che ho pianto. Qualche anno fa, per amore. Il paese dove vorrei vivere. Trinacria. Il piatto preferito. Adoro i piaceri del palato... il cous cous palestinese del commercio equo come lo preparo io e poi spa-

ghetti... aglio, olio, peperoncino, alla bottarga, alla bolognese, ai broccoli, orecchiette alle cime di rapa! Ah, e potrei suicidarmi per indigestione di polpette di carne al sugo... Il mio pittore preferito. Non posso rispondere a questa domanda! Ogni grande artista è unico e incomparabile con un altro. Del mio aspetto non mi piace… Le occhiaie! Non sopporto… L’arroganza e la stanchezza ai piedi. Qualità preferita in un uomo. Il senso di fraternità. E in una donna. L’intelligenza femminile. La mia paura maggiore. Sprecare tempo. Il giocattolo più amato. Quelli di legno che ha mi ha costruito mio padre...e il lego! La disgrazia più grande. Il neoliberismo. La massima stravaganza. Una volta ho creduto di salutare un

vecchio amico con tanto di famiglia e amici...quando mi sono accorto che non era lui ho retto il gioco per buoni 5 minuti (lunghissimi) mentre questo poveretto si chiedeva chi fossi... Mi sono sentito orgoglioso... Quando ho organizzato la prima edizione della 39c graffiti jam. Il mio motto. Mettercela tutta. Il mio primo ricordo… Una bella sgridata perché ho disegnato una fattoria con tutti gli animali usando il marker indelebile a punta larga sul muro della cucina, ...aaah l’odore di quei marker! Dove mi vedo tra dieci anni. Non riesco a mettere a fuoco perché il soggetto non sta mai fermo... Per un giorno vorrei essere. Donna. Se fossi un animale sarei… Un gatto incrociato con uno scoiattolo e un gufo. L’ultima volta che ho pregato… L’11 settembre scorso al cimitero.


STORIA DI COPERTINA

4

SUCCEDE IN REGIONE

foto: ©Alexandre-Galliez

Il Centro Servizi Culturali S. Chiara propone due spettacoli per tutta la famiglia durante le feste di Natale e Capodanno.

Cuisine&Confessions

TRENTO C’è una ragione in più per programmare una visita a Trento nel periodo delle Feste natalizie: la offre il Centro Servizi Culturali S. Chiara con un doppio appuntamento in calendario al Teatro Sociale. Saranno sette giorni di spettacolo per tutta la famiglia, che dal 24 al 28 dicembre potrà godere dell’originale performance di circo-teatro “Cuisine et confessions” proposta dalla compagnia canadese Les 7 doigts de la main e che nelle giornate del 31 dicembre e 1 gennaio ritroverà le fantasie acrobatiche dei Sonics, già applaudite in occasione del Capodanno nel recente passato, con il nuovo spettacolo, “Toren”. Il sipario si alzerà per la prima volta alla vigilia di Natale sulla Compagnia “Les 7 doigts de la main”, surreale a partire dal nome (Le sette dita della mano). Per la prima volta a Trento, arriva dal Québec e si è imposta sul piano internazionale grazie alla qualità dei suoi artisti: acrobati straordinari, ottimi

foto: ©Alexandre-Galliez

Natale e Capodanno passatelo a teatro a Trento con il Centro Servizi Culturali S. Chiara

danzatori e performers di teatro contemporaneo. «CUISINE ET CONFESSIONS» è uno spettacolo originale e sorprendente nel quale la preparazione di cibi veri e propri, perfettamente commestibili, dà lo spunto per straordinari numeri di acrobazia danzata, ad alto tasso spettacolare e giocati sul tempo di cottura che, come è noto, non perdona. Sul palco

GLI SPETTACOLI TRENTO – Teatro Sociale ● CUISINE ET CONFESSIONS sabato 24 dic 2016, ore 16 domenica 25 dic 2016, ore 20.30 lunedì 26 dic 2016, ore 20.30 martedì 27 dic 2016, ore 20.30 mercoledì 28 dic 2016, ore 20.30 ● TOREN sabato 31 dic 2016, ore 21 domenica 1 gen 2017, ore 18


STORIA DI COPERTINA

ci saranno i fornelli, l’acquaio, il frigorifero, il forno a microonde, e sarà questa inedita scenografia ad accogliere uno spettacolo potente e di fortissimo impatto, dove la vita quotidiana, anche con le sue banalità, viene esaltata nella dimensione della finzione e del meraviglioso. Ma, in quest’atmosfera esilarante e surreale, ci sarà spazio anche per le confessioni: dal primo bacio al sapore di cioccolato, a una serata solitaria tra una tisana e un barattolo di marmellata, fino ai reconditi segreti delle ricette che ogni famiglia gelosamente custodisce. Per la serata di San Silvestro e il Capodanno tornano invece a Trento con una nuova avventura i Sonics, ensemble di caratura internazionale che sa coniuga-

foto: ©Charlie Steve Dagna

re acrobazie aeree mozzafiato e performance atletiche dove potenza e grazia fisica creano un mix perfetto, base per i loro spettacoli sempre sospesi tra sogno e realtà. «TOREN» è un vero e proprio “inno” al colore, che è simbolo di felicità, passione e speranza. Sul palco si dipana la storia di un uomo che, intrappolato nella routine giornaliera, vive una vita in “bianco e nero”, incapace di cogliere le mille e colorate sfumature della realtà. Un giorno però qualcosa sconvolge questi equilibri e l’uomo scivola in un mondo di colore e stupore dove, grazie ad un salvifico stravolgimento di punti di vista, iniziano a succedere cose incredibili. Anche con questo nuovo spettacolo i Sonics andranno “alla conquista” degli spazi del Teatro Sociale disegnando coreografie, interagendo con macchine e attrezzi di scena di loro invenzione, ma anche calandosi dalle “americane”, dal graticcio e dai palchi. Per riprodurre quella Meraviglia che già in più di una occasione ha saputo affascinare il pubblico trentino.

Toren

(p.r.*) Centro Servizi Culturali Santa Chiara: info 800 013952 pinfo@centrosantachiara.it

foto: ©Charlie Steve Dagna

Due spettacoli, “Cuisine et confessions” dal 24 al 28 dicembre e “Toren” a San Silvestro e Capodanno

5

Toren

Toren


SUCCEDE IN CITTÀ

6

Sperimentiamo, quindi siamo

Un investimento di 25 milioni di euro per Bolzano. Non solo aula: scuola e formazione professionale si esercitano in laboratorio. Venerdì 25 novembre è stato inaugurato ufficialmente un nuovo polo tecnologico all’avanguardia presso il Centro di Formazione Luigi Einaudi a Bolzano. Nell’edificio di mattoni rossi in via Santa Geltrude ha sede il Centro di Formazione Professionale Einaudi di Bolzano. Iniziamo il nostro tour dei nuovissimi laboratori accompagnati dal Direttore Mauro Bruccoleri. Primo stop nell’Area meccanica, che vede le lavorazioni di saldo-carpenteria con un gigantesco macchinario all’avanguardia per il taglio laser; nel laboratorio accanto torni e frese a controllo numerico molto sofisticate. Ci viene incontro Mattia della classe IV TCMIA (Tecnico per la Conduzione e Manutenzione degli Impianti di Automazione). Cosa ne pensi di questi nuovi laboratori? Decisamente migliori rispetto ai vecchi, molto più all’avanguardia e molto più facili da raggiungere perché all’interno della scuola. Quanto pensi possa aiutare il poter utilizzare questo tipo di laboratorio? Tan-

tissimo, perché dà la possibilità di sperimentare quanto appreso. La scuola poi, ci prepara molto bene per i nostri periodi di stage e per quello che ci aspetta “sul campo”. Certo una cosa è realizzare l’impianto elettrico di una casa vera e un’altra è riprodurre il tutto qui in laboratorio sui pannelli didattici: qui è in scala ridotta, ma comunque utilissimo. E per quanto riguarda la sicurezza? Si presta molta attenzione a non farsi male quando si lavora e gli insegnanti sono giustamente esigenti sotto questo aspetto. Ad esempio, utilizziamo i tubi di aspirazione e quando lavoriamo in laboratorio elettrico, si sta molto attenti a non essere sotto tensione. La stessa attenzione che poi Mattia dobbiamo avere anche sul posto di lavoro. Passiamo attraverso i laboratori di automeccanica e carrozzeria dove campeggiano auto vere e proprie e dove i ragazzi possono sperimentare quanto appreso in aula. Approdiamo poi nel regno della grafica. I ragazzi preparano al computer quanto poi realizzeranno nei laboratori di stampa. Ci permettiamo di disturbare Luca classe III Grafico.

La tua impressione sui nuovi laboratori? Ci si sente molto più “tecnologici” perché abbiamo a disposizione molti più macchinari. Questo ti va venire voglia di imparare. Riscontri di quanto appreso qui nei tuoi stage in azienda? Tantissimi. Quest’anno ho lavorato come stampatore e mi sono sentito a mio agio perché sapevo già come “muovermi”. Ho realizzato diverse cose, alcune delle quali sono anche andate all’estero. Pensi quindi che la scuola prepari adeguatamente per il mondo del lavoro? Assolutamente sì. Addirittura mi hanno già offerto un posto di lavoro per quando finirò la scuola. Quasi tutti i miei ex compagni di scuola che hanno già finito lavorano nel settore per cui hanno studiato. Abbiamo inoltre molto appoggio da parte dei prof. Sono sempre disponibili ad aiutarci e per qualsiasi dubbio o domanda. Io provengo da un’altra scuola superiore e posso dire che la cosa non è poi cosí scontata. Ci trasferiamo rapidamente nel laboratorio per l’impiantistica elettrico-elettronica e questa volta è Riccardo, classe III elettricoelettronici che parla. Cosa ne pensi dei nuovi laboratori? Sono molto all’avanguardia e molto utili

foto: MDiQuirico

SCUOLA-LAVORO

per il mio futuro: per riuscire a fare bene questo mestiere servono molte ore di pratica, soprattutto sui circuiti. Quanto ti ha aiutato negli stage la tua preparazione? Mi sono trovato facilitato nel svolgere tante attività proprio perché ho una preparazione adeLuca guata. Gli stage sono stati molto utili: ho imparato molto sul campo e poi tante cose è anche utile riportarle a scuola al rientro, per migliorare magari il modo di fare lezione. Il Direttore della Scuola Mauro Bruccoleri ci spiega che le attività che si

Dati tecnici del nuovo edificio ● 16 grandi spazi didattici ● un’autorimessa da 40 posti. ● cubatura complessiva pari a 48.000 m³. ● costi complessivi circa 25,7 milioni di Euro. Partecipanti al progetto ● Direttore di Ripartizione reggente Dott. Arch. Andrea Sega ● Responsabile unico del progetto Dott. Arch. Marialaura Lorenzini ● Progettista e Direttore generale lavori Dott. Arch. Carlo Azzolini


svolgono nei nuovi laboratori costituiscono una grande fetta del percorso formativo dello studente che vuole imparare un “mestiere”. La competenza tecnico-pratica accanto alla formazione diciamo più classica di aula, riesce a creare un cittadino maturo pronto ad inserirsi nel mondo del lavoro. Rapporto scuola–lavoro: cosa ci dice a proposito? La Formazione Professionale Italiana mantiene uno stretto contatto con il territorio e con le aziende che si rendono disponibili per gli stage e successivamente anche ad assumere i ragazzi e le ragazze diplomate. Spesso sono le stesse aziende che ci fanno direttamente richiesta e non abbiamo mai avuto problemi ad inserire i ragazzi. Bisogna comunque essere molto attenti a quelli che sono i cambiamenti sia del territorio, che del mercato del lavoro vero e proprio. Ad esempio, il settore grafico è in grande espansione verso nuovi ambiti, mentre l’a-

rea meccanica, pur aggiornandosi la tecnologia, mantiene le stesse tipologie di lavorazioni. Questo ci porta a rivedere la nostra offerta formativa adeguandola alle nuove esigenze. Fiore all’occhiello e difetto di questo Centro di Formazione Professionale? Fiore all’occhiello è la nostra capacità di rispondere adeguatamente alle richieste di ragazzi e ragazze che ci domandano di inserirsi nel mondo del lavoro e ci impegniamo molto anche a livello di motivazione che costituisce una leva imporRiccardo tante, direi fondamentale, per raggiungere certi traguardi. Area di criticità? Credo una certa consapevolezza, a livello interno, che i ragazzi che approdano qui dovrebbero arrivarci per motivazione, non per ripiego. Questo è retaggio di una certa cultura di anni passati che fa fatica a morire. Obiettivo futuro è anche quello di lavorare sull’orientamento aiutando i ragazzi a scegliere il Centro di Formazione, non come

ultima spiaggia per non essere riusciti a fare altro. I nuovi laboratori sono stati consegnati, con perfetta tempistica, lo scorso maggio alla Scuola Professionale Luigi Einaudi di via Santa Gertrude a Bolzano. L’avvio dell’anno formativo 2016/2017 ha segnato anche l’inizio ufficiale dell’attività dei nuovi laboratori considerati all’avanguardia e un vero e proprio fiore all’occhiello del sistema scolastico in lingua italiana della Provincia di Bolzano. Questo progetto è stato salutato e promosso con entusiasmo dall’Assessore competente Christian Tommasini, che ha sempre visto nella Formazione Professionale uno dei soggetti chiave per fornire ai giovani percorsi formativi al passo con le esigenze di innovazione del mercato del lavoro e, alle imprese, un partner credibile per la formazione delle maestranze. “Attraverso questa struttura – afferma l’assessore

7

– l’azione didattica riesce ad avvalersi delle più aggiornate soluzioni architettoniche e delle più innovative tecnologie. I nostri ragazzi hanno la possibiltà di sperimentare e di creare mettendo alla prova le proprie capacità ed abilità”. (p.r.*)

foto: MDiQuirico

SUCCEDE IN CITTÀ


EUROPA – NOVACELLA

8

IN BREVE

SOCIETÀ

MOSTRA

HERE I AM

Il centro giovani BluSpace, di MusicaBlu, organizza due incontri per chitarristi o curiosi, davvero importanti. Il primo si terrà venerdì 2 dicembre dalle 18 alle 21 al centro di via Sorrento 12/a. Protagonista della prima “clinic” Luca Colombo, mentre il 10 dicembre dalle 15 alle 18 sarà la volta di Manuel Randi. Al termine dell’incontro, si svolgerà un open jack, con i chitarristi che parteciperanno. Tutti potranno far ascoltare agli altri un pezzo senza limiti di genere e distinzioni di livello: jazz, pop, rock, fingerstyle. Info 331 7538866.

MUSICANTI Sabato 3 dicembre alle 20.30 al teatro Cristallo si terrà lo spettacolo musicale “Musicanti”, nel quale il Corpo Musicale “Mario Mascagni” si esibirà, come da tradizione, in un concerto di fine anno, ospitando per l’occasione il coro “Note di classe”. Ingresso libero.

Le nuove schiave NOVACELLA Isoke Aikpitanyi è una ragazza nigeriana che ha deciso di lasciare il suo Paese per cominciare una nuova vita in Europa. Il suo era il sogno di una vita normale: un lavoro, una casa e la possibilità di mandare un aiuto alla famiglia. Ma la scelta di partire si rivela una trappola terrificante. Isoke si ritrova sola, spaventata e costretta a prostituirsi. Notte e giorno, sette giorni su sette, in stato di gravidanza o subito dopo un aborto. Dopo anni di atroci sofferenze, Isoke decide di ribellarsi e scappare. Fonda un’associazione che si occupa di assistere le vittime della

foto:www.bandieragialla.it

RANDI E COLOMBO AL BLUSPACE

tratta. I racconti di donne come lei rivelano una storia non solo di violenza sulle donne, ma di diritti umani negati, che apre uno squarcio sullo strapotere della criminalità organizzata. Autrice del libro “Le ragazze di Benin City”, Isoke Aikpitanyi sarà a Bolzano il 9 dicembre alle 20.30, ospite della serata dal titolo “Le nuove schiave. Dalla Nigeria ai marciapiedi di Bolzano”. Presenti anche Marina Della Rocca, antropologa di GEA Bolzano e Marina Bruccoleri, Francesco Campana e Nadia Gagliardini del Progetto Alba Ass. La Strada – Der Weg, che illustreranno la realtà a livello locale, le difficoltà e gli sforzi che vengono fatti sul territorio. L’incontro si terrà presso la Sala don Lino Giuliani al centro Culturale Cristallo. L’ingresso è libero.

NOVACELLA La realtà della nostra città vista attraverso un obiettivo. Questa la prospettiva particolare offerta a un gruppo di profughi e richiedenti asilo alla Casa Aaron con il workshop di fotografia tenuto da Ludwig Thalheimer. Il fotografo bolzanino ha prestato ad ogni partecipante una macchina fotografica digitale e, dopo un breve corso introduttivo sul suo utilizzo, ha lasciato i corsisti liberi di girovagare per la città, per raccogliere testimonianze visive della realtà che stanno imparando a conoscere. Il risultato di questo workshop dal titolo “Here I am” verrà presentato nella mostra che sarà inaugurata il prossimo 6 dicembre alle ore 18 nel foyer del teatro Cristallo e rimarrà visitabile fino all’8 gennaio prossimo, negli orari di apertura del caffè.

AUGURI DIPINTI della cornice” in via Torino 73. L’inaugurazione si terrà alle ore 18. Tanti auguri Elsa da tutti quelli che ti vogliono bene!

Gli 80 di Elsa NOVACELLA Venerdì 9 dicembre, in occasione dell’80esimo compleanno di Annalisa (Elsa) Stifter, si terrà un vernissage presso la “Casa

AUGURI Caro Giovanni, caro Papà, Tantissimi auguri a te che hai imparato tanto dalla vita e che insegni tanto a tutti noi. Ti vogliamo bene. Cristina, Franci, Stefano & Co.


Quali sono le risorse disponibili?

Che cos’è Biblioweb BIBLIOWEB è un portale di risorse digitali che offre l’accesso da qualunque luogo e gratuitamente a quotidiani italiani e stranieri, e-book, audiolibri, musica, video, banche dati e altro ancora. L’Ufficio Biblioteche della Provincia Autonoma di Bolzano ha infatti messo a disposizione delle biblioteche l’abbonamento annuale alla piattaforma per offrire nuove opportunità di lettura accanto ai libri e media tradizionali. Le risorse disponibili sono consultabili in streaming oppure scaricabili a seconda delle tipologie e delle licenze dei materiali. Come si accede Gli utenti iscritti al sistema delle biblioteche italiane della provincia di Bolzano possono scaricare o consultare gratuitamente i contenuti digitali all’indirizzo biblioweb.medialibrary.it con il proprio codice fiscale. Come funziona il prestito digitale Accedendo a Biblioweb è possibile scaricare e-books su computer, smartphone, tablet o e-book reader in prestito digitale per un periodo di 14 giorni. Per maggiori informazioni consulta il sito di Biblioweb e la Guida Rapida al link biblioweb.medialibrary.it/help/guida. aspx

1 / EDICOLA Le principali testate nazionali e internazionali e riviste da tutto il mondo consultabili ogni giorno in versione digitale.

E-BOOK / 2 Ampia selezione di e-book, dai classici alle ultime novità editoriali disponibili per la consultazione online e il prestito digitale.

MUSICA / 3 Vasti repertori musicali da ascoltare in streaming,online o scaricabili

4 / AUDIOLIBRI Scegli e ascolta gratuitamente audiolibri letti ad alta voce da famosi attori e lettori professionisti.

E – LEARNING / 5 Corsi di lingua, fotografia, informatica e altri argomenti liberamente accessibili online.

6 / BANCHE DATI Ricca raccolta di banche dati dove trovare archivi storici di quotidiani italiani e stranieri, gazzetta ufficiale, archivio Luce, il progetto Digita Vaticana e tanto altro.

7 / VIDEO Ampia raccolta di filmati open e film scaricabili con un limite di 2 download mensili.

IMMAGINI / 8 Raccolte di documenti iconografici, fotografie, disegni e materiali storici.

LA BIBLIOTECA APERTA 24 ORE SU 24

…SCOPRI LE NOVITÀ! Accedi alle collezioni free di spartiti musicali, APP, Scientific Journal e videogiochi!

Assistenza Per saperne di più consulta l’elenco delle biblioteche che partecipano al progetto al seguente indirizzo bolzano.hosted.exlibrisgroup.com/primo_library/libweb/action/search.do?vid=bolzano accedendo al link “Info Biblioteche”.

Con la collaborazione di: Biblioteca Provinciale Italiana “Claudia Augusta”, Biblioteca Civica di Bolzano, Biblioteca Civica di Merano, Biblioteca “Don Bosco” di Laives, Biblioteca “Endidae” di Egna.


DON BOSCO – FIRMIAN

10

INIZIATIVE

COMUNITÀ

Festa d’inverno Avvento a Don Bosco DON BOSCO Ricchissimo il programma al Centro Syn, come accade da diversi anni ormai, per prepararsi al Natale assieme all’intera comunità, ma che in realtà dura fino all’Epifania. Calendario fitto di eventi per tutte le età, che ha preso il via già nei giorni scorsi con un corso per imparare a preparare l’ambientazione giusta per un presepe casalingo. Il corso durerà fino al 13 dicembre, il martedì sera dalle 20.30 alle 22.30 nelle sale del centro giovanile Pierino Valer (info 0471 921877). Venerdì 2, 9 e 16 dicembre alle 16 presso il Centro Anziani Senior Club di via Montecassino è previsto un momento di riflessione e dialogo sull’Avvento aperto a tutti, mentre alla Biblioteca S. Amadori a partire dal 1° dicembre e fino al 22 i bambini potranno ogni giorno aprire una casella del Calendario dell’Avvento e scoprire tante sorprese e inizitive proposte dalle animatrici Jenny e Martina. In particolare, martedì 6,13 e 20 dicembre ci sarà il laboratorio nataliazio “Creiamo insieme”, men-

tre mercoledì 7, 14 e 21 dicembre si terranno delle letture a cura di Rosy Crepaldi dal titolo “Avvento sotto le stelle”. Sabato 3 dicembre spazio alle voci dei cori Castel Flavon e Corale Due Torri di San Michele Mondovì (CN), che si esibiranno alle 20.30 nella Chiesa Don Bosco in un concerto natalizio a ingresso libero. Immancabile anche il Marcatino solidale di Natale, che si terrà però presso l’atrio dell’Ospedale San Maurizio il 12 e 13 dicembre. Spazio ancora ai bambini giovedì 15 dicembre dalle 15 alle 18.30: nel cortile della Chiesa di Don Bosco è previsto un laboratorio natalizio per bambini e ragazzi per imparare a decorare le saponette profumate.Per gli amanti dei presepi, edizione numero tredici della mostra sui presepi nella Sala Finetto del Centro Syn, che sarà inaugurata venerdì 16 dicembre alle 17.30 con le note del Coro Castel Flavon. L’esposizione sarà visitabile dal mar al sab dalle 15.30 alle 18.30 e domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 19 fino all’8 gennaio 2017.

DON BOSCO Sabato 17 dicembre dalle 15 alle 19 torna la Festa d’inverno alla Sala Polifunzionale di piazzetta A. Frank. In programma una serie di laboratori manuali con materiale di riciclo, uno spettacolo ed una merenda per tutti. Organizzata come sempre da La Vispa Teresa, questa festa rappresenta un importante appuntamento, ormai fisso, per la comunità che abita nel quartiere Don Bosco. Negli ultimi due anni, in particolare, è aumentato notevolmente il numero dei partecipanti: si tratta per la maggior parte di famiglie giovani con bambini provenienti da Casanova, ma è ovviamente aperta a tutta la cittadinanza.

MUSICAL DI NATALE

Una storia d’amore

Grafica: QuiMedia

DON BOSCO Il Coro Coral della parrocchia di San Pio X e alcuni musicisti e attori del Centro Giovanile metteranno in scena il musical “Una storia d’amore”. L’appuntamento è per le ore 20.30 di domenica 17 dicembre presso la chiesa San Pio X di via Resia. Il tema di questo musical è l’amore: l’amore

si trasferisce con il 16 dicembre 2016 nella sua nuova sede in via Wolkenstein 4 a Bolzano

Coral S. Pio X

tra Maria e Giuseppe, l’amore tra Dio e le sue creature, l’amore che si incarna in Gesù. Alla luce delle vicende di Maria e Giuseppe, dei loro dubbi e tormenti ma anche della loro felicità, si affronteranno temi importanti quali il matrimonio, la famiglia, il servizio al prossimo. L’ingresso è libero.

CONGRATULAZIONI Congratulazioni al mio caro

Giovanni

laureatosi il 16 novembre scorso alla LUB di Bolzano in Art e Design con voto 108/110. Con l’augurio di un felice proseguimento ricco di soddisfazioni. Tuo papà


DON BOSCO – FIRMIAN

11

SCUOLA Le prof.sse di inglese Patrizia Tambosi e Sally Gabrielli terranno il laboratorio “Making it real”, una trasposizione visiva (video e pittura) della storia e della letteratura. Ci saranno anche diversi laboratori musicali con i proff. Cagol, Parigino, Simonazzi e Punzi, nonché la possibilità di osservare le stelle presso l’osservatorio della scuola

Lunga notte del Pascoli noci, i partecipanti realizzeranno burattini o Puppenfinger, oppure il laboratorio di incisione grafica, “EX-libris”, a cura del Prof. Francesco Porcelli e il laboratorio “Dal baco alla pittura” del prof. Ciulla. La prof.ssa Carla Arcieri, con i suoi alunni, terrà il laboratorio “Zentangle: scarabocchi ad arte”. Il prof. Graziano Abelli si occuperà di Agorazein: filosofare e filosofeggiare. Ci sarà spazio anche per gli amici a quattro zampe con il laboratorio per la creazione dei “Baubiscottini natalizi”, tenuto da Katya Cervio in cui si cucineranno dei buonissimi biscotti per cani.

Per info e iscrizioni: www.liceopascolibz.it Fb: Lunga Notte del Pascoli Segreteria: 0471 923361

IN BREVE SAN NICOLÒ A DON BOSCO Martedì 6 dicembre alle 17 San Nicolò farà tappa a Don Bosco, – anche in caso di pioggia – precisamente nella piazza davanti alla chiesa S. Maria in Augia, per portare dolcetti ai bambini del quartiere. Organizza il Consiglio di Quartiere Don Bosco.

ALLA CORPUS DOMINI La Corale Corpus Domini invita la popolazione al concerto del Coro Amici dell’Obante (Città di Valdagno - VI) sabato 3 dicembre alle 18 presso la Chiesa Corpus Domini. Il coro, diretto dalla prof.ssa Svetlana Skorobogataia Malets, animerà la S. Messa e proporrà, al termine, un breve concerto. L’ingresso è libero.

P per renot ati un GRA consu 047 TUIT lto 1 26 O 546 2

Grafica: QuiMedia

Grafica: QuiMedia

FIRMIAN Il 2 dicembre dalle 18 alle 23 il liceo in via Grazia Deledda 4 si illuminerà anche di notte, con la Lunga notte del Pascoli. La scuola bolzanina aprirà le porte alla cittadinanza offrendo al pubblico laboratori e workshop per far conoscere la struttura e la sua molteplice offerta formativa. I laboratori sono rivolti ad adulti, ragazzi e bambini previa prenotazione.Tra le varie proposte il laboratorio per bambini dai 7 ai 12 anni “Burattini in scena” tenuto dalle prof.sse Mariella Cocca e Nadia Pilati dove, attraverso l’ascolto della musica e lettura della storia dello Schiaccia-

a cura del prof. Segato e un’attività in palestra: “GiochiAmo: giochi di una notte di mezzo inverno” con le prof.sse Bruna Franceschini e Lucia Zamperlin. Queste sono solo alcune delle tante proposte che il Liceo Pascoli offrirà alla cittadinanza, troverete tutte le informazioni sulla pagina facebook o chiamando in segreteria.

Hairstyle - Nails - Wellness - Aesthetic - Solarium - Massage

Exit Center Total Wellness Center Via della Visitazione 2 - Bolzano - Tel. 0471 265462 - www.exitcenter.it


12

GRIES – SAN QUIRINO

ALTOATESINI NEL MONDO

“Italia affascinante, ma non per lavorarci” La ormai nota espressione “fuga di cervelli” non rende giustizia a ciò che il fenomeno rappresenta. Chiamandolo in questo modo infatti ci si rapporta ai nostri connazionali trasferiti all’estero come se fossero unicamente delle risorse utili al Paese, che lasciandoci ci tolgono del potenziale per la crescita economica. Ci si dimentica troppo spesso, che questo “fuggire” altro non è che la speranza di poter essere felici. Era Aristotele e dire che non basta “vivere”, bisogna riuscire a “vivere bene”. Mi capita però di sentire persone sostenere che “i giovani dovrebbero rimanere nel proprio Paese per combattere questa crisi dall’interno”. Ma cosa motiverebbe questa sacrificio patriottico? Ammesso che lo sia davvero. Capita troppo spesso che gente motivata e dotata di talento non venga presa in considerazione e che viva una condizione a metà tra la frustrazione e la rassegnazione. Il nostro presente storico vuole far passare indirettamente la mentalità che per lavorare bisogna essere disposti a rinunciare a qualcosa: ferie o malattie pagate, stipendio dignitoso, orari contenuti ecc... Ma non dovrebbe essere il contrario? Non dovrebbe essere proprio il lavoro a dare quei diritti e quel sostentamento che fa di un uomo un cittadino? La cosa migliore

è parlare direttamente con chi tutta questa situazione l’ha vissuta, come Philipp Dalmolin, che da Bolzano si è trasferito a Zurigo. In quali luoghi hai vissuto finora? Un anno negli Stati Uniti durante gli studi, a Bologna per tre anni durante l’Università, un anno in Cina dopo la laurea, tre anni a Vienna subito dopo la Cina. Da fine 2014 vivo in Svizzera a Zurigo. Perché hai scelto infine Zurigo? Dopo un breve periodo a Como nel 2014, sono stato contattato da un’amica ed ex collega conosciuta a Vienna che mi aveva raccomandato per una posizione a Zurigo, nell’azienda in cui lavora. Non avevo mai visitato Zurigo prima, ma l’insieme di natura (lago, vicinanza alle montagne, clima), offerta di lavoro, vicinanza

con l’Italia e ambiente molto internazionale mi hanno convinto subito. Quali caratteristiche, che in Italia non sei riuscito a trovare, si sono rivelate importanti per te? L’Italia è un paese estremamente affascinante, ricco di cultura, storia, natura. Ha un potenziale altissimo, tuttavia il mondo del lavoro soffre. Qualche anno fa, dopo essere tornato da Vienna, ho passato qualche mese a fare colloqui di lavoro, principalmente nel centro-nord Italia. Ho sette anni di esperienza nel mio campo con grossi clienti e all’estero non ho mai avuto problemi a ricevere offerte di lavoro interessanti e ben retribuite. In Italia, vuoi per la situazione economica, per i tagli ai finanziamenti o gli aumenti delle tasse, l’offerta migliore che ho ricevuto – da una delle più grandi agenzie di web-marketing in Italia e dopo ben quattro colloqui – è stata un contratto a progetto di sei mesi, rinnovabile, con stipendio di 1.200 euro. Mi sono permesso di rifiutare l’offerta. Credo, inoltre, che molto spesso le aziende si approfittino dell’altissima offerta di neo-laureati in Italia per giocare al ribasso. In fase di contrattazione con vari datori di lavoro mi sono varie volte sentito dire: “Beh, c’è la fila fuori dalla porta, piena di candidati disposti a lavorare di più per molto meno di quello che chiedi tu”. Molta gente è costretta ad accettare paghe misere pur di ottenere una posizione (per quanto precaria) e così facendo distrugge il mercato del lavoro. In Italia, troppo spesso, non ci si può permettere di dire “no” ad un’offerta. Io mi sono trovato nella condizione privilegiata di potermi concedere questo lusso e andare a

cercare altrove. Quali sono, secondo te, le necessità principali per vivere bene? Essere in salute, vivere a pochi passi dalla natura, lavorare in un ambiente stimolante e in cui si ha voglia di passare la gran parte del proprio tempo, avere la capacità di staccare completamente una volta usciti dall’ufficio: niente pensieri lavorativi a consumare energie nella propria vita privata, essere rispettati dai colleghi e dal proprio datore di lavoro, guadagnare abbastanza da non dover continuamente pensare ai soldi, permettersi qualche stravaganza di tanto in tanto. E, forse la cosa più importante di tutte, non avere paura dei cambiamenti. C’è qualcosa che ti manca di Bolzano? Tante, a dire il vero. Gli amici d’infanzia, la vicinanza alla famiglia, le montagne e i boschi che conosco da una vita, le abitudini come il sabato sera in centro città. Non sono una persona estremamente socievole e conoscere gente nuova, costruire nuovi rapporti, ricreare strutture che sono venute a mancare richiede tante energie e molta dedizione. Potrei un giorno decidere di tornare. Quali esperienze fatte all’estero ti hanno cambiato maggiormente? L’anno negli Stati Uniti durante il liceo mi ha aperto gli occhi riguardo alle possibilità date dal viaggiare e dal vivere in altri Paesi, mentre l’anno in viaggio in Cina mi ha fatto conoscere una parte del mondo quasi interamente ignorata dai nostri curricula scolastici, a cui sono ora affezionatissimo. I tre anni a Vienna mi hanno fatto capire cosa evitare nel mondo del lavoro e insegnato, a caro prezzo, come trovare un giusto equilibrio tra lavoro e vita privata. Cos’è che non ti manca affatto di Bolzano? Alcune posizioni politiche estreme che ho visto fiorire negli ultimi anni e la visibilità che gli è stata concessa sui media. Com’è l’Italia vista dall’estero? Un Paese di estremi: lodato per i suoi paesaggi e come destinazione per le vacanze, criticato per la sua politica, la gestione finanziaria, i grandi scandali. Sicuramente non è visto come un paese in cui trasferirsi per lavoro.

Jacopo Schiesaro


GRIES – SAN QUIRINO

13

L’ASSOCIAZIONE

Quaranta candeline per ARCI Bolzano La data ufficiale della nascita dell’Associazione Ricreativa Culturale della Provincia di Bolzano ARC-PB – quella che oggi noi chiamiamo ARCI Bolzano – è fissata al 28 aprile del 1976, anche se in città e provincia già dal 1973 erano fioriti diversi circoli culturali affiliati ad Arci: tra i più conosciuti il Circolo Masetti e Nikoletti, il circolo operaio Pineta e il Primo Maggio di Merano. Fin da subito fu chiaro il messaggio che questa associazione – inizialmente unita alla UISP – voleva trasmettere: una cultura teatrale, musicale ed artistica, una cultura dello sport e del tempo libero, ma anche e soprattutto Arci voleva intercettare i movimenti di opinione che scuotevano le coscienze, come nel caso del Golpe militare in Cile e spingere alla riflesisone. Tra le

IN BREVE UNA FIABA PER MOMO I bambini ed adolescenti del Renon porteranno in scena “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare”, una fiaba che parla di solidarietà, tolleranza e senso di responsabilità, sabato 2 alle 18.30 all’EURAC. Per info e prenotazione posto chiamare dalle ore 8.30 alle 17.30 lo 0471 055055. L’entrata è libera, ma sono possibili offerte volontarie all’associazione MOMO.

prime iniziative ci fu proprio uno spettacolo dei Fratelli Parra all’ex padiglione due della Fiera di Bolzano, un concerto sul Cile datato 1974. Ma vennero trattati anche argomenti delicati, come la morte di Pierpaolo Pasolini: era il 1976, e a così pochi mesi dalla morte di questo personaggio scomodo una retrospettiva sulle sue opere nel cinema della parrocchia Don Bosco non era certo una scelta popolare. In anni dove la separazione tra i due gruppi linguistici – anche e soprattutto in ambito culturale – era voluta dal mondo politico (più che dalla gente), Arci visse in prima persona gli eventi dell’epoca. Fu proprio nella sua sede, al tempo al civico 1 di piazza Walther, che

venne firmata la costituzione della Federazione delle associazioni culturali, il cui obiettivo era la creazione di spazi per iniziative culturali e ricreative nel Comune di Bolzano, sottoscritta da associazioni di madrelingua italiana e tedesca. Era il 7 luglio del 1979 e a ottobre di quello stesso anno avvenne l’occupazione all’Ex Monopolio, con l’obiettivo di non abbatterlo e destinarlo alle associazioni culturali, piuttosto che farne un parcheggio pubblico. Un mese dopo, il 5 novembre, le ruspe misero fine a una’esperienza pacifica, della quale si ha ricordo ancora oggi. Quarant’anni dopo il primo vagito di Arci Bolzano, che oggi ha sede a Maso Premstaller, le battaglie non sono più le stesse, ma l’impegno per portare cultura in città e promuovere gli stessi valori di riferimento, declinati in modo differente, è immutato. Eventi e progetti legati ad esempio, alla legalità, come la Giornata della Legalità, in ricordo della Strage di Capaci o i Campi della Legalità, dove giovani ragazzi provenienti da tutta la provincia partecipano come volontari alla riqualificazione di un terreno confiscato alla ‘ndrangheta in provincia di Reggio Calabria. O ancora, tematiche come la memoria, con un focus particolare agli accadimenti della Grande Guerra, come Promemoria Auschwitz o History Line, ma anche la marcia del 2 agosto dal Brennero a Bologna

per non dimenticare la Strage alla stazione ferroviaria nel 1980, o il Viaggio a Srebrenica insieme con la Fondazione Alexander Langer. Infine, gli eventi legati alla tematica dell’immigrazione, come la maratona musicale Refugees Welcome Bolzano dello scorso anno. Manifestazioni tutte raccontate nel giornale “Arcipelago”, tornato alle stampe dopo diversi anni di assenza in occasione del quarantennale dell’associazione, festeggiato il 17 novembre scorso e che uscirà a cadenza annuale, per raccontare quanto fatto durante i dodici mesi. I festeggiamenti, in realtà, sono solo all’inizio, perché dureranno fino al 2018. Si parte il 10 dicembre con una piccola mostra al Pippo dedicata a Tina Modotti, con aperitivo a partire dalle 19 e uno spettacolo di live painting, mentre il 15 dicembre stessa location per lo spettacolo di Teatro AUT di Valentina Parisi sulla tematica dei clochard dal titolo “E”.

Erica Caliari

Lego trattore 42054

129,99 €

Cicciobello Bua

GIOCATTOLI

59,99 €

Dr. Streiter - Gasse 14 Via Dr. Streiter - I-39100 Bozen - Bolzano | Tel. 0471 97 74 34 | e-mail info@gutweniger.net

Grafica: QuiMedia

`


GRIES – SAN QUIRINO

14

SALUTE

Referti on line per i donatori di sangue

Il Dr. Ivo Gentilini, il Dr. Thomas Schael, Diego Mazzardi, Erich Hanni e l’ing. Christian Steurer

invece visualizzare il risultato del test dell’HIV, perché per legge esso deve essere consegnato a mano. “Col prossimo anno la procedura sarà ancor più semplificata – assicura l’ingegner Christian Steurer della Ripartizione informatica dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige – . Il donatore potrà, infatti, accedere al portale della rete civica dell’Alto Grafica: QuiMedia

“Ricevere il sangue è un diritto. Donarlo è un dovere civile” è lo slogan di Avis Alto Adige (Associazione Volontari Italiani Sangue). Sull’importanza della donazione di sangue per la società si è espresso, alla conferenza stampa del 24 novembre nella sala biblioteca del Centro Trasfusionale dell’ospedale di Bolzano, il direttore generale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige Thomas Schael, che ha inaugurato il nuovo servizio di refertazione online per i donatori, per ora attivo solo a Bolzano (nel 2017 anche negli altri comprensori sanitari della provincia). Dal sito internet https://refonline. sabes.it il donatore inserisce codice fiscale, numero di tessera sanitaria e token (un codice alfanumerico assegnato a ogni esame), quindi può visionare il proprio referto, dalla cui data della firma è disponibile online per 45 giorni. Non si potrà

Regaliamo

a tutte le signore che entrano da noi nel mese di dicembre uno BUONO

SCONTO DI 10€

» Manicure e pedicure » Ricostruzione unghie gel o resina » Smalto semipermanente » Trattamenti estetici viso e corpo

sul trattamento di pulizia viso (valido dal 1.12.2016 al 31.3.2017)

Lavoriamo con la linea di prodotti biologici certificati “Lakshmi”

Orario: dal lunedì al sabato 9 - 12 / 13 - 20 Viale Duca d’Aosta 105 - Bolzano - Cell. 366 2373772

Adige con le sue credenziali e digitare solo il token”. “Un’ulteriore novità per i donatori – ha detto il primario del servizio di immuno-ematologia e trasfusionale dottor Ivo Gentilini – tra un anno un’app, mediante cui da smartphone e tablet scegliere giorno, ora e ospedale in cui donare”. All’incontro è intervenuto anche il presidente della sezione comunale di Avis Alto Adige Diego Mazzardi, soddisfatto per la grande sensibilità della popolazione: nel comprensorio Bolzano, Bassa Atesina, Oltradige, Renon, Sarentino, San Genesio il trend di donatori è in crescita di 500 unità di persone. Quest’anno i donatori sono 6.300 su 19.000 a livello provinciale; le sacche di sangue donate all’Alto Adige sono state 10.000 e quelle inviate ad altre regioni 1.000.

Il presidente ha illustrato i progetti per il prossimo triennio: “Informazione nelle scuole, incontri con la cittadinanza e collaborazioni con le associazioni sportive. Ci rivolgeremo anche alle associazioni per anziani, affinché tali persone promuovano la donazione di sangue presso familiari e conoscenti”. Sulle donazioni il presidente provinciale di Avis Alto Adige Erich Hanni ha registrato una riduzione: circa 3.000 in meno negli ultimi due anni in Alto Adige, un fenomeno comune anche al resto d’Italia e all’Europa. Al riguardo il dottor Gentilini ha spiegato: “È un dato positivo. Non sono, infatti, diminuiti i donatori, ma si è assistito a un migliore utilizzo del sangue e a migliori tecniche chirurgiche, sicché si sono utilizzate meno sacche (in controtendenza quest’estate, in cui sono si sono avute più donazioni). Per migliorare gli esiti degli interventi chirurgici programmati sono necessari più elevati investimenti e una maggiore collaborazione tra reparti, l’elaborazione di piani congiunti da monitorare e analizzare per individuare le cause degli impedimenti alla loro compiuta realizzazione”. Infine, l’appello dei relatori a donare, anche per far fronte ai donatori che per età e motivi di salute non possono più offrire il proprio contributo.

Tiziana Buono

AMARCORD

Come eravamo Nell’ottobre del 1951, 18 baldi giovani, di cui sei ragazze, si sono ritrovati sui banchi della prima classe, sezione B, dell’ITC Battisti. Ad essi, negli anni si sono aggiunti altri undici compagni. A distanza di 60 anni i reduci di questa nutrita scolaresca ormai ottantenne, hanno deciso di ritrovarsi nuovamente,

non sui banchi di scuola ma in un ristorante “fuori porta”. Appuntamento che, in realtà, si ripete da diversi anni, grazie allo spirito organizzativo delle compagne di classe. Ma quest’anno il revival è stato davvero speciale, con la visita di alcuni “delegati” alla ex prof. Flora Farina, oggi 105enne.


CENTRO – PIANI – RENCIO

15

ASSOCIAZIONI

Fronteggiare con un germoglio la violenza

La sala del Vintola

CENTRO “La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci”, scriveva Isaac Asimov in “Cronache della galassia”. Rifugio come mancanza di mezzi per fronteggiare una situazione, che a detta dell’incapace non può essere risolta altrimenti. Quando, poi, l’altra parte non ha modo di difendersi, per limiti di natura intellettuale o fisica, risulta essenziale che gli stessi rifugi vengano presidiati da dei “guardiani” e, a Bolzano, uno di questi è sicuramente il centro di consulenza “Il

Germoglio – Der Sonnenschein”, che in occasione del ventennale ha riunito gli addetti ai lavori, tra cui il presidente Otto Sauer, Marina Bruccoleri, Giuseppe Maiolo e Giuliana Franchini all’interno del centro giovanile di Via Vintola. Recentemente accorpato all’associazione “La Strada – Der Weg ONLUS”, il centro ha lo scopo di fornire un servizio di prevenzione in caso di violenza sui minori. Ciò si articola in interventi di consulenza genitoriale, progetti legati alla

Il Dr. Giuseppe Maiolo

IN BREVE CORSO DI ITALIANO Il C.I.F., Centro Italiano Femminile Sez. Prov.le BZ, organizza degli incontri dedicati a donne e bimbi per apprendere le basi della lingua italiana, con l’obiettivo di mettere

in grado le allieve di utilizzare la lingua nella quotidianità (lavoro, famiglia, casa). Il corso prenderà il via a partire dal 10 gennaio e durerà fino al 7 febbraio, dalle 15 alle 17, per un totale di dieci ore. Per info: 0471 971225.

AUGURI Tanti cari auguri

Shelly per il tuo 18esimo compleanno. Bacioni dai nonni Franco, Carla, Onofrio e Maria e dagli zii Antonio, Gaetano e Cinzia

crescita nell’età giovanile e alla sensibilizzazione all’interno delle scuole dell’infanzia, che si allaccino in particolar modo al corretto e, quanto più possibile, sicuro utilizzo del web. “In uno di questi interventi – racconta lo psicologo Giuseppe Maiolo – chiesi ad una classe, terza elementare, il significato della parola “sexting” (invio di testi o immagini sessualmente esplicite tramite Internet o cellulare) e una bambina seppe rispondere. È chiaro che se si vuol fare prevenzione, oggigiorno entrare in una scuola media il più delle volte significa agire troppo tardi”. Uno dei consigli che qualche anno fa si dava ai genitori, era quello di posizionare il computer di casa in una zona di transito, ad esempio in salotto, per permettere un monitoraggio continuo nel caso in cui un bambino volesse utilizzarlo. Con

l’avvento delle reti wireless, però, il raggio entro il quale è attuabile una connessione a Internet si è allargato e, di conseguenza, sono aumentati i dispositivi idonei alla navigazione. Il web non è più circoscritto nelle mura domestiche, se è sufficiente che lo smartphone riceva un qualunque segnale Wi-Fi ad accesso libero e, di questi tempi, è più facile che un bambino non possegga una calcolatrice, piuttosto che un cellulare. Così “i pedofili sono passati dai giardinetti alla rete – spiega Maiolo – e oggi più che mai c’è bisogno di educare ad un corretto utilizzo”. L’educazione, ancora una volta, sta al principio. L’educazione è quel mezzo che attraverso il criterio e la conoscenza blocca il passaggio da individuo a incapace, sbarrandogli le porte – riprendendo Asimov – dell’ultimo rifugio: la violenza.

Rosario Multari


CENTRO – PIANI – RENCIO

16

ANIMALI IN CITTÀ

PIANI SUA, ovvero Sportello Uomo Animale: è questo il nome del nuovo servizio offerto dall’Associazione Punto 9 insieme con la sezione provinciale dell’OIPA – Organizzazione Internazionale Protezione Animali e in collaborazione con gli Educatori Cinofili dell’Associazione Affinity Dog di Monza (MI), che aprirà i battenti il 14 dicembre prossimo. Il progetto, unico nel suo genere in città, prevede la fornitura di diversi servizi inerenti il rapporto con gli animali da compagnia e selvatici sinantropici (che vivono abitualmente vicino agli uomini, come ad esempio le cornacchie, i colombi ed i ricci), allo scopo di migliorare la relazione con loro, il loro mondo, le loro abitudini, così

foto: shutterstock.it

Uno sportello per cittadini “speciali”

vicine alla nostra vita quotidiana, ma non sempre di facile comprensione per l’uomo. “Informare, sensibilizzare ed educare i bambini, i ragazzi e gli adulti alla comprensione e al rispetto

ASSOCIAZIONI

Avulss dice addio RENCIO L’Avulss di Bolzano opera sul territorio dal 1985, offrendo un servizio gratuito, regolare e costante in ospedale, case di riposo e a domicilio. “Il nostro obiettivo da 31 anni è sempre lo stesso – spiega la presidente Margherita Leonelli – quello cioè di ascoltare, sollevare e confortare le persone sole, bisognose, sofferenti. Rinnovando la cultura del nostro tempo più con la testimonianza di vita, che con le parole”. E dopo 31 anni di servizio la sezione di Bolzano ha deciso di chiudere, e i volontari di prendersi il “meritato riposo”. Una scelta difficile, ma purtroppo inevitabile per una serie di motivi che la presidente Leonelli riassume così: “Problemi familiari e di salute sempre più frequenti, esaurimento di fantasia, energia, entusiasmo, mancanza di ricambio generazionale, problemi burocratici che rendono sempre più

difficile il lavoro amministrativo, ci hanno fatto prendere questa decisione. Ringraziamo tutti i volontari che dal 1985 hanno condiviso per un periodo più o meno lungo la nostra esperienza associativa. Sapranno essere presenti sul territorio in altro modo, riusciremo a sentirci sempre uniti grazie ai valori e agli ideali comuni. Ringraziamo tutte le Associazioni della Rete Anziani con le quali abbiamo condiviso un lungo cammino di impegno e presenza sul territorio. E un grazie particolare va a tutti quei professionisti che hanno messo a nostra disposizione ‘gratuitamente’ tempo, competenze, energie, entusiasmo per accrescere la nostra preparazione in campo socio-sanitario, psicologico e spirituale. La sezione di Bolzano chiuderà con la fine dell’anno, ma l’Avulss sarà ancora presente in Rio Pusteria, Bressanone, Laives e Merano.

degli animali non potrà che giovare ad avere atteggiamenti e comportamenti analoghi anche verso gli altri esseri umani: in particolare nel quartiere in cui da sempre operiamo, i Piani di Bolzano – spiega Matteo Graziosi, coordinatore del Centro Giovanile facente capo all’associazione e responsabile del progetto pilota SUA – questo nostro obiettivo è oggi una priorità sociale”. Il servizio prevede l’apertura di uno sportello di consulenza gratuita, a disposizione della cittadinanza, attivo ogni lunedì e mercoledì, dalle 16 alle 18, presso la sede di Punto 9, al civico 9 di via Dolomiti, nei pressi della Parrocchia dei Piani (Chiesa di San Giuseppe). A disposizione un Consulente della

Relazione Uomo-Animale ed un Volontario dell’OIPA, a cui ci si potrà rivolgere per conoscere meglio e più da vicino i nostri amici animali, esplorando insieme agli esperti il rapporto con il cane, con il gatto e con gli animali selvatici che vivono in città. “Nella nostra attività di protezione degli animali siamo costantemente a contatto con la popolazione – spiega Claudio Calissoni, delegato provinciale OIPA – il nostro campo principale di intervento, dopo l’informazione, è il recupero di animali in difficoltà e la denuncia di casi di maltrattamento. Proprio da questa esperienza ci siamo accorti come la maggior parte delle volte in cui si verifica un maltrattamento la responsabilità sia più dell’ignoranza, dell’incomprensione, che della cattiveria. I nostri interventi nelle scuole servono a sensibilizzare i più giovani, ma spesso siamo proprio noi adulti a dover essere informati e formati”.

Per saperne di più: ● Centro Punto 9 Tel. 338 9119001 centrogiovani.punto9@gmail.com ● OIPA – Organizzazione Internazionale Protezione Animali – Sezione di Bolzano e provincia Tel. 393 4774744 · bolzano@oipa.org

AUGURI Tantissimi auguri stellina luminosa!!!!

Angela

Ti vogliamo bene Buon compleanno Mari e Rolli

IN BREVE AMORE E SESSUALITÀ A 14 ANNI Affettività e sessualità: come vivono gli adolescenti queste tematiche? quali sono i loro modelli di riferimento? come vedono i ragazzi il rapporto di coppia? Questo il tema principale attorno al quale ruoterà l’incontro del 2 dicembre alle 19 presso l’Antico Municipio

di via Portici 30. Nell’ambito del percorso dedicato a genitori di figli adolescenti la pedagogista Nicoletta Simionato fornirà alcuni aiuti concreti per affrontare un tema delicato come la sessualità e l’affettività. L’ingresso è libero, iscrizione obbligatoria. Per info: 0471 997335.


CENTRO – PIANI – RENCIO IN BREVE

SOROPTIMIST

Giovani talenti per la musica

CENTRO Partendo dalla considerazione che il sostegno ai giovani che hanno intrapreso percorsi di studio particolarmente impegnativi in ambito culturale meriti una speciale attenzione soprattutto nel momento storico in cui viviamo, il Soroptimist club Bolzano ha deciso di

17

devolvere una borsa di studio a studenti del Conservatorio Monteverdi di Bolzano. Dal 1999, infatti, il Soroptimist Nazionale indice un concorso musicale biennale, rivolto ai giovani musicisti dei Conservatori o Istituti Musicali scelti tra i migliori dai loro docenti con appo-

sita selezione. A questo concorso denominato “Giovani talenti per la musica” il conservatorio di Bolzano è risultato più volte vincitore. Tra i vari premiati, vale la pena ricordare Friederich Ventura (tromba) nell’edizione 1999 e nel 2014 la clarinettista Andrea Goetsch. Per l’edizione 2016 il premio è stato assegnato al duo scelto in base alla selezione effettuata dai docenti del Conservatorio il 19 luglio scorso: Anna Banas (violoncello) e Katarzyna Golofit (pianoforte). Le musiciste vincitrici si esibiranno in un concerto nella sala del Conservatorio Monteverdi il 16 dicembre prossimo alle ore 20. Tutta la popolazione è invitata, l’ingresso è a offerta libera: il ricavato sarà interamente devoluto alle regioni italiane colpite dal terremoto.

MESSA CANTATA Ultimi due appuntamenti per questo 2016 con la Messa Cantata dai cori appartenenti alla Federazione Cori Alto Adige nella Chiesa dei Domenicani. Domenica 4 dicembre alle ore 10.30 toccherà allo show Choir Le Pleiadi, mentre l’11 dicembre alla stessa ora sarà la volta dell’esibizione della corale Anteas.

SALUTE DELLE OSSA Il 2 dicembre alle 14 presso la Sparkasse Academy si terrà il convegno aperto alla popolazione dal titolo “Salute delle ossa”. Medici esperti nel settore illustreranno i diversi aspetti legati alla salute delle ossa e in particolare all’osteoporosi. Si parlerà di fattori di rischio, diagnosi e cura, della relazione tra sport e salute delle ossa e dell’importanza della nutrizione. Al termine gli esperti risponderanno alle domande del pubblico. Ingresso libero.


OLTRISARCO – ASLAGO

18

ASSOCIAZIONI

I maghi che hanno partecipato al Gran Galà della Magia assieme a Sara Endrizzi dell’Ass. Chernobyl Alto Adige

La magia che fa bene BOLZANO/LAIVES Quattro spettacoli sold out tra sabato 19 e domenica 20 novembre e una prima edizione del Trofeo Giovani Maghi della Città di Bolzano che si chiude con grande successo e due vincitori, Selvi nella categoria 16-21 anni e Riccardo Polacchini nella under 16. E tutto a fin di bene. Questo il succo di una tre giorni di magia fitta fitta, di quella che lascia i bambini a bocca aperta e gli adulti ad allungare il collo per capire meglio dove sta il trucco. Tre giorni che hanno preso il via il venerdì, con la prima edizione dedicata appunto ai maghi in erba provenienti da tutta Italia, giudica-

ti da una giuria composta da artisti professionisti di altissimo livello che ha adottato il regolamento attualmente utilizzato nei principali concorsi che si svolgono sul territorio nazionale. I giovani artisti sono stati suddivisi in due categorie: under 16 e 16-21 anni. Ad allietare la serata presenti sul palcoscenico, fuori concorso, due graditissime ospiti: Magica Gilly, ospite d’onore e madrina ad inaugurare il Trofeo e Gaia Rossi – appena quindicenne – la giovane campionessa italiana di Magia. Agli aspiranti “apprendisti stregoni” che hanno vinto è andato un ambitissimo premio: quello di potersi cioè

AUGURI Tanti auguri a

Christian che il 7 dicembre compirà 43 anni. Anche se a volte sei un orso ti voglio bene... Auguroni da mamma Edi

esibire nell’edizione 2017 del Gran Galà della Magia, spettacolo giunto quest’anno alla sua sesta edizione, che di anno in anno è cresciuto di notorietà a tal punto che i biglietti vanno letteralemnte a ruba. E non a caso, vista la bravura dei maghi che si sono avvicendati sul palco del Teatro Rainerum nei quattro spettacoli andati in scena tra sabato e domenica. Marco Gandini, rappresentante di Magic Art, in arte Mago Spillo ha come sempre organizzato e curato la manifestazione, portando sul palco artisti di indubbia bravura. Si è passati dal trasformista Luca Lombardo, alla giovanissima campionessa italiana di Magia Gaia Rossi, a Vittorio Marino, reduce dalla sua esibizione al Gala di Pechino, fino alle grandi illusioni di Nicola Previti, illusionista di fama mondiale ed al graditissimo ritorno del Duo Luis, già presente alla prima edizione nel lontano 2011, come ospite d’onore. A presentare lo spettacolo è stato il funambolico Francesco Scimemi reduce dai grandissimi successi della tournèe con Arturo Brachetti. Scime-

ni, non ha solo intrattenuto il pubblico durante la preparazione della scenografia tra un’esibizione e l’altra, ha fatto un vero e proprio show, coinvolgendo di volta in volta il pubblico, con una comicità irriverente che ha strappato generose risate. Magia a fin di bene, dicevamo, perché il gran Galà della Magia – e da quest’anno anche il Trofeo Giovani Maghi – ha il nobilissimo fine di raccogliere fondi per sostenere l’Associazione Chernobyl Alto Adige Südtirol Onlus – Sezione di Laives. Tutto l’incasso raccolto nei tre giorni di spettacoli verrà infatti utilizzato per il pagamento dei viaggi dei bambini provenienti dalla Bielorussia per una vacanza terapeutica presso le famiglie della nostra Provincia.

Erica Caliari

IN BREVE ULTIMA RATA IMI Sono in distribuzione in questi giorni le lettere informative e il modello F24 per il versamento dell’ultima rata IMI. I cittadini che hanno un’imposta annuale uguale o inferiore a 10 euro non dovranno eseguire alcun versamento e non riceveranno l’informativa IMI per il precalcolo, mentre per 2.859 cittadini non è stato possibile effettuare il precalcolo. Questi contribuenti riceveranno comunque l’informativa IMI e il modello F24 compilato per la sola parte anagrafica. Il termine di pagamento della rata sarà il 16 dicembre prossimo.

Grafica: QuiMedia

APERTO TUTTO L’ANNO DAL LUNEDÌ AL SABATO 21 NOVEMBRE

CON IL LA NOSTRA CUCINA E IL NOSTRO FORNO A LEGNA SONO NUOVAMENTE A DISPOSIZIONE DELLA CLIENTELA!

RICETTE MEDITERRANEE, ORIENTALI, THAI E LE NOSTRE PIZZE SPECIALI

CON

Ristorante | Pizzeria Lido - Bolzano - Viale Trieste 21 - T. 0471 933 266


OLTRISARCO – ASLAGO

19

IN BREVE

LE VOSTRE SEGNALAZIONI

Un’attesa davvero scomoda

La fermata di via Maso della Pieve

OLTRISARCO La segnalazione arrivata in redazione riguarda questa volta una fermata dell’autobus decisamente poco agevole. Siamo all’altezza del civico 66 di via Maso della Pieve, direzione San Giacomo. Qui passano diverse linee del bus e sono molte le persone che popolano questa fermata, godendo di un’attesa decisamente poco confortevole. Come l’anziana signora che ci ha contattato ci ha fatto notare – ma il disagio è evidente anche per gli altri utenti – non solo la fermata è priva di pensilina per ripararsi in caso di pioggia, ma manca anche una seduta, così in molti sono costretti a

ripiegare su una scomoda fioriera, tra l’altro attaccata ai bidoni dei rifiuti. Abbiamo chiesto spiegazioni alla Ripartizione Mobilità, Ufficio Trasporto Persone della Provincia di Bolzano, che ci ha fatto sapere di aver già preso contatto con il Comune di Bolzano per valutare gli interventi possibili per il miglioramento della fermata in via Maso della Pieve. “Purtroppo lo spazio a disposizione lungo il marciapiede non consente la posa né di una pensilina, né di panchine – spiegano – le fioriere che attualmente assolvono indebitamente a tale funzione sono infatti collocate su proprietà

A VIVIMASODELLAPIEVE

Due corsi in cucina OLTRISARCO Continuano gli eventi culinari a ViviMasodella Pieve, in via Maso della Pieve 60/A. Domenica 4 dicembre dalle ore 10 alle ore 18 si terrà un corso tenuto da Roberto di Felice per imparare a preparare il pane fatto in casa utilizzando un lievito madre naturale. Metodo usato prima della selezione del lievito di birra, oggi più comune in panificazione, nei paesi la pasta madre veniva conservata gelosamente dalla fornaia che la manteneva in vita con gli op-

portuni rinfreschi e la redistribuiva alle famiglie che settimanalmente facevano il pane in casa. Per info e iscrizioni: rachelevispa@ gmail.com Mercoledì 7 dicembre, invece, si andrà con la mente al Marocco cucinando un piatto tipico e amato da tutti: il couscous, sia nella versione classica, che vegana. Gradita la prenotazione mandando un messaggio su facebook a Zineb Rigui oppure mandando un messaggio al numero 320 0437345.

privata, per cui non è ipotizzabile la loro sostituzione con elementi di arredo urbano. Verificheremo pertanto nelle prossime settimane con l’amministrazione comunale la possibilità di spostare di alcuni metri in direzione Cimitero la fermata, in modo che coincida con un ampio tratto di aiuola ove sarebbe possibile creare sufficiente spazio per gli utenti del trasporto pubblico di linea”.

Eri. Ca.

SCRIVICI! Vuoi segnalarci qualcosa che funziona o deve essere assolutamente cambiata nella nostra città? Conosci persone la cui storia merita di essere raccontata? Telefona allo 0471 081582 o scrivi a redazione@quimedia.it

CINEMA SOLIDALE L’Ass. Ai.Bi. Amici dei Bambini, in collaborazione con Uci Cinema, ha programmato una serata di cinema – il 6 dicembre alle 20.30 – con la proiezione del film “All’improvviso Komir”, regia di Rocco Ricciardulli. Il film è stato realizzato per sostenere la campagna Bambini in Alto Mare – Emergenza Siria e la lotta contro la tratta dei bambini. I biglietti saranno disponibili presso le casse del cinema presso il Twenty.

CUORE DI LUCI Domenica 4 dicembre alle 16.30 al cimitero di Bolzano si terrà una commemorazione dei bambini morti prima o poco dopo la nascita. L’evento è organizzato dall’assistenza religiosa ospedaliera di Bolzano, dall’Associazione AMA Bolzano e dalla Katholische Frauenbewegung. Il prossimo appuntamento sarà il 6 maggio 2017, alle ore 15, presso la chiesa dei Cappuccini.


SPORT

20

MEBO XMAS RUNNING MERANO/BOLZANO Cresce, cambia, si moltiplica, ma la passione e l’obiettivo rimangono sempre uguali: unire sport e solidarietà in occasione del Natale. La MeBo Christmas Running spegne quattro candeline e, come i bambini che aiuta ogni anno, cresce di dimensione e di intraprendenza, esplo-

tanata dall’esperto runner altoatesino Tony Flaim, che ha aderito con entusiasmo al progetto originario. “La corsa – spiega Flaim – è passione e fatica, ma anche gioia. Riuscire a trasformare questa gioia in un impegno concreto a favore dei bambini e delle loro famiglie, è una soddisfazione più grande di qualsiasi possibile medaglia”. Notevoli i numeri della manifestazione: dagli 8 partecipanti e i 350 euro raccolti nel 2013 si è passati ai 49 partecipanti e 1.855 euro del 2014 e ai 70 partecipanti e 4.715 euro dell’anno scorso. “Quest’anno – chiariscono gli organizzatori – vorremmo superare i 100 partecipanti, con un conseguente aumento della cifra raccolta. La possibilità di scegliere un percorso più corto, alla portata di tutti – o quasi – ci fa ben sperare di riuscire a raggiungere i traguardi prefissati”. La MeBo Christmas Running si svolgerà sabato 17 dicembre 2016; le iscrizioni sono già aperte.

Doppio percorso, doppia solidarietà rando sempre nuovi mondi. Sono molte, infatti, le novità dell’edizione 2016 di quello che, seppure in pochissimi anni, è diventato un appuntamento fisso nell’agenda dei runner altoatesini di tutti i livelli,

dal più navigato ultramaratoneta al semplice amatore. La più significativa delle innovazioni della MeBo Christmas Running 2016 riguarda il tracciato, che non solo si allunga, ma si sdoppia. Oltre al tradizionale percorso con partenza a Merano – portato quest’anno da circa 28 a 30 km, il programma prevede anche un tracciato più breve, di circa 11 km, che prenderà il via a S. Paolo di Appiano. I due gruppi di partecipanti si incontreranno quindi a Ponte Adige per terminare la corsa insieme tra i banchi del Mercatino della Solidarietà in piazza del Grano a Bolzano. “La MeBo Christmas Running – assicurano l’ideatore Luca Scalzo e gli organizzatori – è certamente una gara, ma non di agonismo, bensì di solidarietà. Il no-

Grafica: QuiMedia

BASTA UN CLICK!

stro obiettivo è infatti raccogliere fondi per sostenere due associazioni di assistenza ai bambini malati e ai loro familiari: la Peter Pan, che si occupa di piccoli pazienti oncologici, e la Nemo, che si prende cura dei bambini affetti da patologie croniche. E il sorriso che speriamo di riuscire a regalare a questi bambini è anche l’unico tornaconto dei partecipanti, perché a essere devoluta è l’intera somma raccolta con le iscrizioni e con il contributo dei numerosi sponsor che ci sostengono fin dall’inizio di questa avventura”. Ad affiancare il collaudato team di organizzatori è presente quest’anno anche l’Amateur Laufverein Eppan, la società sportiva di Appiano capi-

Sergio Colombi Per qualsiasi informazione e per iscriversi è disponibile il sito www.mebochristmasrunning.it

TROFEO DEI PRESIDENTI

Alpini a segno CALDARO È andata in scena nei giorni scorsi al Poligono di Caldaro la 18a edizione del “Trofeo dei Presidenti”, annuale gara di tiro a segno con carabina e pistola ad aria compressa organizzata dalla Sezione Alto Adige dell’Associazione Nazionale Alpini. L’edizione di quest’anno ha visto la vittoria per la classifica a Squadre del Gruppo Alpini di Marlengo al primo posto, il Gruppo Alpini Acciaierie al secondo posto e il Gruppo Alpini San Giacomo al terzo posto e per la classifica del TSN

Bolzano è stato premiato quale tiratore più anziano Bruno Milan del Gruppo Alpini Acciaierie, il tiratore più giovane Federica Minerva del gruppo Alpini di Terlano e il Gruppo Alpini Acciaierie come quello più numeroso. Il Trofeo è stato caratterizzato, oltre che sotto l’aspetto agonistico, dalla solidarietà e dall’impegno dei tanti partecipanti a favore di una famiglia di Laghetti, che da qualche tempo viveva in Centro Italia e, purtroppo, è stata duramente colpita dai recenti eventi sismici.


SPECIALE EVENTI

21

foto: Pea

EVENTI

Natalino Balasso racconta “Smith&Wesson”

// Di Erica Caliari Attore e scrittore, autore di monologhi che da anni porta nei teatri di tutta Italia, ma anche di un canale su Youtube, Natalino Balasso torna a teatro, ancora una volta sotto la regia di Gabriele Vacis, come accadde nel 2011 con i Rusteghi, i nemici della civiltà, di Carlo Goldoni, ma questa volta con una piece teatrale scritta da Alessandro Baricco. In “Smith& Wesson”, dall’8 all’11 dicembre al teatro Stabile di Bolzano, Balasso è Tom Smith, meteorologo

Tre personaggi, tre storie fatte di aspirazioni e conflitti generazionali irrisolti, un piano grottesco e una verità drammatica raccontata con sottile ironia. Questo è “Smith&Wesson”, piece teatrale scritta da Alessandro Baricco, dall’8 all’11 dicembre al Teatro Stabile di Bolzano. sedicente: “Siamo agli inizi del 1900 – spiega l’attore – e come accadeva al tempo, per fare le previsioni, non avendo a disposizione alcuna strumentazione, si raccoglievano le testimonianze delle persone incontrate per strada. Non essendoci letteratura a proposito era l’unico modo per avere delle statistiche”. A far compagnia all’attore anche Fausto Russo Alesi, nel ruolo di Jer-

ry Wesson, pescatore improbabile di cadaveri, e una giovane cronista, Rachel, impersonata da Camilla Nigro. Il tutto si svolge in una cornice a dir poco particolare, quella delle cascate del Niagara: “Questa è un’avventura di una ragazza – continua Balasso – che vuole dimostrare al mondo di essere viva e sconvolge due vecchi dal torpore. Tre personaggi completamente diversi, ma

PROMO 2 MAGLIE A 79,99 €

MAGLIE CASHMERE A 99,99 €

che in comune hanno un conflitto generazionale irrisolto con il proprio padre”. Da un lato la miseria umana, la voglia di riscatto da una vita fatta di grandi aspirazioni, ma nella quale non si è riusciti a concludere niente, dall’altra la forza della natura che fa da cornice a questa storia drammatica, a tratti grottesca, che

continua a pag. 22


22

che promette di strappare, però, anche molte risate al pubblico in sala: “Non siamo noi attori a far ridere – continua l’attore – chi conosce Baricco sa che la sua è una scrittura ironica, molto contemporanea”. In continuo equilibrio tra dramma e ironia, i personaggi si muovono all’interno della storia mettendo in piedi un progetto assurdo – quello di Rachel di fare uno scoop giornalistico buttandosi dalle cascate all’interno di una botte, nella speranza di sopravvivere – che ha un ché di tragicomico. “Alessandro Baricco non scrive testi per il teatro, scrive trame di romanzi – continua Balasso – con un inizio e una fine. Inutile dire che la fine non la racconto, perché si perde il meglio...” Autore di libri, autore teatrale e attore in scena e sul set, comico brillante, diventato famoso sul piccolo schermo con i suoi personaggi in trasmissioni come Zelig e Mai dire Grande Fratello Show, Balasso ci tiene a sottolineare che per lui l’esperienza in televisione è una parentesi decisamente chiusa: “Non

SPECIALE EVENTI

Al MUSE un Natale speciale

riesco a capire perché la gente mi ricordi per quello che ho fatto in tv e non per il mio lavoro come attore di teatro. In televisione ci sono stato per un paio d’anni molto tempo fa; l’attore di teatro lo faccio da trent’anni. Ci ho messo del tempo per togliermi di dosso quel tipo di pubblico da ‘facce ride’ a tutti i costi’, ho preferito puntare su un pubblico più curioso”.

Visite al planetario, spettacoli di sand art e veri e propri incontri con Babbo Natale dal sapore scientifico, sono alcune delle proposte che renderanno speciale la visita al MUSE - Museo delle Scienze di Trento durante il periodo natalizio. Ogni sabato, domenica e festivi, alle 11.30, 14.30 e 16.30, i piccoli e grandi astronauti di domani potranno scoprire sotto la cupola del

planetario stelle, comete, galassie, nebulose e pianeti e avvicinarsi alle meraviglie dell’Universo attraverso affascinanti ricostruzioni virtuali. Il periodo delle feste è anche l’occasione per avvicinarsi alla scienza in maniera inusuale: nei pomeriggi di sabato, domenica e festivi, dal 3 dicembre al 6 gennaio, Babbo Natale si aggirerà nelle sale fra demonstration e science show. Da non perdere, infine, l’11 e 24 dicembre gli spettacoli di sand art, per apprezzare storie di natura e scienza raccontate con la sabbia. Per info: www.muse.it


SPECIALE EVENTI

23

50 anni Cassa Edile & “30 anni di fiducia”

foto:©CE/Peter Viehweider

Tutte le foto della festa su: www.cassaedile.bz.it

Il gruppo dei lavoratori premiati di Bolzano con l’assessore Florian Mussner

Cassa Edile della Provincia Autonoma di Bolzano: premiazione iscritti.

Oltre al Presidente della Provincia Arno Kompatscher, il Direttore della Cassa Edile, Raimund Fill, ha dato il benvenuto anche al Primo Vicepresidente Christian Tommasini e agli Assessori Martha Stocker e Florian Mussner. “Il settore edile sembra riprendersi lentamente – ha affermato il Presidente della Cassa Edile, Vittorio Repetto, nel suo discorso – . Il tempo volge al bello, ma il vento non è ancora alle spalle e perciò non bisogna abbassare la guardia”. Heinrich Federspieler, membro

foto:©CE/Peter Viehweider

foto:©CE/Peter Viehweider

La Cassa Edile della Provincia Autonoma di Bolzano il 19 novembre ha organizzato a una festa al Forum di Bressanone in occasione del suo 50esimo anniversario. Durante l’evento sono stati premiati anche 305 lavoratori e 32 imprese che sono associati da 30 anni. I premiati di Bolzano sono 13 lavoratori e 4 imprese. I lavoratori: Amico Salvatore, Bevilacqua Massimo, Borgia Antonio,

Campagnolo Davide, Comparetto Nunzio, Corazza Antonio, Grandinetti Francesco, Grandinetti Mario, Pardeller Josef, Perulli Enrico, Piccirillo Franco, Raucci Salvatore e Volante Antonio. Le imprese: Baucenter Ohg des Goller Ferdinand & Co., Edilfrank Srl, Parrottino Franco e Pi-Zeta Sas di Zanoni Mauro & C. Sono state onorate anche le 11 imprese iscritte alla Cassa Edile dalla sua fondazione ad oggi, tra cui l’impresa Costruzioni Repetto srl di Bolzano.

della Presidenza Cassa Edile, ha preso la parola in rappresentanza dei sindacati congratulandosi con i lavoratori: “Trent’anni in cantiere. Si, questo è certamente motivo per festeggiare e ringraziarvi. Avete tutto il diritto di essere fieri di quanto siete riusciti a costruire con zelo instancabile”. La Cassa Edile della Provincia Autonoma di Bolzano affianca ormai da cinque decenni i lavoratori e le imprese del settore, rappresentando i loro interessi e sostenendoli con i propri servizi. Attualmente alla Cassa Edile sono iscritti oltre 14.600 operai (di cui il 43 per cento appartiene al settore artigiano e il 57 per cento a quello industriale), occupati in 1.821 imprese (33 per cento industriali e 67 per cento artigiane).

Il Direttore della Cassa Edile Raimund Fill premia Ernesto Folie, il più anziano lavoratore attivo e Adriana Bozzato, titolare della sua impresa EDA sas

foto:©CE/Peter Viehweider

foto:©CE/Peter Viehweider

Il Presidente Vittorio Repetto (a destra) si congratula con il titolare dell’impresa Parrottino Franco, premiata per 30 di fiducia

Insieme si festeggiano i 50 anni della Cassa Edile

Il Presidente della Provincia, Arno Kompatscher, era presente all’evento


SPECIALE EVENTI

24

Non Nobis Domine: il Natale si celebra sulle note della Corale

cessionale natalizio “Gaudete” dalla raccolta Piae cantiones (1580). Seguirà l’”Ave Maria” attribuita a J.Handl (1550-1591) cui seguirà il bellissimo e originale “Beata viscera” dell’autore contemporaneo Roberto di Marino (1956). A seguire “Mariä Wiegenlied” dolce ninna nanna a Gesù bambino di Max Reger (1883-1916) interpretata dalla soprano bolzanina Loredana Merlin. Chiuderà la prima sezione di canti il suggestivo e mistico “O magnum mysterium” di M. Lauridsen (1943). La seconda sezione di canti vedrà 4 quattro canti popolari natalizi: “Campanas de Belen” canto tradizio-

nale spagnolo dove le campane “umane” fanno da sottofondo all’annuncio del lieto evento; “I tre Re dell’oriente” canto in dialetto siciliano che racconta il viaggio dei re Magi verso Betlemme; una lauda natalizia della tradizione piemontese dal titolo “Nenia di Gesù bambino” e per finire un’altra ninna nanna dal titolo “Dormi, dormi bel bambin” sempre interpretato dalla soprano Loredana Merlin accompagnata al pianoforte dal maestro Paolo Valenti con commento di fisarmonica. Aprirà l’ultima parte del concerto sempre la soprano Merlin che interpreterà lo “Jubilate Deo” di G. Giordani (1751-

1798) cui seguiranno tre canti della tradizione anglosassone: “Christmas Lullaby” di J. Rutter (1945); “Born is the Light of the World” di Sally de Ford (1959) e sempre dell’autore inglese J. Rutter “Candlelight Carol” . Il concerto si chiuderà con il tradizionale “Adeste fideles” di J.F. Wade (17111786). Accompagnerà al pianoforte il maestro Paolo Valenti. L’ingresso per il concerto sarà gratuito. Al termine, chi vorrà potrà contribuire con una libera offerta all’opera dell’Avsi (associazione volontari per il servizio internazionale) nell’ambito dell’iniziativa “Tende di Natale 2016”.

13 “nostri” artisti ad Art Innsbruck L’associazione degli Artisti della Provincia di Bolzano ha deciso di partecipare con opere di 13 artisti locali a Art Innsbruck. La fiera d’arte contemporanea sarà aperta dal 1° al 4 dicembre con il seguente orario: giovedì 11-20, venerdì 11-23, sabato 11-21 e domenica 11-19. Il fil rouge che lega i tredici artisti presentati dall’associazione è il desiderio di confrontarsi con il mondo artistico transalpino. Omar Balzanelli

e Lucia Nardelli vogliono con le opere esposte dialogare con la società contemporanea ed i suoi lavori. Paola Bradamante e Roberto Montagnini studiando sovrapposizioni di materia creano paesaggi, sintesi fra sogno e realtà. Luisa Gram. Cermignani e Alma Olivotto propongono attraverso la stesura liquida del colore ricordi di paesaggi dimenticati e natura in movimento. Nelle opere di Chiro, Alberto

Ciro Taddei e Daniela Colle la cristallizzazione del segno e della pennellata va oltre la realtà stessa della natura. Le opere di Raimund Prinoth, Verena Lucchesini e Elisabetta Vazzoler trasportano attraverso colori e prospettive in silenziosi paesaggi da fiaba. Assieme a 12 pittori espone anche il fotografo Andrea Pozza con un’opera che unisce attraverso le sue immagini il vecchio ed il nuovo.

Segnavia Nuovo Design Scopri l’Alto Adige www.sentres.com Pubblicità su sentres.com? Siamo a vostra disposizione: 0471 051 232 - info@sentres.com più visibilità | più vicini all’utente | più contatti

Pernottare

Escursioni Mangiare&bere Itinerari in bici

Shopping

Opera: Chiro

Sta per partire il piccolo tour musicale in regione della Corale meranese “Non Nobis Domine” in occasione delle festività natalizie. Quest’anno oltre ai tre concerti di Natale (Trento, Merano, Rovereto) la formazione canora animerà due pomeriggi in occasione dell’apertura delle finestre d’avvento davanti al Palais Mamming a Merano alle ore 16.30, sabato 3 e domenica 11 dicembre. Per l’occasione verranno eseguiti alcuni canti tradizionali di Natale. Appuntamento tradizionale quindi con la popolazione di Merano che si ripete ogni anno da 18 anni consecutivi e che avrà come titolo: “…et habitavit in nobis”. L’annuncio della nascita di Gesù verrà ricordato attraverso 14 canti provenienti da tutto il mondo e l’alternarsi di brevi letture a tema. Si percorreranno 500 anni di storia attraverso la musica natalizia con una varietà di generi musicali che accontenterà tutte le sensibilità personali. Aprirà il concerto il canto pro-


SPECIALE EVENTI

25

A Don Bosco la Mostra dei presepi L’edizione 2016 della mostra “Riscopriamo il presepe” a Don Bosco a Bolzano verrà inaugurata il prossimo 16 dicembre. L’idea nacque 13 anni fa, un po’ per sfida, un po’ per gioco, dall’allora presidente del Circolo Culturale Don Bosco di Bolzano, Emo Magosso e dal suo braccio destro, Walter Hoerwarter: ora la mostra “Riscopriamo il presepe” è diventata un appuntamento tradizionale per l’Avvento e il periodo festivo natalizio del quartiere Don Bosco. Partecipano all’iniziativa molti espositori cittadini e diversi anche da fuori provincia, tutti con una passione in comune per la bellezza, il bricolage e uno dei soggetti più ripresi nel mondo dell’arte, quello della natività di Gesù Cristo: una bella soddisfazione per il Circolo Culturale Don Bosco. L’edizione 2016 della mostra “Riscopriamo il presepe” verrà inaugurata venerdì 16 dicembre alle ore 17.30 nella sala Finetto del Centro Syn Don

Bosco, in piazza Don Bosco 21 e riceverà la benedizione del parroco di Don Bosco, don Gianpaolo Zuliani. Al vernissage parteciperà anche il Coro Castel Flavon, che proporrà una scelta di brani natalizi. Inoltre, per l’occasione verrà presentato anche l’interessante libro di Rosina Crepaldi, “Primule e aghi di pino”; il volume è una bella raccolta di poesie dalla stessa Crepaldi ed il prezzo di copertina è di 8 euro. Il ricavato verrà devoluto a Medici senza frontiere. Da sabato 17 dicembre, in una location decentrata rispetto alla Sala Finetto del Centro Syn ovvero nella Chiesa di Don Bosco, sarà possibile ammirare un presepe insolito, realizzato grazie ad un grosso tronco e una... motosega. L’idea è frutto dell’opera della creatività di Martin Kofler di Senale-San Felice che ha realizzato

una Sacra Famiglia di legno, scolpita con una motosega, solitamente usata per il taglio grossolano di alberi. L’opera, del peso di tre tonnellate, è stata ricavata da un tronco alto due metri con un diametro di un metro e trenta centimetri. L’ambientazione dell’opera sarà curata da Alois Müller di Andriano, con un sapiente assemblaggio di radici e ceppi di alberi.

La mostra dei presepi del Circolo Culturale Don Bosco sarà aperta dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30; domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 19. (per visite guidate telefonare al numero 328 3831160). La mostra resterà chiusa nei seguenti giorni: 19, 24, 25, 31 dicembre 2016 e 1° gennaio 2017.


VETRINA

DIRITTO DI FAMIGLIA foto: shutterstock.it

MOBILITÀ SOSTENIBILE

Separazione, le vostre domande Egregio avv. Pontecorvo, trattasi di separazione consensuale. Posto che il regime patrimoniale dei coniugi è la comunione legale, con l’atto di separazione è stato stabilito – tra l’altro – lo scioglimento di tale regime e la rinuncia, per il futuro, ad ogni eventuale pretesa di carattere economico finanziario da parte di entrambi i coniugi. Si chiede, a maggior chiarimento, quali pretese può avanzare un coniuge sui beni immobili acquistati dall’altro coniuge dopo la separazione consensuale. Con mille ringraziamenti. Egregio lettore, sul punto che lei richiama posso segnalare una importante novità entrata in vigore con la legge 6.5.2015 nr. 55 che ha modificato l’articolo 191 del codice civile. Legge che ha finalmente fatto chiarezza su quale dovesse intendersi, in caso di separazione coniugale, come il momento esatto in cui si scioglie la comunione legale tra le parti. Ebbene, la legge in questione precisa che: “nel caso di separazione personale, la comunione tra i coniugi si scioglie nel momento in cui

Hai una domanda da rivolgere al nostro esperto? Scrivi a redazione@quimedia.it La risposta verrà pubblicata nei prossimi numeri del giornale.

il presidente del tribunale autorizza i coniugi a vivere separati, ovvero alla data di sottoscrizione del processo verbale di separazione consensuale dei coniugi dinanzi al presidente purché omologato, l’ordinanza con la quale i coniugi sono autorizzati a vivere separati è comunicata all’ufficiale di stato civile ai fini dell’annotazione dello scioglimento della comunione”. Ne deriva perciò che, avendo voi provveduto ad effettuare una separazione consensuale, la vostra comunione legale è da considerarsi sciolta dalla data in cui vi è stata la omologazione, da parte del giudice, delle condizioni di separazione. Direi pertanto che tutti gli acquisti effettuati dopo tale data da parte dei coniugi separati non rientrano più nella comunione e l’altro coniuge non potrà pretendere nulla.

Avv. Domenico Pontecorvo - Bolzano

Carsharing Südtirol Alto Adige in gioiosa attesa del Natale Con 21 stazioni in 7 comuni e 34 auto distribuite sul territorio, Carsharing Südtirol Alto Adige si afferma una realtà in continua crescita, perseguendo il suo obiettivo di offrire una soluzione conveniente e pratica come integrazione alla mobilità esistente, pensata sia per i privati, che per le aziende. In occasione delle festività Natalizie Carsharing riserva a tutti i suoi clienti un’azione speciale che permette di viaggiare a prezzi ancora più bassi durante il periodo dedicato alle ferie, alla famiglia ed agli amici più cari. A chi prenota una macchina tra il 18

dicembre e l’8 gennaio per almeno 5 giorni, il Carsharing regala infatti un ulteriore giorno di noleggio. Per addolcire l’inizio della stagione invernale sarà concesso, inoltre, un buono viaggio a tutti coloro che si iscrivono tra il 1° e il 16 dicembre. Per maggiori informazioni: www.carsharing.bz.it · 0471 061319

INCONTRO

Charles de Foucauld In occasione del centesimo anniversario della morte di Charles de Foucauld, viene ricordato il religioso francese che sentì la chiamata a condividere la sua vita con le tribù Tuareg del deserto del Sahara. Adottò uno stile di condivisione rispettosa delle tradizioni e della religione di tutti in nome di una fratellanza universale. Per sé scelse di “non essere una sentinella addormentata, un cane muto e un pastore indifferente di fronte alle ingiustizie”. Il suo stile missionario preparò le grandi aperture del Concilio Vaticano e diede origine a numerose congregazioni che continuano a testimoniare il Vangelo con la vita, in modo particolare tra le popolazioni più povere. L’appuntamento è per il 6 dicembre alle 20.30 presso la Sala Don Lino Giuliani del Centro Culturale Cristallo in via Dalmazia 30 a Bolzano. Orga-

nizzano per la rassegna “Le vie del sacro” l’Associazione Cristallo, ACLI, Diocesi Bolzano-Bressanone e Caritas Bolzano Bressanone. Presente il piccolo fratello Tommaso Bogliaccino, modera Giuseppe Morotti. Ingresso libero.


VETRINA BELLEZZA

Regali di bellezza

In periodo di crisi come quello che stiamo vivendo la cura della persona e della bellezza spesso è una spesa a cui dobbiamo rinunciare o limitare. Per questo motivo i trattamenti di bellezza sono l’alternativa a cui pensare se vogliamo che il nostro dono sia davvero prezioso. Sempre più amati da uomini e donne che ci tengono a mantenere e valorizzare la propria immagine, permettono di ottenere risultati eccellenti e assolutamente naturali senza disagi, né effetti collaterali. Non è difficile trovare un regalo “su misura” che dimostri vero affetto e sia apprezzato da chi lo riceve. Fra i trattamenti più conosciuti e apprezzati, quelli che

maggiormente si prestano a divenire graditissimi omaggi sono la correzione delle sopracciglia, che migliora l’aspetto del viso in generale con anche un effetto di ringiovanimento naturale su fronte e occhi, oppure la pigmentazione di eye line e labbra, che dona un aspetto sempre curato. Anche i trattamenti per le ciglia sono tra i più gettonati, extension ciglia, laminazione ciglia, lash botox, per evidenziare lo sguardo. È consigliabile informarsi bene, chiedendo una consulenza per scegliere il dono più adatto, oppure optare per un buono nel centro di fiducia e lasciare la scelta alla persona che lo troverà sotto l’albero.

OTTICA CALDERARI

SCHULLIAN

Unguenti balsamici e curativi Gli unguenti sono teneri rimedi naturali di antica tradizione, la cui produzione è molto semplice e si presta a diversi utilizzi. Questi unguenti sono dei preparati di ingredienti naturali di alta qualità arricchiti con i principi attivi vegetali che nutrono, curano, stimolano, proteggono e guariscono la pelle e l’organismo attraverso la cute. Dora Veronika Margesin Somvi, pedagoga di erbe aromatiche e insegnante dell’antica conoscenza delle erbe e della medicina popolare, presenterà le ricette più collaudate, tra le quali unguenti contro il raffreddore, un balsamo nutriente per le labbra, un balsamo lenitivo a base di resina di larice ed un unguento rigenerante. Alcuni di questi saranno preparati insieme.

Fin da piccola Dora è rimasta affascinata dalla bellezza di fiori e piante nel loro ambiente naturale e dall’incredibile tenacia di alcune erbe capaci di crescere tra le fessure di pietre o ai bordi dell’asfalto. Quando ha poi scoperto che le piante sono alleate per il nostro benessere, si sono aperte le porte dell’affascinante mondo delle piante medicinali: ha frequentato seminari e corsi di formazione in Italia e all’estero e ora racconta alcuni dei segreti imparati. È necessaria l’iscrizione chiamando lo 0471 933006 e un contributo spese di 12 euro. L’appuntamento è per il 3 dicembre dalle 10 alle 12. Per maggiori informazioni: www.schullian.it · facebook.com/schullian

IDEACASABAGNO

Il tuo stile anche nel tempo libero La maschera per affrontare una discesa sugli sci o la tavola? Una questione di stile...e di qualità. Grazie alle maschere di ultima generazione ZEISS comfort, tecnologia e originalità saranno a servizio dei tuoi occhi. Originalità, grazie all’intercambiabilità totale della maschera con i modelli Combo, che permette di rimuovere i paraspifferi, la lente di ricambio e l’elastico, per creare il tuo stile ed affrontare qualsiasi condizione atmosferica. Il design super sottile brevettato ZEISS permette la massima estenzione verticale e laterale del campo visivo, consentendo una reazione più veloce agli ostacoli, libertà di movimento e leggerezza. Il comfort è assicurato dal morbido triplo strato termoformato all’interno della maschera, che simula l’effetto velluto. La maschera assicura la massima vestibilità,

27

calzando perfettamente sul viso e naso e adattandosi a diversi caschi, grazie alla chela con doppio movimento ed elastico antiscivolo per una maggiore presa. La visione risulta nitida e protetta, con la massima precisione e chiarezza visiva in differenti condizioni di luminosità, garantite dai rigorosi test ottici ZEISS, che permettono una protezione totale contro i raggi UVB/UVC e gli agenti atmosferici. La tecnologia di colore esclusiva ZEISS assicura infine il massimo aumento dei contrasti, per identificare dislivelli e ostacoli sulle piste con ogni condizione di visibilità. Ottica Calderari: Via Sernesi 12, BZ 0471 977528 · www.otticacalderari.it

Nuovo nome, stessa qualità

Con grande emozione e soddisfazione, siamo lieti di presentare il nostro nuovo marchio e nome a tutti i nostri clienti. L’azienda in questo mezzo secolo di attività, ha seguito un percorso migliorativo, affinando le proprie mansioni, mantenendosi aggiornata a tutte le innovazioni, ed è riuscita a diventare un’azienda leader nel settore delle ristrutturazioni complete. Proprio questo costante aggiornamento, ci ha permesso di lavorare in ristrutturazioni che comprendono tutti gli ambienti della casa. L’evoluzione della nostra atPer un preventivo gratuito e per informazioni: Bolzano Viale Druso 51 · Tel. 0471 400879 Merano Via Petrarca 59 · Tel. 0473 440148 www.ideacasahaus.it · info@ideacasahaus.it

tività, ha dato il segnale anche per il cambio del nostro nome e conseguente logo, così da permettere l’esposizione come Centro Ristrutturazioni, effettuando lavorazioni con un team di artigiani ed operai qualificati. Obiettivo del nostro brand è puramente identitario, in quanto le nostre competenze sono pienamente al passo con l’attività che svolgiamo quotidianamente, per questo ne richiediamo riconoscimento anche da parte dei nostri futuri clienti e di chi ha già affidato a noi la propria abitazione da ristrutturare.


28

VETRINA ALL’ESTERO SI RISPARMIA CON QUALITÀ

CAMPAGNA SOCI 2017

Far parte come socio della Croce Bianca

Far parte, questo è lo slogan della campagna soci 2017 della Croce Bianca. Con la tessera annuale il socio non solo si assicura tanti vantaggi durante le permanenze in Italia e all’estero, ma sostiene anche in modo efficace gli oltre 3.000 volontari dell’Associazione provinciale di soccorso. Anche quest’anno la Croce Bianca offre ai suoi soci annuali una

novità: il rientro gratuito dell’infortunato da tutto il territorio nazionale. Ogni socio MONDIALE e MONDIALE PIÙ verrà rimpatriato in modo sicuro e professionale da tutto il mondo. I soci MONDIALE PIÙ hanno ulteriori vantaggi, come ad esempio il rientro già dopo il primo giorno in caso di necessità medica (14 giorni per i soci MONDIALE), il rientro dopo tre giorni di ricovero su richiesta personale e molti altri vantaggi. Si può versare il contributo in ogni banca, in Posta, via internet dal sito o direttamente nelle sedi della Croce Bianca. Tutte le info su: http://soci.wk-cb.bz.it/it/ · 0471 444310

Sono sempre di più i pazienti italiani che si affidano alle cure odontoiatriche croate, oltre confine si può

Cure odontoiatriche in Croazia trovare esperienza, qualità, garanzia e convenienza. Una delle strutture odontoiatriche più rappresentative in Croazia è il policlinico Kalmar di Fiume (www. kalmarclinic.eu/kalmar mobil 320.9523088) una realtà esistente da tre generazioni composta da un team di professionisti specializzati in implantologia e rigenerazione ossea. In questa clinica, la qualità dei materiali non è garantita solo a parole. Sui preventivi di Croazia viene sempre indicata la marca e provenienza dei materiali tedeschi o svizzeri

che vengono utilizzati mentre nei centri italiani low cost tutto questo non avviene: si promette qualità ma non si specifica mai nulla. Il paziente che si rivolge ad una struttura odontoiatrica come il policlinico Kalmar Implant Dentistry di Fiume in Croazia può beneficiare di un servizio odontoiatrico moderno, completo ed onesto con risparmio fino al 70%. Il servizio trasporto dal Trentino Alto Adige con partenze settimanali andata/ritorno in giornata è già attivo. Primo viaggio + panoramica + visita sono gratuiti.

MIGLIORI DENTISTI DI CROAZIA KALMAR IMPLANT DENTISTRY www.kalmarclinic.eu Kalmar Mobil 320 9523088

GRANDE DISTRIBUZIONE

Supermercati MPREIS chiusi le domeniche d’Avvento e nei giorni di festa La grande catena di supermercati MPREIS ha deciso di tenere chiusi i suoi punti vendita altoatesini nelle domeniche d’Avvento e nei giorni di festività natalizia. Il gruppo MPREIS è da sempre molto attento al valore della famiglia ed è consapevole del fatto che l’equilibrio vita-lavoro per il personale rappresenta una grande sfida. Per questo motivo, è molto importante per la catena di supermercati tirolese orientare le proprie scelte prendendo in considerazione anche le esigenze delle famiglie. In favore delle famiglie Molti dipendenti MPREIS hanno una famiglia. Soprattutto prima delle feste natalizie mamme e papà vogliono trascorrere la domenica con i propri figli. MPREIS

offre a queste famiglie l’opportunità di prepararsi assieme al Natale e di trascorrere la domenica senza lavorare. Avvento & Natale Come già accaduto negli anni passati, MPREIS ha deciso di tenere chiusi i supermercati altoatesini nelle domeniche d’Avvento, l’8 dicembre e durante le feste

di Natale. Una misura accolta con favore dai dipendenti e dalle loro famiglie, che si spera verrà compresa anche dalla nostra clientela. Eccezione: i centri commerciali Purtroppo, eccezioni devono essere fatte nei centri commerciali. Dal momento che tutti i negozi

nei centri commerciali rimangono aperti, anche i supermercati MPREIS all’Outlet Center del Brennero e in entrambi i Maxi Mode Center di Lagundo e Varna rimarranno aperti nelle domeniche d’Avvento e Natale e nei giorni festivi come l’8 dicembre e il 6 gennaio. Per far questo il personale verrà fatto ruotare per coprire questi giorni. Politici lodano MPREIS I politici altoatesini hanno lodato il gruppo MPREIS per la scelta di tenere chiuso. Scelta che potrebbe essere presa come modello anche dagli altri esercizi commerciali.


VETRINA

29

CONVEGNO ECO CENTER S.P.A., ECO-RESEARCH S.R.L. 2011 il progetto di ricerca “Pro Acqua”, che ha analizzato specificatamente i dosaggi chimici dei farmaci presenti nelle acque reflue e valutato l’aspetto tossicologico ed eco-tossicologico. Strumenti all’avanguardia e competenze specifiche del laboratorio di analisi Eco-Research hanno consentito di indagare anche sulla presenza di metaboliti dei farmaci. I risultati dello studio sono estremamente interessanti: sono stati rilevati in uscita ai depuratori diversi farmaci rimossi solo in parte dal processo di depurazione ed è emerso che i fitodepuratori sono molto più efficienti nella rimozione di determinati farmaci. Gli esiti della ricerca rappresentano delle informazioni fondamentali per migliorare ulteriormente i processi di depurazione.

“Pro acqua – I farmaci nelle acque reflue dell’Alto Adige” Presentati i risultati del progetto di ricerca “Pro Acqua” nel corso di un convegno svoltosi il 24 novembre presso il termovalorizzatore di Bolzano organizzato da eco center S.p.A. con il laboratorio di ricerca Eco-Research S.r.l. La provincia di Bolzano è dotata di un ottimo sistema fognario per la raccolta, il convogliamento ed il trattamento delle acque reflue. 48 depuratori trattano annualmente oltre 60 Mio. di m³ di

reflui con percentuali di abbattimento delle sostanze presenti molto elevate. I processi di depurazione non riescono però ad eliminare i principi attivi dei farmaci presenti nelle acque reflue in entrata all’impianto. I farmaci sono infatti dei contaminanti ambientali, che vengono rinvenuti nelle acque reflue, perché molti principi attivi non vengono metabolizzati dall’organismo e vengono elimi-

nati con le urine e le feci. Questi contaminanti finiscono negli effluenti dei depuratori e vengono immessi a fiume condizionando il funzionamento dell’ecosistema uomo/ambiente con concentrazioni difficilmente rilevabili e quantificabili dai tradizionali metodi analitici. Questa problematica è in discussione in molti paesi europei. Per esaminare la situazione in Alto Adige è stato avviato nel

Per info: www.eco-center.it

CALABRIA NEL CUORE arrivano fresche direttamente dal cuore della Sila (Camigliatello Silano), come anche la provola silvana (pasta filata) ed il Caciocavallo Silano D.O.P. Il martedi e il venerdì arrivano invece il pane

salsiccia provenienti da maiali allevati in Sila, mentre da Donori in provincia di Cagliari vengono spediti, senza perdere il loro profumo e sapore caratteristico, i pecorini sardi. Da “Calabria nel cuore” potrete trovare prodotti sempre freschi come la verdura, i fichi secchi, i pomodori secchi e molto altro ancora: il tutto accompagnato da una innata cortesia e genuinità, tipica della gente del Sud.

La qualità del Sud a Merano Paese che vai, sapori che trovi. Chi ha inventato questo antico adagio doveva avere in mente sicuramente il sud Italia. Basta fare una manciata di chilometri tra un paese e l’altro per scoprire il piacere della tradizione in cucina. Quella cucina sapientemente tramandata di madre in figlia, da nonno a nipote, fatta di cose sane, che sanno di buono. Lo sanno bene Antonio e Sonia, che la terra del Sud – in particolare la Calabria – ce l’hanno del cuore a tal punto da aver deciso

di aprire una piccola azienda a conduzione familiare che tratta prodotti provenienti dal sud Italia nel cuore di Merano. “Calabria nel cuore” il nome di questa piccola e gustosa realtà, dove poter trovare specialità provenienti da Sardegna, Calabria, ma anche Puglia e Sicilia. Tra le primizie pugliesi nel banco frigo potrete trovare il caciocavallo piccante dalle Murge e dalla stessa zona, il mercoledì, le mozzarelle. Il mercoledì è anche la giornata delle salsicce calabresi, che

fresco di Altamura, il pane alle olive di Cerignola, il pane tondo, le frese e i taralli pugliesi di tutti i gusti. Sempre da Calabria e Basilicata arriva la pasta di semola di grano duro trafilata a bronzo, per non dimenticare i rinomati salumi calabresi, la soppressata e la Calabria nel cuore: Via Roma 62/64, Merano (BZ) Orari: da mar a sab 8.30-13.30 16. 30-20.30; dom 8.30-12.30 www.calabrianelcuore.it


VETRINA

31

VETRERIA MARINELLO

Il mondo del vetro al tuo servizio

Fondata nel lontano 1946 dal signor Antonio Marinello, passò poi alla signora Angela Roveda – da tutti ancora oggi conosciuta come “la signora Marinello” – ed al marito Gino Turri. Dopo alcuni passaggi societari, nel 2005 è stata rilevata dai fratelli Paolo e Marco Ferrazin, mantenendone comunque il nome. La Vetreria Marinello è infatti un’azienda storica

meranese, conosciuta in tutto il Burgraviato ed oltre. Appena acquisita, i fratelli Ferrazin hanno deciso di dare all’attività una più definita posizione sul mercato. Hanno infatti messo in secondo piano le lavorazioni artistiche (dalle fusioni alle lavorazioni a piombo) ed hanno invece puntato decisi verso la realizzazione di prodotti quali ad esempio cabine doccia, porte scorrevoli, tettoie, parapetti, schienali per cucine. Grazie anche alla partecipazione a diverse fiere Arredo a Bolzano, si sono fatti conoscere su tutto il territorio provinciale. In poco tempo questo indirizzo aziendale ha portato a risultati oltre le aspettative. I contat-

ti e le collaborazioni con privati, progettisti ed albergatori si sono moltiplicati. E di conseguenza è cresciuta anche l’azienda, fino ad avere in organico oggi complessivamente 8 persone, con prospettiva di crescita ulteriore. Risultati ottenuti grazie anche alla professionalità nella consulenza e nella realizzazione dei lavori. In tutti questi anni è sempre stata data molta importanza alla preparazione e agli aggiornamenti professionali, anche dei collaboratori. I titolari sono entrambi maestri artigiani ed anche ai collaboratori vengono offerti corsi di aggiornamento sui diversi aspetti del lavoro di vetraio. Molto è stato investito anche in attrezzatura e macchinari, che vengono periodicamente aggiornati e sostituiti, alla ricerca di una servizio di qualità ancora migliore da offrire ai clienti. Il prossimo grande passo sarà la realizzazione della nuova sede, con nuovi uffici, nuovi locali per le lavorazioni ed uno spazio per una grande sala espositiva. Proprio questo Show Room ci permetterà un’ulteriore balzo in avanti. Tanti clienti che vengono da noi magari per uno specchio o per sostituire il vetro di una lanterna, solo vedendo le foto dei lavori da noi realizzati, esposte all’ingresso, si rendono conto di quante soluzioni e proposte abbiamo da offrire. Ma il cliente vorrebbe non solo vedere, ma toccare con mano alcune realizzazioni e rendersi conto personalmente delle caratteristiche peculiari del vetro! Non esiste infatti solo il vetro tra-

sparente o satinato. Esistono vetri con motivi, che permettono non solo di dividere gli ambienti, ma anche di arredare. Molti sono i disegni disponibili e sicuramente si troverà quello più adatto ad ogni ambiente. Più elegante, più fine o più deciso! Da poco tempo, inoltre, si sono iniziati ad utilizzare vetri con stampe fotografiche (con vernici inorganiche e quindi indelebili in quanto

“smaltate sulla superficie del vetro”), per portare le Vostre immagini preferite su porte, schienali per le cucine, ma anche nel rivestimento delle pareti a muro delle docce (al posto delle piastrelle). Con risultati spettacolari!!! Insomma; il mondo del vetro è in evoluzione. E la Vetreria Marinello è pronta ad offrirvelo.

Via Bersaglio 14 Merano Tel. 0473 448013 info@vetreriamarinello.it www.vetreriamarinello.it


32 32

CULTURA E SPETTACOLO

CONCERTO vano i testi delle canzoni. La cosa è piaciuta moltissimo, non sai quanta gente è venuta a dirci che pur apprezzando il gruppo non si era mai posta il problema di sapere di cosa parlassero le canzoni. C’è stata addirittura un’anziana che ci ha riempito di complimenti ed ha addirittura chiesto se avessimo una cassetta con quello che avevamo suonato!” Questi emuli degli U2 sono sulla

16 DICEMBRE

forza che uno a cui piace la musica degli U2 debbano interessare i testi dei brani: se la musica già gli offre delle emozioni va più che bene, ma se a quella musica è stato abbinato un certo testo ci sarà pure un motivo. Le parole possono toccare corde profonde differenti da quelle che tocca la musica, e il nostro esperimento in chiesa è piaciuto così tanto che abbiamo pensato di riproporlo in occasione di questo anniversario. Il presentare il brano dandogli una cornice che oltre al testo comprende il contesto sociale in cui è stato scritto, offre l’opportunità di ascoltarlo con quattro orecchie anziché due”. Il concerto del Sudwerk, venerdì 16 dicembre alle 21.30, prevede anche una mostra fotografica che ripercorre la storia degli U2, e poi, naturalmente tanta musica, con il ripescaggio anche di brani meno noti, proprio per offrire spunti di ascolto al pubblico, senza dover ripercorrere forzatamente solo le canzoni che tutti conoscono o ricordano, quelle radiofoniche o che fanno ballare.

Bonovox sul palco del Sudwerk BOLZANO Era il settembre del 1976, quando un batterista sedicenne di nome Larry Muellen affisse alla bacheca della scuola un annuncio con cui cercava altri ragazzi per formare un gruppo musicale: oggi a quarant’anni di distanza quel gruppo non solo esiste ancora, ma è uno dei più venerati del pianeta col nome di U2. E proprio per celebrare questo anniversario, la band dei Bonovox porterà sul palco del Sudwerk, il 16 dicembre prossimo, una serata speciale dedicata alle canzoni della band irlandese. Non si tratta di un tributo, perché

i Bonovox non si considerano una tribute band, quanto piuttosto un omaggio che viene dal cuore, visto che comunque i Bonovox sono votati unicamente alla musica degli U2, un omaggio multimediale che oltre alle immancabili canzoni allinea foto e proiezioni. “L’idea – racconta Simone Pantano, cantante e portavoce del gruppo – è nata da una cosa molto particolare che abbiamo fatto lo scorso anno in una chiesa di Bolzano, dove abbiamo proposto uno spettacolo in chiave semiacustica con uno schermo alle nostre spalle su cui scorre-

breccia da diversi anni, dapprima col nome di Elevation e poi, per non confondersi con un’omonima formazione emiliana, come Bonovox: oltre a Pantano c’è un altro bolzanino, il bassista Roberto Rindone, mentre gli altri due sono il chitarrista ferrarese Michele Marchesini ed il batterista veronese Alessandro Ridolfi. Il concerto, che si intitolerà U2 History, ripercorrerà la storia della band cercando di andare oltre quello che è stato il lato commerciale, entrando nel vivo delle canzoni, nelle ideologie della formazione: “Certo – prosegue Pantano – non è detto per

Paolo Crazy Carnevale

LE SCARPE DEI CAPORALI

Lo sfruttamento bracciantile va in teatro

6

BOLZANO Si aggira nell’ordine dei 5,5 milioni di tonnellate la quantità di pomodori che ogni anno l’Italia produce a fini industriali. Se un numero del genere è troppo elevato per poter essere concepito, lo si traduca nei seguenti termini: l’Italia è il primo produttore di pomodori su scala europea e il secondo su scala mondiale, superato solo dagli Stati Uniti d’America. Sorgerà spontanea una domanda: chi raccoglie e in che modo tutti questi pomodori? È probabilmente questa la domanda che ha spinto l’insegnante di lettere Matteo De Checchi e Valentina Benvenuti ad aprire un’inchiesta per la piattaforma meltingpot.org sul tema dello sfruttamento bracciantile ed i ghetti nel Sud Italia. Sarebbe infatti ottimistico, e forse anche molto ingenuo, pensare che dietro a tale produzione vi siano

DICEMBRE

Nella foto, Salvatore Cutrì in scena, a lato Valentina Benvenuti e Matteo De Checchi

braccianti regolarmente assunti e ben pagati. Spinti dalla necessità di vedere coi propri occhi la realtà che si nasconde dietro alla raccolta dei pomodori, Matteo e Valentina hanno intrapreso da gennaio ad agosto un viaggio nelle principali regioni del meridione, per conoscere quelle dinamiche che il professore definisce senza mezzi termini “da Terzo Mondo”. I “nuovi schavi”, come li chiama-

no De Checchi e Benvenuti, sono circa 500.000 e lavorano in condizioni prossime allo sfruttamento: dei 25 euro che al massimo guadagnano in una giornata lavorativa di 8-12 ore, una parte se ne va per l’affitto della baracca nel ghetto ed una parte va al caporale, colui che porta i braccianti nei campi. Nasce quindi il desiderio di rappresentare in forma artistica quanto visto e vissuto, con lo scopo di

mostrare alla popolazione ciò che ogni giorno accade sul territorio nazionale e viene spesso taciuto. Nasce quindi, supportato da crowdfunding, il monologo teatrale “Le scarpe dei caporali”, diretto da Salvatore Cutrì, che ha visto la sua prima assoluta lo scorso 17 settembre a Bolzano. Sempre nello stesso mese è nato il Collettivo Mamadou, con lo scopo di organizzare corsi di italiano nei ghetti della Basilicata. Reduce da rappresentazioni nelle città di Potenza, Torino, Trento ed Innsbruck, lo spettacolo tornerà a Bolzano – prima di partire alla volta di Treviso e Roma – il 6 dicembre al Theater im Hof in vicolo delle Erbe 37 a partire dalle ore 19, dopo un aperitivo, nell’ambito della rassegna del Piccolo Festival del Documentario Resistente.

Alberto Frigo


CULTURA E SPETTACOLO

33

MUSICA

TEATRO

SE MAI MI SPOSERÒ > BOLZANO | Ore 16.30 | Teatro Cristallo Compagnia A.C.I.S. Il Sipario (NA) testo e regia Sasà Girolamo Palumbo Nella casa dei fratelli Venturini il più piccolo, Filippo, è in trepidazione per i preparativi del suo matrimonio. Ai normali problemi che si incontrano per realizzare il giorno del fatidico sì, si aggiungono le continue pressioni psicologiche del fratello Sasà, contrario al matrimonio, avendo già due divorzi alle spalle e trovandosi ad affrontare tutte le difficoltà economiche (e non solo) che ne conseguono. A far da contraltare al pessimismo di Sasà, ci sono però le parole di incoraggiamento di Andrea,

6

DICEMBRE

4

DICEMBRE fratello maggiore e single. In questo stato confusionale e di grande dilemma di Filippo, non resta che affidarsi all’aiuto del pubblico... UILT – Buona domenica a teatro Biglietto: 10 euro, Cristallo Card: 7

L’AMORE DEVI SEGUIRLO – IN TOUR NADA CON ... A TOYS ORCHESTRA > BOLZANO | Ore 21| Teatro Cristallo Nada è la musa della musica indipendente italiana, cantautrice molto amata dalla critica e da un pubblico di età ed estrazione diverse. Un’artista che ha fatto della pancia e del cuore il fulcro attorno al quale far girare l’urgenza del suo messaggio musicale che ancora oggi affascina e suggestiona il pubblico. Non è un caso quindi che abbia deciso – come già accaduto in passato con Zen Circus e Crimi-

nal Jokers - di coinvolgere gli ...A Toys Orchestra, una band con una storia solida e prestigiosa e che come lei ha saputo conquistare una credibilità trasversale, cavalcando l’eterogeneità di ascoltatori appartenenti a epoche e generazioni diverse. Racconti di Musica Associazione l’Obiettivo Biglietto: 15 euro, Cristallo Card: 12 Cristallo Card Young: 10 euro

Info: 0471 067822, prenotazioni@teatrocristallo.it

Info: 0471 067822, prenotazioni@teatrocristallo.it

TEATRO

TEATRO foto: Serena Pea

NON TI PAGO

> LAIVES | Ore 2O.45 | Teatro dei Filodrammatici Gino Coseri Compagnia il Dialogo Cimitile (Na) Due atti di Eduardo De Filippo Regia di Ciro Ruoppo

8

L’invidia di Ferdinando Quagliuolo, per chi è più fortunato di lui, sembra priva di ogni logica razionale, fa ridere perché appare paradossale. Invece, a pensarci bene, nessuno è immune da questa cecità, nessuno è privo di irrazionalità. La nostra umanità ci porta a essere

DICEMBRE

GRAN CASINÒ

miseri, a credere nella superstizione, a sperare nei numeri per cambiare le sorti della vita. Infatti, tutta la commedia ruota attorno al giorco del lotto e a contrasti a non finire, tra malintesi e colpi di scena con moglie, figlia, collaboratori domestici, prete ed avvocato, fino a giungere ad una conclusione a lieto fine attraverso il quale si dimostra che non è il denaro a dare felicità, ma l’armonia familiare.

> SAN GIACOMO | Ore 20.30 | Teatro San Giacomo, via Maso Hilber 5 di Ercole Ongaro e Fabrizio De Giovanni, regia Gilberto Colla In un’Italia che da decenni è in forte declino economico e sociale, il gioco d’azzardo ha fatto registrare un exploit travolgente: il fatturato dell’azzardo legale è passato dai 26 miliardi di euro nel 2008 ai 98 del 2015. Molti hanno infatti intravisto nel gioco d’azzardo la soluzione ai propri problemi economici e si sono gettati a

capofitto nel mare delle scommesse. “Gran Casinò. Storie di chi gioca sulla pelle degli altri” è uno spettacolo per dire no al gioco d’azzardo, anche a quello legale, e per contribuire a creare consapevolezza su un perverso business gestito dalle lobby del gioco e della malavita. Biglietto: 5 euro Gratis per bambini sotto i 12 anni se accompagnati da un adulto

Info: associazioneddt@libero.it, 348 8709823

Info: Filo Laives 0471 952650 Teatro Cristallo 0471 067822 Fiori Berger 0471 954218, Etrebelle (BZ) 0471 1812276, info@teatrofilolaives.it

9

DICEMBRE


CULTURA E SPETTACOLO

34 34

LIVE MUSE

3

DICEMBRE

West coast music

SAN GIACOMO Gli instancabili musicisti di Live Muse passano con assoluta indifferenza da un genere all’altro e questa volta si cimenteranno in cover e arrangiamenti di Buffalo Springfield, James Taylor, Tom Waits, Credence Clearwater Revival, Eagles, Neil Young, Jefferson Airplane, Quicksilver Messenger Service, Grateful Dead, Steve Miller Band, Carole King e tanti altri ancora. L’appuntamento è per sabato 3 dicembre alle 21 presso il teatro di San Giacomo con “West coast music”, il movimento musicale nato sul finire degli anni 60 fra

pop, soul e fusion. Il West Coast è un genere musicale riconducibile alla musica rock statunitense anni Settanta, i maggiori esponenti di questo genere sono stati soprattutto gli America, gli Eagles e Neil Young con varie formazioni e/o in jam session con David Crosby, Stephen Stills e Graham Nash; altri esponenti furono Joni Mitchell, James Taylor e Carly Simon. Il genere musicale si caratterizza per le armonie vocali e gli arrangiamenti a metà strada tra il classico stile country/folk dell’ovest americano e il più duro rock. Nasce in California attorno ai primi

MOSTRA

anni Settanta, più precisamente si può individuarne le origini nella città di San Francisco all’inizio come musica di protesta sulla scia degli eventi legati alla Guerra del Vietnam per poi via via rilassare i toni verso uno stile nettamente più country o folk. Si contrappone allo strapotere musicale inglese dei Beatles e riscuote un notevole successo specialmente fra i giovani. Al momento (ma si sa che Live Muse ama le sorprese, quindi alcuni potrebbero cambiare e altri ancora potrebbero aggiungersi) questi sono i musicisti che si esi-

biranno: Alessio Oss Emer, Claudio De Carli, Gabriele Gallo, Andrea Piazza, Luca Zeni, Antonella Ruzzante, Paola Lasca, Eva Massardi, Andrea Nones, Gianni Rizzo, Alberto Magri, Arcadio Saretto, Fabio Dolzan, Omar Tessaro, Charlie Penner, Giorgio Mezzalira, Enrico Visintin, Giorgio Fiore, Sergio Farina, Christine Bauhofer, Daniele Ravagnani, Paolo Turetta, Silvia Turetta, Giorgio Fait, Marco Casarin, Andreas Gozzi, Luca Garzena, Mario Cosentino, Franco Mugliari, Danilo Zeni, Italo Brunetti, Tony Gazzignato, Michele Ometto, Bruno Festini, Fabrizio Bolognani, Glauco Zenere, Christopher Sacchin. Presentano Silva Corvetta e Max Rossi. Il biglietto d’ingresso è di 7 euro, con il ricavato che sarà devoluto a Emergency.

CONFERENZA

1

LA MATERIA DELLA PITTURA LA MATERIA DELLA SCULTURA

DICEMBRE

> SAN GIACOMO | Foyer del teatro Fino al 14 dicembre il foyer del teatro di San Giacomo ospita due mostre parallele allestite dall’Accademia dialetti visivi Holos: “La materia della pittura” e “La materia della scultura”. Nella prima espongono Edoardo Abbozzo, Pietro Archis, Peter Behan, Nello Bocci, Antonino Carbone, Silvano D’Orsi, Fabrizio Fabbroni, Claudio Fabbris, Federico Fellini, Renzo Forti, Daniela Loi, Carla Medici, Walter Montel, Eduardo Palumbo, Peter Pellegrini, Michele

Principato Trosso, Sergio Sani, Franco Verdi, Luciana Zabarella, Bruno Zieger e Maschere. La mostra di scultura propone opere di alcuni scultori nazionali realizzate con materiali diversi: Pietro Archis, Paolo Ballerani, Nello Bocci, Mario Boldrini, Ugo Bolzoni, Giancarlo Cassetta, Fabrizio Fabbroni, Carla Medici, Altieri Tramontin. Le mostre sono visitabili fino al 14 dicembre dalle 17 alle 20; il 3 e l’8 dicembre anche dalle 10 alle 12.30.

FINO AL

14 DICEMBRE

LA NASCITA DEL TURISMO > MERANO | Ore 16 | Centro per la cultura Turismo e gastronomia sono sempre state fortemente legate tra loro. Ma se si chiede a qualche storico o gastronomo la data d’inizio del turismo o di una vera gastronomia nelle principali località dell’arco alpino, vi risponderà che è un’impresa quasi impossibile. Non è così invece per Merano, perché alcuni eventi storici ne fissano in maniera evidente una data certa.

Alla conferenza organizzata la società Dante Alighieri, l’esperto Raoul Ragazzi farà rivevere la nascita del turismo come lo si conosce oggi, e si vedrà come Merano, che all’inizio dell’800 è una Kurstadt, diventi meta di pellegrinaggi turistici e gastronomici per assaggiare piatti prelibati firmati Godio, Fenoglio, Trafojer e anche sani “chez Chenot”. L’entrata è libera.


CULTURA E SPETTACOLO TEATRO

TEATRO

BUON NATALE, BABBO NATALE

SMITH & WESSON

> BOLZANO | Ore 16.30| Teatro Cristallo Fondazione Aida Testo di Pino Costalunga e Nicoletta Vicentini / Regia Raffaele Latagliata E se Babbo Natale non potesse più portare doni ai bambini come fa da sempre ogni anno? In questi ultimi tempi è molto ingrassato, mangia solo delle grosse caramelle colorate mandategli da un ammiratore sconosciuto e non ne vuole proprio sapere di mettersi a dieta. Ma la cosa peggiore

> BOLZANO | Ore 20.30 (domenica ore 16)| Teatro Comunale

è che gli è passata anche la voglia di volare con le sue renne e la sua slitta. Per fortuna i bambini con l’aiuto dei Folletti troveranno il modo non solo di aiutare Babbo Natale, ma sventeranno anche un pericoloso piano ordito da Mago Bisesto, salvando il Natale. compagnia teatroBlu Il teatro è dei bambini Biglietto: 7 euro, Cristallo Card: 5 Riduzione bimbi dal 2° figlio: 3,50 € Età consigliata: dai 5 anni

8-11 DICEMBRE

Info: 0471 067822, prenotazioni@teatrocristallo.it foto: Fabio Zinetti

di Alessandro Baricco Dall’8 all’11 dicembre il Teatro Stabile porta in scena un’avventura ambientata agli albori del Novecento. 1902: Tom Smith e Jerry Wesson, due personaggi che vivono di piccoli espedienti, si incontrano non lontano dalle Cascate del Niagara. Non lo sanno ancora, ma i loro nomi saran-

10

foto: shutterstock.it

35

no legati a un’impresa memorabile. Tutto merito, o forse sarebbe meglio dire “per colpa” di una giornalista ambiziosa e di un tuffo vertiginoso nelle cascate... La scrittura sorniona di Alessandro Baricco e la sapiente regia di Gabriele Vacis, unite alla verve di Natalino Balasso e di Fausto Russo Alesi, sono gli ingredienti di questa commedia “epica” e avventurosa.

Info: 0471 301566 ∙ Biglietti: 0471 053800, www.teatro-bolzano.it

DICEMBRE

TEATRO

TEATRO

STORIE DI CLAUDIA > BOLZANO | Ore 21 | Teatro Cristallo di e con Claudia Gerini regia Giampiero Solari

16-18

In un vecchio palazzo di Roma vivono Claudia, una bambina allegra e curio-

DICEMBRE

LA TERRA PROMESSA

> LAIVES | h 20.30 (dom h 16.30) | Teatro dei Filodrammatici G. Coseri Compagnia Filodrammatica di Laives (Bz), regia di Roby De Tomas Commedia in dialetto trentino Entro il dicembre 1939 tutti i sudtirolesi, in base allo sciagurato accordo Mussolini-Hitler, dovettero scegliere se conservare la cittadinanza italiana, oppure lasciare la propria terra – conservando lingua, usi e costumi – e dirsi tedeschi. In più di 200.000 dissero sì

all’espatrio e si misero poco alla volta sulla via per la Germania. Molto si è detto sulle argomentazioni, sulle forzature, sulle PROMESSE che hanno portato molti ad abbandonare la propria terra, la propria casa. Poco si è detto su come si sia trovato chi se ne andò in cerca di nuova patria. Il racconto inizia proprio da qui, dagli aspetti quotidiani e pratici di una piccola comunità di “optanti” sudtirolesi nell’Oberdonau.

Info: Filo Laives 0471 952650 Teatro Cristallo 0471 067822 Fiori Berger 0471 954218, Etrebelle (BZ) 0471 1812276, info@teatrofilolaives.it

19 DICEMBRE

sa e, al pianterreno, Maria, un’anziana ed eccentrica signora, che ama la musica e colleziona ricordi, ritratti e libri di donne famose che hanno cambiato la storia. Da sempre la signorina Maria e il suo appartamento sono l’attrazione segreta per tutti i bambini del cortile. Una sera, inaspettatamente, grazie a una camomilla calda, Claudia riesce a entrare nella casa della signorina Maria e nasce un’amicizia unica e indissolubile. Grazie alle storie della signorina Maria, Claudia conosce donne incredibili, artiste famose e complicate, cresce e diventa grande. Diventa a sua volta un’artista famosa e una mamma affettuosa, che porta con sé il desiderio di trasmettere l’amore e la passione per la vita e per il mondo dello spettacolo, così come la signorina Maria ha fatto con lei. Associazione Cristallo – Comedy show in collaborazione col Teatro Stabile di Bolzano Biglietto: 15 euro, Cristallo Card: 12 Cristallo Card Young: 10 euro

Info: 0471 067822, prenotazioni@teatrocristallo.it


ANNUNCI

36

Castrazione dei gatti viventi in libertà Sarà eseguita presso il canile Sill a Bolzano ogni venerdí pomeriggio. È richiesta la prenotazione (Tel. 0471 329800). Le associazioni animalisti “Amici Animali Altoatesini” e “Oltradige-Bassa Atesina” hanno cessato l’attività di castrazione per mancanza di fondi, in quanto devono sostenere la metà di tali costi veterinari di tasca propria.

CERCO/OFFRO LAVORO Cerco lavoro come chef in cucina. Tel. 347 6108621 Signora cerca lavoro come badante, assistenza anziani, giorno e notte. Con esperienza come infermiera (23 anni in ospedale in Ucraina). Tel. 324 5940195 Offre lezioni di ripetizione di tedesco/italiano per bambini scuola elementare/medie. Bolzano. Tel. 349 3632271 ore pasti Perito chimico cerca lavoro con esperienza pluridecennale, referenziato, disponibilità immediata (zona Trentino Alto Adige, prov. Verona e Brescia). Tel. 0473 442094 ore pasti o 338 3062144

ALTRO

Nick taglia piccola 11 kg 5 anni, castrato vaccinato test Leishmania negativo. Cagnolino che non si ferma mai, molto dolce. Unico problema tende a sporcare in casa perché sempre tenuto in appartamento senza uscire, ora con il giardino è migliorato tantissimo, ma ogni tanto la pipì ci scappa. Per info SOS ADA 389 1909412 Vendo rampichino leggero ammortizzatori anteriori, 7 rapporti, posteriori e tre anteriori. 110 euro. Tel. 329 9414376 Vendo aspirapolvere Folletto con accessori in garanzia. 400 euro. Tel. 347 3815888

Bolzano Red bel micione di 2 anni castrato vaccinato molto tranquillo, coccolone, educato, abituato alla lettiera e a vivere in appartamento. No giardino, cerca una famiglia che lo adotti e lo ami per sempre. Tel. 328 3273440

Vendo segreteria telefonica Bondi come nuova. Elettronica per telefono fisso. 15 euro. Tel 320 2321075

Vendo parca nero, taglia xs, acquistato qualche giorno fa, etichetta ancora attaccata. Il finto pelo del cappuccio è rimovibile. 55 euro. Bolzano. Tel. 327 7349989

Vendo Netbook MSI Wind U100, colore bianco, schermo da 10 pollici, processore Intel Atom N280 1,6GHz, 1GB RAM, 80GB Harddisk, sistema operativo Windows XP e Wifi. In ottimo stato. Come nuovo, nessun danno o graffio. 80 euro. Tel. 393 2209110

Vendo 4 pneumatici estivi marca Beriu Bravius, misura 185/60R 14, usati solo una stagione. Tel. 334 1281722

Vendesi quadro Franz Lenhart. Misura dipinto 35 x 50. Trattativa riservata. Tel. 331 3729290

Vendo City-Bike da donna con cambio, cestino, ruote da 28”, impianto luci funzionante, freni efficienti. Tel. 0471 263892 dalle ore 19 in poi Vendo materasso nuovo per camper “Laika” serie Ecovip 195x142x12cm. 80 euro. Tel. 329 9414376 Vendo tapis rouland, inutilizzato. Il trasporto è a carico dell’acquirente. 230 euro. Tel. 371 1437000

Milka femminuccia nata il 26/5/2015, chippata sterilizzata vaccinata con tutti i test negativi. Taglia medio piccola intorno ai 12 chili, un po’ timidina, buona dolcissima e brava con i suoi simili e con altri animali. È molto bella e particolare proprio per la stranezza di avere la testolina da pastorina e il corpo diverso. Al momento per la sua adozione è indispensabile un giardino per riuscire pian piano a prender fiducia e fare un percorso sereno fino a riuscire ad insegnare le uscite con il guinzaglio. Per info SOS ADA 389 1909412 Vendo tappeti lana in pendant fantasie arabe nuovi mai usati, composti da nr. 2 scendiletto (105x50) più un tappeto fondoletto (121x60). Tel. 320 2321075

L’inserimento degli annunci è gratuito.

Per info e inserzioni: · annunci@quimedia.it · Fax 0471 081589 · Redazione: via Torino 96, 39100 Bolzano

Vendo collezione di bambole in blocco o singolarmente. Tel. 347 3815888

IMMOBILIARI Zona Bolzano cerco per la primavera 2017 un appartamento in affitto composto da 2 camere da letto, bagno, soggiorno/angolo cucina, balcone, ascensore e posto auto condominiale. Preferibilmente arredato solo in cucina e bagno poiché già dispongo di alcuni mobili e arredi. L’affitto non dovrebbe superare i 700 euro compreso di spese condominiali. No via Resia e zona Piani. Tel. 339 7431692 dalle ore 18

Vendo catene marca Thule CD-9 100 mai usate, possono andare bene per diverse misure. 40 euro. Tel. 334 1281722

Cerco vecchia bici da corsa degli anni 30, 40, 50. Sono un appassionato di ciclismo. Tel. 338 4284285

Vendo intero guardaroba femminile con pelliccia di visone a 450 euro, taglie 42-46. Abiti di qualità ma un pò fuori moda. Bolzano. Tel. 0471 272197 ore serali (no martedì e venerdì)

Picchio cagnolino bellissimo di 2 anni 9 kg che sembra un cucciolo molto dolce sempre in cerca del contatto umano e di tante coccole. Picchio è vaccinato e chippato. Per info SOS ADA 389/1909412

Vendo ad amatori di archeologia informatica computer portatile Amstrad Alt 386-SX del 1989, funzionante per amatori, al miglior offerente. Tel. 320 2321075 Vendo mobili d’epoca 1850 Biedermeier, composti da divano 2 piazze, tavolo e 4 sedie. Merano. 1.600 euro (solo il divano è quotato quel prezzo).Tel. 331 3729290 Vendo maglie e camicie taglia 42, in buono stato e cappotti con e senza pelliccia, taglia 42 e taglia 44, in buonissimo stato. Bolzano. Tel. 349 3632271 ore pasti Vendo macchina d’epoca Lancia Dedra 1.600 IE, 63.500 km, in ottime condizioni. Bolzano. Tel. 0471 915167 Vendo aspirapolvere mini “turbinator”, ottimo per studenti, non ingombrante. Con vari accessori e un filtro per il ricambio. Bolzano. 30 euro. Tel. 327 7349989

Vendo camera da letto composta da letto matrimoniale comodino e Como di oltre 100 anni a prezzo da concordare. Inoltre, disponibili anche credenza antica con letti singoli. Bolzano Tel. 347 5458422

Bolzano giovane coppia è in cerca di un mono/ bilocale in affitto. Tel. 380 1749913 Bolzano - viale Trieste vendesi appartamento da ristrutturare di 85 mq, piano rialzato composto da corridoio, due stanze, cucina, piccolo bagno, soffitta e cantina. Posto auto condominiale. Classe energetica G. 180.000 euro. Tel. 335 8278977 o 320 2321075 dalle ore 20 alle 22 Bolzano - zona via Rasmo quartiere Casanova, privato affitta ampio garage di 22 mq. Libero da subito. Tel. 334 3217430 Bolzano - via Claudia Augusta affittasi o vendesi magazzino 92mq calpestabili. Ottimo prezzo. Tel. 329 0110880 o 349 1856037 Bolzano - via Ortles vendo garage di mt. 4 x 5 (20 mq.). Prezzo da definire. Tel. 338 9556692 Merano - zona centrale affittasi o vendesi piccolo appartamento con posto auto. L’appartamento è arredato e il prezzo di affitto o di vendita è molto contenuto. Nuove finestre e nuovo riscaldamento. Tel. 0473 443501 ore pasti Merano - Attico trilocale (2 camere, soggiorno e angolo cottura) ottimamente ristrutturato e rifinito in palazzina anni ‘80, luminoso, distante circa 100 mt. dall’ingresso parco terme. Vista panoramica mozzafiato dal terrazzo, bagno finestrato, posto auto privato scoperto, cantina, riscaldamento autonomo, metratura commerciale 81 mq., netta 67 mq., libero subito al rogito. Elettrodomestici ed arredi compresi nel prezzo favoloso di 214.234 euro. Classe G (migliorabile con altro certificatore). Privato vende. Tel. 377 5498465 Val di Cembra (TN) vendo casa su 3 piani di mq. 120 con garage, avvolto e cantina, termo autonoma. Prezzo da definire. Tel. 338 9556692

Bolzano - via Roma 67, 4° piano in condominio con ascensore, privato vende subito disponibile, libero da vincoli/ipoteche, sup. lorda 85 mq: ingresso, ripostiglio, soggiorno, cucina, 2 stanze spaziose, bagno finestrato, balcone, cantina. Certificaz. Energ. APE D. 300.000 euro (negoziabile). Info: ped2130bz@hotmail.com o 335 5821349


IMMOBILIARE BONETTO AGENZIA IMMOBILIARE - REALITÄTENBÜRO

1/2 STANZE

TOGLI LA TUA VASCA E REALIZZA UNA DOCCIA!!! CABINE ATTREZZATE TUTTE LE MISURE E DOCCE ANCHE SU MISURA

Venite

a visitare il nostro nuovo showroom!

RUBINETTERIA ITALIANA.

www.rcimpianti.eu

3/4 STANZE CENTRO: Ampio e luminoso trilocale in ottimo stato, ultimo piano, interno e silenzioso, arredato. € 380.000 T C.E.: G RESIA: Trilocale di 100mq, ampio e luminoso, silenzioso, con due matrimoniali e bagno finestrato. € 250.000 T C.E.: G V.CASTEL FLAVON: OCCASIONE! Trilocale in ottimo stato, panoramico, bagno finestrato. Garage. € 210.000 T + gar C.E.: G C.SO LIBERTÀ: Appartamento panoramico di 130mq, ultimo piano, ristrutturato, con doppi servizi. € 525.000 T + gar C.E.: G S.OSVALDO: Grandissimo quadrilocale nel verde con doppi servizi, terrazza e giardino privato. € 890.000 T + gar C.E.: G S.QUIRINO: Ampio e luminoso trilocale di 110 mq, due matrimoniali, ultimo piano, termoautonomo. € 430.000 T C.E.: G GRIES: Bel quadrilocale con ottima esposizione e terrazza abitabile, ristrutturato, doppi servizi, garage. € 690.000 T C.E.: D S.QUIRINO: Appartamento di 140 mq, ristrutturato completamente, doppi servizi. Cantina, ev. garage. € 490.000 C.E.: G GRIES: Ampio quadrilocale di 160mq, in piccola palazzina, doppi servizi finestrati e giardino privato. € 680.000 T C.E.: G ZONA RESIA INTERNA: Stupendo attico trilocale, panoramicissimo, terrazza di 120mq al piano. € 430.000 T C.E.: G + garage RENCIO: OCCASIONE! Trilocale con buona esposizione, bagno finestrato e terrazza. € 195.000 + garage C.E.: G CENTRO: Splendido attico panoramico di 140mq, su due livelli, completamente ristrutturato. € 620.000 T C.E.: G ZONA V.ROVIGO: Quadrilocale ampio e luminoso, contesto silenzioso, vicino alle passeggiate. € 345.000 C.E.: G DON BOSCO: Grazioso trilocale completam. ristrutt., due matrimoniali e bagno finestrato. € 295.000 T C.E.: G VIA BATTISTI: Grazioso trilocale con cucina separata, ristrutturato, bagno finestrato e due balconi. € 385.000 T C.E.: G VIA FIRENZE: Bellissimo trilocale con due matrimoniali, com-

pl. ristrutturato, interno, ottima esposizione. € 330.000 C.E.: G DON BOSCO: Quadrilocale di 110mq compl. ristrutturato, p/auto assegnato. Termoautonomo. € 340.000 C.E.: G VIA ROEN: Bellissimo trilocale finemente ristrutturato, con balcone e bagno finestrato. Climatizzato. € 275.000 C.E.: G VIA CAVOUR: Ampio e luminoso trilocale da ristrutturare, panoramico, doppi servizi. € 390.000 T + garage C.E.: G VIA MENDOLA: Attico panoramico di 220mq, su due livelli, tripli servizi. Posto auto e garage. € 980.000 C.E.: G S.MAURIZIO: Attico quadrilocale panoramico, recente costruz. con terrazza abitabile. € 415.000 + gar. 30.000 C.E.: G LAIVES: OCCASIONE! Quadrilocale di 120 mq con tre matrimoniali e bagno finestrato. Cantina. € 285.000 T C.E.: G LAIVES: Interessante trilocale mansardato, con due matrimoniali e bagno finestrato. € 260.000 + garage C.E.: G LAIVES: OCCASIONE! Ampio e luminoso trilocale, panoramico, con due matrimoniali e bagno finestrato. € 230.000 C.E.: G

NUOVE E RECENTI COSTRUZIONI LAIVES: In nuova costruzione disponibili varie metrature, zona interna e tranquilla, garages. A partire da € 195.000 C.E.: A ZONA LIDO INTERNA: Bilo, trilo, quadrilocali e attici con belle terrazze. Dettagli in ufficio. A partire da € 232.000 C.E.: A V.DRUSO INTERNA: Attico panoramicissimo di 210mq con quattro camere e terrazze abitabili. Info in ufficio. C.E.: A PRATI DI GRIES: In Casa Clima A disponibilità di varie tipologie e metrature. Garages. A partire da € 205.000 C.E.: A ZONA TRIBUNALE: Bellissimi attici di mq 200 mq con terrazza e giardino pensile in casa clima. Info in ufficio. C.E.: B GRIES: In palazzina di pregio, disponibili varie tipologie e metrature con doppi servizi e ampi balconi. Info in ufficio. C.E.: A CENTRO: Ampio quadrilocale di mq 170, in recente costruzione, con ampi terrazzi in casa clima. Garage. € 890.000 C.E.: B S. MAURIZIO: Disponibili in casa clima B trilocali e quadrilocali con giardino o ampie terrazze. Info in ufficio. ZONA VIA C. RONCOLO: Prestigiosi attici, trilocali e quadrilocali di varie metrature silenziosi con ottima esposizione. C.E.: A APPIANO: Nuova costruzione in casa clima A, posizione interna, disponibilità di varie metrature. Info in ufficio. C.E.: A

VILLE APPIANO: Prestigiosa casa singola, in ottima posizione panoramica, 350 mq + 1100 mq di terreno. € 1.700.000 T C.E.: G GRIES: Villa di 770mq, 2 unità indipendenti, giardino di 1000mq, piscina. Possibile ampliam. di cubatura. € 2.650.000 C.E.: G S. MAURIZIO: Villetta unifamiliare di 230mq, attualmente su un livello, possibile ampliam. di cubatura. € 1.100.000 T C.E.: G S. MAURIZIO: Meravigliosa villa singola in splendida posizione di mq 350 su 3 livelli. Giardino e piscina. Info in ufficio C.E.: A S. MAURIZIO: Porzione di villetta trifamiliare di 200mq in casa clima A, terrazza e giardino. € 790.000 incl. garage C.E.: A SOLO ALCUNI DEI NOSTRI IMMOBILI SONO QUI PUBBLICATI! TUTTE LE PROPOSTE COMPLETE DI DETTAGLI SONO PRESENTI SUL SITO WWW.IMMOBILIAREBONETTO.IT

Via Orazio 53, Horazst. 53 - 39100 Bolzano/Bozen - Tel. & Fax 0471 266030 Solange Bonetto 338 9569615 - Ing. Alessandro Roncaglia 328 8877211 solange@immobiliarebonetto.it - www.immobiliarebonetto.it Grafica: QuiMedia

Impianti termosanitari Mobili da bagno Lavori di idraulica e ristrutturazioni anche chiavi in mano

Grafica: QuiMedia

continuano le detrazioni fiscali al 50% e iva al 10% assistenza per istruzione pratiche agevolazione

OLTRISARCO: Bilocale in recente costruzione, ultimo piano, interno, termoautonomo, con terrazzino. € 230.000 T C.E.: E VIA BARI: Panoramicissimo bilocale all’ultimo piano, attualmente locato, bagno finestrato. € 150.000 T C.E.: G VIA RESIA: Luminoso appartamento all’ultimo piano, panoramico, con posto auto assegnato. € 230.000 C.E.: G VIA GLORENZA: Bilocale all’ultimo piano con cucina abitabile, panoramico, balcone, ev. garage. € 195.000 C.E.: G ZONA RESIA INTERNA: Graziosissimo bilo con soppalco, silenzioso, terrazzo abitabile, termoautonomo. € 178.000 T C.E.: G V.FIRENZE: Appartamento di 70 mq, interno, ottimo stato, con cucina abitabile e bagno finestrato. € 245.000 + gar. C.E.: G V.RESIA: OCCASIONE! Monolocale compl. ristrutturato, interno e ben esposto, con balcone e soffitta. € 105.000 T C.E.: G MASO DELLA PIEVE: OCCASIONE! Bilocale di 60mq, con cantina e posto auto condominiale. € 130.000 T C.E.: G CENTRO: Bilocale ampio e molto curato, completamente ristrutturato. Bagno finestrato e ripostiglio. € 198.000. C.E.: E OLTRISARCO: Bellissimo bilocale in recente costruzione, con terrazzo interno abitabile. € 200.000 T C.E.: G

TRIBUNALE DI BOLZANO FALLIMENTO n. 49/2013 CURATORE DOTT. IVAN BIASI

AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE Il Curatore rende noto che il Tribunale di Bolzano vende da procedura fallimentare: - due magazzini al piano interrato di mq 400 in comune di Bolzano (BZ), Piazza Mazzini 18 (rif. asta n. 231). Prezzo base d’asta € 180.000,00 oltre oneri ed accessori di Legge. Modalità di partecipazione: La vendita si svolgerà in via esclusiva tramite un’asta on-line sul portale www.realestatediscount.com secondo le condizioni contenute nell’ avviso di vendita e le modalità riportate sul Disciplinare di gara. Il presente avviso di vendita viene pubblicato sul sito www.realestatediscount.com; gli interessati all’acquisto dovranno registrarsi sul sito www.realestatediscount.com secondo le condizioni e le modalità riportate sull’allegato Disciplinare di gara, a cui integralmente si rinvia.

Eventuali informazioni supplementari e/o chiarimenti sul contenuto del presente avviso potranno essere richiesti alla società IT Auction S.r.l. al n. 0546 046747 oppure tramite e-mail all’indirizzo info@ realestatediscount.com ed al Curatore. Per prenderne visione bisogna necessariamente fissare un appuntamento con il Curatore, contattando IT Auction S.r.l.


Grafica: QuiMedia

>> VIA CAPRI interno, appartamento mq. 81 da ristrutturare a piano alto con ascensore, soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, 2 balconi. A.P.E. G. € 240 mila + ev. garage € 30 mila >> VIA PIACENZA interno e soleggiato, appartamento di mq. 104, da ristrutturare, ingresso, cucina abitabile, salotto, 2 camere matrimoniali, bagno, balcone, loggia. P.auto cond.. A.P.E. G. € 265 mila >> VIA DIAZ interno, mq. 107, ingresso, cucina abitabile, salotto, 2 camere mq. 16, bagno, 2 balconi. A.P.E. G. € 420 mila + garage € 30 mila.

Il decreto ministeriale 140/2014 obbliga l’amministratore di condominio a frequentare ogni anno un corso di aggiornamento della durata minima di 15 ore con esame finale: verificate ogni anno che il Vostro amministratore sia in regola con l’aggiornamento obbligatorio!

>> PIAZZA VITTORIA interno molto tranquillo e ristrutturato, appartamento mq. 130, ingresso, soggiorno, grande cucina, 3 camere da letto, bagno, ripostiglio, balcone abitabile. A.P.E. C. € 530 mila. >> VIA V.VENETO mq. 95 di recente costruzione e parzialmente arredato su misura, ingresso, soggiorno con angolo cottura, 2 camere, bagno, TERRAZZA e GIARDINO. A.P.E. G. € 400 mila + ev. garage. >> ZONA VIA CAPRI ATTICO, mq. 220, ingresso, salone, cucina abitabile, 3 camere, doppi servizi, balconi e TERRAZZA. A.P.E. G.

>> VIA CAVOUR da ristrutturare appartamento mq. 100, ingresso, cucina, soggiorno, 3 camere, bagno, balcone. A.P.E. G. € 360 mila. >> RENCIO appartamento particolarmente tranquillo e soleggiato, mq. 90, soggiorno con zona cucina, camera matrimoniale, seconda camera collegata ad ampia veranda, bagno, ripostiglio, GIARDINO/TERRAZZA. A.P.E. G. € 275 mila + ev. garage € 28 mila. >> SAN GIACOMO di recente costruzione, mq. 54, ingresso, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno con finestra, TERRAZZA. A.P.E. C. € 220 mila parzialmente arredato. >> PASSEGGIATE DEL TALVERA piano alto, mq. 170, salone, cucina, 3 camere da letto, doppi servizi, balcone e TERRAZZINA sui prati. A.P.E. G, € 850 mila tratt. + ev. garage. >> VIA MUSEO interno, tranquillo e soleggiato, mq.250 su due livelli, salone, cucina, 3 camere, lavanderia, stanza hobby, doppi servizi, balconi e TERRAZZA. A.P.E. G. >> ZONA S.OSVALDO con splendida vista sul verde, mq. 112, finemente ristrutturato, salone, cucinino, 2/3 camere, doppi sevizi, cabina armadio, balcone. A.P.E. G. € 600 mila.

VISITATE IL SITO www.sabrinamanzelli.it per visionare piantine, foto ed altre proposte immobiliari.

>> VIA PIETRALBA mq. 82, ristrutturato, ingresso, cucina abitabile, ripostiglio, salotto, 2 camere, bagno, 2 balconi. A.P.E. E. € 255 mila.

Corso Italia 29 - Bolzano 39100 - Tel. 0471 051 549 www.anaci.bz.it - info@anaci.bz.it (lu - me - ve 09.00 - 12.00)

Grafica: QuiMedia

>> ST.MARTIN nuova iniziativa in CORNAIANO CENTRO: appartamenti nuovi in Borgo Antico - Diverse tipologie di appartamenti, bilocali, trilocali, con soppalchi, logge e balconi.

Grafica: QuiMedia

Sabrina Manzelli - AGENZIA IMMOBILIARE Via Cassa di Risparmio, 5 - Bolzano - Cell. 348/2472188 www.sabrinamanzelli.it - sabrina@sabrinamanzelli.it

BOLZANO

FUORI BOLZANO

1867 VIA DALMAZIA: TRILOCALE di 110 mq, soggiorno, cucina, bagno, 2 stanze, BALCONE, posto auto cond. C.E.G. € 349.000 1850 VIA ORTLES: QUADRILOCALE di 110 mq, soggiorno, cucina, stanza, stanza, 2 bagni, BALCONE, TERRAZZO, cantina, extra garage. C.E.G. € 300.000 1849 VIA DRUSO: TRILOCALE di 108 mq, soggiorno con angolo cottura, 2 stanze, bagno, 2 BALCONI, cantina, due posti auto C.E.G. € 345.000 1847 VIA TRENTO: BILOCALE di 65 mq, soggiorno panoramico, cucina, stanza, bagno, 1 TERRAZZO, cantina, posto auto cond., C.E.G. € 185.000 1814 VIA ROMA: Appartamento di 140 mq, soggiorno, cucina, 3 stanze, 1 bagno, 3 BALCONI, cantina, C.E.G. € 338.000 1802 VIA FIRENZE: Appartamento 85 mq, soggiorno con angolo cottura, bagno, 2 stanze, BALCONE, cantina, p. auto cond, ev. garage. C.E.G. € 320.000 1797 VIA FIRENZE: TRILOCALE di 68 mq, soggiorno, cucina, 2 stanze, 1 bagno, ripostiglio, 2 BALCONI, extra garage, C.E.G. € 255.000 1787 ASLAGO: TRILOCALE di 62 mq, cucina, 2 stanze, 1 bagno, 2 BALCONI, soffitta, posto auto cond., C.E.G. € 175.000 1778 VIA VISITAZIONE: TRILOCALE di 95 mq, soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, ripostiglio, 1 BALCONE, extra p. auto, PIANO ALTO! C.E.G. € 260.000 1776 VIA VERONA: Trilocale di 85 mq, soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 1 bagno, ripostiglio, soffitta, posto auto cond. C.E.G. € 260.000 1755 VIA RIO MOLINO: Quadrilocale di 140 mq, soggiorno, cucina, 3 stanze, 2 bagni, GIARDINO PRIVATO, cantina, extra garage. C.E.A. € 640.000 1749 CORSO LIBERTA‘: Quadrilocale di 128 mq, 4 stanze, cucina, 1 bagno, 2 BALCONI, cantina, C.E.G. € 380.000 1694 VIA MENDOLA: Appartamento di 125 mq, soggiorno, cucina, 4 stanze, 1 bagno, 1 BALCONE, posto auto cond., extra garage. C.E.G. € 355.000 1635 VIA CAVOUR: trilocale di 110 mq, soggiorno con angolo cottura, 2 stanze, doppi servizi, BALCONE, TERRAZZA, cantina, extra garage. C.E.G. € 395.000 1394 VIA DELLA ZECCA: Quadrilocale di 120 mq, soggiorno e cucina openspace, 3 stanze, doppi servizi, BALCONE, cantina, p. auto cond. C.E.G. € 435.000

1860 MERANO: Bilocale di 80 mq, ingresso, soggiorno con cucina, stanza, bagno, GRANDE TERRAZZA, BALCONE, cantina, extra garage. C.E.G. € 200.000 1858 MERANO: BILOCALE di 65 mq, soggiorno con angolo cottura, stanza, bagno, 1 BALCONE. C.E.G. € 210.000 1844 MERANO: AMPIO QUADRILOCALE di 122 mq, soggiorno, cucina, 3 stanze, 2 bagni, 2 BALCONI, 1 garage. C.E.G. € 370.000 1843 MERANO: TRILOCALE di 60 mq, soggiorno con angolo cottura, camera, 1 bagno, ripostiglio, 1 BALCONE, soffitta, posto auto cond., C.E.C. € 175.000 1838 SETTEQUERCE: Bilocale di 69 mq, ingresso, soggiorno con angolo cottura, 1 stanza, 1 bagno, GIARDINO PRIVATO, cantina, posto auto cond, extra GARAGE DOPPIO. C.E.C. € 198.000 1836 MERANO: TRILOCALE di 74 mq, composto da soggiorno, cucina, stanza, bagno, 1 BALCONE, cantina, C.E.G. € 185.000 1835 LANA: Appartamento di 110 mq, soggiorno, cucina, 3 stanze, 2 bagni, ripostiglio, 1 BALCONE, 1 TERRAZZO, cantina, posto auto cond., extra garage doppio. C.E.G. € 335.000 1831 SAN GENESIO: TRILOCALE in OTTIMO STATO di 67 mq, composto da soggiorno, cucina abitabile, 1 camera da letto matrimoniale, 1 bagno finestrato, C.E.G. €150.000 1806 EGNA: TRILOCALE di 95 mq, soggiorno, cucina, 2 stanze, 1 bagno, ripostiglio, 1 BALCONE, 1 TERRAZZO, cantina, extra posto auto di proprietà, extra garage, extra hobby room. C.E.G. € 265.000 1804 LAIVES: TRILOCALE in OTTIMO STATO di 112 mq, soggiorno, cucina, 2 stanze, 1 bagno, ripostiglio, 1 GRANDE TERRAZZO, cantina, extra garage €25.000, C.E.G. € 305.000 1783 APPIANO: Appartamento di 130 mq, ingresso, soggiorno, cucina, 3 stanze, 2 bagni, 2 BALCONI, p. auto cond., extra garage, C.E.G. € 400.000 1647 APPIANO: CASA CLIMA „A“! quadrilocale di 125 mq, soggiorno, cucina, 3 stanze, 2 bagni, 1 BALCONE, 2 TERRAZZI, cantina, extra garage. C.E.A. € 520.000

…più di 400 proposte sul nostro sito: www.realpro.it SEDE BOLZANO/Sitz Bozen Viale Amedeo Duca d’Aosta Allee 87 Tel.: 0471 261159 - Cell.: 334 3388393

VIA GUNCINA

soggiorno, cucina abitabile, 4 camere, doppi servizi, 2 balconi, garage - c.e. in accertamento

VIA ZANCANI II piano luminoso soggiorno con ampio balcone, cucina abitabile, veranda, due camere, bagno e soffitta - C.E. F VIA C.BATTISTI II piano ampio soggiorno con balcone. cucina abitabile, veranda, due camere, doppi servizi,cantina, garage - C.E. in accertamento VIA FAGO III piano, luminoso, soggiorno, cucina abitabile, 3 camere, 3 balconi, doppi servizi, cantina, garage - c.e. F PIAZZA MAZZINI VI piano, soggiorno, cucina abitabile, 4 camere, doppi servizi, ripostiglio, 2 balconi, cantina, garage - c.e. in accertamento VIA SAN QUIRINO interno III piano, ampio soggiorno, due camere, cucina abitabile, bagno, garage - c.e. G VIA TRENTO III piano, soggiorno cucinino, 2 camere, servizi - c.e. G VIA PALERMO soggiorno cottura, camera, bagno, balcone - c.e. F VIA DALMAZIA I piano soggiorno cucina due camere ampia soffitta due cantine garage - c.e. in accertamento ZONA RENCIO casa clima A - III e V ultimo piano nuova costruzione soggiorno, cucina, tre camere, doppi servizi, balcone, cantina, garage - vendita in regime registro CORNAIANO panoramico ultimo piano,

soggiorno, cucina abitabile, due camere, bagno, due terrazze, un balcone, cantina, garage doppio e posto auto di proprietà - c.e. E VIA SASSARI I piano, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere, bagno finestrato, ripostiglio, cantina e posto auto condominiale - c.e. G

GARAGE

IN AFFITTO: Via Guncina - Viale Europa - Via Fago - Via Vintola - Via S.Osvaldo Via Rio Molino - Via Sorrento - Via Cavour IN VENDITA: Via Penegal garage doppio - Via Fago - Via Sorrento - Via Valdagno - Via Cavour - Via Max Valier

AFFITTI RESIDENZIALI

VARIE PROPOSTE SU APPUNTAMENTO

AFFITTI/VENDITE COMMERCIALI

VENDESI CENTRO ESTETICO completo di arredo/parziale attrezzatura PIAZZA VERDI vendesi I piano ufficio unico ampio locale con servizio di proprietà separato. VIA VITTORIO VENETO affittasi ufficio piano terra 110 mq VIACAPRI negozio con magazzino sottostante LAIVES negozio/bar affittasi muri

BOLZANO VIA PERATHONER, 17 Cesare Pallaver Iscr. ruolo cciaa n.1

Dr. Marina Pallaver Iscr. ruolo cciaa n.298

TEL. 0471 978286

(10.00 - 12.00)

CELL. 368 749 1300

(15.00 - 17.00)


Quibz 23 2016